Sei sulla pagina 1di 3

URL :http://www.repubblica.

it/
PAESE :Italia
TYPE :Web Grand Public

22 febbraio 2022 - 11:56 > Versione online

Green Pass all' università, 158


sospensioni per mancanza certificato
verde: 33 sono professori

Primo monitoraggio di Repubblica su 28 atenei (un terzo del totale). Il rettore Montanari
(Stranieri di Siena): "Vaccinarsi un dovere inderogabile di solidarietà" ROMA - Ci sono
158 sospensioni, per ora, tra le università che hanno risposto a Repubblica a proposito
delle inadempienze al Green Pass da parte di docenti, ricercatori, amministrativi. Hanno
reso pubblico il dato, per ora, 28 atenei (degli 81 pubblici) e i numeri nel dettaglio dicono
che 33 dei sospesi sono professori (ordinari o associati, ricercatori) e i restanti 125 fanno
parte del personale tecnico, amministrativo, bibliotecario.
Il 15 febbraio scorso era la data ultima per mettersi in regola con l'obbligatorietà del
Super Green Pass per tutti i lavoratori over 50 delle pubbliche amministrazioni, ma
all'università l'obbligo vaccinale è previsto dall'1 febbraio 2022: per fare lezione in
presenza o assistervi, per frequentare le biblioteche universitarie e i laboratori d'ateneo.
Come è accaduto per le scuole, l'università ha chiesto al personale non vaccinato di
inviare nei cinque giorni successivi il controllo che ha fatto emergere la posizione
scorretta la documentazione relativa all'avvenuta vaccinazione o alla guarigione dalla
malattia. Di fronte a inadempienze o ritardi non giustificati, è scattata la sospensione
dello stipendio per quattro mesi fino al 15 giugno (e una sanzione amministrativa da 100
euro). Per chi ha provato ad accedere al luogo di lavoro senza aver adempiuto
all'obbligo, sono previste invece multe da 600 a 1.500 euro.
A una settimana di distanza dalla "dead line", la situazione che emerge è questa. Ci
sono numeri più alti, come è ovvio, nei grandi atenei. L' Università La Sapienza ha
comminato 33 sospensioni: 9 a docenti (lo 0,32 per cento sul totale) e 24 al personale
amministrativo (l'1,1 per cento). All' Università di Palermo sono in corso di definizione i
provvedimenti di inibizione per 19 persone: 7 docenti (ordinari, associati e ricercatori) su
1.592 e 12 tra tecnici, amministrativi e bibliotecari (su 1.919). All' Università di Messina
sono già 14 le sospensioni (su 1.967 dipendenti). Numeri consistenti all' Università Ca'
Foscari di Venezia : 11 stop finora, 10 amministrativi (su 663) e 1 collaboratore
linguistico (su 82).
Dieci i sospesi all' Università di Udine, tra cui il ricercatore Vittorino Talamini ,
incardinato al Dipartimento di Scienze matematiche, informatiche e fisiche. Ha

Tutti i diritti riservati


URL :http://www.repubblica.it/
PAESE :Italia
TYPE :Web Grand Public

22 febbraio 2022 - 11:56 > Versione online

raccontato: "Ho ricevuto via email un decreto rettorale di sospensione dal servizio e ho
dovuto rinunciare a far parte della Commissione per gli esami di Meccanica razionale e
Fisica matematica. Contesto il provvedimento", ha aggiunto, "e attendo di conoscerne il
motivo, che per l'ateneo sta nel fatto che non avrei presentato sufficienti certificazioni”.
Talamini aveva già annunciato negli scorsi mesi di “non essere vaccinato”,
confermandolo di recente.
Trieste è stata patria no vax . La sua università ha fermato lo stipendio a sette lavoratori,
di cui due docenti (ma il secondo andrà in pensione nel corso di febbraio). "Quello che ci
conforta", ha detto il rettore Roberto Di Lenarda , "è vedere che la stragrande
maggioranza dei nostri collaboratori ha seguito le direttive". Nel resto del Nord-Est, si
segnalano i cinque sospesi dell' Università di Padova: 3 amministrativi (su 2440) e 2
docenti (su 2.307), di cui uno continua a protestare contro il Green Pass anche se è
vaccinato. Il profesor Andrea-Sigfrido Camperio Ciani è stato il primo professore
universitario no vax sospeso in Italia: il 20 ottobre 2021. L'amministrazione centrale
dell'ateneo decise, allora, di non retribuirgli anche le giornate di assenza giustificata, a
dire dal docente, dall'inizio della sua contestazione al Green Pass. "Per il mio rifiuto di
esibire la carta verde in ottemperanza a un decreto legge che ritengo assolutamente
incostituzionale sono stato letteralmente cacciato dall'ateneo. Mi sono stati tolti tutti i
corsi e mi viene impedito anche di svolgere lezione da remoto". Due le sospensioni tra il
personale tecnico-amministrativo all' Università Iuav di Venezia. Sei sospesi all'
Università di Pavia (un docente), uno all' Università dell'Insubria (personale tecnico),
cinque all' Università di Parma. Tomaso Montanari, rettore dell' Università per
stranieri di Siena (dove è stato certificato un solo dipendente no vax), ai docenti toscani
che contestavano i provvedimenti ha scritto questo il 14 febbraio: "Condivido alcune
critiche generali alla politica del governo in fatto di obbligo vaccinale. Penso che il
vaccino sia una misura necessaria, ma non certo sufficiente, e che l'abbandono
precipitoso di molte misure di sicurezza sia tra le cause decisive dell'impennata
invernale dei contagi, con il suo terribile (e non ancora esaurito) carico di vittime. Ma il
fatto che si dovesse fare di più e meglio non toglie nulla alla necessità della misura dei
vaccini (che, anzi, avrei reso obbligatori molto prima e in modo universale). In ogni caso,
non ravviso davvero nulla di incostituzionale nell'obbligo vaccinale per i dipendenti
dell'università. Credo che la vaccinazione faccia parte di quei 'doveri inderogabili di
solidarietà' che la Costituzione della Repubblica ci impone, all'articolo 2". Due docenti e
sette amministrativi sono stati sospesi all' Università di Roma Tre , tre in tutto a
Cassino. E quattro (di cui tre insegnanti) all' Università di Teramo , l'unico ateneo del
Paese ad aver ospitato un hub vaccinale al suo interno. Si stanno svolgendo istruttorie
su due dipendenti all' Università di Chieti e Pescara mentre l' Università di Urbino ha
fermato lo stipendio a cinque persone (di cui un docente) e altri due professori
inizialmente renitenti hanno preso l'impegno di vaccinarsi. Quattro procedimenti sono in
corso all' Università di Perugia (due docenti) e otto no vax sono segnalati tra il
personale della Federico II di Napoli . L'amministrazione comunica che da una parte
sono assenti, ma, dall'altra, "stanno percorrendo la strada del vaccino". Sette le
sospensioni "in prima applicazione" all' Università del Salento
Sono in fase istruttoria il Politecnico di Torino e il Politecnico di Milano . Dichiarano
nessuna inadempienza l' Università di Bergamo , la Scuola superiore Sant'Anna di
Pisa , l' Università di Camerino , l' Università del Sannio , il Politecnico di Bari e l'
Università di Foggia . L' Università della Calabria ha dichiarato di non aver ancora l'
accesso al portale del ministero della Salute per ragioni di privacy. Gli altri atenei, per
ora, non hanno risposto.
Gli studenti per accedere alle strutture universitarie devono continuare a esibire il Green
Pass base o lo stato di avvenuta vaccinazione contro il Covid o, ancora, l'effettuazione di
un test molecolare o antigenico rapido con risultato negativo al virus valido

Tutti i diritti riservati


URL :http://www.repubblica.it/
PAESE :Italia
TYPE :Web Grand Public

22 febbraio 2022 - 11:56 > Versione online

rispettivamente per 72 e 48 ore.

Tutti i diritti riservati

Potrebbero piacerti anche