Sei sulla pagina 1di 1

La norma semplice è una norma che impone un divieto (o un nuovo obbligo).

La sua effettività
consiste nello svolgere dei controlli sul suo rispetto ed applicare eventualmente le sanzioni
previste.
Nelle normative complesse (es: riconoscimento dei diritti a categorie svantaggiate), verificare
l'effettività è più difficile, perché per attuarle servono molte condizioni. La legge deve infatti
prevedere destinazione di risorse economiche, assunzione e preparazione di nuovo personale,
istituzione di determinati enti, ecc ecc.

Nei diritti di cittadinanza troviamo tre tipologie di diritti:


-diritti sociali, si realizzano attraverso l'apparato amministrativo.
-diritti politici, il chi il soggetto interessato è il Parlamento.
-diritti di libertà, il riferimento dell'attuazione di essi è la magistratura.

La crisi economica ha messo in crisi lo stato sociale, in quanto i diritti sociali costano molto. Basti
pensare al costo che lo stato sostiene per pagare insegnanti e medici.
Per finanziare ciò, lo stato usa i proventi delle tasse.
Lo stato sociale è stato criticato perché secondo alcuni sacrifica i diritti di libertà, nel senso che la
tassazione limita la libertà economica individuale.
Altre cause della crisi dello stato sociale sono: il liberismo economico individuale, la
globalizzazione e il localismo.

Implementazione delle norme penali


Il sistema penale vigente nella nostra società, nelle sue caratteristiche attuali, esiste dall'1800.
Fino all'ancient regime il sistema penale era infatti ben diverso. La differenza principale consiste
nel fatto che la giustizia aveva un carattere più privato, mentre quello moderno è gestito dallo
stato.
I livelli di organizzazione della giustizia penale sono 3:
-livello di polizia
-livello processuale
-livello di esecuzione della pena.

Il diritto penale ha sia una funzione razionale, sia una espressiva.


La prima è quella di sanzionare l'infrazione delle regole, mentre la seconda è quella di far capire
quali sono i valori di una società.

Gli atti non sono criminali per natura, ma lo sono sulla base di attribuzione di significati che avviene
attraverso il processo di costruzione nella società.
L'approccio costruzionista si oppone all'approccio positivistico. Quest'ultimo si basa sulle
statistiche criminali e sulla raccolta oggettiva dei dati.