Sei sulla pagina 1di 3

L'azione degli enzimi di restrizione:1.

un filamento di DNA
contiene la sequenza di riconoscimento GGATCC.2.un enzima di
restrizione che riconosce tale sequenza procede lungo il DNA finche
nn arriva a essa.a quel punto taglia tutti e due i filamenti tra i due
nucleotidi adiacenti che recano la base azotata G.3.un'altra molecola
dello stesso enzima di restrizione da un secondo taglio in
corrispondeza di un altro punto del DNA in cui è presente la stessa
sequenza;si forma cosi un frammento di DNA.cm usare batteri x
produrre una proteina umana:1)si usano enzimi di restrizione per
isolare dal genoma umano il gene di interesse.2)si inserisce il gene
nel plasmide(le estremita coesive complementari aderiscono tra
loro).3)si reintroduce il plasmide nella cellula batterica.4)si lascia
che le cellule batteriche si riproducano in gran numero.si separa e si
purifica la proteina dalle cellule batteriche.dolly:1)una cellula di
mammella è stata prelevata da una pecora di sei anni e coltivata in
laboratorio,dv è stata fatta dividerte molte volte.al contempo è stata
prelevata una cellula uovo da un'altra pecora.2)una delle cellule della
mammella coltivate è stata scelta come cellula donatrice per la
clonaazione,mentre con un minuscolo tubicino(micropipetta),si è
asportato il nucleo della cellula uovo.3)la cellula donatrice e la
cellula uovo privata del nucleo sn state poste l'una a contatto
dell'altra e alla cellula uovo è stata impartita una leggera scarica
elettrica.4)cio ha provocato la fusione delle cellule e ha innescato un
processo di attivazione che ha riprogrammato il DNA della cellula
donatrice,avviando la crescita di un embrione.le risorse metaboliche
necessarie a stimolare lo sviluppo dell'embrione sn state fornite dal
citoplasma della cellula uovo,cn il suo contenuto di proteine.5)dp un
breve periodo d incubazione l'embrione è statp impiantato nell'utero
d una terza pecora,k ha operato da madre surrogata.6)qsta ha dato
alla luce Dolly,che crescendo,è diventata una normale pecora adulta.

fotocopiatrice x il DNA.1)si seleziona il segmento di DNA k si


vuole produrre in molte copie.2)il segmetno viene scaldato in
soluzione per separarne i due filamenti.3)qnd la miscela si è
raffreddata,brevisequenze di DNA chiamate primer,si
appaiono,grazie alla complementarita delle basi azotate,ciascuna
all'appropriata sequenza nucleotidica su un filamento di DNA.4)a
partire del primer che aderiscono ai due filamenti,molecole di DNA-
polimerai procedono lungo ciascun filamento,costruendo su di esso il
filamento complementare.alla fine si hanno due segmenti di DNA
identici a quello originario.5)il processo viene ripetuto molte volte;a
ogni ciclo il numero di copie del segmento di DNA raddoppia. cm
separare i frammenti di DNA in base alla lunghezza .nell'
elttroforesi su gel,i frammenti di DNA dotati di carica elettrica
negativa,migrano attraverso una sostanza gelatinosa sospinti da una
differenza di potenziale.a parita di tempo,i frammenti piu lunghi
percorrono una distanza piu breve di quelli piu corti.effetto collo di
bottiglia:popolazione originaria di elefanti marini;il pool genico
originario è simboleggiato dalle caramelline colorate contenute nel
flacone.>la caccia agli elefanti marini,nel XIX secolo,ridusse
fortemente le dimensioni della popolazione.>la popolazione
sopravvisuta aveva frequenze alleliche diverse da quelle della
popolazione originaria.e una limitata varietà genetica.>questa
relativa uniformita genetica si riscontra nella popolazione
attuale,sviluppatasi a partire dai pochi esemplari sopravvissuti.

14)biotecnologia definita come l'applicazione della tecnologia a


processi biologici naturali.organismo transgenico:un organismo il
cui genoma abbia stabilmente incorporato uno o piu geni di un'altra
specie.enzimi di restrizione sn enzimi,d cui sn dotati certi ceppi
batterici usati in biotecnologia per frammentare nella maniera
desiderata il DNA.plasmidi:piccole molecole circolari di DNA unita
extracromosomiche di DNA batterico,possono essere facilmente
assorbiti da un batterio,ciascuna delle quali puo contenere anche solo
un migliaio di nucleotidi.i plasmidi si duplicano indipendentemente
dal cromosoma batterico e,fatto altrettanto importante per la
biotecnologia,sono in grado di penetrare nelle cellulare
batteriche.numerosi batteri sn infatti capaci di compiere la cosiddetta
trasformazione:proncesso mediante il quale una cellula batterica
assorbe DNA dall'ambiente circostante e lo incorpora nel proprio
materiale genetico.il trasferimento di materiale genetico attraverso
l'unione di due cellule è detto coniugazione:un altro processo
naturale,k si aggiunge alla trasformazione,cn cui i batteri modificano
il loro DNA. DNA ricombinante:due o piu tratti di DNA che sn stati
uniti assieme dall'uomo in una sequenza k nn esiste in natura.la
tecnologia del DNA ricombinante è detta anche ingegneria
genetica.il termine clone:copia genetica esatta.COMunemente un
virus,iniettando il proprio DNA entro una cellula ospite, trasforma
questa in una fabbrica di virus:il DNA viraleinzia infatti a duplicarsi
e a dirigere la sintesi delle proteine di cui è composta la capsula dei
virus;cosi nuovi virus possono assemblare all'interno della cellula
e,dopo averne provocato la rottura(o lisi),uscirne.in qst consiste il
ciclo riproduttivo virale noto come ciclo litico.alcuni
batteriofagi,virus che infettano i batteri,possono compiere un ciclo
diverso noto come ciclo licogeno,k nn provoca la rottura della cellula
ospite.nel ciclo lisogeno il DNA del batteriofago si inserisce nel
cromosoma batterico e la maggior marte dei suoi geni viene
disattivata.qnd è incoporato nel cromosoma del batterio,il DNA
virale è chiamato profago.I Virus sn uno strumento importante anke
per la manipolazione genetica.assieme ai plasmidi,sn utilizzati
anch'essi,infatti in biotecnologia come vettori di clonazione:agenti
autoreplicanti che servono a trasferire,al fine di
moltiplicarlo,materiale geneticoentro una cellula.

Clonazione riproduttiva:una clonazione eseguita allo scopo di


produrre un animale geneticamente identico a un altro animale
adulto.Reazione a catena della polimerasi o PCR, è una psecie di
fotocopiatrice molecolare , e consente di ottenere rapidamente un
gran numero di copie di un dato segmento di DNA partendo da un
suo campione anche molto piccolo.lelettoforesi su gel:è una tecnica
che consente di separare frammenti di DNA di lunghezza diversa
sfruttando la diversa velocita con cui tali frammenti migrano,otto
l'azione di un campo elettrico,attraverso una sostanza gelatinosa.il
gel di poliacrilamide è un materiale simile alla gelatina usata per
preparare certe pietanze.il DNA di partenza puo corrispondete a un
intero genoma o,piu spesso,a un sottoinsieme di esso,in ogni caso
amplificato mediante la PCR.si comincia tagliando il campione di
DNA in molti frammenti con un opportun enzima di restrizione:si
ottengono cosi molte copie di frammento1,molte copie d
quello2,ecc.il frammento1,il 2 e cosi via saranno in generale di
lunghezza diversa.le dimenzione dei vari frammenti vengono
determinate in base alla loro velocita di migrazione attraverso il
gel.si introduono quindi,ciascuno in un diverso pozzeto, gli insiemi
di frammenti di DNA da separare e si applica tra i due elettrodi una
differenza di potenziale. I frammenti di DNA,dotati di carica
negativa, snattirati verso l'elettrodo carico positivamente ,ma per
andare verso di esso devono farsi strada attraverso il gel che tende a
ostacolare il loro movimento. A parità d tempo,i frammenti di DNA+
piccoli tendono a percorrere un tratto maggiore ripetto ai frammenti
piu lunghi.il genoma di due persone nn legate da parentela
differiscem,in media ,per una coppia di qste varianti individuali
prende il nome di polimorfismo a singolo nucleotide(SNP):puo
essere definito come una differenza puntuale nella sequenza
nucleotidica ,tra il DNA di un individuo e quello di un altro, che
assieme a tutte le differenze diq st tipo localizzate in vari punti del
genoma,rende unico il patrimonio genetico di ciascuno.
15)Teoria dell'evoluzione origine comune con modificazioni si
intende l'idea k i vari gruppi, o specie,d essere viventi siano
soggetti,nel corso delle generazioni, a modificazioni capaci a volte di
portare alla formazione di nuove specie:una specie puo diramarsi
in2,ciascuna delle quali puo diramarsi a sua volta.selezione naturale
:un processo secondo cui il maggiore o minore adattamento dei vari
componenti di una specie al loro ambiente determina,ossia
selezione,le caratteristiche che verranno trasmesse con maggiore
freqeunza di generazione in generazione.Charles Darwin XIX ,egli
ha ulteriormente sviluppato le idee gia esistenti circa un'origine
comune con modificazioni,fornendo al contempo numerosi elementi
a sostegno di esse;in secondo luogo,è stato il primo a rendersi conto
che la selezione naturale è la principale forza motrice
dell'evoluzione.Hutton e lyell sostenevano che la superficie della
terra era stata modellata non da improvvisi eventi violenti ma da
processi lenti e graduali,come i venti il clima e l'azione delle
acque,ovvero le stesse forse che agiscono anche al presente.Verso la
metà del 700 il francese Georges.Louis Leclerc de Buffon suggeri
che dp l'atto divino della creazione,le diverse specie poste in essere
dal creatore avessero continuato a differenziari,x una sorta di
degenerazione,in ulteriori specie.cosi egli intendeva giustificare la
straordinaria varieta delle forme viventi.fu tuttavia il naturalista
francese Jean -Baptiste de Lamarck,il primo a esprimere una
coerente concezione evoluzionistica dlla natura.per spiegare
l'evoluzione,qst chiamo in causa un meccanismo k gg sappiamo
essere falso:la cosiddetta eredita dei caratteri acquisiti,secondo cui
gli essere viventi passerebbero alle generazioni successive le facolta
acquisite durante la loro esistenza in base l loro comportamento.un
altro scienziato francese,George Cuvier,XIX dimostro l'estinzione di
alcune specie.affermo che in passato c'era stata una serie di
catastrofi,cm x es grandi alluvioni, k di volta in volta vevano
spazzato via qualsiasi forma di vita esistente in una data
regione.Darwin affermava che le caratteristiche degli essere viventi
potessero variare casualmente e conferire un vataggio riproduttivo ad
alcuni individui a scapito di altri,e che qste variazioni fossero
trasmesse da una generazione ad altra.per concetto di delezione
naturale, fu dunque bisogno,della dimostrazione di Gregor Mendek
dek fatti che l'ereditarieta nn funziona mediante un mescolamento
delle caratteristiche bensi attraverso la trasmissione dei geni.

il Meccanismo naturale immaginato da Darwin si basa sui geni,unita


ereditarie che persistono nel corso delle generzione che
determinano,nel loro complesso,anche le piccole differenze fisiche
tra un organismo e l'altro della stessa specie.sintesi moderna (1937-
1950) il confluire di piu linee di ricerca biologica in un'unica teoria
evoluzionistica.datazione radiometrica una tecnica per
determinare l'eta degli oggetti effettuando misure relative al
decadimento degli isotopi radioattivi in essi contenuti.il metodo della
datazione radiometrica,è efficace solo se l'età dell'oggetto studiato è
confrontabile con il tempo di dimezzamento della sostanza
radioattiva in esso incorporata:se l'eta è molto maggiore,il numero
degli atomi radioattivi residui è troppo piccolo per essere misurato;se
è molto minore,viceversa, è troppo piccola la quantita di
decadimento.LE Testimonianze fossili dimostrano che li organismi
sono apparsi sulla faccia della terra in una ben precisa sequenza
cronologica, a partire dai piu semplici,in ordine di complessita
crescente.la morfologia è lo studio delle forme esterne e interne degli
organismi,mentre l'embriologia è lo studio dello sviluppo degli
animali,dal momento della fecondazione fino alla nascita.nel caso
della morfologia comparata,un classico esempio d prova a favore
dell'evoluzione è quello costituito dalle somiglianze di struttura tra
gli arti anteriori di mammiferi molto diversi tra loto,quali la balena,il
gatto,il pipistrello e il gorilla.strutture del genere sn dette omologhe.
Se la velocita di mutazione è in media costante i cambiamenti che
avvengono nei geni possono essere paragonati al ticchettio di un
orologio molecolare:nel corso d un certo periodo d tempo si verifica
un dato numero di mutazioni.Le conoscenze di biologia molecolare
ci portano a concludere k qnt+ tempo è trascorso da qnd esisteva il
comune antenato d2 oganismi,tnt maggiore è il numero di differenze
k la frequenza di basi azotate d un gene d uno dei due organismi
presenta rispetto a quella dello stesso gene dell'altro.(citocromo c
ossidasi).principali affermazioni della teoria
dell'evoluzione:1)l'evoluzione si è svolta nell'arco di miliardi di
anni,2)le specie subiscono modificazioni nel corso del tempo3)tutte
le specie presenti sulla terra derivano da altre oreesistenti e,in ultima
analisi,hanno un unico antenato.4)il principale motore
dell'evoluzione è la selezione naturale.
16)A evolversi nn è il singolo organismo,specie è 1 gruppo di
organismi k possono incrociarsi tra loro e dar origine a una prole
fertile,mentre nn possono farlo con i componenti d altri gruppi di
organismi. La+piccola unità biologica k si evolve è la popolazione,k
può esser definita cm l'insieme dei componenti d1 specie k occupano
in un dato tempo una stss area geografica.
Il corredo genetico d1 organismo è il suo genotipo, e il genotipo
rappresenta la base molecolare del fenotipo dell'organismo,cioè d
ogni suo carattere osservabile, fisico e comportamentale.molti geni
esistono in+di 2 varianti alleliche.anche se un singolo organismo nn
può possedere +d2 alleli di un dato gene,una popolazione d
organismi può possedere molte varianti alleliche di quel gene.pool
genico l'insieme di tt gli alleli presenti in una popolazione,materia
prima su cui opera l'evoluzione.la variazione delle frequenze
alleliche dei geni k può verificarsi,in1arco d tempo relativamente
breve,in 1popolazione è chiamata microevoluzione.evoluzione si
intende il processo k porta,cn il succederi delle generazioni,a un
qualsiasi cambiamento fenotipico,su basi genetiche, d una
popolazione.macroevoluzione,l'insieme dei processi evolutivi
mediante i quali hanno origine nuove specie o nuovi
raggruppamenti,a livello ancora cuperiore,di forme viventi.-agenti
della microevoluzione,fattori in grado di modificcari le frequenze
alleliche nelle popolazioni:la mutazione,il flusso genico,la deriva
genetica,l'accoppiamento non casuale e la selezione naturale.

Mutazione è una qualsiasi alterazione(permanenente) del DNAd una


linea di cellule d un organismo.una mutazione può consistere
soltanto nella sostituzione d una coppia di basi azotate cn un'altra in
una molecola di DNA(mutazione puntiforme),oppure può essere
sostituita dall'aggiunta o dalla delezione di un intero cromosoma o d
una parte di esso:in ogni caso è 1 cambiamento che riguarda uno o
piu alleli.x la maggior parte ,le mutazioni sn neutre,cioè nn hanno
alcun effetto,e molte sn dannose x gli organismi;alcune xò sn
adattative,cioè favoriscono l'adattamento degli organismi
all'ambiente in cui vivono.flusso genico:un passaggio di geni da una
popolazione a un'altra,k avviene tramite migrazione,cioè attraverso
l'arrivo di membri di una popolazione nel territorio d un'altra.deriva
genetica:una modificazione casuale delle frequenze alleliche in una
popolazione,il cui effetto è tanto+significativo qnt piu piccola è la
popolazione.->effetto collo di bottiglia,una variazione casuale delle
frequenza alleliche,ovvero una deriva genetica,k è conseguenza di
una drastica riduzione delle dimensioni di1 popolazione.la deriva
genetica infleunza maggiormente l'evoluzione delle piccole
popolazioni.una deriva genetica puo essere prodotta dal
cosiddeto,effetto del fondatore:fenomeno k si verifica qnd 1piccola
parte d1 popolazione,k migra in una nuova area dove dà origine a
una nuova popolazione,è portatrice di un pool genico molto
diverso,cm frequenze alleliche,da quello della popolazione
originaria.qst effetto è un altro esemp d campionatura casuale di un
pool genico.,in qst caso ne è causa la migrazione anziche la
sopravvivenza,d pochi individui.

l'accoppiamento non casuale,la selezione dei partner sessuali


secondo criteri prestabili,ovvero il fatto k in una popolazione d1
individuo nn si accoppi con uguale probabilita cn un qualunque
individuo dell'altro sesso.alcune forme di acc nn casuale nn alterano
le frequenze alleliche.maschi e femmine.selezione sessuale:una
forma di accoppiamento nn casuale k ha cm risultato un maggiore o
minore successi riproduttivo,basato sul maggiore o minore succeso
da parte di un individuo nell'ottenere un partner per
l'accoppiamento.selezione naturale:.>adattamento:qualsiasi
modificazione nella struttura e nel comportamento degli
organismi,nel corso delle generazioni,in risposta ai cambiamenti
ambientali.es: puo accadere k l'ambiente in cui 1popolazione vive si
modifichi o che sia la popolazione a cambiare ambiente;in entrambi i
casi è la selezione naturale la “forza” che spinge la popolazione ad
adattarsi alle nuove condizioni ambientali,dei 5 agenti della micro.
La selezione naturale è l'unico k tende ad adattare gli organismi al
loro ambiente.