Sei sulla pagina 1di 28

MASTER A SCUOLA OGGI

LEZIONE 1
INTRODUZIONE AL CORSO

BASI COGNITIVE, MOTIVAZIONALI,


SOCIALI NEI PROCESSI DI
APPRENDIMENTO (1)
MASTER A SCUOLA OGGI

Buongiorno, sono Simona Ruggi.

Vi accompagnerò nel percorso di studio del corso di Basi cognitive,


motivazionali, sociali nei processi di apprendimento.

Obiettivo principale del corso è fornire ai partecipanti le conoscenze di


base della Psicologia dell’apprendimento, trattando le principali
funzioni e i processi dell’attività mentale dell’essere umano coinvolte
nei processi di apprendimento: gli aspetti cognitivi, affettivi,
motivazionali.
MASTER A SCUOLA OGGI

Spero che il corso vi potrà interessare e stimolare non solo per


acquisire conoscenze e strumenti di base afferenti alla disciplina
psicologica, ma per motivarvi nella costruzione di un percorso di
apprendimento rivolto alla realizzazione di un sapere, di un
pensiero critico e di una crescita personale e professionale.

Nel corso delle lezioni erogate troverete anche alcune proposte


esercitative: sono applicazioni e approfondimenti relativi al tema
affrontato durante la lezione. Non si tratta di esercitazioni
obbligatorie al fine dell’esame ma sono sicuramente utili per
approfondire l’apprendimento.
MASTER A SCUOLA OGGI

In piattaforma troverete anche alcuni approfondimenti in


formato mp3 in cui vi propongo brevi descrizioni verbali su
temi quali: il temperamento, le mappe cognitive, il pensiero
creativo, l’osservazione in contesti educativi, le emozioni e
le competenze sociali e la valutazione.
MASTER A SCUOLA OGGI

Nelle slide successive troverete specificata una selezione di alcuni


riferimenti bibliografici per approfondimenti.

Io e i tutor rimaniamo a diposizione per ogni chiarimento, suggerimento


e approfondimento.

Buon lavoro.
MASTER A SCUOLA OGGI

Alcuni possibili testi per approfondimenti:

– Anolli L., Legrenzi P. (edizione 2012), Psicologia Generale, Il Mulino, Bologna.


Si tratta di un manuale di base della Psicologia Generale: chiaro nella
formulazione dei concetti chiave e utile nella memorizzazione dei temi.

– Antonietti A., Cantoia M. (2010), Come si impara, Mondadori

– Cantoia M., Carruba L., Colombo B. (2004), Apprendere con stile, Carocci

– Legrenzi P. (2005), Creatività e innovazione, Il Mulino

– Maida S., Molteni L., Nuzzo A. (2009), Educazione e osservazione, Carocci

– Moè A. (2012), Motivarsi e motivare, Giunti

– Morganti A. (2009), Intelligenza emotiva e integrazione scolastica, Carocci


MASTER A SCUOLA OGGI

Vi propongo un’ ESERCITAZIONE INTRODUTTIVA per iniziare a riflettere


sulla cornice di riferimento teorica, la psicologia, che guiderà il nostro
corso:
Prendete un foglio e provate a fare uno “stemma”, per ognuno dei seguenti
argomenti:

• L’oggetto di studio della psicologia

• In quali luoghi e situazioni si può ritrovare la psicologia

• La psicologia come scienza

• Chi è lo psicologo

• Quali metodi e procedura attua lo psicologo

• Le competenze dello psicologo


MASTER A SCUOLA OGGI

- Dovete pensare agli stemmi delle casate nobiliari che contengono, in forma
simbolico-grafica, gli aspetti rilevanti, salienti e caratteristici della casata che
rappresentano. Allo stesso modo riflettete sugli argomenti che vi ho proposto e
individuate le caratteristiche che per voi sono maggiormente rilevanti per darne
una definizione. Potete realizzare uno stemma grafico (disegnando in forma
simbolica i concetti che avete in mente) oppure scrivendo ciò che avete pensato.
- Costruite graficamente una mappa concettuale in cui presentare gli “stemmi” da
voi individuati, collegandoli attraverso nessi concettuali (frecce, diagrammi, etc).

- Valutate come i vari argomenti si possano integrare, quali punti di connessione


siano rintracciabili.
MASTER A SCUOLA OGGI

Lo scopo di questa esercitazione è quello di fermarci a riflettere sulle conoscenze, le


aspettative circa la psicologia e i possibili ruoli dello psicologo.

Nella lezione vi proporrò alcune definizioni scientifiche di Psicologia, dei suoi oggetti
di studio e delle competenze dello psicologo.

Per chi, nella propria pregressa formazione, ha studiato materie psicologiche queste
prime definizioni potrebbero risultare ridondanti ma credo siano utili per
condividere la cornice teorica di riferimento.
MASTER A SCUOLA OGGI

LEZIONE 1
INTRODUZIONE AL CORSO

BASI COGNITIVE, MOTIVAZIONALI,


SOCIALI NEI PROCESSI DI
APPRENDIMENTO (2)
MASTER A SCUOLA OGGI

Iniziamo con qualche definizione:

cos’è la psicologia

Il termine psicologia deriva dal greco: psiche, che significa


anima e logos, che significa discorso.

La psicologia diventa, quindi, descrivibile come il discorso


sull’anima o, meglio, attualmente, la scienza che che si
occupa della mente.
MASTER A SCUOLA OGGI

In senso più ampio si può sostenete che la psicologia si


occupa di come gli uomini pensano, sentono e si
comportano; cioè si interessa alla sfera cognitiva
(relativa ai processi di pensiero e ragionamento), a
quella affettiva (che implica la parte emotiva e
relazionale) e a quella comportamentale.

Sinteticamente possiamo sostenere che la psicologia


studia i comportamenti e i processi mentali
dell’individuo e le sue relazioni con l’ambiente.
MASTER A SCUOLA OGGI

La psicologia è una disciplina plurisfaccettata, non è un


corpus unitario di nozioni, non è una disciplina
monolitica ma una sorta di “fiume in cui si muovono,
nello stesso alveo e nella stessa direzione, molteplici
correnti” (Antonietti, 2001).

Ogni autore e ogni corrente di pensiero parte da


presupposti e approcci diversi accentuando elementi
differenti dello stesso problema o oggetto di studio.
MASTER A SCUOLA OGGI

Oggetto di studio della psicologia:

Per comprendere meglio l ’ oggetto di studio della disciplina


utilizziamo le parole di Antonietti (2000, p.2): “l’oggetto della
psicologia – la mente – studia pensieri, ricordi, percezioni,
emozioni, realtà che constatiamo essere in noi presenti (e
presumiamo esserlo negli altri uomini a cui non possiamo
propriamente assegnare delle proprietà che attribuiamo invece
agli organi del nostro corpo…per il cui studio…riteniamo siano
più appropriate altre discipline (la biologia, la medicina, etc)”.
MASTER A SCUOLA OGGI

La psicologia ingenua

La psicologia ingenua o del senso comune è il sapere


comune che tiene conto di ciò che crediamo caratterizzi
la mente altrui e ci permette di relazionarci agli altri,
prevedendone il comportamento e adeguandovi il nostro.

La psicologia ingenua è il modo con il quale una cultura


spiega il comportamento degli esseri umani. Si tratta di
un sapere pratico con l’obiettivo dell’adattamento.
MASTER A SCUOLA OGGI

Quale è la differenza tra una teoria ingenua e una


scientifica?

La scientificità di una teoria è garantita dal metodi di


analisi delle spiegazioni ai fenomeni: il metodo
sperimentale permette di giungere a conclusioni
precise e fondate.
MASTER A SCUOLA OGGI

chi è lo psicologo

Gli psicologi sono un gruppo estremamente eterogeneo che, pur


condividendo la stessa etichetta verbale per descriverne la professione,
svolge mansioni molto differenti. Nel 2004 il Bureau of Labor Statistics
ha stimato che gli psicologi avevano prodotto circa 106.000 lavori. Gli
psicologi si occupano di ricerca, insegnamento, consulenze brevi in
ambito clinico-terapeutico, consulenze in aziende nell ’ ambito delle
risorse umane, per la progettazione di prodotti, per la pubblicità e il
marketing, realizzano e somministrano test di personalità, di abilità e di
profitto (in Carlson, 2005).
MASTER A SCUOLA OGGI

Gli psicologi si interessano a fenomeni diversi: i processi


mentali nelle capacità di pensiero e ragionamento, la
sfera affettiva, quella relazionale, le caratteristiche di
personalità, il contributo della genetica, della
fisiologia e dell’ambiente nella strutturazione degli
aspetti psicologici dell’individuo.
MASTER A SCUOLA OGGI

LEZIONE 1
INTRODUZIONE AL CORSO

BASI COGNITIVE, MOTIVAZIONALI,


SOCIALI NEI PROCESSI DI
APPRENDIMENTO (3)
MASTER A SCUOLA OGGI

Approfondiamo la differenza tra psicologia scientifica e psicologia ingenua, o del


senso comune, attraverso un esempio pratico (Anolli, Legrenzi, 2009) per
definire il controllo sperimentale delle teorie.

L ’ esempio fa riferimento al funzionamento della memoria: tra le molte


informazioni con cui entriamo in contatto quotidianamente alcune vengono
ricordate intenzionalmente, cioè con uno sforzo consapevole per trattenerle,
altre rimangono tra i nostri ricordi in modo casuale, incidentalmente.

Il senso comune sostiene che ricordiamo meglio ciò che decidiamo di


memorizzare volontariamente.
MASTER A SCUOLA OGGI

Nel 1967 Mendler cercò di analizzare scientificamente i processi di


memorizzazione incidentale e intenzionale.

Il gruppo di persone partecipanti all’esperimento (soggetti sperimentali) venne


suddiviso in quattro sottogruppi con le seguenti istruzioni:
- un sottogruppo doveva leggere una lista di parole e ripeterle (memorizzazione
incidentale e ripetizione)

- il secondo sottogruppo doveva leggere una lista di parole e raggrupparle in


categorie di senso (memorizzazione incidentale e raggruppamento)
MASTER A SCUOLA OGGI

-
- il terzo sottogruppo doveva cercare di memorizzare la lista di parole e
ripeterle (memorizzazione intenzionale e ripetizione)

- l’ultimo sottogruppo doveva memorizzare la lista di parole e raggrupparle in


categorie (memorizzazione intenzionale e categorizzazione)
MASTER A SCUOLA OGGI

I risultati hanno evidenziato come i soggetti sperimentali che avevano il


compito di organizzare in categorie di senso le parole della lista
ricordavano bene le parole stesse, indipendentemente dal compito di
memorizzazione incidentale o intenzionale.
MASTER A SCUOLA OGGI

Quindi, non è l’intenzionalità a facilitare i processi mnestici ma


la possibilità di integrare le nuove informazioni in strutture di
significato e di informazioni già esistenti in memoria.

Una teoria ingenua non può essere, quindi, sufficiente a


spiegare il funzionamento della mente, sono necessari il
rigore e la precisione del metodo sperimentale.
MASTER A SCUOLA OGGI

LEZIONE 1
INTRODUZIONE AL CORSO

BASI COGNITIVE, MOTIVAZIONALI,


SOCIALI NEI PROCESSI DI
APPRENDIMENTO (4)
MASTER A SCUOLA OGGI

Per concludere l’introduzione al corso distinguiamo brevemente tra


le diverse figure professionali:

PSICOLOGO: laureato in psicologia, ha superato l’esame di stato


per l ’ abilitazione alla professione ed è iscritto all ’ albo
professionale della sua regione. L’albo professionale garantisce il
rispetto del codice deontologico da parte del professionista e si
occupa di tutelare i suoi diritti (l ’ ordine degli psicologi è
suddiviso per regioni ed è consultabile su siti internet).
MASTER A SCUOLA OGGI

Il ruolo dello psicologo può essere molteplice e differenziato, può


accompagnare e cercare di comprendere la persona che gli si
rivolge per una consulenza; può essere uno scienziato; un esperto
di risorse umane o di progettazione o di marketing.

Gli obiettivi di uno psicologo riguardano principalmente la ricerca di


senso, che si concretizza in ambiti diversi quali il counseling, la
mediazione nelle situazioni conflittuali, la ricerca per accrescere la
conoscenza, la formazione, la progettazione di interventi, la
consulenza in azienda.
MASTER A SCUOLA OGGI

PSICHIATRA: laureato in medicina con una specializzazione in


psichiatria. Può prescrivere medicine ai pazienti.

PSICOTERAPEUTA: psicologo o psichiatra che ha frequentato una


scuola di specializzazione. Gli orientamenti terapeutici possono essere
diversi: comportamentista, sistemico-relazionale, psicoanalitico,
cognitivo-comportamentale, gestaltista, …
Solo uno psicoterapeuta può iniziare una psicoterapia con un paziente.

Potrebbero piacerti anche