Sei sulla pagina 1di 3

3 PRINCIPI GENERALI DELLA CEC

TIPOLOGIE DI CEC

La CEC è un insieme di procedure e mezzi meccanici atte a sostituire le funzioni del cuore e dei polmoni
(propulsione sangue e scambi gassosi).

La CEC può essere:

 COMPLETA: sostituisce le funzioni circolatorie e respiratorie


 PARZIALE: sostituisce solo funzioni cardiache

Un ulteriore suddivisione può essere fatto in base al tipo di sistema utilizzato in CEC,ovvero:

 SISTEMA APERTO: che prevede utilizzo di un circuito con cardiotomo rigido in comunicazione con
ambiente esterno (con possibilità di immagazzinare e gestire valori ematici)
 SISTEMA CHIUSO: prevede utilizzo di circuito con cardiotomo non comunicante con ambiente
esterno (V variabile-il cardiotomo è il paziente stesso).

Una CEC completa comprende un apparato di elementi quali:

- APPARATO PRINCIPALE: prelievo attivo e passivo del sangue pz,sistema di immagazzinamento e


gestione dei V. ematici e di propulsione.
- APPARATO SECONDARIO: linee di aspirazione del sangue dalle cavità cardiache e dal campo op.
- SISTEMA DI GESTIONE DELLA CARDIOPLEGIA
- SISTEMA DI APPARECCHIATURE DI SUPPORTO

OSSIGENAZIONE

Il meccanismo dell’ossigenazione è complesso e coinvolge vari organi e sistemi,organizzati per mantenere


equilibrata la tens. O2 in sede ematica e le richieste metaboliche.

Gli elementi fondamentali dell’ossigenazione sono: scambio gas alveolare,trasporto ematico O2,
concentrazione Hb, affinità Hb-O2 e coesione O2 ai tessuti.

VENTILAZIONE E PERFUSIONE

Le condizioni basali della ventilazione e perfusione sono:

- Scambio alveolo-polmonare (Hb assume circa 4 ml O2/min/kg per massa corporea)

Se aumentano perfusione e ventilazione,possiamo aumentare il V di 15 volte.

La curva di dissociazione dell’O2 subisce piccole modificazioni per notevoli modificazioni della PaO2 e
rapide modificazioni per modeste variazioni della PaCo2 arteriosa della ventilazione.

La riduzione della PaO2 e aum H+ aumentano la ventilazione.


CONCENTRAZIONE DELL’EMOGLOBINA

Il controllo della concentrazione dell’emoglobina è un’attitudine del parenchima renale di bilanciare la


richiesta e il rifornimento di O2 in base alle esigenze metaboliche.

Per esempio: la riduzione della Sat O2 art e conc. Hb può aumentare l’eritropoietina renale.

L’eriproietina è un ormone secreto dal fegato,dai reni e dal cervello,che regola la produzione dei globuli
rossi nel midollo osseo.

AFFINITA’ HB-O2

L’ossigeno può essere trasportato nel sangue in 2 modi:

- Dissolto nel plasma (gas libero): aumento della PaO2 (O2 libero minima variazione)
- O legato all’Hb: aumento PaO2 (O2 legata all’Hb aum significativamente)

Questo perché ogni grammo di Hb può trasportare fino a 1,34 volumi di O2.

GITTATA CARDIACA E TRASPORTO DI O2

Il trasporto dell’ossigeno nei tessuti è anche modificato dalla gittata cardiaca (entità perfusione tessuti). La
gittata cardiaca normale non è influenzata dalla riduzione della PaO2, ma ciò che più influenza il trasporto
di O2 sono:

- V totale e viscosità ematica

GLOBULI ROSSI

Gli eritrociti adulti sono elementi anucleati a disco biconcavo (composti da acqua,Hb,lipidi,glucidi,Sali
enzimi ecc…).

La loro membrana è composta da 3 strati:

- Esterna (glicoproteine con carica elettrica negativa)


- Intermedia (contiene complesso lipo-carbo)
- Interna (natura proteica e contenente Hb)

PH E CURVA DI DISSOCIAZIONE HB/O2

Variazioni del pH possono modificare la curva di dissociazione Hb/O2, perché a una riduzione del pH
ematico e a quello degli eritrociti,corrisponde una riduzione dell’affinità Hb-O2 con spostamento della
curva dissociativa a sx.

FOSFATI ORGANICI E CURVA DI DISSOCIAZIONE HB/O2

Fosfati organici eritrociti più importanti e presenti sono:

- 2,3 difosfoglicerato e adenosintrofosfato (DPG e ATP)


DIFFUSIONE E CAPTAZIONE

Il meccanismo di trasporto dell’O2 da area alveolare a mitocondri tessutali si svolge in 3 fasi:

- Carico di O2 da parte dell’Hb a livello alveolo-capillare


- Distribuzione HbO2 microcircolazione arteriosa
- Scarico in sede mitocondriale

Si ha in fisica un:

- Trasporto convettivo: dipende dal flusso (quantità x tempo)


- Trasporto diffusivo: per gradiente di PO2 sangue capillare-mitocondri

L’apporto di O2 ai tessuti dipende dal funzionamento di 3 sistemi:

- Capacità polmonare di ossigenazione sangue venoso


- Capacità del sangue di trasportare O2
- Efficacia comparto cardiaco-circolatorio di perfusione della rete capillare

Potrebbero piacerti anche