Sei sulla pagina 1di 7

Galileo Galilei

(A) Galileo Galilei è un fisico, matematico e astronomo.

- È stato uno degli scienziati italiani più importanti di sempre

- è considerato il padre del metodo scientifico e le sue


scoperte lo hanno reso famoso in tutto il mondo.

(B) Galileo Galilei nasce nel 1564 a Pisa da una famiglia nobile e
nel 1581 si iscrive alla facoltà di medicina spinto dal padre che
voleva per lui un futuro da medico.

(C) Infatti Galileo non era interessato alla medicina e presto


abbandonò la facoltà e andò a Firenze. Dove trovò la sua
passione, verso la matematica e la fisica.

(D) Durante la sua vita ha scoperto e ha Inventato molte cose


che tutti sono importanti come Il cannocchiale e la phenomena
copernicana. Grazie a queste scoperte, Galileo diventò celebre
tanto da ottenere la cattedra di matematica.?? Dove?
(F) Galileo descrive le sue scoperte in un'opera che avrà un
grande successo che si chiama il sidereus nunciu.

Le Sue invenzione :

(1) Il cannocchiale

(A) Galileo fece studi scientifici che poi hanno avuto molta
importanza in futuro.

(B) c’era prima di galileo un’altro studioso che fece delle studi
cannocchiale.

(C) il cannocchiale è un strumento nuovo è rivoluzionario e


con il cannocchiale possiamo vedere vicine le cose lontane,
possiamo scoprire molte cose nel l’astronomia come fece
galileo perché lui era il primo che usato il cannocchiale ci ha
fatto conoscere il sistema solare e tutte le altre pianeti diverse
dalla terra.

(D) si dice di solito che galileo inventò il cannocchiale, in realtà


i primi cannocchiali comparvero in olanda nei primi anni del
seicento ed erano formati da un piccolo tubo di ottone o di
piombe,

- a’un estremità del tubo era inserita una lente convergente e


questa lenta era rivolta verso l’oggetto da vedere, ed era detto
lento oggettiva.

- all’altra estremità era inserita una lente divergente e questa


seconda doveva essere messa davanti all’occhio ed era detto
lento oculare.

(E) *la differenza tra il cannocchiale e il telescopio:*

- il cannocchiale: usato per produrre le immagini d ’


ingrandimento

- il telescopio: è finalizzato al l’osservazione astronomia.


(F) Nel 1609 Galileo combinò lenti più potenti fino a costruire
un cannocchiale da 30 ingrandimenti

con questo strumento misura la superficie della luna e scopri i


quattro satellite di Giove.

l’esistenza di molte stelle invisibili a occhio nudo, e che venere


mostrava fasi simili a quelle lunari.

(G) Galileo scopri il sestima degli oroscopi che è previsione del


destino delle persone attraverso delle stelle.

Era contro i principi della chiesa.

(H) Galileo a partire dal 1610, iniziò a studiare il cielo.

le sue osservazioni avevano rivoluzionato l’astronomia.

(I) Nel Futuro queste invenzione di Galileo furono usate sempre


da altre scienziate.

(2) La Theoria Copernicana :


(A) Tra le sue più importanti pubblicazioni scientifiche troviamo
le “lettere copernicane”

- nelle quali spiega il suo pensiero riguardo le teorie di


Copernico(discussa precedentemente dallo scienzato Polacco
Nicola copernico) , scritte tra il 1613 e 1616.

(B) Successivamente pubblica, la sua più importante opera il


“Dialogo sopra i due massimi sistemi del mondo”.

- In questo trattato lo scienziato confuta le teorie aristoteliche a


favore del sistema copernicano basato sulla teoria eliocentrica.

- c'era un'altra teoria, quella secondo la Bibbia, la terra è


stabile e il sole gira intorno a lei .

- Galileo Galilei scrive che secondo I suoi studi succede il


contrario: Galilieo ha detto in questa fenomeni che il sole e’
stabile e la terra e i pianeti sono quelli che girano intorno al sole,
ha anche contato quanti giri fa la terra intorno a se’ stessa e
intorno al sole.

{ La controriforma cattolica }

(A) Galileo non è uno dei fondatori della Riforma ma faceva


parte del rinnovamento del pensiero scientifico.

(B) Era uno dei primi condannati perché la chiesa rifiutava ogni
rinnovamento suggerito dalla riforma in ogni campo e anche
ogni pensiero innovativo .

(C) Ci furono come processi, condanne e la lista dei libri proibiti


che includò tutte le opere di Galileo e il Decamerone di
Boccaccio perchè parlò della sessualità in modo indecente.

(D) Dopo 359 anni papà Giovanni Paolo II ammettè l'errore


della chiesa e il Vaticano riconobbe tutti gli studi di Galileo
Galilei e inizia un rapporto diverso tra scienza e chiesa.

Potrebbero piacerti anche