Sei sulla pagina 1di 2

IL VERBO

SINTESI NIOZIONI DA CONOSCERE A MEMORIA

Il verbo è La parte variabile del discorso che esprime azioni, eventi, modi di essere, situazioni riferite al
soggetto, collocandoli nel tempo.

Può indicare:

-azione compiuta dal soggetto (Licia cammina)

- azione subita dal soggetto (Licia è interrogata)

-l’esistenza del soggetto (c’è il sole)

- il modo di essere del soggetto (La Turchia è un paese)

E’ variabile nella persona, nel modo, nel tempo.

Concorda con il soggetto nel numero e a volte anche nel genere.

L’insieme di tutte le variazioni di un verbo si chiama coniugazione

La CONIUGAZIONE

Il verbo è costituito da una radice, prima parte della parola, che rimane invariabile e esprime il significato; la
parte finale, la desinenza, si modifica e dà informazioni relative alla persona, al numero, al modo e al tempo
del verbo.

Le coniugazioni sono 3 e sono riconoscibili dalla diversa vocale tematica

Prima coniugazione vocale tematica -a: am-a- re

Seconda coniugazione vocale tematica -e: tem-e-re

Terza coniugazione vocale tematica -i: sent-i-re

I verbi appartenenti alle tre coniugazioni si dicono regolari e presentano tutti le stesse terminazioni nella
coniugazione; esistono però molti verbi irregolari che si comportano in modo diverso; i verbi ESSERE e
AVERE sono detti a coniugazione propria.

PERSONA E NUMERO

Le persone della coniugazione verbale sono 3 per il singolare e 3 per il plurale.

IL MODO

I modi verbali indicano la maniera in cui l’azione si presenta.

I modi sono 7

4 modi finiti, cioè definiti dalla persona e dal numero (Indicativo, congiuntivo, condizionale, imperativo);

3 modi indefiniti, non hanno persona e numero (infinito, participio e gerundio).

IL TEMPO

La desinenza del verbo colloca l’azione nel tempo:

- Presente, quando l’azione è contemporanea al momento in cui viene dichiarata;


- Passato, quando l’azione è anteriore
- Futuro, quando l’azione deve ancora avvenire.
Questi tre tempi principali si articolano in tempi semplici (formati da una sola parola) e tempi
composti (formati da due o tre parole).
Il modo indicativo ha 8 tempi:
presente, imperfetto passato remoto, futuro semplice, passato prossimo, trapassato prossimo,
trapassato remoto e futuro anteriore;
Il modo congiuntivo ha 4 tempi: presente, imperfetto, passato e trapassato;
Il modo condizionale ha 2 temi: presente e passato;
L’imperativo ha un solo tempo: presente;
l’infinito ha 2 tempi: presente e passato;
il participio ha 2 tempi: presente e passato;
il gerundio ha 2 tempi: presente e passato.

Potrebbero piacerti anche