Sei sulla pagina 1di 26

Come cercare casa

Strumenti digitali e consigli

ANGELO SORRENTINO
Copyright © 2020 Angelo Sorrentino
Tutti i diritti riservati.

DEDICA

A tutte le persone che ogni giorno mi supportano e sopportano in tutto quello che faccio, con la
promessa di crescere e migliorare costantemente.

RINGRAZIAMENTI
INTRODUZIONE
1 LA RICERCA
1.1 Mappa dei prezzi
1.2 I filtri
2 SALVARE LA RICERCA E FARSI NOTIFICARE
2.1 Monitoraggio annunci
3 STUDIO DELL’ANNUNCIO
3.1 La descrizione
3.2 Planimetria, costi e efficienza energetica
4 VALUTARE LA CASA
5 TEMPISTICHE E COLLABORAZIONI
CONCLUSIONI
INFORMAZIONI SULL'AUTORE

RINGRAZIAMENTI

Ringrazio te che hai deciso di leggere i miei consigli, con la speranza che possano servirti per trovare
la casa perfetta per un investimento o per andarci a vivere.
INTRODUZIONE

La maggior parte delle persone quando inizia la ricerca di un immobile, che


sia per uso proprio o per investimento, non ha una vera e propria strategia.
Andare su Google e cercare “Trilocale a Torino” non basta e quel che trovi,
generalmente, ha mille problemi da risolvere.
Se non riesci a trovare la casa giusta, a prescindere dal tuo intento, o se ci
stai mettendo tanto, in questo libro troverai alcune soluzioni applicabili
nella vita di tutti i giorni per risolvere il tuo problema.
In svariati capitoli dedicati ti spiegherò come e quali strumenti digitali
utilizzo per delimitare la mia ricerca. Seguendo una strategia e con i mezzi
adatti potrai ottenere grossi risultati.

Ma quanto tempo occorre?


Dipende tutto da te, qui capirai come e quanti immobili visitare e di
conseguenza quanto tempo occorre.
Come batto la concorrenza?
Ti sei mai chiesto perché gli altri sono sempre un passo avanti a te? Quante
volte, dopo aver visto un annuncio online, hai chiamato l’agenzia e la casa è
stata già venduta o bloccata?
Qui troverai i consigli per essere il più veloce possibile nel trovare gli
annunci “affare” così da non farti bruciare sul tempo dagli altri.
Sarà un manuale diretto e pieno di concetti pratici che applico
quotidianamente.

Iniziamo!

1 LA RICERCA

Bene, è arrivato il momento di cercare casa.


Quando inizio la ricerca di un immobile cerco subito di stabilire a quanto
ammonta il mio budget e il tipo di immobile di cui ho bisogno. Utilizzando
Excel o un qualsiasi strumento per segnare appunti, scrivo il budget e la
tipologia di immobile che vorrei acquistare.
Trovo sempre utile fare esempi;
Supponiamo che il Signor Rossi abbia un budget di 100k per un trilocale di
almeno 80mq a Torino.
Con queste tre informazioni (budget, tipologia, metratura) possiamo già
delimitare la zona di ricerca senza perdere troppo tempo in indagini molto
estese. In che modo?
Tornando all’esempio di Rossi, se dividiamo il budget per la metratura
desiderata otteniamo il prezzo a mq. In questo caso è di 1.250 euro al metro
quadro.
Questo numero ci serve per escludere le zone troppo care. Per esempio
Rossi difficilmente troverà un trilocale di quelle dimensioni in pieno centro.

1.1 MAPPA DEI PREZZI

Utilizzando una mappa dei prezzi al mq, in base alle zone, possiamo
escludere quelle che non rientrano nei nostri canoni perché troppo care.
Grazie al web queste informazioni possiamo ottenerle in diversi modi.
Generalmente uso immobiliare.it per la maggior parte della mia ricerca,
infatti, ti consiglio di iscriverti creando un account con i tuoi dati per poter
sfruttare a pieno tutte le potenzialità. Nel corso dei vari capitoli verranno
spiegate tutte le funzionalità.
Tra uno degli strumenti a disposizione troviamo una sezione chiamata
“prezzi immobili” dove possiamo studiare i prezzi al mq di tutte le zone
della città che ci interessano. Basta inserire il luogo desiderato o
selezionarlo nella mappa divisa per zone. Finalmente troviamo il costo al
metro quadro e l’andamento del prezzo degli immobili nelle zone della città
scelta. Grazie a queste informazioni possiamo selezionare le zone a cui
intendiamo accedere.
Dopo uno studio e una scrematura possiamo continuare ed aggiornare il
nostro Excel scrivendo le zone concesse da analizzare.

Ecco il nostro file aggiornato con le zone concesse (esempio del Signor
Rossi). Ora possiamo indicare le zone che ci piacciono di più o meno
mettendo in ordine la lista o colorando le celle.

Con pochissime righe appuntate risparmierete tempo e risorse avendo ben


chiare le zone da studiare con il grado di interesse.
Stai facendo un investimento oppure cerci casa per te?
Avere le zone scritte da analizzare è il primo passo. Sembra una lista banale
ma non è così, grazie ad essa, infatti, non ti imbatterai in false speranze o in
case con mille problemi da risolvere.
Ora la ricerca può iniziare. Io utilizzo sempre immobiliare.it perché è quello
più utilizzato dalle agenzie immobiliari e ogni giorno vengono aggiunti
centinaia di annunci. Nella pagina principale puoi inserire la provincia, il
comune o la zona (che hai precedentemente selezionato) o se preferisci puoi
anche disegnare su mappa l’area dove vuoi cercare. Successivamente puoi
inserire i filtri.

1.2 I FILTRI

Voglio fare una premessa; i filtri di una ricerca possono essere un’arma a
doppio taglio perché a volte possono davvero farti risparmiare tempo
togliendo gli annunci di cui non hai davvero interesse, a volte però, ti fanno
perdere annunci che potrebbero piacerti e che non escluderesti del tutto. Ti
faccio un esempio.
Se esamini una ricerca impostando il filtro “Ascensore” attivo significa che
il risultato ti mostrerà solo gli annunci che abbiano fra le caratteristiche
l’ascensore. Questo comporta il fatto che ti escluda davvero quelli che non
hanno l’ascensore e quindi risparmieresti del tempo. Ma se un annuncio è
scritto male e l’autore si è dimenticato di inserirlo? Ti può capitare, quindi,
di perdere annunci “affare” solo per questo motivo.
Questo discorso vale per tutti i filtri disponibili nei vari portali, per questo ti
consiglio di andarci cauto e usare i filtri veramente indispensabili.
Personalmente uso solo il filtro “prezzo” per impostare solo il tetto
massimo a cui posso arrivare aumentandolo del 10%. Questo perché molte
volte il prezzo di acquisto si può trattare.
Andiamo a vedere nel dettaglio i filtri a disposizione di immobiliare.it o di
altri siti simili.
Tipologia: per specificare che tipo di struttura visualizzare, dal
classico appartamento all’immobile commerciale. Questo filtro
è molto utile se stai cercando qualcosa di diverso da un classico
immobile ad uso abitativo.
Prezzo: per impostare il tetto minimo e massimo della ricerca.
Indispensabile per rientrare nel budget da usare.
Superficie: per visualizzare gli immobili della metratura che
desiderate o che rientrino in un intervallo minimo e massimo.
Utile per migliorare la ricerca se stai cercando qualcosa di
specifico.
Locali e bagni: per specificare quante stanze o bagni volete
nell’immobile.
Stato immobile: per visualizzare immobili in base alla
condizione degli interni.
Tipo proprietà: se state cercando qualcosa di diverso da una
classica intera proprietà.
Piano: per visualizzare immobili solo al piano che preferite o
escludere quelli che non vi interessano.
Garage e posto auto: se insieme all’immobile viene venduto
anche un garage o un posto auto.
Clima e riscaldamento: per impostare che tipo di
riscaldamento volete, come ad esempio riscaldamento
autonomo.
Terrazzo e balcone: se l’immobile deve avere almeno un
terrazzo o un balcone.
Giardino: per visualizzare solo immobili con giardino.
Classe energetica: per filtrare gli immobili in base alla loro
classe energetica. Ultimamente è davvero usato perché il
mercato si sta spostando sempre più su appartamenti ecologici.
Ascensore: se nello stabile deve esserci l’ascensore a
disposizione di tutti i condomini.
Cantina: se l’immobile deve avere una cantina di pertinenza.
Piscina: se l’immobile deve avere una piscina (condominiale o
privata)
Arredato: se insieme all’immobile vengono venduti anche gli
arredi.
Escludi aste: per visualizzare solo gli immobili venduti non
usufruendo delle aste tribunali.
Virtual tour: per visualizzare gli annunci che abbiano il
Virtual tour nella descrizione. Il tour è un progetto
multimediale basato sulla fotografia panoramica a 360 gradi, in
cui il visitatore da casa può osservare la totalità dell'ambiente
che lo circonda.
Ecco una carrellata di tutti i filtri con spiegazione, ma, mi raccomando usali
solo se necessario.
A questo punto hai inserito la zona e i filtri che ti piacciono. Ovviamente la
tua ricerca può essere cambiata e aggiornata quante volte vuoi, se ti accorgi
di aver dimenticato qualcosa basta rivedere i passaggi precedenti.
Il risultato è una lista degli annunci che rispecchiano i tuoi desideri. Ora è
arrivato il momento di studiare gli annunci, io ti consiglio di analizzarli
tutti, senza saltarne uno, per acquisire una certa esperienza e dimestichezza
nel riconoscere i punti di forza o le problematiche di un immobile.
Inoltre puoi salvare la ricerca sul tuo profilo facendosi notificare quando un
annuncio viene inserito, vediamo come.
2 SALVARE LA RICERCA E FARSI NOTIFICARE

Quando la tua ricerca è pronta puoi salvarla nei preferiti. Basta connetterti
col tuo account e premere sul bottone “Salva la ricerca” inserendo un titolo
che identifichi la tua ricerca. Successivamente facendo click su “Attiva
gratis” inneschi le notifiche di immobiliare.it, ogni giorno infatti, intorno
alle 10 riceverai una mail con gli annunci inseriti il giorno precedente.
Ovviamente sono annunci che hanno le caratteristiche che hai specificato
nella tua ricerca salvata.
Queste ricerche salvate possono essere modificate o eliminate quando vuoi
e puoi attivarne diverse contemporaneamente, quindi con filtri diversi o con
zone diverse.
Per non perdere traccia di quello che accade nel mercato è importante farsi
notificare ogni giorno con gli annunci nuovi. Usando gli strumenti giusti
avrai un resoconto automatico senza che debba farlo tu a mano. Saprai a
memoria quanti immobili sono presenti nella tua ricerca e se il totale
cambia significa che c’è un annuncio in più o in meno.
Questo è utile anche per battere la concorrenza perché passeranno al
massimo 24 ore da quando è stato inserito l’annuncio. Quindi puoi studiare
prima degli altri l’annuncio e puoi prendere prima l’appuntamento per
visitare l’immobile e nel caso fare una proposta così da bloccare la casa e,
di conseguenza, ulteriori visite di altri acquirenti che potrebbero “rubarti”
l’affare.
A volte, però, non basta avere solo le notifiche di immobiare.it perché in
questo mercato 24 ore sono tantissime e quindi potresti essere fregato sul
tempo da qualcun altro che ha visto l’annuncio prima di te.
Il sistema che sto per consigliarti può farti ricevere una notifica quasi in
tempo reale, appena cambia il contatore totale degli annunci, della tua
ricerca salvata, verrai notificato così da essere il primo a visitare l’annuncio
e battere chiunque sul tempo.
Vediamo come!

2.1 MONITORAGGIO ANNUNCI

Col passar del tempo mi sono accorto di aver bisogno di una strategia per
essere il primo a studiare un annuncio, questo per avere il tempo di
analizzare tutti i punti di forza e le cose negative dell’operazione e poter
agire di conseguenza prima di tutta la concorrenza.
Supponiamo che la ricerca del nostro amico Signor Rossi, con la zona e i
filtri da lui inseriti, dia come risultato 30 annunci e che li abbia studiati tutti
cosi da ricordarli a grandi linee.
L’unico modo per capire se qualcuno ha messo un annuncio è quello di far
aggiornare la pagina, con la ricerca salvata, e guardare se il contatore del
totale è cambiato o se i primi annunci in testa sono variati. Se ad esempio
Rossi vede 31 annunci, chiaramente, significa che è stato aggiunto un
annuncio. Rossi lo ha scoperto subito, poco dopo che l’agente immobiliare
ha fatto il suo lavoro, tutti gli altri, invece, lo sapranno il giorno dopo
tramite le notifiche di immobiliare.it via email.
Quando mi sono accorto di passare davvero troppo tempo davanti a quella
ricerca cercando di aggiornarla il più possibile, ho scoperto che online puoi
trovare servizi che possono fare il monitoraggio per te.
Tra i servizi di monitoraggio più facili da usare con potenti funzionalità
troviamo dei Task ripetitivi che tengono traccia delle modifiche sui siti web.
Immaginate che ci sia un computer che aggiorna la pagina della nostra
ricerca ogni X minuti e che ci sia un controllo sul contatore totale degli
annunci. Se il contatore è diverso da quello precedente ci manda una mail
precedentemente inserita da noi.
Io utilizzo sken.io, un servizio di monitoraggio online che passo dopo passo
ti guida verso la creazione del tuo job, ovvero l’insieme delle operazioni
che si ripetono ogni X minuti scelte da te.
Come puoi vedere dalla sua interfaccia molto intuitiva nel primo passo devi
inserire l’URL (l’indirizzo web di immobiliare.it) che deve monitorare. Nel
nostro caso l’URL da inserire sarà quello della ricerca del Signor Rossi
(quella di esempio coi 30 annunci)

Ovviamente l’URL deve essere completo di tutte le sue proprietà, zone,


filtri e tutto quello che hai inserito quando hai salvato nei preferiti la tua
ricerca, quindi basta fare un copia e incolla.
Nel secondo passo vediamo che il sito carica a sua volta l’URL da noi
inserito all’interno di un contenitore di monitoraggio. Qui hai due
possibilità:
Select area: Ti da la possibilità di selezionare un’area
all’interno del sito caricato. Il servizio controllerà se ci sono
cambiamenti solo all’interno dell’area scelta. Nel nostro caso
selezioniamo l’area del contatore totale degli annunci, cosi da
farci notificare nel caso in cui il contatore cambi.
Pick element: Qui puoi selezionare direttamente l’elemento
del sito, come un’immagine, un testo, un link, e farsi notificare
se quell’elemento cambia. Nel nostro caso selezioniamo il testo
del contatore totale degli annunci e come per Select area se il
contatore cambia veniamo notificati.
Fatta questa scelta, in basso, troviamo la sezione “check”, qui puoi
impostare ogni quanto deve controllare se ci sono dei cambiamenti:
1 per day: Una volta al giorno, a mio parere inutile perché
abbiamo già le notifiche di immobiliare.it che ci fanno il
resoconto giornaliero.
Every hour: Una volta ogni ora, quindi 24 ore, già interessante
perché ogni ora controlla se ci sono nuovi annunci, ma, a volte
non ha senso controllare perché non credo che a mezzanotte gli
agenti immobiliare inseriscano degli annunci online.
Custom: Quello che preferisco in assoluto perché ti permette
di inserire esattamente quando vuoi che faccia i controlli,
generalmente io faccio controllare negli orari d’ufficio e
qualche volta il sabato/domenica.
Ovviamente, in base ai controlli che volete fare, c’è un prezzo da pagare.
Secondo me è un abbonamento davvero economico, trovo molto
interessante quello da 3 euro al mese che ti dà a disposizione 500 controlli,
che spalmati su una settimana sono 125, in un giorno circa 18. Puoi anche
scegliere di fare abbonamenti più avanzati per avere più controlli al mese.
Una volta confermata la selezione basta inserire un'email (dove riceverai le
notifiche dei cambiamenti) e il nome del job.

Il gioco è fatto, hai innescato il monitoraggio e sarai un passo avanti


rispetto agli altri. Se il contatore scende a 29 (esempio del Signor Rossi)
significa che un annuncio è stato tolto e un appartamento è stato venduto,
questo ti permette di capire come si muove il mercato. Se invece il
contatore sale a 31 significa che un annuncio è stato inserito e puoi agire
prima degli altri iniziando a studiare ogni suo particolare.
3 STUDIO DELL’ANNUNCIO

Ogni annuncio della tua lista potrebbe essere quello buono per te, quindi è
fondamentale aprirli uno per uno e studiarli.
Quando apri un annuncio è molto importante guardare fin da subito dove si
trova l’appartamento. In questo modo puoi ulteriormente studiare la zona, la
via e il palazzo/struttura dell’appartamento. Il consiglio è quello di andare
su Google Maps e cercare la strada dove risiede l’appartamento. Una volta
inserita la via, basta sfogliare le immagini di street view (icona di un omino
in giallo) per analizzare le condizioni del palazzo.
Puoi persino andare indietro nel tempo e capire da quanto tempo il palazzo
non subisce una ristrutturazione. (icona dell’orologio)
Utilizzando questo strumento puoi analizzare tutto quello che circonda
l’immobile. Generalmente si guardano questi aspetti:
Supermercati – negozi
Mezzi di trasporto
Vicinanza scuole
Vicinanza stazioni
Dipende molto anche da quello che stai cercando, ma con Google Maps
puoi trovare tutto quello che desideri.

3.1 LA DESCRIZIONE

Una volta analizzata la zona puoi continuare con lo studio dell’annuncio


passando alla descrizione. Passo fondamentale per capire i punti di forza
dell’appartamento e se ci sono problemi legati alla proprietà.
Nuda proprietà: Se nella descrizione è scritto che viene
venduta la nuda proprietà è meglio lasciar perdere perché chi ti
cede l’immobile avrà il diritto di viverci tutta la vita, a meno
che tu non abbia un grosso capitale da investire e
immobilizzare, senza sapere però, quando potrai utilizzare
l’immobile. L’unico vantaggio è che questo tipo di immobili
hanno un prezzo di mercato inferiore.
Assenza ascensore: A volte chi crea gli annunci, pur sapendo
che l’immobile non ne dispone, non inserisce la presenza
dell’ascensore (per farlo rientrare nelle liste degli annunci con
ascensore), furbi no? Quindi fate attenzione e controllate questa
informazione.
Immobile locato: Nella descrizione viene indicato anche se
l’immobile viene venduto locato oppure no. Importante capire
questo aspetto sia per un possibile investimento che per usare
personalmente la casa.
Composizione immobile: Vengono descritte tutte le stanze
partendo dall’entrata cosi da farsi un’idea di quello che puoi
trovare andando a visitare l’appartamento.
Aspetti tecnici: Molte volte nella descrizione puoi capire in
che stato sono gli infissi / impiantistiche idraulico-elettriche, se
ci sono spese straordinarie in delibera, se c’è la presenza della
portineria e del riscaldamento autonomo con caldaia interna o
se l'appartamento viene venduto assieme agli arredi ed
elettrodomestici.
Fondamentale, quindi, spulciare ogni singolo aspetto della descrizione per
capire meglio se può interessarti o meno cosa propone l’annuncio.
Dopo la descrizione è utile fare un’analisi delle caratteristiche
dell’annuncio.
Tra le più importanti troviamo la data annuncio che può farvi capire da
quanto tempo è sul mercato quell’annuncio, ma, fate attenzione perché
molte volte gli agenti immobiliari aggiornano l’annuncio (o lo ricreano) in
modo da farlo sembrare appena sfornato.
Questo perché se un annuncio è da mesi e mesi online, significa che hanno
difficoltà nel venderlo e che quindi ha qualche problema da risolvere o non
è abbastanza interessante. Oltre alla data possiamo trovare il tipo di
contratto (se di vendita o di affitto ad esempio), la tipologia, la metratura, i
locali e il piano dell’appartamento. Infine puoi trovare caratteristiche
generali come la presenza della porta blindata o dell’impianto tv
centralizzato.
3.2 PLANIMETRIA, COSTI E EFFICIENZA ENERGETICA

Se presente la planimetria, è sicuramente l’immagine che ti fa capire meglio


tutto quello appena visto tra foto e descrizioni.
Quindi se non la vedi nell’annuncio ti consiglio di chiederla all’agenzia così
da avere un pezzo in più.
Tra i costi che puoi trovare nell’annuncio oltre al prezzo di vendita è
importante guardare le spese condominiali e le informazioni catastali.
A prescindere dal tuo intento, quindi per investimento o per la tua casa dove
andare a vivere, è importante capire a quanto ammontano le spese
condominiali che variano in base alla presenza dell’ascensore o della
portineria. Sommando le spese classiche come luce e/o gas riesci a capire
quante uscite ci saranno mensilmente e puoi agire di conseguenza.
Con le informazioni catastali, invece, puoi capire in che modo
l’appartamento è registrato al catasto e quante tasse andrai a pagare nel
momento in cui acquisterai l’immobile.
Infine, ma non per importanza, troviamo le informazioni che riguardano
l’efficienza energetica.
Anno di costruzione: Anno in cui è strato costruito il palazzo,
con questo dato puoi intuirne le condizioni.
Stato: Lo stato in cui è l’immobile (se da ristrutturare o meno)
Riscaldamento: Che tipo di riscaldamento è presente
all’interno della casa (ad esempio se autonomo o meno)
Climatizzazione: Se è presente un sistema di climatizzazione.
Indice prestazione energetica rinnovabile: Riferita
all’edificio, indica l’energia consumata per metro quadro di
superficie ogni anno.
Prestazione energetica del fabbricato: Esprime il consumo
totale di energia primaria per il riscaldamento invernale e il
raffrescamento estivo.
Classe energetica: La classe energetica è un valore (espresso
da lettere che vanno da A+ a G) che indica la qualità energetica
e il consumo dell'edificio basandosi su parametri come la forma
e la località in cui è sito l'immobile
Queste sono tutte le informazioni utili da studiare per capire se un annuncio
è interessante oppure no.
Il passo successivo è far valutare la casa presente nell’annuncio appena
studiato.

4 VALUTARE LA CASA
Per capire se il prezzo dell’immobile che stai studiando è ragionevole
oppure no, basta studiare i prezzi di mercato e farsi un’idea.
Per avere una valutazione più precisa ti consiglio di usare un altro
strumento di immobiliare.it nella sezione “Valuta casa”. Bastano pochi passi
e questo strumento farà il lavoro sporco al posto tuo.
Le informazioni da inserire sono tutte quelle che trovi nell’annuncio.
Dove si trova l’immobile
Tipologia e caratteristiche della casa
Esposizione dell’immobile
Altre informazioni generiche
Ricorda, più sarai preciso nell’inserire queste informazioni e più sarà
precisa la valutazione dell’immobile che riceverai dal portale di
immobiliare.it.
Dopo aver inserito tutte le informazioni vedrai la valutazione con “Prezzo
minimo”, cioè il prezzo più basso che il portale ha calcolato con le
caratteristiche che hai inserito, “Prezzo stimato” ovvero il prezzo medio che
puoi trovare nel mercato degli immobili con quelle particolarità, ed infine il
“Prezzo massimo”, cioè il prezzo più alto che puoi trovare.
Usare questo strumento è davvero utile per risparmiare tempo e per non
farsi “fregare” sul prezzo delle case. Il portale fa una scansione di tutti gli
immobili con le caratteristiche che hai inserito e fa i calcoli al posto tuo.
Riceverai, inoltre, una mail riassuntiva della valutazione così da non
perderti i pezzi.
Ovviamente non ti devi fidare al 100% di questo strumento, il mercato
immobiliare cambia costantemente e ci sono una marea di fattori che il
calcolatore di immobiliare.it non prende in considerazione, quindi usalo
come strumento per avere un valore approssimativo del tuo immobile.
Ora che sai qual è il prezzo giusto e capire se ti interessa o meno, puoi
valutare se visitare di persona l’immobile.
5 TEMPISTICHE E COLLABORAZIONI

Quanto tempo ci vuole per trovare la casa giusta?


Purtroppo non c’è un numero preciso di giorni/mesi per trovare ciò che
trovi. Tutto dipende da te e dalla tua determinazione. Bastano pochi giorni
per impostare il tuo account immobilare.it e creare nel modo perfetto le tue
ricerche. Il passo successivo è quello di scendere in campo. Ciò che ti
consiglio è di visitare TUTTI gli appartamenti degli annunci della tua
ricerca. Se sono troppi significa che devi migliorare la ricerca, magari
ritoccando le zone.
Ogni annuncio che visiti ti farà avere più esperienza che potrai utilizzare nel
momento giusto, ovvero quando troverai la casa che fa per te. Facendo
pratica capirai i pro e i contro di ogni appartamento e imparerai a parlare
con gli agenti immobiliari.
Inoltre, entrando in contatto con decine di agenti immobiliari puoi iniziare a
creare una sorta di collaborazione.
Se, ad esempio, il Signor Rossi, dopo aver visitato un quadrilocale in centro
che per un motivo o per un altro non gli è piaciuto (ad esempio per
mancanza di cantina) può comunicare all’agente immobiliare che è
fortemente interessato a quella tipologia di appartamento, a patto che ci sia
la cantina, e che può chiamarlo non appena ha qualcosa sottomano.
Ecco, così, Rossi ha sfruttato il suo tempo andando a creare una sorta di
collaborazione e facendo ulteriore esperienza scendendo in campo.
Questa è una collaborazione dove entrambi vincono perché Rossi ottiene
l’appartamento che desidera prima degli altri e l’agente immobiliare vende
in pochissimo tempo un appartamento andando a guadagnare subito la sua
percentuale.
Più appartamenti visiti e più esperienza avrai, con più consapevolezza
creerai più collaborazioni con agenti immobiliari.
Quindi sta a te decidere quanto tempo dedicare, ovviamente ognuno ha i
propri impegni, ho sentito di amici che hanno cercato casa per anni e altri
per un solo mese.
CONCLUSIONI

Con la speranza che questo manuale, scritto per te che cerchi casa, possa
aiutarti nella ricerca, ti auguro di trovare presto la casa che desideri.
Se ti è piaciuto questo manuale ti chiedo di lasciare una recensione positiva
in modo da migliorare la valutazione del mio libro.
Ti ringrazio.
INFORMAZIONI SULL'AUTORE

Mi chiamo Sorrentino Angelo e sono un ragazzo nato e cresciuto a Torino,


ho studiato e lavoro nel settore informatico.
Ho pensato di scrivere questo manuale in quanto sono affascinato dal
settore immobiliare e in prima persona ho vissuto e sto ancora vivendo tutto
ciò che ho descritto.
Spero di esserti stato d’aiuto.

Potrebbero piacerti anche