Sei sulla pagina 1di 48

in Ingegneria delle Telecomunicazioni

presso IFCE.

Corso: Reti di Computer


Argomento: Telefonia IP.
L'espansione dell'uso delle tecnologie di rete ha
consentito un ampio utilizzo di servizi di comunicazione
per il
trasporto di dati, voce e immagini con velocità di
trasmissione sempre più elevate.

Questa evoluzione delle reti ha portato all'emergere di


tecnologie per la fornitura di servizi di telefonia che
utilizzano la rete IP nell'instaurazione di chiamate e
comunicazioni vocali. Per quanto riguarda le tecnologie
attualmente utilizzate per questo scopo, abbiamo la
Telefonia IP e il VoIP (Voice over Internet Protocol).
Sono tecnologie basate su standard e raccomandazioni
approvate da organismi internazionali come di
standardizzazione, l'ITU-T.
Concetti:
La Comunicazione Vocale nelle Reti IP, denominata VoIP,
consiste nell'utilizzo di reti dati che utilizzano l'insieme dei
protocolli delle reti IP (TCP/UDP/IP) per la trasmissione di
segnali vocali in tempo reale sotto forma di pacchetti di Dice.

La sua naturale evoluzione ha portato alla nascita della


Telefonia
IP, che consiste nella fornitura di servizi di telefonia
utilizzando la rete IP per l'instaurazione di chiamate e
comunicazioni vocali.

In queste reti sono implementati ulteriori protocolli di


segnalazione di chiamata e di trasporto vocale, che
consentono una
comunicazione con una qualità prossima a quella fornita dalle
reti convenzionali dei sistemi di telefonia pubblica commutata
o mobile.
Quando parliamo di VoIP, ci riferiamo
all'integrazione tra un centralino telefonico
privato (PABX) e un gateway (router o
switch), che converte lo standard vocale
tradizionale in Voice over IP. Questo
concetto è un po' diverso dalla telefonia
IP, in cui non c'è più la figura del PABX
convenzionale ei telefoni stessi già
convertono in VoIP.
Telefonia convenzionale
Il sistema telefonico più utilizzato oggi per stabilire la comunicazione vocale tra
due punti è ancora il sistema pubblico. Affinché avvenga una comunicazione
telefonica, è necessario stabilire un circuito tra un abbonato A (mittente) e un
abbonato B (destinatario).

Questa comunicazione telefonica, detta anche convenzionale, è rappresentata


dalla rete telefonica pubblica commutata (PSTN). È il servizio di telecomunicazioni
che, attraverso la trasmissione di voce e altri segnali, è destinato alla comunicazione
tra determinati punti fissi, mediante processi di telefonia.
VoIP
VoIP è un insieme di tecnologie che utilizza Internet o
reti IP private per la comunicazione vocale, sostituzione
o integrando i sistemi telefonici convenzionali.
Consiste nell'uso di reti di dati che utilizzano l'insieme
di protocolli di reti IP per la trasmissione di segnali di
voce in tempo reale sotto forma di dati a pacchetto.

Nota:
I termini Telefonia IP, Telefonia Internet o Voice over IP sono stati
applicati all'uso di reti basate sul protocollo IP, a livello di rete
(modello RM-OSI) per il trasporto vocale, in particolare su Internet.
telefonia IP
La telefonia IP è un tipo di VoIP, in cui
nel servizio fornito, l'utente utilizza un
telefono IP o un adattatore IP per un
telefono
convenzionale e una connessione IP banda
larga per connettersi alla rete di telefonia
IP. Inoltre , è possibile accedere al servizio
utilizzando un computer con un programma
speciale per questo scopo.

https://it.wikipedia.org/wiki/Suite_di_protocolli_Internet

https://www.ionos.it/digitalguide/server/know-how/presentazione-dei-protocolli-tcpip/
Caratteristica Telefonia convenzionale Telefonia VoIP

Collegamento a casa Cavo in rame (doppino Internet a banda larga


dell'utente intrecciato)
Mancanza di elettricità Ancora funzionante smetti di lavorare

Mobilità Limitato alla casa Accedi ovunque nel


dell'utente mondo, purché connesso

Internet
Numero di telefono Associato alla casa Associato all'area locale
dell'utente del numero contrattato
chiamate locali Area locale del domicilio Numero contratto area
dell'utente locale
ÿ Nei sistemi tradizionali, il segnale Voce utilizza una banda
di 4 kHz, ed è digitalizzato con una frequenza di
campionamento di 8 kHz per essere adeguatamente
recuperato ( principio di Nyquist). Poiché ogni campione è
rappresentato da un byte (8 bit, con un massimo di 256
valori distinti), ogni canale Voice
necessita di una larghezza di banda di 64 kbit/s (8.000
campioni x 8 bit).

ÿ Questa forma di digitalizzazione del segnale vocale soddisfa la


raccomandazione ITU-T G.711 - Modulazione del codice a impulsi
(PCM) delle frequenze vocali.

ÿ Nei sistemi di trasmissione Voice over IP, dove la richiesta


di larghezza di banda è fondamentale, è anche necessario
utilizzare algoritmi di compressione del segnale vocale.
Questi algoritmi svolgono un ruolo rilevante a causa del
risparmio di larghezza di banda che forniscono.
ÿ Il suo utilizzo è stato possibile grazie al
sviluppo di processori di segnale
(DSP), la cui capacità di
elaborazione ha cresciuto
vertiginosa.

hanno incora bisogni ÿ Questi lo sviluppo delle Il


tecnologie
complesso per la digitalizzazione e la compressione
di Voice, e che sono stati registrati tramite
Raccomandazioni ITU-T.
Raccomandazione Bit rate ritardo tipico Qualità
Algoritmo
QUELLO-T (kbit/s) end-to-end (ms) voce

G.711 PCM 48; 56; 64 <<1 Eccellente

Sottobanda
G.722 48; 56; 64 <<2 Buono
ADPCM

ACELPMP Ragionevole
G.723.1 5,36,3 67-97
MLQ Buono

Buono (40)
G.726 ADPCM 16; 24; 32; 40 60
Fiera (24)

Buono (40)
G.727 AEDPCM 16; 24; 32; 40 60
Fiera (24)
G.728 LD-CELP 16 <<2 Buono

G.729 CS-ACELP 8 25-35 Buono

G.729
CS-ACELP 8 25-35 Buono
Annesso A
Queste reti possono essere di 2 tipi:

ÿ Pubblico: Internet rappresenta la rete IP pubblica


utilizzata per le comunicazioni VoIP L'utente deve
preferibilmente disporre di un accesso a banda
larga (ADSL, cavo, radio, Wimax, Fwa per aziende
ecc.) per poter utilizzare il servizio VoIP.

ÿ Private: le reti aziendali aziendali rappresentano


le reti private utilizzate per le comunicazioni VoIP e
possono variare da piccole reti locali (LAN) a
grandi reti aziendali (WAN) di aziende con una
presenza globale.
Nota:
l'uso più semplice del VoIP è Computer to
Computer che utilizza Internet, con Skype come programma
più utilizzato per questo scopo. Con
I servizi VoIP utilizzano telefoni adatti alle reti IP, che sono molto
diversi per complessità dai telefoni analogici convenzionali, poiché sono
digitali e hanno caratteristiche simili a quelle dei computer. Vengono
normalmente utilizzati i seguenti tipi di telefoni IP: Computer: il
computer stesso può essere utilizzato
come telefono IP, purché dotato di scheda audio, microfono, altoparlanti
o
cuffie e un programma di tipo softphone, con il centralino cloud fastweb
che abbia tutte le funzionalità per funzionare come un telefono IP.

Adattatore telefonico analogico (ATA): è un dispositivo che funziona


come un convertitore di telefono IP per un telefono analogico
convenzionale. L'ATA è collegato ad un accesso a banda larga (rete
IP) e ad un telefono analogico convenzionale, che può essere utilizzato
normalmente per effettuare e
ricevere chiamate dal servizio VoIP convenzionato.
Telefono IP: è un telefono che possiede tutte le caratteristiche
necessarie per un servizio VoIP, per essere utilizzato è sufficiente
collegarlo ad un accesso a banda larga (rete IP) per effettuare e
ricevere chiamate dal servizio VoIP.
Telefonia IP è l'applicazione VoIP per
stabilire telefonate con la rete telefonica
pubblica (fissa e cellulare).
ÿ Per effettuare chiamate verso la rete pubblica: in
questo caso l'utente compone il numero
convenzionale del telefono di destinazione per
completare la chiamata.

ÿ Per effettuare e ricevere chiamate di rete


pubblico: in questo caso l'utente riceve un
numero di telefono convenzionale, per
ricevere chiamate dalla rete pubblica, e
compone il numero convenzionale del
telefono di destinazione per effettuare la
chiamata verso la rete pubblica.

Nota: in entrambi i casi, l'utente può effettuare


e ricevere chiamate da un altro utente dello
stesso provider di servizi VoIP, generalmente
gratuitamente, ma non può chiamare utenti di
altri provider VoIP.
L'obiettivo della telefonia nelle reti IP è quello di
fornire una modalità alternativa ai sistemi
tradizionali, mantenendo almeno le stesse
funzionalità e qualità simili, e sfruttando la
sinergia della rete per il trasporto di Voce e dati.
ÿ Trasmissione vocale in tempo reale con tempo di latenza (ritardo)
inferiore a 300 ms;

ÿ Esistenza di Procedure di Segnalazione per


l'instaurazione e il controllo delle chiamate, e per la
fornitura di servizi aggiuntivi (conferenza, avviso di
chiamata, ID chiamante, ecc.); Fastweb aziende
pordenone

ÿ Esistenza di Interfacce con i sistemi


telefonia pubblica commutata e mobile.
ÿ Il trasporto Voice over IP ha portato allo sviluppo di una serie di nuovi
protocolli per consentire la comunicazione con le stesse caratteristiche delle
reti tradizionali.

ÿ Nelle reti IP, i pacchetti di dati con informazioni Voce vengono inviati in
modo indipendente, cercando il modo migliore per raggiungere la loro
destinazione, in modo da utilizzare le risorse di rete in modo più efficiente.

ÿ I pacchetti di dati associati ad una singola sorgente di comunicazione Vocale


possono, quindi, seguire percorsi diversi verso la loro destinazione, causando
ritardi, alterazioni della sequenza e persino la perdita di questi pacchetti.

ÿ La tecnologia sviluppata per la comunicazione VoIP, implementata attraverso i


nuovi protocolli, assicura il riordino dei pacchetti dati e la ricostituzione del
segnale originale, compensando l'eco risultante dal ritardo end-to-end dei
pacchetti dati, il
jitter e il perdita di pacchi.

ÿ Questi nuovi protocolli funzionano come applicazioni specifiche sul protocollo


IP per fornire comunicazioni in tempo reale e segnalazioni di chiamate per
applicazioni
vocali. Questi protocolli sono eseguiti da macchine esistenti nelle reti IP
(router, switch) e da nuovi elementi funzionali che completano l'architettura
dei sistemi di telefonia IP.

ÿ Nella telefonia tradizionale, la rete è gerarchica, cioè si


basa su grandi centrali telefoniche interconnesse in modo
gerarchico
e che detiene l'intelligenza della rete.
Inoltre, i terminali sono privi di intelligence e il loro
indirizzamento dipende dalla geografia dell'area di
copertura della rete (vedi tutorial di Teleco “Telefonia
Fissa in Brasile”).

ÿ Nella telefonia IP, la rete è piatta, non gerarchica,


specializzata nell'instradamento e nel trasporto di pacchetti
di dati e può offrire vari tipi di servizi. I terminali sono
intelligenti, il loro indirizzamento è indipendente dalla loro
posizione geografica e l'elaborazione e l'esecuzione delle
chiamate avviene in diverse apparecchiature che possono
essere dislocate in qualsiasi parte della rete.

https://www.windtrebusiness.it/en/
https://selfcare.windtrebusiness.it/login
https://www.windtrebusiness.it/piccole-medie-imprese/officesmart
https://www.windtrebusiness.it/pubblica-amministrazione/digital-solutions/easy-wi-fly-scuole
https://windtrebusiness.it/piccole-medie-imprese/connettivita-voucher-mise
https://www.windtrebusiness.it/piccole-medie-imprese/servizi/secure-web
Rete IP
È la rete dati che utilizza i protocolli TCP/IP. La sua funzione di
base è quella di trasportare e instradare pacchetti di dati tra i vari
elementi collegati
alla rete. A seconda delle sue dimensioni, può avere uno o più
segmenti di rete.

Sistema telefonico commutato fisso (STFC) È il sistema di


comunicazione vocale pubblico convenzionale, che collega aziende
e residenze a livello nazionale e internazionale.
L'attuale sistema di telefonia mobile può anche essere considerato
convenzionale, per i servizi di comunicazione vocale.

PAB
È l'apparecchiatura per uso aziendale utilizzata per eseguire servizi vocali
privati nelle aziende. Sono generalmente sistemi digitali, e sono
interconnessi
all'STFC (o ai sistemi di telefonia mobile) per effettuare comunicazioni
esterne.
Questa foto di Autore sconosciuto è concesso in licenza da CC BY-NC-ND
Terminale telefonico convenzionale (Tel) È
il telefono convenzionale utilizzato nelle case e nelle aziende. In alcuni più moderni sistemi digitali
(pubblici o privati), i telefoni sono anche digitali, per consentire un maggior numero di funzionalità
aggiuntive rispetto alla comunicazione vocale convenzionale.

Terminale Telefonico IP (Tel IP)


E' il telefono predisposto per la comunicazione Voce in reti IP. Dispone di tutte le funzionalità e i
protocolli necessari installati per supportare la comunicazione vocale bidirezionale in tempo reale e
la segnalazione delle chiamate. Ulteriori funzionalità integrate dipendono dallo scopo e dal costo
del terminale. Consulenza telefonia Aziendale

Terminale multimediale (TiM)


Sono computer predisposti per la comunicazione vocale nelle reti IP. Come Tel IP, dispongono di
tutte le funzionalità e i protocolli necessari per supportare la comunicazione vocale bidirezionale e
la segnalazione delle chiamate in tempo reale.
Questi terminali possono essere utilizzati per applicazioni più complesse, come le stazioni di
servizio di Call Center e le stazioni di conferenza multimediali, tra
altri.
Vons
Gateway (GW)ÿ E' l'apparecchiatura responsabile dell'interoperabilità tra la rete IP e l' STFC

(e/o sistemi di telefonia mobile). Esegue la conversione dei media in tempo reale (voce

analogica vs. voce digitale compressa) e la conversione dei segnali per le telefonate. Per

semplificare il GW, il controllo effettivo delle chiamate in corso è svolto dal Gateway

Controller.Nei sistemi più grandi, le funzionalità multimediali e di segnalazione possono

essere separate in diverse apparecchiature, denominate Media Gateway (MGW) e Signaling

Gateway (SGW).Controller gateway (GC) ÿ È l'apparecchiatura preposta al controllo delle

chiamate in entrata progressi realizzati dal GW. Chiamato anche Call Agent, il GC utilizza

e genera informazioni di segnalazione e comanda ai GW di avviare, monitorare e terminare

una chiamata tra 2 terminali diversi.Nei sistemi più grandi, le funzionalità di controllo dei
media e la segnalazione può essere separata in apparecchiature separate,

denominate Media Gateway Controller (MGC) e Signaling Gateway Controller (SGC).


La zona è un insieme di terminali, GW e MCU
gestito da un unico GK. Una zona deve avere
almeno 1 terminale e può contenere o meno
GW
o MCU. Tuttavia, una zona ha solo 1 GK.
Fisicamente, la Zona può essere composta da
uno o più segmenti di rete interconnessi tramite
router o altre apparecchiature simili.
Rispetto ai sistemi telefonici convenzionali, una
Zona corrisponde a un'area con un determinato
codice di località, ovvero una città o un gruppo
di città a seconda della dimensione e del
numero di terminali.
La comunicazione tra due terminali in telefonia IP avviene attraverso 2
processi simultanei:
Segnalazione e controllo delle chiamate ÿ Configurazione chiamata: si
verifica tra 2 o più terminali e coinvolge uno o più GK, per ottenere
informazioni da terminali nella stessa zona o in zone diverse. Può
coinvolgere anche GC e GW, se includono terminali STFC, o MCU, se
viene organizzata una conferenza. Una volta stabilita la chiamata,
vengono creati canali di controllo virtuali tra tutte le apparecchiature
coinvolte.
ÿ Monitoraggio della chiamata (gestione della chiamata): avviene attraverso i
canali di controllo durante la chiamata per identificare la perdita di
connessione e altri eventi rilevanti che dipendono dai servizi aggiuntivi
consentiti dai
terminali, ovvero: servizio simultaneo, avviso di chiamata, ecc.

ÿ Terminazione di chiamata: svincola i terminali e altri apparecchiature


coinvolte, rilascia i canali di controllo e aggiorna lo stato dei terminali
con le apparecchiature di rete.
Elaborazione vocale
ÿ Controllo del trasporto vocale: una volta stabilita la
chiamata, i terminali (e GW o MCU, a seconda dei
casi) avviano un processo di definizione del
meccanismo di trasporto vocale in cui viene eletto
un master, il tipo di supporto da trasportare (Voce)
e vengono creati il controllo virtuale e i canali
multimediali.

ÿ Trasporto del flusso multimediale: il trasporto


bidirezionale in tempo reale dei media (Voce) viene
avviato tra gli endpoint coinvolti attraverso i canali
virtuali creati nella fase precedente. Le risorse dei
pacchetti UDP dalla rete IP vengono utilizzate per ridurre
al minimo l'overhead del protocollo, ottimizzando l'utilizz
La telefonia IP utilizza i protocolli TCP/UDP/IP della rete come
infrastruttura per i suoi protocolli applicativi che partecipano ai
processi sopra descritti. La figura seguente mostra la struttura a
strati dei protocolli principali.
Sistemi di comunicazione multimediale basati su pacchetti
H.323 ÿ Lo standard H.323 è un insieme di protocolli
verticali per la segnalazione e il controllo della
comunicazione tra terminali che supportano applicazioni di
comunicazione di dati
audio (voce), video o multimediali.

ÿ È una raccomandazione ombrello dell'ITU-T che definisce gli


standard per la comunicazione multimediale su reti che non
offrono una qualità
del servizio (QoS) garantita, come LAN, IP e reti Internet.

Di seguito sono descritti gli standard utilizzati dal set H.323


e le relative applicazioni per i sistemi di telefonia IP.

ÿ Protocolli di segnalazione di chiamata H.255.0 e pacchettizzazione


del flusso multimediale per sistemi di comunicazione multimediale
basati su pacchetti
ÿ Segnalazione di chiamata: definisce un insieme di messaggi che
utilizzano il formato della raccomandazione Q.931 sui pacchetti TCP
dalla rete IP, al fine di stabilire e terminare le chiamate. Questi
messaggi vengono scambiati tra le apparecchiature coinvolte nella
chiamata: terminali, GC e MCU.

ÿ Controllo degli apparati in rete (Zona): definisce un insieme di messaggi


per la funzionalità RAS, responsabile della registrazione, ammissione e
stato
degli apparati in rete. I messaggi vengono scambiati tra GK e terminali,
GW, GC e MCU per il controllo di una determinata Zona. Questi
messaggi sono supportati dai pacchetti UDP dalla rete IP. ÿ
Comunicazione tra Gatekeeper
(Allegato G): definisce un insieme di messaggi per la Segnalazione
Gatekeeper-gatekeeper, che stabilisce il processo di segnalazione e
controllo per le chiamate tra diverse Zone. ÿ Trasporto dei media (voce):
questa raccomandazione si basa sull'uso dei protocolli RTP e RTCP come
standard per il trasporto dei media.
Protocollo di controllo H.245 per la comunicazione multimediale
ÿ Questa raccomandazione stabilisce gli standard per la comunicazione tra i terminali, per il processo di
controllo del trasporto. Questi messaggi sono supportati da pacchetti TCP provenienti dalla rete IP e
vengono scambiati tra i terminali, GW e MCU coinvolti nelle chiamate point-to-point e point-to-multipoint.

Sicurezza e crittografia H.235 per H-Series (H.323 e altri basati su H.245)


Terminali multimediali
ÿ Questa raccomandazione stabilisce ulteriori standard di autenticazione e sicurezza
(crittografia) per gli endpoint che utilizzano il protocollo H.245 per la comunicazione
punto-punto e multipunto.

H.450.X Protocollo Funzionale Generico per il Supporto di Servizi Supplementari ÿ Insieme di


raccomandazioni che stabiliscono standard di Segnalazione per servizi aggiuntivi per i terminali, come
trasferimento e reindirizzamento di chiamata, risposta simultanea, avviso di chiamata, identificazione del
chiamante, tra gli altri. ÿ Questi messaggi sono supportati da pacchetti TCP dalla rete IP e vengono
scambiati tra terminali, GW e MCU coinvolti in chiamate punto-punto e punto-multipunto che hanno la
funzionalità di servizi aggiuntivi.
ÿ Il protocollo SIP, definito attraverso la raccomandazione
IETF RFC 2543, imposta lo standard di segnalazione
e controllo per le chiamate tra endpoint che non
utilizzano lo standard H.323 e dispone di propri
meccanismi di sicurezza e affidabilità.

ÿ Stabilisce raccomandazioni per servizi aggiuntivi come


trasferimento e reindirizzamento delle chiamate,
identificazione del chiamante (chiamante e chiamante),
autenticazione della chiamata (chiamante e chiamante),
conferenza, tra gli altri.

ÿ Il suo utilizzo è simile al set H.323 descritto, sebbene


utilizzi pacchetti UDP dalla rete IP come supporto per
i suoi messaggi.
Media Gateway Control Protocol (MGCP) ÿ Il protocollo MGCP, definito attraverso la
raccomandazione RFC 2705 dell'IETF, viene utilizzato per controllare le connessioni
(chiamate) nei GW presenti nei sistemi VoIP. L' MGCP implementa un'interfaccia di
controllo utilizzando un insieme di transazioni da il tipo di comando – risposta che
crea, controlla e verifica le connessioni (chiamate) nei GW. Questi messaggi sono
supportati da pacchetti UDP dalla rete IP e vengono scambiati tra GC e GW per
stabilire, monitorare e terminare le chiamate.

Media Gateway Control Protocol (MEGACO)


ÿ Il protocollo Megaco è il risultato di uno sforzo congiunto dell'IETF e dell'ITU-T
(gruppo di studio 16). Il testo della definizione del protocollo è lo stesso per la
bozza IETF e la raccomandazione H.248 e rappresenta un'alternativa a MGCP e
altri protocolli simili.

ÿ Questo protocollo è stato progettato per essere utilizzato per controllare GW


monolitici (1 singolo dispositivo) o distribuiti (più dispositivi). La sua piattaforma si
applica a gateway (GW), controller multipoint (MCU) e unità di risposta acustica
interattiva (IVR). Dispone inoltre di un'interfaccia di segnalazione per diversi
impianti telefonici, sia fissi che mobili.
Real-Time Transport Protocol (RTP) ÿ Il protocollo RTP, definito attraverso la
raccomandazione RFC 1889 dell'IETF, è il protocollo principale utilizzato dai
terminali, insieme a RTCP, per il trasporto end-to-end
in tempo reale di pacchetti di dati. media (voce) su reti a pacchetto. Può fornire
servizi
multicast (trasmissione uno-a-molti) o unicast (trasmissione uno-a-uno).
ÿ RTP non riserva risorse di rete né garantisce la qualità del servizio in tempo
reale. Il trasporto dei dati è incrementato attraverso l'RTCP (Control Protocol) che
monitora la consegna dei dati e fornisce funzioni di controllo e identificazione
minime. Nel caso di reti IP, questo protocollo fa uso di pacchetti UDP, che
stabiliscono comunicazioni senza connessione.

Real-Time Transport Control Protocol (RTCP) ÿ Il protocollo RTCP, definito anche


attraverso la raccomandazione IETF RFC 1889, si basa sull'invio periodico di pacchetti
di controllo a tutti i partecipanti alla connessione (chiamata), utilizzando lo stesso
meccanismo di distribuzione dei pacchetti multimediali (Voice ). In questo modo, con il
minimo controllo, la trasmissione dei dati in tempo reale viene effettuata utilizzando il
supporto dei pacchetti UDP (per Voce e Controllo) della rete IP.
Con la crescita delle reti LAN (intra-office) e la crescente adozione del concetto WAN
(inter-office), facendo uso di strutture di tipo VPN fornite dagli operatori di servizi dati,
la telefonia IP ha trovato un grande spazio per la sua implementazione nel ambiente
aziendale, sostituendo i tradizionali PABX con la soluzione PABX-IP.

I suoi principali vantaggi sono:

ÿ Utilizzo di cavi comuni per voce, video e dati; ÿ Utilizzo


dello stesso gruppo di supporto (helpdesk e manutenzione IT); ÿ
Stesso hardware; ÿ Stessi fornitori; ÿ Elimina la limitazione geografica
del cablaggio e delle apparecchiature; ÿ Facilita la mobilità degli utenti
senza la rispettiva ristrutturazione di sedi e sistemi; ÿ Integra calendari
e altri servizi telefonici con applicazioni basate su

nel concetto di browser Web.


Local Area
Network (LAN) ÿ In ogni sede (sede e varie filiali) è presente una rete locale,
composta da cablaggio dati, server applicativi dati e telefonia IP, e i vari terminali
che possono avere o meno il VoIP.
terminali
ÿ In ogni ufficio sono presenti terminali dati (PC), terminali multimediali (TM) e
terminali di telefonia IP (Tel IP), tutti collegati ad un'infrastruttura di rete dati
comune. ÿ Lo spostamento del personale è facilitato perché i terminali
possono essere collegati a qualsiasi ufficio senza modificare le infrastrutture e i
sistemi e si può accedere a tutte le funzionalità configurate per il profilo
dell'utente.

Router (ROT) ÿ
Apparecchiatura responsabile dell'interfaccia tra la rete locale e il provider di rete
IP. Partecipa alla funzionalità VPN e può avere inoltre le funzioni di Firewall e,
nelle reti più piccole, di gateway per interfacciarsi con STFC.
Gateway (GW)
ÿ È l'apparecchiatura responsabile dell'interoperabilità tra la rete locale e il STFC (e/o i
sistemi di telefonia mobile). Esegue la conversione dei media in tempo reale (voce
analogica vs. voce digitale compressa) e la conversione dei segnali per le telefonate.

Call Manager (CM)


ÿ È l'apparecchiatura responsabile della gestione delle chiamate. Il gestore delle
chiamate implementa le funzioni del gatekeeper (GK), gestendo gli elementi che
fanno parte del sistema VoIP e gestisce le chiamate, fornendo servizi di traduzione
degli indirizzi IP, controllo
GW, tra gli altri. ÿ Può essere implementato attraverso apparecchiature ridondanti e
backup in diverse posizioni. Di solito c'è un dispositivo principale nell'ufficio principale
(ridondante e sottoposto a backup in un altro ufficio), che mantiene la configurazione
dell'intera rete, e un'apparecchiatura secondaria negli altri uffici, che conoscono solo le
proprie reti interne.

ÿ Le chiamate che coinvolgono sedi diverse comportano necessariamente il


apparecchiature principali situate nella matrice.
Application Server (AS)
ÿ E' l'apparecchiatura che fornisce servizi aggiuntivi al sistema VoIP, tra i quali si
possono evidenziare: Segreteria telefonica (posta vocale), unità di risposta acustica
interattiva (IVR) e servizi di rubrica telefonica.
I sistemi di telefonia IP diventano praticabili nella misura in cui è possibile ottenere
una certa garanzia di qualità del servizio (QoS) dalla rete IP in cui sono
implementai.
ÿ Quando questa rete è utilizzata esclusivamente dal provider per fornire dati e/o
servizi VoIP, con una corretta gestione e ingegnerizzazione della rete, la QoS può
essere adattata per soddisfare i requisiti di tutti i servizi offerti, compreso il VoIP di
qualità.

ÿ C'è, tuttavia, tra i fornitori di servizi, e anche nel mercato aziendale, la ricerca di
soluzioni a basso costo per dati e voce. E in questa ricerca, Internet, con le sue
caratteristiche di
infrastruttura a basso costo e “pubblica”, appare come un'alternativa da
considerare. ÿ

La domanda principale che si pone è la QoS di Internet. L'architettura di Internet


è costituita da un numero molto elevato di reti di diversi provider e altri enti
commerciali e non, senza un soggetto effettivo responsabile del controllo della
larghezza di banda fornita o utilizzata e della conseguente qualità del servizio. ÿ
Per le applicazioni in tempo reale con supporti audio (voce) o video, non è
possibile garantire la disponibilità della
larghezza di banda e persino la disponibilità della rete. ÿ Di seguito sono elencate
alcune soluzioni per la telefonia IP tramite Internet e gli impatti futuri di questa
applicazione.
Fornitori di servizi di telefonia IP ÿ Alcuni fornitori di servizi di telefonia
IP (operatori VoIP) sono stati in grado di offrire servizi di qualità
utilizzando Internet, soprattutto per le chiamate interurbane. La sua
strategia è focalizzata sulla gestione della qualità del
servizio utilizzando vari percorsi sulla dorsale Internet.
ÿ Questi fornitori utilizzano apparecchiature dedicate con applicazioni
sistemi che controllano in tempo reale la qualità del servizio di ogni
rotta e indirizzano il traffico voce sulla rotta che fornisce in ogni
momento la migliore
QoS.

Questa soluzione offre inoltre al sistema una funzionalità di


disponibilità del servizio molto interessante.
ÿ Oltre al fattore qualità e alla disponibilità del servizio, il costo di
L'espansione della rete diventa interessante in questo tipo di
applicazioni. Su Internet, il costo dell'espansione delle reti è a
carico dei proprietari di ciascuna rete, non viene trasferito agli
utenti. In questo
modo i fornitori di telefonia IP possono rinunciare a questo costo e
offrire il servizio in modo più vantaggioso per i propri Clienti.
mercato aziendale ÿ Nel mercato aziendale, l'uso di Internet come
mezzo di trasporto verso La telefonia IP ha alcuni avvertimenti:
ÿ Noleggio di servizi di accesso a Internet da diversi
fornitori, per garantire la disponibilità e la qualità del
servizio;

ÿ Implementazione di sofisticati sistemi di gestione dei canali di


accesso a Internet, sull'esempio della strategia applicata dai
Provider di Telefonia IP;

ÿ Aumento dei costi di esercizio della rete (attrezzature e


personale) per la maggiore complessità del sistema, per
garantire la
disponibilità dei servizi Voce in funzione delle esigenze degli
utenti.

ÿ In tal modo tale opzione può essere considerata un'alternativa


alle comunicazioni Voce la cui finalità può fare a meno della
qualità e
disponibilità del servizio offerto dai sistemi di telefonia
convenzionale o anche da sistemi di telefonia IP che utilizzano
reti IP private.
L'uso di Internet come mezzo di trasporto della Voce ha alcuni successi,
soprattutto nelle chiamate interurbane. Oggi l'utente che sta effettuando una
chiamata di questo
tipo non è in grado di identificare il tipo di tecnologia utilizzata e nemmeno in
che direzione sta prendendo la sua conversazione .

Tuttavia, non tutte le applicazioni hanno lo stesso risultato. Il mercato corporate


e anche residenziale ha ancora difficoltà ad utilizzare questo tipo di tecnologia
in modo generalizzato.
Poiché il mercato richiede nuovi servizi tramite Internet, la struttura dei prezzi di
questi servizi può essere migliorata per definire il costo di accesso in base al
tipo di applicazione dell'utente.
Questo nuovo formato di remunerazione può consentire il miglioramento
dell'architettura Internet stessa, attraverso l'implementazione di protocolli più
sofisticati che consentono la definizione di priorità per il trasporto di pacchetti di
dati in base al tipo di applicazione dell'utente.
In questo nuovo contesto, sia i provider che gli utenti avranno la possibilità di
utilizzare
Internet per applicazioni di telefonia IP (e per altri media) a costi leggermente
superiori a quelli attuali, ma con un'adeguata qualità del servizio.
poche cose per sono impossibili forza di lei fitness; come
grande
diligenza, i lavori non sono eseguiti da ma tramite la
perseveranza. —

Potrebbero piacerti anche