Sei sulla pagina 1di 1

RACCONTO FANTASTICO

narra
UNA VICENDA VERA, REALE, CHE PER ALCUNI ASPETTI SI COLLOCA AL DI FUORI DELLA REALTA’, IN UNA DIMENSIONE CHE ASSUME CARATTERISTICHE IRREALI, LA REALTA’
SFUMA CONTINUAMENTE NELL’IMMAGINARIO

BREVE STORIA DEL RACCONTO FANTASTICO


LA STRUTTURA NARRATIVA I TEMI DEL RACCONTO FANTASTICO
IL RACCONTO FANTASTICO RISCUOTE UN GRANDE SUCCESSO
 IL DISAGIO PSICOLOGICO DELL’UOMO, CIOE’ A PARTIRE DALL’OTTOCENTO. IN QUESTO PERIODO SI
IL RACCONTO FANTASTICO PRESENTA UNA
LA SUA DIFFICOLTA’ A COMPRENDERE GLI DIFFONDE IN EUROPA IL ROMANTICISMO. MOLTI SCRITTORI
SITUAZIONE INIZIALE NORMALE, CHE PERO’ VIENE
ALTRI E SE STESSO AVVERTONO IL BISOGNO DI SENTIRSI LIBERI DA QUESTA
SCONVOLTA DA UN FATTO INATTESO, STRANO, RAGIONE FREDDA E LIMITATA, DESIDERANO ESPRIMERE
 LA PREDILEZIONE PER LE ATMOSFERE
IMPREVEDIBILE. IL PROTAGONISTA NELLA SITUAZIONE SENTIMENTI NUOVI, IMMAGINARE SITUAZIONI STRANE,
NOTTURNE, LA NOTTE NELLA NARRAZIONE
INTERMEDIA O SVOLGIMENTO, SI TROVA PROIETTATO IMPREVEDIBILI, MISTERIOSE E DANNO COSI’ VITA A
FANTASTICA ASSUME DI FREQUENTE UN
IN UN MONDO MISTERIOSO, ASSURDO, STRAORDINARIE INVENZIONI NARRATIVE. FRA QUESTI
VALORE SIMBOLICO IMPORTANTE SCRITTORI EMERGE IL TEDESCO ERNST THEODOR
PARADOSSALE. LA CONCLUSIONE NON PREVEDE UNA
 LA DISTORZIONE SPAZIO TEMPORALE, IL HOFFMANN, IL FONDATORE DEL RACCONTO FANTASTICO.
SPIEGAZIONE LOGICA, RAZIONALE DEGLI EVENTI
TEMPO PUO’ CONTRARSI O DILATARSI O TRA GLI AUTORI ITALIANI PIU’ IMPORTANTI TROVIAMO: DINO
NARRATI
ADDIRITTURA INVERTIRE LA DIREZIONE BUZZATI, TOMMASO LANDOLFI E MASSIMO
 IL DOPPIO, CIOE’ LO SDOPPIAMENTO DELLA BONTEMPELLI.
PERSONALITA’
 LA PAURA, CHE PUO’ AVERE DIVERSE ORIGINI.
IL RACCONTO SURREALE È UN RACCONTO
FANTASTICO IN CUI LA REALTA’ VIENE
LE CARATTERISTICHE LINGUISTICHE E STILISTICHE
RAPPRESENTATA IN CHIAVE TOTALMENTE
ELEMENTI FONDAMENTALI DI UN RACCONTO FANTASTICO SONO: IL SENSO DEL ASSURDA, VISSUTA COME ATTRAVERSO UN SOGNO
MISTERO, LA DIFFICOLTA’ A INTERPRETARE RAZIONALMENTE I FATTI ACCADUTI, LO O LE VISIONI DI UNA MENTE ALTERATA, E’ SPESSO
STATO DI PAURA E INCERTEZZA. NEL RACCONTO FANTASTICO LA TENSIONE NARRATIVA CARATTERIZZATO DA UN’ATMOSFERA MOLTO
È SEMPRE MOLTO FORTE E SI AVVALGA CONSTANTEMENTE DELLA TECNICA DELLA INQUIETANTE IN QUANTO I FATTO NARRATI
SUSPENSE. DAL PUNTO DI VISTA ESPRESSIVO, IL RACCONTO FANTASTICO SI AVVALE DI CONTENGONO QUALCOSA DI TALMENTE STRANO,
UNA PROSA SEMPLICE E SOPRATTUTTO CONCRETA. DI CONSEGUENZA AMBIENTI E ASSURDO, PARADOSSALE DA ROVESCIARE
PERSONAGGI SONO DESCRITTI IN MODO PARTICOLAREGGIATO. SPECIFICHE SCELTE DI QUALSIASI ASPETTATIVA O POSSIBILITA’ DI
LINGUAGGIO CONCORRONO A DETERMINARE PARTICOLARI ATMOSFERE E A PREVISIONE. IL RACCONTO SURREALE HA
SOTTOLINEARE GLI STATI D’ANIMO, LE RIFLESSIONI DEL PROTAGONISTA CHE CONOSCIUTO UN GRANDE SUCCESSO NEL
SOLITAMENTE COINCIDE CON IL NARRATORE E NARRA IN PRIMA PERSONA. NOVECENTO GRAZIE SOPRATTUTTO A DUE AUTORI,
FRANZ KAFKA E JORGE LUIS BORGES

Potrebbero piacerti anche