Sei sulla pagina 1di 1

FRIULI VENEZIA GIULIA

Il distintivo del Friuli-Venezia Giulia rappresenta un’aquila dorata su sfondo blu.


Il blu del fondo rappresenta il cielo, mentre l’aquila deriva dal simbolo di Aquileia, antica città romana.
Come racconta un’antica credenza, infatti, i colori impegnati nella fondazione della città sarebbero stati
sorvolati dal volo augurale di un’aquila.
Un’altra ipotesi invece è quella che il nome di Aquileia derivi da un fiume.
Aquileia poi, è stata sempre molto importante per la cristianità, si narra infatti che fu San Marco a portare
il Vangelo e la fede di Cristo nella regione giungendo via mare e attraversando al porto di Aquileia.
Da qui poi il Cristianesimo si irradiò fino all’est ed al centro dell’Europa.
Si trova infatti ad Aquileia una famosissima ed antica basilica considerata “l’Ecclesia Mater”, cioè la Madre
della Chiesa che ancora oggi è meta di pellegrinaggi.
Nell’anno 1077, Enrico IV imperatore di Germania stante a Pavia, metteva nelle mani del Patriarca di
Aquileia, Sigeardo di Beilstein, la bolla che lo insigniva del ducato del Friuli con signoria su parte
dell’attuale Slovenia (Cadono) ed il margraviato dell’Istria.
Il simbolo dell’aquila è stato preso dalla “pianeta”, parametro sacro del Patriarca.

Il distintivo FSE è diverso da quello AGESCI:nello stemma mostra un’ aquila d’oro al volo spiegato,
afferrante con gli artigli una corona turrita d’ argento.

Potrebbero piacerti anche