Sei sulla pagina 1di 100

MENSILE | ANNO 3 | NUMERO 2 | FEBBRAIO 2013

BORSA
Rally o trappola?
febbraio 2013

Le strategie per
guadagnare comunque

OBBLIGAZIONI
Come approfittare
EFFE

della bolla dei bond


5,00 € 4,00 €
PROMOTORI
Dalle convention
tutte le novità
del 2013

RISPARMIO
Le 10 mosse
per non essere
derubati online
www.effemagazine.it

POSTE ITALIANE SPA - SPEDIZIONE IN ABBONAMENTO POSTALE - 70% - LO/MI


LA FOTO DEL MESE

Il direttore generale del Fondo Monetario Internazionale, Christine Lagarde, durante la sua partecipazione al meeting annuale
del World Economic Forum di Davos (Svizzera) svoltosi dal 23 al 27 gennaio.
Foto: swiss-image.ch/Photo Mirko Ries

03
COLUMN GEOMARKETS

2013: debito Usa, odissea


nello spazio finanziario
S
arà un buon anno soprattutto per- si sovrana UE, riportando nei giusti toni e
ché è iniziato oltre ogni aspetta- misure un dibattito che resta globale e cru-
 
    
 -    

      -
sistente sul mercato azionario ed ziari e delle nostre economie.
un avvio molto soddisfacente non solo P             
delle aste governative, di un periodo di
ma anche del comparto "Bull Market" durato
dei bonds senior, cove-  
 trent'anni e che ha visto
DI CLAUDIA SEGRE red bond e subordina- gioco forza con la crisi


ti come non si vedeva degli ultimi cinque anni
Segretario    
da mesi. i tassi scendere ai mini-
Generale Assiom    
Nella prima settimana mi. I numeri degli utili
Forex, è esperta
di geopolitica, di operativa di gennaio    corporates del quarto
mercati finanziari dopo l'Epifania i fon-   
  trimestre 2012 sono in
di azionari Usa han- 
 
 via di pubblicazione e
internazionali
no raccolto 19 miliardi metteranno a dura pro-
e di finanza 
  
di dollari Usa, livel- va, insieme al dibatti-
islamica. É anche
lo record assente dal to politico sul debito,
Chairman Board
giugno del 2008. Si- il rally azionario in
of Education e
curamente il violento restringimento su-          
Membro del China
gli spread corporates dell'anno scorso li-          
Committe per ACI
mita l'appetito al solo mercato primario, del più imponente deleveraging del sistema
International
soprattutto in Europa. Ma non ci sono           -
solo forti segnali di mercato, perché an- vato al capolinea e per l'Europa è tempo
che l'ammissione da parte del Fondo Mo- di riscossa. F
netario Internazionale di aver errato nel-
le ricette di austerity imposte alla Grecia
aiutano una mutazione strutturale. In uno
studio siglato dal Direttore della Ricerca
del FMI, Olivier Blanchard, si affronta il
permanere dei problemi sul debito sovra-
no con maggiore consapevolezza e con
la presa d'atto che il ritmo del consolida-
    
   -
tiva capacità di ogni Paese di agire su spe-

   
Ma questo non basta quando all'ingente
debito si aggiungono vincoli costituzionali

       
al "debt ceiling". Infatti dopo aver evita-
        
  
come era prevedibile, la partita sull'in-
nalzamento del tetto del debito inasprisce
lo scontro tra repubblicani e moderati al
Congresso e sposta l'attenzione dalla cri-

04
MESSAGGIO PUBBLICITARIO

ETF sui BOT LYXOR ETF


Lyxor* quota su Borsa Italiana l’ETF sui BOT che espone a circa 13 BOT dello Stato italiano con vita residua tra 2 e 12 mesia.
Rispetto ad un investimento diretto in BOT, con l’ETF si ottiene una significativa semplificazione operativa:
1) Una sola negoziazione per esporsi a 13 BOT differenti; 2) Reinvestimento automatico dei BOT in scadenza (circa 26
reinvestimenti in un solo anno); 3) Duration stabile di circa 6 mesi (senza discesa nel tempob); 4) Caratteristiche del portafoglio
(duration, yield, convexity, ecc..) disponibili ogni giorno gratuitamente sul Webc.
Pertanto, grazie all’ETF sui BOT, i gestori e gli investitori possono evitare operazioni monetarie di routine e a basso
valore aggiunto (di front/middle/back office) e possono invece focalizzarsi sulle attività gestionali a più elevato ritorno.
Société Générale fornisce una liquidità eccezionale all’ETF: su Borsa è in acquisto e in vendita per EUR 12 Milioni (con obbligo
di riesposizione) ed uno spread di 3 bps (0,03%); sull’OTC è in acquisto e in vendita anche per EUR 200 - 300 Milionid.
Inoltre altri 44 operatori offrono liquidità ai Lyxor ETF, tra cui UniCredit e Banca IMI.
L’ETF gode della fiscalità agevolata al 12,5% ed è attualmente investito al 100% in Titoli di Stato italianie.
Lotto minimo: 1 ETF (circa 100 Euro). Costo totale (TER): 0,15% all’annof.

SEMPLIFICATI LA GESTIONE

Lyxor ETF su Titoli di Stato italiani


Sottostante Nome ETF ISIN Bloomberg Reuters Costof
BOT Lyxor ETF BOT 6M (MTS Italy Treasury BOT 6 Months) FR0011360676 BOT6M IM BOT6M.MI 0,150%
BTP 1-3 anni Lyxor ETF MTS BTP 1-3Y Italy Government Bond FR0011313741 BTP13 IM BTP13.MI 0,165%

Contatti: www.ETF.it | info@ETF.it | 800 92.93.00 | Consulenti 02 89.63.25.00 | Istituzionali 02 89.63.25.28 | LYXOR <GO>
COLUMN EMERSI ED EMERGENTI

Investire in Africa
fra fantasia e realtà
È
facile cadere preda di pregiudi- rienza più spaventosa in Africa è stato ri-
zi e generalizzazioni sui luoghi manere bloccato in ascensore!
dove non siamo mai stati: presu-
mere che negli Stati Uniti si gui- Vedere per credere
dino solo auto enormi, che tutti i france- Una parte importante del nostro proces-
si amino i croissant e che tutti i canadesi so di investimento è una ricerca appro-
sappiano giocare a hockey. Altrettante idee fondita su ogni impresa considerata, e
sbagliate circolano sugli investimenti nei le previsioni a lungo termine basate sul-
DI MARK MOBIUS mercati in via di sviluppo, e l'Africa certa- le caratteristiche dell’azienda e del suo
mente è un esempio di quanto siano azzar- ambiente. Nei mercati di frontiera le
Guru dei mercati date simili banalizzazioni. È impossibile storie di lungo termine possono in realtà
emergenti per conoscere tutto di questo enorme e va- avverarsi nel brevissimo termine, a cau-
antonomasia, nel riegato continente, secondo al mondo per sa della crescita normalmente più rapi-
1987 ha costituito estensione e popolazione. Per questo l'ap- da e dei cambiamenti repentini che ri-
quello che è proccio della mia squadra è tenere la men- sultano dalle comunicazioni più veloci
considerato il primo te aperta di fronte alle possibilità di cresci- e dall’afflusso di numerosi investimenti
fondo d'investimento ta, nonché ai potenziali rischi. esteri. In altri casi, abbiamo bisogno di
al mondo dedicato pazienza per consentire gli sviluppi di
ai mercati emergenti. L'Africa non lungo corso.
Attualmente ricopre sempre è l'Africa
la carica di Executive L'idea che l’Africa sia C'è interesse per Sono un convinto so-
Chairman del
Templeton Emerging sempre uguale a se i settori legati al stenitore del valore
stessa è dura a morire, crescente potere delle esperienze di-
Markets Group come per altri Paesi. rette, motivo per cui
dei consumatori
La maggior parte del- la mia squadra ed io
le persone non si ren-
locali. Aumenta visitiamo molti pae-
de conto di quanto il la necessità di si e le loro aziende,
suo paesaggio, le eco- servizi bancari e di non appena possibi-
nomie e le persone si- telecomunicazione le. Parlare con le per-
ano varie. Nel conti- sone faccia a faccia
nente si parlano più di è una fonte di infor-
1.000 lingue, i suoi cli- mazioni preziosa sul-
mi spaziano dai deserti alle foreste plu- le difficoltà del loro quotidiano, come
viali, dai tropici ai ghiacciai. le restrizioni legislative e, purtroppo, la
corruzione. Sappiamo che la corruzione
Un altro errore comune è che l'Africa sia esiste in tutto il mondo, ma in Africa è
afflitta da mali sociali. Non nego la vio- certamente prominente. Non si deve mai
lenza, i disordini politici e la povertà di credere che l'aliquota d'imposta che leg-
alcune zone dell’Africa, ma esiste un’al- giamo sulla carta sia l'effettiva aliquota
tra storia: ci sono anche bellezze natura- fiscale versata dalla società, ma sappia-
li, diversità culturali e il progresso eco- mo che altri costi possono essere nasco-
nomico. Spesso mi hanno chiesto se mi sti sotto il tavolo. Una buona notizia è
sia mai sentito in pericolo durante i miei che molti capi di governo sono sempre
viaggi nei paesi sottosviluppati, ma ho la più disposti ad affrontare apertamente e
fortuna di dire che finora la mia espe- a debellare il problema.

06
EMERSI ED EMERGENTI COLUMN
Un altro problema è quello delle infra-
strutture, o meglio della loro mancanza.
Abbiamo imparato con l’esperienza che
una fabbrica non ha sempre accesso alla
rete elettrica, ma spesso deve provvede-
re a generare la propria energia. Simili
ostacoli hanno un impatto sulle opera-
zioni di un'azienda, e su suoi costi. Que-
sti fattori non si accertano certo solo
leggendo i bilanci o le dichiarazioni di
conto economico.

Non tutte le strade portano al 'Sì'


A prima vista, si potrebbe pensare che
il campo delle infrastrutture, dato il
loro stato di sottosviluppo, presentino
un caso di investimento interessante,
ma in realtà le opportunità sono limita-
te dai monopoli o dalle sovvenzioni sta-
tali. Per esempio, l'elettricità in Nigeria
è sovvenzionata e soggetta a restrizioni
al punto da vanificare ogni profitto della
produzione di energia. Allo stesso modo,
se un governo sovvenziona il prezzo del-
la benzina, è difficile gestire con profitto
una raffineria.
Queste problematicità sembrano in via
di cambiamento in molte aree, è una
buona cosa. Con il sostegno della Ban-
ca Mondiale, del Fondo Monetario In-
ternazionale e di altre organizzazioni
internazionali, molti paesi africani di- alto potenziale. Le aziende alimentari
vengono gradualmente più amichevoli sono un altro esempio. La classe media
con le aziende. in Africa è in crescita, i suoi gusti in con-
Un’altra teoria invitante è che il futu- tinua evoluzione. Per esempio, i nigeria-
ro dell'Africa dipenda unicamente dal- ni hanno una predilezione particolare per
le materie prime come petrolio, cacao una birra che è un’icona dell’Irlanda, ma
e minerali. Le risorse naturali e mine- che consumano più degli stessi irlandesi!
rarie sono certamente importanti, e di L’Africa mostra un alto di potenziale di
interesse per noi investitori, ma non di- crescita e credo persino che nei prossi-
mentichiamo che i driver di crescita eco- mi anni i trend di sviluppo di molti suoi
nomica sono anche la tecnologia dell'in- paesi possano essere i più alti al mondo.
formazione, l’energia solare, la birra e i Il FMI ha previsto che nei prossimi cin-
fiori freschi. Molti europei probabilmen- que anni 10 delle 20 economie a più ra-
te non sanno che molte rose che adorna- pida crescita saranno nell'Africa sub-sa-
no le loro belle tavole sono state coltiva- hariana, e due in Nord Africa. Non solo
te in Africa e spedite per via aerea grazie la crescita è importante, ma anche la sua
a un complesso quanto efficiente sistema qualità perché si realizzi il potenziale di
di distribuzione. lungo termine dell'Africa. La fiorente
Siamo interessati anche alle industrie e classe media ha bisogno di essere soste-
ai settori legati al crescente potere dei nuta, con un piccolo aiuto da una politi-
consumatori locali. Aumenta la necessità ca prudente, e da un contesto economico
di servizi bancari (in particolare dell’ho- globale costruttivo. Per l'investitore pa-
me banking) e delle telecomunicazioni, ziente, l'Africa sarà una storia da rivisi-
così poco diffuse da rappresentare un tare nel tempo a venire. F

07
COLUMN L'INVESTITORE DISCIPLINATO

La previsione del futuro


e l'extra-rendimento
I
pazienti con determinate lesioni (ad esempio i mercati azionari e i mer-
cerebrali spesso non riconoscono cati obbligazionari). Questa percezione
i propri arti su un lato del corpo influenza la priorità relativa posta sul-
e spesso si svegliano preoccupati la ricerca di Alfa che ha origine dalla
per la presenza di un braccio o di una selezione attiva dei titoli, rispetto alla
gamba - che non riconoscono come pro- asset allocation attiva. La realtà è che
pria - nel letto, accanto a loro. Il nome molti dati forniscono una prova convin-
di questa condizione è “negligenza cente del fatto che la priorità deve esse-
DI FRANCESCO CARUSO emispaziale” e riguarda il grado di co- re posta sulla generazione di rendimenti
scienza di una persona circa una metà in eccesso a livello di asset allocation,
Analista e MFTA. Nel
del proprio campo visivo. Chi ne soffre anche a costo di sacrificare la selezione
2011 è stato insignito
spesso anche ignora le parole su un lato attiva dei titoli.
del SIAT AWARD
di una pagina, mangia il cibo solo su un Mentre per l’investitore questa è una
come "Best Technical
lato del piatto o fa disegni incompleti scelta che deve derivare da una presa di
Analyst" italiano e
di oggetti o volti. Il cervello umano è coscienza che ha a che fare con una se-
nel 2009 del "JOHN
un puzzle incredibile, ma le condizio- rie di caratteristiche e vincoli persona-
BROOKS AWARD",
ni di questo tipo possono offrire indi- li, per la maggior parte delle istituzioni,
come miglior "Master
zi sul mistero del perché gli investito- la decisione di asset allocation e la de-
of Financial Technical
ri ignorino sistematicamente più della cisione di selezione dei titoli incarna-
Analysis" del mondo.
metà della possibilità no un compromes-
Attualmente ricopre
di ottenere rendimenti so. Ciò è dovuto alle
un incarico di vertice
in eccesso nei mercati. frizioni strutturali
in un grande gruppo
bancario italiano Nonostante vari ricer-   incorporate nell'u-
www.francescocaruso.ch catori abbiano studia-        so dei gestori ester-
to l'importanza dell'as-    ni impiegati nel ten-
set allocation rispetto tativo di 'battere il

  
alla selezione dei tito- benchmark' attra-
li (il famoso “stock pi-  
  verso la selezione
cking”) e l'improba-  attiva di titoli in un
bilità di individuare   mercato specifico.
generatori Alfa in an- Un esempio di quel-
ticipo (l’altrettanto fa- lo che stiamo dicen-
moso “market timing”), do è una versione
la maggior parte degli investitori con- semplificata del “Permanent Portfolio”
tinuano ad affluire alla tradizionale ge- di Harry Browne, che è composto da
stione attiva nella ricerca di (quasi sem- quattro soli asset (tutti espressi in dol-
pre) sfuggenti rendimenti in eccesso. lari Usa):
Molti investitori percepiscono che la
possibilità di generare rendimenti incre- 25% - Azioni (in un fondo di larga base
mentali in eccesso (il cosiddetto “Alfa”) indici azionari come l'S&P 500)
è molto più elevata nello spazio di sele- 25% - Buoni del Tesoro Poliennali a
zione dei titoli che nello spazio della as- lunga scadenza (10-20 anni)
set allocation, perché ci sono molti più 25% - Oro (possibilmente con uno stru-
titoli (ad esempio azioni e obbligazioni) mento legato al metallo fisico)
rispetto al numero delle classi di attività 25% - Cash (in un Fondo comune di in-

08
L'INVESTITORE DISCIPLINATO COLUMN
vestimento o in titoli del Tesoro a bre- rimenti per la costruzione e l'esecuzio-
ve termine). ne di un portafoglio è una strada verso
il disastro, sia in termini di prestazioni
Questa allocazione – che può facil- che di sicurezza.
mente essere replicata da chiunque e in
qualsiasi valuta – ha fornito negli ulti- Poiché è il principio della convenienza
mi decenni una protezione tanto sempli- oggettiva a guidare le decisioni umane,
ce quanto efficace mentre l'economia si in modo particolare nelle attività eco-
spostava attraverso i cicli di prosperi- nomiche, la logica di questo portafoglio
tà, inflazione, deflazione e recessione. rappresenta sicuramente un modo ra-
Il suo concetto si basa anche sul princi- zionale - e quindi efficiente - e pertan-
pio dei vasi comunicanti: quando un in- to vantaggioso in termini di redditività,
vestitore esce in tutto o in parte da uno di allocazione del proprio patrimonio
di questi quattro asset, investirà la mag- finanziario. La preservazione e la cre-
gior parte del ricavato in strumenti che scita del patrimonio, da cui dipendono
direttamente o indirettamente hanno re- spesso molte variabili del futuro, vanno
lazione con gli altri tre asset. Alcuni gestite con la stessa consapevolezza con
possono pensare che questa allocazione cui l’amministratore di una buona e so-
sia inefficiente. Per esempio, l'idea di lida azienda gestisce le risorse finanzia-
possedere oro è derisa da alcuni consu- rie dell’azienda stessa: con oculatezza,
lenti di investimento perché non ha di- attenzione, controllo del rischio, valu-
videndi o interessi e (oggi) perché vie- tazione della controparte, sfruttamento
ne da 12 anni di rialzi. Purtroppo questi delle opportunità.
stessi consulenti non lo hanno mai con- È facile pensare di sapere cosa riserva
sigliato. Anche le obbligazioni sono in il futuro, ma il futuro invariabilmente
un contesto particolare, al culmine di contraddice le nostre aspettative. Più
una salita pluriennale. Il cash rende nul- e più volte abbiamo dimostrato di sba-
la o quasi. gliare quando abbiamo puntato troppo
sulle nostre aspettative. L'incertezza è
La realtà è che i mercati di investimen- un fatto della vita. Nessuno può preve-
to sono incerti e imprevedibili. Ciò dere con precisione il futuro. F
che può andare bene
in teoria può saltare
in aria appena cam-
biano le condizioni
economiche. Ancora
peggio, strategie di
portafoglio che do-
vrebbero funzionare
bene basandosi sulla
storia passata, spes-
so non funzionano
nell’applicazione re-
ale per cui la gente
le abbandona a cau-
sa della volatilità e di
lunghi periodi di sot-
toperformance. Infi-
ne, ogni studio che
abbia qualche repu-
tazione in materia, ha
dimostrato che fare
affidamento su istin-
to, intuizioni, guru di
investimento e sugge-

09
COLUMN I SOLDI IN TESTA

L’entità del premio al rischio


e la scelta tra azioni e bond
Q uando, nel 1985, Mehra e
Prescott scrivono il loro
classico lavoro sull’entità
del premio al rischio si do-
mandano, alla luce dei dati del dopo-
guerra, come mai questo valore sia così
to - sui tempi lunghi - riesca a battere
le azioni.

Oggi convinzioni di tal fatta sono meno


popolari tra la nuova generazione: nel
trentennio che finisce nel 2012, le azio-
alto. Le persone hanno così tanta paura ni statunitensi hanno battuto le obbli-
e così poca fiducia nei mercati azionari, gazioni governative solo di poco più
DI PAOLO LEGRENZI al punto da voler essere compensate in dell’1%. Se poi si considera il nuovo se-
misura rilevante della paura di maggio- colo, e cioè gli scorsi 12 anni, le azioni
Personalità
ri oscillazioni impreviste, soprattutto se hanno reso il 7,6% in meno delle obbli-
accademica
si tratta di discese? Grazie a Kahneman, gazioni. E questo non è avvenuto solo
di rilevanza
sappiamo che solo un’emozione forte negli Stati Uniti, ma in tutto il mondo
internazionale in
come il dolore, collegata a discese rapi- (la differenza negativa è del 6% in Eu-
tema di finanza
de dei mercati, può spiegare l’entità ec- ropa e di poco più del 6% nel mondo).
comportamentale
cessiva, e quindi teoricamente irrazio-
e Coordinatore
nale, del premio al rischio. Secondo Buttonwood, sull’Economist
del Laboratorio
del 1-7 dicembre 2012, i due merca-
di Economia
Secondo i calcoli di Mehra e Prescott, ti “orso” del nuovo secolo hanno fatto
Sperimentale Swiss
basati sulla durata media degli investi- traballare la convinzione nella presunta
& Global - Ca’
menti, le persone avrebbero dovuto ave- superiorità delle azioni anche per inter-
Foscari
re molta meno paura e fidarsi di più del- valli di una certa lunghezza, quali sono
le azioni per collocare i loro risparmi. quelli che interessano i fondi pensio-
Di qui la credenza, assai diffusa tra i ni, una vecchia e consolidata tradizio-
risparmiatori anglosassoni della passa- ne britannica. Dal grafico riportato in
ta generazione, che nessun investimen- basso, si vede come si sia tornati indie-

LA QUOTA DI AZIONI E OBBLIGAZIONI DETENUTE DAI FONDI PENSIONE UK


80%
Obbligazioni
Azioni
60%

40%

20%

0%
1962 1970 1980 1990 2000 2010 2012
fonte: The Economist, dicembre 2012

10
I SOLDI IN TESTA COLUMN
IL PREMIO AL RISCHIO NEL MONDO
7%
Premio al rischio vs. Bills
6% Premio al rischio vs. Bonds
5%
4%
3%
2%
1%
0%
a

nda

Nu Can S

Ge dia
Gia nia
ne

Au rica
lia
No io
gia

Fra ia
Sud ncia
Svi na
ra
ndo a

ova ada

Sve a
es zia
n B si

Mo a
ndo

Fin SA
arc

and

gn
U

Gra i Bas
g

Ital
zze

stra
ppo
g

Mo Euro

U
ex-

rma
l
rve

lan
Be

Af
Irla
Spa

ret
nim

Zel
Da

Pa

fonte: studio di Dimson, Marsh e Staunton

tro di mezzo secolo nella proporzione di ci si accorsero tuttavia che le azioni sta-
azioni e obbligazioni detenute dai fondi vano diventando molto care e comin-
pensione britannici. ciarono a ridurne il peso fin dagli anni
Fu George Ross Goobey, il responsabi- novanta, dopo che avevano raggiunto
le del fondo pensione dell’Imperial To- la proporzione dell'81% dei loro por-
bacco, a sostenere per primo, negli anni tafogli nel 1993. Le vicende dell’ulti-
cinquanta, che le azioni erano l’alloca- mo eccezionale dodicennio hanno fatto
zione più adatta per un fondo pensione. il resto e oggi i fondi pensione hanno
In effetti i fondi pensione erano interes- il 43,2% in obbligazioni e il 38,5% in
sati ai tempi lunghi, e non erano quindi azioni: il sorpasso è tornato dopo qua-
influenzati dai cambiamenti a breve ter- si sessant’anni. E’ interessante ricordare
mine dei listini azionari. come gli esperti dei mercati abbiano an-
Con un orizzonte lungo si poteva trarre ticipato il largo pubblico che ha conti-
vantaggio proprio dall’entità del premio nuato ad avere sempre fiducia, fino allo
al rischio, studiata da Mehra e Prescott. scoppio della mega-bolla all’inizio del
Gli esperti dei fondi pensione britanni- nuovo secolo. F

11
Sommario
FEBBRAIO 2013
BORSA
18 L'Orso è stanco. Piazza Affari
vede la luce in fondo al tunnel

20 Le buone azioni per guadagnare


anche con la crisi

22 Grandi marchi, spesso anche


ottimi titoli
BORSA
26 Tobin Tax in salsa light,
ma non per le azioni
16      
   
STRATEGIE DI INVESTIMENTO
32 Affrontare la volatilità con
i fondi comuni

RISPARMIO
36 Le 10 mosse per non essere
derubati online

LA FINANZA SULLO SCAFFALE


40 L'arte può essere il nuovo oro.
Ci si investe così
OBBLIGAZIONI
 
   
28   
START UP
42 Il prestito tra privati riparte Rubriche
da Smartika
Chi va dove - persone in carriera pag. 34
CAMBIO VITA Dalla City - le novità in arrivo pag. 53
Storie del mese - attualità pag. 60
44 Mollo tutto e vado a lavorare
in Australia Fondi & Sicav -        pag. 67
Immobiliare - il settore in pillole pag. 83
COPERTINA Fatti & cifre - 
#     pag. 94
Viaggi & Leisure - sempre in vacanza pag. 95
48 Massimo Doris: "Vi racconto la nuo-
va Mediolanum" La posta di F - i quesiti dei lettori pag. 96

12
SEI RIMASTO PERSONE & SOCIETÀ
 ABBOTTO GIUSEPPE 34 JP MORGAN A.M. 67
ABE SHINZO 90 LAGARDE CHRISTINE 3
Richiedi ALBANESE MAURO 66 LEGG MASON 34

la tua copia ANASF


APPLE
61
23
LENARDON MATTEO
LLINAS ARNAUD
34
70
in edicola! ASCOSIM 53 LOKAR MARCO 34
PRENOTA SUBITO LA PROSSIMA USCITA! ASSIOMFOREX 53 LOMBARD ODIER I.M. 54
ASSORETI 64 L'OREAL 25
ATTANÀ GIUSEPPE 53 LYXOR 70
FONDI AVANZO BARBIERI MARCO 35 M&G INVESTMENT 34
AZIMUT 62 MALNATI ROBERTO 35
54 Rischio sotto controllo con i
fondi comuni
BANCA D'ITALIA
BANCA EUROMOBILIARE
53
34
MARCONI MASSIMO
MARTINI PAOLO
62
62
BANCA GENERALI 62 MCDONALD'S 22

58 Il portafoglio "Obiettivo rendita"


fa il tagliando
BANCA MEDIOLANUM
BERNARDI MARCO
49
62
METLIFE
MICROSOFT
34
24
BERTOCCHI ROBERTO 66 MIG CAPITAL 34
BISI STEFANO 34 MILANO BIAGIO 92
61 Reti e promotori scaldano i motori
per il 2013
BLACKROCK
BLANKFEIN LLOYD
71
53
MONTE DEI PASCHI 62
MONTI LUCA 53
BMW 25
MOWAT ADRIAN 17
ETF BNY MELLON 34
NEGRI MARCO 34
BOKOBZA ALAIN 16
NEUBERGER BERMAN 35
68 Portafogli ETF: il problema della
liquidità in Europa
BORGHI AQUILINI CLAUDIO
BOTTICELLI STEFANO
40
34
NICOLA STEFANIA 34
O’NEILL JIM 16
BUFI MAURIZIO 61
OBAMA BARACK 94
70 $*+    

resta sulla performance
CALANDRA ANDREA
CARRANO DARIO
34
34
ODDO & CIE
PACCAGNELLA FRANCESCO
67
34
CECCATELLI JACOPO 56
PELTRETTI MASSIMO 62
CIRULLI FEDERICO 34
IMMOBILIARE PETHE JEAN-BAPTISTE 17
COCA COLA 23
PICTET A.M. 67
72 /      CONSULTIQUE
COPERNICO SIM
53
34
PIMCO
RAIFFEISEN
67
55
CREDEM 62
RBS 67
CREDIT SUISSE 71
78 Investire al mare in Europa: i saldi
non sempre sono affari
DEL COCO FABIO
DELOITTE
34
37
REUTER CLEMENS
ROTHSCHILD
71
67
SAMSUNG 24
DEUTSCHE BANK 70, 71
DORIS ENNIO 50 SCELZO SAVERIO 34
F ACADEMY
DORIS MASSIMO 49 SCHLAGBAUER PETER 55

84 Le candele che illuminano i trader ENEL


FAHRINKRUG HOLGER
53
34
SCOLARI MASSIMO
SELLA MAURIZIO
53
42
FINANZA & FUTURO 62 SHIRAKAWA MASAAKI 90
FINECO 66 SMARTIKA 42
CERTIFICATI
FOTI ALESSANDRO 66 STATE STREET G.A 71

88 Utility europee in saldo FUGNOLI ALESSANDRO


GASSER RALPH
16
32
SWISS & GLOBAL A. M.
TECNOBORSA
32
83
GÄUMANN MATTHIAS 54 TECNOCASA 83
FOREX
GIACOMELLI MASSIMO 62 TOYOTA 25

90 Lo yen cambia pelle: può partire


la guerra delle valute
GOLDMAN SACHS
HARTNETT MICHAEL
53
17
TROIANI ETTORE
UBI BANCA
83
53
HSBC 20 UBS 34, 71
IFMADVISOR 92 UGOLINI EDOARDO 32
IL MEGLIO DEL FORUM
INVESCO 55 VERONESE FRANCESCO 34

92 I trader e la Tobin Tax: pronti


a lasciare Piazza Affari
ISHARES

JC&ASSOCIATI SIM
71
56
WALT DISNEY
WOLLE SCOTT
24
55

13
Editoriale
di
Marco Barlassina

<=
   
M
ai come nell’ultimo mese lo che emerge è un quadro di progressi-
si è respirata tanta voglia vo passaggio dagli strumenti finanziari
di normalità sui merca- meno rischiosi ad asset class come azio-
ti finanziari. E mai come ni, bond speculativi e titoli di Stato pe-
nelle ultime settimane, almeno da cin- riferici, tipici di una rinnovata voglia di
que anni a questa parte, si sono sentite rischio.
tante voci autorevoli spingersi a intra- Anche la Borsa italiana, nonostante lo
vedere una normalizzazione della pro- scandalo del Monte dei Paschi, che in al-
pensione al rischio tra gli investitori. tro contesto siamo certi avrebbe portato
Sono proprio quei cinque anni che ci di- sconquassi apocalittici sul listino, ha te-
vidono dall’inizio della crisi finanzia- nuto il passo, anche se per Piazza Affari
ria e che gli indici di Wall Street e di i massimi sono stati fin qui “solo” quelli
Francoforte hanno annullato arrivando dall’agosto 2011. Persino le preoccupa-
a toccare a gennaio i massimi dal 2007. zioni per l’esito delle prossime elezioni
La tendenza continuerà? In assenza di politiche del 24 e 25 febbraio sembrano
sfere di cristallo (ma nelle prossime pa- essere uscite dal radar degli investitori
gine forniamo una serie di strumenti e internazionali. Forse non c’è solo più fi-
analisi utili a prendere decisioni quan- ducia “sul mercato”, ma anche più fidu-
to più possibile avvedute) non possia- cia “nel mercato”, nella capacità cioè di
mo che limitarci a una constatazione: i fare pulizia una volta per tutte degli ec-
mercati hanno mostrato qualcosa di al- cessi e delle sregolatezze di un sistema
meno molto simile a un’inversione di finanziario che in alcuni casi ha riflesso
tendenza rispetto agli ultimi due anni. tutti i mali del nostro Paese.
Indizio di ciò non è solo il rialzo delle Qualcosa sta cambiando o è già cambia-
Borse e nemmeno l’aumento dei prezzi to ed F vuole accompagnare i risparmia-
dei titoli di Stato o la diminuzione del- tori italiani in questo processo.
lo spread Btp/Bund. Ben più significa- A partire da questo mese, con il nostro
tivo è il generalizzato ritorno alla ricer- tema di copertina iniziamo così un viag-
ca del rendimento, quando fino a pochi gio alla scoperta dei protagonisti del
mesi fa non si aveva occhi che per la mondo bancario e dell’asset manage-
ricerca della sicurezza anche a costo di ment italiano, del loro pensiero e delle
rendimenti reali vicini allo zero. Quel- loro strategie. F

14
La vista è migliore
ancor più dall’alto
BNY Mellon Euroland Bond Fund
Una combinazione ideale delle più sofisticate metodologie di
analisi, con un team di professionisti estremamente qualificato
Flessibilità nella gestione dei titoli a reddito fisso governativi e
societari emessi nell’area Euro
Al vertice della classifica di settore Morningstar Rating TM

Disponibile anche nella classe a distribuzione di cedole

RENDIMENTI CUMULATI (%)


1 anno 3 anni 5 anni
BNY Mellon Euroland Bond Fund* 13,09 19,33 45,09
Indice di riferimento** 11,19 17,30 33,25
Fonte dei rendimenti: Lipper al 31 dicembre 2012. *Classe di azioni Euro A. I rendimenti indicati sono al netto
delle commissioni di gestione e al lordo degli oneri fiscali e delle commissioni d’ingresso del fondo.
**Barclays Capital Euro Aggregate Bond Index. I rendimenti passati non sono indicativi di quelli futuri.

www.bnymellonam.com/italia

Il valore degli investimenti e i proventi da essi generati non sono garantiti e possono diminuire così come aumentare. Alla liquidazione dell’investimento si può ricevere un ammontare inferiore a
quanto originariamente investito. Il Prospetto e il Documento contenente Informazioni Chiave per gli Investitori (KIID) devono essere letti prima di effettuare un investimento. Questo documento è
promozionale e non deve essere considerato una raccomandazione ad investire. Rating al 31 dicembre 2012. Copyright © 2012 Morningstar. Tutti i diritti riservati. I rating non sono indicativi di rendimenti
futuri. BNY Mellon Euroland Bond Fund è un comparto di BNY Mellon Global Funds, plc, una società di investimento di tipo aperto a capitale variabile, con separazione delle passività tra i comparti
ed è costituita ai sensi delle leggi vigenti in Irlanda. Il Prospetto e i KIID sono disponibili sul sito www.bnymellonam.com, presso i Collocatori o presso i seguenti indirizzi dei nostri soggetti incaricati
dei pagamenti: BNP Paribas Securities Services, Succursale di Milano, Via Ansperto 5, 20123 Milano; Banca Monte dei Paschi di Siena S.p.A., Sede operativa: Via L. Grossi 3, 46100 Mantova; Société
Générale Securities Services S.p.A., Sede operativa: Via Santa Chiara 19, 10122 Torino; Allfunds Bank S.A, Via Santa Margherita 7, 20121 Milano. Questo documento è emesso in Italia da BNY Mellon Asset
Management International Limited, BNY Mellon Centre, 160 Queen Victoria Street, Londra EC4V 4LA. Registrata in Inghilterra con il n. 1118580. Autorizzata e regolata dalla Financial Services Authority.
CP9441-18-01-2013(3M).
BORSA


     FLUSSI SETTIMANALI IN FONDI AZIONARI “LONG ONLY”*
 
    15 * Tali flussi sono riferiti solo a fondi
che detengono unicamente posizioni al rialzo
10
 f     5

  
 
  0

     -5
 
    -10
-15

   
   -20
  
  -25 dati in miliardi $
-30
‘96 ‘97 ‘98 ‘99 ‘00 ‘01 ‘02 ‘03 ‘04 ‘05 ‘06 ‘07 ‘08 ‘09 ‘10 ‘11 ‘12 ‘13
fonte: BofA Merrill Lynch Global Investment Strategy, EPFR Global, Lipper FMI

DOPO LA CORSA DI INIZIO ANNO

    È


!#(
 )
 
DI MARCO BARLASSINA       =  ottimisti, in un quadro di normaliz-
di tutti i tempi. Per Alain Bokobza, zazione della propensione al rischio

U
no tsunami di liquidi- capo della strategia di SocGen, i dati X     
-
tà si sta abbattendo sui j    
J      ti alla ricerca di rendimento), andreb-
mercati azionari. Nelle trend” e secondo lo strategist potrebbe       * ^ 
prime tre settimane del    J  @{{       
2013, secondo dati raccolti da Société j
 
    - _    /     J

>@ @  
  J    - #  
 
  J-   `      
lo globale hanno raggiunto i 27 miliar-  |_ 
  
  
  sono disposti a incrementare la quota
di di dollari, superando la somma dei
 >  }_` -        

  J    XYZ   - ment, Jim O’Neill, sono perciò sem- Sulla scorta di una minore preoccu-
[   
 #X\  []    =   Z~Y # J  pazione per il rischio politico del Pa-
    J ^_` - del grande switch, ossia del passaggio X       
 $*   
  - dai bond alle azioni. Così, secondo gli   
[   -

<_ 
SORPRESE 2013 - QUALE ACCADRÀ PRIMA SECONDO I GESTORI €   
  -
40%  
   -
35%
damentali. Come ha chiarito Alessan-
dro Fugnoli di Kairos in una recente
30%
       ‚ƒ  X -
25%       [  
    
20%  
 

   
15% X       -
10%    [ J    
 
5%       J]
-
  =
  -
0
Downgrade degli Salvataggio della Disoccupazione Cambio $/Yen L’oro raggiunge    j   | J -
Stati Uniti Spagna USA sotto il 7% a quota 100 i 2.000 $ za di notizie estremamente 
fonte: Survey gennaio, BofA Merrill Lynch      J  -

16
BORSA

LA CLASSIFICA DEI FLUSSI


DATA FLUSSI IN MLD $
I rischi arrivano dagli USA
19/09/2007 22.823 Tesoro Usa: entrate e uscite fra il 15 febbraio e il 15 marzo
9/01/2013 22.208 238,15
12/12/2007 18.512 2011 439,24
18/06/2008 17.701 201,09
19/03/2008 16.011
273,30
2012 452,60

FOTO: Christopher Halloran / Shutterstock.com


20/12/1995 15.334
179,30
Fonte: BAML Global Investment Strategy,
EPFR Global Lipper FMI 277,11
2013 451,88
 X     174,77
Entrate
già ai minimi storici), alla liquidità Dati espressi in miliardi di dollari Uscite
presente nel sistema e al posiziona- Fonte: Ufficio Studi Intesa Sanpaolo Deficit
mento degli operatori.
Viene così da chiedersi se il rally di Cosa si può pagare con le entrate?
inizio anno non possa piuttosto esse- Se si paga questo... ...questo resta fuori
re considerato una trappola, capace di
Interessi 38,1 Fornitori difesa 28,8
 
  
    
      ^  Rimborsi imposte 85,5 Assistenza veterani 4,2
_   „†‡  J}ˆ< Sanità 72,5 Salari e assistenza dipendenti federali 19,9
‰~~
 Š „+- Pensioni 61,1 Istruzione 116,8
desco, si sono già portati sui massimi Stipendi e pensioni militari 13,2 Sussidi alimentari 10,1
degli ultimi 5 anni, e non tutte le nubi
Sussidi disoccupazione 6,2 Previdenza dipendenti 5
 J     <  
-
    

- CUMULATO 277 Fondi sanità e assistenza 8
na idea alleggerire le posizioni sul bre- Assistenza supplementare 3,4
         Altro (giustizia, energia, traffico aereo, ecc...) 79
    
 X  
- Dati espressi in miliardi di dollari
CUMULATO 175
tomatico di spese militari e sanitarie Fonte: Bipartisan Policy Center
che scatterà in mancanza di un accor-
[  X   [ Il rischio di un default degli Stati Uniti non è dietro l’angolo, ma un downgrade
Adrian Mowat ‡`   - dello Zio Sam è la maggior fonte di preoccupazione per i gestori mondiali (si
j J #      - veda l’istogramma alla pagina precedente). Vediamo perché.
 

  Con la proposta di legge adottata dalla Camera dei rappresentanti Usa il 22
 
             
dal mercato”, tanto da ammettere che
     
 -
        J               
       j         !   "  # #
         | ] tagliare circa il 40% dei suoi pagamenti del mese (si veda la tabella soprastan-
Michael Hartnett  ^_ `   te). Un evento che per le agenzie di rating sarebbe equivalso a un default. “Gra-
$*        
 zie a tale accordo – spiega Jean-Baptiste Pethe  !$ &'* *   + 
  j^ 
    #  ; #  #< =
Il Congresso si trova comunque di fronte ad altre due importanti scadenze: il ta-
     ‹ $ >   Œ-
glio automatico delle spese previsto per il 1° marzo e il termine della spesa per
  | j
   # #  >      -
         ni e democratici anche su questi punti entrerebbero in vigore i tagli del Budget

       J- ? @ JK +< N -
    | lo – hanno indicato che è probabile un downgrade in corso d’anno se non sarà
} 
            
  -
 { {   - lizzare il debito nel medio termine, indipendentemente dalla soluzione alla que-
=
     F

17
BORSA
COSA DICONO I MODELLI CICLICI

L’Orso è stanco. Piazza Affari


vede la luce in fondo al tunnel
+   )    ;<<<      = > 
L’investitore comincia a non capire più qual è il vantaggio fra detenere
debito a un tasso reale negativo e detenere partecipazioni azionarie
DI FRANCESCO CARUSO

S
e non ve ne fosti accor-
ti, se non ve lo avesse-
ro già detto, se magari in
mezzo a questa volatilità
aveste perso la percezione, vi ri- Boom
cordo che la Borsa Italiana è ai li- Economico
velli del 1986 (come si può vedere
nel grafico dell’indice Comit dal-
la Seconda guerra mondiale a oggi
che riportiamo in apertura di que- Seconda
ste pagine). In questo, siamo pari Guerra Mondiale
al Giappone, che però ha una va-
luta che rispetto alla nostra – Lira
o Euro che sia – in questi decenni
si è rivalutata enormemente. Sono
ventisei anni di stallo: un perio-
do molto lungo. Più lungo della
Grande Depressione.
In questo momento di nebbia del-
la ragione, non solo sui mercati,
1950 1960 1970
quando gli shrapnel, i proiettili da
artiglieria, degli interventi di go- questo, non è facile dire che quel- sivamente sempre più chiari. La
vernanti ed economisti illuminano la che si vede in fondo al tunnel grande sbornia del debito, di cui
a tratti il terreno di battaglia solo forse non è la luce del treno che ancora si parla e che è ancora il
per poi renderlo ancora più inde- ci sta venendo addosso ma proprio centro, il fulcro ed epicentro di
cifrabile; quando regna l’incertez- la luce dell’uscita, quella che por- ogni movimento, si sta trasfor-
za totale; quando anche la sovrani- ta fuori. mando in nausea. L’investitore co-
tà decisionale di un Paese sembra Ma è questo che intendo dire: lo mincia a non capire più qual è il
minata e messa in dubbio dai mal- dico piano, con molti “ma” e “se”, vantaggio fra detenere debito a un
sani effetti di decenni di mala ge- ma anche con una certa ferrigna tasso nominale dello zero virgo-
stio della res publica (e lo dico con convinzione che mi viene da una la (e a un tasso reale negativo) e
termini latini solo per ricordarci lunga, lunghissima frequentazione detenere partecipazioni azionarie.
da che grande passato veniamo); con i mercati finanziari e i model- Che non daranno cedola ma che,
quando la gente comune parlando li ciclici. se scelte bene, danno dividendo:
ti dice che non si arriva più a fine I mercati – e non intendo solo l’I- saranno volatili, ma almeno sono
mese; quando licenziano i tuoi talia, ma anche l’Italia – stan- reali.
amici, che sai bravi e gran lavo- no inviando messaggi sottili, non In questo momento cupo e diffi-
ratori; ecco: in un momento come semplici da cogliere ma progres- cile, la Borsa italiana, appoggiata

18
BORSA

3.000
2.000
940,67

Crisi del
debito
Bolla
Internet

Crisi
Svalutazione Lehman
della Lira
Crisi
petrolifera

100
50
0
-50
-100
1980 1990 2000 2010 2020

alla base di un canale che ha sor- nico” è inesorabile: il peggio, bor- si dell’oggi, non con i fondamen-
retto tutto ciò che è successo negli sisticamente e si spera anche in al- tali del futuro e nemmeno con le
ultimi cento anni, sembra dire una tri sensi, è passato. Il Grande Orso decisioni o le dichiarazioni politi-
cosa semplice e chiara. Il messag- è alla fase finale della sua opera. Il che. Perché la Borsa non è lo spec-
gio è questo: il Bear Market (mer- coup de grace glielo stanno dando chio dei nostri mali ma è il nostro
cato ribassista) iniziato nel 2000, i tassi a zero, che rendono qualun- specchio fedele: nel suo crollo de-
l’Orso assassino che per quasi que investimento alternativo alla gli ultimi anni dobbiamo vedere
un’intera generazione ha distrut- liquidità potenzialmente migliore il crollo del nostro sistema e nel-
to a più riprese ricchezze e pote- o comunque valutabile e credibi- la sua futura ripresa potremo ve-
re di acquisto, che ha disintegrato le. E siccome di liquidità ce n’è in dere la nostra rimonta. Speriamo
chi gli si è opposto, che ha spazza- giro ancora tanta, forse troppa, se da investitori di essere capaci, in
to via governi e istituzioni, che ha solo una parte marginale di que- un impeto di nazionalismo sano,
chiesto un prezzo altissimo solo sta tornasse sulle Borse, specie costruttivo e pragmatico, di ri-
per il non soccombere nell’oppor- su quella italiana che è una delle comperarci con discreto timing e
visi, quell’Orso è stanco. E’ anco- più sottovalutate, allora ci sareb- a buon prezzo il nostro Paese: se
ra cattivo e pericoloso e può fare be da divertirsi. Perché i mercati non altro, almeno per semplice ge-
ancora male, ma il suo “esame cli- le tendenze le creano con i flus- losia e avidità. F

19
BORSA

STRATEGIA

Le buone azioni
per guadagnare
anche con la crisi
Hsbc suggerisce le cinque tendenze da seguire nella
selezione dei titoli giusti per il 2013. Da preferire le società
dall’alto valore con posizione dominante e che sfruttano le
economie di scala per ampliare i margini
DI FLORIANA LIUNI

C
ome pescare occasio- grado di crescere nonostante il ral-       

  -
ni indipendentemente     ”   –
    -
dall'andamento dei mer-      

   ^  `   
   ‘>   -     
       
  >  ]
*Π   J    
-
’}^“    

              Margini/ 
   -
              
 }#  dotti al minimo e di cali della do-

 
  
 
       
      
     -
   ”    -  
 
            
 
  #`ˆ_     
      J  -     #    -
   # •             -
 
}  ‚ J           -
Crescita _ 
 #     _* $ 

   -    <      

LE AZIONI CHE MEGLIO SI ADATTANO AI 5 TEMI D'INVESTIMENTO PROPOSTI DA HSBC


EUROPA AMERICA LATINA ASIA EUROPA ORIENTALE
E MEDIO ORIENTE
Braskem, Oma, Televisa, Chow Tai Fook, Galaxy, Bizim, Magnit, Tsogo
Crescita ricavi Brasil Brokers Participacoes, Celltrion, Kunlun Energy, China Sun, Halkbank, Isbank,
Adecoagro Metal Recycling, Ayala Land Sberbank,Emaar, Emlak
Capgemini, Experian, Cementos Pacasmayo,
Margini X
 Y  Estacio, Banco Itau Unibanco, Prada, K-Bank, Powergrid TMG, Turkish Airlines
Continental OdontoPeru, America Movil
LG Chemicals, Sun Art, COLI,
M&S, IAG, Carnival, FEMSA, Mexichem,
M&A e dismissioni AB InBev, AP Moller Maersk Cosan
Mediatek, Sun Pharma,
Brilliance, China Mobile
Continental, Stagecoach,
COPEL, EDP Energias
Regolamentazione TeliaSonera, Virgin Media,
do Brasil, Petrobras
Ziggo, banks and insurers
Norilsk Nickel, Mobily, MTN,
CASA, Axa, Total, ?
\*  K]^
Azioni value* Iberdrola, Adecco
Cielo, Temium, Homex
? *  ?  @ 
STC, Evraz, Komercni,
Gazprom, E.ON Russia
`         

     #   Fonte: HSBC, Global Equities in 2013

20
BORSA

La visione di HSBC
j {#|}~  
  €
j @#   
   
miglioramento delle condizioni
 
j   | 
emergenti, Europa e Asia-
*  | #   ‚
|   ‚ƒ|
sottopeso a neutrale.
j   #  | 
 \
j    | 
consumo e cura della persona
Fonte: HSBC, Global Equities in 2013

         #     


  J   ƒ     

    • 
   ]˜  „     
   ƒ   -
    
  ’}^“  -     $> “     
     
  <   
  ’  —   “  `       
 
         -
•
‚_     J   J]
- `ˆ} ƒ      
  
•      
  ƒ   ` ˜  -  =  ƒ   J - –“      
   _  X““]`]_[ _ 
     ›]`}_ 
ƒ 
    “ 
`    J_  $     `+ danneggiata dalle tasse - e il settore
J]
“    {
 -        

         Regolamentazione: a seconda delle  

       {   -      
< 
#    “  „ -       } - “Value Stocks”:   
  
    
™ ]
-   
        =
   
  š *           -
    ^    Focus sulla   ’}^“  
 
   
ricerca delle <         -
M&A e dismissioni/ 
J  società in grado 
          -
       
  di crescere      
    -
dei margini e di mantenimento del           
nonostante
  # -  #  J    
-
 
     
il rallentamento           
e tenere sotto controllo la capacità economico 
  /  
   
 
 ]  @  
 - globale       #   -
#          * X       -
     
   [   J-
 J    
  
       “* < #  J 

  @        
       - ““]`]_  €  ‚ €‚ 
         -       
  ]   >     -
 
 
  - }  
     #  
  
  _+ -
   
     
 
       
   •-
}
       •  -    /   „     
’}^“      #            
  J    J_-
        ]
   ’}^“    
 “   -  $  F

21
BORSA

INVESTIRE SUI “BRAND”

Grandi marchi, spesso anche


S
Per motivi diversi sono tutti ono prime sotto lo stri- persone. Ogni anno viene redatta, a
scione di arrivo del busi-      
 -
vincenti in Borsa. Veri cavalli ness globalizzato, perché ca della relativa crescente o calante
da battaglia, destinati a garantiscono qualità, sicu- affermazione. Si tratta dell’Inter-
restare tali ancora per tanto rezza, innovazione e molto altro. E national Best Global Brands. Una
i loro prodotti, in molti casi, si con- specie di “hit parade” dei loghi,
tempo fermano veri “status symbol”, che intesi non come capacità comuni-
DI LORENZO RAFFO 
    
 - cativa dei marchi, ma come forza
za. Si tratta delle multinazionali intrinseca dei relativi gruppi e ap-
che eccellono in identità, cioè nella prezzamento di quanto proposto
percezione che ne hanno i clienti, sui mercati. Certamente ne deriva
in molti casi centinaia di milioni di una graduatoria anomala, in cui si

MCDONALD'S (Usa – Nyse)


La lunga marcia continuerà?
Nella graduatoria dei grandi marchi è settima. Assieme a Coca-Cola ha un “brand” ben più
resistente rispetto ai leader della tecnologia, amati sì, ma meno conosciuti a livello mondia-
le. Dal 2003 al 2011 la regina del “fast food” è stata un successo in Borsa che nemmeno le
   
  „€†‡
   
 
del Pil da strada, ma con il 2012 qualcosa si è rotto in una macchina così perfetta. Eppure i
  #  #ˆ€€‰ 
Š‹    N -
chio continua a mantenersi forte, ma il business non può decollare più di tanto oltre i limiti at-
tuali, perché la copertura dei mercati mondiali è già ottima. Le stime sul fatturato globale per
     Π   #  
< Π K  J  =    
 
 „<      

22
BORSA

COCA-COLA (Usa – Nyse)


Meglio di un titolo di Stato
Ci si potrebbe attendere che sia una tipica
J = ; 
#
 ‘;N
’  -
do, produttore di bevande gassose, negli ulti-
mi dieci anni ha subito anche crolli clamorosi,
del tutto indipendenti però dall’andamento del
suo business. Semplicemente è lo specchio
della Borsa americana. Dal minimo del mar-
;     
~‡“†>‡„ 
;   -
        |
si dividono fra “buy” e “hold”. Utili e fatturati dovrebbero crescere in linea con i
    #       -
tire. Tuttavia l’essere il marchio leader l’aiuta a mantenerla su un piedistallo da
     <Π 
chi
c punta alla solidità del business e a un

ottimi titoli 3% Rendimento medio


da dividendo
del titolo Coca-Cola
rendimento
r da dividendo stabile nel tem-
| ;€

titolo
ti di Stato a tripla A.

mischiano produttori di tecnolo-


J         # - Se fosse una strategia?
gia, bevande gassose, auto, profu- nanziaria, espressa in capacità di Viene quasi da chiedersi se non
mi, abbigliamento, arredamento e           - potrebbe essere questo il metro
tanto altro ancora. Ma sono i nomi sistici. La risposta la diamo subi- di valutazione di una modalità di
che vengono in mente a ciascuno to: è assolutamente positiva. Anzi scelta delle migliori azioni a livel-
di noi quando si pensa a ognuna di ancor più. Dalla graduatoria dei lo internazionale, con la costru-
tali categorie merceologiche. E’ la “brand” abbiamo estrapolato i casi zione di un corrispondente por-
forza appunto di un “brand”, spes- =     
   tafoglio, capace di abbinare due
so costruito con decenni di pazien- generale di tutte le relative aziende elementi decisivi, capacità di cre-
te lavoro e talvolta con improvvisi ha dimostrato che chi ha un’imma- scita nel tempo e solidità del bu-
colpi di fortuna. F si è chiesto però gine forte riscuote successo anche siness. E’ impressionante infatti
se, dietro a tutto ciò, ci sia anche      constatare come in alcuni casi, an-

APPLE (Usa – Nasdaq)


Pronta (forse) ad altri balzi
„    ”“~~ ‡     ” ‡"  # -
 >~‡  |    <;         J -
la storia è nota a chiunque operi in Borsa. Poi  =  |*
’
   ’  leggero e potente, nuovi Mac professionali e
chi crede che questa società (e quindi il suo  #    
‰     < * #  di comunicare con gli altri apparati della Mela
     ;    -  ?  N 
   Π
 
         #-     #    < 
dono fra “strong buy”, “buy” e “sell”. E i target americana, poiché ai fanatici di Apple tutto può
 ‡>‡ - essere tolto, salvo l’ultimo ritrovato del più fan-
 
 >>~ tasioso gruppo tecnologico del mondo.

23
BORSA
che nelle fasi più difficili dei mer- le. Oggi tutti questi fattori messi ne), ma si tratta comunque di re-
cati, questi titoli abbiano saputo assieme, così come la propensione altà di nicchia. Il che certamente
reggere alle tempeste o – seppure a un’identità ecologica, portano al non è un male, perché le proteg-
coinvolti in consistenti cali – sia- successo. E’ inevitabile che, in un ge dai rischi di sfide colossali. Per
no stati capaci di riprendersi con quadro così complesso, le azien- le leader del Best Global Brands
grande velocità. Quasi sempre ga- de italiane siano assenti. I loro il vero e unico problema è proprio
rantiscono inoltre buoni dividen- “brand” sono in taluni casi ecce- questo: rimanere sempre nell’O-
di, ma soprattutto sono loro i pa- zionali (pensiamo alla Ferrari, alla limpo. In caso contrario sarebbe
droni della globalizzazione, cioè Ferrero, ai maestri della moda e un disastro da tutti i punti di vi-
le multinazionali attive ovunque dell’arredamento e a certi specia- sta, una caduta senza alcuna rete
si apra un’occasione commercia- listi della meccanica di precisio- di protezione. F

SAMSUNG (Corea – Xetra) Microsoft (Usa – Nasdaq)


Laggiù il sole non Il 2013 anno decisivo?
tramonta mai ƒ  
  -
piegamenti, in altre parole una no-
tevole volatilità, non sempre facile
  N   -
la società, detenuta in parte da
   
#    -
mini di management, con tutti gli
   ## 
!#   •N#   #–-
‹ ”
     
  
#    N  
 ; |  ;  
        N
un nuovo modello di Microsoft ha esordito proprio a gennaio, con
   #     

29% La quota della società


coreana nel mercato
mondiale degli smartphone
N€    #    
— 
 –‹ ”    ! <-
J\=   #   €€‡ 
   >
Ha stracciato – in termini non solo di “brand” ma
soprattutto di tecnologie – i diretti concorrenti e or- Il prezzo obiettivo medio per il titolo Microsoft
mai punta addirittura a superare Apple nel campo
dei cellulari intelligenti. Gli americani la temono,

— 
     -
struttore sud coreano è molto più pragmatica rispet-
33 secondo il consenso di Bloomberg (dati al 25/01/2013)

dollari
 N
  ;  - Walt Disney (Usa – Nyse) Redditizi ricordi
sata di quote di mercato di tutto rilievo nell’ambito
degli smartphone e dei tablet, ma allo stesso tem- E’ al tredicesimo posto nella classi- è ripartito e in un anno è salito ol-
po è cresciuta pure sui fronti degli elettrodomesti-  
’   œ  ~‡  -
#  Œ   dipende, più che dal pur elevato di-    
#   ˜   # N &   namismo attuale, dal segno lascia- ovvero parchi a tema e reti televisi-
questo non è facile da bissare per l’investitore oc-     - #    
cidentale, cui non resta che acquistare le “repliche”   #    <     N -
ˆ    @    ƒ ‰ Œ  –  - @
  &     ti crescono e anche i margini ope-
et o al tedesco Xetra. Per noi europei il riferimento è eccellente, essendo ai massimi # 
—     
;Π<!    storici, sebbene nel 2011 questo ti- sia passiva. Gli analisti interpellati
 |J\=š  š„ -     - da Bloomberg indicano per il titolo
native non ce ne sono!  # €‡„‘  #  

24
BORSA
TOYOTA (Giappone – Nyse)
In lotta per il primato
É       
| no la scelta più semplice è di acquistarla
nella categoria auto batte tutte le concor- Р#Π-
renti e addirittura, nell’ambito della clas- vono dal 2008 in un “range” compreso fra
   J =  ;   †    ‡ „      
assoluta. La battaglia per restare il mag- è avuta la rottura di quest’ultima resisten-
giore costruttore al mondo è combattuta  #  ˆ  #<-
ƒ   ˜ ‹- bolimento dello yen), il titolo sembra vo-
gen; nel 2012 hanno vinto i giapponesi   # ‡ƒ  

9,7
Il numero di
>  ƒ  œ   #- auto vendute
"\;   - dendi distribuiti risultino fra i più elevati del dalla casa
te diffusione del capitale, quotata a Tokyo, comparto; sanno che lo sviluppo di nuo- nipponica
'‹  ˜K * <#  - vi prodotti comporta investimenti rilevanti. milioni nel 2012

BMW (Germania - Xetra) L'OREAL (Francia – Cac40)


Leader in termini di crescita Simbolo del profumo
&–
  #  
   J = 
di donna
a una politica industriale accor- Nella graduatoria
ta e aggressiva al tempo stesso. dei “brand” si collo-
Così un’indagine condotta da ca ai primi posti rela-
KPMG rileva che i due costrut- #  -
tori destinati a crescere di più nei de con un’immagine
prossimi cinque anni sono ap- “green”. Noi la inse-
 &–    riamo nella lista delle
˜ ‹! 
— -      -
       ché è la principale ri-
nel mondo delle quattro ruote e ferita al mondo della
continuano a credere nel titolo donna. Quotata alla
della Casa di Monaco, che non ha risentito delle varie crisi Borsa di Parigi è –
economiche e viaggia ai massimi storici. E gli analisti sono come altre di questa
<   J\=J  =    +    „## •N -
che produce molti utili, ha un ottimo “dividend yield” e un alto cato se lo chiede e il consensus prevalente dice di ac-
ritorno sugli investimenti. Π  #   
# K      -
trano su una vasta strategia di espansione nei merca-
ti emergenti, perché per le signore di ogni continente i
d'infanzia profumi dell’Oreal sono sinonimo di femminilità e suc-
 N     #
   ~>   ˆ # -      ' —
~€‰N††> ~ &  ˆ>‰
degli intervistati copre il titolo con una  #    N# -
  ¡ Œ  ˆ\‰       <-
un altro 30,3% consiglia di mantene-   #  
 |;
¡ ˆ
‰¢  il “brand” che tira il business o viceversa?
un plebiscito.

90 Gli anni di storia


del gruppo, fondato
il 16 ottobre 1923 29,7%
La quota di L'Oreal
detenuta dalla
famiglia Bettencourt

25
BORSA
VERSO L'OPERATIVITA'

Tobin Tax in
salsa light, ma
non per le azioni
A meno di 30 giorni dalla sua applicazione, la tassa sulle
transazioni f inanziarie (seppure in versione morbida) fa ancora
discutere: rischia di creare distorsioni tra gli strumenti finanziari?
DI RICCARDO DESIGNORI norma licenziata dal Parlamento sono te un'azienda tricolore. Il cambiamento
i diversi elementi di distinzione rispet-        
   -

L
a famigerata e temuta Tobin to al modello inizialmente proposto cadere un punto critico di primaria im-
Tax italiana sta per divenire dall'esecutivo Monti. Modello che pe- portanza della prima versione arrivata
operativa. Dal prossimo 1° raltro aveva ricevuto più di una critica in Parlamento: la penalizzazione che
marzo chi vorrà negoziare i bipartisan dalla politica e da diversi at- si sarebbe venuta a creare per gli in-
titoli delle società quotate a Piazza Af-          vestotori italiani, assogettati alla tassa,
fari scambiate sui mercati regolamen- Un primo elemento di differenziazione e quelli extra-nazionali, in precedenza
tati, e che nel mese di novembre 2012 è rappresentato da chi verrà assoggetta- liberi di muoversi a proprio piacimen-
hanno avuto una capitalizzazione di to alla tassa. A essere colpiti dall'impo- to a Piazza Affari senza essere asso-
mercato media superiore ai 500 milioni sta non saranno solo gli investitori ita-       
di euro, dovrà pagare un'aliquota del- liani ma tutti coloro che negozieranno 
 
   
-
lo 0,12% sul controvalore negoziato. uno strumento avente come sottostan-    
        -
Soglia che dal 1° gennaio 2014 scen-
derà allo 0,1 per cento. Per le negozia- L'IMPATTO DELLA TOBIN TAX STRUMENTO PER STRUMENTO
zioni nel mercato Otc, ossia non rego- COSTO TASSA
su 10.000 € di nominale
lamentato, l'aliquota sarà dello 0,22% Azioni* 10 euro
da marzo 2013 e dello 0,2% con l'ini-
Cfd su azioni italiane 2,50 euro
zio del 2014.
Dal 1° luglio la tassa diventerà inve-        0,50 euro
       “  Covered Warrant su azioni italiane 0,50 euro
in precedenza facendo riferimento al "     0,50 euro
caso delle azioni, anche in questo caso
Opzioni su azioni italiane ( IsoAlfa) 0,50 euro
l'aliquota scenderà frazionalmente con
l'inizio del 2014. I livelli di tassazione Opzioni binarie su azioni italiane 2,50 euro
predisposti dalla norma varieranno a Fib (derivato su FTSE Mib)** 0,20 euro
seconda del valore nozionale dei pro- Mini Fib (versione derivato su FTSE Mib** 0,10 euro
          #
 %     ++ 0,10 euro
un massimo che arriverà a 200 euro
#
       ++ 0,50 euro
per le operazioni superiori a 1 milione
di euro. Al di la dei diversi livelli di tas- ;     0,10 euro
sazione che emergeranno con l'entrata     ++ 5 euro
in vigore della Tobin Tax (nella tabella %      ++ 0,50 euro
a lato sono riassunte le varie opzioni,
     ++ 0,10 euro
ndr), quello che emerge in modo net-
*Titoli con capitalizzazione media nel mese di novembre 2012 superiore ai 500 milioni di euro portate in overnight
to e perentorio dall'analisi della nuova **Strumenti sui quali il costo è a lotto negoziato

26
BORSA

SU QUALI AZIONI SI PAGA


26,1%
I titoli di Piazza Affari
Tutte le azioni del FTSE Mib
Azioni del FTSE Mid Cap
su cui si pagherà la tassa Acea
Autostrada To-Mi

100%
Le azioni del FTSE Mib
Banca Carige
Banca Popolare di Sondrio
colpite dalla tassa Beni Stabili
Brembo

50%
I titoli del FTSE Mid Cap
Cattolica Assicurazioni
Cir
interessati dal provvedimento Credito Emiliano
Danieli & C.
De Longhi
ziario italiano è stato il ripensamento versati tra le voci di costo di gestione
sulla tassazione dell'attività intraday di ETF e fondi. Di assoluta importan- EI Towers
di trading. L'attuale modello della To- za, specie per dare un messaggio for- Erg
bin Tax prevede che gli investitori che te alla speculazione internazionale, è
svilupperanno le loro strategie operati- la terza aliquota di tassazione inserita Gemina
ve a livello intraday non saranno tenu- nella Tobin Tax. A partire dal 1° mar- Geox
ti a pagare la tassa. All'apparenza sono zo 2013 per gli scambi sulle azioni e
Hera
stati salvati anche ETF e fondi di in- dal 1° luglio 2013 per le operazioni sui
vestimento, strumenti su cui gli inve- derivati, gli high frequency trading sa- Ima
stitori non pagheranno la Tobin Tax. ranno obbligati a pagare una tassa del- Indesit
In questo caso si tratta di un'esenzione lo 0,02% sul controvalore degli ordini
mascherata, in quanto i costi legati alla 
  
- Interpump
tassa e pagata dagli operatori profes- perato determinate soglie nel rapporto Iren
sionali verranno presumibilmente ri- ordini eseguiti/immessi.
Italcementi
In sostanza dunque la Tobin Tax italia-
na appare meno traumatica di quanto Milano Assicurazioni
inizialmente proposto, salvo tuttavia Piaggio
notare come le azioni risulteranno es-
sere in assoluto lo strumento più pena- Rcs
    $ 
 Recordati
lasciano aperte tuttavia diverse oppor-
Saras
tunità ai broker. Dalla riduzione del-
le commissioni sui Paesi in cui non Sias
vi è la Tobin Tax, al taglio delle Sorin
commissioni sui titoli di Stato
dell'Eurozona, non assogettati Unipol
alla norma, al lancio di nuovi FTSE Italia All Share
prodotti. In questa direzio-
Credito Bergamasco
ne, un mercato in conti-
nua crescita negli ultimi Dei titoli del paniere FTSE Mib, anche
anni, quale quello dei le versioni Rnc di Telecom Italia, Intesa
“  - Sanpaolo e le Privilegiate di Exor
saranno assogettate alla Tobin Tax
vere una fase di espan-
sione molto importan- Dei titoli del paniere FTSE Mid Cap,
te proprio grazie al vantaggio dettato la versione Risparmio di Danieli sarà
  
 F assogettata alla Tobin Tax

27
BOND

ATTENZIONE AL FASCINO DELLE CEDOLE

Bond corporate:
in bolla oppure no?
Se i prezzi sono saliti molto può essere conveniente vendere oggi.
C’è un modo semplice per capire se e quando farlo
DI LORENZO RAFFO Due motivi alla base del “boom” za di rischi strutturali, per i Paesi
Perché i “corporate” sono volati deboli), obbligando gli investito-

C’
è un’altra bolla che verso l’alto nell’arco di dodici mesi, ri a trovare alternative, le grandi
rischia di scoppia- così come d’altra parte i perpetual imprese, in particolare multina-
re? Da alcuni mesi bancari e ancor più gli “high yield”, zionali, hanno messo in luce bi-
lo si sente dire ripe- ovvero i bond con rating più bassi? I lanci sani, facendo pulizia - dopo
tutamente, con riferimento al com- motivi sono molteplici, ma due han- la crisi 2008/2009 - nei loro con-
parto dei bond "corporate". Allo stes- no svolto un ruolo principale: ti, e affrontando con abilità le in-
so tempo qualcuno afferma: “Anche œ `    
  - sidie della recessione mondiale.
nel 2013 le obbligazioni societarie to in crisi, dividendosi in due di- œ /  J     -
resteranno protagoniste, perché non rezioni opposte (titoli con rendi- si nei Paesi occidentali hanno
ci sono alternative”. Dove sta allora menti bassissimi, e in alcuni casi spinto all’insù le quotazioni di
la verità e quali strade restano da se- negativi, per i Paesi forti, e tito- bond con cedole divenute forte-
guire per l’investitore? li con rendimenti alti, in presen- mente appetibili.

28
BOND

Cinque “exit strategies” per


l’obbligazionista con tante “corporate”
Venderne un po’ e comprare azioni ad alti dividendi
É l’opzione più semplice. Quando     -
lo “yield to maturity” (tasso implicito to rilievo (anche ben oltre il 5%), ma
di rendimento a scadenza) dei bond i movimenti del cambio euro-dolla-
scende sotto la soglia dell’1-2% ro possono trasformarsi in un boo-
conviene alleggerire le posizioni più merang. Inoltre c’è il problema della
esposte e iniziare a spostarsi su azioni ad alti   * < 
dividendi, ripartendo il rischio e ponendo atten- N
 -
zione alla componente valutaria. Negli Usa mol- glio quindi preferire azioni di casa nostra.

Esporsi di più – ma con prudenza - sui bond “high yield”


In teoria è una strada facile da percor- oltre il 10-15%). Anche sul fronte dei
rere, perché, nell’ambito della fascia bond in valuta ci possono essere occa-
delle obbligazioni con rating sotto la tri- sioni interessanti, ma ora limitate solo
pla B, i rendimenti sono ancora elevati, a quelle monete in via di riassestamen-
grazie soprattutto a cedole consistenti, to rispetto all’euro, dopo la forte cadu-
< 
†¤”?œ - ta di quest’ultimo l’anno scorso. Sono
ca aumentare il livello di incognite, accettabile due alternative percorribili, ma che comportano
per una percentuale bassa del portafoglio (non maggiore esposizione al rischio.

<
 
  = > @
Questa è l’opzione più semplice. Quando gli yield to bile con spread, rispetto all’Euribor, più ampi possibi-
maturity sono ormai molto bassi, anche su scadenze N   JŠ˜=

medie, è meglio vendere i relativi bond e trasferirsi su hanno corso negli ultimi tempi, ma non quanto i Btp
prodotti differenti come struttura. I tassi d’interesse   K<Š;     -
sono scesi ai minimi storici. Quindi si apre la prospet-  ?    “•K
tiva di cominciare a investire su bond a tasso varia- proposito sono contraddittorie.

Entrare su nuove emissioni, anche se con cedole basse


Ecco un modo di parcheggiare la liquidità resasi di- no sul mercato secondario con quotazioni vicine a
sponibile dalla vendita di obbligazioni che abbiano 100: quindi non comportano rischi, anche con cali dei
comportato rilevanti plusvalenze, se acquistate a prezzi in presenza di futuri aumenti dei tassi. Venden-
prezzi interessanti. Da metà del 2012 varie “corpo- NOVITÀ do con yield to maturity sotto l’1-2% il trasferirsi su
=     - queste alternative si traduce in un aumento di rendi-
dole modeste su scadenze corte e medie. Viaggia- mento a scadenza, considerando le due operazioni.

Muoversi sui colleghi dell’area emergenti, tutti da scoprire


Delle cinque opzioni questa è la più complessa. espresso in dollari Usa e quindi ci si espone a un
Tortuosa perché non tutte le banche lo permetto-   
   #  ¤-
N     œ J   =*- cuni casi anche di natura diversa - nelle varie valu-
esi emergenti appare una scelta opportuna, spe- te locali, quali renminbi cinese, real brasiliano, won
cialmente per scadenze medio-lunghe e lunghe. coreano, ecc. A emetterli sono anche multinazio-
Attenzione comunque: spesso questo debito è nali dell’area occidentale.

29
BOND
La bussola si chiama pitale su bond con cedole mino-
“yield to maturity” ri ma “yield” maggiori portereb-
Ora però l’investitore esposto sui be nel tempo a utili più elevati.
titoli societari si trova di fronte al Al momento attuale lo “switch”
quesito se gli conviene vendere – sarebbe meglio non effettuar-
incassando forti plusvalenze in con- lo sullo stesso emittente, perché
to capitale – o restare fermo – inca- trovare bond Daimler in euro con
merando cedole di tutto rilievo. In “yield” più alto è arduo, ma risul-
termini tecnici si trova a dover pren- terebbe consigliabile spostarsi su
dere in considerazione il cosiddetto società per esempio del compar-
“yield to maturity”, ovvero il tasso 
 $J   -
implicito di rendimento qualora non nare in chiave di “ytm” e non del
si liquidi il bond prima della sua prezzo di carico e della cedola.
scadenza, ma lo si porti appunto al $    
     •
   - con margini più stretti per chi –
punto dal valore che contraddistin- sempre nell’ambito dei casi cita-
gue l’“ytm”. Facciamo due esempi: ti – avesse fatto l’acquisto a 111,
œ $J   
 „- cioè con plusvalenza contenuta
ler, gruppo automobilistico te- se vendesse ai prezzi attuali.
desco, con cedola 6,125% œ  J        

su scadenza 2015 (Isin DE-
~~~_~•~€~[ 
   -
tuale di 113, con “yield” 1,046%.
“  
 Z~Y‰ 
rendimento è in ogni caso di tale
“Non credo nella bolla”
  
  €
   - K  @ ‹– ^\– ‹-
scun investitore ha prezzi di cari- de Investment, un esperto del settore “cor-
co diversi: chi l’avesse fatta pro- porate”. Questa la sua opinione: “E’ vero
pria nel 2009, al minimo storico che la possibilità di una bolla nell’ambito dei
di circa 82, registrerebbe una si- bond societari comincia a inquietare molti in-
tuazione ben differente rispetto a vestitori. Io credo che un’inversione radicale
chi si fosse deciso ad acquistarla della tendenza dei mercati richiederebbe un
nel 2011, a un prezzo per esem- periodo di crescita sostenuta delle econo-
pio di 111. Indipendentemente da mie, un aumento dei tassi di interesse e una
ciò la scelta di vendere e incas- revisione dei fondamentali della gestione ob-
sare una plusvalenza più o meno bligazionaria. Una simile prospettiva – vista
forte si pone oggi per entrambi, globalmente – è bassa. Quindi resto positivo
perché lo spostare il relativo ca- sulle aspettative a medio termine”.

LE 6 INCOGNITE CHE POTREBBERO CAMBIARE


DEFAULT BANCHE CENTRALI TROPPE EMISSIONI
Finora non è successo nulla Le politiche monetarie di L’offerta di nuovi bond
di clamoroso. Ma se qualche        sta esplodendo. Finora la
banca o “corporate” minore da parte delle banche centrali domanda c’è stata e spesso
non dovesse più pagare le   [  \< di molto superiore rispetto
cedole dei suoi bond l’impatto bond ne risentiranno, con una agli importi resi disponibili.
sarebbe rilevante per i mercati. caduta delle quotazioni. Non è detto che ciò avvenga
sempre.

30
BOND

QUALCHE ESEMPIO DI YIELD TO MATURITY


DIVIDENDO YIELD T.M.
CORPORATE
AZIONARIO SCADENZE CORTE

Deutsche Telekom (D) 7,9% 0,8% (bond 5,875% - 2014)

Enel (I) 6,8% 1,9% (bond 5,25% - 2015)

Eni (I) 4,4% 0,7% (bond 5,875% - 2014)

France Telecom (F) 15,8% 1,1% (bond 3,625% - 2015)

KPN (NL) 12,9% 1,6% (bond 4% - 2015)


Valori riferiti alle quotazioni del 23/1/2013 e ai dividendi stimati per l’anno in corso (in alcuni casi non ancora confermati)

di una valutazione negativa o di portare a consigliare la vendita di


una plusvalenza elevata (se per parte almeno dell’esposizione ob-
esempio si fosse acquistato al bligazionaria per passare su quella
minimo di 84 nel 2012) si po- azionaria, possibilmente della stes-
trebbe trascurare l’”ytm” e de-  #         
cidere di liquidare la posizione. il livello di rischio. Qualche esem-
Di verità assolute non ce ne ‘ $      -
questa volta della francese Al- sono, ma lo “yield to maturity” bella soprastante. Il contesto è cer-
 ƒ$
  #    è la bussola cui riferirsi per una tamente eccezionale.
campo della produzione di har- gestione redditizia e corretta di Acquistare oggi “corporate” - salvo
dware e sotfware per le tele- un portafoglio obbligazionario. nuove particolari emissioni in fase
comunicazioni, con cedola di sottoscrizione o di avvio della
8,5% su scadenza 2016 (Isin Quando l’azione batte quotazione - non ha senso. Vender-
XS0564563921), ha un prez- l’obbligazione le in massa, se si hanno in porta-
zo attuale di 104, con “yield” $ 
      

 foglio, può essere giusto o sbaglia-
7,035%. In questo caso i mar- talmente anomala da accadere ad- $
    
gini di azione sono molto più dirittura che un certo emittente di-  €    
ampi. Se le prospettive per l’e- stribuisca dividendi azionari net- 29 abbiamo ipotizzato cinque vie
mittente vengono stimate positi- tamente più elevati rispetto agli di uscita. Per scegliere quella più
vamente, è certo che mantenere “yield to maturity” dei propri bond adatta a ciascuno, una buona bus-
in portafoglio un bond con ren- 
         €  sola può essere la maggiore o mi-
dimento residuo così elevato ap- molte volte ciò è successo in pas- nore propensione alla gestione di-
pare ragionevole. Solo nel caso sato e questa situazione potrebbe namica del proprio patrimonio. F

LA SITUAZIONE

DEBITI SOVRANI AUMENTO TASSI INFLAZIONE


Se la situazione dei titoli Bisognerà attendere ancora Lo collochiamo per ultimo, ma
governativi dei Paesi deboli molto, ma i tassi d’interesse potrebbe stare al primo posto di
trovasse soluzione, con primari fra qualche tempo questo elenco di rischi, viste le
 ^     torneranno ad aumentare. possibili ricadute delle politiche
(un’illusione?), il mondo <  delle banche centrali. In questa
“corporate” ne patirebbe soffrirebbero già alle prime fase però quasi tutti gli esperti lo
fortemente. ipotesi. vedono come un rischio minore.

31
FONDI & C

STRATEGIE DI INVESTIMENTO

Affrontare la volatilità
con i fondi comuni
Storicamente i mercati sono
più volatili nella prima parte
dell'anno. Ecco alcuni consigli
per beneficiarne in ottica
di trading o per ridurre le
oscillazioni di un portafoglio
DI BIAGIO CAMPO

L
a gestione della volatilità
rappresenta una priorità per
la maggior parte dei gestori
di fondi comuni. Per inve-
stimenti effettuati in un’ottica di lun-
go periodo, la volatilità non dovrebbe
rappresentare un indicatore di rilie-
vo. Tuttavia il rischio che a fronte di
marcati ribassi gli investitori - retail
o istituzionali che siano - siano por-
tati a smobilizzare le posizioni spie-
ga il ruolo centrale rivestito dal con-
trollo della volatilità. L’azionario è il
mercato storicamente più volatile, tut- fondi obbligazionari globali dei Paesi nale” prosegue Ugolini. “Riconside-
tavia le recenti esperienze hanno mo- occidentali, dove la volatilità è attorno riamo la nostra view macro di medio
strato una discreta variabilità anche al 5-6 per cento. “Noi consideriamo la periodo costantemente e in particolar
nei prezzi dei beni considerati rifugio volatilità del nostro portafoglio aggre- modo in caso di movimenti avversi.
come i titoli di Stato. gato. Tutte le asset class vengono da Non utilizziamo opzioni, nonostan-
noi esaminate a livello di portafoglio te il prospetto dei fondi lo permet-
Contrastare la volatilità e non stand alone. Per esempio alcu- ta, né per assumere posizioni né per
con i fondi comuni ni titoli vengono messi in portafoglio hedging” conclude Ugolini. Un’al-
Una valida alternativa all'acquisto di in contrasto con quella che è la visio- tra casa d'investimento che ha sapu-
contratti future sul Vix per ridurre la ne macro prevalente del periodo, pur to fare della gestione della volatilità
  # 
     - sapendo che potrebbero contribuire un punto di forza è Swiss & Global
    
  negativamente alla performance asso- Asset Management. “Non gestiamo
trading è rappresentata dal posiziona- luta, ma con l’obiettivo esplicito di ri- i nostri fondi obbligazionari absolute
mento su alcuni fondi comuni low vo- durre la volatilità aggregata nei perio- return guardando ad un target di vo-
latility e absolute return che hanno tra di in cui i mercati si muovono contro latilità esplicito, ma piuttosto tenendo
le loro priorità proprio la minimizza- la nostra visione macro di base”, que- conto della tolleranza al rischio di una
zione della volatilità. Di recente alcu- sta la spiegazione di Edoardo Ugo- data perdita massima (value-at-risk)”,
ni prodotti sono stati in grado di ot- lini, portfolio manager del comparto spiega Ralph Gasser, product specia-
tenere una volatilità inferiore a quella Zest Low Volatility Fund. “La nostra +   }†ˆ>  
registrata da portafogli con titoli di   
       j$       -
Stato tedeschi, attorno al 3-4% e dai long/short e non tanto macro direzio- ti rischi, senza prendere tanto rischio,

32
FONDI & C

LA VOLATILITÀ NELL'ANNO
FONDO CODICE ISIN PERF. 3 MESI PERF. 6 MESI PERF. 1 ANNO PERF. 3 ANNI

CB Accent Asian Century Lux LU0299668342 2,56% 5,07% 4,98% 11,45%


Zest Low Volatility R Acc LU0397464685 2,56% 5,07% 4,98% 11,45%
_` j  { IE00B3L3LY94 -0,67% 1,36% 0,19% --
Swiss & Global JB Absolute Return-EUR B LU0186678784 1,30% 2,01% 4,86% 7,74%
Swiss & Global JB Absolute Return Bond Fund Defender Eur LU0363795617 0,81% 1,32% 3,63% 5,51%
Swiss & Global JB Absolute Return Bond Fund Plus EUR B LU0256048223 1,20% 2,11% 5,72% 11,80%
Fonte: Fida, analisi al 22/01/2013

      


  - lo neozelandese. Tuttavia, cambia- ce S&P500. “In futuro potremo pro-
    
- menti imprevisti nello scenario macro teggere gli utili conseguiti a Hong
ti-dimensionali attraverso varie asset   
 - Kong impiegando derivati sull'indice
class (tassi di interesse, credito, va- vo, con aumenti di volatilità rispetto Vix”, spiega Roberto Malnati, ge-
lute e convertibili), mercati (core e alle medie storiche di lunga durata.         “^_ 
mercati emergenti), nonché strategie E’ il caso del cambio euro/dollaro du- Asian Century Lux. Per chi opera sul
(di lungo, corto, long/short). Inoltre, rante la crisi del debito nella zona euro mercato cinese dall'Europa i vincoli
gestiamo il rischio su base giorna- o recentemente del cross dollaro/yen. di investimento tipici delle Sicav ren-
liera non solo per il portafoglio nel “L’intervento delle Banche centrali in      -
suo complesso, ma per ogni singo- anni recenti ha contribuito a diminu- le impiegando metodologie di varia-
la posizione. Ad ogni posizione, pri- ire la volatilità nei mercati valutari. zione del market timing tipiche di chi
ma dell'implementazione, viene as- Un graduale incremento della crescita impiega ETF in un portafoglio priva-
segnato un obiettivo di rendimento globale e una diminuzione delle misu- to o in gestione. “Questo accade per-
 
     re non convenzionali di politica mo- ché le regole adottate non consento-
perdite”, conclude Gasser. netaria potrebbe portare a una mag- no la liquidazione o la ricostituzione
giore dispersione sulle aspettative dei  
       
Frenare la volatilità sul forex tassi reali nei Paesi sviluppati e in ulti- azionario in tempi brevissimi, e par-
Anche la volatilità sui mercati valu- ma analisi a un incremento della vola- zialmente anche a causa della dif-
tati può essere tenuta sotto controllo tilità”, termina Avanzo Barbieri. ferenza di fuso orario tra Europa e
con i fondi comuni. Per fare questo il Asia”, termina Malnati. La volatilità
 €
  ^  „   La volatilità di Hong Kong si realizzata a 30 giorni dell'indice ci-
Currency cerca di sfruttare i disalline- avvicina a quella di Wall Street nese Hscei è stata vicina al livello di
amenti di mercato delle valute rispet- Anche i mercati asiatici sono alle pre- 20 per tutto l'anno, una condizione
to al fair value. “Utilizzare stop-loss se con il controllo della volatilità. operativa ideale. Nel 2008 la volati-
su una sola valuta farebbe deviare si- L'internazionalizzazione del listino lità dell'indice è passata da 80 a 40
   

   - cinese ha portato ad un aumento della e poi nuovamente a 120, mentre nel
ve value del portafoglio da quella che correlazione con la volatilità dell'indi- 2011 è variata da 20 a 60. F
riteniamo ottimale. Pertanto, ove il
gestore volesse ridurre la volatilità di LA VOLATILITÀ IMPLICITA SULLE VALUTE
portafoglio, procederebbe a diminuire
35% 15%
pro-rata tutte le esposizioni di porta- Bilancio Banche Centrali G4 -% del Pil (Scala destra invertita) 17%
foglio. Per questo analizziamo sia la 30%
Volatilità media implicita valute G10 (1mATM options) 19%
volatilità prevista, implicita nei prezzi 25% 21%
delle opzioni sui cambi, sia la volati- 23%
lità realizzata storica”, queste le paro- 20%
25%
le di Marco Avanzo Barbieri, exe- 15% 27%
cutive director per il mercato italiano 29%
10%
di Neuberger Berman. Nelle valute 31%
G-10, storicamente i cambi più vola- 5% 33%
tili sono quelli legati a valute pro-ci- 0% 35%
cliche e con alto beta alla crescita, ad Gen ‘08 Gen ‘09 Gen ‘10 Gen ‘11 Gen ‘12 Ott ‘12
esempio il dollaro australiano e quel- fonte: Neuberger Berman

33
ATTUALITÀ

Chi va dove DI MASSIMILIANO VOLPE


Federico Cirulli

Alla guida di Mig


Capital è arrivato
Federico Cirulli
BANCA EUROMOBILIARE
Novità in casa Mig Bank, banca svizzera
Prosegue la crescita della rete milanese specializzata in servizi online di forex trading
presente in oltre 120 paesi. Federico Cirulli
Banca Euromobiliare ha vi- patrimoni in Bsi e Rolo Ban- (nella foto) è stato nominato amministratore
sto l’arrivo di due professio- ca e, a Padova, Francesco delegato di Mig Capital Ltd, società attiva nel
nisti nell’area promozione Paccagnella, già in Mps. La trading online e controllata dal gruppo Mig
     fase di reclutamento di pro- Bank. Trentaquattro anni, Cirulli vanta prece-
Stefano Bisi (nella foto). Nel motori da parte di Banca Eu- denti esperienze professionali in CMC Markets
dettaglio sono entrati a Bo- romobiliare ha un particolare e Activtrades.
logna Fabio del Coco, che focus su professionisti senior
ricoprirà il ruolo di area ma- con elevata esperienza pro- Holger Fahrinkrug
nager per l’Emilia Romagna, venienti dal settore bancario
proveniente da Mediolanum con prece- e prevede di acquisire 500 milioni di euro Con Fahrinkrug
denti esperienze nella gestione di grandi #  € BNY Mellon
sviluppa la ricerca
COPERNICO SIM Da pochi giorni Holger Fahrinkrug è stato
La Sim friulana fa novanta con i nuovi ingressi nominato capo economista di Meriten In-
vestment Management, società di gestione
con sede in Germania che fa capo a BNY Mel-
Nuovi ingressi in Copernico         #
lon. In precedenza Fahrinkrug ha lavorato in
Sim, società di intermedia- professionisti con l’ingresso
Portigon/WestLB e Ubs. Con sede a Düssel-
zione mobiliare indipen- nella società come promo-
dorf, Meriten Investment Management vanta
dente guidata da Saverio   Giampietro
asset in gestione per 26,3 miliardi di euro.
Scelzo (nella foto), che ha Zanettin, Fabio Follia, Fe-
recentemente potenziato la derico Lizzi, Anna Ladisa,
propria rete di consulenti Marco Barone, Lara Iob, Dario Carrano
con l’ingresso di France- Raffaele Lepre, Manuel
sco Veronese, di Giusep- Varutti e Andrea Rocchet- M&G Investment
pe Abbotto e di Stefano Botticelli che ti. Con questi nuovi ingressi, Copernico punta su promotori
opereranno rispettivamente da Trieste,  Π - e clienti istituzionali
da Milano e da Genova. Inoltre Coperni- ziari, che andranno ad operare principal-
M&G Investments ha rafforzato il canale di-
co Sim prosegue, in controtendenza con mente a Udine, Milano, Roma, Torino,
stributivo dei promotori e delle gestioni isti-
il mercato, nella politica di inserimento Genova, Bologna, Verona e Trieste.
tuzionali con l’ingresso di Dario Carrano
come sales manager. Carrano vanta espe-
rienze professionali in Amundi e in Pioneer
Ubs potenzia il team dedicato agli ETF Investments. Nel 2012 M&G Investments ha
Ubs ETF ha nominato Andrea Calandra (nella foto) nuovo sales più che raddoppiato il patrimonio in gestione
per l'Italia. Calandra ha raggiunto Ubs nel 2011, inizialmente come in Italia superando i 4 miliardi di euro.
responsbile investimenti per la Sgr italiana e in seguito nel team di
client advisory per il Wealth Management. Calandra vanta un’e- Marco Lokar
sperienza nel settore dal 1998, avendo ricoperto tra l’altro dal 2007
al 2009 la carica di responsabile investimenti dei fondi di fondi hed- Metlife cresce nella
ge di CAAM AI (Crédit Agricole) e di portfolio manager di Nextra AI.
distribuzione indipen-
dente con Lokar
MetLife, società attiva nell’offerta di prodotti di
Con Nicola Legg Mason rafforza le vendite risparmio, assicurazioni vita ed employee be-
Legg Mason ha rafforzato la struttura italiana, guidata da Mar- 
         
co Negri, con l’ingresso di Stefania Nicola (nella foto) nel ruolo Italia con l’ingresso di Marco Lokar, che assu-
di client relationship manager. Nicola in precedenza ha ricoperto me il ruolo di senior director independent distri-
incarichi presso Santander Private Banking e BNP Paribas Asset bution, con l’incarico di accelerare lo sviluppo
Management. Contemporaneamente Legg Mason ha promosso del canale della distribuzione indipendente,
al ruolo di sales manager per il mercato Italiano Matteo Lenardon attraverso broker assicurativi, agenti pluriman-
che in precedenza ricopriva il ruolo di client relationship manager. datari e mediatori creditizi.

34
Apri alla tua azienda
nuove prospettive

Villa dei Vescovi


Luvigliano di Torreglia, Padova
Restaurata e aperta al pubblico
dal FAI nel 2011.

Diventa Corporate Golden Donor FAI.


Aggiungerai valore alla tua azienda. E salverai l’Italia più bella.

Entra nel mondo Corporate Golden Donor Avrai la possibilità di tutelare insieme al FAI
del FAI – Fondo Ambiente Italiano, il patrimonio culturale italiano
una grande rete di imprese con una visione e la tua azienda godrà di opportunità
sociale responsabile e lungimirante. esclusive e vantaggi riservati.

PER INFORMAZIONI:
FAI - Fondo Ambiente Italiano
Ufficio Corporate Golden Donor
tel. 02 467615210
corporate@fondoambiente.it
www.fondoambiente.it
RISPARMIO

LE INSIDIE DELLA RETE PER TRADER E RISPARMIATORI

Qualcuno vi spia, ma la
colpa è anche vostra!
I
l problema esiste, ma è minimiz- la da ladri di identità. E’ un po’ come
Troppo silenzio in Italia, zato. Una casistica esaustiva de-      /       
così come in Europa, su un gli attacchi da parte di hacker ai saltato più volte in Europa negli ulti-
grave rischio. Lo dimostra la conti online dei trader non c’è, mi anni, perché nella trasmissione di
anche perché ogni banca cerca di ta- informazioni qualcuno ha sbagliato.
cronaca. Spesso ciò dipende cere notizie di questo genere. Un re- Ecco, la stessa cosa è avvenuta per il
da incuria nella custodia port americano sostiene però che l’Ita- trading online. Posso raccontare due
dei dati. Come proteggere i lia è il Paese occidentale più a rischio casi che conosco molto bene, senza ci-
di incursioni, con un dato superiore tare le banche coinvolte. Il primo ha
risparmi dagli hacker? del 10% rispetto alla media. E parlan- avuto un certo risalto mediatico, seb-
DI LORENZO RAFFO do con gli addetti al settore, qualcosa bene annacquato: anni fa una speciali-
di preoccupante emerge. Un esperto di sta dell’online ha inavvertitamente in-
sistemi informatici, e pirata a sua volta viato dati riservati a realtà esterne alla
in tempi lontani, racconta al proposi- banca: contenevano riferimenti sull’i-
to, chiedendo di restare anonimo: “Ho dentità dei clienti e codici di accesso.
raccolto molti dati su questo tema e Ne nacque una vicenda legale, che poi
posso dire che, se in passato compli-   

 /  
cazioni ci sono state, spesso è dipeso caso è più grave: una banca estera –
più da errori tecnici degli stessi istituti non specializzata in trading online, ma
che da azioni perpetrate su larga sca- che offre una piattaforma piuttosto es-

36
RISPARMIO

Dieci modi per non essere derubati online


§ #    #ˆ
 Œ  §   
la pensa in maniera diversa – si legga al proposito riferite a estratti conto, movimenti bancari,
un altro box di quest’articolo), ma è valido soltanto ecc. Meglio eliminarli con dei distruggi
se si esegue un suo continuo aggiornamento e documenti.
regolari scansioni del computer utilizzato.
§?      ;
§@< @ #  una precauzione saggia. L’utilizzo dei token
loro si riesce a risalire a codici, numeri di conti ˆ          
correnti, ecc. Gli scontrini di prelievi di contanti casuale della password di accesso) non
non vanno gettati al momento della stampa, ma esclude che le password vadano aggiornate
stracciati in luoghi sicuri. @# 
meglio ancora ogni settimana.
§@  ‹    N  
di sistemi di rimozione dei dati relativi alle §@    ‹ ˜ 
esplorazioni, per esempio le password. Utilizzarli considerati perfetti canali di furto di identità.
è semplice, ma troppi utenti non lo sanno
nemmeno. §       ;        
    &      #    
§ K            Œ<  proprio conto corrente. Non il saldo, quanto
avviene nei luoghi più impensabili. Per esempio le singole operazioni. Ogni voce deve essere
nella borsa incautamente depositata in alberghi, analizzata, anche quando le righe sono
     
   !    ’ tantissime.
diffuso è quello in cui il furto dei codici avviene
contestualmente al furto dell’auto. § N   ;     
|  ¤  
    #
§ œ;         Œ  @
 Œ
di proprietà nell’accesso a conti correnti bancari. provengono apparentemente dalla stessa banca
Mai quelli di alberghi o comunque di terzi. di cui si è clienti, con richieste di aggiornamenti
Nemmeno di persone di cui si ha la più totale di indirizzi, numeri telefonici e altro ancora. Nel
 K J
=    • 100% dei casi si tratta di truffe.

senziale – ha in un’occasione invertito particolare i giovani, disinvolti nell’u-


l’invio degli eseguiti di ordini di Borsa
ai propri clienti. Ne è conseguito che
2013, anno orribile. tilizzo di smartphone e social network,
attraverso cui passa il nemico.
decine di persone non solo sono venu- Parola di Deloitte
te a conoscenza di dati riservati ma an- La società di consulenza e revisio- Addirittura al Nasdaq
che dell’esecuzione delle transazioni ne Deloitte, sostiene che il 90% del- E negli altri Paesi cosa succede? At-
effettuate da altri, mettendo a rischio le password utilizzate dagli utenti di tacchi clamorosi sono stati compiuti
tutta la sicurezza del sistema. La banca N   # - a danno addirittura delle stesse Bor-
si è scusata e ha introdotto un sistema ziarie, è a rischio. E il 2013 farà regi- se, come dimostra il caso dell’ameri-
di controlli incrociati sui codici, che strare un’accelerazione di attacchi. cana Nasdaq, che nel 2000 fu violata,
spero ora funzioni. Questo è il passa- La strada per migliorare la prote- con l’accesso alle quotazioni, mani-
„
   
- zione degli utenti potrebbe essere polate in tempo reale, più per un atto
tacco concentrico sull’Italia da parte quella dell’ “autenticazione a due dimostrativo che per compiere truffe.
di hacker professionali stranieri, che fattori”, aggiungendo un ulteriore Nel 2011 avvenne un’altra manomis-
probabilmente considerano le nostre  |  -      j |-
 =       - pio in una password inviata al cellu-   
   
la sicurezza”. Fra i trader l’opinione è    #   - fossero realizzati furti di informazioni
diversa: molti sostengono che la colpa rire in una porta Usb o anche in un sui clienti, sebbene le indagini rivela-
è dei clienti, perché noi italiani sarem- parametro biometrico dell’utente. rono che l’attacco era stato condotto
mo poco sensibili a questi rischi. In in maniera molto professionale, usan-

37
RISPARMIO

Antivirus a pagamento? Forse inutili


?<;#      @  

gli antivirus, spyware e malware debbano essere potenti e scelti fra quelli a
@ #  
   <# 
‹ @#     \!  N#
così diversa valutazione deriva da un’analisi impietosa di quanto avviene. Le
minacce sono bloccate basandosi sui virus conosciuti. Il problema è che que-
sti ultimi continuano a essere aggiornati di ora in ora. Di fatto anticipano quel-
lo che gli antivirus proteggono il giorno dopo. E’ una specie di eterna lotta fra
topi e gatti, in cui i primi stanno sempre davanti ai secondi. Ecco allora che la
  
    #    -
‹      ?œ#       
bancarie, dove i ritardi negli aggiornamenti dipendono dalla complessità e di-
versità dei sistemi informatici utilizzati.

do server russi. Proprio a metà genna- vi marginali. Spesso non più di 1000
io di quest’anno si è venuto a sapere dollari. Ma su vasta scala. In questo
che ben dieci banche Usa sono state modo riescono a contenere i controlli
sottoposte ad hackeraggi su larga sca- e a minimizzare le reazioni dei truffa-
     J #- ti. Che si accorgono magari in ritardo
nanziaria, poiché è stata utilizzata una delle sottrazioni o non le riscontra-
    J      - no nemmeno, perché il numero delle
le comunicazioni fra due parti e ciò è transazioni è talmente consistente da
avvenuto – si dice – fra piattaforma e richiedere troppo tempo per una veri-
broker di intermediazione. La stima  

     /   -
è di un furto complessivo – compresi meno sarebbe diffusissimo sui conti
prelievi dai conti correnti - per cinque di piattaforme Forex e specializzate in
milioni di dollari. I nomi degli istitu-  
     
   
 ”  l’operatività è agevolata. Per esempio
loro niente di meno che Bank of Ame- Anguilla, Barbados e Cayman. Si trat-
rica, Citigroup, Wells Fargo e Hsbc. ta spesso di società piccole, che offro-
Nell’autunno dello scorso anno era no condizioni molto favorevoli, ma
toccato invece a JP Morgan Chase e che non dispongono di sistemi pro-
ad alcuni broker di primo piano. Nel tettivi validi contro le intrusioni infor-
frattempo dagli ambienti dei produt- matiche. Stessi problemi in Asia, dove
tori di antivirus giungono segnalazio- addirittura la Borsa di Hong Kong nel
ni che, nel 2013, è previsto un attacco 2011 ha dovuto sospendere le quota-
su larga scala, grazie a un nuovo vi- zioni di titoli a forte capitalizzazione,


 
 
un’organizzazione criminosa, che lo
avrebbe già sperimentato con succes-
so su 5000 conti correnti, di cui alcuni
Interviene l’Europa
collegati a piattaforme di trading. E’ nato il centro europeo di lotta al
J \ =@ ! 
Peggio con i piccoli agenzia anticrimine dell’Unione euro-
Un’indagine condotta ad ampio respi- pea, monitorerà la grande rete 24 ore
ro dagli organi di controllo statunitensi su 24, per combattere i reati di ogni ge-
ha rivelato che il problema ha dimen- nere e quindi anche quelli riferiti a truffe
sioni enormi, ma viene sottovalutato, attraverso i conti correnti. La struttura si
poiché la strategia prevalente degli ha-
 !?€   -
cker è di introdursi nei conti correnti di co di 40 tecnici specializzati nel settore.
chi effettua trading online, con prelie-

38
RISPARMIO
perché attaccata da hacker che l’han-
Io, hacker dei Carpazi, so tutto dei vostri conti no bloccata per alcune ore. E anche
qui vari broker sono stati oggetto di
“cybercrime”, sebbene scarse notizie
siano circolate al proposito.

Troppi silenzi
Se abbiamo citato tutti questi casi è
per segnalare come in Europa – e so-
prattutto in Italia – il problema non sia

     €   -
na Australia la locale Securities and
Investment Commission (ASIC) ha
più volte raccomandato ai trader di
    ¨   proteggersi dagli attacchi di hacker,
? '#      ' ; che in un recente passato hanno per-
una strada di periferia incontriamo Georgel; di certo non è il suo vero nome. E’ un  
     -
# #  @  tuare acquisti di azioni su depositi ti-
una lunga ricerca. Ha accettato una veloce intervista. toli intestati a società fantasma, create
Ci racconta la sua vita? ad “hoc”, il che è favorito dalla facilità
¢<
 ˜ ;         - con cui ciò può avvenire operando via
no, come un qualsiasi impiegato. E pesco soldi nei conti correnti di tanti polli americani. Internet. Perché da noi del tema non
Solo americani? si parla? Le indagini ritengono che l’I-
‘
—;’  K  N  Œ   Œ   talia sia fra i Paesi più a rischio, ma
  @     -
J
      -
simo di qualche migliaia di dollari alla settimana a chi si fa raggirare. Io ho un meto- fondersi. Alcune recenti ricerche lo
# '# #    
—  ‘  - testimoniano e sostengono che, per
corgono e quindi me li lavoro più volte in un mese. quanto si cerchi di erudire gli utenti,
Opera anche contro i trader di Borsa? gli sforzi faticano a tradursi in pre-
'
— ’  ? ‹ # #  cauzioni concrete. E’ vero che i ri-
Π<#  !@    ;#    schi maggiori passano attraverso gli
all’Europa. Le piattaforme hanno personale specializzato preparatissimo, che rie- smartphone, il che porta a consiglia-
sce a combatterci ad armi pari. Meglio quindi entrare nei conti correnti delle massa- re particolare attenzione nel passare
ie e delle piccole aziende. Lasciano tracce talmente evidenti che possiamo addirit- ordini di Borsa attraverso gli appa-
tura farli curare da ragazzini alle prime armi. recchi mobili, più fragili nelle difese.
Dice sul serio? _  
     -
‘„
Π; ;   gono molti attacchi, spesso commes-
di orfani fra i 15 e i 18 anni. Loro entrano nei conti correnti, mentre noi ce la spassiamo si però non su scala professionale. Il
             furto di dati sensibili è infatti la prima
    {œ 
~¤   motivazione di truffe informatiche e
Entrare nei conti correnti bancari è semplice? – in tale ambito – la responsabilità è
Dipende. Per alcune banche è abbastanza facile. In particolare ce n’è una tede- dei singoli, che non proteggono i co-
 #;  *’  Œ #  dici, conservandoli magari nel proprio
olandesi, meglio protette.       
 -
Lei lavora da solo o in gruppo? sciandoli incustoditi in qualche borsa.
!< * 
    • Si ha davvero l’impressione – nell’as-
Ne desumo che siete un gruppo. Chi vi ha addestrato? senza di statistiche precise – che le
  
ά      banche il loro lavoro lo facciano, an-
#
„  

  \ #N - che con consigli ai clienti su come

  •   Œ
     tutelarsi, ma che questi ultimi mini-
carta di credito la settimana scorsa e inoltre fornirle i codici di accesso della sua mizzino i rischi. Nella gestione del-
banca. Lei ha lasciato tracce nel venire qui e io le ho rilevate. la “privacy” ci comportiamo come
Devo crederle? al volante: spavaldi e sicuri di noi.
Faccia lei! Se poi avviene l’incidente la colpa è
sempre e comunque di altri! F

39
LA FINANZA SULLO SCAFFALE
INVESTIMENTI ALTERNATIVI

L'arte può essere il nuovo


oro. Ci si investe cosí
L'arte è sempre più un bene d'investimento anti-crisi. Nel suo nuovo libro
Claudio Borghi fornisce esempi e suggerimenti per orientarsi nell'acquisto

I
nvestire nell’arte. Per la mag- scommessa di far coesistere arte ed
gior parte di noi la cosa suona economia: cosa spesso considerata
strana. Eppure siamo in tanti a sacrilega per l’artista e tempo perso
considerare “un affare” l’ac- per l’economista. Eppure secondo
quisto di beni costosi che non rap- l’autore è la volta buona per provar-
presenteranno mai un vero e pro- ci perché a suo dire c’è un cambia-
prio investimento. Un gioiello si, mento epocale in atto nel mercato
un acquerello no. Un mobile anti- dell’arte e spetta all’economista far
co sì, una scultura no. Una barca sì, la prima mossa per spazzare via un
un quadro no. Ma è davvero così? po’ di pregiudizi.
Certo, gli appelli dei televenditori Forse gli economisti si stanno “un
che di notte propagandano quadri po’ allargando” ma secondo Bor-
“destinati a raddoppiare il proprio ghi è anche colpa loro se si era-
valore in breve tempo” li abbia- no “ristretti” prima. “Davamo
mo sentiti tutti, ma è possibile in- tante cose per scontate - ci rac-
vece trattare di investimenti in arte conta Borghi - rimanendo chiu-
    j    - si nel nostro luogo di lavoro, ma
so”? Claudio Borghi Aquilini, Pro- una delle conseguenze positive
fessore di economia all’Università della crisi è che in molti hanno vi-
Cattolica di Milano e noto edito- sto scosse le loro certezze e che in
rialista ci prova e ci riesce con il tanti volevano capire. Quando sono
suo libro “Investire nell’Arte” – ospite nei talk show mi rendo con-
Sperling & Kupfer Editore, in li- to che le cose che interessano di più
breria da gennaio. sono proprio quelle più basilari, in
Il Professor Borghi Aquilini, tra tanti non avevano pensato a certe
l’altro storico utente del forum relazioni e scoprirle apre un pezzo
di Finanzaonline.com (nickname       /   
Claudioborghi) ha tentato la strana aiutato a capire questa cosa quando

Claudio Borghi Aquilini


Economista ed editorialista. È professore incaricato presso l'Università
Cattolica del Sacro Cuore di Milano nella facoltà di economia. Nella sua
carriera lavorativa ha ricoperto incarichi dirigenziali in diverse istituzio-
ni finanziarie e bancarie internazionali.

40
LA FINANZA SULLO SCAFFALE
          
insegnare: stare con i ragazzi è fan-
Una guida
tastico perché sono sinceri. Adesso pratica per
inizio le lezioni partendo da zero, gli acquisti
spiegando perché vale una banco-
 “  J    ”  - L'arte è una questione
ra gli esperti si parlavano un po’ per super ricchi e
addosso fra di loro per le questio- addetti ai lavori? Con la
ni artistiche mentre chi parlava di crisi che ha abbattuto
mercato lo faceva semplicemente le sicurezze degli
riportando cifre, prezzi, aggiudica- investimenti tradizionali
zioni record. Io ho voluto fare un e con l'avvento di
passo indietro cercando di spiega- internet non è più così.
re il come e il perché. Non ha più Claudio Borghi Aquilini
molto senso riportare dei dati su un intende dimostrare
libro, per quelli c’è internet, pen- che oggi un quadro
so che la gente desideri imparare i può essere meglio
concetti e il metodo.” dell'oro e del mattone,
Il concetto base è di una semplici- e che è possibile fare
tà sconcertante ma con implicazioni acquisti soddisfacenti
rivoluzionarie: quello che prima era e redditizi anche solo
una spesa adesso è un investimen- con qualche migliaio di
to perché c’è un mercato con prez- euro. L'autore fornisce
zi visibili. Borghi nota che il cam- esempi e suggerimenti
bio di paradigma, senza internet e la per orientarsi
banda larga che consente di trasfe- nell'acquisto.
rire facilmente immagini dettaglia-
te e magari di discuterne in forum
pubblici come accade nella sezio- molto di arte italiana perché secon- milioni e chi investe magari poche
ne “Investimenti in arte e collezio- do Borghi: “In Italia la situazione è migliaia di euro in un quadro. Il
nismo” di Finanzaonline, non era paradossale. Tutto ciò che riguarda primo è indisturbato, il secondo ri-
possibile. Per le azioni basta il te- l’arte dovrebbe essere il nostro pun- schia accertamenti invasivi. Il risul-
sto per sapere i prezzi, infatti lì la to di forza, invece si fa di tutto per tato è stato che mentre a New York
rivoluzione c’è stata negli anni ’80 ostacolare questa nostra eccellenza. a novembre si è toccato il record
con quella cosa che i giovani ormai Basti pensare che da noi l’Iva sulle di un miliardo di dollari di vendite
nemmeno ricordano: il televideo. compravendite è il 21% mentre in per una sessione d’asta, a Milano le
Per l’arte però occorre l’immagi- Germania è agevolata al 7%. L’as- vendite sono crollate del 60%. Ep-
ne e infatti lì la rivoluzione sta ac- salto della Finanza a chiunque fre- pure gli artisti italiani, mai lanciati
cadendo adesso. Ci racconta Bor- quenti una casa d’aste per dare la per mancanza di musei, mostre pro-
ghi: “Io la spiego per la prima volta caccia agli evasori è stato poi il col- grammate ecc., man mano che ven-
ma mi sorprendo che nessuno l’ab-   ”   - gono scoperti dal mercato mondia-
bia fatto prima, è un cambiamento renza ci sia fra chi investe compran- le raggiungono cifre considerevoli.
enorme. Prima o poi, libro o non li- do azioni o obbligazioni magari per Potrebbe essere un’occasione d’o-
bro, qualcuno si porrà la domanda ro per chi decida ora di investire
del perché tutti i mercati dei beni di nell’arte moderna italiana.”
investimento siano crollati mentre Gli artisti italiani, Insomma, gli elementi perché “In-
l’arte continua a crescere. Un con- vestire nell’Arte” di Claudio Bor-
man mano
siglio? Applicare anche per l’arte la ghi Aquilini possa interessare il
stessa regola degli altri investimen- che vengono pubblico degli appassionati ci sono
ti: una cosa che oggi ad un deter- scoperti dal tutti, ma anche gli investitori più
minato prezzo se avessimo i soldi mercato mondiale coraggiosi, in cerca di opportunità
in tasca non compreremmo più va raggiungono cifre di guadagno alternative, potrebbero
venduta. E’ veramente soddisfatto considerevoli scoprire un mondo nuovo di oppor-
chi ricomprerebbe ogni giorno tutta tunità. E in un periodo di crisi tale
la sua collezione”. Nel libro si parla opportunità non è poco. F

41
START UP
SOCIAL LENDING

Il prestito tra
privati riparte
da Smartika
Chi richiede soldi può ottenere prestiti da un minimo di 1.000
a un massimo di 15.000 euro. Il prestatore può investire una
cifra tra i 100 e i 50.000 euro, frazionata su più progetti
DI VALERIA PANIGADA      }
  
 ¢   } ‚ $ -

D
opo quasi tre anni di #
 
  
-
pausa, è tornato il social to di pagamento e oggi offre la possi-
lending di Zopa. Con  #         
un nome tutto nuovo, modo regolamentato e vigilato dal-
Smartika, ma con l'obiettivo di sem- la Banca d’Italia. Gestita dallo stes-
pre: creare un luogo di incontro sul so team operativo, Smartika è con-
web dove le persone possono pre-    ¢#
 
starsi denaro senza intermediari ban- tre imprenditori privati appassionati
             di social lending e operanti in settori
in un momento di stretta creditizia   
    `  
come quello attuale, potrebbe rap- l'amministratore delegato, Maurizio
presentare una valida alternativa ai Sella, partecipa direttamente al capi-
canali tradizionali.   

  YY‰  
Attiva da nemmeno un anno, Smarti-
‚# ‰  
 Come funziona
    ZZ‰- Il modello di Smartika è piuttosto sem-
lioni di euro. Senza contare tutti quei   “     
   
     ¢ prestiti da un minimo di 1.000 a un
sono stati automaticamente ereditati.  Y‰~~~
   
 Z\\£$ - zioni migliori per entrambi: tassi più
Le sue origini ma avviene attraverso un processo di      -
<  

  # -     
 - =      
re fare un passo indietro. Era l'estate do, per molti versi simile a quello del In tutto questo Smartika incassa una
del 2009 quando la Banca d'Italia im- suo antenato Zopa. Dall'altra parte c'è commissione da tutti i membri del-
poneva a Zopa di interrompere la sua    

  - la community a seconda dell'ammon-
#     
 - vestire nell'iniziativa una cifra da 100 tare del prestito. A questa si aggiun-
 X
       ‰~~~~

   -  

 Z
  
dei piccoli risparmiatori fece nascere      
    X    [   
     
 

 base al merito creditizio e decidere la dell'incasso delle rate.
          durata e il tasso di interesse a cui offrir- Ma il social lending conviene davve-
 [$    
- lo. Si crea in questo modo un mercato, ro? Il Taeg medio (il tasso annuo ef-
que scoraggiato il fondatore Maurizio in cui i tassi sono determinati dall'in- fettivo globale, ossia il costo effetti-
}  
   contro diretto tra domanda e offerta. Il     [    
avanti con determinazione il proget- processo tende così a garantire condi- prestito con Smartika si aggira intorno

42
START UP
 £¤¥  
     
spese di incasso. Mentre in ottica di in-

‰
N    
 

   -
dito, si calcola un rendimento medio
  \ ¥   

  #
Œ# 
 <   
erogati da Smartika } ‚    
   
(dati al 21/01/2013) strumenti. Innanzitutto l’importo of-
ferto dal prestatore viene fraziona-

 ‰~   ¦
-
   
  
 

Y‰.
Il prestito massimo
000 euro
   } ‚
 -
           
     
  
Maurizio Sella. Non solo. Il team si
avvale dei servizi di aziende specia-
che si può richiedere lizzate in recupero crediti in caso di
ritardo di pagamento da parte di un
   /       

100
invece una assicurazione per gli in-

       < -
euro  –         
Al momento non è attivato nemme-
La cifra minima no un fondo ritardi, ma, assicurano da
Smartika, potrebbe essere istituito in
che si può prestare


     _  -
mento non registriamo nessuna insol-
 ƒ  } ƒ 
 # 

‰~
Il numero in cui viene
   } ‚   

 _  Y~~
rate e abbiamo in lieve ritardo 4 rate
 
   
   -
za ricorrere alle agenzie di recupero.
frazionato l’importo Contiamo di mantenere il più a lun-
go possibile questo dato, la selezione
investito per limitare
     _
 -
il rischio  
Y~~    
     F

IIll social lending:


g: cos'è e ccome funziona
Il social lending, o peer-to-peer lending, si basa sulla creazione di una community
nella quale i richiedenti (coloro che richiedono un prestito) e i prestatori (coloro che
investono il proprio denaro prestandolo ad altri) possono interagire direttamente tra
loro, senza ricorrere ad intermediari. Si crea in questo modo un mercato, nel quale i
tassi correnti sono determinati solo e soltanto dall’incontro diretto tra domanda e of-
ferta, ottenendo così condizioni migliori per entrambi: tassi più bassi per chi ottiene il
prestito e interessi più alti per chi presta denaro. Il social lending è nato nel 2005 in
ƒ &  © ;#
 -
ternativo ai tradizionali istituti di credito. Negli anni sono infatti nati nel mondo 35 luo-
ghi virtuali d'incontro tra prestatori e richiedenti: i più importanti sono Prosper e Len- Maurizio Sella
dingClub, entrambi negli Stati Uniti. In Italia operano Smartika e Prestiamoci. fondatore e a.d.di Smartika

43
CAMBIO VITA

RISPOSTE ALLA CRISI

Mollo tutto
e vado a lavorare
in Australia
Il dilagare della crisi spinge un numero sempre maggiore di
connazionali a pensare di trasferirsi in terre lontane. Chi sono,
cosa cercano e soprattutto quali ostacoli devono superare
coloro che puntano ad emigrare nella Terra dei canguri
DI MARCO BERTON

Consigli per un
T
erra di santi, poeti e navi-
gatori, recitava un vecchio
detto. Ma anche e sem-
anno sabbatico
pre più terra di emigranti. alternativo
]J 
   
   
dell’Italia che negli ultimi anni ha vi- @
 #Π
sto una fetta crescente di cittadini di- professionale tra le più ricercate
sposti ad abbandonare la terra natia per (vedi box nella pagina successiva),
cercare fortuna altrove. Per molti, sicu- niente paura. La soluzione per voi
ramente troppi, l’accesso al mondo del si chiama "Working Holiday visa" quali si stima che circa la metà abbia-
lavoro in Italia resta un miraggio. La (http://www.immi.gov.au/visitors/   ~ <  J_/Œ] J-
soluzione per costruire un futuro più working-holiday), il visto “vacanza- 
   ›    
sereno è quindi fuggire, temporanea- lavoro”, dedicato ai giovani (da 18 oltre quattro milioni gli italiani che
      } a 31 anni) che vogliano concedersi attualmente risiedono fuori dai con-
la ricerca di un posto di lavoro stabile un anno per esplorare l’Australia e     ]

 
-
e stimolante è la molla che fa decidere conoscere la cultura del Paese, oltre ciali andrebbero aggiunti coloro che
ai giovani italiani di emigrare, questa       si trasferiscono solo temporaneamen-
rimane solo uno dei motivi che giusti- a quattro mesi. L'unico vero vincolo te o si dimenticano di aggiornare il
       /   di questo tipo di visto è che ogni sei proprio status. Gli italiani, soprattutto
†    
  - mesi si è costretti a cambiare datore i giovani, scelgono di emigrare in Pa-
petitiva e una società multiculturale # N  
;Š  esi con economie solide, dove le op-
sono aspetti altrettanto importanti per nell'accettare anche i lavori più umili portunità di lavoro sono, almeno te-
         ˜ - (la domanda del settore ristorazione oricamente, maggiori. In Europa le
tre alle migliori condizioni lavorative, e di quello minerario, ma anche mete preferite continuano ad essere
infatti, gli italiani partono per trovare quella proveniente dalle aziende >  >  ^  } 
contesti sociali nei quali il lavoratore, agricole per la raccolta di frutta e Ma i nuovi emigranti scelgono sem-
soprattutto se giovane, sia riconosciuto verdura è sempre molto elevata) pre più destinazioni esotiche come
quale risorsa e il cui apporto venga va-   #   ^   “     _
  
lorizzato in maniera meritocratica. l'Australia in lungo e in largo, senza ›
   
-
}  J/            Πli sono i motivi che spingono a cam-
 /     £~       dei genitori. biare così radicalmente la propria vita.

44
CAMBIO VITA

Emigrato per fare trading dalla Tasmania


K  
 <N“Y# # 
<@  '#©   " !<  
”  ‹‹‹     #-
stitori italiani. “Opero prevalentemente sul mercato italiano e Usa, ma anche su blue
chips europee. La differenza rispetto all’orario locale si fa sentire ma ci si adatta a tutto
pur di stare in un Paese in cui ho ritrovato la gioia di vivere. Un Paese dove il rispet-
to per l’ambiente è al primo posto fra i cittadini. Dove chiami anche il sindaco o l’av-
#  „#    

   
Œ=!<  Œ # 

 #K  
il grande salto. Un consiglio per chi sta per partire: “Farsi un giro lontano dalle grandi
 \\       
  
 ¨K   ?    " -
nia nella fascia più fredda dell’Oceania mostrano l’essenza della cultura australiana e

’##|    Œ;    =

C’è chi scappa dalla capitale…


Lorenzo, romano trentaseienne ha la-
sciato l’Italia da oltre otto anni quando
decise di abbandonare tutto e trasferir-
   @
   -
suetudini della realtà italiana. “Comin-
ciavo a intravedere un brutto futuro per
J ™Š  Z~~\  
la barca prima che affondasse”. Dopo
una lunga analisi sui pro e contro dei
vari Paesi a lingua anglofona sparsi per
   _
  €
-
va Zelanda erano le mete migliori per
   j€    
 -
ITALIANI ALL'ESTERO: ISCRITTI ALL'AIRE poggio ma decisi lo stesso di lanciar-
mi in questa avventura. Dopo una bre-
AMERICHE
SETTENTRIONALE  €
¢  
E CENTRALE EUROPA   _
        
388.904 2.307.683  € 

  
di rimorso per la mia decisione. L’e-
sperienza di vita che deriva nel vive-
re anche se solo per qualche mese in
_
    
  
     

deve sottoporre”.
>    
       
_
        Y~  ”
-
ri che dimostrano come i nostri con-
cittadini siano generalmente ben visti
AMERICA dagli “aussies” (così vengono chiama-
MERIDIONALE
    _
  [ 
-
1.283.078 li competenza nel lavoro e predisposi-
ASIA, AFRICA, AUSTRALIA,
OCEANIA, ANTARTIDE          
229.312 apprezzate. E sono ancora molte le
possibilità a disposizione di un italiano
|@N¨!   
nel quinto continente.

45
CAMBIO VITA
“Ci sono ancora tante opportunità per
chi decide di trasferirsi in questo Pae-
  @ J 
  -
na continua ad essere tra le migliori al
mondo grazie alla ricchezza minera-
3,5%
La crescita registrata
 
   dal Prodotto interno
facilita gli scambi commerciali con lordo australiano nel
2012. Per l'anno in
la Cina”. Bisogna però fare attenzio-
corso si stima una
ne alla legislazione sull’immigrazione crescita del 2,7%
 <”j$     
consentono alcuna imprecisione”.
Recessione in Australia? No grazie
K¡         
...e chi dal profondo nord
Π ~     
  -
5,3% Il tasso di
le stime raccolte dagli analisti interpellati da Bloomberg,
il Prodotto interno lordo del Paese dovrebbe confermarsi
tro coraggioso partito da circa quat- 
€ # 
disoccupazione
tro mesi per cercare fortuna a Perth. registrato in Australia tenuta della domanda interna e di quella proveniente dai
j•     _
   - nel corso del 2012. Paesi del sud-est asiatico. Nessun problema dal fronte
lativamente facile. Dopo soli tre gior- Per il 2013 gli analisti occupazionale: la domanda di forza lavoro, soprattutto se
 
€    si attendono un lieve Œ   #   
rialzo in area 5,4%
una settimana ho trovato una secon- rallentamento evidenziato negli ultimi trimestri.
da occupazione nel settore ristorazio-
_       #  
sai fare il tuo lavoro qui puoi arrivare della medaglia è legato al prezzo degli bastanza agevole. Per chi non ha la
ad assumere ruoli di responsabilità in    j/ #   sponsorizzazione di un datore di la-
     |Π si trova una camera singola con bagno voro o di un parente, il requisito in-
ha scelto Perth, sulla costa occidenta-   
      Z‰~§  - dispensabile per presentare domanda
le, una meta insolita rispetto alla scon-                
 
 -
}* * 
 Y‰~§ “ -   
   }‚   ˜
-
“Lo sviluppo di questa città è talmen-   
  j  *  |  $}   

te rapido da fare impressione. Interi 
Y¨Y£§    praticamente inutile avanzare alcuna
quartieri sono stati rasi al suolo e stan-       |  ”   
no per essere ricostruiti con grattacieli,   
    
    
- Ottenere il permesso di lavoro dopo alcuni anni, c’è la possibilità di
ci e hotel. Con uno sviluppo simile le } 

     - ottenere la residenza permanente (a
 
#    |}
- pria professione è inserita nell’appo- patto che nel frattempo non abbiate
ciali dicono che ogni settimana arriva- sita lista governativa si può ottenere      [  
 
no a Perth mille immigrati. Il rovescio un visto permanente in maniera ab- la sospirata cittadinanza. F

Lavori più ricercati? Ingegneri, dottori e infermieri. Ma non solo


La cronica mancanza di forza lavoro,  "
  - e pizzaioli in primis) anche se spesso
 Œ’Œ      # ’ una volta in loco diventa indispensa-
      - richiesti (http://www.immi.gov.au/skil- bile frequentare corsi di aggiornamen-
¡       « ‰   - to per ottenere il riconoscimento della
K   -   ’         !¡ -
migranti, specie nelle aree meno svi- quali si è fortemente agevolati nell'ot- cordare il vincolo lingua: chi non parla
luppate del Paese, sono ancora molto tenimento del permesso di soggiorno   #   
 

“~ #* ¡  - problemi a trovare un'occupazione sul
       #- le la domanda di lavoro specializzato territorio australiano. Un fattore che ri-
 #  ΠK" - si concentra nel campo dell'estrazione
     -
ra dei canguri ha sete di specialisti e mineraria e dell'edilizia. Non mancano va dei papabili connazionali in cerca di
"skilled workers" per continuare a cre- le offerte nel settore ristorazione (chef fortuna nell'altra parte del globo.

46
EuroTLX. IL MERCATO DELLE OBBLIGAZIONI.

La più vasta scelta di obbligazioni Cert-X, il mercato dei certificates


EuroTLX è il mercato di riferimento per il Su Cert-X, il segmento di EuroTLX dedicato ai
mondo obbligazionario, con un’offerta di 4.800 certificati di investimento, è possibile negoziare
strumenti finanziari in 16 valute: titoli di stato di circa 450 strumenti strutturati di 11 diversi emittenti,
26 paesi, obbligazioni bancarie, corporate bond, con la liquidità garantita da uno Specialist che assume
mercati emergenti, obbligazioni finanziarie, covered anche obblighi di spread.
bond, obbligazioni sovranazionali, ABS, altri titoli di
debito, nonchè certificati di investimento ed una Schede Prodotto per una chiara e corretta
selezione di azioni estere. informazione
Chiedi alla tua Banca le Schede Prodotto di EuroTLX:
Liquidità e trasparenza aggiornate quotidianamente, forniscono per ogni
Da sempre i valori di EuroTLX. La microstruttura è strumento obbligazionario negoziato una descrizione
mista, order-driven con almeno un Liquidity chiara, corretta e non fuorviante dei suoi rischi e delle
Provider presente sul book di negoziazione: ad oggi sue caratteristiche, per
a rafforzare la liquidità del mercato operano 20 permettere di prendere
Liquidity Provider italiani ed internazionali. Nel 2012 i decisioni consapevoli in
contratti conclusi sono stati 3,7 milioni, per un materia di investimenti.
controvalore totale di 105 miliardi di euro.
Twister communications group

Scopri tutti i vantaggi di EuroTLX su: www.eurotlx.com


INCONTRI

48
INCONTRI

MASSIMO DORIS

" Vi racconto la
nuova Mediolanum "
A partire da questo mese F inizia un viaggio alla scoperta dei
protagonisti del settore bancario e dell’asset management italiano, del
loro pensiero e delle loro strategie. Per conoscere meglio chi si occupa
della gestione dei soldi degli italiani e quali strade prenderà il settore

M
ediolanum si è sem- rie, non riescono a cogliere piena-
pre proposta come mente le potenzialità?
una banca diversa, Oggi siamo già presenti sui social,
capace di anticipare Facebook, Twitter, YouTube, ma
i trend sul fronte del marketing e mentre sono convinto che il mobi-
del servizio al cliente. In quest'otti- le avrà uno sviluppo impetuoso, sui
ca immagino che anche il 2013 por- social ho qualche dubbio. Personal-
terà in dote delle novità. Può farci mente credo poco al fatto che pos-
delle anticipazioni? sano avvenire transazioni tramite i
Certamente anche quest’anno ci saran- social network ma possono essere
no delle novità. Stiamo investendo in considerati a pieno titolo un’ulterio-
maniera importante per sviluppare il re forma di contatto con il cliente.
servizio online. La rete rimarrà il ca-
nale più rilevante per noi dato che rite- Come giudica le iniziative di ban-
niamo il family banker di fondamenta- che tradizionali (penso a Intesa San-
le importanza. Perché per le decisioni paolo) che hanno deciso di estende-
sostanziali di investimento è con lui re gli orari di apertura anche alla
che le persone vogliono confrontarsi, sera o al sabato mattina? Diventano
mentre preferiscono agire in autono- più competitive nei confronti di chi
mia per le operazioni minori. come voi ha cercato di costruire un
In questo senso stiamo investendo an- modello che prevede un family ban-
che sul mobile, perché l’evoluzione ker a disposizione 24 ore su 24?
che hanno avuto le App sono impres- C’è più concorrenza e questo è un bene
sionanti e ritengo che per quanto ri- per i risparmiatori. Rispetto al caso
guarda il loro uso bancario possiamo che ha citato, noi abbiamo un banking
considerarci solo agli inizi. center attivo dalle 8 alle 22 durante la
Anche chi non usa il Pc tutto il gior- settimana e il sabato mattina. Questo
no ha sempre il telefonino con sé. Per vuol dire due ore in più. Ma c’è un al-
questo motivo ritengo che quello delle   ”  
  -
App sia il modello che crescerà di più. mily banker, il nostro cliente non si è
mai dovuto spostare, mentre quelli di
É previsto un ruolo anche per quegli           
strumenti, i social network, di cui a Per le banche tradizionali ritengo si
 ! "#
!- tratti di una decisione forzata dagli

49
INCONTRI
eventi, a causa del generalizzato ec-
cesso di sportelli e dipendenti. Per gli
istituti sarà però necessario cambiare
le attitudini del personale e non sarà
così semplice, ma nel tempo otterran-
no risultati. Vedo comunque con favo-
re questo processo perché permette-
#        =
sulla centralità del cliente.

Più in generale, so che avete un pro-


getto per diventare la banca retail
numero uno in Italia. Lungo quali
direttrici si svilupperà?
Quando siamo nati avevamo già que-
sto obiettivo. Siamo partiti con l’idea
di essere l’unica banca del cliente.
Oggi il nostro cliente retail può chiu-
dere i rapporti con altri istituti e fare
tutto con noi. Questo vuol dire che
Ennio e Massimo Doris, rispettivamente presidente e amministratore delegato di Banca Mediolanum
dovremo essere costantemente in
grado di offrirgli tutte le novità che
si presenteranno sul mercato. Inoltre di di euro, sostanzialmente in linea         / 
dovremo conquistare nuovi clienti, con il 2011. Qual è il segreto di que- altre zone del mondo la crisi si è senti-
attraverso i canali di comunicazione sto risultato? ta meno e questo ci ha aiutato.
ma anche tramite quelle che per noi Direi che è merito dei family banker Però i nostri investitori sono italiani
  j
  | * ma non solo. Anche della visione e e possono naturalmente risentire del
banker, e contemporaneamente svi- della strategia che ci contraddistin- contesto. Una crisi inizia perché c’è
luppare il canale online. gue. Da quando è stato possibile ab- una situazione di pericolo. La gente
biamo considerato il cittadino italiano si spaventa e non spende. Questo vuol
$ *+/*8   ;
   come cittadino del mondo. Da sem- dire che, almeno all’inizio della crisi,
tutto il risparmio gestito, ma non         - c’è più risparmio. Ma nel lungo termi-
per voi, che nell'anno avete regi- care il più possibile gli investimenti ne le cose si deteriorano. Per questo mi
strato una raccolta di 2,2 miliar- visto il peso ridotto dell’Italia all’in- 

     

A dicembre 2012 avete registrato un


record mensile di raccolta. Si è assi-
stito contestualmente a un saldo ne-
gativo per le polizze vita. E' un indi-
catore che lo scenario sta mutando?
Che gli italiani vogliono prodotti di-
versi? Quale vi aspettate possa esse-
re il trend per il 2013?
Sono da considerare due effetti. La
clientela vuole prodotti più trasparen-
ti e i fondi lo sono più delle polizze:
esistono da più tempo e sono meno
complessi. Sia il cliente sia il family
banker pertanto preferiscono il fondo.
In più da novembre 2009 è cambia-
ta la regolamentazione sulle index
linked e oggi fare delle index con le

         -
dotti interessanti o per chi emette, o
Uno scorcio della sede di Mediolanum a Milano 3 per chi compra. Noi abbiamo una re-

50
INCONTRI
gola per decidere se un’iniziativa o un
prodotto meritano di essere sviluppa- MASSIMO DORIS
ti. Ci chiediamo: è interessante per Vice Presidente di Mediolanum S.p.A.
Amministratore Delegato e Direttore Ge--
il cliente? E’ interessante per il fa- nerale di Banca Mediolanum S.p.A.
 * ‚ ‘]     -
te per la banca intesa come azienda? In Banca Mediolanum dal 1999 come pro-
Se c’è un ritorno positivo per tutte e   #   
Londra in qualità di Sales assistant in UBS,,
tre queste componenti allora viene
in Merrill Lynch e in Credit Suisse Financiall
data esecuzione al progetto. Product.
Con lo stop della vendita di nuove in- '   #;    ˜- -
dex sono venuti a mancare 800-900    ˜

milioni di euro. Oltre alle index arriva-  ;    
te a scadenza per altri 800-900 milioni. della rete di vendita.
E qui si comprende come sia impor- '< €#N‹ ˜
tante avere una gamma completa di manager di Banca Mediolanum, respon-
   
prodotti. Se per qualsiasi motivo, per   ~Π  -
tendenze di mercato, per regolamenta-  & & ^ 
zione o altre vicende, viene a cambiare e Inversiones che diventerà poi Banco
il contesto, la banca non ha problemi.     
ricoprendo l’incarico di amministratore dele- e-
In Borsa Mediolanum è stata prota- gato e direttore generale.
gonista di una delle migliori perfor- „”  N;-
nistratore delegato e direttore generale di
  
   *+/* Banca Mediolanum S.p.A.
della parte iniziale del 2013. Quan- „;#   - -
to ritiene sia merito delle attese per i lanum S.p.A.
vostri risultati e quanto del più com-
plessivo miglioramento dello scena-
rio (riduzione dello spread, ecc...)?
]J    
 - Cosa può anticiparci? Nel 2011 abbiamo avuto risultati
te ottenuto risultati straordinari, ma Posso solo dirle che sarà un anno ec- meno positivi per la Banca e quin-
una parte viene anche dallo scenario cezionale. Se vediamo i risultati dei 9 di uno scompenso sulla possibilità
e sicuramente, per quanto riguarda mesi siamo già al record assoluto in di distribuzione degli utili a livel-
Mediolanum, dal miglioramento dei termini di utile netto e a questo va ag- lo della quotata sul 2012.
bond italiani. Noi avevamo molti ti- giunto il risultato del quarto trimestre. Guardando al 2013 invece, Me-
toli italiani perché abbiamo sempre Quindi possiamo dire che sarà un anno diolanum Spa godrà dei benefici
pensato che un default dell’Italia fos- record, ma non posso dire altro. del buon andamento dell’attività
se irrealistico. Se consideriamo il de- della Banca nel 2012.
bito pubblico del Paese e lo sommia- Secondo quanto dichiarato in un’in-
mo al debito privato dei cittadini ci tervista dal presidente Ennio Doris, Avete obiettivi di espansione fuori
rendiamo conto che non siamo in una la quota di dividendi distribuiti nel 
  
situazione troppo diversa da quella di 2012 scenderà sotto il 50%, ai livel- Per ora no. Siamo concentrati a far
altri Paesi, inoltre l’Italia ha tante ri- li più bassi della storia del gruppo. crescere le due realtà in cui già ope-
sorse in più ad esempio di una Grecia, Che tipo di visibilità avete sotto que- riamo: Germania e Spagna.
con la quale il confronto non è propo- sto aspetto per il futuro?
 < 
 - E’ un fatto tecnico. Chi paga i divi- Qual è il messaggio che oggi l'azien-
  J 
#     dendi è la quotata, ossia Mediolanum da vuole dare ai suoi clienti? E qua-
tasso ridotto per comprare titoli italia- Spa. La quotata riceve a sua volta gli le quello che potrebbe essere rivolto
ni: una mossa che si è rivelata vantag- utili di Banca Mediolanum e que- alla sua rete?
giosa e che ci ha anche permesso di sti utili entrano nel bilancio dell’an- Ai clienti dico che Banca Mediola-
dare una grossa mano al Paese. no successivo. Nel 2011 l’utile netto num vuole essere sempre più il part-
della Banca è stato di circa 90 milio- ner di lungo corso che li accompagna
Presenterete i risultati del 2012 ni e il payout ratio della capogruppo e sostiene nelle tematiche che riguar-
il prossimo 21 marzo, e il con- (il rapporto tra dividendi e utili, ndr) dano il risparmio, gli investimenti la
senso degli analisti indica un pari al 120% (51% sull'utile netto ci- protezione, per creare insieme benes-
utile netto di 339 milioni di euro. vilistico di Mediolanum Spa). sere, comodità e una migliore qualità

51
INCONTRI
della vita. Ne sono prova anche le no-
stre azioni e gli stanziamenti a fondo
perduto, ultimi quelli per l’Emilia, a
favore di quei clienti che hanno subi-
to danni da imprevisti o da calamità.
Alla rete, ma anche a chi ha in men-
te di fare questo lavoro, invece de-
sidero spiegare che Banca Medio-
lanum permette di svolgere questa
professione con modalità che le al-
tre reti non possono offrire: quella
del family banker, che è anche so-
stanzialmente equivalente al diret-
    /       
non è uno dei canali ma è il canale,
è core, e ci sarà sempre perché non
        
già di credibilità presso la clientela. 
 J        -
Qual è il bilancio del reclutamen- Naturalmente il salto più grande è pas- ziario, facendo per un anno il family
to? State assistendo agli effetti del- sare dallo stipendio alla provvigione. banker. E questo è stato fondamentale,
    <- perché se non hai provato sulla pelle
ne degli ultimi anni? Quali obiettivi Mi permetta da ultimo una doman- a svolgere questo lavoro non puoi co-
avete nel medio termine da questo da su di lei e la sua esperienza. Muo- noscere le problematiche che si devo-
punto di vista? versi sui passi di una persona della no affrontare sul campo. So quindi di
Occorre a mio giudizio chiedersi in- levatura di suo padre immagino dia cosa tratto quando prendo decisioni.
nanzitutto perché abbiamo assistito    =  >   
  Un’altra esperienza fondamentale è
a questo trend. In primo luogo la cri- esempio a cui ispirarsi, ma anche la stata quella fatta come amministrato-
      consapevolezza di dover dimostrare re delegato di Banco Mediolanum in
questo lavoro. Secondariamente, co- di più rispetto a chi entra in azienda Spagna, stesso modello ma dimensio-
loro che erano meno esperti non ce senza portare un cognome impor- ni più piccole. Quando sono tornato
l’hanno fatta. Nonostante ciò, in que- in Italia e ho preso l’attuale posizio-
sti anni siamo riusciti a fare una rac- ne non ero preoccupato perché potevo
colta netta positiva. Ciò vuol dire che Per noi la rete non contare su quell’esperienza, ma anche
chi è rimasto ha lavorato meglio e è uno dei canali perché non ero da solo, potevo conta-
       re su di un team consolidato.
ma è il canale,
del cliente è salito molto. Provenendo da questo percorso, pri-
_   Z~YZ  \Y‰  * è core, e ci sarà ma del 2008 non ho mai lavorato
banker. Nel 2013 puntiamo a cresce- sempre perchè direttamente con mio padre. Natu-
re nuovamente. non abbiamo ralmente all’inizio mi sentivo sotto
intenzione di osservazione, ma è stato così solo per
Gli ex bancari in uscita dalle banche 
   un breve periodo. I confronti sono
possono rappresentare un bacino inevitabili, ma mi sono liberato di
d'interesse per la vostra rete? L'at- questo aspetto già da anni. Quello di
tività di un bancario è piuttosto di- cui ritengo di dovermi occupare è di
versa da quella richiesta a un family tante. Nel suo caso mi sembra che la essere all’altezza del mio compito.
banker. Ritiene che i due mondi pos- sintesi dei due fattori le abbia con- Mio padre ha un carisma superiore al
sano comunque incontrarsi? sentito di assumere il suo ruolo con mio, così come una diversa sensibilità
Abbiamo accolto persone prove- indipendenza e un taglio personale. commerciale, ma io ho una conoscen-
          Come ci è riuscito? za dell’azienda più approfondita della
che arrivavano da altri settori, guar- Essergli stato vicino mi ha consenti- sua. La cosa che gli piace di più è il
dando alle capacità del candidato e to di acqusire il know how e di capire contatto con la rete e il mantenimento
alle sue relazioni personali. come funziona questo business. Ma io dei rapporti istituzionali. Io invece mi
L’ex bancario è il tipo di persona che non sono entrato in Mediolanum dalla occupo di più del day by day in azien-
ha più successo come family banker, porta del cda. Sono entrato a lavorare da. Trovarci in sintonia, con ruoli ben
perché conosce bene il mestiere e gode da impiegato ma anche, dopo aver so-   
 F

52
ATTUALITÀ

Dalla City... DI MASSIMILIANO VOLPE


MERCATI
Enel, occhi puntati sul piano
industriale del 12 marzo
ƒ   
 !  # 
UBI BANCA   
      
   
Il private e il corporate banking insieme  # ˆ‰
 # 
     
*  #            
    &N & 
 #  <  
#   * # &˜  ?   &˜   Gestioni patrimoniali, la
          # - preferenza ai titoli di Stato
        @  
#    &N &  * # ] ?   - @   
\    Luca Monti ˆ ‰
      ¨  
  † ˜     ~     N  #“  “>~
;# ˆ “”
 ‰K ; &
     
FORUM CONSULENZA FINANZIARIA  † 
Il 20 marzo la 3° edizione dell'evento Ascosim  ¬Œ <  
<  & 
¬  #  €­   ^    <N #  
               #
@   ¡             
      Massimo Scolari ˆ ‰
K¡#                Nuove regole per le
*    &  N "   agenzie di rating in Europa
    #        
N*  
 ##
  N*    ;   
 #    ! 
        ‹‹‹  
  
  
  
   
FORMAZIONE SPECIALISTICA #      #  
*  K#  #
A febbraio nuovi corsi Assiom Forex
   
? 
   ? @ - 
   * <
^ $K¡    ¡   !      * 
  ƒ @ ˆ‰ #  ;       #
~† š?     š@ - <   
  š?   N    <  
 #{ šN~   #  N      
#š?  #    |    
   <  
   
šN         
¡@ ^ $#^>
Al via master su consulenza

!    
N    ? Œ
Crescono gli stipendi a Goldman Sachs ˆ ‰#    
K¡      -  ˜  ;   “ -  N  
      Goldman Sachs ai    €  ’    Œ  # € 
         <      „ #  ˆ##<# 
 
 ˜ ’   -         #-   #    ‰  
#             
          
   ¡   –   '¡-  ¡ K\&˜         
      
         *  
  ƒ 
      # € -  ‹‹‹  Œ N  
         < -   |†’  <-  #     
                      #˜   
K        €          

53
FONDI & C
STILI DI GESTIONE

Rischio sotto controllo


con i fondi comuni
Come funzionano e dove
investono i principali
prodotti a rischio
controllato a disposizione
degli investitori italiani

DI MASSIMILIANO VOLPE

I
l rischio è uno degli elementi
= 
 
   -
     •   
contro        
  
    #   -
     -
     = 
    
    
    ‚  * -
 ¦
    
    J  -
      -
@      
       

    

    -
    

    -

  
  
    -  
 -  $˜›
]   ‚
   Š J-     - ‚ * $˜›
“ -
    -      ©‰ƒ£~¥   ‚ *¦
  
                  
  -
      Z~ƒZ‰¥         
J-
      
  
MATTHIAS GAUMANN
   
- Come funzionano #    -
head of business development
 / 
 - di Lombard Odier j¦
    }
  
ƒ 
      
          -
composto per il 60%   $˜›
_ Π
-
   \~¥  -   
ƒ|        -
  ¤~¥   - Matthias Gäumann    
-    = 
   
          ness development solutions group di     † †     |
  “   ‚ *  $  ˜   /   ` - •    
 J -
 # 
  
 -  j}
    /  /   

                  ^   ƒŒ‚_   ›
  

54
FONDI & C
ASSET ALLOCATION TRADIZIONALE
Distribuzione degli asset Contributo al rischio
10%
La distribuzione degli asset
40% determina il rischio
60%
90%
obbligazioni azioni

ASSET ALLOCATION CON IL MODELLO RISK PARITY APPROACH


Distribuzione dei rischi Distribuzione degli asset

La distribuzione dei rischi 20%


33% 33%
determina l’asset allocation
60% 20%
33%
obbligazioni azioni materie prime
p
Fonte: Invesco

    J      j¦


 
       -          ‚ -
        *ƒ 
} 
 {   
/                       -
                 

         -           -
         - ‚ 
< 
  
  
        
         
           Œ  ©
     - }  _  
    /  - `  /
  

 
    -  =      
me consente di gestire 

     -
    J -  Π >  
      - _   } 

          stione del rischio per- <
    -
     }-        
   
  } Scott Wolle -     -    @

-
       J/     J-  
    -
        j
   ‚ |    
    
     
|< 
  -
SCOTT WOLLE
         - La composizione dei 
 / š 
Cio global asset allocation
          - portafogli team di Invesco     

  
 
    Peter Schlagbauer   

 
-
     -  *      #   
  
     
ƒ    Œ-     / 

   
 -
    
        “  `     -   
   
    | >ª
  -   
      - 
      
              ‚ *     ]•›¨]•“ 
    -
$˜
ƒ_ Œ j -              
    
 ‚ *    -      
 - >ª
         -

55
FONDI & C
  $-    
 =
  ˜          
  ‚  
 
       }
    
‚  *    <-     •ƒ   
 ]   /  
          -
   -    Z‰¥   -
“ ^  —    «£~     
•† 
 - Y~¥   Z~~~  
  ~¥  ~¥ ‰‰¥ „    
    J   #   
` ]   ` ‚   
 -
/ 
  / - }
    -
JACOPO CECCATELLI PETER SCHLAGBAUER
  ` •
 
  
  -
amministratore delegato gestore multi asset strategies
`•    - JC&Associati Sim di Raiffeisen Capital   Z~~~  
      -       -
  
    -           -
  
     | $  †     # j¦
  

  
             -
L’asset allocation per il 2013 
’ — >    
  
} 
    
   $J    J     
       -
J   Π ]
Π    -  
     – 
             
  
J  - J    -
 
Z‰¥     -           -  # 
   | “ 
   YZ¥    
 J
         
 
  
  ¥            Œ           -   J      
Z‰¥      -    
 †
 

   

      “  >   -   #”}  Š

   Y~~¥@ 
-  †_   - $      
      <   -      
        
 
  /  š     j   †™   -         
            
J_
-          |
     
     •     J  - „
       ‚ -
      
     *        
•    -    <  ^             -
         -   
    
  
     
}
 
  - 
            
 
J     I limiti di questo approccio }


“ 
 
 - < Jacopo Ceccatelli  -         

   -     ‡“ˆ_ }   
     
 -
  
       - 

     -  
     F

UNA SELEZIONE DEI FONDI RISK PARITY


NOME FONDO CODICE ISIN NOME SOCIETÀ EMITTENTE PERF. PERF. PERF. DATA DI
6 MESI 1 ANNO 3 ANNI LANCIO

LO Funds - Em.Eq.Risk Parity (EUR) P A LU0293444930 Lombard Odier Funds 8,48% 19,58% 5,01% 18/10/2007
LO Funds - All Roads (EUR) P A LU0718509606 Lombard Odier Funds 5,46% -- -- 25/01/2012
Raiffeisen 337-Strat Alloc Master I R VT AT0000A0LHU0 Raiffeisen Kapitalanlage 4,95% 9,09% -- 03/02/2011
Invesco Balanced-Risk Alloc A Acc LU0432616737 Invesco Global A.M. 4,85% 7,13% 10,66% 01/09/2009
Raiffeisen-GlobalAll-StrategiesPlus R VT AT0000A0SE25 Raiffeisen Kapitalanlage 2,81% -- -- 16/01/2012
LO Funds - Commo. Risk Parity (EUR) P A LU0640921622 Lombard Odier Funds 2,29% -3,38% -- 06/07/2011
Morningstar Direct - dati aggiornati al 31 dicembre 2012
Morningstar non ha una categoria di fondi risk parity. La selezione qui sopra è stilata sulla base dei fondi richiesti da F - La Finanza Personale.

56
IL PORTAFOGLIO
A CURA DI

IL PORTAFOGLIO “OBIETTIVO
Mantenere le promesse è importante. J =J  =  
E la nostra è quella di seguire e curare debito sul continente europeo. Questi
i portafogli legati ai “conti mentali” pro- fattori pesano sulla crescita economica,
posti per i lettori di F: innanzitutto moni- che langue in larga parte del globo.
torandone il rischio, la liquidità e la per- "#  Œ      ‘
      #   
  ma forse non quanto lo era quello di un
     #    #   anno fa, esistono buone opportunità per
la composizione all’occorrenza.  #  J = ;  -
¢ #<;      #
{# ¨    ;     Infatti, da un lato è possibile reperire ob-
una successione abbastanza regolare di bligazioni con tassi cedolari interessan-
Š     ti, dall’altro il mercato azionario offre an-
integrare un reddito, ad esempio pensioni-  #\#   
 #
    - alcuni mercati, come quelli europei.
teressa una pluralità di risparmiatori.  #    ;
E’ un portafoglio con orizzonte tempora- comportato il portafoglio nei circa set-
le di una decina d’anni e rischio piuttosto     # ˆ;    -
 # -  ‰  #   
le a scadenza. La tolleranza nei confronti in termini di rischio atteso.
 
  #  - ?  œ      
 -
 #  ; 
  <# 
In collaborazione    ;<’#| ## 
  

d’altronde, “No risk, no reward”, il che è ˆ# $„ ‹„‹
con gli esperti coerente con il focus sul reddito da cedole     # -
#’
   sai contenuti indicati nella scheda), con
di AdviseOnly, Lo scenario di riferimento resta domi-      ˆJ -
società nato, in termini di fattori di rischio, dai  =       ‰   
grandi temi: il problema della gestione ~Π  #
indipendente di   @    #    # 

consulenza online, IL PORTAFOGLIO


F propone un COMPONENTE ISIN TITOLI PESO%
Core ^¨”~” K\$ !! @ ‹
ƒ#& 15,0%
portafoglio- Core N!&“¯“> N
  & ‡"   \&¤€ 11,92%
Core N!&€^”¨€~ N
  & ! ?  & ”“
obiettivo, pensato Core N!&“–¯±±†“ N
  & ! "   \& †
Core N"“>~†>€ & ¤~ ~“
e costruito per Core N"“†“†> &¤~ ¤ ~>”
Core N"“>†€ ? ¤!~@ ”!  †} ~€>
Core N!&† ¯~&†  ]*!  ˜ „#! 5,0%
rispondere a Core N!&† ¯~„“  ]* „#@    ! >
Core N!&~–±”>  ]*! „#@    ! †
una particolare Core N!&“¯“"”” N
  „²@ «*  €~
Satellite ?Y~†> '#  “
esigenza di Satellite ~”€~>  „¡ “
Satellite ~”€€ ~~  ˜]?\ “
investimento Satellite “~”“ Intel >>
Satellite ^¨>>> # 1,19%
e di vita di un Satellite 'K€~~ # 1,11%
100,00%
investitore privato |@# {\

58
PER... FONDI & C

RENDITA” FA IL TAGLIANDO
Legenda:
RISCHIO E PERFORMANCE „         {N?¨„   
Metriche di rischio: "
 ¨  @# {\K   
     ˆ$¤‰
Il valore del portafoglio può oscillare e in condizioni     
   
ˆ* ^ &  ‰‚  -
       re sempre tenere a mente che si tratta di stime statistiche, che possono essere soggetta ad errore.
Portafoglio liquido: * ¤€€
È costituito principalmente da strumenti facilmente nego- Indice Composito di Rischio ¤ 
 #    
     

       
    #      
’   K #ˆ  
‰
 ˆ 
 ‰
Indice Composito di Performance¤ #       -
RISCHIO PERFORMANCE  #  K³  # ˆ   #     ‰
0 100   ¤€> ˆ     ‰
7 1 settimana -0,25% Indice composito di Liquidità ¤     
Œ  ;³#   Œ -
  > #       Š ˆ# 
 Œ #‰
€  †”      K³  # ˆ  Œ ‰ˆ Œ ‰
†  “” Var 1% -;   
 
   
 #    
INDICE COMPOSITO      
DI PERMORMANCE „## ~> Volatilità +       ¬   
-100 100 su base annua.
RISCHIO Max DrawnDown ¤!           -
12  # 
#  œ   !<     
¨ ¤>” Ulcer Index - indice di rischio atteso che si calcola su un orizzonte temporale di un mese. Questo indice coglie
  €>      
   #   
LIQUIDITÀ $„ ‹„‹ ¤€ Omega Ratio - indicatore di rischio calcolato su un orizzonte temporale di un mese. E’ calcolato come rapporto
0 100    € tra la probabilità di ottenere rendimenti superiori a 0% e la probabilità di ottenere rendimenti inferiori a 0% di
88 Omega 2,9922 # N ##      
  ; 
quella di perdita.

ANDAMENTO PORTAFOGLIO DOVE RISCHI DI PIÙ


110
Valore (NAV)

SPDR S&P US DIVIDEND ARISTOCRATS ETF 25,02%


105 ISHARES BARCLAYS $ TREASURY BD 1-3 (TE) 24,03%
SPDR S&P EURO DIV ARISTOCRATS ETF 18,91%
SPDR S&P EMERGING MARKETS DIVIDEND ETF 17,18%
100 ISHARES BARCLAYS EURO TRSY BD (IE) 14,85%
Mag ‘12 Ago ‘12 Ott ‘12 Gen ‘13

 ## <#  di quella obbligazionaria, mantenendo che essenziali del portafoglio: rischio,
    #     -  œ  J = - #   Œ  {##
 #  -  
*’   | i lettori di F potranno monitorare gior-
dizioni di mercato e dello scenario i) incrementiamo il peso sugli ETF nalmente l’andamento del portafoglio
   
#  - e dei suoi costituenti in termini di ri-
‰ N  #   - #     - schio e performance, in quanto Obiet-
porto tra la parte “Core” del portafo- #@! !  ˜ ‚ # ¨ ;    
glio, cioè il nocciolo duro della strategia ‰   #!"^ ‹‹‹# \ 
<#      J= # #    @ « A lato la rappresentazione del portafo-

     - Pacifico, dagli ottimi fondamentali in glio in termini di asset allocation e la sua
   < - Œ  ‚ struttura analitica in termini di strumenti
nomia del portafoglio. iii) riduciamo l’esposizione obbliga-  ˆ   
‰ ƒ  ###-    ’ #ˆ*- che non sono oggetto di ribilanciamento
 J? = Š #- esi Euro AAA, USA).  J=
—# 
#  
     K
  
- mercato hanno alterato il peso percen-
Quindi proponiamo un aumento del- sto impatto in termini di costi di negozia-     
 #  -
la componente azionaria, a discapito  #     -  # Œ ‰F

59
ATTUALITÀ

Storie del Mese A CURA DI LORENZO RAFFO

Per i francesi investire in Mifid seconda serie ai


azioni è proprio “out”. Al blocchi di partenza: piace
loro posto polizze vita ad alcuni, ma delude altri
Una ricerca effettuata dalla società IODS sul com- I mugugni per ora sono sussurrati, ma talune novi-
  
!         tà introdotte dalla seconda proposta di revisione del-
mette in luce una serie di cambiamenti in atto. I più la normativa europea per la tutela degli investitori
clamorosi riguardano inaspettatamente la Francia. sollevano non poche critiche da parte dei consulenti.

Era inevitabile: l’annuncio dei passi avanti compiuti per la


  #         
fase di approvazione da parte dell’Unione Europea e che
potrebbe essere applicata nel corso dell’anno, non è pia-
@

— 
per il settore. Ma il boccone amaro dovrà essere inevita-
bilmente deglutito. Cosa prevede? I responsabili dei porta-
fogli saranno obbligati a fornire ai propri clienti tutti i detta-
gli di eventuali commissioni per l’attività svolta, così come
i particolari relativi al riconoscimento di incentivi accredi-
      ˆ  -
pio fondi, Etf e quant’altro). Per i consulenti indipendenti
scatteranno poi dei doveri aggiuntivi, consistenti nell’offri-
      -
ti, con riferimento sia alla tipologia sia al fornitore. Inoltre

A
cquistare direttamente azioni e bond? Ai francesi quando venga dichiarato che la consulenza è appunto in-
non piace più, al punto tale che l’incidenza delle dipendente, sarà vietato ricevere retroazioni commissio-
due voci, sul valore totale dei portafogli, scende al                 „
2% (esclusi i titoli di Stato nazionali). I motivi di questa in-    #   ’        
versione di tendenza, rispetto a soli dieci anni fa, dipen-   KJ $ =
dono da vari fattori, il primo dei quali è la crisi dei merca- cioè la garanzia delle migliori condizioni di esecuzione di
    Œ”¤"   #   N  -
tradizionalisti nelle loro scelte, i francesi erano esposti so- sti dei limiti all’ “high frequency trading”, cioè all’operatività
prattutto su titoli bancari, automobilistici e delle “utilities”,  # < Œ  
quelli più bastonati dal crollo delle quotazioni. Così pro-
prio quando alcune società transalpine hanno registra-
to rimbalzi impressionanti (per esempio il comparto del
lusso) l’occasione è andata persa ed è stata sfruttata so-
prattutto dagli investitori stranieri. In netto calo anche la
presenza di fondi comuni, scesi al 7% del valore comples-
sivo dei portafogli, mentre le classiche polizze vita sono
divenute preponderanti, con un’incidenza ormai quasi del
“ N   ˆ$    ‰ 
 ; €~#  -
†  #     

<Š;    <†
 #    <<„
  ; œ  <'  ‘
bravi i nostri cugini d’oltralpe!

60
SPAZIO PROMOTORI

OBIETTIVI PER IL NUOVO ANNO

Reti e promotori scaldano


i motori per il 2013
L
e principali reti di promo- Consulenza, tecnologia che ha misurato l’umore dei promo-
tori finanziari stanno affi- tori iscritti all’associazione circa l’e-
lando le armi per continua- e incentivi per la nuova voluzione del rapporto con la propria
re a crescere sulla scia di raccolta: sono questi mandante e la clientela. “E’ prosegui-
quanto successo negli ultimi dodici to negli ultimi mesi l’interesse per i
mesi. Il buono stato di salute di que-
gli elementi predominanti promotori finanziari - precisa Mauri-
sto settore emerge dalle convention nel 2013 per i promotori zio Bufi, presidente dell’Anasf - con-
di inizio anno tenute dalle principa- finanziari siderati gli ottimi risultati di raccolta
li reti e dal sondaggio Trends condot- e di assistenza alla clientela; interes-
to dall’Anasf (illustrato più avanti) DI MASSIMILIANO VOLPE se che anche il mondo bancario sem-

61
SPAZIO PROMOTORI
brerebbe manifestare per la nostra sabili delle principali reti qua- sapere che il rapporto con la rete
professione, dopo averla a lungo li iniziative hanno in cantiere per è in fase di miglioramento dopo
sottovalutata”. “Anche le attese migliorare questa tendenza nei le numerose integrazioni avve-
per il 2013 sono positive – prose- prossimi mesi. nute fino al 2010 che hanno evi-
gue Bufi – visto che ci sono nu- Secondo Paolo Martini, respon- denziato delle difficoltà sul fronte
merosi aspetti che consentono di sabile marketing e wealth mana- delle operation. “Per favorire i no-
guardare al nuovo anno con fidu- gement di Azimut, gli aspetti più stri promotori, nel 2012 abbiamo
cia. Il primo si riferisce alla valo- critici del mercato risiedono mol- portato avanti il progetto paper-
rizzazione del ruolo del promo- to spesso nello scar- less grazie alla piat-
tore reso più attrattivo rispetto al so senso di apparte- taforma Paschi Face
passato. In questo percorso spic- nenza dei promotori – precisa Massimo
ca anche il contribuito della cam- alla rete e nel fatto Giacomelli, respon-
pagna di sensibilizzazione voluta che oggi esistano dei sabile del servizio
dell’Anasf attraverso una comuni- modelli molto si- di promozione fi-
cazione sui principali media volta mili. “Noi ci distin- nanziaria del Mon-
a illustrare il ruolo e l’immagine guiamo per avere un te dei Paschi - con
del promotore. Inoltre – prosegue modello basato su in- il risultato finale di
Bufi - si sta evolvendo il ruolo del dipendenza, partner- liberare tempo da
promotore come consulente finan- ship, imprenditoria- dedicare al cliente.
ziario a 360 gradi per le esigen- lità – precisa Martini E per tutto il 2013
ze di pianificazione patrimoniale - con una forte fide- sono stati pianifica-
della famiglia”. Nonostante que- lizzazione e un bas- MASSIMO GIACOMELLI ti nuovi rilasci del-
responsabile servizio promozione
ste premesse Bufi riconosce però so tasso di turn-over. la piattaforma come
 & *

che sono necessarie delle iniziati- I nostri piani di azio- la home page mana-
ve per sostenere la categoria e fa- nariato prevedono ger, il monitoraggio
vore il ricambio generazionale vi- che buona parte delle stock op- per i manager e la pianificazione
sto che attualmente solo il 3% dei tion possa essere esercitata solo commerciale”. In controtenden-
promotori hanno meno di 30 anni. al compimento dei 65 anni e que- za rispetto al sondaggio c’è Banca
Una delle proposte dell’Anasf è sto contribuisce a dare solidità al Generali che, per bocca del diret-
quella di reintrodurre la figura del gruppo e a ridurre il turn over”. tore commerciale Marco Bernar-
praticantato o preve- Per Massimo Mar- di, ricorda come una recente in-
dere qualche forma coni, responsabi- dagine Eurisko condotta tra le
di tirocinio per con- le marketing e for- reti posiziona l’istituto ai verti-
sentire ai neofiti di mazione promotori ci per fidelizzazione e per livello
iniziare l’attività an- finanziari Credem, di soddisfazione. “Al di là delle
che con un portafo- una rete di promoto- analisi teoriche, sono però le ri-
glio di dimensioni ri è come una squa- sposte concrete che riceviamo dai
modeste. dra di calcio ma con molti professionisti interessati
molti componenti alle proposte della nostra struttu-
Rapporto in più. “Crediamo ra a confermare la crescente affe-
promotore- che la gestione dei zione” prosegue Bernardi. “Mol-
mandante rapporti interperso- ti consulenti di elevato standing
Il rapporto tra pro- nali – precisa Mar- hanno scelto la nostra struttura in
MAURIZIO BUFI
motore finanziario e coni - sia un fatto- virtù non solo della sua versatili-
presidente Anasf
mandante è stabile re indispensabile e tà e qualità ma anche di una forte
per il 67% dei con- per questo abbia- attenzione allo sviluppo del
sulenti intervistati mo messo al cen- professionista”.
mentre nel 25% dei casi si è ad- tro della nostra organizzazione il Improntata alla fiducia anche Fi-
dirittura consolidato. È quanto ri- ruolo del manager. Per il promo- nanza & Futuro. Secondo Mas-
levato dal sondaggio Real Trend tore questa figura in Credem è il simo Peltretti, direttore com-
condotto dall’Anasf e relativo responsabile del coaching e del merciale della rete milanese, “la
all’anno appena terminato. Anche problem solving nonché l’anten- nostra struttura sta continuando a
alla luce degli aspetti più critici na della direzione per captare le crescere sotto il profilo dimensio-
tra mandante e lo stesso promo- cose che non vanno e da miglio- nale. Disponiamo oggi di una rete
tore, abbiamo chiesto ai respon- rare”. Dal Monte dei Paschi fanno storica molto forte e resiliente e di

62
SPAZIO PROMOTORI

COME È CAMBIATO NELL'ULTIMO ANNO

Il rapporto
68% 30% 2%
Si è consolidato, anche grazie È rimasto stabile Si è indebolito, a causa
con la tua ai più frequenti contatti avuti di una perdita di fiducia
e alla maggiore assistenza generalizzata rispetto
clientela richiesti dalla crisi finanziaria al mondo finanziario

Il rapporto 67% 8% 25%


Si è consolidato, anche È rimasto stabile Si è indebolito, perché
con la tua grazie al supporto ricevuto non mi sono sentito
mandante per affrontare la crisi,
la questione Oam, ecc.
supportato
sufficientemente

Il tuo impegno
60% 37% 3%
Si è intensificato anche per È rimasto invariato È diminuito, a causa
nella formazione poter affrontare l’ormai della mancanza
consolidata e generalizzata di tempo impiegato
crisi di fiducia dei risparmiatori a presidiare i clienti

K         Œ  ¨"    #¡ N -
¨"    ¡  #  <@       †   
N ¡@  

una rete nuova estremamente agi- cerca – precisa Marconi – perché nerali. “Nonostante la volatili-
le e dinamica. Possiamo conta- il Credem sostiene da sempre che tà di mercato, nel corso del 2012
re su un modello di business e di il servizio offerto da un promoto- siamo stati in grado di rispondere
advisory evoluto e molto virtuo- re sia di livello superiore e pertan- alle crescenti esigenze della clien-
so visto che viviamo di pura di- to apprezzato dai clienti. In perio- tela - precisa Bernardi che sotto-
stribuzione in rigoroso regime di di di mercati difficili è necessario linea anche “come i 1,6 miliardi
architettura aperta. In questo qua- poter contare sulla di nuovi flussi rac-
dro, sono due le cose sulla quali presenza e disponi- colti nell'arco dei
occorre energicamente continuare bilità di un promo- 12 mesi, e di nuo-
ad investire e migliorare: la quali- tore che si prenda a vi clienti, accorsi
tà dell'offerta e il livello di eccel- cuore la situazione ad un ritmo di circa
lenza operativa”. di portafoglio e sia 1.000 nuovi inter-
in grado di condivi- locutori al mese, ne
Rapporto promotore-clientela dere, con i giusti toni sono la conferma”.
L’Anasf ha misurato anche il rap- e tempi, gli scenari “I crescenti servizi
porto tra promotore finanziario e le azioni da intra- studiati per i nostri
e clientela. Dal sondaggio Real prendere. La nostra clienti, dai crediti
Trend relativo all’anno appena proposta chiave per all'advisory su mi-
terminato emerge che questo rap- il 2013 è la consu- MARCO BERNARDI sura del portafoglio
porto è migliorato per il 68% de- lenza personalizzata      passando per le ne-
gli intervistati. Abbiamo chiesto che il nostro servizio & ƒ  cessità previdenzia-
ai responsabili delle reti se que- di advisory unit met- li o di deposito della
sto miglioramento è legato anche te a disposizione dei liquidità - prosegue
a qualche supporto da parte loro e promotori per la finalizzazione su Bernardi - hanno contribuito a
quali sono le iniziative in questo misura dei singoli clienti”. cementare il rapporto con il pro-
senso per il 2013. Il servizio di advisory è uno dei fessionista che è riconosciuto per
“Non ci stupisce l’esito della ri- punti di forza anche di Banca Ge- l'importanza nella costruzione di

63
SPAZIO PROMOTORI
una corretta pianificazione finan-
ziaria. Per l'anno in corso abbia-
mo delineato una serie di inizia-
Le principali reti attive sul territorio
tive che vanno incontro ai nostri K  

       
clienti sia sul fronte della consu-      # #      @  
lenza fiscale, dati dai cambiamen- N    
   ; €
ti normativi, sia negli investimen-   ˆ  †  ‰@#   -
ti in infrastrutture che saranno in   @  
 ~  „Œ-
grado di favorire un livello di in- †“          
terazione e di analisi senza eguali  ~†“       
nel settore”.
Secondo Massimo Peltretti di Fi-
nanza & Futuro “lo scorso anno I PROFESSIONISTI DELLE PRINCIPALI RETI
i nostri consulenti si sono mossi
STRUTTURA PROMOTORI ATTIVI
con una maggiore proattività, in-
tensificando l'attività di client e Banca Fideuram - San Paolo Invest 4.940
portfolio review. Tutto questo ha
Mediolanum 4.297
impattato positivamente sul livel-
lo di soddisfazione della nostra Fineco 2.384
clientela. Nel 2013 continueremo
Allianz Bank 1.841
quindi sulla via percorsa negli ul-
timi tre anni: supportare attiva- Finanza & Futuro 1.528
mente, con tutte le competenze del Banca Generali 1.450
gruppo Deutsche Bank e dei nostri
oltre 20 partner, l'attività dei nostri Azimut 1.405
consulenti e le decisioni di investi- Monte Dei Paschi 781
mento dei clienti”.
Il Monte dei Paschi punta molto UBI Banca 721
su tecnologia e gestioni patrimo-
Credito Emiliano 467
niali. “Il progetto PaschiFace, in-
tegrato dalla funzionalità web col- Fonte: Assoreti, dati comunicati il 27/12/2012
laboration – precisa Giacomelli
- è la prova delle azioni che stia-
mo ponendo in essere per miglio- moniali con preventivo assenso tensa attività di marketing grazie
rare i processi: un nuovo modo di (Gpa premium) che consentono di anche all’organizzazione di qua-
lavorare che mira a risparmiare rispondere alle esigenze dei clien- si 400 eventi rivolti alla clientela
tempo sulle attività che non sono ti più sofisticati, restii a far con- su tutto il territorio italiano. “Per
legate alla relazione con il clien- fluire i propri risparmi in un por- gestire il rapporto con i clienti in
te. Inoltre, operiamo attraverso un tafoglio che prevede la cosiddetta modo più completo e veloce ab-
modello di offerta ad delega pura. Con le biamo rafforzato - chiarisce Mar-
architettura aperta, Gpa i clienti parte- tini - i servizi disponibili sulla in-
indipendente e alli- cipano attivamen- trapad, la nostra piattaforma di
neato ai dettami Mi- te al processo di comunicazione su iPad riservata
fid, che si basa sugli investimento e ven- ai promotori. Abbiamo prosegui-
accordi commercia- gono coinvolti dal to con decisione anche nell’inno-
li con le principali consulente proprio vazione di prodotti e servizi e a
case di investimen- con il preventivo fine 2012 abbiamo lanciato oltre
to. La nostra offerta assenso”. 25 nuove soluzioni”.
multibrand ha rag- Per Martini la stra-
giunto circa 30 part- da che seguirà Focus sulla formazione
ner. Uno strumento quest’anno Azimut L’Anasf ha rilevato anche un in-
estremamente inno- è la stessa intrapre- cremento del tempo dedicato dai
PAOLO MARTINI sa nel 2012 quando promotori alla formazione (60%
vativo sul mercato
   ˜‹

italiano sono le no- @


il promotore è sta- degli intervistati al sondaggio
stre gestioni patri- to aiutato con un’in- Real Trend) così abbiamo chiesto

64
SPAZIO PROMOTORI
alle reti se questo miglioramen- opportunità che derivano dal lavo- delle advisory skills dei consulen-
to è legato a qualche supporto da ro in gruppo”. ti. Secondo Peltretti “grazie anche
parte loro e quali iniziative sono Altre reti hanno puntato di più alle risorse del gruppo Deutsche
previste per il 2013. In un conte- sulle competenze finanziarie. “Al Bank, possiamo portare sui nostri
sto caratterizzato dal taglio dei co- Credem la formazione tecnica – clienti un approccio consulenzia-
sti, Il Monte dei Paschi ha confer- chiarisce Marconi - è prevalen- le supportato da un’offerta amplia
mato per il 2013 gli investimenti temente incentrata sul servizio di basata sulle nostre molte specia-
dello scorso anno nell’ambito del- consulenza personalizzata multi- lizzazioni. Nel 2013 avremo un
la formazione. “Annualmente de- brand. Per tutto l’anno incontria- particolare focus sulla consulenza
liberiamo un piano che delinea i mo la rete con i nostri specialisti previdenziale ma senza dimenti-
principali driver forma- care le aree di intervento
tivi – precisa Giacomel- collegate a temi della li-
li - quali le linee guida quidity, dei credits, della
di sviluppo strategico, protection e degli inve-
la crescita delle risorse, stimenti finanziari”.
le prescrizioni della nor- Bernardi ricorda poi che
mativa in vigore e che l'impegno nella forma-
definisce l’articolazione zione per Banca Gene-
dei percorsi di formazio- rali è sempre stato prio-
ne. Questi ultimi preve- ritario e gli sforzi in tale
dono, per il nostro per- direzione si esplicano in
sonal financial banker, seminari di natura fisca-
corsi di inserimento, di le, finanziaria e di ma-
MASSIMO MARCONI MASSIMO PELTRETTI
aggiornamento e di alli-    ˜     
nagement. “Nel corso
neamento che hanno l’o- formazione rete promotori Credem Finanza & Futuro degli ultimi mesi abbia-
biettivo di omogeneizza- mo potenziato la colla-
re le conoscenze di tutta borazione con primarie
la rete circa le novità operative e della advisory unit e con le te- università come la Ca' Foscari
di business e corsi di crescita che stimonianze delle case di inve- nell'avviamento di un innovativo
accolgono anche la formazione on stimento che vengono proposte corso di finanza comportamenta-
demand. Nel 2013 ci concentre- all’interno dei piani finanziari. In le e con la Liuc di Castellanza -
remo su formazione tematica per questi incontri ci si confronta sugli precisa Bernardi - che hanno ri-
i pf più professionalizzati come scenari di mercato e sulle strate- scosso grande interesse. A queste
il referral marketing e il personal gie di prodotto realizzate dai team si affiancano poi percorsi specia-
branding avanzati, e sulla forma- di investimento. I nostri promoto- listici all'estero per confrontar-
zione one-to-one per le strutture ri riescono così a cogliere quelle si con le dinamiche di settore in-
manageriali”. ternazionali. Per l'anno in corso
Anche il gruppo Azimut sta de- stiamo avvicinando le opportunità
dicando molta attenzione alla La formazione dalle piattaforme tecnologiche per
formazione in ambito commer- si conferma uno l'integrazione dei professionisti
ciale, con un ritorno ai fondamen- degli aspetti più con gli esperti di riferimento e sul
tali della professione. “Quest’an- importanti territorio”.
no giungeremo alla quinta tappa
per l'attività
di un percorso formativo inizia- Soddisfazione dei promotori
to qualche anno fa con un corso
del promotore Il tema della la soddisfazione dei
personalizzato pensato – precisa anche nel corso promotori finanziari è fondamen-
Martini - per combinare il modello del 2013 tale affinchè le reti possano af-
proprietario di tecniche di vendita frontare e raggiungere gli obiet-
con gli strumenti informatici che tivi prefissati. Abbiamo chiesto
Azimut ha predisposto per tutte le sfumature tra diverse opportuni- ai diretti responsabili che tipo di
sue reti. Un corso sarà dedicato in- tà di investimento che permettono attività è in programma nei pros-
vece al time management, quin- di realizzare portafogli veramente simi mesi. “La soddisfazione dei
di alla pianificazione delle attivi- mirati sulle esigenze dei clienti”. nostri professionisti è alla base di
tà. Quest’anno inoltre lavoreremo Anche Finanza & Futuro nel 2012 tutte le azioni e strategie della rete
molto sul concetto di team e sulle ha investito molto sullo sviluppo Mps – precisa Giacomelli - tanto

65
SPAZIO PROMOTORI
che ad esempio, rivisitando il no- luppo del portafoglio clienti dei marketing territoriale e gli eventi.
stro sistema incentivante per per- consulenti. “Il tema chiave che af- Infine, con il progetto battezzato
mettere ad una fetta sempre più fronteremo nel 2013 – evidenzia Investment Lounge Room mette-
ampia della rete di prendervi par- Peltretti - è quello della crescita remo in collegamento, con esclu-
te. Inoltre arricchiremo con nuove con una particolare attenzione al sivi incontri ad-hoc, i clienti con i
implementazioni il progetto del miglioramento della client quality team di gestione del gruppo ope-
personal website. Il progetto vede e dell'asset quality dei consulenti. rativi nel mondo”.
la realizzazione per ogni perso- Tutte le nostre iniziative commer- Banca Generali rileva che la ver-
nal financial banker di un porta- ciali, di marketing e di formazione satilità dei prodotti e le novità di
le internet individuale che mette avranno nel mirino un solo obiet- soluzioni e servizi sono le carat-
in primo piano il profilo profes- tivo: la crescita profittevole dei teristiche che la distinguono nel
sionale del promotore, il suo pro- consulenti e di Finanza & Futuro settore e nella percezione dei pro-
getto di consulenza; il tutto inte- fessionisti. “Alle dinamiche di pro-
grato con il sito istituzionale della dotto – precisa Bernardi - si affian-
banca e con i principali social net- Le principali reti cano una serie di elementi che ne
work. L’iniziativa dei siti si inse- hanno varato accentuano la soddisfazione visti
risce nel processo di evoluzione nuovi programmi i vantaggi concreti nell’operativi-
delle modalità di comunicazione di incentivazione tà. E’ il caso dei forti investimen-
che stiamo perseguendo e ci pone per favorire la ti in tecnologia che consentiranno
tra i primi player del settore ad maggiore interazione con la clien-
raccolta e la
aver rilasciato un progetto di web tela. Stiamo sviluppando infatti,
marketing integrato”. ricerca di nuova per primi in Italia, la firma digi-
Anche dalla rete del Credem ricor- clientela tale da tablet con nuove opportu-
dano i progetti sul fronte incentivi. nità nell'analisi e simulazione dei
“Abbiamo diverse iniziative di in- portafogli, eliminando l'ingom-
centivazione – chiarisce Marconi nel suo complesso”. bro cartaceo. Data la forte do-
– tanto che proprio in questi giorni Coinvolta su più fronti anche Azi- manda abbiamo poi potenziato il
parte la campagna più raccolta per mut. Martini sottolinea che “sa- team di advisory per le proiezioni
tutti che premia con incentivi eco- ranno proposti diversi incentivi, su misura dei titoli della clientela.
nomici la crescita delle masse dei sia economici che di altro gene- Abbiamo avvicinato le esigenze
promotori. Ma oltre a questa ne re. Rafforzeremo il lavoro per territoriali con l'impegno diretto
abbiamo in realizzazione diverse progetti attraverso gruppi omoge- della banca in modo da garantire il
altre che vanno dal coinvolgimen- nei di promotori, potenziando gli miglior supporto nei singoli even-
to di iniziative formative a eventi strumenti tecnologici. Lanceremo ti. Infine va segnalato il tema della
speciali che vogliamo rimangano anche una nuova piattaforma di sicurezza, non solo per i risparmia-
riservati per non togliere l’effetto comunicazione digitale con nuovi tori, ma anche per il professionista
sorpresa”. contenuti editoriali per permette- e i propri familiari. Questi posso-
Anche Finanza & Futuro ha in re a ciascun professionista di ar- no infatti beneficiare di una serie
programma molte iniziative com- ricchire i propri profili sui social di piani di protezione sanitari e
merciali e di incentivazione vol- network e approcciare in modo previdenziali”. F
te a potenziare la capacità di svi- creativo ed efficace le attività di

]   
  >   ^ 
^   <#     <  ^
^
   „  <  - œK ?& 
 -

 -
  @lessandro        
 
Foti        
<#   K 

Mauro Albaneseˆ‰Roberto ^ #€”“   
Bertocchi
#    #       
      K   
^ N?


    -
    †
† Mauro Albanese
Direttore
  ^]^ & 
       commerciale Fineco

66
NUOVI PRODOTTI

Fondi & Sicav DI MASSIMILIANO VOLPE


Da Pimco un nuovo
obbligazionario con cedola
Novità in casa Pimco. La società di
gestione Usa ha messo a disposizione
degli investitori italiani il fondo Pimco Gis
REDDITO FISSO Income, fondo obbligazionario globale
multisettoriale, che punta a generare un
Un nuovo obbligazionario flusso cedolare, attraverso un approccio
flessibile, a titoli obbligazionari di tutto il
emerging markets da Pictet mondo in grado di generare cedole ad ele-
vato valore. Il fondo fa parte della Global
Investor Series (Gis), la gamma di fondi

P
ictet Asset Management ha am-
Ucits di Pimco, registrata a Dublino, che,
pliato la gamma di prodotti de- al 31 dicembre 2012, comprendeva 45 sot-
dicati ai mercati obbligazionari tofondi con un patrimonio in gestione pari
dei Paesi emergenti con il nuo- a 139 miliardi di dollari. Il fondo può inve-
vo comparto Pictet Emerging Corpora- stire in un’ampia gamma di titoli del reddito
te Bonds della Sicav Pictet Luxembourg. fisso, tra cui titoli di Stato, obbligazioni
La strategia del nuovo fondo, disponibile indicizzate all’inflazione, mortgage-backed
per gli investitori italiani, prevede l’investi- securities (Mbs), commercial mortgage-
mento da parte dei gestori principalmente backed securities (Cmbs), obbligazioni
in obbligazioni societarie denominate in societarie, prestiti bancari e bond dei
Paesi emergenti.
dollari Usa con l’obiettivo di superare l’in-
 ±* ?& # 
del 2% annuo per un periodo di 3-5 anni.
Oddo amplia la gamma di
Gli esperti di Pictet Asset Manage- fondi con 4 nuovi prodotti
ment evidenziano che questo approc- La società di asset management che fa
capo al gruppo francese Oddo & Cie ha
cio permette di attenuare l’impatto diret-
ricevuto l’autorizzazione a distribuire sul
to della volatilità delle valute emergenti.
mercato italiano 4 nuovi fondi comuni. Si
Secondo quanto reso noto dalla società tratta di Oddo Avenir C, fondo azionario
di gestione svizzera, dal lancio avvenuto che investe in titoli di aziende francesi a
lo scorso mese di novembre, il fondo ha medio/bassa capitalizzazione, Oddo Euro-
ricevuto sottoscrizioni per oltre 600 milio- pean Banks A fondo azionario che investe
ni di dollari. Il prodotto è conforme alla di- nel settore bancario europee, Oddo
rettiva Ucits e l'importo minimo di sotto- Valeurs Rendement A (accumulazione)
scrizione è di 1.000 euro. D (distribuzione) fondo azionario ad alto
dividendo e Oddo Obligations Optimum
fondo obbligazionario a breve termine. Con
JP Morgan punta sui fondi a cedola questi 4 nuovi fondi salgono a 14 i prodotti
dell’offerta tricolore di Oddo.
JP Morgan Asset Management ha lanciato sul mercato italiano una nuova offerta di
  N   JPM Global Strategic Fund, il JPM Italy Flexi-
ble Bond Fund e il JPM Income Opportunity Fund saranno disponibili anche con A Rothschild la gestione
           valutaria di Fondoposte
 @ ±*N\^$&^  „$  - Il gruppo Rothschild si è aggiudicato il
irà ai risparmiatori una cedola annua di 3 euro per ogni quota posseduta La cedola mandato per la gestione della copertura
sarà distribuita su base trimestrale nei mesi di febbraio, maggio, agosto e novembre. del rischio di cambio per Fondoposte,
fondo pensione complementare per i
dipendenti di Poste Italiane. Il servizio
Da Rbs due obbligazioni a tasso variabile va oltre la semplice esecuzione delle
transazioni forex e include un pacchetto
Da pochi giorni Rbs ha quotato sul mercato Mot di Borsa Italiana 2 nuo- mirato ad aiutare e ad assistere il gestore
ve obbligazioni senior a tasso variabile con scadenza 19 dicembre 2015. nel processo di copertura valutaria in ogni
La prima (GB00B8TFH992) è denominata in euro e paga una cedola semestra- fase: dall’implementazione della struttu-
le pari all’1,05% più il tasso Euribor a 3 mesi. Per questa obbligazione l’investi- ra operativa al calcolo dell’esposizione,
mento minimo è pari a 1000 euro. La seconda obbligazione (XS0800521204) dall’esecuzione e controllo fino alla ge-
è espressa in dollari Usa e paga una cedola semestrale pari all’1,35% più il tas- stione dei flussi di cassa e all’analisi delle
performance.
so Libor a 3 mesi. In questo caso l’investimento minimo è pari a 2000 euro.

67
PORTAFOGLI ETF
PAGINE A CURA DI

IL PUNTO DEGLI SPECIALISTI


Il problema della
liquidità del mercato
degli ETF in Europa
Gli ETF hanno una storia piuttosto di volumi ha spinto molte case al
consolidata in Europa, il primo ETF delisting di diversi strumenti quotati
“europeo” è stato lanciato nel 2000 su Borsa Italiana.
dalla banca d’affari Merrill Lynch.
Nell’arco di 12 anni il successo di Altra frizione che limita la liquidità
questi strumenti ha portato ad un sono le negoziazioni OTC (over-
mercato che in Europa conta, nel the-counter), infatti la liquidità degli
primo trimestre del 2012, Assets ETF non manca, ma la maggioranza
Under Management (AUM) per circa degli scambi è condotta OTC, ovvero
250 miliardi di euro. con contratti “tailor-made” che non
MoneyFarm, Il mercato europeo degli ETF presenta vengono dichiarati. Per avere un’idea
tuttavia due problematiche che ne dei numeri, in Europa sono scambiati
società riducono la liquidità, uno relativo annualmente ETF per 2.96 miliardi
alle operazioni OTC e l’altro causato di dollari, ma solo il 30% di questi è
indipendente di
dalla frammentazione del mercato in negoziato regolarmente in Borsa. Dei
consulenza online tanti piccoli mercati nazionali che ha trade OTC, che costituiscono dunque
obbligato le case emittenti a quotare il 70% del totale, viene dichiarato
specializzata lo stesso strumento su più piazze solo il 16%. Il ridotto volume di trade
borsistiche, invece che su un’unica condotto in Borsa riduce la liquidità di
nella creazione
piazza che accentri tutte le negoziazioni molti strumenti, che già vedono i loro
di portafogli con l’effetto di aumentare la liquidità volumi ridursi a causa delle quotazioni
dello strumento. in Borse diverse.
d'investimento Ad oggi in Europa sono quotati 1711 Sia le case sia i regolatori, rendendosi
ETF (lo stesso ETF è spesso quotato    J
      
composti
su più piazze), dei quali 46 detengono iniziando a ponderare la creazione
esclusivamente AUM al di sopra del miliardo di euro. 
  
   ]•›
Solo 46 ETF detengono ben il 49% Europei, che elimini la quotazione
da ETF, degli assets; il rovescio della medaglia dello stesso ETF su più Borse, cosa
è che la restante metà ha bassi volumi che ad oggi genera di fatto tanti piccoli
ha creato per F
       
 mercati separati. MoneyFarm si
due portafogli di negativamente sulla liquidità. augura che l’iniziativa abbia successo,
Quindi nelle borse europee sono   
    
Exchange Traded presenti molti ETF dalla scarsa i risparmiatori italiani, che si
liquidità e che replicano caratteristiche troverebbero in unico grande mercato
Fund aggiornati
di altri ETF già quotati su altre continentale capace di convogliare
mensilmente borse. Per questo motivo, la scarsità tutte le negoziazioni di un singolo ETF.

68
ETF

PORTAFOGLI FEBBRAIO 2013


@\^   
!"^    
       
<      |           
 -
     ¡# #  N <# #    -
 ˆ  ‰   # '\^   
del ribilanciamento ed è per questo che oggi vi proponiamo gli stessi portafogli d'investimento dello scorso numero di F ma
       ˆŒ 
  
soprattutto la parte obbligazionaria). Il modo migliore per gestire il rischio di tasso d’interesse del mercato obbligazionario
è oggi posizionarsi sulla parte breve della curva dei tassi esponendosi in maniera limitata alla duration.

PORTAFOGLIO PRUDENTE
SOTTOSTANTE ETF DESCRIZIONE ESPOSIZIONE Portafoglio indicato per un
investitore con un basso
STOXX GLOBAL SELECT ETF azionario paesi sviluppati livello di sopportazione del
15,00%
DIVIDEND 100 ad alto dividendo rischio, che volesse costruire
un portafoglio che produca
MTS ITALY GOVERNAMENT ETF obbligazioni governative Italia con vita
7,50% Š     
1-3 YEARS residua compresa tra 1 e 3 anni
tendenzialmente certi.
MARKIT IBOXX EURO !"^     
10,00%
LIQUID CORPORATE emesse in Euro con rating minimo BBB- Portafoglio 85%
MARKIT IBOXX USD LIQUID ETF obbligazioni societarie emesse in USD  #  
17,50% su Paesi, emittenti (Società e
INVESTMENT GRADE TOP 30 con rating minimo BBB-
Stati) e valute (USD e EUR),
IBOXX SOVEREIGNS Etf obbligazioni governative dell’area euro
30,00% con esposizione alla parte
EUROZONE 1-3 TR con vita residua compresa tra 1 e 3 anni
breve della curva dei tassi.
IBOXX EURO Etf obbligazioni governative Componente azionaria di
20,00%
INFLATION-LINKED TR <  ¡Š qualità, 15%.

PORTAFOGLIO INTREPIDO
SOTTOSTANTE ETF DESCRIZIONE ESPOSIZIONE Per un investitore con un
orizzonte temporale di lungo
Etf azionario globale paesi sviluppati termine che non abbia
MSCI TRN WORLD INDEX 30,33%
società a più alta capitalizzazione imminente necessità della
MSCI EMERGING MARKETS somma investita e che voglia
ETF azionari paesi emergenti 14,34% vedere crescere i suoi risparmi
TRN INDEX
sopportando un rischio
EURO CORPORATE BOND ETF obbligazioni societarie emesse
17,58% d’investimento misurato.
INDEX in Euro con rating minimo BBB-
MARKIT IBOXX USD LIQUID ETF obbligazioni societarie emesse Portafoglio con una buona
14,98%
INVESTMENT GRADE TOP 30 in USD con rating minimo BBB- componente azionaria (45%),
componente obbligazionaria
GOLD !"?    7,38%
(47.50%) tra Europa e USA
MARKIT IBOXX EUR SOVEREIGNS Etf obbligazioni governative dell’area e un’esposizione contenuta
15,39% all’oro.
EUROZONE Y PLUS TR euro con vita residua 5 anni

69
ETF
in collaborazione con

STRUMENTI D'INVESTIMENTO

Lyxor apre al fisico, ma il


focus resta sulla performance
_   = 
 >  
    =     
 
all’efficienza delle performance che contraddistingue i propri fondi a replica sintetica
DI TITTA FERRARO    X   Z~YZ[

N
on è certo passata inos- Crescere attraverso l'innovazione
  
      P      
  -
scorso anno l’apertura    
 
 ]
-
     - X Z~YZ
  
  ]•›„
^ ‚$*+   ~¤   
 -
    *- [ J      
       
      
        -
“        -       
  
]•›   „ J 
  
    -
     J
      @¨'@„KKN'@  
J  
 -
   
  - 
!"^]$K\$   $*+  
 #
   
X†[     J      #
     


  ‚$*+    -     J   J]•›=  $  
   -
 
   J -      
    -     
 -
         -  
    J     #
        
  ]•›           |jŒ   
 - 
  ¦


               #        Z~Y{ 

 $      -
›      
 
   -  
$  {  ]•›-    
    # 
to Arnaud Llinas  Y¬  -  #     
          -

   ]•›ˆ +         
                  -
$*+ 

 
 -   |˜          
                 
 / 
     
 
#     -       ‚     ]•›
  ]
`•}`-
  ]•›     -   $*+ ]•›    -   š  ___ >   
 $J   $*+   - ~Z£¥  ~~¥ 
         
     
      
 *  
 -        F
J  j}  #  
  
 { $  
ƒ 
  J 
#    -
   ]•›   |€ 
In Italia il nuovo ETF sui Bot
  J   $*+ 
  J- Prima novità del 2013 da parte di Lyxor è stata la quotazione in Italia del
 „
^ ‚   Lyxor ETF BOT 6M che permette di avere un’esposizione su un paniere di

  ]•›          13 Bot dello Stato italiano con scadenza tra 2 e 12 mesi con un costo totale
ossia proporre sullo stesso sottostan- (TER) dello 0,15%. Essendo investito interamente in titoli di Stato, si avvale di

]•›  
   #~¢ !"^  # -
     j$
   matico dei Bot in scadenza (circa 26 reinvestimenti in un solo anno) con una
    
    -  
    †    
{

  
      #     '<
$*+ {   
 
 - anno l’indice replicato si è apprezzato del 3,12% (dati al 15/01/2013).

70
ETF

Pillole ETF DI TITTA FERRARO


Gli ETF spengono
la 20ma candelina
Lo SPDR S&P 500 ETF (SPY), primo ETF in
assoluto quotato sui mercati statunitensi, ha
NUOVE QUOTAZIONI SUL MERCATO ITALIANO compiuto lo scorso 29 gennaio i 20 anni dalla
quotazione. Il celebre SPY proposto da State

Scelta multipla e divisione in Street Global Advisors negli anni si è confer-


mato l'ETF più grande a livello mondiale con
asset under management superiori a 125
 X[\]/>K miliardi di dollari (dati al 18/01/2013).

Divisione ETF di Credit

I
nizio di 2013 con il botto sul bili per tutti e presentano lo stes- Suisse va a BlackRock
mercato italiano degli ETF so asset pool (patrimonio). UBS
con la più grande emissio-    ]•›      La divisione ETF di Credit Suisse, che gesti-
ne simultanea di sempre sul sia a replica sintetica, consenten- sce un patrimonio di 17,6 miliardi di dollari,
mercato ETFPlus. Protagonista è do ai clienti di scegliere il model- è passata a BlackRock. Il colosso dell’asset
management, leader mondiale sul mercato
stata UBS quotando 61 nuovi ETF lo che meglio si adatta alle singole
degli ETF attraverso la controllata iShares,
che si vanno ad aggiungere ai 16 esigenze di investimento. Su alcu-
conta di concludere l’acquisto da Credit
replicanti a marchio Ubs ETF che ni ETF è data la possibilità di sce-        
erano già presenti in Italia. Ubs gliere tra strumenti aventi lo stesso 2013. Al completamento dell’operazione la
ha portato in Italia un mix di of- sottostante ma con caratteristiche nuova gamma di ETF iShares nell’area EMEA
ferta tra azionari, obbligazionari differenti. Sull’indice MSCI EMU comprenderà 264 ETF per un patrimonio in
e indici alternativi. “Attraverso la sono ben quattro gli ETF a dispo- gestione pari a 157,6 miliardi di dollari.
nostra gamma di ETF - ha dichia- sizione degli investitori: i due nuo-
rato Clemens Reuter, responsa- vi quotati presentano replica sin- K";<   *+/*
bile a livello globale di Ubs ETF tetica e accumulo dei dividendi,
Nuovo anno di forte crescita con nuovo
- intendiamo aggiungere valore aggiungendosi ai due già presenti
record di masse gestite per l’industria degli
per gli investitori italiani fornen- dal 2010 che invece si avvalgono ETF. Dalla ETFGI’s monthly Global ETF and
do strumenti e soluzioni per una       
- !"*  \ 
  

        ne dei dividendi. le masse gestite hanno raggiunto quota 1,95
spaziando da strategie core a stra- A gennaio sono arrivati in Italia an- mila miliardi di dollari, con una crescita su
tegie satellite”. Peculiarità dell’of- che due dei quattro nuovi ETF a re- base annua del 27,6%. Considerando l'ultimo
ferta dell’istituto elvetico è il mo-       Deutsche decennio il tasso di crescita medio ponde-
dello di classi di ETF con pricing Bank    Z~YZ”    +ƒ ‚  rato a livello globale risulta del 29,6% con il
differenziata. Gli ETF Classe “A” Euro Stoxx 50 UCITS ETF (DR) e numero totale degli replicanti arrivato a 4.731
presentano un TER standard e va-   +ƒ ‚ ]
}++‰~+›- >ŒƒŠ 
sono stati pari a 265,3 mld di dollari. A livello
lore NAV standard, mentre quelli nancials UCITS ETF (DR). Il pro-
di emittenti, iShares si conferma leader con
Classe “I” offrono un TER molto vider di ETF numero due in Europa
una quota di mercato del 39% e asset in ge-
contenuto e valore minimo di sot- intende proseguire su questa strada e stione per complessivi 760 mld di dollari, più
toscrizione più elevato. La secon- offrire la possibilità di scegliere tra        
     
          
 che è SPDR ETFs con 337 mld e quota di
come rivolta a investitori istituzio- una selezione di alcuni dei principali mercato del 17,3%.
nali, ma entrambe sono disponi- indici azionari. F

STESSO SOTTOSTANTE, QUATTRO ALTERNATIVE


NOME CARATTERISTICHE ETF METODO DI UTILIZZO DIVIDENDI
REPLICA

UBS-ETF MSCI EMU A (già quotato a Milano) Classe “A” (TER: 0,40% NAV: 83,75 EUR)*    distribuzione
UBS-ETF MSCI EMU I (già quotato a Milano) Classe “I” (TER: 0,23% NAV: 84.076,67 EUR)*    distribuzione
UBS-ETF MSCI EMU SF-A (nuova quotazione) Classe “A” (TER/Drag level: 0,19% NAV 105,99 EUR)* sintetica accumulazione
UBS-ETF MSCI EMU SF-I (nuova quotazione) Classe “I” (TER/Drag level: 0,02% NAV 10.631,42 EUR)* sintetica accumulazione
*Dati al 3/11/2012, Fonte: UBS AG.

71
IMMOBILIARE
L'ALTERNATIVA AL MUTUO

I rischi dell'affitto
con riscatto

L
a crisi del mercato im- veniente a prescindere. La stessa
La formula piace, mobiliare sta investendo visione ribassista è evidentemen-
ma spesso i contro, in pieno il nostro Paese e    
  -
sono ormai cinque anni ri che già da tempo hanno smesso
sia per il proprietario che il continuo crollo delle com- di elargire mutui che coprano gran
venditore, sia per l'inquilino pravendite preoccupa non poco gli parte del valore immobiliare di
acquirente, superano addetti ai lavori che si trovano a    
 

dover fare i conti con sempre meno         /  
-
abbondantemente i pro vendite, sempre più disponibilità sto contesto, è quindi comprensi-
DI DOMENICO ARENA di case in offerta e con richieste di bile che i professionisti del settore
acquisto ridotte ormai al lumicino.         J

Lo scenario che si prospetta per con mutuo e prendano in conside-
il prossimo futuro suggerisce una  
 
   -
cupa visione per il mondo del mat- verino di già esistenti in grado di
tone, che viene così a perdere l'ap- invogliare nuovi acquirenti che al-
peal di investimento sicuro e con-       # -

72
IMMOBILIARE

Il nuovo skyline di Milano

costarsi alla proprietà. Una di que- do come acconto parte dei canoni     j  
 J   versati (con percentuale da pattui- patto di riservato dominio” dove la
re dal 50 al 100%). proprietà passa di mano con il pa-
Come funziona $      j - gamento dell'ultima mensilità di
La formula prevede la contempo-                 j       -
ranea stipula di due contratti, uno acquisto” (introdotto per la prima ta ad effetti anticipati”. Nel caso
  
  
 - volta nel Piano Casa Fanfani) non     
re a quello di mercato (dal 10 al deve essere confuso con altre for- fronte ad un normalissimo contrat-
‰~¥   =[ 
     mule simili ma con caratteristiche         #  
acquisto dove viene stabilito che considerevolmente diverse come il oneri ed onori, sarà traslata solo
 
          -    
*   j    - all'atto della stipula del contratto di
riodo concordato, che in genere       

  - compravendita e solo se l'inquilino
varia dai due ai cinque anni, avrà |   
-   #    
la facoltà di acquistare la casa a un to con riscatto prevede l'obbligo di di acquisto prevista dal contratto.
       - 
  
     - _           
 
   
  -       ™ aspetti della fattispecie emerge che

73
IMMOBILIARE
      
- ti mensili di 1.500, 3.000 e 4.500
 
#   J    -  euro. Assumendo che le famiglie
   
     riscatto è adatto siano disposte a dedicare il 30%
o addirittura vere e proprie insidie del proprio reddito per la spesa di
a chi attende di
per entrambe le parti in gioco.          
avere le somme       -
Dalla teoria alla pratica per raggiungere la ranno rispettivamente di 500, 1.000
L'accordo contrattuale è suscettibi- quota mutuabile e 1.500 euro mensili comprensivi
le di trattativa su vari punti e po- del valore della quota di accantonamento.
trebbe eventualmente essere inte- dell'immobile Come si può facilmente notare
   
    
 dai calcoli che riportiamo nella
    
 ¨
- Tabella 1 alle pagine successive,
 
     - lità all'interno dell'attuale scena- supponendo che la metà del ca-
¨
  
 - rio del mercato immobiliare in none vada in accantonamento, ci
previsti.       - si troverebbe di fronte ad accon-
Per entrambi i contraenti sussiste cio-economiche reali presenti nel ti che trascorso il periodo pattu-
inoltre un problema implicito do- nostro paese.        
vuto alla atipicità del contratto di $          da qualche migliaio a poche deci-
affitto con riscatto e allo scarso riscatto sia adatto a chi può conta-    
™
 -

     re su un reddito continuativo ma gro bottino.
 

     
 -     #    Nella migliore delle ipotesi queste
    - risparmi e in attesa o di venire in somme dovrebbero costituire il fa-

  #     possesso delle somme necessarie tidico 20% di acconto per farsi mu-
$       - per l'acquisto (classicamente il tfr tuare il residuo 80% dalla banca al
nici riportata brevemente nei due del genitore) o di raggiungere la    J
 X -
riquadri di queste pagine con- quota mutuabile compresa tra il 60 #
 -
sente di farsi un quadro teorico e l'80% del valore dell'immobile.      ~¥[ 
     -
dei connotati del prodotto distin- te che gli importi a saldo risultanti
        
™ - Esempi pratici sono comunque ancora molto di-
cenda diversa è il lato pratico del Consideriamo tre diversi nuclei stanti da quelli correnti di merca-
contratto, cioè la sua applicabi- famigliari con tre diversi reddi-     

-

Il punto di vista
del proprietario venditore
I PRO...
´ #  Œ#
´ #              
 
 #
   #
´           ¡Œ

...E I CONTRO
´   ¡   # 
´ ¡   # ˆ¡Œ       
¡‰
´  
  
´ ¡      #      
´        
     
#    ˆ;  ¡
   ‰

74
IMMOBILIARE
 ™
   
  /   
    Il punto di vista
   
   
ovvero di un netto scollamento tra
dell'inquilino acquirente
      -
quisto delle fasce sociali giovani.
I PRO...
´               
Il problema del mutuo non è ¡       
comunque risolto ´      #   ¡     
€ J
      -      
         
to con prospettive di costante calo    
       ´ ¡  ¡  #      ˆ #   
      
       ‰
con riscatto non garantisce comun- ´   #
          
que la possibilità di poter acquista- ¡#       ¡ Œ 
re la casa al termine del periodo di
  } 
   

accantonate possono raggiunge-
...E I CONTRO
re il 20% del valore dell'immobile ´ ¡#   ’     
pattuito all'origine, dall'altro non è
    ˆ   Œ    Œ‰
    
  ´ ¡#             
sia disposta a riconoscere un valo-   ¡    ¡   ‚

  ¨    
     # #  
  ¡         Œ  ¡ 
l'80% residuo, vuoi per l'usura del
 #                 
bene che cede lo status di nuovo #     ˆŒ   ; 
per far posto a quello di usato, vuoi       ¡ ‰
per il progressivo adeguamento
´ N   Œ     
delle stime a valori inferiori.   ’Œ     
} 
  
   Œ#  
problema già da subito e richie-
´ ¡      #         Œ 

dere fin da oggi un parere tecnico  #  
           
 ¡ Œ  
alla banca per mettersi in condi-  ##|
  
    
si sarà considerati soggetti mutua-   
                          
comprare l'immobile ma se ci riuscisse dovrebbe versare per intero il prezzo congruo
 
    
        
    
  ` 
   - 2. L'iscrizione di una ipoteca giudiziale da parte di un creditore, oppure la trascrizione
narmente eventuali difficoltà o li- di un pignoramento o di un sequestro, o ancora instaurazione di una controversia
giudiziaria che coinvolga l’impresa venditrice e che abbia a oggetto la casa data in
miti nella concessione del mutuo                         
      
   - carico di almeno una parte dell'ipoteca.
         !      "

       #$       


       
locazione e l’esercizio del diritto di opzione nulla impedisce al proprietario di esercitare
delle quote mancanti che ritrovar- una nuova alienazione. L'altro acquirente potrebbe non riconoscere all'inquilino il
si un domani di fronte alla sorpre-      
%          
sa di un mutuo impossibile da ot-
tenere o largamente insufficiente a tonate per acconto. Lo sfortunato       
    
 aspirante acquirente trascorsi gli  @   
   -
L'inquilino acquirente che sotto- anni pattuiti si ritroverebbe an-  @# 
valuti questo aspetto potrebbe fa-    
     #          -
             
   #   -      X-
       

-           munque vada, l'inquilino si ac-

      
   degli accantonamenti, con un ca-    
     
    
    - none di affitto maggiorato e con la     
 [


  
   - beffa di aver contribuito alla ven-
citamente il venditore ad alienare   @
 
  Conclusioni
         venditore potrà legittimamente (e La cruda verità è che la formula
inevitabilmente le quote accan-   [     -         

75
IMMOBILIARE
        # TABELLA 2 - AFFITTO CON RISCATTO 5 ANNI
 @  
   -
20% di acconti +
struttore venditore che baratta l'in- 250.000 80% di saldo = 225.000
tero incasso immediato dell'opera 100% costo casa
200.000 180.000
        -
proprio di morosità e mancata mu- 150.000
150.000

 #      
   120.000
 
 @  - 100.000 75.000
60.000
le compratore dovrebbe sottopor- 45.000
si ad un regime economico ristret- 50.000 30.000
15.000
to tipico delle alte rate del mutuo, 0
bruciandosi il potere di accantona- acconti saldo Costo Acconti saldo Costo acconti saldo Costo
20% 80% 100% 20% 80% 100% 20% 80% 100%
      
  
-
le sul fronte della futura proprietà,
CASO A CASO B CASO C
^|Aiutomutuo
magari rinunciando alla possibi-
lità di sconto in un periodo di evi-
                  

   
}         
- ai costruttori venditori di mantener-  
      
-
rente mettesse prudentemente a ri-    =
` 
        -
sparmio le somme altrimenti desti-       vogliare i primi acquirenti a popo-
        contrattati al ribasso, vista l'aumen-       
   
  
   
   -    #
  
 #™      
         anche alla crisi. Ripaga indubbia- alle calcagna che devono dimostra-
correnti o impreviste e nel contem- mente di più comprare liberamen-    #     ™ 
          
  # genitori e ai suoceri che sono mor-

 

 
    - arrivato il momento giusto piuttosto bosamente attaccati al pensiero del-
mente più in linea con le reali pos-        la stabilità per il futuro economico
sibilità della gente comune. Non ha quattro mura di proprietà a un co-            X-
  
    - sto spropositato stabilito da vendi- lendo?) contribuire direttamente si
messa di acquisto di un immobile a tori ottimisti e nostalgici dei tempi mostrano favorevoli all'altrui sacri-

        del credito eccessivamente facile. X   [
ma persino di listino, impegnando Resta da stabilire a chi convenga }    
 
  -
il proprio presente ed il proprio fu- 
  
™    
- se si decide di procedere con la for-

          ti coloro che per un motivo o per 
       -
alla corrente principale delle quota- l'altro hanno fretta di veder conclu- 
 
      
 
 
          
      ™  e valutare attentamente tutti i ter-
mini della proposta soprattutto per
        / 
TABELLA 1 - COSTI E CIFRE A SECONDA DELLA DURATA alcuni casi si è addirittura assistito
REDDITO MENSILE CANONE PATUITO CANONE DI ACCONTO MENSILE ESEMPIO:   -      
  
MERCATO €µ
   
Caso A 1500 500 250
   ~µ     esempio l'accollo da parte del pro-
“µ“¤
    missario acquirente di quote di tas-
Caso B € 1000 500    ;   µ
    # X  /`[  
    
Caso C “~ ~ 750 ”†µ   legge dovute dal promissario vendi-
 ¡ Œ 
tore (come, ancora oggi, vergogno-
CASO A CASO B CASO C
samente esposto in proposte di ven-
DURATA

dita nelle bacheche e nei siti web


ANNI

acconti saldo costo acconti saldo costo acconti saldo costo


  
   
 [ / 
2 † “ €  “” † ” >  ogni caso è caldamente consiglia-
          
-
3  €† “~ ” >  > ” €~ to di professionisti del settore, me-
4  “” † “ †  €† ““ ” glio se di un notaio per la parte delle
  
   

5 ~ † >~ €  ~ “~ ” ~
consulente mutui per la parte del
^|Aiutomutuo     F

76
:HYnPSWYVZZPTV
,PUZ[LPU&

-V[V!1LUU`4H[[OL^Z(J[PVU(PK
(P\[HSVHKP]LU[HYLNYHUKL
JVUS»HKVaPVULHKPZ[HUaH
4PSPVUPKPIHTIPUPULS:\KKLSTVUKVJYLZJVUVTHSU\[YP[PLZLUaHKPYP[[P4HJOPZZnJVZH
HTIPUP ULS :\K KLS TVUKV JYLZJVUV THSU\[YP[P L ZLUaH KPYP[[P 4H J
WV[YLIILYVMHYLZLWV[LZZLYVH]LYLJPIVHJX\HWV[HIPSLJ\YLTLKPJOLL\U»PZ[Y\aPVUL
(KV[[H\UIHTIPUVHKPZ[HUaHHP\[LYHPS\PLSHZ\HJVT\UP[nHJVZ[Y\PYZP\UM\[\YVTPNSPVYL
6NNPJHTIPHYLPSTVUKVKPWLUKLKH[L<UNPVYUVKPWLUKLYnKHS\P

7LYYPJL]LYLSLPUMVYTHaPVUPZ\SIHTIPUVLSHJVT\UP[nJOLWV[YHPZVZ[LULYLZWLKPZJPPUI\Z[HJOP\ZHPSJV\WVUX\PYPWVY[H[VH!
(J[PVU(PK=PH)YVNNP ( 4PSHUVPU]PHSV]PHMH_HSU\TLYV VWW\YLJOPHTHJPHSSV

5VTL      *VNUVTL     

=PH           U‡ 

*HW   *P[[n        7YV]

;LS   *LSS    ,THPS     


(PZLUZPKLSKSNZ 3HPUMVYTPHTVJOL!H[P[VSHYLKLS[YH[[HTLU[Vu(J[PVU(PK0U[LYUH[PVUHS0[HSPH6US\ZKPZLN\P[V((4PSHUV]PH)YVNNP ("IYLZWVUZHIPSLKLS[YH[[HTLU[V
 
uPSKV[[4HYJV+L7VU[LKVTPJPSPH[VWYLZZV(("JP:\VPKH[PZHYHUUV[YH[[H[PHUJOLLSL[[YVUPJHTLU[LZVS[HU[VKHPYLZWVUZHIPSPLKHNSPPUJHYPJH[PH\[VYPaaH[PLZJS\ZP]HTLU[LWLY
S»PU]PV KLS TH[LYPHSL KH 3LP YPJOPLZ[V L WLY PS WLYZLN\PTLU[V KLSSL H[[P]P[n KP ZVSPKHYPL[n L ILULÄJLUaH Z]VS[L KH ((" K P :\VP KH[P ZHYHUUV JVT\UPJH[P H [LYaP LZJS\ZP]HTLU[L WLY
JVUZLU[PYLS»PU]PVKLSTH[LYPHSLPUMVYTH[P]V"LPSJVUMLYPTLU[VKLPKH[PuMHJVS[H[P]VTHPUTHUJHUaHUVUWV[YLTVL]HKLYLSH:\HYPJOPLZ[H"MYPJVYYLUKVULNSPLZ[YLTPW\~YP]VSNLYZP
HSS»PUKPJH[VYLZWVUZHIPSLWLYJVUVZJLYLP:\VPKH[P]LYPÄJHYLSLTVKHSP[nKLS[YH[[HTLU[VV[[LULYLJOLPKH[PZPHUVPU[LNYH[PTVKPÄJH[PJHUJLSSH[PV]]LYVWLYVWWVYZPHS[YH[[HTLU[V
KLNSPZ[LZZPLHSS»PU]PVKPTH[LYPHSL7YLZVH[[VKPX\HU[VWYLJLKLHJJVUZLU[VHS[YH[[HTLU[VKLPTPLPKH[P A37
+H[HLS\VNV    -PYTH    

7LYPUMVYTHaPVUPJOPHTHSV]HPZ\SZP[V^^^HJ[PVUHPKP[VZJYP]PHYPJOPLZ[L'HJ[PVUHPKVYN
IMMOBILIARE

I PREZZI DEGLI IMMOBILI


NELL'EUROPA MEDITERRANEA
PORTOGALLO SPAGNA
8 20
4 15
0 10
5
-4
0
-8 -5
-12 -10
2009 2010 2011 2012 1994 1998 2002 2006 2010
Fonte: Instituto Nacional de Estatistica Fonte: Banco de Espana

GRECIA ITALIA
20 20
15 15
10
0
10
5
0 5
-5 0
-10 -5
-15 -10 LEGENDA:
2000 2004 2008 2012 1993 1997 2001 2005 2009 2012 Variazione in termini reali
Fonte: Bank of Greece Fonte: Banca centrale europea Variazione in termini nominali

IMMOBILIARE: INVESTIRE AL MARE IN EUROPA

I saldi, anzi super saldi


non sempre sono affari
S
iamo tornati indietro, molto locazioni stagionali hanno da allora
Prezzi fantastici in Grecia, indietro nel tempo, quando subito un’accelerazione, ma limitata-
cosí come in Spagna e acquistare una casa al mare mente a ville e appartamenti di lusso,
Portogallo (e anche in Italia). era un investimento alla por- quindi alla fascia top. Il medio livello
tata di qualunque tasca. Poi – negli è rimasto invece compresso, toglien-
Prima di acquistare bisogna anni ’80 e ’90 – si è avuta una fuga do a molte famiglie la speranza di un
però cautelarsi. Ecco come in avanti e i prezzi sono decollati ol- reddito in più. Oggi si assiste a un ri-
DI LORENZO RAFFO tre ogni limite. Rendendo l’operazio- adeguamento delle quotazioni immo-
ne quasi sempre sconsigliabile a chi biliari nelle località di mare e ciò av-
avesse voluto collocare il proprio de- viene in tutto il Mediterraneo, colpito
naro nel settore, allo scopo di otte- dalla doppia crisi dei debiti sovrani e
 
    
  del sistema creditizio, quindi dei mu-
meno accettabile. E' pur vero che le tui. E’ tempo di saldi, anzi – in alcuni

78
IMMOBILIARE

ITALIA
Le occasioni solo al sud
I prezzi stanno cominciando a scendere anche
nelle località più prestigiose della Liguria e del-
la Toscana, ma è al sud – fra Puglie e Calabria
– che i forti ribassi sono iniziati da tempo, seb-
bene spesso si riferiscano a case agricole, ac-
cortamente trasformate in abitazioni turistiche.
-5%
Il calo dei prezzi delle case in
Lungo le spiagge di occasioni non se ne tro- Italia nell'ultimo anno (fonte:
vano molte, ma all’interno sono più frequenti. I Idealista.it)
trulli piacciono agli stranieri e le ristrutturazioni
abbondano. Dalle parti di Alberobello, Martina
Franca e Ceglie Messapica, nelle Puglie, l’of-
ferta è ampia e si estende – a livello di prezzi
– dai 30.000 euro circa di quelli più piccoli, da
           -
30.000 Euro
Il prezzo minimo degli
re in ottime condizioni e di ampie dimensioni. immobili di piccola taglia da
A Martina Franca una bella villa su tre livelli, restaurare in Puglia
con varie camere da letto e un giardino di 6000

30%
 # ~     
in Liguria si compra un monolocale. Non mol-
to lontano un’agenzia propone una villa di lus-
so, con piscina, arredi prestigiosi e un grande Il crollo stimato dei prezzi
 ~~ ˆJ+ #   - immobiliari in Calabria dal
to – si potrebbe anche scendere sotto), sebbe- 2010
  # >~
euro. In Calabria il crollo dei prezzi è valutato
€     ;  #
 
casi – di super saldi, da valutare con
si sieda al tavolo delle contrattazioni. Molti fattori hanno allontanato il turismo da
attenzione. Siamo andati lungo le co-
questa regione ed è inevitabile che l’impatto si senta anche sul fronte immobi-
ste del più bel mare del mondo, dal-
liare, poiché la convenienza alla locazione si riduce. Inoltre la qualità costruttiva
>      
non soddisfa le esigenze della clientela e l’acquisto di appartamenti e ville trova
cercare occasioni. Ne abbiamo trova-
un mercato più che altro locale, sebbene le attrattive naturalistiche siano ben più
te tante, forse troppe, ma soprattutto
 #  *    
   -
dai colloqui con agenzie e interme-
re le normative italiane e si scontrano spesso con la burocrazia vigente nell’ambi-
diari sono derivati suggerimenti e in-
to delle ristrutturazioni immobiliari. Per loro parole come abusivismo, sanatorie e
dicazioni per evitare clamorosi errori.
attese per le concessioni edilizie sono incomprensibili. E le vendite ne risentono.
Dieci consigli per non sbagliare
œ $        
#?  
manovra molto ampi. I prezzi inizia-
li vengono proposti con margini di
almeno il 20-25% superiori a quel-
li effettivi di mercato. Gli stessi in-
termediari lo ammettono e spesso si
propongono di intercedere per valu-
tazioni realistiche, allo scopo di non
perdere troppo tempo. Il vero proble-
ma è che i tempi decisionali si sono
allungati all’inverosimile, soprattutto
in Spagna e Portogallo, il che dà mol-
to più potere all’acquirente rispetto al
passato. I limiti di negoziazione han-

79
IMMOBILIARE

GRECIA
Venditori pronti a tutto
Le caratteristiche abitazioni dell'isola di Santorini

  ˜ #- con l’effetto che ora i prezzi precipitano.


dita: sarebbe la media attuale del setto- ?<;
      ~   
re, sebbene le richieste di prezzi da parte  ” 


-11,6%
di acquirenti stranieri abbondino, special- sono meno cari rispetto al passato. Quindi
mente nella stagione invernale, quando la convenienza ne risente. Ovunque la pa-
i nord europei vengono a svernare sul- rola sconti si generalizza, anche perché il
le coste delle isole elleniche. L’interes- Il calo reale dei prezzi delle governo di Atene non è riuscito ad agevo-
se c’è, ma le transazioni non si concludo- case in Grecia nell'ultimo lare l’arrivo di cittadini stranieri, interessa-
anno (fonte: Bank of Greece)
no. Per tre motivi: timore che la situazione ti a prendere residenza in Grecia, propo-
economica peggiori ulteriormente e quin-   @< 
di le valutazioni possano ancora scende- una specie di patrimoniale è stata adottata
re; la scarsa convinzione che il Paese resti
nell’area euro, con una successiva svalu-
    ¤~  #
200.000
Lo stock di immobili in
sugli immobili ed è legata alla dimensione
degli stessi. E’ vero che dovrebbe trattarsi
di un provvedimento a tempo, necessario
valuta; la titubanza di fronte alle voci di al- vendita nel Paese per superare la situazione di emergenza,
tre tasse. A Paros oggi si tratta a condizio- ma nessuno è convinto delle rassicurazio-

50%
’# #~    ni in tal senso. Malgrado ciò, nelle agen-
fa. Nelle posizioni incantevoli sul mare è zie immobiliari si nota movimento e i prezzi
possibile comprare una villa con piscina esposti nelle locandine pubblicitarie spes-
fra 300.000 e 400.000 euro, ma all’interno Lo sconto praticato sugli so non tengono conto della crisi. Forse lo
     # ’     immobili a Paros rispetto ai fanno per offrire al possibile cliente la sod-
prezzi di tre anni fa
A Creta la situazione è complessa, perché disfazione di una trattativa al ribasso appa-
negli ultimi anni si è assistito a una rincor- rentemente faticosa, così da indurlo a cre-
      dere di essere stato molto bravo.

no raggiunto e superato il 25% nel $


   
- con meticolosità. Oggi si può fare un
primo caso, ma in Portogallo si è arri- ne e quindi occorre informarsi caso ottimo business, ma la situazione po-
vati al 50%! per caso, utilizzando la consulenza di trebbe peggiorare ulteriormente. Oc-
œ _      # }  commercialisti locali. E’ un costo in corre quindi essere sicuri che quanto
che gli stranieri potrebbero essere in =    - investito non dovrà essere smobiliz-
futuro sottoposti a tasse aggiuntive,     _   zato per alcuni anni.
soprattutto sulle plusvalenze, propo-         œ]J     
sta già ipotizzata in Francia. Ma così ma vanno valutate con cura in rappor- anche la qualità degli immobili è sce-
       #_ J   to a vantaggi e svantaggi. sa. Ciò vale in particolare per le nuo-
agevola l’arrivo con interventi mira- œ /    
     ve costruzioni, terminate negli ultimi

80
IMMOBILIARE

   $J        -
SPAGNA sca è un richiamo, ma cosa si nascon-
de sotto? In taluni casi – per esempio
Ai ribassi non c'è fine in Grecia e Portogallo – è meglio ac-
quistare costruzioni di una certa età,
le cui caratteristiche tecniche sono
 #
   <’
di solito superiori. Molti proprietari
mercato immobiliare iberico potesse trovare un
vendono anche per i costi di gestio-
primo gradino sui cui assestarsi, ma ciò non è av-
venuto. Anzi, il cancro si è esteso, toccando an-
che le destinazioni considerate immuni dalla sua
diffusione. Per esempio le Isole Baleari, dove a
-13,3%
Il calo dei prezzi delle abitazioni
ne, nel caso soprattutto di complessi
con portineria, piscine e altri servizi.
E’ raccomandabile quindi farsi docu-
sulle coste spagnole del mentare con esattezza tutti gli oneri
vendere non sono solo gli spagnoli, ma anche te- Mediterraneo nell'ultimo anno
che gravano su ogni proprietà.
deschi, italiani e inglesi. Un agente immobiliare (fonte: IMIE)
œ/ }  
  -
di Ibiza nota tuttavia che, se si accettano scon-
   
    _ -
~¤€   
acquirenti si trovano. A Maiorca alcune ville po-
ste sul mercato a 600.000 euro sono state cedu-
“     
105.000 Euro
cune amministrazioni locali hanno
avviato grandi progetti immobiliari,
poi bloccati. Se si acquista una casa
      
lusso, grandi piscine e giardini assai curati. C’è Il prezzo propostoci per una
di urbanizzazione non siano destina-
un effetto psicologico – segnala un esperto im- villa vicinanza mare nei pressi
di Alicante ti a gravare – magari fra uno o due
mobiliare di Barcellona – nel senso che, mentre
~J   \=   
era sentito dagli spagnoli come un sigillo del pro-
prio successo, oggi avviene l’opposto. Molte fa-
miglie se ne liberano non solo per i problemi di far
quadrare i conti, ma anche perché si vergognano
195.000 Euro
Le trattative
hanno spazi di
manovra ampi.
di disporre di beni al sole. Nella Costa Brava le Il prezzo di un appartamento I prezzi iniziali
con piscina e accesso diretto al
quotazioni sono crollate, ma il fenomeno ormai
mare a Maiorca
sono proposti con
interessa tutta la lunga costa che si estende dai margini di almeno
 ^  * ! - il 20-25% superiori
casioni diventano talmente evidenti da far accorrere nuovi stranieri interessati – più
a quelli di mercato
sulla carta che nei fatti concreti – a valutare offerte incredibili. Vicino ad Alicante ci
viene proposta una villa con tre stanze da letto, arredata in maniera semplice e si-
Π   ~ @ & -
anni – sulle case già costruite. Talvol-
cellona, un’altra villa di nuova costruzione, con tre stanze da letto e un grande giar-
ta i prezzi sono molto bassi perché
;     #„# 
incombe questo pericolo, di cui nes-
un appartamento, in un complesso con grande piscina e accesso diretto al mare,
suno fa accenno all’acquirente stra-
; ~ Y     -
niero.
  ~     < 
 !
œ J     
 
forse anche a meno promettendo un po’ di nero!
che gli immobili siano liberi dell’one-
Uno scorcio della Costa Brava
re di servizi volutamente non pagati
dal precedente proprietario, special-
mente se straniero. Spesso scompare
e lascia un “buco” che il nuovo acqui-
rente deve tappare.
œ/      -
gli ultimi tempi ha assunto dimen-
    $
 -
mobili sono di frequente pesanti e
articolate, per la presenza di varie
controparti accavallatesi nel tempo.
Occorre rivolgersi ad avvocati e notai
 
   
costano di solito il 2% dell’importo

81
IMMOBILIARE

PORTOGALLO
Qualsiasi offerta è buona
Qualunque sconto viene accettato, pur- ~ @@  -
ché l’acquirente offra denaro fresco e non no con sala, una camera e un bagno, in un
chieda mutui. Il Portogallo è forse il caso piccolo condominio, si porta via a 88.000
più emblematico dell’intero quadro euro-
peo, per due motivi: l’eccesso di realizza-
zioni terminate negli ultimi dieci anni e un
-11,7%
Il tasso reale di contrazione
euro. Se si rinuncia alla vista sul mare e si
preferisce la campagna, specialmente nel
     J -
quadro esplosivo di contese fra banche, dei prezzi immobiliari in =   <#  
Portogallo secondo l'ultima
già erogatrici di prestiti, e proprietari im- rivelazione dell'INE
euro ci si sistema in maniera più che digni-
mobiliari. I siti Internet pullulano di liste di tosa. La burocrazia portoghese brilla per
alloggi e ville in vendita, a prezzi impensa- J =   -
 Œ
„
         -
menti in condomini o ville di ampie dimen-
sioni e con vista mare. Ma i prezzi reali
88.000 Euro
za da esperti legali e amministrativi costa
poco. A Lisbona un agente immobiliare si
      

mercato possa riprendersi a medio termi-
Il prezzo di un appartamento
sono di solito ben più bassi. Solo a Vale ad Altura, nei pressi del ne. Le condizioni meteorologiche dell’Al-
do Lobo, nell’Algarve, il mercato ha tenu- 
   #     <!   >~
to, anche perché si tratta di una località   <  #-
prestigiosa, con case di lusso, possedute viata dal Governo a favore degli investitori
da una clientela che la crisi non l’ha senti-
ta. Nel resto del Paese il quadro è invece
preoccupante. Ad Albufeira, in una strut-
tura di dieci ville con grande piscina co-
275
I giorni di sole in un anno
stranieri, cui vengono anche offerte condi-
zioni tributarie molto favorevoli, nel caso si
   J =   -
no due punti di forza non trascurabili. La
che si registrano mediamente
mune e bei giardini privati, un alloggio di nella regione dell'Algarve ripresa ripartirà da qui? In Portogallo molti
tre stanze da letto, arredato, è proposto a ci sperano.

Oporto, seconda maggiore città del Portogallo

pagato per la transazione. sparenza si annacqua. In Spagna la sti di manutenzione risultano spes-
œ_     / > }- possibilità c’è, ma si accetta solo se so elevati, per la presenza di piscine
gna dilagano e più volte il venditore si conoscono bene le controparti com- e giardini. E’ pur vero che assicura-
chiede almeno un 30% dell’importo merciali. Certo la redditività di un in- no tariffe di locazione interessanti, ma
         vestimento da 100.000-150.000 euro non sempre il bilancio conviene. Inol-
ormai pressanti. E’ un rischio che lo aumenta molto, poiché ottenere metà tre c’è il rischio dei furti, numerosi in
straniero non può assolutamente ac- delle locazioni estive in nero accresce alcune zone di mare. Oggetto di sot-
collarsi. la validità dell’operazione. Così come trazioni è ormai tutto: dai materassi ai
œ $        - le incognite.           
re gli alloggi in nero si diffonde, ma œ $      =   
 - po’ di protezione occorre quindi met-
comporta talvolta truffe, perché la tra- mente. Il motivo è evidente. I loro co- terla in conto. F

82
IMMOBILIARE
TENDENZE DI MERCATO

Cresce il fai da te nelle


transazioni immobiliari
C Nuova contrazione per
hi decide di vendere casa ri- scelta è scesa di 6,6 punti percentua-
corre sempre meno all’aiuto li rispetto al 2008. Gli altri consulen- l'avvio di cantieri in Italia
di un professionista del setto- ti sono stati utilizzati solo dal 5% de- NN       K
re. È quanto dichiarato da Ettore Tro- gli intervistati. Passando ad analizzare
 # <N       
iani, direttore di Tecnoborsa, società le motivazioni che hanno spinto co-   #       
di consulenza immobiliare. Secon- loro che hanno venduto a non utiliz- Π
  
do Troiani, che ha snocciolato i dati zare l’agenzia immobiliare, al primo     # ¡  
di una recente indagine, nel 2012 solo posto troviamo il costo troppo elevato
      #
il 59,6% di coloro che hanno vendu- X‰¥[
  
 -         
ˆ¤” #
to un’abitazione hanno usufruito di le divario, ci sono coloro che hanno
¤†    ‰
un canale di vendita. Il dato eviden- motivato la scelta affermando che la
*’  ˆ¤‰  Š 

   YZ¥   causa del non ricorso è stata la man-            
2008 (71,9%). Il grado di preferenza    
   
   # <   
       
   di intermediazione o per precedenti
è cambiato rispetto agli anni passati;    XY£¥[  - In calo lo spread tra
infatti, il canale preferito rimane l’a- sità delle offerte immobiliari (14,1%) domanda e offerta di case
genzia immobiliare (55,9%), anche e la scarsità dei servizi di consulenza „        
  
se la quota di famiglie che l’hanno   XYY¥[        Œ   
  Π  
  ;
   Π  
   Œ
#<  ? #
   ; 
“      #   
      '    
         
’ #   ˆ¤†‰    '  ˆ¤€‰
  ?  ˆ¤~‰   
#    
  #| 
       
  †        

PROIEZIONI TECNOCASA PER IL 2013


Con i prezzi ancora in calo timide opportunità di acquisto
@
€         LA FLESSIONE ATTESA NEL 2013
N¬Œ  Tecnocasa
  
CITTÀ VARIAZIONI CITTÀ VARIAZIONI
           Π   Π  PREZZI 2013 PREZZI 2013
##@#   € Bari ¤>¤~ Napoli ¤~¤€
       ¤~¤€„Š   
         ¨    Œ ;  #   Bologna ¤†¤“ Palermo ¤~¤€
Œ* "   ;   # Firenze ¤“¤ Roma ¤†¤“
        #  
         Œ   Genova ¤“¤ Torino ¤€¤
  Π @
      #     <#  Milano ¤“¤ Verona ¤€¤
  ; Œ
    
^|  "   
         

   
  
    Π  # 

83
F ACADEMY
A SCUOLA DAI GRAFICISTI

Le candele
che illuminano
i trader
Le Candele giapponesi sono uno strumento insostituibile per
fare analisi tecnica. La loro origine risale al commercio di riso
nel Giappone della seconda metà del '700
A CURA DELL'UFFICIO STUDI DI BROWN EDITORE

I
l corso di Analisi tecnica di tro valori fondamentali: il prez-
F apre con questo numero zo di apertura, il prezzo di chiusu-
un nuovo ciclo, dedicato alle ra, il massimo di seduta e il minimo
Candele giapponesi. Qual- di seduta. La distanza tra prezzo di

  #       - apertura e prezzo di chiusura costi-
so numero si è parlato esattamente tuisce il corpo della candela, detto
della stessa cosa. E’ assolutamen- real-body. Il corpo è bianco (o vuo-
te vero ma d’altronde si tratta di to) se il prezzo di apertura è infe-
uno strumento imprescindibile per riore al prezzo di chiusura. Il corpo
fare Analisi tecnica. Già nel primo è invece nero (o pieno) se il prezzo
numero del corso avevamo sotto- di chiusura è inferiore al prezzo di 
 
 #  
-
            apertura. In alternativa, i trader as- razione e immediatezza informativa
Candlestick. Parleremo dunque an- segnano il colore verde alle candele che la rende lo strumento preferito
cora di Candele giapponesi e par- rialziste e rosso a quelle ribassiste. dalla maggioranza dei trader.
leremo ancora di pattern. Stavolta, Dal corpo della candela può stac-
tuttavia, concentreremo l’atten- carsi una linea verticale verso l’al- Candele bianche e nere,
zione su una o al massimo poche    
/ 
 grandi e piccole
candele. Le informazioni che se ne nome è Upper shadow o ombra su- Il colore delle candele e la loro di-
possono ricavare hanno un respiro periore. La Lower shadow (ombra mensione permette di raccogliere
più corto, utile a segnalare cosa po- inferiore) è invece la linea verticale informazioni immediate su come
trebbe avvenire nelle sessioni più che dal corpo della candela si unisce venditori e acquirenti si sono com-
vicine e a rafforzare o diminuire verticalmente con il suo valore mi- battuti e su quale esito abbia avu-
    ‚ƒ
 
 nimo. La Candela giapponese è tut- to la battaglia. Una candela bianca
 = J 
 
 indica che sono stati i compratori
prezzo di livelli statici o dinamici a prevalere. La sua valenza è tan-
o ancora per misurare l’umore del Una candela to maggiore quanto più la chiusu-
mercato. Da ciò direttamente con- è una piccola ra è vicina ai massimi di seduta.
segue che l’analisi di una candela indicazione Il suo opposto è una candela con
non può essere astratta dal contesto sull'umore del corpo nero. In questo caso sono
nella quale essa è inserita. mercato che si i venditori ad aver avuto ragione
dei compratori e, specularmente
completa con
Un passo indietro a quanto visto poco sopra, quan-
Facciamo un rapido ripasso sul- quelle che la to più la chiusura avviene vicino
la struttura classica della Candela circondano ai minimi di sessione tanto più ne-
giapponese. E’ costituita da quat- gativa sarà l’indicazione che se ne

84
F ACADEMY

Long line
Iniziamo l’analisi delle Candele
L’inventore delle Candele giapponesi giapponesi dalle strutture più sem-
Il riso è l’alimento imprescindibile della cucina giapponese e non è un caso plici. Le long line sono candele che
che le Candele abbiano a che fare con lui. L’invenzione di questa forma di si distinguono dalle altre per la loro
rappresentazione dei prezzi viene attribuita a Muneisha Homma, un mer- lunghezza. Sono alte è svettano ri-
cante di riso. Grazie alla sua innovativa tecnica, alla coscienza e conoscen- spetto a quelle che le circondano
za dell’importanza della psicologia nei comportamenti umani e a una rete di    
J#   
informatori dispersa per le risaie del Sol Levante, Homma dominò il merca- Possono essere bianche (Long white
to del riso di Osaka nel diciottesimo secolo. In quegli anni iniziò a svilupparsi line) o nere (Long black line) in di-
lo scambio di derivati su questa materie prima alimentare. Prima sul mercato pendenza dal colore del loro corpo.
  #    
Y   Π Sono dotate di ombra sia al vertice
cambiamenti ed elaborare una tecnica che gli occidentali hanno adottato in (Upper shadow) che alla base (Lo-
seguito, fondendola con i principi propri dell’Analisi tecnica. wer shadow). Long white e Long
black ci dicono che in quella seduta
la volatilità è stata elevata. C’è stata
può ricavare. Un ulteriore para- tiva. Una candela piccola non ha  
J#   
metro distingue le candele per di- meno importanza di una grande, stiamo esaminando e tale battaglia
mensione. Stiamo qui consideran- semplicemente comunica qualco- ha portato alla netta prevalenza di
do la dimensione comprensiva sia sa di diverso. Ci dice in partico- una parte sull’altra. Dei comprato-
dell’Upper che della Lower sha- lare che il mercato è indeciso, che ri sui venditori nel caso della Long
dow. Una candela grande ci dice la battaglia si è svolta in un cam- white, dei venditori sui compratori
che la guerra tra compratori e ven- po ristretto e che la prevalenza dei nel caso della Long black. Nel pri-
ditori è stata intensa. La vittoria di compratori sui venditori, o vice- mo caso il mercato dà un segnale di
una parte sull’altra è più significa- versa, non è stata netta. forza, nel secondo di debolezza. Il

85
F ACADEMY
che non ci autorizza ad esporci sul CANDELE LUNGHE, CORTE, SENZA SCARPE O CAPPELLO
mercato sulla base di questa sempli-
ce osservazione. La candela andrà Candele lunghe e corte Marubozu
infatti contestualizzata e inserita in
un’analisi più completa. Si immagi-
ni di essere in presenza di una resi-
stenza statica importante che è stata
in grado di fermare la corsa di un’a-
zione per qualche seduta. L’azione
       
Può riuscire a farlo con una candela
di piccole dimensioni ma se lo fa-
cesse con una Long white candle White Black
il segnale che se ne ricava è deci- fonte: Elaborazione F su dati Bloomberg
samente più consistente. Lo stesso
discorso invertito vale naturalmente ne prendere e la volatilità è bassa. zionale consistente. Le Short line,
per i supporti e le Long black non- Per contestualizzare il loro signi- con la loro calma, ci indicano che
ché per la conferma di pattern di in-     J  - prima o poi arriverà la tempesta,
versione. Da questo punto di vista il la resistenza. In questo caso imma- meglio stare allerta.
   $     - giniamo una rottura mediante una
zativo di altri segnali. Short white. Non è un gran segnale. Marubozu line
Il mercato non è convinto di quel- Se vedete una candela senza cappel-
Short line lo che sta facendo. Ciò non esclu- lo e senza scarpe non dovete farle
Se le Long line sono i vatussi, le de che nelle successive sedute ci si la carità. (LOL ^^) Siete in presen-
Short line non possono che esse- muova al rialzo anche con decisione za di una Marubozu line. Può es-
re i pigmei della rappresentazione ma invita a una maggiore prudenza. sere bianca o nera ma in entrambi
   “ ‚}  Spesso candele di questo tipo ac- i casi non ha né l’ombra superiore
candele corte, sempre se comparate compagnano quelli che poi si rive- né quella inferiore. Per le Marubozu
con quelle che le circondano. Come lano essere falsi segnali. Liquidarle line vale quanto detto per le Long
le Long line, sono dotate di Up- in questo modo, tuttavia non sareb- line, anzi vale di più. Una Maru-
per e Lower shadow e possono es- be né giusto né corretto. La presen- bozu white ha un prezzo di apertura
sere bianche o nere. In questo caso za di Short line indica indecisione e sui minimi e una chiusura sui massi-
tuttavia, il colore ha un’importan- sappiamo che nel momento in cui la mi: sinonimo di marcata direziona-
za minore. Le Short line ci comu- decisione verrà presa si creerà con #      J#   
nicano indecisione e insicurezza. Il tutta probabilità una buona occasio- sottostante. La vittoria dei rialzi-
mercato non sa bene che direzio- ne di investimento, un segnale dire- sti in quella sessione è stata netta.
Una Marubozu black ha un prezzo
di apertura sui massimi e un prezzo
CANDELE 2
di chiusura sui minimi di sessione.
Upper shadow Upper shadow Sono stati i ribassisti stavolta a fare
il cappotto ai rialzisti. L’apparizio-
ne di una Marubozu white o di una
Massimo di seduta Massimo di seduta Marubozu black non vuol dire auto-
maticamente che si possono aprire
Chiusura di seduta Apertura di seduta
posizioni al rialzo o al ribasso. Cer-
Real Real tamente si tratta di un segnale forte,
specie se avviene in corrispondenza
body body
di un break-out. Tuttavia ci si deve
aspettare la possibilità che dopo una
Apertura di seduta Chusura di seduta
salita così netta arrivino delle pre-
Minimo di seduta Minimo di seduta     /     
rimane valido; si tratta solo di ave-
re un po’ di pazienza per sfruttare,
Lower shadow Lower shadow eventualmente, un’occasione di in-
fonte: Elaborazione F su dati Bloomberg gresso migliore.

86
F ACADEMY
DIZIONARIO DI F UNA SERIE DI PICCOLE CANDELE SULL'EUROSTOXX 50
CANDLESTICK
; <         
giapponesi, ossia la candela stessa. Può
essere bianca o nera a seconda che sia ri-
alzista o ribassista e può essere dotata o
meno di Upper e Lower shadow.

LONG LINE
le long line sono candele con un cor-
po lungo, quindi con un ampio range di
escursione tra il prezzo di apertura e quel-
lo di chiusura. fonte: Elaborazione F su dati Bloomberg

SHORT LINE „            # 
le short line sono candele corte, se compa- gran numero. Spesso precedono fasi di incremento della volatilità o rotture
rate con quelle che le precedono immedia- di pattern o resistenze. La loro presenza indica che il mercato deve ancora
tamente. Hanno una buona proporzione tra decidere che direzione prendere e se prevarranno i venditori o i compratori.
corpo e ombre.

MARUBOZU FIAT, SEGNALE RIBASSISTA CON LONG BLACK


le Marubozu sono candele che non hanno
ombra. L’indicazione direzionale che riesco-
no a dare è molto forte.

CLOSING MARUBOZU
è una Marubozu a metà in quando dotata
di un’ombra in corrispondenza del prezzo di
chiusura di sessione. Indica che il mercato
non è riuscito a chiudere sui massimi o sui
minimi di seduta. L’indicazione che danno è
leggermente meno forte rispetto alla Maru-
bozu classica.
fonte: Elaborazione F su dati Bloomberg
OPENING MARUBOZU
è una Marubozu dotata di un’ombra in corri- Lo scorso 30 ottobre il titolo Fiat ha rotto al ribasso alcuni livelli di supporto e
spondenza del prezzo di apertura di sessio- la soglia psicologica dei 4 euro. Lo ha fatto con decisione come attesta la long
ne. Ciò non implica alcuna differenza rispet-  ˜   K
 #   
to a una Marubozu classica.
in comparazione con quelle che la precedono.

Marubozu che fanno ombra


FTSE MIB, DUE RECENTI MARUBOZU WHITE
Anche le Marubozu possono ave-
re un’Upper o una Lower shadow.
Non tutte e due assieme però. Nel
panorama delle Candele giappo-
nesi esistono le Opening Maru-
bozu line che hanno una shadow
che si allunga a partire dal prezzo
di apertura e le Closing Marubozu
line che hanno l’ombra in cor-
rispondenza della quotazione di
chiusura. Per le prime vale in tutto fonte: Elaborazione F su dati Bloomberg
e per tutto quanto si è detto sulle
Marubozu classiche. Per le secon- Nel positivo inizio d'anno dell'indice Ftse Mib si contano già alcune candele
de invece, la forza del segnale vie-  ‹
N ##N   
ne solo leggermente intaccata dal- l'indice ha dato un segnale forte di prosecuzione del rally. L'indicazione che
la presenza della shadow. F una Marubozu candle può fornire ha una valenza molto alta.

87
CERTIFICATI
   

IL CERTIFICATO DEL MESE

Utility europee in saldo


Investire sulle utility con un Bonus Cap a sconto del 20% sul teorico rimborso alla scadenza.
Esistono rischi, anche se l'indice ha quotato al livello della barriera per l’ultima volta nel 2003
DI PIERPAOLO SCANDURRA CARTA D'IDENTITÀ
NOME Bonus Cap

E
nel, Snam Rete Gas e Terna, la francese Ve-
olia, la spagnola Iberdrola e la tedesca RWE. EMITTENTE Unicredit
Sono queste solo alcune delle 19 azioni che
SOTTOSTANTE Eurostoxx Utilities
compongono l’Eurostoxx Utilities, uno de-
gli indici settoriali dell’area euro a maggiore dividend STRIKE 262,04 punti
yield, che secondo le stime dovrebbe registrare nei BARRIERA 70% - 183,428 punti
prossimi dodici mesi una crescita degli utili per azio-
ne e della redditività. La ripresa auspicata del settore BONUS 128%
consentirebbe al relativo indice azionario di inverti- CAP 156%
re la tendenza ribassista degli ultimi cinque anni, che
PARITA' 0,381621
    
     ‰¥ 
    Z~~£  ‰£ 
  J    - SCADENZA 06/12/2013
vestimento alternativa alla replica lineare caratteristi-
QUOTAZIONE Sedex
  ] ^  ‚  
 
quantomeno su un assestamento dopo cinque chiusu- ISIN DE000HV8F553
 
       
  
a capitale protetto condizionato, quotato da Unicredit UTILITIES, ANDATA E RITORNO IN 10 ANNI
 ^ /          -
 / 
        ^
“ 600
    / „]~~~’–£›‰‰  
scorso 14 gennaio ha fatto il proprio ingresso all’inter- 500
    “]„®`   “ 
400
„         -
quidato un importo pari al nominale ( 100 euro) mag-
300
  
 
   Z£¥  
   -
plessivo di 128 euro, a patto che non sia mai stato 200
quotato dal sottostante, l’Eurostoxx Utilities, un valo-
  
    Y£\Z
   - 2003 2004 2005 2006 2007 2008 2009 2010 2011 2012
riera. In caso contrario, così come per valori dell’indi- |! ^ & 

DIZIONARIO DI F
LTRO K" ¨ 
{ ; 
a lungo termine concesso dalla BCE alle
banche richiedenti, a un tasso di interesse
<   
collaterale.

THETA il theta esprime l’impatto del


trascorrere del tempo sul valore di
<    
termini numerici, che indicano quanto valore
 < ##  
 

88
CERTIFICATI
  
  ‰\Y
   
 Z£¥      ‚    #
IL TEMA CALDO
  
     
  ~£YZ  
moltiplicando tale valore per il livello rilevato a sca-
   J  
Y‰

Il banco vince
Quotato sul Sedex dal market maker con un prezzo let-
   Y~Y 
      



          Z~¥     
sempre
11 mesi, a condizione che l’indice delle utilities del- Non ci voleva l’ennesimo scandalo, ancora una volta legato al
 
   =  Z~¥      nome del Monte Paschi di Siena, per svelare gli intrecci tra po-
 X  ZZ©
[“    
- litica ed economia nella gestione degli affari bancari italiani. L’i-
via i dividendi che verranno staccati lungo la durata stituto bancario più antico del paese è infatti ormai dal 2009,
residua, stimati da Bloomberg in circa 11 punti, pari   " &
 -
 ‰¥  J
           Π         

 Y‰¥
          ##  #¢ # -
in termini assoluti che tuttavia appare adeguatamen-   #   &   
te remunerato dal rendimento annualizzato superiore di 3,9 miliardi, che si andranno ad aggiungere ai 23 miliardi ri-
 ZZ¥ #&?!<K"¨{<  -
P     J  #           <# „ 
  # -
e proprio spartiacque tra il rimborso comprensivo del dare il settore bancario europeo. E’ quindi chiaro a tutti che dal
bonus che porta ad ottenere il rendimento minimo del fallimento di Lehman Brothers, avvenuto nel 2008, le banche
Z~¥  
       
 X   - godono di un supporto illimitato e straordinario da parte dei go-
to) dell’effettivo andamento dell’indice calcolato per- verni e delle Banche centrali che si traduce in uno tsunami di
centualmente dallo strike, può tornare utile osservare Œ 
  #     K<   
      J]
++   $ dallo scorso luglio è emblematico: da un minimo di 2,33 euro,
     
 

   *?  
’
   #-
lungo periodo è che il minimo degli ultimi 10 anni lore, ponendo le basi per
Y©~~
 YZ Z~~ un ulteriore allungo, che
mai, dal 2004 in poi, è stato quotato un valore inferio- Uno tsunami di liquidità in caso di proseguimen-
to potrebbe far rivedere i
Z~~
X        - a tassi irrisori sempre  
   Y£\Z 
[ „J       Z~~£ J
-
       J]
++ ‰~    ‰¥
 
=    alternativo per agganciar-
circa, con una divergenza accentuatasi proprio nell’ul- casse delle banche. Da       -
trebbe essere quello di
timo trimestre. Lehman in poi tutto è investire su uno dei cer-
I    J          
che incidono sulla determinazione del prezzo del cer-
cambiato       

  ^ /     - ovvero su un Express di
denza, emerge che il trascorrere del tempo esercita un „
&˜ˆ„!„!©"^‰
Π
effetto positivo sul valore complessivo della struttura,         -
stimato a parità di sottostante in circa 10 punti percen- mance del titolo. A fronte di un valore del sottostante pari a 4,73
tuali nei prossimi 4 mesi. F        Π |
# ’    # 
    
#    -
      <  €€
   €~     
  Œ  
—
L’unica
L’unica guida completa
guida completa suisui certific
certificati    €  ; #  -
Ogni
Ognimercoledì
mercoledì ininuscita
uscita gratuitamente
gratuitamente on
on line    #  -
 >“       
   ~†   -
~~N ;Œ < ’  
anche se, come probabile, non si dovesse arrivare alla soglia
necessaria per godere del rimborso a 100 euro, nel breve pe-
Π  <      
 #   F

89
FOREX
DOPO LA STERZATA DELLA BANK OF JAPAN

Lo Yen cambia pelle, può


partire la guerra delle valute
{  


  
  
 


Tokyo sky tree


BoJ e gli acquisti illimitati di titoli di Stato, Tokyo punta al

  
  
    
DI RICCARDO DESIGNORI voro della BoJ su argomenti essen-
ziali nella politica monetaria qua-

I
l 2013 si annuncia come l'anno li il livello dei tassi di interesse da
dello yen, almeno per quanto adottare per sostenere la congiun-
riguarda l’interesse degli inve- 
          -
stitori mondiali verso i nume- zione target. Se il primo punto of-
rosi temi e capitoli aperti inerenti fre dei margini stretti di manovra,
la futura politica monetaria che la i tassi già ora sono vicini allo zero
Banca centrale del Giappone adot- attestandosi allo 0,1%, il secondo è
terà nei prossimi mesi e le possibili quello che nelle ultime settimane ha
strategie di trading che si potrebbe-     
  J
 
ro venire a creare. A catalizzare l’in-      _     
teresse degli investitori, e dunque da subito invitato la Boj ad adot-
anche della speculazione, verso il tare coraggiose misure di allenta-
Sol Levante ha contribuito in modo mento monetario. L’istituto centra-
determinante la vittoria alle elezio- le guidato dal governatore Masaaki
ni dello scorso dicembre dell’espo- Shirakawa, sostenuto in questo dal
nente della corrente più conservatri- voto favorevole di 6/9 dei membri
ce del Partito Liberal Democratico del Board in occasione del meeting
giapponese Shinzo Abe. Il ritorno della Bank of Japan dello scorso 21
alla guida del Paese di quello che nel e 22 gennaio, ha accolto l’invito di
settembre 2006 fu il Primo Ministro Abe a raddoppiare il target dell’in-
più giovane della storia giapponese     Z¥       Y¥
è infatti destinato a indirizzare il la- L’obiettivo appare molto ambizioso

} ~ €    


  
PIL DISOCCUPAZIONE INFLAZIONE
2,0% 11,95% 11,8%
11,4% 2,5%

1,1% 1,1% 1,9%


1,8% 1,65%
0,7%

4,4% 4,2% 4,0%

-0,1%
-0,4% 0,0% 0,0%
2012 2013 2014 2012 2013 2014 2012 2013 2014

90
FOREX
tori internazionali sull'euro dopo la
CAMBIO EURO/YEN
125 
    
  
la visione long di euro e short di yen
120 appare la più congrua su un orizzon-
cambio euro/yen
115 te temporale di medio periodo. In
questa direzione si inserisce coeren-
110    
    
105 cross. La ripartenza avviata dall'eu-
ro dai minimi storici dello scorso
100
24 luglio a 94,1 ha infatti permesso
95 alla moneta unica europea di mette-
re a segno numerosi segnali d'acqui-
90
Gen ’11 Mag ’11 Set ’11 Gen ’12 Mag ’12 Set ’12 Gen ’13 / =   
fonte: Elaborazione F su dati Bloomberg è stato senz'altro la violazione del-
le solide resistenze statiche poste in
area 111,50. La soglia menzionata
se si considera che il Giappone da port delle aziende del Sol Levante. è stata bypassata al rialzo proprio il
molti anni soffre di una sostanziale In tal senso vanno interpretati i re- 26 dicembre scorso, giorno in cui si
           centi rialzi dei titoli azionari nip- sono tenute le elezioni in Giappone.
il 25 gennaio sono stati pubblica- ponici. A favorire la rivalutazione Il cambio ha così portato a termine
ti dati che hanno evidenziato come dell'euro nei confronti dello yen do-
 
   -
   Z~YZ J  - vrebbe contribuire inoltre la mag- sta quale il testa e spalle rovesciato
surata anno su anno, fosse in realtà   
   
  in costruzione dal 30 agosto 2011.
stata negativa per lo 0,1%. Nella so- si registra sui mercati internazio- Indicazioni positive vengono anche
stanza il target giapponese punta ad nali circa la solidità e sostenibili- dalle medie mobili esponenziali, in-

   
   - tà dell'Eurozona e della sua mone- crociate al rialzo dallo scorso 15 no-
mite l'acquisto illimitato nel tempo, ta. Se tuttavia la politica monetaria vembre. Partendo da questi presup-
dal gennaio 2014, di titoli di Stato della BoJ per i prossimi mesi appa-
a breve termine inserito nel nuovo re chiara e tracciata, in questa fase
piano "open-ended" di acquisto di le incognite riguardano proprio la Quella voluta da
asset. La BoJ si è così impegnata a Bce. L'istituto capitanato da Mario
Abe è dunque
immettere nel sistema giapponese Draghi per ora non partecipa alla
Y    *    guerra delle valute intrapresa dagli una vera guerra

         #  altri principali istituti centrali del valutaria, volta
target del 2%. Quella voluta da Abe globo per via dell'immobilismo vo- a favorire
è dunque una vera guerra valutaria, luto dalla Bundesbank. Tuttavia la l'indebolimento
volta a favorire l'indebolimento del- Germania, come evidenziato anche della valuta sui
    
 
     - da Goldman Sachs, ha diversi moti-
  
ziari internazionali e la contestuale vi per essere preoccupata dall'inde-
crescita della competitività nell'ex- bolimento programmato dello yen.
Tokyo e Berlino dipendono larga-
mente dalla Cina e la rivalutazione posti, chi volesse sfruttare eventuali
Fonte: Bloomberg al 22 gennaio 2013
dell'euro che causerebbe un contrac- momentanee correzioni del movi-
Eurozona Giappone colpo negativo sulle esportazioni te- mento primario, fattispecie che ver-
TASSI BANCHE CENTRALI desche. Inoltre i prodotti Made in rebbe favorità dall'attuale vicinanza
Germany potrebbero avere più di con le solide resistenze statiche di

  #  
    area 123,30/123,40, potrebbe valu-
0,75%
Giappone. Per capire la posta in pa- tare l'implementazione di una stra-
0,63%
lio basti pensare che Tokyo rappre- tegia rialzista sull'euro strutturata
senta il 4° mercato mondiale per le con ingressi in acquisto a 112. Lo
merci tedesche. Considerando tut- stop scatterebbe in caso di un ritor-
tavia la lungaggine mostrata in più no delle quotazioni sotto 105,25, il
0,1% 0,1% occasioni dalla Bce nel prendere primo target di questa strategia si
ND ND questo tipo di decisioni e alla luce avrebbe a 123,30 e il secondo, di
2012 2013 2014 del riposizionamento degli investi- lungo periodo, a 128,90. F

91
TOBIN TAX: COSA NE PENSANO I TRADER

Pronti a lasciare Piazza Affari


I trader definiscono la Tobin Tax una pessima legge, anche se poteva essere peggio.
Attenzione all'esito delle prossime elezioni: se si dovessero inasprire ulteriormente le aliquote, i
trader italiani potrebbero dirigersi verso altre Piazze europee. Con il benestare dei broker
DI MARCO BERTON Biagio, sei un utente storico di Fi-    K  
nanzaonline.com. Raccontaci nell'attuale versione è completamen-
brevemente cosa fai nella vita.  &   

Questo mese
Sono trader a tempo pieno dal lontano  Š   ƒ -
parliamo di... 1997. Ma con questa politica che si 
  < 
      ’   2016 compiendo un logico passo in-
non so se a breve sarò costretto a dietro. A mio avviso questa presa di
cosa pensano
     
       ƒ   
i trader della Tobin Tax ^{Kˆ^ ^  ‰ sostenitrice della tassa sino a qualche
che entrerà in vigore è stato il miglior contenitore di persone  # #  -
      
   ƒ#    -
dal prossimo mese di  #     ^ ˜    
marzo. Biagio Milano, Negli ultimi tempi è migliorato anche un particolare schieramento politico.
 <  Œ#   *  <”  #
alias Neropece, trader restando che il mio gradimento rimane ; #  <  -
e vice presidente di    ^{K ’        N^@#  Œ 
IFMAdvisor, ci possa conoscere il nome e il cognome vicepresidente. Ad ogni modo ritengo
del proprio interlocutore. Per questo che non produrrà molto gettito. Peggio
racconta cosa è #    
      ""$
realmente successo   #   # # 
ˆ
  ‰      Œ   #  N-
 

    esclusivamente dopo essersi registrati J    =|   
all'approvazione del- con un documento di identità. Sono Œ   ’#
#
 ¡# #   #   
< \
la normativa in Italia,
enorme successo.       -

 
  <N #   
l'operatività dei trader Negli ultimi mesi ti sei concentrato  *  Œ
sulla Tobin Tax. Dopo tanto discu-  #<”
e quali rischi mettono tere, che opinione hai su questa im-
a rischio la sopravvi- posta? Quali sono gli strumenti maggior-
'”~ €- mente penalizzati e quali invece
venza dell'industria     " possono dire di averla scampata?
italiana del la dichiarò anacronistica. E’ una tas- N     
trading online  #ŒŒ 
—    ~
#   *  di euro sarà quello maggiormente
capitali prontamente si spostano ver-  
—   
Il meglio del Forum
aliquota permillare. Questa è la parte   
 #;
 
  <N^@„#    J  =Œ 
        N  JŒŒ =
   #    Π   #        

       \  portando esempi concreti dei danni che
modo da evitare la tassa. C'è da dire #    <   

 #       permillare soprattutto sull’economia reale

 < \     ˆ       #
sarebbe stata certa e avrebbe generato      #  ‰
  #        
avessero ascoltato completamente la su quanto lo Stato avrebbe potuto
               Π
    J   = 
 @       
— 
  #          #
<        |    Œ

mercato. La nostra proposta (1 euro ##     
    ¡ ‰ #        Œ
#   
      
< \  
investitori. Porto un semplice esempio si ridurrebbero ad 1/10 rispetto a quelle
  |          # 
;    >  
          
# 
    € 
   &   N^@#        *    
N  ˜ ^ ^;'  
## ”“ ?   posti di lavoro per l’intero settore.
      ¶ N     vorrà dire che porteremo la nostra
         operativita’ in altre Borse. Le prossime elezioni politiche rappre-
 #     sentano un rischio per voi trader?
overnight con buona pace per gli introiti Secondo te l'industria del trading Assolutamente sì. Abbiamo già saputo
  *      #
 online italiano è sulla via del declino? che alcuni politici stanno pensando ad
#     
  K<  ;
     Π  
        politiche non emerga un soggetto nemico  #  < 
 ~ 
  
   
         € N  Œ 
alcuna tassa.  ###      #  #  ¡ \   # 
          ƒ    # ¶¢
La tua operatività sui mercati si   <  *  <!   temo che la lotta a questo pessimo e
 |} } ~ alla Francia ad avere introdotto questa demagogico atteggiamento politico non
La mia operatività naturalmente verrà normativa. Se aumentassero le aliquote sia terminata.
  <   Œ  accadrebbe esattamente quanto sta ' <N^@#      
" "$ 
— 
 œ          |        

 # 
„ œ ’               
svelarti che è già partita una campagna chiusura dell’impresa. sul settore. La prossima volta non
  # #  ˜     # 
         Nell'idea iniziale la Tobin doveva col-     ˜      
*  #; ""$ pire prevalentemente i derivati. commissioni sugli altri listini europei e
vicine a quelle italiane. Se il partito o            #  
  #      l'opposto? <N !   
 
 #       ‘  ;  Œ      # Œ ¡ ‹ 
    Œ   di colpire maggiormente il comparto  ¶F
Fatti & Cifre A CURA DI LORENZO RAFFO

93% 11%
Il Cile batte tutti in termini
E’ la percentuale di famiglie che risiedono in una casa di
   |   -
proprietà in Ungheria. Ciò ne fa il Paese d’Europa con la più
centuale di debito pubblico
alta quota di proprietari di immobili. Incredibilmente – all’op-
rispetto al Pil si limita infatti
posto – è la Germania ad avere il dato minore in assoluto:
a tale tasso. Ne consegue
solo il 43% dei tedeschi vive in una propria abitazione.

    ;-
     -
ca dei Paesi Ocse, a livello

8
Foto: Rena Schild Shutterstock.com

del 19,6%, superiore solo al


milioni Messico (18,8%).

E' quanto si stima possieda il


Presidente statunitense Barack
Obama, uno dei meno ricchi
della storia degli Stati Uniti. Il
più abbiente in assoluto sareb-
be stato Bill Clinton, il cui patri-
3,4 milioni
monio avrebbe raggiunto gli 80
Milioni di asiatici che pos-
milioni di dollari.
siedono un patrimonio su-
periore al milione di dollari,

1.000.000.000.000.000.000 in forte incremento rispetto


al 2010, quando il numero
si limitava a 1,16 milioni.
Questo numero equivale a un trilione. Espresso in dollari è la stima del
Questa valutazione emerge
fatturato prodotto dall’intera area di Tokyo, al primo posto al mondo per
da uno studio della banca
ricchezza generata, davanti a New York, Londra e Shanghai.
svizzera Julius Baer.

57,5 Miliardi di dollari: assomma a tanto il patri-


monio di Amancio Ortega, fondatore e pro-
prietario di Inditex, società spagnola che
controlla il gruppo Zara. La notizia, in quanto tale, dice poco.
2.000.000.000.000
Non sforzatevi a leggere questo numero: sono 2 mila miliardi.
Più significativo è il fatto che la sua fortuna sia aumentata di Espresso in euro equivale al rischio sistemico aggregato delle
ben 22 miliardi nel solo 2012, grazie al rilevante boom in Borsa banche europee. Che potrebbe manifestarsi se le quotazioni di
del relativo titolo (+66,7%). Borsa calassero del 40% nel 2013. Con effetti devastanti.

300.000 75,2 55,4% E' la quota di autoveicoli prodotti in


Asia sul totale mondiale. Con la Cina
in forte crescita.
miliardi
Euro al mese: è quanto han- Miliardi di dollari, rappresenta
no guadagnato 70 persone il capitale dell’uomo più ricco
del Veneto, che importavano del mondo, il messicano Car-
e smerciavano abbigliamen- los Slim, magnate alla guida di
to e accessori contraffatti vari gruppi, fra cui quello delle
di marchi leader del lusso, telecomunicazioni America
quali Louis Vuitton, Burber- Movil. Di origini modeste, ha
ry, Gucci e Fendi. In parte la saputo investire molto bene. Il
merce proveniva dall’estero suo patrimonio è in parte com-
(Cina, Turchia e Grecia) e in posto da opere d’arte, con di-
parte veniva prodotta in Italia pinti di Tiziano, Tintoretto, Ru-
Foto: Hung Chung Chih
(Lombardia e Campania). bens e Dalì. Shutterstock.com

94
VIAGGI & LEISURE
SAFARI IN AFRICA

Emozioni nel deserto della Namibia

L
a Namibia è no attrezzature eccellenti.
un paese affa- Un’esperienza emozionan-
scinante, con i te sono le dune di Sossu-
grandi deserti svlei, una distesa di 32.000
del Namib e del Kalahari kmq nota come mare di
e i parchi, dove è possibile sabbia. Le dune, che qui
osservare gli animali afri-        Z‰ -
cani nel loro habitat, anche tri di altezza, fanno parte
con escursioni a piedi, ov- di uno degli ecosistemi più
viamente sotto il controllo antichi e aridi del pianeta.
di guide e ranger dei par- E dopo i deserti, il Fish
chi. Dalla Skeleton Coast River Canyon, in tut-
    
”
   ta l'Africa non c'è un al-
che regala forti emozioni e       
”
scenari spettacolari. Una delle più grandi riserve naturali 160 km di lunghezza e 27 km di larghezza per panora-
del mondo, l'Etosha National Park, è la meta più getto-   /         
  ’
nate dai turisti. La parte occidentale del parco è caratte- La stagione invernale, che va da maggio a otto-
rizzata dalla savana, quella centrale l'Etosha Pan, è una bre, è quella più indicata per visitare la Namibia.
depressione salina di 5000 km², mentre a est ci sono le Per organizzare un viaggio su misura o di gruppo, ma
foreste, insomma, non manca nulla dal punto di vista na- senza sorprese, ecco due indirizzi di chi l'Africa la co-
turalistico. Anche se è possibile visitare Etosha in un sol   ” Namibia Travel (www.namibia-travel.
giorno, è meglio dedicare al parco almeno un paio di notti it) e African Explorer (www.africanexplorer.com)
in uno dei tre campi della Nature Conservation, che han- Silvia Tolis

RELAX IN CENTRO ITALIA


In Umbria a spasso tra borghi medievali
Residenze d’epoca, resort, agriturismo, sporting center, hotel con be-
auty-farm: sono 23 le strutture che fanno parte del Consorzio Umbria
Benessere – Club Vitae (www.umbriabenessere.eu). Tutte di alto li-
vello, offrono una vacanza che passa anche per il gusto, per la natura e San Valentino
il territorio. Tra le varie location segnaliamo il Castello di Montignano in Africa
Relais & Spa   ¯    - Un San Valentino tra sole e
za d’epoca con esclusivo centro benessere. E la Residenza Rocca- mare, in alcuni degli angoli

di Chioano, che propone il pacchetto “Un assaggio più belli del mondo? È quanto
di Umbria: 5 notti per due persone a partire da 750 euro a persona. propone Hotel Ora Resort
all’Amarina di Nosy Be, in
Madagascar e agli Ora Resort
CASTAGNETO CARDUCCI Watamu Bay, Jacaranda e
\
  _       Twiga a Malindi in Kenya. La
quota, per tutte le preno-
Il Tombolo Talasso Resort, a Marina di Castagneto Carducci (Li- tazioni che includono il 14
vorno), propone una serie di programmi che contano su tutte le pos- febbraio, parte da 1.970 euro
sibili applicazioni della talassoterapia. Il centro benessere ha cinque per il Madagascar e da 2.055
piscine di acqua di mare in cui si riproduce l’effetto dell’aerosol natu- euro per il Kenya. La quota
rale della brezza marina. Questo microclima ha anche un effetto se- comprende il volo a/r e sog-
dativo e calmante degli spasmi allergici. La talassoterapia è un meto- giorno (9 giorni/7 notti) di una
      
     # persona in camera doppia.
chiamate Sad (Seasonal Affective Disorder). Per chi vuole conceder- Per informazioni consultare il
si un week-end all'insegna del benessere www.tombolotalasso.it sito www.orahotels.com

95
LETTERE Indirizzate i vostri quesiti a: posta@browneditore.it

La posta di F
`
!  j
Equitalia può notificare le cartelle contribuente o dell’amministrazione”.
inviate a mezzo posta? Come posso Va da sé, quindi, che producendo
provare la eventuale non correttezza solamente le relate di notifica e/o le
delle procedure di riscossione da parte ricevute di ritorno delle raccomandate
del concessionario? (in caso di notifica a mezzo posta) senza
Lettera firmata - via email le cartelle esattoriali, il concessionario
non ha ottemperato all’obbligo previsto
Risponde Matteo Sances, avvocato esperto dalla legge e dunque non ha provato
di Diritto Tributario e consulente tributario la correttezza delle procedure di
dell’Associazione Consumatori Europei. riscossione.
Equitalia deve esibire al contribuente sia La predetta sentenza, dunque, continua
le ricevute di ritorno delle raccomandate sostanzialmente l’indirizzo già espresso
che copia delle cartelle esattoriali, da altre Commissioni Tributarie (si
diversamente non vi è prova del corretto ricordano ad esempio le sentenze
espletamento della procedura esecutiva. della CTP di Parma n. 15/07/10 e la
Solo in questo modo il concessionario n.40/01/10).
può dare piena prova sia del contenuto Tale questione, come si è già avuto modo
che della notifica delle cartelle. di evidenziare in altre occasioni, è di
È quanto emerso da una recente sicuro interesse poiché può succedere
sentenza della Commissione Tributaria che il contribuente venga a conoscenza
Provinciale di Genova (Sent. CTP di un debito tributario solo a seguito di
di Genova n.11/01/12, depositata il atti successivi alla cartella (come in caso
25/01/2012) la quale, nell’annullare di notifica di pignoramenti su c/c bancari
una serie di cartelle per un importo o di un’iscrizione ipotecaria) e abbia la
complessivo di euro 401.233,29, necessità oltre che il diritto di conoscere
chiarisce che “La Commissione valutate a pieno quanto gli viene richiesto.
le argomentazioni addotte da ambo le Il più delle volte in questi casi succede
parti, ritiene assorbente rispetto a tutte le che il concessionario si limiti a produrre
contestazioni mosse da parte ricorrente, solamente degli estratti di ruolo – in
nonché alle controdeduzioni formulate pratica un mero elenco dove sono
da parte resistente, l’obiettiva mancata indicate tutte le cartelle per le quali si
produzione delle cartelle di pagamento, procede – ma anche in questo caso la
essendo queste ultime l’atto posto a base giurisprudenza ha chiarito che “non
della procedura di riscossione del credito è sufficiente … il mero deposito in
tributario, atto di natura ricettizia di cui semplice copia degli estratti di ruolo, agli
non viene documentata l’esistenza”. atti del fascicolo di causa, perché vanno
I giudici di Genova, dunque, accolgono esibiti gli atti (ossia le cartelle) in copia
la tesi del contribuente secondo cui il integrale e conforme all’originale, allo
concessionario non aveva ottemperato scopo di consentire la piena conoscenza
agli obblighi previsti dall’art. 26, comma del loro contenuto” (Sent. TAR per la
5 (allora comma 4) del DPR n.602/73, Calabria, sez. staccata di Reggio Calabria
il quale prevede che “il Concessionario n.301/09 del 30/04/2009).
deve conservare per cinque anni la Alla luce di quanto illustrato, pertanto,
matrice o la copia della cartella con la appare chiaro il diritto di ogni
relazione dell’avvenuta notificazione o contribuente di visionare copia degli atti
l’avviso di ricevimento ed ha l’obbligo che lo riguardano, pena la nullità degli
di farne esibizione su richiesta del stessi.

96
Abbonati!
al MENSILE di IDEE
per il risparmio e gli investimenti
18.34.34
34.341
18.df 23/11/2012
F012_0 2012_BIS.p
01_001
1 23/11/
df
_BIS.p 34
01_001 18.34.
F012_0
2012
1 23/11/
df
_BIS.p
01_001
F012_0

RE 2012
TTOOBTABCOINCAIKBNKC!IN!K!
E 2012

NUMERO 12 | DICEMB
12 | DICEMBR
BRE 2012

e 2012
12
12 | DICEM

ERO
bre 20

EFFE - dicembr
2012

ANNO 2 | NUM

MENSILE | ANNO 2 |
mbre

- dicem
| ANNO 2
| NUMERO
CCRRCAR
MENSILE |
olo gua ràà ssoolo
- dice
ortaeràtasssa
EFFE
MENSILE
EFFE
5,00 € 4,00 €
a
tass a
nupov a porteerà oloo guuaaai
00
,00
44,0
5,00 €

c
rc
r hé la
la nuova é la
5,00 €
Pe

LA FINANZA C
C

Y
C

CM

PERSONALE
M
MY
CM

Y
CY
MY

CM
CMY
CY

MY
K
CMY

CY
K

CMY

RISPARMIO
PROMOTORI
azine.it

SUPERBOLLO TITOLI Come riconoscere


zine.it

MERCATI 2013 Difendersi dalla


A centinaia i Madoff
migliori idee nel mirino delle di casa nostra
it

www.effemag

201 Le inve stangata


azine.

principali reti
femaga

MERCATIliori iddi ento


ee stimvo anno di fine anno
to il nuo
LLee mig stimenper
ffemag

di inve
www.ef

- LO/MI
www.e

70%
TALE- -LO/

Se ti ABBONI a F
TO POS MI
ONAMENTAL E - 70% POSTALE - 70% -
LO/MI
ONE IN ABB

Offerta
- SPEDIZI AMENT
- SPEDIZ IONE IN ABBONAMENTO
O POS
IANE SPAITALIAN ABBON
E SPA
POSTE ITAL POSTE IONE IN
SPA - SPEDIZ
POSTE ITALIANE

in OMAGGIO puoi anche


imperdibile!*
Sfogliare il
mensile 12 numeri a soli
sul tuo Ipad
sconto de
l
34,90 €
42% anziché 60,00 €
Scaricare
il mensile
in pdf 24 numeri a soli
sul tuo pc
59,90
sconto de
l

Accedere all’archivio pdf
50% anziché 120,00 €
dei numeri arretrati
* Offerta valida solo sul territorio italiano

Per abbonarsi o regalare l’abbonamento collegati a www.effemagazine.it


oppure compila il coupon nella pagina successiva
--- EDITORE --- INFORMATIVA AI SENSI
DELL’ART.13 D.LGS.
Brown Editore SpA | Amministratore Delegato Salvatore Pugliese 196/2003
--- SEDE LEGALE --- I dati degli abbonati sono
DIRETTORE RESPONSABILE Viale Mazzini 31/L – 36100 Vicenza
trattati, manualmente
Marco Barlassina ed elettronicamente
da Brown Editore, Via
marco.barlassina@browneditore.it --- SEDE OPERATIVA E REDAZIONE --- Federico Confalonieri

DIRETTORE EDITORIALE Via Federico Confalonieri 29 - 20124 Milano | Tel. 02.677358.1 29, 20124 Milano,
titolare e responsabile del
Marco Berton
--- REGISTRAZIONE TRIBUNALE DI MILANO --- trattamento per l’invio
marco.berton@browneditore.it della rivista richiesta
162 del 25/03/2011 in abbonamento e per
VICEDIRETTORE EDITORIALE --- CODICE ISSN ---
le operazioni connesse.
Massimiliano Volpe Le categorie di soggetti
massimiliano.volpe@browneditore.it 2239-0863 incaricati del trattamento
     #
CONTRIBUTI DI --- PUBBLICITÀ --- suddette sono gli
addetti alla registrazione,
Advise Only, Domenico Arena, Alberto “  ®  ¹ †    all’elaborazione dati, al
Bolis, Biagio Campo, Francesco Caruso,
Andrea Dal Santo, Riccardo Designori, --- UFFICIO TRAFFICO --- confezionamento e spe-
dizione della rivista, alla
Titta Ferraro, Daniela La Cava, Paolo Domenico Romanelli | adv.effe@browneditore.it | Tel. 02.677358.42 gestione amministrativa
Legrenzi, Floriana Liuni, Mark Mobius, e contabile.
MoneyFarm, Valeria Panigada, Alessandro --- SERVIZIO ABBONAMENTI --- Ai sensi dell’art. 7
Piu, Lorenzo Raffo, Matteo Riccardi, del D.lg. 196/2003 si
www.effemagazine.it | abbonamenti@borse.it | Tel. 02.677358.38
Pierpaolo Scandurra, Flavia Scarano, possono esercitare i
Claudia Segre, Silvia Tolis. --- STAMPA --- relativi diritti, fra cui
> ”„ Œ  `   
   
Romanò, Stefano Zambotti, Lissette Zavala
CALEIDOGRAPH Srl | Viale Milano 45 - 23899 Robbiate LC cancellare i dati od op-
porsi al loro utilizzo per
--- DISTRIBUTORE ESCLUSIVO PER L’ITALIA ---
PROGETTO GRAFICO   
 
commerciale interattiva
Domenico Romanelli MEPE - Messaggerie Periodiche SpA | Via Ettore Bugatti 15 – 20142 Milano MI
rivolgendosi a Brown
domenico.romanelli@browneditore.it Editore. Presso il titolare
Congratulazioni al direttore di F, Marco Barlassina e alla famiglia è disponibile l’elenco
ARCHIVIO FOTOGRAFICO       Œ
 La Redazione completo ed aggiornato
© SHUTTERSTOCK IMAGES LLC dei responsabili.

F La Finanza Personale - COUPON D’ABBONAMENTO


Si, desidero abbonarmi (o regalare
l’abbonamento) a 12 numeri di F a I MIEI DATI I DATI DELL’AMICO A CUI REGALO F
soli 34,90€ anziché 60,00€ con uno COGNOME COGNOME
sconto pari al 42%
NOME NOME

Si, desidero abbonarmi (o regalare RAGIONE SOCIALE * RAGIONE SOCIALE *


l’abbonamento) a 24 numeri di F a COD.FISCALE/P.IVA COD.FISCALE/P.IVA
soli 59,90€ anziché 120,00€ con
uno sconto pari al 50% INDIRIZZO INDIRIZZO

CITTÀ CAP CITTÀ CAP

TELEFONO TELEFONO

EMAIL EMAIL

* da inserire in caso di abbonamento intestato a una azienda

Scelgo la seguente modalità di pagamento:

Bonifico Bancario - CODICE IBAN n. IT13M0572811812012570986821 intestato a Brown Editore Spa


Con Carta di credito - Visa - MasterCard
N
Scadenza Cvv2
Per abbonarsi a F compilare il coupon e Data____________________ FIRMA _________________________________________
rispedirlo via fax al numero 02/67735840, o
GARANZIA DI RISERVATEZZA. Ai fini della legge 675/95 e successive modifiche, l’editore garantisce la massima riservatezza dei dati forniti, utilizzati
in busta chiusa a Brown Editore, via F. esclusivamente per l’ordinaria gestione commerciale, e l’invio di materiale informativo inerente la propria attività editoriale. L’editore si impegna a non
Confalonieri 29, 20124 - Milano (MI). cederli a terzi e a provvedere alla cancellazione o alla rettifica, qualora l’interessato ne faccia esplicita richiesta scrivendo a Brown Editore, Via Confalonieri
29, 20124 Milano (MI). Con la firma del coupon si autorizza l’utilizzo dei dati.
   
*A, 

Un pacchetto semplice per un prodotto tutto italiano


I primi ETF su Titoli di Stato italiani

5   

/01:   2  


R             O0  
  $0#  3  B )))*+  
     
  V /,
B 2 *+,  C* 
R 

  

   *
 
   

    ;    BD''G'&&HH
  
       V 1+B JKG'&DLKMGD&(
R
 &''
       6$7
(' 

 WV ?   B /01
R 

   -            * 

   
* B /01N!OP

!
/01*A,          3
      
 
 *          
 
. 


ETF su 3#3;   0/? X


$  (  &

$0#3
8O0/+, 23
8Y <Z'L(KH%'&LD 5
 '(H[ 'HM[WW 'KMWW

(
Yield medio: 
     
    
   

 

 $0#Y3
8O0,/+, 23
8



(M  &'(K& B
  

 

 $0#Y3
8O0,/+, 23
8
-  2   
(M  &'(KW1  B   (M'(&'(KWW#    
    
   
     
 

 / $0#3   
6(M'(&'(K7 -   
  
    >  
 

  

    
 

 
  
 
 2        
         2

   /+ 0 1



   
  
      
    
    
 
  
 
            
      !"#$ %&'(&($
   
  )))*+   *+,  -   

  .   !!
/01 
    
2     *+,  33  .       
 
 * 

2 # 44


 3   .5
"*
6#35"7   ! 
    
 
  
            


 

 
 $0#3
8,/+ 23
83     
  6  
93:7      .$0#; +<$0#; +-
  8


3 4
 
 

   
  $0#; +   
  6  
  7           
   



  

  
      
      
$0#; +   
      
   *
.  2 
  
 
 ,
      

3 -*   
             


 = 

>   

3  
    
 2   

    = 

>      


  

  
  

3 < 2     


          
   


 3
<**
  

          
. > 
**
     !        2  
  

   

 .

 

     3       )* # 22   

   9?  5   :  


   @    
    
    


   

   
  

  

Potrebbero piacerti anche