Sei sulla pagina 1di 1

Dott.

Giovanni Invito
Consulenza del lavoro & fiscale

Recesso al termine del periodo formativo dell’apprendista

Al termine del periodo di apprendistato – salvo che non si tratti di lavoratori beneficiari di mobilità
ordinaria o di un trattamento di disoccupazione – le parti possono recedere dal contratto, secondo quanto
previsto dall’art. 42, comma 4 del D.Lgs. n. 81/2015 ed ai sensi dell’art. 2118 c.c, con preavviso decorrente
dal medesimo termine. In mancanza di preavviso, il recedente è tenuto verso l’altra parte a un’indennità
equivalente all’importo della retribuzione che sarebbe spettata per il periodo di preavviso; Quindi, allo
scadere del periodo formativo, il datore è libero di risolvere il rapporto semplicemente richiamando tale
circostanza: l’atto deve però necessariamente essere comunicato al dipendente in forma scritta,
evidenziando appunto, quale motivazione, che si tratta di recesso “per fine periodo formativo”.

Nel caso in oggetto, è dovuto il “Ticket NASpI”, infatti La circolare INPS 40 del 19/03/2020 al punto 2
indica quanto segue:

“Il contributo è dovuto nei casi di interruzione del rapporto di lavoro a tempo indeterminato.

I datori di lavoro sono tenuti all’assolvimento della contribuzione in tutti i casi in cui la

cessazione del rapporto generi in capo al lavoratore il teorico diritto all’indennità NASpI, a

prescindere dall’effettiva fruizione della stessa (art. 2, comma 31, della legge n. 92/2012).

Tanto considerato, la contribuzione è dovuta nei casi di cessazione del rapporto di lavoro a

tempo indeterminato a seguito di licenziamento: ………………………………………………………………………………………

…. compresi i casi di recesso del datore di lavoro durante o al termine del periodo di prova o al termine del
periodo di formazione dell’apprendista di cui all’articolo 42, comma 4, del D.lgs 15 giugno 2015, n. 81,
(la cessazione del rapporto di lavoro in applicazione di questa fattispecie dovrà essere esposta nel flusso

Uniemens con il codice Tipo cessazione di nuova istituzione “1V”)”

Per quanto riguarda l’importo del Ticket che è pari al 41% del massimale mensile del NASpI, tenuto conto
che per l’anno 2021 è di 1.227,55 euro, per il triennio la contribuzione da versare è pari a 1.509,90 euro
(503,30 x 3)

Per quanto riguarda il periodo di preavviso, ci riferiamo all’ Art. 20 c.8 del CCNL TELECOMUNICAZIONI:

“Premesso che, stante la peculiare natura a causa mista del contratto di apprendistato, il periodo di
formazione si conclude al termine del periodo di apprendistato, le parti del contratto individuale potranno
recedere dal contratto dando un preavviso, ai sensi di quanto disposto dall’art. 2118 del codice civile, di
quindici giorni. Durante il periodo di preavviso continua ad applicarsi la disciplina del contratto di
apprendistato. In caso di mancato esercizio della facoltà di recesso, il rapporto prosegue come ordinario
rapporto di lavoro subordinato a tempo indeterminato”

Dott. Giovanni Invito - Consulente iscritto all'albo dei Consulenti del Lavoro di Napoli al n° 3504 del 13/01/2020
Domicilio professionale in Via Giorgio De Falco, 231/A - 80010 Quarto (NA) - sito internet: www.consulenzadellavoroinvito.it
per contatti ed informazioni: info@consulenzadellavoroinvito.it

Potrebbero piacerti anche