Sei sulla pagina 1di 2

Colegio Antonio Raimondi

SESIÓN DE APRENDIZAJE

Profesor Giancarlo
Grado y / Nivel III LICEO Scientifico A-B; Liceo artístico, Liceo Lunguistico
Curso Italiano
Fecha: Settimana dal 15/11/2021

Capacidad(es) Comprensione, analisi, commento del testo, riflessione sulla


lingua, metrica

VERIFICA
Alfieri e Goldoni

DOMANDE

1. Dove svolge Goldoni gran parte della sua attività teatrale?


2. Con quale tipo di teatro è costretto a confrontarsi?
3. Quale linguaggio usò Goldoni nel suo teatro?
4. La locandiera fu scritta: a. prima della reforma
b. dopo la reforma
c. in piena reforma
d.in Francia
5. Riassumi in modo sintético la vicenda della Locandiera
6. Spiega quali sono gli obiettivi della reforma goldoniana relativamente ai
personaggi; all’ambientazione, allo scopo delle commedie.

7. Vittorio Alfieri nasce nel 1749 in Piemonte, in un ambiente tra i più arretrati
d’Europa: come ne evade? Quali sentimenti matura verso le istituzioni tradizionali?
8. Quale posizione prese Alfieri di fronte allá Rivoluzione francese?
9. Come Alfieri concepisce la Letteratura? Quale modelo di intellettuale opone al
modelo cortigiano?
10.Quale modelo di tragedia adotta Alfieri? Con quale funzionalità? L’uso dei n
monologhi qualedimensione dei personaggi valorizza?

- Goldoni svolge gran parte della sua attività teatrale in Venezia. Goldoni lavorò
al teatro San Samuele, al teatro Sant'Angelo e al teatro San Luca, tutti questi di
Venezia.
- Goldoni é costretto a confrontarsi con la commedia dell'arte, ed é quando
Golondini accetta la professione teatrale e lí comincia a sperimentare e
conforntarsi con la commedia dell’ arte (Prima fase dell’ opera golondiana)
- Il linguaggio diventa fondamentale per dar voce allo spettacolo. Per Goldoni
l'essenza della comunicazione è il nucleo, e la scelta del linguaggio deve essere
attenta, ponderata e precisa perché la forza espressiva del mondo del teatro si
gioca nella comunicazione orale con il pubblico che cerca di tornare a teatro. La
lingua di cui Goldoni ha bisogno non può essere fornita dalla tradizione
letteraria o dalla lingua della conversazione colta corrente. Per quello Goldoni
usa il Veneziano. Scrivendo le sue commedie in veneziano, Goldoni conferisce a
questo dialetto piena dignità letteraria, gli attribuisce il valore della lingua, come
strumento comunicativo ed espressivo che va al di là della caricatura o dell'uso
invettivo
- La vicenda della Locandiera é la seguente: il Conte d’ Albafioria e il Marchese
di Formlimpopoli erano ospiti nella locanda di irandolina, dopo quando il
Marchese e il Conte guardano per prima volta alla donna, entrambi si
innamorano di lei, poiché entrambi si innamorarono, iniziarono a gareggiare per
ottenere la loro conquista. Nella locanda anche c’era il cavaliere di Riprafatta; e
Mirandolina, offesa dalla sua insensibilità, cerca di conquistarla e vi riesce.
Dopo Poi i tre uomini iniziano a litigare e litigare, finché finalmente
Mirandolina svela il suo gioco tendendo la mano al cameriere Fabrizio e loro tre
rimangono stupiti.
- Con riforma golondiana si intende un cambiamento al teatro anteriore. Le
riforme di Goldon voleva colpire proprio quella che ritiene essere la causa della
distanza tra il mondo e il teatro: che abbia un testo, un dialogo scritto e stabilito,
meno spazio per la improvisazzione e recitazione realista. Con Goldini si
introduce la musica nelle commedie di ruolo, e diede origine all'opera buffa
veneziana, come funzione educativa che deve rispettare i valori sociali e
utilizzare il dialetto veneziano per la rappresentazione teatrale, prima lo scopo
era di intratenere. Le opere adesso non avevano caratteri fissi, ed é per quello
che non usavano delle maschere, ancche le opere avevano un realismo
psicologico notorio.

Potrebbero piacerti anche