Sei sulla pagina 1di 216

Scheda Servizio TS Digital Archive

(Conservazione Cloud Teamsystem)


Versione 23 del 08/10/2021

1. Ambito della Scheda Servizio

La presente Scheda Servizio è parte integrante e sostanziale del Contratto, che regolamenta il Servizio di
Digital Archive (Conservazione Cloud TeamSystem), e del Manuale della Conservazione. Gli obblighi di
TeamSystem Service di cui alla presente Scheda diverranno efficaci a partire dalla data in cui il Cliente,
Produttore dei PdV, e gli eventuali Terzi Beneficiari, Titolari degli oggetti di conservazione, avranno
validamente e incondizionatamente accettato tutti i documenti che costituiscono il contratto e tutti, nessuno
escluso, i termini e condizioni in essi previsti (e, pertanto, prima di tale data, saranno pienamente inefficaci
tra le parti).

Lo scopo della Scheda Servizio è quello di definire ulteriori specificità del Contratto in relazione alle varie
tipologie documentali sottoposte al processo di conservazione erogato dal Conservatore TeamSystem
Service S.r.l.

Di seguito sono riportate ulteriori definizioni e le specifiche generali valide per tutte le tipologie
documentali, mentre nel capitolo in calce TIPOLOGIE-OGGETTI DOCUMENTALI DELLA SCHEDA sono
riportate le specifiche di dettaglio per ciascuna delle tipologie previste nella presente Scheda.

Ricordiamo inoltre che ulteriori istruzioni e procedure relative all’utilizzo e all’operatività del Servizio da parte
degli utenti sono contenute nel Manuale Utente che può essere consultato o scaricato on line direttamente
all’interno del portale, nel menù “Guide/Dichiarazioni”, o in alternativa contenute nell’area web della
piattaforma dedicata alla knowledge base del servizio, il cui insieme rappresenta le condizioni operative del
Servizio di conservazione, parte integrante e sostanziale del Contratto, a cui il Cliente, i Titolari e i loro utenti
devono attenersi.

Pag. 1
2. Definizioni
Le seguenti definizioni si aggiungono a quelle già presenti nel Contratto:

Conservatore: si intende TeamSystem Service, alla quale vengono affidate le attività di conservazione ai sensi
della Normativa Vigente da parte del Cliente e/o dei Terzi Beneficiari.
Conservazione: s’intende l’attività di conservazione dei Documenti e in generale degli oggetti di
conservazione ai sensi della Normativa vigente;
Normativa Vigente: s’intende la normativa tempo per tempo vigente in materia di Conservazione (ivi inclusi
il Codice dell’Amministrazione Digitale e le Linee Guida AgID contenenti le regole tecniche così come tempo
per tempo integrato o modificato);
Pacchetto di Archiviazione: s’intende il pacchetto informativo composto dalla trasformazione di uno o più
Pacchetti di Versamento Input;
Pacchetto di Distribuzione: s’intende il pacchetto generato dalla procedura di estrazione dal sistema di
conservazione;
Pacchetto di Versamento di Input: s’intende l’insieme degli oggetti di conservazione, ad esempio dei
Documenti, (e/o dei relativi metadati) del Titolare (ossia del Cliente e/o del Terzo Beneficiario) trasferiti dal
Produttore dei PdV al Conservatore;
Produttore dei PdV o Produttore o anche Ente di Caricamento: si intende il soggetto responsabile: (i) della
produzione del Pacchetto di Versamento di Input; e (ii) del trasferimento al Data Center; e (iii) della verifica
del buon esito del versamento tramite la presa visione del rapporto di versamento. Il ruolo di Produttore dei
PdV è svolto dal Cliente, ad eccezione delle pubbliche amministrazioni, dove, ai sensi della Normativa
Vigente, il Produttore dei PdV è la persona fisica Responsabile della Gestione Documentale della pubblica
amministrazione o, ove nominato, è il Coordinatore della Gestione Documentale;

3. Specifiche generali

3.1 Soggetti coinvolti

Nel modello organizzativo del Servizio Conservazione Cloud TeamSystem i principali soggetti coinvolti sono i
seguenti:

▪ il Titolare degli oggetti di conservazione (detto anche Soggetto produttore): è il soggetto Titolare dei
documenti dell’archivio e quindi il soggetto obbligato per leggi o regolamenti alla conservazione dei
propri documenti (è coincidente con il Cliente o può essere un Terzo Beneficiario individuato dal Cliente).

Pag. 2
Dal punto di vista della normativa in materia di protezione dei dati personali, il Titolare dei documenti è
altresì il Titolare del trattamento dei dati definito all’art. 4, comma 1, lettera f) del Decreto Legislativo
30 giugno 2003, n.196;
▪ il Produttore dei PdV: è coincidente con il Cliente del Servizio. È inteso dalla Normativa Vigente come
soggetto responsabile del trasferimento al Servizio dei PdI (Pacchetti di Versamento di Input), ossia dei
documenti e relativi metadati da conservare nel caso in cui vengano acquisiti dal sistema. Il Produttore
dei PdV è responsabile degli utenti che versano documenti al Servizio.
Nel caso specifico delle Pubbliche Amministrazioni il Produttore dei PdV è un ruolo che per legge deve
essere ricoperto dal dirigente o funzionario nominato Responsabile della gestione documentale o, se
nominato, Coordinatore della gestione documentale ed è una sua esclusiva responsabilità l’eventuale
delega operativa ad un altro soggetto che quindi opera con la sua utenza, per suo nome e conto della
PA , nell’ambito del Servizio;
▪ il Responsabile della Conservazione (RC): per i soggetti privati diversi dalle PA è un ruolo ricoperto da
una persona fisica interno all’organizzazione del Titolare dei documenti oppure può essere svolto da un
soggetto esterno all’organizzazione, in possesso di idonee competenze giuridiche, informatiche ed
archivistiche, purché terzo rispetto al Conservatore TeamSystem Service S.r.l. al fine di garantire la
funzione di terzietà del Titolare dell’oggetto di conservazione rispetto al sistema di conservazione.
Ai sensi della Normativa Vigente il Responsabile della Conservazione delega i compiti previsti al
Conservatore TeamSystem Service S.r.l. e al suo Responsabile del Servizio di Conservazione, come meglio
specificato nell’atto di delega presente nel Contratto. Nel caso specifico delle Pubbliche Amministrazioni
il Responsabile della Conservazione è un ruolo che per legge deve essere ricoperto da un dirigente o un
funzionario designato dalla pubblica amministrazione stessa.
A tal riguardo si evidenzia che la delega di talune attività è inefficace in caso di versamento al Servizio di
documenti cifrati, quindi in forma oscurata e inintelligibile al fine di garantire le disposizioni in merito
alla protezione dei dati personali, oppure di documenti protetti da password; in tal caso la responsabilità
della corretta decifratura ai fini dell’esibizione dei documenti e la corretta custodia delle chiavi di
ci/decifratura rimangono in campo al Titolare e al suo Responsabile della Conservazione. In tal caso,
anche i compiti e le attività disciplinate dalla Normativa Vigente in capo al Responsabile della
Conservazione, rispettivamente, in merito alla verifica quinquennale della leggibilità degli archivi e
all’adozione di misure riguardo all’obsolescenza tecnologica dei formati, rimangono sotto l’esclusiva
responsabilità del Titolare e del suo Responsabile della Conservazione e la loro delega risulta inefficace
in quanto sono attività non espletabili dal Conservatore.
▪ Il Conservatore TeamSystem Service: infine, ha adottato un proprio modello organizzativo ed un
organigramma del Servizio di conservazione per lo svolgimento delle attività delegate, meglio descritto
nel Manuale della Conservazione di TeamSystem, valido per tutti i Responsabile della Conservazione dei
Titolari attivi nel Servizio. All’interno dell’organizzazione del Conservatore TeamSystem Service è stato
designato un Responsabile del Servizio di Conservazione, come meglio specificato nel Manuale, che
svolge una serie di attività ed in delega appone la firma digitale o il sigillo elettronico qualificato sul
rapporto di versamento e sui files indice dei pacchetti generati nel processo di conservazione.

Pag. 3
3.2 Compiti delegati dal Responsabile della Conservazione

Il Responsabile della Conservazione individuato e designato dal Titolare, sotto la propria responsabilità,
delega a TeamSystem Service S.r.l. tutti i seguenti compiti, in coerenza con la Normativa Vigente:
a) definire le politiche di conservazione e i requisiti funzionali del sistema di conservazione, in conformità
alla normativa vigente e tenuto conto degli standard internazionali, in ragione delle specificità degli oggetti
digitali da conservare;
b) gestire il processo di conservazione e garantirne nel tempo la conformità alla Normativa Vigente,
delegando ed autorizzando l’apposizione della firma digitale o del sigillo elettronico qualificato sul
pacchetto di archiviazione o sugli altri file firmati nel processo di conservazione al Conservatore
TeamSystem Service S.r.l., al suo Responsabile del Servizio di Conservazione e/o ai suoi delegati operativi
a ciò designati;
c) generare il rapporto di versamento, secondo le modalità previste dal manuale di conservazione;
d) generare e sottoscrivere il pacchetto di distribuzione con firma digitale, come descritto nel manuale di
conservazione;
e) effettuare il monitoraggio della corretta funzionalità del sistema di conservazione;
f) assicurare la verifica periodica, con cadenza non superiore ai cinque anni, dell’integrità degli archivi e
della leggibilità degli stessi, salvo non poter garantire la verifica della leggibilità dei documenti nei casi in
cui il Produttore dei PdV li versi in forma crittografata o comunque oscurata;
g) al fine di garantire la conservazione e l’accesso ai documenti informatici, adottare misure per rilevare
tempestivamente l’eventuale degrado dei sistemi di memorizzazione e delle registrazioni e, ove
necessario, per ripristinare la corretta funzionalità; adottare analoghe misure con riguardo
all’obsolescenza dei formati;
h) provvedere alla duplicazione o copia dei documenti informatici in relazione all’evolversi del contesto
tecnologico, secondo quanto previsto dal manuale di conservazione;
i) adottare le misure necessarie per la sicurezza fisica e logica del sistema di conservazione ai sensi della
Normativa Vigente, secondo quanto concordato con il Titolare del trattamento dei dati personali nell’atto
di nomina a Responsabile del trattamento dei dati personali;
j) assicurare la presenza di un pubblico ufficiale, nei casi in cui sia richiesto il suo intervento, garantendo
allo stesso l’assistenza e le risorse necessarie per l’espletamento delle attività al medesimo attribuite;
k) assicurare agli organismi competenti previsti dalle norme vigenti l’assistenza e le risorse necessarie per
l’espletamento delle attività di verifica e di vigilanza;
l) provvedere, per gli organi giudiziari e amministrativi dello Stato, al versamento dei documenti conservati
all’archivio centrale dello Stato e agli archivi di Stato secondo quanto previsto dalle norme vigenti;

Si evidenzia, inoltre, che il Conservatore predispone il manuale di conservazione generale del Conservatore,
valido per tutti i Titolari, ed il suo aggiornamento periodico in presenza di cambiamenti normativi,

Pag. 4
organizzativi, procedurali o tecnologici rilevanti. Si sottolinea che, secondo le Normativa Vigente, il
Responsabile della Conservazione rimane responsabile della redazione del manuale della conservazione
personalizzato per il Titolare e del suo ed aggiornamento periodico in presenza di cambiamenti normativi,
organizzativi, procedurali o tecnologici rilevanti.

3.3 Servizio offerto

TeamSystem Service si impegna a fornire al Cliente e, laddove designati da quest’ultimo, ai Terzi Beneficiari
che abbiano sottoscritto gli atti di affidamento, le seguenti componenti del Servizio, in tutto o in parte
secondo quanto indicato nel Contratto:
▪ accesso alla piattaforma Digital Archive per la Conservazione Cloud TeamSystem;
▪ verifica di coerenza sui Documenti (Pacchetti di Versamento di Input) ricevuti secondo e nei limiti di
quanto indicato nel Manuale della Conservazione e, in caso di rilevazione di errori, generazione di un
esito di presa in carico negativo, restando inteso che: (i) in caso di esito di presa in carico negativo, il
processo si blocca ed il Cliente dovrà versare nuovamente i Documenti corretti al Servizio; (ii) in caso di
verifica positiva, il processo prosegue con la trasformazione del Pacchetto di Versamento di Input in un
Pacchetto di Versamento standard UNI SInCRO 11386;
▪ in caso di esito di presa in carico positivo, il sistema di conservazione mette a disposizione il rapporto di
versamento, il quale deve essere verificato dal Produttore dei PdV Cliente al fine di constatare il buon
esito del versamento del Pacchetto di Versamento di Input;
I documenti s’intendono definitivamente acquisiti dal sistema di conservazione nel momento in cui i
documenti sono compiutamente memorizzati nel sistema ed accettati dallo stesso (e, pertanto, solo
dopo le verifiche e la generazione del rapporto di versamento con esito positivo).
Prima della suddetta generazione del rapporto di versamento con esito positivo, TeamSystem Service
non assume alcuna responsabilità, salvo i casi di dolo o colpa grave, per l’eventuale sottrazione, perdita,
distruzione o smarrimento dei Documenti o, più in generale delle informazioni relative al Cliente e ai
Terzi Beneficiari.
▪ esecuzione del processo di Conservazione a norma secondo quanto riportato nella presente Scheda
Servizio e nel Manuale della Conservazione, esclusivamente sui Documenti verificati dal sistema e per
cui è stato generato un rapporto di versamento con esito positivo;
▪ possibilità per il Cliente e per gli eventuali Terzi Beneficiari di ricercare e consultare i documenti
archiviati/conservati, per cui si è ottenuto un rapporto di versamento con esito positivo;
▪ possibilità per il Cliente e per gli eventuali Terzi Beneficiari di consultare ed esibire i documenti e i
pacchetti conservati attraverso la richiesta di generazione dei pacchetti di distribuzione tramite accesso
web. Teamsystem si impegna a mettere a disposizione la funzionalità di richiesta dei Pacchetti di
Distribuzione contenenti i Documenti conservati.
▪ disponibilità del Manuale della Conservazione del Conservatore.

Pag. 5
Il Servizio è comprensivo di un’attività di supporto erogata da TeamSystem Service. È infatti possibile aprire
un ticket di assistenza direttamente dal portale richiamando la voce “Guide/Dichiarazioni → Contatta il
nostro Servizio”. Nella piattaforma web TS Digital è altresì presente un’area dedicata di knowledge e
supporto che contiene tanti utili articoli di assistenza per guidare il Cliente e gli utenti tra le varie funzionalità
del Servizio di Digital Archive.

Il Data Center, in cui sono conservati i dati e documenti, è organizzato e amministrato nel rispetto delle
norme legislative e regolamentari applicabili in relazione alle misure di sicurezza e dotato di appositi sistemi
di protezione logica e fisica volti a impedire accessi non autorizzati. Le regole di sicurezza sono
autonomamente stabilite e implementate da TeamSystem Service che ha certificato il Servizio di
Conservazione Cloud TeamSystem secondo la norma ISO/IEC 27001 in merito al sistema di gestione per la
sicurezza delle informazioni. Le regole di sicurezza potranno essere modificate al fine di renderle conformi a
eventuali mutamenti della disciplina normativa vigente in materia di sicurezza dei dati personali.

TeamSystem Service, nell’erogazione del Servizio, potrà attuare accordi di cooperazione tecnica con società
terze, alle quali potrà essere affidata la prestazione di alcune delle attività oggetto del contratto. A tal fine,
TeamSystem Service si impegna a utilizzare la cooperazione di fornitori qualificati i quali dovranno obbligarsi
a operare in accordo alle disposizioni del Contratto e della presente Scheda Servizio.

3.4 Adeguamento e manutenzione correttiva, livelli di servizio

TeamSystem Service si impegna ad adeguare il Servizio apportando le modifiche e i correttivi dettati da


intervenute esigenze di carattere tecnico e normativo, dandone comunicazione al Cliente, che si impegna a:
(i) adeguare le caratteristiche dei propri sistemi e della propria strumentazione alle modifiche indicate entro
il termine assegnato da TeamSystem Service; e (ii) a comunicare ai predetti modifiche e correttivi ai Terzi
Beneficiari, per far sì che questi adeguino le caratteristiche dei propri sistemi e della propria strumentazione
alle modifiche indicate entro il termine assegnato da TeamSystem Service.
TeamSystem Service provvederà altresì alla manutenzione correttiva del Servizio, ossia a svolgere l’attività
necessaria alla correzione degli eventuali errori presenti sul software.

Gli interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria saranno effettuati, salvo casi di forza maggiore, in
tempi e con modalità tali da limitare, nei limiti del ragionevole, l’operatività del Cliente.

3.5 Modalità di Versamento

Il processo di conservazione erogato dal Servizio è descritto nel dettaglio nel Manuale della Conservazione.

Pag. 6
Il trasferimento (versamento) dei Pacchetti di Versamento di Input da sottoporre al processo di
conservazione avviene da parte del Produttore dei PdV e da Utenti da lui autorizzati secondo diverse
modalità:

▪ Uploader manuale tramite interfaccia web del Servizio di Conservazione Cloud;


▪ Web service tramite protocollo HTTPS (questo è ad esempio il caso in cui il versamento avviene per
il tramite di piattaforme di gestionali o altri servizi integrati applicativamente con il servizio di
Conservazione Cloud);
▪ DirectoryAnalyzer tramite servizio Windows, modulo che permette di consegnare in modalità sicura
i pacchetti PdI al sistema di conservazione depositandoli in opportune cartelle configurate.

Le istruzioni e le procedure relative alle citate modalità di trasferimento sono contenute nei manuali operativi
all’interno della piattaforma Conservazione Cloud TeamSystem, menù “Guide/Dichiarazioni” o in alternativa
contenute nell’area web della piattaforma dedicata alla knowledge base del servizio a cui il Cliente, i Titolari
e i loro utenti devono attenersi.
Il Produttore dei PdV è obbligato a verificare il buon esito del versamento tramite la presa visione degli esiti
di presa in carico e del rapporto di versamento prodotti dal sistema di conservazione.

Il versamento al sistema di conservazione e quindi l’attivazione del servizio si ritiene effettiva soltanto se il
Cliente Produttore dei PdV, e gli eventuali terzi Titolari, hanno accettato tutti i documenti del Contratto
previsti dal Servizio. In caso contrario, si tratta solo di una pre-acquisizione dei documenti e dati, senza alcun
obbligo da parte di TeamSystem di erogare il Servizio di conservazione.

Si evidenzia, infine, che non possono essere versati in conservazione file di dimensione superiore a 300 Mb.

3.6 Metadati dei documenti

A ciascun documento informatico, a seconda della sua natura e delle sue caratteristiche, deve essere
associato un numero di metadati (indici) obbligatori previsti dalla Normativa Vigente ed eventualmente
ulteriori metadati opzionali.
La corretta valorizzazione dei metadati è esclusiva responsabilità del Titolare/Produttore dei PdV che ha
l’obbligo di trasferire correttamente i metadati dei documenti sottoposti al Servizio di Conservazione.
Nel caso in cui il Titolare di documenti sia una pubblica amministrazione si ricorda alla PA di gestire i metadati
per i documenti informatici amministrativi.
Nel seguito della presente Scheda Servizio sono riportati i metadati previsti dalla normativa vigente per
qualunque tipo di documento, mentre nelle schede per ogni tipologia documentale sono indicati i metadati

Pag. 7
specifici aggiuntivi, obbligatori ed opzionali, che devono essere trasferiti dal Produttore dei documenti al
Servizio.

3.7 Metadati automatici

I dati anagrafici del Titolare e del Produttore dei OdV, che verranno riportati per legge nell’Indice del
Pacchetto di Archiviazione e nei vari indici del prevista per il processo di conservazione, sono ricavati
automaticamente dai dati anagrafici ricevuti in fase di attivazione del Servizio; pertanto, TeamSystem Service
ed in generale il Gruppo TeamSystem sono manlevati da qualsivoglia responsabilità in merito alla loro
correttezza.

3.8 Idoneità dei formati dei documenti informatici

I formati dei documenti informatici trasferiti dal Produttore dei PdV al Sistema di Conservazione devono
essere idonei alla Normativa Vigente e quindi conformi a quanto riportato nel Manuale della Conservazione
del Conservatore TeamSystem Service S.r.l. e nella presente Scheda Servizio.
Nel seguito della Scheda Servizio, per ciascuna tipologia di documento sono precisati in ogni allegato i formati
idonei possibili ed accettati dal Servizio. Il Cliente è responsabile del formato generato e trasferito al sistema
di conservazione.
Resta inteso che successivamente alla loro generazione nei formati idonei, i documenti informatici potranno
essere firmati digitalmente in base alle scelte e alla responsabilità del Titolare e/o Produttore dei Documenti,
nelle fasi precedenti al trasferimento al Servizio Conservazione Cloud e quindi a titolo non esaustivo nelle fasi
di emissione, formazione, tenuta, generazione della copia informatica o della copia per immagine, dei
documenti stessi prima dell’invio al Conservatore.

Se il Produttore dei PdV versa al Servizio documenti informatici da conservare oscurati, mediante tecniche di
protezione e/o cifratura, al fine di garantire la inintelligibilità dei dati per il rispetto della conformità alla
normativa in materia di protezione dei dati personali (cosiddetta Privacy), il Conservatore TeamSystem
Service non potrà eseguire la verifica di coerenza sui formati dei documenti versati e né potrà eseguire la
verifica a campione della leggibilità dei documenti conservati prescritta dalla Normativa Vigente. Tali
adempimenti rimarranno in capo al Produttore dei PdV/Titolare.

3.9 Termine ultimo di trasferimento dei documenti al Servizio e SLA di conservazione

Per i documenti informatici rilevanti ai fini fiscali indicati nella presente Scheda, in osservanza a quanto
disposto dall’art. 3, comma 3, del D.M. 17 giugno 2014 il termine ultimo di conservazione è stabilito entro
tre mesi dal termine di presentazione della dichiarazione dei redditi annuale del corrispondente
periodo d’imposta (termine previsto dall'art. 7, comma 4-ter, del decreto-legge 10 giugno 1994, n. 357,
convertito con modificazioni dalla legge 4 agosto 1994, n. 489).

Pag. 8
La risoluzione n. 46/E del 10 aprile 2017 ha chiarito che il termine di tre mesi come riferimento per la
conservazione digitale di tutti i documenti di natura fiscale va calcolato dal termine per la presentazione della
dichiarazione annuale dei redditi; questo termine, pertanto, è valido anche per i documenti rilevanti ai fini
IVA oltre che per i documenti rilevanti ai fini reddituali.

Quindi, ad esempio, in caso di esercizio 2020 coincidente con l’anno solare, il termine per la presentazione
della dichiarazione annuale dei redditi è stabilito al 30 novembre 2021 e di conseguenza la scadenza per la
chiusura del processo di conservazione di tutti i documenti rilevanti ai fini fiscali e relativi a quel periodo slitta
entro fine febbraio 2022.

Con la Risoluzione dell’Agenzia delle Entrate n. 46/E del 10 aprile 2017 il quadro delle tempistiche si è chiarito
definitivamente in caso di periodo d’imposta non coincidente con l’anno solare: la regola da seguire è che i
documenti rilevanti ai fini IVA riferibili ad un anno solare andranno comunque conservati entro il terzo
mese successivo al termine di presentazione della prima dichiarazione dei redditi utile.

La risoluzione n. 9/E del 29 gennaio 2018 ha, infine, evidenziato che nel caso specifico, in cui oggetto di
conservazione sono i modelli dichiarativi, comunicativi e di versamento, per il calcolo del termine di
scadenza per la conservazione occorre fare riferimento all’anno di produzione e trasmissione del documento.
Così, ad esempio, per la dichiarazione annuale dei redditi 2020 (anno d’imposta 2019), essendo un
documento formatosi nel corso dell’anno 2020, il termine di scadenza per la relativa conservazione
coinciderà con il terzo mese successivo al termine di presentazione della dichiarazione dei redditi relativa
all’anno d’imposta 2020, ossia entro fine febbraio 2022.

In conseguenza delle sopracitate scadenze legislative per i documenti con rilevanza tributaria, il Produttore,
dei PdV e gli eventuali Terzi Beneficiari, sono obbligati ad accettare tutte le condizioni contrattuali previste e
a trasferire i Pacchetti di Versamento di Input (documenti e metadati secondo le specifiche concordate) al
Servizio Conservazione Cloud di TeamSystem entro un mese dalla scadenza normativa di conservazione.

È sempre raccomandabile, tuttavia, che il Produttore dei PdV versi nel corso dell’anno i documenti con
rilevanza fiscale già formati e pronti per la conservazione, senza attendere gli ultimi mesi prima della
scadenza al fine di evitare ogni rischio. Ad esempio, fatture attive e passive e relative note di variazione, ddt
e bolle, registri Iva, certificazioni uniche, libro cespiti, F24, ecc. ecc. sono tipologie documentali già formate
e pronte per l’invio in conservazione entro la presentazione della dichiarazione dei redditi, quindi si invitano
i Produttori dei PdV a non attendere gli ultimi mesi, ma a pianificare una cadenza regolare dei versamenti
nel corso dell’anno.

Solo se il Produttore dei PdV rispetta la tempistica di versamento sopra indicata e se è stato prodotto dal
sistema di conservazione il corrispondente rapporto di versamento con esito positivo, lo SLA (Service Level

Pag. 9
Agreement) del Servizio garantisce la conservazione dei documenti entro il termine massimo di legge, ossia
entro tre mesi dal termine di presentazione della dichiarazione dei redditi del corrispondente periodo
d’imposta.

Per il Libro Unico del Lavoro (LUL), una volta che il LUL relativo ad un periodo paga è stato emesso, secondo
le regole della normativa vigente nel tempo, e consegnato al lavoratore, il documento può essere versato al
Servizio in quanto la sua conservazione digitale a norma va ultimata entro il mese successivo al periodo
paga di riferimento, pertanto il Produttore dei PdV ha l’obbligo di inviare correttamente i file LUL ALMENO
CINQUE GIORNI PRIMA DELLA SCADENZA LEGISLATIVA per permettere al Conservatore TeamSystem di
conservare i documenti entro i termini. Inoltre, si evidenzia che la normativa sul LUL prevede che il Tenutario
conservi i documenti presso il proprio luogo di conservazione quindi si raccomanda al Produttore dei PdV e
ai Titolari di scaricarsi i Pacchetti di Distribuzione entro i termini previsti dalla norma, al fine di poterli esibire
in caso di richiesta delle Autorità competenti presso la propria sede.

Invece, per la tipologia documentale non fiscale Registro di Protocollo Informatico che deve essere
conservata obbligatoriamente da tutti gli enti pubblici ai sensi della Normativa Vigente, il versamento al
sistema di conservazione del Servizio deve avvenire con frequenza giornaliera. Più nel dettaglio, il registro
giornaliero di protocollo deve essere trasmesso correttamente dalle pubbliche amministrazioni al Servizio
di Conservazione entro le ore 23,00 della giornata a cui si riferiscono le registrazioni. In tale caso, il sistema
di conservazione di TeamSystem Service produrrà il rapporto di versamento firmato digitalmente, quindi
statico ed immodificabile, entro la giornata successiva a quella di ricezione (SLA di X + 24 ore per le sole
giornate lavorative per la generazione del rapporto di versamento RdV).

Anche per la tipologia documentale LOG, derivante dalla registrazione di eventi/operazioni informatiche, è
consigliabile un versamento al Servizio giornaliero dei file di LOG prodotti e riferiti al giorno precedente, al
fine di renderli statici ed immodificabili sin dall’origine.

In ultimo, per i messaggi PEC ed i messaggi MAIL Ordinaria si consiglia di versare i documenti appartenenti
a queste tipologie con cadenza mensile o semestrale con un termine ultimo di versamento di dieci mesi dalla
data del messaggio, al fine di garantire una conservazione entro l’anno.

Per i fascicoli informatici il termine di versamento e successiva conservazione è almeno una volta l’anno ai
sensi della Normativa Vigente, anche per i fascicoli relativi a procedimenti non conclusi, ossia nello stato
aperto.

Pag. 10
3.10 Tabella riepilogativa della frequenza di invio in conservazione

A seconda della tipologia di documento oggetto di conservazione e prevista nella presente Scheda Servizio
vi è la possibilità di pianificare frequenze diverse per il trasferimento dei Pacchetti di Versamento di Input
(documenti e metadati) al Servizio, al fine di evitare eccessivi carichi lavorativi e distribuire gli invii nel corso
dell’anno.
Si raccomanda quindi al Cliente, ed in particolare al suo Produttore dei PdV, di trasferire in conservazione i
documenti già prodotti in precedenza e correttamente formati e tenuti in modalità informatica nel corso
dell’anno, quindi senza attendere il termine ultimo di invio in conservazione (non oltre un mese prima della
scadenza legislativa di conservazione). Il predetto SLA si applica anche al caso di dichiarazione dei metadati
del fascicolo informatico mediante interfaccia web del Servizio o al caso di versamento per il tramite di
piattaforme gestionali o di altri servizi integrate applicativamente al Servizio di Conservazione Cloud.

Di seguito viene riportata una tabella esplicativa che supporta il Produttore dei PdV del Cliente nel
programmare le diverse frequenze di invio al Servizio a seconda della tipologia documentale.

TIPOLOGIE DI DOCUMENTI PREVISTE DAL FREQUENZA CONSIGLIATA DI SCADENZA DI


SERVIZIO INVIO AL SERVIZIO CONSERVAZIONE

FATTURE PA-PRIVATI (SDI) EMESSE


LOTTO FATTURE PA-PRIVATI (SDI) Dopo l’emissione possono essere
EMESSE inviati in conservazione, quindi in
Entro tre mesi dal termine di
FATTURE EMESSE B2B qualsiasi momento con periodicità
presentazione della dichiarazione
NOTE DI VARIAZIONE EMESSE B2B giornaliera, settimanale, mensile,
dei redditi
LOTTO FATTURE EMESSE B2B trimestrale, semestrale o annuale a
DDT EMESSI seconda dell’organizzazione
BOLLE EMESSE

FATTURE PA-PRIVATI (SDI) RICEVUTE


LOTTO FATTURE PA-PRIVATI (SDI)
Dopo la ricezione da SdI o la
RICEVUTE
registrazione possono essere inviati
FATTURE RICEVUTE B2B
in conservazione, quindi in qualsiasi Entro tre mesi dal termine di
NOTE DI VARIAZIONE RICEVUTE B2B
momento con periodicità giornaliera, presentazione della dichiarazione
LOTTO FATTURE RICEVUTE B2B
settimanale, mensile, trimestrale, dei redditi
DDT RICEVUTI
semestrale o annuale a seconda
BOLLE RICEVUTE
dell’organizzazione
FORMULARIO IDENTIFICAZIONE RIFIUTI
(FIR)

Pag. 11
Dopo l’emissione o la ricezione di
documenti previsti dalle regole
tecniche NSO, questi possono essere
inviati in conservazione, quindi in Entro tre mesi dal termine di
DOCUMENTI NODO SMISTAMENTO
qualsiasi momento con periodicità presentazione della dichiarazione
ORDINI
giornaliera, settimanale, mensile, dei redditi
trimestrale, semestrale o annuale a
seconda dell’organizzazione

Una volta che sono state ricevute da


SdI o trasmesse a SdI possono essere
inviate in conservazione, quindi in Entro tre mesi dal termine di
NOTIFICHE FATTURE PA-PRIVATI (SDI) qualsiasi momento con periodicità presentazione della dichiarazione
giornaliera, settimanale, mensile, dei redditi
trimestrale, semestrale o annuale a
seconda dell’organizzazione

Una volta che sono state ricevute da


NSO possono essere inviate in
conservazione, quindi in qualsiasi Entro tre mesi dal termine di
NOTIFICHE DI SISTEMA NODO
momento con periodicità giornaliera, presentazione della dichiarazione
SMISTAMENTO ORDINI (NSO)
settimanale, mensile, trimestrale, dei redditi
semestrale o annuale a seconda
dell’organizzazione

Dopo che i documenti sono stati


correttamente generati in digitale
come documenti informatici in Entro tre mesi dal termine di
SCONTRINI / RICEVUTE FISCALI / INCASSI conformità alla normativa vigente (sia presentazione della dichiarazione
nel caso di nativi cartacei che digitali), dei redditi
è possibile il versamento al sistema di
conservazione

Dopo che i documenti sono stati


correttamente generati in digitale
NOTA SPESA E GIUSTIFICATIVI come documenti informatici in Entro tre mesi dal termine di
PERTINENTI DEL conformità alla normativa vigente (sia presentazione della dichiarazione
DIPENDENTE/TRASFERTISTA nel caso di nativi cartacei che digitali), dei redditi
è possibile il versamento al sistema di
conservazione

Dopo la chiusura delle registrazioni,


Entro tre mesi dal termine di
LIBRO GIORNALE può essere inviato in conservazione,
presentazione della dichiarazione
quindi in qualsiasi momento con
dei redditi
periodicità mensile, trimestrale,

Pag. 12
semestrale o annuale a seconda
dell’organizzazione

Dopo la liquidazione Iva, possono


essere inviati in conservazione, quindi
in qualsiasi momento con periodicità Entro tre mesi dal termine di
mensile, trimestrale, semestrale o presentazione della dichiarazione
REGISTRI IVA
annuale a seconda dei redditi
ALTRI REGISTRI (rilevanti ai fini Iva)
dell’organizzazione

Dopo l’approvazione del bilancio Entro tre mesi dal termine di


LIBRO MASTRO (SCHEDE o PARTITARI
societario può essere inviato in presentazione della dichiarazione
CONTABILI)
conservazione dei redditi

Dopo l’approvazione del bilancio


societario e comunque non oltre il
termine di presentazione della
dichiarazione dei redditi può essere Entro tre mesi dal termine di
LIBRO CESPITI
inviato in conservazione, al fine di presentazione della dichiarazione
SCHEDE CESPITI
garantire la cristallizzazione anche dei redditi
della sua tenuta, secondo le
disposizioni dell’art. 16 comma 1 del
DPR 600/73

Non appena è stato compilato


definitivamente può essere inviato in
Entro tre mesi dal termine di
conservazione, quindi in qualsiasi
GIORNALE DI MAGAZZINO presentazione della dichiarazione
momento con periodicità mensile,
dei redditi
trimestrale, semestrale o annuale a
seconda dell’organizzazione

REGISTRO CRONOLOGICO Non appena è stato compilato


REGISTRO INCASSI E PAGAMENTI definitivamente in conformità alla Entro tre mesi dal termine di
PROFESSIONISTA normativa vigente può essere inviato presentazione della dichiarazione
ALTRI REGISTRI (rilevanti ai fini in conservazione dei redditi
reddituali)

REGISTRO DI PROTOCOLLO
Successivamente al versamento
INFORMATICO Giornalmente
giornaliero del registro
(PUBBLICA AMMINISTRAZIONE)

Entro tre mesi dal termine di


Successivamente all’approvazione del
LIBRO INVENTARI presentazione della dichiarazione
bilancio societario può essere inviato
dei redditi
in conservazione.

Pag. 13
Successivamente alla sua Entro tre mesi dal termine di
BILANCIO D’ESERCIZIO approvazione, può essere inviato in presentazione della dichiarazione
conservazione dei redditi

Dopo che sono stati correttamente Entro tre mesi dal termine di
LIBRI SOCIALI formati e tenuti nella modalità presentazione della dichiarazione
informatica dei redditi

Successivamente alla sua emissione e


Entro il mese successivo al
LIBRO UNICO DEL LAVORO (LUL) consegna al lavoratore, può essere
periodo paga di riferimento
inviato in conservazione

DICHIARAZIONI UNICO/REDDITI
PERSONE FISICHE
DICHIARAZIONI UNICO/REDDITI SOCIETÀ
DI PERSONE
DICHIARAZIONI UNICO/REDDITI SOCIETÀ
DI CAPITALI
DICHIARAZIONI UNICO/REDDITI ENTI
NON COMMERCIALI
ALLEGATI DICHIARAZIONI MODELLO
UNICO/REDDITI
DICHIARAZIONI IRAP
ALLEGATI DICHIARAZIONI IRAP Successivamente all’obbligo di Entro tre mesi dal termine di
DICHIARAZIONI 730 presentazione possono essere inviati presentazione della dichiarazione
ALLEGATI DICHIARAZIONI 730 in conservazione dei redditi
DICHIARAZIONI 730 PRECOMPILATO
ALLEGATI DICHIARAZIONI 730
PRECOMPILATO
DICHIARAZIONI 730/4
DICHIARAZIONE IMU e TASI
DICHIARAZIONI CONSOLIDATO
NAZIONALE E MONDIALE
ALTRE DICHIARAZIONI

DICHIARAZIONI IVA
COMUNICAZIONE ANNUALE DATI IVA
Successivamente all’obbligo di Entro tre mesi dal termine di
PROSPETTO DELLE LIQUIDAZIONI
presentazione possono essere inviati presentazione della dichiarazione
PERIODICHE DELL’IVA
in conservazione dei redditi
DICHIARAZIONI IVA 74 BIS
DICHIARAZIONI IVA 26

Pag. 14
DICHIARAZIONI 770 SEMPLIFICATO Successivamente all’obbligo di Entro tre mesi dal termine di
DICHIARAZIONI 770 ORDINARIO presentazione possono essere inviate presentazione della dichiarazione
CERTIFICAZIONE UNICA in conservazione dei redditi

Una volta formalizzato l’incarico, può


essere inviato in conservazione,
quindi in qualsiasi momento con Entro tre mesi dal termine di
INCARICO PER ADDEBITO TELEMATICO periodicità giornaliera, settimanale, presentazione della dichiarazione
mensile, trimestrale, semestrale o dei redditi
annuale a seconda
dell’organizzazione

Una volta formalizzato l’impegno alla


trasmissione può essere inviato in
conservazione, quindi in qualsiasi
momento con periodicità giornaliera,
IMPEGNO ALLA TRASMISSIONE settimanale, mensile, trimestrale, Entro tre mesi dal termine di
TELEMATICA semestrale o annuale a seconda presentazione della dichiarazione
dell’organizzazione. Ciò nel caso in cui dei redditi
venga conservato in modo distinto
dalla relativa dichiarazione o
comunicazione fiscale a cui si riferisce

Una volta ricevute da AE o AD o Inps


ecc, possono essere inviate in
conservazione, quindi in qualsiasi Entro tre mesi dal termine di
RICEVUTE PRESENTAZIONI TELEMATICHE momento con periodicità giornaliera, presentazione della dichiarazione
settimanale, mensile, trimestrale, dei redditi
semestrale o annuale a seconda
dell’organizzazione

Successivamente all’obbligo dell’invio Entro tre mesi dal termine di


STUDI DI SETTORE
telematico possono essere inviati in presentazione della dichiarazione
INDICI SINTETICI DI AFFIDABILITÀ (ISA)
conservazione dei redditi

Successivamente all’invio telematico Entro tre mesi dal termine di


ISTANZE DI RIMBORSO IRAP
possono essere inviati in presentazione della dichiarazione
MODELLO CREDITI IVA TR
conservazione dei redditi

Successivamente all’obbligo di invio Entro tre mesi dal termine di


SCHEDA DESTINAZIONE 8 PER MILLE, 5
telematico può essere inviata in presentazione della dichiarazione
PER MILLE E 2 PER MILLE
conservazione dei redditi

Pag. 15
Successivamente all’obbligo di
Entro tre mesi dal termine di
presentazione telematica può essere
DOMANDA ISCRIZIONE 5 PER MILLE presentazione della dichiarazione
inviata in conservazione
dei redditi

DICHIARAZIONE DI INTENTO
Successivamente all’obbligo di invio Entro tre mesi dal termine di
LETTERE D’INTENTO EMESSE e/o
telematico ad AE possono essere presentazione della dichiarazione
RICEVUTE
inviati in conservazione dei redditi
REGISTRO DELLE LETTERE D’INTENTO

Dopo aver liquidato tramite modello


MODELLI F24 F24 o F23 ed aver ricevuto quietanza, Entro tre mesi dal termine di
MODELLI F23 può essere inviato tutto in presentazione della dichiarazione
QUIETANZE VERSAMENTI conservazione, secondo le tipologie di dei redditi
appartenenza.

COMUNICAZIONE POLIVALENTE
(SPESOMETRO, BLACK LIST, REPUBBLICA
SAN MARINO) Successivamente all’obbligo di invio Entro tre mesi dal termine di
INTRASTAT (ELENCHI RIEPILOGATIVI telematico ad AE possono essere presentazione della dichiarazione
DEGLI SCAMBI INTRACOMUNITARI) inviati in conservazione dei redditi
COMUNICAZIONI BENI D’IMPRESA
ALTRE COMUNICAZIONI
COMUNICAZIONE LIQUIDAZIONI
PERIODICHE IVA
Successivamente all’obbligo di invio Entro tre mesi dal termine di
DATI FATTURE EMESSE E RICEVUTE
telematico ad AE possono essere presentazione della dichiarazione
(valido sia per Spesometro che per
inviati in conservazione dei redditi
Esterometro che Corrispettivi telematici
nel periodo di moratoria semestrale)

Successivamente all’obbligo di invio Entro tre mesi dal termine di


DICHIARAZIONE DELL’IMPOSTA DI BOLLO
telematico ad AE può essere inviata presentazione della dichiarazione
ASSOLTA IN MODO VIRTUALE
in conservazione dei redditi

Successivamente all’invio telematico


ad AE possono essere inviate in
Entro tre mesi dal termine di
conservazione, quindi in qualsiasi
COMUNICAZIONE MODELLI AA5/AA6 presentazione della dichiarazione
momento con periodicità giornaliera,
dei redditi
mensile, trimestrale, semestrale o
annuale a seconda
dell’organizzazione

Successivamente all’invio telematico


ad AE ed alla ricezione del protocollo, Entro tre mesi dal termine di
COMUNICAZIONE MODELLI AA7/AA9 possono essere inviate in presentazione della dichiarazione
conservazione, quindi in qualsiasi dei redditi
momento con periodicità giornaliera,
mensile, trimestrale, semestrale o

Pag. 16
annuale a seconda
dell’organizzazione

Successivamente all’invio telematico Entro tre mesi dal termine di


DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA UNICA
può essere inviata in conservazione presentazione della dichiarazione
(DSU) ISEE
dei redditi
Entro tre mesi dal termine di
Successivamente all’invio telematico
DICHIARAZIONE RED presentazione della dichiarazione
può essere inviata in conservazione
dei redditi

Entro tre mesi dal termine di


Successivamente all’invio telematico
presentazione della dichiarazione
DICHIARAZIONE MODELLI INV.CIV può essere inviata in conservazione
dei redditi

Successivamente al versamento
LOG (REGISTRAZIONE INFORMATICA) Giornalmente
giornaliero

Da quando i messaggi PEC e le relative


notifiche vengono trasmessi o
ricevuti possono essere inviati in
MESSAGGI PEC conservazione, quindi in qualsiasi Annuale dalla data del messaggio
momento con periodicità giornaliera,
mensile, trimestrale, semestrale o
annuale a seconda
dell’organizzazione

Da quando le mail ordinarie vengono


trasmesse o ricevute possono essere
Il prima possibile al fine di rendere
inviate in conservazione, quindi in
MESSAGGI MAIL ORDINARIA statica ed immodificabile la mail
qualsiasi momento con periodicità
ordinaria
giornaliera, mensile, trimestrale,
semestrale o annuale a seconda
dell’organizzazione

DOCUMENTAZIONE ANTIRICICLAGGIO Massimo annuale dalla data del


Dopo che i documenti sono stati
GESTIONE DELEGHE/REVOCHE ACCESSO documento, ma il termine di
correttamente compilati e formati
A “FATTURE E CORRISPETTIVI” conservazione dipende dalla
(generati) secondo normativa, è
GESTIONE DELEGHE/REVOCHE ACCESSO modalità di formazione del
possibile il versamento al sistema di
AL CASSETTO FISCALE documento informatico stesso
conservazione

PREVENTIVI-OFFERTE
CONTRATTI Dopo che i documenti sono stati Con una frequenza variabile a
INFORMATIVA-CONSENSO PRIVACY correttamente formati (generati) ed seconda delle scelte di ciascun
DOCUMENTI PRIVACY (GDPR) eventualmente sottoscritti o cifrati Titolare/Produttore dei PdV e
DOCUMENTI AUDIO-VIDEO secondo normativa, è possibile il della modalità di formazione del
DOCUMENTI DI RICONOSCIMENTO versamento al sistema di documento informatico stesso.
DOCUMENTI DEL LAVORO conservazione. Porre attenzione alla

Pag. 17
DOCUMENTI DI PROGETTO/COMMESSA/ necessità di data certa elettronica
CANTIERE garantita dalla marca temporale nel
processo di conservazione: se server
versare i documenti al Servizio il
prima possibile.

Dopo che i documenti sono stati Massimo annuale dalla data del
correttamente compilati e formati documento informatico
ATTI PUBBLICA AMMINISTRAZIONE
(generati) secondo normativa, è amministrativo e comunque
CONTRATTI PUBBLICA
possibile il versamento al sistema di prima della scadenza delle firme
AMMINISTRAZIONE
conservazione digitali usate per la sottoscrizione

Con una frequenza variabile a


Dopo che i documenti sono stati
seconda delle scelte di ciascun
correttamente formati (generati) e
DOCUMENTI PER LA FIRMA DIGITALE Titolare/Produttore dei PdV e
sottoscritti secondo normativa, è
della modalità di formazione del
possibile il versamento al sistema di
documento informatico stesso.
conservazione

Dopo che i documenti sono stati Con una frequenza variabile a


DOCUMENTI PER LA FIRMA correttamente formati (generati) e seconda delle scelte di ciascun
ELETTRONICA AVANZATA (FEA) sottoscritti secondo normativa, è Titolare/Produttore dei PdV e
possibile il versamento al sistema di della modalità di formazione del
conservazione documento informatico stesso.

3.11 Periodo di conservazione

I periodi di conservazione indicati nella presente scheda sono garantiti dal Servizio Conservazione Cloud
TeamSystem secondo le disposizioni del Contratto e soltanto se il pagamento dei corrispettivi previsti dal
Servizio viene regolarmente rispettato anno per anno.
Il periodo di conservazione dei documenti informatici, rilevanti ai fini tributari e civilistici ed indicati nella
presente Scheda, è di dieci anni dalla data di conservazione.
Il predetto periodo decennale può essere eventualmente derogato, previo pagamento di un corrispondente
corrispettivo del Servizio, su espressa richiesta del Cliente e con un preavviso di 30 giorni dalla scadenza,
nei casi di accertamenti in corso relativi al corrispondente periodo d’imposta, nel caso di istanze di ispezione
e di esibizione delle scritture contabili provenienti dall’Amministrazione finanziaria, fino al momento in cui il
giudice non abbia definitivamente e negativamente provveduto sull’istanza stessa.

Per la tipologia documentale non fiscale Registro di Protocollo Informatico delle pubbliche amministrazioni
(D.P.R. 445/2000 e delle regole tecniche attuative del CAD in materia di protocollo informatico di cui alle
Linee Guida AgID) il periodo di conservazione è permanente e dipende dal Piano di Conservazione dell’ente
pubblico. Il Servizio Conservazione Cloud TeamSystem fornisce una conservazione del Registro di Protocollo

Pag. 18
Informatico di 10 anni, entro 60 giorni dal termine di scadenza dei dieci anni di conservazione l’ente potrà
esercitare l’opzione di estensione per ulteriori dieci anni.

Inoltre, per Libro Unico del Lavoro (LUL), che ha rilevanza lavoristica, la normativa di riferimento richiede
una conservazione di almeno cinque anni e presso il luogo di conservazione del Tenutario che quindi ha il
dovere di scaricarsi i Pacchetti di Distribuzione per la loro eventuale esibizione.

Per le registrazioni informatiche (log), le PEC e le mail ordinarie si applica il termine civilistico minimo di
conservazione dei dieci anni, ma poi dipende dagli effetti giuridici e dalle necessità di rilevanza probatoria
che tali documenti hanno per il Titolare, che quindi può estendere il loro periodo di conservazione, previo
pagamento di un corrispondente corrispettivo del Servizio.

Per i contratti, gli atti della pubblica amministrazione, i fascicoli ed ulteriori documenti è responsabile il
Titolare (Soggetto produttore) di definire il periodo di conservazione, si consiglia comunque di conservarli
sempre almeno dieci anni dalla cessazione degli effetti giuridici del documento.

Infine, i documenti di richiesta di emissione-attivazione di una Firma Digitale al certificatore accreditato (ed
eventuali documenti ad essa correlati, quali ad esempio la copia del valido documento d’identità e il modulo
di adesione all’utilizzo della Firma Elettronica Avanzata (FEA) sottoscritto dall’utente firmatario, con annesse
le Condizioni Generali per l’utilizzo della FEA e l’Informativa Privacy per l’utilizzo della FEA e l’eventuale
revoca successiva dalla FEA (con tutti i documenti connessi, quali ad esempio la copia del valido documento
d’identità), devono essere conservati almeno per 20 anni.

3.12 Adempimenti generali in carico al contribuente/datore di lavoro

▪ Secondo quanto disposto dall’art. 5, comma 1, del D.M. 17 giugno 2014 il contribuente deve eseguire una
semplice comunicazione nella dichiarazione dei redditi relativa al periodo di imposta di riferimento della
conservazione in modalità elettronica dei documenti rilevanti ai fini tributari, come meglio riportato nelle
istruzioni di ciascun modello dichiarativo. Ciascun modello dell’Agenzia delle Entrate relativo alle
dichiarazioni dei redditi prevede una sezione relativa alla CONSERVAZIONE DEI DOCUMENTI RILEVANTI AI
FINI TRIBUTARI in cui nell’apposito rigo va indicato il codice “1”, qualora il contribuente, nel periodo
d’imposta di riferimento, abbia conservato in modalità elettronica, almeno un documento rilevante ai fini
tributari, mentre il codice “2” nel caso in cui non abbia conservato documenti di rilevanza fiscale nella
modalità elettronica a norma.

▪ Assolvimento dell’imposta di bollo: tra le tipologie di documenti informatici riportate nella presente
Scheda l’imposta di bollo è dovuta nella misura di Euro 2,00 per le fatture emesse non assoggettate ad

Pag. 19
IVA e di importo superiore a € 77,47 secondo le modalità di assolvimento stabilite dall’Agenzia delle
Entrate.
Per il libro giornale ed il libro inventari l’imposta è dovuta nella misura di Euro 16,00 per le Società per
azioni, le Società in accomandita per azioni, le Società a responsabilità limitata, le Società consortili per
azioni o a responsabilità limitata, i Consorzi ed aziende di enti locali e gli Enti pubblici, mentre nella misura
di Euro 32,00 per imprenditori commerciali individuali, società di persone, cooperative (comprese le
banche popolari e le banche di credito cooperativo) mutue assicuratrici, consorzi di privati, enti morali,
associazioni e fondazioni, ecc.
Per gli altri libri (ad esempio i libri sociali) l’imposta è dovuta sempre nella misura di Euro 16,00.
L’imposta di bollo sui Libri e Registri nella modalità informatica va calcolata ogni 2.500 registrazioni o
frazioni di esse, dove per registrazione si deve intendere il singolo accadimento contabile, e versata con il
modello F24 telematico ai sensi dell’art. 6 del D.M. 17 giugno 2014.

▪ Per quanto riguarda il Libro Unico del Lavoro (LUL), si evidenzia che la normativa di riferimento prevede
l’obbligo di preventiva comunicazione, anche via mail o via fax, alla Direzione Provinciale del Lavoro
competente, prima dell’avvio della conservazione e quindi prima della messa in uso del sistema
informatizzato di tenuta e conservazione dei LUL.

3.13 Esclusioni dal Servizio

Il Servizio di TeamSystem Service è rivolto ai Titolari dei documenti residenti nello Stato italiano e consiste
nell’erogazione della fase di conservazione a norma dei documenti informatici ricevuti correttamente
secondo le specifiche concordate.

La responsabilità del contenuto dei Documenti trasferiti al Conservatore e la corretta gestione delle fasi
precedenti al trasferimento al Servizio di Conservazione sono escluse dal Servizio stesso; a titolo di esempio
non esaustivo, la fase di redazione, emissione, formazione, tenuta dei documenti informatici rilevanti ai fini
tributari, civilistici, amministrativi e lavoristici e l’eventuale procedimento di generazione delle copie
informatiche e delle copie per immagine su supporto informatico di documenti e scritture analogici, sono di
esclusiva responsabilità del Cliente finale, Titolare degli oggetti di conservazione.

La responsabilità sullo scarto (eliminazione) di eventuali archivi pubblici o privati che rivestono interesse
storico particolarmente importante è esclusivamente del Titolare/Produttore dei PdV e del suo Responsabile
della Conservazione, in quanto secondo la normativa vigente in materia i predetti archivi possono essere
scartati solo previa autorizzazione del MIC (Ministero della Cultura), secondo quanto previsto dalla normativa
vigente in materia di beni culturali.

Pag. 20
Tutte le condizioni specifiche del Servizio, erogato a favore del Cliente Produttore dei PdV e dell’eventuale
Terzo Beneficiario, e definite nella presente Scheda Servizio sono valide esclusivamente se il Cliente
Produttore dei PdV accetta formalmente e fa accettare agli eventuali Terzi beneficiari la documentazione
contrattuale prevista dal Servizio.

Infine, in considerazione del fatto che il Conservatore TeamSystem gestisce servizi per i quali non è necessario
il trattamento di categorie particolari di dati personali, dati giudiziari o altre categorie di dati sensibili di cui
agli artt. 9 e 10 del Regolamento generale sulla protezione dei dati n. 679/2016 (“GDPR”), in assenza di
diverso accordo scritto tra le Parti, restano a carico del Titolare del trattamento dei dati eventuali obblighi e
misure di sicurezza richiesti in relazione alla specifica natura dei dati trattati quali ad esempio l’adozione di
idonee tecniche di cifratura, di pseudonimizzazione o altre misure volte a rendere inintelligibili i dati prima
del loro trasferimento alla piattaforma di TeamSystem Service.
In tali casi, se il Produttore versa al Servizio documenti informatici da conservare oscurati, mediante tecniche
di protezione e/o cifratura e/o pseudonimizzazione, al fine di garantire la inintelligibilità dei documenti e dati
per il rispetto della conformità alla normativa in materia di protezione dei dati personali (cosiddetta Privacy),
il Conservatore TeamSystem Service non potrà
- eseguire la verifica di coerenza sui formati idonei dei documenti versati;
- eseguire la verifica a campione della leggibilità dei documenti conservati prescritta dalla Normativa
Vigente;
- adottare misure riguardo all’obsolescenza tecnologica dei formati prescritte dalla Normativa
Vigente;
- assicurare una corretta decifratura ai fini dell’esibizione dei documenti conservati e la corretta
custodia delle chiavi di ci/decifratura.
Tali predetti adempimenti rimarranno esclusivamente in capo al Produttore dei PdV/Titolare e al
Responsabile della Conservazione del Titolare.

Pag. 21
4. Metadati previsti da AgID trasferiti dal Produttore dei PdV al
servizio di conservazione
Le Linee Guida emanate da AgID sulla formazione, gestione e conservazione dei documenti informatici
prevedono, nell’Allegato 5, una metadatazione obbligatoria che deve accompagnare il documento in tutte le
sue fasi.
Riferimenti normativi:
https://www.agid.gov.it/sites/default/files/repository_files/linee_guida_sul_documento_informatico.pdf
https://www.agid.gov.it/sites/default/files/repository_files/all.5_metadati.pdf

La presente tabella riporta le regole generali dettate dalle Linee Guida per il documento informatico, che
devono essere seguite per tutte le tipologie documentali gestite; per le specificità relative alla singola
tipologia documentale consultare la relativa scheda riportata più avanti.

N.B. Nella colonna “Controllo valorizzazione” viene indicato se il servizio di conservazione di TeamSystem
Service svolge o meno su quel campo la verifica sulla presenza di valorizzazione del metadato, senza entrare
nel merito del valore inserito, che rimane esclusiva responsabilità del Produttore dei PdV e del Titolare.

Etichetta e descrizione Tipo del metadato Obbligatorio Controllo valorizzazione Categoria metadato previsto
del metadato da AgID
IdDoc
Identificativo univoco e persistente associato in modo univoco e permanente al documento informatico in modo da consentirne
l’identificazione. Inoltre, rappresenta le informazioni necessarie per verificare l’integrità del documento.
Impronta Hash SÌ SÌ IdDoc \ Impronta
Valore dell'impronta
(Hash)
Algoritmo “SHA256” SÌ SÌ IdDoc \ Algoritmo
Viene valorizzato
sempre con SHA256
Identificativo Max 200 caratteri SÌ SÌ IdDoc \ Identificativo
Come da sistema di alfanumerici
identificazione
formalmente definito
(per es: id assegnato
dal sistema di gestione
documentale, oppure id
assegnato dalla
piattaforma o dal
gestionale di
provenienza; in
mancanza si può
indicare il nome del file)
Modalità di SÌ SÌ Modalità di formazione
Formazione Un valore tra quelli
Per essere consigliati riportati sotto:

Pag. 22
nella compilazione del
campo si può ricorrere
alla tabella di
associazione con i
formati dei files
riportata più avanti in
Scheda Servizio, si
precisa che la tabella
non rappresenta una
regola imposta dalla
normativa ma solo un
possibile suggerimento
del conservatore
A) creazione tramite l’utilizzo di strumenti software che assicurino la produzione di documenti nei formati
previsti nell’Allegato 2 delle Linee Guida;
B) acquisizione di un documento informatico per via telematica o su supporto informatico, acquisizione della
copia per immagine su supporto informatico di un documento analogico, acquisizione della copia informatica
di un documento analogico;
C) memorizzazione su supporto informatico in formato digitale delle informazioni risultanti da transazioni o
processi informatici o dalla presentazione telematica di dati attraverso moduli o formulari resi disponibili
all’utente;
D) generazione o raggruppamento anche in via automatica di un insieme di dati o registrazioni, provenienti da
una o più banche dati, anche appartenenti a più soggetti interoperanti, secondo una struttura logica
predeterminata e memorizzata in forma statica

Tipologia Documentale Max 200 caratteri SÌ SÌ Tipologia documentale


Descrizione della alfanumerici
tipologia (preimpostato
in base alla tipologia
documentale scelta e
prevista in Scheda di
Servizio)
Dati di registrazione
Si intende per registrazione l’operazione che, in senso lato, associa ad un documento una data e un numero. In tale ottica, quindi potrebbe
non essere identificabile uno specifico registro, ma sono sempre identificabili una data di registrazione e un numero di registrazione del
documento.
Tipologia di flusso U = In uscita SÌ SÌ Dati di registrazione \
indica se si tratta di un E = In entrata Tipologia di flusso
documento in uscita, in I = Interno
entrata o interno.
Per es: per i privati i
documenti del ciclo
attivo sono qualificati
come “In uscita”, i
documenti del ciclo
passivo “In entrata” ; i
Libri e registri contabili
come “Interno” ecc.

Tipo registro - Nessuno SÌ SÌ Dati di registrazione \ Tipo


per i Privati valorizzare - Protocollo registro
con Nessuno Ordinario/

Pag. 23
Protocollo di
Emergenza
- Repertorio/
Registro
Data Registrazione Data [aaaa-mm-gg] SÌ SÌ Dati di registrazione \ Data
(Data documento) e ora Registrazione
-Senza protocollo come
nel caso di Privati:
valorizzare con data e
ora registrazione, ossia
il momento in cui al
documento è stata
attribuita una data e un
numero (per es. la data
del documento oppure
l’ultimo giorno del
periodo fiscale di
riferimento, ecc.)
- Con protocollo come
nel caso delle PA:
valorizzare con Data e
ora della registrazione
di protocollo
Numero Documento Max 200 caratteri SÌ SÌ Dati di registrazione \ Numero
-Senza protocollo come alfanumerici Documento
nel caso di Privati:
valorizzare con numero
Registrazione
documento (per es.
numero del documento;
ultimo giorno del
periodo di riferimento
per un registro o libro
contabile, ecc)
-Con protocollo come
nel caso delle PA:
valorizzare con numero
Protocollo
Codice Registro Max 200 caratteri SÌ, ma solo per le PA Dati di registrazione \
Codice identificativo del alfanumerici nel caso di SÌ, ma solo per le PA nel IdRegistro
registro, lasciare vuoto documento caso di documento
se il documento non è registrato; sennò registrato
registrato lasciare vuoto

Soggetti

Ruolo Assegnatario SI, SÌ Soggetto \ ruolo


Indicare tutti i soggetti Autore al fine di rendere i
coinvolti e competenti Destinatario dati di registrazione
sul documento a vario Mittente univoci deve essere
titolo. Operatore sempre indicato il
Produttore soggetto che effettua
la registrazione del
documento.

Pag. 24
RGD (Responsabile Obbligatorio indicare
della Gestione inoltre almeno
Documentale) l’autore o il mittente.
RSP (Responsabile Nel caso di
del Servizio di documento
Protocollo) protocollato deve
Soggetto che essere
effettua la obbligatoriamente
registrazione indicato il mittente.
Altro Per “Operatore” si
intende il soggetto
autorizzato ad
apportare modifiche/
integrazioni al
documento, la cui
definizione si renderà
obbligatoria nel caso
in cui venga
compilato il metadato
“Tracciature
modifiche
documento”.

Tipo Soggetto SÌ SÌ Soggetto \ Tipo soggetto


consente di tipizzare i
soggetti come persone
fisiche, giuridiche,
amministrazioni
pubbliche (italiane ed
estere). Il Tipo Soggetto
= SW è indicabile solo
se si è indicato il ruolo =
”Produttore”. Per ogni
Tipo Soggetto sono
previsti specifici
metadati di riferimento Dipende da ruolo,
vedi riga seguente:
Se Ruolo = Assegnatario
AS

Se Ruolo = Soggetto che effettua la registrazione


PF per Persona Fisica
PG per Organizzazione

Se Ruolo = Mittente o Destinatario o Altro


PF per Persona Fisica
PG per Organizzazione
PAI per le Amministrazioni Pubbliche italiane (valido solo come mittente
nei flussi in entrata, come destinatario nei flussi in uscita)
PAE per le Amministrazioni Pubbliche estere (valido solo come mittente
nei flussi in entrata, come destinatario nei flussi in uscita)

Se Ruolo = Autore
PF per Persona Fisica
PG per Organizzazione
PAI per le Amministrazioni Pubbliche italiane (valido solo nei flussi in entrata)

Pag. 25
PAE per le Amministrazioni Pubbliche estere (valido solo nei flussi in entrata)

Se Ruolo = Operatore o Responsabile della Gestione Documentale o Responsabile del


Servizio Protocollo
PF per Persona Fisica

Se Ruolo = Produttore
SW per i documenti prodotti automaticamente

Tipo soggetto PF

Cognome Max 200 caratteri SÌ SÌ Soggetto \ PF \ Cognome


alfanumerici
Nome Max 200 caratteri SÌ SÌ Soggetto \ PF \ Nome
alfanumerici
Codice fiscale Max 200 caratteri NO NO Soggetto \ PF \ Codice fiscale
alfanumerici
Indirizzi digitali di Max 200 caratteri NO NO Soggetto \ PF \ Indirizzi digitali
riferimento alfanumerici di riferimento
per es. Indirizzo PEC al
quale inviare il
documento valorizzato
per le fatture verso
privati solo nei casi in
cui l’elemento
informativo
<CodiceDestinatario>
vale “0000000”
Tipo soggetto PG

Denominazione Max 200 caratteri SÌ SÌ Soggetto \ PG \


Organizzazione alfanumerici Denominazione
organizzazione
Codice fiscale Max 200 caratteri NO NO Soggetto \ PG \ Codice fiscale
alfanumerici
Partita IVA Max 200 caratteri NO NO Soggetto \ PG \ Partita IVA
alfanumerici
Denominazione ufficio Max 200 caratteri NO NO Soggetto \ PG \
alfanumerici Denominazione Ufficio
Indirizzi digitali di Max 200 caratteri NO NO Soggetto \ PG \ Indirizzi
riferimento alfanumerici digitali di riferimento

Tipo soggetto PAI

Denominazione Max 200 caratteri SÌ SÌ Soggetto \ PAI \ Codice IPA


Amministrazione \ alfanumerici Amministrazione
Codice IPA

Pag. 26
Denominazione Max 200 caratteri SÌ solo PA SÌ solo PA Soggetto \ PAI \ Codice IPA
Amministrazione AOO alfanumerici AOO
\ Codice IPA AOO

Denominazione Max 200 caratteri NO NO Soggetto \ PAI \ Uor


Amministrazione UOR alfanumerici
\ Codice IPA UOR

Indirizzi digitali di Max 200 caratteri NO NO Soggetto \ PAI \ Indirizzi


riferimento alfanumerici digitali di riferimento

Tipo soggetto PAE

Denominazione Max 200 caratteri SÌ SÌ Soggetto \ PAE \


Amministrazione alfanumerici Denominazione
amministrazione
Denominazione ufficio Max 200 caratteri NO NO Soggetto \ PAE \
alfanumerici Denominazione ufficio
Indirizzi digitali di Max 200 caratteri NO NO Soggetto \ PAE \ Indirizzi
riferimento alfanumerici digitali di riferimento
Tipo soggetto AS

Cognome Max 200 caratteri NO NO Soggetto \ AS \ Cognome


alfanumerici
Nome Max 200 caratteri NO NO Soggetto \ AS \ Nome
alfanumerici
Codice fiscale Max 200 caratteri NO NO Soggetto \ AS \ Codice fiscale
alfanumerici
Denominazione Max 200 caratteri SÌ privati SÌ privati Soggetto \ AS \
Organizzazione alfanumerici Denominazione
organizzazione
Denominazione ufficio Max 200 caratteri SÌ privati SÌ privati Soggetto \ AS \
alfanumerici Denominazione ufficio
Indirizzi digitali di Max 200 caratteri NO NO Soggetto \ AS \ Indirizzi digitali
riferimento alfanumerici di riferimento

Tipo soggetto SW

Denominazione Max 200 caratteri SÌ SÌ Soggetto \ SW \


sistema alfanumerici Denominazione sistema
Metadati addizionali per il soggetto (non previsti dalle Linee Guida ma dal Conservatore)

Id Paese Max 200 caratteri NO NO Soggetto \ PG \ Id Paese


Codice della nazione, alfanumerici
espresso secondo lo
standard ISO 3166-1
alpha-2 code; 2
caratteri (Esempio “IT”
per l’Italia)
Codice Destinatario Max 200 caratteri NO NO Soggetto\ destinatario\
Per le fatture PA è il alfanumerici Codice IPA
Codice IPA di 6 caratteri
univoco dell’ufficio PA

Pag. 27
per il servizio di
fatturazione
elettronica, mentre per
le fatture tra privati è il
Codice Destinatario di 7
caratteri. Per le fatture
che non passano da SDI
è un codice libero
descrittivo per
identificare il
destinatario

Matricola destinatario Max 200 caratteri NO NO Soggetto \ Destinatario \


Matricola del alfanumerici
lavoratore, utilizzata
per i LUL
Sede Max 200 caratteri NO NO Soggetto \ Destinatario \
sede del datore di alfanumerici
lavoro, utilizzata per i
documenti del lavoro e i
LUL

Chiave descrittiva

Oggetto Max 200 caratteri SÌ SÌ Chiave descrittiva \ oggetto


testo libero che alfanumerici
definisce il contenuto
del documento o la
natura
Parole Chiave Max 200 caratteri NO NO Chiave descrittiva \ parola
compilare alfanumerici chiave
facoltativamente
attingendo da thesauri
o da vocabolari
controllati, per evitare
ambiguità
terminologiche e avere
la possibilità di
utilizzare il metadato
come chiave di ricerca
del documento. Il
metadato è ricorsivo
fino ad un massimo di 5
occorrenze

Allegati

Numero allegati Numero intero SÌ SÌ Allegato \ numero allegati


indica il numero degli 0:9999
allegati al documento

Pag. 28
IdDoc - Indice allegati Vedi IdDoc descritto SÌ se numero allegati > SÌ Allegato \ IdDoc
Identificativo del sopra 0
documento relativo
all’allegato

Descrizione - indice Max 200 caratteri SÌ se numero allegati > SÌ Allegato \ Descrizione
allegati alfanumerici 0
titolo dell’allegato
Classificazione

Indice di classificazione Max 200 caratteri SÌ SÌ Classificazione \ Indice di


Codifica del documento alfanumerici Solo per una pubblica Solo per una pubblica classificazione
secondo il Piano di amministrazione amministrazione
Classificazione
Descrizione Max 200 caratteri SÌ SÌ Classificazione \ Descrizione
Descrizione per esteso alfanumerici Solo per una pubblica Solo per una pubblica
dell'Indice di amministrazione amministrazione
Classificazione
Piano di classificazione Max 200 caratteri NO NO Classificazione \ Piano di
URI del Piano di alfanumerici classificazione
Classificazione
pubblicato

Riservato Vero SÌ SÌ Riservato


Consente di gestire gli Falso
accessi al documento al (si precisa che la
solo personale scelta “Vero” non
autorizzato (come implica alcun
specificato al capitolo intervento di
3.13 della Scheda limitazione degli
Servizio, restano a accessi al file da
carico del Titolare del parte del
trattamento dei dati conservatore)
eventuali obblighi e
misure di sicurezza
richiesti in relazione alla
specifica natura dei dati
trattati quali ad
esempio l’adozione di
idonee tecniche di
cifratura, di
pseudonimizzazione o
altre misure volte a
rendere inintelligibili i
dati prima del loro
trasferimento alla
piattaforma di
TeamSystem Service).
Identificativo del formato

Pag. 29
Formato Secondo quanto SÌ SÌ Identificativo del formato \
Mime Type del previsto Formato
FORMATO dall'Allegato 2 alle
linee guida AgID e
dal Manuale della
Conservazione di
TeamSystem
Service; i formati
gestiti sono indicati
per ogni tipologia
documentale in
questa Scheda
servizio
Nome prodotto Max 200 caratteri Sì quando rilevabile NO Identificativo del formato \
relativo al prodotto alfanumerici Prodotto software \ Nome
software utilizzato per prodotto
la produzione del
documento
Versione prodotto Max 200 caratteri Sì quando rilevabile NO Identificativo del formato \
relativo al prodotto alfanumerici Prodotto software \ Versione
software utilizzato per software
la produzione del
documento
Produttore Max 200 caratteri Sì quando rilevabile NO Identificativo del formato \
relativo al prodotto alfanumerici Prodotto software \ Versione
software utilizzato per software
la produzione del
documento
Verifica

Firmato Digitalmente Vero SÌ, obbligatorio nel SÌ Verifica \ Firmato


check di controllo Falso caso di modalità di digitalmente
presenza firma digitale formazione A e B

Sigillato Vero SÌ, obbligatorio nel SÌ Verifica \ Sigillato


Elettronicamente Falso caso di modalità di Elettronicamente
check di controllo formazione A e B
presenza sigillo
elettronico
Marcatura Temporale Vero SÌ, obbligatorio nel SÌ Verifica \ Marcatura
check di controllo Falso caso di modalità di Temporale
presenza marca formazione A e B
temporale
Conformità copie Vero SÌ, obbligatorio nel SÌ Verifica \ Conformità copie
immagine su supporto Falso caso di modalità di immagine su supporto
informatico formazione B informatico
check di controllo
presenza conformità
copie immagine nel
caso di modalità
formazione del
documento = B

Pag. 30
Agg Max 200 caratteri SÌ NO IdAgg \ IDAggregazione
Identificativo del alfanumerici Solo per una pubblica
fascicolo o della serie in amministrazione e se
caso di AGGREGAZIONI il documento
DOCUMENTALI appartiene ad un
INFORMATICHE fascicolo

Id Identificativo IdDoc SÌ, nel caso in cui sia SÌ IdDoc Identificativo


Documento Primario presente un Documento Primario
Id Doc del documento documento primario
primario

Nome del Max 200 caratteri SÌ SÌ Nome del documento/file


documento/file alfanumerici
Indicare il nome del
documento/file come
riconosciuto all’esterno.
(Nel caso di e-fattura
deve essere il nome del
file originario della
fattura elettronica
inviata allo SDI)

Versione del Max 200 caratteri SÌ SÌ Versione del Documento


Documento alfanumerici
indicare la versione del
documento
Tracciature modifiche documento
Metadato volto a tracciare la presenza di operazioni di modifica effettuate sul documento (prima del processo di conservazione) e la data
in cui esse sono state effettuate. L’autore delle modifiche è tracciato nel metadato “Soggetti” con il ruolo “Operatore”
Tipo modifica Annullamento SÌ, nel caso di SÌ, nel caso di versione > 1 o Tracciature modifiche
indicare il tipo di Rettifica versione > 1 o in caso in caso di annullamento documento \ Tipo modifica
modifica intervenuto Integrazione di annullamento
sul documento prima Annotazione
del versamento in
conservazione
Codice fiscale Max 200 caratteri SÌ, nel caso di SÌ, nel caso di versione > 1 o Tracciature modifiche
dell'autore della alfanumerici versione > 1 o in caso in caso di annullamento documento \ Codice fiscale
modifica di annullamento dell'autore della modifica
Codice Fiscale del
Soggetto Operatore
Data Modifica Data [aaaa-mm- SÌ, nel caso di SÌ, nel caso di versione > 1 o Tracciature modifiche
indicare la data in cui la gg] versione > 1 o in caso in caso di annullamento documento \ Data Modifica
modifica è avvenuta di annullamento

IdDoc versione Max 200 caratteri SÌ, nel caso di SÌ, nel caso di versione > 1 o Tracciature modifiche
precedente alfanumerici versione > 1 o in caso in caso di annullamento documento \ IdDoc versione
identificativo di annullamento precedente
documento versione
precedente

Tempo di Numero intero= 10 NO NO Tempo di conservazione


conservazione

Pag. 31
Inserito dal servizio: 10
anni

Note Max 200 caratteri NO NO Note


eventuali indicazioni alfanumerici
aggiuntive utili

Ulteriori Metadati obbligatori previsti dal Servizio e comuni a tutte le tipologie documentali

Anno di riferimento
Comune \
es. Periodo d’imposta per i documenti di natura
Intero 4 numeri (Es: 2020) SÌ SÌ anno
fiscale; Esercizio di riferimento; Anno di formazione riferimento
del documento, ecc.

4.1 Tabella delle associazioni tra formati files e modalità di formazione

Al fine di facilitare la compilazione del metadato “Modalità di Formazione” abbiamo di seguito predisposto la
tabella di associazione con i formati dei files; si precisa che la tabella non rappresenta una regola imposta dalla
normativa ma solo un possibile suggerimento del conservatore.

Formato file Modalità di formazione

XML A) creazione tramite l’utilizzo di strumenti software

XML.P7M A) creazione tramite l’utilizzo di strumenti software

XML (XADES) A) creazione tramite l’utilizzo di strumenti software

PDF A) creazione tramite l’utilizzo di strumenti software

PDF
(IMMAGINE) B) acquisizione della copia per immagine su supporto informatico di un documento analogico

PDF/A - PDF/B A) creazione tramite l’utilizzo di strumenti software

JPG - JPEG B) acquisizione della copia per immagine su supporto informatico di un documento analogico

TIF -TIFF B) acquisizione della copia per immagine su supporto informatico di un documento analogico

A) creazione tramite l’utilizzo di strumenti software


TXT
D) se il file rappresenta l’estrazione di record log

XML.DCM A) creazione tramite l’utilizzo di strumenti software

Pag. 32
TXT.REL A) creazione tramite l’utilizzo di strumenti software

EML A) creazione tramite l’utilizzo di strumenti software

MP4 A) creazione tramite l’utilizzo di strumenti software

MP4.ENC A) creazione tramite l’utilizzo di strumenti software

MP4.P7M A) creazione tramite l’utilizzo di strumenti software

Pag. 33
5. TIPOLOGIE-OGGETTI DOCUMENTALI DELLA SCHEDA
Di seguito viene riportato l’elenco delle tipologie di documenti e oggetti documentali contemplati dalla
presente Scheda Servizio. Il Cliente (Titolare/Produttore dei PdV) può liberamente decidere di versare i
documenti relativi alle sole tipologie di proprio interesse.

Per ogni tipologia vengono descritti i metadati custom, ossia quelli aggiuntivi rispetto a quelli previsti
dall’Allegato 5 delle Linee Guida Agid (vedere paragrafo precedente), previsti dal conservatore al fine di
rispondere ad esigenze di tipo archivistico o per facilitare le ricerche.
Inoltre, per ogni tipologia vengono indicati i formati ammessi, le caratteristiche rilevanti della classe
documentale e i suggerimenti per la compilazione del metadato relativo ai Soggetti.

NB: Nella colonna “Controllo valorizzazione” viene indicato se il servizio di conservazione di TeamSystem
Service svolge o meno su quel campo la verifica sulla presenza di valorizzazione del metadato, senza entrare
nel merito del valore inserito, che rimane esclusiva responsabilità del Produttore dei PdV e del Titolare.

È possibile cliccare sul link di quelle di interesse per prendere visione delle relative specificità di Contratto:

1001 - FATTURE PA-PRIVATI (SDI) EMESSE ................................................................................ 38


1006 - FATTURE PA-PRIVATI (SDI) EMESSE IN NOME E PER CONTO............................................ 41
1002 - FATTURE PA-PRIVATI (SDI) RICEVUTE ............................................................................. 44
1003 - LOTTO FATTURE PA-PRIVATI (SDI) EMESSE ..................................................................... 47
1004 - LOTTO FATTURE PA-PRIVATI (SDI) RICEVUTE .................................................................. 49
1005 - NOTIFICHE FATTURE PA-PRIVATI (SDI) ............................................................................ 51
2001 - FATTURE EMESSE B2B .................................................................................................... 52
2003 - FATTURE RICEVUTE B2B ................................................................................................. 53
2002 - NOTE DI VARIAZIONE EMESSE B2B ................................................................................. 54
2004 - NOTE DI VARIAZIONE RICEVUTE B2B .............................................................................. 55
2058 - LOTTO FATTURE EMESSE B2B ......................................................................................... 56
2059 - LOTTO FATTURE RICEVUTE B2B ...................................................................................... 57
2005 - DDT EMESSI ................................................................................................................... 58
2006 - DDT RICEVUTI ................................................................................................................ 59

Pag. 34
2007 - BOLLE EMESSE .............................................................................................................. 60
2008 - BOLLE RICEVUTE ........................................................................................................... 61
2009 - LIBRO GIORNALE ............................................................................................................ 62
2010 - REGISTRI IVA.................................................................................................................. 64
2076 - ALTRI REGISTRI .............................................................................................................. 66
2011 - LIBRO MASTRO (SCHEDE o PARTITARI CONTABILI) ......................................................... 68
2012 - LIBRO CESPITI ................................................................................................................ 70
2073 - SCHEDE CESPITI.............................................................................................................. 72
2013 - GIORNALE DI MAGAZZINO ............................................................................................. 73
2015 - LIBRO INVENTARI........................................................................................................... 76
2016 - BILANCIO D’ESERCIZIO ................................................................................................... 78
2070 - LIBRI SOCIALI ................................................................................................................. 79
2069 - LIBRO UNICO DEL LAVORO (LUL) .................................................................................... 81
2092 - DOCUMENTI DEL LAVORO .............................................................................................. 84
2017 - DICHIARAZIONI UNICO/REDDITI PERSONE FISICHE ......................................................... 86
2018 - DICHIARAZIONI UNICO/REDDITI SOCIETÀ DI PERSONE ................................................... 87
2019 - DICHIARAZIONI UNICO/REDDITI SOCIETÀ DI CAPITALI .................................................... 88
2020 - DICHIARAZIONI UNICO/REDDITI ENTI NON COMMERCIALI ............................................. 89
2023 - DICHIARAZIONI 730 ....................................................................................................... 93
2024 - ALLEGATI DICHIARAZIONI 730 ........................................................................................ 94
2025 - DICHIARAZIONI 730 PRECOMPILATO .............................................................................. 95
2026 - ALLEGATI DICHIARAZIONI 730 PRECOMPILATO .............................................................. 96
2027 - DICHIARAZIONI 730/4 .................................................................................................... 97
2028 - DICHIARAZIONI CONSOLIDATO NAZIONALE E MONDIALE ............................................... 98
2030 - COMUNICAZIONE ANNUALE DATI IVA .......................................................................... 100
2031 - PROSPETTO DELLE LIQUIDAZIONI PERIODICHE DELL’IVA ............................................... 101
2032 - DICHIARAZIONI IVA 74 BIS ........................................................................................... 102
2033 - DICHIARAZIONI IVA 26 ................................................................................................. 103
2034 - DICHIARAZIONI 770 SEMPLIFICATO .............................................................................. 104
2035 - DICHIARAZIONI 770 ORDINARIO .................................................................................. 105
2036 - CERTIFICAZIONE UNICA ................................................................................................ 106
2064 - DICHIARAZIONI IMU - TASI ........................................................................................... 107

Pag. 35
2037 - INCARICO PER ADDEBITO TELEMATICO ........................................................................ 108
2038 - IMPEGNO ALLA TRASMISSIONE TELEMATICA ............................................................... 109
2039 - RICEVUTE DA PRESENTAZIONI TELEMATICHE ............................................................... 110
2040 - STUDI DI SETTORE ........................................................................................................ 111
2093 - INDICI SINTETICI DI AFFIDABILITÀ (ISA)......................................................................... 112
2060 - MODELLO CREDITI IVA TR ............................................................................................ 114
2042 - SCHEDA DESTINAZIONE 8xMILLE, 5xMILLE, 2xMILLE ..................................................... 115
2043 - DOMANDA ISCRIZIONE 5 PER MILLE ............................................................................. 116
2044 - DICHIARAZIONE DI INTENTO ........................................................................................ 117
2061 - LETTERE DI INTENTO EMESSE E RICEVUTE..................................................................... 118
2062 - REGISTRO LETTERE DI INTENTO .................................................................................... 119
2045 - MODELLI F24 ............................................................................................................... 120
2046 - MODELLI F23 ............................................................................................................... 121
2063 - QUIETANZE VERSAMENTI (F24, F23, RLI, ecc.) ............................................................... 122
2047 - COMUNICAZIONE POLIVALENTE (SPESOMETRO, BLACK LIST, REP. SAN MARINO)......... 123
2065 - COMUNICAZIONE BENI D’IMPRESA .............................................................................. 125
2048 - INTRASTAT (ELENCHI RIEPILOGATIVI DEGLI SCAMBI INTRACOMUNITARI) ..................... 126
2049 - DICHIARAZIONE DELL’IMPOSTA DI BOLLO ASSOLTA IN MODO VIRTUALE ...................... 127
2050 - COMUNICAZIONE MODELLI AA5/AA6 .......................................................................... 129
2051 - COMUNICAZIONE MODELLI AA7/AA9 .......................................................................... 130
2052 - DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA UNICA (DSU) ISEE .......................................................... 131
2053 - DICHIARAZIONE RED .................................................................................................... 133
2054 - DICHIARAZIONE MODELLI INV.CIV................................................................................ 134
2077 - ALTRE DICHIARAZIONI ................................................................................................. 136
2078 - ALTRE COMUNICAZIONI ............................................................................................... 137
2055 - LOG (REGISTRAZIONI INFORMATICHE) ......................................................................... 138
2056 - MESSAGGI PEC............................................................................................................. 140
2057 - MESSAGGI MAIL ORDINARIA........................................................................................ 141
2066 - REGISTRO CRONOLOGICO ............................................................................................ 143
2067 - REGISTRO INCASSI E PAGAMENTI PROFESSIONISTI ....................................................... 144
2068 - DOCUMENTAZIONE ANTIRICICLAGGIO ......................................................................... 145
2071 - ATTI PUBBLICA AMMINISTRAZIONE ............................................................................. 146

Pag. 36
2074 - PREVENTIVI-OFFERTE ................................................................................................... 147
2075 - CONTRATTI .................................................................................................................. 148
2079 - INFORMATIVA-CONSENSO PRIVACY ............................................................................. 149
2087 - DOCUMENTI PRIVACY (GDPR) ...................................................................................... 150
2080 - SCONTRINI/RICEVUTE FISCALI/INCASSI ........................................................................ 152
2081 - DATI FATTURE EMESSE E RICEVUTE .............................................................................. 154
2082 - LIQUIDAZIONI PERIODICHE IVA .................................................................................... 156
2083 - CONTRATTI PUBBLICA AMMINISTRAZIONE .................................................................. 158
2084 - NOTE SPESE E RELATIVI GIUSTIFICATIVI ........................................................................ 159
2085 - DOCUMENTI PER LA FIRMA DIGITALE ........................................................................... 161
2086 - DOCUMENTI PER LA FIRMA ELETTRONICA AVANZATA (FEA) ......................................... 162
2088 - GESTIONE DELEGHE/REVOCHE ACCESSO A “FATTURE E CORRISPETTIVI” ....................... 163
2089 - GESTIONE DELEGHE/REVOCHE ACCESSO A “CASSETTO FISCALE” ................................... 164
2090 - DOCUMENTI NODO SMISTAMENTO ORDINI (NSO) ....................................................... 165
2091 - NOTIFICHE DI SISTEMA NODO SMISTAMENTO ORDINI (NSO) ....................................... 167
2094 - DOCUMENTI AUDIO-VIDEO .......................................................................................... 169
2096 - FORMULARIO IDENTIFICAZIONE RIFIUTI (FIR) ............................................................... 171
2097 - DOCUMENTI DI PROGETTO/COMMESSA/CANTIERE ..................................................... 172
9001- MANUALE DELLA CONSERVAZIONE ............................................................................... 174

Pag. 37
1001 - FATTURE PA-PRIVATI (SDI) EMESSE
Codice tipologia nel Servizio
1001

Contenuto
La presente tipologia documentale descrive le fatture, anche sotto forma di nota, conto, parcella,
autofattura per regolarizzazione art. 6 c. 8 D.Lgs. 471/97 e simili emesse mediante SISTEMA DI
INTERSCAMBIO (SDI) dell’Agenzia delle Entrate nei confronti di Pubbliche Amministrazioni nel formato
previsto dal D.M. n. 55/2013 e nei confronti dei Privati secondo le specifiche pubblicate sull’apposito sito
in osservanza del D.Lgs. n. 127/2015 sia per le fatture ordinarie che per le fatture semplificate.
Nella presente tipologia sono quindi compresi i seguenti possibili formati di trasmissione: FPA, FPR e FSM.

I codici dei tipi di documenti possibili sono quelli previsti dal nuovo tracciato della fattura ordinaria in vigore
dal 1 ottobre 2020 e sono i seguenti:

- TD01 Fattura
- TD02 Acconto/Anticipo su fattura
- TD03 Acconto/Anticipo su parcella
- TD04 Nota di Credito
- TD05 Nota di Debito
- TD06 Parcella
- TD16 Integrazione fattura reverse charge interno
- TD17 Integrazione/autofattura per acquisto servizi dall’estero
- TD18 Integrazione per acquisto di beni intracomunitari
- TD19 Integrazione/autofattura per acquisto di beni ex art.17 c.2 DPR 633/72
- TD20 Autofattura per regolarizzazione e integrazione delle fatture (art.6 c.8 d.lgs. 471/97 o art.46
c.5 D.L. 331/93)
- TD21 Autofattura per splafonamento
- TD22 Estrazione beni da Deposito IVA
- TD23 Estrazione beni da Deposito IVA con versamento dell’IVA
- TD24 Fattura differita di cui all’art.21, comma 4, lett. a)
- TD25 Fattura differita di cui all’art.21, comma 4, terzo periodo lett. b)
- TD26 Cessione di beni ammortizzabili e per passaggi interni (ex art.36 DPR 633/72)
- TD27 Fattura per autoconsumo o per cessioni gratuite senza rivalsa

Si evidenzia che questa tipologia documentale può accogliere oltre alla fattura ordinaria anche la fattura
semplificata di cui all’art. 21-bis del D.P.R. n. 633/72.

Pag. 38
Nel metadato custom “Codice Tipo Documento”, raccomandato da valorizzare, può essere quindi inserito il
codice del tipo documento in modo da poter ricercare in modo efficace i documenti emessi delle tipologie
predette.

Nel metadato custom “Tipo Formato”, opzionale, è possibile specificare il formato di trasmissione (campo
1.1.3 del tracciato XML) con i valori ammessi per quella fattura elettronica.

Infine, la tipologia “Fatture PA_PRIVATI (SDI) Emesse” può essere utilizzata anche da quei Titolari e Produttori
dei documenti che intendono trasferire al Servizio di Conservazione Cloud TeamSystem le Fatture PA-PRIVATI
(SDI) già emesse e trasmesse al Sistema di Interscambio e che quindi devono essere solo conservate
digitalmente a norma entro la scadenza legislativa, assieme ai messaggi di notifica-ricevuta generati dallo SdI
se è garantita la correttezza del nome files rispetto alle specifiche tecniche.

Il metadato comune “Nome del documento/file" deve essere obbligatoriamente valorizzato se si vuole la
correlazione con le notifiche-ricevute SdI.
Più in dettaglio, la conservazione degli eventuali messaggi di notifica-ricevuta SdI e la correlazione della
tipologia fattura con i messaggi di notifica-ricevuta generati dallo SdI sarà garantita da parte del Servizio solo
se il metadato predetto è correttamente valorizzato con il “Nome del file originario” della fattura elettronica
trasmessa allo SDI e conforme alle specifiche tecniche di riferimento. In tutti i casi di modifica del nome file
rispetto a quello che ha superato i controlli del Sistema di Interscambio non sarà possibile avere la
conservazione e correlazione con i messaggi di notifica SdI nel Servizio.

Formati previsti
XML.P7M (firma CADES); XML (firma XAdES); XML senza firma

Soggetti minimi previsti


Soggetto che effettua la registrazione (es. Titolare) - Mittente (es. Titolare) – Destinatario (secondo il disposto
dell’art. 21 e 21-bis D.P.R. 633/1972 lett. F)
Per il soggetto destinatario è possibile inserire anche il metadato “Codice SDI” che Per le fatture PA è il Codice
IPA di 6 caratteri univoco dell’ufficio PA per il servizio di fatturazione elettronica, mentre per le fatture tra
privati è il Codice Destinatario di 7 caratteri

Metadati custom trasferiti dal Produttore dei PdV al servizio di conservazione oltre a quelli
comuni previsti dall’Allegato 5 delle Linee Guida Agid

Descrizione metadato Tipo del metadato Obbligatorio Controllo


valorizzazione
Sezionale Max 200 caratteri NO NO
indicare il sezionale di appartenenza del documento alfanumerici

Pag. 39
Identificativo Codice SDI presente nelle ricevute- Max 200 caratteri NO NO
notifiche generate dal Sistema di Interscambio alfanumerici
Tipo Formato Max 200 caratteri NO NO
Valorizzare con il valore codificato del campo 1.1.3 del alfanumerici
tracciato della fattura elettronica
Codice Tipo Documento Max 200 caratteri NO NO
Valorizzare con il valore codificato del campo 2.1.1.1. alfanumerici Non previsto dalla
del tracciato della fattura elettronica norma, ma
Raccomandato

Torna all’elenco documenti

Pag. 40
1006 - FATTURE PA-PRIVATI (SDI) EMESSE IN NOME E PER
CONTO
Codice tipologia nel Servizio
1006

Contenuto
La presente tipologia documentale descrive le fatture, anche sotto forma di nota, conto, parcella, autofattura
per regolarizzazione art. 6 c. 8 D.Lgs. 471/97 e simili emesse IN NOME E PER CONTO DA PARTE DEL
CESSIONARIO/COMMITTENTE, mediante SISTEMA DI INTERSCAMBIO (SDI) dell’Agenzia delle Entrate, nei
confronti di Pubbliche Amministrazioni nel formato previsto dal D.M. n. 55/2013 e nei confronti dei Privati
secondo le specifiche pubblicate sull’apposito sito in osservanza del D.Lgs. n. 127/2015 sia per le fatture
ordinarie che per le fatture semplificate.
Nella presente tipologia sono quindi compresi i seguenti possibili formati di trasmissione: FPA, FPR e FSM.

N.B. Questa tipologia È RISERVATA esclusivamente a quelle fatture elettroniche emesse tramite SdI DAL
CESSIONARIO/COMMITTENTE IN NOME E PER CONTO DEL CEDENTE/PRESTATORE.

Anche in questo caso la presente tipologia comprende i seguenti tipi di documenti emessi nei riguardi del
SDI e previsti dal nuovo tracciato della fattura ordinaria in vigore dal 1 ottobre 2020:
- TD01 Fattura
- TD02 Acconto/Anticipo su fattura
- TD03 Acconto/Anticipo su parcella
- TD04 Nota di Credito
- TD05 Nota di Debito
- TD06 Parcella
- TD16 Integrazione fattura reverse charge interno
- TD17 Integrazione/autofattura per acquisto servizi dall’estero
- TD18 Integrazione per acquisto di beni intracomunitari
- TD19 Integrazione/autofattura per acquisto di beni ex art.17 c.2 DPR 633/72
- TD20 Autofattura per regolarizzazione e integrazione delle fatture (art.6 c.8 d.lgs. 471/97 o art.46
c.5 D.L. 331/93)
- TD21 Autofattura per splafonamento
- TD22 Estrazione beni da Deposito IVA
- TD23 Estrazione beni da Deposito IVA con versamento dell’IVA
- TD24 Fattura differita di cui all’art.21, comma 4, lett. a)
- TD25 Fattura differita di cui all’art.21, comma 4, terzo periodo lett. b)
- TD26 Cessione di beni ammortizzabili e per passaggi interni (ex art.36 DPR 633/72)
- TD27 Fattura per autoconsumo o per cessioni gratuite senza rivalsa

Pag. 41
Nel metadato custom “Codice Tipo Documento”, raccomandato da valorizzare, può essere quindi inserito il
codice del tipo documento in modo da poter ricercare in modo efficace i documenti emessi delle tipologie
predette.

Nel metadato custom “Tipo Formato”, opzionale, è possibile specificare il formato di trasmissione (campo
1.1.3 del tracciato XML) con i valori ammessi per quella fattura elettronica.

Infine, la tipologia “Fatture PA_PRIVATI (SDI) Emesse” può essere utilizzata anche da quei Titolari e Produttori
dei documenti che intendono trasferire al Servizio di Conservazione Cloud TeamSystem le Fatture PA-PRIVATI
(SDI) già emesse e trasmesse al Sistema di Interscambio e che quindi devono essere solo conservate
digitalmente a norma entro la scadenza legislativa, assieme ai messaggi di notifica-ricevuta generati dallo SdI
se è garantita la correttezza del nome files rispetto alle specifiche tecniche.

Il metadato comune “Nome del documento/file" deve essere obbligatoriamente valorizzato se si vuole la
correlazione con le notifiche-ricevute SdI.
Più in dettaglio, la conservazione degli eventuali messaggi di notifica-ricevuta SdI e la correlazione della
tipologia fattura con i messaggi di notifica-ricevuta generati dallo SdI sarà garantita da parte del Servizio solo
se il metadato predetto è correttamente valorizzato con il “Nome del file originario” della fattura elettronica
trasmessa allo SDI e conforme alle specifiche tecniche di riferimento. In tutti i casi di modifica del nome file
rispetto a quello che ha superato i controlli del Sistema di Interscambio non sarà possibile avere la
conservazione e correlazione con i messaggi di notifica SdI nel Servizio.

Formati previsti
XML.P7M (firma CADES); XML (firma XAdES); XML senza firma

Soggetti minimi previsti


Soggetto che effettua la registrazione (può coincidere con il Mittente); Mittente (nonostante sia
un’emissione in nome e per conto dell’acquirente il metadato Mittente si valorizza comunque con i dati del
Fornitore della transazione commerciale) - Destinatario (secondo il disposto dell’art. 21 e 21-bis D.P.R.
633/1972 lett. F)
Per il soggetto destinatario è possibile inserire anche il metadato “Codice SDI” che Per le fatture PA è il Codice
IPA di 6 caratteri univoco dell’ufficio PA per il servizio di fatturazione elettronica, mentre per le fatture tra
privati è il Codice Destinatario di 7 caratteri

Metadati custom trasferiti dal Produttore dei PdV al servizio di conservazione oltre a quelli
comuni previsti dall’Allegato 5 delle Linee Guida Agid

Descrizione metadato Tipo del metadato Obbligatorio Controllo


valorizzazione

Pag. 42
Sezionale Max 200 caratteri alfanumerici NO NO
indicare il sezionale di appartenenza del
documento
IDENTIFICATIVO Codice SDI (presente Max 200 caratteri alfanumerici NO NO
nelle ricevute-notifiche generate dal
Sistema di Interscambio)
Tipo Formato Max 200 caratteri alfanumerici NO NO
(Valorizzare con il valore codificato del
campo 1.1.3 del tracciato della fattura
elettronica)
Codice Tipo Documento Max 200 caratteri alfanumerici NO NO
(Valorizzare con il valore codificato del Non previsto dalla
campo 2.1.1.1. del tracciato della fattura norma, ma
elettronica) Raccomandato

Torna all’elenco documenti

Pag. 43
1002 - FATTURE PA-PRIVATI (SDI) RICEVUTE
Codice tipologia nel Servizio
1002

Contenuto
La presente tipologia documentale descrive le fatture, anche sotto forma di nota, conto, parcella, autofattura
per regolarizzazione art. 6 c. 8 D.Lgs. 471/97 e simili ricevute mediante SISTEMA DI INTERSCAMBIO (SDI)
dell’Agenzia delle Entrate dalle Pubbliche Amministrazioni nel formato previsto dal D.M. n. 55/2013 e dai
Privati secondo le specifiche pubblicate sull’apposito sito in osservanza del D.Lgs. n. 127/2015 sia per le
fatture ordinarie che per le fatture semplificate.

Nel metadato “Tipo Formato”, opzionale, è possibile riportare il formato di trasmissione (campo 1.1.3 del
tracciato XML) con i valori ammessi per quella fattura elettronica.

Nel metadato custom “Codice Tipo Documento” è raccomandabile valorizzare il codice del tipo documento
in modo poi da poter ricercare in modo efficace i documenti ricevuti delle predette tipologie.
I codici dei tipi di documenti possibili sono quelli previsti dal nuovo tracciato in vigore dal 1° ottobre 2020
per la fattura ordinaria e sono i seguenti:
- TD01 Fattura
- TD02 Acconto/Anticipo su fattura
- TD03 Acconto/Anticipo su parcella
- TD04 Nota di Credito
- TD05 Nota di Debito
- TD06 Parcella
- TD16 Integrazione fattura reverse charge interno
- TD17 Integrazione/autofattura per acquisto servizi dall’estero
- TD18 Integrazione per acquisto di beni intracomunitari
- TD19 Integrazione/autofattura per acquisto di beni ex art.17 c.2 DPR 633/72
- TD20 Autofattura per regolarizzazione e integrazione delle fatture (art.6 c.8 d.lgs. 471/97 o art.46
c.5 D.L. 331/93)
- TD21 Autofattura per splafonamento
- TD22 Estrazione beni da Deposito IVA
- TD23 Estrazione beni da Deposito IVA con versamento dell’IVA
- TD24 Fattura differita di cui all’art.21, comma 4, lett. a)
- TD25 Fattura differita di cui all’art.21, comma 4, terzo periodo lett. b)
- TD26 Cessione di beni ammortizzabili e per passaggi interni (ex art.36 DPR 633/72)
- TD27 Fattura per autoconsumo o per cessioni gratuite senza rivalsa

Pag. 44
Si evidenzia che questa tipologia documentale può accogliere oltre alla fattura ordinaria anche la fattura
semplificata di cui all’art. 21-bis del D.P.R. n. 633/72.

Infine, la tipologia “Fattura PA-PRIVATI (SDI) Ricevute” può essere utilizzata da quei Titolari e Produttori dei
documenti che intendono trasferire al Servizio di Conservazione Cloud TeamSystem le FatturePA ovvero le
e-fatture Privati già ricevute dal Sistema di Interscambio e quindi che devono essere solo conservate
digitalmente a norma entro la scadenza legislativa, assieme ad eventuali messaggi di notifica SDI, se è
garantita la correttezza del nome files rispetto alle specifiche tecniche.

Il metadato comune “Nome del documento/file" deve essere obbligatoriamente valorizzato e conforme alle
specifiche tecniche di riferimento, se si vuole la correlazione con le eventuali notifiche-ricevute SdI.

Formati previsti
XML.P7M (firma CADES); XML (firma XAdES); XML senza firma

Soggetti minimi previsti


Soggetto che effettua la registrazione (può coincidere con il Mittente); Mittente (es. Fornitore, secondo il
disposto dell’art. 21 e 21-bis D.P.R. 633/1972 lett. F) – Destinatario (es. Titolare)

Metadati custom trasferiti dal Produttore dei PdV al servizio di conservazione oltre a quelli
comuni previsti dall’Allegato 5 delle Linee Guida Agid

Descrizione metadato Tipo del metadato Obbligatorio Controllo


valorizzazione
Sezionale Max 200 caratteri NO NO
indicare il sezionale a cui appartiene il documento alfanumerici
Identificativo Codice SDI Max 200 caratteri NO DALLA NORMA, MA NO
presente nelle ricevute-notifiche generate dal alfanumerici RACCOMANDATO
Sistema di Interscambio
Numero fattura fornitore Max 200 caratteri NO NO
indicare il numero attribuito dal fornitore in fase di alfanumerici
emissione del documento (la compilazione è
superflua se lo stesso dato verrà inserito nel
metadato obbligatorio “Numero Documento”)
Data fattura fornitore Data [aaaa-mm-gg] NO NO
indicare la data in cui il fornitore ha emesso il
documento (la compilazione è superflua se lo
stesso dato verrà inserito nel metadato
obbligatorio “Data Documento”)
Tipo Formato Max 200 caratteri NO NO
Valorizzare con il valore codificato del campo 1.1.3 alfanumerici
del tracciato della fattura elettronica

Pag. 45
Codice Tipo Documento Max 200 caratteri NO NO
Valorizzare con il valore codificato del campo alfanumerici Non previsto dalla
2.1.1.1. del tracciato della fattura elettronica norma, ma
raccomandato
PEC Destinatario Max200 caratteri NO NO
(Indirizzo PEC al quale inviare il documento alfanumerici
valorizzato per le fatture verso privati solo nei casi
in cui l’elemento informativo <CodiceDestinatario>
vale “0000000”)
Codice Destinatario Max 200 caratteri NO NO
(Per le fatture PA è il Codice IPA di 6 caratteri alfanumerici
univoco dell’ufficio PA per il servizio di fatturazione
elettronica, mentre per le fatture tra privati è il
Codice Destinatario di 7 caratteri)
Numero protocollo informatico dell’ente pubblico Max 200 caratteri NO NO
ricevente alfanumerici
(solo per le PA)
Data protocollo informatico del ricevente Data [aaaa-mm-gg] NO NO
dell’ente pubblico
(solo per le PA)

Torna all’elenco documenti

Pag. 46
1003 - LOTTO FATTURE PA-PRIVATI (SDI) EMESSE
Codice tipologia nel Servizio
1003

Contenuto
La presente tipologia documentale descrive le fatture, anche sotto forma di nota, conto, parcella,
autofattura per regolarizzazione art. 6 c. 8 D.Lgs. 471/97 e simili emesse mediante SISTEMA DI
INTERSCAMBIO (SDI) dell’Agenzia delle Entrate nei confronti di Pubbliche Amministrazioni nel formato
previsto dal D.M. n. 55/2013 e nei confronti dei Privati secondo le specifiche pubblicate sull’apposito sito
ai sensi del D.Lgs. n. 127/2015 sia per le fatture ordinarie che per le fatture semplificate.

Nel metadato custom “Tipo Formato”, opzionale, è possibile specificare il formato di trasmissione (campo
1.1.3 del tracciato XML) con i valori ammessi per quella fattura elettronica.

Infine, la tipologia “Lotto Fattura PA –PRIVATI (SDI) Emesse” può essere utilizzata da quei Titolari e Produttori
dei documenti che intendono trasferire al Servizio di Conservazione Cloud TeamSystem Lotti Fatture PA-
PRIVATI già emessi e trasmessi al Sistema di Interscambio e quindi che devono essere solo conservati
digitalmente a norma entro la scadenza legislativa, assieme ai messaggi di notifica SDI, se è garantita la
correttezza del nome files rispetto alle specifiche tecniche.

Il metadato comune “Nome del documento/file " deve essere obbligatoriamente valorizzato se si vuole la
correlazione con le notifiche-ricevute SdI.
Più in dettaglio, la conservazione degli eventuali messaggi di notifica-ricevuta SdI e la correlazione della
tipologia Lotto fattura con i messaggi di notifica-ricevuta generati dallo SdI sarà garantita da parte del
Servizio solo se il metadato predetto è correttamente valorizzato con il “Nome del file originario” della
fattura elettronica trasmessa allo SDI e conforme alle specifiche tecniche di riferimento. In tutti i casi di
modifica del nome file rispetto a quello che ha superato i controlli del Sistema di Interscambio non sarà
possibile avere la conservazione e correlazione con i messaggi di notifica SdI nel Servizio.

Formati previsti
XML.P7M (firma CADES); XML (firma XAdES); XML senza firma

Soggetti minimi previsti


Soggetto che effettua la registrazione (può coincidere con il Mittente); Mittente (es. Fornitore, secondo il
disposto dell’art. 21 e 21-bis D.P.R. 633/1972 lett. F); Destinatario (secondo il disposto dell’art. 21 e 21-bis
D.P.R. 633/1972 lett. F)

Pag. 47
Per il soggetto destinatario è possibile inserire anche il metadato “Codice SDI” che Per le fatture PA è il Codice
IPA di 6 caratteri univoco dell’ufficio PA per il servizio di fatturazione elettronica, mentre per le fatture tra
privati è il Codice Destinatario di 7 caratteri

Metadati custom trasferiti dal Produttore dei PdV al servizio di conservazione oltre a quelli
comuni previsti dall’Allegato 5 delle Linee Guida Agid

Descrizione metadato Tipo del metadato Obbligatorio Controllo


valorizzazione
Sezionale Max 200 caratteri NO NO
indicare il sezionale a cui appartiene il documento alfanumerici
Tipo Formato Max 200 caratteri NO NO
Valorizzare con il valore codificato del campo 1.1.3 alfanumerici
del tracciato della fattura elettronica

Torna all’elenco documenti

Pag. 48
1004 - LOTTO FATTURE PA-PRIVATI (SDI) RICEVUTE
Codice tipologia nel Servizio
1004

Contenuto
La presente tipologia documentale descrive le fatture, anche sotto forma di nota, conto, parcella, autofattura
per regolarizzazione art. 6 c. 8 D.Lgs. 471/97 e simili ricevute mediante SISTEMA DI INTERSCAMBIO (SDI)
dell’Agenzia delle Entrate dalle Pubbliche Amministrazioni nel formato previsto dal D.M. n. 55/2013 e dai
Privati secondo le specifiche pubblicate sull’apposito sito ai sensi del D.Lgs. n. 127/2015 sia per le fatture
ordinarie che per le fatture semplificate.

Nel metadato custom “Tipo Formato”, opzionale, è possibile specificare il formato di trasmissione (campo
1.1.3 del tracciato XML) con i valori ammessi per quella fattura elettronica.

Infine, la tipologia “Lotto Fattura PA-PRIVATI (SDI) Ricevute” può essere utilizzata da quei Titolari e Produttori
dei documenti che intendono trasferire al Servizio di Conservazione Cloud TeamSystem i Lotti Fatture PA-
PRIVATI già ricevuti dal Sistema di Interscambio e quindi che devono essere solo conservati digitalmente a
norma entro la scadenza legislativa, assieme ad eventuali messaggi di notifica SDI, se è garantita la
correttezza del nome files rispetto alle specifiche tecniche.

Il metadato comune “Nome del documento/file" deve essere obbligatoriamente valorizzato e conforme alle
specifiche tecniche di riferimento, se si vuole la correlazione con le eventuali notifiche-ricevute SdI.

Formati previsti
XML.P7M (firma CADES); XML (firma XAdES); XML senza firma

Soggetti minimi previsti


Soggetto che effettua la registrazione (può coincidere con il Mittente); Mittente (es. Fornitore, secondo il
disposto dell’art. 21 e 21-bis D.P.R. 633/1972 lett. F) – Destinatario (es. Titolare)
Per il soggetto destinatario è possibile inserire anche il metadato “Codice SDI” che Per le fatture PA è il Codice
IPA di 6 caratteri univoco dell’ufficio PA per il servizio di fatturazione elettronica, mentre per le fatture tra
privati è il Codice Destinatario di 7 caratteri

Pag. 49
Metadati custom trasferiti dal Produttore dei PdV al servizio di conservazione oltre a quelli
comuni previsti dall’Allegato 5 delle Linee Guida Agid

Descrizione metadato Tipo del metadato Obbligatorio Controllo


valorizzazione
Sezionale Max 200 caratteri NO NO
indicare il sezionale a cui appartiene il documento alfanumerici
Tipo Formato Max 200 caratteri NO NO
Valorizzare con il valore codificato del campo 1.1.3 alfanumerici
del tracciato della fattura elettronica
PEC Destinatario Max200 caratteri NO NO
(Indirizzo PEC al quale inviare il documento alfanumerici
valorizzato per le fatture verso privati solo nei casi
in cui l’elemento informativo <CodiceDestinatario>
vale “0000000”)
Numero protocollo informatico dell’ente pubblico Max 200 caratteri NO NO
ricevente alfanumerici
(solo per le PA)
Data protocollo informatico del ricevente Data [aaaa-mm-gg] NO NO
dell’ente pubblico
(solo per le PA)

Torna all’elenco documenti

Pag. 50
1005 - NOTIFICHE FATTURE PA-PRIVATI (SDI)
Codice tipologia nel Servizio
1005

Contenuto
La presente tipologia documentale descrive i messaggi di notifica scambiati con il SISTEMA DI
INTERSCAMBIO (SDI) dell’Agenzia delle Entrate, nell’ambito del provvedimento D.M. n. 55/2013 per la
fatturazione elettronica nelle relazioni commerciali con la PA e nell’ambito del D.Lgs. 127/2015 per la
fatturazione elettronica nelle relazioni commerciali tra privati, sia nel ciclo attivo (lato trasmittente) che
nel ciclo passivo (lato ricevente), quindi a titolo di esempio non esaustivo si riferisce alla ricevuta di consegna
RC, alla notifica-ricevuta di scarto NS, alla notifica-ricevuta di impossibilità di recapito o mancata consegna
MC, alla notifica di esito committente EC (solo per la PA), alla notifica di decorrenza termini DT (solo per la
PA), ecc.
Affinché i messaggi di notifica SdI siano conservati e correlati alle fatture PA-PRIVATI (SDI) a cui si riferiscono
è obbligatorio che sia mantenuto e valorizzato come metadato il NomeFileOriginale ovvero il Nome del file
originario della fattura PA-PRIVATI scambiato con lo SDI come da specifiche tecniche di riferimento sulla
convenzione della nomenclatura dei files
Si raccomanda al fine di consentire la ricerca, la consultazione e l’esibizione dei documenti “Notifiche Fatture
PA-PRIVATI (SDI)” nel sistema di conservazione di valorizzare correttamente il campo NomeFileOriginale.
Inoltre, il Produttore deve obbligatoriamente trasferire in conservazione le fatture PA-PRIVATI (SDI) PRIMA
delle notifiche SDI, in quanto la singola notifica non verrà accettata se la fattura relativa non è ancora
presente nel sistema del Conservatore.

Formati previsti
XML - XML.P7M

Soggetti minimi previsti


Autore (es. Titolare); Soggetto che effettua la registrazione (può coincidere con l’Autore)

Metadati custom trasferiti dal Produttore dei PdV al servizio di conservazione oltre a quelli
comuni previsti dall’Allegato 5 delle Linee Guida Agid

nessuno

Torna all’elenco documenti

Pag. 51
2001 - FATTURE EMESSE B2B
Codice tipologia nel Servizio
2001

Contenuto
La presente tipologia documentale descrive le fatture, anche sotto forma di conto, parcella e simili emesse
nei confronti di soggetti privati, ossia emesse nei riguardi di tutti quei soggetti diversi dalle Pubbliche
Amministrazioni obbligate alla fatturazione elettronica (SONO LE FATTURE ATTIVE CHE NON TRANSITANO
PER IL SISTEMA DI INTERSCAMBIO)
Questa tipologia documentale può inglobare anche le note di variazione (note di credito o note di debito)
emesse, ma solo se appartenenti al medesimo registro sezionale in contabilità delle fatture emesse a cui le
note si riferiscono, in caso contrario visionare l’ALLEGATO: note di variazione emesse.

Formati previsti
PDF/A - PDF/B - PDF - XML - TIF -TIFF - JPG - JPEG- P7M

Soggetti minimi previsti


Soggetto che effettua la registrazione (può coincidere con Mittente); Mittente (es. Titolare); Destinatario
(secondo il disposto dell’art. 21 e 21-bis D.P.R. 633/1972 lett. F)
Per il soggetto Destinatario è possibile valorizzare anche il metadato “Codice Destinatario”, è un codice
libero descrittivo per identificare il destinatario, ad esempio da valorizzare con il codice ufficio destinatario
della E-Fattura del servizio TS Digital Invoice, ecc.

Metadati custom trasferiti dal Produttore dei PdV al servizio di conservazione oltre a quelli
comuni previsti dall’Allegato 5 delle Linee Guida Agid

Descrizione metadato Tipo del metadato Obbligatorio Controllo


valorizzazione
Sezionale Max 200 caratteri NO NO
indicare il sezionale di appartenenza del alfanumerici
documento

Torna all’elenco documenti

Pag. 52
2003 - FATTURE RICEVUTE B2B
Codice tipologia nel Servizio
2003

Contenuto
La presente tipologia documentale descrive le fatture, anche sotto forma di conto, parcella e simili ricevute
da soggetti privati, diversi dalle Pubbliche Amministrazioni obbligate alla ricezione di fatture elettroniche
(SONO LE FATTURE PASSIVE CHE NON TRANSITANO PER IL SISTEMA DI INTERSCAMBIO).
Questa tipologia documentale può inglobare anche le note di variazione (note di credito o note di debito)
ricevute, ma solo se appartenenti al medesimo registro sezionale in contabilità delle fatture ricevute a cui le
note si riferiscono, in caso contrario visionare l’ALLEGATO: note di variazione ricevute.

Formati previsti
PDF/A - PDF/B - PDF - XML - TIF -TIFF - JPG - JPEG- P7M

Soggetti minimi previsti


Soggetto che effettua la registrazione (può coincidere con Mittente); Mittente (es. Fornitore, secondo il
disposto dell’art. 21 e 21-bis D.P.R. 633/1972 lett. F); Destinatario (es. Titolare).
Per il soggetto Destinatario è possibile valorizzare anche il metadato “Codice Destinatario”, è un codice
libero descrittivo per identificare il destinatario, ad esempio da valorizzare con il codice ufficio destinatario
della E-Fattura del servizio TS Digital Invoice, ecc.

Metadati custom trasferiti dal Produttore dei PdV al servizio di conservazione oltre a quelli
comuni previsti dall’Allegato 5 delle Linee Guida Agid

Descrizione metadato Tipo del metadato Obbligatorio Controllo


valorizzazione
Sezionale Max 200 caratteri NO NO
indicare il sezionale di appartenenza del documento alfanumerici
Numero fattura fornitore Max 200 caratteri NO NO
indicare il numero attribuito dal fornitore in fase di emissione alfanumerici
del documento (la compilazione è superflua se lo stesso dato
verrà inserito nel metadato obbligatorio “Numero
Documento”)
Data fattura fornitore Max200 caratteri NO NO
indicare la data in cui il fornitore ha emesso il documento (la alfanumerici
compilazione è superflua se lo stesso dato verrà inserito nel
metadato obbligatorio “Data Documento”)

Torna all’elenco documenti

Pag. 53
2002 - NOTE DI VARIAZIONE EMESSE B2B
Codice tipologia nel Servizio
2002

Contenuto
La presente tipologia documentale descrive le note di variazione (note di credito o note di debito) emesse
nei confronti di soggetti privati, ossia emesse nei riguardi di tutti quei soggetti privati, diversi dalle
Pubbliche Amministrazioni obbligate alla fatturazione elettronica.
Il Titolare dei documenti utilizza questa tipologia documentale per le note di variazione (note di credito o di
debito) emesse e presenti in registri sezionali in contabilità distinti da quelle delle fatture emesse a cui si
riferiscono (SONO COMUNQUE LE NOTE DI VARIAZIONE CHE NON TRANSITANO PER IL SISTEMA DI
INTERSCAMBIO).

Formati previsti
PDF/A - PDF/B - PDF - XML - TIF -TIFF - JPG - JPEG- P7M

Soggetti minimi previsti


Soggetto che effettua la registrazione (può coincidere con Mittente); Mittente (es. Titolare) – Destinatario
(secondo il disposto dell’art. 21 e 21-bis D.P.R. 633/1972 lett. F)
Per il soggetto Destinatario è possibile valorizzare anche il metadato “Codice Destinatario”, è un codice
libero descrittivo per identificare il destinatario, ad esempio da valorizzare con il codice ufficio destinatario
della E-Fattura del servizio TS Digital Invoice, ecc.

Metadati custom trasferiti dal Produttore dei PdV al servizio di conservazione oltre a quelli
comuni previsti dall’Allegato 5 delle Linee Guida Agid

Descrizione metadato Tipo del metadato Obbligatorio Controllo


valorizzazione
Sezionale Max 200 caratteri NO NO
indicare il sezionale di appartenenza del alfanumerici
documento
Tipo Max 200 caratteri NO NO
indicare il tipo di nota, a debito, a credito, ecc… alfanumerici

Torna all’elenco documenti

Pag. 54
2004 - NOTE DI VARIAZIONE RICEVUTE B2B
Codice tipologia nel Servizio
2004

Contenuto
La presente tipologia documentale descrive le note di variazione (note di credito o note di debito) ricevute
da soggetti privati, diversi dalle Pubbliche Amministrazioni obbligate alla ricezione delle fatture elettroniche.
Il Titolare dei documenti utilizza questa tipologia documentale per le note di variazione (note di credito o di
debito) ricevute e presenti in registri sezionali in contabilità distinti da quelle delle fatture ricevute a cui si
riferiscono.

Formati previsti
PDF/A - PDF/B - PDF - XML - TIF -TIFF - JPG - JPEG- P7M

Soggetti minimi previsti


Soggetto che effettua la registrazione (può coincidere con Mittente); Mittente (es. Fornitore, secondo il
disposto dell’art. 21 e 21-bis D.P.R. 633/1972 lett. F) – Destinatario (es. Titolare)
Per il soggetto Destinatario è possibile valorizzare anche il metadato “Codice Destinatario”, è un codice
libero descrittivo per identificare il destinatario, ad esempio da valorizzare con il codice ufficio destinatario
della E-Fattura del servizio TS Digital Invoice, ecc.

Metadati custom trasferiti dal Produttore dei PdV al servizio di conservazione oltre a quelli
comuni previsti dall’Allegato 5 delle Linee Guida Agid
Descrizione metadato Tipo del metadato Obbligatorio Controllo
valorizzazione
Sezionale Max 200 caratteri NO NO
indicare il sezionale di appartenenza del alfanumerici
documento
Numero fattura fornitore Max 200 caratteri NO NO
indicare il numero attribuito dal fornitore in fase di alfanumerici
emissione del documento (la compilazione è
superflua se lo stesso dato verrà inserito nel
metadato obbligatorio “Numero Documento”)
Data di emissione fornitore Max200 caratteri NO NO
indicare la data in cui il fornitore ha emesso il alfanumerici
documento (la compilazione è superflua se lo
stesso dato verrà inserito nel metadato
obbligatorio “Data Documento”)
Tipo Max 200 caratteri NO NO
indicare il tipo di nota, a debito, a credito, ecc… alfanumerici

Torna all’elenco documenti

Pag. 55
2058 - LOTTO FATTURE EMESSE B2B
Codice tipologia nel Servizio
2058

Contenuto
La presente tipologia documentale descrive le fatture, anche sotto forma di nota, conto, parcella e simili
emesse nei confronti di altri operatori economici (BusinessToBusiness – B2B), nel formato XML firmato
digitalmente con firma XAdES o CAdES, conforme al formato FatturePA previsto dal D.M. n. 55/2013, ossia
un file E-Fattura con più corpi e con la stessa intestazione.

Formati previsti
XML - XML.P7M

Soggetti minimi previsti


Soggetto che effettua la registrazione (può coincidere con Mittente); Mittente (es. Titolare) – Destinatario
(secondo il disposto dell’art. 21 e 21-bis D.P.R. 633/1972 lett. F)
Per il soggetto Destinatario è possibile valorizzare anche il metadato “Codice Destinatario”, è un codice
libero descrittivo per identificare il destinatario, ad esempio da valorizzare con il codice ufficio destinatario
della E-Fattura del servizio TS Digital Invoice, ecc.

Metadati custom trasferiti dal Produttore dei PdV al servizio di conservazione oltre a quelli
comuni previsti dall’Allegato 5 delle Linee Guida Agid

Descrizione metadato Tipo del metadato Obbligatorio Controllo


valorizzazione
Sezionale Max 200 caratteri NO NO
indicare il sezionale di appartenenza del documento alfanumerici

Torna all’elenco documenti

Pag. 56
2059 - LOTTO FATTURE RICEVUTE B2B
Codice tipologia nel Servizio
2059

Contenuto
La presente tipologia documentale descrive le fatture, anche sotto forma di nota, conto, parcella e simili
ricevute da altri operatori economici (BusinessToBusiness – B2B), nel formato lotto di E-Fattura del servizio
AGYO di TeamSystem, quindi nel formato XML firmato digitalmente con firma XAdES o CAdES, conforme al
formato FatturePA previsto dal D.M. n. 55/2013, ossia un file E-Fattura con più corpi e con la stessa
intestazione.

Formati previsti
XML – XML.P7M

Soggetti minimi previsti


Soggetto che effettua la registrazione (può coincidere con Mittente); Mittente (es. Fornitore, secondo il
disposto dell’art. 21 e 21-bis D.P.R. 633/1972 lett. F) – Destinatario (es. Titolare)
Per il soggetto Destinatario è possibile valorizzare anche il metadato “Codice Destinatario”, è un codice
libero descrittivo per identificare il destinatario, ad esempio da valorizzare con il codice ufficio destinatario
della E-Fattura del servizio TS Digital Invoice, ecc.

Metadati custom trasferiti dal Produttore dei PdV al servizio di conservazione oltre a quelli
comuni previsti dall’Allegato 5 delle Linee Guida Agid

Descrizione metadato aggiuntivo Tipo del metadato Obbligatorio Controllo


valorizzazione
Sezionale Max 200 caratteri NO NO
indicare il sezionale di appartenenza del alfanumerici
documento

Torna all’elenco documenti

Pag. 57
2005 - DDT EMESSI
Codice tipologia nel Servizio
2005

Contenuto
La presente tipologia documentale descrive i documenti di trasporto (DDT) emessi, quindi i DDT del ciclo
attivo. In questa tipologia possono essere inseriti anche eventuali altri documenti emessi, legati alla
spedizione/consegna merci e in tal caso nel metadato “sezionale” può essere specificato il tipo documento
allegato che si trasferisce al sistema di conservazione.

Formati previsti
PDF/A - PDF/B - PDF - XML - TIF -TIFF - JPG - JPEG- P7M

Soggetti minimi previsti


Soggetto che effettua la registrazione (può coincidere con Mittente); Mittente (es. Titolare) – Destinatario
(secondo il disposto dell’art. 21 e 21-bis D.P.R. 633/1972 lett. F)
Per il soggetto Destinatario è possibile valorizzare anche il metadato “Codice Destinatario”, è un codice libero
descrittivo per identificare il destinatario, ad esempio da valorizzare con il codice ufficio destinatario della e-
Fattura del servizio TS Digital Invoice, ecc.

Metadati custom trasferiti dal Produttore dei PdV al servizio di conservazione oltre a quelli
comuni previsti dall’Allegato 5 delle Linee Guida Agid

Descrizione metadato Tipo del metadato Obbligatorio Controllo


valorizzazione
Sezionale Max 200 caratteri NO NO
indicare il sezionale di appartenenza del alfanumerici
documento

Torna all’elenco documenti

Pag. 58
2006 - DDT RICEVUTI
Codice tipologia nel Servizio
2006

Contenuto
La presente tipologia documentale descrive i documenti di trasporto (DDT) ricevuti, quindi i DDT del ciclo
passivo. In questa tipologia possono essere inseriti anche eventuali altri documenti ricevuti, legati alla
spedizione/consegna merci e in tal caso nel metadato “sezionale” può essere specificato il tipo documento
allegato che si trasferisce al sistema di conservazione.

Formati previsti
PDF/A - PDF/B - PDF - XML - TIF -TIFF - JPG - JPEG- P7M

Soggetti minimi previsti


Soggetto che effettua la registrazione (può coincidere con Mittente); Mittente (es. Fornitore, secondo il
disposto dell’art. 21 e 21-bis D.P.R. 633/1972 lett. F)

Metadati custom trasferiti dal Produttore dei PdV al servizio di conservazione oltre a quelli
comuni previsti dall’Allegato 5 delle Linee Guida Agid

Descrizione metadato Tipo del metadato Obbligatorio Controllo


valorizzazione
Sezionale Max 200 caratteri NO NO
indicare il sezionale di appartenenza del alfanumerici
documento
Numero documento fornitore Max 200 caratteri NO NO
indicare il numero attribuito dal fornitore in fase di alfanumerici
emissione del documento (la compilazione è
superflua se lo stesso dato verrà inserito nel
metadato obbligatorio “Numero Documento”)
Data di emissione fornitore Max200 caratteri NO NO
indicare la data in cui il fornitore ha emesso il alfanumerici
documento (la compilazione è superflua se lo
stesso dato verrà inserito nel metadato
obbligatorio “Data Documento”)

Torna all’elenco documenti

Pag. 59
2007 - BOLLE EMESSE
Codice tipologia nel Servizio
2007

Contenuto
La presente tipologia documentale descrive le bolle di accompagnamento emesse, quindi le bolle del ciclo
attivo. Più nel dettaglio, tale tipologia accoglie le bolle di accompagnamento la cui emissione è obbligatoria,
in via eccezionale e secondo le disposizioni del D.P.R. 472/1996 relativamente ai trasporti di
tabacchi, fiammiferi, prodotti sottoposti al regime delle accise, prodotti sottoposti alle imposte di consumo,
prodotti sottoposti al regime di vigilanza fiscale previsto dalle disposizioni in materia di imposta sulla
produzione e sui consumi (oli minerali, alcole, bevande alcoliche, vino, birra, profumerie alcoliche, ed altri
similari). In questa tipologia possono essere inseriti anche eventuali altri documenti emessi, legati alla
spedizione/consegna delle predette merci e in tal caso nel metadato “sezionale” può essere specificato il tipo
documento allegato che si trasferisce al sistema di conservazione.

Formati previsti
PDF/A - PDF/B - PDF - XML - TIF -TIFF - JPG - JPEG- P7M

Soggetti minimi previsti


Soggetto che effettua la registrazione (può coincidere con Mittente); Mittente (es. Titolare)

Metadati custom trasferiti dal Produttore dei PdV al servizio di conservazione oltre a quelli
comuni previsti dall’Allegato 5 delle Linee Guida Agid

Descrizione metadato Tipo del metadato Obbligatorio Controllo


valorizzazione
Sezionale Max 200 caratteri NO NO
indicare il sezionale di appartenenza del alfanumerici
documento

Torna all’elenco documenti

Pag. 60
2008 - BOLLE RICEVUTE
Codice tipologia nel Servizio
2008

Contenuto
La presente tipologia documentale descrive le bolle di accompagnamento ricevute, quindi le bolle del ciclo
passivo. Più nel dettaglio, tale tipologia accoglie le bolle di accompagnamento ricevute relativamente ai
trasporti di tabacchi, fiammiferi, prodotti sottoposti al regime delle accise, prodotti sottoposti alle imposte
di consumo, prodotti sottoposti al regime di vigilanza fiscale previsto dalle disposizioni in materia di imposta
sulla produzione e sui consumi (oli minerali, alcole, bevande alcoliche, vino, birra, profumerie alcoliche, ed
altri similari). In questa tipologia possono essere inseriti anche eventuali altri documenti ricevuti, legati alla
spedizione/consegna merci e in tal caso nel metadato “sezionale” può essere specificato il tipo documento
allegato che si trasferisce al sistema di conservazione.

Formati previsti
PDF/A - PDF/B - PDF - XML - TIF -TIFF - JPG - JPEG- P7M

Soggetti minimi previsti


Soggetto che effettua la registrazione (può coincidere con Mittente); Mittente (es. Fornitore, secondo il
disposto dell’art. 21 e 21-bis D.P.R. 633/1972 lett. F)

Metadati custom trasferiti dal Produttore dei PdV al servizio di conservazione oltre a quelli
comuni previsti dall’Allegato 5 delle Linee Guida Agid
Descrizione metadato Tipo del metadato Obbligatorio Controllo
valorizzazione
Sezionale Max 200 caratteri NO NO
indicare il sezionale di appartenenza del alfanumerici
documento
Numero documento fornitore Max 200 caratteri NO NO
indicare il numero attribuito dal fornitore in fase di alfanumerici
emissione del documento (la compilazione è
superflua se lo stesso dato verrà inserito nel
metadato obbligatorio “Numero Documento”)
Data di emissione fornitore Max200 caratteri NO NO
indicare la data in cui il fornitore ha emesso il alfanumerici
documento (la compilazione è superflua se lo
stesso dato verrà inserito nel metadato
obbligatorio “Data Documento”)

Torna all’elenco documenti

Pag. 61
2009 - LIBRO GIORNALE
Codice tipologia nel Servizio
2009

Contenuto
La presente tipologia documentale descrive il libro giornale.
Si ricorda che il libro giornale è assoggettato all’assolvimento dell’imposta di bollo come indicato nel
paragrafo 3.12 della presente Scheda.
Se, inoltre, si vuol garantire al Libro Giornale anche la conformità alle disposizioni civilistiche dell’art. 2215-
bis del Cod. Civ. in merito all’efficacia probatoria di cui agli articoli 2709 e 2710 del codice civile, si
raccomanda l’apposizione della firma digitale dell’imprenditore o di un suo delegato sul singolo file del libro
giornale prima del versamento, oltre all’apposizione di una marca temporale che viene assolta nel processo
di conservazione.

Suggerimenti: Compilare il metadato obbligatorio “Data documento” con la data finale del periodo di
riferimento
Compilare il metadato obbligatorio “Numero documento” con l’anno o periodo/anno di riferimento

Formati previsti
PDF/A - PDF/B - PDF - TXT - TIF -TIFF - JPG - JPEG- P7M

Soggetti minimi previsti


Soggetto che effettua la registrazione (può coincidere con Autore); Autore (es. Titolare)

Metadati custom trasferiti dal Produttore dei PdV al servizio di conservazione oltre a quelli
comuni previsti dall’Allegato 5 delle Linee Guida Agid

Descrizione metadato Tipo del metadato Obbligatorio Controllo


valorizzazione
Data inizio Data [aaaa-mm-gg] NO NO
data iniziale del periodo a cui il documento si riferisce
(ad esempio in caso di periodo mensile la prima data
del mese di riferimento)
Data fine Data [aaaa-mm-gg] NO NO
data finale del periodo a cui il documento si riferisce
(ad esempio in caso di periodo mensile l’ultima data
del mese di riferimento)
Pagina iniziale Intero NO NO
Numero pagina presente sul layout (sulla facciata
della prima pagina) del documento

Pag. 62
Pagina finale Intero NO NO
numero pagina presente sul layout (sulla facciata
dell’ultima pagina) del documento

NB: I metadati facoltativi pagina iniziale e pagina finale possono essere utili da valorizzare ad esempio nei
casi in cui venga prodotto un file mensile del libro giornale di dimensioni molto grandi, ad esempio superiore
a 80 MB.

Torna all’elenco documenti

Pag. 63
2010 - REGISTRI IVA
Codice tipologia nel Servizio
2010

Contenuto
La presente tipologia documentale descrive i Registri Iva.
Per gestire correttamente ed in modo chiaro ed omogeneo i possibili Registri Iva (registro Iva vendite, registri
iva acquisti, registri corrispettivi, registro iva acquisti intracomunitari, registro riepilogativo iva, ecc.) utilizzare
il metadato obbligatorio “tipo” indicando il tipo di registro ai fini iva che si sta sottoponendo al Servizio di
conservazione.

Suggerimenti: Compilare il metadato obbligatorio “Data documento” con la data finale del periodo di
riferimento
Compilare il metadato obbligatorio “Numero documento” con l’anno o periodo/anno di riferimento

Formati previsti
PDF/A - PDF/B - PDF - TXT - TIF -TIFF - JPG - JPEG- P7M

Soggetti minimi previsti


Soggetto che effettua la registrazione (può coincidere con Autore); Autore (es. Titolare)

Metadati custom trasferiti dal Produttore dei PdV al servizio di conservazione oltre a quelli
comuni previsti dall’Allegato 5 delle Linee Guida Agid

Descrizione metadato Tipo del metadato Obbligatorio Controllo


valorizzazione
Tipo Max 200 caratteri SÌ SÌ
alfanumerici
Data inizio Data [aaaa-mm-gg] NO NO
data iniziale del periodo a cui il documento si riferisce (ad
esempio in caso di periodo mensile la prima data del mese
di riferimento)
Data fine Data [aaaa-mm-gg] NO NO
data finale del periodo a cui il documento si riferisce (ad
esempio in caso di periodo mensile l’ultima data del mese
di riferimento)
Sezionale Max 200 caratteri NO NO
indicare il sezionale di appartenenza del documento alfanumerici
Pagina iniziale Intero NO NO
numero pagina presente sul layout (sulla facciata della
prima pagina) del documento

Pag. 64
Pagina finale Intero NO NO
numero pagina presente sul layout (sulla facciata
dell’ultima pagina) del documento

NB: I metadati facoltativi pagina iniziale e pagina finale possono essere utili da valorizzare ad esempio nei
casi in cui venga prodotto un file mensile o trimestrale del registro Iva di dimensioni molto grandi, ad esempio
superiore a 80 MB.
Torna all’elenco documenti

Pag. 65
2076 - ALTRI REGISTRI
Codice tipologia nel Servizio
2076

Contenuto
La presente tipologia documentale descrive altri tipi di Registri che il Titolare intende conservare.
Per gestire correttamente ed in modo chiaro ed omogeneo i possibili Registri da versare al Servizio utilizzare
il metadato obbligatorio “tipo” indicando il tipo di registro che si sta sottoponendo al Servizio di
conservazione, ciò è fondamentale per le successive ricerche ed esibizioni dei documenti.

Suggerimenti: Compilare il metadato obbligatorio “Data documento” con la data finale del periodo di
riferimento
Compilare il metadato obbligatorio “Numero documento” con l’anno o periodo/anno di riferimento

Formati previsti
PDF/A - PDF/B - PDF - TXT - TIF -TIFF - JPG - JPEG- P7M

Soggetti minimi previsti


Soggetto che effettua la registrazione (può coincidere con Autore); Autore (es. Titolare)

Metadati custom trasferiti dal Produttore dei PdV al servizio di conservazione oltre a quelli
comuni previsti dall’Allegato 5 delle Linee Guida Agid

Descrizione metadato Tipo del metadato Obbligatorio Controllo


valorizzazione
Tipo Max 200 caratteri SÌ SÌ
Indicare il tipo di registro alfanumerici
Data inizio Data [aaaa-mm-gg] NO NO
data iniziale del periodo a cui il documento si riferisce
(ad esempio in caso di periodo mensile la prima data del
mese di riferimento)
Data fine Data [aaaa-mm-gg] NO NO
data finale del periodo a cui il documento si riferisce (ad
esempio in caso di periodo mensile l’ultima data del
mese di riferimento)
Sezionale Max 200 caratteri NO NO
indicare il sezionale di appartenenza del documento alfanumerici
Pagina iniziale Intero NO NO
numero pagina presente sul layout (sulla facciata della
prima pagina) del documento
Pagina finale Intero NO NO

Pag. 66
numero pagina presente sul layout (sulla facciata
dell’ultima pagina) del documento

NB: I metadati facoltativi pagina iniziale e pagina finale possono essere utili da valorizzare ad esempio nei
casi in cui venga prodotto un file mensile o trimestrale del registro di dimensioni molto grandi, ad esempio
superiore a 80 MB.
Torna all’elenco documenti

Pag. 67
2011 - LIBRO MASTRO (SCHEDE o PARTITARI CONTABILI)
Codice tipologia nel Servizio
2011

Contenuto
La presente tipologia documentale descrive il libro mastro e comprende le scritture contabili ausiliarie quali
i mastri contabili o schede contabili o partitari contabili.
Per i Titolari dei documenti che intendono gestire in modo chiaro ed omogeneo i possibili mastri contabili in
documenti distinti (suddivisi in clienti, fornitori e contabilità generale) è possibile utilizzare il metadato
facoltativo “tipo” indicando il tipo di mastrino o scheda o partitario che si sta sottoponendo al Servizio di
conservazione.

Suggerimenti: Compilare il metadato obbligatorio “Data documento” con la data finale del periodo di
riferimento
Compilare il metadato obbligatorio “Numero documento” con l’anno o periodo/anno di riferimento

Formati previsti
PDF/A - PDF/B - PDF - TXT - TIF -TIFF - JPG - JPEG- P7M

Soggetti minimi previsti


Soggetto che effettua la registrazione (può coincidere con Autore); Autore (es. Titolare)

Metadati custom trasferiti dal Produttore dei PdV al servizio di conservazione oltre a quelli
comuni previsti dall’Allegato 5 delle Linee Guida Agid

Descrizione metadato Tipo del metadato Obbligatorio Controllo


valorizzazione
Tipo Max 200 caratteri NO NO
indicare il tipo di documento alfanumerici
Data inizio Data [aaaa-mm-gg] NO NO
data iniziale del periodo a cui il documento si riferisce
(ad esempio in caso di periodo mensile la prima data del
mese di riferimento)
Data fine Data [aaaa-mm-gg] NO NO
data finale del periodo a cui il documento si riferisce (ad
esempio in caso di periodo mensile l’ultima data del
mese di riferimento)
Pagina/Conto iniziale Intero NO NO
pagina o conto contabile presente sul layout (sulla
facciata della prima pagina) del documento

Pag. 68
Pagina/Conto finale Intero NO NO
pagina o conto contabile presente sul layout (sulla
facciata dell’ultima pagina) del documento

NB: I metadati facoltativi pagina o conto iniziale e pagina o conto finale possono essere utili da valorizzare
ad esempio nei casi in cui venga prodotto un file annuale delle schede contabili di dimensioni molto grandi,
ad esempio superiore a 80 MB.

Torna all’elenco documenti

Pag. 69
2012 - LIBRO CESPITI
Codice tipologia nel Servizio
2012

Contenuto
La presente tipologia documentale descrive il libro cespiti (registro dei beni ammortizzabili).
Per i Titolari dei documenti che dovessero suddividere il libro cespiti ai fini fiscali rispetto a quello redatto ai
fini civilistici è possibile utilizzare il metadato facoltativo “tipo” indicando il tipo di libro cespiti.
Si ricorda infine che, ai sensi dell’art. 16 comma 1 del D.P.R. n. 600/73, la redazione (compilazione) del libro
cespiti debba essere completata entro il termine previsto per la presentazione della dichiarazione relativa
all’anno di riferimento.

Suggerimenti: Compilare il metadato obbligatorio “Data documento” con la data finale del periodo di
riferimento
Compilare il metadato obbligatorio “Numero documento” con l’anno o periodo/anno di riferimento

Formati previsti
PDF/A - PDF/B - PDF - TXT - TIF -TIFF - JPG - JPEG- P7M

Soggetti minimi previsti


Soggetto che effettua la registrazione (può coincidere con Autore); Autore (es. Titolare)

Metadati custom trasferiti dal Produttore dei PdV al servizio di conservazione oltre a quelli
comuni previsti dall’Allegato 5 delle Linee Guida Agid

Descrizione metadato Tipo del metadato Obbligatorio Controllo


valorizzazione
Tipo Max 200 caratteri NO NO
indicare il tipo documento alfanumerici
Data inizio Data [aaaa-mm-gg] NO NO
data iniziale del periodo a cui il documento si riferisce (ad
esempio in caso di periodo mensile la prima data del mese di
riferimento)
Data fine Data [aaaa-mm-gg] NO NO
data finale del periodo a cui il documento si riferisce (ad
esempio in caso di periodo mensile l’ultima data del mese di
riferimento)
Pagina iniziale Intero NO NO
numero pagina presente sul layout (sulla facciata della prima
pagina) del documento
Pagina finale Intero NO NO

Pag. 70
numero pagina presente sul layout (sulla facciata dell’ultima
pagina) del documento

NB: I metadati facoltativi pagina iniziale e pagina finale possono essere utili da valorizzare ad esempio nei
casi in cui venga prodotto un file annuale del libro cespiti di dimensioni molto grandi, ad esempio superiore
a 80 MB.
Torna all’elenco documenti

Pag. 71
2073 - SCHEDE CESPITI
Codice tipologia nel Servizio
2073

Contenuto
La presente tipologia documentale è utile per chi volesse conservare le singole schede cespiti generate dal
software di contabilità.

Suggerimenti: Compilare il metadato obbligatorio “Data documento” con la data finale del periodo di
riferimento
Compilare il metadato obbligatorio “Numero documento” con l’anno o periodo/anno di riferimento

Formati previsti
PDF/A - PDF/B – PDF – TXT – TIF -TIFF – JPG - JPEG- P7M

Soggetti minimi previsti


Soggetto che effettua la registrazione (può coincidere con Autore); Autore (es. Titolare)

Metadati custom trasferiti dal Produttore dei PdV al servizio di conservazione oltre a quelli
comuni previsti dall’Allegato 5 delle Linee Guida Agid

Descrizione metadato Tipo del metadato Obbligatorio Controllo


valorizzazione
Data inizio Data [aaaa-mm-gg] NO NO
data iniziale del periodo a cui il documento si riferisce (ad
esempio in caso di periodo mensile la prima data del mese di
riferimento)
Data fine Data [aaaa-mm-gg] NO NO
data finale del periodo a cui il documento si riferisce (ad
esempio in caso di periodo mensile l’ultima data del mese di
riferimento)
Codice Cespite Max 200 caratteri SÌ NO
indicare il codice cespite a cui si riferisce la scheda alfanumerici
Tipo Max 200 caratteri NO NO
indicare il tipo documento alfanumerici
Classe Cespite Max 200 caratteri NO NO
indicare per es. la categoria di ammortamento alfanumerici

NB: la descrizione del cespite a cui si riferisce la scheda può essere inserita nel metadato “Note” oppure nel
metadato “Oggetto”
Torna all’elenco documenti

Pag. 72
2013 - GIORNALE DI MAGAZZINO
Codice tipologia nel Servizio
2013

Contenuto
La presente tipologia documentale descrive il giornale di magazzino.
Per i Titolari dei documenti che dovessero suddividere in modo chiaro ed omogeneo il registro magazzino in
tipi distinti è possibile utilizzare il metadato facoltativo “tipo” indicando il tipo di registro magazzino.

Suggerimenti: Compilare il metadato obbligatorio “Data documento” con la data finale del periodo di
riferimento
Compilare il metadato obbligatorio “Numero documento” con l’anno o periodo/anno di riferimento

Formati previsti
PDF/A - PDF/B - PDF - TXT - TIF -TIFF - JPG - JPEG- P7M

Soggetti minimi previsti


Soggetto che effettua la registrazione (può coincidere con Autore); Autore (es. Titolare)

Metadati custom trasferiti dal Produttore dei PdV al servizio di conservazione oltre a quelli
comuni previsti dall’Allegato 5 delle Linee Guida Agid

Descrizione metadato Tipo del metadato Obbligatorio Controllo


valorizzazione
Tipo Max 200 caratteri NO NO
indicare il tipo di registro magazzino alfanumerici
Data inizio Data [aaaa-mm-gg] NO NO
data iniziale del periodo a cui il documento si
riferisce (ad esempio in caso di periodo mensile la
prima data del mese di riferimento)
Data fine Data [aaaa-mm-gg] NO NO
data finale del periodo a cui il documento si
riferisce (ad esempio in caso di periodo mensile
l’ultima data del mese di riferimento)
Pagina iniziale Intero NO NO
numero pagina presente sul layout (sulla facciata
della prima pagina) del documento
Pagina finale Intero NO NO
numero pagina presente sul layout (sulla facciata
dell’ultima pagina) del documento

Pag. 73
NB: I metadati facoltativi pagina iniziale e pagina finale possono essere utili da valorizzare ad esempio nei
casi in cui venga prodotto un file annuale del giornale di magazzino di dimensioni molto grandi, ad esempio
superiore a 80 MB.
Torna all’elenco documenti

Pag. 74
2014 - REGISTRO DI PROTOCOLLO INFORMATICO
Codice tipologia nel Servizio
2014

Contenuto
La presente tipologia documentale descrive il registro giornaliero di protocollo a cui sono obbligate le
pubbliche amministrazioni in ottemperanza al D.P.R. n. 445/2000 e alle regole tecniche in materia di
protocollo di cui alle Linee Guida AgID.
Il registro di protocollo giornaliero deve essere versato al Servizio di Conservazione non oltre le ore 23,00
dello stesso giorno a cui si riferiscono le registrazioni.

Formati previsti
XML - PDF/A - PDF/B - PDF - TXT - JPG - JPEG – TIF -TIFF - P7M

Soggetti minimi previsti


Soggetto che effettua la registrazione (può coincidere con Autore); Autore (es. pubblica amministrazione,
responsabile del registro)

Metadati custom trasferiti dal Produttore dei PdV al servizio di conservazione oltre a quelli
comuni previsti dall’Allegato 5 delle Linee Guida Agid

Descrizione metadato Tipo del metadato Obbligatorio Controllo


valorizzazione
Numero prima Registrazione Max 200 caratteri NO NO
indicare il numero della prima registrazione alfanumerici
Numero ultima Registrazione Max 200 caratteri NO NO
indicare il numero dell’ultima registrazione alfanumerici
Data prima Registrazione Data [aaaa-mm-gg] NO NO
indicare la data della prima registrazione
Data ultima Registrazione Data [aaaa-mm-gg] NO NO
indicare la data dell’ultima registrazione

Torna all’elenco documenti

Pag. 75
2015 - LIBRO INVENTARI
Codice tipologia nel Servizio
2015

Contenuto
La presente tipologia documentale descrive il libro inventari. Si ricorda che ai sensi dell’art. 2217 del Codice
Civile l'inventario deve essere sottoscritto dall'imprenditore entro tre mesi dal termine per la presentazione
della dichiarazione dei redditi ai fini delle imposte dirette.
Si ricorda, inoltre, che il libro inventari è assoggettato all’assolvimento dell’imposta di bollo come indicato
nel paragrafo 3.12 della presente Scheda.

Suggerimenti: Compilare il metadato obbligatorio “Data documento” con la data finale del periodo di
riferimento
Compilare il metadato obbligatorio “Numero documento” con l’anno o periodo/anno di riferimento

Formati previsti
PDF/A - PDF/B - PDF - TXT - TIF -TIFF - JPG - JPEG- P7M

Soggetti minimi previsti


Soggetto che effettua la registrazione (può coincidere con Autore); Autore (es. pubblica amministrazione,
responsabile del registro)

Metadati custom trasferiti dal Produttore dei PdV al servizio di conservazione oltre a quelli
comuni previsti dall’Allegato 5 delle Linee Guida Agid

Descrizione metadato Tipo del metadato Obbligatorio Controllo


valorizzazione
Tipo Max 200 caratteri NO NO
indicare il tipo documento alfanumerici
Data inizio Data [aaaa-mm-gg] NO NO
data iniziale del periodo a cui il documento si riferisce (ad
esempio in caso di periodo mensile la prima data del mese di
riferimento)
Data fine Data [aaaa-mm-gg] NO NO
data finale del periodo a cui il documento si riferisce (ad
esempio in caso di periodo mensile l’ultima data del mese di
riferimento)
Pagina iniziale Intero NO NO
numero pagina presente sul layout (sulla facciata della prima
pagina) del documento

Pag. 76
Pagina finale Intero NO NO
numero pagina presente sul layout (sulla facciata dell’ultima
pagina) del documento
NB: I metadati facoltativi pagina iniziale e pagina finale possono essere utili da valorizzare ad esempio nei
casi in cui venga prodotto un file annuale del libro inventari di dimensioni molto grandi, ad esempio superiore
a 80 MB.

Torna all’elenco documenti

Pag. 77
2016 - BILANCIO D’ESERCIZIO
Codice tipologia nel Servizio
2016

Contenuto
La presente tipologia documentale descrive il bilancio d’esercizio inteso come l’insieme dei documenti
contabili che un'impresa deve redigere periodicamente, in conformità alla normativa vigente.
Suggerimenti: il metadato obbligatorio “Numero documento” può essere valorizzato con l’esercizio di
riferimento del bilancio, mentre il metadato “Data registrazione” con la data di chiusura dell’esercizio

Formati previsti
XBRL - PDF/A - PDF/B - PDF - TIF -TIFF - JPG - JPEG- P7M
Nel caso di conservazione del bilancio nel formato XBRL con cui è stato effettuato il Deposito telematico dello
stesso presso il Registro Imprese, il Cliente deve garantire la leggibilità nel tempo ai fini della consultazione
ed esibizione.

Soggetti minimi previsti


Soggetto che effettua la registrazione (può coincidere con l’Autore); Autore (es. Titolare)

Metadati custom trasferiti dal Produttore dei PdV al servizio di conservazione oltre a quelli
comuni previsti dall’Allegato 5 delle Linee Guida Agid

Descrizione metadato Tipo del metadato Obbligatorio Controllo valorizzazione


Data inizio Data [aaaa-mm-gg] NO NO
data iniziale del periodo a cui il documento si riferisce.
Data fine Data [aaaa-mm-gg] NO NO
data finale del periodo a cui il documento si riferisce
Denominazione Soggetto Max 200 caratteri NO NO
indicare il soggetto a cui si riferisce il bilancio alfanumerici
d’esercizio
Descrizione documento, è un campo descrittivo molto Max 200 caratteri NO NO
utile, ad esempio, per indicare che si tratta del file nota alfanumerici Consigliato se
integrativa rispetto al file relazione sulla gestione, ecc. presenti più file del
bilancio relativo ad
un medesimo
esercizio
Data Trasmissione telematica Data [aaaa-mm-gg] NO NO
indicare la data in cui è stato effettuato il deposito
telematico

Torna all’elenco documenti

Pag. 78
2070 - LIBRI SOCIALI
Codice tipologia nel Servizio
2070

Contenuto
La presente tipologia documentale risponde all’esigenza di conservare i libri sociali delle imprese, la cui
tenuta è obbligatoria per le società di capitali e cooperative ai sensi degli articoli 2421, 2478 e 2519 del Cod.
Civ. Più in dettaglio, nel processo di digitalizzazione del libro dei soci, del libro delle adunanze e delle
deliberazioni delle assemblee, del libro delle adunanze e delle deliberazioni del consiglio di
amministrazione, ecc., è fondamentale la sottoscrizione elettronica con apposizione di firma digitale da
parte dei soggetti che sottoscrivono i libri sociali, ad esempio i verbali, al pari di quanto avviene nella gestione
cartacea.
Il Servizio di conservazione di TeamSystem si occupa solo di conservare correttamente degli oggetti digitali
(documenti informatici libri sociali) che sono, tuttavia, inviati al Servizio già formati e tenuti correttamente
sotto la piena responsabilità del Titolare e del Produttore.
Ad esempio, in merito alla fase di formazione (redazione e sottoscrizione) del libro delle adunanze e delle
deliberazioni delle assemblee, l’art. 2375 del Cod. Civ. prevede che le deliberazioni debbano constare del
verbale sottoscritto dal presidente e dal segretario o dal notaio (quest’ultimo nel caso di assemblea
straordinaria deve redigere il verbale - atto pubblico - e sottoscriverlo).
Il contenuto del verbale deve indicare, inoltre, le informazioni obbligatorie disposte dall’art. 2375 del Cod.
Civ. e sempre ai sensi del citato articolo il verbale deve essere redatto secondo il principio del “senza
ritardo”, ovvero nei tempi necessari per la tempestiva esecuzione degli obblighi di deposito o di
pubblicazione che, secondo il termine di deposito al Registro Imprese, corrisponde ad “entro 30 giorni”; per
tale motivo è consigliato di apporre una data certa elettronica (ad esempio una marca temporale) entro 30
giorni dall’adunanza/deliberazione.
Altresì, secondo le disposizioni dell’art. 2215-bis del Cod. Civ. gli obblighi di numerazione progressiva e di
vidimazione previsti dalle disposizioni di legge o di regolamento per la tenuta informatica dei libri sociali e
l'efficacia probatoria di cui agli articoli 2709 e 2710 del codice civile sono garantiti tramite l’apposizione della
firma digitale dell’imprenditore o di un suo delegato sul singolo file dei libri sociali prima del versamento e
dall’apposizione di una marca temporale, già indicate come necessarie nella fase di formazione dei libri.
In ultimo, si ricorda che i libri sociali sono assoggettati all’imposta di bollo, la cui modalità di assolvimento
per i documenti informatici è disciplinata dall’art. 6 del D.M. 17 giugno 2014, come indicato nel paragrafo
3.12 della presente Scheda.

Suggerimenti: Compilare il metadato obbligatorio “Data documento” con la data finale del periodo di
riferimento
Compilare il metadato obbligatorio “Numero documento” con il codice del libro sociale

Pag. 79
Formati previsti
PDF/A - PDF/B - PDF - TIF -TIFF - JPG - JPEG- P7M

Soggetti minimi previsti


Soggetto che effettua la registrazione (può coincidere con l’Autore); Autore (es. Titolare)

Metadati custom trasferiti dal Produttore dei PdV al servizio di conservazione oltre a quelli
comuni previsti dall’Allegato 5 delle Linee Guida Agid

Descrizione metadato Tipo del metadato Obbligatorio Controllo Categoria metadato


valorizzazione
Data inizio Data [aaaa-mm-gg] NO NO Custom
data iniziale del
periodo a cui il
documento si riferisce
Data fine Data [aaaa-mm-gg] NO NO Custom
data finale del periodo
a cui il documento si
riferisce
Denominazione Max 200 caratteri NO NO Custom
Soggetto alfanumerici
Soggetto a cui si
riferisce il libro sociale
Tipo Max 200 caratteri SÌ SÌ Custom
Campo descrittivo che alfanumerici
individua il tipo di libro
sociale

Torna all’elenco documenti

Pag. 80
2069 - LIBRO UNICO DEL LAVORO (LUL)
Codice tipologia nel Servizio
2069

Contenuto
La presente tipologia documentale descrive il Libro Unico del Lavoro (LUL), documento di rilevanza
lavoristica, la cui emissione, tenuta e conservazione informatica è ammessa dalle disposizioni della normativa
vigente secondo determinate regole, permettendo di eliminare l’obbligo di vidimazione ed autorizzazione
preventiva dell’Inail in vigore con le modalità di tenuta e conservazione analogiche del LUL.
Nella compilazione informatica dei documenti LUL e nel successivo invio al Servizio, il datore di
lavoro/tenutario deve garantire il rispetto del contenuto previsto dalla norma ed assicurare la numerazione
progressiva, l’ordine cronologico, senza soluzione di continuità per ciascun periodo di paga e quindi il
collegamento tra le registrazioni.
Nella redazione del LUL, per i principi di necessità e minimizzazione espressi dal Regolamento europeo
2016/679 per la protezione dei dati personali e della privacy, cosiddetto GDPR, eventuali categorie particolari
di dati devono essere pseudo anonimizzati con delle codifiche sostitutive o con delle diciture generiche, a
patto che al lavoratore sia consegnata una legenda che gli permetta di conoscere in modo chiaro e puntuale
gli elementi che compongono la sua retribuzione e che tale legenda sia, chiaramente, anche messa a
disposizione degli organi di vigilanza.
Altresì, una volta che il LUL relativo ad un periodo paga è stato emesso secondo le regole della normativa
vigente nel tempo e messo a disposizione del lavoratore, può essere versato al Servizio in quanto la sua
conservazione digitale a norma va ultimata entro il mese successivo al periodo paga di riferimento,
pertanto il Produttore ha l’obbligo di inviare correttamente i file LUL almeno cinque giorni prima della
scadenza legislativa per permettere al Conservatore TeamSystem di conservare i documenti entro i termini.
Si ricorda, infine, che per conservare in modalità elettronica il LUL è richiesta al datore di lavoro/tenutario la
comunicazione preventiva alla DPL territorialmente competente e che per la sua emissione è prevista la
sottoscrizione elettronica tramite l’apposizione della firma digitale da parte del soggetto tenutario, prima
di trasferire il documento al Servizio di conservazione di TeamSystem.
L’art. 3 del D.M. 9 luglio 2008 disciplina il luogo di tenuta, conservazione e la modalità di esibizione del LUL
e a tal riguardo si precisa che il LUL deve essere conservato ed esibito nella sede legale o nel luogo in cui si
esegue il lavoro (quando si tratta di “sede stabile di lavoro”) presso il datore di lavoro o in alternativa presso
lo studio dei consulenti del lavoro o degli altri professionisti abilitati o presso la sede dei servizi e dei centri
di assistenza delle associazioni di categoria delle imprese artigiane e delle altre piccole imprese, pertanto si
sottolinea che è responsabilità dell’Utente del sistema accedere al Servizio di TeamSystem e scaricarsi
tempestivamente i Pacchetti di Distribuzione ai fini di poter conservare ed esibire agli organi di vigilanza i
LUL presso il luogo predetto.

Pag. 81
Suggerimenti: il metadato facoltativo “Note” può essere utilizzato sia per riportare annotazioni libere
dell’utente sia per dichiarare annullamenti di precedenti pagine INAIL.
Il metadato obbligatorio “Data documento” può essere compilato, qualora non si disponesse di tale data,
con l’ultimo giorno del mese paga oppure l’ultimo giorno del mese precedente rispetto a quello di
versamento in conservazione
Il metadato obbligatorio “Numero documento” può essere compilato, qualora non si disponesse di tale
numero, con il numero della pagina INAIL, oppure con la concatenazione della stringa anno/mese, oppure
con ND qualora non fosse disponibile

Formati previsti
PDF/A - PDF/B - PDF - P7M

Soggetti minimi previsti


Soggetto che effettua la registrazione (può coincidere con l’Autore); Autore (es. Titolare) – Destinatario,
facoltativo (es. Lavoratore)
Nel caso in cui si indichi il Lavoratore come soggetto destinatario è possibile compilare il dato relativo alla
Matricola

Metadati custom trasferiti dal Produttore dei PdV al servizio di conservazione oltre a quelli
comuni previsti dall’Allegato 5 delle Linee Guida Agid

Descrizione metadato Tipo del metadato Obbligatorio Controllo


valorizzazione
Mese Periodo Paga Intero 2 numeri SÌ Sì
indicare il mese a cui si riferisce il LUL se file
mensile; in caso di tredicesima valorizzare con 13 e
di quattordicesima con 14

Pagina iniziale Intero NO NO


numero pagina presente sul layout (sulla facciata
della prima pagina) del documento
Pagina finale Intero NO NO
numero pagina presente sul layout (sulla facciata
dell’ultima pagina) del documento
Centro di costo Max 200 caratteri NO NO
indicare il centro di costo di appartenenza alfanumerici
Registro INAIL Max 200 caratteri NO NO
indicare il registro INAIL in cui è registrato il LUL alfanumerici
Numero pagina INAIL Max 200 caratteri NO NO
indicare la pagina del Registro INAIL in cui è alfanumerici
registrato il LUL
Datore di lavoro/Azienda Max 200 caratteri NO NO
alfanumerici

Pag. 82
Può essere valorizzato con codice fiscale/partita
IVA, o ragione sociale, o codice attribuito dal
software gestionale
Sede Max 200 caratteri NO NO
indicare la sede del datore di lavoro alfanumerici

Torna all’elenco documenti

Pag. 83
2092 - DOCUMENTI DEL LAVORO
Codice tipologia nel Servizio
2092

Contenuto
La presente tipologia documentale nasce per rispondere all’esigenza di conservare vari documenti in ambito
del lavoro, differenti dal LUL, quali ad esempio contratti di lavoro, pratiche di lavoro (es. di assunzione,
trasformazione, proroga), ecc.
A tal riguardo, si ricorda che il Servizio di conservazione di TeamSystem Service prevede di conservare i
documenti del lavoro come oggetti digitali già correttamente formati e non si preoccupa di verificare il valore
giuridico e probatorio del documento digitalizzato, la sua modalità di sottoscrizione elettronica e
accettazione tra le parti, l’eventuale sua corretta generazione della copia, la cui esclusiva responsabilità
rimane in capo al Titolare.
Nella redazione dei documenti del lavoro, per i principi di necessità e minimizzazione espressi dal
Regolamento europeo 2016/679 per la protezione dei dati personali e della privacy, cosiddetto GDPR,
eventuali dati sensibili-giudiziari devono essere anonimizzati con delle codifiche sostitutive o con delle
diciture generiche, a patto che all’interessato (es. lavoratore) sia consegnata una legenda che gli permetta di
conoscere in modo chiaro e puntuale gli elementi che compongono la sua retribuzione e che tale legenda sia,
chiaramente, anche messa a disposizione degli organi di vigilanza.

Formati previsti
PDF/A - PDF/B - PDF - P7M -XML - TIF - JPG - JPEG

Soggetti minimi previsti


Soggetto che effettua la registrazione (può coincidere con l’Autore); Autore (es. Titolare) – Destinatario,
facoltativo (es. Lavoratore) – Altro, facoltativo (es. Datore di lavoro)

Metadati custom trasferiti dal Produttore dei PdV al servizio di conservazione oltre a quelli
comuni previsti dall’Allegato 5 delle Linee Guida Agid

Descrizione metadato Tipo del metadato Obbligatorio Controllo


valorizzazione
Tipo Max 200 caratteri SÌ NO
indicare il tipo di documento (per es. pratica di alfanumerici
assunzione, contratto di lavoro, ecc.)
Oggetto Max 200 caratteri SÌ NO
Campo descrittivo della categoria documentale alfanumerici
Nel caso in cui il campo Oggetto sia uguale al
Campo Tipo valorizzare con il medesimo valore.

Pag. 84
Data Decorrenza Data [aaaa-mm-gg] NO NO
Indicare la data di decorrenza del contratto o della
pratica o in generale del documento
Codice Centro di costo 1 Max 200 caratteri NO NO
alfanumerici
Codice Centro di costo 2 Max 200 caratteri NO NO
alfanumerici
Codice Centro di costo 3 Max 200 caratteri NO NO
alfanumerici
Codice Reparto 1 Max 200 caratteri NO NO
alfanumerici
Codice Reparto 2 Max 200 caratteri NO NO
alfanumerici
Codice Reparto 3 Max 200 caratteri NO NO
alfanumerici
Codice Sede o filiale dell’Azienda/datore di lavoro Max 200 caratteri NO NO
alfanumerici

Torna all’elenco documenti

Pag. 85
2017 - DICHIARAZIONI UNICO/REDDITI PERSONE FISICHE
Codice tipologia nel Servizio
2017

Contenuto
La presente tipologia documentale descrive il modello dichiarativo UNICO/REDDITI per persone fisiche (PF)
ossia una dichiarazione in forma unificata per i contribuenti persone fisiche tenuti sia alla presentazione della
dichiarazione dei redditi che della dichiarazione Iva.
Suggerimenti: compilare il metadato obbligatorio “Data documento” con la data di trasmissione oppure con
l’ultimo giorno del periodo imposta/anno o del periodo di riferimento.
Compilare il metadato obbligatorio “Numero documento” con il Protocollo entratel/fisconline” oppure con
l’Anno/periodo imposta.

Formati previsti
PDF/A - PDF/B - PDF - XML - TXT- TIF -TIFF - JPG - JPEG- P7M - DCM (file XML controllato da Entratel con
estensione .dcm)

Soggetti minimi previsti


Soggetto che effettua la registrazione (può coincidere con l’Autore); Autore (es. Titolare)

Metadati custom trasferiti dal Produttore dei PdV al servizio di conservazione oltre a quelli
comuni previsti dall’Allegato 5 delle Linee Guida Agid

Descrizione metadato Tipo del metadato Obbligatorio Controllo


valorizzazione
Data inizio Data [aaaa-mm-gg] NO NO
data iniziale del periodo a cui il documento si
riferisce
Data fine Data [aaaa-mm-gg] NO NO
data finale del periodo a cui il documento si
riferisce
Contribuente Max 200 caratteri NO NO
a cui si riferisce la dichiarazione alfanumerici
Sostituto d’imposta Max 200 caratteri NO NO
a cui si riferisce la dichiarazione alfanumerici
Tipo Max 200 caratteri NO NO
campo descrittivo facoltativo alfanumerici

Torna all’elenco documenti

Pag. 86
2018 - DICHIARAZIONI UNICO/REDDITI SOCIETÀ DI PERSONE
Codice tipologia nel Servizio
2018

Contenuto
La presente tipologia documentale descrive il modello dichiarativo UNICO/REDDITI per società di persone
(SP) ossia una dichiarazione in forma unificata per i contribuenti società di persone tenuti sia alla
presentazione della dichiarazione dei redditi che della dichiarazione Iva.
Suggerimenti: compilare il metadato obbligatorio “Data documento” con la data di trasmissione oppure con
l’ultimo giorno del periodo imposta/anno o del periodo di riferimento.
Compilare il metadato obbligatorio “Numero documento” con il Protocollo entratel/fisconline” oppure con
l’Anno/periodo imposta.

Formati previsti
PDF/A - PDF/B - PDF - XML - TXT - TIF -TIFF - JPG - JPEG- P7M - DCM (file XML controllato da Entratel con
estensione .dcm)

Soggetti minimi previsti


Soggetto che effettua la registrazione (può coincidere con l’Autore); Autore (es. Titolare)

Metadati custom trasferiti dal Produttore dei PdV al servizio di conservazione oltre a quelli
comuni previsti dall’Allegato 5 delle Linee Guida Agid

Descrizione metadato Tipo del metadato Obbligatorio Controllo


valorizzazione
Data inizio Data [aaaa-mm-gg] NO NO
data iniziale del periodo a cui il documento si
riferisce
Data fine Data [aaaa-mm-gg] NO NO
data finale del periodo a cui il documento si
riferisce
Contribuente Max 200 caratteri NO NO
a cui si riferisce la dichiarazione alfanumerici
Sostituto d’imposta Max 200 caratteri NO NO
a cui si riferisce la dichiarazione alfanumerici
Tipo Max 200 caratteri NO NO
campo descrittivo facoltativo alfanumerici

Torna all’elenco documenti

Pag. 87
2019 - DICHIARAZIONI UNICO/REDDITI SOCIETÀ DI CAPITALI
Codice tipologia nel Servizio
2019

Contenuto
La presente tipologia documentale descrive il modello dichiarativo UNICO/REDDITI per società di capitali
(SC) ossia una dichiarazione in forma unificata per i contribuenti società di capitali tenuti sia alla
presentazione della dichiarazione dei redditi che della dichiarazione Iva.
Suggerimenti: compilare il metadato obbligatorio “Data documento” con la data di trasmissione oppure con
l’ultimo giorno del periodo imposta/anno o del periodo di riferimento.
Compilare il metadato obbligatorio “Numero documento” con il Protocollo entratel/fisconline” oppure con
l’Anno/periodo imposta.

Formati previsti
PDF/A - PDF/B - PDF – XML - TXT - TIF -TIFF - JPG - JPEG- P7M - DCM (file XML controllato da Entratel con
estensione .dcm)

Soggetti minimi previsti


Soggetto che effettua la registrazione (può coincidere con l’Autore); Autore (es. Titolare)

Metadati custom trasferiti dal Produttore dei PdV al servizio di conservazione oltre a quelli
comuni previsti dall’Allegato 5 delle Linee Guida Agid

Descrizione metadato Tipo del metadato Obbligatorio Controllo


valorizzazione
Data inizio Data [aaaa-mm-gg] NO NO
data iniziale del periodo a cui il documento si
riferisce
Data fine Data [aaaa-mm-gg] NO NO
data finale del periodo a cui il documento si
riferisce
Contribuente Max 200 caratteri NO NO
a cui si riferisce la dichiarazione alfanumerici
Sostituto d’imposta Max 200 caratteri NO NO
a cui si riferisce la dichiarazione alfanumerici
Tipo Max 200 caratteri NO NO
campo descrittivo facoltativo alfanumerici

Torna all’elenco documenti

Pag. 88
2020 - DICHIARAZIONI UNICO/REDDITI ENTI NON COMMERCIALI
Codice tipologia nel Servizio
2020

Contenuto
La presente tipologia documentale descrive il modello dichiarativo UNICO/REDDITI per società di capitali
(ENC) ossia una dichiarazione in forma unificata per i contribuenti enti non commerciali tenuti sia alla
presentazione della dichiarazione dei redditi che della dichiarazione Iva.
Suggerimenti: compilare il metadato obbligatorio “Data documento” con la data di trasmissione oppure con
l’ultimo giorno del periodo imposta/anno o del periodo di riferimento.
Compilare il metadato obbligatorio “Numero documento” con il Protocollo entratel/fisconline” oppure con
l’Anno/periodo imposta.

Formati previsti
PDF/A - PDF/B - PDF – TXT - XML - TIF -TIFF - JPG - JPEG- P7M - DCM (file XML controllato da Entratel con
estensione .dcm)

Soggetti minimi previsti


Soggetto che effettua la registrazione (può coincidere con l’Autore); Autore (es. Titolare)

Metadati custom trasferiti dal Produttore dei PdV al servizio di conservazione oltre a quelli
comuni previsti dall’Allegato 5 delle Linee Guida Agid

Descrizione metadato Tipo del metadato Obbligatorio Controllo


valorizzazione
Data inizio Data [aaaa-mm-gg] NO NO
data iniziale del periodo a cui il documento si
riferisce
Data fine Data [aaaa-mm-gg] NO NO
data finale del periodo a cui il documento si
riferisce
Contribuente Max 200 caratteri NO NO
a cui si riferisce la dichiarazione alfanumerici
Sostituto d’imposta Max 200 caratteri NO NO
a cui si riferisce la dichiarazione alfanumerici
Tipo Max 200 caratteri NO NO
campo descrittivo facoltativo alfanumerici

Torna all’elenco documenti

Pag. 89
2021 - ALLEGATI DICHIARAZIONI MODELLO UNICO/REDDITI
Codice tipologia nel Servizio
2021

Contenuto
La presente tipologia documentale intende raggruppare i vari allegati al modello dichiarativo
UNICO/REDDITI che il contribuente intende conservare.
Suggerimenti: compilare il metadato obbligatorio “Data documento” con l’ultimo giorno del periodo
imposta/anno o del periodo di riferimento.
Compilare il metadato obbligatorio “Numero documento” con l’Anno/periodo imposta.

Formati previsti
PDF/A - PDF/B - PDF - XML – TXT - TIF -TIFF - JPG - JPEG- P7M - DCM (file XML controllato da Entratel con
estensione .dcm)

Soggetti minimi previsti


Soggetto che effettua la registrazione (può coincidere con l’Autore); Autore (es. Titolare)

Metadati custom trasferiti dal Produttore dei PdV al servizio di conservazione oltre a quelli
comuni previsti dall’Allegato 5 delle Linee Guida Agid

Descrizione metadato Tipo del metadato Obbligatorio Controllo


valorizzazione
Data inizio Data [aaaa-mm-gg] NO NO
data iniziale del periodo a cui il documento si
riferisce
Data fine Data [aaaa-mm-gg] NO NO
data finale del periodo a cui il documento si
riferisce
Contribuente Max 200 caratteri NO NO
a cui si riferisce la dichiarazione alfanumerici
Tipo Max 200 caratteri NO NO
campo descrittivo facoltativo, ad esempio per alfanumerici
indicare il tipo di allegato al modello
UNICO/REDDITI che il Contribuente deve
presentare all’Agenzia delle Entrate.

Torna all’elenco documenti

Pag. 90
2022 - DICHIARAZIONI IRAP
Codice tipologia nel Servizio
2022

Contenuto
La presente tipologia documentale descrive il Modello IRAP e deve essere utilizzato per dichiarare l’imposta
regionale sulle attività produttive relativa al periodo di imposta. Può essere utilizzato dalle Persone fisiche,
dalle Società di persone, dalle Società di capitali, dagli Enti non commerciali e dalle Amministrazioni ed Enti
Pubblici.
Da utilizzare solo se si conserva la dichiarazione IRAP in modo distinto dalla dichiarazione Unico/ Redditi,
altrimenti la dichiarazione IRAP può essere parte della tipologia dichiarazione modello Unico/Redditi.
Suggerimenti: compilare il metadato obbligatorio “Data documento” con la data di trasmissione oppure con
l’ultimo giorno del periodo imposta/anno o del periodo di riferimento. Compilare il metadato obbligatorio
“Numero documento” con il Protocollo entratel/fisconline” oppure con l’Anno/periodo imposta.

Formati previsti
PDF/A - PDF/B - PDF - XML – TXT- TIF -TIFF - JPG - JPEG- P7M - DCM (file XML controllato da Entratel con
estensione .dcm)

Soggetti minimi previsti


Soggetto che effettua la registrazione (può coincidere con l’Autore); Autore (es. Titolare)

Metadati custom trasferiti dal Produttore dei PdV al servizio di conservazione oltre a quelli
comuni previsti dall’Allegato 5 delle Linee Guida Agid
Descrizione metadato Tipo del metadato Obbligatorio Controllo
valorizzazione
Data inizio Data [aaaa-mm-gg] NO NO
data iniziale del periodo a cui il documento si
riferisce
Data fine Data [aaaa-mm-gg] NO NO
data finale del periodo a cui il documento si
riferisce
Contribuente Max 200 caratteri NO NO
a cui si riferisce la dichiarazione alfanumerici
Tipo Max 200 caratteri NO NO
campo descrittivo facoltativo, ad esempio per alfanumerici
indicare se il modello riguarda IRAP persone
fisiche, IRAP società di persone, IRAP società di
capitali, IRAP enti non commerciali

Torna all’elenco documenti

Pag. 91
2072 - ALLEGATI DICHIARAZIONI IRAP
Codice tipologia nel Servizio
2072

Contenuto
La presente tipologia documentale intende raggruppare i vari allegati al modello dichiarativo IRAP che il
contribuente intende conservare.
Suggerimenti: compilare il metadato obbligatorio “Data documento” con l’ultimo giorno del periodo
imposta/anno o del periodo di riferimento.
Compilare il metadato obbligatorio “Numero documento” con l’Anno/periodo imposta.

Formati previsti
PDF/A - PDF/B - PDF - XML – TXT- TIF -TIFF - JPG - JPEG- P7M - DCM (file XML controllato da Entratel con
estensione .dcm)

Soggetti minimi previsti


Soggetto che effettua la registrazione (può coincidere con l’Autore); Autore (es. Titolare)

Metadati custom trasferiti dal Produttore dei PdV al servizio di conservazione oltre a quelli
comuni previsti dall’Allegato 5 delle Linee Guida Agid

Descrizione metadato Tipo del metadato Obbligatorio Controllo


valorizzazione
Data inizio Data [aaaa-mm-gg] NO NO
data iniziale del periodo a cui il documento si
riferisce
Data fine Data [aaaa-mm-gg] NO NO
data finale del periodo a cui il documento si
riferisce
Contribuente Max 200 caratteri NO NO
a cui si riferisce la dichiarazione alfanumerici
Tipo Max 200 caratteri NO NO
campo descrittivo facoltativo, ad esempio per alfanumerici
indicare il tipo di allegato al modello IRAP che il
Contribuente deve presentare all’Agenzia delle
Entrate.

Torna all’elenco documenti

Pag. 92
2023 - DICHIARAZIONI 730
Codice tipologia nel Servizio
2023

Contenuto
La presente tipologia documentale descrive il Modello 730 per la dichiarazione dei redditi dedicato ai
lavoratori dipendenti e pensionati.
Suggerimenti: compilare il metadato obbligatorio “Data documento” con la data di trasmissione oppure con
l’ultimo giorno del periodo imposta/anno o del periodo di riferimento.
Compilare il metadato obbligatorio “Numero documento” con il Protocollo entratel/fisconline” oppure con
l’Anno/periodo imposta.

Formati previsti
PDF/A - PDF/B - PDF - XML – TXT - TIF -TIFF - JPG - JPEG- P7M - DCM (file XML controllato da Entratel con
estensione .dcm)

Soggetti minimi previsti


Soggetto che effettua la registrazione (può coincidere con l’Autore); Autore (es. Titolare)

Metadati custom trasferiti dal Produttore dei PdV al servizio di conservazione oltre a quelli
comuni previsti dall’Allegato 5 delle Linee Guida Agid

Descrizione metadato Tipo del metadato Obbligatorio Controllo


valorizzazione
Data inizio Data [aaaa-mm-gg] NO NO
data iniziale del periodo a cui il documento si
riferisce
Data fine Data [aaaa-mm-gg] NO NO
data finale del periodo a cui il documento si
riferisce
Contribuente Max 200 caratteri NO NO
a cui si riferisce la dichiarazione alfanumerici
Sostituto d’imposta Max 200 caratteri NO NO
a cui si riferisce la dichiarazione alfanumerici
Tipo Max 200 caratteri NO NO
campo descrittivo facoltativo alfanumerici

Torna all’elenco documenti

Pag. 93
2024 - ALLEGATI DICHIARAZIONI 730
Codice tipologia nel Servizio
2024

Contenuto
La presente tipologia documentale intende raggruppare i vari allegati al modello dichiarativo 730
ORDINARIO che il contribuente intende conservare.
Suggerimenti: compilare il metadato obbligatorio “Data documento” con l’ultimo giorno del periodo
imposta/anno o del periodo di riferimento.
Compilare il metadato obbligatorio “Numero documento” con l’Anno/periodo imposta.

Formati previsti
PDF/A - PDF/B - PDF - XML – TXT - TIF -TIFF - JPG - JPEG- P7M - DCM (file XML controllato da Entratel con
estensione .dcm)

Soggetti minimi previsti


Soggetto che effettua la registrazione (può coincidere con l’Autore); Autore (es. Titolare)

Metadati custom trasferiti dal Produttore dei PdV al servizio di conservazione oltre a quelli
comuni previsti dall’Allegato 5 delle Linee Guida Agid

Descrizione metadato Tipo del metadato Obbligatorio Controllo


valorizzazione
Data inizio Data [aaaa-mm-gg] NO NO
data iniziale del periodo a cui il documento si
riferisce
Data fine Data [aaaa-mm-gg] NO NO
data finale del periodo a cui il documento si
riferisce
Contribuente Max 200 caratteri NO NO
a cui si riferisce la dichiarazione alfanumerici
Tipo Max 200 caratteri NO NO
campo descrittivo facoltativo, ad esempio per alfanumerici
indicare il tipo di allegato al modello 730

Torna all’elenco documenti

Pag. 94
2025 - DICHIARAZIONI 730 PRECOMPILATO
Codice tipologia nel Servizio
2025

Contenuto
La presente tipologia documentale descrive il Modello 730 PRECOMPILATO per la dichiarazione dei redditi
di lavoro dipendenti e assimilati.
Suggerimenti: compilare il metadato obbligatorio “Data documento” con la data di trasmissione oppure con
l’ultimo giorno del periodo imposta/anno o del periodo di riferimento.
Compilare il metadato obbligatorio “Numero documento” con l’Anno/periodo imposta.

Formati previsti
PDF/A - PDF/B - PDF - XML – TXT - TIF -TIFF - JPG - JPEG- P7M - DCM (file XML controllato da Entratel con
estensione .dcm)

Soggetti minimi previsti


Soggetto che effettua la registrazione (può coincidere con l’Autore); Autore (es. Titolare)

Metadati custom trasferiti dal Produttore dei PdV al servizio di conservazione oltre a quelli
comuni previsti dall’Allegato 5 delle Linee Guida Agid

Descrizione metadato Tipo del metadato Obbligatorio Controllo


valorizzazione
Data inizio Data [aaaa-mm-gg] NO NO
data iniziale del periodo a cui il documento si
riferisce
Data fine Data [aaaa-mm-gg] NO NO
data finale del periodo a cui il documento si
riferisce
Contribuente Max 200 caratteri NO NO
a cui si riferisce la dichiarazione alfanumerici
Sostituto d’imposta Max 200 caratteri NO NO
a cui si riferisce la dichiarazione alfanumerici
Tipo Max 200 caratteri NO NO
campo descrittivo facoltativo alfanumerici

Torna all’elenco documenti

Pag. 95
2026 - ALLEGATI DICHIARAZIONI 730 PRECOMPILATO
Codice tipologia nel Servizio
2026

Contenuto
La presente tipologia documentale intende raggruppare i vari allegati al modello dichiarativo 730
PRECOMPILATO che il contribuente intende conservare.
Suggerimenti: compilare il metadato obbligatorio “Data documento” con l’ultimo giorno del periodo
imposta/anno o del periodo di riferimento.
Compilare il metadato obbligatorio “Numero documento” con l’Anno/periodo imposta.

Formati previsti
PDF/A - PDF/B - PDF - XML – TXT - TIF -TIFF - JPG - JPEG- P7M - DCM (file XML controllato da Entratel con
estensione .dcm)

Soggetti minimi previsti


Soggetto che effettua la registrazione (può coincidere con l’Autore); Autore (es. Titolare)

Metadati custom trasferiti dal Produttore dei PdV al servizio di conservazione oltre a quelli
comuni previsti dall’Allegato 5 delle Linee Guida Agid

Descrizione metadato Tipo del metadato Obbligatorio Controllo


valorizzazione
Data inizio Data [aaaa-mm-gg] NO NO
data iniziale del periodo a cui il documento si
riferisce
Data fine Data [aaaa-mm-gg] NO NO
data finale del periodo a cui il documento si
riferisce
Contribuente Max 200 caratteri NO NO
a cui si riferisce la dichiarazione alfanumerici
Tipo Max 200 caratteri NO NO
campo descrittivo facoltativo, ad esempio per alfanumerici
indicare il tipo di allegato al modello 730

Torna all’elenco documenti

Pag. 96
2027 - DICHIARAZIONI 730/4
Codice tipologia nel Servizio
2027

Contenuto
La presente tipologia documentale descrive il modello di comunicazione per la ricezione in via telematica
dei dati relativi ai Mod. 730-4 resi disponibili dall’Agenzia delle Entrate, che deve essere presentato da tutti
i sostituti per comunicare l’indirizzo telematico presso cui ricevere i Modelli 730-4.
Suggerimenti: compilare il metadato obbligatorio “Data documento” con l’ultimo giorno del periodo
imposta/anno o del periodo di riferimento.
Compilare il metadato obbligatorio “Numero documento” con l’Anno/periodo imposta.

Formati previsti
PDF/A - PDF/B - PDF - XML – TXT - TIF -TIFF - JPG - JPEG- P7M - DCM (file XML controllato da Entratel con
estensione .dcm)

Soggetti minimi previsti


Soggetto che effettua la registrazione (può coincidere con l’Autore); Autore (es. Titolare)

Metadati custom trasferiti dal Produttore dei PdV al servizio di conservazione oltre a quelli
comuni previsti dall’Allegato 5 delle Linee Guida Agid

Descrizione metadato Tipo del metadato Obbligatorio Controllo


valorizzazione
Tipo di comunicazione indicare se per esempio si Max 200 caratteri NO NO
tratta di richiesta, sostituzione, revoca alfanumerici
Contribuente Max 200 caratteri NO NO
a cui si riferisce la dichiarazione alfanumerici
Sostituto d’imposta a cui si riferisce la Max 200 caratteri NO NO
dichiarazione alfanumerici

Torna all’elenco documenti

Pag. 97
2028 - DICHIARAZIONI CONSOLIDATO NAZIONALE E MONDIALE
Codice tipologia nel Servizio
2028

Contenuto
La presente tipologia documentale descrive il Modello di Dichiarazione Consolidato nazionale e mondiale
(Cnm) dei soggetti ammessi alla tassazione di gruppo di imprese controllate residenti e dei soggetti ammessi
alla determinazione dell’unica base imponibile per il gruppo di imprese non residenti.
Suggerimenti: compilare il metadato obbligatorio “Data documento” con la data di trasmissione oppure con
l’ultimo giorno del periodo imposta/anno o del periodo di riferimento.
Compilare il metadato obbligatorio “Numero documento” con l’Anno/periodo imposta.

Formati previsti
PDF/A - PDF/B - PDF - XML – TXT - TIF -TIFF - JPG - JPEG- P7M - DCM (file XML controllato da Entratel con
estensione .dcm)

Soggetti minimi previsti


Soggetto che effettua la registrazione (può coincidere con l’Autore); Autore (es. Titolare)

Metadati custom trasferiti dal Produttore dei PdV al servizio di conservazione oltre a quelli
comuni previsti dall’Allegato 5 delle Linee Guida Agid

Descrizione metadato Tipo del metadato Obbligatorio Controllo


valorizzazione
Data inizio Data [aaaa-mm-gg] NO NO
data iniziale del periodo a cui il documento si
riferisce
Data fine Data [aaaa-mm-gg] NO NO
data finale del periodo a cui il documento si
riferisce
Contribuente Max 200 caratteri NO NO
a cui si riferisce la dichiarazione alfanumerici
Tipo Max 200 caratteri NO NO
campo descrittivo facoltativo alfanumerici

Torna all’elenco documenti

Pag. 98
2029 - DICHIARAZIONI IVA
Codice tipologia nel Servizio
2029

Contenuto
La presente tipologia documentale descrive il Modello di Dichiarazione annuale IVA utilizzato dai
contribuenti tenuti alla presentazione di tale dichiarazione in via autonoma.
Per gli anni precedenti al 2016, la presente tipologia è da utilizzare solo se si è presentata la dichiarazione
Iva in modo distinto dalla dichiarazione Unico/Redditi, altrimenti la dichiarazione Iva è parte della tipologia
dichiarazione modello Unico/Redditi. A tal riguardo, si precisa che la legge di Bilancio ha modificato l’art. 8
del D.P.R. n. 322/1998 e successive modificazioni, prevedendo per tutti che dall’anno di imposta 2016 in poi
la presentazione della dichiarazione annuale Iva torni ad essere in forma autonoma; quindi, va utilizzata
questa tipologia documentale per la sua conservazione.
Suggerimenti: compilare il metadato obbligatorio “Data documento” con la data di trasmissione oppure con
l’ultimo giorno del periodo imposta/anno o del periodo di riferimento.
Compilare il metadato obbligatorio “Numero documento” con il Protocollo entratel/fisconline” oppure con
l’Anno/periodo imposta.

Formati previsti
PDF/A - PDF/B - PDF - XML – TXT - TIF -TIFF - JPG - JPEG- P7M - DCM (file XML controllato da Entratel con
estensione .dcm)

Soggetti minimi previsti


Soggetto che effettua la registrazione (può coincidere con l’Autore); Autore (es. Titolare)

Metadati custom trasferiti dal Produttore dei PdV al servizio di conservazione oltre a quelli
comuni previsti dall’Allegato 5 delle Linee Guida Agid

Descrizione metadato Tipo del metadato Obbligatorio Controllo valorizzazione


Data inizio Data [aaaa-mm-gg] NO NO
data iniziale del periodo a cui il documento si riferisce
Data fine Data [aaaa-mm-gg] NO NO
data finale del periodo a cui il documento si riferisce
Contribuente Max 200 caratteri NO NO
a cui si riferisce la dichiarazione alfanumerici
Tipo Max 200 caratteri NO NO
campo descrittivo facoltativo alfanumerici

Torna all’elenco documenti

Pag. 99
2030 - COMUNICAZIONE ANNUALE DATI IVA
Codice tipologia nel Servizio
2030

Contenuto
La presente tipologia documentale descrive la Comunicazione annuale dati IVA che viene presentata entro
il mese di febbraio di ciascun anno.
Suggerimenti: compilare il metadato obbligatorio “Data documento” con la data di trasmissione oppure con
l’ultimo giorno del periodo imposta/anno o del periodo di riferimento.
Compilare il metadato obbligatorio “Numero documento” con il Protocollo entratel/fisconline” oppure con
l’Anno/periodo imposta.

Formati previsti
PDF/A - PDF/B - PDF - XML – TXT - TIF -TIFF - JPG - JPEG- P7M - DCM (file XML controllato da Entratel con
estensione .dcm)

Soggetti minimi previsti


Soggetto che effettua la registrazione (può coincidere con l’Autore); Autore (es. Titolare)

Metadati custom trasferiti dal Produttore dei PdV al servizio di conservazione oltre a quelli
comuni previsti dall’Allegato 5 delle Linee Guida Agid

Descrizione metadato Tipo del metadato Obbligatorio Controllo


valorizzazione
Data inizio Data [aaaa-mm-gg] NO NO
data iniziale del periodo a cui il documento si riferisce
Data fine Data [aaaa-mm-gg] NO NO
data finale del periodo a cui il documento si riferisce
Contribuente Max 200 caratteri NO NO
a cui si riferisce la dichiarazione alfanumerici
Tipo Max 200 caratteri NO NO
campo descrittivo facoltativo alfanumerici

Torna all’elenco documenti

Pag. 100
2031 - PROSPETTO DELLE LIQUIDAZIONI PERIODICHE DELL’IVA
Codice tipologia nel Servizio
2031

Contenuto
La presente tipologia documentale descrive il Modello IVA Prospetto delle liquidazioni periodiche, riservato
all’ente o società controllante.
Suggerimenti: compilare il metadato obbligatorio “Data documento” con la data di trasmissione oppure con
l’ultimo giorno del periodo imposta/anno o del periodo di riferimento.
Compilare il metadato obbligatorio “Numero documento” con il Protocollo entratel/fisconline” oppure con
l’Anno/periodo imposta.

Formati previsti
PDF/A - PDF/B - PDF - XML – TXT - TIF -TIFF - JPG - JPEG- P7M - DCM (file XML controllato da Entratel con
estensione .dcm)

Soggetti minimi previsti


Soggetto che effettua la registrazione (può coincidere con l’Autore); Autore (es. Titolare)

Metadati custom trasferiti dal Produttore dei PdV al servizio di conservazione oltre a quelli
comuni previsti dall’Allegato 5 delle Linee Guida Agid

Descrizione metadato Tipo del metadato Obbligatorio Controllo


valorizzazione
Data inizio Data [aaaa-mm-gg] NO NO
data iniziale del periodo a cui il documento si riferisce
Data fine Data [aaaa-mm-gg] NO NO
data finale del periodo a cui il documento si riferisce
Contribuente Max 200 caratteri NO NO
a cui si riferisce la dichiarazione alfanumerici
Tipo Max 200 caratteri NO NO
campo descrittivo facoltativo alfanumerici

Torna all’elenco documenti

Pag. 101
2032 - DICHIARAZIONI IVA 74 BIS
Codice tipologia nel Servizio
2032

Contenuto
La presente tipologia documentale descrive il Modello di Dichiarazione IVA 74 BIS a cui sono obbligati i
curatori o i commissari liquidatori relativa alle operazioni effettuate nella frazione dell’anno precedente alla
dichiarazione di fallimento o di liquidazione coatta amministrativa.
Suggerimenti: compilare il metadato obbligatorio “Data documento” con la data di trasmissione oppure con
l’ultimo giorno del periodo imposta/anno o del periodo di riferimento.
Compilare il metadato obbligatorio “Numero documento” con il Protocollo entratel/fisconline” oppure con
l’Anno/periodo imposta.

Formati previsti
PDF/A - PDF/B - PDF - XML – TXT - TIF -TIFF - JPG - JPEG- P7M - DCM (file XML controllato da Entratel con
estensione .dcm)

Soggetti minimi previsti


Soggetto che effettua la registrazione (può coincidere con l’Autore); Autore (es. Titolare)

Metadati custom trasferiti dal Produttore dei PdV al servizio di conservazione oltre a quelli
comuni previsti dall’Allegato 5 delle Linee Guida Agid

Descrizione metadato Tipo del metadato Obbligatorio Controllo


valorizzazione
Data inizio Data [aaaa-mm-gg] NO NO
data iniziale del periodo a cui il documento si riferisce
Data fine Data [aaaa-mm-gg] NO NO
data finale del periodo a cui il documento si riferisce
Contribuente Max 200 caratteri NO NO
a cui si riferisce la dichiarazione alfanumerici
Tipo Max 200 caratteri NO NO
campo descrittivo facoltativo alfanumerici

Torna all’elenco documenti

Pag. 102
2033 - DICHIARAZIONI IVA 26
Codice tipologia nel Servizio
2033

Contenuto
La presente tipologia documentale descrive il modello di dichiarazione di adesione al regime previsto per le
società controllanti e controllate e comunicazione delle variazioni (Iva 26 procedura di compensazione
dell’IVA di Gruppo)
Suggerimenti: compilare il metadato obbligatorio “Data documento” con la data di trasmissione oppure con
l’ultimo giorno del periodo imposta/anno o del periodo di riferimento.
Compilare il metadato obbligatorio “Numero documento” con il Protocollo entratel/fisconline” oppure con
l’Anno/periodo imposta.

Formati previsti
PDF/A - PDF/B - PDF - XML – TXT - TIF -TIFF - JPG - JPEG- P7M - DCM (file XML controllato da Entratel con
estensione .dcm)

Soggetti minimi previsti


Soggetto che effettua la registrazione (può coincidere con l’Autore); Autore (es. Titolare)

Metadati custom trasferiti dal Produttore dei PdV al servizio di conservazione oltre a quelli
comuni previsti dall’Allegato 5 delle Linee Guida Agid

Descrizione metadato Tipo del metadato Obbligatorio Controllo


valorizzazione
Contribuente Max 200 caratteri NO NO
a cui si riferisce la dichiarazione alfanumerici
Tipo Max 200 caratteri NO NO
campo descrittivo facoltativo per indicare il tipo di alfanumerici
dichiarazione a cui si riferisce (adesione o variazione)

Torna all’elenco documenti

Pag. 103
2034 - DICHIARAZIONI 770 SEMPLIFICATO
Codice tipologia nel Servizio
2034

Contenuto
La presente tipologia documentale descrive il Modello 770 SEMPLIFICATO dei sostituti d’imposta.
Suggerimenti: compilare il metadato obbligatorio “Data documento” con la data di trasmissione oppure con
l’ultimo giorno del periodo imposta/anno o del periodo di riferimento.
Compilare il metadato obbligatorio “Numero documento” con il Protocollo entratel/fisconline” oppure con
l’Anno/periodo imposta.

Formati previsti
PDF/A - PDF/B - PDF - XML – TXT - TIF -TIFF - JPG - JPEG- P7M - DCM (file XML controllato da Entratel con
estensione .dcm)

Soggetti minimi previsti


Soggetto che effettua la registrazione (può coincidere con l’Autore); Autore (es. Titolare)

Metadati custom trasferiti dal Produttore dei PdV al servizio di conservazione oltre a quelli
comuni previsti dall’Allegato 5 delle Linee Guida Agid

Descrizione metadato Tipo del metadato Obbligatorio Controllo


valorizzazione
Data inizio Data [aaaa-mm-gg] NO NO
data iniziale del periodo a cui il documento si
riferisce
Data fine Data [aaaa-mm-gg] NO NO
data finale del periodo a cui il documento si
riferisce
Contribuente Max 200 caratteri NO NO
a cui si riferisce la dichiarazione alfanumerici
Sostituto d’imposta Max 200 caratteri NO NO
a cui si riferisce la dichiarazione alfanumerici
Tipo Max 200 caratteri NO NO
campo descrittivo facoltativo alfanumerici

Torna all’elenco documenti

Pag. 104
2035 - DICHIARAZIONI 770 ORDINARIO
Codice tipologia nel Servizio
2035

Contenuto
La presente tipologia documentale descrive il Modello 770 ORDINARIO dei sostituti d’imposta.
Suggerimenti: compilare il metadato obbligatorio “Data documento” con la data di trasmissione oppure con
l’ultimo giorno del periodo imposta/anno o del periodo di riferimento.
Compilare il metadato obbligatorio “Numero documento” con il Protocollo entratel/fisconline” oppure con
l’Anno/periodo imposta.

Formati previsti
PDF/A - PDF/B - PDF - XML – TXT - TIF -TIFF - JPG - JPEG- P7M - DCM (file XML controllato da Entratel con
estensione .dcm)

Soggetti minimi previsti


Soggetto che effettua la registrazione (può coincidere con l’Autore); Autore (es. Titolare)

Metadati custom trasferiti dal Produttore dei PdV al servizio di conservazione oltre a quelli
comuni previsti dall’Allegato 5 delle Linee Guida Agid

Descrizione metadato Tipo del metadato Obbligatorio Controllo


valorizzazione
Data inizio Data [aaaa-mm-gg] NO NO
data iniziale del periodo a cui il documento si
riferisce
Data fine Data [aaaa-mm-gg] NO NO
data finale del periodo a cui il documento si
riferisce
Contribuente Max 200 caratteri NO NO
a cui si riferisce la dichiarazione alfanumerici
Sostituto d’imposta Max 200 caratteri NO NO
a cui si riferisce la dichiarazione alfanumerici
Tipo Max 200 caratteri NO NO
campo descrittivo facoltativo alfanumerici

Torna all’elenco documenti

Pag. 105
2036 - CERTIFICAZIONE UNICA
Codice tipologia nel Servizio
2036

Contenuto
La presente tipologia documentale descrive la Certificazione Unica con cui i sostituti d’imposta trasmettono
le certificazioni rilasciate e relative ai redditi di lavoro dipendente, ai redditi di lavoro autonomo e ai redditi
diversi.
Suggerimenti: compilare il metadato obbligatorio “Data documento” con la data di trasmissione oppure con
l’ultimo giorno del periodo imposta/anno o del periodo di riferimento.
Compilare il metadato obbligatorio “Numero documento” con il Protocollo entratel/fisconline” oppure con
l’Anno/periodo imposta.

Formati previsti
PDF/A - PDF/B - PDF - XML – TXT - TIF -TIFF - JPG - JPEG- P7M - DCM (file XML controllato da Entratel con
estensione .dcm)

Soggetti minimi previsti


Soggetto che effettua la registrazione (può coincidere con l’Autore); Autore (es. Titolare)

Metadati custom trasferiti dal Produttore dei PdV al servizio di conservazione oltre a quelli
comuni previsti dall’Allegato 5 delle Linee Guida Agid

Descrizione metadato Tipo del metadato Obbligatorio Controllo


valorizzazione
Data inizio Data [aaaa-mm-gg] NO NO
data iniziale del periodo a cui il documento si
riferisce
Data fine Data [aaaa-mm-gg] NO NO
data finale del periodo a cui il documento si
riferisce
Contribuente Max 200 caratteri NO NO
a cui si riferisce la dichiarazione alfanumerici
Sostituto d’imposta Max 200 caratteri NO NO
a cui si riferisce la dichiarazione alfanumerici
Tipo Max 200 caratteri NO NO
campo descrittivo facoltativo alfanumerici

Torna all’elenco documenti

Pag. 106
2064 - DICHIARAZIONI IMU - TASI
Codice tipologia nel Servizio
2064

Contenuto
La presente tipologia documentale descrive la Dichiarazione IMU e TASI.
Suggerimenti: compilare il metadato obbligatorio “Data documento” con la data di trasmissione oppure con
l’ultimo giorno del periodo imposta/anno o del periodo di riferimento.
Compilare il metadato obbligatorio “Numero documento” con il Protocollo entratel/fisconline” oppure con
l’Anno/periodo imposta.

Formati previsti
PDF/A - PDF/B - PDF - XML – TXT - TIF -TIFF - JPG - JPEG- P7M - DCM (file XML controllato da Entratel con
estensione .dcm)

Soggetti minimi previsti


Soggetto che effettua la registrazione (può coincidere con l’Autore); Autore (es. Titolare)

Metadati custom trasferiti dal Produttore dei PdV al servizio di conservazione oltre a quelli
comuni previsti dall’Allegato 5 delle Linee Guida Agid

Descrizione metadato Tipo del metadato Obbligatorio Controllo


valorizzazione
Contribuente Max 200 caratteri NO NO
a cui si riferisce la dichiarazione alfanumerici
Tipo Max 200 caratteri NO NO
campo descrittivo facoltativo alfanumerici

Torna all’elenco documenti

Pag. 107
2037 - INCARICO PER ADDEBITO TELEMATICO
Codice tipologia nel Servizio
2037

Contenuto
La presente tipologia documentale descrive l’incarico (conferimento) e/o la revoca all’intermediario abilitato
per il pagamento e la spedizione telematica dei modelli F24 per nome e per conto del soggetto titolare IVA.
Suggerimenti: compilare il metadato obbligatorio “Data documento” con l’ultimo giorno del periodo
imposta/anno o del periodo di riferimento, qualora non si disponesse della data dell’incarico.
Compilare il metadato obbligatorio “Numero documento” con l’Anno/periodo imposta.

Formati previsti
PDF/A - PDF/B - PDF - XML – TXT - TIF -TIFF - JPG - JPEG- P7M

Soggetti minimi previsti


Soggetto che effettua la registrazione (può coincidere con l’Autore); Autore (es. Titolare)

Metadati custom trasferiti dal Produttore dei PdV al servizio di conservazione oltre a quelli
comuni previsti dall’Allegato 5 delle Linee Guida Agid

Descrizione metadato Tipo del metadato Obbligatorio Controllo valorizzazione


Contribuente Max 200 caratteri NO NO
indicare il soggetto che conferisce l’incarico alfanumerici
all’intermediario abilitato o lo revoca
Tipo Max 200 caratteri NO NO
indicare se si tratta di incarico o di revoca alfanumerici

Torna all’elenco documenti

Pag. 108
2038 - IMPEGNO ALLA TRASMISSIONE TELEMATICA
Codice tipologia nel Servizio
2038

Contenuto
La presente tipologia documentale descrive l’impegno alla trasmissione telematica dell’intermediario
abilitato per la trasmissione di dichiarazioni/comunicazioni/ecc. all’Agenzia delle Entrate.
A discrezione del fruitore, l’impegno alla trasmissione può essere conservato come tipologia distinta ovvero
incluso (aggregato) alla dichiarazione/comunicazione a cui si riferisce.
A tal riguardo, si evidenzia che l’art. 4-ter del Decreto Crescita n. 34/2019, convertito dalla legge n. 58/2019,
ha introdotto una semplificazione del sistema di gestione degli impegni introducendo la “delega fiscale
unica” ossia un unico impegno alla trasmissione cumulativo, che riguarda tuttavia soltanto l'impegno a
trasmettere di dichiarazioni o comunicazioni fiscali e non ad esempio la delega per l’accesso al cassetto
fiscale, ecc.
Suggerimenti: compilare il metadato obbligatorio “Data documento” con la data impegno oppure con
l’ultimo giorno del periodo imposta/anno o del periodo di riferimento.
Compilare il metadato obbligatorio “Numero documento” con l’Anno/periodo imposta.

Formati previsti
PDF/A - PDF/B - PDF - TIF -TIFF - JPG - JPEG- P7M

Soggetti minimi previsti


Soggetto che effettua la registrazione (può coincidere con l’Autore); Autore (es. Titolare)

Metadati custom trasferiti dal Produttore dei PdV al servizio di conservazione oltre a quelli
comuni previsti dall’Allegato 5 delle Linee Guida Agid

Descrizione metadato Tipo del metadato Obbligatorio Controllo


valorizzazione
Contribuente Max 200 caratteri NO NO
indicare il soggetto per cui è stato preso l’impegno alfanumerici
Tipo impegno Max 200 caratteri NO NO
indicare se si tratta dell’impegno per la alfanumerici
dichiarazione Iva, per il Modello Unico/Redditi PF,
ecc.

Torna all’elenco documenti

Pag. 109
2039 - RICEVUTE DA PRESENTAZIONI TELEMATICHE
Codice tipologia nel Servizio
2039

Contenuto
La presente tipologia documentale descrive le ricevute ottenute dai servizi telematici Entratel o Fisconline o
in generale da tutti i servizi telematici di Agenzia delle Entrate, Agenzia delle Dogane, Inps, ecc. ricevute a
fronte delle presentazioni (trasmissioni) telematiche.
Suggerimenti: compilare il metadato obbligatorio “Data documento” con la data della ricevuta oppure con
l’ultimo giorno del periodo imposta/anno o del periodo di riferimento.
Compilare il metadato obbligatorio “Numero documento” con l’Anno/periodo imposta qualora non si
disponesse del numero di ricevuta.

Formati previsti
PDF/A - PDF/B - PDF – XML- TXT - TIF -TIFF - JPG - JPEG- P7M - REL (*)
(*) file testuale che può essere visualizzato con visualizzatori di testo come, a titolo di esempio non esaustivo, Note Pad
o Web Browser

Soggetti minimi previsti


Soggetto che effettua la registrazione (può coincidere con l’Autore); Autore (es. Titolare)

Metadati custom trasferiti dal Produttore dei PdV al servizio di conservazione oltre a quelli
comuni previsti dall’Allegato 5 delle Linee Guida Agid

Descrizione metadato Tipo del metadato Obbligatorio Controllo


valorizzazione
Contribuente Max 200 caratteri NO NO
indicare il soggetto a cui si riferiscono i documenti alfanumerici
trasmessi per cui si sono ottenute le ricevute
Tipo Max 200 caratteri NO NO
indicare se si tratta della ricevuta per la alfanumerici
dichiarazione Iva, per il Modello Unico/Redditi PF,
ecc. Modelli Intrastat, Ricevute delle Dichiarazioni
Inps

Torna all’elenco documenti

Pag. 110
2040 - STUDI DI SETTORE
Codice tipologia nel Servizio
2040

Contenuto
La presente tipologia documentale descrive gli Studi di Settore elaborati che consentono di stimare i ricavi o
i compensi che possono essere attribuiti al contribuente.
Da utilizzare solo se si intende conservare lo studio di settore in modo distinto dalla dichiarazione. Nel caso
in cui lo studio di settore è parte della dichiarazione lo si conserva sotto la tipologia documentale della
dichiarazione stessa.
Suggerimenti: compilare il metadato obbligatorio “Data documento” con la data di trasmissione oppure con
l’ultimo giorno del periodo imposta/anno o del periodo di riferimento.
Compilare il metadato obbligatorio “Numero documento” con il Protocollo entratel/fisconline” oppure con
l’Anno/periodo imposta.

Formati previsti
PDF/A - PDF/B - PDF - XML – TXT - TIF -TIFF - JPG - JPEG- P7M - DCM (file XML controllato da Entratel con
estensione .dcm)

Soggetti minimi previsti


Soggetto che effettua la registrazione (può coincidere con l’Autore); Autore (es. Titolare)

Metadati custom trasferiti dal Produttore dei PdV al servizio di conservazione oltre a quelli
comuni previsti dall’Allegato 5 delle Linee Guida Agid

Descrizione metadato Tipo del metadato Obbligatorio Controllo


valorizzazione
Data inizio Data [aaaa-mm-gg] NO NO
data iniziale del periodo a cui il documento si riferisce
Data fine Data [aaaa-mm-gg] NO NO
data finale del periodo a cui il documento si riferisce
Contribuente Max 200 caratteri NO NO
indicare il contribuente a cui si riferisce la dichiarazione alfanumerici

Torna all’elenco documenti

Pag. 111
2093 - INDICI SINTETICI DI AFFIDABILITÀ (ISA)
Codice tipologia nel Servizio
2093

Contenuto
La presente tipologia documentale risponde all’esigenza di conservare la modulistica relativa agli indici
sintetici di affidabilità (ISA), ossia degli indicatori che, misurando attraverso un metodo statistico- economico,
dati e informazioni relativi a più periodi d'imposta, forniscono una sintesi di valori tramite la quale sarà
possibile verificare la normalità e la coerenza della gestione professionale o aziendale dei contribuenti.
Da utilizzare solo se si intende conservare la modulistica ISA in modo distinto dalla dichiarazione. Nel caso in
cui gli indici sintetici di affidabilità sono parte della dichiarazione li si conserva sotto la tipologia documentale
della dichiarazione stessa.
Suggerimenti: compilare il metadato obbligatorio “Data documento” con la data di trasmissione oppure con
l’ultimo giorno del periodo imposta/anno o del periodo di riferimento.
Compilare il metadato obbligatorio “Numero documento” con il Protocollo entratel/fisconline” oppure con
l’Anno/periodo imposta.

Formati previsti
PDF/A - PDF/B - PDF - XML – TXT - TIF -TIFF - JPG - JPEG- P7M - DCM (file XML controllato da Entratel con
estensione .dcm)

Soggetti minimi previsti


Soggetto che effettua la registrazione (può coincidere con l’Autore); Autore (es. Titolare)

Metadati custom trasferiti dal Produttore dei PdV al servizio di conservazione oltre a quelli
comuni previsti dall’Allegato 5 delle Linee Guida Agid

Descrizione metadato Tipo del metadato Obbligatorio Controllo


valorizzazione
Data inizio Data [aaaa-mm-gg] NO NO
data iniziale del periodo a cui il documento si riferisce
Data fine Data [aaaa-mm-gg] NO NO
data finale del periodo a cui il documento si riferisce
Contribuente Max 200 caratteri NO NO
a cui si riferisce la dichiarazione alfanumerici
Tipo Max 200 caratteri NO NO
campo descrittivo facoltativo alfanumerici

Torna all’elenco documenti

Pag. 112
2041 - ISTANZE DI RIMBORSO IRAP
Codice tipologia nel Servizio
2041

Contenuto
La presente tipologia documentale descrive il modello per l’istanza di rimborso IRAP, che il contribuente può
chiedere per le maggiori imposte sui redditi (Irpef e Ires) versate per effetto della mancata deduzione
dell’Irap relativa alle spese per il personale dipendente e assimilato.

Suggerimenti: compilare il metadato obbligatorio “Data documento” con la data di trasmissione oppure con
l’ultimo giorno del periodo imposta/anno o del periodo di riferimento.
Compilare il metadato obbligatorio “Numero documento” con il Protocollo entratel/fisconline” oppure con
l’Anno/periodo imposta.

Formati previsti
PDF/A - PDF/B - PDF - XML – TXT - TIF -TIFF - JPG - JPEG- P7M - DCM (file XML controllato da Entratel con
estensione .dcm)

Soggetti minimi previsti


Soggetto che effettua la registrazione (può coincidere con l’Autore); Autore (es. Titolare)

Metadati custom trasferiti dal Produttore dei PdV al servizio di conservazione oltre a quelli
comuni previsti dall’Allegato 5 delle Linee Guida Agid

Descrizione metadato Tipo del metadato Obbligatorio Controllo


valorizzazione
Data inizio Data [aaaa-mm-gg] NO NO
data iniziale del periodo a cui il documento si riferisce
Data fine Data [aaaa-mm-gg] NO NO
data finale del periodo a cui il documento si riferisce
Contribuente Max 200 caratteri NO NO
a cui si riferisce la dichiarazione alfanumerici
Modalità di trasmissione Max 200 caratteri NO NO
indicare la modalità di trasmissione alfanumerici

Torna all’elenco documenti

Pag. 113
2060 - MODELLO CREDITI IVA TR
Codice tipologia nel Servizio
2060

Contenuto
La presente tipologia documentale descrive il modello CREDITI IVA TR che il contribuente può utilizzare per
la richiesta di rimborso o utilizzo in compensazione del credito iva trimestrale.

Suggerimenti: compilare il metadato obbligatorio “Data documento” con la data di trasmissione oppure con
l’ultimo giorno del periodo imposta/anno o del periodo di riferimento.
Compilare il metadato obbligatorio “Numero documento” con il Protocollo entratel/fisconline” oppure con
l’Anno/periodo imposta.

Formati previsti
PDF/A - PDF/B - PDF - XML - TXT - TIF -TIFF - JPG - JPEG- P7M - DCM (file XML controllato da Entratel con
estensione .dcm)

Soggetti minimi previsti


Autore (es. Titolare) Soggetto che effettua la registrazione (può coincidere con l’Autore); Autore (es. Titolare)

Metadati custom trasferiti dal Produttore dei PdV al servizio di conservazione oltre a quelli
comuni previsti dall’Allegato 5 delle Linee Guida Agid

Descrizione metadato Tipo del metadato Obbligatorio Controllo


valorizzazione
Trimestre Intero 1 numero (Es. 2) SÌ NO
Indicare il valore del trimestre (valori da 1 a 3)
inserito nel modello crediti Iva TR
Contribuente Max 200 caratteri NO NO
indicare il contribuente a cui si riferisce la alfanumerici
dichiarazione
Modalità di trasmissione Max 200 caratteri NO NO
indicare la modalità di trasmissione alfanumerici

Torna all’elenco documenti

Pag. 114
2042 - SCHEDA DESTINAZIONE 8xMILLE, 5xMILLE, 2xMILLE
Codice tipologia nel Servizio
2042

Contenuto
La presente tipologia documentale descrive il modello di dichiarazione per la scelta della destinazione per
l’8 per mille, il 5 per mille e il 2 per mille, da utilizzare esclusivamente nei casi di esonero dalla presentazione
della dichiarazione.

Suggerimenti: compilare il metadato obbligatorio “Data documento” con la data di trasmissione oppure con
l’ultimo giorno del periodo imposta/anno o del periodo di riferimento.
Compilare il metadato obbligatorio “Numero documento” con il Protocollo entratel/fisconline” oppure con
l’Anno/periodo imposta.

Formati previsti
PDF/A - PDF/B - PDF - XML – TXT - TIF -TIFF - JPG - JPEG- P7M - DCM (file XML controllato da Entratel con
estensione .dcm)

Soggetti minimi previsti


Soggetto che effettua la registrazione (può coincidere con l’Autore); Autore (es. Titolare)

Metadati custom trasferiti dal Produttore dei PdV al servizio di conservazione oltre a quelli
comuni previsti dall’Allegato 5 delle Linee Guida Agid

Descrizione metadato Tipo del metadato Obbligatorio Controllo valorizzazione


Contribuente Max 200 caratteri NO NO
indicare il contribuente a cui si riferisce la alfanumerici
dichiarazione
Tipo Max 200 caratteri NO NO
campo descrittivo facoltativo alfanumerici

Torna all’elenco documenti

Pag. 115
2043 - DOMANDA ISCRIZIONE 5 PER MILLE
Codice tipologia nel Servizio
2043

Contenuto
La presente tipologia documentale descrive il modello di domanda di iscrizione al 5 per mille che possono
presentare gli enti del volontariato e le associazioni sportive dilettantistiche di cui all’articolo 1, comma 1,
lettera a) e lettera e), del decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 23 aprile 2010.

Suggerimenti: compilare il metadato obbligatorio “Data documento” con la data di trasmissione oppure con
l’ultimo giorno del periodo imposta/anno o del periodo di riferimento.
Compilare il metadato obbligatorio “Numero documento” con il Protocollo entratel/fisconline” oppure con
l’Anno/periodo imposta.

Formati previsti
PDF/A - PDF/B - PDF - XML – TXT - TIF -TIFF - JPG - JPEG- P7M - DCM (file XML controllato da Entratel con
estensione .dcm)

Soggetti minimi previsti


Soggetto che effettua la registrazione (può coincidere con l’Autore); Autore (es. Titolare)

Metadati custom trasferiti dal Produttore dei PdV al servizio di conservazione oltre a quelli
comuni previsti dall’Allegato 5 delle Linee Guida Agid

Descrizione metadato Tipo del metadato Obbligatorio Controllo


valorizzazione
Ente Max 200 caratteri NO NO
indicare l’ente a cui si riferisce la domanda alfanumerici
Tipo di comunicazione Max 200 caratteri NO NO
campo descrittivo facoltativo alfanumerici

Torna all’elenco documenti

Pag. 116
2044 - DICHIARAZIONE DI INTENTO
Codice tipologia nel Servizio
2044

Contenuto
La presente tipologia documentale descrive la dichiarazione di intento per gli acquisti intracomunitari a cui
sono obbligati gli esportatori abituali che intendono acquistare o importare senza applicazione dell’IVA.

Suggerimenti: compilare il metadato obbligatorio “Data documento” con la data di trasmissione oppure con
l’ultimo giorno del periodo imposta/anno o del periodo di riferimento.
Compilare il metadato obbligatorio “Numero documento” con il Protocollo entratel/fisconline” oppure con
l’Anno/periodo imposta.

Formati previsti
PDF/A - PDF/B – PDF - XML – TXT - TIF -TIFF - JPG - JPEG- P7M - DCM (file XML controllato da Entratel con
estensione .dcm)

Soggetti minimi previsti


Soggetto che effettua la registrazione (può coincidere con l’Autore); Autore (es. Titolare)

Metadati custom trasferiti dal Produttore dei PdV al servizio di conservazione oltre a quelli
comuni previsti dall’Allegato 5 delle Linee Guida Agid

Descrizione metadato Tipo del metadato Obbligatorio Controllo valorizzazione


Soggetto Esportatore tenuto alla comunicazione Max 200 caratteri NO NO
indicare il soggetto esportatore alfanumerici
Tipo Max 200 caratteri NO NO
campo descrittivo facoltativo alfanumerici

Torna all’elenco documenti

Pag. 117
2061 - LETTERE DI INTENTO EMESSE E RICEVUTE
Codice tipologia nel Servizio
2061

Contenuto
La presente tipologia documentale risponde all’esigenza di conservare le lettere di intento emesse e ricevute
in ambito acquisti intracomunitari a cui sono obbligati gli esportatori abituali che intendono acquistare o
importare senza applicazione dell’IVA. Eventualmente possono essere conservate in questa tipologia anche
le ricevute delle dichiarazioni d’intento trasmesse.

Formati previsti
PDF/A - PDF/B - PDF - TIF -TIFF - JPG - JPEG- P7M

Soggetti minimi previsti


Soggetto che effettua la registrazione (può coincidere con l’Autore); Autore (es. Titolare)
o Mittente a seconda dei casi

Metadati custom trasferiti dal Produttore dei PdV al servizio di conservazione oltre a quelli
comuni previsti dall’Allegato 5 delle Linee Guida Agid

Descrizione metadato aggiuntivo Tipo del metadato Obbligatorio Controllo


valorizzazione
Tipo Lettera d’Intento Max 200 caratteri NO NO
Campo descrittivo per indicare se trattasi di una alfanumerici
lettera d’Intento Emessa o Ricevuta o se si tratta
della Ricevuta dell’AE
Soggetto Esportatore tenuto alla comunicazione Max 200 caratteri NO NO
indicare il soggetto esportatore alfanumerici

Torna all’elenco documenti

Pag. 118
2062 - REGISTRO LETTERE DI INTENTO
Codice tipologia nel Servizio
2062

Contenuto
La presente tipologia documentale risponde all’esigenza di conservare il registro delle lettere di intento
emesse e/o ricevute, la cui tenuta ed aggiornamento è prevista sia per l’esportatore che per il fornitore.

Suggerimenti: compilare il metadato obbligatorio “Data documento” con l’ultimo giorno del periodo
imposta/anno o del periodo di riferimento.
Compilare il metadato obbligatorio “Numero documento” con l’Anno/periodo imposta.

Formati previsti
PDF/A - PDF/B - PDF - TIF -TIFF - JPG - JPEG- P7M

Soggetti minimi previsti


Soggetto che effettua la registrazione (può coincidere con l’Autore); Autore (es. Titolare)

Metadati custom trasferiti dal Produttore dei PdV al servizio di conservazione oltre a quelli
comuni previsti dall’Allegato 5 delle Linee Guida Agid

Descrizione metadato Tipo del metadato Obbligatorio Controllo valorizzazione


Tipo Max 200 caratteri NO NO
Campo descrittivo facoltativo, da utilizzare nel caso in alfanumerici
cui sia distinto il Registro delle Lettere d’Intento Emesse
dal Registro di quelle Ricevute

Torna all’elenco documenti

Pag. 119
2045 - MODELLI F24
Codice tipologia nel Servizio
2045

Contenuto
La presente tipologia documentale descrive il modello F24, che deve essere utilizzato da tutti i contribuenti,
titolari e non titolari di partita Iva, per il versamento di tributi, contributi e premi.
In questa tipologia può essere conservato anche il modello F24 Comulativo Intermediari, in tal caso è
consigliabile specificarlo nel metadato Tipo.

Suggerimenti: compilare il metadato obbligatorio “Data documento” con la data di trasmissione oppure con
data di versamento.
Compilare il metadato obbligatorio “Numero documento” con il Protocollo entratel/fisconline” oppure con
l’Anno/periodo imposta.

Formati previsti
PDF/A - PDF/B - PDF - XML – TXT - TIF -TIFF - JPG - JPEG- P7M - DCM (file XML controllato da Entratel con
estensione .dcm)

Soggetti minimi previsti


Soggetto che effettua la registrazione (può coincidere con l’Autore); Autore (es. Titolare)

Metadati custom trasferiti dal Produttore dei PdV al servizio di conservazione oltre a quelli
comuni previsti dall’Allegato 5 delle Linee Guida Agid

Descrizione metadato Tipo del metadato Obbligatorio Controllo


valorizzazione
Contribuente Max 200 caratteri NO NO
indicare il contribuente a cui si riferisce il F24 alfanumerici
Sezioni del F24 Max 200 caratteri NO NO
indicare le sezioni che sono state compilate sul F24 alfanumerici
Tipo Max 200 caratteri NO NO
campo descrittivo facoltativo alfanumerici

Torna all’elenco documenti

Pag. 120
2046 - MODELLI F23
Codice tipologia nel Servizio
2046

Contenuto
La presente tipologia documentale descrive il modello F23, che deve essere utilizzato da tutti i contribuenti,
titolari e non titolari di partita Iva, per il versamento di imposte, tasse e sanzioni come prescritto da legge
(imposta di registro, ipotecaria e catastale, imposta sulle successioni e donazioni, sanzioni inflitte da autorità
giudiziarie e amministrative, tasse erariali e demaniali, ecc.).

Suggerimenti: compilare il metadato obbligatorio “Data documento” con la data di trasmissione oppure con
la data versamento oppure l’ultimo giorno del periodo imposta/anno o del periodo di riferimento.
Compilare il metadato obbligatorio “Numero documento” con il Protocollo entratel/fisconline” oppure con
l’Anno/periodo imposta.

Formati previsti
PDF/A - PDF/B - PDF - XML – TXT - TIF -TIFF - JPG - JPEG- P7M - DCM (file XML controllato da Entratel con
estensione .dcm)

Soggetti minimi previsti


Soggetto che effettua la registrazione (può coincidere con l’Autore); Autore (es. Titolare)

Metadati custom trasferiti dal Produttore dei PdV al servizio di conservazione oltre a quelli
comuni previsti dall’Allegato 5 delle Linee Guida Agid

Descrizione metadato Tipo del metadato Obbligatorio Controllo


valorizzazione
Contribuente Max 200 caratteri alfanumerici NO NO
indicare il contribuente a cui si riferisce il F23
Codici Tributo Max 200 caratteri alfanumerici NO NO
indicare i codici tributo utilizzati sul F23
Tipo Max 200 caratteri alfanumerici NO NO
campo descrittivo facoltativo

Torna all’elenco documenti

Pag. 121
2063 - QUIETANZE VERSAMENTI (F24, F23, RLI, ecc.)
Codice tipologia nel Servizio
2063

Contenuto
La presente tipologia documentale comprende le quietanze dei versamenti effettuati, ad esempio le
quietanze rilasciate dall’AE in relazione alle deleghe F24, F23 ecc.

Suggerimenti: compilare il metadato obbligatorio “Data documento” con la data di quietanza.


Compilare il metadato obbligatorio “Numero documento” con il Protocollo entratel/fisconline” oppure con
l’Anno/periodo imposta.

Formati previsti
PDF/A - PDF/B - PDF - XML – TXT - TIF -TIFF - JPG - JPEG- P7M

Soggetti minimi previsti


Soggetto che effettua la registrazione (può coincidere con l’Autore); Autore (es. Titolare)

Metadati custom trasferiti dal Produttore dei PdV al servizio di conservazione oltre a quelli
comuni previsti dall’Allegato 5 delle Linee Guida Agid

Descrizione metadato Tipo del metadato Obbligatorio Controllo


valorizzazione
Contribuente Max 200 caratteri NO NO
a cui si riferisce la quietanza alfanumerici
Tipo Max 200 caratteri NO NO
campo descrittivo facoltativo alfanumerici

Torna all’elenco documenti

Pag. 122
2047 - COMUNICAZIONE POLIVALENTE (SPESOMETRO, BLACK
LIST, REP. SAN MARINO)
Codice tipologia nel Servizio
2047

Contenuto
La presente tipologia documentale descrive la comunicazione polivalente che deve essere presentata da
tutti i soggetti passivi Iva che effettuano delle operazioni legate ad aziende residenti in nazioni dalla fiscalità
privilegiata, delle attività operanti nel settore turistico, che registrano degli acquisti effettuati nella
Repubblica di San Marino oppure che svolgono qualsiasi altra operazione rilevante ai fini dell'IVA.
Nel metadato Tipo è possibile specificare se si tratta di comunicazione Spesometro, operazioni Black List o
acquisti da Repubblica di San Marino. Mentre nel metadato Tipologia di comunicazione è possibile indicare
se si tratta di comunicazione ordinaria, sostitutiva e annullamento.
Questa tipologia accoglie anche i precedenti modelli di comunicazione presentati in forma non unificata.

Suggerimenti: compilare il metadato obbligatorio “Data documento” con la data di trasmissione oppure con
l’ultimo giorno del periodo imposta/anno o del periodo di riferimento.
Compilare il metadato obbligatorio “Numero documento” con il Protocollo entratel/fisconline” oppure con
l’Anno/periodo imposta.

Formati previsti
PDF/A - PDF/B - PDF - XML – TXT - TIF -TIFF - JPG - JPEG- P7M - DCM (file XML controllato da Entratel con
estensione .dcm)

Soggetti minimi previsti


Soggetto che effettua la registrazione (può coincidere con l’Autore); Autore (es. Titolare)

Metadati custom trasferiti dal Produttore dei PdV al servizio di conservazione oltre a quelli
comuni previsti dall’Allegato 5 delle Linee Guida Agid

Descrizione metadato Tipo del metadato Obbligatorio Controllo


valorizzazione
Periodo di riferimento Mese o Trimestre, Max 200 caratteri NO NO
compilare per operazioni da e verso Paesi della black list e alfanumerici (per es. 3
per quelle relative agli acquisti da per Mese, T3 per
operatori sammarinesi trimestre)

Soggetto a cui si riferisce la comunicazione Max 200 caratteri NO NO


alfanumerici

Pag. 123
Soggetto che effettua la comunicazione Max 200 caratteri NO NO
alfanumerici
Tipo Max 200 caratteri NO NO
indicare se si tratta di comunicazione spesometro, black list alfanumerici
o acquisti da San Marino
Tipologia di comunicazione Max 200 caratteri NO NO
indicare se si tratta di comunicazione ordinaria, sostitutiva, alfanumerici
annullamento, ecc.
Formato di comunicazione Max 200 caratteri NO NO
indicare se si tratta di dati aggregati o dati analitici alfanumerici

Torna all’elenco documenti

Pag. 124
2065 - COMUNICAZIONE BENI D’IMPRESA
Codice tipologia nel Servizio
2065

Contenuto
La presente tipologia documentale descrive il modello di comunicazione relativo ai beni concessi in
godimento a soci o familiari e finanziamenti, capitalizzazioni e apporti effettuati dai soci o familiari
dell'imprenditore nei confronti dell’impresa

Suggerimenti: compilare il metadato obbligatorio “Data documento” con la data di trasmissione oppure con
l’ultimo giorno del periodo imposta/anno o del periodo di riferimento.
Compilare il metadato obbligatorio “Numero documento” con il Protocollo entratel/fisconline” oppure con
l’Anno/periodo imposta.

Formati previsti
PDF/A - PDF/B - PDF - XML – TXT - TIF -TIFF - JPG - JPEG- P7M - DCM (file XML controllato da Entratel con
estensione .dcm)

Soggetti minimi previsti


Soggetto che effettua la registrazione (può coincidere con l’Autore); Autore (es. Titolare)

Metadati custom trasferiti dal Produttore dei PdV al servizio di conservazione oltre a quelli
comuni previsti dall’Allegato 5 delle Linee Guida Agid

Descrizione metadato Tipo del metadato Obbligatorio Controllo


valorizzazione
Soggetto a cui si riferisce la comunicazione Max 200 caratteri NO NO
alfanumerici
Soggetto che effettua la comunicazione Max 200 caratteri NO NO
alfanumerici
Tipologia di comunicazione Max 200 caratteri NO NO
indicare se ordinaria, sostitutiva, annullamento, ecc. alfanumerici

Torna all’elenco documenti

Pag. 125
2048 - INTRASTAT (ELENCHI RIEPILOGATIVI DEGLI SCAMBI
INTRACOMUNITARI)
Codice tipologia nel Servizio
2048

Contenuto
La presente tipologia documentale descrive i modelli INTRASTAT per gli elenchi riepilogativi degli scambi
intracomunitari (acquisti e cessioni intracomunitarie).

Suggerimenti: compilare il metadato obbligatorio “Data documento” con la data di trasmissione oppure
con l’ultimo giorno del periodo imposta/anno o del periodo di riferimento.
Compilare il metadato obbligatorio “Numero documento” con il Protocollo telematico dogane oppure con
l’Anno/periodo imposta.

Formati previsti
PDF/A - PDF/B - PDF - XML – TXT - TIF -TIFF - JPG - JPEG- P7M - DCM (file XML controllato da Entratel con
estensione .dcm)

Soggetti minimi previsti


Soggetto che effettua la registrazione (può coincidere con l’Autore); Autore (es. Titolare)

Metadati custom trasferiti dal Produttore dei PdV al servizio di conservazione oltre a quelli
comuni previsti dall’Allegato 5 delle Linee Guida Agid

Descrizione metadato Tipo del metadato Obbligatorio Controllo


valorizzazione
Periodo di riferimento Mese Intero da 1 a 12 NO, se valorizzato il NO
trimestre
Periodo di riferimento Trimestre Max 200 caratteri NO, se valorizzato il mese NO
alfanumerici
Soggetto obbligato Max 200 caratteri NO NO
alfanumerici
Soggetto delegato Max 200 caratteri NO NO
alfanumerici
Tipo di modello Max 200 caratteri NO NO
indicare se trattasi di INTRA-1, INTRA-2, ecc. alfanumerici

Torna all’elenco documenti

Pag. 126
2049 - DICHIARAZIONE DELL’IMPOSTA DI BOLLO ASSOLTA IN
MODO VIRTUALE

Codice tipologia nel Servizio


2049

Contenuto
La presente tipologia documentale descrive il modello di dichiarazione dell’imposta di bollo assolta in modo
virtuale contenuta nell’articolo 15 del DPR n. 642/1972 a cui sono assoggettati gli atti e documenti per i quali
l’imposta di bollo è assolta con modalità virtuale.

Suggerimenti: compilare il metadato obbligatorio “Data documento” con la data di trasmissione oppure con
l’ultimo giorno del periodo imposta/anno o del periodo di riferimento.
Compilare il metadato obbligatorio “Numero documento” con il Protocollo entratel/fisconline oppure con
l’Anno/periodo imposta.

Formati previsti
PDF/A - PDF/B - PDF - XML – TXT - TIF -TIFF - JPG - JPEG- P7M - DCM (file XML controllato da Entratel con
estensione .dcm)

Soggetti minimi previsti


Soggetto che effettua la registrazione (può coincidere con l’Autore); Autore (es. Titolare)

Metadati custom trasferiti dal Produttore dei PdV al servizio di conservazione oltre a quelli
comuni previsti dall’Allegato 5 delle Linee Guida Agid

Descrizione metadato Tipo del metadato Obbligatorio Controllo


valorizzazione
Periodo di riferimento Data Data [aaaa-mm-gg] SÌ NO
nel caso di dichiarazione a seguito di rinunzia
anche nei casi di operazioni straordinarie va
inserita la data corrispondente all’ultimo giorno in
cui è operativa l’autorizzazione, mentre nel caso
di operazioni straordinarie che non hanno
comportato una rinunzia all’autorizzazione
occorre indicare la data a decorrere dalla quale
ha avuto effetto l’operazione
Soggetto a cui si riferisce la dichiarazione Max 200 caratteri NO NO
alfanumerici
Tipo di dichiarazione Max 200 caratteri NO NO
alfanumerici

Pag. 127
indicare se trattasi di codice 1 consuntiva, codice
2 a seguito di rinunzia, codice 3 operazioni
straordinarie
Estremi dell’autorizzazione all’assolvimento Max 200 caratteri NO NO
dell’imposta in modo virtuale alfanumerici
Anno rilascio autorizzazione Intero 4 numeri (Es. NO NO
indicare l’anno in cui è stata rilasciata 2021)
l’autorizzazione all’assolvimento virtuale

Torna all’elenco documenti

Pag. 128
2050 - COMUNICAZIONE MODELLI AA5/AA6

Codice tipologia nel Servizio


2050

Contenuto
La presente tipologia documentale descrive il modello per la domanda di attribuzione del codice fiscale e per
la comunicazione di variazione dati, avvenuta fusione, concentrazione, trasformazione, estinzione.

Suggerimenti: compilare il metadato obbligatorio “Data documento” con la data di trasmissione oppure con
l’ultimo giorno del periodo imposta/anno o del periodo di riferimento.
Compilare il metadato obbligatorio “Numero documento” con il Protocollo entratel/fisconline oppure con
l’Anno/periodo imposta.

Formati previsti
PDF/A - PDF/B - PDF - XML – TXT - TIF -TIFF - JPG - JPEG- P7M - DCM (file XML controllato da Entratel con
estensione .dcm)

Soggetti minimi previsti


Soggetto che effettua la registrazione (può coincidere con l’Autore); Autore (es. Titolare)

Metadati custom trasferiti dal Produttore dei PdV al servizio di conservazione oltre a quelli
comuni previsti dall’Allegato 5 delle Linee Guida Agid

Descrizione metadato Tipo del metadato Obbligatorio Controllo


valorizzazione
Soggetto d’imposta Max 200 caratteri NO NO
soggetto a cui si riferisce la comunicazione alfanumerici
Tipo di richiesta indicare per esempio: codice 1- Max 200 caratteri NO NO
attribuzione del numero di codice fiscale, ecc.) alfanumerici

Torna all’elenco documenti

Pag. 129
2051 - COMUNICAZIONE MODELLI AA7/AA9
Codice tipologia nel Servizio
2051

Contenuto
La presente tipologia documentale descrive il modello per la dichiarazione di inizio attività, variazione dati o
cessazione attività ai fini dell’imposta sul valore aggiunto (ai fini IVA).

Suggerimenti: compilare il metadato obbligatorio “Data documento” con la data di trasmissione oppure con
l’ultimo giorno del periodo imposta/anno o del periodo di riferimento.
Compilare il metadato obbligatorio “Numero documento” con il Protocollo entratel/fisconline oppure con
l’Anno/periodo imposta.

Formati previsti
PDF/A - PDF/B - PDF - XML – TXT - TIF -TIFF - JPG - JPEG- P7M - DCM (file XML controllato da Entratel con
estensione .dcm)

Soggetti minimi previsti


Soggetto che effettua la registrazione (può coincidere con l’Autore); Autore (es. Titolare)

Metadati custom trasferiti dal Produttore dei PdV al servizio di conservazione oltre a quelli
comuni previsti dall’Allegato 5 delle Linee Guida Agid

Descrizione metadato Tipo del metadato Obbligatorio Controllo


valorizzazione
Soggetto d’imposta Max 200 caratteri NO NO
soggetto a cui si riferisce la comunicazione alfanumerici
Tipo di richiesta Max 200 caratteri NO NO
indicare per esempio codice 1 - inizio alfanumerici
attività con attribuzione del numero di
codice fiscale e partita iva, ecc.)

Torna all’elenco documenti

Pag. 130
2052 - DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA UNICA (DSU) ISEE
Codice tipologia nel Servizio
2052

Contenuto
La presente tipologia documentale descrive il modello di dichiarazione sostitutiva unica (DSU) la cui
presentazione telematica all’INPS è necessaria per il calcolo dell’ISEE (Indicatore della Situazione Economica
Equivalente) ai fini dell’accesso alle prestazioni sociali agevolate (ad es. retta agevolata per l’asilo nido,
mensa scolastica, sussidi assistenziali, diritto allo studio universitario, prestazioni socio-sanitarie).
La presente tipologia documentale comprende il modello MINI, il modello INTEGRALE ed il modello
CORRENTE della dichiarazione DSU a seconda delle esigenze del Titolare dei documenti. Inoltre sotto la stessa
tipologia può essere conservata la ricevuta INPS, l’attestazione INPS dell’indicatore ISEE calcolato, l’eventuale
autocertificazione dello stato famiglia, il mandato di incarico al CAF, copia del documento d’identità del
dichiarante, ecc. In tal caso si consiglia di valorizzare il metadato “Tipo” come meglio sotto specificato, al fine
di poter ricercare efficacemente poi i diversi documenti conservati sotto la medesima tipologia

Suggerimenti: compilare il metadato obbligatorio “Data documento” con la data di presentazione oppure
con l’ultimo giorno del periodo imposta/anno o del periodo di riferimento.
Compilare il metadato obbligatorio “Numero documento” con l’Anno/periodo imposta.

Formati previsti
PDF/A - PDF/B - PDF - XML – TXT - TIF -TIFF - JPG - JPEG- P7M

Soggetti minimi previsti


Soggetto che effettua la registrazione (può coincidere con l’Autore); Autore (es. Titolare)

Metadati custom trasferiti dal Produttore dei PdV al servizio di conservazione oltre a quelli
comuni previsti dall’Allegato 5 delle Linee Guida Agid

Descrizione metadato Tipo del metadato Obbligatorio Controllo


valorizzazione
Data di sottoscrizione della DSU Data [aaaa-mm-gg] SÌ NO
indicare la data in cui è stata sottoscritta
Soggetto Dichiarante Max 200 caratteri SÌ NO
alfanumerici
Codice fiscale del Dichiarante Max 200 caratteri SÌ NO
alfanumerici
Tipo Max 200 caratteri NO NO
descrive la sotto tipologia documentale ad alfanumerici
esempio DSU mini, DSU integrale, DSU corrente,

Pag. 131
ricevuta INPS, attestazione INPS calcolo ISEE,
l’eventuale autocertificazione dello stato famiglia,
il mandato di incarico al CAF, copia del documento
d’identità del dichiarante, ecc.
Torna all’elenco documenti

Pag. 132
2053 - DICHIARAZIONE RED

Codice tipologia nel Servizio


2053

Contenuto
La presente tipologia documentale descrive il modello RED, ossia una dichiarazione annuale, prevista dalla
legge, che deve essere presentata telematicamente all’INPS dai pensionati che percepiscono, oltre alla
pensione, prestazioni previdenziali e assistenziali integrative collegate al reddito. Sotto la predetta tipologia
possono essere conservati altri documenti allegati o correlati alla gestione della Dichiarazione RED, quali ad
esempio la ricevuta INPS, il mandato di incarico al CAF, la copia del documento d’identità del dichiarante,
ecc. In tal caso si consiglia di valorizzare il metadato “Tipo” come meglio sotto specificato, al fine di poter
ricercare efficacemente poi i diversi documenti conservati sotto la medesima tipologia.

Suggerimenti: compilare il metadato obbligatorio “Data documento” con la data di presentazione oppure
con l’ultimo giorno del periodo imposta/anno o del periodo di riferimento.
Compilare il metadato obbligatorio “Numero documento” con l’Anno/periodo imposta.

Formati previsti
PDF/A - PDF/B - PDF - XML – TXT - TIF -TIFF - JPG - JPEG- P7M

Soggetti minimi previsti


Soggetto che effettua la registrazione (può coincidere con l’Autore); Autore (es. Titolare)

Metadati custom trasferiti dal Produttore dei PdV al servizio di conservazione oltre a quelli
comuni previsti dall’Allegato 5 delle Linee Guida Agid

Descrizione metadato Tipo del metadato Obbligatorio


Data di sottoscrizione del modello RED Data [aaaa-mm-gg] SÌ
indicare la data in cui è stato sottoscritto
Soggetto Pensionato Max 200 caratteri SÌ
Indicare Cognome e Nome alfanumerici
Codice fiscale del Pensionato dichiarante Max 200 caratteri SÌ
alfanumerici
Tipo Max 200 caratteri NO
descrive la sotto tipologia documentale, ad esempio ricevuta INPS del RED, ecc. alfanumerici

Torna all’elenco documenti

Pag. 133
2054 - DICHIARAZIONE MODELLI INV.CIV
Codice tipologia nel Servizio
2054

Contenuto
La presente tipologia documentale descrive i vari modelli cosiddetti INV.CIV, ossia delle dichiarazioni di
responsabilità per l’erogazione di prestazioni assistenziali per gli invalidi civili.
La presente tipologia accoglie il modello ICRIC (Invalidità Civile RICovero), il modello ICLAV (Invalidità Civile
LAVoro), Accas/PS (ACCertamento Assegno Sociale / Pensione Sociale) e i successivi o precedenti modelli
INPS per la gestione delle agevolazioni previste in ambito invalidità civili. Sotto la predetta tipologia possono
essere conservati altri documenti allegati o correlati alla gestione dei modelli dichiarativi di Invalidità Civile,
quali ad esempio la ricevuta INPS, il mandato di incarico al CAF, la copia del documento d’identità del
dichiarante, ecc. In tal caso si consiglia di valorizzare il metadato “Tipo” come meglio sotto specificato, al fine
di poter ricercare efficacemente poi i diversi documenti conservati sotto la medesima tipologia.

Suggerimenti: compilare il metadato obbligatorio “Data documento” con la data di presentazione oppure
con l’ultimo giorno del periodo imposta/anno o del periodo di riferimento.
Compilare il metadato obbligatorio “Numero documento” con l’Anno/periodo imposta.

Formati previsti
PDF/A - PDF/B - PDF - XML – TXT - TIF -TIFF - JPG - JPEG- P7M

Soggetti minimi previsti


Soggetto che effettua la registrazione (può coincidere con l’Autore); Autore (es. Titolare)

Metadati custom trasferiti dal Produttore dei PdV al servizio di conservazione oltre a quelli
comuni previsti dall’Allegato 5 delle Linee Guida Agid

Descrizione metadato Tipo del metadato Obbligatorio Controllo


valorizzazione
Data di sottoscrizione del modello Data [aaaa-mm-gg] SÌ NO
indicare la data in cui è stato sottoscritto
Soggetto Titolare Max 200 caratteri SÌ NO
Cognome e Nome del titolare, ossia del titolare di alfanumerici
indennità di accompagnamento o di indennità di
frequenza, del titolari di assegno mensile per invalidità
civile, del titolari di pensione sociale o assegno sociale,
ecc. a seconda del modello
Codice fiscale del Titolare Max 200 caratteri SÌ NO
alfanumerici

Pag. 134
Tipo Max 200 caratteri NO NO
descrive la sotto tipologia documentale ad esempio il alfanumerici
Tipo di Modello ICRIC, ICLAV e Accas/PS

Torna all’elenco documenti

Pag. 135
2077 - ALTRE DICHIARAZIONI

Codice tipologia nel Servizio


2077

Contenuto
La presente tipologia documentale descrive altre possibili dichiarazioni che il Titolare intende conservare
digitalmente a norma e che non trova definite nelle precedenti tipologie documentali. Le dichiarazioni
possono essere di diversa natura (tributaria, lavoristica, ecc), tuttavia per gestire correttamente ed in modo
chiaro ed omogeneo le possibili Dichiarazioni da versare al Servizio è necessario utilizzare il metadato
obbligatorio “tipo” indicando il tipo di dichiarazione che si sta sottoponendo al Servizio di conservazione, ciò
è fondamentale per le successive ricerche ed esibizioni dei documenti.

Formati previsti
PDF/A - PDF/B - PDF - TIF -TIFF - JPG - JPEG- P7M – XML – TXT - DCM (file XML controllato da Entratel con
estensione .dcm)

Soggetti minimi previsti


Soggetto che effettua la registrazione (può coincidere con l’Autore); Autore (es. Titolare)

Metadati custom trasferiti dal Produttore dei PdV al servizio di conservazione oltre a quelli
comuni previsti dall’Allegato 5 delle Linee Guida Agid

Descrizione metadato aggiuntivo Tipo del Obbligatorio Controllo


metadato valorizzazione
Tipo Dichiarazione Max 200 SÌ SÌ
descrive il tipo di dichiarazione; campo obbligatorio ed caratteri
importante alfanumerici
Denominazione Soggetto Max 200 SÌ NO
Inserire la ragione sociale per le persone giuridiche o il caratteri
cognome e nome per le persone fisiche del soggetto a cui alfanumerici
è riferita la dichiarazione. Il predetto Soggetto può essere
il contribuente, il dichiarante, il titolare, ecc. a seconda
del tipo di dichiarazione versata in conservazione
Codice fiscale Soggetto Max 200 SÌ NO
Inserire il codice fiscale del Soggetto caratteri
alfanumerici

Torna all’elenco documenti

Pag. 136
2078 - ALTRE COMUNICAZIONI
Codice tipologia nel Servizio
2078

Contenuto
La presente tipologia documentale descrive altre possibili comunicazioni che il Titolare intende conservare
digitalmente a norma. Le comunicazioni possono essere di diversa natura (tributaria, lavoristica, ecc), tuttavia
per gestire correttamente ed in modo chiaro ed omogeneo le possibili Comunicazioni da versare al Servizio
utilizzare il metadato obbligatorio “tipo” indicando il tipo di Comunicazione che si sta sottoponendo al
Servizio di conservazione, ciò è fondamentale per le successive ricerche ed esibizioni dei documenti.

Formati previsti
PDF/A - PDF/B - PDF - TIF -TIFF - JPG - JPEG- P7M – XML – TXT - DCM (file XML controllato da Entratel con
estensione .dcm)

Soggetti minimi previsti


Soggetto che effettua la registrazione (può coincidere con l’Autore); Autore (es. Titolare)

Metadati custom trasferiti dal Produttore dei PdV al servizio di conservazione oltre a quelli
comuni previsti dall’Allegato 5 delle Linee Guida Agid

Descrizione metadato Tipo del Obbligatorio Controllo


metadato valorizzazione
Tipo Comunicazione Max 200 caratteri SÌ SÌ
descrive il tipo di comunicazione; campo obbligatorio alfanumerici
ed importante
Denominazione Soggetto Max 200 caratteri SÌ NO
Inserire la ragione sociale per le persone giuridiche o il alfanumerici
cognome e nome per le persone fisiche del soggetto a
cui è riferita la comunicazione. Il predetto Soggetto
può essere il contribuente, il dichiarante, il titolare,
ecc. a seconda del tipo di comunicazione versata in
conservazione
Codice fiscale Soggetto Max 200 caratteri SÌ NO
Inserire il codice fiscale del Soggetto alfanumerici

Torna all’elenco documenti

Pag. 137
2055 - LOG (REGISTRAZIONI INFORMATICHE)
Codice tipologia nel Servizio
2055

Contenuto
La presente tipologia documentale descrive l’estrazione in un file di log in cui sono rappresentate le
registrazioni informatiche (record) di eventi, operazioni ed attività compiute da un utente, da
un’applicazione, da un servizio o da un server, ecc.
Un file di log è il risultato di una registrazione informatica delle informazioni risultanti da transazioni o
processi informatici o dalla presentazione telematica di dati attraverso moduli o formulari resi disponibili
all’utente. Un file di log prodotto nell’attività di una qualunque organizzazione e rilevante ai fini giuridici, per
poter essere attendibile ed inconfutabile come eventuale prova in giudizio, deve essere reso statico ed
immodificabile.
Pertanto, i documenti informatici LOG che possono avere una qualche rilevanza giuridica devono poter
garantire la loro autenticità dell’origine, integrità, qualità ed affidabilità.
Si consiglia, pertanto, un’estrazione giornaliera dei log in un documento informatico, di cui si garantisce la
paternità, e successivo versamento giornaliero al Servizio.
Di seguito in tabella è riportato un contenuto minimo dei log, ma è soltanto un consiglio, ciascun Titolare è
responsabile della formazione e del contenuto del file di log generato, mentre il Servizio si occupa della sua
conservazione nel tempo come oggetto digitale.

Descrizione contenuto minimo consigliato


Id Log (ID record)
(identificativo univoco del singolo log, record, memorizzato a database)
Soggetto ID
(identificativo o denominazione del soggetto a cui si riferisce l’operazione, l’evento o
l’attività registrata dal log)
Utente ID
(identificativo dello user a cui si riferisce l’operazione, l’evento o l’attività registrata dal log)
Tipo Operazione
(descrizione sintetica ma esaustiva dell’operazione, dell’evento o dell’attività registrata dal
log)
Data e ora Operazione
(nel formato conforme UTC tenendo conto dei periodi in cui è in vigore o meno l'ora legale)
Impronta (hash) del documento
(calcolata tramite algoritmo di hashing SHA256 ed utile se nella registrazione dell’evento vi è
un documento da loggare)
Destinatario
(identificativo o Denominazione del Destinatario dell’operazione o evento loggato, se
presente nell’evento o transazione da loggare)

Pag. 138
Suggerimenti: compilare il metadato obbligatorio “Data documento” con la Data di chiusura (creazione),
ossia di estrazione del file di log. È un metadato fondamentale per le ricerche, in quanto generalmente
possono essere tanti i file di log creati in un anno o in generale in un periodo)
Compilare il metadato obbligatorio “Numero documento” con l’Anno o in assenza “ND”.
Compilare il metadato obbligatori “Modalità di formazione” con “D) generazione o raggruppamento anche
in via automatica di un insieme di dati o registrazioni, provenienti da una o più banche dati, anche
appartenenti a più soggetti interoperanti, secondo una struttura logica predeterminata e memorizzata in
forma statica”.

Formati previsti
XML - TXT - PDF/A - PDF/B - PDF - P7M

Soggetti minimi previsti


Soggetto che effettua la registrazione (può coincidere con l’Autore); Autore (es. Titolare)

Metadati custom trasferiti dal Produttore dei PdV al servizio di conservazione oltre a quelli
comuni previsti dall’Allegato 5 delle Linee Guida Agid

Descrizione metadato Tipo del metadato Obbligatorio Controllo


valorizzazione
Tipo Max 200 caratteri SÌ NO
campo descrittivo libero per indicare la tipologia del log, alfanumerici
l’applicazione il sistema o il servizio che lo ha generato, ecc.
Inizio Periodo Riferimento Data [aaaa-mm-gg] SÌ NO
data inizio del periodo di riferimento per la registrazione dei
log
Fine Periodo Riferimento Data [aaaa-mm-gg] SÌ NO
data di inizio del periodo di riferimento per la registrazione
dei log

Torna all’elenco documenti

Pag. 139
2056 - MESSAGGI PEC
Codice tipologia nel Servizio
2056

Contenuto
La presente tipologia documentale descrive i messaggi di Posta Elettronica Certificata (PEC).
I messaggi PEC rappresentano una corrispondenza con rilevanza giuridica dell’attività dell’impresa e in
generale dell’organizzazione, pertanto devono essere conservati per dieci anni in osservanza degli artt. 2214
e 2220 cod. civ. Inoltre, i messaggi PEC che presentano un contenuto rilevante ai fini commerciali devono
essere conservati anche per soddisfare la norma fiscale (art. 22 del d.P.R. 600/73).
Essendo i messaggi PEC dei documenti informatici, l’art. 43 del Codice dell’Amministrazione Digitale (CAD)
dispone che la conservazione degli stessi venga eseguita nella modalità digitale secondo le regole tecniche in
materia di sistema di conservazione.
Inoltre, si consiglia di conservare sempre la “Ricevuta completa” del messaggio PEC, in quanto è quella che
contiene anche il messaggio del mittente e gli eventuali allegati.

Suggerimenti: compilare il metadato obbligatorio “identificativo” con l’Id del Messaggio PEC.
Compilare il metadato obbligatorio “Data documento” con la data di invio del messaggio o di ricezione dello
stesso a seconda del soggetto che lo conserva.
Compilare il metadato obbligatorio “Numero documento” con ID messaggio o casella mail/pec, oppure in
assenza inserire “ND”

Formati previsti
EML (conforme alla RFC 2822)

Soggetti minimi previsti


Soggetto che effettua la registrazione (può coincidere con il mittente); Mittente (es. Titolare per i messaggi
trasmessi) – Destinatario da aggiungere solo nei casi di ricezione se disponibile

Metadati custom trasferiti dal Produttore dei PdV al servizio di conservazione oltre a quelli
comuni previsti dall’Allegato 5 delle Linee Guida Agid
Descrizione metadato Tipo del metadato Obbligatorio Controllo
valorizzazione
Casella PEC Max 200 caratteri alfanumerici SÌ NO
casella PEC del soggetto che conserva i messaggi
PEC
Tipo Max 200 caratteri alfanumerici NO NO
Ricevuta di accettazione, Ricevuta di avvenuta
consegna, Ricevuta di mancata consegna, ecc.

Torna all’elenco documenti

Pag. 140
2057 - MESSAGGI MAIL ORDINARIA
Codice tipologia nel Servizio
2057

Contenuto
La presente tipologia documentale descrive i messaggi di MAIL ORDINARIA.
I messaggi MAIL possono rappresentare anche una corrispondenza che presenta una rilevanza giuridica
dell’attività dell’organizzazione, pertanto in tali casi è consigliabile la conservazione digitale a norma per dieci
anni in osservanza degli artt. 2214 e 2220 cod. civ., al fine di garantire alla MAIL i requisiti di staticità e
immodificabilità nel tempo, con tutte le limitazioni della MAIL rispetto alla PEC.
Inoltre, i messaggi di MAIL ORDINARIA che presentano un contenuto rilevante ai fini commerciali devono
essere conservati anche per soddisfare la norma fiscale (art. 22 del d.P.R. 600/73).
Essendo i messaggi di MAIL ORDINARIA dei documenti informatici, l’art. 43 del Codice dell’Amministrazione
Digitale (CAD) dispone che la conservazione degli stessi venga eseguita nella modalità digitale secondo le
regole tecniche in materia di sistema di conservazione, nei casi in cui per il Titolare la MAIL abbia un rilevanza
giuridico-commerciale.

Suggerimenti: compilare il metadato obbligatorio “identificativo” con l’Id del Messaggio mail.
Compilare il metadato obbligatorio “Data documento” con la data di invio del messaggio o di ricezione dello
stesso a seconda del soggetto che lo conserva.
Compilare il metadato obbligatorio “Numero documento” con ID messaggio o casella mail, oppure in assenza
inserire “ND”

Formati previsti
EML (conforme alla RFC 2822)

Soggetti minimi previsti


Soggetto che effettua la registrazione (può coincidere con il mittente); Mittente (es. Titolare per i messaggi
trasmessi) – Destinatario da aggiungere solo nei casi di ricezione se disponibile

Metadati custom trasferiti dal Produttore dei PdV al servizio di conservazione oltre a quelli
comuni previsti dall’Allegato 5 delle Linee Guida Agid

Descrizione metadato Tipo del Obbligatorio Controllo


metadato valorizzazione
Casella MAIL Max 200 caratteri SÌ NO
casella MAIL del soggetto che conserva i messaggi MAIL alfanumerici
Tipo Max 200 caratteri NO NO
alfanumerici

Pag. 141
Messaggio Mail, Conferma di Lettura, Conferma di
recapito, ecc.

Torna all’elenco documenti

Pag. 142
2066 - REGISTRO CRONOLOGICO
Codice tipologia nel Servizio
2066

Contenuto
La presente tipologia documentale descrive il Registro Cronologico su cui gli esercenti arti e professioni
devono annotare cronologicamente le somme percepite sotto qualsiasi forma e denominazione nell’esercizio
dell’arte o della professione, anche a titolo di partecipazione agli utili, e le spese di cui si richiede la deduzione
analitica.

Suggerimenti: Compilare il metadato obbligatorio “Data documento” con la data finale del periodo di
riferimento
Compilare il metadato obbligatorio “Numero documento” con l’anno o periodo/anno di riferimento

Formati previsti
PDF/A - PDF/B - PDF - TXT - TIF -TIFF - JPG - JPEG- P7M

Soggetti minimi previsti


Soggetto che effettua la registrazione (può coincidere con l’Autore); Autore (es. Titolare)

Metadati custom trasferiti dal Produttore dei PdV al servizio di conservazione oltre a quelli
comuni previsti dall’Allegato 5 delle Linee Guida Agid

Descrizione metadato Tipo del Obbligatorio Controllo


metadato valorizzazione
Data inizio Data [aaaa-mm-gg] NO NO
data iniziale del periodo a cui il documento si riferisce
Data fine Data [aaaa-mm-gg] NO NO
data finale del periodo a cui il documento si riferisce
Pagina iniziale Intero NO NO
numero pagina presente sul layout (sulla facciata
della prima pagina) del documento
Pagina finale Intero NO NO
numero pagina presente sul layout (sulla facciata
dell’ultima pagina) del documento
NB: I metadati facoltativi pagina iniziale e pagina finale possono essere utili da valorizzare ad esempio nei
casi in cui venga prodotto un file mensile o trimestrale del registro cronologico di dimensioni molto grandi,
ad esempio superiore a 80 MB.
Torna all’elenco documenti

Pag. 143
2067 - REGISTRO INCASSI E PAGAMENTI PROFESSIONISTI
Codice tipologia nel Servizio
2067

Contenuto
La presente tipologia documentale descrive il Registro per gli Incassi e i Pagamenti, di cui all’art. 19 del D.P.R.
600/73.

Suggerimenti: Compilare il metadato obbligatorio “Data documento” con la data finale del periodo di
riferimento
Compilare il metadato obbligatorio “Numero documento” con l’anno o periodo/anno di riferimento

Formati previsti
PDF/A - PDF/B - PDF - TXT - TIF -TIFF - JPG - JPEG- P7M

Soggetti minimi previsti


Soggetto che effettua la registrazione (può coincidere con l’Autore); Autore (es. Titolare)

Metadati custom trasferiti dal Produttore dei PdV al servizio di conservazione oltre a quelli
comuni previsti dall’Allegato 5 delle Linee Guida Agid

Descrizione metadato Tipo del Obbligatorio Controllo


metadato valorizzazione
Data inizio Data [aaaa-mm-gg] NO NO
data iniziale del periodo a cui il documento si riferisce
Data fine Data [aaaa-mm-gg] NO NO
data finale del periodo a cui il documento si riferisce
Pagina iniziale Intero NO NO
numero pagina presente sul layout (sulla facciata
della prima pagina) del documento
Pagina finale Intero NO NO
numero pagina presente sul layout (sulla facciata
dell’ultima pagina) del documento
NB: I metadati facoltativi pagina iniziale e pagina finale possono essere utili da valorizzare ad esempio nei
casi in cui venga prodotto un file mensile o trimestrale del registro cronologico di dimensioni molto grandi,
ad esempio superiore a 80 MB.
Torna all’elenco documenti

Pag. 144
2068 - DOCUMENTAZIONE ANTIRICICLAGGIO
Codice tipologia nel Servizio
2068

Contenuto
La presente tipologia documentale risponde all’esigenza di conservare la documentazione relativa agli
obblighi normativi previsti dal D.Lgs. 231/2007 in materia di antiriciclaggio, quindi può comprendere a titolo
di esempio non esaustivo le Schede di identificazione dei clienti in relazione agli obblighi antiriciclaggio, le
carte di identità dei clienti, le schede di valutazione del rischio di riciclaggio, le dichiarazioni del titolare
effettivo, le deleghe al dipendente/collaboratore per gli adempimenti antiriciclaggio, ecc.

Formati previsti
PDF/A - PDF/B - PDF - TXT - TIF -TIFF - JPG - JPEG- P7M

Soggetti minimi previsti


Soggetto che effettua la registrazione (può coincidere con l’Autore); Autore (es. Titolare) – Assegnatario,
facoltativo (soggetto a cui si riferisce il documento: Cliente, Titolare Effettivo, Dipendente, ecc.)

Metadati custom trasferiti dal Produttore dei PdV al servizio di conservazione oltre a quelli
comuni previsti dall’Allegato 5 delle Linee Guida Agid

Descrizione metadato Tipo del Obbligatorio Controllo


metadato valorizzazione
Tipo Max 200 caratteri SÌ NO
per esempio Scheda di Identificazione, Dichiarazione alfanumerici
Cliente, Delega a collaboratore, ecc.

Torna all’elenco documenti

Pag. 145
2071 - ATTI PUBBLICA AMMINISTRAZIONE
Codice tipologia nel Servizio
2071

Contenuto
La presente tipologia documentale risponde all’esigenza delle pubbliche amministrazioni di conservare gli
atti amministrativi emanati in modalità informatica da una PA. L’atto informatico, prodotto e detenuto in una
PA, è un documento informatico amministrativo, che richiede la gestione di particolari metadati aggiuntivi
rispetto ad un documento informatico.
La formazione dell’atto con relativa sottoscrizione in ottemperanza alla normativa vigente nel tempo è di
esclusiva responsabilità della PA che deve trasferire il documento al Servizio già valido giuridicamente nella
sua fase di formazione. Il Servizio di Conservazione di TeamSystem Service si limita a conservare il documento
informatico amministrativo così come lo ha ricevuto.

Formati previsti
PDF/A - PDF/B - PDF - TIF -TIFF - JPG - JPEG- P7M

Soggetti minimi previsti


Soggetto che effettua la registrazione (può coincidere con l’Autore); Autore (es. Titolare) o Mittente

Metadati custom trasferiti dal Produttore dei PdV al servizio di conservazione oltre a quelli
comuni previsti dall’Allegato 5 delle Linee Guida Agid

Descrizione metadato Tipo del metadato Obbligatorio Controllo valorizzazione


Tipo Max 200 caratteri SÌ NO
Specificare la natura e la descrizione dell’atto, ad alfanumerici
esempio: Provvedimento, Deliberazione,
Determinazione, Regolamento, Concessione,
Autorizzazione, Espropriazioni, Rilascio certificati,
Giudizi delle commissioni di concorso, Pareri,
Accertamenti Tributari, ecc.

Torna all’elenco documenti

Pag. 146
2074 - PREVENTIVI-OFFERTE
Codice tipologia nel Servizio
2074

Contenuto
La presente tipologia documentale risponde all’esigenza di conservare le offerte o i preventivi emessi e/o
ricevuti. A tal riguardo, si ricorda che il Servizio di conservazione di TeamSystem Service prevede di
conservare le offerte e i preventivi come oggetti digitali già correttamente formati e non si preoccupa di
verificare il valore giuridico e probatorio del preventivo o dell’offerta digitalizzata nella transazione
commerciale, la loro autenticità dell’origine ed accettazione tra le parti, la cui esclusiva responsabilità rimane
in capo al Titolare.

Formati previsti
PDF/A - PDF/B - PDF - TIF -TIFF - JPG - JPEG- P7M

Soggetti minimi previsti


Soggetto che effettua la registrazione (può coincidere il mittente); Mittente (es. Titolare o Controparte a
seconda dei casi) – Destinatario, facoltativo

Metadati custom trasferiti dal Produttore dei PdV al servizio di conservazione oltre a quelli
comuni previsti dall’Allegato 5 delle Linee Guida Agid

Descrizione metadato Tipo del metadato Obbligatorio Controllo


valorizzazione
Riferimento Preventivo-Offerta Max 200 NO NO
Persona di riferimento del preventivo-offerta (ad caratteri
esempio il riferimento del venditore se emesso o alfanumerici
dell’ufficio acquisti se ricevuto)
Tipo Max 200 caratteri NO NO
Campo descrittivo per indicare il tipo di preventivo- alfanumerici
offerta o il servizio/prodotto a cui si riferisce

Torna all’elenco documenti

Pag. 147
2075 - CONTRATTI
Codice tipologia nel Servizio
2075

Contenuto
La presente tipologia documentale risponde all’esigenza di conservare i contratti da parte di soggetti privati.
A tal riguardo, si ricorda che il Servizio di conservazione di TeamSystem Service prevede di conservare i
contratti come oggetti digitali già correttamente formati e non si preoccupa di verificare il valore giuridico e
probatorio del contratto digitalizzato, la sua modalità di sottoscrizione e accettazione tra le parti, l’eventuale
sua corretta generazione della copia, la cui esclusiva responsabilità rimane in capo al Titolare.

Formati previsti
PDF/A - PDF/B - PDF - TIF -TIFF - JPG - JPEG- P7M

Soggetti minimi previsti


Soggetto che effettua la registrazione (può coincidere con il mittente); Autore o Mittente (es. Titolare o
Controparte a seconda dei casi) – Destinatario, facoltativo

Metadati custom trasferiti dal Produttore dei PdV al servizio di conservazione oltre a quelli
comuni previsti dall’Allegato 5 delle Linee Guida Agid

Descrizione metadato Tipo del Obbligatorio Controllo


metadato valorizzazione
Riferimento Contratto Max 200 NO NO
Persona di riferimento dell’emissione del contratto caratteri
alfanumerici
Tipo Max 200 NO NO
Campo descrittivo per indicare il tipo di contratto o il caratteri
servizio/prodotto a cui si riferisce alfanumerici

Torna all’elenco documenti

Pag. 148
2079 - INFORMATIVA-CONSENSO PRIVACY

Codice tipologia nel Servizio


2079

Contenuto
La presente tipologia documentale intende rispondere all’esigenza di conservare le informative con il
consenso privacy che sottoscrivono utenti, clienti ecc. nell’ambito delle varie attività di business.
A tal riguardo, si ricorda che il Servizio di conservazione di TeamSystem Service prevede di conservare i
consensi privacy come oggetti digitali già correttamente formati e non si preoccupa di verificare il valore
giuridico e probatorio del documento consenso privacy digitalizzato, la sua modalità di sottoscrizione e
accettazione da parte dell’utente o cliente, l’eventuale sua corretta generazione della copia, la cui esclusiva
responsabilità rimane in capo al Titolare.
Infine, se le informative ed i consensi privacy sono prodotti nell’ambito dell’attività per la conformità al
regolamento europeo (GDPR) insieme ad altri documenti Privacy da parte del Titolare del Trattamento,
possono essere versati e conservati nella successiva tipologia “Documenti Privacy (GDPR)” , in modo che
vi sia uniformità di classificazione e ricerca tra i vari documenti/moduli attestanti l’ottemperanza agli
adempimenti del regolamento UE n. 2016/679.

Formati previsti
PDF/A - PDF/B - PDF - TIF -TIFF - JPG - JPEG- P7M

Soggetti minimi previsti


Soggetto che effettua la registrazione (può coincidere con l’Autore); Autore (es. Titolare)

Metadati custom trasferiti dal Produttore dei PdV al servizio di conservazione oltre a quelli
comuni previsti dall’Allegato 5 delle Linee Guida Agid

Descrizione metadato aggiuntivo Tipo del metadato Obbligatorio Controllo


valorizzazione
Tipo Max 200 caratteri NO NO
campo descrittivo libero alfanumerici

Torna all’elenco documenti

Pag. 149
2087 - DOCUMENTI PRIVACY (GDPR)
Codice tipologia nel Servizio
2087

Contenuto
La presente tipologia documentale intende rispondere all’esigenza di conservare tutti i documenti necessari
alla conformità al nuovo regolamento europeo regolamento n. 2016/679 (noto come GDPR) in materia di
Privacy.
In questa tipologia possono essere versati i vari documenti, moduli, report e registri elettronici che vengono
prodotti ai fini del rispetto degli adempimenti correlati al Regolamento UE n. 2016/679, andando
obbligatoriamente a valorizzare il metadato “Tipo” al fini di descrivere la tipologia a cui fa riferimento il
versamento.
A tal riguardo, si ricorda che il Servizio di conservazione di TeamSystem Service prevede di conservare i
documenti privacy come oggetti digitali già correttamente formati (prodotti) e non si preoccupa di verificare
il valore giuridico e probatorio dei documenti relativi al Servizio Privacy digitalizzati, la loro modalità di
sottoscrizione e accettazione da parte dell’utente o cliente, l’eventuale loro corretta generazione della copia,
la cui esclusiva responsabilità rimane in capo al Titolare.

Formati previsti
PDF/A - PDF/B - PDF - TIF -TIFF - JPG - JPEG- P7M

Soggetti minimi previsti


Soggetto che effettua la registrazione (può coincidere con l’Autore); Autore o Mittente (es. Titolare, oppure
l’emittente del documento (nel caso in cui non venga individuato uno specifico emittente del documento
inserire la ragione sociale del Titolare del Trattamento) – Destinatario, facoltativo (ad esempio il Soggetto
nominato se trattasi di un documento di nomina o del Titolare del Trattamento stesso se trattasi di un
documento senza specifico interessato, quale a tutolo di esempio l’”Asset significativi trattamento”).

Metadati custom trasferiti dal Produttore dei PdV al servizio di conservazione oltre a quelli
comuni previsti dall’Allegato 5 delle Linee Guida Agid

Descrizione metadato Tipo del Obbligatorio Controllo


metadato valorizzazione
Tipo Max 200 SÌ SÌ
campo descrittivo della tipologia versata ad esempio Nomina caratteri
Amministratore di Sistema, Nomina Custode dei Locali, alfanumerici
Comunicazione nomina DPO ad Autorità Controllo Nazionale,
ecc.

Pag. 150
Tutela Destinatario Max 200 SÌ NO
Inserire il soggetto che tutela il destinatario del documento (ad caratteri se presente
esempio il genitore in caso di minori o il tutore, ecc.) alfanumerici

Torna all’elenco documenti

Pag. 151
2080 - SCONTRINI/RICEVUTE FISCALI/INCASSI
Codice tipologia nel Servizio
2080

Contenuto
La presente tipologia documentale risponde all’esigenza di conservare gli scontrini o le ricevute fiscali o in
generale i documenti attestanti gli incassi al dettaglio.
Se nativo analogico (ad esempio cartaceo), una volta digitalizzato il documento, effettuando una copia per
immagine (scansione, foto, ecc.) fedele, veritiera e leggibile rispetto all’originale analogico, occorre seguire
le disposizioni dell’art. 4 del D.M. 17 giugno 2014 e quindi deve essere apposta una firma digitale sul singolo
file per completare il processo di generazione della copia per immagine rispetto all’originale cartaceo. Così
formata la copia può essere versata al Servizio per la relativa conservazione digitale a norma ed in tal caso la
copia è idonea ad assolvere tutti gli obblighi di legge. L’originale cartaceo può essere distrutto solo dopo
aver completato la conservazione della sua copia fedele firmata digitalmente.
In caso di scontrino o ricevuta fiscale o incasso al dettaglio nativi digitali, nel caso in cui siano garantiti i
requisiti legislativi di autenticità integrità e leggibilità del documento, è possibile versare in conservazione il
documento digitale da conservare.

Suggerimenti: Compilare il metadato obbligatorio “Data documento” con la data di emissione del
documento.
Compilare il metadato obbligatorio “Numero documento” con il Numero Scontrino o Ricevuta o Incasso al
dettaglio, oppure in assenza inserire “ND”

Formati previsti
PDF/A - PDF/B - PDF - TIF -TIFF - JPG - JPEG- P7M

Soggetti minimi previsti


Soggetto che effettua la registrazione (può coincidere con l’Autore); Autore (es. Titolare, Emittente o
esercente) o Mittente

Metadati custom trasferiti dal Produttore dei PdV al servizio di conservazione oltre a quelli
comuni previsti dall’Allegato 5 delle Linee Guida Agid

Descrizione metadato Tipo del metadato Obbligatorio Controllo


valorizzazione
Ubicazione dell’esercizio Max 200 caratteri alfanumerici NO NO
in cui lo scontrino è stato emesso
Numero matricola registratore di cassa Max 200 caratteri alfanumerici NO NO
che ha emesso lo scontrino

Pag. 152
NB: nel caso in cui la ricevuta fiscale sia stata emessa come fattura, il documento deve essere versato sotto
la tipologia “Fatture ricevute”, perché in tal caso tra i metadati sarebbero obbligatori anche quelli che
identificano il destinatario della fattura.

Torna all’elenco documenti

Pag. 153
2081 - DATI FATTURE EMESSE E RICEVUTE
Codice tipologia nel Servizio
2081

Contenuto
La presente tipologia documentale risponde all’esigenza di conservare i file XML dei dati delle fatture emesse
e ricevute, ivi comprese delle bollette doganali, nonché delle relative note di variazione, trasmessi all’Agenzia
delle Entrate ai sensi dell’art. 1, comma 3, del Decreto Legislativo 127/2015 e dell’art. 21 del Decreto Legge
78/2010, come modificato dal Decreto Legge 193/2016, articolo 4 cosiddetto “nuovo spesometro”.
La stessa tipologia documentale può essere utilizzata per i dati delle fatture emesse e ricevute
transfrontaliere ossia relative alle operazioni verso e da soggetti non residenti, non stabiliti, non identificati
in Italia, cosiddetto “Esterometro” di cui all’art. 1 comma 3-bis del D.Lgs. 127/2015.
Sempre nella presente tipologia può essere conservata anche la Notifica di Esito che il Sistema dell’Agenzia
delle Entrate genera per notificare l’esito positivo o la presenza di segnalazioni o lo scarto del file XML dei
dati delle fatture emesse (DTE) o ricevute (DTR) o di annullamento (ANN).
La presente tipologia documentale, come da indicazioni del Provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle
Entrate n. 236086 del 4 luglio 2019, va utilizzata anche per conservare i file dei corrispettivi telematici
giornalieri relativi alla moratoria transitoria semestrale senza la disponibilità di un registratore telematico
RT, ai sensi dell’art. 6-ter del D.Lgs. n. 127/2015, come modificato dall’articolo 12- quinquies del Decreto-
Legge n. 34/2019, convertito dalla legge n. 58/2019.
Si ricorda che nel caso si conservasse la copia informatica PDF, fedele e veritiera, dell’originale informatico
XML trasmesso, deve essere apposta sul file copia una firma digitale prima del suo versamento al sistema di
conservazione.

Suggerimenti: Compilare il metadato obbligatorio “Anno” con l’anno al quale si riferiscono i Dati Fattura O
L’Esterometro o i Corrispettivi telematici del periodo Transitorio (ad esempio l'anno del campo <Data> del
file DTE ovvero l'anno nel campo <Data Registrazione> del file DTR (se non è valorizzato allora l’anno del
campo <Data>" va bene anche per il DTR). Per il file ANN l’anno del campo relativo alla fattura a cui si
riferisce).
Compilare il metadato obbligatorio “Numero documento” con Numero della fattura, bolla doganale o nota
di variazione o corrispettivo riportato nel relativo campo del file XML; può essere valorizzato solo nel caso di
file riferito ad una singola fattura; in caso contrario inserire “ND”.

Formati previsti
XML - PDF - P7M

Soggetti minimi previsti


Soggetto che effettua la registrazione (può coincidere con l’Autore); Autore (es. Titolare)

Pag. 154
Metadati custom trasferiti dal Produttore dei PdV al servizio di conservazione oltre a quelli
comuni previsti dall’Allegato 5 delle Linee Guida Agid

Descrizione metadato aggiuntivo Tipo del metadato Obbligatorio Controllo


valorizzazione
Identificativo Fiscale Contribuente Max 200 caratteri SÌ SÌ
Codice fiscale del Soggetto cui si riferisce il file alfanumerici
trasmesso da conservare (ossia il contribuente
obbligato alla trasmissione a cui si riferiscono le
fatture emesse DTE o le ricevute DTR o l’annullamento
ANN o l’esterometro o il corrispettivo telematico del
periodo transitorio)
Denominazione Contribuente Max 200 caratteri NO NO
Cognome e nome o ragione sociale del Soggetto cui si alfanumerici
riferisce il file trasmesso da conservare (ossia il
soggetto obbligato dall’adempimento a cui si
riferiscono le fatture emesse e ricevute)
Periodo Max 200 caratteri NO NO
indicare il periodo a cui si riferiscono i dati del file XML, alfanumerici
ad esempio I Semestre o II Semestre o I Trimestre o IV
Trimestre
Tipo file Max 200 caratteri NO NO
Può assumere i valori “DTE” o “DTR” o “ANN” alfanumerici
Data Trasmissione all’Agenzia Data [aaaa-mm-gg] NO NO
Codice Fiscale Intermediario Max 200 caratteri NO NO
incaricato alla trasmissione alfanumerici

N.B. Se in un Periodo si trasmettono molti file XML si consiglia di porre attenzione nel valorizzare in modo
corretto anche i metadati non obbligatori al fine di agevolare la ricerca dei documenti conservati.
Torna all’elenco documenti

Pag. 155
2082 - LIQUIDAZIONI PERIODICHE IVA
Codice tipologia nel Servizio
2082

Contenuto
La presente tipologia documentale risponde all’esigenza di conservare i file XML contenenti i dati delle
comunicazioni IVA trimestrali trasmessi all’Agenzia delle Entrate in via telematica, ai sensi dell’art. 21-bis del
Decreto Legge 78/2010, come modificato dal Decreto Legge 193/2016, articolo 4.
Nella presente tipologia può essere conservata anche la Notifica di Esito che il Sistema dell’Agenzia delle
Entrate genera per notificare l’esito positivo o la presenza di segnalazioni o lo scarto del file XML.
Si ricorda che nel caso si conservasse la copia informatica PDF, fedele e veritiera, dell’originale informatico
XML trasmesso, deve essere apposta sul file copia una firma digitale prima del suo versamento al sistema di
conservazione.

Suggerimenti: Compilare il metadato obbligatorio “Data documento” con l’ultimo giorno anno periodo
d’imposta o se presenti, ultimo giorno mese o trimestre.
Compilare il metadato obbligatorio “Numero documento” con la stringa mese+anno o trimestre+anno,
oppure in assenza inserire “ND”

Formati previsti
XML – PDF – P7M

Soggetti minimi previsti


Soggetto che effettua la registrazione (può coincidere con l’Autore); Autore (es. Titolare)

Metadati custom trasferiti dal Produttore dei PdV al servizio di conservazione oltre a quelli
comuni previsti dall’Allegato 5 delle Linee Guida Agid

Descrizione metadato Tipo del metadato Obbligatorio Controllo


valorizzazione
Codice Fiscale Contribuente Max 200 caratteri SÌ NO
Codice fiscale del Soggetto cui si riferiscono i dati della alfanumerici
comunicazione XML
Trimestre Max 200 caratteri NO NO
Va indicato il trimestre a cui si riferiscono i dati del file XML. alfanumerici
Dal campo “Trimestre” presente nel file xml
Mese Max 200 caratteri NO NO
Va indicato il mese a cui si riferiscono i dati del file XML. Dal alfanumerici
campo “Mese” presente nel file xml; può essere valorizzato
solo se il file è riferito ad un mese

Pag. 156
Codice Fiscale Intermediario Max 200 caratteri NO NO
incaricato della trasmissione alfanumerici

Data Trasmissione all’Agenzia Data [aaaa-mm- NO NO


gg]

Torna all’elenco documenti

Pag. 157
2083 - CONTRATTI PUBBLICA AMMINISTRAZIONE
Codice tipologia nel Servizio
2083

Contenuto
La presente tipologia documentale generica risponde all’esigenza delle pubbliche amministrazioni di
conservare i contratti conclusi in modalità informatica da una PA. Il contratto, detenuto in una PA, richiede
la gestione di particolari metadati aggiuntivi rispetto ad un documento informatico.
La formazione del contratto con relativa sottoscrizione in ottemperanza alla normativa vigente nel tempo è
di esclusiva responsabilità della PA che deve trasferire il documento al Servizio già valido giuridicamente nella
sua fase di formazione. Il Servizio di Conservazione di TeamSystem Service si limita a conservare il documento
informatico amministrativo così come lo ha ricevuto.

Formati previsti
PDF/A - PDF/B - PDF - TIF -TIFF - JPG - JPEG- P7M

Soggetti minimi previsti


Soggetto che effettua la registrazione (può coincidere con l’Autore); Autore (es. Titolare) o Mittente

Metadati custom trasferiti dal Produttore dei PdV al servizio di conservazione oltre a quelli
comuni previsti dall’Allegato 5 delle Linee Guida Agid

Descrizione metadato Tipo del metadato Obbligatorio Controllo


valorizzazione
Tipo Max 200 caratteri SÌ NO
Specificare la natura e la descrizione del contratto alfanumerici
della pubblica amministrazione, ad esempio la
categoria di contratto: ordinari o di diritto comune
di diritto speciale ad oggetto pubblico o di diritto
pubblico

Torna all’elenco documenti

Pag. 158
2084 - NOTE SPESE E RELATIVI GIUSTIFICATIVI
Codice tipologia nel Servizio
2084

Contenuto
La presente tipologia documentale risponde all’esigenza di conservare le note spese prodotte dai dipendenti
e/o trasfertisti ed i giustificativi di spesa pertinenti. A tal riguardo si consiglia di prendere visione della
seguente normativa: Risoluzione dell’Agenzia delle Entrate n. 96/E del 21 luglio 2017, Risposta AE n. 388 del
20 settembre 2019, Risposta AE n. 403 del 9 ottobre 2019, Risposta AE n. 417 del 17 ottobre 2019

In caso di nota spesa e/o giustificativo nativi digitali, nel caso in cu siano garantiti i requisiti legislativi di
autenticità integrità e leggibilità del documento informatico prodotto o ricevuto, è possibile versare in
conservazione al Servizio il documento digitale da conservare.

In caso, invece, di nota spesa e/o giustificativo nativi analogici (ad esempio cartaceo), una volta digitalizzato
il documento, effettuando una copia per immagine (scansione, foto, ecc.) fedele, veritiera e leggibile rispetto
all’originale analogico, occorre seguire le disposizioni dell’art. 4 del D.M. 17 giugno 2014 e quindi deve essere
apposta una firma digitale sul singolo file per completare il processo di generazione della copia per immagine
rispetto all’originale cartaceo. Così formata la copia può essere versata al Servizio per la relativa
conservazione digitale a norma ed in tal caso la copia è idonea ad assolvere tutti gli obblighi di legge.
L’originale cartaceo può essere distrutto solo dopo aver completato la conservazione della sua copia fedele
firmata digitalmente.
Per i documenti giustificativi analogici originali unici (come, ad esempio, le schede carburanti cartacee o i
giustificativi emessi da operatori economici di paesi extra-UE con cui non esiste un rapporto di assistenza in
materia fiscale) si consiglia di non distruggere il cartaceo o in alternativa ricorrere al pubblico ufficiale (ad
esempio un notaio) per attivare la procedura di attestazione di conformità della copia indicata all’art 4
comma 2 del D.M. 17 giugno 2014.

Formati previsti
PDF/A - PDF/B - PDF – XML - TIF -TIFF - JPG - JPEG- P7M

Soggetti minimi previsti


Soggetto che effettua la registrazione (può coincidere con l’Autore); Autore (es. Titolare) o Mittente (es.
dipendente/trasfertista)

Pag. 159
Metadati custom trasferiti dal Produttore dei PdV al servizio di conservazione oltre a quelli
comuni previsti dall’Allegato 5 delle Linee Guida Agid

Descrizione metadato Tipo del metadato Obbligatorio Controllo


valorizzazione
Tipo Max 200 caratteri NO NO
Indicare la tipologia specifica del documento da alfanumerici ma molto consigliato
conservare, quindi se trattasi di Nota Spese o di un ai fini delle ricerche
Giustificativo, indicando la tipologia del di note spese e
giustificativo: fattura passiva, ricevuta passiva, giustificativi
scheda carburante, ecc.
Codice matricola dipendente/trasfertista Max 200 caratteri NO NO
alfanumerici consigliato ai fini delle
ricerche e qualora non
sia già stato inserito tra i
soggetti
Cognome dipendente/trasfertista Max 200 caratteri NO NO
alfanumerici consigliato ai fini delle
ricerche e qualora non
sia già stato inserito tra i
soggetti
Nome dipendente/trasfertista Max 200 caratteri NO NO
alfanumerici consigliato ai fini delle
ricerche e qualora non
sia già stato inserito tra i
soggetti

Torna all’elenco documenti

Pag. 160
2085 - DOCUMENTI PER LA FIRMA DIGITALE
Codice tipologia nel Servizio
2085

Contenuto
La presente tipologia documentale intende rispondere all’esigenza di conservare tutti i documenti relativi
all’attivazione della Firma Digitale presso un certificatore accreditato e l’eventuale sua
revoca/sospensione.
In questa tipologia quindi il Produttore può versare tutti i documenti relativi alla richiesta di emissione e
attivazione di una Firma Digitale a favore di un Titolare di Firma, con annessi tutti i documenti di pertinenza,
quali ad esempio la copia del valido documento d’identità, da conservare almeno 20 anni.

Formati previsti
PDF/A - PDF/B - PDF - TIF -TIFF - JPG - JPEG- P7M

Soggetti minimi previsti


Soggetto che effettua la registrazione (può coincidere con l’Autore); Autore (es. Titolare) – Destinatario,
facoltativo (es. Firmatario, Utente Firmatario che ha attivato la firma)

Metadati custom trasferiti dal Produttore dei PdV al servizio di conservazione oltre a quelli
comuni previsti dall’Allegato 5 delle Linee Guida Agid

Descrizione metadato aggiuntivo Tipo del Obbligatorio Controllo


metadato valorizzazione
Tipo Max 200 NO NO
campo descrittivo libero per descrivere il documento versato, caratteri
quale ad esempio Richiesta Emissione Firma Digitale, Revoca alfanumerici
Firma Digitale

Torna all’elenco documenti

Pag. 161
2086 - DOCUMENTI PER LA FIRMA ELETTRONICA AVANZATA
(FEA)
Codice tipologia nel Servizio
2086

Contenuto
La presente tipologia documentale intende rispondere all’esigenza di conservare tutti i documenti relativi
all’attivazione della soluzione della Firma Elettronica Avanzata (FEA).
In questa tipologia quindi il Produttore può versare il modulo di adesione all’utilizzo della Firma Elettronica
Avanzata (FEA) sottoscritto dall’utente firmatario, con annesse le Condizioni Generali per l’utilizzo della FEA
e l’Informativa ed il Consenso Privacy per l’utilizzo della FEA e l’eventuale revoca successiva dalla FEA (con
tutti i documenti connessi, quali ad esempio la copia del valido documento d’identità dell’utente firmatario),
che devono essere conservati almeno per 20 anni.

Formati previsti
PDF/A - PDF/B - PDF - TIF -TIFF - JPG - JPEG- P7M

Soggetti minimi previsti


Soggetto che effettua la registrazione (può coincidere con l’Autore); Autore (es. Titolare) – Destinatario,
facoltativo (es. Firmatario, Utente Firmatario che ha aderito ed utilizzato la FEA)

Metadati custom trasferiti dal Produttore dei PdV al servizio di conservazione oltre a quelli
comuni previsti dall’Allegato 5 delle Linee Guida Agid

Descrizione metadato Tipo del Obbligatorio Controllo


metadato valorizzazione
Tipo Max 200 NO NO
campo descrittivo libero per descrivere il documento caratteri
versato, quale ad esempio Modulo di Adesione alla FEA, alfanumerici
Condizioni Generali per l’utilizzo FEA, Informativa e
Consenso Privacy, Copia di valido documento d’identità,
ecc.
Codice Fiscale Titolare di Firma Max 200 SÌ NO
Inserire il codice fiscale del Titolare di Firma caratteri qualora non sia stato
alfanumerici inserito tra i soggetti
come Destinatario

Torna all’elenco documenti

Pag. 162
2088 - GESTIONE DELEGHE/REVOCHE ACCESSO A “FATTURE E
CORRISPETTIVI”
Codice tipologia nel Servizio
2088

Contenuto
La presente tipologia documentale risponde all’esigenza di conservare la documentazione relativa alla
delega/revoca che il contribuente può fornire all’intermediario fiscale di cui all’art. 3 comma 3 del DPR n.
322/98 per accedere e fruire dei servizi delegati sulla Fatturazione Elettronica e i Corrispettivi nel portale
web “Fatture e Corrispettivi” dell’Agenzia delle Entrate, quindi può comprendere a titolo di esempio non
esaustivo le deleghe, il registro delle deleghe, i documenti d’identità dei deleganti, le eventuali procure,
l’eventuale revoca alla delega.

Formati previsti
PDF/A - PDF/B - PDF - TIF -TIFF - JPG - JPEG - P7M

Soggetti minimi previsti


Autore (es. Titolare); Soggetto che effettua la registrazione (può coincidere con Autore)

Metadati custom trasferiti dal Produttore dei PdV al servizio di conservazione oltre a quelli
comuni previsti dall’Allegato 5 delle Linee Guida Agid

Descrizione metadato Tipo del metadato Obbligatorio Controllo


valorizzazione
Tipo Max 200 caratteri SÌ NO
indicare se si tratta di Delega, Registro delle alfanumerici
deleghe, Documento d’identità, Procura , ecc.
Denominazione o Cognome e nome del Delegante Max 200 caratteri NO NO
indicare la Ragione sociale o Cognome e Nome del alfanumerici
soggetto passivo Iva delegante
Partita Iva del delegante Max 200 caratteri NO NO
indicare la PIVA del delegante alfanumerici
Intermediario fiscale delegato Max 200 caratteri NO NO
alfanumerici

Torna all’elenco documenti

Pag. 163
2089 - GESTIONE DELEGHE/REVOCHE ACCESSO A “CASSETTO
FISCALE”
Codice tipologia nel Servizio
2089

Contenuto
La presente tipologia documentale risponde all’esigenza di conservare la documentazione relativa al
conferimento/revoca della delega che il contribuente può fornire all’intermediario fiscale di cui all’art. 3
comma 3 del DPR n. 322/98 per il cassetto fiscale dell’Agenzia delle Entrate; quindi, può comprendere a
titolo di esempio tutti i documenti correlati a tale delega. Questa tipologia documentale può inoltre
accogliere anche la documentazione relativa ad altre deleghe per adempimenti telematici, per esempio verso
l’Amministrazione Finanziaria, verso l’INPS, ecc.

Formati previsti
PDF/A - PDF/B - PDF - TIF -TIFF - JPG - JPEG - P7M

Soggetti minimi previsti


Autore (es. Titolare); Soggetto che effettua la registrazione (può coincidere con Autore)

Metadati custom trasferiti dal Produttore dei PdV al servizio di conservazione oltre a quelli
comuni previsti dall’Allegato 5 delle Linee Guida Agid

Descrizione metadato Tipo del metadato Obbligatorio Controllo


valorizzazione
Tipo Max 200 caratteri SÌ NO
indicare se si tratta di Delega, alfanumerici
Registro delle deleghe, Documento
d’identità, Procura , ecc.
Denominazione o Cognome e nome Max 200 caratteri NO NO
del Delegante alfanumerici
Indicare la Ragione sociale o
Cognome e Nome del soggetto
passivo Iva delegante
Partita Iva del delegante Max 200 caratteri NO NO
indicare la PIVA del delegante alfanumerici

Intermediario fiscale delegato Max 200 caratteri NO NO


alfanumerici

Torna all’elenco documenti

Pag. 164
2090 - DOCUMENTI NODO SMISTAMENTO ORDINI (NSO)
Codice tipologia nel Servizio
2090

Contenuto
La presente tipologia documentale descrive i messaggi elettronici XML scambiati tra enti pubblici (buyer) e
fornitori di beni e servizi (seller) e previsti dai processi di ordinazione definiti dalle regole tecniche del NODO
SMISTAMENTO ORDINI (NSO), nodo gestito dal Ministero Economia e Finanze Ragioneria dello Stato in
osservanza della Legge di Bilancio 2018 commi 411-415.
I processi di ordinazione (semplice, completa e pre-concordata) comprendono le seguenti tipologie di
documenti:
- ordine (iniziale, iniziale collegato, di revoca, sostitutivo) emesso dal Mittente (Buyer) tramite NSO
verso il Destinatario (Seller).
- risposta (di ricezione, di accettazione, di diniego, con modifica) emessa dal Mittente (Seller) tramite
NSO verso il Destinatario (Buyer).
- ordine di riscontro (per conferma, per diniego, sostitutivo) emesso dal Mittente (Buyer) tramite
NSO verso il Destinatario (Seller).
- ordine pre-concordato (iniziale, iniziale collegato, di revoca, sostitutivo) emesso dal Mittente
(Seller) tramite NSO verso il Destinatario (Buyer).

Formati previsti
XML

Soggetti minimi previsti


Soggetto che effettua la registrazione (può coincidere con il Mittente); Mittente (es. Titolare)

Metadati custom trasferiti dal Produttore dei PdV al servizio di conservazione oltre a quelli
comuni previsti dall’Allegato 5 delle Linee Guida Agid

Descrizione metadato Tipo del metadato Obbligatorio Controllo valorizzazione


Identificativo della Transazione IdT Max200 caratteri SÌ NO
Identificativo della transazione attribuito da alfanumerici
NSO (IdT)
Tripletta di identificazione Max 200 caratteri SÌ NO
Una combinazione di dati che identifica alfanumerici
univocamente ciascun Documento, composta
dell’identificativo del soggetto emittente,
dalla data di emissione e dall’Identificativo
del Documento assegnato dall’emittente

Pag. 165
CustomizationID Max 200 caratteri NO NO
Definisce il Tipo Documento e può acquisire i alfanumerici
tre valori seguenti:
- order
- order_response
- order_agreement
ossia ordine, risposta o ordine pre-
concordato
ProfileID Max 200 caratteri NO NO
Definisce il Tipo processo e può acquisire i tre alfanumerici
valori seguenti:
- order_only
- ordering
- order_agreement
ossia processo di ordinazione semplice,
ordinazione completa e pre-concordata.

Torna all’elenco documenti

Pag. 166
2091 - NOTIFICHE DI SISTEMA NODO SMISTAMENTO ORDINI
(NSO)
Codice tipologia nel Servizio
2091

Contenuto
La presente tipologia documentale descrive i messaggi di notifica scambiati con il SISTEMA NODO
SMISTAMENTO ORDINI (NSO), nodo gestito dal Ministero Economia e Finanze Ragioneria dello Stato
nell’ambito della Legge di bilancio 2018 commi 411-415 e del Decreto del Ministro dell’Economia e
delle Finanze 7 dicembre 2018, per la gestione elettronica dei messaggi nel processo di ordinazione tra
enti pubblici e fornitori di beni e servizi, quindi a titolo di esempio non esaustivo la presente tipologia
documentale si riferisce alla ricevuta di consegna OC, alla notifica di scarto OS, alla notifica di mancata
consegna OM e ricevuta di avvenuta trasmissione del messaggio con impossibilità di recapito OA, alla ricevuta
di validazione OV, ecc.
Affinché i messaggi di notifica NSO siano conservati e correlati ai documenti NSO a cui si riferiscono è
obbligatorio che sia mantenuto e valorizzato come metadato il NomeFileOriginale ovvero il Nome del file
originario dei messaggi XML scambiati/notificati con il NSO a cui la notifica si riferisce, come da regole
tecniche NSO di riferimento sulla convenzione della nomenclatura dei files.
Si raccomanda al fine di consentire la ricerca, la consultazione e l’esibizione dei documenti “Notifiche di
sistema Nodo Smistamento Ordini (NSO)” nel sistema di conservazione di valorizzare correttamente il campo
NomeFileOriginale.
Inoltre, il Produttore deve obbligatoriamente trasferire in conservazione i documenti NSO a cui le notifiche
si riferiscono PRIMA delle notifiche NSO stesse, in quanto la singola notifica non verrà accettata se il
documento relativo non è ancora presente nel sistema del Conservatore.

Formati previsti
XML

Soggetti minimi previsti


Autore (es. Titolare); Soggetto che effettua la registrazione (può coincidere con Autore)

Metadati custom trasferiti dal Produttore dei PdV al servizio di conservazione oltre a quelli
comuni previsti dall’Allegato 5 delle Linee Guida Agid

Pag. 167
Descrizione metadato Tipo del metadato Obbligatorio Controllo
valorizzazione
Identificativo della Transazione IdT Identificativo della Max200 caratteri SÌ NO
transazione attribuito da NSO (IdT) alfanumerici
NomeFileOriginale Max 200 caratteri SÌ SÌ
Nome del file originario Nodo Smistamento Ordini a cui la alfanumerici
notifica si riferisce
MessageID Max200 caratteri NO NO
Identificativo della Notifica alfanumerici

Torna all’elenco documenti

Pag. 168
2094 - DOCUMENTI AUDIO-VIDEO
Codice tipologia nel Servizio
2094

Contenuto
La presente tipologia documentale intende rispondere all’esigenza di conservare dei documenti audio-video.
Si evidenzia che in conformità al Regolamento europeo 2016/679 cosiddetto GDPR il Titolare/Produttore
dovrà sempre garantire l’oscuramento dei predetti documenti tramite tecniche di cifratura se la
produzione/registrazione del file audio o video si riferisce a trattamenti di dati personali di persone fisiche.
In tal caso valgono le “Esclusioni dal Servizio” indicate nello specifico paragrafo della presente Scheda
Servizio, ossia il Conservatore Teamsystem Service non potrà
- eseguire la verifica di coerenza sui formati dei documenti versati;
- eseguire la verifica a campione della leggibilità dei documenti conservati prescritta dalle Linee Guida
AgID
- adottare misure riguardo all’obsolescenza tecnologica dei formati prescritte dalle Linee Guida AgID
- assicurare una corretta decifratura ai fini dell’esibizione dei documenti conservati e la corretta custodia
delle chiavi di ci/decifratura.
Tali predetti adempimenti rimarranno in capo al Produttore/Titolare e al Responsabile della Conservazione
del Titolare.”

Formati previsti
MP4 (video) – P7M – ENC (MP4 con encription)

Soggetti minimi previsti


Soggetto che effettua la registrazione (può coincidere con l’Autore); Autore (es. Titolare) – Destinatario,
facoltativo (es. Utente a cui si riferisce il documento audio-video)

Metadati custom trasferiti dal Produttore dei PdV al servizio di conservazione oltre a quelli
comuni previsti dall’Allegato 5 delle Linee Guida Agid

Descrizione metadato aggiuntivo Tipo del metadato Obbligatorio Controllo


valorizzazione
Tipo Max 200 caratteri NO NO
campo descrittivo libero per descrivere il alfanumerici
documento versato, ad esempio Identificazione
audio-video per rilascio delle firme elettroniche o
dello SPID, ecc.

Torna all’elenco documenti

Pag. 169
2095 - DOCUMENTI DI RICONOSCIMENTO
Codice tipologia nel Servizio
2095

Contenuto
La presente tipologia documentale intende rispondere all’esigenza di conservare le copie di tutti i documenti
di riconoscimento (carta d’identità, patente, passaporto, ecc.) che possono essere richiesti da conservare
per varie esigenze (procedura per l’identificazione audio-video da remoto, ecc.).
Nel versamento in conservazione dei documenti di riconoscimento il Produttore dei PdV deve rispettare il
Regolamento europeo 2016/679 per la protezione dei dati personali e della privacy, cosiddetto GDPR, e fare
in modo che i dati siano versati al servizio di conservazione in forma anonimizzata e inintellegibile,
garantendone lui l’accesso e la leggibilità nel tempo.

Suggerimenti: valorizzare il metadato “data documento” con la data di acquisizione del documento di
riconoscimento

Formati previsti
PDF/A - PDF/B - PDF - TIF -TIFF - JPG - JPEG- P7M

Soggetti minimi previsti


Soggetto che effettua la registrazione (può coincidere con l’Autore); Autore (es. Titolare) – Destinatario,
facoltativo (es. Utente a cui si riferisce il documento audio-video)

Metadati custom trasferiti dal Produttore dei PdV al servizio di conservazione oltre a quelli
comuni previsti dall’Allegato 5 delle Linee Guida Agid

Descrizione metadato Tipo del metadato Obbligatorio Controllo valorizzazione


Tipo Max 200 caratteri NO NO
campo descrittivo libero per descrivere il tipo di alfanumerici
documento di riconoscimento versato, quale ad
esempio carta d’identità, patente, passaporto,
ecc.

Torna all’elenco documenti

Pag. 170
2096 - FORMULARIO IDENTIFICAZIONE RIFIUTI (FIR)
Codice tipologia nel Servizio
2096

Contenuto
La presente tipologia documentale risponde all’esigenza di conservare il Formulario d’Identificazione Rifiuti
(cosiddetto FIR), documento che deve accompagnare il trasporto di ogni tipologia di rifiuto, a cui sono
obbligate le imprese che raccolgono e trasportano rifiuti e che non adottano il sistema SISTRI.
La normativa vigente prevede la possibilità di generare una IV copia per immagine (scansione), fedele e
veritiera, della copia cartacea del Formulario di Identificazione Rifiuti (FIR) da firmare digitalmente e che
quindi va conservata digitalmente (procedura confermata dall’art. 194-bis del D.Lgs. n.152/2006 cosiddetto
Testo Unico dell’Ambiente, introdotto dall’art.1 comma 1135 della Legge di Bilancio del 2018).
La copia per immagine deve essere conservata digitalmente per minimo 3 anni ai sensi del Codice della Tutela
Ambientale, ma è da valutare se conservarlo anche fino a dieci anni (possono seguire la stessa regola di
periodo decennale seguita fino ad oggi per altri documenti fiscali).
La conservazione digitale a norma della copia per immagine firmata del FIR deve rispettare gli obblighi di cui
al D.M. 17 giugno 2014 per i documenti informatici di rilevanza tributaria; pertanto, la scadenza ultima di
conservazione è fissata entro tre mesi dal termine di presentazione della relativa dichiarazione annuale dei
redditi. Tuttavia, prima si conserva digitalmente a norma la copia per immagine e prima si può distruggere la
quarta copia originale cartacea.

Formati previsti
PDF/A - PDF/B - PDF - TIF -TIFF - JPG - JPEG- P7M

Soggetti minimi previsti


Soggetto che effettua la registrazione (può coincidere con l’Autore); Autore (es. Titolare)

Metadati custom trasferiti dal Produttore dei PdV al servizio di conservazione oltre a quelli
comuni previsti dall’Allegato 5 delle Linee Guida Agid

Descrizione metadato Tipo del metadato Obbligatorio Controllo valorizzazione


Denominazione Produttore o Detentore Max 200 caratteri NO NO
alfanumerici
Denominazione Destinatario Max 200 caratteri SÌ NO
alfanumerici
Denominazione Trasportatore Max 200 caratteri NO NO
alfanumerici

Torna all’elenco documenti

Pag. 171
2097 - DOCUMENTI DI PROGETTO/COMMESSA/CANTIERE
Codice tipologia nel Servizio
2097

Contenuto
La presente tipologia documentale risponde all’esigenza dei soggetti privati (es. le aziende) di conservare
tutta la documentazione prodotta digitalmente nel settore dell’edilizia legata ad un progetto, una
commessa, un cantiere, anche in caso di appalti pubblici. A tal riguardo, si ricorda che il Servizio di
conservazione di TeamSystem Service prevede di conservare tali documenti come oggetti digitali già
correttamente formati e non si preoccupa di verificare il loro valore giuridico e probatorio, la sua modalità di
sottoscrizione e accettazione tra le parti, l’eventuale corretta generazione della copia, la cui esclusiva
responsabilità rimane in capo al Titolare.
Inoltre, nei casi rari in cui Il Titolare decida di conservare documenti dematerializzati del settore dell’edilizia
legata ad un progetto, una commessa, un cantiere ma generati come scansioni a partire da documenti
cartacei originali cosiddetti “unici” vanno rispettate le restrizioni e le limitazioni disposte dal D.P.C.M. del 21
marzo 2013 per alcune tipologie di documenti di natura pubblicistica.

Suggerimenti: compilare il metadato obbligatorio numero documento con il codice del progetto, commessa
o cantiere qualora non si disponga di uno specifico numero di documento

Formati previsti
PDF/A - PDF/B - PDF - TIF -TIFF - JPG - JPEG- P7M

Soggetti minimi previsti


Soggetto che effettua la registrazione (può coincidere con l’Autore); Autore (es. Titolare)

Metadati custom trasferiti dal Produttore dei PdV al servizio di conservazione oltre a quelli
comuni previsti dall’Allegato 5 delle Linee Guida Agid

Descrizione metadato Tipo del metadato Obbligatorio Controllo


valorizzazione
Tipo Max 200 caratteri SÌ NO
Campo descrittivo per indicare la tipologia del documento alfanumerici
oggetto di conservazione (Libretto misure, Registro
contabilità, Certificato di pagamento, ecc.)
Denominazione Controparte Max 200 caratteri SÌ NO
Indicare i dati della Controparte (Cognome e nome o alfanumerici
ragione sociale)

Pag. 172
Codice Fiscale Controparte Max 200 caratteri SÌ NO
alfanumerici
Partita Iva Controparte Max 200 caratteri NO NO
alfanumerici
Codice azienda Max 200 caratteri NO NO
alfanumerici
Descrizione azienda Max 200 caratteri NO NO
alfanumerici
Descrizione progetto Max 200 caratteri NO NO
Descrizione del Progetto/Commessa/ Cantiere alfanumerici
Riferimento progetto Max 200 caratteri NO NO
Responsabile del progetto (=RUP per lavori pubblici) alfanumerici
Codice Fiscale Riferimento Max 200 caratteri NO NO
alfanumerici
Partita IVA Riferimento Max 200 caratteri NO NO
alfanumerici
Codice contratto Max 200 caratteri NO NO
Numero o codice del contratto (all'interno del progetto). alfanumerici
Vale per i documenti di contabilità lavori.
Descrizione contratto Max 200 caratteri NO NO
inserire una eventuale descrizione del contratto alfanumerici
Codice Identificativo Gara Max 200 caratteri NO NO
Necessario in caso di appalti pubblici alfanumerici
Codice Unico Progetto Max 200 caratteri NO NO
Necessario in caso di appalti pubblici alfanumerici

Torna all’elenco documenti

Pag. 173
9001- MANUALE DELLA CONSERVAZIONE
Codice tipologia nel Servizio
9001

Contenuto
Secondo le Linee Guida Agid, il manuale di conservazione è un documento informatico che deve illustrare
dettagliatamente l’organizzazione, i soggetti coinvolti e i ruoli svolti dagli stessi, il modello di funzionamento,
la descrizione del processo, la descrizione delle architetture e delle infrastrutture utilizzate, le misure di
sicurezza adottate e ogni altra informazione utile alla gestione e alla verifica del funzionamento, nel tempo,
del sistema di conservazione.
Rappresenta uno degli obblighi in capo al Responsabile della Conservazione.

Il Conservatore predispone il manuale di conservazione generale del Conservatore, valido per tutti i Titolari,
ed il suo aggiornamento periodico in presenza di cambiamenti normativi, organizzativi, procedurali o
tecnologici rilevanti. Si sottolinea che, come da Normativa Vigente, il Responsabile della Conservazione
rimane responsabile della redazione del manuale della conservazione personalizzato per il Titolare, e del
suo aggiornamento periodico in presenza di cambiamenti normativi, organizzativi, procedurali o tecnologici
rilevanti.

Formati previsti
PDF/A - PDF/B - PDF - TIF -TIFF - JPG - JPEG- P7M

Soggetti minimi previsti


Soggetto che effettua la registrazione (può coincidere con l’Autore); Autore (es. Titolare)

Metadati custom trasferiti dal Produttore dei PdV al servizio di conservazione oltre a quelli
comuni previsti dall’Allegato 5 delle Linee Guida Agid

Non sono previsti metadati custom


Torna all’elenco documenti

Pag. 174
6. Regole di compilazione dei metadati qualora si utilizzino le
API di integrazione V2

Nella tabella seguente sono riportate le regole che vengono utilizzate quando il versamento in conservazione
non avviene da interfaccia web, ma tramite un’integrazione che utilizza le Application Programming Interface
API nella versione V2 (per es. un’integrazione con un gestionale o un servizio o tramite Directory Analizer).

Con l’introduzione delle Linee Guida AgID i metadati obbligatori sono aumentati; quindi, al fine di garantire
la continuità tra la versione precedente delle API (V2) e quella nuova che gestisce anche i nuovi metadati
AgID (V3), abbiamo garantito la retrocompatibilità delle integrazioni già sviluppate mediante un modulo
software cosiddetto wrapper che utilizza regole e default di compilazione e che andrà a compilare
automaticamente quei metadati che non vengono versati in quanto non previsti dalla precedente normativa.

Ciascun Titolare e il suo Responsabile della Conservazione che utilizza il servizio di arricchimento automatico
(wrapper) per la valorizzazione di metadati nella fase di normalizzazione, è consapevole ed esclusivo
responsabile delle regole di compilazione di seguito riportate, manlevando così il Conservatore Teamsystem
Service da qualsivoglia responsabilità nel merito. Il Titolare e il suo Responsabile della Conservazione sono
consapevoli che il versamento manuale dalla piattaforma web gli permette di valorizzare direttamente tutti
i metadati previsti, senza dover quindi utilizzare il wrapper di arricchimento automatico.

Pag. 175
METADATI DEL DOCUMENTO INFORMATICO SECONDO L’ obbligatorietà FATTURE ATTIVE FATTURE NOTIFICHE LIBRI E REGISTRI DICHIARAZIONI / MODELLI F24 E F23 LUL E DOC. DEL
ALLEGATO 5 LINEE GUIDA AGID ELETTRONICHE PASSIVE FATTURE SDI (2009,2010,2011, COMUNICAZIONI E QUIETANZE LAVORO (2069,
SDI ELETTRONICHE (1005) 2012, 2013, (2017, 2018, (2045,2046, 2063 ) 2092)
(1001,1003,1006) SDI (1002,1004) 2015,2016, 2062, 2019,2020,2021,
2066, 2067, 2022, 2023, 2024,
2070,2073, 2076) 2025, 2026, 2028,
2029,2030,
2031,2032, 2034,
2035, 2036, 2090
, 2039, 2040, 2093,
2041, 2027, 2033,
2037, 2042, 2043,
2044, 2047, 2048,
2049, 2050, 2051,
2052,2053,
2054,2060, 2064,
2065, 2072, 2077,
2078)
IdDoc
Impronta hash sì Valore Valore Valore Valore dell'impronta Valore Valore Valore
dell'impronta dell'impronta dell'impronta dell'impronta dell'impronta dell'impronta
Algoritmo Algoritmo utilizzato (SHA-256 di sì SHA256 default SHA256 default SHA256 default SHA256 default SHA256 default SHA256 default SHA256 default
Default)

Identificativo Come da sistema di identificazione sì ID univoco e ID univoco e ID univoco e ID univoco e ID univoco e ID univoco e ID univoco e
formalmente definito persistente persistente persistente persistente assegnato persistente persistente persistente
assegnato dal assegnato dal assegnato dal dal sistema assegnato dal assegnato dal assegnato dal
sistema sistema sistema sistema sistema sistema

Modalità di sì A A A A o B in base al formato A o B in base al A o B in base al se non fornito default


A) creazione tramite l’utilizzo di strumenti formato formato A
Formazione software che assicurino la produzione di
documenti nei formati previsti nell’Allegato
2 delle Linee Guida;
B) acquisizione di un documento
informatico per via telematica o su
supporto informatico, acquisizione della
copia per immagine su supporto
informatico di un documento analogico,

Pag. 176
acquisizione della copia informatica di un
documento analogico;
C) memorizzazione su supporto informatico
in formato digitale delle informazioni
risultanti da transazioni o processi
informatici o dalla presentazione
telematica di dati attraverso moduli o
formulari resi disponibili all’utente;
D) generazione o raggruppamento anche in
via automatica di un insieme di dati o
registrazioni, provenienti da una o più
banche dati, anche appartenenti a più
soggetti interoperanti, secondo una
struttura logica predeterminata e
memorizzata in forma statica

Tipologia Per es: Fatture, Determine, Delibere sì descrizione della descrizione della descrizione della Descrizione della Descrizione della Descrizione della Descrizione della
Descrizione della tipologia (fisso da tipologia) tipologia tipologia tipologia tipologia + ove tipologia + ove tipologia + ove tipologia
Documentale
documentale presente, descrizione presente, presente,
campo “Tipo” descrizione campo descrizione campo
“Tipo” “Tipo”
Dati di registrazione
Tipologia di • “U” = In uscita sì (riportare solo In uscita; le 1006 In entrata In entrata Interno In uscita In uscita Interno
flusso • “E” = In entrata la lettera sono in entrata
• “I” = Interno identificativa)
Tipo registro Nessuno/ sì Nessuno Nessuno nessuno Nessuno Nessuno Nessuno Nessuno
Protocollo Ordinario/Protocollo di
Emergenza
Repertorio/Registro
Data nel caso di documento non sì data emissione Data Data documento Valore del metadato Se valorizzato, “Data versamento” Data del
Registrazione protocollato: registrazione, se “Data documento” ove “data di o data quietanza o documento, se
(Data • Data/ora di registrazione o presente, oppure presente; sennò “Data trasmissione” oppure ultimo manca: ultimo
documento) data/ora del Documento data documento fine”, ove presente, oppure se giorno del periodo giorno mese
sennò ultimo giorno presente e imposta/anno precedente alla
nel caso di documento protocollato: dell’anno del periodo valorizzato “data data di versamento
• Data di registrazione di d’imposta fine”, oppure PdI
protocollo/Ora di protocollazione del “Data
Documento Versamento”,
oppure “data
ricevuta” , oppure
“Data impegno”,
oppure ultimo
giorno del periodo

Pag. 177
imposta/anno o
del periodo di
riferimento (mese,
trimestre oppure
data del periodo di
riferimento se
presente)
Numero nel caso di documento non sì Numero Numero Identificativo Se valorizzato “Data Se valorizzato, Se valorizzato, Numero pagina
Documento protocollato: documento; per i registrazione, se codice SDI,se fine” concatenazione “Protocollo “Protocollo INAIL se presente
• Numero di registrazione del lotti: presente, oppure presente, oppure del relativo mese- entratel/fisconline” entratel/fisconline” oppure
documento (numero documento) identificativo numero doc. periodo anno; sennò valore del o protocollo oppure concatenazione
codice SDI,oppure fornitore; per i d’imposta metadato “periodo telematico Anno/periodo stringa anno+mese
nel caso di documento protocollato: periodo lotti: d’imposta”, codice dogane), oppure imposta
• Numero di protocollo d’imposta identificativo documento per libri Anno/periodo
codice sociali imposta
SDI,oppure
periodo
d’imposta
Codice Registro Codice identificativo del registro SI, nel caso di Vuoto Vuoto vuoto Vuoto Vuoto vuoto vuoto
documento
registrato

Soggetti
Ruolo Sì, • Soggetto che • Soggetto che • Autore • Autore • Autore • Autore • Autore
• Assegnatario al fine di rendere i effettua la effettua la • Soggetto che • Soggetto che • Soggetto che • Soggetto che (obbligatorio)
• Autore dati di registrazione registrazione effettua la effettua la effettua la effettua la • Soggetto che
• Destinatario registrazione (coincide con (coincide con registrazione registrazione registrazione registrazione effettua la
• Mittente univoci deve Mittente) Mittente) (coincide con (coincide con (coincide con (coincide con registrazione
• Operatore essere sempre • Mittente • Mittente Autore) Autore) Autore) Autore) (coincide con
• Produttore indicato il • Destinatario • Destinatario Autore)
• RGD (Responsabile della Gestione soggetto che • Destinatario
Documentale) effettua la • Altro (solo 2092)
• RSP (Responsabile del Servizio di registrazione del
Protocollo) documento.
• Soggetto che effettua la Obbligatorio
registrazione indicare inoltre
• Altro almeno l’autore o
il mittente.
Nel caso di
documento
protocollato deve

Pag. 178
essere
obbligatoriamente
indicato il
mittente
Tipo Soggetto Se Ruolo = Assegnatario sì PG PG PG PG PG PG PG
AS PG PG PG PG PG PG PG
PG PG PF
Se Ruolo = Soggetto che effettua la
registrazione
PG (solo 2092)
PF per Persona Fisica
PG per Organizzazione

Se Ruolo = Mittente o Destinatario o Altro


PF per Persona Fisica
PG per Organizzazione
PAI per le Amministrazioni Pubbliche
italiane (valido solo come mittente nei
flussi in entrata, come destinatario nei
flussi in uscita)
PAE per le Amministrazioni Pubbliche
estere (valido solo come mittente nei
flussi in entrata, come destinatario nei
flussi in uscita)

Se Ruolo = Autore
PF per Persona Fisica
PG per Organizzazione
PAI per le Amministrazioni Pubbliche
italiane (valido solo nei flussi in entrata)
PAE per le Amministrazioni Pubbliche
estere (valido solo nei flussi in entrata)

Se Ruolo = Operatore o Responsabile della


Gestione Documentale o Responsabile del
Servizio Protocollo
PF per Persona Fisica

Se Ruolo = Produttore
SW per i documenti prodotti
automaticamente

PF Cognome SI Dati lavoratore

Nome SI
Codice fiscale NO

Pag. 179
Indirizzi digitali di riferimento NO
Dati mittente e Dati mittente e Dati Titolare Dati Titolare Dati Titolare Dati Titolare • Dati Titolare
dati destinatario dati destinatario • Dati Datore di
PG Denominazione organizzazione SI
lavoro (solo 2092)

Codice fiscale/P.Iva NO
Denominazione ufficio NO
Indirizzi digitali di riferimento NO
Denominazione
PAI SI
amministrazione/Codice IPA
Denominazione amministrazione
SI
AOO/Codice IPA AOO
Denominazione amministrazione
NO
UOR/Codice IPA UOR
Indirizzi digitali di riferimento SI
PAE Denominazione amministrazione SI
Denominazione ufficio NO
Indirizzi digitali di riferimento SI
AS Cognome NO
Nome NO
Codice fiscale NO
Denominazione organizzazione SI
Denominazione ufficio SI
Indirizzi digitali di riferimento SI
SW Denominazione sistema SI

Chiave Descrittiva

Oggetto Testo Libero sì Descrizione della Descrizione della Descrizione della Descrizione della Descrizione della Descrizione della Descrizione della
tipologia tipologia tipologia tipologia tipologia tipologia tipologia
Parole Chiave Testo Libero no vuoto vuoto vuoto vuoto vuoto vuoto vuoto

Allegati
Numero allegati 0:999 sì 0 0 0 0 0 0 0

Pag. 180
Indice allegati
IdDoc Identificativo SI, se numero vuoto Vuoto Vuoto vuoto vuoto vuoto vuoto
del documento allegati > 0
relativo
all'allegato
Descrizione Testo Libero SI, se numero vuoto Vuoto vuoto vuoto vuoto vuoto vuoto
allegati > 0

Classificazione
Indice di Codifica del documento secondo il no Vuoto Vuoto vuoto Vuoto Vuoto Vuoto Vuoto
classificazione Piano di Classificazione sì per PA

Descrizione Descrizione per esteso dell'Indice di no Vuoto Vuoto vuoto vuoto vuoto vuoto vuoto
Classificazione sì per PA

Piano di URI del Piano di Classificazione no Vuoto Vuoto vuoto vuoto vuoto vuoto vuoto
classificazione pubblicato sì per PA

Riservato VERO sì falso Falso falso falso falso falso falso


FALSO
Identificativo del formato
Formato Secondo quanto previsto sì Mime Type del Mime Type del Mime Type del Mime Type del Mime Type del Mime Type del Mime Type del
dall'Allegato 2 FORMATO FORMATO FORMATO FORMATO FORMATO FORMATO FORMATO
(Application/xml) (Application/xml) (Application/xml)

Prodotto
Software
Nome Prodotto Dati relativi al Sì quando Vuoto Vuoto Vuoto Vuoto Vuoto Vuoto Vuoto
prodotto rilevabile
software
utilizzato per la
produzione del
documento
Versione Prodotto Sì quando Vuoto Vuoto Vuoto Vuoto Vuoto Vuoto Vuoto
rilevabile
Pag. 181
Produttore Sì quando Vuoto Vuoto vuoto Vuoto Vuoto Vuoto vuoto
rilevabile
Verifica
Firmato VERO SI, Se .p7m: VERO, Se .p7m: VERO, Se .p7m: VERO, Se .p7m: VERO, negli Se .p7m: VERO, Se .p7m: VERO, Se .p7m: VERO,
Digitalmente FALSO obbligatorio nel negli altri casi negli altri casi negli altri casi altri casi FALSO negli altri casi negli altri casi negli altri casi
caso di modalità FALSO FALSO FALSO FALSO FALSO FALSO
di formazione doc
= a/b
Sigillato VERO SI, DEFAULT FALSO DEFAULT FALSO DEFAULT FALSO DEFAULT FALSO DEFAULT FALSO DEFAULT FALSO DEFAULT FALSO
Elettronicamente FALSO obbligatorio nel
caso di modalità
di formazione doc
= a/b

Marcatura VERO SI, DEFAULT FALSO DEFAULT FALSO DEFAULT FALSO DEFAULT FALSO DEFAULT FALSO DEFAULT FALSO DEFAULT FALSO
Temporale FALSO obbligatorio nel
caso di modalità
di formazione doc
= a/b

Conformità copie VERO SI, falso falso falso falso falso falso falso
immagine su FALSO obbligatorio nel
supporto caso di modalità
informatico di formazione doc
=b

IdAgg
IDAggregazione Identificativo aggregazione Sì solo per PA VUOTO VUOTO VUOTO vuoto vuoto vuoto vuoto

Id Identificativo Documento Primario SI, nel caso in cui VUOTO VUOTO Vuoto vuoto VUOTO Vuoto vuoto
sia presente un
documento
principale

Nome del sì nome file nome file nome file nome file nome file nome file nome file
documento/file

Pag. 182
Versione del 1,2,3… sì 1 1 1 1 1 1 1
Documento
Tracciature modifiche documento
Tipo modifica Annullamento Si, nel caso di
Rettifica versione > 1 o in
Integrazione caso di
Annotazione annullamento

VUOTO VUOTO VUOTO vuoto vuoto vuoto vuoto

Codice fiscale Codifice Fiscale del Soggetto Si, nel caso di VUOTO VUOTO VUOTO vuoto vuoto vuoto vuoto
dell'autore della Operatore versione > 1 o in
modifica caso di
annullamento

Data Modifica Si, nel caso di VUOTO VUOTO VUOTO vuoto vuoto vuoto Vuoto
versione > 1 o in
caso di
annullamento

IdDoc versione precedente Si, nel caso di VUOTO VUOTO VUOTO VUOTO vuoto vuoto vuoto
versione > 1 o in
caso di
annullamento

Tempo di 9999, 5 anni, 10 anni no 10 ANNI default- 10 ANNI default- 10 ANNI default- 10 ANNI default- MAI 10 ANNI default- 10 ANNI default- 10 ANNI default-
conservazione MAI richiesto in MAI richiesto in MAI richiesto in richiesto in MAI richiesto in MAI richiesto in MAI richiesto in
inserimento inserimento inserimento inserimento inserimento inserimento inserimento
Note Testo Libero no VUOTO VUOTO VUOTO Metadato “Descrizione vuoto vuoto vuoto
documento” per
tipologia 2070

Pag. 183
METADATI DEL DOCUMENTO INFORMATICO SECONDO L’ obbligatorietà CONTRATTI FATTURE FATTURE MESSAGGI PEC (2056) LETTERE DELEGHE/REVOCHE NOTE SPESE E
ALLEGATO 5 LINEE GUIDA AGID (2075) EMESSE B2B RICEVUTE B2B MESSAGGI MAIL D’INTENTO CASSETTO FISCALE RELATIVI
(2001) NOTE DI (2003) NOTE DI ORDINARIA (2057) EMESSE E E FATTURE E GIUSTIFICATIVI
VARIAZIONE VARIAZIONE RICEVUTE (2061) CORRISPETTIVI (2084)
EMESSE B2B RICEVUTE B2B (2088,2089)
(2002) DDT (2004) DDT
EMESSI (2005) RICEVUTI (2006)
LOTTI FATTURE LOTTI FATTURE
EMESSE B2B RICEVUTE B2B
(2058) BOLLE (2059)
EMESSE (2007) BOLLE RICEVUTE
(2008)
IdDoc
Impronta hash sì Valore Valore Valore Valore dell'impronta Valore Valore Valore
dell'impronta dell'impronta dell'impronta dell'impronta dell'impronta dell'impronta
Algoritmo Algoritmo utilizzato (SHA-256 di sì SHA256 default SHA256 default SHA256 default SHA256 default SHA256 default SHA256 default SHA256 default
Default)

Identificativo Come da sistema di sì ID univoco e ID univoco e ID univoco e ID univoco e ID univoco e ID univoco e ID univoco e
identificazione formalmente persistente persistente persistente persistente assegnato persistente persistente persistente
definito assegnato dal assegnato dal assegnato dal dal sistema assegnato dal assegnato dal assegnato dal
sistema sistema sistema sistema sistema sistema

Modalità di sì A o B in base al A o B in base al A o B in base al A A o B in base al A o B in base al A o B in base al


A) creazione tramite l’utilizzo di formato formato formato formato formato formato
Formazione strumenti software che assicurino la
produzione di documenti nei formati
previsti nell’Allegato 2 delle Linee Guida;
B) acquisizione di un documento
informatico per via telematica o su
supporto informatico, acquisizione della
copia per immagine su supporto
informatico di un documento analogico,
acquisizione della copia informatica di
un documento analogico;
C) memorizzazione su supporto
informatico in formato digitale delle
informazioni risultanti da transazioni o
processi informatici o dalla
presentazione telematica di dati
attraverso moduli o formulari resi
disponibili all’utente;
D) generazione o raggruppamento
anche in via automatica di un insieme di

Pag. 184
dati o registrazioni, provenienti da una o
più banche dati, anche appartenenti a
più soggetti interoperanti, secondo una
struttura logica predeterminata e
memorizzata in forma statica

Tipologia Per es: Fatture, Determine, sì descrizione della descrizione della Descrizione della Descrizione della Descrizione della Descrizione della Descrizione della
Delibere (fisso da tipologia) tipologia + tipologia tipologia tipologia + ove tipologia + ove tipologia + ove tipologia + ove
Documentale
Descrizione della tipologia “descrizione presente, descrizione presente, presente, presente,
documentale tipologia campo “Tipo” descrizione campo descrizione campo descrizione campo
contratto” se “Tipo” “Tipo” “Tipo”
presente
Dati di registrazione
Tipologia di • “U” = In uscita sì (riportare solo Default: Interno In uscita In entrata Interno Interno In Entrata In Entrata
flusso • “E” = In entrata la lettera
• “I” = Interno identificativa)
Tipo registro Nessuno/ sì Nessuno Nessuno nessuno Nessuno Nessuno Nessuno Nessuno
Protocollo Ordinario/Protocollo di
Emergenza
Repertorio/Registro
Data nel caso di documento non sì Data contratto; se Data emissione Data Data messaggio Data lettera, Data documento Data documento
Registrazione protocollato: assente, data registrazione, se oppure ultimo
• Data/ora versamento presente, oppure giorno anno
di registrazione o data del data emissione
Documento/ fornitore oppure
ultimo giorno
nel caso di documento periodo imposta
protocollato: per i lotti
• Data di registrazione di
protocollo/Ora di protocollazione
del Documento
Numero nel caso di documento non sì Codice Contratto; Numero Numero ID messaggio o casella Periodo Numero Numero
Documento protocollato: se assente: ND documento; per i registrazione, se mail/pec riferimento Anno progressivo, in documento; in
• Numero di registrazione del lotti periodo presente, oppure mancanza ultimo mancanza: anno
documento (numero documento) d’imposta numero giorno del periodo periodo d’imposta
documento di riferimento
nel caso di documento fornitore; per i
protocollato: lotti periodo
• Numero di protocollo d’imposta
Codice Registro Codice identificativo del registro SI, nel caso di Vuoto Vuoto vuoto Vuoto Vuoto vuoto vuoto
documento
registrato
Pag. 185
Soggetti
Ruolo Sì, • Soggetto che • Soggetto che • Soggetto che • Soggetto che • Autore • Autore • Autore
• Assegnatario al fine di rendere i effettua la effettua la effettua la effettua la • Soggetto che • Soggetto che (obbligatorio)
• Autore dati di registrazione registrazione registrazione registrazione effettua la effettua la • Soggetto che
• Destinatario registrazione (coincide con (coincide con (coincide con (coincide con registrazione registrazione effettua la
• Mittente univoci deve Autore) Mittente) Mittente) Mittente) (coincide con (coincide con registrazione
• Operatore essere sempre • Autore • Mittente • Mittente • Mittente Autore) Autore) (coincide con
• Produttore indicato il • Destinatario • Destinatario • Destinatario • Destinatario Autore)
• RGD (Responsabile della soggetto che (se i dati sono • Mittente
Gestione Documentale) effettua la mancanti viene
• RSP (Responsabile del Servizio di registrazione del inserito soggetto
Protocollo) documento. mittente e valorizzato i
• Soggetto che effettua la Obbligatorio campi con “ND”)
registrazione indicare inoltre
• Altro almeno l’autore o
il mittente.
Nel caso di
documento
protocollato deve
essere
obbligatoriamente
indicato il
mittente
Tipo Soggetto Se Ruolo = Assegnatario sì PG PG PG PF PG PG PG
AS PG PG PG PF PG PG PG
PF se CF è PG PG PF PG
Se Ruolo = Soggetto che effettua la
registrazione
alfanumerico,
PF per Persona Fisica sennò PG
PG per Organizzazione

Se Ruolo = Mittente o Destinatario o


Altro
PF per Persona Fisica
PG per Organizzazione
PAI per le Amministrazioni Pubbliche
italiane (valido solo come mittente nei
flussi in entrata, come destinatario nei
flussi in uscita)
PAE per le Amministrazioni Pubbliche
estere (valido solo come mittente nei
flussi in entrata, come destinatario nei
flussi in uscita)
Pag. 186
Se Ruolo = Autore
PF per Persona Fisica
PG per Organizzazione
PAI per le Amministrazioni Pubbliche
italiane (valido solo nei flussi in
entrata)
PAE per le Amministrazioni Pubbliche
estere (valido solo nei flussi in entrata)

Se Ruolo = Operatore o Responsabile


della Gestione Documentale o
Responsabile del Servizio Protocollo
PF per Persona Fisica

Se Ruolo = Produttore
SW per i documenti prodotti
automaticamente

PF Cognome SI Dati controparte Dati Mittente


se CF Dati Destinatario
Nome SI alfanumerico
Codice fiscale NO
Indirizzi digitali di riferimento NO
PG Denominazione organizzazione SI -Dati Titolare - Dati Titolare -Dati fornitore Dati Titolare Dati Titolare -Dati titolare
-Dati controparte -dati destinatario -Dati Titolare -Dati Fornitore
Codice fiscale/P.Iva NO se CF numerico
Denominazione ufficio NO
Indirizzi digitali di riferimento NO
Denominazione
PAI SI
amministrazione/Codice IPA
Denominazione amministrazione
SI
AOO/Codice IPA AOO
Denominazione amministrazione
NO
UOR/Codice IPA UOR
Indirizzi digitali di riferimento SI
PAE Denominazione amministrazione SI
Denominazione ufficio NO
Indirizzi digitali di riferimento SI

Pag. 187
AS Cognome NO
Nome NO
Codice fiscale NO
Denominazione organizzazione SI
Denominazione ufficio SI
Indirizzi digitali di riferimento SI
SW Denominazione sistema SI

Chiave Descrittiva

Oggetto Testo Libero sì Descrizione della Descrizione della Descrizione della Descrizione della Descrizione della Descrizione della Descrizione della
tipologia tipologia tipologia tipologia tipologia tipologia tipologia
Parole Chiave Testo Libero no vuoto vuoto vuoto vuoto vuoto vuoto vuoto

Allegati
Numero allegati 0:999 sì 0 0 0 0 0 0 0
Indice allegati
IdDoc Identificativo SI, se numero vuoto Vuoto Vuoto vuoto vuoto vuoto vuoto
del allegati > 0
documento
relativo
all'allegato
Descrizione Testo Libero SI, se numero vuoto Vuoto vuoto vuoto vuoto vuoto vuoto
allegati > 0

Classificazione
Indice di Codifica del documento secondo il no Vuoto Vuoto vuoto Vuoto Vuoto Vuoto Vuoto
classificazione Piano di Classificazione sì per PA

Descrizione Descrizione per esteso dell'Indice no Vuoto Vuoto vuoto vuoto vuoto vuoto vuoto
di Classificazione sì per PA

Pag. 188
Piano di URI del Piano di Classificazione no Vuoto Vuoto vuoto vuoto vuoto vuoto vuoto
classificazione pubblicato sì per PA

Riservato VERO sì falso Falso falso falso falso falso falso


FALSO
Identificativo del formato
Formato Secondo quanto previsto sì Mime Type del Mime Type del Mime Type del Mime Type del Mime Type del Mime Type del Mime Type del
dall'Allegato 2 FORMATO FORMATO FORMATO FORMATO FORMATO FORMATO FORMATO
(Application/xml) (Application/xml) (Application/xml)

Prodotto
Software
Nome Prodotto Dati relativi Sì quando Vuoto Vuoto Vuoto Vuoto Vuoto Vuoto Vuoto
al prodotto rilevabile
software
utilizzato per
la
produzione
del
documento
Versione Prodotto Sì quando Vuoto Vuoto Vuoto Vuoto Vuoto Vuoto Vuoto
rilevabile
Produttore Sì quando Vuoto Vuoto vuoto Vuoto Vuoto Vuoto vuoto
rilevabile
Verifica
Firmato VERO SI, Se .p7m: VERO, Se .p7m: VERO, Se .p7m: VERO, Se .p7m: VERO, negli Se .p7m: VERO, Se .p7m: VERO, Se .p7m: VERO,
Digitalmente FALSO obbligatorio nel negli altri casi negli altri casi negli altri casi altri casi FALSO negli altri casi negli altri casi negli altri casi
caso di modalità FALSO FALSO FALSO FALSO FALSO FALSO
di formazione doc
= a/b
Sigillato VERO SI, DEFAULT FALSO DEFAULT FALSO DEFAULT FALSO DEFAULT FALSO DEFAULT FALSO DEFAULT FALSO DEFAULT FALSO
Elettronicamente FALSO obbligatorio nel
caso di modalità
di formazione doc
= a/b

Marcatura VERO SI, DEFAULT FALSO DEFAULT FALSO DEFAULT FALSO DEFAULT FALSO DEFAULT FALSO DEFAULT FALSO DEFAULT FALSO
Temporale FALSO

Pag. 189
obbligatorio nel
caso di modalità
di formazione doc
= a/b

Conformità copie VERO SI, falso falso falso falso falso falso falso
immagine su FALSO obbligatorio nel
supporto caso di modalità
informatico di formazione doc
=b

IdAgg
IDAggregazione Identificativo aggregazione Sì solo per PA VUOTO VUOTO VUOTO vuoto vuoto vuoto vuoto

Id Identificativo Documento Primario SI, nel caso in cui VUOTO VUOTO Vuoto vuoto VUOTO Vuoto vuoto
sia presente un
documento
principale

Nome del sì nome file nome file nome file nome file nome file nome file nome file
documento/file
Versione del 1,2,3… sì 1 1 1 1 1 1 1
Documento
Tracciature modifiche documento
Tipo modifica Annullamento Si, nel caso di
Rettifica versione > 1 o in
Integrazione caso di
Annotazione annullamento

VUOTO VUOTO VUOTO vuoto vuoto vuoto vuoto

Codice fiscale Codifice Fiscale del Soggetto Si, nel caso di VUOTO VUOTO VUOTO vuoto vuoto vuoto vuoto
dell'autore della Operatore versione > 1 o in
modifica caso di
annullamento

Pag. 190
Data Modifica Si, nel caso di VUOTO VUOTO VUOTO vuoto vuoto vuoto Vuoto
versione > 1 o in
caso di
annullamento

IdDoc versione precedente Si, nel caso di VUOTO VUOTO VUOTO VUOTO vuoto vuoto vuoto
versione > 1 o in
caso di
annullamento

Tempo di 9999, 5 anni, 10 anni no 10 ANNI default- 10 ANNI default- 10 ANNI default- 10 ANNI default- MAI 10 ANNI default- 10 ANNI default- 10 ANNI default-
conservazione MAI richiesto in MAI richiesto in MAI richiesto in richiesto in MAI richiesto in MAI richiesto in MAI richiesto in
inserimento inserimento inserimento inserimento inserimento inserimento inserimento
Note Testo Libero no VUOTO VUOTO VUOTO VUOTO vuoto vuoto vuoto

Pag. 191
METADATI DEL DOCUMENTO INFORMATICO SECONDO L’ obbligatorietà DOCUMENTI NSO Notifiche NSO Documentazione Log (2055) Preventivi – INFORMATIVA- DOCUMENTI
ALLEGATO 5 LINEE GUIDA AGID (2090) (2091) antiriciclaggio offerte (2074) CONSENSO PRIVACY (GDPR)
(2068) PRIVACY (2079) (2087)
IdDoc
Impronta hash sì Valore Valore Valore Valore dell'impronta Valore Valore Valore
dell'impronta dell'impronta dell'impronta dell'impronta dell'impronta dell'impronta
Algoritmo Algoritmo utilizzato (SHA-256 di sì SHA256 default SHA256 default SHA256 default SHA256 default SHA256 default SHA256 default SHA256 default
Default)

Identificativo Come da sistema di sì ID univoco e ID univoco e ID univoco e ID univoco e ID univoco e ID univoco e ID univoco e
identificazione formalmente persistente persistente persistente persistente assegnato persistente persistente persistente
definito assegnato dal assegnato dal assegnato dal dal sistema assegnato dal assegnato dal assegnato dal
sistema sistema sistema sistema sistema sistema

Modalità di sì A A A o B in base al D A o B in base al A o B in base al A o B in base al


A) creazione tramite l’utilizzo di formato formato formato formato
Formazione strumenti software che assicurino la
produzione di documenti nei formati
previsti nell’Allegato 2 delle Linee Guida;
B) acquisizione di un documento
informatico per via telematica o su
supporto informatico, acquisizione della
copia per immagine su supporto
informatico di un documento analogico,
acquisizione della copia informatica di
un documento analogico;
C) memorizzazione su supporto
informatico in formato digitale delle
informazioni risultanti da transazioni o
processi informatici o dalla
presentazione telematica di dati
attraverso moduli o formulari resi
disponibili all’utente;
D) generazione o raggruppamento
anche in via automatica di un insieme di
dati o registrazioni, provenienti da una o
più banche dati, anche appartenenti a
più soggetti interoperanti, secondo una
struttura logica predeterminata e
memorizzata in forma statica

Tipologia Per es: Fatture, Determine, sì descrizione della descrizione della descrizione della descrizione della descrizione della descrizione della descrizione della
Delibere (fisso da tipologia) tipologia tipologia tipologia + tipo tipologia+ tipo (se tipologia + tipologia+ tipo (se tipologia+ tipo (se
Documentale
Descrizione della tipologia documento (se presente) descrizione della presente) presente)
documentale presente) tipologia
Pag. 192
preventivo/ offerta
(se presente)
Dati di registrazione
Tipologia di • “U” = In uscita sì (riportare solo Interno Interno interno interno In entrata (se In entrata Interno
flusso • “E” = In entrata la lettera presente
• “I” = Interno identificativa) denominazione o
CF fornitore)
In uscita (se
presente
denominazione o
CF destinatario
Tipo registro Nessuno/ sì Nessuno Nessuno nessuno Nessuno Nessuno Nessuno Nessuno
Protocollo Ordinario/Protocollo di
Emergenza
Repertorio/Registro
Data nel caso di documento non sì Data documento Data notifica; se Data documento; Data di chiusura Data preventivo/ Data consenso, se Data documento;
Registrazione protocollato: assente ultimo se assente ultimo (creazione) offerta (se assente assente ultimo se assente ultimo
(data • Data/ora di registrazione o data giorno anno giorno anno ultimo giorno giorno anno giorno anno
documento) del Documento esercizio esercizio anno)

nel caso di documento


protocollato:
• Data di registrazione di
protocollo/Ora di protocollazione
del Documento
Numero nel caso di documento non sì Numero Identificativo Default ND Anno Codice preventivo/ Anno Anno
Documento protocollato: documento della offerta (se assente,
• Numero di registrazione del transazione, se indicare anno)
documento (numero documento) assente Anno di
riferimento
nel caso di documento
protocollato:
• Numero di protocollo
Codice Registro Codice identificativo del registro SI, nel caso di Vuoto Vuoto vuoto Vuoto Vuoto vuoto vuoto
documento
registrato

Soggetti

Pag. 193
Ruolo Sì, • Soggetto che • Autore • Autore • Autore • Soggetto che • Autore • Autore
• Assegnatario al fine di rendere i effettua la • Soggetto che • Soggetto che • Soggetto che effettua la • Soggetto che • Soggetto che
• Autore dati di registrazione effettua la effettua la effettua la registrazione effettua la effettua la
• Destinatario registrazione (coincide con registrazione registrazione registrazione (coincide con registrazione registrazione
• Mittente univoci deve Mittente) (coincide con (coincide con (coincide con Autore) Mittente) (coincide con (coincide con
• Operatore essere sempre • Mittente Autore) Autore) • Mittente Autore) Autore)
• Produttore indicato il • Destinatario • Destinatario
• RGD (Responsabile della soggetto che
Gestione Documentale) effettua la
• RSP (Responsabile del Servizio di registrazione del
Protocollo) documento.
• Soggetto che effettua la Obbligatorio
registrazione indicare inoltre
• Altro almeno l’autore o
il mittente.
Nel caso di
documento
protocollato deve
essere
obbligatoriamente
indicato il
mittente
Tipo Soggetto Se Ruolo = Assegnatario sì PG PG PG PG PG PG PG
AS PG PG PG PG PG PG PG
Se Ruolo = Soggetto che effettua la
registrazione
PF per Persona Fisica
PG per Organizzazione

Se Ruolo = Mittente o Destinatario o


Altro
PF per Persona Fisica
PG per Organizzazione
PAI per le Amministrazioni Pubbliche
italiane (valido solo come mittente nei
flussi in entrata, come destinatario nei
flussi in uscita)
PAE per le Amministrazioni Pubbliche
estere (valido solo come mittente nei
flussi in entrata, come destinatario nei
flussi in uscita)

Se Ruolo = Autore
PF per Persona Fisica

Pag. 194
PG per Organizzazione
PAI per le Amministrazioni Pubbliche
italiane (valido solo nei flussi in
entrata)
PAE per le Amministrazioni Pubbliche
estere (valido solo nei flussi in entrata)

Se Ruolo = Operatore o Responsabile


della Gestione Documentale o
Responsabile del Servizio Protocollo
PF per Persona Fisica

Se Ruolo = Produttore
SW per i documenti prodotti
automaticamente

PF Cognome SI
Nome SI
Codice fiscale NO
Indirizzi digitali di riferimento NO

Pag. 195
-Dati mittente Dati titolare Dati titolare Dati titolare -Dati Fornitore Dati dell’interessato Dati titolare
- Dati destinatario oppure Dati
Titolare (se assenti
dati Fornitore)
- dati Destinatario.
Se assente dati
PG Denominazione organizzazione SI titolare
(in mancanza di
tutti i soggetti il
default è inserire
come mittente il
Titolare e nulla
come Destinatario)
Codice fiscale/P.Iva NO
Denominazione ufficio NO
Indirizzi digitali di riferimento NO
Denominazione
PAI SI
amministrazione/Codice IPA
Denominazione amministrazione
SI
AOO/Codice IPA AOO
Denominazione amministrazione
NO
UOR/Codice IPA UOR
Indirizzi digitali di riferimento SI
PAE Denominazione amministrazione SI
Denominazione ufficio NO
Indirizzi digitali di riferimento SI
AS Cognome NO
Nome NO
Codice fiscale NO
Denominazione organizzazione SI
Denominazione ufficio SI
Indirizzi digitali di riferimento SI
SW Denominazione sistema SI

Pag. 196
Chiave Descrittiva

Oggetto Testo Libero sì Descrizione della Descrizione della Descrizione della Descrizione della Descrizione della Descrizione della Descrizione della
tipologia tipologia tipologia tipologia tipologia tipologia tipologia
Parole Chiave Testo Libero no vuoto vuoto vuoto vuoto vuoto vuoto vuoto

Allegati
Numero allegati 0:999 sì 0 0 0 0 0 0 0
Indice allegati
IdDoc Identificativo SI, se numero vuoto Vuoto Vuoto vuoto vuoto vuoto vuoto
del allegati > 0
documento
relativo
all'allegato
Descrizione Testo Libero SI, se numero vuoto Vuoto vuoto vuoto vuoto vuoto vuoto
allegati > 0

Classificazione

Indice di Codifica del documento secondo il no Vuoto Vuoto vuoto Vuoto Vuoto Vuoto Vuoto
classificazione Piano di Classificazione sì per PA

Descrizione Descrizione per esteso dell'Indice no Vuoto Vuoto vuoto vuoto vuoto vuoto vuoto
di Classificazione sì per PA

Piano di URI del Piano di Classificazione no Vuoto Vuoto vuoto vuoto vuoto vuoto vuoto
classificazione pubblicato sì per PA

Riservato VERO sì falso Falso falso falso falso falso falso


FALSO
Identificativo del formato
Formato Secondo quanto previsto sì Mime Type del Mime Type del Mime Type del Mime Type del Mime Type del Mime Type del Mime Type del
dall'Allegato 2 FORMATO FORMATO FORMATO FORMATO FORMATO FORMATO FORMATO
(Application/xml) (Application/xml) (Application/xml)

Pag. 197
Prodotto
Software
Nome Prodotto Dati relativi Sì quando Vuoto Vuoto Vuoto Vuoto Vuoto Vuoto Vuoto
al prodotto rilevabile
software
utilizzato per
la
produzione
del
documento
Versione Prodotto Sì quando Vuoto Vuoto Vuoto Vuoto Vuoto Vuoto Vuoto
rilevabile
Produttore Sì quando Vuoto Vuoto vuoto Vuoto Vuoto Vuoto vuoto
rilevabile
Verifica
Firmato VERO SI, Se .p7m: VERO, Se .p7m: VERO, Se .p7m: VERO, Se .p7m: VERO, negli Se .p7m: VERO, Se .p7m: VERO, Se .p7m: VERO,
Digitalmente FALSO obbligatorio nel negli altri casi negli altri casi negli altri casi altri casi FALSO negli altri casi negli altri casi negli altri casi
caso di modalità FALSO FALSO FALSO FALSO FALSO FALSO
di formazione doc
= a/b
Sigillato VERO SI, DEFAULT FALSO DEFAULT FALSO DEFAULT FALSO DEFAULT FALSO DEFAULT FALSO DEFAULT FALSO DEFAULT FALSO
Elettronicamente FALSO obbligatorio nel
caso di modalità
di formazione doc
= a/b

Marcatura VERO SI, DEFAULT FALSO DEFAULT FALSO DEFAULT FALSO DEFAULT FALSO DEFAULT FALSO DEFAULT FALSO DEFAULT FALSO
Temporale FALSO obbligatorio nel
caso di modalità
di formazione doc
= a/b

Conformità copie VERO SI, falso falso falso falso falso falso falso
immagine su FALSO obbligatorio nel
supporto caso di modalità
informatico di formazione doc
=b

Pag. 198
IdAgg
IDAggregazione Identificativo aggregazione Sì solo per PA VUOTO VUOTO VUOTO vuoto vuoto vuoto vuoto

Id Identificativo Documento Primario SI, nel caso in cui VUOTO VUOTO Vuoto vuoto VUOTO Vuoto vuoto
sia presente un
documento
principale

Nome del sì nome file nome file nome file nome file nome file nome file nome file
documento/file
Versione del 1,2,3… sì 1 1 1 1 1 1 1
Documento
Tracciature modifiche documento
Tipo modifica Annullamento Si, nel caso di
Rettifica versione > 1 o in
Integrazione caso di
Annotazione annullamento

VUOTO VUOTO VUOTO vuoto vuoto vuoto vuoto

Codice fiscale Codifice Fiscale del Soggetto Si, nel caso di VUOTO VUOTO VUOTO vuoto vuoto vuoto vuoto
dell'autore della Operatore versione > 1 o in
modifica caso di
annullamento

Data Modifica Si, nel caso di VUOTO VUOTO VUOTO vuoto vuoto vuoto Vuoto
versione > 1 o in
caso di
annullamento

IdDoc versione precedente Si, nel caso di VUOTO VUOTO VUOTO VUOTO vuoto vuoto vuoto
versione > 1 o in
caso di
annullamento

Pag. 199
Tempo di 9999, 5 anni, 10 anni no 10 ANNI default- 10 ANNI default- 10 ANNI default- 10 ANNI default- MAI 10 ANNI default- 10 ANNI default- 10 ANNI default-
conservazione MAI richiesto in MAI richiesto in MAI richiesto in richiesto in MAI richiesto in MAI richiesto in MAI richiesto in
inserimento inserimento inserimento inserimento inserimento inserimento inserimento
Note Testo Libero no VUOTO VUOTO VUOTO VUOTO vuoto vuoto vuoto

METADATI DEL DOCUMENTO INFORMATICO SECONDO obbligatorietà SCONTRINI/RICEVUTE DATI FATTURE LIQUIDAZIONI DOCUMENTI PER LA DOCUMENTI AUDIO- DOCUMENTI DI FORMULARIO
L’ ALLEGATO 5 LINEE GUIDA AGID FISCALI/INCASSI EMESSE E PERIODICHE IVA FIRMA DIGITALE VIDEO (2094) RICONOSCIMENTO IDENTIFICAZIONE
(2080) RICEVUTE (2081) (2082) (2085) , DOCUMENTI (2095) RIFIUTI (FIR)
PER LA FIRMA (2096)
ELETTRONICA
AVANZATA (FEA)
(2086)
IdDoc
Impronta hash sì Valore dell'impronta Valore Valore Valore dell'impronta Valore dell'impronta Valore dell'impronta Valore
dell'impronta dell'impronta dell'impronta
Algoritmo Algoritmo utilizzato (SHA-256 di sì SHA256 default SHA256 default SHA256 default SHA256 default SHA256 default SHA256 default SHA256 default
Default)

Identificativo Come da sistema di sì ID univoco e ID univoco e ID univoco e ID univoco e ID univoco e ID univoco e ID univoco e
identificazione formalmente persistente assegnato persistente persistente persistente assegnato persistente assegnato persistente assegnato persistente
definito dal sistema assegnato dal assegnato dal dal sistema dal sistema dal sistema assegnato dal
sistema sistema sistema

Modalità di sì A o B in base al A o B in base al A o B in base al A o B in base al A A o B in base al A o B in base al


A) creazione tramite l’utilizzo di formato formato formato formato formato formato
Formazione strumenti software che assicurino la
produzione di documenti nei formati
previsti nell’Allegato 2 delle Linee
Guida;
B) acquisizione di un documento
informatico per via telematica o su
supporto informatico, acquisizione
della copia per immagine su supporto
informatico di un documento
analogico, acquisizione della copia
informatica di un documento
analogico;
C) memorizzazione su supporto
informatico in formato digitale delle
informazioni risultanti da transazioni
o processi informatici o dalla
Pag. 200
presentazione telematica di dati
attraverso moduli o formulari resi
disponibili all’utente;
D) generazione o raggruppamento
anche in via automatica di un insieme
di dati o registrazioni, provenienti da
una o più banche dati, anche
appartenenti a più soggetti
interoperanti, secondo una struttura
logica predeterminata e memorizzata
in forma statica

Tipologia Per es: Fatture, Determine, sì descrizione della descrizione della descrizione della descrizione della descrizione della descrizione della descrizione della
Delibere (fisso da tipologia) tipologia tipologia tipologia tipologia + tipologia + tipologia + tipologia
Documentale
Descrizione della tipologia descrizione campo descrizione campo descrizione campo
documentale Tipo se presente Tipo se presente Tipo se presente
Dati di registrazione
Tipologia di • “U” = In uscita sì (riportare solo Interno Interno In uscita In uscita Interno In entrata In uscita
flusso • “E” = In entrata la lettera
• “I” = Interno identificativa)
Tipo registro Nessuno/ sì Nessuno Nessuno nessuno Nessuno Nessuno Nessuno Nessuno
Protocollo Ordinario/Protocollo
di Emergenza
Repertorio/Registro
Data nel caso di documento non sì Data di emissione Data Ultimo giorno Data documento, se Data documento, se Data documento, se data di emissione
Registrazione protocollato: registrazione, se anno periodo assente, ultimo assente, ultimo assente, ultimo
(data • Data /ora di registrazione o assente Data d’imposta o se giorno anno giorno anno giorno anno
documento) data del Documento documento, se presenti, ultimo
assente Data giorno mese o
nel caso di documento trasmissione, se trimestre
protocollato: assente ultimo
• Data di registrazione di giorno del
protocollo/Ora di periodo
protocollazione del Documento d’imposta
Numero nel caso di documento non sì Numero documento, Numero Concatenazione Anno Anno Anno Numero registro,
Documento protocollato: se assente documento, se mese +anno o se assente Anno
• Numero di registrazione del GGMMAAAA della assente anno del trimestre + anno
documento (numero data documento, se periodo
documento) assente anno del d’imposta
periodo imposta
nel caso di documento
protocollato:
• Numero di protocollo
Pag. 201
Codice Registro Codice identificativo del SI, nel caso di Vuoto Vuoto vuoto Vuoto Vuoto vuoto vuoto
registro documento
registrato

Soggetti
Ruolo Sì, • Autore • Autore • Autore • Autore • Autore • Autore • Autore
• Assegnatario al fine di rendere i • Soggetto che • Soggetto che • Soggetto che • Soggetto che • Soggetto che • Soggetto che • Soggetto che
• Autore dati di effettua la effettua la effettua la effettua la effettua la effettua la effettua la
• Destinatario registrazione registrazione registrazione registrazione registrazione registrazione registrazione registrazione
• Mittente univoci deve (coincide con (coincide con (coincide con (coincide con (coincide con (coincide con (coincide con
• Operatore essere sempre Autore) Autore) Autore) Autore) Autore) Autore) Autore)
• Produttore indicato il • Destinatario • Destinatario • Destinatario
• RGD (Responsabile della soggetto che
Gestione Documentale) effettua la
• RSP (Responsabile del Servizio registrazione del
di Protocollo) documento.
• Soggetto che effettua la Obbligatorio
registrazione indicare inoltre
• Altro almeno l’autore o
il mittente.
Nel caso di
documento
protocollato deve
essere
obbligatoriamente
indicato il
mittente
Tipo Soggetto Se Ruolo = Assegnatario sì PG PG PG PG PG PG PG
AS PG PG PG PG PG PG PG
PF PF PF
Se Ruolo = Soggetto che effettua la
registrazione
PF per Persona Fisica
PG per Organizzazione

Se Ruolo = Mittente o Destinatario o


Altro
PF per Persona Fisica
PG per Organizzazione
PAI per le Amministrazioni
Pubbliche italiane (valido solo come
mittente nei flussi in entrata, come
destinatario nei flussi in uscita)

Pag. 202
PAE per le Amministrazioni
Pubbliche estere (valido solo come
mittente nei flussi in entrata, come
destinatario nei flussi in uscita)

Se Ruolo = Autore
PF per Persona Fisica
PG per Organizzazione
PAI per le Amministrazioni
Pubbliche italiane (valido solo nei
flussi in entrata)
PAE per le Amministrazioni
Pubbliche estere (valido solo nei
flussi in entrata)

Se Ruolo = Operatore o
Responsabile della Gestione
Documentale o Responsabile del
Servizio Protocollo
PF per Persona Fisica

Se Ruolo = Produttore
SW per i documenti prodotti
automaticamente

PF Cognome SI Titolare di firma Utente (metadato) Utente (metadato)


(metadato)
Nome SI
Codice fiscale NO
Indirizzi digitali di riferimento NO
PG Denominazione organizzazione SI Dati titolare Dati titolare Dati titolare Dati titolare Dati titolare Dati titolare Dati titolare

Codice fiscale/P.Iva NO
Denominazione ufficio NO
Indirizzi digitali di riferimento NO
Denominazione
PAI SI
amministrazione/Codice IPA
Denominazione amministrazione
SI
AOO/Codice IPA AOO
Denominazione amministrazione
NO
UOR/Codice IPA UOR
Indirizzi digitali di riferimento SI

Pag. 203
PAE Denominazione amministrazione SI
Denominazione ufficio NO
Indirizzi digitali di riferimento SI
AS Cognome NO
Nome NO
Codice fiscale NO
Denominazione organizzazione SI
Denominazione ufficio SI
Indirizzi digitali di riferimento SI
SW Denominazione sistema SI

Chiave Descrittiva

Oggetto Testo Libero sì Descrizione della Descrizione della Descrizione della Descrizione della Descrizione della Descrizione della Descrizione della
tipologia tipologia tipologia tipologia tipologia tipologia tipologia
Parole Chiave Testo Libero no vuoto vuoto vuoto vuoto vuoto vuoto vuoto

Allegati
Numero allegati 0:999 sì 0 0 0 0 0 0 0
Indice allegati
IdDoc Identificativo SI, se numero vuoto Vuoto Vuoto vuoto vuoto vuoto vuoto
del allegati > 0
documento
relativo
all'allegato
Descrizione Testo Libero SI, se numero vuoto Vuoto vuoto vuoto vuoto vuoto vuoto
allegati > 0

Classificazione

Indice di Codifica del documento no Vuoto Vuoto Vuoto per PA: per PA: per PA: Vuoto
classificazione secondo il Piano di sì per PA Codice identificativo Codice identificativo Codice identificativo
Classificazione (classificazione) (classificazione) (classificazione)

Pag. 204
Descrizione Descrizione per esteso no Vuoto Vuoto vuoto vuoto vuoto vuoto vuoto
dell'Indice di Classificazione sì per PA

Piano di URI del Piano di Classificazione no Vuoto Vuoto vuoto vuoto vuoto vuoto vuoto
classificazione pubblicato sì per PA

Riservato VERO sì falso Falso falso falso falso falso falso


FALSO
Identificativo del formato
Formato Secondo quanto previsto sì Mime Type del Mime Type del Mime Type del Mime Type del Mime Type del Mime Type del Mime Type del
dall'Allegato 2 FORMATO FORMATO FORMATO FORMATO FORMATO FORMATO FORMATO
(Application/xml) (Application/xml) (Application/xml)

Prodotto
Software
Nome Prodotto Dati relativi Sì quando Vuoto Vuoto Vuoto Vuoto Vuoto Vuoto Vuoto
al prodotto rilevabile
software
utilizzato per
la
produzione
del
documento
Versione Sì quando Vuoto Vuoto Vuoto Vuoto Vuoto Vuoto Vuoto
Prodotto rilevabile
Produttore Sì quando Vuoto Vuoto vuoto Vuoto Vuoto Vuoto vuoto
rilevabile
Verifica
Firmato VERO SI, Se .p7m: VERO, negli Se .p7m: VERO, Se .p7m: VERO, Se .p7m: VERO, negli Se .p7m: VERO, negli Se .p7m: VERO, negli Se .p7m: VERO,
Digitalmente FALSO obbligatorio nel altri casi FALSO negli altri casi negli altri casi altri casi FALSO altri casi FALSO altri casi FALSO negli altri casi
caso di modalità FALSO FALSO FALSO
di formazione doc
= a/b
Sigillato VERO SI, DEFAULT FALSO DEFAULT FALSO DEFAULT FALSO DEFAULT FALSO DEFAULT FALSO DEFAULT FALSO DEFAULT FALSO
Elettronicamente FALSO obbligatorio nel
caso di modalità

Pag. 205
di formazione doc
= a/b

Marcatura VERO SI, DEFAULT FALSO DEFAULT FALSO DEFAULT FALSO DEFAULT FALSO DEFAULT FALSO DEFAULT FALSO DEFAULT FALSO
Temporale FALSO obbligatorio nel
caso di modalità
di formazione doc
= a/b

Conformità copie VERO SI, falso falso falso falso falso falso falso
immagine su FALSO obbligatorio nel
supporto caso di modalità
informatico di formazione doc
=b

IdAgg
IDAggregazione Identificativo aggregazione Sì solo per PA VUOTO VUOTO VUOTO per PA: Id Fascicolo per PA: Id Fascicolo per PA: Id Fascicolo VUOTO
nel sistema nel sistema nel sistema
dell’Amministrazione dell’Amministrazione dell’Amministrazione
di cui fa parte il di cui fa parte il di cui fa parte il
documento documento documento
Id Identificativo Documento Primario SI, nel caso in cui VUOTO VUOTO Vuoto vuoto VUOTO Vuoto vuoto
sia presente un
documento
principale

Nome del sì nome file nome file nome file nome file nome file nome file nome file
documento/file
Versione del 1,2,3… sì 1 1 1 1 1 1 1
Documento
Tracciature modifiche documento
Tipo modifica Annullamento Si, nel caso di
Rettifica versione > 1 o in
Integrazione caso di
Annotazione annullamento

VUOTO VUOTO VUOTO vuoto vuoto vuoto vuoto

Pag. 206
Codice fiscale Codifice Fiscale del Soggetto Si, nel caso di VUOTO VUOTO VUOTO vuoto vuoto vuoto vuoto
dell'autore della Operatore versione > 1 o in
modifica caso di
annullamento

Data Modifica Si, nel caso di VUOTO VUOTO VUOTO vuoto vuoto vuoto Vuoto
versione > 1 o in
caso di
annullamento

IdDoc versione precedente Si, nel caso di VUOTO VUOTO VUOTO VUOTO vuoto vuoto vuoto
versione > 1 o in
caso di
annullamento

Tempo di 9999, 5 anni, 10 anni no 10 ANNI default- MAI 10 ANNI default- 10 ANNI default- 10 ANNI default- MAI 10 ANNI default- MAI 10 ANNI default- MAI 10 ANNI default-
conservazione richiesto in MAI richiesto in MAI richiesto in richiesto in richiesto in richiesto in MAI richiesto in
inserimento inserimento inserimento inserimento inserimento inserimento inserimento
Note Testo Libero no VUOTO VUOTO VUOTO VUOTO vuoto vuoto vuoto

METADATI DEL DOCUMENTO INFORMATICO SECONDO obbligatorietà DOCUMENTI DI REGISTRO DI ATTI PUBBLICA CONTRATTI
L’ ALLEGATO 5 LINEE GUIDA AGID (le righe in grigio si PROGETTO/COMMESSA/ PROTOCOLLO AMMINISTRAZIONE PUBBLICA
riferiscono al documento amministrativo informatico) CANTIERE (2097) INFORMATICO (2014) (2071) - PA AMMINISTRAZIONE
- PA (2083) - PA
IdDoc
Impronta hash sì Valore dell'impronta Valore dell'impronta Valore dell'impronta Valore dell'impronta
Algoritmo Algoritmo utilizzato (SHA-256 sì SHA256 default SHA256 default SHA256 default SHA256 default
di Default)

Identificativo Come da sistema di sì ID univoco e persistente ID univoco e ID univoco e ID univoco e


identificazione formalmente assegnato dal sistema persistente assegnato persistente assegnato persistente assegnato
definito dal sistema dal sistema dal sistema

Pag. 207
Modalità di sì A o B in base al formato A o B in base al A o B in base al A o B in base al
A) creazione tramite l’utilizzo di formato formato formato
Formazione strumenti software che assicurino la
produzione di documenti nei formati
previsti nell’Allegato 2 delle Linee
Guida;
B) acquisizione di un documento
informatico per via telematica o su
supporto informatico, acquisizione
della copia per immagine su
supporto informatico di un
documento analogico, acquisizione
della copia informatica di un
documento analogico;
C) memorizzazione su supporto
informatico in formato digitale delle
informazioni risultanti da
transazioni o processi informatici o
dalla presentazione telematica di
dati attraverso moduli o formulari
resi disponibili all’utente;
D) generazione o raggruppamento
anche in via automatica di un
insieme di dati o registrazioni,
provenienti da una o più banche
dati, anche appartenenti a più
soggetti interoperanti, secondo una
struttura logica predeterminata e
memorizzata in forma statica

Tipologia Per es: Fatture, Determine, sì descrizione della descrizione della descrizione della descrizione della
Delibere (fisso da tipologia) tipologia + descrizione tipologia tipologia + tipologia +
Documentale
Descrizione della tipologia campo Tipologia se descrizione campo descrizione campo
documentale presente Tipo se presente Tipo se presente
Dati di registrazione
Tipologia di • “U” = In uscita sì (riportare solo Interno Interno Interno In uscita
flusso • “E” = In entrata la lettera
• “I” = Interno identificativa)
Tipo registro Nessuno/ sì Nessuno Nessuno Nessuno Nessuno
Protocollo
Ordinario/Protocollo di
Emergenza
Repertorio/Registro

Pag. 208
Data nel caso di documento non sì Data documento, se Data di creazione del Data protocollo Data documento, se
Registrazione protocollato: assente, ultimo giorno registro, se assente assente, ultimo
(Data • Data/ora di registrazione o anno Data ultima giorno anno
documento) data del Documento registrazione, se
assente ultimo
nel caso di documento giorno dell’anno
protocollato: registro
• Data di registrazione di
protocollo/Ora di
protocollazione del
Documento
Numero nel caso di documento non sì Codice progetto Id Documento nel Progressivo Anno
Documento protocollato: sistema protocollo
• Numero di registrazione del dell’Amministrazione,
documento (numero se assente numero
documento) ultima registrazione,
se assente Anno
nel caso di documento registro
protocollato:
• Numero di protocollo
Codice Registro Codice identificativo del SI, nel caso di Vuoto Codice identificativo Vuoto Vuoto
registro documento del registro
registrato

Soggetti
Ruolo Sì, • Autore • Autore • Autore • Soggetto che
• Assegnatario al fine di rendere i • Soggetto che effettua la • Soggetto che • Soggetto che effettua la
• Autore dati di registrazione (coincide effettua la effettua la registrazione
• Destinatario registrazione con Autore) registrazione registrazione (titolare)
• Mittente univoci deve (coincide con (coincide con • Autore (Titolare)
• Operatore essere sempre Autore) Autore) • Mittente
• Produttore indicato il • Destinatario
• RGD (Responsabile della soggetto che
Gestione Documentale) effettua la
• RSP (Responsabile del registrazione del
Servizio di Protocollo) documento.
• Soggetto che effettua la Obbligatorio
registrazione indicare inoltre
• Altro almeno l’autore o
il mittente.

Pag. 209
Nel caso di
documento
protocollato deve
essere
obbligatoriamente
indicato il
mittente
Tipo Soggetto Se Ruolo = Assegnatario sì PG PAI PAI PAI
AS PG PAI PAI PAI (da metadato)
PG (da metadato)
Se Ruolo = Soggetto che effettua la
registrazione
PF per Persona Fisica
PG per Organizzazione

Se Ruolo = Mittente o Destinatario


o Altro
PF per Persona Fisica
PG per Organizzazione
PAI per le Amministrazioni
Pubbliche italiane (valido solo
come mittente nei flussi in entrata,
come destinatario nei flussi in
uscita)
PAE per le Amministrazioni
Pubbliche estere (valido solo come
mittente nei flussi in entrata, come
destinatario nei flussi in uscita)

Se Ruolo = Autore
PF per Persona Fisica
PG per Organizzazione
PAI per le Amministrazioni
Pubbliche italiane (valido solo nei
flussi in entrata)
PAE per le Amministrazioni
Pubbliche estere (valido solo nei
flussi in entrata)

Se Ruolo = Operatore o
Responsabile della Gestione
Documentale o Responsabile del
Servizio Protocollo
PF per Persona Fisica

Se Ruolo = Produttore

Pag. 210
SW per i documenti prodotti
automaticamente

PF Cognome SI
Nome SI
Codice fiscale NO
Indirizzi digitali di riferimento NO
PG Denominazione organizzazione SI Dati titolare Dati destinatario
(metadato)
Codice fiscale/P.Iva NO
Denominazione ufficio NO
Indirizzi digitali di riferimento NO
Denominazione Dati titolare Dati titolare Dati titolare (autore)
PAI SI
amministrazione/Codice IPA Dati mittente (da
Denominazione metadato)
amministrazione AOO/Codice SI
IPA AOO
Denominazione
amministrazione UOR/Codice NO
IPA UOR
Indirizzi digitali di riferimento SI
Denominazione
PAE SI
amministrazione
Denominazione ufficio NO
Indirizzi digitali di riferimento SI
AS Cognome NO
Nome NO
Codice fiscale NO
Denominazione organizzazione SI
Denominazione ufficio SI
Indirizzi digitali di riferimento SI
SW Denominazione sistema SI

Pag. 211
Chiave Descrittiva

Oggetto Testo Libero sì Descrizione della Descrizione della Descrizione della Descrizione della
tipologia tipologia tipologia tipologia
Parole Chiave Testo Libero no vuoto vuoto vuoto vuoto

Allegati
Numero allegati 0:999 sì 0 0 0 0
Indice allegati
IdDoc Identificativo SI, se numero vuoto Vuoto Vuoto vuoto
del allegati > 0
documento
relativo
all'allegato
Descrizione Testo Libero SI, se numero vuoto Vuoto vuoto vuoto
allegati > 0

Classificazione

Indice di Codifica del documento no Vuoto per PA: per PA: per PA:
classificazione secondo il Piano di sì per PA Codice identificativo Codice identificativo Codice identificativo
Classificazione (classificazione) (classificazione) (classificazione)

Descrizione Descrizione per esteso no Vuoto Vuoto vuoto vuoto


dell'Indice di Classificazione sì per PA

Piano di URI del Piano di Classificazione no Vuoto Vuoto vuoto vuoto


classificazione pubblicato sì per PA

Riservato VERO sì falso Falso falso falso


FALSO
Identificativo del formato
Formato Secondo quanto previsto sì Mime Type del Mime Type del Mime Type del Mime Type del
dall'Allegato 2 FORMATO FORMATO FORMATO FORMATO
(Application/xml) (Application/xml) (Application/xml)

Pag. 212
Prodotto
Software
Nome Prodotto Dati relativi Sì quando Vuoto Vuoto Vuoto Vuoto
al prodotto rilevabile
software
utilizzato per
la
produzione
del
documento
Versione Sì quando Vuoto Vuoto Vuoto Vuoto
Prodotto rilevabile
Produttore Sì quando Vuoto Vuoto vuoto Vuoto
rilevabile
Verifica
Firmato VERO SI, Se .p7m: VERO, negli altri Se .p7m: VERO, negli Se .p7m: VERO, negli Se .p7m: VERO, negli
Digitalmente FALSO obbligatorio nel casi FALSO altri casi FALSO altri casi FALSO altri casi FALSO
caso di modalità
di formazione doc
= a/b
Sigillato VERO SI, DEFAULT FALSO DEFAULT FALSO DEFAULT FALSO DEFAULT FALSO
Elettronicamente FALSO obbligatorio nel
caso di modalità
di formazione doc
= a/b

Marcatura VERO SI, DEFAULT FALSO DEFAULT FALSO DEFAULT FALSO DEFAULT FALSO
Temporale FALSO obbligatorio nel
caso di modalità
di formazione doc
= a/b

Conformità copie VERO SI, falso falso falso falso


immagine su FALSO obbligatorio nel
supporto caso di modalità
informatico di formazione doc
=b

Pag. 213
IdAgg
IDAggregazione Identificativo aggregazione Sì solo per PA VUOTO per PA: Id Fascicolo per PA: Id Fascicolo per PA: Id Fascicolo
nel sistema nel sistema nel sistema
dell’Amministrazione dell’Amministrazione dell’Amministrazione
di cui fa parte il di cui fa parte il di cui fa parte il
documento documento documento
Id Identificativo Documento Primario SI, nel caso in cui VUOTO VUOTO VUOTO VUOTO
sia presente un
documento
principale

Nome del sì nome file nome file nome file nome file
documento/file
Versione del 1,2,3… sì 1 1 1 1
Documento
Tracciature modifiche documento
Tipo modifica Annullamento Si, nel caso di
Rettifica versione > 1 o in
Integrazione caso di
Annotazione annullamento

VUOTO VUOTO VUOTO VUOTO

Codice fiscale Codifice Fiscale del Soggetto Si, nel caso di VUOTO VUOTO VUOTO VUOTO
dell'autore della Operatore versione > 1 o in
modifica caso di
annullamento

Data Modifica Si, nel caso di VUOTO VUOTO VUOTO VUOTO


versione > 1 o in
caso di
annullamento

IdDoc versione precedente Si, nel caso di VUOTO VUOTO VUOTO VUOTO
versione > 1 o in
caso di
annullamento

Pag. 214
Tempo di 9999, 5 anni, 10 anni no 10 ANNI default- MAI 10 ANNI default- MAI 10 ANNI default- MAI 10 ANNI default- MAI
conservazione richiesto in inserimento richiesto in richiesto in richiesto in
inserimento inserimento inserimento
Note Testo Libero no VUOTO VUOTO VUOTO VUOTO

Pag. 215
Di seguito vengono indicate le regole di compilazione del metadato “Modalità di formazione” in base al formato del documento. Tali regole verranno utilizzate in fase di
integrazione tramite utilizzo dei web services API V2, qualora il dato non sia fornito al Servizio di conservazione da parte del produttore in fase di versamento del PdI.

Formati accettati Modalità generazione

XML A) creazione tramite l’utilizzo di strumenti software


XML.P7M A) creazione tramite l’utilizzo di strumenti software
XML (XADES) A) creazione tramite l’utilizzo di strumenti software
PDF A) creazione tramite l’utilizzo di strumenti software
PDF/A - PDF/B A) creazione tramite l’utilizzo di strumenti software
JPG - JPEG B) acquisizione della copia per immagine su supporto informatico di un documento analogico
TIF -TIFF B) acquisizione della copia per immagine su supporto informatico di un documento analogico
A) creazione tramite l’utilizzo di strumenti software
TXT D) se è un log
XML.DCM A) creazione tramite l’utilizzo di strumenti software
TXT.REL A) creazione tramite l’utilizzo di strumenti software
EML A) creazione tramite l’utilizzo di strumenti software
MP3 A) creazione tramite l’utilizzo di strumenti software
MP4 A) creazione tramite l’utilizzo di strumenti software
MP3.ENC A) creazione tramite l’utilizzo di strumenti software
MP4.ENC A) creazione tramite l’utilizzo di strumenti software
MP3.P7M A) creazione tramite l’utilizzo di strumenti software
MP4.P7M A) creazione tramite l’utilizzo di strumenti software

Pag. 216

Potrebbero piacerti anche