Sei sulla pagina 1di 5

Esperimenti eseguiti

da Fazio e Adamo

Indice
Respirazione polmonare
Esperimento sugli scambi gassosi
Esperimento capacità polmonare

Respirazione
polmonare 🫁
Scopo
Verificare la respirazione polmonare attraverso la costruzione di un modellino.

Cenni teorici
L’apparato respiratorio comprende alcuni organi come naso, faringe, laringe trachea, bronchi e polmoni.

Svolge diverse funzioni: contribuisce alla termoregolazione,


contiene recettori per il senso del olfatto
regola il volume e la pressione del sangue
si occupa della vocalizzazione con produzione dei suoni implicate nel linguaggio
riscalda e umidifica l’aria inspirata.

Materiale
Bottiglia di plastica(gabbia toracica) , due cannucce (vie aree), palloncini piccoli (polmoni) , un guanto elastico
(diaframma) ,nastro adesivo ,forbici ,trapano.

Procedimento

Si taglia la bottiglia metà , viene utilizzata solo la parte superiore.

Con il trapano si va a creare due fori sul tappo.

All’interno vengono infilate le due cannucce.

Per evitare la fuoriuscita di aria si sigilla l’ intero tappo con il nostro adesivo.

All’interno della bottiglia si inseriscono i due palloncini alle cannucce fissandole con un po’ di
nastro adesivo.

All’estremità della bottiglia si inserisce un guanto e si fissa con il nastro adesivo.

Conclusione

Questo modellino mostra come spingendo il palloncino verso il basso, la pressione nella
bottiglia diminuisce e l’area penetra all’interno dei palloncini che si gonfiano (inspirazione ) .Se
e si spinge il palloncino verso l’alto si osserva che i due palloncini si comprimono e l’aria
fuoriesce dalla cannucce (espirazione).

Esperimento sugli
scambi gassosi
Cenni teorici
La pressione parziale è molto importante perché i gas che sono presenti nel nostro organismo si diffondono dalle
aree in cui la sua pressione parziale è maggiore a quelle in cui è minore. Gli scambi dei gas possono verificarsi sia
esternamente che internamente.

Gli scambi esterni o polmonari l’ossigeno si diffonde negli alveoli polmonari e nel sangue dove trasporta diossido di
carbonio.

Gli scambi interni o sistemici avviene tra i capillari sistemici e le cellule del tessuto.

Scopo
Verificare la presenza di Dio s’di carbonio nel corso di una respiratorio.

Materiali
Vaschetta di colorazione, una cannuccia, Becker, pipetta per colorazione

Sostanze
Bromotimolo,acqua distillata.

Procedimento

All’interno della beuta si inserisce l’acqua distillata aggiungendo due


gocce del blu di bromotimolo.
Mediante una cannuccia andiamo ad emettere aria all’interno del
liquido.
Dopo alcuni secondi si osserva il viraggio di colore dal blu al giallo.

H2O + CO2 H2CO3 (acido carbonico)

Conclusione

Il viraggio di colore dal blu al giallo si verifica perché il blu di bromotimolo passa da un ambiente neutro ad un
ambiente acido.

Capacità polmonare

Scopo
Scoprire la massima quantità d’aria che un essere umano riesce ad espirare dopo una inspirazione massimale forzata.

Cenni teorici
La misurazioni della velocità del flusso d’aria vengono utilizzati per differenziare le patologie ostruttive da quelle
restrittive e per determinare il livello di gravità della malattia. Queste misurazioni vengono riportate come volumi
assoluti e come percentuale del valore previsto ,utilizzando dati di una persona. Le variabili che vengono utilizzati per
prevedere i valori normali comprendono:sesso,età,peso,altezza.

Materiali
Una vaschetta piena di acqua, un boccaglio, un recipiente di 5 l.

Procedimento
Si prende il recipiente e si versano 5 l di acqua, dopodiché si capovolge e si appoggia sulla vaschetta.

Successivamente si prende il boccaglio e si inserisce all’interno del recipiente.

All’interno del boccaglio espiriamo l’aria facendo fuoriuscire da un’estremità l’acqua nella vaschetta, e ci fermiamo
quando ci accorgiamo di non farcela più.

Conclusioni
Grazie a questo esperimento abbiamo verificato la nostre capacità polmonare.
Fazio 3.3
Adamo 3.4

Potrebbero piacerti anche