Sei sulla pagina 1di 705

99500-36114-01B

PREMESSA INDICE DEI CAPITOLI


Questo manuale contiene una descrizione introdut-
tiva della SUZUKI AN650 unitamente alle procedure
di controllo/intervento e revisione dei componenti
principali.
INFORMAZIONI GENERALI 1
Le informazioni considerate generalmente note non
sono riportate.
MANUTENZIONE PERIODICA 2
Leggere la sezione INFORMAZIONI GENERALI per
acquisire familiarità con la motocicletta e la sua MOTORE 3
manutenzione. Usare questa sezione e le altre
come guida all’ispezione ed all’assistenza. SISTEMA DI TRAZIONE 4
Questo manuale vi aiuterà a conoscere meglio la
motocicletta in modo da poter assicurare al cliente
un servizio rapido ed affidabile.
CVT 5
* Il presente manuale è stato preparato in base
SISTEMA FI/CVT 6
alle ultime specifiche valide alla data di pub-
SISTEMA ALIMENTAZIONE
blicazione. In caso di modifiche effettuate CARBURANTE E CORPO ACCELERATORE 7
dopo tale data, possono esistere delle diffe-
renze tra i contenuti del manuale e la motoci-
cletta in esame.
SISTEMA DI RAFFREDDAMENTO
E LUBRIFICAZIONE 8
* Le illustrazioni di questo manuale vengono
usate per evidenziare i principi di funziona-
TELAIO 9
mento e procedure di intervento basilari.
Esse possono non riprodurre esattamente la
IMPIANTO ELETTRICO 10
motocicletta posseduta.
* Questo manuale è stato scritto per persone INFORMAZIONI DI MANUTENZIONE 11
che possiedono le cognizioni, le doti tecniche
e gli utensili, compresi quelli speciali, per
INFORMAZIONI SUL
CONTROLLO DELLE EMISSIONI 12
l’assistenza di motociclette SUZUKI. Se non
si possiedono l’addestramento e gli utensili
necessari, affidare ogni riparazione ad un
AN650K4 (MODELLO ’04) 13
concessionario autorizzato SUZUKI.
AN650AK4 (MODELLO ’04) 14
AN650/AK5 (MODELLO ’05) 15
Meccanici inesperti o sforniti di attrezzi ed
apparecchiature appropriati potrebbero
non essere in grado di eseguire le opera-
AN650/AK6 (MODELLO ’06) 16
zioni descritte in questo manuale.
Riparazioni scorrette possono causare
AN650/AK7 (MODELLO ’07) 17
lesioni al meccanico e rendere la motoci-
cletta insicura per il conducente ed il pas-
SCHEMA ELETTRICO 18
seggero.

© COPYRIGHT SUZUKI MOTOR CORPORATION 2002


USO DEL MANUALE
COME INDIVIDUARE LE DIVERSE SEZIONI:
1. Il testo del presente manuale è diviso in sezioni.
2. I titoli delle sezioni sono elencati nell’INDICE DEI CAPITOLI.
3. Tenendo il manuale come illustrato qui a lato, è possibile
trovare facilmente la prima pagina della sezione in questione.
4. Il contenuto viene descritto nella prima pagina di ciascuna
sezione per permettere di trovare la voce e la pagina
desiderate.

COMPONENTI ED INTERVENTI DA EFFETTUARE


Sotto il nome di ciascun sistema o unità si trova la sua rappresentazione esplosa. Vengono anche fornite le
istruzioni per il lavoro e le altre informazioni per il servizio, per esempio le coppie di serraggio, i punti di
lubrificazione ed i punti di applicazione di agenti di bloccaggio.
Esempio: Ruota anteriore

1 Disco freno
2 Collare
3 Parapolvere
4 Cuscinetto
5 Pneumatico anteriore
6 Ruota anteriore
7 Distanziatore
8 Valvola pneumatico
A Bullone disco
B Perno ruota anteriore

@
ITEM N·m kgf-m
A 23 2,3 FW
D

B 65 6,5
SIMBOLO
La tabella che segue riporta i simboli relativi alle istruzioni ed alle altre informazioni necessarie per la
riparazione. Nella tabella è incluso anche il significato di ciascun simbolo.

SIMBOLO DEFINIZIONE SIMBOLO DEFINIZIONE


Necessario controllo della coppia di
serraggio. Utilizzare liquido refrigerante.
I dati a fianco indicano la coppia 99000-99032-11X
specifica.

Applicare olio. Salvo diversa indicazione Utilizzare olio per forcelle.


utilizzare olio motore. 99000-99044-10G

Applicare una soluzione di olio al


molibdeno.
Applicare o utilizzare liquido per freni.
(Miscela di olio motore e SUZUKI MOLY
PASTE in rapporto 1:1)
Applicare SUZUKI SUPER GREASE
“A”. Misurazione gamma voltaggio.
99000-25010

Applicare SUZUKI MOLY PASTE. Misurazione gamma corrente.


99000-25140

Applicare SUZUKI BOND “1207B”. Misurazione in gamma resistenza.


99104-31140 (USA)

Applicare SUZUKI BOND “1215”. Misurazione gamma test diodo.


99000-31110 (Salvi gli USA)

Applicare SUZUKI BOND “1216B”.


1216B Misurazione gamma test di continuità.
99000-31230

Applicare THREAD LOCK SUPER


“1303”. Utilizzare attrezzo speciale.
99000-32030

Applicare THREAD LOCK “1342”.


99000-32050 Indicazione per dati di servizio.

Applicare THREAD LOCK SUPER


“1360”.
99000-32130
ABBREVIAZIONI USATE IN
QUESTO MANUALE
A E
ABDC : Dopo il punto morto inferiore ECM : Modulo controllo motore
AC : Corrente alternata Unità controllo motore (ECU)
ACL : Filtro aria, scatola filtro aria (Unità di controllo FI)
API : American Petroleum Institute Sensore ECT : Sensore fluido raffreddamento motore
ATDC : Dopo il punto morto superiore Sensore (ECTS), temperatura acqua
ATM Pressure: pressione atmosferica Sensore (WTS)
Sensore pressione atmosferica EVAP : Emissioni vaporizzate
(APS) Contenitore EVAP: Contenitore emissioni vaporizzate
A/F : Miscela aria/carburante Contenitore

B F
BBDC : Prima del punto morto inferiore FI : Iniezione carburante, iniettore
BTDC : Prima del punto morto superiore carburante
B+ : Voltaggio positivo batteria FP : Pompa carburante
FPR : Regolatore pressione carburante
C Relè FP : Relè pompa carburante
Valvola FTPC : Valvola di controllo pressione
Sensore CKP : Sensore posizione albero motore
serbatoio
(CKPS)
CKT : Circuito
Interruttore CLP: Interruttore posizione leva frizione G
(Interruttore frizione) GEN : Generatore
Sensore CMP : Sensore posizione albero a camme GND : Massa
(CMPS) Interruttore GP : Interruttore posizione cambio
CO : Monossido di carbonio
CPU : Unità di processamento centrale H
Controllo CVT HC : Idrocarburi
Unità : Continuamente variabile HO2S : Sensore ossigeno riscaldato
Unità controllo trasmissione
I
D Valvola IAC : Valvola controllo aria minimo
CC : Corrente continua Sensore IAP : Sensore pressione aria
DMC : Accoppiatore modo rivenditore aspirazione (IAPS)
DOHC : Doppio albero a camme in testa Sensore IAT : Sensore temperatura aria
DRL : Luce di posizione diurna aspirazione (IATS)
IG : Accensione

L
LCD : Display a cristalli liquidi
LED : Diodo ad emissione di luce
(spia disfunzioni)
LH : Lato sinistro
M
Codice MAL : Codice disfunzione
(Codice diagnostica)
Mass. : Massimo
MIL : spia guasti
(LED)
Min. : Minimo

N
NOx : Ossido d’azoto

O
OHC : Albero a camme in testa
OLS : Interruttore livello olio
OPS : Interruttore pressione olio

P
PCV : Carter positivo
Ventilazione (sfiato carter)

R
RH : Lato destro
ROM : Memoria ROM

S
SAE : Society of Automotive Engineers

T
Sensore TO : Sensore ribaltamento (TOS)
Sensore TP : Sensore posizione acceleratore
(TPS)
COLORE FILI
B : Nero G : Verde P : Rosa
Bl : Blu Gr : Grigio R : Rosso
Br : Marrone Lbl : Azzurro V : Viola
Dg : Verde scuro Lg : Verde chiaro W : Bianco
Dgr : Verde scuro O : Arancione Y : Giallo

B/Bl : Nero con riga blu B/Br : Nero con riga marrone
B/G : Nero con riga verde B/O : Nero con riga arancione
B/R : Nero con riga rossa B/W : Nero con riga bianca
B/Y : Nero con riga gialla Bl/B : Blu con riga nera
Bl/G : Blu con riga verde Bl/R : Blu con riga rossa
Bl/W : Blu con riga bianca Bl/Y : Blu con riga gialla
Br/B : Marrone con riga nera Br/W : Marrone con riga bianca
G/B : Verde con riga nera G/Bl : Verde con riga blu
G/R : Verde con riga rossa G/W : Verde con riga bianca
G/Y : Verde con riga gialla Gr/B : Grigio con riga nera
Gr/R : Grigio con riga rossa Gr/W : Grigio con riga bianca
Gr/Y : Grigio con riga gialla Lg/Y : Verde chiaro con riga gialla
Lg/Y : Verde chiaro con riga gialla O/B : Arancione con riga nera
O/Bl : Arancione con riga blu O/G : Arancione con riga verde
O/R : Arancione con riga rossa O/W : Arancione con riga bianca
O/Y : Arancione con riga gialla P/B : Rosa con riga nera
P/W : Rosa con riga bianca R/B : Rosso con riga blu
R/Bl : Rosso con riga blu R/G : Rosso con riga verde
R/W : Rosso con riga bianca Y/R : Giallo con riga rossa
W/B : Bianco con riga nera W/Bl : Bianco con riga blu
W/G : Bianco con riga verde W/R : Bianco con riga rossa
W/Y : Bianco con riga gialla Y/B : Giallo con riga nera
Y/Bl : Giallo con riga blu Y/G : Giallo con riga verde
Y/R : Giallo con riga rossa Y/W : Giallo con riga bianca
INFORMAZIONI GENERALI 1-1

INFORMAZIONI GENERALI

1
INDICE

ATTENZIONE/AVVERTENZA/NOTA .................................................1- 2
PRECAUZIONI GENERALI ................................................................1- 2
SUZUKI AN650K3 (MODELLO ’03) ...................................................1- 4
UBICAZIONE NUMERO DI SERIE .....................................................1- 4
CONSIGLI SUL CARBURANTE E L’OLIO ........................................1- 4
CARBURANTE (USA e Canada) ................................................1- 4
CARBURANTE (PER GLI ALTRI PAESI) ...................................1- 4
OLIO MOTORE ED OLIO TRASMISSIONE (USA) .....................1- 5
OLIO MOTORE ED OLIO TRASMISSIONE (ALTRI PAESI) ......1- 5
OLIO TRASMISSIONE FINALE ...................................................1- 5
LIQUIDO FRENI ...........................................................................1- 5
OLIO FORCELLA ANTERIORE ..................................................1- 5
FLUIDO DI RAFFREDDAMENTO ...............................................1- 5
ACQUA PER LA MISCELA REFRIGERANTE ............................1- 5
LIQUIDO ANTIGELO/REFRIGERANTE ......................................1- 5
QUANTITA’ ACQUA/REFRIGERANTE .......................................1- 6
PROCEDURE DI RODAGGIO ............................................................1- 7
IDENTIFICAZIONE DEL CILINDRO ...................................................1- 7
ETICHETTE INFORMATIVE ...............................................................1- 8
SPECIFICHE ........................................................................................1- 9
PAESE O AREA .................................................................................1-11
1-2 INFORMAZIONI GENERALI

ATTENZIONE/AVVERTENZA/NOTA
Leggere attentamente il presente manuale e seguirne le istruzioni. Per sottolineare le informazioni speciali, i
simboli e le parole ATTENZIONE, AVVERTENZA e NOTA hanno significati specifici. Prestare particolare
attenzione ai messaggi evidenziati con le seguenti parole ed il relativo segnale.

Indica un potenziale pericolo che potrebbe causare decesso o lesioni.

Indica un potenziale pericolo che potrebbe determinare il danneggiamento della motocicletta.

NOTA:
Indica una particolare informazione che semplifica la manutenzione o rende le istruzioni più chiare.

Si prega di osservare che, comunque, le avvertenze contenute nel presente manuale non possono coprire
tutti i rischi potenziali relativi alla riparazione o alla mancata manutenzione della motocicletta. Oltre alle
ATTENZIONI e AVVERTENZE citate occorre ricorrere al giudizio personale e ai principi di sicurezza
basilari. In caso di insicurezza in merito all’esecuzione di un particolare intervento, chiedere consiglio ad un
meccanico con maggiore esperienza.

PRECAUZIONI GENERALI

* Le procedure di manutenzione e riparazione corrette sono importanti per la sicurezza del


meccanico che le esegue e per la sicurezza e l’affidabilità della motocicletta.
* Nel caso in cui 2 o più persone lavorino insieme, prestare attenzione alla reciproca sicurezza.
* Nel caso sia necessario far funzionare il motore in un locale, accertarsi che i gas di scarico
siano convogliati all’esterno.
* Quando si lavora con materiali tossici o infiammabili, accertarsi che la zona di lavoro sia ben
ventilata e seguire tutte le istruzioni del fabbricante del materiale.
* Non utilizzare mai benzina come solvente per la pulizia.
* Per evitare ustioni, non toccare il motore, l’olio motore, il radiatore ed il sistema di scarico
prima che siano completamente freddi.
* Dopo un intervento sugli impianti del carburante, dell’olio, del liquido refrigerante, dello
scarico e dei freni, verificare l’assenza di perdite in tutti i circuiti e gli accessori connessi
all’impianto.
INFORMAZIONI GENERALI 1-3

* In caso sia necessario procedere alla sostituzione di parti, utilizzare parti di ricambio originali
Suzuki o loro equivalenti.
* In caso di smontaggio di parti da riutilizzare, disporle in modo ordinato al fine di poterle
rimontare nel giusto ordine e con l’orientamento corretto.
* Accertarsi di utilizzare gli attrezzi speciali, quando richiesto.
* Controllare che tutte le parti da reinstallare siano pulite. Lubrificarle nei punti indicati.
* Utilizzare i lubrificanti, gli adesivi ed i sigillanti indicati.
* In caso di smontaggio della batteria, scollegare prima il morsetto negativo e poi quello
positivo.
* Al momento del ricollegamento, collegare prima il morsetto positivo e poi quello negativo e
ricollocare il cappuccio sul morsetto positivo.
* In caso di intervento sulle parti elettriche, qualora le procedure non richiedano l’uso
dell’energia della batteria, scollegare il morsetto negativo di quest’ultima.
* Nello stringere i bulloni ed i dadi della testata dei cilindri e del carter, partire da quelli di
dimensioni maggiori. Stringere sempre i bulloni ed i dadi diagonalmente partendo dall’interno
del pezzo ed alla coppia di serraggio specificata.
* In caso di rimozione di paraolio, guarnizioni, tenute, O-ring, rondelle di sicurezza, dadi
autobloccanti, coppiglie, anelli elastici ed altre parti specificate, accertarsi di eseguire la
sostituzione con parti nuove. Inoltre, prima di montare le parti nuove, eliminare eventuale
materiale residuo dalle superfici di contatto.
* Non riutilizzare mai un anello elastico usato. Al momento dell’installazione di un anello
nuovo, fare attenzione a non allargare le estremità più del necessario per farlo scivolare
sull’albero. Dopo il montaggio, verificare sempre che sia ben inserito nella scanalatura e
correttamente montato.
* Usare una chiave torsiometrica per stringere gli elementi di serraggio alla coppia prescritta.
Pulire da olio e grasso i filetti che fossero sporchi.
* Dopo il montaggio verificare la tenuta ed il funzionamento delle parti.

* Per il rispetto dell’ambiente, non eliminare illegalmente l’olio motore usato o altri liquidi
inquinanti, le batterie ed i pneumatici.
* Per proteggere l’ambiente e le risorse naturali, sbarazzarsi in modo corretto delle motociclette
e delle parti usate.
1-4 INFORMAZIONI GENERALI

SUZUKI AN650K3 (MODELLO ’03)

Lato destro Lato sinistro


* Eventuali differenze tra le fotografie e le motociclette reali dipendono dai mercati.

UBICAZIONE NUMERO DI SERIE


Il numero di serie del telaio o V.I.N. (Numero di Identificazione Veicolo) 1 è stampato sul lato destro del
tubo del telaio. Il numero di serie del motore 2 si trova sul lato sinistro del carter. Questi numeri sono
necessari soprattutto per immatricolare il mezzo ed ordinare le parti di ricambio.

CONSIGLI SUL CARBURANTE E L’OLIO


CARBURANTE (USA e Canada)
Utilizzare solo benzina senza piombo con almeno 87 ottani alla pompa ( R + M ) oppure 91 ottani o un
2
numero maggiore secondo la classificazione del metodo Research.
È consentito l’uso di benzina contenente MTBE (Methyl Tertiary Butyl Ether), meno del 10% di etanolo o
meno del 5% di metanolo con cosolventi ed anticorrosivi appropriati.

CARBURANTE (PER GLI ALTRI PAESI)


Utilizzare benzina da 91 ottani (metodo Research) o più. Si raccomanda di utilizzare una benzina senza
piombo.
INFORMAZIONI GENERALI 1-5

OLIO MOTORE ED OLIO TRASMISSIONE (USA)


SUZUKI raccomanda l’uso di olio SUZUKI PERFORMANCE 4 MOTOR OIL o di un olio classificato SF o SG
in base al sistema di classificazione API (American Petroleum Institute). La viscosità raccomandata è la
SAE 10W-40. Se olio SAE 10W-40 non fosse disponibile, scegliere un’alternativa facendo uso della
seguente tabella.

OLIO MOTORE ED OLIO TRASMISSIONE


(ALTRI PAESI)
Utilizzare olio motore di buona qualità per assicurare una lunga
durata della motocicletta. Utilizzare solo olio classificato SF o MULTIGRADO
SG in base al sistema di classificazione API. La viscosità
raccomandata è SAE 10W-40. Se olio SAE 10W-40 non fosse
disponibile, scegliere un’alternativa facendo uso della tabella qui
a destra.

OLIO TRASMISSIONE FINALE


Usare olio per ingranaggi ipoidi della categoria di servizio API GL-5 classificato SAE #90. Usare invece olio
per ingranaggi ipoidi di classifica SAE #80 se il mezzo viene usato a temperature inferiori allo zero.

LIQUIDO FRENI
Specifiche e classificazione: DOT 4

Dal momento che il circuito frenante di questa motocicletta è stato riempito in fabbrica con
liquido per freni a base di glicole, per il rabbocco non utilizzare tipi di liquido diversi come ad
esempio liquidi a base di siliconi o di petrolio onde evitare gravi danni.
Non utilizzare mai liquido per freni proveniente da contenitori vecchi, utilizzati o comunque non
sigillati.
Non riutilizzare mai liquido per freni rimasto da rabbocchi precedenti e conservato per un
lungo periodo.

OLIO FORCELLA ANTERIORE


Utilizzare olio per forcelle #10 o un equivalente.

FLUIDO DI RAFFREDDAMENTO
Utilizzare un liquido antigelo/refrigerante compatibile con radiatori in alluminio miscelandolo solo con acqua
distillata.

ACQUA PER LA MISCELA REFRIGERANTE


Utilizzare solo acqua distillata. Acqua di tipo diverso può corrodere ed intasare il radiatore di alluminio.

LIQUIDO ANTIGELO/REFRIGERANTE
Il fluido di raffreddamento del motore agisce da anticorrosione, antiruggine ed antigelo. Se ne consiglia
pertanto l’impiego costante anche nel caso di temperature che non scendono mai sotto il punto di
congelamento.
Suzuki consiglia l’uso del liquido antigelo/refrigerante SUZUKI COOLANT. Nel caso esso non fosse
disponibile, utilizzare un prodotto analogo compatibile col radiatore in alluminio.
1-6 INFORMAZIONI GENERALI

QUANTITA’ ACQUA/REFRIGERANTE
Capacità miscela (totale): 1 300 ml
Per le informazioni relative alla miscela refrigerante, vedere la sezione sul circuito di raffreddamento a
pagina 8-3.

La miscela di antigelo e acqua deve essere limitata al 60%. Al di sopra di questa percentuale,
l’efficacia della miscela risulta inferiore. In caso di miscela inferiore al 50%, le prestazioni
antiruggine si riducono fortemente. Accertarsi di realizzare una miscela superiore al 50% anche
nel caso di temperature che non scendono mai sotto al punto di congelamento.
INFORMAZIONI GENERALI 1-7

PROCEDURE DI RODAGGIO
Per la produzione vengono utilizzati solo i migliori materiali e tutte le parti lavorate sono finite in base a
standard molto elevati ma è tuttavia necessario consentire ai pezzi in movimento di “RODARSI” prima di
richiedere al motore le massime prestazioni. Il funzionamento e l’affidabilità del motore nel futuro dipendono
dalla cura e dalle limitazioni di impiego nella fase iniziale. Le regole generali sono le seguenti.
• Rispettare le seguenti procedure di rodaggio:
Primi 800 km: Meno di 4 000 g/min
Fino a 1 600 km: Meno di 6000 g/min
Oltre 1 600 km: Meno di 8 500 g/min
• Al raggiungimento dei 1 600 km la motocicletta può essere utilizzata spingendo a fondo l’acceleratore.
Non superare comunque gli 8 500 g/min in qualsiasi occasione.

IDENTIFICAZIONE DEL CILINDRO


I due cilindri di questo motore vengono identificati come i cilindri N° 1 e N° 2 contando dal destra a sinistra
dal punto di vista del conducente seduto.

#2

#1
1-8 INFORMAZIONI GENERALI

ETICHETTE INFORMATIVE
1 Etichetta avvertenze di sicurezzal
2 Etichetta di avviamento del motore
3 Etichetta avvertenza parabrezza
4 Etichetta pressione pneumatici
5 Etichetta avvertenza carburante (Per le E-02, 24)
6 Etichetta informazioni carburante
7 Etichetta capacità di carico cassetta anteriore
8 Etichetta capacità di carico bauletto
9 Adesivo identità (Per le E-02, 19, 24)
0 Etichetta rumorosità (Per le E-24)
A Etichetta ICES CANADA (Per le E-28)
B Etichetta di informazione (Per le E-28)
C Etichetta di informazione sull’olio
D Piastrina sulla sicurezza

Bauletto

Avanti

Pannello anteriore
A

VISIONE DI A

Applicare l fadesivo dietro Copertura telaio (sin.)


lo sportello del carburante.
INFORMAZIONI GENERALI 1-9

SPECIFICHE
DIMENSIONI E PESO A SECCO
Lunghezza totale................................................. 2 260 mm
Larghezza totale.................................................. 810 mm
Altezza totale....................................................... 1 430 mm
Passo .................................................................. 1 595 mm
Altezza da terra ................................................... 125 mm
Altezza sedile ...................................................... 750 mm
Peso a secco....................................................... 238 kg

MOTORE
Tipo ..................................................................... 4 tempi, raffreddato ad acqua, DOHC
Numero cilindri .................................................... 2
Alesaggio ............................................................ 75,5 mm
Corsa................................................................... 71,3 mm
Cilindrata ............................................................. 638 cm³
Rapporto di compressione .................................. 11,2 : 1
Alimentazione carburante ................................... Iniezione carburante
Filtro aria ............................................................. Elemento in tessuto non tessuto
Sistema di avviamento ........................................ Avviamento elettrico
Sistema di lubrificazione ..................................... Con olio in coppa

SISTEMA DI TRAZIONE
Frizione ............................................................... Multidisco a bagno d’olio
Tipo di cambio ..................................................... Automatico e manuale
Cambio automatico ............................................. Variabile (1,800 – 0,465)
Rapporto riduzione finale .................................... 1,580 (32/31 × 31/32 × 34/31 × 49/34)
Trazione .............................................................. Ad ingranaggi

TELAIO
Sospensioni anteriori........................................... Invertite telescopiche, a molla, ammortizzazione ad olio
Sospensioni posteriori ......................................... A forcellone oscillante, a molla, ammortizzazione ad olio
Angolo di sterzata ............................................... 41° (destra e sinistra)
Inclinazione cannotto sterzo................................ 26°
Avancorsa ........................................................... 102 mm
Raggio di sterzata ............................................... 2,7 m
Freno anteriore.................................................... Freno a disco, doppio
Freno posteriore.................................................. Freno a disco
Pneumatico anteriore .......................................... 120/70 R15M/C 56H, tubeless
Pneumatico posteriore ........................................ 160/60 R14M/C 65H, tubeless
Corsa forcella ...................................................... 105 mm
Corsa ruota posteriore ........................................ 100 mm
1-10 INFORMAZIONI GENERALI

IMPIANTO ELETTRICO
Accensione ..........................................................Accensione elettronica (ECM, a transistor)
Fase accensione..................................................10° B.T.D.C. a 1 200 g/min
Candela................................................................NGK: CR8E o DENSO: U24ESR-N
Batteria.................................................................12 V 43,2 kC (12 Ah)/10 HR
Generatore...........................................................Generatore trifase CA
Fusibile principale ................................................40 A
Fusibile CVT ........................................................40 A
Fusibile.................................................................15/15/15/15/10/10/10 A
Faro......................................................................12 V 60/55 W + 55 W (H4 + H7) ....... E-02, 19
12 V 60/55W × 2 (H4) .......E-03, 24, 28, 33
Luce posizione .....................................................12 V 5 W × 2 ........ E-02, 19
Indicatore di direzione..........................................12 V 21 W
Luce targa ............................................................12 V 5 W
Luce freno/di coda ...............................................12 V 21/5 W × 2
Luce tachimetro ...................................................12 V 1,4 W × 2
Indicatore modalità potenza.................................12 V 1,4 W
Indicatore modalità di guida .................................12 V 1,4 W
Indicatore modalità abbaglianti ............................12 V 1,4 W
Indicatore di svolta ...............................................12 V 1,4 W
Indicatore blocco freni..........................................12 V 1,4 W
Indicatore iniezione carburante............................12 V 1,4 W
Indicatore temperatura fluido di raffreddamento ..12 V 1,4 W
Indicatore pressione olio ......................................12 V 1,4 W
Indicatore posizione cambio ................................12 V 1,4 W × 5

RIFORNIMENTI
Serbatoio del carburante, riserva compresa ........15,0 L
Olio motore, cambio olio ..................................2 600 ml
con cambio filtro ..........................2 900 ml
revisione ......................................3 400 ml
Olio motore, cambio olio .................................. 360 ml
revisione ...................................... 400 ml
Olio ingranaggio finale, cambio olio .................... 300 ml
revisione........................ 430 ml
Fluido raffreddamento del motore, inclusa riserva...1 300 ml
Olio forcella (ciascuna canna).............................. 482 ml

Le presenti specifiche possono essere modificate senza preavviso.


INFORMAZIONI GENERALI 1-11

PAESE O AREA
I codici seguenti indicano i paesi o le aree relativi.

SIMBOLO PAESE O AREA


E-02 Gran Bretagna
E-03 USA (California esclusa)
E-19 UE
E-24 Australia
E-28 Canada
E-33 California (USA)
MANUTENZIONE PERIODICA 2-1

MANUTENZIONE PERIODICA

INDICE
PIANO PER LA MANUTENZIONE PERIODICA ..................................2- 2
2
SCHEMA PER LA MANUTENZIONE PERIODICA .....................2- 2
PUNTI DA LUBRIFICARE ...........................................................2- 3
OPERAZIONI DI MANUTENZIONE E DI MESSA A PUNTO
PROCEDURES .....................................................................................2- 4
FILTRO ARIA ...............................................................................2- 4
CANDELE ....................................................................................2- 6
GIOCO PUNTERIE .......................................................................2- 7
TUBAZIONI CARBURANTE ........................................................2-13
OLIO MOTORE E FILTRO OLIO .................................................2-13
OLIO TRASMISSIONE .................................................................2-15
OLIO TRASMISSIONE FINALE ...................................................2-15
FILTRO CVT .................................................................................2-16
REGIME DEL MINIMO .................................................................2-18
REGOLAZIONE CAVO ACCELERATORE .................................2-18
SINCRONIZZAZIONE VALVOLA ACCELERATORE .................2-19
SISTEMA PAIR (AERAZIONE) ....................................................2-19
SISTEMA RAFFREDDAMENTO .................................................2-20
FRENI ...........................................................................................2-22
PNEUMATICI ...............................................................................2-25
STERZO .......................................................................................2-26
FORCELLA ..................................................................................2-26
SOSPENSIONI POSTERIORI ......................................................2-27
BULLONI TUBAZIONE DI SCARICO E BULLONI DI
INSTALLAZIONE MARMITTA .....................................................2-27
BULLONI E DADI TELAIO ..........................................................2-28
CONTROLLO DELLA COMPRESSIONE ............................................2-30
PROCEDURA TEST COMPRESSIONE ......................................2-30
CONTROLLO PRESSIONE OLIO ........................................................2-31
PROCEDURA DEL TEST DELLA PRESSIONE DELL’OLIO .....2-31
CONTROLLO FRIZIONE AUTOMATICA ............................................2-32
1. CONTROLLO INNESTO INIZIALE ..........................................2-32
2. ISPEZIONE “BLOCCAGGIO” FRIZIONE ...............................2-32
ISPEZIONE BLOCCAGGIO FRENI .....................................................2-33
2-2 MANUTENZIONE PERIODICA

PIANO PER LA MANUTENZIONE PERIODICA


Il diagramma che segue indica gli intervalli raccomandati per gli interventi di manutenzione periodica
necessari per mantenere il veicolo in condizioni ottimali di funzionamento e di economia d’uso. Per
comodità, gli intervalli sono espressi sia in chilometri che in unità di tempo.
NOTA:
Per motociclette utilizzate in condizioni particolarmente severe devono essere eseguite operazioni di
manutenzione più frequenti.
SCHEMA PER LA MANUTENZIONE
PERIODICA
Intervallo km 1 000 6 000 12 000 18 000 24 000
Item mesi 1 6 12 18 24
Filtro aria — I I R I
Bulloni tubo scarico e bulloni marmitta T — T — T
Gioco punterie — — — — I
Candele — I R I R
— I I I I
Tubazioni carburante
Sostituire ogni 4 anni.
Olio motore R R R R R
Filtro olio motore R — — R —
Olio trasmissione R I R I R
Olio trasmissione final R — R — R
Filtro CVT — — I — I
Minimo I I I I I
Gioco cavo acceleratore I I I I I
I
Sincronizzazione valvola a farfalla — I — I
(solo E-33)
Sistema controllo emissioni evaporative — — I — I
Solo modello E-33 (per la California) Sostituire il tubo dei vapori ogni 4 anni.
Sistema PAIR (aerazione) — — I — I
Liquido refrigerante Sostituire ogni 2 anni.
Tubazione radiatore — I I I I
Freni I I I I I
— I I I I
Tubo freno
Sostituire ogni 4 anni.
— I I I I
Fluido freni
Sostituire ogni 2 anni.
Pneumatici — I I I I
Sterzo I — I — I
Forcella anteriore — — I — I
Sospensioni posteriori — — I — I
Bulloni e dadi telaio T T T T T
NOTA:
I = Ispezione e regolazione, pulizia, lubrificazione o sostituzione in base alle esigenze;
R=sostituire; T=stringere
MANUTENZIONE PERIODICA 2-3

PUNTI DA LUBRIFICARE
Una lubrificazione corretta è importante per un funzionamento scorrevole ed una lunga durata delle parti in
movimento del veicolo.
I punti principali da lubrificare sono riportati di seguito.

v Supporto leva freno posteriore

v Perno e gancio molla cavalletto laterale


v Perno e gancio molla cavalletto centrale

v Supporto leva freno anteriore

o Cavo acceleratore

NOTA:
* Prima della lubrificazione, pulire accuratamente ciascuna parte da punti di ruggine e rimuovere tutto il
vecchio grasso, l’olio, la sporcizia e la polvere.
* Le parti esposte che sono soggette alla ruggine devono essere lubrificate con uno spray antiruggine ogni
volta che la motocicletta viene utilizzata in condizioni umide o piovose.
2-4 MANUTENZIONE PERIODICA

OPERAZIONI DI MANUTENZIONE E DI
MESSA A PUNTO
Questa sezione descrive le procedure di intervento per ogni
parte della manutenzione periodica.

FILTRO ARIA
Verificare ogni 6 000 km (6 mesi) e sostituire ogni
18 000 km (18 mesi).

• Aprire la scatola anteriore 1.


• Rimuovere il cappello della scatola del filtro dell’aria 2.
• Rimuovere il cappello della scatola del filtro dell’aria 3.

• Rimuovere l’elemento del filtro dell’aria 4.

• Controllare l’elemento del filtro dell’aria ed il suo O-ring per


vedere se sono danneggiati. Se si trovano difetti, sostituire sia
l’elemento del filtro dell’aria che l’O-Ring.
MANUTENZIONE PERIODICA 2-5

• Utilizzare con attenzione dell’aria compressa per eliminare la


polvere dall’elemento filtrante.

Applicare sempre il getto d’aria sul lato del corpo


dell’acceleratore dell’elemento del filtro. Se esso viene
usato sul lato opposto, lo sporco viene forzato
all’interno dei pori del filtro dell’aria, riducendo il
flusso dell’aria attraverso le sue fibre.

• Installare correttamente l’anello ad O 5.


• Rimontare l’elemento filtrante pulito o nuovo eseguendo le
operazioni di smontaggio nell’ordine inverso.

Se si guida su fondi polverosi, pulire il filtro dell’aria


più spesso. Il modo più sicuro di far consumare
precocemente il motore è di usarlo senza elemento del
filtro dell’aria o con un elemento vecchio e guasto.
Accertarsi che il filtro dell’aria si sempre in buone
condizioni. La durata del motore dipende in gran parte
da questo componente.

NOTA:
Quando si pulisce l’elemento del filtro dell’aria, scaricare l’acqua
dal filtro rimuovendo i tappi di scarico.
2-6 MANUTENZIONE PERIODICA

CANDELE
Verificare ogni 6 000 km (6 mesi) e sostituire ogni
12 000 km (12 mesi).

RIMOZIONE CANDELE
• Rimuovere il paragambe inferiore. (!9-10)
• Rimuovere il bullone.
• Spostare in avanti il radiatore 1 .
NOTA:
Fare attenzione a non danneggiare le alette del radiatore.

Il radiatore ed il motore possono provocare gravi


ustioni quando sono caldi. Attendere fino a che il
radiatore ed il motore non sono abbastanza freddi da
poter essere toccati.

• Rimuovere tutti i gruppi bobina di accensione/cappuccio


candela 2.

• Rimuovere le candele utilizzando una chiave apposita.

GRADO TERMICO
• Controllare il grado termico della candela.

Standard Tipo freddo Tipo caldo


NGK CR8E CR9E CR7E
DENSO U24ESR-N U27ESR-N U22ESR-N
MANUTENZIONE PERIODICA 2-7

DEPOSITI CARBONIOSI
• Controllare se vi sono depositi carboniosi sulla candela. Se ve
ne fossero, eliminarli utilizzando la macchina apposita oppure
con un attrezzo appuntito usato con attenzione.

DISTANZA ELETTRODI CANDELA


• Controllare che la distanza tra gli elettrodi della candela sia
corretta servendosi di uno spessimetro. Se la distanza fosse
scorretta, regolare in base alle indicazione seguenti.
" 09900-20803: Spessimetro
# Distanza elettrodi candela
Standard: 0,7 – 0,8 mm

CONDIZIONI ELETTRODI
• Controllare se gli elettrodi sono usurati o bruciati. Se essi
fossero estremamente usurati o bruciati, sostituire la candela.
Sostituire la candela anche in caso di rottura dell’isolante o
danneggiamento della filettatura.

0,7 – 0,8 mm

Quando si sostituiscono le candele, controllare il


passo e la lunghezza della filettatura. Se la parte
filettata è troppo corta, i residui carboniosi si
depositano sui filetti della testata rischiando così di
danneggiare il motore.

INSTALLAZIONE CANDELA

Per evitare danni ai filetti di alluminio della testata del


cilindro, stringere la candela manualmente prima di
utilizzare una chiave per il serraggio alla coppia
specificata.

• Installare le candele sulla testata stringendole manualmente e


serrare quindi alla coppia specificata.
$ Candela: 11 N·m (1,1 kgf-m)

GIOCO PUNTERIE
Verificare ogni 24 000 km (24 mesi)

• Rimuovere la scatola anteriore. (!9-18)


• Rimuovere la pedana. (!9-18)
• Rimuovere il radiatore. (!8-6)
• Rimuovere le candele. (!2-6)
• Rimuovere la copertura della testata del cilindro 1.
2-8 MANUTENZIONE PERIODICA

Il valore del gioco delle punterie è diverso per le valvole di


aspirazione e di scarico. Il gioco delle punterie deve essere
controllato e regolato 1) in occasione del controllo periodico, 2)
quando si esegue la manutenzione dei meccanismi delle valvole
e 3) quando gli alberi a camme vengono rimossi per la
manutenzione.
# Gioco punterie (a freddo):
Standard ASP. : 0,10 – 0,20 mm
SCAR. : 0,20 – 0,30 mm
NOTA:
* Il gioco specificato si riferisce al motore FREDDO.
* Per ruotare l’albero motore per il controllo del gioco, utilizzare
una chiave ruotare nella direzione di funzionamento normale.
Tutte le candele devono essere rimosse.

• Rimuovere il tappo di controllo della sincronizzazione delle


valvole 2.

• Girare l’albero a camme in modo da portare la linea “Top”


della frizione sull’indice ed inoltre per allineare le tacche A sui
due lati di ciascun albero a camme con il marchio “1” B della
ruota dentata di scarico nelle posizioni mostrate in figura.
MANUTENZIONE PERIODICA 2-9

• In questa condizione, leggere il gioco delle valvole presso le


valvole (asp. e sc. del N° 2).
• Se il gioco fosse fuori specifica, regolarlo come mostrato di
seguito.
" 09900-20803: Spessimetro

• Ruotare l’albero motore di 360° (un giro) per portare la linea


“TOP” sull’innesto dell’avviamento in corrispondenza del
contrassegno del foro di controllo della sincronizzazione delle
punterie e per portare le tacche A nelle posizioni indicate.
• Leggere il gioco delle valvole che rimangono (asp. e sc. del
N° 1) e regolare il gioco come mostrato di seguito, secondo
necessità.

REGOLAZIONE GIOCO PUNTERIE


Il gioco viene regolato sostituendo la pastiglia della punteria con
un altra più spessa o più sottile.
• Rimuovere gli alberi a camme di aspirazione o di scarico.
(!3-12)
• Rimuovere il bicchierino 1 e la pastiglia 2 con le dita o con
un magnete.
• Controllare le cifre sulla pastiglia. Queste cifre indicano lo
spessore della pastiglia come illustrato.
• Selezionare una pastiglia sostitutiva che consenta di ottenere
un gioco compreso nella gamma prescritta. Per tale
regolazione sono disponibili 25 tipi di pastiglia in spessori che
vanno da 1,20 a 2,20 mm in incrementi di 0,05 mm. Inserire la
pastiglia selezionata sull’estremità dello stelo della valvola
con i numeri rivolti verso la punteria. Controllare lo spessore
della pastiglia con un micrometro per accertarsi che sia
corretto.
Per dettagli, vedere la tabella di selezione dello spessore
della pastiglia. (pagine 2-11 e 2-12)
2-10 MANUTENZIONE PERIODICA

NOTA:
* Accertarsi di applicare olio motore alle superfici superiore ed
inferiore della pastiglia.
* Durante il posizionamento della pastiglia, accertarsi che la
superficie con i numeri sia rivolta verso la punteria. 170
1,70 mm

Reinstallare gli alberi a camme nel modo specificato.


(!3-72)

• Dopo aver rimontato la pastiglia e gli alberi a camme, far


ruotare il motore in modo che la punteria venga
completamente compressa. Ciò causa l’espulsione dell’olio
intrappolato tra la pastiglia e la punteria che potrebbe causare
misurazioni scorrette; controllare quindi nuovamente il gioco
per verificare che sia compreso nella gamma specificata.
• Al termine della regolazione del gioco delle punterie,
reinstallare le parti seguenti.

Pagina
* Coperchio testata cilindri..................................3-74
* Candela e suo cappuccio.................................2-6
* Tappo ispezione sincronizzazione valvole .......2-8
TABELLA SELEZIONE SPESSORI PUNTERIE (ASPIRAZIONE)
N˚ SPESSORE PUNTERIE (12892-05C00-XXX)

SET SPESSORI PUNTERIE (12800-05820)


(LATO ASPIRAZIONE)

N˚ SUFFISSO 120 125 130 135 140 145 150 155 160 165 170 175 180 185 190 195 200 205 210 215 220

GIOCO
PUNTERIE SPESSORE
MISURATO ATTUALE
(mm) (mm) 1,20 1,25 1,30 1,35 1,40 1,45 1,50 1,55 1,60 1,65 1,70 1,75 1,80 1,85 1,90 1,95 2,00 2,05 2,10 2,15 2,20

0,00-0,04 1,20 1,25 1,30 1,35 1,40 1,45 1,50 1,55 1,60 1,65 1,70 1,75 1,80 1,85 1,90 1,95 2,00 2,05 2,10
0,05-0,09 1,20 1,25 1,30 1,35 1,40 1,45 1,50 1,55 1,60 1,65 1,70 1,75 1,80 1,85 1,90 1,95 2,00 2,05 2,10 2,15
0,10-0,20 GIOCO SPECIFICATO/NESSUNA REGOLAZIONE NECESSARIA
0,21-0,25 1,30 1,35 1,40 1,45 1,50 1,55 1,60 1,65 1,70 1,75 1,80 1,85 1,90 1,95 2,00 2,05 2,10 2,15 2,20 2,20
0,26-0,30 1,35 1,40 1,45 1,50 1,55 1,60 1,65 1,70 1,75 1,80 1,85 1,90 1,95 2,00 2,05 2,10 2,15 2,20
0,31-0,35 1,40 1,45 1,50 1,55 1,60 1,65 1,70 1,75 1,80 1,85 1,90 1,95 2,00 2,05 2,10 2,15 2,20
0,36-0,40 1,45 1,50 1,55 1,60 1,65 1,70 1,75 1,80 1,85 1,90 1,95 2,00 2,05 2,10 2,15 2,20
0,41-0,45 1,50 1,55 1,60 1,65 1,70 1,75 1,80 1,85 1,90 1,95 2,00 2,05 2,10 2,15 2,20
0,46-0,50 1,55 1,60 1,65 1,70 1,75 1,80 1,85 1,90 1,95 2,00 2,05 2,10 2,15 2,20
0,51-0,55 1,60 1,65 1,70 1,75 1,80 1,85 1,90 1,95 2,00 2,05 2,10 2,15 2,20
0,56-0,60 1,65 1,70 1,75 1,80 1,85 1,90 1,95 2,00 2,05 2,10 2,15 2,20
0,61-0,65 1,70 1,75 1,80 1,85 1,90 1,95 2,00 2,05 2,10 2,15 2,20
0,66-0,70 1,75 1,80 1,85 1,90 1,95 2,00 2,05 2,10 2,15 2,20
0,71-0,75 1,80 1,85 1,90 1,95 2,00 2,05 2,10 2,15 2,20
0,76-0,80 1,85 1,90 1,95 2,00 2,05 2,10 2,15 2,20 USO DELLA TABELLA:
0,81-0,85 1,90 1,95 2,00 2,05 2,10 2,15 2,20 I. Misurare il gioco delle punterie. A MOTORE FREDDO
0,86-0,90 1,95 2,00 2,05 2,10 2,15 2,20 II. Misurare lo spessore attuale dello spessore.
0,91-0,95 2,00 2,05 2,10 2,15 2,20 III. Trovare l’intersezione del gioco nella colonna verticale con
0,96-1,00 2,05 2,10 2,15 2,20 lo spessore attuale dello spessore nella riga orizzontale.
1,01-1,05 2,10 2,15 2,20
1,06-1,10 2,15 2,20
ESEMPIO
Il gioco delle valvole è 0,23 mm
1,11-1,15 2,20
Spessore attuale dello spessore 1,70 mm
Spessore da usare 1,80 mm
MANUTENZIONE PERIODICA
2-11
2-12

TABELLA SELEZIONE SPESSORI PUNTERIE (SCARICO)


N˚ SPESSORE PUNTERIE (12892-05C00-XXX)

SET SPESSORI PUNTERIE (12800-05820)


(LATO SCARICO)

N˚ SUFFISSO 120 125 130 135 140 145 150 155 160 165 170 175 180 185 190 195 200 205 210 215 220
MANUTENZIONE PERIODICA

GIOCO
PUNTERIE SPESSORE
MISURATO ATTUALE
(mm) (mm) 1,20 1,25 1,30 1,35 1,40 1,45 1,50 1,55 1,60 1,65 1,70 1,75 1,80 1,85 1,90 1,95 2,00 2,05 2,10 2,15 2,20

0,05-0,09 1,20 1,25 1,30 1,35 1,40 1,45 1,50 1,55 1,60 1,65 1,70 1,75 1,80 1,85 1,90 1,95 2,00 2,05
0,10-0,14 1,20 1,25 1,30 1,35 1,40 1,45 1,50 1,55 1,60 1,65 1,70 1,75 1,80 1,85 1,90 1,95 2,00 2,05 2,10
0,15-0,19 1,20 1,25 1,30 1,35 1,40 1,45 1,50 1,55 1,60 1,65 1,70 1,75 1,80 1,85 1,90 1,95 2,00 2,05 2,10 2,15
0,20-0,30 GIOCO SPECIFICATO/NESSUNA REGOLAZIONE NECESSARIA
0,31-0,35 1,30 1,35 1,40 1,45 1,50 1,55 1,60 1,65 1,70 1,75 1,80 1,85 1,90 1,95 2,00 2,05 2,10 2,15 2,20 2,20
0,36-0,40 1,35 1,40 1,45 1,50 1,55 1,60 1,65 1,70 1,75 1,80 1,85 1,90 1,95 2,00 2,05 2,10 2,15 2,20
0,41-0,45 1,40 1,45 1,50 1,55 1,60 1,65 1,70 1,75 1,80 1,85 1,90 1,95 2,00 2,05 2,10 2,15 2,20
0,46-0,50 1,45 1,50 1,55 1,60 1,65 1,70 1,75 1,80 1,85 1,90 1,95 2,00 2,05 2,10 2,15 2,20
0,51-0,55 1,50 1,55 1,60 1,65 1,70 1,75 1,80 1,85 1,90 1,95 2,00 2,05 2,10 2,15 2,20
0,56-0,60 1,55 1,60 1,65 1,70 1,75 1,80 1,85 1,90 1,95 2,00 2,05 2,10 2,15 2,20
0,61-0,65 1,60 1,65 1,70 1,75 1,80 1,85 1,90 1,95 2,00 2,05 2,10 2,15 2,20
0,66-0,70 1,65 1,70 1,75 1,80 1,85 1,90 1,95 2,00 2,05 2,10 2,15 2,20
0,71-0,75 1,70 1,75 1,80 1,85 1,90 1,95 2,00 2,05 2,10 2,15 2,20
0,76-0,80 1,75 1,80 1,85 1,90 1,95 2,00 2,05 2,10 2,15 2,20
0,81-0,85 1,80 1,85 1,90 1,95 2,00 2,05 2,10 2,15 2,20
0,86-0,90 1,85 1,90 1,95 2,00 2,05 2,10 2,15 2,20 USO DELLA TABELLA:
0,91-0,95 1,90 1,95 2,00 2,05 2,10 2,15 2,20 I. Misurare il gioco delle punterie. A MOTORE FREDDO
0,96-1,00 1,95 2,00 2,05 2,10 2,15 2,20 II. Misurare lo spessore attuale dello spessore.
1,01-1,05 2,00 2,05 2,10 2,15 2,20
III. Trovare l’intersezione del gioco nella colonna verticale con
lo spessore attuale dello spessore nella riga orizzontale.
1,06-1,10 2,05 2,10 2,15 2,20
1,11-1,15 2,10 2,15 2,20
ESEMPIO
1,16-1,20 2,15 2,20
Il gioco delle valvole è 0,33 mm
1,21-1,25 2,20 Spessore attuale dello spessore 1,70 mm
Spessore da usare 1,80 mm
MANUTENZIONE PERIODICA 2-13

TUBAZIONI CARBURANTE
Verificare ogni 6 000 km (6 mesi).
Sostituire ogni 4 anni.

Controllare se i tubi di alimentazione del carburante A sono


danneggiati o presentano segni di perdite. Se si trovano dei
difetti, sostituire i tubi.

OLIO MOTORE E FILTRO OLIO


(OLIO MOTORE)
Sostituire inizialmente a 1 000 km (1 mese) e quindi
Ogni 6 000 km (6 mesi).

(FILTRO OLIO)
Sostituire inizialmente a 1 000 km (1 mese) e quindi
Ogni 18 000 km (18 mesi).

L’olio deve essere cambiato col motore caldo. La sostituzione


del filtro dell’olio agli intervalli sopraindicati deve essere
eseguita assieme al cambio dell’olio.

CAMBIO OLIO MOTORE


• Tenere la motocicletta diritta col cavalletto centrale.
• Togliere lo sportello di manutenzione. (!9-13)
• Porre un contenitore sotto al motore e scaricare l’olio
rimuovendo il tappo di scarico 1 ed il tappo del foro di
riempimento 2.

• Stringere il tappo di scarico 1 alla coppia specificata e


versare olio nuovo nel foro di riempimento. Quando si esegue
il cambio dell’olio il motore contiene circa 2,6 litri di olio.
Utilizzare olio con classificazione API SF o SG e viscosità
SAE 10W-40.
$ Tappo scarico olio: 23 N·m (2,3 kgf-m)
2-14 MANUTENZIONE PERIODICA

• Avviare il motore e lasciarlo girare al minimo per tre minuti.


• Spegnere il motore ed attendere circa tre minuti; controllare
quindi il livello dell’olio attraverso la finestrella di ispezione A.
Se il livello è inferiore al contrassegno “L”, aggiungere olio
fino a raggiungere il contrassegno “F”. Se il livello fosse
superiore al contrassegno “F”, scaricare olio fino a
raggiungere il contrassegno “F” stesso.

SOSTITUZIONE FILTRO OLIO


• Scaricare l’olio motore seguendo la stessa procedura
utilizzata per il cambio dell’olio.
• Rimuovere il filtro dell’olio 1 utilizzando la chiave apposita.
(Utensile speciale)
• Applicare un leggero strato di olio motore alla guarnizione del
nuovo filtro prima dell’installazione.
• Installare il nuovo filtro avvitandolo manualmente fino a che la
sua guarnizione non entra in contatto con la superficie di
appoggio. Stringere quindi altri due giri con la chiave
apposita.
" 09915-40610: Chiave filtro olio
NOTA:
Per stringere il filtro in modo corretto, utilizzare l’attrezzo
speciale. Non stringere mai il filtro manualmente.
• Riempire con olio motore nuovo e controllare il livello
seguendo la stessa procedura utilizzata per il cambio dell’olio.
# Capacità olio motore Dopo che la guarnizione si posa,
Cambio olio: 2,6 L stringere di altri due giri.
Cambio filtro: 2,9 L
Revisione: 3,4 L

UTILIZZARE SOLO FILTRI OLIO ORIGINALI PER


MOTOCICLETTE SUZUKI. Filtri per l’olio di altre
marche possono differire per quanto concerne la
filettatura (diametro e passo), le prestazioni di
filtraggio e la durata con conseguenti possibili danni
al motore o perdite di olio. Neppure i filtri originali
Suzuki per autovetture non possono essere utilizzati.
MANUTENZIONE PERIODICA 2-15

OLIO TRASMISSIONE
Sostituire inizialmente a 1 000 km (1 mese) e quindi
ogni 12 000 km (12 mesi).
Verificare ogni 6 000 km (6 mesi).

SOSTITUZIONE OLIO TRASMISSIONE


• Tenere la motocicletta diritta col cavalletto centrale.
• Porre un contenitore sotto alla scatola dell'ingranaggio.
• Rimuovere il tappo di scarico dell’olio 1 ed il tappo di
rabbocco 2.

• Stringere il tappo di scarico 1 alla coppia specificata e


versare olio nuovo nel foro di riempimento.
• Rimuovere il tappo del foro di controllo del livello dell'olio 3 e
controllare il livello dell'olio. Se il livello fosse inferiore al foro
di controllo, aggiungere olio fino a che esso non fuoriesce dal
foro stesso.
% Viscosità e classificazione olio
: SAE 10W-40 e API SF o SG
• Stringere il tappo del foro di controllo del livello dell’olio 3 e
quello del foro di rabbocco 2 alla coppia prescritta.

$ Tappo di controllo livello olio: 12 N·m (1,2 kgf-m)


Tappo scarico: 12 N·m (1,2 kgf-m)
Tappo riempimento: 12 N·m (1,2 kgf-m)
# QUANTITÀ DI OLIO NECESSARIA
Sostituzione olio: 360 ml
Revisione: 400 ml

OLIO TRASMISSIONE FINALE


Sostituire inizialmente a 1 000 km (1 mese) e quindi
ogni 12 000 km (12 mesi).

OLIO TRASMISSIONE FINALE


• Tenere la motocicletta diritta col cavalletto centrale.
• Rimuovere la copertura della scatola dell'ingranaggio
secondario 1.
• Porre un contenitore sotto alla scatola dell'ingranaggio finale.
2-16 MANUTENZIONE PERIODICA

• Rimuovere il tappo di scarico dell’olio 1 ed il tappo di


controllo del livello dell’olio 2.
• Stringere il tappo di scarico dell’olio 2 alla coppia prescritta e
versare olio fresco nel foro di controllo del livello dell’olio sino
a che questo scorre dal foro di controllo del livello dell’olio
stesso.
$ Tappo scarico: 33 N·m (3,3 kgf-m)
• Stringere il tappo del foro di controllo del livello dell’olio 3 alla
coppia specificata.
$ Tappo controllo livello olio: 33 N·m (3,3 kgf-m)

% Viscosità e classificazione olio


: Olio per ingranaggi ipoidi SAE #90 API grado GL-5
# QUANTITÀ NECESSARIA OLIO INGRANAGGIO FINALE
Sostituzione olio: 300 ml
Revisione: 430 ml

FILTRO CVT
Verificare ogni 12 000 km (12 mesi).

• Rimuovere il coprigambe laterale. (!9-12)


• Rimuovere lo sportello del filtro CVT 1.

✩: Parte a gancio

• Rimuovere il coperchio del filtro CVT 2.

• Rimuovere il filtro CVT 3.


MANUTENZIONE PERIODICA 2-17

• Controllare se il filtro CVT ha danni o è sporco. Se si trovano


dei difetti, sostituire il filtro CVT.
2-18 MANUTENZIONE PERIODICA

REGIME DEL MINIMO


Verificare inizialmente a 1 000 km (1 mese) e quindi
Ogni 6 000 km (6 mesi).

NOTA:
Eseguire questa regolazione quando il motore è caldo.
• Togliere lo sportello di manutenzione. (!9-13)
• Avviare il motore ed impostare il regime del minimo nella
gamma specificata ruotando la vite di arresto
dell’acceleratore A.
# Regime minimo motore: 1 200 ± 100 g/min

REGOLAZIONE CAVO ACCELERATORE


Verificare inizialmente a 1 000 km (1 mese) e quindi
Ogni 6 000 km (6 mesi).

Regolare il gioco A dei cavi dell’acceleratore seguendo le tre


fasi successive.
REGOLAZIONI MINORI
Prima fase:
• Allentare il controdado 3 del cavo di ritorno dell’acceleratore
1 ed avvitare completamente il registro 4.
Seconda fase:
• Allentare il controdado 5 del cavo di apertura
dell’acceleratore 2.
• Avvitare o svitare il registro 6 fino a che il gioco A dei cavi
dell’acceleratore non è 2,0 – 4,0 mm sulla manopola
dell’acceleratore.
• Stringere il controdado 5 tenendo fermo il registro 6.
Terza fase:
• Tenendo la manopola dell’acceleratore nella posizione di
acceleratore completamente chiuso, svitare lentamente il
registro 4 del cavo di ritorno dell’acceleratore 1 fino a
sentire resistenza.
• Stringere il controdado 3 tenendo fermo il registro 4.
# Gioco A cavi acceleratore: 2,0 – 4,0 mm

Al termine della regolazione, controllare che il


movimento del manubrio non causi un aumento del
regime del minimo e che la manopola dell’acceleratore
ritorni dolcemente ed automaticamente in posizione.

NOTA:
Regolazioni di maggiore entità possono essere eseguite col
registro laterale del corpo della valvola a farfalla.
MANUTENZIONE PERIODICA 2-19

REGOLAZIONI MAGGIORI
• Rimuovere la scatola anteriore. (!9-18)
• Allentare il controdado 1 del cavo di ritorno dell’acceleratore
2.
• Girare il registro del cavo di ritorno 3 sino ad ottenere il gioco
del cavo desiderato.
• Allentare il controdado 4 del cavo di apertura
dell’acceleratore 5.
• Avvitare o svitare il registro 6 del cavo di apertura fino a che
il gioco A dei cavi dell’acceleratore è di 2,0 – 4,0 mm sulla
manopola dell’acceleratore.
• Stringere il controdado 4 tenendo fermo il registro 6.
# Gioco A cavi acceleratore: 2,0 – 4,0 mm
• Tenendo la manopola dell’acceleratore nella posizione di
acceleratore completamente chiuso, svitare lentamente il
registro 3 del cavo di ritorno dell’acceleratore per ottenere un
lasco del cavo B 1,0 mm.
• Stringere il controdado 1.

Al termine della regolazione, controllare che il


movimento del manubrio non causi un aumento del
regime del minimo e che la manopola dell’acceleratore
ritorni dolcemente ed automaticamente in posizione.

SINCRONIZZAZIONE VALVOLA
ACCELERATORE
Controllare inizialmente a 1000 km (1 mese) (solo
E-33) e quindi ogni 12 000 km.

Controllare periodicamente la sincronizzazione delle valvole


dell’acceleratore.
(!7-24)

SISTEMA PAIR (AERAZIONE)


Verificare ogni 12 000 km (12 mesi).

Controllare periodicamente il sistema PAIR (aerazione).


(!12-6)
2-20 MANUTENZIONE PERIODICA

SISTEMA RAFFREDDAMENTO
Verificare ogni 6 000 km (6 mesi).
Sostituire il liquido refrigerante ogni 2 anni.

CONTROLLO LIVELLO LIQUIDO REFRIGERANTE


• Tenere la motocicletta diritta col cavalletto centrale.
• Controllare il livello del liquido refrigerante del motore
osservando le linee di contrassegno di serbatoio pieno e
scarso sul serbatoio del liquido refrigerante.
A Linea pieno B Linea scarso
• Se il livello si trova sotto alla linea inferiore, aggiungere liquido
refrigerante attraverso il foro di riempimento del serbatoio del
liquido fino a raggiungere la linea di pieno. Per rimuovere il
tappo, rimuovere lo sportello di manuntezione. (!9-13)

CAMBIO LIQUIDO REFRIGERANTE


• Rimuovere il paragambe inferiore. (!9-10)
• Rimuovere il tappo del radiatore 1.
• Scaricare il fluido di raffreddamento togliendo il tappo di
scarico A.

* Non aprire il tappo del radiatore a motore caldo in


quanto il liquido bollente oppure il vapore possono
causare ustioni gravi.
* Il liquido refrigerante è dannoso se viene inghiottito
oppure se entra in contatto con la pelle o gli occhi.
Se il liquido dovesse entrare in contatto con gli occhi
o con la pelle, sciacquare bene con acqua
abbondante. Se venisse inghiottito, provocare il
vomito e chiamare immediatamente il medico.
MANUTENZIONE PERIODICA 2-21

• Rimuovere la scatola anteriore. (!9-18)


• Rimuovere la pedana. (!9-18)
• Scaricare il liquido refrigerante scollegando il tubo del
radiatore 2.
• Lavare il radiatore con acqua pulita se necessario.
• Stringere il bullone di scarico A alla coppia specificata.
$ Bullone scarico liquido refrigerante A: 6 N·m (0,6 kgf-m)
• Riempire con liquido refrigerante specificato fino al collo del
radiatore.
• Spurgare l’aria dal circuito del liquido refrigerante seguendo la
procedura indicata di seguito.
NOTA:
Vedere pagina 8-3 per informazioni sul liquido refrigerante del
motore.

SPURGO DELL’ARIA DAL CIRCUITO DEL LIQUIDO


REFRIGERANTE
• Aggiungere liquido refrigerante fino al collo del radiatore.
• Sorreggere la motocicletta col cavalletto centrale.
• Far oscillare lentamente la motocicletta a destra e a sinistra
per far fuoriuscire l’aria intrappolata nella scatola.
• Aggiungere liquido refrigerante fino al collo del radiatore.

• Avviare il motore e spurgare completamente l’aria dal collo


del radiatore.
• Aggiungere liquido refrigerante fino al collo del radiatore.
• Ripetere la procedura sopra descritta fino a che non fuoriesce
più aria dal collo del radiatore.

• Chiudere saldamente il tappo del radiatore 1.


• Dopo aver riscaldato e fatto raffreddare il motore diverse
volte, aggiungere liquido refrigerante fino a riempire il
serbatoio del radiatore.

Ripetere la procedura sopradescritta diverse volte ed


accertarsi che il radiatore sia pieno di liquido
refrigerante fino al serbatoio pieno.

& Capacità liquido refrigerante


Serbatoio lato opposto: 250 ml
Lato motore: 1 050 ml
2-22 MANUTENZIONE PERIODICA

TUBI RADIATORE
Controllare se i tubi del radiatore sono crepati, danneggiati o
presentano segni di perdite.
Se si riscontrasse un qualsiasi difetto, sostituire i tubi del
radiatore con altri nuovi.

FRENI
(FRENO)
Verificare inizialmente a 1 000 km (1 mese) e quindi
Ogni 6 000 km (6 mesi).

(TUBO FRENO E LIQUIDO FRENO)


Verificare ogni 6 000 km (6 mesi). Sostituire i tubi ogni
4 anni. Sostituire il liquido ogni 2 anni.

CONTROLLO LIVELLO LIQUIDO FRENI


• Tenere la motocicletta in posizione verticale col manubrio
dritto.
• Controllare il livello del liquido osservando le linee di
contrassegno del livello inferiore sui serbatoi del freno
anteriore e di quello posteriore.
• Quando il livello è più basso della linea di livello inferiore,
aggiungere liquido per freni conforme alla specifica seguente.
' Specifica e classificazione: DOT 4
MANUTENZIONE PERIODICA 2-23

L’impianto frenante di questa motocicletta è stato


riempito con liquido a base di glicole. Non utilizzare
liquidi di tipo diverso come quelli a base di silicone o
di petrolio. Non utilizzare liquido dei freni proveniente
da contenitori vecchi, usati oppure non sigillati. Non
riutilizzare liquido avanzato da interventi precedenti o
immagazzinato per lunghi periodi.

Le perdite del liquido dei freni sono pericolose e


scoloriscono immediatamente le superfici verniciate.
Controllare se i tubi ed i giunti dei freni sono crepati o
presentano segni di perdite di liquido prima della
guida.

PASTIGLIE FRENI
L’usura delle pastiglie può essere controllata visivamente
osservando la scanalatura A sulla pastiglia. Quando l’usura
supera la scanalatura, sostituire le pastiglie. (!9-64, 9-74)

Sostituire le pastiglie dei freni tutte insieme o il potere


frenante scenderà.
2-24 MANUTENZIONE PERIODICA

SPURGO DELL’ARIA DAL CIRCUITO FRENANTE


L’aria intrappolata nel circuito frenante agisce da cuscinetto
assorbendo gran parte della pressione esercitata dalla pompa
del freno ed interferisce così con le prestazioni della pinza del
freno. La presenza di aria viene indicata dalla “spugnosità” della
leva del freno e dalla riduzione delle capacità di frenata.
Considerandone la pericolosità per il veicolo ed il pilota, è
essenziale che, dopo aver rimontato il freno ed aver ripristinato il
sistema frenante, il circuito del liquido dei freni venga spurgato
dall’aria nel modo seguente:
• Riempire il serbatoio della pompa fino al contrassegno
“UPPER”. Rimontare il coperchio sul serbatoio per evitare
l’ingresso di sporcizia.
• Applicare un tubo alla valvola di spurgo ed inserire l’estremità
libera del tubo stesso in un recipiente.
$ Valvola spurgo aria: 7,5 N·m (0,75 kgf-m)
• Freno anteriore: Spurgare l’aria attraverso la valvola di
spurgo.
• Azionare e rilasciare più volte in rapida successione la leva
del freno e quindi azionarla completamente senza rilasciarla.
Allentare la valvola di spurgo ruotandola di 1/4 di giro in modo
che il liquido possa scorrere nel recipiente; ciò allenta la
tensione della leva del freno facendola avvicinare alla
manopola del manubrio. Chiudere quindi la valvola, pompare
ed azionare la leva del freno e riaprire la valvola. Ripetere
questa operazione fino a che il liquido che fluisce nel
recipiente non contiene più bolle d’aria.
NOTA:
Durante lo spurgo del sistema frenante, rabboccare il serbatoio
con liquido dei freni se necessario. Accertarsi che vi sia sempre
del liquido nel serbatoio.
• Chiudere la valvola di spurgo e scollegare il tubo. Riempire il
serbatoio con liquido dei freni fino al contrassegno “UPPER”.

Maneggiare il liquido dei freni con estrema attenzione:


esso reagisce chimicamente con vernice, plastica,
gomma, ecc.
MANUTENZIONE PERIODICA 2-25

• La procedura di spurgo dei freni anteriori è identica a quella


dei freni anteriori.

PNEUMATICI
Verificare ogni 6 000 km (6 mesi).

CONDIZIONI BATTISTRADA
L’uso della motocicletta con pneumatici eccessivamente usurati
diminuisce la tenuta di strada ed è quindi pericoloso. Si
raccomanda vivamente di sostituire i pneumatici quando la
profondità del battistrada raggiunge il limite riportato in basso.
" 09900-20805: Misuratore profondità battistrada
# Spessore battistrada
Limite di servizio (ANTERIORE) : 1,6 mm
(POSTERIORE): 2,0 mm
2-26 MANUTENZIONE PERIODICA

PRESSIONE PNEUMATICI
Se la pressione dei pneumatici è troppo alta o troppo bassa, la
sterzata viene influenzata negativamente e l’usura dei
pneumatici stessi viene accelerata. Mantenere quindi la corretta
pressione dei pneumatici per ottenere una migliore tenuta di
strada e la massima durata dei pneumatici. La pressione di
gonfiaggio a freddo viene indicata di seguito.

PRESSIONE DI SOLO
IN COPPIA
GONFIAGGIO A CONDUCENTE
FREDDO kPa kgf/cm² kPa kgf/cm²
ANTERIORE 225 2,25 225 2,25
POSTERIORE 250 2,50 280 2,80

I pneumatici standard montati su questa motocicletta


sono 120/70 R15M/C 56H per la ruota anteriore e
160/60 R14M/C 65H per la ruota posteriore. L’uso di
pneumatici diversi da quelli specificati può causare
instabilità. Si raccomanda vivamente di utilizzare
pneumatici originali SUZUKI.

TIPO PNEUMATICO
BRIDGESTONE (anteriore: TH01F, posteriore: TH01R)

STERZO
Verificare inizialmente a 1 000 km (1 mese) e quindi
Ogni 12 000 km (12 mesi).

Lo sterzo deve essere registrato correttamente onde ottenere


una rotazione scorrevole del manubrio ed una guida sicura. Uno
sterzo troppo duro ostacola la rotazione scorrevole del manubrio
mentre uno sterzo troppo allentato comporta una scarsa
stabilità. Sorreggere la motocicletta in modo che la ruota
anteriore sia sollevata da terra e quindi afferrare la forcella in
basso sul fodero e tirare in avanti per controllare che il gioco del
cannotto dello sterzo non sia eccessivo. Se si riscontra del
gioco, eseguire la regolazione del cuscinetto dello sterzo come
descritto a pagina 9-46 di questo manuale.

FORCELLA
Verificare ogni 12 000 km (12 mesi)

Controllare che la forcella non presenti segni di perdite di olio,


tacche o graffi sulla superficie delle canne. Sostituire le parti
difettose se necessario. (!9-32)
MANUTENZIONE PERIODICA 2-27

SOSPENSIONI POSTERIORI
Verificare ogni 12 000 km (12 mesi).

Controllare se gli ammortizzatori posteriori presentano segni di


perdite di olio e se i gommini di montaggio, inclusi quelli del
motore, sono usurati o danneggiati. Sostituire le parti difettose
se necessario. (!9-57)

BULLONI TUBAZIONE DI SCARICO E


BULLONI DI INSTALLAZIONE MARMITTA
Stringere inizialmente a 1 000 km (1 mese) e quindi
Ogni 12 000 km (12 mesi).

• Stringere i bulloni del tubo di scarico, i bulloni di montaggio


della marmitta ed i loro dadi alla coppia specificata.
$ Bullone/dado montaggio marmitta A: 23 N·m (2,3 kgf-m)
Bullone fissaggio tubo di scarico B: 23 N·m (2,3 kgf-m)
2-28 MANUTENZIONE PERIODICA

BULLONI E DADI TELAIO


Stringere inizialmente a 1 000 km (1 mese) e quindi
ogni 6 000 km (6 mesi).

Controllare che tutti i bulloni ed i dadi del telaio siano stretti alla coppia specificata. (Vedere pagina 2-28 per
la posizione sulla motocicletta dei bulloni e dei dadi elencati di seguito.)

ITEM N·m kgf-m


1 Dado colonna sterzo 65 6,5
2 Bullone superiore fissaggio forcella anteriore 23 2,3
3 Bullone di fissaggio inferiore forcella 23 2,3
4 Perno ruota posteriore 65 6,5
5 Bullone di sicurezza ruota anteriore 23 2,3
6 Bullone di bloccaggio manubrio 23 2,3
7 Bullone di montaggio pompa freno anteriore 10 1,0
8 Bullone di montaggio pinza freno anteriore 26 2,6
9 Bullone raccordo tubazione freno 23 2,3
0 Valvola spurgo aria 7,5 0,75
A Bullone disco freno (anteriore e posteriore) 23 2,3
F Bullone installazione pinza freno posteriore 26 2,6
G Bullone di montaggio pompa freno posteriore 10 1,0
D Bullone di montaggio staffa pedana anteriore (M8) 26 2,6
(M6) 11 1,1
E Dado perno forcellone oscillante 100 10,0
F Dado fissaggio ammortizzatore posteriore
29 2,9
(superiore ed inferiore)
G Dado perno ruota posteriore 100 10,0
MANUTENZIONE PERIODICA 2-29
2-30 MANUTENZIONE PERIODICA

CONTROLLO DELLA COMPRESSIONE


La compressione di un cilindro è un ottimo indicatore delle sue condizioni interne.
La decisione di revisionare un cilindro è spesso il risultato di un test di compressione. Tra i dati di
manutenzione periodica da conservare presso il concessionario sono comprese anche le misurazioni della
compressione per ciascun intervento di manutenzione.
SPECIFICA COMPRESSIONE
Standard Limite Differenza
1 500 – 1 900 kPa 1 200 kPa 200 kPa
(15 – 19 kgf/cm2) (12 kgf/cm2) (2 kgf/cm2)

Una scarsa compressione può indicare una delle seguenti condizioni:


* Pareti cilindri eccessivamente usurate
* Pistone o segmenti pistone usurati
* Segmenti pistone bloccati nelle cave
* Scarsa tenuta delle valvole
* Guarnizione della testata rotta o difettosa

Revisionare il motore nei seguenti casi:


* La compressione in uno dei cilindri è inferiore a 1 200 kPa (12 kgf/cm²).
* Differenza nella compressione dei due cilindri superiore a 200 kPa (2 kgf/cm²).
* Tutti i valori di compressione sono inferiori a 1 500 kPa (15 kg/cm²) anche quando sono misurati superiori
a 1 200 kPa (12 kg/cm²).
PROCEDURA TEST COMPRESSIONE
NOTA:
* Prima di verificare la compressione del motore, accertarsi che i dadi della testata siano serrati ai valori di
coppia specificati e che le valvole siano regolate correttamente.
* Riscaldare il motore al minimo prima di procedere col test.
* Accertarsi che la batteria utilizzata sia completamente carica.
Rimuovere le parti interessate ed eseguire il test della compressione come indicato di seguito.

• Sorreggere la motocicletta col cavalletto centrale.


• Spostare il radiatore. (!2-6)
• Rimuovere tutte le candele. (!2-6)
• Inserire il misuratore della compressione in uno dei fori delle
candele controllando la tenuta del collegamento.
• Tenere la manopola dell’acceleratore nella posizione di
massima apertura.
• Far girare il motore col motorino di avviamento per qualche
secondo e registrare la lettura massima del manometro come
compressione del cilindro.
• Ripetere la procedura per gli altri cilindri.
" 09915-64512: Manometro compressione
09915-63311: Accessorio misuratore compressione
09915-74521: Tubo flessibile misuratore
MANUTENZIONE PERIODICA 2-31

CONTROLLO PRESSIONE OLIO


Controllare periodicamente la pressione dell’olio per una valutazione approssimata delle condizioni delle
parti mobili.
SPECIFICA PRESSIONE OLIO

Superiore a 350 kPa (3,5 kgf/cm²)


a 3 000 g/min, temp. olio 60 °C
Inferiore a 550 kPa (5,5 kg/cm²)

Se la pressione dell’olio è superiore o inferiore a quanto specificato, considerare le cause seguenti.

PRESSIONE OLIO SCARSA


* Filtro olio intasato
* Perdita di olio in passaggio olio
* O-ring danneggiato
* Pompa dell’olio difettosa
* Insieme di queste cause

PRESSIONE OLIO ELEVATA


* Viscosità olio eccessiva
* Passaggio olio intasato
* Insieme di queste cause

PROCEDURA DEL TEST DELLA PRESSIONE


DELL’OLIO
Avviare il motore e controllare che la spia della pressione
dell’olio si illumini. Se rimanesse illuminata, controllare il circuito
della spia della pressione dell’olio. Se il circuito fosse in buone
condizioni, controllare la pressione dell’olio come indicato di
seguito.
• Rimuovere il tappo del condotto principale dell’olio 1.
• Installare il manometro dell’olio assieme al suo attacco nella
posizione indicata.

• Riscaldare il motore nel modo seguente:


Estate: 10 minuti a 2 000 g/min
Inverno: 20 minuti a 2 000 g/min
• Dopo il riscaldamento aumentare la velocità a 3 000 g/min
(controllare col contagiri) e leggere l’indicazione del
manometro dell’olio.
" 09915-74521: Tubo flessibile misuratore
09915-74532: Attacco manometro olio
09915-74511: Manometro olio
$ Tappo galleria olio [M8]: 10 N·m (1,0 kgf-m)
2-32 MANUTENZIONE PERIODICA

CONTROLLO FRIZIONE AUTOMATICA


Questa motocicletta è fornita di una frizione automatica e di una trasmissione a cinghia a rapporto variabile.
L’innesto della frizione viene determinato dal numero di giri al minuto del motore e dal meccanismo
centrifugo all’interno della frizione stessa.
Per assicurare prestazioni ottimali ed una lunga durata del gruppo della frizione è essenziale che l'innesto
della stessa avvenga in modo uniforme e graduale. A tal fine eseguire i controlli indicati di seguito.

1. CONTROLLO INNESTO INIZIALE


• Riscaldare il motore alla normale temperatura di
fun-zionamento.
• Avviare il motore.
• Seduti sulla motocicletta su una superficie in piano,
aumentare lentamente i giri del motore ed annotare a quale
numero di giri al minuto la motocicletta inizia a muoversi in
avanti.
" 09900-26006: Contagiri
# G/min innesto: 1 500 – 2 100 g/min

2. ISPEZIONE “BLOCCAGGIO” FRIZIONE


Eseguire questo controllo per determinare se la frizione si
innesta completamente e non slitta.
• Avviare il motore.
• Azionare i freni anteriore e posteriore con più forza possibile.
• Aprire completamente l'acceleratore per un breve tempo ed
annotare il massimo numero di giri al minuto raggiunti durante
la prova.

Non dare tutta la potenza per più di 3 secondi onde


evitare danni alla frizione o al motore.

# G/min bloccaggio: 3 200 – 3 800 g/min


MANUTENZIONE PERIODICA 2-33

ISPEZIONE BLOCCAGGIO FRENI


Controllare che la ruota posteriore si blocchi quando si tira la
leva di bloccaggio dei freni di 4 / 6 tacche e spostare il mezzo in
avanti per controllare che il bloccaggio dei freni sia sufficiente.
Regolare se necessario il bloccaggio dei freni. (!9-85)
MOTORE 3-1

MOTORE

INDICE
COMPONENTI DEL MOTORE RIMOVIBILI SENZA TOGLIERE Il
MOTORE ..............................................................................................3- 2 3
RIMOZIONE ED INSTALLAZIONE MOTORE .....................................3- 3
RIMOZIONE MOTORE .................................................................3- 3
RIMONTAGGIO DEL MOTORE ...................................................3-10
SMONTAGGIO MOTORE ....................................................................3-12
ISPEZIONE COMPONENTI MOTORE E LORO ASSISTENZA ..........3-22
COPERTURA TESTATA CILINDRO ...........................................3-22
ALBERO A CAMME ....................................................................3-23
REGISTRO TENSIONE CATENA DI DISTRIBUZIONE ..............3-25
TENDICATENA DISTRIBUZIONE ...............................................3-25
GUIDA CATENA DISTRIBUZIONE .............................................3-25
TESTATA CILINDRI .....................................................................3-26
CILINDRO ....................................................................................3-34
PISTONE E SEGMENTI ...............................................................3-36
FRIZIONE .....................................................................................3-38
INNESTO AVVIAMENTO .............................................................3-43
LIMITATORE COPPIA AVVIAMENTO ........................................3-44
POMPA OLIO ...............................................................................3-44
REGOLATORE PRESSIONE OLIO/COPPA OLIO FILTRO .......3-44
CONTRAPPESO MANOVELLA ..................................................3-45
ALBERO DI TRASMISSIONE ......................................................3-45
BIELLA/ALBERO MOTORE ........................................................3-47
GETTO OLIO ................................................................................3-55
CARTER .......................................................................................3-56
MONTAGGIO MOTORE .......................................................................3-59
3-2 MOTORE

COMPONENTI DEL MOTORE RIMOVIBILI SENZA TOGLIERE Il


MOTORE
I componenti del motore che possono venire tolti senza smontare il motore dal telaio sono i seguenti. Per
quanto riguarda le procedura di installazione e rimozione, consultare i paragrafi che descrivono ciascun
componente.

ITEM RIMOZIONE CONTROLLO INSTALLAZIONE


CENTRO DEL MOTORE
Marmitta !3-7 — !3-11
Copertura testata cilindri !3-12 !3-22 !3-74
Alberi a camme !3-12 !3-23 !3-72
Motorino avviamento !3-12 !10-13 !3-75
Registro tendicatena di distribuzione !3-13 !3-25 !3-71
Testata cilindri !3-13 !3-26 !3-71
Cilindro !3-13 !3-34 !3-70
Interruttore del livello dell’olio !3-12 !10-29 !3-75
Pistone !3-14 !3-36 !3-70
Filtro/radiatore olio !3-17 — !3-63
Sensore posizione camma !3-22 !6-27 !3-23
Interruttore temperatura fluido di
!8-12 !8-13 !8-13
raffreddamento
LATO DESTRO DEL MOTORE
Innesto avviamento !3-16 !3-43 !3-64
Limitatore coppia motorino
!3-16 !3-44 !3-64
avviamento
Termostato !3-34 !8-14 !3-35
LATO DESTRO MOTORE
Filtro coppa olio !3-15 !3-44 !3-67
Generatore !3-15 !10-9 !3-67
Sensore CKP !3-15 !6-28
Frizione !3-16 !3-40 !3-66
Interruttore pressione olio !3-56 !10-36 !3-56
MOTORE 3-3

RIMOZIONE ED INSTALLAZIONE MOTORE


RIMOZIONE MOTORE
• Scaricare l’olio del motore e l’olio della trasmissione.
(!2-10, 2-13)
• Scaricare il liquido refrigerante. (!2-20)
NOTA:
Se il motore si sporca, pulirlo con un getto di vapore prima di
toglierlo.
• Coprire le parti A e B per evitare che dell’acqua penetri
nell’unità CVT.

PARTI ESTERNE
• Rimuovere le parti seguenti. (!9-6)
• Paragambe inferiore Copertura paragambe inferiore
Paragambe Scatola anteriore Sportello di manutenzione.
Copertura telaio inferiore Copertura telaio centrale Maniglia
sedile passeggero Copertura cofano portabagagli. Copertura
telaio. Pedana Scatola cofano Parafango posteriore.
Paragambe laterale
• Rimuovere la copertura della scatola dell’ingranaggio finale.
(!10-48)
• Scollegare i terminali della batteria. (!10-3)

Rimuovere il terminali della batteria prima dal lato -.

• Scollegare il tubo flessibile del giunto 1 e il tubo flessibile di


sfiato 2.

• Rimuovere la scatola del filtro dell’aria 3.


3-4 MOTORE

• Rimuovere l’accoppiatore del file del sensore IAP 1, il


sensore IAT 2, e l’accoppiatore del filo della valvola a
solenoide PAIR 3.
• Scollegare le tubazioni di depressione 4.

• Allentare le viti di fissaggio del corpo dell’acceleratore.


• Rimuovere la valvola PAIR 5.
• Rimuovere la scatola del filtro dell’aria 6.

• Scollegare i cavi dell’acceleratore 7.


• Scollegare gli accoppiatori dell’iniettore 8.
• Scollegare l’accoppiatore del sensore 9 e l’accoppiatore
della valvola IAC 0.
• Allentare le viti di fissaggio del corpo dell’acceleratore.
• Scollegare il tubo flessibile di mandata del carburante.
• Rimuovere il gruppo delle valvole a farfalla.
MOTORE 3-5

• Scollegare il tubo flessibile PAIR 1 ed il tubo flessibile di


sfiato del carter 2.

• Scollegare il tubo flessibile di sfiato del fluido di


raffreddamento del motore 3 e il tubo flessibile del radiatore
4.
• Scollegare il tubo flessibile di ingresso del radiatore.

• Scollegare l’accoppiatore del filo della ventola di


raffreddamento 5.

• Rimuovere il radiatore.
3-6 MOTORE

• Scollegare il filo di terra del motore.

• Scollegare l’accoppiatore dell’interruttore del cavalletto


centrale 1, quello del sensore della puleggia CVT 2, quello
del filo del motore CVT 3, quello del filo del sensore di
rivoluzione della puleggia secondaria CVT 4, e quello del filo
del sensore HO2 5.

• Scollegare il filo del motorino di avviamento.


• Scollegare l’accoppiatore del sensore ECT 6.

• Scollegare l’accoppiatore del filo dell’interruttore del cavalletto


laterale 7, l’accoppiatore del filo dell’interruttore della
pressione dell’olio 8, il filo dell’interruttore del livello dell’olio
9, l’accoppiatore del sensore CKP 0 e l’accoppiatore
dell’interruttore della luce del bauletto A.

• Scollegare l’accoppiatore del sensore CMP B.


• Rimuovere la bobina di accensione/cappuccio della candela.
MOTORE 3-7

• Scollegare l’accoppiatore del generatore 1.


• Scollegare l’accoppiatore del sensore HO2 2.

• Rimuovere la marmitta.

• Rimuovere il morsetto del cavo del blocco del freno.


• Rimuovere il morsetto del tubo flessibile del freno posteriore.
• Rimuovere i bulloni della pinza del freno posteriore e quindi la
pinza del freno posteriore 3.
• Rimuovere i bulloni inferiori degli ammortizzatori di ambedue i
lati 4.
3-8 MOTORE

• Rimuovere il morsetto.
• Spostare il tubo flessibile di alimentazione del carburante in
modo che non disturbi il lavoro.

• Sorreggere il motore utilizzando un martinetto adatto.


• Rimuovere i bulloni ed i dadi di montaggio del motore.

• Rimuovere la staffa della pedana.

• Rimuovere il motore dal telaio.


MOTORE 3-9

• Rimuovere il gruppo CVT. (!5-2)

• Rimuovere il forcellone oscillante. (!9-59)

• Rimuovere il gruppo della scatola dell’ingranaggio finale.


(!4-3)

Fare attenzione a non permettere al corpo del motore


di cadere.

• Rimuovere il cavalletto laterale.


3-10 MOTORE

RIMONTAGGIO DEL MOTORE


• Reinstallare il motore secondo la procedura seguente.
Montaggio del cavalletto laterale"(!11-26)
Installazione della scatola dell’ingranaggio finale (!4-7)
Installazione della ruota posteriore (!9-56)
Installazione dell’unità CVT (!5-4)
Installazione della pinza del freno posteriore (!9-81)
• Far passare i bulloni di installazione del motore dal lato destro
del telaio.
• Stringere i dadi di fissaggio del motore alla coppia prescritta.

Il dado di fissaggio del motore è autobloccante e non


può venire riutilizzato. Se l’effetto di autoblocco è
perduto, va sostituito.

Sinistra Destra
55 N·m
(5,5 kgf-m)
Lato anteriore inferiore

55 N·m
(5,5 kgf-m)
Lato anteriore superiore

55 N·m
(5,5 kgf-m)
Lato posteriore
MOTORE 3-11

MARMITTA

@
ITEM N·m kgf-m
A 23 2,3

Dopo aver installato il motore, collegare i cavi, i fili e i tubi


flessibili in modo sicuro. (!11-14, 11-18)
• Aggiungere olio motore e del cambio nella misura indicata.
(!2-13)
• Aggiungere la quantità di acqua specificata. (!2-29)
Controllare e regolare le parti seguenti:
• Gioco del cavo dell’acceleratore (!2-18, 2-19)
• Regime del minimo (!2-18)
• Controllo di perdite di olio, di acqua dal radiatore, ecc.
3-12 MOTORE

SMONTAGGIO MOTORE
MOTORINO AVVIAMENTO
• Rimuovere il motorino di avviamento 1.
• Scollegare il tubo dell’acqua 2.

INTERRUTTORE PRESSIONE OLIO


• Rimuovere l’interruttore della pressione dell’olio.

INTERRUTTORE LIVELLO OLIO


• Rimuovere l’interruttore del livello dell’olio 3.

COPERTURA TESTATA CILINDRO


• Rimuovere la copertura della testata del cilindro 4.
NOTA:
Non tentare di rimuovere il grano di centraggio dal retro della
copertura della testata del cilindro, dato che non può venire
tolto.

ALBERO A CAMME
• Rimuovere il cappuccio di ispezione di sincronizzazione delle
valvole e portare il pistone presso il punto morto centrale
superiore girando l’albero motore. (!2-8)
NOTA:
Prender nota del gioco delle valvole. (!2-9)
MOTORE 3-13

• Spingere fino in fondo l’asta del registro della tensione della


catena della distribuzione ed inserire l’attrezzo speciale.
# 09918-53810: Attrezzo bloccaggio tendicatena

• Rimuovere i due supporti dei perni di banco degli alberi a


camme 1 togliendo i bulloni.

Allentare sempre in modo uniforme i bulloni del


supporto del perno di banco dell’albero a camme
spostandosi in diagonale dall’una all’altra.

• Rimuovere gli alberi a camme 2.

TESTATA CILINDRI E CILINDRI


• Rimuovere il bullone laterale della testata cilindri 1.
• Rimuovere i bulloni del registro del tendicatena della catena
di distribuzione 2.

• Allentare i bulloni della testata cilindri 3.


• Rimuovere muovendosi in diagonale i bulloni della testata
cilindri.
• Rimuovere il gruppo della testata cilindri.
3-14 MOTORE

• Rimuovere la guarnizione della testata dei cilindri 1, le spine


di centraggio pins 2 e la guida della catena della distribu-
zione 3.
• Rimuovere il cilindro 4.

• Rimuovere la guarnizione della base del cilindro 5 e le spine


di centraggio 6.

PISTONE
• Posare un panno pulito sulla base del cilindro in modo da non
far cadere nel carter gli anelli elastici dello spinotto del
pistone.
• Rimuovere l’anello elastico dello spinotto del pistone.
• Rimuovere il pistone togliendone lo spinotto.
NOTA:
* Segnare il numero del pistone sulla testa del pistone.

TUBO FLESSIBILE OLIO


• Rimuovere il tubo flessibile dell’olio 7 e la tubazione di ritorno
dell’olio 8.

COPERTURA GENERATORE
• Rimuovere la copertura del generatore 9.
MOTORE 3-15

• Rimuovere il filtro dell’olio in coppa 1.

GENERATORE
• Rimuovere il rotore del generatore utilizzando l’attrezzo
speciale.
# 09930-40113: Attrezzo bloccaggio rotore

• Rimuovere il rotore del generatore 2 utilizzando l’attrezzo


speciale.
# 09930-40113: Attrezzo bloccaggio rotore
09930-30450: Attrezzo rimozione rotore

• Rimuovere lo statore del generatore 3, il sensore CKP 4 e


l’anello in gomma del filo 5.
• Rimuovere la chiavetta.
3-16 MOTORE

FRIZIONE
• Rimuovere la copertura della frizione 1.

• Rimuovere il dado dell’alloggiamento della frizione e la sua


rondella.
• Rimuovere il gruppo della frizione.
# 09930-40113: Attrezzo bloccaggio rotore

• Rimuovere l’albero della frizione 3.


• Rimuovere l’arresto del paraolio dell’albero conduttore 4.

INNESTO AVVIAMENTO
• Rimuovere la copertura dell’innesto del motorino di
avviamento 5.

• Rimuovere l’albero del limitatore di coppia del motorino di


avviamento 6 il limitatore di coppia del motorino di
avviamento 7 e la rondella.
• Rimuovere l’albero dell’ingranaggio intermedio del motorino di
avviamento 8 e l’ingranaggio intermedio del motorino di
avviamento 9.
MOTORE 3-17

• Rimuovere il bullone dell’innesto del motorino di avviamento


con l’utensile speciale.
# 09920-34830: Attrezzo bloccaggio rotore innesto
motorino avviamento

CATENA DISTRIBUZIONE
• Rimuovere il tendicatena di distribuzione 1 e la catena di
distribuzione 2.

• Rimuovere la ruota dentata della catena di distribuzione 3.

POMPA ACQUA
• Rimuovere il gruppo della pompa dell’acqua.

FILTRO OLIO
• Rimuovere il filtro dell’olio 4 utilizzando l’attrezzo speciale.
# 09915-40610: Chiave filtro olio
3-18 MOTORE

RADIATORE OLIO
• Allentare il bullone di unione e togliere il radiatore dell’olio.

SEPARAZIONE DEL CARTER


• Allentare muovendosi in diagonale i bulloni di unione del
carter.

• Separare le due metà, destra e sinistra, del carter con


l’utensile apposito.
# 09920-13120: Attrezzo separazione carter/albero
motore
NOTA:
* Fare attenzione durante la separazione del carter che sia
orizzontale rispetto alle superfici di incontro.
MOTORE 3-19

ALBERO DI TRAZIONE
• Rimuovere il gruppo dell’albero di trasmissione 1 e l’albero
intermedio 2.

• Rimuovere l’ingranaggio intermedio 3.


• Rimuovere l’anello elastico 4 e l’ingranaggio del controalbero
conduttore 5.

• Remove l’albero del controingranaggio conduttore 6.

ALBERO DEL BILANCIERE


• Rimuovere l’albero del contrappeso 7.

• Rimuovere l’anello elastico 8, l’albero inferiore del bilanciere


9, la pompa dell’olio 0 e la sua catena conduttrice.
3-20 MOTORE

POMPA OLIO
• Rimuovere lo spinotto 1, la rondella 2 e il gruppo della
pompa dell’olio 3.

• Rimuovere il filtro dell’olio in coppa 4.

REGOLATORE PRESSIONE OLIO


• Rimuovere il regolatore della pressione dell’olio 5.

UGELLO RAFFREDDAMENTO PISTONE


• Rimuovere l’ugello di raffreddamento del pistone.

• Rimuovere l’O-ring.
MOTORE 3-21

• Rimuovere il separatore dell’olio.

ALBERO MOTORE
• Rimuovere il gruppo dell’albero motore 1.

INGRANAGGIO CONDOTTO PRIMARIO


• Rimuovere l’ingranaggio conduttore primario 2.

POMPA RITORNO OLIO


• Rimuovere l’anello elastico 3 e l’ingranaggio della pompa
dell’olio di ritorno 4.

• Rimuovere lo spinotto 5 ed il gruppo della pompa dell’olio 6.


3-22 MOTORE

ISPEZIONE COMPONENTI MOTORE


E LORO ASSISTENZA

Identificare la posizione di ciascuna parte rimossa.


Raccogliere le parti in gruppi (es. aspirazione, scarico,
N°1 o N°2) in modo da poter reinstallare ciascuna
parte nella sua posizione originale.

COPERTURA TESTATA CILINDRO


• Rimuovere il coperchio della valvola a lamelle PAIR 1, il
sensore di posizione della camma 2 ed il coperchio dello
sfiato 3.

CONTROLLO
• Controllare se vi sono depositi carboniosi sulla valvola a
lamella.
• Se sulla valvola a lamelle vi fossero depositi carboniosi,
sostituire la valvola a lamelle con un’altra nuova.

MONTAGGIO
• Applicare THREAD LOCK “1342” alla filettatura ed installare
la copertura della valvola a lamelle PAIR.
$ 99000-32050: THREAD LOCK “1342”

• Controllare se lo sfiato è sporco o intasato e pulire come


necessario.
• Montare una guarnizione ed un coperchio dello sfiato nuovi e
stringere il pezzo A insieme al morsetto.
% Coppia di serraggio: 10 N·m (1,0 kgf-m)
MOTORE 3-23

SENSORE POSIZIONE CAMMA


• Applicare SUZUKI SUPER GREASE “A” all’O-ring ed
installarlo.
• Installare il sensore CMP.
% Bullone sensore posizione camma: 10 N·m (1,0 kgf-m)
& 99000-25030: SUZUKI SUPER GREASE “A”
(USA)
99000-25010: SUZUKI SUPER GREASE “A”
(Altri paesi)

ALBERO A CAMME
• Gli alberi a camme di scarico ed aspirazione sono
contraddistinti da marchi punzonati.
Marchio punzonato albero a camme di scarico “B”
Marchio punzonato albero a camme di scarico “A”

Marchio
punzonato

FACCIA CAMMA
• Controllare la superficie di scivolamento per vedere se è
anormalmente striata o usurata.
• Misurare l’altezza della camma H con un micrometro.
• Se il limite specificatoviene superato, sostituire l’albero a
camme.
' Altezza camma H:
Limite di servizio (ASP.): 35,1 mm
(SC.): 33,7 mm

DEFORMAZIONE ALBERO A CAMME


• Misurare la deformazione utilizzando un comparatore.
• Sostituire l’albero a camme se la deformazione eccede il
limite.
# 09900-20606: Comparatore (1/100 mm)
09900-20701: Supporto magnetico
09900-21304: Blocchi a V (100 mm)
' Scentratura albero di distribuzione:
Limite di servizio (ASP. e SCAR.): 0,10 mm
3-24 MOTORE

USURA PERNO DI BANCO ALBERO A CAMME


• Determinare se ciascun perno di banco e usurato fino al limite
misurando il gioco per l’olio con l’albero a camme installato.
• Utilizzare il plastigauge per misurare il gioco, che viene
specificato nel modo indicato di seguito, nella parte piu larga:
' Gioco olio perno di banco albero di distribuzione:
Standard: (ASP. e SCAR.): 0,032 – 0,066 mm
Limite di servizio: (ASP. e SCAR.): 0,150 mm

# 09900-22301: Plastigauge
09900-22302: Plastigauge
• Stringere i bulloni dei supporti di banco dell’albero a camme
alla coppia specificata in modo uniforme e seguendo uno
schema incrociato.
% Bullone supporto perno di banco distribuzione:
10 N·m (1,0 kgf-m)
NOTA:
Non ruotare l’albero a camme col plastigauge in posizione.
• Rimuovere i supporti di banco dell’albero a camme e misurare
la larghezza del plastigauge compresso con la scala sulla
busta.
• Questa misurazione deve essere eseguita sulla parte piu
larga.

• Se il gioco per l’olio del perno di banco dell’albero a camme


eccede il limite, misurare il diametro interno del supporto di
banco ed il diametro esterno del perno di banco.
• Sostituire l’albero a camme o la testata del cilindro a seconda
di quale misurazione eccede il limite specificato.

' D.I. supporto di banco:


Standard: (ASP. e SCAR.): 24,012 – 24,025 mm
# 09900-20602: Comparatore (1/1000, 1 mm)
09900-22403: Alesimetro (18 – 35 mm)
' D.E. perno di banco albero a camme
Standard: (ASP. e SCAR.): 23,959 -23,980 mm
# 09900-20205: Micrometro (0 – 25 mm)
MOTORE 3-25

REGISTRO TENSIONE CATENA DI


DISTRIBUZIONE
CONTROLLO
• Rimuovere la vite mordente del registro della tensione della
catena della distribuzione.
• Controllare che l’asta di spinta scorra senza intoppi quando
viene rilasciato l’arresto.
• Se non scorresse senza problemi, sostituire il registro della
tensione della catena della distribuzione con uno nuovo.

TENDICATENA DISTRIBUZIONE
CONTROLLO
• Controllare la superficie di contatto del tendicatena della
distribuzione.
• Se fosse usurato o danneggiato, sostituirlo con uno nuovo.

GUIDA CATENA DISTRIBUZIONE


CONTROLLO
• Controllare le superfici di contatto delle guide della catena
della distribuzione.
• Se fossero usurate o danneggiate, sostituirle con altre nuove.
3-26 MOTORE

TESTATA CILINDRI
SMONTAGGIO VALVOLA E MOLLE VALVOLA
• Rimuovere i bicchierini e le pastiglie con le dita o con un
magnete.

Identificare la posizione di ciascuna parte rimossa.

• Utilizzando gli utensili speciali, comprimere le molle della


valvola e rimuovere i semiconi 1 dallo stelo della valvola.
# 09916-14510: Attrezzo sollevamento valvole
09916-14521: Accessorio attrezzo sollevamento
valvole (24 mm)
09916-84511: Pinzette

Fare attenzione a non danneggiare le superfici di


scorrimento delle punterie con l’attrezzo speciale.

• Rimuovere il fermo delle molle della valvola 2 e la molla delle


valvole 3.
• Estrarre la valvola 4 dal lato opposto.

• Rimuovere il paraolio 5.

Non riutilizzare il paraolio rimosso.

• Rimuovere la sede della molla della valvola 6.


MOTORE 3-27

DEFORMAZIONE TESTATA CILINDRO


• Decarbonizzare le camere di combustione.
• Controllare se la superficie con la guarnizione della testata e
deformata con un regolo rettilineo ed uno spessimetro
eseguendo misurazioni nelle varie posizioni indicate.
• Se la misurazione maggiore in qualsiasi posizione eccede il
limite specificato, sostituire la testata del cilindro.
' Deformazione testata cilindro:
Limite di servizio: 0,10 mm

DEVIAZIONE STELO VALVOLA


• Sollevare la valvola di circa 10 mm dalla sua sede.
• Misurare la deviazione dello stelo in due direzioni perpendico-
lari l’una all’altra, posizionando il comparatore come indicato
in figura.
• Se la deviazione misurata eccede il limite specificato, deter-
minare se e necessario sostituire la valvola o la guida.
# 09900-20606: Comparatore (1/100 mm)
09900-20701: Supporto magnetico
' Deviazione stelo valvola (ASP. e SCAR.):
Limite di servizio: 0,35 mm

USURA STELO VALVOLA


• Se lo stelo della valvola, misurato con un micrometro, e
usurato fino al limite ed il gioco eccede il limite specificato,
sostituire la valvola.
• Se lo stelo rientra nel limite, sostituire la guida.
• Accertarsi di ricontrollare il gioco dopo aver sostituito la
valvola o la guida.
# 09900-20205: Micrometro (0 – 25 mm)
' D.E. stelo valvola:
Standard (ASP.): 4,475 – 4,490 mm
(SC.): 4,455 – 4,470 mm
NOTA:
Se le guide delle valvole devono essere rimosse per sostituirle
dopo aver eseguito il controllo delle parti correlate, eseguire le
procedure indicate nella sezione sulla manutenzione delle guide
delle valvole.

SCENTRATURA STELO VALVOLA


• Sorreggere la valvola con dei blocchi a “V” nel modo indicato
e controllare la scentratura con un comparatore.
• Se la scentratura supera il limite specificato, la valvola deve
essere sostituita.
# 09900-20606: Comparatore (1/100 mm)
09900-20701: Supporto magnetico
09900-21304: Blocchi a V (100 mm)
' Scentratura stelo valvola: Limite di servizio: 0,05 mm
3-28 MOTORE

ECCENTRICITA’ TESTA VALVOLA


• Posizionare il comparatore ad angolo retto rispetto alla faccia
della testa della valvola e misurare l’eccentricita.
• Se l’eccentricità supera il limite specificato, la valvola deve
essere sostituita.
' Eccentricità testa valvola:
Limite di servizio: 0,03 mm

USURA SUPERFICIE DI TENUTA VALVOLA


• Controllare visivamente l’usura della superficie di tenuta della
valvola. Sostituire ogni valvola con segni di usura anormali.
Lo spessore diminuisce mano a mano che l’usura avanza.
Misurare la faccia della valvola T Se fosse fuori specifica,
sostituirla con un pezzo nuovo.
' Spessore testa valvola T:
Limite di servizio: 0,5 mm

MOLLA VALVOLA
La forza della molla elicoidale mantiene la valvola in tenuta. Se
la valvola è indebolita si può avere una riduzione della potenza
erogata dal motore e spesso una rumorosità dei meccanismi.
• Controllare la forza della molla misurando la loro lunghezza a
riposo e la forza necessaria per comprimerle.
• Se la sua lunghezza fosse inferiore al limite specificato
oppure se la forza necessaria per la compressione non rientra
nella gamma specificata, sostituire la molla.

# 09900-20102: Calibro a cursore


' Lunghezza a riposo molla valvola (ASP. & SCAR.):
Limite di servizio: 40,6 mm
' Tensione molla valvola (ASP. e SCAR.):
Standard: 136 – 156 N, 13,6 – 15,6 kgf/33,4 mm
MOTORE 3-29

MANUTENZIONE GUIDE VALVOLE


• Utilizzando l’attrezzo per la rimozione delle guide delle
valvole, rimuovere la guida della valvola verso il lato
dell’albero a camme di aspirazione o di scarico.
# 09916-53310: Attrezzo rimozione/installazione guida
valvola
NOTA:
* Gettare i componenti rimossi della guida della valvola.
* Come parti di ricambio sono disponibili solo guide delle valvole
sovradimensionate. (N° parte 11115-14D71)

• Rifinire i fori delle guide delle valvole nella testata con


l’alesatore e l’impugnatura.
# 09916-34561: Alesatore guida valvola
09916-34542: Impugnatura alesatore

Quando si esegue la rifinitura oppure quando si


rimuove l’alesatore dal foro della guida della valvola,
ruotarlo sempre in senso orario.

• Applicare olio motore al foro della guida della valvola.


• Inserire la guida della valvola nel foro con l’utensile apposito.
NOTA:
Inserire la guida della valvola fino a che l’accessorio non entra in
contatto con la testata del cilindro. Guida valvole

# 09916-43210: Attrezzo rimozione/installazione guida Testata cilindri

valvola
09916-44930: Accessorio attrezzo installazione guide
valvole

La mancata lubrificazione del foro della guida prima


dell’inserimento della nuova guida puo causare danni
alla guida o alla testata.

• Dopo aver inserito le guide delle valvole, rifinirne il foro con


l’alesatore.
• Pulire ed oliare le guide dopo l’alesaggio.
# 09916-33310: Alesatore guida valvola
09916-34542: Impugnatura alesatore
NOTA:
Inserire l’alesatore dalla camera di combustione e ruotare
sempre l’impugnatura in senso orario.
3-30 MOTORE

CONTROLLO LARGHEZZA SEDE VALVOLA


• Controllare visivamente la larghezza della sede di ciascuna
valvola sulla superficie di contatto di ciascuna valvola.
• Se la superficie di contatto fosse usurata in modo anormale,
sostituire la valvola.
• Applicare blu di Prussia a tutta la sede della valvola ed
inserire la valvola. Ruotare quindi la valvola con una leggera
pressione.
• Controllare che l’impressione circolare sulla superficie di
contatto della valvola sia uniforme tutto attorno ed al centro
della superficie di contatto.
# 09916-10911: Set lappatrice valvole

• Se la larghezza della sede W misurata eccede il valore


standard oppure non e uniforme, rifare la sede utilizzando
l’attrezzo speciale.
' Larghezza contatto valvola W:
Standard: 0,9 – 1,1 mm
Se tali requisiti non vengono rispettati, rifare la sede.

MANUTENZIONE SEDE VALVOLA


• Le sedi delle valvole per l’aspirazione e lo scarico sono 60˚ 45˚ 15˚
lavorate a quattro angoli diversi. La superficie di contatto della
valvola e lavorata a 45°.
ASPIRAZIONE SCARICO
15° N-121
30° N-126
Scarico
45° N-122 N-122
60° N-111 N-111
# 09916-21111: Set frese sede valvola
09916-20630: Fresa sede valvola (N-126) 60˚ 45˚ 30˚
09916-20640: Guida (N-100-4,5)
NOTA:
Le frese per la sede della valvola (N-121), (N-122) e (N-111)
sono comprese nel set (09916-21111).

Aspirazione

La zona di contatto della sede della valvola deve


essere controllata dopo ogni taglio.

• Inserire la guida 1 con una leggera rotazione.


MOTORE 3-31

TAGLIO SEDE INIZIALE


• Installare la fresa a 45° 1, l’accessorio 2 ed il manico a T
3.

• Utilizzando la fresa a 45°, scrostare e pulire la sede. Ruotare


la fresa per uno o due giri.
• Misurare la larghezza del contatto W dopo ogni taglio.

45˚

• Se la sede fosse intaccata o bruciata, rifinirla ulteriormente


con la fresa a 45°.
NOTA:
Tagliare solo il minimo necessario dalla sede per evitare la
possibilita che lo stelo della valvola si avvicini troppo alla
punteria.

TAGLIO DI ABBASSAMENTO Superficie di contatto valvola


troppo alta o troppo larga
• Se la zona di contatto W fosse troppo alta sulla valvola
oppure se fosse troppo larga, utilizzare frese a 15° (per il lato
di scarico) ed a 30° (per il lato di aspirazione) per abbassare e
restringere la zona di contatto.

15˚ (Sc.)
30˚ (Asp.)
3-32 MOTORE

TAGLIO DI INNALZAMENTO
• Se la zona di contatto W fosse troppo larga o troppo bassa,
utilizzare la fresa a 60° per alzare ed restringere la zona di
contatto.

60˚

TAGLIO FINALE Superficie di contatto valvola


troppo bassa o troppo stretta
• Se la zona di contatto W fosse troppo bassa o troppo stretta,
utilizzare la fresa a 45° per alzare ed allargare la zona di
contatto.

NOTA:
Dopo aver eseguito i tagli a 15°, 30° e 60°, è possibile che la
sede della valvola (45°) sia troppo stretta. In tale caso eseguire
nuovamente il taglio per riportare la sede alla larghezza corretta.
• Dopo aver ottenuto la posizione e larghezza desiderate della
sede della valvola, utilizzare la fresa a 45° con leggerezza per
rimuovere eventuali sbavature causate dalle operazioni di
taglio precedenti. 45˚

Non applicare composti per lappatura dopo aver


eseguito il taglio finale. La sede finita deve essere
liscia e vellutata e non lucida o brillante. Ciò fornisce
una superficie morbida per l’assestamento finale della
valvola che si verifica durante i primi secondi di
funzionamento del motore.

NOTA:
Al termine delle operazioni di manutenzione delle sedi delle
valvole, accertarsi di controllare il gioco delle punterie dopo aver
reinstallato la testata del cilindro. (!2-9)
MOTORE 3-33

• Pulire e montare i componenti della testata e della valvola.


Riempire di benzina i condotti di aspirazione e scarico per
controllare che non vi siano perdite.
• Se vi fossero delle perdite, controllare se vi sono sbavature o
altre cose che impediscono la tenuta sulla sede e sulla
superficie di contatto della valvola stessa.

Prestare sempre la massima attenzione quando si


maneggia la benzina.

MONTAGGIO VALVOLA E MOLLE VALVOLA


• Applicare una soluzione di olio al molibdeno a ciascun parao-
lio 2 ed inserirli in posizione con l’attrezzo di installazione
delle guide delle valvole.
# 09916-43210: Attrezzo rimozione/installazione guida
valvola
( OLIO AL MOLIBDENO

Non riutilizzare i paraolio rimossi.

• Inserire le valvole dopo aver applicato agli steli una soluzione


di olio al molibdeno tutto attorno e su tutta la lunghezza dello
stelo senza interruzioni.

Quando si inserisce ciascuna valvola, fare attenzione


a non danneggiare il labbro del paraolio.

( OLIO AL MOLIBDENO

• Installare le molle delle valvole con la parte a passo stretto


rivolta verso la testata del cilindro.
A: Parte a passo largo
B: Parte a passo largo
3-34 MOTORE

• Montare il fermo della molla della valvola e, utilizzando


l’attrezzo per il sollevamento delle valvole, comprimere le
molle, inserire i semiconi sull’estremità dello stelo e quindi
rilasciare l’attrezzo in modo da consentire che i coni 1 si
incuneino tra il fermo e lo stelo. Accertarsi che il labbro arro-
tondato A del semicono si inserisca bene nella scanalatura
B dell’estremità dello stelo.
# 09916-14510: Attrezzo sollevamento valvole
09916-14521: Accessorio attrezzo sollevamento
valvole
09916-84511: Pinzette

Accertarsi di installare ciascuna valvola assieme alle


molle nella sua posizione originale.

• Installare gli spessori delle punterie e le punterie nelle loro


posizioni originali.
NOTA:
* Applicare olio motore allo spessore ed alla punteria prima di
installarli.
* Quando si installa lo spessore, accertarsi che la sua superficie
stampata sia rivolta verso la punteria. (!2-9)

TUBAZIONE DI ASPIRAZIONE
• Ingrassare l’O-ring ed installare il tubo di aspirazione insieme
all’O-ring.
& 99000-25030: SUZUKI SUPER GREASE “A”
(USA)
99000-25010: SUZUKI SUPER GREASE “A”
(Altri paesi)

CILINDRO
• Scollegare il tubo flessibile dell’acqua 1 e togliere l’O-ring.
MOTORE 3-35

• Allentare il bullone della scatola del termostato.


• Rimuovere il termostato 2.

DEFORMAZIONE CILINDRO
• Controllare se la superficie con la guarnizione del blocco del
cilindro e deformata con un regolo rettilineo ed uno
spessimetro eseguendo misurazioni nelle varie posizioni
indicate.
• Se la misurazione maggiore in qualsiasi posizione eccede il
limite specificato, sostituire il blocco del cilindro.
# 09900-20803: Spessimetro
' Deformazione cilindro:
Limite di servizio: 0,10 mm

CANNA CILINDRO
• Controllare il cilindro per vedere se è consumato o rigato.
• Misurare le sei posizione indicate nella figura a destra con un
calibro per cilindri.
# 09900-20508: Set calibro per cilindri
' Canna cilindro:
Standard: 75,500 – 75,515 mm
Limite di servizio: 75,585 mm

• Inserire l’O-Ring 1 al tubo flessibile dell’acqua ed installare


questo sul cilindro.
• Rivestire il bullone del tubo flessibile dell’acqua con un agente
bloccante e stringere il tubo flessibile dell’acqua con il suo
bullone.
$ 99000-32050: THREAD LOCK “1342”

Usare O-ring nuovi.


3-36 MOTORE

• Installare il termostato sul cilindro.


• Stringere il bullone della scatola del termostato.
NOTA:
Posizionare la valvola di movimento del termostato nel modo
mostrato nella foto.

PISTONE E SEGMENTI
DIAMETRO PISTONE
• Misurare il diametro esterno del pistone a 15 mm A dall’estre-
mità del mantello utilizzando un micrometro.
• Se la misurazione fosse inferiore al limite specificato, sostitu-
ire il pistone.
' Diametro pistone: 15 mm
Standard: 75,450 – 75,465 mm
Limite di servizio: 75,380 mm
a 15 mm dall’estremità del mantello

# 09900-20204: Micrometro (75 – 25 mm)

GIOCO PISTONE-CILINDRO
• Sottrarre il diametro del pistone da quello del cilindro.
• Se il gioco pistone-cilindro eccede il limite di servizio, sostitu-
ire il cilindro e il pistone.
' Gioco pistone-cilindro:
Standard: 0,045 – 0,055 mm
Limite di servizio: 0,120 mm

SPINOTTO E FORO SPINOTTO


• Servendosi di un calibro per piccoli fori misurare il diametro
interno del foro dello spinotto.
• Se la misurazione fosse fuori specifica, sostituire il pistone.
# 09900-20602: Comparatore (1/1000 mm)
09900-22401: Alesimetro (10 – 18 mm)
' D.I. foro spinotto:
Limite di servizio: 16,030 mm
MOTORE 3-37

• Misurare il diametro esterno dello spinotto in tre posizioni


utilizzando un micrometro.
• Se una qualsiasi misurazione fosse fuori specifica sostituire lo
spinotto.
# 09900-20205: Micrometro (0 – 25 mm)
' D.E. spinotto:
Limite di servizio: 15,980 mm

GIOCO SEGMENTO-CAVA
• Misurare il gioco laterale del 1° e del 2° segmento utilizzando
uno spessimetro.
• Se uno dei due giochi supera il limite specificato, sostituire sia
il pistone che i segmenti.
# 09900-20803: Spessimetro
09900-20205: Micrometro (0 – 25 mm)

' Gioco segmento pistone – Cava pistone:


Limite di servizio (1°): 0,18 mm
(2°): 0,15 mm
' Larghezza cava segmento:
Standard (1°): 1,01 – 1,03 mm
(2°): 1,01 – 1,03 mm
(Raschiaolio): 2,01 – 2,03 mm
' Spessore segmento:
Standard (1°): 0,970 – 0,990 mm
(2°): 0,970 – 0,990 mm

GIOCO SEGMENTO LIBERO E GIOCO SEGMENTO


MONTATO
• Misurare il gioco di ogni segmento libero servendosi di un
calibro a cursore.
• Inserire quindi il segmento nel cilindro e misurare il gioco del
segmento montato servendosi di uno spessimetro.
• Se una qualsiasi delle misurazioni eccedesse il limite di
servizio, sostituire il segmento.

# 09900-20102: Calibro a cursore


' Gioco segmento a riposo:
Limite di servizio (1°): 9,3 mm
(2°): 6,9 mm
# 09900-20803: Spessimetro
' Gioco segmento montato:
Limite di servizio (1°): 0,50 mm
(2°): 0,50 mm
3-38 MOTORE

FRIZIONE

1 Anello elastico
2 Sede molla
3 Rondella concava
4 Disco esterno
5 Disco condotto N˚2
6 Rondella concava disco frizione
7 Disco conduttore
8 Disco condotto N˚1
5,5 N·m
9 Mozzo frizione
(0,55 kgf-m)
0 Molla
A Disco interno
B Rullo
C Campana frizione

SMONTAGGIO
• Rimuovere l’anello elastico 1 utilizzando l’attrezzo speciale.
# 09920-33530: Compressore molle valvole
09924-84510: Set installazione cuscinetti

• Rimuovere la copertura della frizione 1 ed il distanziatore.


MOTORE 3-39

• Rimuovere la sede della molla e la rondella concava.


• Rimuovere il disco esterno, il disco condotto N°1, la rondella
concava dei dischi della frizione, il disco conduttore ed infine il
disco condotto N°2.

• Rimuovere il bullone delle molle della frizione 2, le molle 3 e


il disco interno della frizione 4.

• Rimuovere i rulli.

ISPEZIONE DISCHI CONDUTTORI E CONDOTTI N°2


FRIZIONE
NOTA:
Pulire dall’olio i dischi conduttori utilizzando uno straccio pulito.
• Misurare lo spessore dei dischi conduttori utilizzando un
calibro a cursore.
• Se lo spessore di qualsiasi disco non fosse entro specifica,
sostituirlo con uno nuovo.
' Spessore disco conduttore:
Limite di servizio: 2,62 mm
Spessore disco condotto:
Limite di servizio: 2,27 mm
# 09900-20102: Calibro a cursore
3-40 MOTORE

• Misurare la larghezza del dente dei dischi conduttori con un


calibro a cursore.
• Sostituire i dischi con denti usurati oltre il limite specificato.
' Larghezza dente disco conduttore:
Limite di servizio: 13,05 mm
# 09900-20102: Calibro a cursore

ISPEZIONE DISCHI CONDOTTI N°2 FRIZIONE


• Controllare se vi sono scoloriture dovute a bruciature.
• Misurare la distorsione del disco su una superficie in piano
con uno spessimetro.
• Se il limite specificato viene superato, sostituire il pezzo.
' Distorsione dischi condotti:
Limite di servizio: 0,1 mm
# 09900-20803: Spessimetro

LUNGHEZZA LIBERA MOLLE FRIZIONE


• Misurare la lunghezza libera delle molle della frizione con un
calibro a cursore.
• Se la lunghezza fosse inferiore al limite di servizio, sostituire
la molla.
' Lunghezza a riposo molla frizione:
Limite di servizio: 13,2 mm
# 09900-20102: Calibro a cursore

ISPEZIONE RONDELLA CONCAVA PIATTI FRIZIONE


• Misurare l’altezza della rondella concava del disco della
frizione A mentre si applica un peso 9,8 N (1 kgf) nel modo 9,8 N (1 kgf)
mostrato.
• Se l’altezza della rondella concava del disco della frizione è
inferiore al minimo, sostituirla con un pezzo nuovo.
' Altezza rondella concava disco frizione:
Limite di servizio: 3,1 mm
# 09900-20102: Calibro a cursore

RULLO
• Controllare che non siano usurati anormalmente o danneg-
giati e, se si trovano difetti, sostituire tutti i rulli insieme.
MOTORE 3-41

MONTAGGIO
NOTA:
Montare ed installare la frizione nell’ordine inverso a quello di
rimozione e smontaggio. Prestare attenzione ai punti seguenti:
• Installare i rulli.
• Stringere i bulloni delle molle della frizione alla coppia
specificata.
% Bulloni fissaggio molle frizione: 5,5 N·m (0,55 kgf-m)

• Installare il distanziatore 1 ed il tamburo della frizione.


3-42 MOTORE

1 Disco condotto N˚2


2 Disco condotto N˚1
3 Disco conduttore

Ingrandimento

Rondella concava
disco frizione

Rondella concava

Lato motore Esterno

• Installare il disco condotto N°1, il disco condotto N°2, il disco


conduttore, la piastra esterna della rondella concava dei
dischi della frizione, la rondella concava ed infine la sede
delle molle.

• Installare l’anello elastico con gli utensili speciali.


# 09920-33530: Compressore molle valvole
09924-84510: Set installazione cuscinetti
MOTORE 3-43

INNESTO AVVIAMENTO

1 Rondella
2 Limitatore di coppia motorino avviamento
3 Ingranaggio intermedio
4 Rondella
5 Innesto frizione

55 N.m
(5,5 kgf-m)

CONTROLLO
• Installare l’ingranaggio condotto dell’avviamento sull’innesto
dell’avviamento.
• Ruotare l’ingranaggio condotto con le dita per controllare che
l’innesto si muova senza problemi.
• Controllare che l’innesto della frizione si muova liberamente.
• Controllare che l’ingranaggio ruoti in una sola direzione.

• Se si avverte un’elevata resistenza alla rotazione, controllare


se il cuscinetto dell’innesto dell’avviamento o la superficie di
contatto tra l’innesto e l’ingranaggio condotto sono usurati o
danneggiati.
• Se vi sono danni, sostituire le parti danneggiate con altre
nuove.
3-44 MOTORE

LIMITATORE COPPIA AVVIAMENTO


CONTROLLO
• Misurare la coppia durante lo slittamento attraverso l’utensile
speciale ed una chiave torsiometrica.
• Se il risultato della misurazione è fuori specifica, sostituire il
limitatore di coppia di avviamento con un altro nuovo.
' Coppia di slittamento
Standard: 22 – 41 N·m (2,2 – 4,1 kgf-m)
# 09930-73170: Attrezzo bloccaggio limitatore di coppia
09930-73120: Bussola limitatore di coppia avviamento

POMPA OLIO
CONTROLLO
• Fare ruotare manualmente la pompa dell’olio e controllare
che ruoti senza intoppi.
• Se vi sono dei problemi di movimento, sostituire il gruppo
della pompa dell’olio.

* Non tentare di smontare il gruppo della pompa


dell’olio.
* Il gruppo della pompa dell’olio e disponibile solo
come singola unita.

REGOLATORE PRESSIONE OLIO/COPPA


OLIO FILTRO
• Controllare il funzionamento del regolatore della pressione
dell’olio spingendo il pistone con una barra adatta.
• Se il pistone non funziona, sostituire il regolatore della
pressione dell’olio con uno nuovo.
MOTORE 3-45

• Controllare se il filtro della coppa dell’olio è intasato o


danneggiato.
• Se si rilevano difetti, pulire o sostituire con un pezzo nuovo.

CONTRAPPESO MANOVELLA
SMONTAGGIO
• Rimuovere l’anello elastico 1, la rondella2, la molla 3 e
l’ingranaggio a forbice 4.

MONTAGGIO
• Eseguire la procedura di montaggio nell’ordine inverso a
quello di smontaggio osservando le istruzioni seguente.
• Montare l’ingranaggio a forbice con la punzonatura rivolta
verso l’esterno.
• Durante il montaggio, allineare il foro dell’ingranaggio
condotto del bilanciere A con quello dell’ingranaggio a
forbice B.

• Installare le molle 5.
• Installare la rondella 6 e l’anello elastico7.

ALBERO DI TRASMISSIONE
SMONTAGGIO
• Rimuovere il dado dell’albero conduttore.
3-46 MOTORE

• Rimuovere la rondella 8, l’arresto della molla 9, la molla


della camma di scarico 0, il dente della camma A,
l’ingranaggio finale condotto B, e il paraolio dell’albero
conduttore C.

CONTROLLO
• Controllare se i seguenti componenti sono danneggiati.
• Dente camma danneggiato.
• Usura anormale o danni all’ingranaggio ed alle scanalature.

RIMONTAGGIO
NOTA:
Rimontare i componenti in ordine inverso a quello di smontaggio
facendo attenzione ai punti seguenti.
• Rivestire l’area della scanalatura del dente della camma 2
con grasso.
& 99000-25030: SUZUKI SUPER GREASE “A”
(USA)
99000-25010: SUZUKI SUPER GREASE “A”
(Altri paesi)

• Installare la boccola 1, l’ingranaggio finale conduttore 2, il


dente della camma 3, la molla di scarico 4, l’arresto della molla
5, la rondella 6 ed il dado 7 sull’albero conduttore.
• Fermare l’albero conduttore con una morse e stringere il
dado.
% Dado albero conduttore: 105 N·m (10,5 kgf-m)
MOTORE 3-47

BIELLA/ALBERO MOTORE
D.I. PIEDE DI BIELLA
• Utilizzando un calibro per piccoli fori, misurare il diametro
interno del piede di biella.
# 09900-20602: Comparatore (1/1000 mm, 1 mm)
09900-22401: Alesimetro (10 – 18 mm)
' D.I. piede di biella:
Limite di servizio: 16,040 mm
• Se il diametro interno del piede di biella eccede il limite
specificato, sostituire la biella.

GIOCO LATERALE TESTA DI BIELLA


• Controllare il gioco laterale della biella con uno spessimetro.
• Se il gioco eccede il limite specificato, rimuovere la biella e
controllare la larghezza della testa di biella e del perno di
biella.
• Se le larghezze eccedono il limite specificato, sostituire la
biella o l’albero motore.
' Limite di servizio:
Limite di servizio: 0,30 mm

# 09900-20803: Spessimetro
' Larghezza testa di biella:
Standard: 19,95 – 20,00 mm
# 09900-20205: Micrometro (0 – 25 mm)
' Larghezza perno di banco:
Standard: 20,10 – 20,15 mm
# 09900-20205: Micrometro (0 – 25 mm)
09900-20605: Comparatore (10 – 34 mm)
09900-20803: Spessimetro

CONTROLLO CUSCINETTI BIELLA-PERNO DI BIELLA


• Controllare se le superfici dei cuscinetti presentano segni di
fusione, vaiolature, bruciature o difetti. Se necessario,
sostituire con un set di cuscinetti specificati.
3-48 MOTORE

SELEZIONE CUSCINETTI BIELLA/PERNO DI BIELLA


• Posizionare del plastigauge assialmente sul perno di biella,
evitando il foro dell’olio, come indicato.
# 09900-22301: Plastigauge
• Stringere i bulloni del cappello del cuscinetto alla coppia
specificata in due fasi. (!3-50)

* Applicare olio motore ai bulloni del cappello dei


cuscinetti.
* Non ruotare mai l’albero motore o la biella quando si
e inserito un pezzo di plastigauge.

• Rimuovere il cappello e misurare la larghezza del plastigauge


compresso con la scala della busta. Eseguire questa
misurazione nel punto piu largo del plastigauge compresso.
' Gioco olio testa di biella:
Standard: 0,032 – 0,056 mm
Limite di servizio: 0,080 mm
• Se il gioco per l’olio eccede il limite specificato, selezionare i
cuscinetti del caso dalla tabella di selezione dei cuscinetti.

• Controllare il numero di codice del D.I. della biella


corrispondente (“1” o “2”) A.

• Controllare il numero di codice del D.I. del perno di banco


corrispondente (“1”, “2” o “3”) B.
' Tabella selezione cuscinetti

D.E. perno di biella B


Codice 1 2 3
Biella 1 Verde Nero Marrone
D.I. A 2 Nero Marrone Giallo
MOTORE 3-49

'"D.I. biella
Codice A Specifica D.I.
1 48,000 – 48,008 mm
2 48,008 – 48,016 mm

'"D.E. perno di biella


Codice B Specifica D.E.
1 44,992 – 45,000 mm
2 44,984 – 44,992 mm
3 44,976 – 47,984 mm
# 09900-20202: Micrometro (25 – 50 mm)

'"Spessore cuscinetto
Codice a colori
Colore Spessore
Verde 1,480 – 1,484 mm
Nero 1,484 – 1,488 mm
Marrone 1,488 – 1,492 mm
Giallo 1,492 – 1,496 mm

Il cuscinetto deve essere sostituito in tutte le sue


parti.

MONTAGGIO CUSCINETTI
• Quando si inseriscono i cuscinetti nel cappello e nella biella,
accertarsi di fissare prima il fermo A e quindi inserire l’altra
estremità.

• Applicare una soluzione di olio al molibdeno al perno di biella


ed alla superficie del cuscinetto.
( OLIO AL MOLIBDENO
3-50 MOTORE

• Quando si applicano le bielle all’albero motore, accertarsi che 21 N·m


i codici del diametro interno A delle bielle siano rivolti verso le (2,1 kgf-m)
90˚
valvole di aspirazione del cilindro.
• Applicare olio motore ai bulloni del cappello dei cuscinetti.
• Stringere i bulloni dei cappelli alla coppia specificata.
% Bullone cappello biella
(Iniziale): 21 N·m (2,1 kgf-m)
(Finale): Stretti i bulloni alle coppie viste,
90˚
Stringerli ) di un altro giro (90°)
• Controllare che la biella ruoti senza problemi.

CONTROLLO CUSCINETTI CARTER-ALBERO MOTORE


• Controllare i cuscinetti dei perni di banco del carter per vedere
se sono danneggiati. Se necessario, sostituire con un set di
cuscinetti specificati.

• Controllare il perno di banco per vedere se è danneggiato.


• Misurare il diametro esterno del perno di banco con l’utensile
apposito.
' D.E. perno di banco
Standard: 47,985 – 48,000 mm
# 09900-20202: Micrometro (25 – 50 mm)

SELEZIONE CUSCINETTI DI BANCO


Selezionare i cuscinetti specificati per mezzo del codice del D.I.
del foro del carter. I codici del D.I. del foro del carter code A “A”,
“B” or “C”, sono stampati all’interno di ciascuna metà del carter.

Codice D.I.
Colore Spessore
code A
A Verde 1,988 – 1,991 mm
B Nero 1,991 – 1,994 mm
C Marrone 1,994 – 1,997 mm
MOTORE 3-51

SOSTITUZIONE CUSCINETTI DI BANCO


• Utilizzare l’attrezzo speciale per sostituire i cuscinetti di Pressa a
mano
banco. La procedura di sostituzione viene spiegata di seguito.
# 09913-60230: Attrezzo rimozione/installazione
cuscinetti perni di banco Cuscinetto
Carter
• Applicare l’attrezzo speciale come illustrato per rimuovere i
cuscinetti di banco.
NOTA:
Rimuovere i cuscinetti di banco in una sola direzione,
dall’interno all’esterno di ciascuna metà del carter.

• Rimuovere gradualmente il cuscinetto per mezzo dell’attrezzo


speciale ed una pressa a mano.

I cuscinetti rimossi devono essere sostituiti con altri


nuovi.

NOTA: Cuscinetto
Si raccomanda di utilizzare una pressa a mano per la rimozione
dei cuscinetti di banco. I cuscinetti di banco possono comunque
essere rimossi utilizzando i seguenti attrezzi speciali.
# 09913-60230: 1 Attrezzo rimozione/installazione
cuscinetti perni di banco
09924-84510: 2 Set installazione cuscinetti
09924-74570: 3 Cuscinetto ingranaggio conduttore
finale attrezzo rimozione/installazione
3-52 MOTORE

• Applicare i cuscinetti di banco specificati all’attrezzo speciale.


# 09913-60241: Accessorio installatore cuscinetti di
banco

* Prima di applicare i cuscinetti, ungere l’attrezzo spe-


ciale ed i cuscinetti con olio motore.
* Quando si inserisce il cuscinetto, allineare il lato del
cuscinetto con la linea A ed il bordo del cuscinetto
con la superficie di contatto.

• Stringere il bullone dell’attrezzo speciale alla coppia specifi-


cata.
% Bullone attrezzo speciale: 23 N·m (2,3 kgf-m)

Prima di installare il cuscinetto, rasare leggermente il


bordo affilato all’interno della parte smussata utiliz-
zando una pietra ad olio e quindi lavare il foro del car-
ter con olio motore. Bordo tagliente
MOTORE 3-53

• Inserire l’attrezzo speciale con applicato il cuscinetto


all’interno del carter come indicato.

* Accertarsi che la porzione sporgente A del lato del


cuscinetto sia rivolta verso il foro del carter.
* Allineare la superficie di incontro dell’attrezzo spe-
ciale con la B sul carter.

• Applicare sufficiente olio motore all’attrezzo speciale ed al


cuscinetto e quindi posizionare con attenzione l’attrezzo spe-
ciale.
• Inserire gradualmente il cuscinetto nel foro del supporto di
banco, utilizzando una pressa a mano, fino a che l’attrezzo
speciale 1 o 2 ferma quello 3.
# 1 09913-60210: Attrezzo rimozione/installazione
cuscinetti perni di banco
(Carter sinistro)
2 09913-60230: Attrezzo rimozione/installazione
cuscinetti di banco
(Carter destro)
3 09913-60241: Accessorio installatore cuscinetti di
banco

1 Carter destro
Pressa a mano 2 Carter sinistro
o
Cuscinetto
o

Cuscinetto

Dato che la posizione di inserimento a pressione del cuscinetto di banco è differente per le due
metà del carter, fare attenzione ad usare l’installatore giusto.
3-54 MOTORE

NOTA:
Si raccomanda di utilizzare una pressa a mano per la rimozione
dei cuscinetti di banco. I cuscinetti di banco possono comunque
essere rimossi utilizzando i seguenti attrezzi speciali.

Fare incontrare il centro del foro dell’utensile speciale.

# 09924-84510: Set installazione cuscinetti

GIOCO SPINTA ALBERO MOTORE


• Rivolgere la scalatura dell’olio A dello spessore dell’albero
motore 1 verso la manovella.
• Installare l’albero motore nel carter superiore. (!3-62)
• Installare l’innesto del motorino di avviamento. (!3-64)

• Misurare l’intervallo fra la ranella di spinta ed il carter.

' Gioco assiale albero motore


Standard: 0,10 – 0,15 mm
• Se il gioco di spinta è fuori gamma, sostituire lo spessore in
modo da ottenere il valore standard.

• Per sostituire lo spessore, rimuovere lo spessore di spinta


installato e misurarne lo spessore. Scegliere un rimpiazzo
dalla tabella che segue in modo da ottenere un valore
standard.
• Controllare quindi una seconda volta il gioco di spinta
dell’albero motore.
Unità: mm
Numero parte Spessore reggispinta
09160-48005 2,025 – 2,050
09160-48006 2,050 – 2,075
09160-48007 2,075 – 2,100
09160-48008 2,100 – 2,125
09160-48009 2,125 – 2,150
09160-48010 2,150 – 2,175
MOTORE 3-55

GETTO OLIO
• Controllare se i getti dell’olio sono intasati.
NOTA:
Prima di inserirlo, rivestire l’O-ring con olio motore. Usare O-ring
nuovi. Per non usare dimensioni scorrette, controllare il marchio
inciso sul pezzo.

NOTA:
Il lato del getto dell’olio rivolto verso il carter è identificato dal
numero 8.

NOTA:
Il lato del getto dell’olio rivolto verso la testata cilindri è
identificato dal numero 14.

UGELLO RAFFREDDAMENTO PISTONE


• Controllare se l’ugello di raffreddamento del pistone è intasato
o deformato.
NOTA:
Prima dell’installazione, rivestire l’O-ring con olio motore. Usare
sempre un O-ring nuovo.
3-56 MOTORE

CARTER
INTERRUTTORE PRESSIONE OLIO
• Rimuovere l’interruttore della pressione dell’olio.

• Quando si installa l’interruttore, applicare SUZUKI BOND


“1207B”.
% Interruttore pressione olio: 13 N·m (1,3 kgf-m)
* 99104-31140: SUZUKI BOND “1207B” (USA)
99000-31140: SUZUKI BOND “1207B” (Altri paesi)

• Rimuovere la copertura del carter destro 1.


• Rimuovere il cappello dell’albero primario 2.
• Installare il coperchio del carter destro 1 e quindi il cappello
dell’albero primario 2.
% Bullone coperchio carter destro: 11 N·m (1,1 kgf-m)
Vite mordente albero primario: 11 N·m (1,1 kgf-m)

SMONTAGGIO CUSCINETTI
• Rimuovere i cuscinetti con l’attrezzo speciale.
# 09921-20240: Set rimozione cuscinetti ..................... 1
09941-54911: Attrezzo rimozione corsa esterna
cuscinetti ............................................... 2
MOTORE 3-57

CONTROLLO CUSCINETTI
Gioco
Far ruotare la corsa interna del cuscinetto con un dito e
controllare con non vi sia gioco anormale, che il cuscinetto non
produca rumori e che ruoti senza intoppi mentre si trova nel Gioco
carter.
Sostituire il cuscinetto con la procedura indicata di seguito se si
riscontrano delle anomalie.

MONTAGGIO CUSCINETTI
• Installare il cuscinetto nel carter utilizzando l’attrezzo spe-
ciale.
# 09913-70210: Set installazione cuscinetti

SMONTAGGIO PARAOLIO
• Rimuovere il paraolio con gli attrezzi speciali.
# 1 09913-70210: Set rimozione cuscinetti
2 09913-85210: Attrezzo rimozione cuscinetti

# 09913-50121: Attrezzo rimozione paraolio


3-58 MOTORE

RIMONTAGGIO PARAOLIO
• Ingrassare il labbro del paraolio.
& 99000-25030: SUZUKI SUPER GREASE “A”
(USA)
99000-25010: SUZUKI SUPER GREASE “A”
(Altri paesi)
• Installare il paraolio con l’attrezzo speciale.
# 09913-70210: Set installazione cuscinetti

Usare un nuovo paraolio.

INSTALLAZIONE BOCCOLE
• Installare le boccole del supporto del motore nel modo visto in
figura.
• Se necessario, sostituire la boccola con un’altra nuova. Carter
Boccola

0,5 mm
MOTORE 3-59

MONTAGGIO MOTORE
• Montare il motore nell’ordine inverso a quello di smontaggio.
• Le fasi seguenti richiedono speciali attenzioni e misure
precauzionali.
NOTA:
Applicare olio motore a tutte le parti mobili o scorrevoli prima di
rimontarle.

POMPA RITORNO OLIO


• Installare la pompa di ritorno dell’olio ed inserire lo spinotto
1 nell’albero.
• Installare lo spinotto allineando la scanalatura dell’ingranag-
gio della pompa dell’olio di ritorno ed inserire un anello ela-
stico.

INGRANAGGIO CONDOTTO PRIMARIO/ALBERO MOTORE


• Installare l’ingranaggio primario condotto 2 e il gruppo
dell’albero motore 3.
3-60 MOTORE

• Installare il separatore dell’olio del carter.

FILTRO OLIO IN COPPA


• Installare il filtro dell’olio in coppa allineandone la proiezione
con la concavità del carter.

UGELLO RAFFREDDAMENTO PISTONE


• Rivestire l’O-ring con una piccola quantità di grasso ed
installare l’ugello di raffreddamento del pistone 1.

POMPA OLIO/REGOLATORE PRESSIONE OLIO


• Installare la pompa dell’olio 2, la rondella 3 e lo spinotto 4.

• Rivestire l’O-ring con grasso ed installare sul carter il


regolatore della pressione dell’olio 5.

Usare O-ring nuovi.


MOTORE 3-61

ALBERO BILANCIAMENTO ALBERO MOTORE


• Rimuovere l’albero del contrappeso superiore 1.
• Installare il contrappeso inferiore 2, l’ingranaggio conduttore
della pompa dell’olio 3 e la catena di trazione della pompa
dell’olio 4.
• Innestare la catena di trazione nell’ingranaggio della pompa
dell’olio ed installare l’ingranaggio della pompa dell’olio
stesso allineando la scanalatura e la spina.
• Installare l’anello elastico 5.

Allineare fra di loro le punzonature.

ALBERO CONDUTTORE
• Installare l’albero dell’ingranaggio conduttore secondario 6
dall’esterno, quindi l’ingranaggio conduttore secondario 7 ed
inserire l’anello elastico.

Controllare poi che questo sia bene inserito.

• Installare l’ingranaggio intermedio 8, l’albero intermedio 9


ed il gruppo dell’albero conduttore 0.
3-62 MOTORE

CARTER
• Installare le spine di centraggio.
• Prima di fare incontrare le due metà del carter, rivestire
ciascun ingranaggio e cuscinetto con olio motore.

• Ingrassare l’O-ring 1 ed inserirlo nel carter.


& 99000-25030: SUZUKI SUPER GREASE “A”
• Installare il distanziatore 2.

Usare O-ring nuovi.

• Pulire le superfici di contatto delle metà destra e sinistra del


carter.
• Applicare SUZUKI BOND alla superficie di contatto della metà
destra del carter.

* 99104-31140: SUZUKI BOND “1207B” (USA)


+ 99000-31110: SUZUKI BOND “1215” (Altri paesi)

* Spalmare l’agente sigillante velocemente, uniforme-


mente e senza fermarsi.
* Fare attenzione nel farlo a non far cadere l’agente
sigillante nel foro dell’olio, nei cuscinetti, ecc.

• Unire le due metà del carter entro qualche minuto e stringere i


bulloni muovendosi in diagonale ed in modo uniforme.
% Bullone carter destro (M6): 11 N·m (1,1 kgf-m)
% Bullone carter sinistro (M8): 26 N·m (2,6 kgf-m)
MOTORE 3-63

NOTA:
Stretti i bulloni del carter, controllare che l’albero motore ruoti in
modo scorrevole.

RADIATORE OLIO
• Rivestire l’O-ring con olio motore ed installare il radiatore
dell’olio.
• Installare la rondella 1 e stringere il bullone di unione 2) alla
coppia prescritta.
% Bullone di unione radiatore olio 70 N·m (7,0 kgf-m)
NOTA:
Usare O-ring nuovi.

POMPA ACQUA
• Installare il gruppo della pompa dell’acqua.

CATENA DISTRIBUZIONE
• Installare la catena di distribuzione.
NOTA:
Allineare la punzonatura dell’albero motore e quella della ruota
dentata della catena di distribuzione.

• Installare la rondella 3.
• Rivestire il bullone del tendicatena di distribuzione con Thread
Lock e stringerlo.
$ 99000-32050: THREAD LOCK “1342”
• Installare la catena della distribuzione 4.
3-64 MOTORE

INNESTO AVVIAMENTO
• Installare la rondella 1.

• Rivestire la superficie interna dell’ingranaggio dell’innesto del


motorino di avviamento e l’albero motore con olio motore.
• Installare il gruppo dell’innesto dell’avviamento sull’albero
motore.
NOTA:
Allineare la linea incavata A dell’innesto del motorino di
avviamento e la punzonatura B dell’albero di distribuzione.

• Installare il bullone dell’innesto del motorino di avviamento


insieme alla rondella 2.
• Stringere il bullone alla coppia prescritta con l’utensile
speciale.
# 09920-34830: Attrezzo bloccaggio rotore innesto
motorino avviamento
% Bulloni innesto motorino avviamento: 55 N·m (5,5 kgf-m)

• Installare l’albero del limitatore di coppia del motorino di


avviamento 3 e washer 4.
• Installare il limitatore di coppia di avviamento 5, l’albero
dell’ingranaggio intermedio di avviamento 6 e l’ingranaggio
intermedio di avviamento.
( OLIO AL MOLIBDENO

Rivestire ciascun cuscinetto dell’albero con una


quantità sufficiente di olio al molibdeno.
MOTORE 3-65

• Installare una guarnizione nuova 1 e il grano di centraggio.

• Rivestire i cuscinetti del coperchio dell’innesto del motorino di


avviamento con olio al molibdeno.
( OLIO AL MOLIBDENO

• Installare il coperchio dell’innesto del motorino di avviamento.


NOTA:
Stringere il bullone del coperchio dell’innesto del motorino di
avviamento A insieme al morsetto.
3-66 MOTORE

• Rivestire l’O-ring dell’arresto del paraolio dell’albero


conduttore con grasso ed installarlo.
• Installare quindi l’arresto del paraolio dell’albero conduttore
sul carter.
% Bullone arresto paraolio albero conduttore:
22 N·m (2,2 kgf-m)
NOTA:
Usare O-ring nuovi.

FRIZIONE
• Installare l’albero dell’innesto della frizione sull’innesto della
frizione.
• Rivestire il pezzo A dell’albero della frizione con SUZUKI
MOLY PASTE.
, 99000-25140: SUZUKI MOLY PASTE

• Installare il gruppo della frizione, la rondella 1 ed il dado


dell’alloggiamento dell’innesto 2 sulla metà sinistra del car-
ter.
• Usare l’utensile speciale per stringere il dado dell’alloggia-
mento dell’innesto della frizione alla coppia prescritta.
# 09930-40113: Attrezzo bloccaggio rotore
% Dado alloggiamento innesto: 70 N·m (7,0 kgf-m)

• Installare una nuova guarnizione 3 ed i grani di centraggio.

• Installare la copertura della frizione.


MOTORE 3-67

GENERATORE
• Ripulire dall’olio la porzione rastremata dell’albero motore.
• Installare la chiavetta.

• Installare la bobina dello statore 1 ed il sensore CKP 2.


• Inserire bene l’anello in gomma.

• Stringere il dado del rotore del generatore usando l’attrezzo


speciale alla coppia prescritta.
# 09930-40113: Attrezzo bloccaggio rotore
% Bullone generatore rotore: 160 N·m (16,0 kgf-m)

• Installare il filtro dell’olio in coppa.


NOTA:
Mettere la proiezione del filtro dell’olio in coppa nella concavità
del carter.

• Installare una guarnizione nuova.


3-68 MOTORE

• Installare la copertura del generatore.


NOTA:
Stringere il bullone del coperchio del generatore A insieme al
morsetto.

• Inserire le rondelle di guarnizione 3 ed i bulloni di unione sul


tubo flessibile 1 e sul tubo flessibile di ritorno 2.
NOTA:
Usare rondelle di guarnizione nuove.

• Collegare il tubo flessibile ed il tubo flessibile dell’olio di


ritorno al carter.
% Bullone giunzione tubo olio: 20 N·m (2,0 kgf-m)
Bullone giunzione tubo olio ritorno: 28 N·m (2,8 kgf-m)
MOTORE 3-69

FASCE ELASTICHE
• Installare i segmenti nell'ordine: segmento raschiaolio, 2°
segmento e quindi 1° segmento.
• Installare il distanziatore 1 del primo segmento per primo e
quindi l’anello laterale 2.

SCORRETTO

* Quando si installa il distanziatore, fare attenzione a


che le due estremità non si sovrappongano.
* Nell’installare un segmento, fare attenzione a non
danneggiare il pistone.
* Non aprire troppo un segmento, o si potrebbe rom-
pere.
CORRETTO

• Non scambiare il secondo segmento 3 col primo 4 e fare


caso al fatto che hanno una sezione diversa.

• Rivolgere il lato con un marchio verso l’alto. 1˚ segmento


Marchio

2˚ segmento

Marchio

• Installati tutti i segmenti, controllare che girino tutti senza SC.


intoppi.
• Per evitare una scadente compressione o la perdita di olio nel
cilindro, posizionare ciascun segmento con l’apertura come
visto qui a destra.
A Secondo segmento /segmento laterale (lato inferiore)
B Anello laterale (lato superiore)
C Primo segmento/distanziatore
ASP.
3-70 MOTORE

PISTONE
• Rivestire lo spinotto del pistone e la testa di biella con olio al
molibdeno.
( SOLUZIONE DI OLIO AL MOLIBDENO
• Rivolgere la rientranza sulla testata dei pistoni verso il lato di
scarico del cilindro ed installare i pistoni 1.

• Posare un panno pulito sotto il pistone ed inserire l’anello


elastico 2.

Usare un anello elastico nuovo.

CILINDRO
• Rivestire il piede di biella con olio.
• Installare i grani di centraggio 1 e una nuova guarnizione di
base dei cilindri 2.

Usare una guarnizione nuova.

• Rivestire la superficie interna del cilindro ed i segmenti con


olio motore ed innestare il cilindro.

Tenere la catena di distribuzione tirata verso l’esterno


così che non venga presa fra ruota dentata ed albero a
camme.
MOTORE 3-71

TESTATA CILINDRI
• Installare i grani di centraggio 1, la guarnizione di testa 2 e
la guida della catena di distribuzione 3 sul cilindro.

Usare una guarnizione nuova.

• Rivestire la filettatura dei bulloni della testata cilindri con olio


motore.
• Stringere i bulloni della testata cilindri 1 e 2 in ordine nume-
rico ascendente.
• Stringere i bulloni alla coppia prescritta in due fasi, prima leg-
germente e poi del tutto.

% Bulloni testata cilindri (M10) 1, 2


Stretta iniziale: 25 N·m (2,5 kgf-m)
Stretta finale: 53 N·m (5,3 kgf-m)
NOTA:
Bullone 1: 150 mm
Bullone 2: 155 mm
• Stringere bene i bulloni della testata cilindri 3.
% Bullone testata cilindro (M8) 3: 25 N·m (2,5 kgf-m)

• Sbloccare il nottolino del registro del tendicatena di distribu-


zione e spingere comprimendo l’asta del registro.
• Inserire l’utensile speciale nell’intervallo fra il corpo del regi-
stro del tendicatena e il nottolino.
• Installare il bullone del registro del tendicatena di distribu-
zione 4 e la rondella in rame 5.
# 09918-53810: Attrezzo di blocco tendicatena
% Bullone registro tendicatena distribuzione:
10 N·m (1,0 kgf-m)
NOTA:
Usare una ranella in rame nuova.
• Rivestire ambedue i lati della rondella della guarnizione 6
con olio motore.
• Stringere il bullone laterale della testata cilindri.
% Bullone laterale testata cilindri: 14 N·m (1,4 kgf-m)
NOTA:
Rivolgere il lato metallico della rondella della guarnizione verso
l’esterno.
Far passare il bullone laterale della testata cilindri attraverso la
catena di distribuzione.
3-72 MOTORE

ALBERO A CAMME
• Girare l’albero a camme in senso orario e postare il pistone
nel punto porto superiore. (!2-8)

• Prima di installare l’albero a camme sulla testata cilindri,


rivestire i perni di banco, le superfici delle camme ed i
supporti dei perni di banco con olio al molibdeno.
( OLIO AL MOLIBDENO
NOTA:
Prima di installare l’albero a camme, controllare che le punterie
siano bene installare.

• L’albero a camme di scarico e quello di aspirazione sono


distinti da punzonature.
Albero a camme di scarico: “B”
Albero a camme di aspirazione: “A”

Punzonature

• Far corrispondere la freccia (→) sulla ruota dentata della


ruota dentata di scarico “1” con la superficie della guarnizione
della testata cilindri.

ASP. SC.

• Far incontrare la freccia sulla ruota dentata “3” di aspirazione


con dello spinotto numero 15 contando dalla ruota dentata di
scarico “2”.
NOTA:
Non spostare l’albero motore sino a che i supporti dei perni di
ASP. SC.
banco ed il registro del tendicatena sono stati fissati.
MOTORE 3-73

POSIZIONE ALBERI A CAMME E RUOTE DENTATE

15
321
3-74 MOTORE

• Installare i grani di centraggio.

• Installare i supporti degli alberi di distribuzione e la guida della


catena di distribuzione.
• Posizionare a mano i supporti dell’albero a camme in modo
che siano a 1 – 2 mm dalle superfici di incontro con la testata
cilindri.
• Stringere i bulloni di ciascun albero a camme nell’ordine
numerico illustrato in figura.
% Bullone albero a camme 1: 10 N·m (1,0 kgf-m)
Bullone albero a camme 2: 10 N·m (1,0 kgf-m)
NOTA:
Installare il supporto dell’albero a camme nella posizione
corretta indicata dai marchi identificativi.
Albero a camme aspirazione: ASP.
Albero a camme scarico: SCAR.
• Sbloccare il registro del tendicatena di distribuzione.

COPERTURA TESTATA CILINDRI


• Installare una guarnizione nuova sulla copertura della testata
dei cilindri. 1216

• Rivestire la porzione semicircolare della guarnizione con


agente sigillante.

1216 "99000-31230: SUZUKI BOND “1216B”


NOTA:
Non tentare di rimuovere il grano di centraggio sul retro della
copertura della testata cilindri, dato che esso non può venire
tolto.
• Installare la copertura della testata cilindri.
• Rivestire ambedue i lati delle rondelle 3 con olio motore e
stringere i bulloni della testata cilindri.
% Bullone testata cilindri
Stretta iniziale: 10 N·m (1,0 kgf-m)
Stretta finale: 14 N·m (1,4 kgf-m)
MOTORE 3-75

INTERRUTTORE LIVELLO OLIO


• Installare l’interruttore del livello dell’olio.
% Bullone interruttore livello olio: 10 N·m (1,0 kgf-m)

MOTORINO AVVIAMENTO
• Installare il motorino di avviamento 1.
• Installare il tubo dell’acqua 2.
% Bullone motorino avviamento: 6 N·m (0,6 kgf-m)
SISTEMA DI TRAZIONE 4-1

SISTEMA DI TRAZIONE

INDICE
SISTEMA DI TRAZIONE ......................................................................4- 2
COSTRUZIONE ............................................................................4- 2
RIMOZIONE E SMONTAGGIO ....................................................4- 3
4
ISPEZIONE E SOSTITUZIONE ....................................................4- 4
MONTAGGIO E INSTALLAZIONE ..............................................4- 7
4-2 SISTEMA DI TRAZIONE

SISTEMA DI TRAZIONE
COSTRUZIONE

10 N.m
1 Ingranaggio conduttore finale
(1,0 kgf-m)
2 Ingranaggio N˚1
3 Ingranaggio N˚2
4 Ingranaggio N˚3
5 Ingranaggio condotto finale
6 Coperchio scatola ingranaggio finale
7 Scatola ingranaggio finale
8 Disco
9 Mozzo ingranaggio condotto finale
0 Paraolio destro
A Paraolio sinistro
B Paraolio
C Anello elastico

1 mm

2 mm

1 mm

1 mm
SISTEMA DI TRAZIONE 4-3

RIMOZIONE E SMONTAGGIO
• Rimuovere il paragambe laterale destro e quello sinistro.
(!9-12)
• Scaricare l’olio dell’ingranaggio finale. (!2-15)
• Rimuovere la ruota posteriore. (!9-48)
• Rimuovere il forcellone oscillante. (!9-59)
• Rimuovere il sensore del tachimetro 1 e la guida del fascio
fili 2.

• Rimuovere la scatola dell’ingranaggio finale.

• Rimuovere il cuscinetto dal motore.

• Rimuovere le spine di centraggio.

• Rimuovere i bulloni dalla scatola dell’ingranaggio finale in una


sequenza a croce.
4-4 SISTEMA DI TRAZIONE

• Rimuovere la guarnizione 3 e le spine di centraggio.


• Rimuovere quanto segue.
A Ingranaggio conduttore finale
B Ingranaggio N°1
C Ingranaggio N°2
D Ingranaggio N°3
E Ingranaggio condotto finale

• Rimuovere il tamburo dell’ingranaggio conduttore finale 4.

ISPEZIONE E SOSTITUZIONE
INGRANAGGI
Controllare se gli ingranaggi sono usurati o danneggiati.
Se si trovassero dei difetti, sostituire l’ingranaggio interessato
con uno nuovo.

PARAOLIO
Controllare se i paraolio sono danneggiati o usurati.
Se si trovassero dei difetti, sostituire quello interessato con uno
nuovo.
SISTEMA DI TRAZIONE 4-5

• Rimuovere il paraolio con l’attrezzo speciale.


" 09913-50121: Attrezzo rimozione paraolio

Sostituire il paraolio rimosso con uno nuovo.

• Installare il paraolio nuovo nella scatola dell’ingranaggio


finale.
• Applicare SUZUKI SUPER GRASE “A” ai paraolio.
# 99000-25010: SUZUKI SUPER GREASE “A”
NOTA:
La direzione del paraolio viene mostrata nell’illustrazione a pag.
4-2.

CUSCINETTI
Controllare manualmente il gioco del cuscinetto installato sulla
scatola dell’ingranaggio finale.
Far girare la corsa interna con un dito per controllare che non vi
siano rumori anormali e che il cuscinetto ruoti senza problemi.
Se si notano problemi, sostituire il cuscinetto con uno nuovo.

• Rimuovere il cuscinetto con l’attrezzo speciale.


" 09921-20240: Set rimozione cuscinetti

• Per facilitare la messa in posizione dell’utensile speciale,


togliere la piastra 1 che si trova presso il cuscinetto
dell’ingranaggio N°2.
• Rimuovere il cuscinetto con l’attrezzo speciale.
" 09921-20240: Set rimozione cuscinetti

Sostituire la piastra rimossa 1 con una nuova.


4-6 SISTEMA DI TRAZIONE

• Rimuovere il cuscinetto dell’ingranaggio condotto finale


usando l’utensile apposito.

• Rimuovere il cuscinetto dell’ingranaggio conduttore finale


utilizzando gli attrezzi speciali.
" 09941-64511: Attrezzo rimozione cuscinetti
09930-30104: Peso scorrevole

• Installare i cuscinetti sulla scatola dell’ingranaggio finale con


l’attrezzo speciale.
" 09913-70210: Set installazione cuscinetti

Sostituire il cuscinetto rimosso con uno nuovo.

• Installare la piastra 2 nel coperchio della scatola


dell’ingranaggio finale presso l’ingranaggio N°2, ed installare
il cuscinetto.

Installare la piastra 2 con la convessità A verso


l’alto.

TAMBURO INGRANAGGIO CONDOTTO FINALE


Controllare se il tamburo dell’ingranaggio finale condotto è
usurato o danneggiato. Se si trovassero dei difetti, sostituire il
tamburo dell’ingranaggio finale condotto con uno nuovo.
SISTEMA DI TRAZIONE 4-7

MONTAGGIO E INSTALLAZIONE
• Installare gli ingranaggi e il tamburo dell’ingranaggio finale
condotto nel coperchio della scatola dell’ingranaggio finale.
• Installare i grani di centraggio 1 ed una nuova guarnizione.
• Applicare SUZUKI SUPER GREASE “A” alla scanalatura
dell’ingranaggio conduttore finale.
# 99000-25010: SUZUKI SUPER GREASE “A”

• Installare la scatola dell’ingranaggio finale.


• Stringere i bulloni della scatola dell’ingranaggio finale alla
coppia specificata.
$ Bullone scatola ingranaggio finale: 10 N·m (1,0 kgf-m)

• Applicare SUZUKI SUPER GRASE “A” ai cuscinetti.


• Installare il cuscinetto all’albero conduttore.
# 99000-25010: SUZUKI SUPER GREASE “A”

• Installare la scatola dell’ingranaggio finale.


• Rimuovere i bulloni di montaggio dell’ammortizzatore poste-
riore.
$ Bullone montaggio ammortizzatore posteriore:
29 N·m (2,9 kgf-m)

• Installare il sensore del tachimetro 2 e la guida del fascio fili


3.
• Stringere il bullone del sensore del tachimetro alla coppia
specificata.
$ Bullone sensore tachimetro: 10 N·m (1,0 kgf-m)
NOTA:
Applicare grasso all’O-ring del sensore del tachimetro prima di
installare il sensore alla scatola dell’ingranaggio finale.
4-8 SISTEMA DI TRAZIONE

• Fissare il tubo di sfiato 4 ed il fascio fili del tachimetro 5.

• Installare il forcellone oscillante. (!9-61)


• Installare la marmitta. (!3-11)
• Installare la ruota posteriore. (!9-56)
• Installare i paragambe destro e sinistro.
• Aggiungere olio dell’ingranaggio finale. (!2-16)
CVT 5-1

CVT

INDICE
RIMOZIONE ED INSTALLAZIONE GRUPPO CVT .............................5- 2
RIMOZIONE GRUPPO CVT .........................................................5- 2
INSTALLAZIONE GRUPPO CVT ................................................5- 4
SMONTAGGIO E RIMONTAGGIO CVT ..............................................5- 5
SMONTAGGIO CVT .....................................................................5- 6 5
ISPEZIONE CVT ..........................................................................5-11
REGOLAZIONE SPESSORE PULEGGIA PRIMARIA CVT ........5-16
RIMONTAGGIO CVT ...................................................................5-19
5-2 CVT

RIMOZIONE ED INSTALLAZIONE GRUPPO CVT


RIMOZIONE GRUPPO CVT
• Rimuovere il gruppo motore.
RIMOZIONE MOTORE !3-3

• Rimuovere la staffa 1.

• Rimuovere i bulloni 2 e 3.

• Installare l’utensile speciale nel modo mostrato in figura.


" 09920-31050: Guida CVT
CVT 5-3

• Rimuovere i bulloni di montaggio del CVT.

• Rimuovere il gruppo CVT.


5-4 CVT

INSTALLAZIONE GRUPPO CVT


• Rimuovere il tappo di controllo della sincronizzazione delle
valvole 1.

• Installare l’utensile speciale sul motore nel modo illustrato in


figura.
• Applicare SUZUKI MOLY PASTE all’albero dell’ingranaggio
condotto primario e all’albero della frizione.
" 09920-31050: Guida CVT
#99000-25140: SUZUKI MOLY PASTE

• Innestare la scanalatura ed installare il gruppo CVT girando


lentamente l’albero motore.

• Installare la staffa 2.
• Stringere il bullone di montaggio del radiatore alla coppia
specificata.
$ Bullone installazione CVT: 50 N·m (5,0 kgf-m)

• Installare il tappo di controllo della sincronizzazione delle


valvole 3.
INSTALLAZIONE MOTORE !3-10
CVT 5-5

SMONTAGGIO E RIMONTAGGIO CVT

1 Dado albero puleggia secondaria 0 Gruppo puleggia primaria I Anello elastico


2 Adattatore albero puleggia secondaria A Spessore J Ingranaggio intermedio puleggia
3 O-ring B O-ring
4 Bullone albero puleggia primaria C Cuscinetto K Sensore rivoluzione puleggia secondaria
scivolamento primaria

5 Adattatore albero puleggia primaria D Paraolio L Motore CVT


6 Scatola CVT E Rondella M Coperchio CVT
7 Cuscinetto F Gruppo puleggia secondaria N Filtro CVT
8 O-ring G Ventola puleggia secondaria O Bullone arresto puleggia primaria
9 Cinghia CVT H Cuscinetto P Sensore posizione puleggia
5-6 CVT

SMONTAGGIO CVT
ALLOGGIAMENTO E COPERCHIO CVT
• Rimuovere il sensore della posizione della puleggia 1.

• Rimuovere il sensore delle rivoluzioni della puleggia


secondaria 2.

• Rimuovere il motore CVT.

• Rimuovere il coperchio del filtro CVT.

• Rimuovere il filtro CVT.


CVT 5-7

• Rimuovere il dado dell’albero della puleggia secondaria


tenendo fermo l’albero con gli utensili speciali.
" 09920-31020: Manico di estensione
09920-31030: Arresto albero puleggia secondario CVT

• Rimuovere l’adattatore dell’albero secondario con un


estrattore per cuscinetti.

• Rimuovere il bullone dell’albero della puleggia primaria


tenendo fermo l’albero con gli utensili speciali.
" 09920-31010: Arresto albero puleggia primaria CVT
09920-31020: Manico di estensione

• Avvitare l’utensile speciale e rimuovere l’adattatore dell’albero


della puleggia primaria.
" 09920-31040: Utensile rimozione adattatore albero
puleggia primaria
5-8 CVT

• Separare il gruppo CVT usando viti da 6 mm.


NOTA:
Per separare il gruppo CVT, rivolgere il lato destro verso il
basso.

• Dopo aver separato il gruppo CVT, rimuovere l’alloggiamento


del CVT con l’utensile speciale.
" 09920-13120: Separatore carter

La piastra dell'attrezzo di separazione del carter è


parallela alla superficie dell'estremità del carter CVT.

Quando si assiste l’interno del gruppo CVT, portare


sempre guanti protettivi puliti.

• Rimuovere le spine di centraggio.


CVT 5-9

GRUPPO PULEGGIA SECONDARIA


• Rimuovere la rondella 1 dall’albero della puleggia
secondaria.

• Girare in direzione oraria l’ingranaggio intermedio della


puleggia di scivolamento primaria ed aprire del tutto la
puleggia primaria.

• Rimuovere l’ingranaggio intermedio delle pulegge di


scivolamento primarie 2 e 3.

• Posare un pezzo di panno pulito sulle face della puleggia


primaria per evitare che si graffino.

• Rimuovere il gruppo della puleggia secondaria.

Fare attenzione a non graffiare le superfici della


puleggia quando entrano in contatto.
5-10 CVT

CINGHIA CVT
• Posare un panno pulito sulla superficie di incontro del
coperchio del CVT per evitare che la cinghia CVT si graffi.

• Rimuovere la cintura CVT.

• Fare un marchio che indichi la direzione sulla cintura CVT.

PULEGGIA PRIMARIA
• Rimuovere il bullone di arresto della puleggia primaria A.
NOTA:
Se si sostituisce la sola cintura CVT, la rimozione della puleggia
primaria non è necessaria. (INSTALLAZIONE CINGHIA CVT
!5-20)

• Rimuovere il gruppo della puleggia primaria.


CVT 5-11

• Rimuovere lo spessore 1 e l’O-ring 2.

ISPEZIONE CVT
ISPEZIONE PULEGGIA PRIMARIA
• Controllare che le facce della puleggia primaria siano libere
da qualsiasi sostanza grassa.
• Controllare le facce della puleggia primaria per vedere se vi
sono graffi o segni di usura.

Se la superficie è sporca, sgrassarla bene.

• Se si trovano danni, sostituire il gruppo della puleggia


secondaria con un pezzo nuovo.
• Sostituire l’O-ring con uno nuovo.

ISPEZIONE PULEGGIA SECONDARIA


• Controllare le facce della puleggia secondaria per vedere se
vi sono graffi o segni di usura.
• Se si trovano danni, sostituire il gruppo della puleggia
secondaria con un pezzo nuovo.
• Controllare che le facce della puleggia secondaria siano
libere da qualsiasi sostanza grassa.

Se la superficie è sporca, sgrassarla bene.


5-12 CVT

• Fare ruotare la corsa esterna del cuscinetto con un dito per


controllare se vi è gioco anormale, se il cuscinetto e rumoroso
e se ruota senza problemi.
• Controllare la ventola della puleggia secondaria per trovare
crepe o danni.
• Sostituire il cuscinetto o la ventola della puleggia secondaria
se c’è qualcosa di insolito.

SMONTAGGIO PULEGGIA SECONDARIA


• Rimuovere la ventola della puleggia secondaria 1.

• Rimuovere l’anello elastico 2.


" 09900-06107: Pinza per anelli elastici

• Rimuovere il cuscinetto con un estrattore per cuscinetti.

MOTORE CVT
• Quando si reinstalla l’ingranaggio del motore CVT, allineare il
foro A con il foro dell’albero del motore e per installare la
spina di centraggio.
CVT 5-13

RIMONTAGGIO PULEGGIA SECONDARIA


• Mettere in posizione l’utensile speciale ed installare un nuovo
cuscinetto con una pressa idraulica.
Cuscinetto
" 09913-75810: Set installazione cuscinetti

Sostituire il cuscinetto rimosso con uno nuovo.

• Installare l’anello elastico.


" 09900-06107: Pinza per anelli elastici

• Applicare THREAD LOCK “1342” ai bulloni della ventola della


puleggia secondaria e stringerli.
% 99000-32050: THREAD LOCK “1342”

ISPEZIONE CINGHIA CVT


• Controllare che la cinghia di trazione sia completamente
sgrassata.
• Controllare se la cinghia CVT ha crepe o usura irregolare.
• Se si riscontrassero dei difetti, sostituire la cintura CVT con un
pezzo nuovo.

* Se la cintura CVT è grassa, sostituirla con un pezzo


nuovo.
* Non spruzzare un solvente direttamente sulla
cinghia CVT.
5-14 CVT

ISPEZIONE ALLOGGIAMENTO E COPERCHIO CVT


• Sostituire il paraolio 1 con un altro nuovo.

Sostituire i paraolio ogni volta che il gruppo CVT viene


separato.

• Fare ruotare il cuscinetto con un dito per controllare se vi è


gioco anormale, se il cuscinetto è rumoroso e se ruota senza
problemi.
• Sostituire il cuscinetto se vi fosse una qualsiasi anomalia.

• Sostituire l’O-ring con uno nuovo.


• Applicare SUZUKI SUPER GREASE “A” all’O-ring ed
installarlo.
& 99000-25030: SUZUKI SUPER GREASE “A”
(USA)
99000-25010: SUZUKI SUPER GREASE “A”
(Altri paesi)

• Pulire bene l’alloggiamento da sporco e sigillante.

SMONTAGGIO ALLOGGIAMENTO E COPERCHIO CVT


• Rimuovere il fermo del cuscinetto 1.
CVT 5-15

• Rimuovere il cuscinetto con l’attrezzo speciale.


" 09921-20240: Set rimozione cuscinetti

• Rimuovere il cuscinetto insieme col paraolio utilizzando


l’utensile speciale.
" 09913-70210: Set installazione cuscinetti

RIMONTAGGIO ALLOGGIAMENTO E COPERCHIO CVT


• Installare i cuscinetti con l’utensile speciale.
" 09913-70210: Set installazione cuscinetti

• Installare il fermo del cuscinetto 1.

• Installare il paraolio ed il cuscinetto con l’attrezzo speciale.


" 09913-70210: Set installazione cuscinetti
5-16 CVT

ISPEZIONE INGRANAGGIO INTERMEDIO PULEGGIA


SCIVOLAMENTO PRIMARIA
• Controllare se gli ingranaggi sono usurati o danneggiati.
• Fare ruotare il cuscinetto con un dito per controllare se vi è
gioco anormale, se il cuscinetto e rumoroso e se ruota senza
problemi.
• Se si trovano usura o danni, sostituire il gruppo
dell’ingranaggio intermedio con un pezzo nuovo.

REGOLAZIONE SPESSORE PULEGGIA


PRIMARIA CVT

Se la puleggia primaria CVT, l’alloggiamento del CVT o


il coperchio del CVT vengono sostituiti, installare uno
spessore il cui spessore è stato regolato con la
procedura specificata.

MISURAZIONE PROFONDITA’ COPERCHIO CVT


• Fissare bene il coperchio del CVT con la superficie di incontro
posizionata orizzontalmente.
• Con un righello posato sulla superficie di incontro, misurare la
profondità D della faccia A del coperchio con cui la puleggia
primaria entra in contatto usando un calibro a cursore.
• Misurare la profondità D in tre punti e annotare il valore
misurato D1, D2 e D3 .
" 09900-20102: Calibro a cursore

MISURAZIONE ALTEZZA PULEGGIA PRIMARIA


• Installare il gruppo della puleggia primaria sull’alloggiamento
del CVT.

• Installare l’adattatore dell’albero della puleggia primaria con


l’attrezzo apposito.
" 09913-60910: Estrattore cuscinetti o
09913-61110: Estrattore cuscinetti o
09913-61510: Estrattore cuscinetti
CVT 5-17

• Stringere il bullone dell’albero della puleggia primaria alla


coppia prescritta con gli utensili speciali.
$ Bullone albero puleggia primaria: 64 N·m (6,4 kgf-m)
" 09920-31010: Supporto albero puleggia primaria CVT
09920-31020: Manico di estensione

• Fissare bene l’alloggiamento del CVT con la superficie di


incontro posizionata orizzontalmente.
• Con un righello posato sulla superficie di incontro
dell’alloggiamento, misurare l’altezza H della faccia B della
puleggia primaria usando un calibro a cursore.
• Misurare la profondità H in tre punti e annotare il valore
misurato H1, H2 e H3.
" 09900-20102: Calibro a cursore

D H
5-18 CVT

SELEZIONE SPESSORE
• Ottenere la profondità media Da facendo una media di D1, D2 e D3 .
• Ottenere la profondità media Ha facendo una media di H1, H2 e H3 .
• Ottenere il valore X sottraendo Da da Ha.
• Usare la tabella che segue, scegliere lo spessore appropriato facendo riferimento al valore X.

TABELLA DI SELEZIONE SPESSORI

SPESSORE DELLO SPESSORE VALORE X


0,12 mm 3,12 – 3,31 mm
0,32 mm 3,32 – 3,51 mm
0,52 mm 3,52 – 3,71 mm
0,72 mm 3,72 – 3,91 mm
0,92 mm 3,92 – 4,11 mm
1,12 mm 4,12 – 4,31 mm
1,32 mm 4,32 – 4,51 mm

NOTA:
Gli spessori sono disponibili in gruppo (21746-10G00).

ESEMPIO:

Profondità coperchio CVT D1 = 125,35 mm


D2 = 125,15 mm
D3 = 125,25 mm
Profondità media Da = (125,35 + 125,15 + 125,25) ÷ 3
= 125,25 mm

Altezza puleggia primaria H H1 = 121,45 mm


H2 = 121,60 mm
H3 = 121,45 mm
Profondità media Ha = (121,45 +121,60 +121,45) ÷ 3
= 121,50 mm

Valore X = Da – Ha
= 125,25 mm – 121,50 mm
= 3,75 mm

* Scegliere lo spessore da 0,72 mm.


CVT 5-19

RIMONTAGGIO CVT
RIMONTAGGIO PULEGGIA PRIMARIA

Portare guanti protettivi.

• Sgrassare l’interno del coperchio CVT e della scatola CVT


con un solvente ed un panno pulito.

• Installare l’O-ring 1 e lo spessore 2.

Se la puleggia primaria CVT, l’alloggiamento del CVT o


il coperchio del CVT vengono sostituiti, installare uno
spessore il cui spessore è stato regolato con la
procedura specificata.

• Girare l’ingranaggio della puleggia di scivolamento e chiudere


la puleggia primaria.

• Allineare l’intaglio B dell’albero filettato con la protrusione A.

Sgrassare bene le facce della puleggia primaria.


5-20 CVT

NOTA:
Il coperchio della puleggia primaria ha la protrusione A e quella
C.

• Girare il coperchio della puleggia primaria di 180° lungo la


scanalatura dell’albero filettato ed allineare l’intaglio B con le
posizioni D o E del coperchio della puleggia primaria.

• Con l’intaglio B allineato col foro del bullone di arresto F del


coperchio CVT, posizionare il gruppo della puleggia primaria
sul coperchio del CVT.

• Controllare che l’albero filettato sia nella posizione corretta


controllando la posizione dell’intaglio B visto dal foro del
bullone di arresto F.
• Stringere il bullone di arresto alla coppia prescritta.
$ Bullone arresto puleggia primaria 36 N·m (3,6 kgf-m)

INSTALLAZIONE CINGHIA CVT


• Installare temporaneamente l’ingranaggio intermedio della
puleggia di scivolamento primaria.
• Girare l’ingranaggio intermedio in direzione oraria ed aprire
del tutto la puleggia primaria.
CVT 5-21

• Posare un panno pulito sulla superficie di incontro con


l’alloggiamento CVT per evitare che la cintura CVT riporti
graffi.

• Installare la cintura CVT in modo che il marchio di direzione


sulla cintura CVT punti nella normale direzione di rotazione.

Non toccare mai le pareti della cintura CVT.

• Posare un pezzo di panno pulito sulle face della puleggia


primaria per evitare che si graffino.

PULEGGIA SECONDARIA
• Installare il gruppo della puleggia secondaria.
• Rimuovere i panni.

* Sgrassare bene le facce della puleggia secondaria.


* Fare attenzione a non graffiare le superfici della
puleggia che entrano in contatto.

• Controllare che la puleggia secondaria si trovi all’interno


rispetto alla puleggia primaria.
5-22 CVT

• Controllare che la cintura CVT sia parallela alla faccia di


incontro del coperchio CVT.

• Installare l’ingranaggio intermedio della puleggia di


scivolamento 1 e 2.

• Girare l’ingranaggio intermedio sino a che le facce della


puleggia primaria toccano la cinghia CVT.

• Controllare che il movimento della cinghia CVT sia scorrevole


girando ambedue le pulegge.

• Installare la rondella della puleggia secondaria 3.


CVT 5-23

ALLOGGIAMENTO/COPERCHIO CVT
• Pulire la superficie di incontro dell’alloggiamento/coperchio
del CVT con un solvente.
• Inserire i grani di centraggio.

• Applicare una piccola quantità di SUZUKI SUPER GREASE


alla scanalatura del grasso A dell’albero della puleggia
principale.
& 99000-25030: SUZUKI SUPER GREASE “A”
(USA)
99000-25010: SUZUKI SUPER GREASE “A”
(Altri paesi)

Non applicare grasso sotto la scanalatura A.

• Coprire l’albero della puleggia secondaria con una pellicola in


vinile per evitare danni al paraolio.

• Applicare una piccola quantità di olio motore al labbro


principale B del paraolio.
' OLIO MOTORE

• Applicare SUZUKI BOND “1215” alle superfici di incontro


dell’alloggiamento del CVT.
( 99000-31110: SUZUKI BOND “1215”
NOTA:
* Pulire le superfici di contatto da umidità, polvere ed altri
materiali estranei.
* Applicare uno strato sottile ed uniforme ed unire il coperchio e
l’alloggiamento del CVT entro alcuni minuti.
5-24 CVT

• Stringere i bulloni del coperchio del CVT in diagonale ed alla


coppia specificata.
$ Bullone coperchio CVT: 22 N·m (2,2 kgf-m)
NOTA:
Montare il morsetto sul bullone A.

• Applicare SUZUKI SUPER GREASE “A” all’adattatore


dell’albero della puleggia primaria.
& 99000-25030: SUZUKI SUPER GREASE “A”
(USA)
99000-25010: SUZUKI SUPER GREASE “A”
(Altri paesi)

• Installare l’adattatore dell’albero della puleggia primaria con


l’utensile speciale.
" 09913-60910: Estrattore cuscinetti o
09913-61110: Estrattore cuscinetti o
09913-61510: Estrattore cuscinetti

• Applicare THREAD LOCK SUPER “1360” al bullone


dell’albero della puleggia primaria.
) 99000-32130: THREAD LOCK SUPER “1360”

• Stringere il bullone dell’albero della puleggia primaria alla


coppia prescritta con gli utensili speciali.
$ Bullone albero puleggia primaria: 64 N·m (6,4 kgf-m)
" 09920-31010: Supporto albero puleggia primaria CVT
09920-31020: Manico di estensione
CVT 5-25

• Applicare una piccola quantità di olio motore al cuscinetto


della puleggia secondaria.
• Ingrassare l’adattatore dell’albero della puleggia secondaria.
' OLIO MOTORE
& 99000-25030: SUZUKI SUPER GREASE “A”
(USA)
99000-25010: SUZUKI SUPER GREASE “A”
(Altri paesi)

• Installare l’utensile speciale sull’albero della puleggia


secondaria.
" 09910-32850: Accessorio attrezzo installazione albero
motore

• Inserire a pressione l’adattatore dell’albero della puleggia


secondaria con l’utente speciale.
" 09910-32812: Attrezzo installazione albero motore

• Applicare THREAD LOCK SUPER “1360” al dado dell’albero


della puleggia secondaria.
) 99000-32130: THREAD LOCK SUPER “1360”

• Stringere il dado dell’albero della puleggia secondaria alla


coppia prescritta con gli utensili speciali.
$ Dado albero puleggia secondaria: 226 N·m (22,6 kgf-m)
" 09920-31020: Manico di estensione
09920-31030: Supporto albero puleggia secondaria
CVT
5-26 CVT

• Pulire il filtro CVT con aria compressa.

• Installare il filtro CVT.

• Installare il coperchio del filtro CVT.


• Montare il morsetto sul bullone A.

• Installare il motore CVT.


NOTA:
Fare attenzione alla direzione del motore CVT.

• Installare il sensore di rivoluzione della puleggia secondaria.


CVT 5-27

• Installare il sensore di posizione della puleggia 1 col sensore


spinto verso il lato dell’albero della puleggia primaria.

PROCEDURE DI RODAGGIO CINGHIA CVT


• È necessario permettere alla cinghia CVT di “rodarsi” prima di
assoggettare il CVT allo sforzo massimo.
Regime di rodaggio del motore
Primi 800 km: Meno di 4 000 giri per minuto
NOTA:
Quando la cintura CVT è nuova, il regime del motore può
cambiare bruscamente durante l’accelerazione perché la cintura
è ancora troppo liscia.

POSIZIONE MORSETTO

30˚

35˚

30˚
SISTEMA FI/CVT 6-1

SISTEMA FI/CVT

INDICE
PRECAUZIONI MANUTENZIONE ....................................................................................6- 2
PARTI ELETTRICHE ..............................................................................................6- 2
PROCEDURA DI CONTROLLO DEI CIRCUITI ELETTRICI .................................6- 5
USO DEI TESTER ..................................................................................................6- 8
CARATTERISTICHE TECNICHE SISTEMA FI ................................................................6- 9
TEMPO INIEZIONE (VOLUME INIEZIONE) ..........................................................6- 9
COMPENSAZIONE TEMPO INIEZIONE (VOLUME) .............................................6-10
CONTROLLO ARRESTO INIEZIONE ....................................................................6-10
POSIZIONE PARTI SISTEMA FI ...........................................................................6-11
SCHEMA ELETTRICO SISTEMA FI ......................................................................6-13
CARATTERISTICHE TECNICHE SISTEMA CVT ............................................................6-14 6
POSIZIONE PARTI SISTEMA CVT .......................................................................6-15
FUNZIONE DI AUTODIAGNOSI .......................................................................................6-18
MODO UTENTE .....................................................................................................6-18
MODO CONCESSIONARIO ...................................................................................6-19
REGOLAZIONE SENSORE POSIZIONE ACCELERATORE ...............................6-20
FUNZIONE DI SICUREZZA ..............................................................................................6-21
DIAGNOSTICA SISTEMA FI/CVT ....................................................................................6-22
ANALISI RECLAMI CLIENTI .................................................................................6-22
PROCEDURE DI AUTODIAGNOSI .......................................................................6-24
PROCEDURA DI INIZIALIZZAZIONE AUTODIAGNOSI .......................................6-24
CODICE DISFUNZIONI E DISFUNZIONI ...............................................................6-25
DISFUNZIONE CIRCUITO SENSORE CMP “C11” ..............................................6-27
DISFUNZIONE CIRCUITO SENSORE CKP “C12” ...............................................6-28
DISFUNZIONE CIRCUITO SENSORE IAP “C13” ................................................6-29
DISFUNZIONE CIRCUITO SENSORE TP “C14” ..................................................6-31
DISFUNZIONE CIRCUITO SENSORE ECT “C15” ...............................................6-33
DISFUNZIONE CIRCUITO SENSORE VELOCITA’ “C16” ...................................6-34
DISFUNZIONE CIRCUITO SENSORE IAT “C21” .................................................6-36
DISFUNZIONE CIRCUITO SENSORE AP “C22” .................................................6-37
DISFUNZIONE CIRCUITO SENSORE TO “C23” .................................................6-39
DISFUNZIONE SISTEMA ACCENSIONE “C24” o “C25” ....................................6-40
DISFUNZIONE INIEZIONE CARBURANTE “C32” o “C33” .................................6-40
MALFUZIONAMENTO CIRCUITO VALVOLA IAC “C40” ....................................6-41
DISFUNZIONE CIRCUITO RELÈ FP “C41” ..........................................................6-41
DISFUNZIONE CIRCUITO INTERRUTTORE IG “C42” ........................................6-41
MALFUNZIONAMENTO CIRCUITO SENSORE HO2 (HO2S)
(E-02, 19) “C44” .....................................................................................................6-42
MALFUNZIONAMENTO CIRCUITO COMUNICAZIONE
SERIALE CVT “C50” .............................................................................................6-44
MALFUNZIONAMENTO CIRCUITO MOTORE CVT “C51” ..................................6-45
MALFUNZIONAMENTO CIRCUITO SENSORE POSIZIONE
PULEGGIA (PPS) CVT “C52” ...............................................................................6-47
DISFUNZIONE CIRCUITO SENSORE VELOCITA’ CVT “C53” ...........................6-49
MALFUNZIONAMENTO CIRCUITO SENSORE RIVOLUZIONE
PULEGGIA SECONDARIA CVT “C54” .................................................................6-51
MALFUNZIONAMENTO CIRCUITO SEGNALE RIVOLUZIONE
MOTORE CVT “C55” .............................................................................................6-53
MALFUNZIONAMENTO CIRCUITO SEGNALE POSIZIONE
ACCELERATORE CVT “C56” ...............................................................................6-54
DISACCORDO RAPPORTO RIDUZIONE CVT “C58” ..........................................6-55
SENSORI ................................................................................................................6-56
6-2 SISTEMA FI/CVT

PRECAUZIONI MANUTENZIONE
Quando si maneggiano i componenti del sistema FI/CVT oppure
si esegue la manutenzione del sistema stesso, osservare
quanto descritto di seguito.

PARTI ELETTRICHE
CONNETTORE/ACCOPPIATORE
• Quando si collega un connettore, accertarsi di premere fino
Clic
ad avvertire uno scatto.
• Con un accoppiatore del tipo a fermo, accertarsi di rilasciare il
fermo prima di scollegarlo e di spingere fino ad avvertire uno
scatto quando lo si collega.
• Quando si scollega l’accoppiatore, accertarsi di afferrare il
corpo dell’accoppiatore e di non tirare i fili.
• Controllare se i terminali di ciascun connettore/accoppiatore
sono allentati o piegati.
• Controllare se i terminali sono corrosi o sporchi.
Clic
I terminali non devono presentare segni di sporco o
corrosione che potrebbero impedire un contatto
soddisfacente.

• Controllare i collegamenti del circuito di ciascun cablaggio


scrollandolo leggermente con una mano. Riparare o sostituire
se si verificano delle condizioni anormali.

• Quando si eseguono delle misurazioni sui connettori elettrici


utilizzando le sonde di un tester, accertarsi di inserire le
sonde dal lato del cablaggio (lato posteriore) del
connettore/accoppiatore.

Accoppiatore
Sonda
SISTEMA FI/CVT 6-3

• Quando si inseriscono le sonde sul lato dei terminali


dell’accoppiatore (quando ciò è impossibile sul lato del
cablaggio), prestare particolare attenzione a non piegare il
terminale maschio e a non aprire il terminale femmina.
Collegare la sonda come indicato per evitare di aprire il
terminale femmina.
Accoppiatore
Non collegare mai la sonda nella posizione di inserimento del Sonda
terminale maschio. Dove va il
• Controllare se i terminali maschio sono piegati e se i terminali terminale maschio
femmina sono eccessivamente aperti. Controllare anche se
sono bloccati (allentati), corrosi, sporchi, ecc.

FUSIBILI
• Quando un fusibile salta, investigare sempre la causa,
riparare e quindi sostituire il fusibile.
• Non utilizzare un fusibile di capacità diversa da quella
dell’originale.
• Non utilizzare un filo o un altro sostituto per il fusibile.

ECM/UNITA’ DI CONTROLLO CVT/SENSORI VARI


• Dato che ciascun componente è una parte di alta precisione, SCORRETTO
prestare attenzione a non sottoporre tali componenti ad urti
violenti durante le fasi di rimozione e di installazione.

• Fare attenzione a non toccare i terminali elettrici


dell/ECM/unità di controllo CVT. L’elettricità statica del corpo
potrebbe danneggiare il componente.
6-4 SISTEMA FI/CVT

• Quando si collega o si scollega un accoppiatore INTERRUTTORE DI ACCENSIONE


dell’ECM/unità di controllo CVT, accertarsi di portare
l’interruttore di accensione su OFF per evitare danni alle parti
elettroniche.

• Non collegare la batteria con le polarità invertite. Tale SCORRETTO


collegamento danneggia istantaneamente i componenti del
sistema FI/unità di controllo CVT non appena l’alimentazione
viene attivata.

• Non rimuovere i terminali della batteria col motore acceso.


Se si rimuove un terminale col motore acceso, ciò causa una
forza elettromotrice inversa che viene quindi applicata
all’ECM/unità di controllo CVT causando gravi danni.

• Prima di misurare il voltaggio su un qualsiasi terminale


dell’impianto elettrico, controllare che il voltaggio della
batteria sia 11 V o più alto. Il controllo dei terminali con un
voltaggio della batteria insufficiente può causare diagnosi
errate.

• Non collegare mai un qualsiasi tester (voltmetro, amperometro, o simili) all’ECM/unità di controllo CVT
quando il suo accoppiatore è scollegato. Altrimenti, si potrebbe danneggiare l’ECM/unità di controllo CVT.
• Non collegare mai un ohmmetro all’ECM/unità di controllo CVT quando il suo accoppiatore è ad esso
collegato. Ciò potrebbe causare danni all’ECM/unità di controllo CVT ed ai sensori.
• Accertarsi di utilizzare un voltmetro/ohmmetro di tipo specificato. In caso contrario non sarà possibile
ottenere misurazioni accurate e sarà possibile incorrere in lesioni personali.
SISTEMA FI/CVT 6-5

PROCEDURA DI CONTROLLO DEI CIRCUITI


ELETTRICI
Per quanto vi siano vari metodi di controllo dei circuiti elettrici,
quello qui descritto è un metodo generale per il controllo di
circuiti aperti o in corto mediante un ohmmetro ed un voltmetro.
CONTROLLO CIRCUITI APERTI
Le cause probabili per i circuiti aperti sono descritte di seguito.
Controllare con particolare attenzione i connettori/accoppiatori
ed i terminali in quanto questi sono molto spesso la causa di un
circuito aperto.
• Collegamento allentato di un connettore/accoppiatore
• Contatto scadente del terminale (ciò dovuto a sporco,
corrosione o ruggine, tensione contatti scadente, materiali
estranei, ecc.)
• Cablaggio aperto
• Collegamento scadente tra il filo ed il terminale
• Scollegare il cavo negativo dalla batteria.
• Controllare se il collegamento dei connettori/accoppiatori ad
entrambe le estremità del circuito che viene controllato sono
allentati. Controllare anche la chiusura dell’accoppiatore se
questo fosse fornito di fermo.
Sensore
ECM

Vedere se vi sono contatti scadenti.

• Utilizzando un terminale maschio di prova, controllare la


tensione dei terminali femmina del circuito che viene Controllare la qualità dei
controllato. contatti inserendo e
Controllare visivamente ciascun terminale per contatti togliendo i connettori.
scadenti (causati da sporco, corrosione, ruggine, ingresso di
materiali estranei, ecc.). Controllare anche che ciascun
terminale sia completamente inserito nell’accoppiatore e
bloccato. Controllare se i terminali
Se la tensione di contatto non fosse sufficiente, aumentare la sono piegati o allineati
scorrettamente.
tensione del terminale oppure sostituire il terminale stesso.
I terminali non devono presentare segni di sporco o
corrosione che potrebbero impedire un contatto
soddisfacente.
• Utilizzando le procedure di controllo della continuità e del
voltaggio descritte di seguito, controllare se vi fosse un
circuito aperto o un contatto scadente sui terminali del
cablaggio. Localizzare quindi il difetto, se presente.

Allentamenti o distorsioni
Interruzioni
Cavo danneggiato (pochi filamenti rimasti)
6-6 SISTEMA FI/CVT

CONTROLLO CONTINUITÀ
• Misurare la resistenza tra i terminali dell’accoppiatore B (tra
le posizioni A e C indicate in figura).
Se non viene indicata alcuna continuità (resistenza infinita o ECM
comunque oltre il limite della scala), ciò significa che il circuito
tra i terminali A e C è aperto.

• Scollegare l’accoppiatore B e misurare la resistenza tra A e ’


B.
Se non viene indicata alcuna continuità, ciò significa che il
circuito tra A e B è aperto. Se viene indicata continuità, il ECM
circuito è aperto tra B’ e C oppure l’accoppiatore B’ o C è
difettoso.

CONTROLLO VOLTAGGIO
Se il circuito che viene controllato è sotto tensione, il controllo
del voltaggio può essere utilizzato anche come controllo della
continuità.
• Con tutti i connettori/accoppiatori collegati e voltaggio
applicato al circuito controllato, misurare il voltaggio tra
ciascun terminale e massa.

Se le misurazioni sono eseguite come indicato nella figura a


destra ed i risultati sono come indicato in basso, ciò significa che
il circuito è aperto tra i terminali A e B.
Voltaggio tra:
C e massa: Circa 5 V
B e massa: Circa 5 V
A e massa: 0V

5V

5V
Inoltre, se i valori sono quelli indicati in basso, ciò significa che vi
0V 5V
è una resistenza (anomalia) che causa il calo di voltaggio nel
circuito tra i terminali A e B.
Voltaggio tra:
C e massa: Circa 5V
B e massa: Circa 5V caduta di 2 V
A e massa: 3V
SISTEMA FI/CVT 6-7

CONTROLLO CORTOCIRCUITI (CABLAGGIO-MASSA)


• Scollegare il cavo negativo dalla batteria.
Alle altre
• Scollegare i connettori/accoppiatori ad entrambe le estremità
parti
del circuito che viene controllato.
NOTA:
Se il circuito da controllare è collegato ad altre parti come
indicato, scollegare tutti i connettori/accoppiatori di tali parti. In
caso contrario la diagnosi non sarà accurata.
• Misurare la resistenza tra il terminale ad una estremità del
circuito (terminale A in figura) e massa. Se viene indicata
continuità, ciò significa che vi è un cortocircuito verso massa Altre parti
tra i terminali A e C.
5V

• Scollegare il connettore/accoppiatore incluso nel circuito


(accoppiatore B) e misurare la resistenza tra il terminale A e Alle altre
parti
massa.
ECM
Se viene indicata continuità, ciò significa che vi è un
cortocircuito verso massa tra i terminali A e B.
6-8 SISTEMA FI/CVT

USO DEI TESTER


• Utilizzare il multitester Suzuki (09900-25008).
• Utilizzare il tester con delle batterie ben cariche.
• Accertarsi di impostare la gamma di misurazione corretta del
tester.

USO DI UN TESTER TESTER MULTICIRCUITO


• Il collegamento scorretto delle sonde + e - può causare
danni all’interno del tester.
• Se i valori del voltaggio e della corrente sono sconosciuti,
iniziare la misurazione col tester impostato sulla gamma più
alta.
• Quando si misura la resistenza col multitester, ∞ diviene
10,00 MΩ e “1” lampeggia sul display.
• Quando si misura la resistenza, accertarsi che non vi sia
alcun voltaggio applicato al circuito. Se vi fosse del voltaggio
presente, il tester potrebbe subire dei danni.
• Dopo aver utilizzato il tester, portare il suo interruttore sulla
posizione OFF.
! 09900-25008: Set multitester
NOTA:
* Quando si fa uso di un tester multicircuito, usare sonde a
punta fine o installare fili di rame sottili di D.E. inferiore agli
0,5 mm sul lato posteriore dell’accoppiatore del filo e
collegarvi le sonde del tester.
* Utilizzare gli adattatori di rame, di diametro esterno inferiore a
0,5 mm, per evitare di danneggiare la protezione di gomma
degli accoppiatori impermeabili.
SISTEMA FI/CVT 6-9

CARATTERISTICHE TECNICHE SISTEMA FI


TEMPO INIEZIONE (VOLUME INIEZIONE)
I fattori che determinano il tempo di iniezione includono il tempo base di iniezione del carburante calcolato
sulla base della pressione di aspirazione dell’aria, il regime del motore e l’angolo di apertura
dell’acceleratore, oltre a varie compensazioni. Queste sono determinate a seconda dei segnali ricevuti da
vari sensori che determinano le condizioni di funzionamento del motore e le condizioni di guida.

ECM

Sensore aspirazione aria Segnale pressione


(sensore IAP) aria aspirata
Tempo
Sensore posizione albero Segnale regime base
motore (sensore CKP) motore iniezione
carburante
Sensore posizione acceleratore Segnale apertura
(sensore TP) acceleratore

Vari segnali
Vari sensori Compensazione

Tempo
Iniettori Segnale iniezione finale
iniezione
carburante
6-10 SISTEMA FI/CVT

COMPENSAZIONE TEMPO INIEZIONE (VOLUME)


I vari sensori permettono di eseguire le compensazioni del tempo di iniezione (volume) in base ai seguenti
segnali.

SEGNALE DESCRIZIONE
SEGNALE SENSORE PRESSIONE Quando la pressione atmosferica è bassa, il sensore invia
ATOMOSFERICA un segnale all’ECM per ridurre il tempo di iniezione
(volume).
SEGNALE SENSORE TEMPERATURA Quando la temperatura del fluido di raffreddamento del
LIQUIDO REFRIGERANTE MOTORE motore è bassa, il tempo di iniezione (volume) viene
aumentato.
SEGNALE SENSORE TEMPERATURA Quando la temperatura dell’aria dell’aspirazione è bassa, il
ARIA ASPIRAZIONE tempo di iniezione (volume) viene aumentato.
SEGNALE SENSORE TEMPERATURA Il rapporto aria/carburante viene portato al valore teoretico
OSSIGENO RISCALDATO compensando la densità di ossigeno nei gas di scarico. La
(E-02, 19) compensazione ha luogo in modo che più carburante viene
erogato se la miscela aria/carburante è magra e meno ne
viene erogato se è ricca.
SEGNALE VOLTAGGIO BATTERIA Il voltaggio della batteria viene fornito all’ECM per il suo
funzionamento e tale voltaggio viene rilevato ed utilizzato
come segnale per la compensazione del tempo di iniezione
(volume). Un basso voltaggio determina un tempo di
iniezione più lungo per la regolazione del volume
dell’iniezione.
SEGNALE GIRI MOTORE Ad un alto numero di giri del motore, il tempo di iniezione
(volume) viene aumentato.
SEGNALE AVVIAMENTO Quando il motore viene avviato, durante l’avviamento viene
iniettato un maggior volume di carburante.
SEGNALE ACCELERAZIONE/ Durante l’accelerazione, il tempo di iniezione del carburante
DECELERAZIONE (volume) viene aumentato in relazione alla velocità
diapertura dell’acceleratore e dei giri del motore. Durante la
decelerazione, il tempo di iniezione del carburante (volume)
viene diminuito.

CONTROLLO ARRESTO INIEZIONE


SEGNALE DESCRIZIONE
SEGNALE SENSORE RIBALTAMENTO Quando la motocicletta cade, il sensore di ribaltamento invia
(INTERRUZIONE CARBURANTE) un segnale all’ECM. Allo stesso tempo, questo segnale
causa l’interruzione dell’alimentazione elettrica della pompa
del carburante, degli iniettori del carburante e delle bobine di
accensione.
SEGNALE LIMITATORE DI GIRI Il funzionamento degli iniettori del carburante viene
interrotto quando i giri del motore raggiungono il livello
limite.
POSIZIONE PARTI SISTEMA FI

A Strumentazione F Bobina di accensione (IG COIL)


B ECM G Sensore posizione albero a camme (CMPS)
C Valvola di controllo a solenoide PAIR H Sensore posizione albero motore (CKPS)
D Iniettore carburante (FI) I Sensore velocità
E Sensore temperatura liquido raffreddamento motore (ECTS)
SISTEMA FI/CVT 6-11
6-12
SISTEMA FI/CVT

B ECM O Sensore temperatura aria aspirata (IATS)


J Sensore ribaltamento (TOS) P Sensore posizione acceleratore (TPS)
K Unità di controllo CVT Q Valvola IAC
L Relè pompa carburante (FP RELAY) R Pompa carburante (FP)
M Sensore pressione atmosferica (APS) S Sensore ossigeno riscaldato (HO2S) [E-02, 19]
N Sensore pressione aria aspirata (IAPS)
Sensore posizione albero a Strumentazione Pompa carburante (FP)
camme (CMPS)

Iniettore carburante (FI)

Relè pompa
Sensore posizione albero carburante
motore (CKPS) (FP RELAY)
10A
Interruttore
Sensore posizione accensione
acceleratore (TPS)
10A 30A
Bobina di
accensione Interruttore 15A
(IG COIL) di arresto
Sensore pressione motore
SCHEMA ELETTRICO SISTEMA FI

aria aspirata (IAPS) Interruttore freni

Interruttore
ECM avviamento
Sensore pressione Valvola IAC
atmosferica (APS)

Relè
Relè avviamento
Sensore temperatura liquido cavalletto
raffreddamento motore laterale
(ECTS) Motorino avviamento

Sensore temperatura Interruttore


aria aspirata (IATS) cavalletto
laterale

Sensore ribaltamento
(TOS)

Sensore ossigeno riscaldato


(HO2S) [E-02, 19]
SISTEMA FI/CVT 6-13
6-14 SISTEMA FI/CVT

CARATTERISTICHE TECNICHE SISTEMA CVT


Il rapporto di riduzione CVT viene controllato in relazione al rapporto CVT effettivo ed al rapporto CVT
obiettivo.
Il rapporto di riduzione rilevato dal sensore della posizione della puleggia CVT viene portato ad un valore più
accurato rispetto al valore misurato paragonando i segnali dal sensore della posizione dell’albero motore e
quelli del sensore di rivoluzione della puleggia secondaria.
Il rapporto CVT obbiettivo viene calcolato sulla base del regime obbiettivo del motore determinato sulla base
dei dati ricevuti dal sensore di velocità e del sensore di posizione dell’acceleratore.

Unità di controllo CVT

Sensore velocità Velocità veicolo


Giri motore
Sensore posizione acceleratore Posizione acceleratore da raggiungere
(sensore TP)

Rapporto CVT da
raggiungere

Sensore posizione albero Giri motore


motore (sensore CKP)

Sensore posizione puleggia Posizione puleggia


Rapporto CVT
CVT primaria CVT
effettivo
Sensore rivoluzioni puleggia Rivoluzioni puleggia
secondaria CVT secondaria CVT

Voltaggio operativo
motore CVT

Motore CVT
A Segnale rivoluzione puleggia secondaria CVT D Voltaggio cavalletto centrale
(sensore rivoluzioni puleggia secondaria CVT) (interruttore cavalletto centrale)
B Voltaggio operativo motore CVT E Comunicazione seriale
(motore CVT) F Voltaggio posizione acceleratore
C Voltaggio posizione puleggia CVT (sensore posizione acceleratore)
(sensore posizione puleggia CVT)
POSIZIONE PARTI SISTEMA CVT
SISTEMA FI/CVT 6-15
6-16
SISTEMA FI/CVT

E Comunicazione seriale
G Segnale velocità
(sensore velocità)
H Regime motore
(sensore posizione albero a camme)
SISTEMA FI/CVT 6-17

L’unità di controllo CVT regola il rapporto di riduzione CVT rendendo la puleggia più ampia o più stretta. Il
movimento della puleggia di scivolamento viene controllato dalla rivoluzione del motore CVT.
La puleggia secondaria stringe la cinghia CVT grazie ad una molla e la larghezza della puleggia si regola da
sola in accordo con quella della puleggia primaria.

Motore CVT

Sensore posizione puleggia CVT

Gruppo puleggia primaria

Puleggia scivolamento

Gruppo puleggia secondaria

Frizione

Cinghia CVT
6-18 SISTEMA FI/CVT

FUNZIONE DI AUTODIAGNOSI
La funzione di autodiagnosi è incorporata nell’ECM. Questa funzione possiede due modi, il “Modo
dell’utente” ed il “Modo del concessionario”. L’utente può utilizzare solo il pannello LCD (DISPLAY) e
l’indicatore FI. Per controllare il funzionamento dei dispositivi individuali del sistema FI è necessario
preparare il modo del concessionario. Per la lettura dei codici delle disfunzioni durante questo controllo è
necessario utilizzare l’attrezzo speciale.

MODO UTENTE
LCD (DISPLAY) INDICATORE FI
MALFUNZIONAMENTO MODO INDICAZIONE
INDICAZIONE INDICAZIONE
“NO” Contachilometri ––– –––
“SI’” contachilometriLettere La spia FI si illumina. Ogni due secondi
“FI” indicata la temp. o FI. viene visualizzato
*1 l’odometro
Il motore si avvia. o “FI”.
Il motore non si Lettere “FI” La spia FI si illumina. “FI” appare
avvia *2 e lampeggia continuamente.

*1
Quando uno dei segnali non viene ricevuto dall’ECM, il circuito di sicurezza entra in funzione e l’iniezione
non viene interrotta. In questo caso, il pannello LCD indica “FI” e il contachilometri e la motocicletta è in
grado di funzionare.
*2
Quando il segnale del sensore della posizione dell’albero motore, del sensore di ribaltamento, i segnali di
accensione #1/#2 i segnali degli iniettori #1/#2 il segnale del relè della pompa del carburante o il segnale
dell’interruttore di accensione non vengono inviati all’ECM, il segnale di iniezione viene interrotto. In questo
caso, il pannello LCD indica “FI”. La motocicletta non è in grado di funzionare.

“CHEC”: Il pannello LCD indica “CHEC” quando non viene ricevuto alcun segnale dall’ECM per 3 secondi.
Per esempio:
: L’interruttore di accensione si trova su ON e l’interruttore di spegnimento del motore su OFF. In
questo caso, il tachimetro non riceve alcun segnale dall’ECM ed il pannello indica “CHEC”.
Se viene visualizzata l’indicazione CHEC, il pannello LCD non visualizza il codice del problema. E’
necessario controllare il cablaggio tra l’ECM e gli accoppiatori del tachimetro.
La causa probabile di questa indicazione è:
L’interruttore di spegnimento del motore si trova su OFF. Il fusibile dell’accensione è bruciato.
SISTEMA FI/CVT 6-19

MODO CONCESSIONARIO
La disfunzione viene memorizzata nel computer. E’ possibile rilevarla collegando l’accoppiatore dell’attrezzo
speciale all’accoppiatore per il modo del concessionario. Il codice della disfunzione viene visualizzato sul
pannello LCD (DISPLAY). Il termine disfunzione significa che l’ECM non riceve segnali dai dispositivi
correlati. Tali dispositivi vengono indicati sotto forma di codice.
! 09930-82720: Selettore modalità

Non scollegare gli accoppiatori dei fili dell’ECM prima di controllare il codice della disfunzione.
Se i fili dell’ECM vengono scollegati, il codice di malfunzionamento viene cancellato e non può
più essere controllato.

LCD (DISPLAY)
MALFUNZIONAMENTO INDICAZIONE SPIA FI MODO INDICAZIONE
INDICAZIONE
“NO” C00 –––
Appare il codice C**
Il codice viene indicato
da un numerale piccolo La spia FI si spegne.
“SI’” ogni volta per 2 secondi.
a
uno grande.
6-20 SISTEMA FI/CVT

SIMBOLO PARTE MAL FUNZIONANTE ANNOTAZIONI


C00 Nessuna Nessuna parte difettosa
C11 Sensore posizione albero a camme (CMPS)
C12 Sensore posizione albero motore (CKPS) Segnale bobina rilevamento movimento albero
C13 Sensore pressione aria aspirazione (IAPS) motore, generatore di segnali
C14 Sensore posizione acceleratore (TPS)
C15 Sensore temperatura fluido raffreddamento
motore (ECTS)
C16 Sensore velocità Segnale sensore velocità sistema FI
C21 Sensore temperatura aria aspirazione (IATS)
C22 Sensore pressione atmosferica (APS)
C23 Sensore ribaltamento (sensore TO)
C24 Segnale accensione #1 (bobina IG #1) Per il cilindro #1
C25 Segnale accensione #2 (bobina IG #2) Per il cilindro #2
C32 Iniettore segnale carburante #1 Per il cilindro #1
C33 Iniettore segnale carburante #2 Per il cilindro #2
C40 Valvola di controllo aria minimo (valvola IAC)
C41 Sistema di controllo pompa carburante (sistema di Pompa carburante, relè pompa carburante
controllo FP)
C42 Segnale interruttore accensione (segnale Antifurto
interruttore IG)
C44 Sensore ossigeno riscaldato (HO2S) E-02, 19
C50 Comunicazione seriale CVT
C51 Motore CVT
C52 Sensore posizione puleggia CVT
C53 Sensore velocità CVT Segnale sensore velocità sistema CVT
C54 Sensore rivoluzione puleggia secondaria CVT
C55 Segnale rivoluzione motore CVT
C56 Segnale posizione acceleratore CVT
C58 Disaccordo rapporto riduzione CVT

Sul pannello LCD (DISPLAY), il codice della disfunzione viene indicato dal codice più piccolo a quello più
grande.

REGOLAZIONE SENSORE POSIZIONE


ACCELERATORE
1. Riscaldare il motore e regolare il regime minimo su 1 200 ±
100 gpm. ("2-18)
2. Fermare il motore.
3. Collegare l’utensile speciale (interruttore selezione modalità)
e scegliere la modalità del concessionario.
4. Se fosse necessario regolare il sensore della posizione
dell’acceleratore, allentare la vite e ruotare il sensore per
portare l’indicazione sulla linea mediana.
5. Stringere quindi la vite per fissare il sensore.

Scorretta

Posizione corretta

Scorretta
SISTEMA FI/CVT 6-21

FUNZIONE DI SICUREZZA
Il sistema FI/CVT è fornito di una funzione di sicurezza che permette di avviare il motore e di guidare la
motocicletta con le minime prestazioni necessarie anche quando vi sono delle disfunzioni.
AVVIO FUNZIONAMENTO
ITEM MODO SICUREZZA
MOTORE MOTORE
Sensore posizione albero a Se il segnale della posizione “NO” “SI’”
camme dell’albero a camme viene a cessare
durante la corsa, l’ECM determina il La motocicletta parte ma, una volta che
numero di cilindro di occorrenza del il motore si ferma, non riparte.
guasto.
Sensore posizione albero La motocicletta si ferma.
“NO” “NO”
motore
Sensore pressione aria Pressione aria aspirata fissata su
“SI’” “SI’”
aspirazione 760 mmHg.
Sensore posizione L’apertura dell’acceleratore viene
acceleratore fissata sulla posizione di massima
apertura. “SI’” “SI’”
Viene fissata anche la
sincronizzazione dell’accensione.
Sensore temperatura liquido La temperatura del fluido di
refrigerante raffreddamento del motore è fissa “SI’” “SI’”
sugli 80°.
Sensore temp. aria Il valore della temperatura dell’aria
“SI’” “SI’”
aspirazione dell’aspirazione viene fissato a 40°.
Sensore pressione Pressione atmosferica fissata a
“SI’” “SI’”
atmosferica 760 mmHg.
Segnale accensione #1 Accensione #1 disattivata “SI’” “SI’”
(bobina IG #1) Il cilindro #2 può girare.
Segnale accensione #2 Accensione #2 disattivata “SI’” “SI’”
(bobina IG #2) Il cilindro #1 può girare.
Segnale di iniezione #1 Interruzione carburante #1 “SI’” “SI’”
Il cilindro #2 può girare.
Segnale di iniezione #2 Interruzione carburante #2 “SI’” “SI’”
Il cilindro #1 può girare.
Sensore HO2 (E-02, 19) La compensazione del feedback non
viene permessa.
“SI’” “SI’”
(Rapporto aria/carburante fissato su
normale)
Motore CVT Erogazione corrente al motore
“SI’” “SI’”
interrotta
Sensore posizione puleggia Modalità automatica: Il passaggio alla
“SI’” “SI’”
CVT modalità manuale è impedito. Il
Sensore velocità CVT rapporto di riduzione viene fissato “SI’” “SI’”
sull’equivalente della seconda.
Sensore rivoluzione puleggia Modalità manuale: Durante la corsa in “SI’” “SI’”
secondaria CVT seconda o una marcia superiore, il
Segnale rivoluzione motore rapporto di riduzione viene fissato
CVT sull’equivalente della seconda. Se il
motore gira in prima, viene fissata “SI’” “SI’”
questa.
Il cambio viene bloccato.
Segnale posizione Il segnale della posizione
acceleratore CVT dell’acceleratore viene fissato su 30% “SI’” “SI’”
aperto.
Il motore può avviarsi e girare anche quando il segnale qui sopra non viene ricevuto da ciascun sensore. Le
condizioni di funzionamento del motore non sono però complete e suppliscono solo ad una condizione di
emergenza (col circuito di sicurezza). In tale caso è necessario portare la motocicletta in officina per le
riparazioni del caso.
6-22 SISTEMA FI/CVT

DIAGNOSTICA SISTEMA FI/CVT


ANALISI RECLAMI CLIENTI
Annotare i dettagli del problema (difetto, reclamo) e la descrizione dello stesso da parte del cliente. A questo
scopo, l’utilizzo di un modulo di ispezione facilita la raccolta di informazioni per eseguire analisi e diagnosi
appropriate.

ESEMPIO: MODULO ISPEZIONE PROBLEMI CLIENTE


Nome utente: Modello: NIV: N° CVT:
Data consegna: Data immatr.: Data problema: Chilometraggio:

Modalità cambio Automatico (normale-servo) Manuale (1°-2°-3°-4°-5°)


Condizioni spia
Sempre ON A volte ON Sempre OFF Buone condizioni
disfunzioni (LED)
Display/codice Modo utente: Nessuna indicazione Display malfuzionamenti ( )
disfunzioni (LCD) Modo concess.: Nessun codice Codice malfunzionamento ( )

SINTOMI DEL PROBLEMA


Partenze difficili Conducibilità scadente
Il motore non gira Accelerazione esitante
Combustione iniziale assente Ritorno di fiamma/ Fiammate
Combustione assente Scarsa potenza
Avviamento scadente Fluttuazioni
( A freddo A caldo Sempre) Battiti in testa
Altro Il CVT non cambia.
I giri del motore aumentano per breve tempo.
Altro
Minimo scadente Il motore si pianta.
Minimo veloce scadente Subito dopo l’avviamento
Regime minimo anormale Valvola acceleratore aperta
( Alto Basso) ( g/min) Valvola acceleratore chiusa
Instabile Viene applicato carico
Pendolamento (da g/min a g/min) Altro
Altro
ALTRI PROBLEMI:
SISTEMA FI/CVT 6-23

CONDIZIONI AMBIENTALI/MOTOCICLETTA QUANDO SI E’ VERIFICATO IL PROBLEMA


Condizioni ambientali
Tempo Bello Nuvoloso Pioggia Neve Sempre Altro
Temperatura Afoso Caldo Fresco Freddo ( °C) Sempre
Frequenza Sempre A volte ( volte/ giorno, mese) Solo una volta
In certe condizioni
Strada Urbana Suburbana Autostrada Montagna ( In salita In discesa)
Macadam al catrame Ghiaia Altro
Condizioni motocicletta
Condizioni Freddo In riscaldamento Caldo Sempre Altro problema alla partenza
motore Subito dopo la partenza Corsa senza carico Velocità motore ( g/min)
Condizioni Durante la guida: Velocità costante Accelerazione Decelerazione
motocicletta Angolo destro Angolo sinistro Mentre si cambia (Posizione cambio )
A macchina ferma Velocità cui si verifica il problema ( km/h)
Altro

NOTA:
Il modulo sopra descritto è un campione standard. Esso deve essere modificato a seconda delle condizioni
di ciascun mercato.
6-24 SISTEMA FI/CVT

PROCEDURE DI AUTODIAGNOSI
• Non scollegare gli accoppiatori dall’ECM/unità di controllo
ECM/CVT, i cavi della batteria dalla batteria, il cablaggio di
massa dell’ECM dal motore o dal fusibile prima di aver
accertato il codice della disfunzione (codice di autodiagnosi)
memorizzato. Lo scollegamento di tali parti causa la
cancellazione delle informazioni memorizzate nell’ECM.
• Il codice della disfunzione memorizzato nell’ECM può essere
controllato per mezzo dell’attrezzo speciale.
• Prima di controllare il codice della disfunzione, leggere
attentamente la sezione FUNZIONE DI AUTODIAGNOSI
“MODO UTENTE e MODO CONCESSIONARIO” ("6-18)
per capire bene le funzioni disponibili ed il loro corretto
utilizzo.
• Accertarsi di leggere le “precauzioni per la manutenzione
dell’impianto elettrico” ("6-2) prima dell’ispezione e di
eseguire quanto in esse indicato.
• Sollevare il sedile.
• Collegare l’attrezzo speciale all’accoppiatore per il modo del
concessionario A sul cablaggio ed avviare o far girare il
motore per più di 4 secondi.
• Portare su ON l’interruttore dell’attrezzo speciale e controllare
il codice della disfunzione per determinare la parte difettosa.
! 09930-82720: Selettore modalità

PROCEDURA DI INIZIALIZZAZIONE
AUTODIAGNOSI
• Dopo aver eseguito la riparazione, portare l’interruttore di
accensione su OFF e quindi nuovamente su ON.
• Se viene indicato il codice della disfunzione (C00), la
disfunzione è stata cancellata.
• Scollegare l’attrezzo speciale dall’accoppiatore per il modo
del concessionario.
SISTEMA FI/CVT 6-25

CODICE DISFUNZIONI E DISFUNZIONI


CODICE CONDIZIONE DISFUNZIONE RILEVATA
ITEM RILEVATA
DISFUNZIONE CONTROLLARE
C00 NESSUN PROBLEMA –––––––––––
Sensore posizione Il segnale non raggiunge l’ECM per più di 2 secondi dopo aver
albero a camme ricevuto il segnale di avviamento.
C11 Il cablaggio del sensore della posizione dell’albero a camme e
le parti meccaniche. (Sensore posizione albero a camme,
perno albero a camme aspirazione, collegamento
cablaggio/accoppiatore)
Sensore posizione Il segnale non raggiunge l’ECM per più di 2 secondi dopo aver
albero motore ricevuto il segnale di avviamento.
C12 Il cablaggio del sensore della posizione dell’albero motore e le
parti meccaniche. (Sensore posizione albero motore,
collegamento cablaggio/accoppiatore)
Sensore pressione aria Il sensore deve produrre il voltaggio seguente.
aspirazione (0,50 V voltaggio sensore < 4,85 V)
C13 Fuori da questa gamma viene indicato il codice C13.
Sensore pressione aria aspirazione e collegamento
cablaggio/accoppiatore.
Sensore posizione Il sensore deve produrre il voltaggio seguente.
acceleratore (0,20 V voltaggio sensore < 4,80 V)
C14 Fuori da questa gamma viene indicato il codice C14.
Sensore posizione acceleratore, collegamento
cablaggio/accoppiatore.
Liquido refrigerante Il voltaggio del sensore deve essere il seguente.
sensore temperatura (0,15 V voltaggio sensore < 4,85 V)
C15 Fuori da questa gamma viene indicato il codice C15.
Sensore temperatura fluido raffreddamento motore,
collegamento fascio fili/accoppiatori.
Sensore velocità Il segnale del sensore della velocità non viene ricevuto per più
C16 di 3 secondi durante la decelerazione.
Sensore velocità, collegamenti fascio fili/accoppiatore.
Sensore temp. aria Il voltaggio del sensore deve essere il seguente.
aspirazione (0,15 V voltaggio sensore < 4,85 V)
C21 Fuori da questa gamma viene indicato il codice C21.
Sensore temperatura aria aspirazione, collegamento
cablaggio/accoppiatore.
Sensore pressione Il voltaggio del sensore deve essere il seguente.
atmosferica (0,50 V voltaggio sensore < 4,85 V)
C22 Fuori da questa gamma viene indicato il codice C22.
Sensore pressione atmosferica, collegamento
cablaggio/accoppiatore.
Sensore ribaltamento Il voltaggio del sensore deve essere il seguente per più di 2
secondi dopo aver portato su ON l’interruttore di accensione.
(0,20 V voltaggio sensore < 4,80 V)
C23 Se il valore indicato non viene raggiunto, appare il messaggio
C23.
Sensore ribaltamento, collegamento cablaggio/accoppiatore.
Segnale accensione Il segnale del sensore della posizione dell’albero motore viene
prodotto ma il segnale della bobina di accensione viene
interrotto per quattro volte di seguito o più. In questo caso viene
C24 o C25 indicato il codice C24 o C25.
Bobina di accensione, collegamento cablaggio/accoppiatore,
alimentazione batteria.
6-26 SISTEMA FI/CVT

Iniettore carburante Il segnale del sensore della posizione dell’albero motore viene
prodotto ma il segnale dell’iniettore del carburante viene
interrotto per quattro volte di seguito o più. In questo caso viene
C32 o C33 indicato il codice C32 o C33.
Iniettore, collegamento cablaggio/accoppiatore, alimentazione
iniettore.
Valvola controlla Il voltaggio della valvola IAC non viene fornito dopo che il
C40 aspirazione aria (IAC) motore è avviato.
Valvola IAC, collegamento fili/accoppiatore.
Relè pompa Non viene mandato voltaggio alla pompa del carburante
carburante nonostante il relè della pompa stessa sia su ON o il voltaggio
C41 viene mandato nonostante il relè sia su OFF.
Relè pompa carburante, filo di collegamento, alimentazione
relè.
Interruttore di Il segnale dell’interruttore dell’accensione non raggiunge
C42 accensione l’ECM.
Interruttorre di accensione, filo/accoppiatore.
Sensore ossigeno Durante il controllo di feedback dell’O2, il voltaggio del sensore
riscaldato O2 è maggiore o minore della specifica.
(HO2S) [E-02, 19] Non viene rilevato segnale durante l’operazione del motore o la
C44
batteria non eroga energia elettrica.
Collegamento filo/accoppiatore HO2S.
Erogazione voltaggio batteria all’HO2S.
Comunicazione CVT Non viene fornito segnale dall’unità di controllo CVT all ECM
C50 seriale per oltre cinque secondi dopo l’avvio del motore.
Collegamento fili/accoppiatore.
Motore CVT Il voltaggio di funzionamento del motore CVT non viene
C51 emesso dall’unità di controllo CVT.
Valvola CVT, collegamento fili/accoppiatore.
Sensore posizione Il sensore deve produrre il voltaggio seguente.
puleggia CVT (0,06 Voltaggio sensore 5,04)
C52 Fuori da questa gamma viene indicato il codice C52.
Sensore posizione puleggia CVT, collegamento
cablaggio/accoppiatore.
Sensore velocità CVT Il segnale del sensore della velocità CVT non viene ricevuto
dall’unità di controllo CVT per più di 3 secondi a veicolo in
C53 moto.
Sensore velocità, collegamenti fascio fili/accoppiatore.
Sensore rivoluzione Il segnale di rivoluzione della puleggia secondaria CVT non
puleggia secondaria viene ricevuto dall’unità di controllo CVT a velocità di 20 km/h o
C54 più.
CVT
Sensore rivoluzione puleggia secondaria CVT, collegamento
cablaggio/accoppiatore.
Segnale rivoluzione Il segnale di rivoluzione del motore CVT non viene ricevuto
C55 motore CVT dall’unità di controllo CVT a velocità di 20 km/h o più.
Collegamento fili/accoppiatore.
Segnale posizione Il segnale di posizione dell’acceleratore non raggiunge per oltre
acceleratore CVT 5 dall’ECM all’unità di controllo CVT dopo che l’interruttore di
C56 accensione viene portato su ON.
Collegamento fili/accoppiatore.
Disaccordo rapporto Il segnale di posizione della puleggia CVT non è in accordo col
C58 riduzione CVT numero di rivoluzioni effettivo per oltre 4 secondi.
PPS, cintura CVT, puleggia primaria/secondaria CVT.
SISTEMA FI/CVT 6-27

DISFUNZIONE CIRCUITO SENSORE CMP “C11”


CONDIZIONE RILEVATA CAUSA POSSIBILE
Nessun segnale dal sensore CMP per oltre due • Particelle metalliche o materiali estranei sul
secondi dopo la ricezione del segnale di avvio. sensore CMP o sull’estremità del rotore.
• Circuito sensore CMP aperto o in corto.
• Disfunzione sensore CMP.
• Funzionamento scorretto ECM.
CONTROLLO
• Rimuovere lo sportello di manutenzione. ( :9-13) 1
1 Portare l’interruttore di accensione sulla posizione OFF.
Controllare l’accoppiatore del sensore CMP per vedere se
ha contatti allentati o guasti.

1
Se è a posto, misurare la resistenza del sensore CMP.
Scollegare l’accoppiatore del sensore CMP e misurare

;
la resistenza.
Resistenza sensore CMP: 0,9 – 1,7 kΩ
(B/Y – Marrone)
Se è a posto, controllare la continuità fra ciascun terminale

;
e la terra.
Continuità sensore CKP: ∞ Ω (infinito) 1
B/Y – Terra
( )
z Br – Terra
09900-25008: Tester multicircuito
t Indicazione manopola tester: Resistenza (Ω)
No Sostituire il sensore CMP Ω Ω
Sì con un altro nuovo.
2 Scollegare l’accoppiatore del sensore CMP.
Far girare il motore per qualche secondo col motorino di
avviamento e misurare il voltaggio di picco del sensore

;
CMP presso il sensore. 2
Voltaggio di picco del sensore CMP: Oltre 0,5 V
+
( B/Y – Br)-
Ripetere la procedura di prova suggerita qualche volta e
misurare il voltaggio di picco più alto.
Se fosse a posto, misurare quindi il voltaggio di picco del V
[d Adattatore

z
sensore CMP presso i terminali ECM ( / ). voltaggio
09900-25008: Tester multicircuito
u Indicazione della manopola del tester: Voltaggio (-)
di picco

No Contatti dell’accoppiatore del


sensore CMP o dell’accoppiatore
dell’ECM allentati o guasti.
Sostituire il sensore CMP con un
Sì altro nuovo.

[ d
B/Y o Br aperto o in corto, oppure collegamento difettoso di
o .
Se i fili ed i collegamenti sono a posto, vi sono problemi
intermittenti o l’ECM è difettoso. Accoppiatori ECM
Ricontrollare i terminali ed i cablaggi per trovare interruzioni o
collegamenti scadenti.
B/Y: Nero con linea giallo
Sostituire l’ECM con un pezzo nuovo Br : Marrone
e ricontrollare.
6-28 SISTEMA FI/CVT

DISFUNZIONE CIRCUITO SENSORE CKP “C12”


CONDIZIONE RILEVATA CAUSA POSSIBILE
Nessun segnale dal sensore CKP per oltre due • Particelle metalliche o materiali estranei sul
secondi dopo la ricezione del segnale di avvio. sensore CKP o sull’estremità del rotore.
• Circuito sensore CKP aperto o in corto.
• Disfunzione sensore CKP.
• Funzionamento scorretto ECM.
CONTROLLO
• Rimuovere lo sportello di manutenzione. ( :9-13) 1
1 Portare l’interruttore di accensione sulla posizione OFF.
Controllare l’accoppiatore del sensore CKP per vedere se
ha contatti allentati o guasti.
Se è a posto, misurare la resistenza del sensore CKP.
Scollegare l’accoppiatore del sensore CKP 1 e misurare

;
la resistenza.
Resistenza sensore CKP: 150 – 300 Ω (Blu – Verde)
Se è a posto, controllare la continuità fra ciascun terminale
e la terra.
; Continuità sensore CKP: ∞BluΩ –(infinito)
Terra
1
( Verde – Terra )
z 09900-25008: Tester multicircuito
t Indicazione manopola tester: Resistenza (Ω)
No Sostituire il sensore CKP
Sì con un altro nuovo.
2 Scollegare l’accoppiatore del sensore CKP.
Far girare il motore per qualche secondo col motorino di
avviamento e misurare il voltaggio di picco del sensore

;
CKP presso l’accoppiatore. 2
Voltaggio di picco del sensore CKP: Otle 2,0 V
(Blu – Verde) Adattatore
Ripetere la procedura di prova suggerita qualche volta e voltaggio
misurare il voltaggio di picco più alto. di picco

Zc
Se fosse a posto, misurare quindi il voltaggio di picco del
sensore CKP presso i terminali ECM ( / ).
z 09900-25008: Tester multicircuito
u Indicazione della manopola del tester: Voltaggio (-)
Contatti dell’accoppiatore del
No sensore CKP o dell’accoppiatore
dell’ECM allentati o guasti.
Sostituire il sensore CKP con un
Sì altro nuovo.
Z
Z c
Filo Bl o G staccato o in corto, oppure collegamento difettoso
di o . c
Se i fili ed i collegamenti sono a posto, vi sono problemi
intermittenti o l’ECM è difettoso.
Ricontrollare i terminali ed i cablaggi per trovare interruzioni Accoppiatori ECM
o collegamenti scadenti.
Bl : Blu
Sostituire l’ECM con un pezzo G : Verde
nuovo e ricontrollare.
SISTEMA FI/CVT 6-29

DISFUNZIONE CIRCUITO SENSORE IAP “C13”


CONDIZIONE RILEVATA CAUSA POSSIBILE
Voltaggio sensore IAP alto o basso. • Passaggio depressione tra il gruppo delle valvole
V Voltaggio del sensore < 4,85 V a farfalla ed il sensore IAP intasato.
( 0,50
all’esterno della gamma indicata. ) • Aria aspirata dal passaggio della depressione tra
NOTA: il gruppo delle valvole a farfalla ed il sensore IAP.
Notare che la pressione atmosferica varia in base • Circuito sensore IAP aperto o messo a terra
alle condizioni del tempo e allaltitudine. • Disfunzione sensore IAP.
Prendere in considerazione questi fattori quando si • Funzionamento scorretto ECM.
controlla il voltaggio.
CONTROLLO
• Togliere la scatola anteriore. ( :9-18)
1 Portare l’interruttore di accensione su OFF.
Controllare se l’accoppiatore del sensore IAP ha contatti
interrotti o scadenti.
Se è a posto, misurare il voltaggio di ingresso del sensore
IAP.
Scollegare l’accoppiatore del sensore IAP.
Portare l’interruttore di accensione sulla posizione ON.
Misurare il voltaggio fra il filo rosso e la terra.
Se è a posto, misurare il voltaggio fra il filo rosso e quello

;
nero/mar
1
+ -
Oltaggio ingresso sensore IAP: 4,5 – 5,5 V
V
Rosso – Terra
(+ - )
z 09900-25008: Tester multicircuito
Rosso – B/Br

u Indicazione della manopola del tester: Voltaggio (-) Rosso

No Contatti allentati o interrotti presso


l’accoppiatore ECM.
Circuito aperto o in corto nel filo
Rosso o B/Br.
Sì 1
B/Br
2 Collegare l’accoppiatore del sensore IAP. V
Inserire i fili di rame nell’accoppiatore del filo.
Avviare il motore al minimo.
Misurare il voltaggio di uscita del sensore IAP presso
l’accoppiatore sul lato dei fili (fra i fili verde Lg/B e B/Br).
; Voltaggio di uscita del sensore IAP: Rosso

Circa 2,6 V al minimo (+Lg/B – -B/Br)


z 09900-25008: Tester multicircuito
u Indicazione della manopola del tester: Voltaggio (-) 2

Controllare il tubo flessibile di Lg/B


No depressione per vedere se è
danneggiato o crepato.
Circuito aperto o corto nel filo
V
verde Lg/B.
Sostituire il sensore IAP con uno
nuovo.
B/Br: Nero con linea marrone
Sì B/Br
Lg/B: Chiaro con linea nero
6-30 SISTEMA FI/CVT

3 3 Terra
Rimuovere il sensore IAP.
Collegare il misuratore a pompa di depressione alla porta Vout
di depressione del sensore IAP.
Mettere in serie tre batterie nuove da 1,5 V (controllare

- +
che il voltaggio totale sia fra i 4,5 ed i 5,0 V) e collegare il
terminale alla terra e quello al terminale Vcc. Vcc V
Controllare il voltaggio fra Vout e la terra. Inoltre, controllare
se il voltaggio scende quando una depressione da oltre
40 cmHg di mercurio viene applicata usando il misuratore Batterie 1,5 V
a pompa di depressione. Vedi la tabella che segue. (4,5 V in totale)

z 09917-47010: Misuratore a pompa di depressione


09900-25008: Tester multicircuito
u Indicazione della manopola del tester: Voltaggio (-)
No Se il risultato della verifica
non è soddisfacente,
h
sostituire il sensore IAP
con uno nuovo.
n r

Accoppiatori ECM
Filo Rosso, Lg/B o B/Br scollegato o in corto, oppure
collegamento scadente di , hn ro .
Se i fili ed i collegamenti sono a posto, vi sono problemi B/Br: Nero con linea marrone
intermittenti o l’ECM è difettoso. Lg/B: Chiaro con linea nero
Ricontrollare ciascun terminale ed i cablaggi per trovare circuiti
aperti e collegamenti difettosi.

Sostituire l’ECM con uno


nuovo e ricontrollare.

Voltaggio di uscita (voltaggio Vcc 4,5 – 5,0 V, temperatura


ambiente 20 – 30 °C)
ALTITUDINE PRESSIONE VOLTAGGIO
(Riferimento) ATMOSFERICA DI USCITA
(m) (mmHg) kPa (V)
0 760 100
   3,1 – 3,6
610 707 94
611 707 94
   2,8 – 3,4
1 524 634 85
1 525 634 85
   2,6 – 3,1
2 438 567 76
2 439 567 76
   2,4 – 2,9
3 048 526 70
SISTEMA FI/CVT 6-31

DISFUNZIONE CIRCUITO SENSORE TP “C14”


CONDIZIONE RILEVATA CAUSA POSSIBILE
Voltaggio segnale basso o alto. • Sensore TP mal regolato.
V Voltaggio del sensore < 4,80 V • Circuito sensore TP aperto o in corto.
( 0,20
all’esterno della gamma indicata. ) • Disfunzione sensore TP.
• Funzionamento scorretto ECM.

CONTROLLO
• Remove the maintenance lid. ( :9-13) 1
1 Portare l’interruttore di accensione su OFF.
Controllare se l’accoppiatore del sensore TP ha contatti
interrotti o scadenti.
Se è a posto, misurare il voltaggio di ingresso del sensore

1
TP.
Scollegare l’accoppiatore del sensore TP.
Portare l’interruttore di accensione sulla posizione ON.
Misurare il voltaggio fra il filo Rosso e la terra.
Se è a posto, misurare il voltaggio fra il filo Rosso e quello
B/Br.
; Voltaggio ingresso sensore TP: 4,5 – 5,5 V
+
(+ -
Rosso – Terra
1
Rosso –- B/Br )
z 09900-25008: Tester multicircuito
V

u Indicazione della manopola del tester: Voltaggio (-)


Rosso
No Contatti allentati o interrotti
presso l’accoppiatore ECM.
Circuito aperto o in corto nel Terra

Sì filo Rosso o B/Br.

2 Portare l’interruttore di accensione sulla posizione OFF. 1


Scollegare l’accoppiatore del sensore TP.
Controllare la continuità fra il filo Giallo e la terra.
; Continuità sensore TP: ∞ Ω (infinito)
V B/Br

(Filo Giallo – Terra)


Se è a posto, misurare la resistenza del sensore TP presso
l’accoppiatore (fra i fili Giallo e Verde o Rosso).
Girare la manopola dell’acceleratore e misurare la resistenza Rosso
prodotta.
; Resistenza sensore TP
Valvola acceleratore chiusa : Circa 1,1 kΩ
Valvola acceleratore aperta : Circa 4,2 kΩ 2
z 09900-25008: Tester multicircuito
t Indicazione della manopola del tester: Resistenza (Ω) Ω Ω

No Rimettere il sensore TP nella


sua posizione corretta.
Sostituire il sensore TP con
uno nuovo.

B/Br: Nero con linea marrone
6-32 SISTEMA FI/CVT

3 Collegare l’accoppiatore del sensore TP. 3


Inserire i fili di rame nell’accoppiatore del filo.
Portare l’interruttore di accensione sulla posizione ON. V
Misurare il voltaggio di uscita del sensore TP presso
l’accoppiatore (fra i fili Giallo e Verde o Rosso) girando la

;
manopola dell’acceleratore. Giallo
Voltaggio di uscita del sensore TP Gr o R
Valvola acceleratore chiusa : Circa 1,1 V
Valvola acceleratore aperta : Circa 4,3 V
z 09900-25008: Tester multicircuito
u Indicazione della manopola del tester: Voltaggio (-)
Gr o R: Grigio o rosso

No Se il risultato del controllo non


fosse soddisfacente, sostituire il
sensore TP con un altro nuovo. hi
Sì n
Filo Rosso, P/B o B/Br aperto o a terra, oppure collegamento Accoppiatori ECM
scadente di , hi n o .
Se i fili ed i collegamenti sono a posto, vi sono problemi
intermittenti o l’ECM è difettoso. Ricontrollare ciascun terminale P/B : Rosa con linea nero
ed il fascio fili per trovare circuiti aperti o collegamenti scadenti. B/Br : Nero con linea marrone

Sostituire l’ECM con uno nuovo e


ricontrollare.
SISTEMA FI/CVT 6-33

DISFUNZIONE CIRCUITO SENSORE ECT “C15”


CONDIZIONE RILEVATA CAUSA POSSIBILE
Voltaggio segnale basso o alto. • Circuito sensore ECT aperto o in corto.
V Voltaggio del sensore < 4,85 V • Disfunzione sensore ECT.
( 0,15
all’esterno della gamma indicata. ) • Funzionamento scorretto ECM.

CONTROLLO
• Togliere lo sportello di manutenzione. ( :9-13) 1
1 Portare l’interruttore di accensione su OFF.
Controllare se l’accoppiatore del sensore ECT ha contatti
interrotti o scadenti.
Se è a posto, misurare il voltaggio del sensore ECT presso
l’accoppiatore del filo.
Scollegare l’accoppiatore e portare l’interruttore di
accensione su ON.
Misurare il voltaggio fra il terminale del filo B/Bl e la terra.
Se è a posto, misurare il voltaggio fra il terminale del filo
B/Bl e quello del filo B/Br.
; Voltaggio sensore ECT: 4,5 – 5,5 V
+ B/Bl – - Terra )
(+
1
B/Bl – - B/Br
B/Br

z 09900-25008: Tester multicircuito


u Indicazione della manopola del tester: Voltaggio (-) V

No Contatti allentati o interrotti


B/Bl
presso l’accoppiatore ECM.
Circuito aperto o in corto nel
Sì filo B/Bl o B/Br.
2 Portare l’interruttore di accensione su OFF.
Misurare la resistenza del sensore ECT. 2
; Resistenza sensore ECT:

z
Circa 2,45 kΩ a 20 ˚C (Terminale – Terminale)
09900-25008: Tester multicircuito
t Indicazione della manopola del tester: Resistenza (Ω)
Per maggiori dettagli, consultare pag. 8-13. Ω
No Sostituire il sensore ECT con
Sì uno nuovo.

B/Bl o B/Br aperto o a terra oppure collegamento di k n


o
scadente. Temperatura fluido
Se i fili ed i collegamenti sono a posto, vi sono problemi Resistenza
raffreddamento motore
intermittenti o l’ECM è guasto. 20 ˚C Circa 2,45 kΩ
Ricontrollare ciascun terminale e cablaggio per trovare
interruzioni e collegamenti scadenti. 50 ˚C Circa 0,811 kΩ

Sostituire l’ECM con uno 80 ˚C Circa 0,318 kΩ


nuovo e riprovare. 110 ˚C Circa 0,142 kΩ

k
n B/Bl: Nero con linea blu
Accoppiatore ECM B/Br: Nero con linea marrone
6-34 SISTEMA FI/CVT

DISFUNZIONE CIRCUITO SENSORE VELOCITA’ “C16”


CONDIZIONE RILEVATA CAUSA POSSIBILE
Il segnale del sensore della velocità non viene • Circuito sensore velocità aperto o in corto.
ricevuto dall’ECM per più di 3 secondi durante la • Particelle in metallo o materiali estranei aderenti
decelerazione. al sensore della velocità.
• Guasto sensore velocità
• Funzionamento scorretto ECM.

CONTROLLO
• Rimuovere la pedana. ( :9-18) 1
1 Portare l’interruttore di accensione su OFF.
Controllare l’accoppiatore del filo del sensore della velocità
1
per trovare contatti allentati o guasti.
Se fosse a posto, misurare il voltaggio di ingresso del
sensore di velocità.
Inserire i fili di rame nell’accoppiatore del sensore di velocità.
Portare l’interruttore di accensione su ON.
Misurare il voltaggio di ingresso del sensore di velocità
presso l’accoppiatore fra i fili + O/R e -B/W.
; Voltaggio ingresso sensore velocità: 1
V
Oltre 7 V (+ O/R – - B/W)
z 09900-25008: Tester multicircuito
u Indicazione della manopola del tester: Voltaggio (-)
GUASTO Contatti allentati o scadenti
presso l’accoppiatore
dell’ECM.
Circuito aperto o in corto
A POSTO nel filo O/R o B/W.
2
2 Rimuovere il sensore di velocità.
Pulire via ogni traccia di particelle in metallo o sporco.

Pagina seguente
O/R: Arancione con linea rosso
B/W: Nero con linea bianco
SISTEMA FI/CVT 6-35

3 Controllare il voltaggio di uscita del sensore di velocità. 3


V
Inserire i fili di rame nell’accoppiatore dei fili (Bianco –
Nero/Bianco).
Portare l’interruttore di accensione su ON.
Controllare che il voltaggio cambi quando un cacciavite
viene avvicinato alla superficie di rilevamento del sensore
di velocità.
z 09900-25008: Tester multicircuito
u Indicazione della manopola del tester: Voltaggio (-)
GUASTO 3
Corto circuito nel filo.
Sostituire il sensore
di velocità con uno nuovo.
A POSTO
Ricontrollare l’ECM per trovare contatti allentati
o scadenti.
Sostituirlo con un altro nuovo e ricontrollare.
6-36 SISTEMA FI/CVT

DISFUNZIONE CIRCUITO SENSORE IAT “C21”


CONDIZIONE RILEVATA CAUSA POSSIBILE
Voltaggio segnale basso o alto. • Circuito sensore IAT aperto o in corto.
V Voltaggio del sensore < 4,85 V • Disfunzione sensore IAT.
( 0,15
all’esterno della gamma indicata. ) • Funzionamento scorretto ECM.

CONTROLLO
• Rimuovere la scatola anteriore. ( :9-18)
1 Portare l’interruttore di accensione su OFF.
Controllare se l’accoppiatore del sensore IAT ha contatti
interrotti o scadenti.
Se è a posto, misurare il voltaggio del sensore IAT presso
l’accoppiatore del filo.
Scollegare l’accoppiatore e portare l’interruttore di
accensione su ON.
Misurare il voltaggio fra il terminale del filo Dg e la terra.
Se è a posto, misurare il voltaggio fra il terminale del filo
verde scuro e quello del filo B/Br.
; Voltaggio sensore IAT: 4,5 – 5,5 V
+
(+ -
Dg – Terra 1
Dg – - B/Br ) B/Br

z 09900-25008: Tester multicircuito


u Indicazione della manopola del tester: Voltaggio (-) V

No Contatti allentati o interrotti Dg


presso l’accoppiatore ECM.
Circuito aperto o in corto nel
Sì filo Dg o B/Br.
2 Portare l’interruttore di accensione su OFF. B/Br: Nero con linea marrone Dg: Verde scuro
Misurare la resistenza del sensore IAT. 2
; Resistenza sensore IAT:

z
Circa 2,45 kΩ a 20 ˚C (Terminale – Terminale)
09900-25008: Tester multicircuito
t Indicazione della manopola del tester: Resistenza (Ω)

No Sostituire il sensore IAT con
uno nuovo.

jo
n scadente.
Filo Dg o B/Br aperto o a terra oppure collegamento di
Temperatura aria
Se i fili ed i collegamenti sono a posto, vi sono problemi in ingresso Resistenza
intermittenti o l’ECM è guasto. 20 ˚C Circa 2,45 kΩ
Ricontrollare ciascun terminale e cablaggio per trovare
interruzioni e collegamenti scadenti. 50 ˚C Circa 0,808 kΩ
80 ˚C Circa 0,322 kΩ
Sostituire l’ECM con uno
nuovo e riprovare. 110 ˚C Circa 0,148 kΩ

NOTA:
j La misurazione della resistenza del
n sensore IAT viene fatta come quella del
Accoppiatori ECM sensore ECT. Per maggiori dettagli,
consultare pag. 8-13.
SISTEMA FI/CVT 6-37

DISFUNZIONE CIRCUITO SENSORE AP “C22”


CONDIZIONE RILEVATA CAUSA POSSIBILE
Voltaggio segnale basso o alto. • Passaggio aria intasato da polvere.
V Voltaggio del sensore < 4,85 V • Circuito sensore AP aperto o in corto.
( 0,15
all’esterno della gamma indicata. ) • Disfunzione sensore AP.
NOTA: • Funzionamento scorretto ECM.
Notare che la pressione atmosferica varia in base
alle condizioni del tempo e all’altitudine.
Prendere in considerazione questi fattori quando si
controlla il voltaggio.
CONTROLLO
• Rimuovere la scatola anteriore. ( :9-18)
1 Portare l’interruttore di accensione su OFF.
Controllare se l’accoppiatore del sensore AP ha contatti
interrotti o scadenti.
Se è a posto, misurare il voltaggio di uscita del sensore AP.
Portare l’interruttore di accensione su ON.
Scollegare l’accoppiatore del sensore AP.
Misurare il voltaggio fra il terminale del filo Rosso e la terra.
Se è a posto, misurare il voltaggio fra il terminale del filo

;
Rosso e quello del filo B/Br.
Voltaggio ingresso sensore AP: 4,5 – 5,5 V
+
(+ Rosso – -Terra
-
1
Rosso – B/Br ) V
z 09900-25008: Tester multicircuito
u Indicazione della manopola del tester: Voltaggio (-)
Rosso
No Contatti allentati o interrotti
presso l’accoppiatore ECM.
Circuito aperto o in corto
nel filo Rosso o B/Br.

2 Collegare l’accoppiatore del sensore. 1 B/Br
Inserire i fili di rame nell’accoppiatore del filo.
Portare l’interruttore di accensione su ON.
V
Misurare il voltaggio di uscita del sensore AP sul lato del
filo fra i fili G/Y e B/Br.
; Voltaggio uscita sensore AP: Circa 3,6 V
Rosso
a 760 mmHg (100 kPa)
+ -
z
( G/Y – B/Br)
09900-25008: Tester multicircuito
u Indicazione della manopola del tester: Voltaggio (-) 2
Controllare se i passaggi
No dell’aria sono intasati.
Vedere se vi sono V
interruzioni o corti nel filo
G/Y.
Sostituire il sensore AP
con uno nuovo.
Sì B/Br : Nero con linea marron
G/Y : Verde conclinea giallo
6-38 SISTEMA FI/CVT

3 Rimuovere il sensore AP. 3


Collegare il misuratore a pompa di depressione alla porta PA Terra
di passaggio dell’aria del sensore AP.
Mettere in serie tre batterie nuove da 1,5 V (controllare
che il voltaggio totale sia fra i 4,5 ed i 5,0 V) e collegare
il terminale - alla terra e quello + al terminale Vcc. Vcc V
Controllare il voltaggio fra il PA e la terra. Inoltre, controllare
se il voltaggio scende quando una depressione da oltre Batterie da 1,5 V
40 cm di mercurio viene applicata usando il misuratore a (4,5 V in totale)
pompa di depressione. Vedi la tabella che segue.
z 09917-47010: Misuratore a pompa di depressione
09900-25008: Tester multicircuito
u Indicazione della manopola del tester: Voltaggio (-)
No
Se il controllo non dà risultati h l
soddisfacenti, sostituire il n
sensore AP con un altro nuovo.
Accoppiatori ECM

Filo Rosso, G/Y o B/Br aperto o in corto, oppure fili , hl


or
n con contatti scadenti. B/Br : Nero con linea marron
Se i fili ed i collegamenti sono a posto, vi sono problemi G/Y : Verde conclinea giallo
intermittenti o l’ECM è guasto.
Ricontrollare ciascun terminale o fascio fili per trovare circuiti
aperti e collegamenti scadenti.

Sostituire l’ECM con uno


nuovo e ricontrollare.

Voltaggio di uscita (voltaggio Vcc 4,5 – 5,0 V, temperatura


ambiente 20 – 30 °C)
ALTITUDINE PRESSIONE VOLTAGGIO
(Riferimento) ATMOSFERICA DI USCITA
(m) (mmHg) kPa (V)
0 760 100
   3,1 – 3,6
610 707 94
611 707 94
   2,8 – 3,4
1 524 634 85
1 525 634 85
   2,6 – 3,1
2 438 567 76
2 439 567 76
   2,4 – 2,9
3 048 526 70
SISTEMA FI/CVT 6-39

DISFUNZIONE CIRCUITO SENSORE TO “C23”


CONDIZIONE RILEVATA CAUSA POSSIBILE
Voltaggio segnale basso o alto. • Circuito sensore TO aperto o in corto.
V Voltaggio del sensore < 4,80 V • Disfunzione sensore TO.
( 0,20
all’esterno della gamma indicata. ) • Funzionamento scorretto ECM.

CONTROLLO
• Rimuovere il pannello anteriore. ( :9-8)
1 Portare l’interruttore di alimentazione su OFF.
Controllare se l’accoppiatore del sensore TO ha contatti
allentati o scadenti.
Se è a posto, misurare la resistenza del sensore TO.
Scollegare l’accoppiatore del sensore TO.

;
Misurare la resistenza fra i fili Rosso e B/Br.
Resistenza sensore TO: 19,1 – 19,7 kΩ (Rosso – B/Br)
z 09900-25008: Tester multicircuito
t Indicazione della manopola del tester: Resistenza (Ω) 1
No Sostituire il sensore TO con Ω
Sì uno nuovo.

2 Collegare l’accoppiatore del sensore TO.


Inserire i fili di rame nell’accoppiatore del filo.
Portare l’interruttore di alimentazione su ON.
Misurare il voltaggio presso l’accoppiatore sul lato dei fili
fra i fili B e B/Br.
; Voltaggio sensore TO: Meno di 1,4 V (B – B/Br)
Inoltre, misurare il voltaggio quando ci si appoggia alla
motocicletta. 2
Smontare il sensore TO dalla sua staffa e misurare il
voltaggio quando viene inclinato di oltre 65˚ a destra e
sinistra dalla perpendicolare.
; Voltaggio sensore TO: Oltre 3,7 V (B – B/Br)
z 09900-25008: Tester multicircuito
u Indicazione della manopola del tester: Voltaggio (-) V

No Contatti dell’accoppiatore ECM


allentati o guasti.
Circuito aperto o in corto.
Sostituire il sensore TO con uno
Sì nuovo.
Filo Rosso, B o B/Br interrotto o a terra, oppure
collegamento difettoso di , hn s o .
h
Se i fili ed i collegamenti sono a posto, vi sono problemi
intermittenti o l’ECM è guasto.
n s
Ricontrollare ogni terminale e cablaggio per trovare eventuali Accoppiatori ECM
circuiti interrotti e collegamenti scadenti.
B : Nero
B/Br : Nero con linea marron
Sostituire l’ECM con uno nuovo e
ricontrollare.
6-40 SISTEMA FI/CVT

DISFUNZIONE SISTEMA ACCENSIONE “C24” o “C25”


*Vedere la sezione SISTEMA DI ACCENSIONE per dettagli. ("10-18)
DISFUNZIONE INIEZIONE CARBURANTE “C32” o “C33”
CONDIZIONE RILEVATA CAUSA POSSIBILE
Il segnale CKP non viene prodotto ma il segnale • Circuito iniettore aperto o in corto.
dell’iniettore del carburante viene interrotto quattro • Disfunzione iniettore.
volte o più. • Disfunzione ECM.
CONTROLLO
• Rimuovere la scatola anteriore. ( :9-18)
1 Portare l’interruttore di accensione su OFF.
Controllare se l’iniettore del carburante ha contatti allentati
o guasti.
Se fosse a posto, controllare la resistenza dell’iniettore del
carburante.
Scollegare l’accoppiatore e misurare la resistenza fra i
terminali.
; Resistenza iniettore: 11 – 13 Ω a 20 ˚C
(Terminale – Terminale)
Se è a posto, controllare la continuità fra ciascun terminale

;
e la terra. 1
Continuità iniettore carburante: ∞ Ω (Infinito)
(Terminale – Terra) Ω
z 09900-25008: Tester multicircuito
t Indicazione della manopola del tester: Resistenza (Ω) Ω

altro nuovo. (:7-17, 21)


No Sostituire l’iniettore con un

2 Portare l’interruttore di alimentazione su ON. Terra

Misurare il voltaggio dell’iniettore fra il filo Y/R e la terra.


; Voltaggio iniettore: voltaggio di batteria (Y/R – Terra) 2

NOTA: Terra
Il voltaggio dell’iniettore può venire rilevato solo tre secondi
dopo che l’interruttore di alimentazione viene portato su ON.
z 09900-25008: Multi circuit tester
u Indicazione della manopola del tester: Voltaggio (-)
No Circuito aperto sul filo
Sì Giallo/Rosso.

Filo Gr/W, Gr/B o Y/R aperto o a terra, oppure collegamento


scadente di , 45 b o .
Se i fili ed i collegamenti sono a posto, vi sono problemi 45
intermittenti o l’ECM è difettoso. b
Ricontrollare i terminali ed i cablaggi per trovare interruzioni
o collegamenti scadenti. Accoppiatori ECM

Sostituire l’ECM con un pezzo Gr/B : Grigio con linea bian


nuovo e ricontrollare. Gr/W : Grigio con linea nero
Y/R : Giallo con linea rosso
SISTEMA FI/CVT 6-41

MALFUZIONAMENTO CIRCUITO VALVOLA


IAC “C40”
*Vedere la sezione CONTROLLO VALVOLA IAC per dettagli.
("7-20)

DISFUNZIONE CIRCUITO RELÈ FP “C41”


CONDIZIONE RILEVATA CAUSA POSSIBILE
Non viene mandato voltaggio alla pompa del • Circuito relè pompa carburante aperto o in corto.
carburante nonostante il relè della pompa stessa • Disfunzione relè pompa carburante.
sia su ON o il voltaggio viene mandato nonostante il • Funzionamento scorretto ECM.
relè sia su OFF.

CONTROLLO
• Rimuovere la scatola anteriore. (
1
: 9-18)
Portare l’interruttore di alimentazione su OFF.
1

Controllare l’accoppiatore del relè FP per vedere se ha


contatti allentati o guasti.
Se è a posto, controllare il suo isolamento e la sua
continuità.
Per dettagli in proposito, consultare pag. 10-28.
No Sostituire il relè FP con uno
Sì nuovo.

Filo Y/G o O/W aperto o a terra oppure collegamento difettoso


9 b
di o .
Se i fili ed i collegamenti sono a posto, vi sono problemi
intermittenti o l’ECM è difettoso.
9
Ricontrollare i terminali ed i cablaggi per trovare interruzioni
o collegamenti scadenti.
b
Sostituire l’ECM con un pezzo
nuovo e ricontrollare. Accoppiatori ECM

O/W : Arancione con linea bianco


Y/G : Giallo con linea verde

DISFUNZIONE CIRCUITO INTERRUTTORE


IG “C42”
* Vedere la sezione CONTROLLO INTERRUTTORE
ACCENSIONE per dettagli.
• Rimuovere il paragambe. ("10-35)
6-42 SISTEMA FI/CVT

MALFUNZIONAMENTO CIRCUITO SENSORE HO2 (HO2S) (E-02, 19) “C44”


CONDIZIONE RILEVATA CAUSA POSSIBILE
Durante il controllo di feedback dell’O2, il voltaggio • Sensore HO2 o il suo circuito aperti o in corto.
del sensore O2 è maggiore o minore della specifica. • Funzionamento scorretto sistema alimentazione
Non viene rilevato segnale durante l’operazione del carburante.
motore o la batteria non eroga energia elettrica. • Funzionamento scorretto ECM.

CONTROLLO
• Rimuovere la pedana. ("9-18)

1 Portare l’interruttore di accensione su OFF.


Controllare che l’accoppiatore del sensore HO2 non abbia
contatti allentati o scadenti.
Inserire i fili di rame nell’accoppiatore del sensore HO2.
Riscaldare il motore in misura sufficiente.
Misurare il voltaggio di uscita del sensore HO2 presso
l’accoppiatore (fra i fili Nero e Grigio) a regime minimo.
Misurare inoltre il voltaggio di uscita del sensore HO2
mentre il motore è a 3 000 g/min.
; Voltaggio di uscita sensore HO2 al minimo:
+
Meno di 0,4 V ( B – - Gr) 1
Voltaggio di uscita sensore HO2 a 3 000 g/min:
+
Meno di 0,6 V ( B – - Gr)
z 09900-25008: Tester multicircuito V
u Indicazione della manopola del tester: Voltaggio (-)
No
Sostituire il sensore HO2 con
uno nuovo.
B : Nero
Sì Gr : Grigio
SISTEMA FI/CVT 6-43

2 Portare l’interruttore di accensione su OFF. 2


Portarlo quindi su ON e misurare il voltaggio del riscaldatore
ra il filo Arancione/Bianco (lato ECM) e la terra.
Se il voltaggio misurato dal tester è quello di batteria per
qualche secondo, le condizioni del pezzo sono buone.
 Voltaggio riscaldatore: Voltaggio di batteria
(O/W – Terra)
NOTA:
Il voltaggio della batteria può venire rilevato solo per Terra
qualche secondo dopo che l’interruttore di accensione O/W: Arancione con linea bianco
viene portato su ON.
\ 09900-25008: Tester multicircuito
W Indicazione della manopola del tester: Voltaggio ()

No Sostituire il sensore HO2 con


Sì uno nuovo.

3 TP ortare l’interruttore di accensione sulla posizione OFF.


Scollegare l’accoppiatore del sensore HO2.
Controllare la resistenza fra i terminali (Bianco – Bianco)
del sensore HO2. 3
 Resistenza sensore HO2: 4 – 5 Ω (a 23 ˚C)
(Bianco – Bianco) Ω
NOTE:
* La temperatura del sensore influenza fortemente il valore
della resistenza.
* Controllare che il sensore di riscaldamento sia a
temperatura ambiente.
\ 09900-25008: Tester multicircuito
V Indicazione della manopola del tester: Voltaggio (Ω)

No Sostituire il sensore HO2 con


uno nuovo.

Filo nero, grigio o bianco aperto o a terra oppure collegamento
di G, \, e o n scadente.
\
Se i fili ed i collegamenti sono a posto, vi sono problemi G e
intermittenti o l’ECM è guasto.
n
Ricontrollare ciascun terminale e cablaggio per trovare
interruzioni e collegamenti scadenti.
Accoppiatori ECM
Controllare il sistema di alimentazione
del carburante e, se è a posto,
sostituire l’ECM con un altro nuovo,
quindi ricontrollare.
6-44 SISTEMA FI/CVT

MALFUNZIONAMENTO CIRCUITO COMUNICAZIONE SERIALE CVT “C50”


CONDIZIONE RILEVATA CAUSA POSSIBILE
Non viene fornito segnale dall’unità di controllo CVT • Circuito “C58” aperto o in corto.
all ECM per oltre cinque secondi dopo l’avvio del • Malfunzionamento unità controllo CVT.
motore. • Funzionamento scorretto ECM.

CONTROLLO
• Rimuovere il pannello anteriore. ( :9-8) 1
1 Portare l’interruttore di accensione su OFF.
Controllare l’accoppiatore dell’ECM e quello dell’unità di
controllo per vedere se vi sono contatti allentati o scadenti.
Se è a posto, controllare che arrivi segnale di
comunicazione seriale CVT.
Inserire il filo di rame nell’accoppiatore del filo presso Accoppiatore unità di controllo CVT
l’unità di controllo CVT. Misurare il segnale di comunicazione
presso il filo Marrone scuro e la terra.
NOTA: 1
Non è necessario scollegare gli accoppiatori dell’unità di
controllo CVT.
; Segnale di comunicazione seriale CVT:
Oltre 7 V (+ Marrone scuro – - Terrra) V
z 09900-25008: Tester multicircuito
u Indicazione della manopola del tester: Voltaggio (-)
GUAST Contatti allentati o scadenti
con l’accoppiatore dell’unità
di controllo CVT. Sostituirla 1 Accoppiatore unità di controllo CVT
con un’altra nuova.
A POSTO
Sostituire l’ECM con un pezzo nuovo e ricontrollare.
Marrone scuro

f
Accoppiatori ECM
SISTEMA FI/CVT 6-45

MALFUNZIONAMENTO CIRCUITO MOTORE CVT “C51”


CONDIZIONE RILEVATA CAUSA POSSIBILE
Il voltaggio di funzionamento del motore CVT non • Circuito motore CVT aperto o in corto.
viene emesso dall’unità di controllo CVT. • Disfunzione motorino CVT.
• Malfunzionamento unità controllo CVT.

CONTROLLO
• Rimuovere la pedana. ( : 9-18) 1
• Sollevare la motocicletta sul cavalletto centrale e ritirare
ilcavalletto laterale.

1 Portare l’interruttore di accensione su OFF.


Controllare l’accoppiatore del motore CVT 1per trovare
contatti allentati o scadenti.
Se è a posto, misurare il voltaggio operativo del motore CVT.
Inserire i fili di rame nell’accoppiatore .1
Rimuovere l’interruttore del cavalletto laterale . 2
Avviare il motore e portarsi nella modalità automatica.
1
Controllare che vi sia un cambiamento del voltaggio
operativo del motore CVT quando il regime del motore
del mezzo aumenta.
z 09900-25008: Tester multicircuito
u Indicazione della manopola del tester: Voltaggio (-)
GUASTO Contatti allentati o scadenti
presso l’accoppiatore
dell’unità di controllo CVT.
A POSTO Sostituirla con un’altra nuova.
1
2 Scollegare l’accoppiatore del motore CVT.
Controllare la continuità fra il filo Rosso e la terra, e fra il
filo Nero e la terra.

; Continuità motore CVT: ∞ Ω (Infinito)


( Filo Rosso – Terra
Filo Nero – Terra )
Se è a posto, misurare la resistenza del motore CVT presso
l’accoppiatore.
; Resistenza motore CVT: Meno di 0,8 Ω
z 09900-25008: Tester multicircuito 2

t Indicazione della manopola del tester: Resistenza (Ω)


GUASTO
Sostituire il motore CVT.

A POSTO
Pagina seguente
6-46 SISTEMA FI/CVT

3 Rimuovere il motore CVT. 3


Applicare 12 V ai terminali dell’accoppiatore del motore CVT.
Controllare il movimento del motore CVT.
Scambiare poi fra loro i fili da 12 V e controllare il movimento
di corrente.
Controllare il motore CVT in ambedue le direzioni.

GUASTO
Sostituire il motore CVT.

A POSTO
Sostituire l’ECM con un pezzo nuovo e ricontrollare. 3

12V
SISTEMA FI/CVT 6-47

MALFUNZIONAMENTO CIRCUITO SENSORE POSIZIONE PULEGGIA (PPS)


CVT “C52”
CONDIZIONE RILEVATA CAUSA POSSIBILE
Voltaggio di uscita basso o alto. • Circuito PPS aperto o in corto.
V Voltaggio del sensore < 5,04 V • Guasto PPS.
( 0,06
all’esterno della gamma indicata. ) • Malfunzionamento unità controllo CVT.

CONTROLLO
• Rimuovere la pedana. ( : 9-18) 1
• Sollevare la motocicletta sul cavalletto centrale e ritirare il
cavalletto laterale.
1 Portare l’interruttore di accensione su OFF.
Controllare l’accoppiatore del PPS 1 per trovare contatti
allentati o scadenti.
Se è a posto, misurare il voltaggio di ingresso del PPS.
Inserire i fili di rame nell’accoppiatore.

;
Avviare il motore e misurare il voltaggio di ingresso del PPS.
Voltaggio di ingresso PPS: 4,5 – 5,5 V
+ -
( Lbl/O o R – B) 1
z 09900-25008: Tester multicircuito
u Indicazione della manopola del tester: Voltaggio (-)
GUASTO Contatti allentati o scadenti
sull’accoppiatore dell’unità
di controllo CVT. Circuito
aperto o in corto nel filo
A POSTO Lbl/O, Rosso o Nero.
2 Portare l’interruttore di accensione su OFF.
Misurare il voltaggio di uscita del PPS. 2
Inserire i fili di rame nell’accoppiatore del PPS.
Rimuovere l’interruttore del cavalletto centrale . 2
Avviare il motore e passare alla modalità manuale.
Controllare il voltaggio di uscita del PPS a vari regimi per
la prima, la terza e la quinta come mostrato.
; +
Voltaggio uscita PPS: ( Lbl/Y o Bl – - B)
Prima – Minimo : Circa 3,3 V
Terza – 3000 gpm : Circa 1,3 V
Quinta – 3000 gpm : Circa 0,5 V
z 09900-25008: Tester multicircuito
u Indicazione della manopola del tester: Voltaggio (-)
2

GUASTO Sostituire l’unità di controllo


CVT.

A POSTO B : Nero
Bl : Blu
Pagina seguente R : Rosso
Lbl/O : Azzurro con linea arancione
Lbl/Y : Azzurro con linea giallo
6-48 SISTEMA FI/CVT

3 Portare l’interruttore di accensione su OFF. 3


Rimuovere il PPS.

;
Misurare la resistenza quando il sensore è compresso ed
esteso al massimo fra i fili Lbl/Y o Bl e B.
Resistenza PPS : (Lbl/Y o Bl – B) Ω

zt
Compresso : 1,9 – 2,3 kΩ
Esteso : 0,2 – 1,0 kΩ
09900-25008: Tester multicircuito
Indicazione della manopola del tester: Resistenza (Ω)
Controllare che il PPS si muova in modo scorrevole.
3
GUASTO Sostituire il PPS con un
altro nuovo.

A POSTO Ω
Filo , 8D J o aperto o a terra oppure collegamento scadente.
Se i fili ed i collegamenti sono a posto, vi sono problemi
intermittenti o l’ECM è guasto.
Ricontrollare ciascun terminale e cablaggio per trovare
interruzioni e collegamenti scadenti.

Sostituire l’ECM con un pezzo nuovo e ricontrollare.

Accoppiatore unità di controllo CVT


SISTEMA FI/CVT 6-49

DISFUNZIONE CIRCUITO SENSORE VELOCITA’ CVT “C53”


CONDIZIONE RILEVATA CAUSA POSSIBILE
Il segnale del sensore della velocità non viene • Circuito sensore velocità aperto o in corto.
ricevuto dall’unità di controllo CVT per più di 3 • Particelle in metallo o materiali estranei aderenti
secondi a veicolo in moto. al sensore della velocità.
• Guasto sensore velocità
• Malfunzionamento unità controllo CVT

CONTROLLO
• Rimuovere la pedana. ( :9-18) 1
1 Portare l’interruttore di accensione su OFF.
Controllare l’accoppiatore del sensore di velocità 1
per
trovare contatti allentati o scadenti.
Se è a posto, misurare il voltaggio di ingresso del sensore
di velocità.
Inserire i fili di rame nell’accoppiatore.
Portare l’interruttore di accensione sulla posizione ON.

+ -
Misurare il voltaggio di ingresso del sensore di velocità
presso l’accoppiatore sui fili O/R e B/W.
; Voltaggio d’ingresso sensore di velocità:
Oltre 7 V (+ O/R – - B/W) 1
z 09900-25008: Tester multicircuito
V

u Indicazione della manopola del tester: Voltaggio (-)


GUASTO Contatti allentati o scadenti
presso l’accoppiatore
dell’unità di controllo CVT.
Circuito aperto o in corto
A POSTO presso il filo O/R o B/W.
2 Rimuovere il sensore di velocità.
Pulire tutte le particelle in metallo e corpi estranei vari. 2

Pagina seguente
B/W: Nero con linea bianco
O/R: Arancione con linea rosso
6-50 SISTEMA FI/CVT

3 Controllare il voltaggio di uscita del sensore di velocità. 3


V
Inserire i fili in rame nell’accoppiatore (Bianco – Nero/
Bianco).
Portare l’interruttore di accensione sulla posizione ON.
Controllare che il voltaggio vari quando un cacciavite viene
avvicinato alla faccia di rilevamento del sensore di velocità.
z 09900-25008: Tester multicircuito
u Indicazione della manopola del tester: Voltaggio (-)
GUASTO
Corto circuito nel filo.
Sostituire il sensore di 3
velocità con uno nuovo.
A POSTO
Ricontrollare l’accoppiatore dell’unità di controllo
CVT per trovare contatti allentati o scadenti.
Sostituire l’unità di controllo CVT con una nuova e
ricontrollare.
SISTEMA FI/CVT 6-51

MALFUNZIONAMENTO CIRCUITO SENSORE RIVOLUZIONE PULEGGIA


SECONDARIA CVT “C54”
CONDIZIONE RILEVATA CAUSA POSSIBILE
Il segnale di rivoluzione della puleggia secondaria • Circuito sensore aperto o in corto.
CVT non viene ricevuto dall’unità di controllo CVT a • Particelle in metallo o materiali estranei aderenti
velocità di 20 km/h o più. al sensore della velocità.
• Sensore rivoluzione guasto.
• Malfunzionamento unità controllo CVT.

CONTROLLO
• Rimuovere la pedana. ( : 9-18) 1
• Sollevare la motocicletta sul cavalletto centrale e ritirare quello
laterale.
1 Portare l’interruttore di accensione su OFF.

1
Controllare l’accoppiatore del sensore di rivoluzione della
puleggia secondaria CVT per vedere se ha contatti
allentati o scadenti.
Se è a posto, misurare la resistenza del sensore di
rivoluzione.
Scollegare l’accoppiatore del sensore di rivoluzione e
misurare la resistenza fra i terminali dei fili Giallo e Bianco.
; Resistenza sensore rivoluzione puleggia
secondaria CVT
1
resistance: 400 – 600 Ω (Giallo – Bianco) Ω
z 09900-25008: Tester multicircuito
t Indicazione della manopola del tester: Resistenza (Ω) Ω

GUASTO Sostituire il sensore di


rivoluzione con uno nuovo.
A POSTO
2 Rimuovere l’accoppiatore del sensore di rivoluzione.
2
Avviare il motore e misurare il voltaggio di picco del sensore
di rivoluzione al minimo.
; Voltaggio di picco sensore di rivoluzione:
+ -
Adattatore
Oltre 5,0 V (al minimo) ( Giallo – Bianco) V voltaggio
di picco
Ripetere la procedura vista qualche volta e misurare il
voltaggio di picco massimo.

z 09900-25008: Tester multicircuito


u Indicazione della manopola del tester: Voltaggio (-)
GUASTO Contatti allentati o scadenti
nell’accoppiatore dell’unità
di controllo CVT.
Guasto unità di controllo CVT.
A POSTO
Pagina seguente
6-52 SISTEMA FI/CVT

3 Rimuovere il gruppo del CVT. ( :5-2)


Rimuovere il sensore di rivoluzione della puleggia secondaria
3

CVT . 2
Togliere ogni particella di metallo o sporco.

Se il codice di errore “C54” viene emesso di nuovo, sostituire


l’unità di controllo CVT.

3
SISTEMA FI/CVT 6-53

MALFUNZIONAMENTO CIRCUITO SEGNALE RIVOLUZIONE MOTORE CVT


“C55”
CONDIZIONE RILEVATA CAUSA POSSIBILE
Il segnale di rivoluzione del motore CVT non viene • Filo aperto o in corto.
ricevuto dall’unità di controllo CVT a velocità di 20 • Funzionamento scorretto ECM.
km/h o più. • Malfunzionamento unità controllo CVT.

CONTROLLO
• Rimuovere il pannello anteriore. ( : 9-8) 1
• Sollevare la motocicletta sul cavalletto centrale e ritirare quello
laterale.
1 Controllare gli accoppiatori dell’ECM e dell’unità di controllo 3
CVT per trovare contatti allentati o scadenti.
Se sono a posto, controllare il segnale di rivoluzione del
motore CVT.
Inserire un filo di rame nel filo3 (Br/W) dell’accoppiatore Accoppiatore unità di controllo CVT
dell’unità di controllo CVT.
Avviare il motore e misurare il voltaggio del segnale fra il filo
+ Br/W 3 -
e la terra .
1
NOTA:
Non è necessario scollegare alcun accoppiatore.
; Segnale di rivoluzione del motore CVT:
+ - Terra)
Circa 2,5 V ( Br/W – V
z 09900-25008: Tester multicircuito
u Indicazione della manopola del tester: Voltaggio (-)
GUASTO Corto circuito nel filo Br/W.
Contatti allentati o scadenti.
ECM guasto.
1 Accoppiatore unità di controllo CVT

A POSTO
3
Contatti allentati o scadenti negli accoppiatori
dell’unità di controllo CVT.
Br/W
Guasto dell’unità di controllo CVT.

O
Accoppiatori ECM
Br/W: Marrone con linea bianco
6-54 SISTEMA FI/CVT

MALFUNZIONAMENTO CIRCUITO SEGNALE POSIZIONE ACCELERATORE


CVT “C56”
CONDIZIONE RILEVATA CAUSA POSSIBILE
Il segnale di posizione dell’acceleratore CVT non • Filo aperto o in corto.
raggiunge per oltre 5 secondi l’unità di controllo • Funzionamento scorretto ECM.
CVT dopo che l’interruttore di accensione viene • Malfunzionamento unità controllo CVT.
portato su ON.

CONTROLLO
• Rimuovere il pannello anteriore. ( :9-8) 1
1 Controllare gli accoppiatori dell’ECM e dell’unità di controllo
CVT per trovare contatti allentati o scadenti.
Se sono a posto, controllare il segnale dell’acceleratore CVT.
Inserire un filo di rame nel filo +
Nero/Rosso ( ) E
dell’accoppiatore dell’unità di controllo CVT.
Portare l’interruttore di accensione su ON e misurare il
voltaggio del segnale girando la manopola dell’acceleratore. Unità di controllo CVT

NOTA:
Non è necessario scollegare alcun accoppiatore.
; Segnale acceleratore CVT 1
Valvola acceleratore chiusa: Circa 3,6 V
Valvola acceleratore aperta: Circa 1,7 V
z 09900-25008: Tester multicircuito
u Indicazione della manopola del tester: Voltaggio (-) V

GUASTO Corto circuito nel filo B/R.


Contatti allentati o scadenti.
Guasto ECM.

A POSTO
1 Accoppiatore unità di controllo CVT
Contatti allentati o scadenti negli accoppiatori
dell’unità di controllo CVT.
Guasto unità di controllo CVT.
B/R

Accoppiatori ECM
B/R: Nero con linea rosso
SISTEMA FI/CVT 6-55

DISACCORDO RAPPORTO RIDUZIONE CVT “C58”


CONDIZIONE RILEVATA CAUSA POSSIBILE
Il rapporto di rivoluzione rilevato dal sensore della Il sensore PPS è bloccato.
posizione della puleggia CVT (PPS) è in disaccordo Sostanze estranee, ad esempio acqua, olio o
con quello reale per oltre 4 secondi. metalli, sono entrate nel gruppo CVT.

CONTROLLO
1 Portare l’interruttore di accensione su OFF così da eliminare 1
il codice di errore.
Riscaldare il motore a sufficienza e fare un giro di prova
per vedere se il codice “C58” riappare.
Se il codice “C58” riappare durante la corsa di prova,
procedere con la fase 2 .

A POSTO Slittamento temporaneo


dovuto a acqua, olio,
particelle in metallo, ecc.
Se il problema non persiste,
terminare con questo
l’ispezione. 2

:
Appare il codice di errore “C58”.
2 1
Controllare il PPS .
Rimuovere la pedana. ( 9-18)
Rimuovere il PPS 1e controllare se si muove
scorrevolmente.

GUASTO Sostituire il PPS con un


altro nuovo.

A POSTO 2

:
3 Controllare il gruppo CVT.
Controllare che non vi siano acqua, olio o particelle di
metallo. ( 5-5)
Se si trovano guasti, sostituire le parti interessate.
A POSTO
Sostituire il PPS con un
altro nuovo.
GUASTO
Sostituire l’unità di controllo CVT
(modulo di controllo CVT) con una
nuova e ricontrollare.
6-56 SISTEMA FI/CVT

SENSORI
IMPOSTAZIONE SENSORE POSIZIONE ACCELERATORE
(TPS)
• Fatte tutte le regolazioni, controllare o regolare il TPS.
IMPOSTAZIONE TPS ("6-20)

SENSORE CMP
Il rotore del segnale viene montato sull’albero di distribuzione di
scarico e il sensore della posizione dell’albero di distribuzione
viene installato sulla copertura della testata cilindri. ("6-27)

SENSORE CKP
Il rotore del segnale viene montato sul rotore del generatore e il
sensore della posizione dell’albero motore (bobina di
rilevamento) viene installato sopra il rotore. ("6-28)

SENSORE IAP
Il sensore della pressione dell’aria aspirata si trova sul lato
destro della camera dell’aria. ("6-29)
SISTEMA FI/CVT 6-57

SENSORE TP
• Il sensore della posizione dellacceleratore si trova sulla
valvola a farfalla N° 2. ("6-31)

SENSORE ECT
• Il sensore della temperatura del fluido di raffreddamento viene
installato nella testata cilindri. ("6-33)
# Sensore ECT: 18 N·m (1,8 kgf-m)

SENSORE VELOCITA’
• Il sensore della velocità viene installato sulla scatola
dell’ingranaggio finale. ("6-34)

SENSORE IAT
• Il sensore della temperatura dell’acqua viene installato sul
lato destro della camera dell’aria. ("6-36)

SENSORE AP
• Il sensore della pressione atmosferica si trova sul lato destro
dell’armatura del paragambe. ("6-37)
6-58 SISTEMA FI/CVT

SENSORE TO
• Il sensore di ribaltamento si trova sotto la strumentazione.
(!6-39)
NOTA:
Quando si installa il sensore TO, installarlo con la sua scritta
“UPPER” in alto.

SENSORE HO2 (E-02, 19)


• Il sensore dell’ossigeno riscaldato viene installato sul tubo di
scarico. (!6-42)

Non togliere il sensore HO2 mentre è caldo.

Proteggere il sensore da urti eccessivi.


Non usare una chiave ad impatto per toglierlo o
installarlo.
Non torcere o danneggiare il filo del sensore.

Non applicare olio o altri materiali al foro del sensore


dell’aria.

" SENSORE HO2 SENSOR: 47,5 N·m (4,75 kgf-m)

SENSORE POSIZIONE PULEGGIA CVT


• Il sensore della posizione della puleggia CVT viene montato
sul coperchio del CVT.
(!6-47)

SENSORE RIVOLUZIONE PULEGGIA SECONDARIA CVT


• Il sensore di rivoluzione della puleggia secondaria si trova
sotto il gruppo CVT. (!6-51)
SISTEMA ALIMENTAZIONE CARBURANTE E CORPO ACCELERATORE 7-1

SISTEMA ALIMENTAZIONE CARBURANTE


E CORPO ACCELERATORE

INDICE
SISTEMA ALIMENTAZIONE CARBURANTE .....................................7- 2
COMPONENTI SERBATOIO DEL CARBURANTE ....................7- 2
RIMOZIONE SERBATOIO CARBURANTE .................................7- 3
INSTALLAZIONE SERBATOIO CARBURANTE ........................7- 4
ISPEZIONE VALVOLA CONTROLLO PRESSIONE
SERBATOIO CARBURANTE (FTPC) .........................................7- 4
CONTROLLO PRESSIONE CARBURANTE ...............................7- 5
CONTROLLO POMPA CARBURANTE ......................................7- 6
CONTROLLO RELÈ POMPA CARBURANTE ............................7- 6
COMPONENTI POMPA CARBURANTE .....................................7- 7
7
RIMOZIONE E SMONTAGGIO POMPA CARBURANTE/
MISURATORE LIVELLO CARBURANTE ...................................7- 7
CONTROLLO E PULIZIA RETINO FILTRO CARBURANTE ......7-10
CONTROLLO MISURATORE LIVELLO CARBURANTE ...........7-10
RIMONTAGGIO E INSTALLAZIONE POMPA
CARBURANTE/MISURATORE LIVELLO CARBURANTE .........7-11
ACCELERATORE ................................................................................7-14
COMPONENTI CORPO ACCELERATORE ................................7-14
RIMOZIONE GRUPPO VALVOLA A FARFALLA .......................7-15
SMONTAGGIO GRUPPO VALVOLE A FARFALLA ..................7-17
PULIZIA ED ISPEZIONE CORPO ACCELERATORE ................7-19
ISPEZIONE VALVOLA IAC .........................................................7-20
MONTAGGIO GRUPPO VALVOLE A FARFALLA .....................7-20
INSTALLAZIONE GRUPPO VALVOLE A FARFALLA ...............7-22
REGOLAZIONE CAVO ACCELERATORE .................................7-23
REGOLAZIONE SENSORE POSIZIONE ACCELERATORE .....7-23
RIMOZIONE INIETTORE CARBURANTE ...................................7-23
CONTROLLO INIETTORE CARBURANTE ................................7-23
INSTALLAZIONE INIETTORE CARBURANTE ..........................7-23
SINCRONIZZAZIONE VALVOLA ACCELERATORE .................7-24

La benzina deve venire maneggiata con cautela ed in aree ben ventilate e lontane
da fiamme e scintille.
7-2 SISTEMA ALIMENTAZIONE CARBURANTE E CORPO ACCELERATORE

SISTEMA ALIMENTAZIONE CARBURANTE


COMPONENTI SERBATOIO DEL CARBURANTE

33 N·m (3,3 kgf-m)

1 Serbatoio carburante
2 Anello sigillante
3 Controdado ad anello
4 Valvola controllo pressione serbatoio carburante
5 Valvola controllo pressione serbatoio carburante
(arancione/nero)

6 Tubazione di ingresso al serbatoio


(grigio/nero)

7 Tubo flessibile di ingresso al serbatoio


8 Foro di riempimento serbatoio
9 Tappo serbatoio carburante
SISTEMA ALIMENTAZIONE CARBURANTE E CORPO ACCELERATORE 7-3

RIMOZIONE SERBATOIO CARBURANTE


Il serbatoio del carburante si trova sotto il sedile.
• Rimuovere le parti seguenti. (!9-6)
* Sedile * Maniglia del passeggero
* Coperchio batteria * Copertura telaio inferiore
* Copertura telaio centrale * Coperchio portacasco
* Coperture telaio * Custodia casco

• Allentare il morsetto del tubo flessibile di ingresso del


carburante.
• Scollegare il tubo flessibile di sfiato del serbatoio del
carburante 1.
• Rimuovere il tubo flessibile del serbatoio del carburante 2
insieme alla tubazione di ingresso del serbatoio del
carburante 3.

• Scollegare l’accoppiatore della pompa del


carburante/misuratore del livello del carburante 4.
• Scollegare il tubo flessibile di alimentazione del carburante
5.
• Scollegare il tubo flessibile della valvola di interruzione di
flusso del carburante 6.

• Rimuovere i bulloni di montaggio del serbatoio del carburante.


7-4 SISTEMA ALIMENTAZIONE CARBURANTE E CORPO ACCELERATORE

• Spostare il serbatoio del carburante lateralmente.

La benzina è altamente infiammabile ed esplosiva.


Non avvicinare a fonti di calore, scintille e fiamme.

INSTALLAZIONE SERBATOIO
CARBURANTE
L’installazione viene eseguita nell’ordine inverso a quello di rimozione.

ISPEZIONE VALVOLA CONTROLLO


PRESSIONE SERBATOIO CARBURANTE
(FTPC)
Il serbatoio del carburante possiede due valvole FTPC che
possono esser distinte dal colore
Lato ingresso carburante: 1 grigio/nero
Lato serbatoio: 2 arancione/nero

Controllare se dalla valvola FTPC l’aria passa facilmente


quando si soffia dal lato arancione o grigio e non dalla parte
opposta.
Se si trovasse una qualsiasi condizione anormale, sostituire il
pezzo con uno nuovo.

Arancione o grigio
SISTEMA ALIMENTAZIONE CARBURANTE E CORPO ACCELERATORE 7-5

CONTROLLO PRESSIONE CARBURANTE


• Rimuovere la scatola anteriore. (!9-18)
• Porre uno straccio sotto al tubo di alimentazione del
carburante.
• Scollegare il tubo flessibile di alimentazione del carburante
dalla tubazione di erogazione del carburante ed installare gli
utensili speciali fra il tubo flessibile di alimentazione del
carburante e la tubazione di erogazione del carburante.
" 09940-40211: Adattatore manometro pressione
carburante
09940-40220: Accessorio manometro pressione
carburante
09915-77330: Manometro olio
09915-74520: Tubo manometro olio

Portare l’interruttore di accensione su ON e controllare la


pressione del carburante.
# Pressione carburante: Circa 300 kPa (3,0 kgf/cm2)
Se la pressione fosse inferiore a quella prescritta, controllare
quanto segue:
* Perdite del tubo del carburante
* Filtro carburante intasato
* Regolatore pressione
* Pompa del carburante

Se la pressione del carburante fosse superiore a quella


prescritta, controllare quanto segue:
* Valvola controllo pompa carburante
* Regolatore pressione

* Prima di rimuovere gli attrezzi speciali, portare su


Alla tubazione di
OFF l’interruttore di accensione e far abbassare mandata del
lentamente la pressione del carburante. carburante
* La benzina è altamente infiammabile ed esplosiva.
Non avvicinare a fonti di calore, scintille e fiamme.

Al tubo flessibile
di alimentazione
carburante
7-6 SISTEMA ALIMENTAZIONE CARBURANTE E CORPO ACCELERATORE

CONTROLLO POMPA CARBURANTE


Portare l’interruttore di accensione su ON e controllare che la
pompa del carburante entri in funzione per alcuni secondi.
Se il motorino della pompa del carburante non emette alcun
suono indicante il funzionamento, sostituire il gruppo della
pompa oppure controllare il relè della pompa ed il sensore di
ribaltamento.

CONTROLLO QUANTITÀ SCARICO CARBURANTE

La benzina è altamente infiammabile ed esplosiva.


Non avvicinare a fonti di calore, scintille e fiamme.
• Rimuovere la scatola anteriore. (!9-18)
• Scollegare dalla tubazione di alimentazione del carburante il
tubo flessibile di alimentazione del carburante.
• Installare il cilindro di misurazione ed inserire in esso
l’estremità del tubo flessibile del carburante.
• Scollegare l’accoppiatore del filo dell’ECM.
• Col fermafilo A aperto, tirare fuori il filo di alimentazione
(giallo con riga rossa) 1. Batteria
• Applicare 12 volt alla pompa del carburante per 30 secondi e
misurare la quantità di carburante scaricato.
Se la pompa non ha la mandata prevista, è difettosa o intasata.
# Mandata carburante: Oltre 900 ml/30 sec.
NOTA:
La batteria deve essere completamente carica.

CONTROLLO RELÈ POMPA CARBURANTE


Il relè della pompa dell’olio si trova dietro il pannello anteriore.
• Rimuovere il pannello anteriore.
• Rimuovere il relè della pompa del carburante.
Controllare per prima cosa l’isolamento tra i terminali 1 e 2 con
un tester tascabile. Applicare quindi 12 volt ai terminali 3 e 4,
+ a 3 e - a 4, e controllare la continuità tra 1 e 2.
Se non vi fosse continuità, sostituire il relè con uno nuovo.
SISTEMA ALIMENTAZIONE CARBURANTE E CORPO ACCELERATORE 7-7

COMPONENTI POMPA CARBURANTE

33 N·m
(3,3 kgf-m)

Allineare i marchi
con la riga.

1 Gruppo pompa carburante


2 O-ring
3 Gruppo cartuccia filtro carburante
4 Regolatore pressione carburante
5 O-ring
6 Misuratore livello carburante
7 Copertura superiore pompa carburante
8 Copertura inferiore pompa carburante
9 Tubo flessibile alimentazione carburante

RIMOZIONE E SMONTAGGIO POMPA


CARBURANTE/MISURATORE LIVELLO
CARBURANTE
• Rimuovere il sellino e la copertura della batteria.
• Scollegare l’accoppiatore della pompa del
carburante/misuratore del livello del carburante 1.
• Scollegare il tubo flessibile di alimentazione del carburante
2.
NOTA:
La pompa del carburante può venire tolta senza togliere il
serbatoio del carburante.
7-8 SISTEMA ALIMENTAZIONE CARBURANTE E CORPO ACCELERATORE

• Rimuovere il contradado dell’anello della pompa del


carburante con l’utensile speciale
" 09941-51010: Chiave controdado anello

La benzina è altamente infiammabile ed esplosiva.


Non avvicinare a fonti di calore, scintille e fiamme.

• Rimuovere il gruppo della pompa del carburante.

• Scollegare nuovamente l’accoppiatore del filo del misuratore


del livello del carburante.

• Rimuovere il misuratore del livello del carburante.

• Scollegare il filo di terra.


• Rimuovere il regolatore della pressione del carburante.
SISTEMA ALIMENTAZIONE CARBURANTE E CORPO ACCELERATORE 7-9

• Scollegare l’accoppiatore del filo della pompa del carburante


e quello di terra.

• Rimuovere la scatola inferiore della pompa del carburante 1.

• Scollegare il tubo flessibile di alimentazione del carburante


2.

• Scollegare l’accoppiatore del filo della pompa del carburante.

• Rimuovere la pompa del carburante dal suo alloggio.


7-10 SISTEMA ALIMENTAZIONE CARBURANTE E CORPO ACCELERATORE

CONTROLLO E PULIZIA RETINO FILTRO


CARBURANTE
Se il retino del carburante si intasa con sedimenti o ruggine, il
carburante non può fluire in modo soddisfacente e ciò può
causare una perdita di potenza del motore.
Pulire il retino del carburante con aria compressa.
NOTA:
Se il retino fosse intasato da quantità eccessive di sedimenti o
polvere, sostituire la cartuccia del filtro del carburante con una
nuova.

CONTROLLO MISURATORE LIVELLO


CARBURANTE
Misurare la resistenza tra i terminali quando il galleggiante si
trova nelle posizioni indicate in basso.
" 09900-25008: Set multitester

Posizione livello
Resistenza tra i terminali
carburante
130 mm (F) 11 – 13 Ω
82 mm (½) Circa 71,5 Ω
23 mm (E) 130 – 150 Ω
Se la resistenza misurata fosse fuori specifica, sostituire il
misuratore con uno nuovo.
Ispezione misuratore livello carburante (!10-27)

130 mm

82 mm

23 mm

E
SISTEMA ALIMENTAZIONE CARBURANTE E CORPO ACCELERATORE 7-11

RIMONTAGGIO E INSTALLAZIONE POMPA


CARBURANTE/MISURATORE LIVELLO
CARBURANTE
Installare la pompa del carburante ed il misuratore del livello del
carburante nell’ordine inverso a quello di rimozione e prestare
attenzione ai punti seguenti:
• Installare nuovi O-ring sulla pompa del carburante, sul
regolatore della pressione del carburante e sul tubo flessibile
di alimentazione del carburante.
• Applicare un leggero strato di olio motore agli O-ring.

Utilizzare O-ring nuovi per evitare perdite di


carburante.

• Installare la pompa del carburante sul suo supporto e


collegare l’accoppiatore dei fili.

• Collegare quindi bene il tubo flessibile di alimentazione del


carburante.
7-12 SISTEMA ALIMENTAZIONE CARBURANTE E CORPO ACCELERATORE

• Installare il regolatore della pressione del carburante ed il filo


di messa a terra.

• Installare il misuratore del livello del carburante.

• Collegare l’accoppiatore del filo della pompa del carburante, il


filo di terra e l’accoppiatore del filo del misuratore del livello
del carburante.

• Installare un nuovo O-ring 1 sul serbatoio del carburante.


• Installare il gruppo della pompa del carburante.
SISTEMA ALIMENTAZIONE CARBURANTE E CORPO ACCELERATORE 7-13

• Allineare i marchi A e B.

• Usare l’utensile speciale e stringere il controdado dell’anello


della pompa del carburante alla coppia prescritta.
" 09941-51010: Chiave controdado anello
$ Controdado anello: 33 N·m (3,3 kgf-m)
7-14 SISTEMA ALIMENTAZIONE CARBURANTE E CORPO ACCELERATORE

ACCELERATORE
COMPONENTI CORPO ACCELERATORE

1 Sensore TP
2 O-ring
3 Iniettore carburante
4 Guarnizione iniettore
5 O-ring
carburante

6 Tubazione mandata
7 Giunto tubazione
carburante

8 O-ring
mandata carburante
3,5 N·m
(0,35 kgf-m) 9 Connettore tubo
0 O-ring
flessibile IAC

A Valvola IAC
B O-ring
C Vite arresto acceleratore
D Vite arresto leva acceleratore
E Staffa cavo acceleratore
F Corpo acceleratore
G Vite sincronizzazione
H O-ring
I Tubazione di depressione

3,5 N·m
(0,35 kgf-m)

3,5 N·m
(0,35 kgf-m)

3,5 N·m
(0,35 kgf-m)
SISTEMA ALIMENTAZIONE CARBURANTE E CORPO ACCELERATORE 7-15

RIMOZIONE GRUPPO VALVOLA A


FARFALLA
• Rimuovere la scatola anteriore. (!9-18)
• Scollegare il tubo flessibile PCV dal fondo della scatola del
filtro dell’aria.
• Rimuovere la scatola del filtro dell’aria 1.

• Rimuovere il sensore IAP 2.


• Scollegare l’accoppiatore del sensore IAP 3.

• Rimuovere la valvola PAIR 4.

• Allentare le viti di fissaggio del corpo dell’acceleratore (lato


camera aria).
7-16 SISTEMA ALIMENTAZIONE CARBURANTE E CORPO ACCELERATORE

• Scollegare la tubazione IAC 5.


• Rimuovere la scatola del filtro dell’aria 6.

• Scollegare gli accoppiatori dei vari fili.


7 TPS 8 Valvola IAC
9 FI

• Scollegare il tubo flessibile di alimentazione del carburante


0.

• Scollegare i cavi dell’acceleratore.

Dopo aver scollegato i cavi dell’acceleratore, non


lasciar scattare la valvola a farfalla da completamente
aperta a completamente chiusa. Ciò potrebbe
danneggiare sia la valvola che il corpo del gruppo
delle valvole a farfalla.

• Allentare le viti di fissaggio del corpo dell’acceleratore (lato


tubazione di ingresso).
• Rimuovere il gruppo delle valvole a farfalla.
SISTEMA ALIMENTAZIONE CARBURANTE E CORPO ACCELERATORE 7-17

SMONTAGGIO GRUPPO VALVOLE A


FARFALLA
• Rimuovere il tubo flessibile IAC.
• Rimuovere le tubazioni di depressione.

• Rimuovere la tubazione di mandata del carburante.

• Rimuovere gli iniettori del carburante.

• Rimuovere la valvola IAC.

• Rimuovere il sensore TPS.


NOTA:
Prima di smontare pezzi, contrassegnare la posizione di ciascun
sensore con vernice o altro in modo da poterli reinstallare nella
loro posizione originale.
7-18 SISTEMA ALIMENTAZIONE CARBURANTE E CORPO ACCELERATORE

Non togliere mai la valvola a farfalla.

Evitare di rimuovere la vite di arresto della leva


dell’acceleratore A.

• Rimuovere il connettore del tubo flessibile IAC.

• Rimuovere la staffa del cavo dell’acceleratore.

• Rimuovere le viti di sincronizzazione.


NOTA:
Prima di rimuovere la vite del minimo, determinare la sua
impostazione ruotandola lentamente in senso orario e contando
il numero dei giri necessari perché si appoggi leggermente alla
sua sede. Il numero di giri contato è importante per rimontare la
vite del minimo nella sua posizione originale.
SISTEMA ALIMENTAZIONE CARBURANTE E CORPO ACCELERATORE 7-19

PULIZIA ED ISPEZIONE CORPO


ACCELERATORE

Alcuni prodotti chimici per la pulizia dei carburatori,


specialmente soluzioni per la pulizia ad immersione,
sono estremamente corrosivi e devono essere
maneggiati con prudenza. Seguire sempre le istruzioni
del fabbricante per usare, maneggiare e conservare il
prodotto in modo corretto.

• Pulire tutti i passaggi con un agente di pulizia per carburatori


spray e quindi asciugare con aria compressa.

Non utilizzare del filo metallico per pulire i passaggi.


Esso potrebbe causare dei danni. Se i componenti
non si puliscono con un agente spray, potrebbe
essere necessario utilizzare una soluzione ad
immersione. Seguire sempre le istruzioni del
fabbricante per usare il prodotto e pulire i componenti
in modo corretto. Non applicare i prodotti per la
pulizia del carburatore a parti in gomma o plastica.

• Controllare se le parti indicate di seguito sono danneggiate o


intasate.
* O-ring * Filtro iniettore
* Boccola e tenuta albero valvola * Tenuta a cuscinetto
a farfalla iniettore
* Valvola a farfalla * Tubo depressione
* Vite di sincronizzazione * Tubo flessibile IAC
* Iniettore carburante
7-20 SISTEMA ALIMENTAZIONE CARBURANTE E CORPO ACCELERATORE

ISPEZIONE VALVOLA IAC


La valvola IAC può essere controllata senza essere rimossa Ω
dalla valvola a farfalla.
• Rimuovere la scatola anteriore. (!9-18)
• Scollegare l’accoppiatore del filo dell’ECM.
• Controllare la resistenza fra i terminali della valvola IAC.
# Resistenza: Circa 4 Ω (a 20 – 24 °C)
" 09900-25008: Set multitester
% Indicazione manopola tester: Resistenza (Ω
Ω)

Se la resistenza è fuori gamma, sostituire la valvola IAC con


un’altra nuova.

Non tentare di smontare la valvola IAC. La valvola IAC


è disponibile solo come gruppo.

• Rimuovere il coperchio della valvola IAC 1.


• Scollegare l’accoppiatore del filo dell’ECM.
• Collegare una batteria a 12 V ai terminali della valvola IAC Batteria
per oltre tre minuti e controllare se la temperatura della
valvola IAC aumenta.
• Se non si riscalda, sostituire la valvola IAC.

MONTAGGIO GRUPPO VALVOLE A


FARFALLA
Rimontare il gruppo delle valvole a farfalla nell’ordine inverso a
quello di smontaggio.
Prestare attenzione ai punti seguenti:
• Applicare THREAD LOCK “ 1342” alle viti e stringerle.
& 99000-32050: THREAD LOCK “1342”
$ Vite staffa cavo acceleratore: 3,5 N·m (0,35 kgf-m)

• Ingrassare leggermente le estremità dell’albero e al labbro


della guarnizione.
' 99000-25030: SUZUKI SUPER GREASE “A”
(USA)
99000-25010: SUZUKI SUPER GREASE “A”
(Altri paesi)
SISTEMA ALIMENTAZIONE CARBURANTE E CORPO ACCELERATORE 7-21

• Con la valvola dell’acceleratore del tutto chiusa, installare il


sensore della posizione dell’acceleratore nella sua posizione
originale.
$ Vite montaggio sensore TP: 3,5 N·m (0,35 kgf-m)

• Installare la valvola IAC.

Sostituire l’O-ring con uno nuovo.

• Applicare un leggero strato di olio motore all’O-ring nuovo.

• Installare la guarnizione dell’iniettore 1 e l’O-ring 2 su


ciascun iniettore del carburante.
• Applicare un leggero strato di olio motore all’O-ring nuovo ed
una nuova guarnizione.
• Installare gli iniettori del carburante spingendoli in ciascuna
valvola a farfalla.

Sostituire la guarnizione dell’iniettore e l’O-ring con


altri nuovi. Non ruotare mai l’iniettore durante
l’inserimento.

• Installare il gruppo della tubazione di mandata del carburante


sul gruppo delle valvole a farfalla.

Non girare mai gli iniettori del carburante mentre si


installa la tubazione di mandata del carburante.

• Stringere le viti di installazione delle tubazioni di invio del


carburante.
$ Vite montaggio tubazione mandata carburante:
3,5 N·m (0,35 kgf-m)
7-22 SISTEMA ALIMENTAZIONE CARBURANTE E CORPO ACCELERATORE

• Installare il connettore del tubo flessibile IAC.

Sostituire l’O-ring con uno nuovo.

• Applicare un leggero strato di olio motore all’O-ring nuovo.

• Installare la vite di sincronizzazione nella sua impostazione


originale avvitandola fino a che non si appoggia leggermente
alla sua sede e quindi svitandola del numero di giri annotato
durante lo smontaggio.

Sostituire l’O-ring con uno nuovo.

• Applicare un leggero strato di olio motore all’O-ring nuovo.

INSTALLAZIONE GRUPPO VALVOLE A


FARFALLA
L’installazione viene eseguita nell’ordine inverso a quello di
rimozione. Prestare attenzione ai punti seguenti:
• Collegare il cavo di trazione ed il cavo di ritorno
dell’acceleratore al tamburo dell’acceleratore.
• Regolare il gioco del cavo dell’acceleratore con i registri dei
cavi.
Per dettagli, consultare pag. 2-19.

POSIZIONE MORSETTO CORPO ACCELERATORE

Lato filtro aria Avanti

#1 #2

10˚

Sinistra Tubazione IAC Marchio superiore Destra

#1 #2

VISIONE DALL’ALTO Lato tubazione aspirazione Indietro


SISTEMA ALIMENTAZIONE CARBURANTE E CORPO ACCELERATORE 7-23

REGOLAZIONE CAVO ACCELERATORE


NOTA:
Regolazioni di minore entità possono essere eseguite col
registro sulla manopola dell’acceleratore. (!2-18)

REGOLAZIONE SENSORE POSIZIONE


ACCELERATORE
• Dopo aver controllato e regolato la sincronizzazione della
valvola dell’acceleratore, regolare la posizione del sensore
della posizione dell’acceleratore nel modo seguente.
• Riscaldato il motore, regolare il minimo su 1 200 ± 100 gpm.
• Fermare il motore caldo e collegare l’utensile speciale
all’accoppiatore della modalità di servizio. (!6-24)
" 09930-82710: Selettore modalità
• Portare l’interruttore dell’utensile speciale su ON.

• Se la regolazione del sensore della posizione


dell’acceleratore fosse necessaria, allentare la vite di
fissaggio del sensore della posizione dell’acceleratore.
Scorretta
• Girare il sensore della posizione dell’acceleratore e portare la
riga a metà. Posizione corretta
• Stringere la vite di fissaggio sensore della posizione
Scorretta
dell’acceleratore.
$ Vite montaggio sensore TP: 3,5 N·m (0,35 kgf-m)

RIMOZIONE INIETTORE CARBURANTE


• Rimuovere la scatola anteriore. (!9-18)
• Scollegare gli accoppiatori dell’iniettore.
• Rimuovere il gruppo delle tubazioni di invio del carburante.
(!7-17)
• Rimuovere gli iniettori del carburante N° 1 e N° 2. (!7-17)

CONTROLLO INIETTORE CARBURANTE


L’iniettore del carburante può essere controllato senza essere
rimosso dalla valvola a farfalla.
Vedere pag. 6-40 per dettagli.
• Controllare se il filtro dell’iniettore è sporco o contaminato. Se
necessario, pulire e controllare se vi fosse sporco nelle linee e
nel serbatoio del carburante.

INSTALLAZIONE INIETTORE CARBURANTE


• Applicare un leggero strato di olio motore alle nuove tenute a
cuscinetto ed O-ring degli iniettori.
• Installare l’iniettore inserendolo a squadra nella valvola a
farfalla. Non ruotare mai l’iniettore durante l’inserimento.
(!7-21)
7-24 SISTEMA ALIMENTAZIONE CARBURANTE E CORPO ACCELERATORE

SINCRONIZZAZIONE VALVOLA
ACCELERATORE
Controllare e regolare la sincronizzazione della valvola
dell’acceleratore fra i due cilindri. Per sincronizzare la valvola
dell’acceleratore, scollegare i tubo flessibile del il sensore IAP
dai loro attacchi sulla rispettive farfalle e collegare i tubo
flessibile del l’accessorio di equilibratura di depressione a
ciascun attacco.

NOTA:
Prima di equilibrare le valvole a farfalla, calibrare l’accessorio di
equilibratura.
• Rimuovere la scatola anteriore. (!9-18)

• Avviare il motore e farlo girare al minimo per scaldarlo.


• Spegnere il motore quando è caldo.
• Collegare un contagiri ed avviare il motore.
• Far girare il motore a 1 200 gpm per mezzo della vite di
arresto dell’acceleratore.
• Controllare la depressione dei due cilindri e bilanciare le due
valvole dell’acceleratore con la vite di sincronizzazione A.

NOTA:
* Durante l’equilibratura delle valvole a farfalla, tenere sempre il
motore a 1 200 gpm utilizzando la vite di arresto dell’acceleratore.
* Dopo aver bilanciato le due valvole, portare il regime del
minimo a 1 200 gpm.

Per l’accessorio di equilibratura di depressione


(09913-13121)
Il misuratore di depressione si trova a circa 30° dall’orizzontale
ed in questa posizione le due sfere devono trovarsi entro un
diametro di sfera di distanza l’una dall’altra. Se la differenza
fosse superiore, girare la vite di sincronizzazione sul corpo
dell’acceleratore e portare le sfere sullo stesso livello.
Una sincronizzazione corretta della valvola dell’acceleratore
deve avere le due sfere nel N° 1 e nel N° 2 allo stesso livello.
SISTEMA DI RAFFREDDAMENTO E LUBRIFICAZIONE 8-1

SISTEMA DI RAFFREDDAMENTO E LUBRIFICAZIONE

INDICE
SISTEMA RAFFREDDAMENTO ............................................................. 8- 2
DESCRIZIONE ................................................................................. 8- 2
CIRCUITO DI RAFFREDDAMENTO ................................................ 8- 2
RADIATORE OLIO ........................................................................... 8- 2
FLUIDO DI RAFFREDDAMENTO ........................................................... 8- 3
RADIATORE E TUBI FLESSIBILI .......................................................... 8- 4
ISPEZIONE CIRCUITO DI RAFFREDDAMENTO ........................... 8- 4
ISPEZIONE TAPPO RADIATORE ................................................... 8- 4
ISPEZIONE RADIATORE ................................................................ 8- 4
ISPEZIONE TUBO FLESSIBILE RADIATORE ............................... 8- 5
RIMOZIONE RADIATORE ............................................................... 8- 6
INSTALLAZIONE RADIATORE ....................................................... 8- 7
SERBATOIO DI RISERVA RADIATORE ......................................... 8- 7
VENTOLA DI RAFFREDDAMENTO ....................................................... 8- 8
CONTROLLO ................................................................................... 8- 8 8
RIMOZIONE ...................................................................................... 8- 8
INSTALLAZIONE ............................................................................. 8- 9
INTERRUTTORE TERMICO VENTOLA DI RAFFRREDDAMENTO ..... 8-10
RIMOZIONE ...................................................................................... 8-10
CONTROLLO ................................................................................... 8-11
INSTALLAZIONE ............................................................................. 8-11
SENSORE TEMPERATURA LIQUIDO REFRIGERANTE ..................... 8-12
RIMOZIONE ...................................................................................... 8-12
CONTROLLO ................................................................................... 8-13
INSTALLAZIONE ............................................................................. 8-13
TERMOSTATO ........................................................................................ 8-14
RIMOZIONE ...................................................................................... 8-14
CONTROLLO ................................................................................... 8-14
INSTALLAZIONE ............................................................................. 8-15
POMPA ACQUA ...................................................................................... 8-16
COSTRUZIONE ................................................................................ 8-16
RIMOZIONE E SMONTAGGIO ........................................................ 8-17
CONTROLLO ................................................................................... 8-19
MONTAGGIO E INSTALLAZIONE .................................................. 8-21
SISTEMA DI LUBRIFICAZIONE ............................................................. 8-25
PRESSIONE OLIO ........................................................................... 8-25
FILTRO OLIO ................................................................................... 8-25
RADIATORE OLIO ........................................................................... 8-25
REGOLATORE PRESSIONE OLIO ................................................. 8-25
FILTRO OLIO IN COPPA ................................................................. 8-25
INTERRUTTORE LIVELLO OLIO .................................................... 8-25
INTERRUTTORE PRESSIONE OLIO .............................................. 8-25
POMPA OLIO ................................................................................... 8-25
POMPA RITORNO OLIO ................................................................. 8-25
SCHEMA SISTEMA LUBRIFICAZIONE .......................................... 8-26
SISTEMA DI LUBRIFICAZIONE ...................................................... 8-27
8-2 SISTEMA DI RAFFREDDAMENTO E LUBRIFICAZIONE

SISTEMA RAFFREDDAMENTO
DESCRIZIONE
Il motore viene raffreddato dalla circolazione forzata del liquido di raffreddamento ottenuta con una potente
pompa centrifuga dell’acqua attraverso camicie d’acqua nel cilindro e nella testata cilindro ed attraverso il
radiatore. Il radiatore a tubazioni ed alette è fatto di alluminio, un metallo leggero e ottimo dissipatore di
calore.
Un termostato a palline di cera viene usato per regolare il flusso del fluido di raffreddamento attraverso il
cilindro. Mano a mano che la temperatura del liquido di raffreddamento raggiunge gli 88 °C, la valvola del
termostato si apre e il flusso del fluido di raffreddamento inizia. A circa 100 °C, il termostato si apre
completamente e, come risultato, il calore viene rilasciato nell’atmosfera attraverso il radiatore.

CIRCUITO DI RAFFREDDAMENTO
SERBATOIO
DI RISERVA
SFIATO

BYPASS TERMOSTATO

SENSORE INTERRUTTORE RADIATORE


TEMPERATURA TERMICO
LIQUIDO VENTOLA
RAFFREDDAMENTO RAFFREDDAMENTO

CARTER TESTATA
CILINDRO
DESTRO CILINDRO

RADIATORE OLIO

POMPA ACQUA

RADIATORE OLIO
Il radiatore dell’olio sta al posto del filtro dell’olio.
L’olio motore viene raffreddato dal liquido di raffreddamento del
motore, che viene fatto circolare all’interno del radiatore dell’olio.
Radiatore olio

Filtro olio

: Flusso olio motore


: Flusso liquido
raffreddamento motore
SISTEMA DI RAFFREDDAMENTO E LUBRIFICAZIONE 8-3

FLUIDO DI RAFFREDDAMENTO
Il circuito di raffreddamento viene riempito in fabbrica con una
miscela 50:50 di acqua distillata e glicole etilenico antigelo. Questa Densità Punto di
miscela 50:50 fornisce una protezione ottimale sia per la corrosione antigelo congelamento
che per la temperatura e ripara il sistema di raffreddamento dal 50% –31 ˚C
congelamento a temperature superiori a –31 °C. 55% –40 ˚C
Se la motocicletta viene esposta a temperature inferiori a –31 °C, il 60% –55 ˚C
rapporto di miscelazione deve essere aumentato fino a 55% o 60%
come indicato in figura.
(˚C)
0
* Utilizzare antigelo a base di glicole etilenico di buona –10

Punto di congelamento
qualità mescolato con acqua distillata. Non
–20
mescolare con antigelo a base di alcool o antigelo di
marche diverse. –30

* Non utilizzare più del 60% o meno del 50% di –40


antigelo. (Vedere la figura a destra). –50
* Non utilizzare additivi contro le perdite del radiatore. –60
–70
Liquido refrigerante motore al 50% inclusa capacità serbatoio

Densità antigelo 650 ml 20 40 60 80 100


Densità (%)
Acqua 650 ml
Fig.1 Curva densità liquido raffreddamento
motore-punto di congelamento

(˚C) (kgf/cm²)
150

Pressione misurata
Punto di ebollizione

140 1,5

130 0,9

120 0,5

110 0

100

0 10 20 30 40 50 60
Densità (%)
Fig.2 Curva densità liquido raffreddamento
motore-punto di ebollizione

* Il liquido bollente oppure il vapore possono causare ustioni gravi se si rimuove il tappo del
radiatore quando il motore è ancora caldo. Dopo aver lasciato raffreddare il motore, avvolgere
un panno spesso attorno al tappo e rimuovere quest’ultimo con cautela ruotandolo un quarto
di giro per far scaricare la pressione e quindi svitandolo completamente.
* Il motore deve essere freddo quando si esegue la manutenzione del sistema di
raffreddamento.
* Il liquido refrigerante è dannoso:
• Se entra in contatto con la pelle o gli occhi, sciacquare con acqua abbondante.
• Se viene inghiottito, provocare il vomito e chiamare immediatamente il medico.
• Tenere il liquido fuori della portata dei bambini.
8-4 SISTEMA DI RAFFREDDAMENTO E LUBRIFICAZIONE

RADIATORE E TUBI FLESSIBILI


ISPEZIONE CIRCUITO DI RAFFREDDAMENTO
Prima di rimuovere il radiatore e scaricare il fluido di
raffreddamento del motore, controllare quanto segue.
Controllare che il sistema di raffreddamento non perda facendo
uso di un tester per radiatori 1.
Rimuovere il tappo del radiatore e collegare il tester per radiatori
al foro di riempimento. Pressurizzare il sistema di
raffreddamento a 120 kPa (1,2 kgf/cm²) e quindi controllare se
tiene tale pressione per dieci secondi. Se il sistema di
raffreddamento non tiene la pressione per almeno dieci secondi,
controllare l’intero sistema per trovare le perdite. Trovatele,
riparare i danni.

* Non aprire il tappo del radiatore a motore caldo in


quanto il liquido bollente oppure il vapore possono
causare ustioni gravi.
* Nel togliere il tester per radiatori, mettere un panno
sul foro di riempimento per evitare che il fluido di
raffreddamento possa venire spruzzato fuori.

Non superare la pressione di apertura del tappo del


radiatore per non danneggiare il tappo del radiatore ed
il radiatore.

ISPEZIONE TAPPO RADIATORE


Controllare il tappo del radiatore 2 con un tester per radiatori
1.
Applicare il tappo del radiatore al tester per radiatori nel modo
mostrato. Applicare lentamente della pressione al tappo. Non
superare i 95 – 125 kPa (0,95 – 1,25 kgf/cm²). Se il tappo del
radiatore non tiene la pressione per almeno 10 secondi,
sostituirlo.
! Pressione apertura tappo radiatore:
95 – 125 kPa (0,95 – 1,25 kgf/cm2 )

ISPEZIONE RADIATORE
Controllare se il radiatore è sporco o contiene detriti. Se se ne
trovano, pulirlo con aria compressa. Inoltre, riparare alette
piegate o danneggiate con un piccolo cacciavite.
SISTEMA DI RAFFREDDAMENTO E LUBRIFICAZIONE 8-5

ISPEZIONE TUBO FLESSIBILE RADIATORE


• Rimuovere il paragambe e la pedana. ("9-10, 9-18)
Se un qualsiasi tubo dell’acqua fosse crepato o appiattito, esso
deve essere sostituito.
Perdite nelle zone di collegamento devono essere eliminate
mediante un serraggio appropriato.
8-6 SISTEMA DI RAFFREDDAMENTO E LUBRIFICAZIONE

RIMOZIONE RADIATORE
• Rimuovere il paragambe e la pedana. ("9-10, 9-18)
• Scaricare il fluido di raffreddamento rimuovendo il tappo di
scarico.

• Rimuovere l’accoppiatore del filo della ventola di


raffreddamento 1.
• Scollegare i tubi flessibili superiore ed inferiore del radiatore.

• Rimuovere i tre bulloni di fissaggio ed il gruppo del radiatore.

• Rimuovere la protezione del radiatore.


SISTEMA DI RAFFREDDAMENTO E LUBRIFICAZIONE 8-7

• Rimuovere i quattro punti di fissaggio e lo scudo termico.

INSTALLAZIONE RADIATORE
Installare il radiatore e le tubazioni del radiatore in ordine
inverso a quello di rimozione.
Prestare attenzione ai punti seguenti:
• Collegare l’accoppiatore del filo del motorino della ventola.
• Stringere il tappo di scarico alla coppia prescritta.
# Tappo scarico: 6 N·m (0,6 kgf-m)
• Rabboccare il liquido refrigerante. ("2-21)
• Spurgare l’acqua dal circuito di raffreddamento. ("2-21)

SERBATOIO DI RISERVA RADIATORE


RIMOZIONE/REINSTALLAZIONE
• Rimuovere il bullone di montaggio del serbatoio di riserva.
• Scollegare il tubo di sifone dal serbatoio di riserva e scaricare
il fluido di raffreddamento del motore.
• Installare il serbatoio di riserva invertendo le procedure di
rimozione.
• Riempire il serbatoio di riserva sino al livello di massimo.
8-8 SISTEMA DI RAFFREDDAMENTO E LUBRIFICAZIONE

VENTOLA DI RAFFREDDAMENTO
CONTROLLO
• Rimuovere il paragambe laterale. ("9-12, 9-18)
• Scollegare l’accoppiatore del filo del motore della ventola 1 e
quello dell’interruttore della ventola 2.
Controllare la corrente di carico del motorino della ventola con
un amperometro collegato come indicato in figura.

Il voltmetro serve per verificare che la batteria alimenti il


motorino a 12 volt. Quando la ventola gira a tutta velocità,
l’amperometro deve indicare non più di 5 ampere.
Motore ventola Amperometro
Se il motorino non gira, sostituire il gruppo del motorino della
ventola con uno nuovo. Batteria
NOTA:
Per eseguire la prova sopraindicata non è necessario rimuovere
la ventola di raffreddamento dal motore.

Collegamento + → accoppiatore filo motorino ventola BLU


- → Accoppiatore interruttore ventola NERO
(lato motorino ventola)

Bl B B

Motore ventola

Interruttore ventola

RIMOZIONE
• Rimuovere il radiatore. ("8-6)
• Scollegare l’accoppiatore del filo della ventola di
raffreddamento 1.
• Rimuovere i tre bulloni di montaggio e il gruppo della ventola
di raffreddamento.
SISTEMA DI RAFFREDDAMENTO E LUBRIFICAZIONE 8-9

• Rimuovere la ventola di raffreddamento.

INSTALLAZIONE
Installare la ventola di raffreddamento nell’ordine inverso a
quello di rimozione.
Prestare attenzione ai punti seguenti:
• Stringere i bulloni di montaggio della ventola di
raffreddamento alla coppia specificata.
# Bullone montaggio ventola di raffreddamento:
6,5 N·m (0,65 kgf-m)
8-10 SISTEMA DI RAFFREDDAMENTO E LUBRIFICAZIONE

INTERRUTTORE TERMICO VENTOLA DI RAFFRREDDAMENTO


La ventola di raffreddamento è fissata al retro del radiatore da tre bulloni e viene automaticamente
controllata da un interruttore termico. Esso rimane aperto quando la temperatura del liquido di
raffreddamento è bassa, ma si chiude quando raggiunge circa i 98 °C, azionando la ventola.

Interruttore di
accensione
Fusibile
O O/G Unità di
controllo CVT
R
Fusibile
Gr/Y
B/O
M B B

Fusibile Motorino Interruttore


principale ventola termico
raffreddamento ventola
raffreddamento
R

Batteria B/W
COLORE FILI
B : Nero
O : Arancione
Relè ventola
R : Rosso
B/O : Nero con riga arancione
B/W : Nero con riga bianca
Gr/Y: Grigio con riga gialla
O/G : Arancione con riga verde

RIMOZIONE
• Rimuovere il paragambe e la pedana. ("9-10, 9-18)
• Scaricare il liquido refrigerante. ("2-20)
• Scollegare l’accoppiatore del filo dell’interruttore termico della
ventola 1.
• Rimuovere l’interruttore termico della ventola 2.
SISTEMA DI RAFFREDDAMENTO E LUBRIFICAZIONE 8-11

CONTROLLO
• Verificare le temperature di apertura e di chiusura
dell’interruttore termico controllandolo nel modo indicato in
figura. Collegare l’interruttore termico 1 ad un tester di circuiti
e quindi immergerlo nell’olio contenuto in una pentola sopra al
gas.
• Riscaldare l’olio per farne aumentare lentamente la
temperatura e osservare la temperatura indicata dal
Olio
termometro 2 quando l’interruttore chiude o apre.
$ 09900-25008: Set multitester
% Indicazione manopola tester multicircuito:
Test di continuità (&)
! Temperatura di funzionamento interruttore termico
Standard (OFF→ →ON): Circa 98 °C
(ON→→OFF): Circa 92 °C

* Prestare particolare attenzione quando si maneggia


l’interruttore termico della ventola. Proteggerlo da
urti e non farlo cadere.
* Non fare entrare in contatto l’interruttore termico 1
ed il termometro 2 con la pentola.

INSTALLAZIONE
Installare la ventola di raffreddamento nell'ordine inverso a
quello di rimozione. Prestare attenzione ai punti seguenti:
• Applicare liquido refrigerante all’O-ring.
• Stringere l’interruttore termico della ventola di raffreddamento
alla coppia specificata.
# Interruttore termico ventola raffreddamento:
17 N·m (1,7 kgf-m)

Sostituire l’O-ring tolto con un altro nuovo.

• Rabboccare il liquido refrigerante. ("2-21)


• Spurgare l’acqua dal circuito di raffreddamento. ("2-21)
8-12 SISTEMA DI RAFFREDDAMENTO E LUBRIFICAZIONE

SENSORE TEMPERATURA LIQUIDO REFRIGERANTE


Il diagramma di circuito seguente mostra i circuiti elettrici del termometro. I componenti principali sono il
sensore di temperatura in contatto col fluido di raffreddamento e l’indicatore di temperatura (termometro del
fluido di raffreddamento).

Spia temperatura acqua

Tachimetro ECU

Interruttore di O/W B/Br


B/Br B/Bl P/W
accensione O/G
Fusibile
O

Interruttore
Fusibile manubrio
principale Fusibile
O/Y

RR

COLORE FILI
O : Arancione B/W
B/W
Batteria R : Rosso
B/Br : Nero con riga marrone
B/Bl : Nero con riga blu
B/W : Nero con riga bianca Sensore
O/G : Arancione con riga verde temperatura
O/Y : Arancione con riga gialla acqua
O/W : Arancione con riga bianca
P/W : Rosa con riga bianca

RIMOZIONE
• Rimuovere la pedana. ("9-18)
• Scollegare il filo dell’interruttore della temperatura del liquido
refrigerante 1.
• Rimuovere il sensore della temperatura del liquido
refrigerante 2.
SISTEMA DI RAFFREDDAMENTO E LUBRIFICAZIONE 8-13

CONTROLLO
• Controllare la temperatura del fluido di raffreddamento sul
banco di prova nel modo indicato in figura. Collegare il
sensore della temperatura 1 ad un tester e posarlo in una Ω
bacinella di olio, mettendo questa su di un fornello.
• Aumentare gradualmente la temperatura e leggere il valore
del termometro 2 e dell’ohmmetro.
• Se la resistenza del sensore della temperatura del liquido Olio
refrigerante non cambia come indicato in tabella, il sensore
deve essere sostituito con uno nuovo.
! Specifica sensore temperatura

Temperatura Resistenza standard


20 °C Circa 2,45 kΩ
50 °C Circa 0,811 kΩ
80 °C Circa 0,318 kΩ
110 °C Circa 0,142 kΩ

Se la resistenza misurata è infinita o troppo alta, sostituire il


sensore della temperatura con un altro nuovo.

* Prestare attenzione quando si maneggia il sensore


della temperatura. Esso potrebbe danneggiarsi se
subisse urti violenti.
* Non fare entrare in contatto il sensore della
temperatura del liquido refrigerante 1 ed il
termometro 2 con la pentola.

INSTALLAZIONE
• Stringere il sensore della temperatura del liquido refrigerante
alla coppia specificata.
# Sensore temperatura liquido refrigerante:
18 N·m (1,8 kgf-m)

Sostituire la guarnizione di tenuta 1 con una nuova.


8-14 SISTEMA DI RAFFREDDAMENTO E LUBRIFICAZIONE

TERMOSTATO
RIMOZIONE
• Rimuovere il paragambe e la pedana. ("9-10, 9-18)
• Scaricare una piccola quantità di fluido di raffreddamento.
("2-20)
• Porre uno straccio sotto alla scatola del termostato.
• Rimuovere la scatola del termostato.

• Rimuovere il termostato 1.

CONTROLLO
Controllare se la pastiglia del termostato fosse crepata.
Controllare il funzionamento del termostato nel modo indicato di
seguito.
• Immergere il termostato 1 nell’acqua contenuta in un
bicchiere da laboratorio come indicato in figura. Notare che il
termostato viene mantenuto in sospensione. Riscaldare
l’acqua con un fornello ed osservare l’aumento della
temperatura sul termometro 2.
• Osservare la temperatura nel momento di apertura del
Spago
termostato. Questa temperatura, la temperatura in cui la
valvola del termostato inizia ad aprirsi, deve essere compresa
tra i valori standard.
! Temperatura di apertura valvola termostato Acqua
Standard: Circa 88 °C

* Non fare entrare in contatto il termostato 1 ed il


termometro 2 con la pentola.
* Dato che la risposta del termostato al cambiamento
di temperatura dell'acqua è graduale, non aumentare
la temperatura dell'acqua troppo rapidamente.
* Un termostato la cui valvola rimane anche
minimamente aperta a temperatura normale deve
essere sostituito.
SISTEMA DI RAFFREDDAMENTO E LUBRIFICAZIONE 8-15

• Continuare a riscaldare l’acqua per aumentarne la


temperatura. Sollevamento
• Quando la temperatura dell’acqua raggiunge il valore valvola

specificato, la valvola del termostato si deve essere sollevata di


almeno 8,0 mm.
! Sollevamento valvola termostato
Standard: Oltre 8,0 mm a 100 °C
• Se il termostato non soddisfa anche solo uno dei due requisiti
(temperatura di inizio apertura e sollevamento della valvola),
esso deve essere sostituito.

INSTALLAZIONE
Installare il termostato nell’ordine inverso a quello di rimozione.
• Applicare fluido di raffreddamento alla guarnizione in gomma
del termostato.

• Installare il termostato.
NOTA:
La valvola A del termostato deve essere rivolta in alto.

• Installare la scatola del termostato.


• Rabboccare il liquido refrigerante. ("2-21)
• Spurgare l’acqua dal circuito di raffreddamento. ("2-21)
8-16 SISTEMA DI RAFFREDDAMENTO E LUBRIFICAZIONE

POMPA ACQUA
COSTRUZIONE

1 Coperchio pompa acqua


2 O-ring
3 Girante
4 Guarnizione meccanica
5 Paraolio
6 O-ring
7 Cuscinetto interno
8 Cuscinetto esterno
9 E-ring
0 Anello elastico
A O-ring

Catena conduttrice pompa olio


Cuscinetto interno

Cuscinetto esterno
Girante Pompa olio

Albero girante Albero

Ruota dentata condotta pompa olio


Guarnizione meccanica
SISTEMA DI RAFFREDDAMENTO E LUBRIFICAZIONE 8-17

RIMOZIONE E SMONTAGGIO
• Rimuovere il paragambe e la pedana. ("9-10, 9-18)
• Scaricare il liquido refrigerante. ("2-20)
• Appoggiare il telaio del veicolo al cavalletto laterale.

* Non aprire il tappo del radiatore a motore caldo in


quanto il liquido bollente oppure il vapore possono
causare ustioni gravi.
* Il motore deve essere freddo quando si esegue la
manutenzione del sistema di raffreddamento.
* Il liquido refrigerante è dannoso se viene inghiottito
oppure se entra in contatto con la pelle o gli occhi. Se
il fluido di raffreddamento entra negli occhi o tocca la
pelle, lavare gli occhi con acqua abbondante o lavare
bene la pelle. Se viene ingerito, indurre il vomito e
chiamare immediatamente un medico.
• Scollegare il tubo flessibile del radiatore.
• Rimuovere la copertura della pompa dell’acqua.

• Rimuovere il fermacavo.
• Rimuovere il corpo della pompa dell’acqua 1 insieme alla
girante 2.
8-18 SISTEMA DI RAFFREDDAMENTO E LUBRIFICAZIONE

• Rimuovere poi l’E-ring 1 e la girante 2.

• Rimuovere la tenuta meccanica utilizzando l’attrezzo


speciale.
$ 09921-20240: Set rimozione cuscinetti
NOTA:
Se non vi sono anomalie, la rimozione della tenuta meccanica
non è necessaria.

La tenuta meccanica rimossa deve essere sostituita


con una nuova.

• Rimuovere il cuscinetto esterno utilizzando l’attrezzo


speciale.
$ 09921-20240: Set rimozione cuscinetti
NOTA:
Se non vi sono rumori anormali, la rimozione del cuscinetto non
è necessaria.

Il cuscinetto rimosso deve essere sostituito con uno


nuovo.

• Rimuovere l’anello elastico 1.


SISTEMA DI RAFFREDDAMENTO E LUBRIFICAZIONE 8-19

• Rimuovere il cuscinetto interno utilizzando l’attrezzo speciale.


$ 09921-20240: Set rimozione cuscinetti
NOTA:
Se non vi sono rumori anormali, la rimozione del cuscinetto non
è necessaria.

Il cuscinetto rimosso deve essere sostituito con uno


nuovo.
• Posare un panno sotto il corpo della pompa dell’acqua.
• Rimuovere il paraolio utilizzando una barra adatta.
NOTA:
Se non vi sono anomalie, la rimozione del paraolio non è
necessaria.

Il paraolio rimosso deve essere sostituito con un


paraolio nuovo.

• Rimuovere l’anello della tenuta meccanica 1 e la tenuta di


gomma 2 dalla girante.

CONTROLLO
CUSCINETTI
• Controllare manualmente il gioco dei cuscinetti interno ed
esterno mentre sono installati sulla scatola della pompa
dell’acqua.
• Far girare la corsa interna con un dito per controllare che non
vi siano rumori anormali e che il cuscinetto ruoti senza
problemi.
• Sostituire il cuscinetto se vi fosse una qualsiasi anomalia.
8-20 SISTEMA DI RAFFREDDAMENTO E LUBRIFICAZIONE

TENUTA MECCANICA
• Controllare visivamente se la tenuta meccanica è
danneggiata prestando particolare attenzione alla superficie
di tenuta.
• Sostituire la tenuta meccanica che mostrasse segni di perdite.

PARAOLIO
• Controllare visivamente se il paraolio è danneggiato
prestando particolare attenzione al labbro.
• Sostituire il paraolio che mostrasse segni di perdite.

ALLOGGIAMENTO CUSCINETTI/SCATOLA MECCANICA


• Controllare a vista l’alloggiamento dei cuscinetti e la scatola
meccanica per vedere se vi sono danni.
• Sostituire il corpo della pompa dell’acqua se necessario.

GIRANTE
• Controllare a vista la girante ed il suo albero per vedere se
hanno danni.
SISTEMA DI RAFFREDDAMENTO E LUBRIFICAZIONE 8-21

MONTAGGIO E INSTALLAZIONE
• Installare un cuscinetto nuovo utilizzando l’attrezzo speciale.
$ 09913-70210: Set installazione cuscinetti

• Installare l’anello elastico 1.

• Installare un cuscinetto esterno nuovo utilizzando l’attrezzo


speciale.
$ 09913-70210: Set installazione cuscinetti

• Installare il paraolio nuovo utilizzando l’attrezzo speciale.


$ 09913-70210: Set installazione cuscinetti
NOTA:
Il contrassegno stampato sul paraolio deve essere rivolto
all’esterno.

• Applicare una piccola quantità di SUZUKI SUPER GREASE


“A” al labbro del paraolio.
' 99000-25030: SUZUKI SUPER GREASE “A”
(USA)
99000-25010: SUZUKI SUPER GREASE “A”
(Altri paesi)
8-22 SISTEMA DI RAFFREDDAMENTO E LUBRIFICAZIONE

• Installare una nuova tenuta meccanica utilizzando una chiave


a tubo di dimensioni adatte.
NOTA:
Applicare sigillante A sulla nuova guarnizione meccanica.

• Installare la tenuta di gomma 1 sulla girante.


• Dopo aver rimosso olio o grasso dall’anello della tenuta
meccanica, installarlo sulla girante.
NOTA:
Il lato contrassegnato A dell’anello della tenuta meccanica deve
essere rivolto verso la girante.
Controllare che l’anello della guarnizione meccanica sia ben
installato sulla girante.

• Ingrassare l’albero della girante.


' 99000-25030: SUZUKI SUPER GREASE “A”
(USA)
99000-25010: SUZUKI SUPER GREASE “A”
(Altri paesi)
• Installare l’albero della girante sul corpo della pompa
dell’acqua.

• Installare l’E-ring 1 sull’albero della girante.


SISTEMA DI RAFFREDDAMENTO E LUBRIFICAZIONE 8-23

• Installare nuovi O-ring 1 e 2.


• Ingrassare gli O-ring.
' 99000-25030: SUZUKI SUPER GREASE “A”
(USA)
99000-25010: SUZUKI SUPER GREASE “A”
(Altri paesi)

• Installare il corpo della pompa dell’acqua 1 con la girante 2


sul carter.
• Installare il fermacavo.

NOTA:
Inserire l’estremità dell’albero della pompa dell’acqua A
sull’albero della pompa dell’olio B come visto nelle figure.

• Installare l’O-ring sul coperchio della pompa dell’acqua.

Utilizzare O-ring nuovi per evitare perdite di liquido


refrigerante.

• Applicare liquido refrigerante all’O-ring.

• Installare la copertura della pompa dell’acqua.


8-24 SISTEMA DI RAFFREDDAMENTO E LUBRIFICAZIONE

• Collegare il tubo flessibile del radiatore.


• Rabboccare il liquido refrigerante. ("2-21)
• Spurgare l’acqua dal circuito di raffreddamento. ("2-21)
• Installare il paragambe e la pedana.
SISTEMA DI RAFFREDDAMENTO E LUBRIFICAZIONE 8-25

SISTEMA DI LUBRIFICAZIONE
PRESSIONE OLIO
"2-31

FILTRO OLIO
"2-14

RADIATORE OLIO
"3-17, 3-63

REGOLATORE PRESSIONE OLIO


"3-44

FILTRO OLIO IN COPPA


"3-44

INTERRUTTORE LIVELLO OLIO


"10-29

INTERRUTTORE PRESSIONE OLIO


"10-36

POMPA OLIO
"3-20, 3-60

POMPA RITORNO OLIO


"3-21, 3-59
8-26

SUPERFICIE CAMMA ASPIRAZIONE SUPERFICIE CAMMA SCARICO E


E PERNI DI BANCO ALBERO A CAMME PERNO DI BANCO ALBERO A CAMME

ALBERO A CAMME ASPIRAZIONE ALBERO A CAMME SCARICO


PUNTERIE E PUNTERIE E
VALVOLE VALVOLE
PERNO BANCO ALBERO PERNO BANCO ALBERO
A CAMME ASP. DESTRO A CAMME SC. DESTRO

FLANGIA ALBERO RUOTA DENTATA E CATENA FLANGIA ALBERO


A CAMME ALBERO A CAMME A CAMME

GETTO AD GETTO AD
ALLA COPPA ORIFICIO ORIFICIO ALLA COPPA
DELL’OLIO DELL’OLIO
TESTATA CILINDRI

PARETE CILINDRO PARETE CILINDRO


N˚ 1 N˚ 2
SISTEMA DI RAFFREDDAMENTO E LUBRIFICAZIONE

PISTONE E PISTONE E
PERNO N˚ 2
SCHEMA SISTEMA LUBRIFICAZIONE

PERNO N˚ 1
CUSCINETTO CUSCINETTO PERNO
SCATOLA FRIZIONE PERNO BIELLA BIELLA MOTORE CUSCINETTO
MOTORE SINISTRO DESTRO POMPA ACQUA
DISCO CUSCINETTO ALBERO
FRIZIONE CONDUTTORE
CUSCINETTO PERNO UGELLO RAFFREDDAMENTO CUSCINETTO PERNO
DI BANCO SINISTRO PISTONE DI BANCO DESTRO
COPERCHIO FRIZIONE

INGRANAGGIO INTERMEDIO
GETTO AD ORIFICIO MOTORINO AVVIAMENTO

FILTRO OLIO
TUBAZIONE OLIO INTERRUTTORE
PRESSIONE OLIO INNESTO MOTORINO
AVVIAMENTO
FILTRO COPPA OLIO RADIATORE OLIO
TUBO FLESSIBILE POMPA OLIO REGOLATORE
OLIO DI RITORNO DI RITORNO PRESSIONE OLIO
POMPA OLIO

SCATOLA TRASMISSIONE
FILTRO COPPA
ALBERO ED INGRANAGGIO CONDUTTORI OLIO
ALBERO ED INGRANAGGIO INTERMEDI
CONTROALBERO E CONTROINGRANAGGIO
COPPA OLIO
SISTEMA DI RAFFREDDAMENTO E LUBRIFICAZIONE 8-27

SISTEMA DI LUBRIFICAZIONE

LATO SCARICO

LATO ASPIRAZIONE

Alla pompa dell’olio

FILTRO COPPA OLIO OLIO LUBRIFICANTE


OLIO DI RITORNO

CONDOTTO OLIO PRINCIPALE


8-28 SISTEMA DI RAFFREDDAMENTO E LUBRIFICAZIONE

FILTRO OLIO

RADIATORE OLIO

Verso A Da A
REGOLATORE
PRESSIONE OLIO

FILTRO COPPA
OLIO

POMPA OLIO

POMPA OLIO
DI RITORNO

GETTO AD
ORIFICIO

FILTRO COPPA
OLIO

CUSCINETTO
ALBERO
CONDUTTORE

OLIO LUBRIFICAZIONE
OLIO DI RITORNO
TELAIO

INDICE
PARTI ESTERNE ............................................................................... 9- 2
COSTRUZIONE ........................................................................... 9- 2
RIMOZIONE ................................................................................. 9- 6
INSTALLAZIONE ........................................................................ 9-23
RUOTA ANTERIORE ......................................................................... 9-25
COSTRUZIONE ........................................................................... 9-25
RIMOZIONE ................................................................................. 9-26
ISPEZIONE E SMONTAGGIO .................................................... 9-27
MONTAGGIO E INSTALLAZIONE ............................................. 9-29
FORCELLA ........................................................................................ 9-32
COSTRUZIONE ........................................................................... 9-32
RIMOZIONE E SMONTAGGIO ................................................... 9-33
CONTROLLO .............................................................................. 9-35
MONTAGGIO E INSTALLAZIONE ............................................. 9-36
STERZO E MANUBRIO ..................................................................... 9-40
COSTRUZIONE ........................................................................... 9-40
RIMOZIONE ................................................................................. 9-41
ISPEZIONE E SMONTAGGIO .................................................... 9-43
MONTAGGIO E INSTALLAZIONE ............................................. 9-43
REGOLAZIONE TENSIONE STERZO ........................................ 9-46
RUOTA POSTERIORE ...................................................................... 9-47
COSTRUZIONE ........................................................................... 9-47
RIMOZIONE ................................................................................. 9-48
ISPEZIONE E SMONTAGGIO .................................................... 9-50
MONTAGGIO E INSTALLAZIONE ............................................. 9-52
AMMORTIZZATORE POSTERIORE ................................................. 9-57
COSTRUZIONE ........................................................................... 9-57
RIMOZIONE ................................................................................. 9-57
CONTROLLO .............................................................................. 9-58
INSTALLAZIONE ........................................................................ 9-58
REGOLAZIONE SOSPENSIONI ................................................. 9-58
FORCELLONE OSCILLANTE ........................................................... 9-59
COSTRUZIONE ........................................................................... 9-59
TELAIO 9-1

RIMOZIONE ................................................................................. 9-59


CONTROLLO .............................................................................. 9-60
INSTALLAZIONE ........................................................................ 9-61
FRENO ANTERIORE ......................................................................... 9-63
COSTRUZIONE ........................................................................... 9-63
SOSTITUZIONE PASTIGLIE FRENO ......................................... 9-64
SOSTITUZIONE LIQUIDO FRENI ............................................... 9-65
RIMOZIONE E SMONTAGGIO PINZA ....................................... 9-66
ISPEZIONE PINZA ...................................................................... 9-67
MONTAGGIO E INSTALLAZIONE PINZA ................................. 9-68
ISPEZIONE DISCO FRENO ........................................................ 9-70
RIMOZIONE E SMONTAGGIO POMPA FRENI ......................... 9-70
ISPEZIONE POMPA FRENI ........................................................ 9-71 9
MONTAGGIO E INSTALLAZIONE POMPA FRENI ................... 9-71
FRENO POSTERIORE ....................................................................... 9-73
COSTRUZIONE ........................................................................... 9-73
SOSTITUZIONE PASTIGLIE FRENO ......................................... 9-74
SOSTITUZIONE LIQUIDO FRENI ............................................... 9-76
RIMOZIONE E SMONTAGGIO PINZA ....................................... 9-76
ISPEZIONE PINZA ...................................................................... 9-78
MONTAGGIO E INSTALLAZIONE PINZA ................................. 9-79
ISPEZIONE DISCO FRENO ........................................................ 9-83
RIMOZIONE E SMONTAGGIO POMPA FRENI ......................... 9-83
ISPEZIONE CILINDRO MAESTRO ........................................... 9-83
MONTAGGIO E INSTALLAZIONE POMPA FRENI ................... 9-83
REGOLAZIONE BLOCCO FRENI .............................................. 9-84
SOSTITUZIONE CAVO BLOCCO FRENO ................................. 9-85
SISTEMA DI BLOCCO DEI FRENI ............................................. 9-87
PNEUMATICO E RUOTA .................................................................. 9-91
RIMOZIONE PNEUMATICO ....................................................... 9-91
CONTROLLO .............................................................................. 9-91
INSTALLAZIONE VALVOLA ...................................................... 9-92
INSTALLAZIONE PNEUMATICO ............................................... 9-92
INSTALLAZIONE PESI DI EQUILIBRATURA ............................ 9-93
9-2 TELAIO

PARTI ESTERNE
COSTRUZIONE

1 Pannello strumenti anteriore


2 Armatura paragambe
3 Copertura strumentazione
4 Pannello anteriore
5 Paragambe
6 Paragambe inferiore
7 Tappetino
8 Scatola anteriore
TELAIO 9-3

Per le E-28

1 Sportello manutenzione
2 Pedana
3 Copertura telaio
4 Copertura laterale gambe
5 Copertura telaio centrale
6 Copertura telaio inferiore
7 Estremità parafango
8 Tappetino
9 Ripiano
0 Guarnizione
9-4 TELAIO

Parabrezza Esterno

Telaio

Metà superiore
bauletto

A: Max. 1 mm
Ambedue le estremità della guarnizione
tenuta aria devono venire fermate al
davanti del bauletto.

Metà inferiore bauletto

Copertura batteria

Coperchio bauletto
Serbatoio

Copertura telaio

Pedana
Telaio
TELAIO 9-5

SCATOLA ANTERIORE

1 Scatola anteriore
2 Sportello
3 Cuscino
4 Cuscino
5 Scatola interna anteriore
6 Cuscino

GRUPPO PEDANA

1 Pedana
2 Protezione
3 Dotto
9-6 TELAIO

RIMOZIONE
POSIZIONE DEI COMPONENTI ESTERNI

: :
1 Parabrezza ( 9-7) :
9 Sedile ( 9-13)
: :
G Bauletto ( 9-20)
:
:
2 Copertura manubrio ( 9-8)
3 Pannello anteriore ( 9-8)
0 Ammortizzazione sedile ( 9-14)
::
A Maniglie passeggero
::
H Copertura telaio inferiore ( 9-15)
I Copertura telaio centrale ( 9-15)
::
4 Specchietto retrovisore J Copertura parabrezza ( 9-7)
: :: :
B Coperchio bauletto ( 9-16) K Copertura paragambe anteriore
(destra e sinistra) ( 9-15)

:
5 Paragambe inferiore ( 9-10) C Copertura telaio ( 9-16)
:
(destro e sinostro) ( 9-9)

6 Paragambe ( 9-10) D Pedana ( 9-18) L Interruttore di accensione ( 9-19)


( 9-11)

::
7 Copertura laterale gambe
8 Sportello manutenzione ( 9-13)
(destra e sinistra) ( 9-12) :
E Scatola anteriore ( 9-18)
F Parafango anteriore ( 9-20)
M Tappetino (destra e sinistra)

DIAGRAMMA DI FLUSSO DI RIMOZIONE


H Copertura
telaio inferiore

I Copertura
B Coperchio telaio centrale
F Parafango
bauletto posteriore
J Copertura 5 Paragambe 2 Copertura A Maniglie
parabrezza inferiore manubrio passeggero

1 Parabrezza 3 Pannello anteriore C Copertura telaio 7 Copertura


laterale gambe

K Copertura par- 4 Specchietto D Pedana


agambe anteriore
retrovisore
G Bauletto
6 Paragambe
L Interruttore
8
di accensione
Sportello
manutenzione

E Scatola anteriore
TELAIO 9-7

PARABREZZA
• Rimuovere le viti.

• Rimuovere la copertura del parabrezza 1.

✩: Parte a gancio

• Rimuovere il parabrezza.

• Rimuovere l’armatura del parabrezza 2.


9-8 TELAIO

COPERTURE MANUBRIO
• Rimuovere la copertura posteriore del manubrio 1.

• Rimuovere la copertura anteriore del manubrio 2.

PANNELLO ANTERIORE
• Rimuovere la copertura del generatore. (!sopra)
• Rimuovere le viti.
• Rimuovere il pannello anteriore.
TELAIO 9-9

SPECCHIETTO RETROVISORE
• Rimuovere la copertura del manubrio. (!9-8)
• Rimuovere il pannello anteriore. (!9-8)
• Rimuovere i bulloni.
• Scollegare l’accoppiatore dei segnali di svolta che si trova
sotto la strumentazione.

• Rimuovere le viti.

• Inserire il cacciavite nel foro A.


• Togliere il segnale di svolta. (!10-32)

• Scollegare l’accoppiatore del segnale di svolta.


9-10 TELAIO

PARAGAMBE INFERIORE
• Scollegare i fermi 1 tirandone la linguetta.
• Rimuovere le viti.
• Rimuovere il paragambe inferiore 2.

PARAGAMBE
• Rimuovere la copertura del manubrio. (!9-8)
• Rimuovere il pannello anteriore. (!9-8)
• Rimuovere il paragambe inferiore. (!sopra)
• Rimuovere le viti.

• Rimuovere il tappetino destro e sinistro.


• Rimuovere le viti.

• Staccare gli inserti delle coperture dei paragambe.


TELAIO 9-11

• Rimuovere la copertura anteriore del paragambe 1.

✩: Parte a gancio

• Rimuovere le viti.

• Scollegare gli accoppiatori del faro, dell’ECM e delle luci di


posizione (solo E-02, E-19).
• Rimuovere il paragambe.
9-12 TELAIO

COPERTURA LATERALE GAMBA DESTRA


• Rimuovere i tappetini.
• Rimuovere le viti e gli elementi di fissaggio.
• Rimuovere la copertura destra staccandone gli inserti.
Pedana

Copertura
laterale
gambe

COPERTURA LATERALE GAMBA SINISTRA


• Rimuovere i tappetini.
• Rimuovere le viti e gli elementi di fissaggio.
• Rimuovere la copertura destra staccandone gli inserti.
Pedana

Copertura
laterale
gambe
TELAIO 9-13

SPORTELLO DI MANUTENZIONE
• Rimuovere la vite.
• Staccare gli inserti A dello sportello di manutenzione.
• Togliere lo sportello di manutenzione.
NOTA:
Coprire le aree tratteggiate per evitare che la scatola anteriore si
danneggi.

Pedana

Sportello di
manutenzione

SEDILE
• Sollevare il sedile.
• Rimuovere la scatola degli attrezzi.
• Rimuovere la copertura della batteria 1.
• Rimuovere la batteria. (!10-3)

• Scollegare l’accoppiatore della luce del bauletto 2.


• Scollegare l’ammortizzatore del sedile. (!9-14)

• Rimuovere il sedile togliendo i dadi della cerniera del sedile.


9-14 TELAIO

AMMORTIZZATORE SEDILE
• Rimuovere la copertura destra del telaio. (!9-16)
• Rimuovere la coppiglia 1, la rondella 2 ed il bullone di
installazione 3.
• Rimuovere l’ammortizzatore del sedile 4.

Alto
Sedile

Destra

Telaio
TELAIO 9-15

MANIGLIA PASSEGGERO
• Sollevare il sedile.
• Rimuovere la copertura inferiore del telaio 1 togliendone i
fermi.

• Rimuovere la copertura centrale del telaio 2.

• Rimuovere le maniglie del passeggero 3.


9-16 TELAIO

COPERTURA DEL BAULETTO


• Rimuovere la copertura della batteria 1.
• Rimuovere il relè di avviamento 2 e l’accoppiatore 3 dal
coperchio della batteria.
• Rimuovere la batteria. (!10-3)

• Rimuovere il coperchio del bauletto 4.

COPERTURE TELAIO
• Rimuovere la copertura del telaio inferiore, la copertura del
telaio centrale e la maniglia del passeggero 1. (!9-15)
• Rimuovere il coperchio del bauletto. (!sopra)
• Rimuovere le viti e gli elementi di fissaggio.
TELAIO 9-17

• Rimuovere il tappo del serbatoio del carburante.


• Rimuovere le viti di fissaggio dell’ingresso del carburante.
NOTA:
Quando si tolgono le viti, chiudere il tappo del serbatoio per
evitare che le viti e le rondelle possano cadere nel serbatoio.

Per le E-28
• Rimuovere il tappo del serbatoio.
• Rimuovere le viti di fissaggio dell’ingresso del carburante ed il
suo ripiano 2.
NOTA:
Quando si applica un utensile ad una vite di fissaggio,
rovesciare la porzione inferiore del cuscino 3.

• Rimuovere le viti.
• Rimuovere lo zoccolo della luce del segnale di svolta e lo
zoccolo delle altre luci.

• Rimuovere le coperture del telaio.


• Togliere il fascio fili dal retro del telaio.
9-18 TELAIO

PEDANA
• Rimuovere le parti seguenti.
Maniglie passeggero (!9-15)
Coperchio bauletto (!9-16)
Coperture telaio (!9-16)
Coperture laterali gamba destra/sinistra (!9-12)
Scatola anteriore (!9-18)

• Rimuovere le viti del dotto di refrigerazione.

• Rimuovere la pedana.

SCATOLA ANTERIORE
• Rimuovere le parti seguenti.
Sportello di manutenzione (!9-13)
Coperture telaio (!9-8)
Pannello anteriore (!9-8)
Paragambe(!9-10)
Viti nella scatola
• Scollegare l’accoppiatore di alimentazione.
TELAIO 9-19

• Tirare la leva di blocco dei freni.


• Rimuovere la manopola di blocco dei freni 1.

• Rimuovere la scatola interna 2.

• Rimuovere l’interruttore di accensione 3 facendo uso


dell’utensile apposito.
" 09930-11930: Punta torx (JT30H)
09930-11940: Portapunta

• Rimuovere le viti.
• Rimuovere la scatola anteriore.
9-20 TELAIO

PARAFANGO POSTERIORE
• Rimuovere la copertura inferiore del telaio 1.

• Rimuovere i bulloni e gli elementi di fissaggio.


• Rimuovere il parafango posteriore 2.
• Scollegare l’accoppiatore della luce della targa.

BAULETTO
• Rimuovere le parti seguenti.
Sedile (!9-13)
Maniglie passeggero (!9-15)
Coperture destra/sinistra del telaio (!9-16)
Parafango (!sopra)
Pedana (!9-18)
• Rimuovere l’armatura posteriore del telaio 1.

• Rimuovere l’interruttore della luce del bauletto 2.


TELAIO 9-21

• Rimuovere il blocco del sedile 3.


• Rimuovere le viti del bauletto.

• Rimuovere la staffa della marmitta 4.

• Rimuovere la rotaia del sedile 5.

• Rimuovere il bauletto 6.
9-22 TELAIO

ARMATURA PARAGAMBE
• Rimuovere il parabrezza e l’armatura del parabrezza.
(!9-7)
• Rimuovere il paragambe. (!9-10)
• Rimuovere il pannello strumenti anteriore 1 ed il gruppo della
strumentazione.

• Rimuovere le parti elettriche dall’armatura del paragambe.


• Rimuovere i bulloni di fissaggio.
NOTA:
È possibile togliere l’armatura del paragambe anche senza
togliere la scatola anteriore.
TELAIO 9-23

INSTALLAZIONE
Installare le parti esterne nell’ordine inverso a quello di
rimozione. Prestare attenzione ai punti seguenti:

ROTAIA SEDILE
• Applicare THREAD LOCK SUPER “1360” ai bulloni di
fissaggio della rotaia del sedile (solo M10).
# 99000-32130: THREAD LOCK SUPER “1360”
• Stringere i bulloni di montaggio della rotaia del sedile alla
coppia specificata.

$ Bullone fissaggio rotaia sedile


(M8): 23 N·m (2,3 kgf-m)
(M10): 50 N·m (5,0 kgf-m)
9-24 TELAIO

COPERTURE MANUBRIO
Installate le coperture del manubrio, controllare il gioco fra la
copertura del manubrio 1 ed il pannello anteriore 2/pannello Manubrio
strumentazione 3. Se il gioco fosse meno di 5 mm, regolare la
posizione del manubrio girandolo in modo che il gioco sia oltre 5
Gioco
mm in ogni posizione della copertura del manubrio. Gioco
Avanti

Staffa superiore
cannotto sterzo

• Prima di rimuovere le coperture del manubrio, misurare il


gioco fra il coperchio del manubrio ed il pannello anteriore/
pannello strumenti.
• Rimuovere le coperture del manubrio. (!9-8)
• Allentare i bulloni di fissaggio del manubrio 4.
• Ruotare il manubrio sino ad ottenere il gioco misurato qui
sopra.

NOTA:
Girando il manubrio di 0,5 mm presso la punzonatura, il gioco Punzonatura
deve cambiare come segue.
A 4,7 mm sul davanti della copertura del manubrio.
Copertura
B 7,3 mm sul dietro della copertura del manubrio. manubrio
Pannello
strumentazione

Avanti
Pannello anteriore

• Stringere i bulloni di fissaggio del manubrio alla coppia


prescritta.
$ Bullone bloccaggio manubrio: 23 N·m (2,3 kgf-m)
• Installare le coperture del manubrio.
• Controllare il gioco.
NOTA:
* Stringere prima il bullone 5 e quindi quello 6.
* A causa della regolazione descritta, è possibile che la
punzonatura del manubrio sia fuori linea rispetto alla superficie
di incontro del supporto del manubrio.
TELAIO 9-25

RUOTA ANTERIORE
COSTRUZIONE

1 Disco freno
2 Collare
3 Parapolvere
4 Cuscinetto
5 Pneumatico anteriore
6 Ruota anteriore
7 Distanziatore
8 Valvola pneumatico
A Bullone disco
B Perno ruota anteriore

@
ITEM N·m kgf-m
A 23 2,3
B 65 6,5
9-26 TELAIO

RIMOZIONE
• Rimuovere i bulloni di arresto del tubo flessibile dei freni
destro e sinistro.

• Rimuovere le pinze dei freni sinistra e destra.


NOTA:
* Coprire il parafango anteriore, in particolare l’area tratteggiata
A, per proteggerlo da danni.
* Non azionare la leva del freno mentre si toglie una pinza del
freno.

• Allentare il bullone di sicurezza del perno della ruota.


• Allentare il perno della ruota con l’utensile apposito.
" 09900-18710: Chiave esagonale (12 mm)

• Sollevare la ruota anteriore dal suolo e sorreggere la


motocicletta con un martinetto o un blocco di legno.

Accertarsi che la motocicletta sia sorretta in modo


sicuro.

• Rimuovere l’assale e la ruota anteriore.


• Rimuovere il collare 1.
NOTA:
Dopo aver rimosso la ruota anteriore, installare
provvisoriamente le pinze nelle loro posizioni originali.
TELAIO 9-27

ISPEZIONE E SMONTAGGIO
• Rimuovere i dischi.

PARAPOLVERE
Controllare il labbro del parapolvere per vedere se è
danneggiato o consumato.
Se sì, sostituirlo con un altro nuovo.

• Rimuovere i parapolvere utilizzando l’ attrezzo speciale.


" 09913-50121: Attrezzo rimozione paraolio

Non riutilizzare i parapolvere rimossi.

ASSALE ANTERIORE
Controllare la scentratura dell’assale anteriore utilizzando un
comparatore e sostituirlo se la scentratura eccede il limite
specificato.
" 09900-20607: Comparatore (1/100)
09900-20701: Supporto magnetico
09900-21304: Blocchi a V (100 mm)
% Scentratura albero assale
Limite di servizio: 0,25 mm

RUOTA
Accertarsi che la scentratura del cerchione controllata come
indicato non ecceda il limite di servizio. Una scentratura
eccessiva è solitamente dovuta a cuscinetti della ruota usurati o
allentati e può essere ridotta sostituendo i cuscinetti. Se la
sostituzione dei cuscinetti non riduce la scentratura, sostituire la
ruota. (Controllo ruota: !9-91)
% Scentratura ruota
Limite di servizio (assiale e radiale): 2,0 mm
9-28 TELAIO

CUSCINETTI RUOTA
Controllare il gioco dei cuscinetti, ancora nella ruota, con un
dito. Far ruotare la corsa interna e controllare che non vi siano
rumori anormali e che la rotazione sia scorrevole.
Sostituire il cuscinetto con la procedura indicata di seguito se si
riscontrano delle anomalie.

• Rimuovere i cuscinetti della ruota utilizzando l’attrezzo


speciale.
" 09921-20240: Set rimozione cuscinetti

Non riutilizzare i cuscinetti rimossi.


TELAIO 9-29

MONTAGGIO E INSTALLAZIONE
Montare ed installare la ruota anteriore nell’ordine inverso a quello di rimozione e smontaggio. Prestare
attenzione ai punti seguenti:

Sinistra Destra

65 N.m
(6,5 kgf-m)

23 N.m
23 N.m
(2,3 kgf-m)
(2,3 kgf-m)
9-30 TELAIO

CUSCINETTI RUOTA
• Ingrassare i cuscinetti della ruota.
& 99000-25010: SUZUKI SUPER GREASE “A”

• Installare per primo il cuscinetto destro e quindi installare il


cuscinetto sinistro ed il distanziatore utilizzando gli attrezzi
speciali.
" 09941-34513: Set attrezzo installazione corse sterzo
09913-70210: Set installazione cuscinetti

La parte sigillata del cuscinetto deve essere rivolta


all’esterno.

Sinistra Destra Sinistra Destra

Distanziatore

Gioco

DISCO FRENO
Accertarsi che il disco del freno sia pulito e sgrassato.
• Applicare THREAD LOCK SUPER “1360” ai bulloni di
montaggio del disco e stringerli alla coppia specificata.
$ Bullone disco freno: 23 N·m (2,3 kgf-m)
# 99000-32130: THREAD LOCK SUPER “1360”
TELAIO 9-31

PARAPOLVERE
• Applicare SUZUKI SUPER GRASE “A” ai parapolvere.
& 99000-25010: SUZUKI SUPER GREASE “A”
• Installare i parapolvere sulla ruota.
NOTA: Interno
La molla A del parapolvere deve essere rivolta verso il
cuscinetto.

ASSALE ANTERIORE
• Installare la ruota anteriore e l’assale anteriore.
• Stringere l’assale anteriore alla coppia specificata.
" 09900-18710: Chiave esagonale (12 mm)
$ Assale anteriore: 65 N·m (6,5 kgf-m)
NOTA:
* Prima di stringere i due bulloni di fissaggio del perno della
ruota sulla sinistra della forcella anteriore, pompare la forcella
in su e giù quattro o cinque volte senza applicare i freni
anteriori.
* Controllare che la freccia sul fianco del pneumatico sia rivolta
nella direzione di rotazione del pneumatico. (!9-93)
• Stringere il bullone di fissaggio dell’assale sul lato sinistro
della forcella alla coppia specificata.
$ Bullone fissaggio assale anteriore: 23 N·m (2,3 kgf-m)

PINZA FRENO
• Stringere i bulloni di montaggio della pinza del freno alla
coppia specificata.
$ Bullone montaggio pinza freno anteriore:
26 N·m (2,6 kgf-m)
NOTA:
* Spingere i pistoni completamente all’interno della pinza e
quindi installare la pinza.
* Installata la ruota, pompare la leva del freno più vcolte per
controllare che il freno funzioni correttamente.
9-32 TELAIO

FORCELLA
COSTRUZIONE

1 O-ring
2 Distanziatore
3 Rondella
4 Molla
5 Segmento pistone A Tappo forcella
6 Cilindro B Bullone sicurezza perno ruota
7 Molla ritorno C Bullone cilindro
8 Canna forcella
9 Parapolvere
0 Anello di arresto
A Paraolio
B Arresto
C Guida
D Boccola di scivolamento
E Pezzo blocco olio
F Copertura forcella
G Gambale forcella
H Guarnizione

@
ITEM N·m kgf-m
A 23 2,3
B 23 2,3
C 30 3,0
TELAIO 9-33

RIMOZIONE E SMONTAGGIO
• Rimuovere la copertura del generatore. (!9-8)
• Rimuovere il pannello anteriore. (!9-8)
• Rimuovere la ruota anteriore. (!9-26)
• Rimuovere il parafango anteriore.

• Allentare il bullone di bloccaggio superiore della forcella


anteriore 1.
NOTA:
Allentare leggermente il tappo della forcella 2 prima di allentare
i bulloni di bloccaggio inferiori della forcella per facilitare lo
smontaggio successivo.

• Allentare i bulloni di bloccaggio inferiore della forcella


anteriore.
NOTA:
Afferrare la forcella anteriore con la mano per evitare che scivoli
dal cannotto dello sterzo.

• Rimuovere il tappo della forcella anteriore 3 con l’utensile


speciale.
" 09940-30230: Chiave esagonale (17 mm)
9-34 TELAIO

• Rimuovere il distanziatore 4, la rondella 5 e la molla 6.

• Capovolgere la forcella e scaricare l’olio pompando la forcella


stessa.
• Tenere la forcella invertita per alcuni minuti per scaricare
completamente l’olio.

• Rimuovere il bullone a bussola 7.


NOTA:
Se il cilindro gira insieme al suo bullone, installare
temporaneamente la molla della forcella, la rondella ed il tappo
per evitare che il cilindro giri.

• Rimuovere il cilindro 8 e la molla di ritorno 9.

• Rimuovere il parapolvere.
• Rimuovere l’anello di arresto del paraolio.
TELAIO 9-35

• Estrarre la canna dal fodero.


NOTA:
Fare attenzione a non danneggiare la canna.

Al momento del montaggio della forcella, la boccola,


lo scivolo, il paraolio ed il parapolvere devono essere
sostituiti con altri nuovi.

• Rimuovere le parti seguenti.


0 Paraolio
A Fermo paraolio
B Boccola guida
C Scivolo metallico
D Pezzo blocco olio

CONTROLLO
CANNA E FODERO
Controllare se la superficie esterna della canna e quella interna
del fodero sono graffiate. Se si riscontrassero dei difetti,
sostituire le parti con altre nuove.

MOLLA FORCELLA
Misurare la lunghezza libera della molla della forcella. Se fosse
inferiore al limite di servizio, sostituire la molla con una nuova.
% Lunghezza libera molla forcella
Limite di servizio: 341 mm
9-36 TELAIO

CILINDRO
Controllare il cilindro e la fascia elastica 1 per vedere se ci sono
danni. Se si riscontrassero dei difetti, sostituire le parti con altre
nuove.

MONTAGGIO E INSTALLAZIONE
Montare ed installare la forcella nell’ordine inverso a quello di
rimozione e smontaggio. Prestare attenzione ai punti seguenti:
PARTI IN METALLO E GUARNIZIONI
• Tenere la canna in posizione verticale, pulire la scanalatura
della boccola e quindi installare manualmente la boccola
guida come indicato.

* Fare particolare attenzione a non danneggiare la


superficie rivestita di “Teflon” della boccola guida
quando la si installa.
* Fare attenzione a non danneggiare il labbro del
paraolio quando lo si installa sulla canna.
* Sostituire le parti in metallo e le guarnizioni tolte con
pezzi nuovi.
* Applicare olio per forcelle alle boccole antiattrito
ANTITRICTION ed al labbro del paraolio.

• Applicare una leggera quantità di olio per forcelle al labbro del


paraolio prima di installarlo.
• Installare le parti seguenti come indicato.
1 Paraolio
2 Fermo paraolio
3 Boccola guida
4 Scivolo metallico
NOTA:
Il lato stampato del paraolio deve venire rivolto in alto.

• Installare in modo sicuro la molla 5 nel pezzo di blocco


dell’olio 6.
TELAIO 9-37

• Installare il pezzo di blocco dell’olio nella canna.


• Installare la canna della forcella nel gambale facendo
attenzione a non fare fuoriuscire il pezzo di blocco dell’olio.
NOTA:
Dopo aver inserito la canna nel gambale, tenere il pezzo di
blocco dell’olio nella canna comprimendo a fondo la forcella.

• Installare la guida, l’arresto ed il paraolio nel gambale facendo


uso dell’utensile speciale.
" 09940-52861: Attrezzo installazione paraolio forcella

• Installare l’anello di blocco del paraolio 7 ed il parapolvere


8.

A Parapolvere
B Anello di blocco paraolio
C Paraolio
D Blocco paraolio
E Guida

BULLONE CILINDRO
• Installare nel cilindro la molla di ritorno.
• Installare il cilindro nella forcella anteriore.
9-38 TELAIO

• Applicare THREAD LOCK “1342” alla filettatura e stringere


alla coppia prescritta.
' 99000-32050: THREAD LOCK “1342”
$ Bullone cilindro: 30 N·m (3,0 kgf-m)

Utilizzare una nuova guarnizione 7 per evitare perdite


di olio.

NOTA:
* Se il cilindro gira insieme al suo bullone, installare
temporaneamente la molla della forcella, la rondella ed il
tappo per evitare che il cilindro giri.
* Installato il cilindro, controllare se la forcella è scorrevole
comprimendola.

OLIO FORCELLA
• Tenere la forcella, priva della molla, in posizione verticale.
• Comprimere del tutto la forcella anteriore.
• Versare l’olio per forcelle specificato nella forcella.
( 99000-99044-10G: SUZUKI FORK OIL #10
% Capacità olio forcella (per canna): 482 ml

• Pompare la canna su e giù per diverse volte fino che dall’olio


non escono più bolle d’aria.
• Tenere la forcella in posizione verticale e lasciarla così per
5 – 6 minuti.
NOTA:
Fare attenzione a spurgare completamente l’aria.

• Tenere la forcella in posizione verticale e regolare il livello


dell’olio utilizzando l’attrezzo speciale.
NOTA:
Quando si regola il livello dell’olio della forcella, rimuovere la
molla della forcella e comprimere completamente la canna.
" 09943-74111: Misuratore livello olio forcella
% Livello olio forcella: 129 mm
( 99000-99044-10G: SUZUKI FORK OIL #10
TELAIO 9-39

MOLLA FORCELLA
• Installare la molla della forcella nella forcella.
• Installare la rondella 1 e il distanziatore 2.
NOTA:
L’estremità della molla di passo inferiore va rivolta in alto.

TAPPO FORCELLA
• Ungere leggermente l’O-ring con olio per forcelle.

Utilizzare un O-ring nuovo per evitare perdite di olio.

• Stringere provvisoriamente il tappo della forcella.

• Mettere in posizione provvisoriamente la forcella anteriore


sulla sua staffa stringendo i bulloni di fissaggio inferiori.
• Stringere il tappo della forcella 1 alla coppia prescritta con
l’utensile indicato.
$ Tappo forcella anteriore: 23 N·m (2,3 kgf-m)
" 09940-30230: Chiave esagonale (17 mm)
• Allineare l’estremità superiore della canna con la superficie
superiore della staffa superiore del cannotto dello sterzo.
• Stringere i bulloni di bloccaggio superiori ed inferiori della
forcella.
$ Bullone bloccaggio superiore forcella: 23 N·m (2,3 kgf-m)
Bullone bloccaggio inferiore forcella: 23 N·m (2,3 kgf-m)

• Installare il parafango anteriore.


• Installare la ruota anteriore e le pinze dei freni. (!9-31)
NOTA:
Dopo aver installato le pinze del freno, il freno anteriore deve
funzionare azionando la sua leva.
9-40 TELAIO

STERZO E MANUBRIO
COSTRUZIONE

1 Morsetto manubrio
2 Staffa superiore colonna sterzo
3 Parapolvere
4 Cuscinetto superiore
5 Cuscinetto inferiore
6 Staffa inferiore colonna sterzo
7 Parapolvere
A Bullone fissaggio manubrio
B Bullone fissaggio superiore
C Bullone fissaggio inferiore
D Dado testa colonna sterzo

@
ITEM N·m kgf-m
A 23 2,3
B 23 2,3
C 23 2,3
D 65 6,5
TELAIO 9-41

RIMOZIONE
MANUBRIO
• Rimuovere le coperture del manubrio. (!9-8)
• Rimuovere la scatola interruttori destra 1.
• Scollegare l’accoppiatore dell’interruttore di accensione.
• Rimuovere il cilindro della pompa del freno anteriore 2.

• Rimuovere la scatola interruttori sinistra 3.


• Scollegare l’accoppiatore dell’interruttore di accensione.
• Rimuovere il cilindro della pompa del freno posteriore 4.

• Rimuovere il manubrio.

CANNOTTO STERZO
• Rimuovere il pannello anteriore. (!9-8)
• Rimuovere la forcella anteriore. (!9-33)
• Rimuovere la guida dei cavi/fascio fili 1.
• Rimuovere la guida della tubazione del freno 2.
NOTA:
Prima di rimuovere il manubrio, allentare il dado della testa dello
sterzo per facilitare lo smontaggio in un secondo momento.

• Rimuovere la copertura inferiore del cannotto dello sterzo.


9-42 TELAIO

• Rimuovere la guida della tubazione del freno 3.


• Rimuovere il gruppo del freno anteriore.

Fare attenzione a non fare entrare aria nel sistema del


freno anteriore.

• Rimuovere la staffa superiore del cannotto dello sterzo.

• Rimuovere il dado della colonna dello sterzo facendo uso


dell’utensile speciale.
" 09940-14911: Chiave dado cannotto sterzo
• Rimuovere la staffa inferiore del cannotto dello sterzo.
NOTA:
Quando si allenta il dado della colonna dello sterzo, tenere
ferma la staffa inferiore della colonna dello sterzo per evitare
che giri.

• Rimuovere il parapolvere 4 ed il cuscinetto 5.


TELAIO 9-43

ISPEZIONE E SMONTAGGIO
Controllare se le parti rimosse presentano le anomalie seguenti.
* Distorsione manubrio
* Usura e stampigliatura delle corse
* Usura o danni dei cuscinetti
* Rumore anormale dei cuscinetti
* Distorsione cannotto sterzo
Se si riscontrasse una qualsiasi anomalia, sostituire la parte
interessata.

• Rimuovere il cuscinetto inferiore del cannotto dello sterzo ed il


suo parapolvere con uno scalpello.

La corsa interna ed il parapolvere dei cuscinetti tolti


devono venire sostituiti con altri nuovi.

• Rimuovere le corse esterne dei cuscinetti superiore ed


inferiore con una barra a cuneo adatta.
" 09941-54911: Attrezzo rimozione corsa esterna
cuscinetti
09941-74911: Attrezzo installazione cuscinetti sterzo

MONTAGGIO E INSTALLAZIONE
Montare ed installare il cannotto dello sterzo nell’ordine inverso
a quello di rimozione e smontaggio. Prestare attenzione ai punti
seguenti:
CORSE CUSCINETTI
• Inserire le corse esterne dei cuscinetti superiore ed inferiore
con l’attrezzo speciale.
" 09941-34513: Attrezzo installazione corsa esterna
sterzo

CUSCINETTI
• Inserire il parapolvere ed il cuscinetto inferiore facendo uso
degli utensili appositi.
" 09941-18011: Attrezzo installazione cuscinetti sterzo
9-44 TELAIO

• Ingrassare i cuscinetti, la copertura parapolvere ed il


parapolvere.
• Installare il cuscinetto superiore e la copertura parapolvere
sul telaio.
& 99000-25010: SUZUKI SUPER GREASE “A”

CANNOTTO STERZO
• Stringere il dado del cannotto dello sterzo alla coppia
specificata utilizzando gli attrezzi speciali.
" 09940-14911: Chiave dado cannotto sterzo
$ Dado cannotto sterzo: 45 N·m (4,5 kgf-m)

• Ruotare il cannotto dello sterzo verso destra e verso sinistra


per cinque o sei volte in modo da assestare i cuscinetti a
sfere.
• Allentare il dado del cannotto dello sterzo di circa ¼ – ½ giro.
NOTA:
Questa regolazione varia da una motocicletta all’altra.

• Installare temporaneamente la forcella anteriore sulla staffa


inferiore del cannotto dello sterzo.
• Installare la staffa superiore del cannotto dello sterzo 1.
• Stringere il dado di testa della colonna dello sterzo 2.
$ Dado testa cannotto sterzo: 65 N·m (6,5 kgf-m)
• Rimontare Rimontare la forcella anteriore. (!9-39)

MANUBRIO
• Installare il manubrio con la punzonatura A allineata con la
superficie di incontro B dell’arresto del manubrio.
NOTA:
Controllare che la tacca C sull’arresto del manubrio sia rivolta in
avanti.
TELAIO 9-45

• Stringere il bullone di fissaggio del manubrio alla coppia


prescritta.
$ Bullone bloccaggio manubrio: 23 N·m (2,3 kgf-m)
NOTA:
Quando si stringono i bulloni del manubrio, per prima cosa
stringere il bullone 1 e quindi quello 2.

• Installare la scatola degli interruttori sinistra 3 sul manubrio


innestando l’arresto D nel foro E del manubrio.
• Installare la pompa del freno posteriore. (!9-84)

• Installare la scatola degli interruttori destra 4 sul manubrio


innestando l’arresto F nel foro G del manubrio.
• Installare la pompa del freno anteriore. (!9-72)

• Installare le coperture del manubrio e controllare il gioco del


coperchio del manubrio. (!9-24)
9-46 TELAIO

REGOLAZIONE TENSIONE STERZO


Controllare il movimento dello sterzo con la procedura
seguente.
• Sostenere la motocicletta con un supporto e sollevare la ruota
anteriore a 20 – 30 mm dal suolo.
• Controllare che cavi e cablaggi siano ben sistemati.
• Con la ruota anteriore dritta in avanti, agganciare il
dinamometro (attrezzo speciale) all’estremità di una
manopola del manubrio come indicato in figura e osservare
l’indicazione sulla scala quando il manubrio inizia a muoversi.
Eseguire la stessa procedura per l’altra estremità del
manubrio.
% Forza iniziale: 200 – 500 grammi
" 09940-92720: Dinamometro
• Se la forza iniziale indicata dal dinamometro quando il
manubrio inizia a muoversi fosse eccessiva o insufficiente,
regolare secondo specifica.
1) Per prima cosa allentare i bulloni di bloccaggio superiori ed
inferiori della forcella, il dado di testa ed il controdado del
cannotto dello sterzo e quindi regolare il dado del cannotto
dello sterzo stringendolo o allentandolo.
2) Stringere il controdado del cannotto dello sterzo, il dado di
testa del cannotto dello sterzo ed i bulloni di bloccaggio
superiore ed inferiori della forcella alla coppia specificata e
ricontrollare la forza del movimento iniziale con il
dinamometro seguendo la procedura descritta in
precedenza.
3) Se la forza iniziale rientra nella gamma specificata, la
regolazione è terminata.
NOTA:
Afferrare la forcella anteriore e muoverla avanti e indietro per
accertarsi che lo sterzo non sia allentato.
TELAIO 9-47

RUOTA POSTERIORE
COSTRUZIONE

1 Rondella
2 Distanziatore
3 Collare
4 Parapolvere
5 Cuscinetto
6 Disco freno
7 Pneumatico posteriore
8 Distanziatore
9 Gommino mozzo
0 Rondella
A Rondella di blocco
B O-ring
C Giunto condotto mozzo posteriore
D Distanziatore
E Perno ruota posteriore
F Ruota posteriore

A Bullone disco
B Dado perno ruota posteriore

@
ITEM N·m kgf-m
A 23 2,3
B 100 10,0
9-48 TELAIO

RIMOZIONE
• Sorreggere la motocicletta col cavalletto centrale.
• Rimuovere la copertura della scatola dell’ingranaggio
secondario 1.

• Scollegare il cavo di blocco dei freni 2. (!9-85)

• Rimuovere la coppiglia. (Per E-03, 28, 33)


• Allentare il dado del perno della ruota posteriore.
• Rimuovere la pinza del freno.
• Rimuovere il dado del perno della ruota e quindi il perno
stesso.

Non azionare la leva del freno durante la rimozione


della ruota posteriore.

• Rimuovere il distanziatore 3.
• Rimuovere la ruota posteriore.

• Rimuovere i collari 4.
TELAIO 9-49

• Appiattire le rondelle di bloccaggio 5.


• Rimuovere bulloni e rondelle 6.

• Rimuovere il giunto condotto del mozzo posteriore 7.

• Rimuovere l’O-ring 8.

Sostituire l’O-ring tolto con un altro nuovo.

• Rimuovere il disco del freno.


9-50 TELAIO

ISPEZIONE E SMONTAGGIO
PNEUMATICO: (!9-91)
RUOTA (!9-27 e 9-91)

ASSALE POSTERIORE
Controllare la scentratura dell’assale posteriore con un
comparatore.
Se la scentratura eccedesse il limite di servizio, sostituire il
perno della ruota posteriore.
% Scentratura albero perno ruota:
Limite di servizio: 0,25 mm
" 09900-20607: Comparatore (1/100 mm)
09900-20701: Supporto magnetico
09900-21304: Blocchi a V (100 mm)

GOMMINI GOMMINI MOZZO POSTERIORE


Controllare se i gommini sono usurati o danneggiati.
Sostituire i gommini parastrappi se vi fosse una qualsiasi
anomalia.

• Rimuovere i gommini con la barra adatta.

GIUNTO CONDOTTO MOZZO POSTERIORE


Controllare il mozzo condotto del mozzo posteriore per vedere
se è danneggiato o usurato. Se si trovassero dei difetti,
sostituire le parti con altre nuove.
TELAIO 9-51

PARAPOLVERE
Controllare il labbro del parapolvere per vedere se è
danneggiato o consumato. Se si trovano danni, sostituire il
parapolvere con uno nuovo.

• Rimuovere il parapolvere con l’utensile speciale apposito.


" 09913-50121: Attrezzo rimozione paraolio

Non riutilizzare i parapolvere rimossi.

CUSCINETTI
Controllare il gioco dei cuscinetti, ancora nella ruota, con un
dito. Far girare la corsa interna con un dito per controllare che
non vi siano rumori anormali e che il cuscinetto ruoti senza
problemi. Sostituire il cuscinetto se vi fosse una qualsiasi
anomalia.

• Rimuovere i cuscinetti della ruota utilizzando l’attrezzo


speciale.
" 09921-20240: Set rimozione cuscinetti

I cuscinetti rimossi devono essere sostituiti con altri


nuovi.
9-52 TELAIO

MONTAGGIO E INSTALLAZIONE
Montare ed installare la ruota posteriore nell’ordine inverso a quello di rimozione e smontaggio. Prestare
attenzione ai punti seguenti:

Sinistra Destra

100 N.m
(10,0 kgf-m)

Per le E-03, 28 e 33

23 N.m
(2,3 kgf-m)
TELAIO 9-53

CUSCINETTI
• Ingrassare i cuscinetti della ruota prima dell’installazione.
& 99000-25010: SUZUKI SUPER GREASE “A”

• Installare per primo il cuscinetto della ruota destro e quindi


quello sinistro ed il distanziatore utilizzando l’attrezzo
speciale.
" 09941-34513: Set attrezzo installazione corse sterzo

La parte sigillata del cuscinetto deve essere rivolta


all’esterno.

Sinistra Destra Sinistra Destra

Distanziatore

Cuscinetto
Gioco Distanziatore

Mozzo ruota

Gioco
9-54 TELAIO

PARAPOLVERE
• Installare il parapolvere nuovo facendo uso dell’utensile
speciale.
" 09913-70210: Set installazione cuscinetti
• Applicare grasso SUZUKI SUPER GREASE “A” ai labbri del
parapolvere prima di installare la ruota posteriore.
& 99000-25010: SUZUKI SUPER GREASE “A”
NOTA:
Quando si installano i parapolvere, il marchio punzonato sul
parapolvere stesso deve essere rivolto verso l’utensile speciale.

AMMORTIZZATORE MOZZO POSTERIORE


Ruota posteriore
• Installare il gommino del mozzo posteriore nella ruota
posteriore ad una profondità di 5,5 mm.
NOTA:
Applicare acqua e sapone al gommino del mozzo prima di
installarlo in modo da facilitarne l’inserimento a pressione.

5,5 mm
Gommino
mozzo

DISCO FRENO
Accertarsi che il disco del freno sia pulito e sgrassato.
• Applicare THREAD LOCK SUPER “1360” ai bulloni di
montaggio del disco e stringere alla coppia specificata.
# 99000-32130: THREAD LOCK SUPER “1360”
$ Bullone disco freno: 23 N·m (2,3 kgf-m)

GIUNTO CONDOTTO MOZZO POSTERIORE


• Applicare SUZUKI SUPER GRASE “A” a tutti gli ’O-ring.
& 99000-25010: SUZUKI SUPER GREASE “A”
• Installare gli l’O-ring alla ruota posteriore.

Sostituire l’O-ring tolto con un altro nuovo.


TELAIO 9-55

• Applicare SUZUKI SUPER GREASE “A” al giunto


dell’ingranaggio condotto del mozzo posteriore.
& 99000-25010: SUZUKI SUPER GREASE “A”

• Installare il giunto dell’ingranaggio conduttore del mozzo


posteriore.

• Installare le rondelle 1, e le rondelle di blocco 2.


• Applicare THREAD LOCK SUPER “1303” ai bulloni e
stringerli.
) 99000-32030: THREAD LOCK SUPER “1303”
• Piegare le rondelle di blocco in modo sicuro.

• Installare il collare.
9-56 TELAIO

PERNO R PERNO RUOTA POSTERIORE


• Installare il distanziatore sinistro 1 nella scatola
dell’ingranaggio finale 2.

• Installare la ruota posteriore, il collare, il distanziatore ed il


perno della ruota posteriore.
• Installare la rondella ed il dado del perno dell’assale
posteriore.
• Stringere il dado dell’assale posteriore 3 alla coppia
specificata.
$ Dado assale posteriore: 100 N·m (10,0 kgf-m)
• Installare una coppiglia nuova. (Per E-03, 28, 33)
• Installare la scatola dell’ingranaggio finale.

• Installare la pinza del freno. (!9-81)


• Installare il cavo di blocco del freno e quindi il braccio di
blocco del freno. (!9-82)
• Regolare il blocco del freno. (!9-84)
NOTA:
Se i pistoni delle pinze escono perché si è premuta
inavvertitamente la leva del freno posteriore durante la
rimozione della pinza posteriore, è impossibile spingerli nella
pinza a causa del sistema di bloccaggio dei freni. Rimuovere
quindi le pastiglie e girare il pistone in direzione oraria in modo
che possa entrare. Consultare la sezione SOSTITUZIONE
PASTIGLIE FRENI a pag. 9-74.
TELAIO 9-57

AMMORTIZZATORE POSTERIORE
COSTRUZIONE

Sinistra Destra

1 Ammortizzatore
2 Telaio
3 Forcellone oscillante
4 Scatola ingranaggio finale
5 Rondella
A Dado ammortizzatore posteriore
B Dado ammortizzatore posteriore
@
ITEM N·m kgf-m
A 29 2,9
B 29 2,9

RIMOZIONE
• Sorreggere la motocicletta col cavalletto centrale.
• Rimuovere il dado di fissaggio dell’ammortizzatore posteriore
1.

• Rimuovere il bullone di fissaggio dell’ammortizzatore


posteriore 2.
• Rimuovere l’ammortizzatore posteriore.
9-58 TELAIO

CONTROLLO
Controllare il corpo dell’ammortizzatore e la boccola per vedere
se vi sono danni o perdite di olio.
Se si trovassero dei difetti, sostituire l’ammortizzatore con uno
nuovo.

Non cercare di smontare l’ammortizzatore posteriore.


Operazioni di manutenzione non sono possibili.

INSTALLAZIONE
• Installare l’ammortizzatore posteriore e stringerne il dado di
fissaggio 1/bullone 2.
$ Dado fissaggio ammortizzatore posteriore:
29 N·m (2,9 kgf-m)
Bullone montaggio ammortizzatore posteriore:
29 N·m (2,9 kgf-m)

REGOLAZIONE SOSPENSIONI
Installate le sospensioni posteriori, regolare il precarico della
molla nel modo seguente.

REGOLAZIONE PRECARICO MOLLA


Il precarico viene regolato girando il registro del precarico.
Portare l’indicarore a al centro della staffa inferiore
dell’ammortizzatore 1.
La posizione “1” fornisce il precarico della molla più morbido.
La posizione “5” fornisce il precarico della molla più rigido.
Posizione STD: “2”

Regolare ambedue gli ammortizzatori in modo uguale.


TELAIO 9-59

FORCELLONE OSCILLANTE
COSTRUZIONE

1 Ammortizzatore posteriore
2 Forcellone oscillante
3 Boccola
4 Cuscinetto
5 Grano di centraggio
A Dado fissaggio
B Bullone di fissaggio
ammortizzatore posteriore

C Bullone perno
ammortizzatore posteriore

D Controdado

@
ITEM N·m kgf-m
A 29 2,9
B 29 2,9
C 9,5 0,95
D 100 10,0

RIMOZIONE
• Sorreggere la motocicletta col cavalletto centrale.
• Rimuovere la marmitta. (!3-7)
• Rimuovere la ruota posteriore. (!9-48)
• Rimuovere la guida del tubo del freno posteriore 1, 2.

• Rimuovere il bullone dell’ammortizzatore posteriore 3.


9-60 TELAIO

• Rimuovere i bulloni del forcellone oscillante.


• Rimuovere il forcellone oscillante 4.

• Rimuovere il cuscinetto del perno del forcellone oscillante.

• Rimuovere il controdado del perno del forcellone oscillante


5, la rondella ed il bullone del perno del forcellone oscillante
6.

CONTROLLO
CUSCINETTI FORCELLONE
Inserire il cuscinetto e controllare che giri bene.
Se si notano problemi, sostituire il cuscinetto con uno nuovo.

Controllare il parapolvere del cuscinetto per vedere se è


consumato o danneggiato.
Se si riscontrassero dei difetti, sostituire il cuscinetto con uno
nuovo.
TELAIO 9-61

• Rimuovere il cuscinetto del perno del forcellone oscillante con


gli attrezzi speciali.
" 09921-20240: Set rimozione cuscinetti

Non riutilizzare i cuscinetti rimossi.

• Installare il cuscinetto con l’utensile speciale.


" 09913-70210: Set installazione cuscinetti

BOCCOLA
Controllare se la boccola è danneggiata. Se si trovassero dei
difetti, sostituire le parti con altre nuove.

INSTALLAZIONE
Installare il forcellone oscillante nell’ordine inverso a quello di
smontaggio e rimozione prestando attenzione ai punti indicati di
seguito:
• Applicare SUZUKI SUPER GREASE “A” al cuscinetto e
quindi installarlo.
& 99000-25010: SUZUKI SUPER GREASE “A”
• Installare le spine di centraggio 1.

• Installare il forcellone oscillante.


• Applicare THREAD LOCK SUPER “1322” ai bulloni del
forcellone oscillante.
• Stringere il bullone del forcellone oscillante.
* 99000-32110: THREAD LOCK SUPER “1322”
9-62 TELAIO

• Stringere il bullone del forcellone oscillante alla coppia


specificata.
$ Bullone perno forcellone oscillante: 9,5 N·m (0,95 kgf-m)

• Stringere il controdado del perno del forcellone 2 alla coppia


specificata.
$ Controdado perno forcellone oscillante:
100 N·m (10,0 kgf-m)
• Installare la ruota posteriore. (!9-56)
• Installare la marmitta. (!3-11)

Motore
100 N.m
Rondella (10,0 kgf-m)

9,5 N.m
(0,95 kgf-m)

Forcellone oscillante
TELAIO 9-63

FRENO ANTERIORE
COSTRUZIONE
1 Diaframma
2 Guaina parapolvere
3 Set pistone/coppa
4 Tubo flessibile freno
5 Guaina
6 Pinza
7 Molla pastiglia freno
8 Pastiglia pistone
9 Guarnizione pistone
0 Parapolvere
A Pistone
B Supporto pinza
C Isolatore
D Spessore
A Bullone fissaggio pompa
B Bullone di unione tubo
freno anteriore

C Valvola spurgo aria


flessibile freno

D Bullone fissaggio pinza freno


E Spinotto di installazione pinza freno
F Tappo
G Spinotto fissaggio pinza freno

@
ITEM N·m kgf-m
A 10 1,0
B 23 2,3
C 7,5 0,75
D 26 2,6
E 18 1,8
F 2,5 0,25
G 13 1,3

* Questo sistema frenante utilizza un liquido dei freni DOT 4 a base di glicole etilenico. Non
utilizzare o miscelare liquidi di tipo diverso come quelli a base di silicone o di petrolio.
* Non utilizzare liquido dei freni proveniente da contenitori vecchi, usati oppure non sigillati.
Non utilizzare mai liquido dei freni avanzato da un intervento precedente oppure
immagazzinato per lungo tempo.
* Quando si conserva il liquido dei freni, sigillare bene il contenitore e tenere fuori dalla portata
dei bambini.
* Quando si rabbocca il liquido dei freni, prestare attenzione a non far entrare polvere nel
liquido stesso.
* Quando si lavano i componenti della frizione, utilizzare liquido dei freni pulito. Non utilizzare
solventi per la pulizia.
* Dischi e pastiglie dei freni sporchi riducono le capacità di frenata. Gettare le pastiglie
contaminate e pulire i dischi con un agente di pulizia per freni di buona qualità oppure con un
detergente neutro.

Maneggiare il liquido dei freni con estrema attenzione: il liquido reagisce chimicamente con
vernice, plastica, gomma, ecc. e può causare gravi danni.
9-64 TELAIO

SOSTITUZIONE PASTIGLIE FRENO


• Rimuovere il tappo 1.

• Rimuovere lo spinotto di fissaggio delle pastiglie 2.

• Rimuovere le pastiglie 3.
• Controllare lo spinotto di installazione delle pastiglie per
vedere se è usurato. Se lo fosse, sostituirlo con un pezzo
nuovo.

• Rimontare la nuova pastiglia dei freni 4, l’isolatore 5 e lo


spessore 6.

Sostituire le pastiglie in coppia altrimenti le capacità


di frenata vengono diminuite.
NOTA:
Le pastiglie con lo spessore e l’isolatore devono venire installati
sul lato del pistone.

• Installare le pastiglie dei freni.


TELAIO 9-65

• Stringere lo spinotto di fissaggio della pastiglia 7 alla coppia


prescritta.
$ Spinotto montaggio pastiglia freno posteriore:
18 N·m (1,8 kgf-m)
• Installare il bullone di fissaggio del tubo flessibile dei freni.

• Installare il tappo 8 e stringerlo alla coppia prescritta.


$ Tappo spinotto pinza freno: 2,5 N·m (0,25 kgf-m)
NOTA:
Dopo la sostituzione delle pinze dei freni, pompare la leva del
freno più volte e quindi ricontrollare il livello del fluido dei freni.

SOSTITUZIONE LIQUIDO FRENI


• Porre la motocicletta su una superficie a livello e tenere diritto
il manubrio.
• Rimuovere il tappo del serbatoio del liquido dei freni ed il
diaframma.
• Aspirare il vecchio liquido dei freni per quanto possibile.
• Riempire il serbatoio con liquido nuovo.
+ Specifica e classificazione: DOT 4
9-66 TELAIO

• Applicare un tubo trasparente alla valvola di spurgo dell’aria


della pinza ed inserire l’altra estremità del tubo in un
contenitore.
• Allentare la valvola di spurgo e pompare la leva del freno fino
a che il vecchio liquido dei freni non fuoriesce più dalla
valvola.
• Chiudere la valvola di spurgo e scollegare il tubo. Riempire il
serbatoio con liquido per freni nuovo fino al contrassegno di
livello superiore.
$ Valvola spurgo aria circuito freno: 7,5 N·m (0,75 kgf-m)

* Non riusare eventuale fluido freni rimasto da


riparazioni precedenti e conservato per lungo tempo.
* Spurgare l’aria dal sistema frenante.
(!2-24)

RIMOZIONE E SMONTAGGIO PINZA


• Scaricare il liquido dei freni. (!9-65)
• Scollegare i tubi del freno rimuovendo i bulloni di giunzione.

Porre uno straccio sotto al bullone di giunzione sulla


pinza del freno per raccogliere le eventuali gocce di
liquido versate.

• Rimuovere le pinze del freno rimuovendo i bulloni di


montaggio.
• Rimuovere le pastiglie del freno. (!9-64)
• Rimuovere il supporto della pinza 1.
• Rimuovere la molla della pastiglia 2.
TELAIO 9-67

• Porre uno straccio sopra ai pistoni per evitare una loro uscita
violenta e quindi farli fuoriuscire applicando aria compressa.

Non utilizzare aria ad alta pressione per evitare danni.

• Rimuovere i parapolvere e le tenute dei pistoni.

Non riusare i parapolvere e le guarnizioni dei pistoni


usate per evitare perdite di fluido.

ISPEZIONE PINZA
PINZA FRENO
Controllare le pinze dei freni per vedere se sono intaccate,
graffiate o in qualche modo danneggiate. Se si trova qualche
danno, sostituire la pinza interessata con un’altra nuova.

PISTONE PINZA FRENO


Controllare la superficie dei pistoncini della pinza del freno per
vedere se sono graffiati o in qualche modo danneggiati. Se si
trova qualche danno, sostituire il pistoncino interessato con un
altro nuovo.

SUPPORTI PINZA FRENI


• Controllare se il supporto della pinza del freno è danneggiato.
Se si trovano difetti, sostituirlo con un altro nuovo.
9-68 TELAIO

PARTI DI GOMMA
Controllare se le parti in gomma sono danneggiate. Se si
trovano difetti, sostituirle con altre nuove.

MONTAGGIO E INSTALLAZIONE PINZA


Montare ed installare la pinza nell’ordine inverso a quello di
rimozione e smontaggio. Prestare attenzione ai punti seguenti:
• Lavare i cilindri ed i pistoni della pinza col liquido dei freni
specificato. Lavare in modo particolare la cava del
parapolvere e della tenuta.
+ Specifica e classificazione: DOT 4

* Lavare i componenti della pinza con liquido dei freni


pulito prima di montarli. Non utilizzare mai solventi per
pulizia o benzina per il lavaggio.
* Non asciugare il liquido dei freni con uno straccio dopo
aver lavato i componenti.
* Lavare i componenti con liquido dei freni specificato.
Non utilizzare mai tipi di liquido diversi o solventi per
pulizia come benzina, kerosene o altro.
* Al momento del montaggio, sostituire le tenute dei
pistoni ed i parapolvere con altri nuovi.
* Applicare liquido per freni ad entrambi quando li si
installa.

TENUTE PISTONI
• Installare la tenuta del pistone ed il parapolvere come indicato Parapolvere
nell’illustrazione a destra.
• Installare il pistone sulla pinza.
Pinza
freno

Guarnizione
pistone
TELAIO 9-69

SUPPORTI PINZA FRENI


• Applicare THREAD LOCK SUPER “1303” allo spinotto 2.
) 99000-32030: THREAD LOCK SUPER “1303”
• Stringere lo spinotto 2 al supporto della pinza 1 alla coppia
prescritta.
$ Spinotto supporto pinza: 13 N·m (1,3 kgf-m)
• Applicare SUZUKI SILICON GREASE al supporto della pinza
del freno 2.
, 99000-25100: SUZUKI SILICONE GREASE

• Controllare che la guaina sia inserita nello spinotto di


scivolamento.

• Installare la molla della pastiglia 3.


• Installare le pastiglie dei freni. (!9-64)
NOTA:
Prima di montare la pinza, spingere il pistone completamente
all’interno della pinza stessa.

• Reinstallare la pinza del freno sulla forcella.


• Stringere ciascun bullone alla coppia specificata.
$ Bullone montaggio pinza freno anteriore 4:
26 N·m (2,6 kgf-m)
Bullone giunzione tubo freno anteriore 5:
23 N·m (2,3 kgf-m)

* Le rondelle sigillanti devono venire sostituite con


altre nuove per evitare perdite di fluido.
* Spurgare l’aria dal sistema dopo aver installato la
pinza. (!2-24)
* Se vi sono perdite di liquido dei freni, la sicurezza di
guida diminuisce e si possono anche danneggiare le
superfici verniciate. Controllare se vi sono crepe o
perdite sui tubi e sui bulloni di giunzione dei freni.
9-70 TELAIO

ISPEZIONE DISCO FRENO


Controllare visivamente se il disco presenta danni o crepe.
Misurare lo spessore del disco con un micrometro.
Sostituire il disco se il suo spessore fosse inferiore al limite di
servizio o se fosse danneggiato.
% Spessore disco anteriore:
Limite di servizio: 4,0 mm
" 09900-20205: Micrometro (0 – 25 mm)

Misurare la scentratura con un comparatore.


Sostituire il disco se la scentratura eccede il limite di servizio.
% Scentratura disco anteriore:
Limite di servizio: 0,30 mm
" 09900-20607: Comparatore (1/100 mm)
09900-20701: Supporto magnetico
* Rimozione disco freno (!9-27)
* Installazione disco freno (!9-30)

RIMOZIONE E SMONTAGGIO POMPA FRENI


• Rimuovere la copertura del generatore. (!9-8)
• Scaricare il liquido dei freni. (!9-65)
• Scollegare l’accoppiatore dell’interruttore delle luci del freno
anteriore 1.
• Porre uno straccio sotto al bullone di giunzione della pompa
del freno per raccogliere le eventuali gocce di liquido versato.
Rimuovere il bullone di giunzione e scollegare il tubo del
freno.
• Rimuovere la pompa del freno.

Rimuovere immediatamente il liquido dei freni che


entrasse in contatto con qualsiasi parte della
motocicletta. Il liquido reagisce chimicamente con
vernice, plastica, gomma, ecc., causando severi
danni.

• Rimuovere la leva del freno 2 e l’interruttore del freno 3.


TELAIO 9-71

• Togliere la guaina parapolvere 4 e quindi l’anello elastico 5.

• Rimuovere il gruppo del pistone e la molla di ritorno.


6 Pistone
7 Coppa secondaria
8 Coppa primaria
9 Molla di ritorno

ISPEZIONE POMPA FRENI


Controllare se il cilindro della pompa fosse graffiato o
danneggiato.
Controllare se la superficie del pistone è graffiata o danneggiata.
Controllare se la coppa primaria, la coppa secondaria ed il
parapolvere fossero usurati o danneggiati.
Se si riscontrassero dei difetti, sostituire le parti interessate con
altre nuove.

MONTAGGIO E INSTALLAZIONE POMPA


FRENI
Montare ed installare la pompa del freno nell’ordine inverso a
quello di rimozione e smontaggio. Prestare attenzione ai punti
seguenti:

* Lavare i componenti con liquido dei freni pulito


prima del montaggio. Non utilizzare mai solventi per
pulizia o benzina per il lavaggio.
* Non strofinare i componenti con uno straccio.
* Ungere con liquido dei freni il cilindro ed i
componenti che vanno in esso inseriti.

+ Specifica e classificazione: DOT 4


9-72 TELAIO

• Applicare liquido dei freni al pistone e alle coppe.


• Installare le parti seguenti sulla pompa del freno.
1 Protezione parapolvere
2 Anello elastico
3 Coppa secondaria
4 Pistone
5 Coppa primaria
6 Molla di ritorno

• Quando si installa la pompa del freno sul manubrio, allineare


la superficie di contatto del supporto della pompa A col
contrassegno punzonato B del manubrio e stringere per
primo il bullone di bloccaggio superiore 7 come indicato.
$ Bullone montaggio pompa freno anteriore:
10 N·m (1,0 kgf-m)

• Fatto toccare il giunto del tubo flessibile del freno con


l’arresto, stringere il bullone del giunto del tubo flessibile del
freno alla coppia prescritta.
$ Bullone di giunzione tubo freno: 23 N·m (2,3 kgf-m)

* Le rondelle sigillanti devono venire sostituite con


altre nuove per evitare perdite di fluido.
* Spurgare l’aria dal sistema della frizione dopo aver
rimontato il cilindro di disinnesto. (!2-24)
TELAIO 9-73

FRENO POSTERIORE
COSTRUZIONE
1 Diaframma A Bullone pompa freno
2 Set pistone/coppa B Bullone di unione tubo
3 Pompa freno
4 Tubo flessibile C Dado tubazione freno
flessibile freno

D Spinotto di scivolamento
5 Tubazione freno supporto pinza freno
freno N˚ 1

6 Tubo flessibile E Spinotto di scivolamento


7 Supporto pinza F Valvola spurgo aria
freno N˚ 2 supporto pinza freno

G Bullone alloggiamento
8 Pinza freno
freno

9 Guarnizione H Controdado
blocco freno

0 Alloggiamento I Spinotto installazione


A O-ring
blocco freno pastiglia

B Albero blocco freno


C Registro blocco freno
D Braccio blocco freno
E Pastiglia
F Pistone
G Parapolvere
H Guarnizione pistone

@
ITEM N·m kgf-m
A 10 1,0
B 23 2,3
C 16 1,6
D 23 2,3
E 13 1,3
F 7,5 0,75
G 23 2,3
H 9,5 0,95
I 18 1,8

* Questo sistema frenante utilizza un liquido dei freni DOT 4 a base di glicole etilenico. Non utilizzare
liquidi di tipo diverso come quelli a base di silicone o di petrolio.
* Non utilizzare liquido dei freni proveniente da contenitori vecchi, usati oppure non sigillati. Non
utilizzare mai liquido dei freni avanzato da un intervento precedente oppure immagazzinato per lungo
tempo.
* Quando si conserva il liquido dei freni, sigillare bene il contenitore e tenere fuori dalla portata dei
bambini.
* Quando si rabbocca il liquido dei freni, prestare attenzione a non far entrare polvere nel liquido stesso.
* Quando si lavano i componenti della frizione, utilizzare liquido dei freni pulito. Non utilizzare solventi
per la pulizia.
* Dischi e pastiglie dei freni sporchi riducono le capacità di frenata. Gettare le pastiglie contaminate e
pulire i dischi con un agente di pulizia per freni di buona qualità oppure con un detergente neutro.

Maneggiare il liquido dei freni con estrema attenzione: il liquido reagisce chimicamente con vernice,
plastica, gomma, ecc. e può causare gravi danni.
9-74 TELAIO

SOSTITUZIONE PASTIGLIE FRENO


• Rimuovere il braccio di blocco del freno 1 e la molla 2.
• Scollegare il cavo di blocco dei freni 3. (!9-85)

• Rimuovere la pinza dei freni.

Non azionare la leva del freno quando si smontano le


pastiglie.

• Rimuovere gli spinotti di installazione delle pastiglie 4 e


quindi togliere le pastiglie dei freni.
• Pulire la pinza dei freni, specialmente attorno ai pistoni.

• Controllare gli spinotti di installazione delle pastiglie per


vedere se sono usurati. Se lo fossero, sostituirli con un pezzo
nuovo.

• Installare le nuove pastiglie 5, gli isolatori 6 e gli spessori


7.

Sostituire le pastiglie in coppia, altrimenti le capacità


di frenata vengono diminuite.
TELAIO 9-75

• Girare il pistone 8 in senso orario sino a che si ferma.


• Allineare la scanalatura e la riga A girando il pistone verso
l’esterno.
• Installare la pastiglia con la proiezione B inserita nella
scanalatura del pistone.

• Installare la pastiglia sulla pinza con la pastiglia posata


sull’area tratteggiata C della molla della pastiglia.

• Stringere gli spinotti di fissaggio della pastiglia alla coppia


prescritta.
$ Spinotto fissaggio pastiglia: 18 N·m (1,8 kgf-m)

• Installare la pinza del freno.


• Stringere il bullone di fissaggio della pinza del freno alla
coppia prescritta.
$ Bullone montaggio pinza: 26 N·m (2,6 kgf-m)
NOTA:
Dopo aver sostituito le pastiglie del freno, pompare più volte la
leva del freno per controllare che i freni funzionino bene e quindi
controllare il livello del fluido dei freni.

• Installare il cavo di blocco del freno. (!9-86)


• Installare il braccio di blocco del freno con la punzonatura D
allineata con la punzonatura E sull’albero di blocco dei freni.
NOTA:
Controllare che l’estremità della molla sia rivolta verso il lato
destro del veicolo.
• Regolare il blocco del freno. (!9-84)
9-76 TELAIO

SOSTITUZIONE LIQUIDO FRENI


• Porre la motocicletta su una superficie a livello e tenere diritto
il manubrio.
• Rimuovere il tappo del serbatoio del liquido dei freni ed il
diaframma.
• Aspirare il vecchio liquido dei freni per quanto possibile.
• Riempire il serbatoio con liquido nuovo.
+ Specifica e classificazione: DOT 4

• Applicare un tubo trasparente alla valvola di spurgo dell’aria


della pinza ed inserire l’altra estremità del tubo in un
contenitore.
• Allentare la valvola di spurgo e pompare la leva del freno fino
a che il vecchio liquido dei freni non fuoriesce più dalla
valvola.
• Chiudere la valvola di spurgo e scollegare il tubo. Riempire il
serbatoio con liquido per freni nuovo fino al contrassegno di
livello superiore.
$ Valvola spurgo aria circuito freno: 7,5 N·m (0,75 kgf-m)

* Non riusare eventuale fluido freni rimasto da


riparazioni precedenti e conservato per lungo tempo.
* Spurgare l’aria dal sistema frenante.
(!2-25)

RIMOZIONE E SMONTAGGIO PINZA


• Scaricare il liquido dei freni. (!Sopra)
• Scollegare il cavo di blocco del freno. (!9-85)

• Scollegare la tubazione del freno.


• Rimuovere la pinza dei freni.
• Rimuovere le pastiglie del freno. (!9-74)

Porre uno straccio sotto al bullone di giunzione sulla


pinza del freno per raccogliere le eventuali gocce di
liquido versate.
TELAIO 9-77

• Rimuovere la molla della pastiglia 1 ed il supporto della pinza


2.

• Rimuovere l’alloggiamento del freno a mano 3.

• Smontare il freno di parcheggio.

Sostituire l’O-ring tolto con un altro nuovo.

• Girare il pistone del tutto in senso antiorario.

• Mettere uno straccio sul pistone per evitare che cada e quindi
forzarlo ad uscire con aria compressa.

Non utilizzare aria ad alta pressione per evitare danni.


9-78 TELAIO

• Rimuovere i parapolvere 4 e le tenute del pistone 5.

Non riutilizzare i vecchi parapolvere e tenute per


evitare perdite di olio.

ISPEZIONE PINZA
PINZA FRENO
Controllare le pareti dei cilindri delle pinze dei freni per vedere
se sono intaccate, graffiate o in qualche modo danneggiate. Se
si trova qualche danno, sostituire la pinza interessata con
un’altra nuova.

Non tentare di togliere il bullone di blocco del freno


incorporato nella pinza. Le operazioni di
manutenzione non sono possibili.

Controllare se vi sono perdite di fluido dei freni dagli l’O-ring 1 e


dalla coppa 2.
Se si trovano anormalità, sostituire la pinza del freno posteriore.

Bullone blocco freno

PISTONE PINZA FRENO


Controllare la superficie del pistoncino della pinza del freno per
vedere se sono graffiati o in qualche modo danneggiati.
Controllare la scanalatura del pistone per vedere se la molla ha
tensione spingendo il fermo 1. Se si trova qualche danno,
sostituire il pistoncino interessato con un altro nuovo.

Non tentare di smontare il pistoncino. Le operazioni di


manutenzione non sono possibili.
TELAIO 9-79

SUPPORTI PINZA FRENI


Controllare gli spinotti scorrevoli del supporto del freno per
vedere se sono consumati o in altro modo danneggiati. Se si
trovano danni, sostituirli con altri nuovi.

GOMMINIGOMMINO
Controllare se i gommini sono usurati o danneggiati. Se si
trovano difetti, sostituire con pezzi nuovi.

MONTAGGIO E INSTALLAZIONE PINZA


Montare ed installare la pinza nell’ordine inverso a quello di
rimozione e smontaggio. Prestare attenzione ai punti seguenti:

* Lavare i componenti della pinza con liquido dei freni


pulito prima di montarli. Non utilizzare mai solventi
per pulizia o benzina per il lavaggio.
* Applicare liquido per freni al cilindro ed al pistone
della pinza.

+ Specifica e classificazione: DOT 4

TENUTE PISTONI
• Installare le tenute dei pistoni come indicato nella figura a
Parapolvere
destra.
• Installare i pistoni sulla pinza.

Pinza

Guarnizione
pistone
9-80 TELAIO

• Girare il pistone del tutto in senso orario.

• Installare la molla della pastiglia 1.

SUPPORTI PINZA FRENI


• Applicare THREAD LOCK SUPER “1303” agli spinotti di
scivolamento.
) 99000-32030: THREAD LOCK SUPER “1303”
• Stringere gli spinotti scorrevole 1, 2 alla coppia prescritta.
$ Spinotto scorrevole pinza 1: 23 N·m (2,3 kgf-m)
Spinotto scorrevole pinza 2: 13 N·m (1,3 kgf-m)
• Applicare grasso SUZUKI SILICONE GREASE allo spinotto
scorrevole.
, 99000-25100: SUZUKI SILICONE GREASE

• Installare il supporto della pinza dei freni sulla pinza.


• Installare bene la guaina sullo spinotto scorrevole.
• Installare le pastiglie del freno. (!9-75)
TELAIO 9-81

PINZA
• Installare la pinza del freno.
• Stringere alla coppia prescritta i bulloni di fissaggio della
pinza del freno 1.
$ Bullone montaggio pinza: 26 N·m (2,6 kgf-m)

• Collegare il tubo flessibile del freno 2 alla pinza con la


tubazione del giunto dei tubi flessibile del freno nella
scanalatura della pinza.
• Stringere il bullone di giunzione del tubo del freno alla coppia
specificata.
$ Bullone di giunzione tubo freno: 23 N·m (2,3 kgf-m)

* Le rondelle sigillanti devono venire sostituite con


altre nuove per evitare perdite di fluido.
* Spurgare l’aria dal sistema dopo aver installato la
pinza. (!2-25)
* Se vi sono perdite di liquido dei freni, la sicurezza di
guida diminuisce e si possono anche danneggiare le
superfici verniciate. Controllare se vi sono crepe o
perdite sui tubi e sui bulloni di giunzione dei freni.

BLOCCO FRENI
• Applicare grasso SUZUKI SILICONE GREASE all’estremità
del bullone del blocco dei freni A.
, 99000-25100: SUZUKI SILICONE GREASE

• Installare la guarnizione nuova e l’alloggiamento del blocco


dei freni sulla pinza.
• Applicare THREAD LOCK SUPER “1360” ai bulloni del blocco
dei freni.
# 99000-32130: THREAD LOCK SUPER “1360”
• Stringere i bulloni dell’alloggiamento del blocco dei freni alla
coppia specificata.
$ Bulloni alloggiamento blocco freni: 23 N·m (2,3 kgf-m)
• Applicare SUZUKI SILICONE GRASE A all’O-ring.
, 99000-25100: SUZUKI SILICONE GREASE
• Installare l’O-ring nell’alloggiamento del blocco dei freni.

Sostituire la guarnizione e l’O-ring con pezzi nuovi.


9-82 TELAIO

• Applicare SUZUKI SILICONE GREASE all’albero del blocco


dei freni.
, 99000-25100: SUZUKI SILICONE GREASE

• Installare l’albero del blocco dei freni in modo che la


punzonatura B possa venire posizionata in C quando
l’albero del blocco del freno viene girato in senso orario sino a
che si ferma.

• Installare il cavo di blocco dei freni e l’E-ring.

• Installare il bullone di regolazione del blocco del freno 1


sull’albero del blocco del freno.
• Girare l’albero del blocco del freno di 90° in senso orario in
modo che la punzonatura D sia rivolta verso l’alto.

• Installare il braccio del blocco del freno 2 con la punzonatura


E allineata con quella F sul braccio del blocco del freno 2.
• Agganciare la molla e collegare il braccio del freno 2 al cavo
del blocco del freno.
NOTA:
Controllare che l’estremità della molla sia rivolta verso il lato
destro del veicolo.
• Regolare il blocco del freno. (!9-85)
TELAIO 9-83

ISPEZIONE DISCO FRENO


Controllare il disco dei freni posteriore come fatto per quello
anteriore (!9-70)
% Limite di servizio
Spessore disco posteriore: 5,0 mm
Scentratura disco posteriore: 0,30 mm
* Rimozione disco freno (!9-49)
* Installazione disco freno (!9-54)

RIMOZIONE E SMONTAGGIO POMPA FRENI


Rimuovere e smontare la pompa del freno posteriore come fatto
per quella del freno anteriore. (!9-70)

ISPEZIONE CILINDRO MAESTRO (!9-71)

MONTAGGIO E INSTALLAZIONE POMPA


FRENI
Montare ed installare la pompa del freno nell’ordine inverso a
quello di rimozione e smontaggio. Prestare attenzione ai punti
seguenti:

* Lavare i componenti con liquido dei freni pulito


prima del montaggio. Non utilizzare mai solventi per
pulizia o benzina per il lavaggio.
* Non strofinare i componenti con uno straccio.
* Ungere con liquido dei freni il cilindro ed i
componenti che vanno in esso inseriti.

+ Specifica e classificazione: DOT 4

• Applicare liquido dei freni al gruppo pistone/coppa.


• Installare le parti seguenti sulla pompa del freno.
1 Protezione parapolvere
2 Anello elastico
3 Coppa secondaria
4 Pistone
5 Coppa primaria
6 Molla di ritorno
9-84 TELAIO

Quando si installa la pompa del freno sul manubrio, allineare la


superficie di contatto del supporto della pompa A col
contrassegno punzonato B del manubrio e stringere per primo il
bullone di bloccaggio superiore 7 come indicato.
$ Bullone montaggio pompa freno: 10 N·m (1,0 kgf-m)

• Fatto toccare il giunto del tubo flessibile del freno con


l’arresto, stringere il bullone del giunto del tubo flessibile del
freno alla coppia prescritta.
$ Bullone di giunzione tubo freno: 23 N·m (2,3 kgf-m)

* Le rondelle sigillanti devono venire sostituite con


altre nuove per evitare perdite di fluido.
* Spurgare l’aria dal sistema della frizione dopo aver
rimontato il cilindro di disinnesto. (!2-25)

REGOLAZIONE BLOCCO FRENI


Prima di regolare il blocco dei freni, spurgare l’aria dal sistema
frenante.
• Tirare la leva del freno di un passo (una tacca).
NOTA:
* La leva del freno ha otto tacche (passi) quando tirata a fondo.
* Quando si tira la leva del blocco dei freni, per prima cosa
l’interruttore del blocco dei freni produce un suono, quindi la
tacca ne produce un altro. Contare il numero delle tacche
percorse contando i suono prodotti, eccettuando quello
prodotto dall’interruttore del blocco dei freni.

• Allentare il contradado 1 ed il bullone di regolazione 2.


TELAIO 9-85

• Girare il pistone 2 in senso orario sino a che si ferma.


• Stringere il controdado 1 alla coppia prescritta con il bullone
di registro 2 tenuto in tale posizione.
$ Controdado registro blocco freno: 9,5 N·m (0,95 kgf-m)
NOTA:
Non girare il bullone di registro oltre i punti descritti, o può subire
danni.
• Controllare il blocco del freno. (!2-33)

SOSTITUZIONE CAVO BLOCCO FRENO


• Rimuovere la protezione della gamba destra. (!9-12)
• Rimuovere la scatola anteriore. (!9-18)
• Allentare il controdado 1.
• Scollegare il cavo di blocco dei freni 2.

• Rimuovere il blocco del tubo flessibile dei freni dal forcellone


oscillante.

• Rimuovere il distanziatore 3.
• Rimuovere il braccio di blocco del freno 4 dalla pinza.

• Scollegare il cavo del blocco del freno 5 togliendo l’E-ring 6.


9-86 TELAIO

• Installare il cavo del blocco del freno.


(PERCORSO CAVI: 11-18)
• Girare il dado 7 sino a che il gioco scende a 0 mm.

Gioco

• Collegare il cavo del blocco del freno al gruppo della leva del
freno.
• Inserire il dado 8 nella concavità della leva di blocco dei
freni.
• Stringere il controdado 9.
• Inserire sempre la guaina 0 sul cavo di blocco del freno.

• Collegare il cavo di blocco del freno ed installare l’E-ring B.


• Non mancare di installare le guaine parapolvere C sul cavo di
blocco del freno.

• Installare il braccio del blocco del freno D. (!9-82)


NOTA:
L’estremità aperta della molla E deve essere rivolta verso il lato
destro del veicolo.

• Installare il bullone di fissaggio del tubo flessibile dei freni.


• Regolare il blocco del freno. (!9-84)
• Installare la scatola anteriore e la protezione laterale della
gamba destra.
TELAIO 9-87

SISTEMA DI BLOCCO DEI FRENI


FUNZIONAMENTO DEL SISTEMA DI BLOCCO DEI FRENI
Il braccio del blocco dei freni tira il cavo di blocco dei freni non appena viene tirata la leva di blocco dei freni. Il
movimento rotatorio che ne risulta viene convertito in movimento assiale da un registro collegato al corpo
attraverso il filo A.
Il movimento assiale viene trasmesso automaticamente dal pistone al bullone di registro. Questo comprime
le pastiglie dei freni sul disco del freno attraverso un pistone con dado di registro e una pinza dei freni. Il
bullone di registro il bullone di registro e il dado di registro si muovono insieme nel modo mostrato in figura.
Quando si rilascia la leva di blocco dei freni, ciascuna parte torna alla sua posizione di riposo, il pistone della
pinza viene riportato indietro dall’elasticità della sua guarnizione, il suo bullone di registro viene riportato
dalla sua molla ed il registro del blocco del freno viene riportato indietro dalla sua molla.

Leva blocco freno

Pinza
freno Tirante blocco freno Cavo blocco freno

Registro blocco freno

Braccio blocco freno

Pistone pinza freno

Molla bullone
di registro
Bullone di
registro

Registro blocco freni


Pistone
Dado di registro
Adjuster-bolt
Pastiglia freno

Il bullone di registro preme sul dado di registro.


9-88 TELAIO

SISTEMA DI REGISTRO DEL BLOCCO AUTOMATICO DEI FRENI


Il sistema di registro del blocco automatico dei freni è installato sul blocco dei freni. Se una pastiglie è
consumato, il bullone/dado di registro regola la posizione del pistone della pinza in modo da mantenere il
gioco previsto fra pastiglia e disco.
OPERAZIONE (condizioni normali:➔Freni)
La pressione idraulica della leva del freno agisce sul pistone del dado di registro/pinza. Le filettature del
bullone di registro e quelle del dado di registro hanno un certo gioco. La corsa del pistone durante la frenata
è inferiore al gioco, e la frenata finisce senza l’intervento del sistema di registro del blocco dei freni.

Bullone di
registro

Pressione idraulica

Gioco
Dado di
registro

Corsa pistone
pinza freno
TELAIO 9-89

OPERAZIONE (pastiglie freno consumate➔ Frenata➔ azione del registro automatico)


Se si frena quando la pastiglia del freno è consumata, il pistone della pinza/dado di registro [1] si muovono
sino a che il gioco dovuto all’usura scompare.
Il movimento assiale [2] viene convertito in un movimento rotatorio che agisce sul bullone di registro ed il
dado di registro. Il bullone di registro [3] è l’unico a girare perché il pistone della pinza/dado di registro è
fissato alla pastiglia del freno con la scanalatura del pistone della pinza e la sporgenza della pastiglia in A.
In questo modo, il bullone di registro mantiene la sua posizione originale anche mentre ruota, mentre il
pistone della pinza/dado di registro si muove all’esterno.
Il bullone/dado di registro smette di ruotare una volta che il gioco fra pastiglia e disco diviene zero, e la
funzione del registro automatico è così completata.
9-90 TELAIO

MECCANISMO DI PREVENZIONE DELLA COMPENSAZIONE ECCESSIVA


Durante la frenata rapida [1], il registro del blocco automatico dei freni agisce troppo in fretta [2].
Il pistone della pinza/dado di registro si devono fermare [3] non appena la pastiglia del freno entra in
contatto col disco del freno, ma il bullone di registro gira per inerzia [4] dopo che ciò è accaduto. Il bullone
di registro si ferma quando il gioco del bullone/dado di registro. Per questo, il pistone della pinza/dado di
registro non può tornare indietro [5] usando l’elasticità della guarnizione del pistone quando si lascia
andare la leva del freno. Questa è la condizione di compensazione eccessiva.

Pistone pinza freno

Guarnizione pistone

Pressione idraulica

Rotazione rapida
Bullone di registro Gira per inerzia

Frenata rapida Fermata improvvisa Rotazione impossibile


Dado di registro

Una molla viene installata fra il pistone della pinza ed il dado di registro per prevenire la compensazione
eccessiva e serve da ammortizzatore del movimento del pistone della pinza.
La molla si comprime [2] non appena il pistone della pinza si muove esponenzialmente [1], il dado di
registro si muove [3], [4] in ritardo. È così possibile ottenere il gioco corretto del bullone/dado di registro
perché la forza di inerzia di movimenti rapidi non agisce sul bullone di registro.

Molla

Rotazione
La molla si tende/
La molla si Frenata rapida il dado di registro si muove.
comprime
TELAIO 9-91

PNEUMATICO E RUOTA
RIMOZIONE PNEUMATICO
La parte più critica di un pneumatico senza camera d’aria è la
tenuta tra il cerchione della ruota ed il tallone del pneumatico.
Per questo motivo si raccomanda di utilizzare un dispositivo per
il cambio dei pneumatici che è anche più efficiente delle comuni
leve.
Per le procedure di rimozione dei pneumatici, vedere le
istruzioni fornite dal fabbricante del dispositivo per il cambio dei
pneumatici.
NOTA:
Quando si rimuove il pneumatico per ripararlo o controllarlo,
contrassegnare con del gesso la posizione della valvola.
Anche se il pneumatico viene installato nella sua posizione
originale dopo aver riparato una foratura, una nuova
equilibratura potrebbe essere necessaria in quanto tale
riparazione causa uno sbilanciamento.

CONTROLLO
RUOTA
Pulire la ruota e controllare quanto segue:
* Distorsioni o crepe
* Difetti e graffi nell’area di appoggio del tallone.
* Scentratura del cerchione (!9-27)

PNEUMATICI
Controllare i punti indicati di seguito:
* Tacche e rotture spalla
* Profondità battistrada (!2-25)
* Separazione battistrada
* Usura del battistrada anormale o non uniforme
* Danni sul tallone
* Usura localizzata dovuta a slittamenti (zone appiattite)
* Anomalie della carcassa interna
9-92 TELAIO

VALVOLA
• Controllare la valvola dopo aver rimosso il pneumatico dal
cerchione. Sostituire la valvola con una nuova se la tenuta di
gomma fosse danneggiata o graffiata.
• Controllare l’anima della valvola. Sostituire la valvola con una
nuova se la tenuta fosse deformata in modo anormale.

Guarnizione

INSTALLAZIONE VALVOLA
• Pulire polvere e ruggine attorno alla sede della valvola.
Installare quindi la valvola nel cerchione.
Foro valvola
NOTA:
Per installare la valvola nella sua sede in modo corretto,
applicare alla valvola un lubrificante speciale per pneumatici
oppure una soluzione saponosa.

Ruota
Fare attenzione a non danneggiare il labbro della
valvola.

Labbro Valvola
valvola

INSTALLAZIONE PNEUMATICO
• Applicare un lubrificante per pneumatici al tallone del
pneumatico.
• Quando si installa il pneumatico sulla ruota, osservare i punti
seguenti.

* Non riutilizzare la valvola una volta rimossa.


* Non applicare mai grasso, olio o benzina al tallone al
posto del lubrificante per pneumatici.
TELAIO 9-93

• Quando si installa il pneumatico, rivolgere la sua freccia


direzionale 1 nella direzione di rotazione della ruota.
• Allineare il segno fatto col gesso sul pneumatico al momento
della rimozione con la posizione della valvola.

• Per le procedure di installazione dei pneumatici, vedere le


istruzioni fornite dal fabbricante del dispositivo per il cambio
dei pneumatici.
• Far rimbalzare il pneumatico più volte mentre lo si fa ruotare.
Questa operazione spinge il tallone verso l’esterno facilitando
il gonfiaggio.
• Gonfiare il pneumatico.

* Non gonfiare il pneumatico a più di 400 kPa (4,0 kgf/


cm2). Se gonfiato oltre questo limite, il pneumatico
potrebbe esplodere e anche causare gravi lesioni.
Non rimanere mai sopra al pneumatico durante il
gonfiaggio.
* Nel caso si utilizzasse un dispositivo di gonfiaggio
con preimpostazione della pressione, prestare
particolare attenzione alla regolazione della
pressione.

• Controllare la “linea del cerchione” sui fianchi del pneumatico.


Essa deve essere equidistante dal bordo del cerchione lungo
tutta la circonferenza. Se la distanza varia, ciò indica che il
Bordo cerchione
tallone non è montato correttamente. In tale caso, sgonfiare
completamente il pneumatico e separare entrambi i talloni dal
cerchione. Lubrificare i talloni e installare nuovamente il
pneumatico.
• Quando il tallone si è assestato in modo corretto, regolare la
pressione secondo specifica. (!2-26)
• Correggere l’equilibratura della ruota se necessario.

Non guidare ad alta velocità con un pneumatico riparato.

INSTALLAZIONE PESI DI EQUILIBRATURA


• Quando si installano i pesi di equilibratura sulla ruota,
metterne due su ambedue i lati del cerchione.

La differenza in peso fra i due pesi di equilibratura


deve essere meno di 10 g. Peso di
equilibratura
Ruota
IMPIANTO ELETTRICO 10-1

INPIANTO ELETTRICO

INDICE
AVVERTENZE PER LA MANUTENZIONE ........................................... 10- 2
CONNETTORI ................................................................................ 10- 2
ACCOPPIATORI ............................................................................ 10- 2
MORSETTI ..................................................................................... 10- 2
FUSIBILI ......................................................................................... 10- 2
PARTI A SEMICONDUTTORI ........................................................ 10- 2
BATTERIA ...................................................................................... 10- 3
COLLEGAMENTO BATTERIA ...................................................... 10- 3
CABLAGGI ..................................................................................... 10- 3
USO DEL MULTITESTER .............................................................. 10- 3
UBICAZIONE DEI COMPONENTI ELETTRICI ..................................... 10- 4
SISTEMA DI CARICA ........................................................................... 10- 6
DIAGNOSTICA ............................................................................... 10- 6
CONTROLLO ................................................................................. 10- 8
SISTEMA AVVIAMENTO ...................................................................... 10-11
DIAGNOSTICA ............................................................................... 10-11
RIMOZIONE E SMONTAGGIO MOTORINO AVVIAMENTO ........ 10-12
ISPEZIONE MOTORINO AVVIAMENTO ....................................... 10-13
MONTAGGIO MOTORINO AVVIAMENTO .................................... 10-14
ISPEZIONE RELE AVVIAMENTO ................................................. 10-15
CONTROLLO PARTI SISTEMA SICUREZZA CAVALLETTO
10
LATERALE/ACCENSIONE ............................................................ 10-16
SISTEMA DI ACCENSIONE ................................................................. 10-18
DIAGNOSTICA ............................................................................... 10-18
CONTROLLO ................................................................................. 10-20
STRUMENTAZIONE ............................................................................. 10-23
NOMI PARTI ................................................................................... 10-23
RIMOZIONE E SMONTAGGIO ...................................................... 10-23
FUNZIONAMENTO ........................................................................ 10-24
CONTROLLO ................................................................................. 10-26
LUCE ..................................................................................................... 10-31
FARO .............................................................................................. 10-31
LUCE FRENI/LUCI CODA, LUCI SEGNALE DI SVOLTA E
LUCE TARGA ................................................................................ 10-32
RELE ..................................................................................................... 10-34
RELE DI SVOLTA .......................................................................... 10-34
RELE MOTORINO VENTOLA ....................................................... 10-34
RELE POMPA CARBURANTE ...................................................... 10-34
RELE’ CAVALLETTO LATERALE ................................................ 10-34
RELE AVVIAMENTO ..................................................................... 10-34
INTERRUTTORI .................................................................................... 10-34
RIMOZIONE INTERRUTTORE DI ACCENSIONE ......................... 10-34
ISPEZIONE ..................................................................................... 10-35
BATTERIA ............................................................................................. 10-37
DATI TECNICI ................................................................................ 10-37
CARICA INIZIALE .......................................................................... 10-37
MANUTENZIONE ........................................................................... 10-39
OPERAZIONE DI CARICA ............................................................. 10-39
10-2 IMPIANTO ELETTRICO

AVVERTENZE PER LA MANUTENZIONE


CONNETTORI
• Quando si scollega un connettore, accertarsi di afferrare i
terminali; non tirare i fili.
Clic
• Quando si collega un connettore, accertarsi di premere fino a
collegarlo saldamente.
• Controllare se il connettore e corroso o sporco e se la sua
copertura e rotta.

ACCOPPIATORI Clic
• Con un accoppiatore del tipo a blocco, accertarsi di rilasciare
il blocco prima di scollegarlo. Quando si collega un
accoppiatore, accertarsi di premere fino ad avvertire uno
scatto.
• Quando si scollega l’accoppiatore, accertarsi di afferrare il
corpo dell’accoppiatore; non tirare i fili.
• Controllare se i terminali dell’accoppiatore sono allentati o
piegati.
• Controllare se i terminali sono corrosi o sporchi.
MORSETTI
• Per quanto riguarda le procedure corretti di fissaggio dei
CORRETTO SCORRETTO
morsetti, consultare la sezione “PERCORSI DEI CABLAGGI”
(!da 11-14 a 11-17)
• Piegare il morsetto in modo appropriato come indicato in
figura.
• Quando si fissa il cablaggio, accertarsi che non penda.
• Non utilizzare del filo metallico o altri sostituti per i morsetti a
fascetta.

FUSIBILI
• Quando un fusibile salta, investigare sempre la causa,
riparare e quindi sostituire il fusibile.
• Non utilizzare un fusibile di capacità diversa da quella
dell’originale.
• Non utilizzare sostituti per il fusibile (per esempio un filo).

PARTI A SEMICONDUTTORI
• Non far cadere qualsiasi pezzo che contenga un SCORRETTO
semiconduttore, ad esempio l’ECM, l’unità di controllo CVT o
il regolatore/raddrizzatore.
• Quando si controllano tali parti, seguire le istruzioni per il
controllo alla lettera. Il mancato rispetto della corretta
procedura può causare gravi danni.
IMPIANTO ELETTRICO 10-3

BATTERIA
• La batteria MF montata in questo veicolo non richiede
operazioni di manutenzione (per esempio il controllo del
livello dell’elettrolito ed il rabbocco dell’acqua distillata).
• Durante la carica normale della batteria non viene prodotto
idrogeno. Questo può comunque essere prodotto quando la
batteria viene caricata in eccesso. Non avvicinare perciò
fiamme alla batteria (o produrre cortocircuiti) durante la
carica.
• Ricaricare la batteria in uno spazio aperto e ben ventilato.
• Notare che il sistema di carica per una batteria MF e diverso
da quello per una batteria normale. Non sostituire percio la
batteria MF con una batteria normale.

COLLEGAMENTO BATTERIA
• Quando si scollegano i terminali della batteria per lo
smontaggio o la manutenzione, accertarsi di scollegare per
primo il terminale negativo -.
• Quando si collegano i terminali alla batteria, accertarsi di
collegare per primo il terminale positivo +.
• Se i terminali fossero corrosi, rimuovere la batteria, versarvi
sopra acqua calda e pulire con una spazzola metallica.
• Al termine del collegamento, ingrassare leggermente i
terminali.
• Installare il cappuccio sul terminale positivo + della batteria.

CABLAGGI
• Sistemare i cablaggi in modo corretto come indicato nella
sezione “PERCORSI DEI CABLAGGI”.
(!da 11-14 a 11-17)

USO DEL MULTITESTER


• Collegare la sonda positiva + e la sonda negativa - del
tester in modo corretto. Un uso scorretto può causare gravi
danni al tester.
• Se i valori della corrente sono sconosciuti, iniziare la
misurazione col tester impostato sulla gamma più alta.
• Quando si misura la resistenza, accertarsi che non vi sia
alcun voltaggio applicato. La presenza di voltaggio può
causare danni al tester stesso.
• Dopo aver utilizzato il tester, portare il suo interruttore sulla
posizione OFF.

Leggere il manuale delle istruzioni prima di utilizzare il


multitester.
10-4 IMPIANTO ELETTRICO

UBICAZIONE DEI COMPONENTI ELETTRICI

1 Motorino di avviamento
: : :
B Sensore pressione atmosferica ( 6-37)
::
2 Sensore temperatura fluido raffreddamento motore ( C Sensore TO ( 6-39)
3 Valvola IAC ( 7-20) D Unità di controllo CVT
8-13)

4 Iniettore ( 6-40)
::
5 Sensore posizione acceleratore ( 6-31) :
E ECM (modulo controllo motore)
F Solenoide ( 12-6)
:
6 Sensore temperatura aria aspirata ( 6-36)
7 Sensore pressione aria aspirata ( 6-29)
8 Interruttore blocco freni
G Clacson
:
H Motore CVT ( 6-45)
:
I Sensore posizione puleggia ( 6-47)
9 Relè motorino ventola
0 Relè cavalletto laterale o relè pompa carburante
A Relè pompa carburante o relè cavalletto laterale
:
J Interruttore cavalletto centrale
K Sensore HO2 ( 6-42)
:
L Sensore rivoluzioni puleggia secondaria CVT ( 6-51)
IMPIANTO ELETTRICO 10-5

1 Misuratore/pompa carburante C Sensore tachimetro


2 Diodo relè avviamento D Bobina accensione/cappuccio candela (N˚ 1)
3 Fusibile principale E Bobina accensione/cappuccio candela (N˚ 2)
4 Fusibile CVT F Generatore
5 Batteria G Interruttore pressione olio
: ::
6 Interruttore sul sedile luce bauletto H Interruttore cavalletto laterale
7 Relè avviamento I Sensore posizione camma ( 6-27)
8 Luce bauletto J Motorino ventola ( 8-8)
9 Interruttore luce bauletto
0 Scatola fusibili
A Relè segnale di svolta
:
K Interruttore termico ventola ( 8-16)
L Sensore CKP ( 6-28)
M Interruttore livello olio
B Regolatore/raddrizzatore
10-6 IMPIANTO ELETTRICO

SISTEMA DI CARICA

Interruttore di
accensione

Fusibile
principale

Carico
Batteria

Generatore

Regolatore/raddrizzatore

DIAGNOSTICA
La batteria si scarica rapidamente.

Controllare la presenza di accessori che Accessori


consumano troppo. installati • Rimuoverli

Nessuno

corrente ( :
Controllare se la batteria perde
10-8).
Perdite di
corrente • Corto circuito nel fascio fili
• Dispositivo elettrico guasto

Nessuna perdita

terminali della batteria (:


Misurare il voltaggio di carica fra i
10-9). Corretto • Batteria guasta
• Condizioni di guida anormali

Scorretto

Continua alla pagina che segue.


IMPIANTO ELETTRICO 10-7

generatore ( :
Misurare la continuità presso la bobina del
10-9).
Discontinuità • Bobina generatore difettosa o
fili scollegati

Continuità

(:
Misurare il voltaggio a riposo del generatore
10-10).
Scorretto • Generatore difettoso

Corretto

:
Controllare il regolatore/raddrizzatore
( 10-10). Guasto • Regolatore/raddrizzatore
difettoso

A posto

Controllare i fili. Guasti • Cablaggi in corto


• Contatti accoppiatore scadenti

A posto

• Batteria guasta

Altri

Batteria caricata troppo • Regolatore/raddrizzatore difettoso


• Batteria guasta
• Contatti scadenti dell’accoppiatore del filo del generatore
10-8 IMPIANTO ELETTRICO

CONTROLLO
CONTROLLO PERDITE CORRENTE BATTERIA
• Sollevare il sellino.
• Rimuovere la scatola degli attrezzi.
• Rimuovere il coperchio della batteria 1 insieme al relè di
avvio.
• Portare l’interruttore di accensione nella posizione “OFF”.
• Scollegare il cavo negativo - della batteria 2.
Misurare la corrente tra il terminale negativo - della batteria ed
il cavo negativo the - della batteria utilizzando il multitester. Se
la misurazione eccede il valore specificato, ciò indica delle
perdite di corrente.
" 09900-25008: Set multitester
# Indicazione manopola tester: Corrente ($, 20 mA)
% Perdite corrente batteria: Meno di 3,0 mA

* Poiché le perdite di corrente potrebbero essere


elevate, utilizzare prima una gamma elevata del
multitester per evitare danni.
* Non portare l’interruttore dell’accensione su “ON”
quando si misura la corrente.

Quando si esegue il controllo per trovare le perdite, rimuovere


accoppiatori e connettori uno alla volta controllando ciascuna
parte.
IMPIANTO ELETTRICO 10-9

VOLTAGGIO REGOLATO
• Sollevare il sellino. DCV

• Rimuovere il coperchio della batteria. (!10-8)


• Avviare il motore, portare l’interruttore di accensione su
LIGHT (&) (per l’Italia) e quello del varialuce su HI, quindi far
girare il motore a 5000 g/min.
Misurare il voltaggio di corrente continua tra i terminali positivo
+ e negativo - della batteria col multitester. Se il voltaggio non
e compreso tra i valori specificati, controllare il generatore ed il
regolatore/raddrizzatore. (!10-9 e 10-10)
NOTA:
Quando si esegue questa prova, accertarsi che la batteria sia
completamente carica.
" 09900-25008: Set multitester
' Indicazione manopola tester: Voltaggio ($)
% Voltaggio regolato: 14,0 -15,5 V a 5 000 g/min

RESISTENZA AVVOLGIMENTO GENERATORE


• Rimuovere la copertura sinistra del telaio. (!9-16)
• Scollegare l’accoppiatore del generatore.
Misurare la resistenza tra i tre fili.
Se la resistenza non fosse conforme al valore specificato,
sostituire la bobina dello statore con una nuova.
Controllare anche che il nucleo dello statore sia isolato.
" 09900-25008: Set multitester
( Indicazione manopola tester: Resistenza (Ω
Ω)
% Resistenza avvolgimento statore:
0,1 – 1,0 Ω (Giallo – Giallo)
∞ Ω (Giallo – Terra)
10-10 IMPIANTO ELETTRICO

PRESTAZIONI GENERATORE IN ASSENZA DI CARICO


• Rimuovere la copertura sinistra del telaio. (!9-16)
• Scollegare l’accoppiatore del filo del generatore.
• Avviare il motore e farlo girare a 5 000 g/min.
Misurare il voltaggio di corrente alternata fra i fili del generatore
con un multitester.
Se il voltaggio fosse inferiore a specifica, sostituire il generatore
di corrente alternata con uno nuovo.
" 09900-25008: Set multitester
' Indicazione manopola tester: Voltaggio (~)
% Prestazioni generatore in assenza di carico
(a motore freddo): Più di 50 V (CA) a 5 000 g/min

REGOLATORE/RADDRIZZATORE
• Rimuovere la copertura sinistra del telaio. (!9-16)
• Scollegare gli accoppiatori del regolatore/raddrizzatore 1.
Utilizzando un multitester, misurare il voltaggio tra i terminali
come indicato nella tabella seguente.
Se il voltaggio non rientra nel valore specificato, sostituire il
regolatore/raddrizzatore con uno nuovo.
" 09900-25008: Set multitester
) Indicazione manopola tester: Prova diodo (*)
Unità: V
+ Sonda multitester
- Sonda multitester

B/R B/W B1 B2 B3
B/R 0,5 – 1,2 0,4 – 0,7 0,4 – 0,7 0,4 – 0,7
B/W ✽ ✽ ✽ ✽
B1 ✽ 0,4 – 0,7 ✽ ✽
B2 ✽ 0,4 – 0,7 ✽ ✽ B/W B1 B2 B3
B/R
B3 ✽ 0,4 – 0,7 ✽ ✽
COLORE DEI FILI
✽ Più di 1,4 V (voltaggio batteria tester) B: Nero, B/R: Nero con riga rossa,
B/W: Nero con riga bianca
NOTA:
Se la misurazione del multitester è inferiore a 1,4V quando le
sonde del tester non sono collegate, sostituire la batteria del
tester.
IMPIANTO ELETTRICO 10-11

SISTEMA AVVIAMENTO

Pulsante di avviamento Interruttore freno anteriore

Relè
avviamento
Interruttore freno posteriore
Alla bobina di
accensione/cappuccio Interruttore Fusibile
candela Fusibile
arresto Interruttore
motore di accensione
Relè cavalletto laterale
Motorino di
avviamento

Batteria

Interruttore
cavalletto
laterale

DIAGNOSTICA
Prima della diagnosi, controllare che i
Il motorino di avviamento non parte. fusibili non siano saltati e che la batteria
sia del tutto carica.
Prendere la leva del freno anteriore o posteriore, Controllare se il motorino di avviamento
portare sulla posizione di accensione l’interruttore
+
Si sente gira quando il suo terminale viene
di accensione con l’interruttore di arresto del collegato al terminale della batteria.
motore nella posizione “RUN” ed l’interruttore del un clic.
Non usare un filo sottile perché il flusso
cavalletto laterale sulla posizione “ON”. Ascoltare di corrente è notevole.
se il relè del motorino di avviamento produce un
clic quando il pulsante di accensione viene
Non gira.
premuto.
Gira.
• Motorino di avviamento
Nessun clic guasto
• Relè motorino di avviamento guasto
• Filo motorino di avviamento
scollegato o allentato
Misurare il voltaggio del relè di avviamento Nessun
+ -
presso i connettori del relè del motorino di voltaggio • Interruttore accensione guasto
avviamento (fra Y/G e Y/B ) quando il • Interruttore di arresto motore guasto
pulsante di accensione viene premuto. • Relè cavalletto laterale guasto
• Interruttore freno anteriore guasto
Voltaggio • Interruttore freno posteriore guasto
• Pulsante di avviamento guasto
• Connettori guasti
• Cavo interrotto nei cablaggi
Continua alla pagina seguente
10-12 IMPIANTO ELETTRICO

:
Controllare il relè di avviamento
( 10-15).
Scorretto • Relè motorino avviamento guasto

Corretto
• Contatto relè motorino avviamento
scorretto
Altri

Il motore non gira mentre il motorino di avviamento gira. • Innesto motorino di avviamento guasto

RIMOZIONE E SMONTAGGIO MOTORINO


AVVIAMENTO
• Rimuovere la pedana. (!9-18)
• Scollegare il filo del motorino di avviamento 1 e togliere i
bulloni del motorino di avviamento 2.

• Rimuovere il motorino di avviamento A dal carter.


• Girare il motorino di avviamento B di 180° in avanti.
• Rimuovere il motorino di avviamento.
IMPIANTO ELETTRICO 10-13

• Smontare il motorino di avviamento nel modo mostrato in figura.

1 Estremità carcassa (esterno)


2 Portaspazzole
3 Mola spazzole
4 O-ring
5 Set terminali spazzole
6 Scatola motorino avviamento
7 Indotto
8 Estremità carcassa (interno)
@ 9 O-ring
ITEM N·m kgf-m A Bullone motorino avviamento
A, B 6 0,6 B Dado filo

ISPEZIONE MOTORINO AVVIAMENTO


SPAZZOLE
Controllare se le spazzole in carbonio presentano segni di usura
anormale, crepe o se il supporto fosse liscio.
Se si riscontrassero dei difetti, sostituire il gruppo spazzole.

COLLETTORE
Controllare se il collettore fosse scolorito, usurato in maniera
anormale oppure se A fosse insufficiente.
Se il collettore fosse usurato in modo anormale, sostituire il
rotore.
Se la superficie fosse scolorita, lucidare con carta vetrata #400
e pulire con un panno asciutto.
Se l’intaglio fosse insufficiente, tagliare l’isolatore 1 con un
seghetto da ferro.

CONTROLLO AVVOLGIMENTO ROTORE


Controllare la continuità tra ciascun segmento e tra ciascun
segmento e l’albero del rotore utilizzando un multitester.
Se non vi fosse continuità tra i segmenti oppure se vi fosse
continuità tra i segmenti e l’albero, sostituire il rotore con uno
nuovo.
" 09900-25008: Set multitester
+ Indicazione manopola tester multicircuito:
Test di continuità (,)
10-14 IMPIANTO ELETTRICO

CONTROLLO PARAOLIO
Controllare se il labbro del paraolio è danneggiato o se vi sono
perdite.
Se si riscontrassero dei danni, sostituire la copertura.

MONTAGGIO MOTORINO AVVIAMENTO


Montare il motorino di avviamento nell’ordine inverso a quello di
smontaggio. Prestare attenzione ai punti seguenti:
• Applicare SUZUKI SUPER GREASE “A” al labbro del
paraolio.
- 99000-25030: SUZUKI SUPER GREASE “A”
(USA)
99000-25010: SUZUKI SUPER GREASE “A”
(Altri paesi)

• Allineare i marchi nel modo mostrato in figura.

• Applicare una piccola quantità di THREAD LOCK “1342” ai


bulloni dell’alloggiamento del motorino di avviamento.
. 99000-32050: THREAD LOCK “1342”
• Applicare SUZUKI SUPER GRASE “A” all’O-ring.
- 99000-25030: SUZUKI SUPER GREASE “A”
(USA)
99000-25010: SUZUKI SUPER GREASE “A”
(Altri paesi)
IMPIANTO ELETTRICO 10-15

ISPEZIONE RELE AVVIAMENTO


• Sollevare il sellino.
• Rimuovere il coperchio della batteria. (!10-8)
• Scollegare il cavo - della batteria dalla batteria.

• Scollegare il filo della batteria 1 ed il filo del motorino di


avviamento 2.

• Rimuovere l’accoppiatore del filo del relè del motorino di


avviamento 3.
• Rimuovere il relè del motorino di avviamento con il coperchio
della batteria.

Applicare 12 V ai terminali A e B e controllare la continuità tra i


terminali positivo e negativo col multitester. Se il relè
dell’avviamento scatta e vi è continuità, il relè e a posto.
" 09900-25008: Set multitester
+ Indicazione manopola tester multicircuito:
,)
Test di continuità (,

Non applicare il voltaggio della batteria al rele


dell’avviamento per piu di 5 secondi dato che cio
potrebbe surriscaldare e danneggiare l’avvolgimento
del rele stesso.
10-16 IMPIANTO ELETTRICO

Misurare la resistenza dell’avvolgimento del relè tra i terminali


utilizzando il multitester. Se la resistenza non fosse entro i valori
specificati, sostituire il relè dell'avviamento con uno nuovo.
" 09900-25008: Set multitester
% Resistenza relè avviamento: 3 – 6 Ω

CONTROLLO PARTI SISTEMA SICUREZZA


CAVALLETTO LATERALE/ACCENSIONE
Controllare che il sistema funzioni in modo corretto. Se il
sistema di sicurezza non funziona in modo corretto, controllare
ciascun componente per danni o anomalie. Se si riscontrassero
delle anomalie, sostituire il componente con uno nuovo.

INTERRUTTORE CAVALLETTO LATERALE


• Togliere lo sportello di manutenzione. (!9-13)
• Rimuovere la copertura del paragambe sinistro. (!9-12)
• Scollegare l’accoppiatore dell’interruttore del cavalletto
laterale e misurare il voltaggio tra i fili Verde e Nero/Bianco.
" 09900-25008: Set multitester
) Indicazione manopola tester: Prova diodo (*
*)

+ -
Verde Bianco/nero
(sonda ) (sonda )
ON Da 0,4 a 0,6 V
(cavalletto laterale sollevato)
OFF Oltre 1,4 V
(cavalletto laterale abbassato) (voltaggio di batteria sul tester)

NOTA:
Se la misurazione del tester è inferiore a 1,4 V, sostituire la
batteria con le sonde del tester scollegate.

RELE’ CAVALLETTO LATERALE


• Rimuovere il paragambe. (!9-10)
• Rimuovere il relè del cavalletto laterale. (!10-4)
NOTA:
I colori dei fili del relè del cavalletto laterale sono G, O/W, B/W e
Y/B.
IMPIANTO ELETTRICO 10-17

Controllare per prima cosa l’isolamento tra i terminali A e B con


un tester tascabile. Applicare quindi 12 V ai terminali nel modo
mostrato e controllare la continuità fra A e B. Se non c’è
continuità, sostituire il relè del cavalletto laterale con un altro
nuovo.

ISPEZIONE RELE’ AVVIAMENTO


• Rimuovere la copertura sinistra del telaio. (!9-16)
• Rimuovere il diodo.

Misurare il voltaggio tra i terminali utilizzando il multitester.


Unità: V
+ Sonda del tester su:
A B
- Sonda
del tester
su:

A 0,3 – 0,6
B ✽
✽ Più di 1,4 V (voltaggio batteria tester)
" 09900-25008: Set multitester
) Indicazione manopola tester: Prova diodo (*)
NOTA:
Se la misurazione del multitester è inferiore a 1,4 V quando le
sonde del tester non sono collegate, sostituire la batteria del
tester.
10-18 IMPIANTO ELETTRICO

SISTEMA DI ACCENSIONE
Interruttore arresto motore

ECM
Fusibile
accensione
Circuito
sorgente
alimentazione
Sensore
CKP Circuito Interruttore di
conformazione N˚1 accensione
forma d’onda
Fusibile
principale
Processore

Circuito Batteria
conformazione N˚2
forma d’onda
Sensore
posizione
camma

Sensore
Sensore Unità di temperatura
posizione controllo fluido di
acceleratore CVT raffreddamento

NOTA:
Il circuito di interruzione dell’accensione è incorporato nell’ECM per evitare il fuorigiri del motore. Se la
velocità del motore raggiunge gli 8 000 g/min, questo circuito interrompe la corrente primaria
dell’accensione per tutte le candele.

In assenza di carico, il motore e in grado di girare a più di 8 000 g/min anche se il circuito di
interruzione dell’accensione e in funzione e ciò può causare danni al motore. Non fare mai
girare il motore a più di 8 000 g/min in assenza di carico.

DIAGNOSTICA
Controllare che l’interruttore di arresto del motore si trovi
Scintilla assente o scadente nella posizione “RUN” ed il cavalletto laterale sia sollevato.
Stringere il freno anteriore o posteriore. Prima della diagnosi,
controllare che il fusibile non sia saltato e che la batteria sia
del tutto carica.
Controllare se gli accoppiatori del sistema Allentati • Correggere i collegamenti.
di accensione sono ben collegati.

A posto

Continua alla pagina seguente.


IMPIANTO ELETTRICO 10-19

Misurare il voltaggio di batteria fra i fili


di ingresso (O/W e B/W) dell’ECM con Scorretto • Interruttore di accensione guasto.
l’interruttore di accensione nella posizione • Interruttore di arresto del motore
“ON”. guasto
• Cablaggi guasti o collegamento
Corretto scadente accoppiatori ad essi
legati

:
Misurare il voltaggio di picco dell’avvolgimento

:
primario della bobina di accensione ( 10-20).
NOTA: Il metodo di controllo del voltaggio di Corretto Controllare le candele
picco della bobina di accensione è utilizzabile ( 2-7).
solo facendo uso di un tester multicircuito ed
un adattatore di volt di picco.
A posto Guaste

Scorretto
• Candele guaste

• Collegamento bobina di
accensione/cappuccio

:
candele scorretto.
Controllare le bobine di accensione/cappucci
A posto • Bobina di accensione/cappuccio
delle candele ( 10-21).
candele guasti

A posto

:
Misurare il voltaggio di picco del sensore CKP
e la sua resistenza ( da 10-21 a 10-22).
NOTA: Il metodo di controllo del voltaggio di Scorretto • Sensore CKP guasto
picc o del sensore CKP è utilizzabile solo
facendo uso di un tester multicircuito ed un
adattatore di volt di picco.

Corretto
• ECM guasta
• Fascio fili guasta
• Collegamento scorretto
accoppiatore di accensione
10-20 IMPIANTO ELETTRICO

CONTROLLO
VOLTAGGIO DI PICCO AVVOLGIMENTO PRIMARIO
BOBINA DI ACCENSIONE
• Rimuovere il paragambe inferiore. (!9-10)
• Rimuovere il bullone di fissaggio del radiatore.
• Scollegare i due cappucci delle bobine di accensione/
candele.
• Collegare due candele nuove ai cappucci e quindi collegarle a
terra sulla testata.
NOTA:
Accertarsi che i cappucci e le candele siano collegati in modo
corretto.

Misurare il voltaggio di picco dell’avvolgimento primario della


bobina di accensione utilizzando il multitester con la procedura
seguente.
• Collegare il multitester con l’adattatore del voltaggio di picco
nel modo indicato di seguito.
Gruppo bobina di accensione/cappuccio candela N° 1:
Sonda +: Terra
Gruppo bobina di accensione/cappuccio candela N° 2:
Sonda +: Connettore filo Nero/Giallo
Sonda -: Terra
NOTA:
Non scollegare gli accoppiatori dei fili della bobina di
accensione/candela.
" 09900-25008: Set multitester

Seguire il manuale di istruzioni quando si utilizza il


multitester assieme all’adattatore del voltaggio di picco.

• Appoggiare la motocicletta al cavalletto laterale e quindi


portare l’interruttore di accensione sulla posizione “ON”.
• Tirare la leva del freno anteriore o posteriore.
• Far girare il motore per alcuni secondi col motorino di avviamento
premendo il pulsante dell’avviamento e quindi misurare il
voltaggio di picco dell’avvolgimento primario della bobina di
accensione.
• Ripetere il controllo sopraindicato per alcune volte e misurare Adattatore voltaggio
il voltaggio di picco dell’avvolgimento primario della bobina di di picco
accensione più alto.
' Indicazione manopola tester: Voltaggio ($)
% Voltaggio di picco primario bobina accensione: Più di 80 V All’interruttore
ECM di arresto del
Bobina motore
IG
Non toccare le sonde del tester e le candele durante la
prova onde evitare scosse elettriche.
IMPIANTO ELETTRICO 10-21

Se i voltaggi di picco fossero inferiori a quanto specificato,


controllare le bobine di accensione/cappucci candele.
(!10-21)

BOBINA ACCENSIONE/CAPPUCCIO CANDELA


• Rimuovere il bullone di fissaggio del radiatore. (!10-20)
• Rimuovere il cappuccio della bobina di accensione/candela.
Misurare la resistenza della bobina di accensione/cappuccio
candele sia nell’avvolgimento primario che in quello secondario.
Se la resistenza non rientra nella gamma standard, sostituire il
gruppo bobina di accensione/cappuccio candela con uno nuovo.
" 09900-25008: Set multitester
( Indicazione manopola tester: Resistenza (Ω
Ω)
% Resistenza gruppo bobina di accensione/
cappuccio candela
Avvolgimento primario:
0,8 – 2,5 Ω (Terminale – Terminale)
Avvolgimento secondario:
8 – 18 kΩΩ (Cappuccio candela – Terminale)
• Rimuovere tutti i gruppi bobina di accensione/cappuccio
candela.

VOLTAGGIO DI PICCO SENSORE CKP


• Rimuovere il pannello anteriore. (!9-8)
• Scollegare l’accoppiatore del fascio fili 1 presso l’ECM.
Misurare il voltaggio di picco del sensore CKP utilizzando le
procedure seguenti.
• Collegare il multitester con l’adattatore del voltaggio di picco
nel modo indicato di seguito.
10-22 IMPIANTO ELETTRICO

Sonda +: Filo Bianco


Sonda -: Filo bianco/verde
" 09900-25008: Set multitester

Seguire il manuale di istruzioni quando si utilizza il


multitester assieme all’adattatore del voltaggio di
picco.

• Portare l’interruttore di accensione nella posizione “ON”.


• Tirare la leva del freno anteriore o posteriore. Adattatore del
• Premere il pulsante di avviamento per far girare il motore per Accoppiatore voltaggio di picco
alcuni secondi e quindi misurare il voltaggio di picco del sensore CKP
sensore CKP. W/G
G/W
• Ripetere la procedura di prova sopraindicata per alcune volte W
e misurare il voltaggio di picco piu alto. Sensore CKP
Adattatore
' Indicazione manopola tester: Voltaggio ($) del voltaggio
% Voltaggio di picco sensore CKP: Più di 2,0 V di picco

Se il voltaggio di picco fosse inferiore al valore specificato,


controllare il voltaggio di picco sull’accoppiatore del filo del
sensore CKP.
• Togliere lo sportello di manutenzione. (!9-13)
• Scollegare l’accoppiatore del filo del sensore CKP e collegare
il multitester assieme all’adattatore del voltaggio di picco.
Sonda +: Filo Blu
Sonda -: Filo Verde
Misurare il voltaggio di picco del sensore CKP sull’adattatore
ECM.
' Indicazione manopola tester: Voltaggio ($)
% Voltaggio di picco sensore CKP: Più di 2,0 V

Se il voltaggio di picco sul filo del sensore CKP è a posto ma


quello sull’accoppiatore dell’ECM è fuori specifica, sostituire il
Accoppiatore
cablaggio. Se entrambi i voltaggi di picco sono scorretti, sensore CKP
sostituire e ricontrollare il generatore. G
BI
Sensore CKP
Adattatore
del voltaggio
di picco

RESISTENZA SENSORE CKP (Controllo con multitester)


Misurare la resistenza tra i fili e massa. Se la resistenza non
fosse come specificato, il sensore CKP deve essere sostituito. Accoppiatore
sensore CKP
" 09900-25008: Set multitester
( Indicazione manopola tester: Resistenza (ΩΩ)
% Resistenza sensore CKP : 150 – 300 Ω (Verde – Blu) Sensore CKP
: ∞ Ω (Verde – Terra)
• Collegare l’accoppiatore del sensore CKP ed installare lo
sportello di manutenzione.
IMPIANTO ELETTRICO 10-23

STRUMENTAZIONE
NOMI PARTI

1 Indicatore temperatura liquido raffreddamento motore A Indicatore FI


2 Misuratore temperatura liquido raffreddamento B Indicatore pressione olio motore
3 Misuratore livello carburante C Indicatore fari abbaglianti
4 Indicatore segnale di svolta (sin.) D Pulsante regolazione ore
5 Indicatore cambio olio E Pulsante regolazione minuti
6 Indicatore livello olio motore F Orologio
7 Contagiri G Indicatore modalità di corsa
8 Contachilometri H Contachilometri/contachilometri azzerabile (A, B)
9 Indicatore segnale di svolta (des.) I Pulsante di selezione
0 Indicatore blocco freni J Pulsante di azzeramento
RIMOZIONE E SMONTAGGIO
• Rimuovere il gruppo della strumentazione. (!9-22)
• Smontare la strumentazione nel modo mostrato in figura.
10-24 IMPIANTO ELETTRICO

FUNZIONAMENTO
VISUALIZZAZIONE INIZIALE
Quando l’interruttore di accensione si trova su ON, i display a
cristalli liquidi e l’indicatore della temperatura del fluido di
raffreddamento, l’indicatore FI e l’indicatore del cambio si
illuminano per due secondi.
Il contachilometri si accende per 0,5 secondi e quindi funziona
0 ↔ 10 000 g/min due volte.
NOTA:
Se l’alimentazione viene interrotta (per esempio quando la
batteria viene sostituita);
Dato che l’orologio ritorna alle “1:00 AM”, deve essere
nuovamente regolato.

CAMBIAMENTO DEL MODO DI VISUALIZZAZIONE


Con ciascuna pressione del pulsante SELECT, la
visualizzazione cambia tra contachilometri, contachilometri
parziale A, e contachilometri parziale B come indicato.

Contachilometri Contachilometri
Contachilometri azzerabile A azzerabile B

Onde evitare di guidare con una mano sola, non


utilizzare i pulsanti durante la guida.

CONTACHILOMETRI
Visualizza la distanza totale percorsa.

CONTACHILOMETRI PARZIALE
Visualizza la distanza percorsa dall’ultimo azzeramento.
NOTA:
I contachilometri parziali A e B possono essere usati
indipendentemente.
Tenere premuto il pulsante RESET per due secondi per
azzerare il contachilometri parziale.

OROLOGIO
Visualizza l’orario (ore e minuti) nel formato a 12 ore.

Impostazione dell’ora (Interruttore di accensione su “ON”)


Per regolare l’indicazione delle ore, premere il pulsante “H”.
Per regolare l’indicazione dei minuti, premere il pulsante “M”.
IMPIANTO ELETTRICO 10-25

INDICATORE DEL CAMBIO OLIO


L’indicatore del cambio olio avverte il conducente quando è tempo di procedere con la sostituzione dell’olio.
L’indicatore di accende per la prima volta a 1 000 km e agli intervalli preimpostati successivamente. Gli
intervalli preimpostati possono variare da 500 km a 6 000 km in passi da 500 km alla volta. Dopo la
sostituzione dell’olio, azzerare l’indicatore per farne scomparire l’indicazione.

Per azzerare l’indicatore del cambio olio:


1. Portare l’interruttore di accensione nella posizione OFF.
2. Tenere premuto i pulsanti “SELECT” e “RESET” insieme e portare l’interruttore di accensione sulla
posizione ON. Continuare a premere i pulsanti “SELECT” e “RESET” per due secondi.
3. Il contatore del cambio dell’olio viene azzerato e l’indicatore lampeggia per tre secondi.

Per cambiare l’intervallo preselezionato dell’indicatore del cambio olio:


1. Premere il pulsante SELECT e quello RESET insieme per due secondi sino a che l’indicazione
INTERVAL si accende.
2. Premere il pulsante SELECT per diminuire l’intervallo dal massimo di 6 000 km all’intervallo desiderato in
passi da 500 km alla volta. L’intervallo minimo è di 500 km.
3. Premere il pulsante RESET per aumentare l’intervallo dal minimo concesso di 500 km a quello
desiderato in passi da 500 km alla volta. L’intervallo minimo è di 6 000 km.
4. Premere il pulsante SELECT e quello RESET insieme per almeno due secondi.
NOTA:
* L’intervallo preselezionato può venire regolato dopo che la lettura del contachilometri ha superato i
1 000 km.
* Azzerare l’indicatore dopo che l’olio è stato cambiato.

Esempio di impostazione della data di cambio dell’olio


Se il contachilometri indica oltre 1 000 km, è possibile impostare manualmente l’intervallo di
comparsa dell’indicazione di cambio dell’olio. Se questa non viene cambiata (vedi colonna
1 000 km: OIL CHANGE Appare l’indicatore. qui a sinistra), l’indicazione “OIL CHANGE” appare periodicamente ogni 6 000 km.
Se l’impostazione viene invece modificata a mano (come mostrato nella colonna in mezzo),
Cambio olio l’indicazione appare regolarmente al termine dell’intervallo impostato. Esso può venire
regolato in qualsiasi momento (vedi colonna di destra).
1 033 km: RESET l’indicatore si spegne.

Intervallo predefinito (6 000 km) Intervallo impostato su 4 000 km

7 033 km: OIL CHANGE Appare l’indicatore. 5 033 km: OIL CHANGE Appare l’indicatore.

Cambio olio Cambio olio

7 048 km: RESET l’indicatore si spegne. 5 048 km: RESET l’indicatore si spegne.

Intervallo predefinito (6 000 km) Impostazione nuovo intervallo (4 000 km) Intervallo impostato su 5 000 km

13 048 km: OIL CHANGE Appare l’indicatore. 9 048 km: OIL CHANGE Appare l’indicatore. 10 048 km: OIL CHANGE Appare
l’indicatore.
10-26 IMPIANTO ELETTRICO

CONTROLLO
MISURATORE ED INDICATORE TEMPERATURA LIQUIDO
REFRIGERANTE
• Scollegare l’accoppiatore del sensore della temperatura del
liquido refrigerante.

Quando si collega e si scollega l’accoppiatore del filo


del sensore della temperatura del liquido refrigerante,
accertarsi di portare l’interruttore di accensione su
OFF per evitare danni alle parti elettroniche.

• Collegare la resistenza variabile A tra i terminali.


• Portare l’interruttore di accensione su “ON”.
• Controllare l’indicazione del misuratore della temperatura del
fluido di raffreddamento del motore nella maniera indicata di
Temperatura
seguito. Se si trovano anormalità, sostituire il pannello fluido
strumenti con un altro nuovo. raffreddamento
motore
Resistenza

! 8-13)
Sensore temperatura liquido refrigerante (!

Temperatura fluido
Meno di 39 ˚C 40 – 59 ˚C 60 – 99 ˚C 100 – 111 ˚C
raffreddamento motore

Oltre
Resistenza 1,148 – 0,587 kΩ 0,587 – 0,188 kΩ 0,188 – 0,140 kΩ
1,148 kΩ

Misuratore ACCESO ACCESO ACCESO ACCESO


temperatura liquido C H C H C H C H
raffreddamento
Indicatore
temperatura fluido SPENTO SPENTO SPENTO SPENTO
raffreddamento

Temperatura fluido
112 – 119 ˚C Oltre 120 ˚C
di raffreddamento

Meno di
Resistenza 0,140 – 0,116 kΩ
0,116 kΩ

Misuratore ON Lampeggia
temperatura liquido C H C H
raffreddamento
Indicatore
temperatura liquido SPENTO ACCESO
raffreddamento
IMPIANTO ELETTRICO 10-27

MISURATORE CARBURANTE
• Togliere il bauletto. (!9-16)
• Collegare ciascuna resistenza tra i fili Rosso/Nero e Nero/
Bianco dei cablaggi.
• Portare l’interruttore di accensione sulla posizione “ON” ed
attendere circa 13 secondi.
Controllare la visualizzazione dell’indicatore del livello del
carburante come indicato in basso. Se vi fossero delle
anormalità, sostituire l’unità del tachimetro con una nuova.

Oltre Meno di
Resistenza 96 – 112 Ω 82 – 96 Ω 71 – 82 Ω 51 – 62 Ω
112 Ω 50 Ω

Misuratore Lampeggia Lampeggia – Acceso – Acceso – Acceso – Acceso

livello E F E F E F E F E F E F
carburante Lampeggia

MISURATORE CARBURANTE
• Reinstallare la pompa del carburante. (!7-7)
Misurare la resistenza in ciascuna posizione del galleggiante.
Se la resistenza e scorretta, sostituire il misuratore del livello del
carburante con uno nuovo.

Posizione galleggiante Resistenza


A “F” (Pieno) Circa 13 Ω
B “E” (Vuoto) Circa 130 Ω

" 09900-25008: Set multitester


F
( Indicazione manopola tester: Resistenza (Ω
Ω)

130 mm

E
22 mm
10-28 IMPIANTO ELETTRICO

• Rimuovere l’indicatore del livello del carburante 1 dalla


pompa del carburante.
• Installare il misuratore del livello del carburante.
• Reinstallare la pompa del carburante. (!7-11)

RELE POMPA CARBURANTE


• Rimuovere il relè della pompa del carburante. (!10-4)
Come per il relè del cavalletto laterale. (!10-17)

SPIA PRESSIONE OLIO


NOTA:
Prima di controllare l’interruttore della pressione dell’olio, con-
trollare il livello dell’olio del motore.
• Rimuovere il coprigambe laterale. (!9-12)
• Scollegare il filo dell’interruttore della pressione dell’olio
dall’interruttore.
• Portare l’interruttore di accensione su “ON”.

Controllare se la spia della pressione dell’olio si illumina quando


si collega il filo a massa. Se l’indicatore della pressione dell’olio
non si accende, controllare i collegamenti del circuito o sostituire
la lampadina.
All’interruttore
della pressione
dell’olio
IMPIANTO ELETTRICO 10-29

INDICATORE LIVELLO OLIO MOTORE


• Togliere lo sportello di manutenzione. (!9-13)
• Scollegare il file dell’interruttore del livello dell’olio 1.
• Portare l’interruttore di accensione nella posizione OFF.
Controllare se l’indicazione del livello dell’olio si accende. Se
l’indicatore del livello dell’olio non si accende, controllare
l’accoppiatore della strumentazione o sostituire la
strumentazione.

INTERRUTTORE LIVELLO OLIO


• Rimuovere l’interruttore del livello dell’olio motore. (!3-12)
Controllare la continuità fra il file ed il corpo.
Il rapporto fra la posizione del galleggiante del misuratore del
livello dell’olio nel misuratore e la continuità nel modo mostrato
qui di seguito.

Interruttore di
Continuità presente
posizione
A ON
B OFF

• Installare l’interruttore del livello dell’olio. (!3-74)

TACHIMETRO
Se il tachimetro, il contachilometri o il contachilometri parziale
non funzionano in modo corretto, controllare il sensore del
tachimetro ed il collegamento degli accoppiatori. Se il sensore
ed i collegamenti sono a posto, sostituire il tachimetro con uno
nuovo.
10-30 IMPIANTO ELETTRICO

SENSORE TACHIMETRO
• Rimuovere la copertura della scatola dell’ingranaggio finale.
(!2-15)
• Rimuovere la copertura sinistra del telaio. (!9-16)
• Scollegare l’accoppiatore del sensore del tachimetro 1.
• Rimuovere il sensore del tachimetro 2 togliendone i bulloni di
fissaggio ed i bulloni di assetto dei fili.

Collegare una batteria a 12 V, una resistenza da 10 kΩ ed il


tester multicircuito nel modo indicato nell’illustrazione qui a
destra. 10 kΩ 12 V

O/R: Arancione con linea rossa


B/W: Nero con linea bianca
W: Bianco Sensore tachimetro
" 09900-25008: Set multitester
' Indicazione manopola tester: Voltaggio ($
$)

Nelle condizioni sopra specificate, se un cacciavite che tocca la


superficie del sensore del tachimetro viene mosso, il voltaggio
indicato dal tester (0 V → 12 V o 12 V → 0 V). Se il voltaggio
indicato dal tester non cambia, sostituire il sensore con uno
nuovo.
NOTA:
Il voltaggio massimo misurato in questo test è quello di batteria
(12 V).
(voltaggio batteria)

• Applicare SUZUKI SUPER GREASE “A” all’O-ring ed


installarlo.
- 99000-25030: SUZUKI SUPER GREASE “A”
(USA)
99000-25010: SUZUKI SUPER GREASE “A”
(Altri paesi)
IMPIANTO ELETTRICO 10-31

LUCE
FARO

E-02

E-19

Se si tocca una lampadina con le mani nude, pulirla con un panno inumidito con alcool o
acqua saponata per evitare che si guasti.

SOSTITUZIONE LAMPADINA FARO


• Scollegare l’accoppiatore dei fili.
• Rimuovere il coperchio dello zoccolo del faro.
• Rimuovere la lampadina del faro 1 liberando la molla della
lampadina 2.
• Rimuovere la luce di posizione 3.
• Installare le lempadine.

REGOLAZIONE ORIENTAMENTO FARO


• Rimuovere il pannello anteriore. (!9-8)
• Regolare l’orientamento del faro nelle direzioni verticale ed
orizzontale.
A Registro verticale (usando un cacciavite +)
B Registro orizzontale (usando un cacciavite +)
10-32 IMPIANTO ELETTRICO

LUCE FRENI/LUCI CODA, LUCI SEGNALE DI SVOLTA E LUCE TARGA

Se si tocca una lampadina con le mani nude, pulirla con un panno inumidito con alcool o
acqua saponata per evitare che si guasti.

SOSTITUZIONE DELLA LAMPADINA


Luci segnale di svolta
• Rimuovere i cappucci 1 e 2.
• Inserire un cacciavite adatto nel foro della vite.
• Rimuovere il segnale di svolta come mostrato in figura.

• Rimuovere lo zoccolo 3.
• Rimuovere la lampadina 4
• Installare il segnale di svolta invertendo l’ordine delle
operazioni di rimozione.
IMPIANTO ELETTRICO 10-33

Segnale di svolta posteriore


• Rimuovere la copertura centrale del telaio. (!9-15)
• Rimuovere lo zoccolo 1.
• Rimuovere la lampadina 2.
• Installare il segnale di svolta invertendo l’ordine delle
operazioni di rimozione.

Luce posteriore/stop
• Rimuovere la copertura centrale del telaio. (!9-15)
• Rimuovere la piastra dello zoccolo 1 e lo zoccolo 2.
• Rimuovere la lampadina 3
• Installare il segnale di svolta invertendo l’ordine delle
operazioni di rimozione.

Luce targa
• Rimuovere la copertura inferiore del telaio. (!9-15)
• Rimuovere la lente del faro 1.
• Rimuovere la lampadina 2.
• Installare la luce della targa nell’ordine inverso a quello di
rimozione.
10-34 IMPIANTO ELETTRICO

RELE
RELE DI SVOLTA
CONTROLLO
Prima di rimuovere il relè dell’indicatore di direzione, controllare
il funzionamento dell’indicatore di direzione stesso.
Se l’indicatore di direzione non si illumina, controllare la
lampadina, l’interruttore ed i collegamenti del circuito.
Se la lampadina, l’interruttore ed il circuito sono in ordine, il relè
degli indicatori di direzione potrebbe essere difettoso; sostituire
perciò il relè dell’indicatore di direzione con uno nuovo.
NOTA:
Accertarsi che la batteria utilizzata sia completamente carica.

RELE MOTORINO VENTOLA


• Rimuovere il relè del motorino della ventola. (!10-4)
Controllare per prima cosa l’isolamento tra i terminali A e B con
un tester tascabile. Applicare quindi 12 V ai terminali nel modo
mostrato e controllare la continuità fra A e B. Se non c’è
continuità, sostituire il relè del cavalletto laterale con un altro
nuovo.

RELE POMPA CARBURANTE


!10-28

RELE’ CAVALLETTO LATERALE


!10-16, 10-17

RELE AVVIAMENTO
!10-15

INTERRUTTORI
RIMOZIONE INTERRUTTORE DI ACCENSIONE
!9-19
IMPIANTO ELETTRICO 10-35

ISPEZIONE
Controllare ciascuno degli interruttore con un tester. INTERRUTTORE DI EMERGENZA
Se si trovano anormalità, sostituire il gruppo di Salvo per le E-24 ed AN650L
ciascun interruttore con un pezzo nuovo. Colore
Posizione
B Lbl Lg
INTERRUTTORE DI ACCENSIONE OFF
Per la E-24 ON
Colore
Posizione
R O O/B B/W O/G Br
INTERRUTTORE DI ARRESTO DEL MOTORE
ON
Colore
OFF Posizione
O/B O/W
LOCK OFF ( À )

Per altri
RUN (¾)

Colore PULSANTE DI AVVIAMENTO


Posizione
R O O/B B/W O/G Br
Colore
ON Posizione
B/BI Y/G
OFF
LOCK PUSH
P
PULSANTE DEL CLACSON
INTERRUTTORE ILLUMINAZIONE Colore
B/BI B/W
Per la AN650L Posizione
Colore
Posizione
O/BI Gr O/R Y/W
PUSH
OFF
S INTERRUTTORE FRENI ANTERIORI
ON Colore
Posizione
B/R B/BI
INTERRUTTORE ANABBAGLIANTI OFF
Colore ON
Posizione
W Y Y/W
HI (Abbaglianti) INTERRUTTORE FRENI POSTERIORI
Lo (anabbaglianti) Colore
Posizione
B/G B/R

INTERRUTTORE LUCI DI SORPASSO OFF


Colore ON
Posizione
Y O/R
INTERRUTTORE DI BLOCCO DEI FRENI
PUSH Colore
Posizione
Y O/G
OFF
INTERRUTTORI SEGNALI DI SVOLTA
ON
Colore
Posizione
Lg Lbl B
L INTERRUTTORE CVT ATTIVA/INATTIVA
PUSH Colore
Posizione
Y/G Br/W G
R
UP
FREE
DOWN
10-36 IMPIANTO ELETTRICO

INTERRUTTORE ACCENSIONE CVT


Colore COLORE FILI
Posizione
Br/W R/W
B : Nero Lbl : Azzurro Y : Giallo
FREE Br : Marrone Lg : Verde chiaro W : Bianco
G : Verde O : Arancione
PUSH Gr : Grigio R : Rosso
B/Bl : Nero con riga blu
INTERRUTTORE CVT “D” ↔ “M” B/G : Nero con riga verde
B/W : Nero con riga bianca
Colore B/R : Nero con riga rossa
Posizione
Br/W BI/Y
BI/Y : Blu con riga gialla
FREE Br/W : Marrone con riga bianca
G/Y : Verde con riga gialla
PUSH O/B : Arancione con riga nera
O/Bl : Arancione con riga blu
INTERRUTTORE DELLA LUCE DEL BAULETTO O/G : Arancione con riga verde
O/R : Arancione con riga rossa
Colore O/W : Arancione con riga bianca
Posizione
R B/W
R/W : Rosso con riga bianca
OFF Y/G : Giallo con riga verde
Y/W : Giallo con riga bianca
ON
OFF

INTERRUTTORE SUL SEDILE DELLA LUCE DEL


BAULETTO
Colore
Posizione
B B/W

PUSH

:
INTERRUTTORE LIVELLO OLIO
10-29

INTERRUTTORE PRESSIONE OLIO


Colore
Posizione
G/Y Massa
ON (a motore
fermo)
OFF (a motore
avviato)

NOTA:

:
Prima di controllare l’interruttore della pressione
dell’olio, controllare se il livello dell’olio motore è
sufficiente ( 2-14).

:
INTERRUTTORE TERMICO VENTOLA
RAFFREDDAMENTO
8-16
IMPIANTO ELETTRICO 10-37

BATTERIA
DATI TECNICI
Denominazione FTX14-BS
Capacità 12 V, 36 kC (12 Ah)/10 HR

a Placche anodo e Arresto


b Separatore (in fibra di vetro) f Filtro
c Placche catodo g Terminale
d Sfiato superiore h Valvola di sicurezza

CARICA INIZIALE
RIEMPIMENTO CON ELETTROLITO
• Rimuovere il nastro di alluminio 1 che sigilla i fori di
riempimento dell'elettrolito della batteria 2.

• Rimuovere i tappi 3 dal contenitore dell’elettrolito.


NOTA:
* Non rimuovere o forare le aree sigillate 4 del contenitore
dell’elettrolito.
* Dopo avere riempito completamente la batteria, utilizzare i
tappi rimossi dal contenitore dell’elettrolito 3 per chiudere i fori
di riempimento della batteria.

• Inserire gli ugelli del contenitore dell’elettrolito 5 nei fori di


riempimento della batteria. Tenere saldamente il contenitore
in modo che non cada. Fare attenzione a non versare gocce
di elettrolito.

• Accertarsi che bolle d’aria 1 appaiano all’interno del


contenitore e lasciare il contenitore in questa posizione per
più di 20 minuti.
10-38 IMPIANTO ELETTRICO

NOTA:
Se le bollicine d’aria non apparissero all’interno del contenitore,
picchiettare il fondo dello stesso per due o tre volte.
Non rimuovere mai il contenitore dalla batteria mentre rimane
ancora elettrolito.
• Quando il contenitore dell’elettrolito e completamente vuoto,
rimuoverlo dalla batteria e attendere per circa 20 minuti.
• Inserire i tappi 2 nei fori premendo con forza in modo che la
parte superiore dei tappi non sporga sopra alla superficie
della copertura della batteria.

* Non utilizzare batterie diverse da quella specificata.


* Una volta installati, non rimuovere più i tappi della
batteria.
* Non picchiare sui tappi con un martello per inserirli.

CORRETTO SCORRETTO

Misurare il voltaggio della batteria utilizzando un multitester. Il (V) (a 25˚C)


tester deve indicare più di 12,5 – 12,6 V (CC) come indicato in 13 30 secondi
figura. Se il voltaggio della batteria è inferiore a quello
12
specificato, caricare la batteria con un caricabatterie. (Vedere la
sezione sull’operazione di carica). 11

10

Non rimuovere i tappi della batteria durante 4 6 8 10 (Minuti)


0 2
l’operazione di carica. Tempo

NOTA:
La carica iniziale della batteria viene raccomandata se sono
passati due anni dalla data di fabbricazione della stessa.
IMPIANTO ELETTRICO 10-39

MANUTENZIONE
Controllare visivamente l’aspetto esterno della batteria. Se vi
sono segni di crepe o di perdite di elettrolito, sostituire la batteria
con una nuova. Se i terminali della batteria sono corrosi o
rivestiti da una polvere bianca, pulire con carta abrasiva.

Periodo di carica
OPERAZIONE DI CARICA (V)
Fine della ricarica
Misurare il voltaggio della batteria col multitester. Se 18
l’indicazione del voltaggio è inferiore a 12 V (CC), caricare la 17
16
batteria con un caricabatterie.
15
14
13
12
Rimuovere la batteria dalla motocicletta quando la si
carica.
0 10 20 30 40 50 60
Tempo (Minuti)
NOTA:
Durante la ricarica, non togliere i cappucci dalla batteria.
Tempo di carica: 1,4 A per 5 – 10 ore o 6 A per un’ora (V) (a 0˚C – 40˚C)
14

13
Accertarsi che la corrente di carica non superi mai i 12
6 A.
11

Dopo la carica, attendere per più di 30 minuti e quindi controllare 10


il voltaggio con un multitester. Se il voltaggio della batteria fosse
inferiore a 12,5 V, caricare nuovamente la batteria. Se, dopo la 100 75 50 25 0 (%)
A batteria carica
carica, il voltaggio della batteria fosse ancora inferiore a 12,5 V,
sostituire la batteria con una nuova.
Quando la batteria rimane inutilizzata, il suo voltaggio deve
essere misurato regolarmente. Quando non si utilizza la
motocicletta per più di un mese (specialmente d’inverno),
controllare il voltaggio della batteria almeno una volta al mese.
INFORMAZIONI DI MANUTENZIONE 11-1

INFORMAZIONI DI MANUTENZIONE

INDICE
DIAGNOSTICA .................................................................................11- 2
SISTEMA FI/CODICI MALFUZIONAMENTO E GUASTI
DEL SISTEMA CVT ...................................................................11- 2
MOTORE ....................................................................................11- 4
CVT ............................................................................................11- 9
RADIATORE (SISTEMA DI RAFFREDDAMENTO) ..................11- 9
TELAIO .......................................................................................11-10
FRENI .........................................................................................11-11
IMPIANTO ELETTRICO .............................................................11-12
BATTERIA ..................................................................................11-13
PERCORSO CABLAGGI, CAVI E TUBI ..........................................11-14
PERCORSO CABLAGGI ...........................................................11-14
PERCORSO CAVI ......................................................................11-18
INSTALLAZIONE/POSA TUBAZIONI CORPO
ACCELERATORE ......................................................................11-20
INSTALLAZIONE SERBATOIO CARBURANTE ......................11-21 11
INSTALLAZIONE SERBATOIO CARBURANTE
(Solo per le E-28) ......................................................................11-22
POSA TUBO FLESSIBILE CARBURANTE ..............................11-23
POSA TUBO FLESSIBILE CARBURANTE
(Solo per le E-28) ......................................................................11-24
POSA TUBO FLESSIBILE RADIATORE ..................................11-25
PERCORSO TUBO FLESSIBILE FRENO ANTERIORE .........11-26
POSA TUBAZIONE FRENO POSTERIORE .............................11-27
INSTALLAZIONE CAVALLETTO LATERALE ................................11-28
INSTALLAZIONE CAVALLETTO CENTRALE ................................11-28
ATTREZZI SPECIALI ........................................................................11-29
COPPIE DI SERRAGGIO .................................................................11-33
MOTORE ....................................................................................11-33
CVT ............................................................................................11-34
TELAIO .......................................................................................11-34
TABELLA COPPIE DI SERRAGGIO .........................................11-35
DATI TECNICI ...................................................................................11-36
11-2 INFORMAZIONI DI MANUTENZIONE

DIAGNOSTICA
SISTEMA FI/CODICI MALFUZIONAMENTO E GUASTI DEL SISTEMA CVT
CODICE CONDIZIONE DISFUNZIONE RILEVATA
ITEM RILEVATA
DISFUNZIONE CONTROLLARE
C00 NESSUN PROBLEMA –––––––––––
Sensore posizione Il segnale non raggiunge l’ECM per più di 2 secondi dopo aver
albero a camme ricevuto il segnale di avviamento.
C11 Il cablaggio del sensore della posizione dell’albero a camme e le
parti meccaniche. (Sensore posizione albero a camme, perno
albero a camme aspirazione, collegamento cablaggio/
accoppiatore)
Sensore posizione Il segnale non raggiunge l’ECM per più di 2 secondi dopo aver
albero motore ricevuto il segnale di avviamento.
C12 Il cablaggio del sensore della posizione dell’albero motore e le
parti meccaniche. (Sensore posizione albero motore,
collegamento cablaggio/accoppiatore)
Sensore pressione aria Il sensore deve produrre il voltaggio seguente.
aspirazione (0,50 V voltaggio sensore < 4,85 V)
C13 Fuori da questa gamma viene indicato il codice C13.
Sensore pressione aria aspirazione e collegamento cablaggio/
accoppiatore.
Sensore posizione Il sensore deve produrre il voltaggio seguente.
acceleratore (0,20 V voltaggio sensore < 4,80 V)
C14 Fuori da questa gamma viene indicato il codice C14.
Sensore posizione acceleratore, collegamento cablaggio/
accoppiatore.
Liquido refrigerante Il voltaggio del sensore deve essere il seguente.
sensore temperatura (0,15 V voltaggio sensore < 4,85 V)
C15 Fuori da questa gamma viene indicato il codice C15.
Sensore temperatura fluido raffreddamento motore, collegamento
fascio fili/accoppiatori.
Sensore velocità Il segnale del sensore della velocità non viene ricevuto per più di 3
C16 secondi durante la decelerazione.
Sensore velocità, collegamenti fascio fili/accoppiatore.
Sensore temp. aria Il voltaggio del sensore deve essere il seguente.
aspirazione (0,15 V voltaggio sensore < 4,85 V)
C21 Fuori da questa gamma viene indicato il codice C21.
Sensore temperatura aria aspirazione, collegamento cablaggio/
accoppiatore.
Sensore pressione Il voltaggio del sensore deve essere il seguente.
atmosferica (0,50 V voltaggio sensore < 4,85 V)
C22 Fuori da questa gamma viene indicato il codice C22.
Sensore pressione atmosferica, collegamento cablaggio/
accoppiatore.
Sensore ribaltamento Il voltaggio del sensore deve essere il seguente per più di 2
secondi dopo aver portato su ON l’interruttore di accensione.
C23 (0,20 V voltaggio sensore < 4,80 V)
Se il valore indicato non viene raggiunto, appare il messaggio C23.
Sensore ribaltamento, collegamento cablaggio/accoppiatore.
Segnale accensione Il segnale del sensore della posizione dell’albero motore viene
prodotto ma il segnale della bobina di accensione viene interrotto
per quattro volte di seguito o più. In questo caso viene indicato il
C24 o C25 codice C24 o C25.
Bobina di accensione, collegamento cablaggio/accoppiatore,
alimentazione batteria.
INFORMAZIONI DI MANUTENZIONE 11-3

Iniettore carburante Il segnale del sensore della posizione dell’albero motore viene
prodotto ma il segnale dell’iniettore del carburante viene interrotto
per quattro volte di seguito o più. In questo caso viene indicato il
C32 o C33 codice C32 o C33.
Iniettore, collegamento cablaggio/accoppiatore, alimentazione
iniettore.
Valvola controlla Il voltaggio della valvola IAC non viene fornito dopo che il motore è
C40 aspirazione aria (IAC) avviato.
Valvola IAC, collegamento fili/accoppiatore.
Relè pompa Non viene mandato voltaggio alla pompa del carburante
carburante nonostante il relè della pompa stessa sia su ON o il voltaggio
C41 viene mandato nonostante il relè sia su OFF.
Relè pompa carburante, filo di collegamento, alimentazione relè.
Interruttore di Il segnale dell’interruttore dell’accensione non raggiunge l’ECM.
C42
accensione Interruttorre di accensione, filo/accoppiatore.
Sensore ossigeno Durante il controllo di feedback dell’O2, il voltaggio del sensore
riscaldato (HO2S) O2 è maggiore o minore della specifica.
[E-02, 19] Non viene rilevato segnale durante l’operazione del motore o la
C44
batteria non eroga energia elettrica.
Collegamento filo/accoppiatore HO2S.
Erogazione voltaggio batteria all’HO2S.
Comunicazione CVT Non viene fornito segnale dall’unità di controllo CVT all ECM per
C50 seriale oltre cinque secondi dopo l’avvio del motore.
Collegamento fili/accoppiatore.
Motore CVT Il voltaggio di funzionamento del motore CVT non viene emesso
C51 dall’unità di controllo CVT.
Valvola CVT, collegamento fili/accoppiatore.
Sensore posizione Il sensore deve produrre il voltaggio seguente.
puleggia CVT (0,06 Voltaggio sensore 5,04)
C52 Fuori da questa gamma viene indicato il codice C52.
Sensore posizione puleggia CVT, collegamento cablaggio/
accoppiatore.
Sensore velocità CVT Il segnale del sensore della velocità CVT non viene ricevuto
C53 dall’unità di controllo CVT per più di 3 secondi a veicolo in moto.
Sensore velocità, collegamenti fascio fili/accoppiatore.
Sensore rivoluzione Il segnale di rivoluzione della puleggia secondaria CVT non viene
puleggia secondaria ricevuto dall’unità di controllo CVT a velocità di 20 km/h o più.
C54
CVT Sensore rivoluzione puleggia secondaria CVT, collegamento
cablaggio/accoppiatore.
Segnale rivoluzione Il segnale di rivoluzione del motore CVT non viene ricevuto
C55 motore CVT dall’unità di controllo CVT a velocità di 20 km/h o più.
Collegamento fili/accoppiatore.
Segnale posizione Il segnale di posizione dell’acceleratore non raggiunge per oltre 5
acceleratore CVT dall’ECM all’unità di controllo CVT dopo che l’interruttore di
C56 accensione viene portato su ON.
Collegamento fili/accoppiatore.
Disaccordo rapporto Il segnale di posizione della puleggia CVT non è in accordo col
C58 riduzione CVT numero di rivoluzioni effettivo per oltre 4 secondi.
PPS, cintura CVT, puleggia primaria/secondaria CVT.
11-4 INFORMAZIONI DI MANUTENZIONE

MOTORE
Problema Sintomo e possibili cause Rimedio
Il motore non parte o Compressione troppo bassa
si avvia con difficolta. 1. Gioco punterie scorretto. Regolare.
2. Guide valvole usurate o sede valvole imperfetta. Riparare o sostituire.
3. Fase valvole scorretta. Regolare.
4. Segmenti eccessivamente usurati. Sostituire.
5. Canne cilindri usurate. Sostituire.
6. Motorino avviamento che gira troppo lento. Vedere la sezione sull'impianto
elettrico.
7. Serraggio candele insufficiente. Stringere.
Scintilla candele assente
1. Candele sporche. Pulire.
2. Candele bagnate. Pulire ed asciugare.
3. Bobina accensione o sensore posizione albero Sostituire.
distribuzione difettosi.
4. Cavi alta tensione scollegati o in corto. Sostituire.
5. Sensore posizione albero motore difettoso. Sostituire.
6. ECM difettoso. Sostituire.
7. Collegamenti cablaggi aperti. Riparare o sostituire.
Il carburante non arriva al collettore di aspirazione
1. Filtro o tubo carburante intasato. Pulire o sostituire.
2. Dispositivo di accensione difettoso. Sostituire.
3. Regolatore pressione carburante difettoso. Sostituire.
4. Iniettore carburante difettoso. Sostituire.
5. Relè pompa carburante difettoso. Sostituire.
6. ECM difettoso. Sostituire.
7. Collegamenti cablaggi aperti. Controllare e riparare.
Miscela carburante/aria scorretta
1. Sensore posizione acceleratore mal regolato. Regolare.
2. Dispositivo di accensione difettoso. Sostituire.
3. Regolatore pressione carburante difettoso. Sostituire.
4. Sensore posizione acceleratore difettoso. Sostituire.
5. Sensore posizione albero motore difettoso. Sostituire.
6. Sensore pressione aria aspirazione difettoso. Sostituire.
7. Sensore pressione atmosferica difettoso. Sostituire.
8. ECM difettoso. Sostituire.
9. Sensore temperatura fluido di raffreddamento difettoso. Sostituire.
10. Sensore temperatura aria aspirazione difettoso. Sostituire.
Minimo scadente. 1. Gioco punterie scorretto. Regolare.
2. Sede valvola imperfetta. Riparare o sostituire.
3. Guida valvola usurata. Sostituire.
4. Alberi a camme usurati. Sostituire.
5. Distanza eccessiva tra gli elettrodi delle candele. Regolare o sostituire.
6. Bobina di accensione difettosa. Sostituire.
7. Sensore posizione albero motore difettoso. Sostituire.
8. ECM difettoso. Sostituire.
9. Sensore posizione acceleratore difettoso. Sostituire.
10. Dispositivo di accensione difettoso. Sostituire.
11. Valvola a farfalla non equilibrata. Regolare.
12. Tubazione di depressione danneggiata o crepata. Sostituire.
13. Valvola IAC difettosa. Sostituire.
INFORMAZIONI DI MANUTENZIONE 11-5

Problema Sintomo e possibili cause Rimedio


Il motore si ferma Miscela carburante/aria scorretta
spesso. 1. Sensore o circuito sensore pressione aria aspirazione Riparare o sostituire.
difettoso.
2. Filtro carburante intasato. Pulire o sostituire.
3. Dispositivo di accensione difettoso. Sostituire.
4. Regolatore pressione carburante difettoso. Sostituire.
5. Tubazione di depressione danneggiata o crepata. Sostituire.
6. Sensore temperatura fluido di raffreddamento difettoso. Sostituire.
7. Termostato difettoso. Sostituire.
8. Sensore temperatura aria aspirazione difettoso. Sostituire.
Iniettore carburante che funziona male
1. Iniettore carburante difettoso. Sostituire.
2. Segnale iniezione dall’ECM assente. Riparare o sostituire.
3. Collegamento cablaggio aperto o in corto. Riparare o sostituire.
4. Batteria difettosa o voltaggio batteria insufficiente. Sostituire o ricaricare.
Circuito di controllo o sensore che funziona male
1. ECM difettoso. Sostituire.
2. Regolatore pressione carburante difettoso. Sostituire.
3. Sensore posizione acceleratore difettoso. Sostituire.
4. Sensore temperatura aria aspirazione difettoso. Sostituire.
5. Sensore posizione albero a camme difettoso. Sostituire.
6. Sensore posizione albero motore difettoso. Sostituire.
7. Sensore temperatura fluido di raffreddamento difettoso. Sostituire.
8. Relè pompa carburante difettoso. Sostituire.
Parti motori funzionanti in modo irregolare
1. Candele sporche. Pulire.
2. Sensore posizione albero motore o ECM difettosi. Sostituire.
3. Tubo carburante intasato Pulire.
4. Gioco punterie scorretto. Regolare.
11-6 INFORMAZIONI DI MANUTENZIONE

Problema Sintomo e possibili cause Rimedio


Motore rumoroso. Valvole eccessivamente rumorose
1. Gioco punterie eccessivo. Regolare.
2. Molle valvole indebolite o rotte. Sostituire.
3. Punterie o superfici camme usurate. Sostituire.
4. Supporti albero a camme usurati o bruciati. Sostituire.
Il rumore sembra provenire dal pistone
1. Pistoni o cilindri usurati. Sostituire.
2. Camera di scoppio coperta di depositi carboniosi. Pulire.
3. Spinotti pistoni o fori spinotti usurati. Sostituire.
4. Segmenti o cave usurati. Sostituire.
Il rumore sembra provenire dalla catena della
distribuzione
1. Catena eccessivamente tesa. Sostituire.
2. Ruote dentate usurate. Sostituire.
3. Sensore tensione non funzionante. Riparare o sostituire.
Il rumore sembra provenire dalla frizione
1. Scanalature albero secondario o tamburo usurate. Sostituire.
2. Denti dischi frizione usurati. Sostituire.
3. Dischi conduttori e condotti deformati. Sostituire.
4. Cuscinetto disinnesto frizione usurato. Sostituire.
5. Parastrappi frizione indeboliti. Sostituire l’ingranaggio
condotto primario.
Il rumore sembra provenire dall'albero motore
1. Cuscinetti rumorosi perché usurati. Sostituire.
2. Cuscinetti testa di biella usurati o bruciati. Sostituire.
3. Cuscinetti di banco usurati o bruciati. Sostituire.
4. Gioco assiale eccessivo. Sostituire il cuscinetto
Il rumore sembra provenire dal cambio reggispinta.
1. Ingranaggi consumati o danneggiati. Sostituire.
2. Scanalature usurate. Sostituire.
3. Ingranaggi primari usurati o rigati. Sostituire.
4. Cuscinetti usurati. Sostituire.
La pompa dell’acqua produce rumori
1. Cuscinetto albero pompa con troppo gioco. Sostituire.
2. Albero girante consumato o danneggiato. Sostituire.
3. Guarnizione meccanica consumata o danneggiata. Sostituire.
4. Contatto fra scatola pompa e girante. Sostituire.
Funzionamento Parti interne/elettriche motore difettose
scadente del motore 1. Molla valvola indebolita. Sostituire.
alle alte velocità. 2. Alberi a camme usurati. Sostituire.
3. Sincronizzazione punterie scorretta. Regolare.
4. Distanza elettrodi candela insufficiente. Regolare.
5. Anticipo accensione insufficiente a causa del Sostituire l’ECM.
funzionamento scorretto del circuito apposito.
6. Bobina di accensione difettosa. Sostituire.
7. Sensore posizione albero motore difettoso. Sostituire.
8. ECM difettoso. Sostituire.
9. Elemento filtro aria intasato. Pulire.
10. Tubo carburante intasato con insufficiente Pulire e innescare.
alimentazione per l’iniettore.
11. Dispositivo di accensione difettoso. Sostituire.
12. Sensore posizione acceleratore difettoso. Sostituire.
INFORMAZIONI DI MANUTENZIONE 11-7

Problema Sintomo e possibili cause Rimedio


Funzionamento Sistema flusso aria difettoso
scadente del motore 1. Elemento filtro aria intasato. Pulire o sostituire.
alle alte velocità. 2. Valvola a farfalla difettosa. Regolare o sostituire.
3. Valvola IAC difettosa. Sostituire.
4. Aria viene aspirata dal giunto del gruppo valvole a Riparare o sostituire.
farfalla.
5. Sincronizzazione valvola acceleratore scorretta. Regolare.
Circuito di controllo o sensore difettosi
1. Pressione carburante bassa. Riparare o sostituire.
2. Sensore posizione acceleratore difettoso. Sostituire.
3. Sensore temperatura aria aspirazione difettoso. Sostituire.
4. Sensore posizione albero a camme difettoso. Sostituire.
5. Sensore posizione albero motore difettoso. Sostituire.
6. Interruttore posizione cambio difettoso. Sostituire.
7. Sensore pressione aria aspirazione difettoso. Sostituire.
8. Sensore pressione atmosferica difettoso. Sostituire.
9. ECM difettoso. Sostituire.
10. Sensore posizione acceleratore mal regolato. Regolare.
11. Valvola controllo pressione serbatoio carburante Sostituire.
difettosa.
Al motore manca Parti interne/elettriche motore difettose
potenza. 1. Gioco punterie scorretto. Regolare.
2. Molla valvola indebolita. Sostituire.
3. Sincronizzazione punterie scorretta. Regolare.
4. Segmenti o cilindri usurati. Sostituire.
5. Sede valvola imperfetta. Riparare.
6. Candele sporche. Pulire o sostituire.
7. Candele scorrette. Regolare o sostituire.
8. Iniettore intasato. Pulire.
9. Sensore posizione acceleratore mal regolato. Regolare.
10. Elemento filtro aria intasato. Pulire.
11. Sincronizzazione valvola acceleratore scorretta. Regolare.
12. Aria aspirata dalla valvola a farfalla o dal tubo della Stringere o sostituire.
depressione.
13. Quantità olio motore eccessiva. Scaricare l’olio in eccesso.
14. Pompa carburante o ECM difettosi. Sostituire.
15. Sensore posizione albero motore e gruppo bobina di Sostituire.
accensione/cappuccio candela difettosi.
Circuito di controllo o sensore difettosi
1. Pressione carburante bassa. Riparare o sostituire.
2. Sensore posizione acceleratore difettoso. Sostituire.
3. Sensore temperatura aria aspirazione difettoso. Sostituire.
4. Sensore posizione albero a camme difettoso. Sostituire.
5. Sensore posizione albero motore difettoso. Sostituire.
6. Interruttore posizione cambio difettoso. Sostituire.
7. Sensore pressione aria aspirazione difettoso. Sostituire.
8. Sensore pressione atmosferica difettoso. Sostituire.
9. ECM difettoso. Sostituire.
10. Sincronizzazione valvola acceleratore scorretta. Regolare.
11. Sensore posizione acceleratore mal regolato. Regolare.
12. Valvola controllo pressione serbatoio carburante Sostituire.
difettosa.
11-8 INFORMAZIONI DI MANUTENZIONE

Problema Sintomo e possibili cause Rimedio


Il motore surriscalda. Parti interne motore difettose
1. Depositi carboniosi sulle corone dei pistoni. Pulire.
2. Olio motore insufficiente. Aggiungere olio.
3. Pompa olio difettosa o circuito olio intasato. Sostituire o pulire.
4. Perdite aria tubazioni di aspirazione. Stringere o sostituire.
5. Olio motore scorretto. Cambiare.
6. Sistema di raffreddamento difettoso. Vedere la sezione sull’impianto
Miscela carburante/aria povera di raffreddamento.
1. Sensore/filo pressione aria aspirazione in corto. Riparare o sostituire.
2. Sensore/filo temperatura aria aspirazione in corto. Riparare o sostituire.
3. Perdite aria giunto tubazioni di aspirazione. Riparare o sostituire.
4. Iniettore carburante difettoso. Sostituire.
5. Sensore temperatura fluido di raffreddamento difettoso. Sostituire.
Altri fattori
1. Sincronizzazione accensione troppo avanzata a causa Sostituire.
di sistema di avanzamento guasto (sensore
temperatura fluido raffreddamento motore, interruttore
della posizione del cambio, sensore della posizione
dell’albero motore ed ECM).
I gas di scarico sono 1. Quantità olio motore eccessiva. Controllare finestra di
sporchi o densi. ispezione. Scaricare l’olio in
eccesso.
2. Segmenti o cilindri usurati. Sostituire.
3. Guide valvole usurate. Sostituire.
4. Pareti cilindri intaccate o graffiate. Sostituire.
5. Steli valvole usurati. Sostituire.
6. Paraolio stelo difettoso. Sostituire.
7. Anello laterale segmento raschiaolio usurato. Sostituire.
La frizione slitta. 1. Molle frizione indebolite. Sostituire.
2. Piatto spingidisco usurato o deformato. Sostituire.
3. Dischi condotti frizione distorti. Sostituire.
La frizione non 1. Alcune molle della frizione sono indebolite ed altre no. Sostituire.
stacca. 2. Dischi conduttori o condotti deformati. Sostituire.
INFORMAZIONI DI MANUTENZIONE 11-9

CVT
Problema Sintomo e possibili cause Rimedio
CVT rumoroso. 1. Cuscinetto consumato o bruciato. Sostituire.
2. Spessore puleggia primaria mal scelto. Regolare.
3. Ingranaggio motore CVT bruciato. Sostituire.
4. Ventola puleggia secondaria danneggiata o rotta. Sostituire.
Cinghia CVT che 1. Cinghia CVT consumata. Sostituire.
scivola. 2. Faccia puleggia consumata. Sostituire.
3. Presenza corpi estranei. Pulire o regolare.
Il CVT non cambia. 1. Interruttori sul manubrio guasti. Sostituire.
2. Sensori difettosi. Sostituire.
3. Blocco motore CVT. Sostituire.

RADIATORE (SISTEMA DI RAFFREDDAMENTO)


Problema Sintomo e possibili cause Rimedio
Il motore surriscalda. 1. Fluido di raffreddamento motore scarso. Aggiungere fluido di
raffreddamento.
2. Radiatore intasato di sporco e depositi. Pulire.
3. Ventola radiatore guasta. Riparare o sostituire.
4. Interruttore termico ventola radiatore difettoso. Sostituire.
5. Passaggio acqua intasati. Pulire.
6. Aria nel circuito di raffreddamento. Spurgare l’aria.
7. Pompa acqua difettosa. Sostituire.
8. Uso di fluido di raffreddamento scorretto. Sostituire.
9. Termostato difettoso. Sostituire.
Il motore non si 1. Interruttore termico ventola radiatore difettoso. Sostituire.
riscalda. 2. Clima estremamente freddo. Installare copertura radiatore.
3. Termostato difettoso. Sostituire.
11-10 INFORMAZIONI DI MANUTENZIONE

TELAIO
Problema Sintomo e possibili cause Rimedio
Sterzo duro. 1. Ghiera filettata cannotto sterzo troppo stretta. Regolare.
2. Cuscinetto cannotto sterzo rotto. Sostituire.
3. Cannotto sterzo distorto. Sostituire.
4. Pressione pneumatici insufficiente. Regolare.
Oscillazioni del 1. Squilibrio tra le parti sinistra e destra della forcella. Sostituire.
manubrio. 2. Forcella distorta. Riparare o sostituire.
3. Assale anteriore deformato o pneumatico attorcigliato. Sostituire.
4. Dado cannotto sterzo allentato. Regolare.
5. Pneumatico consumato o pressione scorretta. Regolare o sostituire.
6. Cuscinetto/corsa cannotto sterzo usurato. Sostituire.
Oscillazioni ruota 1. Cerchione deformato. Sostituire.
anteriore. 2. Cuscinetti ruota anteriore usurati. Sostituire.
3. Pneumatico difettoso o scorretto. Sostituire.
4. Assale o bullone fissaggio assale allentato. Stringere.
5. Livello olio forcella scorretto. Regolare.
Sospensioni anteriori 1. Molle indebolite. Sostituire.
troppo morbide. 2. Olio forcella insufficiente. Riemprie.
3. Olio forcella troppo viscoso. Sostituire.
Sospensioni anteriori 1. Olio forcella eccessivamente viscoso. Sostituire.
rigide. 2. Olio forcella eccessivo. Scaricare l’olio in eccesso.
3. Perno ruota anteriore piegato. Sostituire.
Sospensioni anteriori 1. Olio forcella insufficiente. Riemprie.
rumorose. 2. Bulloni sospensioni allentati. Stringere.
Oscillazioni ruota 1. Cerchione deformato. Sostituire.
posteriore. 2. Cuscinetti ruota posteriore o forcellone oscillante Sostituire.
usurati.
3. Pneumatico difettoso o scorretto. Sostituire.
4. Dadi o bulloni sospensioni posteriori o forcellone Stringere.
oscillante allentati.
Sospensioni 1. Molle ammortizzatore indebolite. Sostituire.
posteriori morbide. 2. Perdite di olio dall'ammortizzatore. Sostituire.
3. Registro precarico molla posteriore impostato Regolare.
scorrettamente.
Sospensioni 1. Albero ammortizzatore piegato. Sostituire.
posteriori rigide. 2. Bullone perno forcellone oscillante troppo stretto. Stringere.
3. Cuscinetti forcellone oscillante e sospensioni Sostituire.
consumati.
4. Registro precarico molla posteriore impostato Regolare.
scorrettamente.
Sospensioni 1. Dadi o bulloni sospensioni posteriori allentati. Stringere.
posteriori rumorose. 2. Cuscinetto forcellone oscillante usurato. Sostituire.
INFORMAZIONI DI MANUTENZIONE 11-11

FRENI
Problema Sintomo e possibili cause Rimedio
Scarsa potenza 1. Perdite di liquido dei freni dal sistema frenante. Riparare o sostituire.
frenante. 2. Pastiglie usurate. Sostituire.
3. Olio su superfici di frizione delle pastiglie/ganasce. Pulire dischi e pastiglie.
4. Disco usurato. Sostituire.
5. Aria nel sistema idraulico. Spurgare l’aria.
6. Fluido freni del serbatoio insufficiente. Riemprie.
Freni rumorosi. 1. Aderenze carboniose sulla superficie delle pastiglie. Riparare la superficie con
carta vetrata.
2. Pastiglia inclinata. Correggere la posizione della
pastiglia o sostituirla.
3. Cuscinetto ruota danneggiato. Sostituire.
4. Perno della ruota anteriore o posteriore allentato. Stringere alla coppia
specificata.
5. Pastiglie o dischi consumati. Sostituire.
6. Materiali estranei nel liquido dei freni. Sostituire il liquido dei freni.
7. Passaggio di ritorno pompa freno intasato. Smontare e pulire la pompa
del freno.
Corsa eccessiva della 1. Aria nel sistema idraulico. Spurgare l’aria.
leva del freno. 2. Liquido freni insufficiente. Controllare il livello e riempire;
spurgare l’aria.
3. Liquido freni scorretto. Sostituire con liquido corretto.
Perdite di liquido dei 1. Giunti allentati. Stringere alla coppia
freni dal sistema specificata.
frenante. 2. Tubo crepato. Sostituire.
3. Pistone e/o coppa usurati. Sostituire il pistone e/o la
coppa.
Il freno trascina. 1. Parti arrugginite. Pulire e lubrificare.
2. Lubrificazione pedale o leva freno insufficiente. Lubrificare.
3. Blocco freni guasto. Regolare o sostituire.
11-12 INFORMAZIONI DI MANUTENZIONE

IMPIANTO ELETTRICO
Problema Sintomo e possibili cause Rimedio
Scintilla assente o 1. Bobina accensione o sensore posizione albero Sostituire.
scadente. distribuzione difettosi.
2. Candele difettose. Sostituire.
3. Generatore difettoso. Sostituire.
4. ECM difettoso. Sostituire.
5. Sensore ribaltamento difettoso. Sostituire.
6. Collegamenti cablaggi aperti. Controllare e riparare.
La candela si incrosta 1. Miscela troppo ricca. Controllare sistema iniezione
depositi carboniosi. carburante.
2. Minimo troppo alto. Regolare il minimo veloce o la
vite di arresto
dell’acceleratore.
3. Benzina di tipo scorretto. Cambiare.
4. Elemento filtro aria sporco. Pulire o sostituire.
5. Candele troppo fredde. Sostituire con candele calde.
La candela si sporca 1. Segmenti usurati. Sostituire.
troppo rapidamente. 2. Pistoni o cilindri usurati. Sostituire.
3. Gioco eccessivo tra steli e guide valvole. Sostituire.
4. Paraolio stelo usurato. Sostituire.
Surriscaldamento o 1. Candele troppo calde. Sostituire con candele fredde.
bruciatura elettrodi 2. Il motore surriscalda. Mettere a punto.
candele. 3. Candele allentate. Stringere.
4. Miscela povera. Controllare sistema iniezione
carburante.
Il generatore non 1. Circuiti aperti o in corto, oppure collegamenti allentati. Riparare, sostituire o stringere.
carica. 2. Avvolgimenti generatore in corto circuito, a terra o Sostituire.
interrotti.
3. Regolatori/raddrizzatori in corto o forati. Sostituire.
Il generatore carica 1. I cavi tendono a rimanere in corto, a interrompersi o a Riparare o stringere.
però sotto specifica. scollegarsi dai loro terminali.
2. Avvolgimenti statore o generatore a massa o aperti. Sostituire.
3. Regolatore/raddrizzatore difettoso. Sostituire.
4. Celle batteria difettose. Sostituire la batteria.
Il generatore carica 1. Cortocircuito interno della batteria. Sostituire la batteria.
troppo. 2. Resistenza regolatore/raddrizzatore danneggiata o Sostituire.
difettosa.
3. Collegamento a massa scadente del regolatore/ Pulire e stringere il
raddrizzatore. collegamento a massa.
Carica instabile. 1. Isolante di un filo rovinato da vibrazioni che produce Riparare o sostituire.
corto circuiti intermittenti.
2. Generatore in corto circuito internamente. Sostituire.
3. Regolatore/raddrizzatore difettoso. Sostituire.
Il pulsante di 1. Batteria scarica. Riparare o sostituire.
avviamento non 2. Contatti interruttore difettosi. Sostituire.
funziona. 3. Spazzole non ben in posa nel commutatore del Riparare o sostituire.
motorino di avviamento.
4. Relè avviamento/interruttore sicurezza avviamento Sostituire.
difettoso.
5. Fusibile principale difettoso. Sostituire.
INFORMAZIONI DI MANUTENZIONE 11-13

BATTERIA
Problema Sintomo e possibili cause Rimedio
“Solfatazione”, 1. Scatola batteria crepata. Sostituire la batteria.
sostanza polverosa 2. La batteria e rimasta scarica per un lungo periodo. Sostituire la batteria.
acida bianca o
macchie sugli
elementi della
batteria.
La batteria si scarica 1. Sistema di ricarica guastoo. Controllare il generatore, il
rapidamente. regolatore/raddrizzatore ed i
collegamenti del circuito ed
eseguire le regolazioni
necessarie a ripristinare le
condizioni di carica corrette.
2. Le celle della batteria hanno perso troppo materiale Sostituire la batteria e
attivo a causa di cariche eccessive. correggere il sistema di carica.
3. Circuito interno della batteria. Sostituire la batteria.
4. Voltaggio batteria troppo basso. Ricaricare completamente
la batteria.
5. Batteria vecchia. Sostituire la batteria.
“Solfatazione” 1. Velocita di carica scorretta. Sostituire la batteria.
batteria. (Quando non in uso, la batteria deve venire controllata
almeno una volta al mese per evitare solfatazione.)
2. Batteria rimasta inutilizzata troppo a lungo in un Sostituire la batteria se la
ambiente freddo. solfatazione e eccessiva.
11-14 INFORMAZIONI DI MANUTENZIONE

PERCORSO CABLAGGI, CAVI E TUBI


PERCORSO CABLAGGI

Cavo acceleratore
Morsetto
Unità di controllo CVT Cablaggi
Luce di posizione (destra)
Luce di posizione
(sinistra)

Faro (sinistro)
ECM
Faro (destro) Cablaggi
Luce di svolta anteriore (sinistra)
Segnale di svolta anteriore (destro) Morsetto
Morsetto Cablaggi
Luce di svolta anteriore (sinistra)
Interruttore sul manubrio (destro e sinistro) Sensore TO
Morsetto
Morsetto
Mettere l’accoppiatore del segnale di svolta anteriore (sinistro)
davanti ai cablaggi.

Installare il sensore TO come indicato.


Sensore TO

Unità di controllo CVT

Morsetto Morsetto
Sensore rivoluzioni CVT Interruttore cavalletto centrale
Interruttore cavalletto centrale Sensore rivoluzioni CVT
Sensore HO2 Sensore posizione puleggia
Motore CVT
Morsetto Fusibile di alimentazione
Sensore HO2 Interruttore
Sensore HO2 blocco freno
Cavo blocco
Scatola fusibili freno

Morsetto Sensore AP
Sensore rivoluzioni CVT
Far passare ciascun cavo del relè
Interruttore cavalletto centrale al di fuori del cavo del freno di
Morsetto parcheggio.
INFORMAZIONI DI MANUTENZIONE 11-15

Batteria
Accoppiatore filo cavo - batteria
Far passare i fili sotto il tubo
flessibile del carburante.
Fascio fili

Terminale + batteria Terminale - batteria Tubazione carburante

Mettere l’accoppiatore del cavo +


della batteria sotto il fascio fili.

Relè di avviamento

Fissare l’accoppiatore del filo del


relè di avviamento al foro del
Mettere i fili sul davanti
coperchio della batteria.
della scatola della batteria. Interruttore sul Morsetto
sedile del Bauletto
Luce freni/luci di coda

Interruttore della luce del Bauletto


Interruttore sul sedile della luce del Bauletto

Morsetto

Far passare il cavo delle luci dei


freni/luci di coda sotto il telaio.

Fusibile principale

Far passare la luce dei freni/luce Fusibile CVT


di coda sotto il telaio.
11-16 INFORMAZIONI DI MANUTENZIONE

Sensore temperatura fluido di Morsetto


raffreddamento motore
Cablaggi
Iniettore #2 Motorino di avviamento Interruttore cavalletto centrale
Morsetto
Sensore rivoluzione CVT
Cablaggi
Sensore PP
Solenoide
Motore CVT
Sensore HO2

Iniettore #1 Valvola IAC


Sensore TPS
Cablaggi
Morsetto
Morsetto Fissare l’accoppiatore del filo del
regolatore/raddrizzatore sotto la
Morsetto tubazione del carburante.
Morsetto
Cablaggi Fissare il morsetto al foro
Cablaggi
Generatore del telaio posteriore.
Generatore
Motorino avviamento Morsetto
Sensore tachimetro
Interruttore luce Bauletto
Cablaggi
Morsetto Generatore
Cablaggi
Motorino di
avviamento
Morsetto

Cablaggi

Regolatore/raddrizzatore

Interruttore livello olio Sensore tachimetro


Interruttore pressione olio Morsetto
Morsetto

Interruttore cavalletto laterale


Interruttore livello olio Interruttore sul sedile luce Bauletto
Interruttore pressione olio
Tubo flessibile carburante Morsetto All’interruttore della luce
Bobina accensione/
cappuccio candela #1 del Bauletto
Morsetto
Cablaggi

Morsetto
Bobina accensione/
cappuccio candela #2

Accoppiatore filo generatore


C
Fili di terra della batteria

VISIONE C

Filo motorino avviamento Filo interruttore pressione olio


Motorino avviamento
Filo interruttore livello olio
Filo massa batteria
E Morsetto cablaggi

VISIONE B
VISIONE E VISIONE D
D

Interruttore pressione olio 45˚


Avanti
Interruttore livello olio

Morsetto
Interruttore livello olio
INFORMAZIONI DI MANUTENZIONE

VISIONE A
A
Interruttore pressione olio
11-17
11-18

Cavo acceleratore (tiro)


Cavo acceleratore Interruttore sul
(ritorno) manubrio (destro)
Far passare i cavi
dell’acceleratore Cavo acceleratore (tiro)
PERCORSO CAVI

sotto il fascio fili. Far passare i cavi dell’acceleratore fra la staffa


Tubo flessibile freno anteriore
superiore della colonna dello sterzo e il tubo
Cavo acceleratore (ritorno)
Tubo flessibile freno posteriore flessibile del freno posteriore.

A
INFORMAZIONI DI MANUTENZIONE

Interruttore sul Far passare i cavi dell’acceleratore


manubrio (sinistra) dietro i tubi flessibili del freno.
Cablaggi Tubo flessibile A
Guida Cavo
freno posteriore
VISIONE B acceleratore
SEZIONE A – A (ritorno)
Cavo
acceleratore
(tiro)
B
Cablaggi

Tubo flessibile Morsetto


freno posteriore

Morsetto

Cavo blocco
freno posteriore
Morsetto Morsetto

Fissare il morsetto come indicato.

Fissare il morsetto come visto in figura.


Cavo blocco sedile
Cavo blocco sedile All’interruttore di accensione

Morsetto

VISIONE A

Morsetto Cavo blocco sedile

Morsetto

A
INFORMAZIONI DI MANUTENZIONE
11-19
11-20

Sensore AP
Sensore IAT Sensore AP
Tubazione IAC
Tubazione
Valvola a solenoide 18 N·m
IAC
di controllo PAIR (1,8 kgf-m)

A il retro. Sensore TP
A verso il basso.
B lato superiore.
Tubo flessibile
PCV (sfiato) A lato superiore. Tubazione di depressione
VISIONE DI “B”
INFORMAZIONI DI MANUTENZIONE

Tubo flessibile PAIR Cavi acceleratore

Tubazione
IAC hose IAC
Tubo flessibile di
B lato superiore. alimentazione Avanti
carburante
Passare il tubo flessibile PCV (sfiato) VISIONE DI “A” Tubo flessibile di Lato filtro aria
sopra i cavi dell’acceleratore. depressione
Tubo flessibile IAC Tubo flessibile
alimentazione 10˚
carburante

A Tubo flessibile IAC Marchio superiore

RH LH
Fissato con
Tubo morsetto
B flessibile
Pompa carburante Lato tubazione aspirazione
PAIR

Retro
Morsetto VISIONE DALL’ALTO
INSTALLAZIONE/POSA TUBAZIONI CORPO ACCELERATORE

A: l’estremità del morsetto deve esser rivolta verso …


B: la testa della vite del morsetto deve essere rivolta verso …
INFORMAZIONI DI MANUTENZIONE 11-21

INSTALLAZIONE SERBATOIO CARBURANTE


11-22 INFORMAZIONI DI MANUTENZIONE

INSTALLAZIONE SERBATOIO CARBURANTE (Solo per le E-28)


INFORMAZIONI DI MANUTENZIONE 11-23

POSA TUBO FLESSIBILE CARBURANTE

Valvola TPC

Arancione Nero

Morsetto

Valvola TPC

5 – 8 mm
5 – 8 mm

Grigio Nero

5 mm
11-24 INFORMAZIONI DI MANUTENZIONE

POSA TUBO FLESSIBILE CARBURANTE (Solo per le E-28)

Valvola TPC

Arancione
Nero

Morsetto

Valvola TPC

5 – 8 mm
5 – 8 mm

Grigio Nero

5 mm
Radiatore

Marchio
Yellow
w giallo
mar
mark

Riserva
Tubo flessibile
di bipasso
Tubo flessibile di
ingresso riserva
Tubo flessibile di ventilazione

Tubo flessibile troppopieno riserva


Tubo flessibile sfiato aria
Marchio Tubo flessibile
0 – 20˚ bianco ingresso riserva
POSA TUBO FLESSIBILE RADIATORE

B Tubo flessibile
ingresso radiatore

Marchio giallo
Tubo flessibile
Marchio bianco ingresso
radiatore olio
14˚
VISIONE B Tubo flessibile
10˚ uscita radiatore
olio

Marchio giallo
A
Marchio bianco Marchio giallo

Marchio bianco Marchio bianco


Tubo flessibile Tubo flessibile
uscita radiatore VISIONE A uscita radiatore
INFORMAZIONI DI MANUTENZIONE

A : Rivolgere la sommità del morsetto verso sinistra.


B : Rivolgere la sommità del morsetto verso l’alto. D : Rivolgere la testa della vite verso destra.
C : Rivolgere la sommità del morsetto verso il basso. E : Rivolgere la testa della vite verso il retro.
11-25
11-26

VISIONE B

Rondella
Cavo acceleratore

B Tubo flessibile Arresto


Tubo flessibile freno anteriore freno posteriore
A Dopo aver fatto toccare
Guida tubo 21˚
Pompa freno 14˚
flessibile freno il tubo flessibile del freno
Guida freno anteriore posteriore con l’arresto, stringere il
anteriore VISIONE A bullone di unione alla
INFORMAZIONI DI MANUTENZIONE

Morsetto tubo coppia prescritta.


flessibile freno
Fissare l’anello in Tubo flessibile freno posteriore
gomma del tubo
flessibile del freno
al morsetto del suo
tubo flessibile. Tubazione freno posteriore
Dopo aver fatto toccare Morsetto tubo
il morsetto con l’arresto, flessibile freno
stringere il bullone del
morsetto. Fissare l’anello in
gomma del tubo
flessibile del freno
al morsetto del suo
tubo flessibile.

Arresto Dopo aver fatto toccare il


morsetto con l’arresto,
PERCORSO TUBO FLESSIBILE FRENO ANTERIORE

stringere il bullone del morsetto.

14˚ Tubo flessibile freno


14˚

Rondella

Pinza freno anteriore (destra) Pinza freno anteriore (sinistra)


Dopo aver fatto toccare
il tubo flessibile del freno
con l’arresto, stringere il
Pompa freno posteriore bullone di unione alla Rondella
coppia prescritta.

A Tubo flessibile freno posteriore

Arresto 14˚ 21˚


VISIONE B VISIONE A
B
Guida tubo
Morsetto Tubo flessibile freno posteriore
flessibile freno
Guida tubo flessibile freno

C
Tubo flessibile freno posteriore

Tubo flessibile freno Tubazione freno posteriore


Tubo flessibile
Fissare il marchio bianco freno posteriore
14˚ Fissare una porzione non coperta della tubazione del freno
della tubazione del freno col morsetto. con un morsetto. Tubo flessibile
freno posteriore
POSA TUBAZIONE FRENO POSTERIORE

D
Tubazione freno
VISIONE C
VISIONE G posteriore D

28˚ E
F
E
F

Arresto Cavo blocco freno posteriore SEZIONE DD


Pinza freno posteriore Morsetto
Morsetto Morsetto
Dopo aver fatto toccare il giunto del tubo flessibile
del freno con l’arresto, stringere il bullone di unione Tubo flessibile freno posteriore
alla coppia prescritta.
INFORMAZIONI DI MANUTENZIONE

Tubo flessibile freno posteriore Tubo flessibile freno posteriore


SEZIONE FF SEZIONE EE
11-27
11-28 INFORMAZIONI DI MANUTENZIONE

INSTALLAZIONE CAVALLETTO LATERALE

40 N·m 50 N·m
(4,0 kgf-m) (5,0 kgf-m)

Esterno

INSTALLAZIONE CAVALLETTO CENTRALE

23 N·m
(2,3 kgf-m)

29 N·m
(2,9 kgf-m)
Posizione molla

VISIONE A

A
INFORMAZIONI DI MANUTENZIONE 11-29

ATTREZZI SPECIALI

09900-06107 09900-06108 09900-09004 09900-18710


Pinza per anelli Pinza per anelli Cacciavite ad Chiave esagonale 09900-20102
elastici elastici impatto 12 mm Calibro a cursore

09900-20202 09900-20204 09900-20205 09900-20508 09900-20602


Micrometro Micrometro Micrometro Set calibro per Comparatore
(25 – 50 mm) (75 – 100 mm) (0 – 25 mm) cilindri (1/1000 mm, 1 mm)

09900-20805
09900-20607 09900-20803 Misuratore
09900-20605 Comparatore 09900-20701 09900-20806 profondità
Comparatore (1/100 mm, 10 mm) Supporto magnetico Spessimetro battistrada

09910-32812
09900-21304 09900-22301 09900-22401 Attrezzo
Blocchi a V 09900-22302 Alesimetro 09900-25008 installazione albero
(100 mm) Plastigauge (10 – 18 mm) Set multitester motore
11-30 INFORMAZIONI DI MANUTENZIONE

09913-60210
09913-60230
09910-32850 Attrezzo rimozione/ 09913-60912 o
Accessorio attrezzo 09913-50121 installazione 09913-60241 09913-61110 o
installazione albero Attrezzo rimozione cuscinetti perni di Cuscinetto perno di 09913-61510
motore paraolio banco banco/supporto Estrattore cuscinetti

09915-63311
09913-70210 09913-75810 Accessorio 09915-74511
Set installazione Set installazione 09915-40610 misuratore Manometro
cuscinetti cuscinetti Chiave filtro olio compressione compressione

09915-74521 09915-74532 09915-77331 09916-10911 09916-14510


Tubo manometro Adattatore Manometro (per alte Set lappatura Molla valvola/
olio manometro olio pressioni) valvole compressore

09916-14521
Accessorio attrezzo 09916-20630 09916-20640 09916-21111 09916-33210
compressione molle Fresa sede valvola Pilota solidot Set frese sede Alesatore guida
valvole (N-126) (N-100-4,5) valvola valvola (4,5 mm)
INFORMAZIONI DI MANUTENZIONE 11-31

09916-34561 09916-43210
09916-34542 Alesatore guida Attrezzo rimozione/
Impugnatura valvola installazione guida 09916-44930 09916-84511
alesatore (11,3 mm) valvola Accessorio Pinzette

09920-31010
09917-23711 09918-53810 09920-13120 Supporto albero 09920-31020
Chiave dadi ad Attrezzo bloccaggio Attrezzo puleggia primaria Manico di
anello tendicatena separazione carter CVT estensione

09920-31040
09920-31030 Utensile rimozione
Supporto albero adattatore albero 09920-33530 09920-34830
puleggia secondaria puleggia primaria 09920-31050 Molla frizione/ Attrezzo bloccaggio
CVT CVT Guida CVT compressore innesto avviamento

09924-74570
Attrezzo
installazione/
Rimozione 09925-18011
09920-53740 09921-20240 cuscinetto 09924-84510 Attrezzo
Attrezzo bloccaggio Set rimozione ingranaggio Set installazione installazione
tamburo frizione cuscinetti conduttore finale cuscinetti cuscinetti sterzo
11-32 INFORMAZIONI DI MANUTENZIONE

09930-30450 09930-40113 09930-73170


09930-11930 09930-11940 Attrezzo rimozione Attrezzo bloccaggio Attrezzo bloccaggio
Punta torx (JT30H) Supporto punta rotore rotore limitatore di coppia

09940-40211
Adattatore
09930-73120 09940-14911 09940-30230 misuratore
Bussola limitatore di 09930-82720 Chiave dado Bussola esagonale pressione
coppia avviamento Selettore modo cannotto sterzo 17 mm carburante

09940-40220
Accessorio
tubazione 09940-52861 09941-34513
misuratore Attrezzo Set attrezzo 09941-51010
pressione installazione 09940-92720 installazione corse Chiave controdado
carburante paraolio forcella Dinamometro sterzo anello

09941-54911 09941-74911
Attrezzo rimozione 09943-74111 Attrezzo
corsa esterna Misuratore livello installazione
cuscinetti olio forcella cuscinetti sterzo

NOTA:
Prima di ordinare un attrezzo speciale, controllare se è disponibile o no.
INFORMAZIONI DI MANUTENZIONE 11-33

COPPIE DI SERRAGGIO
MOTORE
ITEM N·m kgf-m
Stringere
Bullone copertura testata cilindro 10 1,0
leggermente.
Stringere bene. 14 1,4
Bullone testata cilindro (M8) 25 2,5
(M10) Stringere
25 2,5
leggermente.
Stringere bene. 53 5,3
Bullone registro tensione catena distribuzione 10 1,0
Bullone fissaggio molla frizione 5,5 0,55
Dado alloggiamento frizione 70 7,0
Bullone rotore generatore 160 16,0
Bullone innesto avviamento 55 5,5
(M6) 11 1,1
Bullone carter
(M8) 26 2,6
Interruttore pressione olio 13 1,3
Tappo scarico olio motore 14 23 2,3
Tappo scarico olio trasmissione 12 21 2,1
Bullone coperchio carter destro 11 1,1
Bullone tappo albero primario 11 1,1
Bullone coperchio antigelo 10 1,0
Candela 11 1,1
Bullone fissaggio albero a camme 10 1,0
Bullone laterale testata cilindro 14 1,4
Bullone sensore posizione camma 10 1,0
Bullone interruttore livello olio 10 1,0
Bullone di unione radiatore olio 70 7,0
Bullone montaggio motore 55 5,5
(M18) 10 1,0
Tappo olio (M10) 16 1,6
(M14) 23 2,3
Bullone morsetto tubo di scarico 23 2,3
Bullone montaggio marmitta 23 2,3
Bullone unione tubo flessibile (M10) 20 2,0
Bullone giunzione tubo olio ritorno (M14) 28 2,8
Tappo sfiato T/M 35 3,5
Collo riempimento olio T/M 23 2,3
Bullone livello olio 21 2,1
Tappo sincronizzazione 15 1,5
Dado albero conduttore 105 10,5
Stringere
Bullone biella 21 2,1
leggermente.
Stringere bene. 90°
Bullone montaggio motorino avviamento 6 0,6
Dado filo motorino avviamento 6 0,6
11-34 INFORMAZIONI DI MANUTENZIONE

CVT
ITEM N·m kgf-m
Bullone installazione CVT 50 5,0
Bullone arresto puleggia primaria 36 3,6
Bullone coperchio CVT 22 2,2
Bullone albero puleggia primaria 64 6,4
Dado albero puleggia secondaria 226 22,6

TELAIO
ITEM N·m kgf-m
Bullone fissaggio manubrio 23 2,3
Dado testa sterzo 65 6,5
Ghiera filettata cannotto sterzo 45 4,5
Bullone bloccaggio superiore forcella 23 2,3
Bullone fissaggio forcella inferiore 23 2,3
Tappo forcella 23 2,3
Bullone cilindro forcella anteriore 30 3,0
Assale anteriore 65 6,5
Bullone di fissaggio assale anteriore 23 2,3
Bullone di unione tubazione freno 23 2,3
Bullone disco freno (anteriore e posteriore) 23 2,3
Valvola spurgo aria freno (anteriore e posteriore) 7,5 0,75
Bullone installazione pinza freno
26 2,6
(anteriore e posteriore)
Bullone installazione cilindro maestro
10 1,0
(anteriore e posteriore)
Spinotto fissaggio pinza freno anteriore 13 1,3
Tappo spinotto fissaggio pastiglia freno anteriore 2,5 0,25
Bullone installazione pastiglia freno
18 1,8
(anteriore e posteriore)
Spinotto scivolamento supporto pinza freno posteriore 13 1,3
23 2,3
Bulloni alloggiamento blocco freni 23 2,3
Controdado registro blocco freni 9,5 0,95
Dado tubazione freni 16 1,6
Bullone perno forcellone oscillante 9,5 0,95
Controdado perno forcellone oscillante 100 10,0
Dado fissaggio ammortizzatore posteriore (superiore) 29 2,9
Bullone montaggio ammortizzatore posteriore (inferiore) 29 2,9
Dado assale ruota posteriore 100 10,0
Bullone fissaggio (M8) 23 2,3
rotaia sellino (M10) 50 5,0
Bullone cavalletto laterale 50 5,0
Dado cavalletto laterale 40 4,0
Bullone staffa cavalletto centrale 23 2,3
Dado cavalletto centrale 29 2,9
INFORMAZIONI DI MANUTENZIONE 11-35

TABELLA COPPIE DI SERRAGGIO


Per altri dadi e bulloni non elencati nella pagina precedente, consultare la seguente tabella.

Bullone convenzionale o
Diametro bullone Bullone contrassegnato con “7”
contrassegnato con “4”
A (mm)
N·m kgf-m N·m kgf-m
4 1,5 0,15 2,3 0,23
5 3 0,3 4,5 0,45
6 5,5 0,55 10 1,0
8 13 1,3 23 2,3
10 29 2,9 50 5,0
12 45 4,5 85 8,5
14 65 6,5 135 13,5
16 105 10,5 210 21,0
18 160 16,0 240 24,0

A
Bullone convenzionale Bullone contrassegnato con la cifra “4” Bullone contrassegnato con la cifra “7”
11-36 INFORMAZIONI DI MANUTENZIONE

DATI TECNICI
VALVOLA + GUIDA Unità: mm
ITEM STANDARD LIMITE
Diam. valvola ASP. 29,5 —
SCAR. 25,0 —
Gioco punterie (a freddo) ASP. 0,10 – 0,20 —
SCAR. 0,20 – 0,30 —
Gioco guida-stelo valvola ASP. 0,010 – 0,040 —
SCAR. 0,030 – 0,060 —
D.I. guida valvola ASP. e 4,500 – 4,515 —
SCAR.
D.E. stelo valvola ASP. 4,475 – 4,490 —
SCAR. 4,455 – 4,470 —
Distorsione stelo valvola ASP. e — 0,35
SCAR.
Scentratura stelo valvola ASP. e — 0,05
SCAR.
Spessore testa valvola ASP. e — 0,5
SCAR.
Larghezza contatto valvola W ASP. e 0,9 – 1,1 —
SCAR.
Eccentricita testa valvola ASP. e — 0,03
SCAR.
Lunghezza libera molla valvola ASP. e — 40,6
(ASP. e SCAR.) SCAR.
Tensione molla valvola (ASP. e ASP. e 136 – 156 N (13,6 – 15,6 kgf) —
SCAR.) SCAR. alla lunghezza di 33,4 mm

ALBERO A CAMME + TESTATA CILINDRO Unità: mm


ITEM STANDARD LIMITE
Altezza camma ASP. 35,38 – 35,43 35,10
SCAR. 33,98 – 34,03 33,70
Gioco olio perno di banco albero a ASP. e 0,032– 0,066 0,150
camme SCAR.
D.I. supporto di banco albero a ASP. e 24,012 – 24,025 —
camme SCAR.
D.E. perno di banco albero a ASP. e 23,959 – 23,980 —
camme SCAR.
Deformazione albero a camme ASP. e — 0,10
SCAR.
Spinotto catena albero a camme 15° spinotto —
(alla freccia “ 3” )
Deformazione testata cilindro — 0,10
INFORMAZIONI DI MANUTENZIONE 11-37

CILINDRO + PISTONE + SEGMENTI Unità: mm


ITEM STANDARD LIMITE
Pressione di compressione 1 500 – 1 900 kPa (15,0 – 19,0 kgf/cm2) 1 200 kPa
(12,0 kgf/cm2)
Differenza pressione di — 200 kPa
compressione (2,0 kgf/cm2 )
Gioco pistone-cilindro 0,045 – 0,055 0,120
Canna cilindro 75,500 – 75,515 75,585
Diametro pistone 75,450 – 75,465 75,380
Misurare a 15 mm dal bordo del mantello.
Deformazione cilindro — 0,10
Gioco segmento libero 1° R Circa 11,6 9,3
2° RN Circa 8,6 6,9
Gioco segmento montato 1° 0,20 – 0,30 0,50
2° 0,20 – 0,30 0,50
Gioco segmento-cava 1° — 0,180
2° — 0,150
Larghezza cava segmento 1° 1,01 – 1,03 —
2° 1,01 – 1,03 —
Raschiaolio 2,01 – 2,03 —
Spessore segmento 1° 0,97 – 0,99 —
2° 0,97 – 0,99 —
Foro spinotto pistone 16,002 – 16,008 16,030
D.E. spinotto 15,995 – 16,000 15,980

BIELLE + ALBERO MOTORE Unità: mm


ITEM STANDARD LIMITE
D.I. piede di biella 16,010 –16,018 16,040
Gioco laterale testa di biella 0,10 – 0,20 0,30
Larghezza testa di biella 19,950 – 20,000 —
Larghezza perno di biella 20,100 – 20,150 —
Gioco olio testa di biella 0,032 – 0,056 0,080
D.E. perno di biella 44,976 – 45,000 —
Gioco olio perno di banco 0,018 – 0,045 0,080
D.E. perno di banco 47,985 – 48,000 —
Spessore cuscinetto spinta albero 2,025 – 2,175 —
motore
Gioco assiale albero motore 0,10 – 0,15 —
Deformazione albero motore — 0,05

POMPA OLIO
ITEM STANDARD LIMITE
Pressione olio (a 60°C) Più di 350 kPa (3,5 kgf/cm2)
Meno di 550 kPa (5,5 kgf/cm2) —
a 3 000 g/min
11-38 INFORMAZIONI DI MANUTENZIONE

FRIZIONE Unità: mm
ITEM STANDARD LIMITE
Spessore disco conduttore 2,92 – 3,08 2,62
Larghezza dente disco conduttore 13,85 – 13,96 13,05
Spessore disco condotto N°2 2,42 – 2,58 2,27
Deformazione disco condotto N°1 — 0,10
Lunghezza libera molla frizione 13,9 13,2
Altezza rondella concava dischi — 3,1
frizione
Innesto frizione 1 500 – 2 100 g/min —
Bloccaggio frizione 3 200 – 3 800 g/min —
INIETTORE + POMPA CARBURANTE + REGOLATORE PRESSIONE
CARBURANTE
ITEM CARATTERISTICHE TECNICHE ANNOTAZIONI
Resistenza iniettore 11 – 13 Ω (a 20 °C) —
Mandata pompa carburante Oltre 0,9 L

Per 30 sec. a 300 kPa (3,0 kgf/cm2)
Pressione funzionamento
Circa 300 kPa (3,0 kgf/cm2) —
regolatore pressione carburante

SENSORI FI/CVT
ITEM CARATTERISTICHE TECNICHE ANNOTAZIONI
Resistenza sensore CMP 0,9 – 1,7 kΩ
Voltaggio di picco sensore CMP Più di 0,5 V (quando il motore gira) +: B/Y, -: Br
Resistenza sensore CKP 150 – 300 Ω
Voltaggio di picco sensore CKP Più di 2,0 V (quando il motore gira) +: Bl, -: G
Voltaggio in ingresso sensore IAP 4,5 – 5,5 V
Voltaggio in uscita sensore IAP Circa 2,6 V al minimo
Voltaggio in ingresso sensore TP 4,5 – 5,5 V
Resistenza sensore TP Aperto Circa 1,1 kΩ
Chiuso Circa 4,2 kΩ
Voltaggio in uscita sensore TP Aperto Circa 1,1 V
Chiuso Circa 4,3 V
Voltaggio in ingresso sensore ECT 4,5 – 5,5 V
Resistenza sensore ECT Circa 2,45 kΩ a 20 °C
Voltaggio in ingresso sensore IAT 4,5 – 5,5 V
Resistenza sensore IAT Circa 2,45 kΩ a 20 °C
Voltaggio in ingresso sensore AP 4,5 – 5,5 V
Voltaggio in uscita sensore AP Circa 3,6 V a 760 mm Hg (100 kPa)
Resistenza sensore TO 19,1 – 19,7 kΩ
Voltaggio in uscita sensore TO Normale Meno di 1,4 V
Appoggiata Meno di 3,7 V
Voltaggio iniettore Voltaggio batteria
Voltaggio di picco primario bobina #1 +: W/Bl,
Più di 80 V (quando il motore gira) -: Terra
#2 +: B/Y,
-: Terra
INFORMAZIONI DI MANUTENZIONE 11-39

ITEM CARATTERISTICHE TECNICHE ANNOTAZIONI


Resistenza sensore HO2 4 – 5 Ω (a 23 °C)
Voltaggio uscita sensore HO2 Minimo Meno di 0,4 V
3 000r g/min Più di 0,6 V
Resistenza valvola a solenoide 20 – 24 Ω (a 20 °C)
PAIR
Sensore posizione puleggia Compresso 1,9 – 2,3 kΩ
primaria CVT Esteso 0,2 – 1,0 kΩ
Voltaggio uscita sensore posizione 1°: Minimo Circa 3,3 V
puleggia primaria CVT 3°: 3 000 g/min Circa 1,3 V
5°: 3 000 g/min Circa 0,5 V
Resistenza sensore rivoluzione
400 – 600 Ω
puleggia secondaria CVT
Voltaggio di picco sensore
rivoluzione puleggia secondaria Oltre 5 V al regime minomo +: Y, -: W
CVT

ACCELERATOE
ITEM CARATTERISTICHE TECNICHE
N° ID 10GO
Alesaggio 32 mm
G/min minimo alto 1 300 – 1 600 g/min
G/min minimo 1 200 ± 100 g/min
Apertura vite sincronizzazione 1´ giri verso l’esterno
Resistenza valvola IAC Circa 4 Ω (a 20 – 24 °C)
Gioco cavo acceleratore 2,0 – 4,0 mm

TERMOSTATO + RADIATORE + VENTOLA + LIQUIDO REFRIGERANTE


ITEM STANDARD/DATI TECNICI LIMITE
Temperatura di apertura valvola
Circa 88 °C —
termostato
Sollevamento valvola termostato Oltre 8,0 mm a 100 °C —
Resistenza sensore temp. liquido 20 °C Circa 2,45 kΩ —
refrigerante 50 °C Circa 0,811 kΩ —
80 °C Circa 0,318 kΩ —
110 °C Circa 0,142 kΩ —
Pressione di sfogo valvola tappo 110 kPa (1,1 kgf/cm2) —
radiatore
Temperatura di funzionamento ON 93 – 103 °C —
interruttore termico ventola OFF 87 – 97 °C —
Tipo liquido refrigerante Utilizzare un liquido antigelo/refrigerante
compatibile con radiatori in alluminio miscelandolo —
solo con acqua distillata nel rapporto 50:50.
Liquido refrigerante inclusa riserva Serbatoio sul
Circa 250 ml —
retro
Lato motore Circa 1 050 ml —
11-40 INFORMAZIONI DI MANUTENZIONE

IMPIANTO ELETTRICO Unità: mm


ITEM STANDARD/CARATTERISTICHE TECNICHE ANNOTAZIONI
Ordine di accensione 1·2
Candela Tipo NGK: CR8E
DENSO: U24ESR-N
Dist. 0,7 – 0,8
elettrodi
Prestazioni scintilla Più di 8 a una atm.
Voltaggio di picco sensore CKP Più di 2,0 V +: Bl, -:G
Resistenza bobina accensione Avvolgiment 0,8 – 2,5 Ω
o primario
Avvolgiment 8 – 18 kΩ
o secondario
Voltaggio di picco primario bobina #1 +: W/Bl,
Più di 80 V -: Terra
#2 +: B/Y,
-: Terra
Resistenza bobina generatore Sensore 150 – 300 Ω G – BI
CKP
Carica 0,1 – 1,0 Ω Y–Y
Voltaggio generatore in assenza di
Più di 50 V a 5 000 g/min
carico (a freddo)
Uscita massima generatore Circa 500 W a 5 000 g/min
Voltaggio regolato 14,0 – 15,5 V a 5 000 g/min
Resistenza relè avviamento 3–6Ω
Batteria Tipo
FTX14-BS
designation
Capacità 12 V 43,2 kC (12 Ah)/10 HR
Fusibili HI 15 A
Faro
LO 15 A
Pompa del 10 A
carburante
Accensione 15 A
Indicatore di 15 A
direzione
Motorino 10 A
ventola
Principale 40 A
CVT 40 A
INFORMAZIONI DI MANUTENZIONE 11-41

WATTAGGIO Unità: W
STANDARD/CARATTERISTICHE TECNICHE
ITEM
E-02, 19 E-03, 24, 28, 33
Faro HI 60 + 55 60 × 2
LO 55 55 × 2
Luce di posizione 5×2
Luce freno/di coda 21/5 × 2 ←
Indicatore di direzione 21 ←
Luce targa 5 ←
Luce pannello strumenti 1,4 × 2 ←
Spia temperatura liquido
1,4 ←
refrigerante
Spia FI 1,4 ←
Luce indicatore pressione olio
1,4 × 2 ←
motore
Luce indicatore blocco freni 1,4 ←
Spia abbaglianti 1,4 ←
Spia indicatore di direzione 1,4 × 2 ←
Luce indicatore modo potenza 1,4 ←
Indicatore di guida 1,4 ←
Indicatore posizione cambio 1,4 × 5 ←
Luce bauletto 5 ←

FRENO + RUOTA Unità: mm


ITEM STANDARD LIMITE
Spessore disco freno Anteriore 4,5 ± 0,2 4,0
Posteriore 5,5 ± 0,2 5,0
Deformazione disco freno — 0,30
Cilindro pompa freno Anteriore 12,700 – 12,743 —
Posteriore 12,700 – 12,743 —
Diametro pistone pompa freno Anteriore 12,657 – 12,684 —
Posteriore 12,657 – 12,684 —
Foro cilindro pinza freno Anteriore 25,400 – 25,450 —
Posteriore 27,000 – 27,050 —
Diametro pistone pinza freno Anteriore 25,318 – 25,368 —
Posteriore 26,918 – 26,968 —
Tipo liquido freni DOT 4 —
Deformazione cerchione ruota Assiale — 2,0
Radiale — 2,0
Deformazione assale ruota Anteriore — 0,25
Posteriore — 0,25
Dimensioni cerchione ruota Anteriore 15 M/C × MT3,50 —
Posteriore 14 M/C × MT4,50 —
11-42 INFORMAZIONI DI MANUTENZIONE

SOSPENSIONI Unità: mm
ITEM STANDARD LIMITE
Corsa forcella 105 —
Lunghezza libera molla forcella — 341
Tipo olio forcella SUZUKI FORK OIL G-10 (#10) —
o equivalente
Capacità olio forcella 482 ml —
(Ciascun elemento)
Limite di servizio 129 —
Corsa ruota posteriore 100 —
Registro molla ammortizzazione
2a —
posteriore

PNEUMATICI
ITEM STANDARD LIMITE
Pressione di gonfiaggio a Anteriore 225 kPa —
freddo Solo (2,25 kgf/cm2)
pilota 250 kPa
Posteriore (2,50 kgf/cm2) —

Anteriore 225 kPa —


In (2,25 kgf/cm2)
coppia 280 kPa
Posteriore (2,80 kgf/cm2) —
Dimensioni pneumatico Anteriore 120/70R15M/C 56H —
Posteriore 160/60R14M/C 65H —
Tipo pneumatico Anteriore BRIDGESTONE TH01F —
Posteriore BRIDGESTONE TH01F —
Profondità battistrada Anteriore — 1,6 mm
(profondità raccomandata) Posteriore — 2,0 mm
INFORMAZIONI DI MANUTENZIONE 11-43

CARBURANTE + OLIO
ITEM CARATTERISTICHE TECNICHE ANNOTAZIONI
Tipo carburante Utilizzare solo benzina senza piombo con almeno
87 ottani alla pompa ( R +2 M ) oppure 91 ottani o un
numero maggiore secondo la classificazione del
metodo Research.
E-03, 28, 33
È consentito l’uso di benzina contenente MTBE
(Methyl Tertiary Butyl Ether), meno del 10 % di
etanolo o meno del 5 % di metanolo con cosolventi
ed anticorrosivi appropriati.
Utilizzare benzina da 91 ottani o più. Si raccomanda
Altri modelli
di utilizzare una benzina senza piombo.
Capacità serbatoio carburante Incluso
serbatoio di 15,0 L
riserva
Marchio
misuratore
livello Circa 3,0 L
carburante
che lampeggia
Marchio
misuratore
livello
Circa 1,5 L
carburante ed
LCD
che lampeggia
Tipo olio motore e trasmissione SAE 10W-40, API SF o SG
Capacità olio motore Cambio olio 2,6 L
Cambio filtro 2,9 L
Revisione 3,4 L
Capacità olio trasmissione Cambio olio 360 ml
Revisione 400 ml
Olio trasmissione finale Olio per ingranaggi ipoidi SAE #90 API grado GL-5
Olio trasmissione final Cambio olio 300 ml
Revisione 430 ml
INFORMAZIONI SUL CONTROLLO DELLE EMISSIONI 12-1

INFORMAZIONI SUL CONTROLLO DELLE EMISSIONI

INDICE
SISTEMI DI CONTROLLO DELLE EMISSIONI ...............................12- 2
SISTEMA DI INIEZIONE CARBURANTE ..................................12- 2
SISTEMA DI CONTEOLLO EMISSIONI NEL CARTER ............12- 3
SISTEMA DI CONTROLLO DEI GAS DI SCARICO (PAIR) .....12- 4
SISTEMA DI CONTROLLO DELLA RUMOROSITÀ .................12- 5
ISPEZIONE SISTEMA PAIR (ALIMENTAZIONE ARIA) ..................12- 6
TUBO FLESSIBILE ....................................................................12- 6
VALVOLA PAIR A LAMELLA ...................................................12- 6
VALVOLA A SOLENOIDE DI CONTROLLO PAIR ...................12- 6
PERCORSO TUBO SISTEMA PAIR (ALIMENTAZIONE ARIA) .....12- 8
ISPEZIONE SENSORE OSSIGENO RISCALDATO (HO2S) ...........12- 9

12
12-2 INFORMAZIONI SUL CONTROLLO DELLE EMISSIONI

SISTEMI DI CONTROLLO DELLE EMISSIONI


SISTEMA DI INIEZIONE CARBURANTE
Le motociclette AN650 sono equipaggiate di un sistema di iniezione del carburante con controllo del livello
di emissione.
Questo sistema di iniezione del carburante è progettato, costruito e tarato con tolleranze ridottissime per
soddisfare le leggi sulle emissioni in vigore.

CARBURANTE PRESSURIZZATO
Regolatore pressione

CARBURANTE RECUPERATO
CARBURANTE PRIMA DELLA
PRESSURIZZAZIONE
carburante

Filtro retino carburante


(per basse pressioni)

Tubazione mandata
carburante
Tubo flessibile alimentazione

Corpo acceleratore
carburante
carburante
Pompa
(per alte pressioni)
Filtro carburante

Iniettore carburante
INFORMAZIONI SUL CONTROLLO DELLE EMISSIONI 12-3

SISTEMA DI CONTEOLLO EMISSIONI NEL CARTER


Il motore possiede un sistema PCV. Il gas emesso nel motore viene costantemente tratto nel carter, dove
viene riportato nella camera di scoppio attraverso la tubazione di sfiato del sistema PCV, il filtro dell’aria e il
corpo dell’acceleratore.

MISCELA CARBURANTE/ARIA

GAS ESPULSO
ARIA FRESCA
Tubo flessibile PCV
Tubo flessibile PAIR
12-4 INFORMAZIONI SUL CONTROLLO DELLE EMISSIONI

SISTEMA DI CONTROLLO DEI GAS DI SCARICO (PAIR)


Il sistema di controllo dei gas di scarico si compone del sistema PAIR e di un sistema CATALITICO A TRE
VIE. L’aria fresca viene attratta nella luce di scarico dalla valvola a solenoide PAIR e la valvola a lamelle
PAIR. La valvola a solenoide viene azionata dall’ECM ed il flusso dell’aria fresca viene controllato dai
sensori TPS, ACTS, IATS, IAPSS e CKPS.

Catalizzatore a tre vie


ECM

Sensore HO2
Valvola a solenoide di

ARIA FRESCA
Valvola a lamelle PAIR

GAS DI SCARICO

MISCELA CARBURANTE/ARIA
controllo PAIR
INFORMAZIONI SUL CONTROLLO DELLE EMISSIONI 12-5

SISTEMA DI CONTROLLO DELLA RUMOROSITÀ


LA MODIFICA DEL SISTEMA DI CONTROLLO DELLA RUMOROSITÀ È PROIBITA: Le leggi in vigore
proibiscono quanto segue:
1. La rimozione o disattivazione da parte di chiunque, per scopi che non siano di manutenzione, riparazione
o sostituzione, di qualsiasi dispositivo o elemento di design incorporato in un veicolo per il controllo della
sua rumorosità prima della sua vendita o consegna all’utente o mentre è in uso, oppure
2. L’uso del veicolo dopo che il detto dispositivo o elemento di design incorporato in un veicolo per il
controllo della sua rumorosità è stato rimosso o reso inoperativo da chiunque.

SEGUENTI SONO FRA GLI ATTI CONSIDERATI COME MANOMISSIONE:


• Rimozione o foratura della marmitta, delle schermature acustiche, dei collettori, dei parascintille (se
posseduti) o qualsiasi altro componente del sistema di scarico.
• Rimozione o foratura della scatola del filtro dell’aria, della sua copertura, dei collettori o di qualsiasi altro
condotto dell’aria.
• Sostituzione del sistema di scarico o della marmitta con un sistema o una marmitta non contrassegnata
con lo stesso numero di modello di quello contenuto nell’adesivo del sistema di controllo delle emissioni
del motociclo.
12-6 INFORMAZIONI SUL CONTROLLO DELLE EMISSIONI

ISPEZIONE SISTEMA PAIR (ALIMENTAZIONE ARIA)


TUBO FLESSIBILE
• Rimuovere la scatola anteriore. (!9-18)
• Controllare se il tubo flessibile è usurato o danneggiato.
• Controllare se il tubo flessibile è ben collegato.

VALVOLA PAIR A LAMELLA


• Rimuovere la scatola del filtro dell’aria. (!7-16)
• Rimuovere la copertura della valvola a lamelle PAIR.

• Controllare se vi sono depositi carboniosi sulla valvola a


lamella.
• Se sulla valvola a lamella vi fossero dei depositi carboniosi,
sostituire la valvola a lamelle PAIR con una nuova.
• L’installazione viene eseguita nell’ordine inverso a quello di
rimozione.

VALVOLA A SOLENOIDE DI CONTROLLO


PAIR
• Scollegare l’accoppiatore del filo della valvola a solenoide di
controllo PAIR.
• Scollegare il tubo flessibile PAIR.
• Rimuovere la valvola a solenoide di controllo PAIR.

• Controllare che l’aria scorra dalla luce di ingresso dell’aria a


quella di uscita.
• Se non esce, sostituire la valvola a solenoide di controllo
PAIR con un’altra nuova. Flusso aria

Flusso aria
INFORMAZIONI SUL CONTROLLO DELLE EMISSIONI 12-7

• Collegare una batteria a 12 V ai terminali della valvola a


solenoide di controllo PAIR e controllare il flusso di aria.
• Se l’aria non scorre, la valvola a solenoide è normale.
Batteria

• Controllare la resistenza fra i terminali della valvola a


solenoide di controllo PAIR.
" Resistenza: 20 – 24 Ω (a 20 °C)
# 09900-25008: Set multitester

$ Indicazione manopola tester: Resistenza (Ω
Ω)
Se la resistenza non fosse in specifica, sostituire la valvola a
solenoide di controllo PAIR con un’altra nuova.

• L’installazione viene eseguita nell’ordine inverso a quello di


rimozione.
• Collegare bene l’accoppiatore della valvola a solenoide di
controllo PAIR.
12-8 INFORMAZIONI SUL CONTROLLO DELLE EMISSIONI

PERCORSO TUBO SISTEMA PAIR (ALIMENTAZIONE ARIA)

10 N.m (1,0 kgf-m)

Valvola a solenoide di
controllo PAIR

3 – 5 mm

Valvola a lamelle PAIR

Valvola a
solenoide di
controllo PAIR
INFORMAZIONI SUL CONTROLLO DELLE EMISSIONI 12-9

ISPEZIONE SENSORE OSSIGENO RISCALDATO (HO2S)


• Rimuovere la pedana. (!9-18)
• Scollegare l’accoppiatore del filo del sensore HO2.
• Rimuovere l’unità del sensore HO2.

Non togliere il sensore HO2 mentre è caldo.

Proteggere il sensore da urti eccessivi.


Non usare una chiave ad impatto per toglierlo o
installarlo.
Non torcere o danneggiare il filo del sensore.

• Controllare il sensore HO2 ed i suoi circuiti facendo


riferimento al diagramma di flusso dei codici di errore (C44).
• Scollegare l’accoppiatore del sensore HO2.
• Controllare la resistenza fra i terminali (bianco – bianco) del
sensore HO2.
" Resistenza: 4 – 5 Ω (a 23 °C)
# 09900-25008: Set multitester
$ Indicazione manopola tester: Resistenza (Ω
Ω)

Se la resistenza non è corretta, sostituire il sensore HO2 con un


altro nuovo.
NOTA:
* La temperatura del sensore influenza grandemente la sua
resistenza. Ω
* Controllare quindi che il riscaldatore del sensore sia alla
temperatura corretta.
• Collegare bene l’accoppiatore del sensore HO2.

• L’installazione viene eseguita nell’ordine inverso a quello di


rimozione.

Non applicare olio o altri materiali al foro del sensore


dell’aria.

• Stringere l’unità del sensore alla coppia prescritta.


% SENSORE HO2: 47,5 N·m (4,75 kgf-m)
• Stendere il filo del sensore HO2 nel telaio del mezzo.
• Collegare l’accoppiatore del sensore HO2.
AN650K4 (MODELLO ’04) 13-1

AN650K4 (MODELLO ’04)

Questo capitolo contiene i dati tecnici di assistenza, i dati di assistenza e le procedure di assis-
tenza che differiscono da quelli della AN650K3 (MODELLO ’03).

NOTA:
* Qualsiasi differenza in dati tecnici fra le AN650K3 (MODELLO ’03) e le AN650K4 (MODELLO
’04) viene indicata chiaramente con un asterisco (*).
* Per dettagli non dati in questo capitolo, consultare i capitoli da 1 a 12.

INDICE
SPECIFICHE ................................................................................................. 13- 2
DATI TECNICI .............................................................................................. 13- 4
SCHEMA PER LA MANUTENZIONE PERIODICA ..................................... 13-12
INSTALLAZIONE DELLA RUOTA DENTATA DELLA CATENA DI
DISTRIBUZIONE/INNESTO DEL MOTORINO DI AVVIAMENTO ............... 13-13
POSA DEL CAVO DELL’ACCELERATORE/
CAVO DI BLOCCO DEL FRENO ................................................................. 13-14
MESSA IN POSA DEL CAVO DI BLOCCO DEL SELLINO ........................ 13-15
INSTALLAZIONE DELLA COPERTURA LATERALE DELLA GAMBA
SINISTRA/COPERTURA INFERIORE ......................................................... 13-17
INSTALLAZIONE DELLO SCHIENALE DEL SELLINO DEL
PASSEGGERO ............................................................................................. 13-18

13
13-2 AN650K4 (MODELLO ’04)

SPECIFICHE
DIMENSIONI E PESO A SECCO
Lunghezza totale................................................................................. 2 260 mm
Larghezza totale ................................................................................. 810 mm
Altezza totale ......................................................................................* 1 435 mm
Interasse ............................................................................................. 1 595 mm
Altezza da terra ...................................................................................* 130 mm
Altezza sellino ..................................................................................... 750 mm
Peso a secco....................................................................................... 238 kg
MOTORE
Tipo ..................................................................................................... 4 tempi, raffreddato ad acqua, DOHC
Numero cilindri .................................................................................... 2
Alesaggio ............................................................................................ 75,5 mm
Corsa .................................................................................................. 71,3 mm
Cilindrata ............................................................................................. 638 cm3
Rapporto di compressione .................................................................. 11,2 : 1
Carburazione....................................................................................... A iniezione
Filtro aria ............................................................................................. Elemento in tessuto non tessuto
Sistema di avviamento ........................................................................ Elettrico
Sistema di lubrificazione ..................................................................... Con olio in coppa
Minimo ................................................................................................ 1 200 ± 100 g/min
SISTEMA DI TRAZIONE
Frizione ............................................................................................... Multidisco a bagno d’olio, automatica, centrifuga
Rapporto riduzione primaria ............................................................... 1,333 (88/66)
Tipo di cambio..................................................................................... Automatico e manuale
Cambio automatico ............................................................................. Variabile (1,8 – 0,465)
Rapporto riduzione finale .................................................................... 1,580 (32/31 × 31/32 × 34/31 × 49/34)
Trazione............................................................................................... Ad ingranaggi
TELAIO
Sospensioni anteriori .......................................................................... Invertite telescopiche, a molla, ammortizzazione ad olio
Sospensioni posteriori......................................................................... A forcellone oscillante, a molla, ammortizzazione ad olio
Corsa forcella ......................................................................................* 110 mm
Corsa ruota posteriore ........................................................................ 100 mm
Inclinazione cannotto ..........................................................................* 26° 10’
Avancorsa ...........................................................................................* 106 mm
Angolo di sterzata ............................................................................... 41° (destra e sinistra)
Raggio di sterzata ............................................................................... 2,7 m
Freno anteriore.................................................................................... Freno a disco, doppio
Freno posteriore.................................................................................. Freno a disco
Pneumatico anteriore.......................................................................... 120/70R 15M/C 56H, senza camera d’aria
Pneumatico posteriore ........................................................................ 160/60 R14M/C 65H, senza camera d’aria
IMPIANTO ELETTRICO
Accensione ......................................................................................... Accensione elettronica (A transistor)
Anticipo di accensione ........................................................................ 10° B.T.D.C. a 1 200 g/min
Candele............................................................................................... NGK CR8E o DENSO U24ESR-N
Batteria................................................................................................ 12 V 43,2 kC (12 Ah)/10 HR
Generatore .......................................................................................... Generatore trifase a c.a.
Fusibile principale ............................................................................... 40 A
Fusibile CVT ....................................................................................... 40 A
Fusibili ................................................................................................. 15/15/15/15/10/10/10 A .......................... E-02, 19
............................................................................................................ 15/15/15/15/15/10/10 A .......................... E-03, 24, 28, 33
Faro ..................................................................................................... 12 V 60 + 55/55 + 55 (H4 + H7) ............. E-02, 19
............................................................................................................ 12 V 60/55 × (H4 × 2) ............................. E-03, 24, 28, 33
Luce posizione/parcheggio ................................................................. 12 V 5 W × 2........................................... E-02, 19
Luce del freno/di coda......................................................................... 12 V 21/5 W × 2
Luce targa ........................................................................................... 12 V 5 W
Luce bagagliaio ................................................................................... 12 V 5 W
Indicatori di direzione .......................................................................... 12 V 21 W × 4
Luce pannello strumenti ...................................................................... 12 V 1,4 W × 2
Luce misuratore fluido raffreddamento motore ................................... 12 V 1,4 W
Luce di avvertenza iniezione carburante............................................. 12 V 1,4 W
Indicatore pressione olio ..................................................................... 12 V 1,4 W
Indicatore di blocco dei freni ............................................................... 12 V 1,4 W
Indicatore modalità abbaglianti ........................................................... 12 V 1,4 W
Luce indicatore di svolta ..................................................................... 12 V 1,4 W × 2
Indicatore modalità potenza ................................................................ 12 V 1,4 W
Indicatore modalità di guida ................................................................ 12 V 1,4 W
Indicatore posizione cambio ............................................................... 12 V 1,4 W × 5
AN650K4 (MODELLO ’04) 13-3

RIFORNIMENTI
Serbatoio carburante, compresa riserva ............................................ 15,0 L
Olio motore, cambio olio.................................................................... 2 600 ml
con cambio del filtro ...................................................... 2 900 ml
revisione........................................................................ 3 400 ml
Olio cambio, cambio olio .................................................................... 360 ml
revisione ........................................................................ 400 ml
Olio ingranaggio finale, cambio olio.................................................... 300 ml
revisione........................................................ 430 ml
Fluido raffreddamento ........................................................................ 1,3 L
13-4 AN650K4 (MODELLO ’04)

DATI TECNICI
VALVOLA + GUIDA Unità: mm
VOCE STANDARD LIMITE
Diam. valvola ASP. 29,5 —
SCAR. 25,0 —
Gioco punterie (a freddo) ASP. 0,10 – 0,20 —
SCAR. 0,20 – 0,30 —
Gioco guida-stelo valvola ASP. 0,010 – 0,040 —
SCAR. 0,030 – 0,060 —
D.I. guida valvola ASP. e 4,500 – 4,515 —
SCAR.
D.E. stelo valvola ASP. 4,475 – 4,490 —
SCAR. 4,455 – 4,470 —
Distorsione stelo valvola ASP. e — 0,35
SCAR.
Scentratura stelo valvola ASP. e — 0,05
SCAR.
Spessore testa valvola ASP. e — 0,5
SCAR.
Larghezza contatto valvola ASP. e 0,9 – 1,1 —
SCAR.
Eccentricità testa valvola ASP. e — 0,03
SCAR.
Lunghezza libera molla valvola ASP. e — 40,6
(ASP. e SCAR.) SCAR.
Tensione molla valvola ASP. e 136 – 156 N (13,6 – 15,6 kgf) —
(ASP. e SCAR.) SCAR. alla lunghezza di 33,4 mm

ALBERO A CAMME + TESTATA CILINDRO Unità: mm


VOCE STANDARD LIMITE
Altezza camma ASP. 35,38 – 35,43 35,10
SCAR. 33,98 – 34,03 33,70
Gioco olio perno di banco albero a ASP. e 0,032 – 0,066 0,150
camme SCAR.
D.I. supporto di banco albero a ASP. e 24,012 – 24,025 —
camme SCAR.
D.E. perno di banco albero a ASP. e 23,959 – 24,000 —
camme SCAR.
Deformazione albero a camme ASP. e — 0,10
SCAR.
Spinotto catena albero a camme 15° spinotto —
(alla freccia “3”)
Deformazione testata cilindro — 0,10
AN650K4 (MODELLO ’04) 13-5

CILINDRO + PISTONE + SEGMENTI Unità: mm


VOCE STANDARD LIMITE
Pressione di compressione 1 500 – 1 900 kPa (15,0 –19,0 kgf/cm2) 1 200 kPa
(12 kgf/cm2 )
Differenza pressione di compres- — 200 kPa
sione (2,0 kgf/cm2)
Gioco pistone-cilindro 0,045 – 0,055 0,120
Canna cilindro 75,500 – 75,515 75,585
Diametro pistone 75,450 – 75,465 75,380
Misurare 15 mm dal fondo del mantello.
Deformazione cilindro — 0,10
Gioco segmento libero 1° R Circa 11,6 9,3
2° RN Circa 8,6 6,9
Gioco segmento montato 1° 0,20 – 0,30 0,50
2° 0,20 – 0,30 0,50
Gioco segmento-cava 1° — 0,180
2° — 0,150
Larghezza cava segmento 1° 1,01 – 1,03 —
2° 1,01 – 1,03 —
Raschiaolio 2,01 – 2,03 —
Spessore segmento 1° 0,97 – 0,99 —
2° 0,97 – 0,99 —
Foro spinotto pistone 16,002 – 16,008 16,030
D.E. spinotto 15,995 – 16,000 15,980

BIELLE + ALBERO MOTORE Unità: mm


VOCE STANDARD LIMITE
D.I. piede di biella 16,010 – 16,018 16,040
Gioco laterale testa di biella 0,10 – 0,20 0,30
Larghezza testa di biella 19,950 – 20,000 —
Larghezza perno di biella 20,100 – 20,150 —
Gioco olio testa di biella 0,032 – 0,056 0,080
D.E. perno di biella 44,976 – 45,000 —
Gioco olio perno di banco 0,018 – 0,045 0,080
D.E. perno di banco 47,985 – 48,000 —
Spessore cuscinetto spinta albero 2,025 – 2,175 —
motore
Gioco assiale albero motore 0,10 – 0,15 —
Deformazione albero motore — 0,05

POMPA OLIO
VOCE STANDARD LIMITE
Pressione olio (a 60° C) Oltre 350 kPa (3,5 kgf/cm2)
Meno di 550 kPa (5,5 kgf/cm2) —
a 3 000 g/min
13-6 AN650K4 (MODELLO ’04)

FRIZIONE Unità: mm
VOCE STANDARD LIMITE
Spessore disco conduttore 2,92 – 3,08 2,62
Larghezza dente disco conduttore 13,85 – 13,96 13,05
Spessore disco condotto N° 2 2,42 – 2,58 2,27
Deformazione disco condotto — 0,10
Lunghezza libera molla frizione 13,9 13,2
Altezza rondella concava disco fri- — 3,1
zione
Innesto frizione 1 500 – 2 100 g/min —
Bloccaggio frizione 3 200 – 3 800 g/min —

INIETTORE + POMPA CARBURANTE + REGOLATORE PRESSIONE


CARBURANTE
VOCE CARATTERISTICHE TECNICHE ANNOTAZIONI
Resistenza iniettore 11 – 13 Ω a 20 °C —
Mandata pompa carburante Oltre 0,9 L per 30 sec, a 300 kPa (3,0 kgf/cm 2) —
Pressione funzionamento regola- Circa 300 kPa (3,0 kgf/cm2) —
tore pressione carburante

SENSORI FI/CVT
VOCE CARATTERISTICHE TECNICHE ANNOTAZIONI
Resistenza sensore CMP 0,9 – 1,7 kΩ
Voltaggio di picco sensore CMP Più di 0,5 V (Quando il motore gira) +: B/Y, -: Br
Resistenza sensore CKP 150 – 300 Ω
Voltaggio di picco sensore CKP Più di 2,0 V (Quando il motore gira) +: Bl, -: G
Voltaggio in ingresso sensore IAP 4,5 – 5,5 V
Voltaggio in uscita sensore IAP Circa 2,6 V al minimo
Voltaggio in ingresso sensore TP 4,5 – 5,5 V
Resistenza sensore TP Chiuso Circa 1,1 kΩ
Aperto Circa 4,2 kΩ
Voltaggio in uscita sensore TP Chiuso Circa 1,1 V
Aperto Circa 4,3 V
Voltaggio in ingresso sensore ECT 4,5 – 5,5 V
Resistenza sensore ECT Circa 2,45 kΩ a 20 °C
Voltaggio in ingresso sensore IAT 4,5 – 5,5 V
Resistenza sensore IAT Circa 2,45 kΩ a 20 °C
Voltaggio in ingresso sensore AP 4,5 – 5,5 V
Voltaggio in uscita sensore AP Circa 3,6 V a 760 mmHg (100 kPa)
Resistenza sensore TO 19,1 – 19,7 kΩ
Voltaggio in uscita sensore TO Normale Meno di 1,4 V
Appoggiata Meno di 3,7 V
Voltaggio iniettore Voltaggio batteria
Voltaggio di picco primario bobina #1 +: W/Bl,
Più di 80 V (quando il motore gira) -: Massa
#2 +: B/Y,
-: Massa
AN650K4 (MODELLO ’04) 13-7

VOCE CARATTERISTICHE TECNICHE ANNOTAZIONI


Resistenza sensore HO2 4 – 5 Ω a 23 °C
Voltaggio uscita sensore HO2 Regime minimo Meno di 0,4 V
3 000 g/min Più di 0,6 V
Resistenza valvola a solenoide 20 – 24 Ω a 20 °C
PAIR
Sensore posizione puleggia prima- Compresso 1,9 – 2,3 kΩ
ria CVT Esteso 0,2 – 1,0 kΩ
Voltaggio uscita sensore posizione 1°: Regime Circa 3,3 V
puleggia primaria CVT minimo
3°: 3 000 g/min Circa 1,3 V
5°: 3 000 g/min Circa 0,5 V
Resistenza sensore rivoluzione 400 – 600 Ω
puleggia secondaria CVT
Voltaggio di picco sensore rivolu- Oltre 5 V al minimo +: Y, -: W
zione puleggia secondaria CVT

ACCELERATORE
VOCE CARATTERISTICHE TECNICHE
N° ID 10G0
Alesaggio 32 mm
G/min minimo alto 1 300 – 1 600 g/min
G/min minimo 1 200 ± 100 g/min
Apertura vite sincronizzazione 1-1/2 giri verso l’esterno
Resistenza valvola IAC Circa 4 Ω a 20 – 24 °C
Gioco cavo acceleratore 2,0 – 4,0 mm

TERMOSTATO + RADIATORE + VENTOLA + LIQUIDO REFRIGERANTE


VOCE STANDARD/DATI TECNICI LIMITE
Temperatura di apertura valvola
Circa 88 °C —
termostato
Sollevamento valvola termostato Più di 8,0 mm a 100 °C —
Resistenza sensore temp. liquido 20 °C Circa 2,45 kΩ —
refrigerante 50 °C Circa 0,811 kΩ —
80 °C Circa 0,318 kΩ —
110 °C Circa 0,142 kΩ —
Pressione di sfogo valvola tappo 110 kPa (1,1 kgf/cm²) —
radiatore
Temperatura di funzionamento ON 93 – 103 °C —
interruttore termico ventola OFF 87 – 97 °C —
Tipo liquido refrigerante Utilizzare un liquido antigelo/refrigerante compati-
bile con radiatori in alluminio miscelandolo solo —
con acqua distillata nel rapporto 50:50.
Liquido refrigerante inclusa riserva Serbatoio Circa 250 ml —
sul retro
Lato motore Circa 1 050 ml —
13-8 AN650K4 (MODELLO ’04)

IMPIANTO ELETTRICO Unità: mm


VOCE STANDARD/CARATTERISTICHE TECNICHE ANNOTAZIONI
Ordine di accensione 1·2
Candela Tipo NGK: CR8E
DENSO: U24ESR-N
Dist. elet- 0,7 – 0,8
trodi
Prestazioni scintilla Più di 8,0 a 1 atm.
Voltaggio di picco sensore CKP Più di 2,0 V +: Bl, -:G
Resistenza bobina accensione Avvolgi-
mento pri- 0,8 – 2,5 Ω
mario
Avvolgi-
mento 8 – 18 kΩ
secondario
Voltaggio di picco primario bobina #1 +: W/Bl,
Più di 80 V -: Massa
#2 +: B/Y,
-: Massa
Resistenza bobina generatore Sensore 150 – 300 Ω G – BI
CKP
Carica 0,1 – 1,0 Ω Y–Y
Voltaggio generatore in assenza di Più di 50 V a 5 000 g/min
carico (a freddo)
Uscita massima generatore Circa 500 W a 5 000 g/min
Voltaggio regolato 14,0 – 15,5 V a 5 000 g/min
Resistenza relè avviamento 3–6Ω
Batteria Denomina- FTX14-BS
zione
Capacità 12 V 43,2 kC (12 Ah)/10 HR
Dimensioni fusibili LO 15 A............. E-03, 24, 28, 33
Faro 10 A............. E-02, 19
HI 15 A
Pompa del 10 A
carburante
Accensione 15 A
Indicatore di 15 A
direzione
Motorino 15 A
ventola
Principale 40 A
CVT 40 A
Alimenta- 10 A
zione
AN650K4 (MODELLO ’04) 13-9

WATTAGGIO Unità: W
STANDARD/CARATTERISTICHE TECNICHE
VOCE
E-02, 19 E-03, 24, 28, 33
Faro HI 60 + 55 60 × 2
LO 55 55 × 2
Luce di parcheggio/di posizione 5×2
Luce freno/Di coda 21/5 × 2 ←
Indicatore di direzione 21 × 4 ←
Luce targa 5 ←
Luce pannello strumenti 1,4 × 2 ←
Spia temperatura liquido refrige-
1,4 ←
rante
Spia FI 1,4 ←
Luce indicatore pressione olio
1,4 ←
motore
Luce indicatore blocco freni 1,4 ←
Spia abbaglianti 1,4 ←
Spia indicatore di direzione 1,4 × 2 ←
Luce indicatore modo potenza 1,4 ←
Indicatore di guida 1,4 ←
Indicatore posizione cambio 1,4 × 5 ←
Luce bauletto 5 ←

FRENO + RUOTA Unità: mm


VOCE STANDARD LIMITE
Spessore disco freno Anteriore 4,5 ± 0,2 4,0
Posteriore 5,5 ± 0,2 5,0
Deformazione disco freno — 0,30
Cilindro pompa freno Anteriore 12,700 – 12,743 —
Posteriore 12,700 – 12,743 —
Diametro pistone pompa freno Anteriore 12,657 – 12,684 —
Posteriore 12,657 – 12,684 —
Foro cilindro pinza freno Anteriore 25,400 – 25,450 —
Posteriore 27,000 – 27,050 —
Diametro pistone pinza freno Anteriore 25,318 – 25,368 —
Posteriore 26,918 – 26,968 —
Tipo liquido freni DOT 4 —
Deformazione cerchione ruota Assiale — 2,0
Radiale — 2,0
Deformazione assale ruota Anteriore — 0,25
Posteriore — 0,25
Dimensioni cerchione ruota Anteriore 15 M/C × MT3,50 —
Posteriore 14 M/C × MT4,50 —
13-10 AN650K4 (MODELLO ’04)

SOSPENSIONI Unità: mm
VOCE STANDARD LIMITE
Corsa forcella * 110 —
Lunghezza libera molla forcella — 341
Tipo olio forcella Utilizzare olio per forcelle SUZUKI FORK OLIO #10 —
o un equivalente.
Capacità olio forcella * 458 ml —
(Ciascun elemento)
Livello olio forcella anteriore * 151 —
Corsa ruota posteriore 100 —
Registro molla ammortizzazione 2° —
posteriore

PNEUMATICI
VOCE STANDARD LIMITE
Pressione di gonfiaggio a Solo Anteriore 225 kPa (2,25 kgf/cm2) —
freddo pilota Posteriore 250 kPa (2,50 kgf/cm2) —
In cop- Anteriore 225 kPa (2,25 kgf/cm2) —
pia Posteriore 280 kPa (2,80 kgf/cm2) —
Dimensioni pneumatico Anteriore 120/70R 15M/C 56H —
Posteriore 160/60R 14M/C 65H —
Tipo pneumatico Anteriore BRIDGESTONE TH01F —
Posteriore BRIDGESTONE TH01R —
Profondità battistrada Anteriore — 1,6 mm
(Profondità raccomandata) Posteriore — 2,0 mm
AN650K4 (MODELLO ’04) 13-11

CARBURANTE + OLIO
VOCE CARATTERISTICHE TECNICHE ANNOTAZIONI
Tipo carburante Utilizzare solo benzina senza piombo con almeno
87 ottani alla pompa (R/2 + M/2) oppure 91 ottani o
un numero maggiore secondo la classificazione del
metodo Research.
E-03, 28, 33
È consentito l’uso di benzina contenente MTBE
(Methyl Tertiary Butyl Ether), meno del 10% di
etanolo o meno del 5% di metanolo con cosolventi
ed anticorrosivi appropriati.
Utilizzare benzina da 91 ottani o più. Si racco-
Altri modelli
manda di utilizzare una benzina senza piombo.
Capacità serbatoio carburante Incluso serbatoio di 15,0 L
riserva
Marchio misuratore Circa 3,0 L
livello carburante
Marchio misuratore
livello carburante Circa 1,5 L
ed LCD che lam-
peggiano
Tipo olio motore e trasmissione SAE 10W-40, API SF o SG
Capacità olio motore Cambio olio 2,6 L
Cambio filtro 2,9 L
Revisione 3,4 L
Capacità olio trasmissione Cambio olio 360 ml
Revisione 400 ml
Olio trasmissione finale Olio per ingranaggi ipoidi SAE #90 API grado GL-5
Olio trasmissione finale Cambio olio 300 ml
Revisione 430 ml
13-12 AN650K4 (MODELLO ’04)

SCHEMA PER LA MANUTENZIONE PERIODICA


Intervallo km 1 000 6 000 12 000 18 000 24 000
Voce mesi 2 12 24 36 48
Filtro aria — I I R I
Bulloni tubo scarico e bulloni marmitta T — T — T
Gioco punterie — — — — I
Candele — I R I R
— I I I I
Tubazioni carburante
Sostituire ogni 4 anni.
Olio motore R R R R R
Filtro olio motore R — — R —
Olio trasmissione R I R I R
Olio trasmissione finale R — R — R
Filtro CVT — — I — I
Regime minimo I I I I I
Gioco cavo acceleratore I I I I I
I
Sincronizzazione valvola a farfalla — I — I
Solo E-33
Sistema controllo emissioni evaporative — — I — I
Solo modello E-33 (per la California) Sostituire il tubo dei vapori ogni 4 anni.
Sistema PAIR (aerazione) — — I — I
Liquido refrigerante Sostituire ogni 2 anni.
Tubazione radiatore — I I I I
Freni I I I I I
— I I I I
Tubo flessibile freno
Sostituire ogni 4 anni.
— I I I I
Fluido freni
Sostituire ogni 2 anni.
Pneumatici — I I I I
Sterzo I — I — I
Forcella anteriore — — I — I
Sospensioni posteriori — — I — I
Bulloni e dadi telaio T T T T T
NOTA:
I = Ispezione e regolazione, pulizia, lubrificazione o sostituzione in base alle esigenze
R = Sostituire
T = Serrare
AN650K4 (MODELLO ’04) 13-13

INSTALLAZIONE DELLA RUOTA DENTATA DELLA CATENA DI


DISTRIBUZIONE/INNESTO DEL MOTORINO DI AVVIAMENTO

NOTA: Albero motore


Allineare le scanalature fra denti
larghe.

Ruota dentata della catena


di distribuzione

Innesto motorino
di avviamento
13-14 AN650K4 (MODELLO ’04)

POSA DEL CAVO DELL’ACCELERATORE/CAVO DI BLOCCO DEL


FRENO

Interruttore sul
manubrio (D)
Tubo flessibile
Cavo dell’acceleratore (di tiraggio)
freno anteriore
Cavo dell’acceleratore (di ritorno)

Tubo flessibile
freno posteriore

Interruttore
sul manubrio (S)
Cavo dell’acceleratore Cavo dell’acceleratore
(di tiraggio) (di ritorno)
Guida del cavo
Tubo flessibile Cavo dell’acceleratore
del freno (di ritorno)
Cavo dell’
acceleratore
(di tiraggio)

Fascio fili
Fascio fili

Manopola di blocco
Coperchio dei freni

Tubo flessibile del


freno posteriore 0 mm

Morsetto

Morsetto
Morsetto

Morsetto
Far passare il cavo di blocco
del freno posteriore fra il telaio Morsetto
ed il motore.
AN650K4 (MODELLO ’04) 13-15

MESSA IN POSA DEL CAVO DI BLOCCO DEL SELLINO

Morsetto

Morsetto
Morsetto

Morsetto
Solo per la E-33
13-16 AN650K4 (MODELLO ’04)

Morsetto

Tubo flessibile
di spurgo
Morsetto Morsetto

Morsetto

Valvola TPC

Tubo flessibile
di troppopieno
AN650K4 (MODELLO ’04) 13-17

INSTALLAZIONE DELLA COPERTURA LATERALE DELLA GAMBA


SINISTRA/COPERTURA INFERIORE

Copertura laterale gamba sinistra

Davanti

Davanti
Copertura inferiore
13-18 AN650K4 (MODELLO ’04)

INSTALLAZIONE DELLO SCHIENALE DEL SELLINO DEL


PASSEGGERO

Schienale del sellino

Cuscini (2 pz.)

Dadi (4 pz.)

Viti
(4 pz.)

Bulloni
(3 pz.)

Fermagli (2 pz.)

Alla staffa della rotaia del sellino


AN650AK4 (MODELLO ’04) 14-1

AN650AK4 (MODELLO ’04)

Questo capitolo descrive i dati, le specifiche, il sistema ABS e le procedure di servizio che diffe-
riscono da quelle della AN650K4 (modello ’04).

NOTA:
* Qualsiasi differenza tra le specifiche ed i dati di servizio della AN650K4 (modello ’04) e la
AN650AK4 (modello ’04) viene indicata da un asterisco (*).
* Per dettagli non dati in questo capitolo, consultare i capitoli da 1 a 13.

INDICE
SPECIFICHE.................................................................................................. 14- 3
INTRODUZIONE ............................................................................................ 14- 5
ABS (Anti-lock Brake System, o sistema
antiblocco dei freni)............................................................................ 14- 5
PRINCIPI BASE DELL’UNITÀ ABS .................................................... 14- 5
SENSORI DELLA VELOCITÀ DELLE DUE RUOTE........................... 14- 8
UNITÀ DI CONTROLLO ABS .............................................................. 14- 8
UNITÀ IDRAULICA (UI) ....................................................................... 14-10
VALVOLE ELETTROMAGNETICHE DELL’UNITÀ IDRAULICA
(INGRESSO/USCITA) .......................................................................... 14-11
CIRCUITO DEL FLUIDO DEI FRENI PRESSURIZZATO .................... 14-11
FUNZIONE DI SICUREZZA ................................................................. 14-14
FUNZIONE DI AUTODIAGNOSI E INDICATORE DI
ALLARME ABS .................................................................................... 14-14
AVVERTENZE PER LA MANUTENZIONE ................................................... 14-15
CABLAGGI DEL SISTEMA ABS ......................................................... 14-15
FUSIBILI ............................................................................................... 14-15 14
BATTERIA ............................................................................................ 14-15
UNITÀ DI CONTROLLO ABS/UI ......................................................... 14-16
TUBI FLESSIBILI DEI FRENI .............................................................. 14-16
FUNZIONE DI AUTODIAGNOSI .......................................................... 14-17
ATTIVAZIONE DEL SISTEMA ABS .................................................... 14-17
TESTER ................................................................................................ 14-17
COMPONENTI DEL SISTEMA ABS ............................................................. 14-18
COMPONENTI DEL SISTEMA ABS .................................................... 14-18
DIAGRAMMA DI COLLEGAMENTO DELL’ACCOPPIATORE ABS .. 14-19
DIAGRAMMA CABLAGGI SISTEMA ABS ......................................... 14-20
DIAGRAMMA DEL SISTEMA DELL’UNITÀ ABS ............................... 14-21
DIAGNOSTICA ABS ..................................................................................... 14-22
IL PROCESSO DI DIAGNOSTICA DEL SISTEMA ABS..................... 14-22
PROCEDURA DI DIAGNOSTICA ........................................................ 14-23
14-2 AN650AK4 (MODELLO ’04)

INDICE
DIAGRAMMA DI DIAGNOSTICA BASE............................................. 14-24
1. RACCOLTA INFORMAZIONI.......................................................... 14-25
2. CONTROLLO PRE-DIAGNOSTICO................................................ 14-26
3. CONTROLLO DELL’INDICATORE ABS ........................................ 14-31
4. EMISSIONE CODICI DI AVARIA .................................................... 14-34
5. DIAGNOSTICA CON I CODICI DI AVARIA .................................... 14-37
6. RIMOZIONE, CONTROLLO ED INSTALLAZIONE COMPONENTI
DEL SISTEMA ABS......................................................................... 14-58
7. CANCELLAZIONE DEI CODICI DI AVARIA E CONTROLLO DEL
FUNZIONAMENTO DEL SISTEMA ABS ........................................ 14-69
SPECCHIETTO RETROVISORE ELETTRICO ............................................ 14-71
RIMOZIONE ED INSTALLAZIONE ..................................................... 14-71
CONTROLLO....................................................................................... 14-71
PERCORSO CABLAGGI, CAVI E TUBI ...................................................... 14-72
POSA CAVO BLOCCO SELLINO....................................................... 14-72
POSA TUBI FLESSIBILI DEI FRENI................................................... 14-73
PERCORSO CABLAGGI..................................................................... 14-75
INSTALLAZIONE SENSORE VELOCITÀ RUOTA ANTERIORE ....... 14-76
INSTALLAZIONE SENSORE VELOCITÀ RUOTA POSTERIORE .... 14-77
ATTREZZI SPECIALI.................................................................................... 14-80
TABELLA COPPIE DI SERRAGGIO............................................................ 14-80
DATI TECNICI............................................................................................... 14-81
SCHEMA PER LA MANUTENZIONE PERIODICA ...................................... 14-88

PAESE O AREA
I codici seguenti indicano i paesi o le aree relativi.

CODICE PAESE O AREA


E-02 GB
E-19 UE
AN650AK4 (MODELLO ’04) 14-3

SPECIFICHE
DIMENSIONI E PESO A SECCO
Lunghezza totale ................................................................................ 2 260 mm
Larghezza totale................................................................................. 810 mm
Altezza totale ...................................................................................... 1 435 mm
Interasse............................................................................................. 1 595 mm
Altezza da terra .................................................................................. 130 mm
Altezza sellino .................................................................................... 750 mm
Peso a secco ...................................................................................... * 244 kg
MOTORE
Tipo .................................................................................................... 4 tempi, raffreddato ad acqua, DOHC
Numero cilindri ................................................................................... 2
Alesaggio............................................................................................ 75,5 mm
Corsa .................................................................................................. 71,3 mm
Cilindrata ............................................................................................ 638 cm3
Rapporto di compressione ................................................................. 11,2 : 1
Carburazione ...................................................................................... A iniezione
Filtro aria ............................................................................................ Elemento in tessuto non tessuto
Sistema di avviamento ....................................................................... Elettrico
Sistema di lubrificazione..................................................................... Con olio in coppa
Minimo ................................................................................................ 1 200 ± 100 g/min
SISTEMA DI TRAZIONE
Frizione............................................................................................... Multidisco a bagno d’olio, automatica, centrifuga
Rapporto riduzione primaria............................................................... 1,333 (88/66)
Tipo di cambio .................................................................................... Automatico e manuale
Cambio automatico ............................................................................ Variabile (1,8 – 0,465)
Rapporto riduzione finale ................................................................... 1,580 (32/31 × 31/32 × 34/31 × 49/34)
Trazione .............................................................................................. Ad ingranaggi
TELAIO
Sospensioni anteriori.......................................................................... Invertite telescopiche, a molla, ammortizzazione ad olio
Sospensioni posteriori ........................................................................ A forcellone oscillante, a molla, ammortizzazione ad olio
Corsa forcella ..................................................................................... 110 mm
Corsa ruota posteriore........................................................................ 100 mm
Inclinazione cannotto.......................................................................... 26° 10’
Avancorsa........................................................................................... 106 mm
Angolo di sterzata............................................................................... 41° (destra e sinistra)
Raggio di sterzata .............................................................................. 2,7 m
Freno anteriore ................................................................................... Freno a disco, doppio
Freno posteriore ................................................................................. Freno a disco
Pneumatico anteriore ......................................................................... 120/70R 15M/C 56H, senza camera d’aria
Pneumatico posteriore ....................................................................... 160/60 R14M/C 65H, senza camera d’aria
IMPIANTO ELETTRICO
Accensione ......................................................................................... Accensione elettronica (A transistor)
Anticipo di accensione........................................................................ 10° B.T.D.C. a 1 200 g/min
Candele .............................................................................................. NGK CR8E o DENSO U24ESR-N
Batteria ............................................................................................... 12 V 43,2 kC (12 Ah)/10 HR
Generatore ......................................................................................... Generatore trifase a c.a.
Fusibile principale............................................................................... 40 A
Fusibile CVT....................................................................................... 40 A
Fusibili ................................................................................................ * 15/15/15/15/15/10/10/15/15 A
Faro .................................................................................................... 12 V 60 + 55/55 + 55 (H4 + H7)
Luce posizione/parcheggio................................................................. 12 V 5 W x 2
Luce del freno/di coda ........................................................................ 12 V 21/5 W × 2
Luce targa .......................................................................................... 12 V 5 W
Luce bagagliaio .................................................................................. 12 V 5 W
Indicatori di direzione ......................................................................... 12 V 21 W x 4
Luce pannello strumenti ..................................................................... 12 V 1,4 W x 2
Luce misuratore fluido raffreddamento motore................................... 12 V 1,4 W
Luce di avvertenza iniezione carburante ............................................ 12 V 1,4 W
Indicatore pressione olio .................................................................... 12 V 1,4 W
Indicatore di blocco dei freni ............................................................... 12 V 1,4 W
Indicatore modalità abbaglianti........................................................... 12 V 1,4 W
Luce indicatore di svolta .................................................................... 12 V 1,4 W × 2
Indicatore modalità potenza ............................................................... 12 V 1,4 W
Indicatore modalità di guida ............................................................... 12 V 1,4 W
Indicatore posizione cambio ............................................................... 12 V 1,4 W × 5
Indicatore ABS ................................................................................... * 12 V 1,4 W
14-4 AN650AK4 (MODELLO ’04)

RIFORNIMENTI
Serbatoio carburante, compresa riserva ............................................. 15,0 L
Olio motore, cambio olio .................................................................... 2 600 ml
con cambio del filtro....................................................... 2 900 ml
revisione ........................................................................ 3 400 ml
Olio cambio, cambio olio..................................................................... 360 ml
revisione......................................................................... 400 ml
Olio ingranaggio finale, cambio olio .................................................... 300 ml
revisione ........................................................ 430 ml
Fluido raffreddamento ......................................................................... 1,6 L
AN650AK4 (MODELLO ’04) 14-5

INTRODUZIONE
ABS (Anti-lock Brake System, o sistema antiblocco dei freni)
Questo sistema non solo previene il blocco delle ruote durante la frenata, ma rende la frenata stessa più
stabile controllando la velocità delle ruote in modo da massimizzare la frizione fra pneumatici e superficie
della strada. Se le ruote su bloccano, non è possibile sterzare e la motocicletta potrebbe cadere. Se questo
accade su strade scivolose e con scarso coefficiente di frizione, ad esempio strade bagnate o di ghiaia,
dosare bene la frenata è difficile persino per un motociclista esperto.
Questo sistema controlla la velocità delle ruota e la forza della frenata anche su strade scivolose o quando
si frena improvvisamente durante un’emergenza. I componenti principali di questo sistema ABS sono: i sen-
sori delle ruote anteriore e posteriore e l’unità di controllo ABS/unità idraulica, queste ultime riunite in un solo
gruppo. Questi componenti nel loro insieme ottimizzano la frenata.

Sensore di velocità delle ruote Misura la velocità delle ruote.

Unità di controllo ABS Calcola la velocità ideale della ruota dalla velocità misurata e comanda
all’unità idraulica di diminuire, aumentare o mantenere stabile la pressione
del fluido dei freni.
Unità idraulica(UI) Diminuisce, aumenta o mantiene stabile la pressione del fluido dei freni a
seconda dei comandi ricevuti dall’unità di controllo ABS.

PRINCIPI BASE DELL’UNITÀ ABS


Per comprendere il funzionamento del sistema ABS è necessario capire prima il movimento e le caratteristi-
che della motocicletta e delle sue ruote durante la frenata. La terminologia e la teoria necessarie sono spie-
gate di seguito.

RAPPORTO DI SLITTAMENTO
V
Mentre la velocità della motocicletta è costante, la velocità della
ruota è sempre pari a quella della motocicletta. Tuttavia, appli-
cando i freni si diminuisce la velocità delle ruota, producendo
una differenza di velocità fra il mezzo e le sue ruote. Ciò causa
lo slittamento del pneumatico sulla strada. Il cosiddetto rapporto
di slittamento viene definito come la differenza fra la velocità
della motocicletta e quella della ruota, divisa per la velocità della
motocicletta ed espressa in percentuali. Il rapporto di slittamento
(λ) viene quindi espresso come segue:

λ = (V - Vw) / V × 100 (%) . . . 1


Vw = ω ・ r . . . . . . . . . . . . . . . 2
Da 1 e 2:
λ = (V - ω ・ r) / V × 100 (%)

λ : Rapporto di slittamento
V : Velocità della motocicletta
Vw : Velocità della ruota
ω : Velocità angolare
r : Raggio della ruota
14-6 AN650AK4 (MODELLO ’04)

RELAZIONE FRA IL RAPPORTO DI SLITTAMENTO, LA FORZA LATERALE E LA FRIZIONE FRA IL


PNEUMATICO E LA SUPERFICIE DELLA STRADA
La relazione fra il rapporto di slittamento, la forza laterale e la frizione fra pneumatico e la superficie della
strada viene illustrato nel grafico seguente.
* La “forza laterale” è la forza che sostiene lateralmente la motocicletta.

Punto di blocco
della ruota
Frizione fra pneumatico e
superficie della strada

La freccia
indica una
frenata. Forza laterale

0 Rapporto di slittamento 100%

La frizione fra il pneumatico e la strada è generalmente al massimo quando il rapporto di slittamento si trova
entro la sezione B e la frizione sscende quando la ruota si blocca (un rapporto di slittamento del 100%).
Inoltre, dato che la frenata riduce la forza laterale, le frenate improvvise quando il rapporto di slittamento è
elevato riducono la forza laterale e diminuiscono quindi la stabilità del mezzo. Il grafico qui sopra indica che
la frenata ottimale si ha all’interno della sezione B, dove la frizione fra il pneumatico e la superficie della
strada è massima e la forza laterale non viene significativamente ridotta.

CONTROLLO OTTIMALE
La pressione del fluido dei freni viene regolata in modo da produrre una forza di frenata corretta.

Quando il rapporto di slittamento si trova entro la sezione B, la pressione del fluido dei freni aumenta leg-
germente, diminuisce o rimane costante. Se il rapporto di slittamento si porta nella sezione C a causa delle
condizioni del fondo stradale, la pressione del fluido dei freni viene diminuita rapidamente in modo che il
rapporto di slittamento torni nella sezione B. Se il rapporto di slittamento si porta nella sezione A, la pres-
sione del fluido dei freni aumenta rapidamente in modo che il rapporto di slittamento torni nella sezione B.
Tutte queste operazioni sono molto difficili da fare accuratamente e velocemente a mano. Il sistema AB, un
sistema di controllo che utilizza tecnologie elettriche ed idrauliche, fa queste regolazioni automaticamente
per mantenere la frenata nella zona ideale.
AN650AK4 (MODELLO ’04) 14-7

CICLO DI CONTROLLO DEL SISTEMA ABS


Per capire come funziona il ciclo di controllo ABS, è necessario capire il ciclo normale di controllo su di una
strada con nuova presa. Lo svolgimento del controllo ABS a varie velocità delle ruote e a varie pressioni del
fluido dei freni è riportato nel grafico seguente.

Velocità ruota Azionamento dell’ABS


Velocità

Primo ciclo Secondo ciclo

Velocità effettiva della motocicletta


Velocità motocicletta calcolata dall’unità ABS

Velocità permissibile ruota


Tempo
Pressione fluido freni

Tempo
Diminuzione Aumento
Mantenimento a passi
pressione fluido freni Mantenimento

A Quando i freni vengono improvvisamente applicati, la pressione del fluido dei freni viene mantenuta per
determinare il cambio di velocità della ruota.
B Quando le ruote rallentano e quasi si bloccano, la pressione del fluido dei freni diminuisce.
C Quando le ruote accelerano e il sistema ne previene il bloccaggio, la pressione del fluido dei freni viene
mantenuta per garantire la frenata.
D Quando la frizione con l’asfalto aumenta e fa aumentare la velocità di rotazione delle ruote, la pressione
del fluido dei freni viene aumentata gradualmente.
E Se la velocità delle ruote aumenta ancora, la pressione del fluido dei freni viene diminuita.
14-8 AN650AK4 (MODELLO ’04)

SENSORI DELLA VELOCITÀ DELLE DUE


RUOTE
I sensori delle due consistono di un sensore di velocità 1 e di
un rotore 2.

UNITÀ DI CONTROLLO ABS


L’unità di controllo ABS calcola il segnale ricevuto dai sensori
UI
delle due ruote, controlla le condizioni di slittamento delle ruote
e, allo stesso tempo, manda comandi all’unità idraulica (UI).
Quest unità di controllo ABS/UI non può venire smontata.

Unità di controllo ABS

Unità di controllo ABS/UI


Unità di controllo ABS
Interfaccia di ingresso Interfaccia di uscita

Sensore velocità Circuito


Circuito spia
ruota anteriore sensore di avvertenza Indicatore ABS
Sensore velocità velocità
ruota posteriore ruota IN/V anteriore
Circuito
Processore OUT/V anteriore
Interruttore luce freni Circuito valvola a
d’ingresso a principale solenoide IN/V posteriore
Selettore della interruttore OUT/V posteriore
modalità
Circuito di Circuito
SDS comunicazione M Motore
motore

Controllo
Unità di reciproco
Accensione CI
alimentazione
orologio

Batteria

OUT/V: Valvola elettromagnetica di uscita


IN/V: Valvola elettromagnetica di ingresso
AN650AK4 (MODELLO ’04) 14-9

PROCESSO DI CALCOLO DELL’UNITÀ DI CONTROLLO ABS


Le regolazioni ABS, i relativi calcoli, il processo di autodiagnosi ed i processi antiavaria hanno luogo durante
il processo di calcolo della unità di controllo ABS. Il controllo ABS ha luogo in un ciclo che dura 10/1 000 di
secondo. Inoltre, se un guasto viene rilevato dalla funzione di autodiagnosi, il freno non è più controllato dal
sistema ABS ed un codice di avaria viene memorizzato.

Processo normale di calcolo


Processo di calcolo quando si verifica un guasto
Interruttore di accensione
portato su ON

Inizializzazione unità di
controllo ABS

Avaria
Autodiagnosi indicata
(durante l’avvio)
Nessuna avaria

Ingresso segnale sensore


velocità ruote Indicatore ABS illuminato


Calcolo di controllo ABS L’ABS è sotto controllo?
Un ciclo:
10/1 000 di NO
secondo
Emissione segnale Proibizione controllo ABS Controllo ABS temporaneo
controllo unità idraulica

Autodiagnosi Codice di avaria


(durante la corsa) Trovata memorizzato
avaria
Funzionamento corretto
14-10 AN650AK4 (MODELLO ’04)

UNITÀ IDRAULICA (UI)


L’unità idraulica aziona le valvole elettromagnetiche sulla base di un segnale che viene emesso dall’unità di
controllo ABS. La pressione del fluido dei freni viene quindi regolata di conseguenza. L’unità idraulica con-
trolla i sistemi dei freni anteriore e posteriore individualmente azionando componenti separati per ciascuno
di essi, salvo il motorino della pompa azionatrice, che viene condiviso.

Leva freno posteriore/ Leva freno anteriore/


pompa freno cilindro maestro

Interruttore luce Interruttore luce


freno posteriore freno anteriore

UI
Valvola
Valvola elettromagnetica
elettromagnetica ON
ON
Valvola
Valvola unidirezionale
unidirezionale Dumper

M
Motore

Uscita valvola Uscita valvola


elettromagnetica elettromagnetica

Serbatoio di riserva Serbatoio di riserva


Pinza freno Pinza freno
posteriore anteriore
Unità di controllo ABS

Sensore velocità Sensore velocità


ruota posteriore ruota anteriore

Luce indicatore di
avvertenza ABS

Sistema posteriore Sistema freni


AN650AK4 (MODELLO ’04) 14-11

VALVOLE ELETTROMAGNETICHE DELL’UNITÀ IDRAULICA


(INGRESSO/USCITA)
Le valvole elettromagnetice portano il circuito su di una di tre posizioni (aumento, diminuzione, manteni-
mento della pressione) a seconda del segnale che viene emesso dall’unità di controllo ABS. Quando l’unità
di controllo ABS alimenta la bobina, la valvola comprime la sua molla ed apre o chiude il circuito.

Se l’ABS non è attivato, inizia la Modalità mantenimento Modalità di diminuzione


modalità di aumento della pressione della pressione della pressione
OUT/V IN/V OUT/V IN/V OUT/V IN/V
(Chiusa) (Aperta) (Chiusa) (Chiusa) (Aperta) (Chiusa)
Bobina Bobina Bobina

Valvola Valvola Valvola

Valvola Valvola Valvola


Pompa Pompa Pompa
freno freno freno
Riserva Riserva
Pinza Pompa Pinza Pompa Riserva Pinza Pompa
freno freno freno freno freno freno

Posizione Posizione Posizione Posizione Posizione Posizione


normale normale normale di lavoro di lavoro di lavoro
OUT/V: Valvola elettromagnetica di uscita
IN/V: Valvola elettromagnetica di ingresso

CIRCUITO DEL FLUIDO DEI FRENI PRESSURIZZATO


Il circuito del fluido dei freni del sistema ABS si divide in due parti: uno per la ruota anteriore ed uno per
quella posteriore. I sistemi per le due ruote sono identici.
SE NON SI USA IL SISTEMA ABS (SE IL SISTEMA ABS NON FOSSE IN USO O FOSSE GUASTO)
Modalità di aumento della pressione del fluido dei freni
Quando il sistema ABS non è attivato, gli avvolgimento della valvola elettromagnetica non sono in uso
(l’unità di controllo ABS non manda alcun segnale). In questo caso, la valvola di ingresso è aperta e quella
di uscita chiusa. Il fluido dei freni in pressione viaggia dalla pompa dei freni alla pinza dei freni attraverso la
valvola di ingresso, che è aperta.

Azionamento del freno Segnale Circuito del fluido


IN/V OFF Aperta
OUT/V OFF Chiusa

Pressione fluido
alla pinza del freno

Ingresso:
Pinza
Valvola OFF
freno
elettromagnetica
Motore: Uscita:
OFF Pompa OFF

Tempo

Riserva
14-12 AN650AK4 (MODELLO ’04)

QUANDO IL SISTEMA ABS E’ IN USO


Modalità di diminuzione della pressione del fluido dei freni
Se il rapporto di slittamento supera un valore prestabilito o se la diminuzione della pressione del fluido dei
freni non fa accelerare le ruote sino alla velocità desiderata, il sistema ABS fa scendere la pressione del
fluido dei freni per prevenire il bloccaggio delle ruote. In questo caso, l’unità di controllo ABS emette un
segnale di diminuzione della pressione. Gli avvolgimenti della valvola elettromagnetica ricevono energia, la
valvola di ingresso si chiude e quella di uscita si apre. Il fluido dei freni nelle pinze dei freni scorre nella val-
vola di uscita, si raccoglie nel serbatoio e viene quindi pompato di nuovo nella pompa dei freni.

Ritorno Segnale Circuito del fluido


IN/V ON Chiusa
OUT/V ON Aperta

Pressione fluido
alla pinza del freno

Ingresso: Pinza
ON freno
Valvola
elettromagnetica
Motore:
Uscita:
ON Pompa ON

Tempo

Riserva

Modalità di manutenzione della pressione del fluido dei freni


Se la frenata o la velocità della ruota durante l’accelerazione superano un valore predeterminato, il sistema
ABS mantiene la pressione del fluido dei freni corretta a prescindere dal fatto che la pressione nella pompa
dei freni sia aumentata. L’unità di controllo ABS quindi emette un segnale che mantiene la pressione, ali-
mentando la valvola elettromagnetica di ingresso e chiudendo ciascuna valvola. La pompa dei freni, le pinze
dei freni ed il serbatoio di riserva vengono spenti, quindi la pressione del fluido dei freni nelle pinze viene
mantenuta.

Ritorno
Segnale Circuito del fluido
IN/V ON Chiusa
OUT/V OFF Chiusa
Pressione fluido
alla pinza del freno

Ingresso: Pinza
Valvola ON freno
elettromagnetica
Motore:
Uscita:
ON Pompa OFF

Tempo

Riserva
AN650AK4 (MODELLO ’04) 14-13

Modalità di aumento della pressione del fluido dei freni


Se la velocità di accelerazione delle ruote supera il valore impostato, l’unità ABS aumenta la pressione. In
questo momento, l’unità di controllo ABS emette il segnale di arresto dell’alimentazione degli avvolgimenti
delle valvole elettromagnetiche, aprendo quindi la valvola d’ingresso e chiudendo quella di uscita, oltre a
mandare del fluido dei freni pressurizzato dalla pompa del freno al