Sei sulla pagina 1di 9

Alice Leonardi 4A Caravaggio è ancora moderno?

Caravaggio
da “Nero Caravaggio” di Teju Cole
Robinson

1. Vita dell’artista

● nato nel 1571 a Milano;


● a 13 anni entrò come apprendista nella bottega di Simone Peterzano,
● da cui imparò probabilmente le basi del mestiere. In questo periodo dipinse
particolarmente le nature morte;
● arriva a Roma per la prima volta nel 1592 dove conquista subito apprezzamento e
notorietà;
● all’età di 32 anni, Caravaggio aveva già alle spalle una striscia di capolavori
indelebili dipinti per mecenati e chiese di Roma;
● per quanto riguarda la condotta personale, rimaneva uno sconsiderato: utilizzava un
linguaggio scurrile, beveva e si ficcava spesso in qualche rissa;
● alla fine di maggio del 1606 Caravaggio uccide Tommasoni e scappa da Roma,
rifugiandosi a Napoli;
● si sposta da Napoli verso Malta, la Sicilia e dinuovo a Napoli;
● era un assassino, un padrone di schiavi, un rissaiolo, un parassita;
● muore a Porto Ercole nell’estate del 1610 quando intraprende un viaggio di ritorno
verso Roma.

2. Opere

La cena in emmaus
https://it.wikipedia.org/wiki/Cena_in_Emmaus_(Caravaggio_Londra)

La vocazione di San Matteo


nella cappella Contarelli
https://it.wikipedia.org/wiki/Vocazione_di_san_Matteo
Alice Leonardi 4A Caravaggio è ancora moderno?

La conversione di San Paolo


nella cappella Cerasi
https://it.wikipedia.org/wiki/Conversione_di_san_Paolo_(Caravaggio)

Il sacrificio di Isacco
https://it.wikipedia.org/wiki/Sacrificio_di_Isacco_(Caravaggio)
Alice Leonardi 4A Caravaggio è ancora moderno?

L’incredulità di San Tommaso


https://it.wikipedia.org/wiki/Incredulit%C3%A0_di_san_Tommaso_(Caravaggio)

Deposizione
https://it.wikipedia.org/wiki/Deposizione_(Caravaggio)

Morte della Vergine


https://it.wikipedia.org/wiki/Morte_della_Vergine_(Caravaggio)
Alice Leonardi 4A Caravaggio è ancora moderno?

Le sette opere di misericordia


Una delle prime opere completate a Napoli, per la società caritatevole del Pio Monte della
Misericordia
https://it.wikipedia.org/wiki/Sette_opere_di_Misericordia

● complesso
● ingorgo d’immagini
● coinvolgente
● pozze di oscurità
● movimento ascendente
● divisioni nette tra luce e oscutrità

Flagellazione di Cristo
https://it.wikipedia.org/wiki/Flagellazione_di_Cristo_(Caravaggio)

● intensificazione dello stato d’animo


● brutale
Alice Leonardi 4A Caravaggio è ancora moderno?

● ombra innaturale
● sfondo semplificato
● tavolozza di colori illimitata

Il seppellimento di Santa Lucia


https://it.wikipedia.org/wiki/Seppellimento_di_santa_Lucia

● clima funereo

La decollazione di San Giovanni Battista


Concattedrale di San Giovanni alla Valletta
https://it.wikipedia.org/wiki/Decollazione_di_San_Giovanni_Battista_(Caravaggio)

● realisticità
● dimensioni monumentali
● impressione
Alice Leonardi 4A Caravaggio è ancora moderno?

Giuditta e Oloferne
https://it.wikipedia.org/wiki/Giuditta_e_Oloferne_(Caravaggio)

Il martirio di San Matteo


https://it.wikipedia.org/wiki/Martirio_di_san_Matteo
Alice Leonardi 4A Caravaggio è ancora moderno?

Davide con la testa di Golia


https://it.wikipedia.org/wiki/Davide_con_la_testa_di_Golia_(Caravaggio_Roma)

3. Caratteristiche della pittura


● chiaroscuro: luce violenta mescolata con buio profondo;
● spacconeria: arroganza senza freni;
Alice Leonardi 4A Caravaggio è ancora moderno?

● soggetti pricipali: suonatori di liuto, giocatori di carte, una panoplia di giovani


androgini dall’aria meditabonda;
● forza ipnotizzante
● soggettivià: autore presente nelle sue opere;
● due fasi: periodo romano e periodo che venne dopo l’assassinio di Tommasoni
(pennellate meno accurate e soggetti più morbosi);
● composizione complessa: ingorgo d’immagini;
● capacità di coinvolgere l’osservatore;
● forte influenza sulle città che abita;
● opere che turbano l’osservatore, lo fanno riflettere;
● rara la presenza di paesaggi.

4. Tematiche
● deirvano anche dalla Bibbia o dal mito;
● aspetti amari e sgradevoli dell’esistenza;
● pericolo;
● seduzione;
● ambiguità;
● martiri e decapitazioni;
● orrore, luoghi dolorosi della realtà;
● sofferenza;
● temi affrontati con soggettività da parte dell’autore: traspare la conoscenza di tutto il
dolore, la solitudine, la bellezza, la paura e la terribile vulnerabilità che accomunano i nostri
corpi.

5. Parole che con conosci e relativo significato


cordoglio: 1. Dolore profondo, per lo più collettivo, in seguito a una sciagura.
2. Compianto; lamento funebre.

latitante: 1. Che si sottrae volontariamente all'esecuzione di un mandato o di un ordine di


cattura, di arresto o di carcerazione.
2. Inspiegabilmente assente o inoperante.

magnate: 1. Cittadino ragguardevole per autorità e prestigio nella vita politica ed economica
del proprio paese.
2. Pezzo grosso del mondo industriale o finanziario, a volte con una sfumatura polemica e
negativa.

partenopeo: Napoletano (con una sfumatura aulica, suscettibile anche di intonazioni ironiche
o scherzose).

affastellata: 1. Raccolto in fastelli.


2. In botanica, fascicolato.

veni, vidi, vici: (lett. Venni, vidi, vinsi) è la frase con la quale, secondo la tradizione, Gaio
Giulio Cesare annunciò la straordinaria vittoria riportata il 2 agosto del 47 a.C. contro
l'esercito di Farnace II del Ponto a Zela, nel Ponto. Ancora oggi tale locuzione è utilizzata,
Alice Leonardi 4A Caravaggio è ancora moderno?

spesso ironicamente, per indicare un'impresa compiuta con un successo rapido, totale e senza
grosse difficoltà.

feluca: La feluca (dall'arabo ‫ ﻓﻠﻮﻛﻪ‬falu:ka; a sua volta dal greco epholkion "palischermo,
scialuppa") è un'imbarcazione a vela di ridotte dimensioni (normalmente può portare una
decina di passeggeri più un paio di persone di equipaggio). Può avere una o due vele latine.

6. Espressioni significative o efficaci

“Era uno schema ricorrente per lui: in ogni città dove viveva, aveva l’effetto di un fulmine,
un’illuminazione breve ma sconvolgente, dopo la quale nulla era più come prima.”

“Non vado da Caravaggio per ricordarmi di quanto siano buone le persone, e di sicuro non
perché fosse buono lui. Al contrario: lo cerco per trovare un tipo di conoscenza che altrimenti
sarebbe insostenibile. Era un artista che dipinse il frutto nel momento della maturazione e nel
momento in cui comincia a marcire, un artista che dipinse la carne quando è raffinatamente
seduttiva e quando è atrocemente ferita.”

7. Collegamenti con l'attualità


“I luoghi dell’esilio di Caravaggio erano diventati tutti punti caldi della crisi migratoria, e non
era solo una coincidenza: lui era andato in quei posti perché erano dei porti, e un porto è il
punto in cui un certo territorio è più propizio all’arrivo e alla fuga, dove uno straniero ha la
possibilità di sentirsi meno estraneo.”

“Cominciai a pensare a Caravaggio, che da quando era fuggito in esilio non poteva più dare
per scontato di riuscire a trascorrere una buona notte di sonno, ma pensavo anche a tutte le
persone in città, in quello stesso momento, che erano in un modo o nell’altro ospiti precari: la
donna sotto l’androne a via Medina, l’uomo che vendeva ciondoli a Castel dell’Ovo, i tanti
giovani africani visti alla stazione.”

“La decollazione di San Giovanni Battista faticò a entrare nella mia visione di tutto quello che
pensavo fosse la pittura. Più di un anno sarebbe passato prima di riuscire trovare una chiave
che mi ha aiutato a elaborare quello che avevo visto a Malta. Fu quando vidi due brevi
videoclip dalla Libia realizzati nel 2017: il primo di questi video mostrava degli uomini
venduti in un mercato di schiavi, girato da una fonte anonima; il secondo era realizzato da
giornalisti della Cnn che erano andati nei sobborghi di Tripoli per trovare
conferma alla storia. Gli uomini venduti erano migranti del Niger: si vedevano alcuni di loro
in piedi di notte contro un muro spoglio, un cortile desolato come quello del dipinto da
Caravaggio. L’illuminazione era fioca, si faceva fatica a vedere. La faccenda era rapida e
spedita: qualcuno annunciava ad alta voce i prezzi, i compratori, fuoricampo, facevano le loro
offerte e basta. In quei video vidi la vita rovesciata, la vita trasformata
in morte, proprio come nel dipinto di Caravaggio. Non quello che non dovrebbe essere, ma
quello che non dovrebbe essere visto.”

Potrebbero piacerti anche