Sei sulla pagina 1di 4

Crea Tempo | Trascrizione modulo 4.

4 “Il
segreto per essere costanti (agisci con
costanza)”
Innanzitutto complimenti: questa è l'ultima lezione di Crea Tempo.

Nei prossimi giorni potrai accedere anche alla sezione finale in cui ripercorreremo tutti i passaggi
chiave del metodo L.E.V.A.. Avrai così una visione completa di questo sistema, ma soprattutto
delle indicazioni concrete per metterlo subito in pratica e per ottenere quei risultati che avevi
messo nero su bianco ad inizio corso.

Nei prossimi giorni si sbloccheranno anche i bonus.

Dobbiamo però ancora vedere quest'ultimo tassello.

Finora infatti abbiamo imparato a LIBERARE la nostra vita da tutto ciò che è superfluo. Abbiamo
imparato ad ELEVARE la nostra energia, la nostra concentrazione, la nostra motivazione e la
nostra soddisfazione. Abbiamo imparato a VALUTARE le nostre priorità e ad organizzare
efficacemente le nostre giornate. Infine ti ho insegnato come AGIRE ora, senza procrastinare, e
come farlo con il giusto focus.

È arrivato il momento di imparare ad AGIRE con costanza.

>>>

Probabilmente lo sai meglio di me: le prodezze di un giorno o di una settimana, non ci portano da
nessuna parte. Per raggiungere obiettivi ambiziosi dobbiamo martellare un giorno dopo l'altro.

Agendo in maniera costante infatti, riusciamo a raggiungere quella MASSA CRITICA di progressi,
necessari per far esplodere i nostri risultati.

Insomma, in natura non esistono fenomeni lineari. L'energia tende piuttosto ad accumularsi per
lunghi periodi, in cui nulla sembra accadere, per poi esplodere improvvisamente.

Questo avviene ad esempio nel caso di fenomeni terribili come i terremoti; l'energia si accumula
per decenni e poi viene liberata in pochi secondi.

Ma anche a livello atomico abbiamo un comportamento simile: il famoso "salto quantico" avviene
nel momento in cui un elettrone accumula sufficiente energia per passare al livello energetico
successivo.

© Copyright 2017 EfficaceMente.com – Tutti i diritti riservati


Senza farla troppo complicata, vorrei che ti rimanesse in mente questo...

>>>

Per sbloccare il livello successivo in quel videogioco chiamato vita, devi prima raggiungere un
punto critico e prima di raggiungerlo nulla sembrerà accadere, ma una volta superato questo
punto critico, tutto cambierà molto velocemente.

Il problema è che la stragrande maggioranza delle persone non ha la COSTANZA di agire fino a
raggiungere questo famoso punto critico.

Perché magari si scoraggia. Perché magari vorrebbe vedere dei risultati immediati che invece
richiedono tempo. Perché magari è difficile.

Le motivazioni possono essere tante e diverse per ognuno di noi; se però non riusciamo ad agire
con costanza molto probabilmente è perché negli anni abbiamo sviluppato un tipo di mentalità
molto controproducente...

>>>

Sto naturalmente parlando della mentalità: "o tutto, o niente". Insomma, molte persone
confondono il dover essere costanti con il dover essere perfetti.

Scommetto ad esempio che dopo aver parlato dei blocchi di tempo nel tuo calendario e di come
dovresti programmare la tua settimana, ti è presa l'ansia di dover rispettare minuto per minuto la
tua pianificazione, è vero?

Ecco, l'idea che se non fai tutto alla perfezione, allora tanto vale non far nulla è esattamente ciò
che non ti sta permettendo di essere costante.

>>>

Pensa di dover partire in macchina per le vacanze. Che fai, se non riesci ad andare esattamente a
120 km all'ora per tutto il percorso, al primo rallentamento, torni a casa?

Certo che no! La vita è sporca, è incasinata, è caotica, e noi dobbiamo accettare questa sua
imperfezione, che in fin dei conti la rende così meravigliosa. I nostri bei piani, e in generale tutti gli
strumenti che ti ho fornito, non devono essere delle gabbie, ma piuttosto dei punti di riferimento
in una mappa, sta poi a noi capire quando possiamo accelerare, quando dobbiamo
necessariamente rallentare o addirittura fermarci per un semaforo rosso.

Ok, chiarito questo punto e quanti danni possa fare la mentalità "o tutto, o niente", come al solito
voglio proporti uno strumento pratico per evitare di cadere in questa trappola e imparare davvero
ad agire con costanza.

© Copyright 2017 EfficaceMente.com – Tutti i diritti riservati


>>>

Il perfezionista fondamentalmente dà per scontato che tutto debba andare esattamente secondo
i piani e si scoraggia terribilmente al primo piccolo contrattempo.

Si scoraggia a tal punto da mollare la presa e aspettare il lunedì successivo, il primo del mese o il
primo dell'anno per ricominciare secondo il suo ideale di perfezione priva di errori.

Ecco, per essere davvero costanti, dobbiamo imparare ad invertire questa mentalità.

In che modo? Beh, devi dare per scontato che CI SARANNO contrattempi e devi decidere fin
d'ora cosa farai quando questi contrattempi si verificheranno.

>>>

Il famoso errore di pianificazione di cui ti ho già parlato va sicuramente in questa direzione, in


generale però ti invito a pensare fin da subito a cosa farai quando le cose andranno storte.

Ipotizza ad esempio di aver pianificato per domani di lavorare a delle attività complesse e
faticose, però la sfiga vuole che ti svegli completamente rincoglionito e privo di energie. Cosa fai?
Qual è il tuo piano B? Insisti a voler lavorare su quanto pianificato, col rischio di non concludere
nulla e aggiungere solo frustrazione, o magari hai già pensato ad altre attività meno impegnative
che potresti comunque portare avanti?

Insomma, il segreto per essere costanti non è cercare di essere perfetti, ma piuttosto imparare ad
essere flessibili e avere sempre un piano B nel caso in cui le cose non vadano secondo i piani.

Devi essere come l'acqua, devi scorrere tra le rocce, adattarti al terreno, avere chiara la meta ed
essere disposto a cambiare percorso se necessario, ma non arrenderti mai finché non avrai
raggiunto il mare.

>>>

Rinunciare alla mentalità "o tutto, o niente" non è assolutamente facile, ma nessuno ti ha detto
che questo percorso lo sarebbe stato. Mi auguro comunque che prevedere già in anticipo un piano
B, ti aiuti ad essere sempre più costante.

Ricorda: alla fine del tuo percorso conta solo la velocità media, non permettere al perfezionismo
di renderti rigido.

Bene, abbiamo concluso Crea Tempo. Anche in questo caso, probabilmente non riuscirai ad
applicare alla perfezione tutte le tecniche che ti ho spiegato. Cerca però di sperimentarne quante
più possibili.

© Copyright 2017 EfficaceMente.com – Tutti i diritti riservati


Nella sezione finale ho preparato per te un documentino di poche pagine in cui ho sintetizzato
l'intero metodo: stampalo se necessario e usalo come faro guida.

In quella sezione ti chiederò anche un favore, ma per il momento non ti anticipo nulla.

Grazie ancora per aver seguito Crea Tempo fin qui, mi auguro ti sia piaciuto, ma soprattutto mi
auguro ti sia stato utile. Noi ci rivediamo tra qualche giorno. A presto.

© Copyright 2017 EfficaceMente.com – Tutti i diritti riservati

Potrebbero piacerti anche