Sei sulla pagina 1di 23

PSICOLOGIA

COGNITIVA E DELLO SVILUPPO

melissa.scagnelli@unive.it

PARTIAMO DA VOI

Che cos’è la psicologia?


La psicologia è una scienza che si occupa dello
studio delle interazioni tra il comportamento degli
individui e gli even6 del loro ambiente (Bijou & Baer,
1961, 1978)
Diversi livelli di analisi

È possibile porre le scienze lungo un


conWnuum, in base alla complessità
dei sistemi ai quali si interessano
a un estremo le discipline che studiano
le interazioni di parWcelle
subatomiche, all’estremo opposto
quelli che studiano i processi di
sviluppo della cultura e della società

(Novak, 1999)
Il metodo scienWfico
Osservazione
Formulazione di ipotesi
Esperimento
Validazione o confutazione
dell’ipotesi




Obie%vi della scienza:
Descrizione: importante fare una descrizione
adeguata delle cara^erisWche e la natura dei
fenomeni studiaW
Spiegazione: significa rendere chiara una causa o una
ragione. Stabilire una relazione tra classi di evenW
Previsione: Sulla base delle osservazioni
precedentemente effe^uate si può avere previsione
Controllo: Modifica di variabili per influenzare
l’emissione di alcuni comportamenW

La psicologia è la scienza che
si occupa dello studio del
comportamento umano
Il comportamento
•  Alcuni fraintendimenW:
–  Comportamento come sinonimo di azione
–  Comportamento come contrapposto a cognizione
–  L’ogge^o di studio è solo il comportamento
osservabile
SA COMPORTAMENTO SA

Cognizione Azione
Sistema Sistema
nervoso nervoso
muscoli

Emozione
Sistema
endocrino

SA Contesto
9
Il comportamento
È inteso come l’insieme delle manifestazioni
umane osservabili e non osservabili e
comprende emozioni, cognizione, azione,
ricordi, sensazioni fisiche, problem solving,
linguaggio (Moderato, 2020)
L’esempio dell’ansia
Il comportamento è globale

Il pensiero su pericolo corso porta a


comportamento verbale
Paura
(con advazione
sistema nervoso
simpaWco)

Memorizzazione
(con advazione
circuiW cerebrali)
George Seurat, Una domenica su la Grande Ja^e
LA DIMENSIONE TEMPORALE
Errore: considerare solo il comportamento nel “qui e ora”
La psicologia è una scienza che si occupa dello
studio delle interazioni tra il comportamento
degli individui e gli even6 del loro ambiente (Bijou
& Baer, 1961, 1978)
le relazioni funzionali che si possono stabilire tra
la condo:a di un individuo e l’enorme serie di
variabili esterne ad esse che la possono
influenzare.
Psicologia
Interazione

C = f (S) C = f (S <-> O)

SWmolo ambientale SWmolo Organismo


ambientale
SWmolo
uno sWmolo (S) rappresenta per l’organismo una
variazione percepibile dell’ambiente.
Qualunque variazione ambientale che provochi
un’advità nervosa nell’organismo può essere
uno sWmolo, sia che tale advità consista in
un’elementare risposta riflessa sia che si trad di
una reazione che si esprime in uno o più ad
comportamentali.
Funzione sWmolo
•  Non tud gli sWmoli che raggiungono la superficie
dell’organismo producono effed sul comportamento
individuale
•  la funzione sWmolo rappresenta quindi la descrizione
della specifica azione di una parte dell’ambiente su un
dato individuo
–  Dalle cara^erisiche naturali dello sWmolo
–  Dalla storia di interazioni di un organismo
•  In una prospedva life-span, apprendimento e sviluppo
significano anche acquisizione di nuove funzioni
sWmolo ed evoluzione, o devoluzione, di quelle già
possedute
Funzioni sWmolo
•  funzione elicitante quando la sua presentazione
produce nel sogge^o una specifica reazione
automaWca e involontaria
•  funzione discrimina1va quando indica
l’occasione naturalmente o socialmente
opportuna per l’emissione di un comportamento:
anche in questo caso lo sWmolo precede il
comportamento, ma non lo “provoca”, tu^’al più
lo indirizza e lo “occasiona”
•  Le risposte elicitate sono reazioni involontarie
che conseguono automaWcamente alla
presentazione di uno sWmolo: per esempio la
salivazione, la contrazione della pupilla, il
riflesso di difesa, il trasalimento dopo un forte
rumore e cos. via
•  Il riflesso è una relazione funzionale non
appresa tra uno specifico sWmolo e una
specifica risposta.
•  Non appreso significa semplicemente che un
organismo generalmente mostra la relazione
senza necessariamente una storia di
apprendimento.
•  I comportamenW emessi non sono l’effe^o, in
senso causale determinisWco, di uno sWmolo
ambientale specifico: la loro genesi va
ricercata nella parWcolare storia di interazioni
del sogge^o con l’ambiente fisico e sociale
EvenW situazionali
l’insieme di evenW Wpici di quella parWcolare
situazione.
Il contesto influenza le interazioni che ivi hanno
luogo, modificando la forza, la valenza e le
cara^erisWche delle funzioni parWcolari dello
sWmolo e della risposta implicaW in
quell’interazione.

Potrebbero piacerti anche