Sei sulla pagina 1di 2

Esercitazione 5 Biotecnologie

SOLUZIONI
1) Calcolare il volume di HNO3 al 65% in massa (d = 1.39 g/ml) necessario per
preparare 0.6 L di una soluzione 2.5 M.

2) In 750 ml di vino (densità 0.982 g/ml) sono presenti 93 ml di etanolo (C2H5OH,


densità 0.792 g/ml). Calcolare molarità, molalità e frazione molare dell’etanolo
nella soluzione acquosa.

3) A quale volume bisogna portare 100 mL di una soluzione di cloruro di sodio 15% p/v per preparare
una soluzione 0.9 M?

- Percentuale in peso (% P/P): grammi di soluto in 100 g di soluzione

- Percentuale in volume (% V/V): ml di soluto in 100 ml di soluzione

- Percentuale in peso/V (% P/V): gr di soluto in 100 ml di soluzione

4) Calcolare quanti grammi di composto indicato servono per preparare le seguenti soluzioni acquose:
a) 1 L di solfato di rame(II) 32% p/v c) 60 mL di ioduro di potassio 3 M
b) 50 mL di biossido di manganese(IV) 26 g/L d) 300 mL di carbonato di sodio 3*10-2 M

PROPRIETA’ COLLIGATIVE
TENSIONE DI VAPORE è la P che il vapore del liquido esercita in equilibrio dinamico sul liquido stesso;
quando è presente un soluto la tensione di vapore diminuisce in modo proporzionale alla concentrazione del
soluto.
PRESSIONE PARZIALE (la legge di Raoult) è uguale al prodotto della frazione molare della sostanza x
nella soluzione (χ) per la tensione di vapore della liquido x puro a quella temperatura P°  Px = χ P°
FRAZIONE MOLARE è il rapporto tra moli di sostanza x e moli totali di tutte le specie presenti nella
miscela.

5) Una soluzione è costituita da 64.5 g di CHCl3 e da 197 g di CCl4. Calcolare la tensione di vapore
all’equilibrio a 25°C, sapendo che P°CHCl3 = 199 mmHg e P°CCl4 = 143 mmHg.

ABBASSAMENTO CRIOSCOPICO ΔTcr di una soluzione rispetto al solvente puro è direttamente


proporzionale alla molalità (m) della soluzione  ΔTcr = Kcr * m dove Kcr è la costante crioscopica che varia
da solvente a solvente. Se la sostanza disciolta è dissociata in forma ionica, si introduce il coefficiente i di
Van’t Hoff.

6) Calcolare la temperatura di congelamento (punto di gelo) di una soluzione acquosa ottenuta


mescolando 200 ml di etanolo (dC2H5OH = 0.790 g/ml) con 1000 ml di H2O.
(Kcr = 1.86 °C Kg/mol e Tcong = 0.0°C per H2O pura)
7) Calcolare la temperatura di congelamento di una soluzione che contiene 8.1 g di CaCl2 in 750 g di
H2O.
(Kcr = 1.86 °C Kg/mol e T cong = 0.0°C per H2O pura)

8) Calcolare la massa molare di un composto Y, non elettrolita, sapendo che la temperatura di ebollizione
di una soluzione al 10% in peso di Y in CH3COOH è 122.5°C
(Teb= 118.5°C e Keb= 3.1 °C*Kg/mol per CH3COOH puro)

PRESSIONE OSMOTICA. Quando due soluzioni con lo stesso solvente, ma a concentrazioni diverse di
soluto, sono separate da una membrana semipermeabile (che lascia passare il solvente ma non il soluto), le
molecole di solvente si spostano dalla soluzione con minore concentrazione di soluto alla soluzione con
maggiore concentrazione di soluto, in modo da uguagliare le concentrazioni delle due soluzioni.
La pressione che occorre applicare alla soluzione affinché il passaggio del solvente non avvenga è detta
pressione osmotica.
Esiste una relazione quantitativa tra pressione osmotica e concentrazione del soluto: π = M · R T · i
dove M =molarità, R = costante universale dei gas e T = temperatura assoluta. È necessario considerare
anche il numero di particelle in cui l'elettrolita si dissocia, noto come coefficiente di van't Hoff (i).

9) Una soluzione acquosa contiene disciolti 55 g/dm3 di una proteina. Si determini la massa molare della
proteina sapendo che, alla temperatura di 5 °C, la pressione osmotica esercitata è di 0.103 atm.

10) Calcolare la differenza di pressione osmotica esistente tra una soluzione di 0.308 M di glicerolo
(C3H8O3) e una 0.906 M di ioduro ferrico a 298 K.

Potrebbero piacerti anche