Sei sulla pagina 1di 124

21/27 ottobre 2016 n. 1176 • anno 23 internazionale.

it 4,00 €
Ogni settimana Paul Krugman Attualità Honduras
il meglio dei giornali Per governare non basta L’Iraq lancia l’ofensiva Qui è passata
di tutto il mondo essere presidente per riconquistare Mosul Berta Cáceres

Cibo
L’invincibile
industria
americana
un’inchiesta di Michael pollan

PI, SPED IN AP, DL 353/03 ART 1, 1 DCB


VR• aut , • be , •f , •d
, • uk , • ch , chf • ch ct
, chf • pte cont , •e ,
21/27 ottobre 2016 • Numero 1176 • Anno 23

Sommario
“Un’espressione d’arte che non parli
del suo tempo non ha nessuna rilevanza”
dArio fo A pAgiNA

iN copertiNA
La settimana
21/27 ottobre 2016 n. 1176 • anno 23 internazionale.it 4,00 €
Ogni settimana Paul Krugman Attualità Honduras
il meglio dei giornali Per governare non basta L’Iraq lancia l’offensiva Qui è passata
di tutto il mondo essere presidente per riconquistare Mosul Berta Cáceres

Cibo. L’invincibile industria


mangiamo Cibo
americana
L’invincibile
industria
americana Un’inchiesta di Michael Pollan (p. 40).
Foto di Hannes Hepp (Getty images),
elaborazione graica di Mark Porter Associates.
Giovanni De Mauro
Le cose essenziali si possono dire in poche parole. AttuAlità hoNdurAs tecNologiA
Michael Pollan è un giornalista statunitense che 16 L’ofensiva 64 Qui è passata 109 La privacy dei
da anni si occupa di cibo e agricoltura. L’inchiesta irachena per Berta Cáceres bambini nell’era
sull’industria alimentare che pubblichiamo questa riprendere El Faro di Facebook
settimana è sua. Nel 2007 ha scritto un lungo Mosul The Atlantic
The New York ritrAtti
articolo per il New York Times Magazine che
Times 72 Abu ecoNomiA
aveva un inizio fulminante: “Mangia cibo. Non e lAvoro
Muhammad
troppo. Soprattutto vegetali”. Sei parole, che in 112 Sfruttamento
AfricA e medio al Maqdisi
inglese erano sette: “Eat food. Not too much. orieNte in cambio
Le Monde
Mostly plants”. Pollan spiegava che questa è la 20 Libia di proitti
risposta sintetica alla domanda, apparentemente Le Monde viAggi The Guardian
complicata e confusa, su come gli esseri umani 76 Il richiamo
dovrebbero mangiare per rimanere in salute. AsiA
22 Thailandia
della foresta cultura
L’articolo poi continuava per diecimila parole, Southeast
argomentando nel dettaglio l’afermazione Council on Asia Globe 86 Cinema, libri,
iniziale. Perché se è vero che le cose essenziali si Foreign Relations musica, arte
possono dire in poche parole, a volte ne servono grAphic
Americhe jourNAlism
molte per spiegarle in modo chiaro e convincente. Le opinioni
Qualche anno dopo Pollan ha aggiornato
26 Stati Uniti 79 Italia
Politico Anna Brandoli 12 Domenico
l’articolo, sviluppandolo in 64 consigli (Breviario Starnone
e Renato Queirolo
di resistenza alimentare, Bur 2011), tutti basati europA 21 Amira Hass
sull’idea che è possibile “avere un’alimentazione 28 Immigrazione letterAturA 36 Pankaj Mishra
sana senza sapere cos’è un antiossidante”. The New York 84 Un premio
E quindi senza dover ricorrere agli esperti che, 38 Paul Krugman
Times che fa discutere
secondo Pollan, sono come sacerdoti chiamati a 88 Gofredo Foi
Vulture
mediare la nostra relazione con le entità invisibili visti 90 Giuliano Milani
e misteriose nascoste in quello che mangiamo. dAgli Altri pop 92 Pier Andrea Canei
“Non mangiate niente che la vostra bisnonna non 32 Dario Fo 98 Il paese 94 Christian Caujolle
riconoscerebbe come cibo”, “Evitate prodotti The New York del lavoro fatto 102 Tullio De Mauro
alimentari con più di cinque ingredienti”, “Evitate Times quasi bene
cibi con ingredienti che un bambino di terza
sudAfricA
James Palmer le rubriche
elementare non riuscirebbe a pronunciare”, 54 Ancora in
“Evitate cibi pubblicizzati in tv”, e così via. scieNzA 12 Posta
cammino verso 104 Il miraggio
Passando per “Mangiate solo cibo che può andare 15 Editoriali
la libertà di uno stato
a male”, oppure “Mangiate cibo i cui ingredienti The Atlantic 119 Strisce
spaziale
esistono in natura”, e inendo con “Cucinate” (che 121 L’oroscopo
The Conversation
negli Stati Uniti deve sembrare rivoluzionario, ecoNomiA 122 L’ultima
come l’idea di mangiare cibo vero, cioè non 60 Imprese
internazionale.it/sommario

alimenti industriali e preconfezionati), seguito impossibili


dall’invito a non farne un’ossessione: “Ogni tanto De Volkskrant Articoli in formato
trasgredite alle regole”. u mp3 per gli abbonati

le principali fonti di questo numero


El Faro è un giornale online salvadoregno fondato nel 1998. Realizza reportage e inchieste sulla violenza in America Centrale. L’articolo a pagina 64 è stato
pubblicato il 27 settembre 2016 con il titolo Por aquí pasó Berta Cáceres. Vulture è il sito di cultura e spettacolo del New York Magazine.
L’articolo a pagina 84 è stato pubblicato il 13 ottobre 2016 con il titolo Bob Dylan’s Nobel prize is both shocking and deserved. Internazionale
pubblica in esclusiva per l’Italia gli articoli dell’Economist.

Internazionale 1176 | 21 ottobre 2016 5


Immagini
Direzione Mosul
Kirkuk, Iraq
12 ottobre 2016

Un convoglio delle forze di sicurezza


irachene avanza verso Mosul per com-
battere contro il gruppo Stato islamico
(Is). L’ofensiva per riconquistare la se-
conda città più grande dell’Iraq è stata
lanciata la mattina del 17 ottobre dal pri-
mo ministro iracheno Haider al Abadi.
L’esercito sta avanzando da sud, mentre
i peshmerga curdi premono da est e da
nord. La coalizione internazionale gui-
data dagli Stati Uniti fornisce il sostegno
aereo. I jihadisti stanno rispondendo
con attacchi suicidi e si teme che possa-
no usare i civili come scudi umani e fare
ricorso alle armi chimiche. A Mosul ora
ci sono un milione e mezzo di abitanti e
si prevede che migliaia di persone fug-
giranno nei prossimi giorni. Foto di Ako
Rasheed (Reuters/Contrasto)
Immagini
La paura del colera
Randel, Haiti
12 ottobre 2016

Una donna malata di colera viene lavata


con acqua, sapone e candeggina. Dopo
il passaggio dell’uragano Matthew nel
sud dell’isola, il 4 ottobre, sono stati re-
gistrati almeno duecento casi di infezio-
ne. L’Organizzazione mondiale della
sanità ha inviato ad Haiti un milione di
dosi di vaccino contro il colera per ridur-
re i rischi di un’epidemia prima dell’ini-
zio della stagione delle piogge. Ma nelle
zone più colpite dall’uragano la priorità
è garantire agli abitanti l’accesso all’ac-
qua potabile, per evitare che entrino in
contatto con il batterio che causa la ma-
lattia. Foto di Meridith Kohut (The New
York Times/Contrasto)
Immagini
Prove diicili
Kailua Kona, Stati Uniti
8 ottobre 2016
L’edizione 2016 dell’Ironman world
championship, una gara di triathlon che
si svolge ogni anno alle isole Hawaii.
L’Ironman world championship è consi-
derata la versione più dura del triathlon,
una disciplina che mette insieme nuoto,
ciclismo e corsa. Gli atleti nuotano per
3,86 chilometri, percorrono in bici
180,25 chilometri e infine affrontano
una maratona, correndo per 42 chilo-
metri e 195 metri. L’edizione 2016, che
si è svolta l’8 ottobre e ha visto la parte-
cipazione di più di duemila atleti, è stata
vinta dal tedesco Jan Frodeno tra gli uo-
mini e dalla svizzera Daniela Ryf tra le
donne. Foto di Tom Pennington (Getty
Images for Ironman)
Posta@internazionale.it
Nobel senza donne voglio”. Un viaggio angoscian-
te ma utilissimo. Testimonian-
Errata corrige Parole
u Capisco e condivido il tema ze che appenderei nelle bache- u Nel numero 1175 la foto a pa-
Domenico Starnone
dell’articolo di Zhai Yun Tan che universitarie. gina 41 è stata scattata durante
(Internazionale 1175), ma Vera Fulvio D’Andrea un lash mob organizzato da Un nuovo
Rubin non ha preso il Nobel
perché non “ha scoperto la Danni collaterali
Amnesty international a Mila-
no il 24 aprile 2016 per chiede-
autunno
materia oscura”, ne ha solo re che venisse fatta luce
ipotizzato l’esistenza, che in u Dopo aver letto lo splendido sull’omicidio di Giulio Regeni;
una scala da uno a quattro di ma terriicante articolo sullo a pagina 42, Regeni aveva
quello che è fare una scoperta, Yemen (Internazionale 1174) scritto alla sua ragazza alle
vuol dire fermarsi a due. mi domando se il premio No- 19.41 del 25 gennaio 2016; a
Giovanni Mazzitelli bel per la pace dato preventi- pagina 45 un testimone ha di-
vamente, ossia sulla iducia, al chiarato di aver visto Regeni
Il mio capo primo presidente nero della poco prima della sua scompar- u Uno dei grandi luoghi co-
è un algoritmo storia degli Stati Uniti sia stato sa il 24 gennaio, non il 25; a pa- muni è che le opere d’arte so-
meritato. Tutti i giornali si gina 46 l’archivio digitale della no la perla che luccica e sem-
u Volevo farvi i complimenti concentrano sulla guerra e procura italiana ha dimostrato pre luccicherà in quel gran
per la selezione dei pezzi sulla crisi umanitaria in Siria e che Regeni era rimasto a casa porcile che è la storia. Al capo
sull’economia, che molto spes- in Iraq, ma pochissimo viene tutto il pomeriggio del 24 gen- opposto c’è l’altro grande luo-
so ofrono punti di vista inediti detto e scritto sulla strage in naio, non del 24 febbraio. go comune, igliato da una fa-
e interessanti sul futuro del Yemen, i cui principali prota- mosa proposizione di Theodor
mondo del lavoro e dei diritti gonisti, insieme a Italia, Re- Errori da segnalare? Adorno: dopo Auschwitz scri-
dei lavoratori. Ho trovato dav- gno Unito e Francia, sono pro- correzioni@internazionale.it vere una poesia è una barba-
vero illuminante l’articolo di prio gli americani e i sauditi. rie. Che fare, allora? Bisogna
Sarah O’Connor (Internazio- Mi chiedo anche se Hillary PER CONTATTARE LA REDAZIONE vergognarsi se si butta lì qual-
nale 1174), che ha saputo alza- Clinton, che potrebbe diven- Telefono 06 441 7301 che parolina ammirata per gli
re il velo sul patinato mondo tare la prima presidente degli Fax 06 4425 2718 alberi rossi sfrondati dall’au-
Posta via Volturno 58, 00185 Roma
delle aziende protagoniste del- Stati Uniti, continuerà, come Email posta@internazionale.it tunno, dimenticando che l’or-
la sharing economy e della gig temo, con la politica estera di Web internazionale.it rore muta ogni frase, anche la
economy, svelando quanto sia- Obama. A quel punto anche meglio riuscita, in una chiac-
INTERNAZIONALE È SU
no a rischio i diritti dei lavora- lei meriterà un premio Nobel chiera vuota? O è bene con-
Facebook.com/internazionale
tori nell’illusoria epoca del “la- per la pace. Twitter.com/internazionale gratularsi con se stessi perché
voro quando voglio e quanto Flavio Montuschi Instagram.com/internazionale l’unica cosa che davvero conta
è una spruzzatina di suoni ben
congegnati sulla fabbrica pla-
Dear Daddy Claudio Rossi Marcelli netaria dell’oppressione e del-
la violenza? Il dilemma è vec-
Aiuto, arrivano i nonni chio ma sempre attuale, e tut-
to sommato lo si può aggirare
con un “forse”, il meglio che la
civiltà delle parole abbia mai
Mio iglio ha solo otto mesi to senza i nonni. Li abbiamo ta. Ma quando tuo iglio avrà prodotto. Poiché ogni anno in
e io già non sfango più i ingaggiati a tempo pieno tutti otto anni, e forse passerà tanti giro per il pianeta si fanno cose
nonni: mi passerà? e quattro, e ne avremmo in- piacevoli pomeriggi con loro, orribili mentre l’autunno
-Giuditta gaggiati volentieri altri quat- allora sarà diverso, perché a sfronda alberi rosseggianti,
tro. E da quando viviamo quel punto il rapporto sarà tra “forse” è bene tacere sulle fo-
Quando ho letto la tua do- all’estero, ci siamo uniti al co- loro e lui. Dico “forse” per- glie che volteggiano, e passare
manda sono scoppiato a ride- ro di amici espatriati che si la- ché, come mi hai ricordato tu, a rimboccarsi le maniche. Poi-
re. E l’ho mandata a un amico mentano continuamente di tutte le persone e tutte le fa- ché ogni anno per il pianeta si
con cui stavo chattando, che non avere i nonni a cui lascia- miglie funzionano a modo lo- fanno cose orribili mentre
ha risposto: “Ahaha, ‘sfango’ re i bambini ogni tanto. Tu in- ro. Forse tu continuerai a non l’autunno sfronda alberi ros-
vince il premio di parola del vece non li “sfanghi” più e mi sfangarli, oppure loro non seggianti, “forse” trovare pa-
giorno!”. La mia risata, però, fai ridere di gioia. Il fatto che sfangheranno tuo iglio o ma- role sempre migliori per dire
era anche un moto liberato- siano passati solo otto mesi, gari, chissà, tuo iglio non come le foglie turbinano fa be-
rio: amo molto quando qual- però, lascia ancora spazio a sfangherà te. Ma che vi sfan- ne ai singoli e al genere uma-
cuno mi spiazza e mi ricorda cambiamenti: in realtà, infat- ghiate tutti oppure no, l’im- no. L’unico problema è che se
che ogni persona funziona a ti, per ora i nonni si stanno portante è che continuiate a le parole si potessero impicca-
modo suo. Quando noi siamo comportando ancora da geni- volervi bene. re, i fabbricanti dell’orrore e i
diventati padri di due gemel- tori, magari dicendoti cosa fa- loro servi per prima cosa im-
le, non so come avremmo fat- re o facendoti sentire giudica- daddy@internazionale.it piccherebbero il “forse”.

12 Internazionale 1176 | 21 ottobre 2016


Editoriali

Stanchi del libero scambio


“Vi sono più cose in cielo e in terra, Orazio,
di quante se ne sognano nella vostra ilosoia”
William Shakespeare, Amleto

Direttore Giovanni De Mauro


Jean Quatremer, Libération, Francia
Vicedirettori Elena Boille, Chiara Nielsen,
Alberto Notarbartolo, Jacopo Zanchini
Editor Daniele Cassandro (cultura), Carlo Ciurlo
Saranno i 4,5 milioni di belgi francofoni a far nau- esi ricchi e a piena occupazione, come la Germa-
(viaggi, visti dagli altri), Gabriele Crescente,
Camilla Desideri (America Latina), Simon
fragare l’accordo di libero scambio raggiunto da nia, dove l’opposizione al Ceta o al Ttip, il proget-
Dunaway (attualità), Francesca Gnetti,
Alessandro Lubello (economia), Alessio
Unione europea e Canada? Il veto della Vallonia to di un trattato con gli Stati Uniti, è molto più
Marchionna (Stati Uniti), Andrea Pipino
(Europa), Francesca Sibani (Africa e Medio
potrebbe rendere inutile il vertice del 27 e 28 otto- forte che in Francia, Italia, Spagna o Portogallo.
Oriente), Junko Terao (Asia e Paciico), Piero
Zardo (cultura, caposervizio)
bre nel corso del quale il primo ministro canadese La disafezione dell’opinione pubblica ha una
Copy editor Giovanna Chioini (web,
caposervizio), Anna Franchin, Pierfrancesco
Justin Trudeau e il presidente della Commissione spiegazione semplice: la perdita di posti di lavoro
Romano (coordinamento, caporedattore),
Giulia Zoli
europea Jean-Claude Juncker dovrebbero irma- legata all’apertura delle frontiere è immediata e
Photo editor Giovanna D’Ascenzi (web), Mélissa
Jollivet, Maysa Moroni, Rosy Santella (web)
re il Ceta. colpisce i più deboli, mentre i vantaggi arrivano
Impaginazione Pasquale Cavorsi (caposervizio), È diicile negare l’esasperazione dell’opinio- più tardi e solo alle persone più istruite e più ric-
Valeria Quadri, Marta Russo
Web Giovanni Ansaldo, Annalisa Camilli, ne pubblica europea di fronte a una globalizzazio- che. Ovviamente si può ribattere che la globaliz-
Andrea Fiorito, Stefania Mascetti (caposervizio),
Martina Recchiuti (caposervizio), Giuseppe Rizzo, ne che non rende tutti felici. Questo ritorno del zazione ha portato grandi beneici al resto del
Giulia Testa
Internazionale a Ferrara Luisa Cifolilli, protezionismo avviene, curiosamente, soprattut- pianeta. I cittadini europei però non votano in In-
Alberto Emiletti
Segreteria Teresa Censini, Monica Paolucci, to nei paesi le cui élite hanno difeso con più fervo- dia o in Brasile, ma qui e ora, e l’egoismo è il valore
Angelo Sellitto Correzione di bozze Sara
Esposito, Lulli Bertini Traduzioni I traduttori re il libero scambio: nel Regno Unito il voto a fa- più condiviso al mondo. L’Unione europea, onto-
sono indicati dalla sigla alla ine degli articoli.
Stefania De Franco, Claudia Di Palermo, vore della Brexit si spiega in buona parte con la logicamente convinta delle virtù del libero scam-
Federico Ferrone, Sonia Grieco, Giusy
Muzzopappa, Francesca Rossetti, Fabrizio rivolta dei dimenticati della globalizzazione. Allo bio, così come lo sono i governi di cui non è altro
Saulini, Irene Sorrentino, Andrea Sparacino,
Bruna Tortorella Disegni Anna Keen. I ritratti stesso modo, nei Paesi Bassi, storicamente aperti che il rilesso, deve fare attenzione: il riiuto della
dei columnist sono di Scott Menchin Progetto
graico Mark Porter Hanno collaborato Gian al commercio, i cittadini hanno respinto in prima- globalizzazione va di pari passo con il rifiuto
Paolo Accardo, Luca Bacchini, Francesco Boille,
China Files, Sergio Fant, Andrea Ferrario, Anita vera l’accordo d’associazione tra l’Unione euro- dell’Europa, percepita come il suo cavallo di Tro-
Joshi, Andrea Pira, Fabio Pusterla, Marc Saghié,
Andreana Saint Amour, Francesca Spinelli, pea e l’Ucraina, che riguarda soprattutto il libero ia. La fuga in avanti verso il libero scambio inirà
Laura Tonon, Pierre Vanrie, Guido Vitiello
Editore Internazionale spa scambio. Questo fenomeno interessa anche i pa- contro il muro del nazionalismo. u f
Consiglio di amministrazione Brunetto Tini
(presidente), Giuseppe Cornetto Bourlot
(vicepresidente), Alessandro Spaventa
(amministratore delegato), Giancarlo Abete,

La vergogna dell’Australia
Emanuele Bevilacqua, Giovanni De Mauro,
Giovanni Lo Storto
Sede legale via Prenestina 685, 00155 Roma
Produzione e difusione Francisco Vilalta
Amministrazione Tommasa Palumbo,
Arianna Castelli, Alessia Salvitti
Concessionaria esclusiva per la pubblicità
Agenzia del marketing editoriale
Tel. 06 6953 9313, 06 6953 9312
info@ame-online.it
Subconcessionaria Download Pubblicità srl
The Age, Australia
Stampa Elcograf spa, via Mondadori 15,
37131 Verona
Distribuzione Press Di, Segrate (Mi)
Il rapporto Island of despair pubblicato da Amne- non possono partire, con l’intenzione precisa di
Copyright Tutto il materiale scritto dalla
redazione è disponibile sotto la licenza Creative
sty international denuncia la presenza di un deli- farli sofrire”.
Commons Attribuzione-Non commerciale-
Condividi allo stesso modo 3.0. Signiica che può
berato regime di crudeltà e abbandono sull’isola Il primo ministro australiano Malcom Turn-
essere riprodotto a patto di citare Internazionale,
di non usarlo per ini commerciali e di
di Nauru, la nazione pagata dal governo australia- bull ha respinto le accuse e il dipartimento per
condividerlo con la stessa licenza. Per questioni no per ospitare i richiedenti asilo indesiderati. l’immigrazione ha avuto una reazione indignata.
di diritti non possiamo applicare questa licenza
agli articoli che compriamo dai giornali stranieri. Questa situazione è una vergogna per l’Australia. Eppure è lo stesso dipartimento che cerca di pro-
Info: posta@internazionale.it
Anche mettendo da parte il dibattito sulla neces- teggere la salute mentale dei suoi dipendenti con
sità dei centri di accoglienza nel Paciico come terapie per “farli riprendere” dai traumi e dalle
Registrazione tribunale di Roma
n. 433 del 4 ottobre 1993 deterrente per i traicanti di persone, non esiste tragedie vissute all’interno dei centri d’accoglien-
Direttore responsabile Giovanni De Mauro
Chiuso in redazione alle 20 di mercoledì un motivo giustiicabile per trattare queste perso- za. L’inutile segretezza che circonda i campi ha
19 ottobre 2016
Pubblicazione a stampa ISSN 1122-2832 ne in modo così spietato. alimentato una cultura dell’impunità e della cru-
Pubblicazione online ISSN 2499-1600
I migranti a Nauru sofrono un profondo disa- deltà.
PER ABBONARSI E PER
INFORMAZIONI SUL PROPRIO gio psicologico, perché sono costretti a vivere in In discussione, in questo triste caos, c’è prima
ABBONAMENTO
Numero verde 800 156 595
una sorta di limbo. Gli atti di autolesionismo e i di tutto la responsabilità dell’Australia. Come ha
(lun-ven 9.00-19.00),
dall’estero +39 041 509 9049
tentativi di suicidio si susseguono uno dopo l’al- scritto Amnesty, i funzionari australiani esercita-
Fax 030 777 23 87 tro, mentre molti bambini vivono nell’angoscia e no un controllo totale sul governo di Nauru, ma si
Email abbonamenti.internazionale@pressdi.it
Online internazionale.it/abbonati spesso subiscono minacce e punizioni corporali. nascondono dietro la sovranità dell’isola quando
LO SHOP DI INTERNAZIONALE Amnesty ha denunciato le responsabilità del vogliono evitare di rispondere delle loro azioni.
Numero verde 800 321 717
(lun-ven 9.00-18.00)
governo australiano, che usa un linguaggio disu- In attesa di un procedimento uiciale, per il
Online shop.internazionale.it
Fax 06 442 52718
manizzante per riferirsi ai richiedenti asilo chia- bene dei bambini e delle famiglie che vivono su
Imbustato in Mater-Bi
mandoli “trasferiti” a cui si applica un trattamen- Nauru, dobbiamo mettere ine a questo orrore.
to di “deterrenza”. Secondo il rapporto, la gestio- Dopo aver incarcerato per anni tutte queste per-
ne dei migranti fuori dal territorio australiano è sone su un’isola remota, l’Australia deve ora tro-
stata “esplicitamente ideata per infliggere un vare un paese che possa dargli un futuro, e se non
danno incalcolabile a centinaia di donne, uomini riesce a trovarlo deve accoglierle sul suo ter-
e bambini” isolandoli “in un luogo remoto da cui ritorio. u as

Internazionale 1176 | 21 ottobre 2016 15


Attualità
Civili in fuga da Mosul arrivano ad Al Qayyarah, il 18 ottobre 2016
HeMN BABAN (ANAdoLU AgeNCy/getty IMAgeS)

L’ofensiva irachena e delle forze curde, con il sostegno aereo


degli Stati Uniti.
Mosul è il centro abitato più importante
per riprendere Mosul occupato dai jihadisti durante la loro incur-
sione in Iraq nel 2014, e ora la loro ultima
grande roccaforte nel paese.
Nelle prime giornate dell’offensiva
Bryan Denton e Michael R. Gordon, l’azione principale è stata l’avanzata dei
curdi sui villaggi periferici a est di Mosul.
The New York Times, Stati Uniti
L’Is ha risposto con almeno cinque atten-
Il 17 ottobre il governo iracheno to prima di lanciare una più ampia ofensi- tati suicidi. Vicino al villaggio di Badana un
ha annunciato l’operazione per va sulla città. I veicoli si sono radunati veicolo carico di esplosivo è stato lanciato
lontano dalle strade principali per evitare contro le postazioni curde, ma è stato fer-
riconquistare la città occupata ordigni esplosivi improvvisati e si sono av- mato poco prima che raggiungesse l’obiet-
dal gruppo Stato islamico. Ma viati lungo la polverosa pianura di Ninive tivo.
l’impresa sarà diicile e restano verso i villaggi. Colonne di denso fumo ne-
le tensioni tra le forze in campo ro hanno cominciato ad alzarsi dalle citta- Una certa resistenza
dine, una tattica usata in passato dai jiha- Il colonnello Salar Jabar ha fatto sapere che
disti: dare fuoco a barili di petrolio per nel primo giorno dell’operazione il bilan-
e forze dei peshmerga curdi han- cercare di ripararsi dagli attacchi aerei sta- cio è stato di cinque morti e cinque feriti

L no cominciato la loro avanzata al


chiaro di luna, nelle prime ore
del 17 ottobre. A est della città di
Mosul, occupata dal gruppo Stato Islamico
(Is), colonne di carri armati e camion si so-
tunitensi. I bombardamenti sono arrivati
comunque.
La campagna per riprendere Mosul è
uicialmente in corso. I militari iracheni
stanno pianiicando per le prossime setti-
tra i curdi. “C’è stata una certa resistenza”,
ha aggiunto Jabar, ribadendo però che le
sue truppe sono in grado di gestirla. Men-
tre i combattenti si sistemavano nelle loro
postazioni, le ruspe hanno innalzato muri
no messe in moto verso l’obiettivo, scac- mane una serie di azioni congiunte delle di sabbia all’esterno di alcuni villaggi come
ciando i jihadisti dai villaggi lungo il tragit- forze di sicurezza, delle milizie loro alleate protezione contro nuovi attacchi con auto-

16 Internazionale 1176 | 21 ottobre 2016


bombe. I curdi sono avanzati su tre colon-
ne. Ma sono riusciti a ripulire dalla presen-
le due parti possono lavorare insieme, al-
meno ino a quando si tratta di combattere
Dalla Siria
za jihadista meno della metà dei circa dieci
villaggi che hanno circondato.
il gruppo Stato islamico.
Ma l’impresa per i peshmerga si prean-
La liberazione
Del resto, l’obiettivo inale dell’assalto
combinato non è liberare villaggi in gran
nuncia diicile: i ripari a disposizione sul
campo sono pochi e i villaggi da liberare
di Dabiq
parte spopolati, ma riprendere una città di molti. La natura desolata del paesaggio po-
circa un milione e mezzo di abitanti, difesa ne un altro problema: con l’intensiicarsi Kareem Shaheen,
da almeno 4.500 miliziani dello Stato isla- della battaglia centinaia di migliaia di abi-
The Guardian, Regno Unito
mico. Per resistere all’assalto i jihadisti tanti si riverseranno fuori dalla città, anche
hanno riempito le trincee di petrolio, han- se gli Stati Uniti e le forze irachene stanno ribelli siriani sostenuti dalla Turchia
no costruito tunnel e hanno sotterrato nu-
merosi ordigni improvvisati lungo le vie di
accesso alla città e nelle strade interne.
esortando i civili a restare nelle loro case.

Vie di fuga
I hanno sottratto al gruppo Stato islami-
co (Is) la città di Dabiq, una vittoria
cruciale dal punto di vista simbolico nella
“La bandiera irachena sarà issata al “In pratica, abbiamo poco meno di una battaglia contro i jihadisti. Dabiq, che si
centro di Mosul e in ogni villaggio molto settimana”, ha detto Lise Grande, coordi- trova a pochi chilometri dal conine turco,
presto”, ha promesso il primo ministro ira- natrice degli afari umanitari delle Nazioni è stata molto presente nella propaganda
cheno, Haider al Abadi, il 17 ottobre, an- Unite in Iraq. Grande ha spiegato che l’Onu dell’Is. Secondo un hadith, un’afermazio-
nunciando l’inizio dell’ofensiva. Al Abadi ha fatto scorta di beni di prima necessità, ne attribuita al profeta Maometto, la città
ha legato il suo destino politico alla ricon- tra cui tende e rifugi in grado di accogliere dovrebbe essere il teatro di una battaglia
quista di Mosul, la seconda più grande città 400mila persone, ma ha aggiunto che non tra musulmani e infedeli alla ine del mon-
irachena. Secondo il piano generale per si sa ancora dove allestire i campi tempora- do. Dabiq è anche il nome della rivista uf-
riprendere Mosul, le truppe dell’unità ira- nei (l’agenzia dell’Onu che si occupa dei iciale del gruppo. Il 16 ottobre, annun-
chena antiterrorismo si dovrebbero unire rifugiati ha fatto sapere che nei primi gior- ciando la ritirata dei jihadisti, Ahmed
ai peshmerga nei prossimi giorni e prose- ni dell’ofensiva novecento civili sono fug- Osman, capo di una milizia di ribelli, ha
guire l’avanzata. Nella battaglia per la cit- giti in Siria). detto alla Reuters: “Il mito della grande
tà, questo potrebbe essere il primo test Non è neanche chiaro in che direzione battaglia dell’Is a Dabiq è inito”.
sulla forza di Al Abadi. si dirigeranno i civili. Grande ha spiegato L’operazione per riprendere Dabiq fa
Tuttavia le tensioni politiche tra i curdi che i militari hanno predisposto vie di fuga parte della campagna militare lanciata
e il governo iracheno sono un motivo di segrete per la popolazione, che saranno dalla Turchia ad agosto, che ha permesso
preoccupazione. Sempre il 17 ottobre Ma- comunicate man mano che la battaglia ai ribelli siriani di consolidare il loro con-
soud Barzani, il presidente della regione procederà. È una lezione imparata dalla trollo sul tratto di territorio siriano che va
semiautonoma curda, si è presentato con battaglia di Falluja la scorsa estate, quando dal iume Eufrate alla città di Azaz, a nord
un alto uiciale dell’esercito iracheno in i corridoi umanitari furono presi di mira di Aleppo, con l’aiuto degli aerei, dei carri
una conferenza stampa per dimostrare che dai jihadisiti. u sg armati e delle forze speciali turche. L’of-
fensiva turca ha anche l’obiettivo di conte-
THE wASHINGTON POST

nere i curdi siriani, che negli ultimi mesi


hanno ampliato il controllo sul territorio
nel nord della Siria.
A Dabiq alcuni operatori umanitari e
giornalisti statunitensi e britannici cattu-
rati dai jihadisti sono stati uccisi, e i ilmati
delle esecuzioni sono diventati il simbolo
della brutalità dell’Is. La cacciata da Da-
biq è l’ultima di una serie di sconitte per
lo Stato islamico, che quest’anno in Siria
ha perso la storica città di Palmira, Man-
bij, a nord di Aleppo, e gran parte dei terri-
tori nel nord della Siria. In Iraq ha perso la
roccaforte di Falluja a giugno e buona par-
te della provincia di Anbar. I più importan-
ti comandanti dell’Is sono stati uccisi in
omicidi mirati o in attacchi aerei, compre-
so il portavoce Abu Mohammad al Adna-
ni, morto durante un’incursione aerea su
Al Bab, una cittadina a nord di Aleppo che
200 km potrebbe essere il prossimo obiettivo della
coalizione sostenuta dalla Turchia. u sg

Internazionale 1176 | 21 ottobre 2016 17


Attualità
L’opinione
Il prezzo resto del territorio le milizie sciite, alcune
delle quali legate all’Iran, hanno assunto
sempre più importanza e ora contestano
della riconquista l’autorità dello stato. Questa frammenta-
zione del potere si rilette anche nella di-
visione delle forze impegnate nella batta-
glia di Mosul. Al Abadi ha precisato che
solo l’esercito e le forze di sicurezza entre-
Anthony Samrani, L’Orient-Le Jour, Libano
ranno a Mosul, escludendo i peshmerga e
Cosa succederà dopo l’attacco rinascita dell’organizzazione nel 2014. Ma le milizie sciite, accusate d’aver commes-
a Mosul? In gioco ci sono l’unità a quale prezzo? Che resterà di Mosul e del so violenze contro le popolazioni sunnite.
suo milione e mezzo di abitanti, una volta La partecipazione all’ofensiva delle
dell’Iraq e l’equilibrio delle forze che i jihadisti saranno cacciati dalla città? forze turche, alleate dei peshmerga, dà al-
in Medio Oriente Quello che succederà dopo è il più grande la battaglia una dimensione regionale. Al
interrogativo di questa ofensiva. In gioco Abadi ha chiesto più volte il ritiro delle
i vorranno settimane, forse ci sono l’unità dell’Iraq e l’equilibrio delle truppe turche dall’Iraq e si è opposto alla

C mesi, ma è ormai una certezza:


Mosul inirà per cadere. Prepa-
rata per mesi e rimandata varie
volte, la battaglia per riconquistare la se-
conda città dell’Iraq è stata lanciata nella
forze nel nuovo Medio Oriente.

Una fetta della torta


La retorica della riconquista dei territori
sbandierata dalle autorità irachene e dalle
partecipazione di Ankara alla riconquista
di Mosul. Ma il presidente turco Recep
Tayyip Erdoğan non ha intenzione di re-
stare fuori dalle operazioni. Ankara vuole
controbilanciare l’inluenza dell’Iran,
notte tra il 16 e il 17 ottobre dal primo mi- forze della coalizione cerca di nascondere esercitata attraverso le milizie sciite, e in-
nistro iracheno Haider al Abadi. alcuni aspetti della realtà. È vero che l’Is debolire il Partito dei lavoratori del Kurdi-
Tenuto conto dello squilibrio di forze ha perso gran parte dei suoi territori in stan (Pkk) nella regione. Tutti gli attori
in campo, il primo ministro iracheno può Iraq, ma la riconquista è stata portata che partecipano all’ofensiva vorranno
essere iducioso: un fronte eterogeneo di avanti al prezzo della distruzione, almeno una fetta della torta, cosa che potrebbe
alcune decine di migliaia di combattenti, parziale, di città come Tikrit, Sinjar e Ra- modiicare il mosaico confessionale della
sostenuto da una coalizione internaziona- madi. Le ong temono un disastro umani- zona. Inoltre potrebbe provocare altre
le di sessanta paesi, dovrebbe riuscire a tario a Mosul e l’Onu prevede un grande guerre: tra i peshmerga e le milizie sciite,
soprafare poche migliaia di jihadisti, fra i spostamento di popolazione. Sono stati tra Baghdad e i curdi, tra le milizie sciite e
tremila e i 4.500 secondo le stime statuni- approntati alcuni campi di primo soccor- Baghdad e così via.
tensi. I peshmerga, che si sono impadro- so, che però non sono in grado di acco- Intanto la corruzione, il confessionali-
niti di vari villaggi, stanno avanzando da gliere centinaia di migliaia di persone. smo, l’emarginazione dei sunniti e l’inde-
est, l’esercito e le forze di sicurezza ira- Paradossalmente l’operazione di ri- bolimento dello stato, tutti gli elementi
chene da sud e le tribù sunnite da nord. I conquista ha anche contribuito a indebo- che hanno permesso l’avanzata dell’Is in
combattenti del gruppo Stato islamico (Is) lire lo stato centrale. I curdi ne hanno ap- Iraq nel 2014, restano in primo piano. E a
saranno costretti ad arretrare. Anche se ri- proittato per rompere i rapporti con lungo termine potrebbero permettere
uscissero a ritardare l’avanzata di tutte Baghdad e reclamare l’indipendenza. Nel all’Is di rinascere dalle sue ceneri. u f
queste forze, moltiplicando le trappole
esplosive e prendendo in ostaggio parte
della popolazione, iniranno per essere Da sapere Una battaglia decisiva
cacciati dalla città, poco più di due anni Le date Il 10 giugno 2014 il Ancora da deinire è il ruolo cito dovrebbe guidare l’attac-
dopo essersene impadroniti. gruppo Stato islamico (Is) si è delle milizie sciite, accusate co alla città.
In quest’arco di tempo Mosul è stata la impadronito di Mosul, la se- di violenze contro la popola- Situazione umanitaria Si ri-
capitale economica del gruppo, ma anche conda città più importante zione sunnita, e quello tiene che a Mosul ci siano un
uno degli elementi essenziali della sua dell’Iraq. Il 17 ottobre 2016 il dell’esercito turco, che Bagh- milione e mezzo di abitanti,
strategia, fondata sull’amministrazione primo ministro iracheno Hai- dad vorrebbe escludere novecento dei quali hanno at-
dei territori in nome della “difesa” dei dar al Abadi ha annunciato dall’operazione. traversato il conine con la Si-
sunniti. Mosul ha anche un valore simbo- l’inizio dell’ofensiva per ri- Piano d’azione I peshmerga ria nei primi giorni dell’opera-
conquistare la città. curdi hanno il compito di cac- zione. Potrebbero essere due-
lico: nella sua moschea Abu Bakr al Bagh-
Le forze in campo L’esercito ciare i jihadisti dai villaggi a centomila in tutto quelli che
dadi, capo dell’organizzazione jihadista,
iracheno è sostenuto dalla co- nordest di Mosul, mentre proveranno a fuggire. Finora
aveva annunciato la nascita del califato. alizione internazionale guida- l’esercito iracheno dovrebbe sono stati allestiti sei campi,
La perdita di Mosul signiicherebbe quin- ta dagli Stati Uniti, dai tagliare la linea di rifornimen- in grado di accogliere 50mila
di la ine, almeno a breve termine, del peshmerga curdi, dalle forze to a nordovest, che collega persone. Ne dovrebbero esse-
progetto di conquista territoriale dell’Is in speciali irachene e dai com- Mosul con il territorio control- re costruiti altri undici.
Iraq. Sarebbe la più grave sconitta dalla battenti delle tribù sunnite. lato dall’Is in Siria. Poi l’eser- Al Araby al Jadid

18 Internazionale 1176 | 21 ottobre 2016


Africa e Medio Oriente
Khalifa al Ghwell (a sinistra) a Tripoli, il 15 settembre 2015 ex ministri di “riprendere le loro funzioni”
e ha sospeso il governo di Al Sarraj. L’Onu e
i paesi occidentali hanno condannato l’ini-
ziativa. Nei giorni successivi la situazione a
Tripoli è rimasta tesa, anche se non sono
stati segnalati scontri gravi.

Un’alleanza pericolosa
Secondo alcune fonti Al Ghwell ha sfruttato
HAMzA TuRKIA (XINHuA/EyEvINE/CONTRASTO)

le tensioni tra le forze che formalmente so-


stengono Al Sarraj. Sembra infatti che abbia
approfittato del malcontento dovuto al
mancato pagamento dei salari alla brigata
incaricata della sicurezza del Rixos. Alcuni
parlano anche del sostegno di alcune mili-
zie estremiste. Secondo un abitante di Tri-
poli raggiunto al telefono “la crisi dimostra
il fallimento di Al Sarraj. Non è riuscito a
uniicare le milizie in una sola forza di sicu-
rezza. Oggi c’è un vuoto di cui possono ap-

Braccio di ferro proittare i suoi avversari”.


A questo bisogna aggiungere la fragilità
di Al Sarraj in Cirenaica, dove la sua autori-
in Libia tà è contestata. Il generale Haftar, capo
dell’esercito nazionale libico, non ricono-
sce l’autorità del governo di Tripoli. Il peri-
colo per Al Sarraj è che i suoi rivali dell’est e
dell’ovest si alleino, una possibilità, per
Frédéric Bobin, Le Monde, Francia
quanto improbabile, auspicata da Al Gh-
Il tentativo di colpo di stato po con il sostegno delle milizie, che hanno well. Intanto le forze governative, in gran
dell’ex primo ministro Khalifa mostrato una benevola neutralità da quan- parte provenienti da Misurata, registrano
do è arrivato nella capitale. Ma la sida lan- gravi perdite nell’ofensiva contro il gruppo
al Ghwell mette in luce la ciata nel cuore di Tripoli ha messo in luce la Stato islamico (Is) a Sirte. Se i suoi avversari
fragilità del governo voluto dalle precarietà della sua base. Già coninato in si uniranno in un unico fronte per Al Sarraj
potenze occidentali. E potrebbe Tripolitania, la regione occidentale del pa- sarà diicile resistere. u f
aumentare le divisioni del paese ese, visto che la Cirenaica, a est, non lo rico-
nosce, Al Sarraj è ormai indebolito anche
dove esercitava la sua fragile autorità. Da sapere
orse non si tratta di un colpo di L’uomo che si è levato contro di lui è il Accordo in pezzi

F stato nel senso classico del termi-


ne, dal momento che la frammen-
tata Libia non ha più un centro del
potere che possa essere conquistato. Ma è
comunque un atto di forza che mira a desta-
primo ministro che l’aveva preceduto. Kha-
lifa al Ghwell era il capo del “governo di sal-
vezza nazionale”, non riconosciuto dalla
comunità internazionale, che ha governato
la Tripolitania tra il 2014 e il 2016. Questo
Dicembre 2015 I rappresentanti dei
parlamenti rivali di Tripoli e Tobruk irmano un
accordo per la formazione di un governo di
unità nazionale con il sostengo dell’Onu.
Marzo 2016 Il governo di unità nazionale
bilizzare lo status quo. Il 14 ottobre un grup- governo era l’emanazione del blocco Alba guidato da Fayez al Sarraj s’insedia a Tripoli.
po nato dal blocco politico e militare Alba libica, una coalizione in cui le forze islami- 12 maggio Le forze fedeli al governo di Tripoli
libica, di orientamento islamista, si è impa- ste esercitavano una notevole inluenza. Il lanciano un’ofensiva per riconquistare Sirte,
dronito dell’hotel Rixos, una struttura di conlitto con le milizie fedeli al parlamento sotto il controllo del gruppo Stato islamico (Is).
lusso nel cuore di Tripoli dove ha sede il di Tobruk, nell’est del paese, riunite intorno 22 agosto Il parlamento di Tobruk vota una
consiglio di stato, un organismo del gover- al generale Khalifa Haftar, nell’estate del mozione di siducia nei confronti del governo
no di unità nazionale. L’obiettivo del grup- 2014 aveva fatto sprofondare la Libia nella di unità nazionale.
11-13 settembre Le forze del generale Haftar,
po è indebolire la fragile struttura messa in guerra civile.
legate al parlamento di Tobruk, prendono il
piedi dai governi occidentali per far uscire Escluso dal nuovo governo, frutto di un
controllo di quattro terminal petroliferi.
la Libia dal caos seguito alla caduta del regi- accordo irmato nel dicembre del 2015 in 14 ottobre un gruppo vicino all’ex primo
me di Muammar Gheddai. Marocco, Al Ghwell era quasi scomparso ministro Khalifa al Ghwell occupa l’hotel Rixos
Fayez al Sarraj, capo del governo di uni- dalla scena pubblica. È ricomparso subito di Tripoli, sede del consiglio di stato. Nei giorni
tà nazionale che si è insediato a Tripoli sette dopo la conquista dell’hotel Rixos, per leg- successivi le milizie rivali si scontrano in varie
mesi fa, potrebbe riprendersi da questo col- gere un comunicato in cui ha chiesto ai suoi zone della capitale.

20 Internazionale 1176 | 21 ottobre 2016


Nigeria BAHREIN

Condanna
Libere da Boko haram annullata
La corte di cassazione il 17 otto-
Abuja, 16 ottobre 2016 bre ha annullato la condanna a
nove anni di carcere per il leader
dell’opposizione Ali salman, ri-
tenuto colpevole di incitamento
all’odio. A luglio del 2015 sal-
SUD SUDAN man era stato condannato a
Scontri tra quattro anni di carcere e a mag-
gio la corte d’appello aveva ina-
esercito e ribelli sprito la pena a nove anni, ricor-
da Gulf News. Ora salman do-
OLAMIkAN GBEMIGA (AP/ANsA)

Almeno 56 ribelli e quattro sol- vrà essere di nuovo processato


dati dell’esercito sono morti tra davanti alla corte d’appello.
il 14 e il 15 ottobre negli scontri
vicino a Malakal. Esercito e ri-
belli fedeli all’ex vicepresidente IN BREVE
Riek Machar si contendono il Rdc Il 17 ottobre il governo ed
controllo della città capoluogo elementi della società civile
dell’Alto Nilo, uno stato ricco di Il 13 ottobre sono state liberate ventuno studenti rapite dal
hanno raggiunto un accordo,
petrolio. Un portavoce dell’eser- gruppo jihadista Boko haram. Il giorno dopo si sono riunite durante un “dialogo nazionale”
cito ha riferito che le sue truppe con le loro famiglie, racconta Punch. Delle 276 ragazze in corso a kinshasa, per rinviare
sono state attaccate dai ribelli, e rapite nell’aprile del 2014, 197 sono ancora disperse. le elezioni presidenziali ad apri-
questi a loro volta accusano Alcune fonti sostengono che in cambio delle ragazze sono le del 2018. La maggior parte
l’esercito di aver dato il via agli dell’opposizione, che non parte-
scontri, scrive il Sudan Tribu-
stati scarcerati quattro comandanti di Boko haram, ma il
governo nigeriano ha negato. L’agenzia di stampa cipa ai colloqui, ha contestato la
ne. In un’intervista alla Bbc dal decisione.
sudafrica, dove sta ricevendo Associated press riferisce invece che il governo svizzero ha
Yemen Il 20 ottobre è entrata in
cure, Machar ha promesso di pagato un riscatto di milioni di dollari per conto di Abuja. vigore, grazie alla mediazione
tornare in sud sudan, da dove è Le autorità nigeriane hanno confermato che sono in corso delle Nazioni Unite, una tregua
fuggito ad agosto, per negoziare negoziati con i jihadisti per liberare altre ragazze. u di 72 ore, che può essere estesa.
un accordo di pace con il presi-
dente salva kiir.
Da Ramallah Amira Hass
KUWAIT
Poco accondiscendente
Verso un nuovo
parlamento
Un professore emerito di pazione. Li conosco già perché società palestinese e che non
Il 16 ottobre l’emiro sabah al scienze israeliano, che non co- me li raccontano i miei igli, leggeva i miei articoli. Erano
Ahmad al sabah ha sciolto il noscevo, mi ha chiesto di par- che sono soldati”. Nella testa emotivamente troppo impe-
parlamento citando una con- lare della società palestinese e ho sentito una vocina amica gnativi. Non aveva letto nean-
giuntura regionale “delicata”, ri-
del suo atteggiamento nei che mi diceva di non esplode- che il mio articolo sulla Bien-
ferisce l’agenzia di stampa Ku-
confronti di Israele a un grup- re, così ho risposto educata- nale internazionale palestine-
na. La decisione è stata presa
po di suoi amici e collaborato- mente: “Prima di tutto non mi se, che chiede al mondo di non
dopo che alcune misure di au-
sterità introdotte per far fronte
ri. Lì per lì ho accettato. Poi il piace che qualcuno mi dica di considerare la Palestina e i pa-
alla caduta del prezzo del petro- professore mi ha chiamato per cosa devo parlare. E comun- lestinesi come un derivato di
lio avevano provocato tensioni “coordinare le aspettative” e que è impossibile separare Israele e dell’occupazione.
tra i deputati e il governo. Il ku- mi ha confessato che, anche se l’atteggiamento della società Poche ore dopo ho ricevuto
wait ha tagliato alcune sovven- viveva ad Haifa (una “città mi- palestinese dall’occupazione”. un’email: “Grazie, ma dopo
zioni, tra cui i sussidi per il car- sta”) e aveva studenti e colle- Il professore ha protestato essermi consultato con i miei
burante, facendo aumentare il ghi arabi, non si parlava mai di dicendo che quando qualcuno amici ho deciso di rivolgermi
prezzo del petrolio ino all’80 questi argomenti. Poi ha ag- lo invita a parlare lui non si op- a qualcuno di più accondi-
per cento. Le elezioni legislative giunto: “Ma non è il caso di pone alle sue richieste. Ha det- scendente”. E così ho la serata
si terranno il 26 novembre. parlare degli orrori dell’occu- to che non sapeva nulla della libera. u as

Internazionale 1176 | 21 ottobre 2016 21


Thailandia
Bangkok, 13 ottobre 2016
AdAM deAn (The new YOrk TIMeS/COnTrASTO)

Il futuro incerto stata riportare la corona al centro della poli­


tica e della cultura tailandesi e farla diven­
tare un’importante mediatrice nelle con­
dopo la morte del re troversie politiche. Quando nel 1946 Bhu­
mibol salì al trono, aveva vissuto gran parte
della sua vita in Svizzera. La monarchia as­
soluta era stata rovesciata nel 1932 e in mol­
ti si chiedevano se la Thailandia avesse an­
J. Kurlantzick, Council on Foreign Relations, Stati Uniti
cora bisogno di un re. In efetti in tutto il
Per settant’anni il sovrano quindici anni la paura per la sua salute pre­ mondo le monarchie stavano scomparendo
Bhumibol Adulyadej è stato caria è stata una causa implicita del caos e l’intero continente stava cambiando rapi­
politico e del ritorno dell’esercito al potere. damente con il crollo del dominio coloniale
determinante nella politica nel tempo Bhumibol ha usato la sua po­ e la nascita di stati indipendenti.
tailandese. Ma non sempre la sizione per raforzare l’inluenza della mo­ Tuttavia, Bhumibol e i suoi alleati evita­
sua idea di stabilità ha coinciso narchia sull’opinione pubblica, sui politici e rono questa tendenza. Con l’aiuto degli Sta­
con la democrazia sull’esercito, ed è più volte intervenuto per ti Uniti, che vedevano in Bangkok un alleato
alimentare la sua idea di stabilità e di iden­ stabile nel contesto della guerra fredda, il re
tità tailandesi. Anche se le critiche alla mo­ si ritagliò il ruolo di salvatore dei poveri e di
ei settant’anni di regno di Bhu­ narchia sono proibite da una legge molto baluardo contro i movimenti populisti e co­

N mibol Adulyadej, morto il 13


ottobre a 89 anni, l’economia
tailandese è esplosa, il paese ha
intrapreso i primi timidi passi verso la de­
mocrazia e con gli Stati Uniti si è instaurata
severa sulla lesa maestà, Bhumibol è stato
molto amato per gran parte del suo regno. Il
suo successore, il principe Maha Vajiralong­
korn, a quanto pare è disprezzato un po’ da
tutti ed è incappato in una serie d’imbaraz­
munisti che minacciavano gran parte del
sudest asiatico. Offrì un’immagine di re
premuroso verso i meno fortunati patroci­
nando progetti per lo sviluppo nel nord e di
altre aree povere del paese. negli anni raf­
una solida alleanza. Ora la morte del re po­ zanti passi falsi nel percorso verso la succes­ forzò quest’immagine attraverso un’astuta
trebbe essere un duro colpo per la politica sione. propaganda che lo ha dipinto come il re del
del paese. Per la maggior parte dei tailande­ La più grande conquista di Bhumibol, popolo. Al tempo stesso la monarchia ha
si Bhumibol è stato l’unico re, e negli ultimi almeno agli occhi di una parte del paese, è mantenuto una vasta rete d’investimenti

22 Internazionale 1176 | 21 ottobre 2016


che, insieme a una serie di alleati nell’eser-
cito, nella burocrazia e nel mondo degli af-
L’opinione
fari, ha conferito al palazzo un’enorme in-
luenza. Con l’aumentare del suo potere, il
re sembrava sempre meno timoroso di
Tutti i dubbi sulla successione
esercitarlo. La sua idea di stabilità non coin-
cideva necessariamente con la democrazia,
Asia Sentinel, Hong Kong
e spesso Bhumibol è intervenuto per soste-
nere l’esercito. Ma in alcuni momenti, co- Il principe ereditario non salirà Delle sue tre sorelle solo una, la principes-
me nel 1992, ha anche spinto le giunte ad al trono prima di un anno. Forse sa Maha Charki Sirindhorn, è una vera
accettare forme di governo non militare. candidata al trono, perché è considerata
perché molti pensano che non una persona seria. Ma è una donna, e non
Segnali d’insoferenza sia adatto a guidare il regno sembra intenzionata a sposarsi e a garan-
Il 1992 è stato il punto più alto del regno di tire un erede al trono. Il principe ha diversi
Bhumibol, inaugurando vent’anni di elezio- a Thailandia controllata dai milita- igli avuti dalle sue tante relazioni, ma an-
ni relativamente libere e di governi con una
larga presenza di civili. Il re sembrava, però,
sempre più insoferente verso la democra-
L ri è ora una monarchia in cerca di
un re, perché chi detiene il potere –
la giunta militare guidata da Prayuth
che loro non sembrano adatti.
L’ex principessa Srirasmi, madre del i-
glio più giovane di Vajiralongkorn, è stata
zia dopo che le elezioni avevano aperto la Chan-ocha e dal presidente del consiglio privata del titolo nel 2014, dopo che lei e
strada a partiti populisti guidati dal magna- della corona e attuale reggente Prem Tin- diversi suoi familiari erano stati accusati
te Thaksin Shinawatra e sostenuti da molti sulanonda – non ha saputo dare certezze, di corruzione e di aver sfruttato a loro fa-
tailandesi del nord e del nordest che lui ave- anche se ha avuto tutto il tempo per prepa- vore i legami con la casa reale. All’epoca,
va aiutato. Nel 2006 il re ha appoggiato il rarsi alla morte del re Bhumibol Adulya- la caduta in disgrazia di Srirasmi sembra-
colpo di stato che ha deposto Shinawatra. dej. I tailandesi e il resto del mondo si va legata alla nuova giunta di Prayuth. Il
In seguito, anche se in pubblico Thaksin e i chiedono: e ora cosa succederà? Il dibatti- principe e la sua consorte erano sospettati
suoi sostenitori hanno continuato ad ac- to pubblico è inesistente, per rispetto nei di essere troppo vicini all’ex primo mini-
cettare la monarchia, sono emersi i primi confronti del defunto re e per timore delle stro in esilio Thaksin Shinawatra. I monar-
segnali d’insoferenza verso le politiche leggi sulla lesa maestà, a cui le autorità (e i chici vedevano nella popolarità di Thaksin
del re. In parte in risposta alla persistente singoli cittadini) hanno fatto ricorso senza una minaccia. Per questo Thaksin è stato
popolarità di Thaksin e al crescente mal- remore per colpire i loro nemici. rimosso con un colpo di stato nel 2006 e
contento nei confronti del palazzo, l’eser- Un altro piccolo mistero riguarda la ve- poi ci sono state azioni contro i suoi allea-
cito è stato coinvolto sempre di più nella dova del defunto re, la regina Sirikit, che si ti, che hanno vinto così tante tornate elet-
politica inché, nel 2014, c’è stato un nuovo dice sia in coma dopo un ictus che l’ha col- torali da spingere la giunta a eliminare le
golpe. Negli ultimi anni i problemi di salute pita tempo fa. Le sue condizioni di salute elezioni stesse con un altro golpe nel 2014.
avevano costretto il re a ritirarsi e la giunta potrebbero inluire sulla successione. Ma
ha governato per lui. Sostenuta dalla legge il mistero più grande è perché la designa- L’ombra di Thaksin Shinawatra
sulla lesa maestà, la patina di stabilità lega- zione al trono del principe ereditario Vaji- Un’altra incognita riguarda Prem. L’ex ge-
ta al re ha resistito, ma ora potrebbe andare ralongkorn sia stata rimandata di almeno nerale ed ex primo ministro pare sia luci-
distrutta. u gim un anno e sia stato nominato un reggente, do e in forma, ma ha comunque 96 anni. E
Prem, di 96 anni. La scusa del rispetto ver- non c’è chi potrebbe coprire al suo posto
so il defunto re è plausibile solo se non si una carica che oggi è più importante che
Da sapere tiene conto dei dubbi molto difusi mai. Per questo il nome di Prayuth spicca
Cordoglio obbligatorio sull’idoneità al trono del principe. su tutti. Con una costituzione approvata
u Il 13 ottobre 2016, dopo l’annuncio della mor-
Vajiralongkorn dice di aver bisogno di da poco, che conferisce al governo una pa-
te del re Bhumibol Adulyadej, la giunta mili- tempo per prepararsi, come se non avesse tina di democrazia ma conferma l’esercito
tare ha fatto sapere che l’erede al trono, il prin- già avuto decenni per farlo. Ha vissuto al potere, potrebbe essere lui a designare il
cipe Vajiralongkorn, non s’insedierà prima di molto più tempo in Germania che in Thai- re? Nel frattempo Thaksin continua a es-
un anno “per osservare il lutto insieme al popo- landia. I suoi comportamenti bizzarri e i sere molto popolare, anche se Prayuth ha
lo”. Nel clima di cordoglio nazionale, sia spon- video su YouTube delle sue bufonate fatto di tutto per cancellarne il ricordo.
taneo sia forzato, vanno a ruba i capi d’abbiglia- spesso poco regali sono abbastanza noti, e Usare la monarchia come un talismano
mento bianchi e neri, i colori del lutto, e si mol- suggeriscono che il ritardo nella sua desi- contro gli elettori di Thaksin è una strate-
tiplicano le aggressioni, anche sui social net-
gnazione signiichi che potrebbero essere gia poco eicace, ammesso che si torni in
work, contro cittadini “non rispettosi” nei con-
prese in esame delle alternative. Di sicuro un tempo ragionevole alle urne. Un’altra
fronti del re defunto. Il ministro della giustizia
ha invitato a denunciare chi “insulta” la monar-
questa situazione non fa che peggiorare possibilità è che, senza Bhumibol, i so-
chia. La legge sulla lesa maestà, che prevede l’atmosfera d’incertezza che si respira a spetti dell’opinione pubblica verso l’eser-
pene ino a 15 anni di carcere, impedisce qua- Bangkok. Ci sono delle alternative a un cito e i monarchici possano portare alla i-
lunque dibattito sul re, i suoi settant’anni di re- principe che ha nominato il suo cagnolino ne della monarchia, com’è successo in Ne-
gno e la successione. Afp Foo Foo maresciallo dell’aeronautica? pal dopo la morte di re Birendra. u gim

Internazionale 1176 | 21 ottobre 2016 23


asia e paciico
afghanistan
filippine giappone

Colloqui Rodrigo Duterte a Pechino, 19 ottobre 2016


La sorpresa
in segreto di koike
Tra settembre e i primi di otto- “Quando Yuriko Koike è stata
bre, mentre in Afghanistan la eletta governatrice di Tokyo,
guerra s’intensiicava, in segreto nessuno pensava che avrebbe
i taliban e il governo di Kabul afrontato la rete di interessi
hanno ripreso i colloqui inter- personali con una tale tenacia”,
rotti nel luglio del 2015. Lo rivela scrive il Japan Times. “Non c’è
JASON Lee (ReUTeRS/CONTRASTO)

il Guardian, secondo cui a Do- da stupirsi, quindi, se il Partito


ha, in Qatar, i taliban hanno in- liberaldemocratico (Pld) se l’è
viato un rappresentante di alto presa quando lei si è candidata
livello, mullah Abdul Manan nonostante il partito avesse già
Akhund, fratello del loro defun- scelto il suo uomo, un esponen-
to leader, il mullah Omar, a di- te del ‘triangolo di ferro’ compo-
mostrare l’importanza data sto da Pld, burocrazia e grandi
all’evento. Gli incontri si sono aziende. A loro va il merito del
svolti anche grazie alla presenza Duterte tende la mano a pechino miracolo economico del dopo-
di un diplomatico statunitense: i Il 19 ottobre il presidente ilippino Rodrigo Duterte è arrivato a Pe- guerra, ma sono anche sinoni-
taliban, infatti, riiutano di dia- chino in visita uiciale. È noto che Duterte, alla guida del paese da mo di rapporti collusivi che ma-
logare solo con Kabul e da tem- cento giorni, vuole allentare l’alleanza con gli Stati Uniti e avvicinar- nipolano il sistema a favore dei
po chiedono d’interloquire con si alla Cina. Tra Manila e Pechino è in corso una disputa su alcune potenti. Invece Koike ha svelato
gli Stati Uniti. La recente recru- isole nel mar Cinese meridionale, e una sentenza di un tribunale in- l’enorme spreco di denaro pub-
descenza del conlitto dimostra ternazionale a luglio ha dato ragione alle Filippine. Duterte, però, blico e il modo poco chiaro con
che “i taliban vogliono conti- non vuole sacriicare i rapporti economici e commerciali con la Ci- cui sono gestiti due grandi pro-
nuare con la strategia militare, na ed è deciso a trovare un accordo. Intanto a Manila c’è stata una getti: il nuovo mercato del pesce
ma ai vertici c’è chi vuole porta- violenta manifestazione contro gli Stati Uniti. di Tokyo e le Olimpiadi del
re avanti anche i colloqui”, ha 2020. Koike vuole abbassare il
detto un funzionario statuniten- budget per le Olimpiadi, ta-
se al quotidiano britannico. gliando sulle strutture”. Sembra
australia che il Comitato olimpico stia
pensando di spostare in Corea
hong kong
raccontare gli aborigeni del Sud le gare di canottaggio.
Un anno senza
hai guimin
KIM KYUNG-HOON (ReUTeRS/CONTRASTO)

Overland, Australia
A un anno di distanza, Hai Gui- Su 23 milioni di australiani, oggi
min è l’unico dei cinque librai di
appena il 3 per cento ha origini
Hong Kong arrestati dalla poli-
zia cinese a non essere ancora aborigene. “Quindi per molti
stato scarcerato. Cittadino sve- l’Australia indigena è un prodotto dei
dese, è sparito il 17 ottobre 2015 mezzi d’informazione descritto per
in Thailandia. Per la iglia si è stereotipi da ilmati televisivi e Yuriko Koike
trattato di un rapimento, e si articoli che parlano, per esempio, di
moltiplicano gli appelli perché comunità remote e violenza
Pechino spieghi cos’è successo, in breve
domestica e dibattiti sui diritti sulla
scrive China News Agency. La Australia Secondo un rapporto
vicenda ha fatto emergere le at- terra e il riconoscimento costituzionale”, scrive Sherryn di Amnesty international pre-
tività illecite dei servizi di sicu- Groch su Overland. “Questa distanza dalla realtà dà sentato il 17 ottobre, le condizio-
rezza cinesi a Hong Kong, raf- un potere enorme ai mezzi d’informazione, che ni di detenzione dei migranti nel
forzando i movimenti indipen- riescono a inluenzare non solo l’opinione pubblica ma centro australiano a Nauru sono
dentisti che alle recenti elezioni anche le politiche del governo. L’immagine degli assimilabili alla tortura.
hanno vinto tre seggi all’Assem- Maldive Il 13 ottobre il governo
indigeni come ‘pigri privilegiati’ ha preso forma negli
blea legislativa. Il 19 ottobre i ha annunciato l’uscita del paese
deputati ilocinesi hanno prova-
anni ottanta, quando la campagna dell’industria
dal Commonwealth a causa del-
to a impedire il giuramento dei mineraria contro i diritti degli indigeni sulla terra entrò le critiche ricevute sulle viola-
colleghi favorevoli invece all’ad- nel vivo. A quella si aggiungono le storie di violenza e zioni dei diritti umani e la man-
dio a Pechino. alcolismo nelle remote comunità ”. ◆ canza di democrazia.

24 Internazionale 1176 | 21 ottobre 2016


PH. JACKIE NICKERSON

WOOLRICH SINCE 1830


AMERICA'S OLDEST OUTDOOR CLOTHING COMPANY
WOOLRICH WOOLEN MILL, PENNSYLVANIA, WARPING CREEL

woolrich.eu
Americhe
Mitch McConnell. Steve Schmidt, stratega
JONATHAN ERNST (REUTERS/CONTRASTO)

della campagna elettorale di John McCain


nel 2008, ha detto: “I dirigenti repubblicani
dovrebbero prendere una posizione chiara
contro questa minaccia alla democrazia”.
Ma anche se lo facessero, probabilmen-
te non riuscirebbero a calmare i sostenitori
più determinati di Trump, alcuni dei quali
disprezzano i repubblicani e i democratici
allo stesso modo. Il riiuto di Trump di am-
mettere la sconitta “rientra perfettamente
nella sua strategia di sfruttare lo storico calo
di iducia degli elettori verso le istituzioni”,
dice Israel.

Torce e forconi
In ogni caso, inora pochi politici repubbli-
cani hanno preso le distanze da Trump. Ad
Donald Trump durante un comizio a Green Bay in Wisconsin, il 17 ottobre agosto, quando gli hanno chiesto un parere
sulle rivelazioni di Wikileaks sul Partito de-

Gli ultimi pericolosi giorni mocratico, Reince Priebus, presidente del


Partito repubblicano, ha detto di non “am-
mirare le persone che rubano informazioni
di Donald Trump private”. Ma Priebus ha passato l’ultima
settimana a twittare le informazioni otte-
nute da Wikileaks violando la casella di po-
sta di John Podesta, responsabile della cam-
pagna elettorale di Clinton. Un attacco in-
Edward-Isaac Dovere, Politico, Stati Uniti
formatico dietro cui, secondo il governo
Mentre le sue probabilità di democratica Hillary Clinton e i leader del statunitense, si nasconderebbe la Russia.
vincere le presidenziali negli congresso sono preoccupati dall’atteggia- Paul Ryan, che per tutta la sua carriera
mento di Trump. In particolare, temono ha cercato di accreditarsi come un leader
Stati Uniti si riducono, il che le sue parole possano fare presa sui suoi aidabile, si è lasciato andare a una serie di
candidato repubblicano accusa sostenitori più fanatici, e che questo porti a esternazioni apocalittiche simili a quelle di
i democratici di preparare brogli comportamenti violenti contro i musulma- Trump. Il 14 ottobre ha dett0 che i demo-
e avvelena il clima politico ni, i latinoamericani e altre minoranze che cratici “truccano il sistema” e che la loro
Trump ha attaccato in campagna elettorale. vittoria porterebbe un futuro di “tenebre e
“Le persone fanno cose pericolose quando tristezza”. Poco dopo Ashlee Strong, porta-
essuno sa come gestire la situa- leader pericolosi alimentano sentimenti voce di Ryan, ha cercato di fare marcia in-

N zione che potrebbe crearsi do-


po le elezioni presidenziali
dell’8 novembre negli Stati
Uniti. Donald Trump sembra destinato a
perdere e sembra intenzionato a non am-
profondi”, sostiene Steve Israel, deputato
democratico dello stato di New York.
Per capire la gravità della situazione ba-
sta pensare che il 15 ottobre Henry McMa-
ster, politico repubblicano e vicegovernato-
dietro: “La nostra democrazia si fonda
sulla iducia nei risultati elettorali e il pre-
sidente Ryan è pienamente iducioso nel
fatto che gli stati organizzeranno queste
elezioni in modo onesto”.
mettere la sconitta, e questo potrebbe sca- re del South Carolina, ha deinito solo “alta- Ma provate a dirlo ai sostenitori di
tenare una crisi di iducia senza precedenti mente improbabile” una rivolta armata in Trump. “È arrivato il momento delle torce
dei cittadini nei confronti delle istituzioni. caso di vittoria di Clinton. “Ci sarà una ri- e dei forconi”, ha twittato il 16 ottobre Da-
Ora sia i repubblicani sia i democratici te- volta, sì. Siamo tutti stanchi del sistema”, ha vid Clarke, scerifo della contea di Milwau-
mono che dopo il voto le ferite causate dalla detto Fred Steadman, un uomo di 57 anni kee. Durante un comizio di Trump a Ports-
campagna elettorale possano diventare an- che quel giorno era presente a un comizio di mouth, nel New Hampshire, Douglas Wel-
cora più profonde e durature. Trump in New Jersey. Steadman dava per ls, un sostenitore del candidato repubblica-
“È possibile che abbia perso il voto di scontato che le elezioni saranno truccate. no, ha detto che in caso di vittoria di Clinton
molte donne a causa di eventi che non sono Se Clinton dovesse vincere, il compito si andrebbe “a comprare un’altra arma pri-
mai avvenuti? I mezzi d’informazione stan- immediato di difendere la legittimità delle ma che il governo ne proibisca la vendita”.
no falsando le elezioni!”, ha twittato Trump elezioni ricadrebbe soprattutto sui dirigen- Ma, ha aggiunto, “tutte le persone che co-
il 16 ottobre in risposta all’ultima serie di ti del Partito repubblicano, in particolare nosco voteranno per Trump e pensano che
sondaggi che lo danno in netto svantaggio. sul presidente della camera Paul Ryan e sul vincerà alla grande, quindi per ora non c’è
Il presidente Barack Obama, la candidata capogruppo della maggioranza al senato, nessun motivo di preoccuparsi”. u f

26 Internazionale 1176 | 21 ottobre 2016


STATI UNITI
Brasile STATI UNITI

Al voto Parenti dei prigionieri a Boa Vista, il 17 ottobre 2016


Suprematisti
contro le armi in aumento
“Mentre il congresso e i parla- “Uno dei più noti gruppi di su-
menti statali, inluenzati dalle prematisti bianchi degli Stati
lobby delle armi, si riiutano di Uniti, chiamato Loyal white
approvare qualsiasi legge per ri- knights, sta aumentando gli
durre le morti da armi da fuoco, sforzi per dare vita a una guerra
l’iniziativa ormai è completa- razziale nel sud del paese”, scri-
ANDERSON SOARES (EPA/ANSA)

mente nelle mani dei cittadini”, ve il Guardian. “Lo rivela


scrive il New York Times. A un’inchiesta condotta dagli atti-
novembre gli elettori di Maine e visti del gruppo Hope not hate,
Nevada voteranno su una pro- che per quindici mesi si sono in-
posta di iniziativa popolare che liltrati nei forum online dell’or-
se approvata estenderebbe a ganizzazione. Il gruppo prepara-
tutti i tipi di vendita d’armi i va attacchi ai gay e agli attivisti
controlli sui precedenti di chi Lotta tra bande rivali nelle carceri del movimento Black lives mat-
compra. Nel 2014 gli elettori “Il 16 ottobre almeno 18 persone sono morte negli scontri scoppiati ter. Il 15 ottobre in Kansas tre
dello stato di Washington hanno tra fazioni rivali nella prigione di Boa Vista, nello stato settentriona- uomini che appartengono a un
approvato una proposta di legge le di Roraima. La rivolta è avvenuta durante l’orario di visita dei fa- altro gruppo, I crociati, sono sta-
simile che era stata bocciata per miliari”, scrive la Folha de S. Paulo. Un altro scontro, che ha pro- ti arrestati con l’accusa di prepa-
due volte dal parlamento; e a vocato otto vittime, è scoppiato il 17 ottobre in una prigione di Porto rare un attacco contro migranti
novembre voteranno su una leg- Velho, nello stato di Rondônia. Secondo gli esperti, gli incidenti sa- somali musulmani.
ge che permetterebbe alle fami- rebbero l’inizio di una guerra tra i due principali gruppi criminali del
glie e alla polizia di chiedere a Brasile, il Comando vermelho e il Primeiro comando da capital. u
un giudice di impedire l’accesso Les Cayes, 14 ottobre 2016
alle armi a persone considerate
pericolose. Oggi 9 statunitensi
su 10 sono favorevoli a qualche Colombia
tipo di regolamentazione sulla
THOMAS LOHNES (GETTy IMAGES)

vendita e il possesso di armi. La voce dei cittadini


STATI UNITI
Semana, Colombia
Vietato “La sconitta del sì al referendum del
protestare 2 ottobre sugli accordi di pace tra il
governo di Bogotá e le Forze armate IN BREVE
L’11 ottobre la regista Deia Haiti Il primo turno delle ele-
rivoluzionarie della Colombia (Farc)
Schlosberg è stata arrestata in zioni presidenziali e legislative
North Dakota, dove stava il- ha spinto i cittadini a scendere in si svolgerà il 20 novembre. Il vo-
mando le proteste dei nativi piazza nelle maggiori città del paese to era stato rinviato a causa del
americani contro la costruzione per esprimere il loro appoggio alla passaggio dell’uragano Mat-
dell’oleodotto Dapl. “È stata te- ine del conlitto interno”, scrive thew sul paese.
nuta in stato di fermo per 48 ore Semana. C’è quindi un consenso Brasile Il 19 ottobre la polizia
e poi rilasciata”, scrive The Na- sulla necessità di ottenere la pace, ma non sui mezzi per ha arrestato a Brasília Eduardo
tion. “Quello di Schlosberg non Cunha, coinvolto nello scandalo
ottenerla: per chi è contrario all’accordo negoziato con
è un caso isolato: pochi giorni Petrobras. Cunha, ex presidente
dopo è stata arrestata l’attrice l’organizzazione guerrigliera, bisogna ricominciare tutto della camera dei deputati, è sta-
Shailene Woodley, mentre a set- da capo; per chi invece approva il risultato raggiunto dal to protagonista della destituzio-
tembre le autorità avevano governo e dalle Farc in quattro anni di dialogo, l’accordo ne di Dilma Roussef.
emesso un mandato d’arresto va salvato. Nel frattempo il presidente Juan Manuel Ecuador Il 18 ottobre il gover-
contro la documentarista Amy Santos continua ad ascoltare entrambe le parti, per poter no ha ammesso di aver limitato
Goodman. A metà ottobre l’uso di internet nella sua am-
eleborare un documento che tenga conto delle varie
Goodman è tornata in North basciata a Londra per evitare
Dakota per rispondere delle ac-
osservazioni e portarlo a Cuba al tavolo dei negoziati. che Julian Assange, fondatore
cuse. Gli arresti dimostrano che Tutto questo dovrebbe succedere entro la ine dell’anno. di Wikileaks, possa interferire
l’opposizione all’oleodotto è di- Una cosa tuttavia è certa: nessuno sarà completamente con le elezioni presidenziali ne-
ventata una protesta politica”. soddisfatto. u gli Stati Uniti.

Internazionale 1176 | 21 ottobre 2016 27


Europa
Mahmoud al Omar ad Amsterdam, Paesi Bassi, 15 settembre 2016 tempo pieno nelle trenta aziende più im-
portanti del paese.
Fleur Bakker, cofondatrice della Refu-
gee company, è convinta che le persone si
integrano più rapidamente se cominciano
a lavorare subito invece di aspettare per
mesi i documenti o un lavoro regolare. Nei
Paesi Bassi, che l’anno scorso hanno accol-
ILVy NJIOkIktJIEN (thE NEw yORk tIMES/CONtRAStO)

to 47.600 richiedenti asilo, i nuovi arrivati


non possono lavorare per i primi sei mesi e
sono costretti a restare nelle strutture di
accoglienza senza fare niente. Bakker ha
trovato una quarantina di aziende olandesi
disposte a formare i rifugiati e ofrirgli im-
pieghi temporanei che dovrebbero rappre-
sentare l’anticamera per un lavoro adatto
alle loro qualità.

Indipendenza economica
Chi ha la fortuna di trovare un impiego può

Lavorare integrarsi rapidamente. Muaz Swaid, un


dentista siriano di 27 anni fuggito dal con-
litto nel 2014, è stato assunto da una clinica
per l’integrazione odontoiatrica grazie all’ong olandese. In
precedenza era rimasto in un centro di ac-
coglienza per un anno, costretto a dividere
una grande tenda con altri quattrocento ri-
chiedenti asilo. Il suo obiettivo principale
Liz Alderman, The New York Times, Stati Uniti
era trovare un lavoro e smettere di dipende-
Le barriere linguistiche e gli non hanno esperienza lavorativa, mentre re dai sussidi statali. Dopo aver irmato il
ostacoli burocratici impediscono altre non riescono a farsi riconoscere i tito- contratto ha smesso di ricevere i 950 euro
li di studio e le qualiiche. Così in tutto il mensili dal governo e ora versa 700 euro al
a molti rifugiati di trovare un continente sono nate iniziative private per mese di tasse grazie allo stipendio della cli-
impiego stabile. Un’ong aiutare i profughi, come la Refugee com- nica e a un secondo lavoro in un bar.
olandese cerca di aiutarli a far pany, l’organizzazione olandese che ha Recentemente la Refugee company ha
valere le loro competenze trovato un lavoro ad Al Omar. “La cosa mi- aperto una struttura in una prigione ab-
gliore è cercare di avvicinare subito le per- bandonata che il comune aveva trasforma-
sone al lavoro, perché di solito c’è un lungo to in un centro di accoglienza. Al suo inter-
eduto alla macchina da cucire, periodo d’attesa”, spiega Jihad Asad, un ex no ci sono un ufficio e una sala riunioni

S Mahmoud al Omar lavora accanto


a una pila di jeans. È stata un’ong
olandese a trovargli questo impie-
go a tempo determinato. Ma da quando
due anni fa è fuggito da Aleppo, per
imprenditore siriano che ora dirige la Re-
fugee company.
I Paesi Bassi, la Germania e altri stati
hanno approvato leggi per facilitare l’ac-
cesso dei nuovi arrivati al mercato del la-
dove i rifugiati possono stabilire contatti
lavorativi per aiutare gli altri a integrarsi.
Presto l’ong aprirà anche una cafetteria
interna e vorrebbe convertire una parte
della struttura in un albergo di lusso. L’atti-
Al Omar, 28 anni, ogni giorno è una bene- voro. Le aziende europee hanno comincia- vità sarebbe gestita dai profughi per per-
dizione. “Lavorare è indispensabile per to ad assumere decine di migliaia di rifu- mettergli di accumulare esperienza, con-
l’integrazione”, spiega. Nel 2015, quando giati qualiicati. Ma si tratta quasi sempre sentendo ai datori di lavoro d’individuare i
un milione di persone sono arrivate in Eu- di tirocini o programmi d’inserimento pro- talenti migliori per un’eventuale assunzio-
ropa dal Medio Oriente e dall’Africa, i go- fessionale. In Germania la maggior parte ne a tempo pieno.
verni europei hanno pensato che un rapido dei trentamila rifugiati che lavorano ha Vicino all’uicio è stata installata una
inserimento nel mondo del lavoro fosse il contratti temporanei o svolge incarichi non ila di macchine da cucire. Quando la Re-
modo migliore per farle integrare: avrebbe qualiicati oferti dal governo con una paga fugee company ha pubblicato un’oferta di
permesso di risparmiare sugli aiuti statali di 1 euro all’ora. Questi impieghi aiutano a lavoro per rifugiati con esperienza di sarto-
e consentito ai nuovi arrivati di contribuire interagire con la società tedesca, ma non ria, Al Omar è stato uno dei primi a rispon-
all’economia. garantiscono un lavoro stabile. Molte dere. “Lavorare ti fa sentire parte della so-
Eppure sono ancora poche quelle con aziende tedesche hanno promesso di dare cietà”, spiega. “Cominci a sentirti più sicu-
un lavoro stabile. La conoscenza della lin- un lavoro a queste persone, ma inora solo ro e a sperare che un giorno riuscirai a es-
gua è uno dei principali problemi. Alcune sessanta hanno trovato un’occupazione a sere indipendente”. u as

28 Internazionale 1176 | 21 ottobre 2016


DOMENICO STARNONE
SCHERZETTO

«Un romanzo tagliente, appassionante,


in cui si ride sempre con il cuore in gola».

EINAUDI
Europa
Podgorica, 17 ottobre 2016 Francia UCRAINA

Chi ha ucciso
Lo sgombero di Calais
STevo vaSILjevIC (ReUTeRS/CoNTRaSTo)

Motorola?
Il 17 ottobre il comandante di
Calais, 18 ottobre 2016 una milizia ilorussa, arsen Pa-
vlov detto “Motorola”, è stato
ucciso in un attentato a Donet-
sk, nell’est dell’Ucraina. Le au-
torità separatiste del Donbass
hanno accusato il governo
MONTENEGRO ucraino e hanno difuso il video
MaRkUS HeINe (NURPHoTo/GeTTy IMaGeS)

Vittoria in cui un gruppo neonazista che


aveva combattuto a ianco
contestata dell’esercito di kiev rivendica
l’attentato. Secondo il governo
Il 16 ottobre, mentre erano in ucraino invece Pavlov sarebbe
corso le elezioni legislative, in stato ucciso dai servizi segreti
Montenegro si è svolta una va- russi o da un’altra milizia sepa-
sta operazione antiterroristica. ratista, scrive il Kyiv Post. Il 21
Le autorità hanno arrestato un ottobre a Berlino si terrà un ver-
gruppo di persone, tra cui l’ex tice tra i presidenti di Germa-
Il 24 ottobre comincerà la demolizione della baraccopoli
capo della gendarmeria della nia, Russia, Ucraina e Francia
vicina Serbia, con l’accusa di costruita a Calais dai migranti che cercano di raggiungere
per valutare il rispetto del ces-
preparare un colpo di stato. Se- il Regno Unito. Il tribunale di Lille ha infatti respinto il sate il fuoco stabilito a Minsk
condo l’opposizione l’intera ricorso presentato da undici associazioni contro nel 2015 ma più volte violato
operazione è stata montata dal l’ordinanza di demolizione e l’espulsione delle circa negli ultimi mesi.
presidente Milo Đukanović del settemila persone, in maggioranza sudanesi e afgani, che
Partito democratico dei sociali- vivono nella cosiddetta “giungla”, tra cui ci sono 1.300
sti (Pds) per cercare di inluen-
minorenni, scrive Le Monde. Il governo britannico è
zare il voto. Il Pds e i suoi alleati
hanno ottenuto circa il 40 per stato criticato dalle associazioni umanitarie per non aver
cento dei voti. Il Fronte demo- rispettato l’impegno ad accogliere i bambini non
cratico (partito iloccidentale accompagnati. I migranti dovrebbero essere trasferiti nei
della minoranza serba) ha otte- centri di accoglienza di varie città francesi, tra cui
nuto il 20 per cento, mentre la Béziers, il cui sindaco ha già annunciato che sottoporrà il
coalizione anticorruzione kljuć loro arrivo a un referendum. u
si è attestata sul 10 per cento,
come i Democratici. Secondo
Bilten “le elezioni si sono svol- REGNO UNITO una scelta per evitare il referen-
te in un clima di tensione per-
ché per la prima volta
L’ultimatum dum: mantenere l’accesso al
mercato unico e l’apertura delle IN BREVE
Đukanović ha rischiato di per- della Scozia frontiere tra l’Unione europea e Croazia Il 19 ottobre il premier
derle. Inoltre il Montenegro è il Regno Unito, oppure devolve- andrej Plenković, leader del
diventato un terreno di scontro Il 15 ottobre, alla conferenza re alla Scozia i poteri in materia partito conservatore Hdz, ha
tra l’occidente e la Russia”, dato dello Scottish national party, la di accordi internazionali e im- presentato in parlamento il suo
che il presidente punta a entrare prima ministra scozzese Nicola migrazione, in modo che possa governo di coalizione. Plenković
nella Nato mentre Mosca cerca Sturgeon ha dichiarato che con- farlo da sola”. In realtà, dato è considerato un moderato.
di far valere la sua inluenza vocherà un altro referendum che entrambe le opzioni sem- Germania Due persone sono
economica e politica sul paese. sull’indipendenza della Scozia brano irrealizzabili, l’oferta di morte il 17 ottobre a causa di
“Đukanović si è dichiarato vin- se il governo britannico sceglie- Sturgeon sembra soprattutto un un’esplosione avvenuta in uno
citore, ma la situazione è com- rà un’uscita totale dall’Unione modo per addossare a May la stabilimento dell’azienda chi-
plessa. Il suo partito non aveva europea. Ma la prima ministra responsabilità di una rottura e mica tedesca Basf a Ludwig-
mai ottenuto così pochi voti e non ha chiuso le porte al dialo- aumentare i consensi all’indi- schafen.
avrà più o meno gli stessi seggi go con Londra, commenta lo pendenza. Stando a un sondag- Ungheria Il 16 ottobre migliaia
dell’opposizione. Per governare Scotsman: “Sturgeon ha volu- gio pubblicato dal quotidiano di persone hanno partecipato a
avrà bisogno di allearsi con i to dimostrare di non essere alla scozzese, oggi un eventuale se- una manifestazione a Budapest
piccoli partiti delle minoranze mercé dei fondamentalisti del condo referendum si conclude- in difesa della libertà di stampa
etniche e quindi tutto sarà più suo partito e ha oferto alla pre- rebbe con la vittoria del no, co- dopo la chiusura del quotidiano
complicato”, conclude Bilten. mier britannica Theresa May me quello del settembre 2014. d’opposizione Népszabadság.

30 Internazionale 1176 | 21 ottobre 2016


Visti dagli altri
Milano, 1962. Dario Fo e Franca Rame
SeRGIO DeL GRANDe (MONDADORI PORTFOLIO)

La vita in scena cuno che è anche autore di opere discutibili


va oltre ogni immaginazione”, scrisse l’Os-
servatore romano, quotidiano del Vaticano.
di Dario Fo Ma molti critici la pensavano diversamente.
“Immaginate un incrocio tra Bertolt Brecht
e Lenny Bruce e potrete cominciare a farvi
Jonathan Kandell, The New York Times, Stati Uniti un’idea della grandezza dell’arte anarchica
di Fo”, scriveva Mel Gussow sul New York
L’attore e regista italiano ha sono stati tradotti in decine di lingue. Ma Times nel 1983.
portato nei teatri la tradizione era particolarmente famoso per due lavori: Basando la loro arte sulla tradizione dei
Morte accidentale di un anarchico, del 1970, giullari medievali e sulle tecniche di im-
dei giullari medievali, le un dramma basato sul caso di un ferroviere provvisazione della commedia dell’arte, Fo
tecniche d’improvvisazione italiano caduto o forse gettato dalla inestra e Rame entusiasmavano, sorprendevano e
della commedia dell’arte di un commissariato milanese mentre veni- facevano arrabbiare gli spettatori di tutto il
e l’impegno politico va interrogato perché sospettato di terrori- mondo. Andarono in scena migliaia di vol-
smo, e il monologo Mistero bufo, scritto nel te, in teatri tradizionali, fabbriche occupate
1969 e aggiornato nei decenni successivi, da operai in sciopero, parchi, carceri e per-
ario Fo, il drammaturgo, regi- in cui si prendeva gioco dei politici e della ino durante i sit-in nelle università e nelle

D sta e attore italiano le cui opere


ferocemente satiriche gli han-
no fatto guadagnare applausi e
critiche e, nel 1997, un premio Nobel per la
letteratura, è morto a Milano a 90 anni.
religione. Dopo che nel 1977 fu trasmesso
in tv, il Vaticano protestò deinendolo “lo
spettacolo più blasfemo della storia della
televisione”.
L’atteggiamento della chiesa nei con-
chiese sconsacrate. “Abbiamo sopportato
vessazioni, cariche della polizia, insulti dei
benpensanti e violenza”, disse Fo nel suo
discorso per il Nobel.
Nel 1973, dopo la presentazione a Mila-
Fo ha scritto più di ottanta testi per il te- fronti di Fo non si era addolcito neanche no di uno spettacolo in cui criticavano
atro, molti dei quali in collaborazione con la vent’anni dopo, quando gli fu assegnato il aspramente la polizia, sua moglie fu rapita,
moglie Franca Rame, morta nel 2013, che premio Nobel. “Assegnare il premio a qual- picchiata e violentata da un gruppo di fasci-

32 Internazionale 1176 | 21 ottobre 2016


sti che più tardi si scoprì essere in combutta gnato, a me e ad altri ragazzi, il mestiere di torità cittadine ed ecclesiastiche. Cominciò
con alcuni carabinieri. Ma Fo e Rame ave- raccontare assurde favole, che noi ascolta- anche a scrivere copioni cinematograici e a
vano oppositori in tutto il panorama politi- vamo commentandole con sghignazzi e si- recitare in alcuni ilm.
co. Nel 1968 Fo fu dichiarato persona non lenzi improvvisi a strozzagola per la tragica Nel 1962 la Rai gli chiese di scrivere, di-
grata in buona parte dell’Europa comunista allegoria che di colpo sormontava ogni sar- rigere e presentare Canzonissima, il pro-
per non aver concesso i diritti di messa in casmo”. gramma di varietà che ogni anno aveva un
scena delle sue opere in Cecoslovacchia, Nel 1940 Fo si trasferì a Milano per poi conduttore diverso. Con la moglie, scrisse
per protesta contro l’invasione sovietica studiare all’Accademia di belle arti di Brera. una serie di sketch che introducevano nel
che aveva determinato la caduta del gover- Durante la seconda guerra mondiale fu ri- varietà temi di carattere sociale. La sua ver-
no riformista di Alexander Dubček. A lui e chiamato nell’esercito ma non si presentò e sione di Canzonissima ebbe molto successo,
sua moglie fu più volte negato l’ingresso ne- riuscì a nascondersi con l’aiuto dei suoi ge- ma non piacque a tutti: gli sketch che af-
gli Stati Uniti a causa dei loro rapporti con il nitori, che partecipavano attivamente alla frontavano temi come la sicurezza sul lavo-
Partito comunista italiano. Ma alla ine, nel resistenza. Suo padre aiutava gli ebrei ita- ro furono censurati.
1984, ottennero un breve permesso per as- liani e i prigionieri di guerra inglesi a fuggire Uno sketch sull’omicidio di un giornali-
sistere alla prima di Morte accidentale di un in Svizzera in treno, mentre sua madre cu- sta da parte della maia fu criticato da un
anarchico, a Broadway. Fo attribuì il cam- rava i partigiani, feriti mentre combatteva- senatore, che in parlamento disse: “Il popo-
biamento di idea del dipartimento di stato no contro Mussolini e, dopo il 1943, contro lo siciliano si sente insultato dall’allusione
all’intervento del presidente Ronald Rea- le forze di occupazione naziste. all’esistenza di un’organizzazione crimina-
gan, che era un ex attore. È stata, disse, “la Dopo la guerra Fo lavorò come sceno- le chiamata maia”. Dopo quella puntata di
gentilezza di un collega”. Due anni dopo, a grafo ed entrò a far parte del movimento Canzonissima Fo e Rame ricevettero mi-
lui e a sua moglie fu concesso di nuovo il vi- Piccoli teatri, che metteva in scena monolo- nacce di morte e la polizia dovette proteg-
sto, questa volta per debuttare negli Stati ghi improvvisati su temi sociali a prezzi ab- gerli. L’ennesimo scontro con la censura li
Uniti come attori. bordabili. Conobbe Franca Rame nel 1951, costrinse ad abbandonare il programma e
quando recitarono insieme in una compa- per 15 anni non poterono più tornare in tele-
Un atto di coraggio gnia milanese. Si sposarono tre anni dopo. visione.
Fo rimase comunque sempre critico nei Il iglio Jacopo, nato nel 1955, sarebbe di- Le loro opere divennero ancora più radi-
confronti della potenza economica e mili- ventato famoso come attivista di sinistra e cali negli anni settanta, quando formarono
tare degli Stati Uniti e di quello che conside- proliico scrittore. La sua opera più nota è il collettivo teatrale La comune. Nel 1970 la
rava il loro effetto deleterio sul mondo. l’Enciclopedia del sesso sublime. compagnia mise in scena per la prima volta
Qualche giorno dopo gli attacchi dell’11 set- Negli anni cinquanta Fo mise in scena Morte accidentale di un anarchico, seguita
tembre 2001 attirò considerevole attenzio- varie commedie al Piccolo teatro di Milano, nel 1971 da Fedayn, un’opera teatrale sul
ne, e critiche, un’email in cui aveva scritto: anche se molte volte la programmazione fu conlitto israelo-palestinese che compren-
“I grandi speculatori sguazzano in un’eco- interrotta a causa dell’opposizione delle au- deva nel cast alcuni appartenenti all’Orga-
nomia che uccide ogni anno decine di mi- nizzazione per la liberazione della Palestina
lioni di persone con la miseria, che volete (Olp). Nel 1974 misero in scena Non si paga,
che siano ventimila morti a New York? Al di Da sapere non si paga!, una commedia satirica in cui
là di chi siano gli esecutori materiali del Teatro e politica alcune casalinghe, infuriate per l’aumento
massacro questa violenza è iglia legittima dei prezzi, rubano in un supermercato e
della cultura della violenza, della fame e 24 marzo 1926 Dario Fo nasce a Sangiano, in scatenano una serie di eventi che paralizze-
dello sfruttamento disumano”. provincia di Varese. ranno Milano.
Dario Fo era nato il 24 marzo 1926, a 1958 Fonda insieme alla moglie la Compagnia Nei vent’anni successivi Fo diventò
Dario Fo e Franca Rame.
Sangiano in provincia di Varese. Suo padre sempre più famoso in tutto il mondo, ma
1969 Porta in scena per la prima volta Mistero
Felice era un capostazione, socialista e atto- nonostante questo il Nobel colse di sorpre-
bufo.
re dilettante, e sua madre Pina Rota scrisse 1970 Prima rappresentazione di Morte
sa lui e i suoi ammiratori: la sua arte ecletti-
un’autobiograia molto apprezzata, Il paese accidentale di un anarchico. ca e poco ortodossa e la sua fama di giullare
delle rane, sulla storia della sua famiglia di 1973 La moglie, Franca Rame, viene violentata erano lontanissime dalle opere più conven-
contadini. da un gruppo di neofascisti. zionali di altri scrittori ai quali era stato as-
Da bambino Fo girava su un carro a ca- 1997 Riceve il premio Nobel per la letteratura. segnato il premio. Ma Fo fu grato all’Acca-
valli per le campagne vendendo verdura 2002-2004 Fa una caricatura di Silvio demia svedese: “Il vostro è stato un atto di
con il nonno materno, che attirava i clienti Berlusconi nelle due opere satiriche Ubu rois, coraggio che rasenta la provocazione”, dis-
raccontando storie fantastiche condite con Ubu bas e L’Anomalo bicefalo. se nel suo discorso. Per tutta la sua carriera
2006 Partecipa alle primarie del centrosinistra
notizie e aneddoti locali. In seguito Fo Fo incoraggiò i registi italiani e stranieri ad
per la scelta del candidato sindaco di Milano,
avrebbe fatto più o meno la stessa cosa sul adattare la messa in scena delle sue opere ai
ottenendo il 23,3 per cento dei voti.
palcoscenico. Fu molto inluenzato anche 2013 Prima delle elezioni politiche interviene
problemi locali. Come poi avrebbe detto nel
dalla tradizione narrativa tragicomica degli in piazza del Duomo, a Milano, per sostenere il suo discorso di accettazione del Nobel: “Un
artigiani del vetro. Così li ricordava nel suo Movimento 5 stelle. teatro, una letteratura, un’espressione d’ar-
discorso per il Nobel: “I vecchi fabulatori, 13 ottobre 2016 Muore a Milano. te che non parli del suo tempo non ha nes-
maestri soiatori di vetro che hanno inse- Le Monde, Nobelprize.org suna rilevanza”. u bt

Internazionale 1176 | 21 ottobre 2016 33


Visti dagli altri
Matteo Renzi
è isolato nel suo partito
Jérôme Gautheret, Le Monde, Francia
Nel centrosinistra molti sono 315) e verranno scelti tra i sindaci e i
sperano in una vittoria del no consiglieri regionali. Il nuovo senato avrà
un ruolo secondario nell’elaborazione del-
al referendum. Sarebbe una le leggi. Inoltre perderà il suo compito più
rivincita sul presidente importante, dare la iducia al governo, e
del consiglio e sul suo modo quindi anche la possibilità di farlo cadere
di gestire il Pd, scrive Le Monde siduciandolo.
In nome dell’eicienza e della stabilità
sparirebbe uno dei contrappesi dell’esecu-

MATTEo MINNELLA (oNEShoT)


un piccolo capolavoro di quesito tivo, che furono decisi dai padri costituenti

è orientato: “Approvate il testo della


legge costituzionale concernente
le ‘disposizioni per il superamento
del bicameralismo paritario, la riduzione
del numero dei parlamentari, il conteni-
dopo la caduta del fascismo. In un paese
storicamente sospettoso nei confronti di
tutti i poteri, questo cambiamento ha sol-
levato molte critiche, che vanno dal mon-
do sindacale (la Cgil invita uicialmente a
mento dei costi di funzionamento delle votare no) a quello dei giuristi (l’ex presi-
istituzioni, la soppressione del Cnel e la dente della corte costituzionale Gustavo Roma, 10 ottobre 2016. La sede
revisione del Titolo V della parte II della Zagrebelsky è uno degli esponenti più in del comitato per il sì al referendum
costituzione?’”. vista del comitato per il no). Sul fronte del costituzionale
La formula della domanda su cui gli ita- no si sono schierate anche diverse igure
liani sono chiamati a pronunciarsi nel refe- storiche del Pd, come l’ex presidente del cento dei consensi. Una prospettiva che ha
rendum del 4 dicembre avrà strappato consiglio Massimo D’Alema, uno dei primi sollevato numerose critiche nella sinistra
qualche sorriso anche tra i partiti che so- a pronunciarsi contro il testo in nome delle del Pd, oggi raccolta attorno all’ex segreta-
stengono il governo Renzi. In Italia come si radici della democrazia italiana. Inoltre il rio Pier Luigi Bersani, anche se il 10 otto-
potrebbe essere contrari alla riduzione del 12 ottobre D’Alema ha denunciato che per bre Renzi ha promesso che dopo il referen-
numero dei parlamentari? Chi potrebbe colpa del fronte del sì c’è un clima intimi- dum la legge elettorale sarà modiicata.
opporsi al contenimento dei costi di fun- datorio. Le due questioni, tuttavia, sarebbero
zionamento delle istituzioni? Renato Bru- ben poca cosa se non fossero completate
netta, capogruppo di Forza Italia alla ca- Situazione pericolosa da una terza, di immediata comprensione:
mera dei deputati, l’ha deinita una formu- Il secondo tema afrontato nelle discussio- il futuro di Renzi. Perché più la campagna
la degna di uno “spot pubblicitario per il ni sul referendum è la modiica della legge referendaria va avanti, più sembra orien-
sì”, mentre la ministra delle riforme costi- elettorale, corollario della riforma costitu- tarsi verso un dibattito sul gradimento de-
tuzionali Maria Elena Boschi si è limitata a zionale. La nuova legge elettorale, chiama- gli italiani nei confronti del presidente del
sottolineare che si trattava del titolo della ta Italicum, dovrebbe consentire, con il consiglio. È stato lui stesso ad aprire con
legge. Senza, però, risultare convincente. doppio turno e il premio di maggioranza, la molta imprudenza questo fronte nel 2015,
Molti hanno visto in questa piccola formazione di maggioranze più solide. A annunciando che se avesse vinto il no
astuzia un segno della preoccupazione di parte il discutibile premio di maggioranza, avrebbe lasciato la politica, ofrendo così
Matteo Renzi, che nella campagna refe- la legge elettorale potrebbe portare alla un argomento d’oro ai numerosi sostenito-
rendaria non può contare sull’appoggio guida del paese il Movimento 5 stelle che, ri della linea “tutti fuorché Renzi”. E anche
pieno del Partito democratico (Pd), il suo malgrado i suoi insuccessi romani, conti- se da qualche settimana il presidente del
partito, mentre la destra, la Lega nord e il nua a essere accreditato intorno al 30 per consiglio non dice più di volersi dimettere
Movimento 5 stelle sostengono il no. in caso di sconitta, il danno ormai è fatto.
Il quesito referendario tocca tre temi Non è un caso se il 7 ottobre la prima
che hanno causato una frattura nella sini-
Gli appelli alla destra reazione dell’ex sindaco di Roma Ignazio
stra italiana. Il primo è quello relativo alla moderata per il Marino, dopo essere stato assolto dall’ac-
fondatezza di una riforma che metterebbe cusa di peculato per una questione di rim-
ine al bicameralismo deinito perfetto, in
momento sono borsi spese, sia stata dichiarare che voterà
cui le due camere hanno poteri identici. Se rimasti lettera morta no. Un voto anche contro Renzi, che
vincerà il sì i senatori saranno cento (oggi all’epoca aveva accelerato la sua caduta.

34 Internazionale 1176 | 21 ottobre 2016


Economia
I piani di spesa del governo
James Politi, Financial Times, Regno Unito
Più soldi per le pensioni e meno spetto delle regole comunitarie. Bruxelles
tasse alle imprese. Una legge di non si è ancora pronunciata. Quest’anno
l’Unione europea ha concesso all’Italia un
bilancio per il sì al referendum, signiicativo margine di tolleranza sui vin-
scrive il Financial Times coli di bilancio per gli investimenti e le ri-
forme strutturali, ma questa lessibilità
l presidente del consiglio italiano non è stata estesa al 2017.

I Matteo Renzi punta a incoraggiare gli


investimenti pubblici e a tagliare l’im-
posta sul reddito delle aziende. La legge di
Ridimensionare
La presentazione della legge di bilancio
bilancio, presentata il 17 ottobre, è studia- arriva in un momento critico per Renzi,
ta per tenere viva la crescita e aumentare perché è una delle ultime possibilità che
il consenso in vista del referendum di di- ha per inluenzare l’opinione pubblica pri-
cembre sulla riforma della costituzione. ma del referendum costituzionale che si
La legge porterebbe l’Italia ad avere terrà il 4 dicembre. Il premier ha dichiara-
nel 2017 un deicit di bilancio pari al 2,3 to di essere pronto a dimettersi in caso di
per cento del pil. Si tratta di un dato consi- sconitta. La consultazione popolare pun-
La trappola della personalizzazione derevolmente più alto dell’1,8 per cento ta a ridimensionare il senato e a ridurne i
sembra chiudersi sul presidente del consi- concordato precedentemente con l’Unio- poteri, una parte essenziale del program-
glio. Dai primi di ottobre Renzi si è lanciato ne europea. E questo aumento potrebbe ma di riforme del governo. Secondo i son-
in una grande operazione di riconquista essere visto da Bruxelles come una sida. daggi una lieve maggioranza degli italiani
dell’opinione pubblica, ma è isolato e i suoi “L’Italia non va ancora bene, ma dopo è a favore del no.
appelli alla destra moderata per compen- due anni e mezzo va un po’ meglio di pri- “Questa è una inanziaria per il refe-
sare i voti persi a sinistra per il momento ma”, ha detto Renzi ai giornalisti. “La ilo- rendum, presentata come uno spot”, dice
sono rimasti lettera morta. soia di questa manovra è merito e biso- Wolfango Piccoli, analista della Teneo In-
Una situazione pericolosa per il capo gno, tenere insieme competitività ed equi- telligence di Londra.
del governo, che mostra le ferite provocate tà, dare una possibilità a chi ci prova e una Quest’anno Renzi è stato costretto a ri-
dal suo arrivo al potere tra il 2013 e il 2014. mano a chi non ce la fa”. dimensionare i suoi piani di sostegno
Il giovane Renzi, figlio turbolento dello Tra i pilastri della legge di stabilità ci all’economia a causa della revisione al ri-
scoutismo e della Democrazia cristiana, sono i 7 miliardi in tre anni per le pensioni, basso delle stime di crescita dell’Italia, la
aveva all’epoca conquistato in modo bru- con un nuovo programma di pensiona- terza economia dell’eurozona. Le nuove
tale un partito ino ad allora guidato da di- mento anticipato e una maggiorazione de- stime del governo italiano sono una cre-
rigenti che si erano formati all’interno gli assegni per gli anziani con i redditi più scita dello 0,8 per cento quest’anno e
dell’austero Partito comunista italiano gui- bassi. Un’altra misura chiave è la riduzio- dell’1 per cento l’anno prossimo – una pro-
dato da Enrico Berlinguer e che oggi pro- ne dal 27,5 al 24 per cento dell’imposta sul iezione che secondo Renzi è conservativa,
vano nei confronti di Renzi un’ostilità vi- reddito delle aziende, che si avvicina alle ma che per i suoi avversari è troppo ottimi-
scerale. aliquote degli altri paesi dell’Unione euro- stica. Il governo punta a inanziare i suoi
In seguito Renzi, approittando della pea. Durante la conferenza stampa Renzi piani tramite l’eliminazione di Equitalia
sua popolarità, ha imposto all’opinione ha presentato delle slide in cui ha mostra- (l’impopolare agenzia pubblica che si oc-
pubblica una rivoluzione culturale prima to un piano di spesa pubblica da 4,5 miliar- cupa della riscossione dei tributi e di com-
di conquistare la presidenza del consiglio, di di euro per la ricostruzione delle città battere l’evasione iscale), attraverso un
nel febbraio del 2014. Il tutto continuando colpite dal terremoto lo scorso agosto. Ha programma per il rientro dei capitali por-
a promettere di rottamare i notabili del poi proposto un fondo speciale da 3 miliar- tati all’estero per eludere il isco e con i ri-
partito. È diicile sapere quale sarà la ca- di di euro per afrontare la gestione dei sparmi derivanti dalla centralizzazione
pacità del fronte del no di convincere gli migranti. I comuni che li accolgono rice- degli appalti pubblici.
elettori ad andare a votare il 4 dicembre. veranno un contributo per migrante di Secondo i partiti di opposizione è una
Quello che è certo è che le vecchie élite del 500 euro una tantum. legge di bilancio irresponsabile. “Renzi di-
Pd, umiliate e emarginate dal 2014, sem- L’Italia vorrebbe che Bruxelles esclu- stribuisce a destra e a manca soldi che non
brano decise ad approittare dell’occasio- desse le spese per il terremoto e per i mi- ha”, ha detto Renato Brunetta, capogrup-
ne per prendersi una rivincita. u gim granti dal calcolo del deicit ai ini del ri- po alla camera di Forza Italia. u fas

Internazionale 1176 | 21 ottobre 2016 35


Le opinioni

La nuova identità
del Regno Unito

Pankaj Mishra
a democrazia, sotto assedio in molte Se l’antisemitismo in Europa è stato “il socialismo de-

L aree del mondo, ha ricevuto un colpo gli imbecilli”, il razzismo negli Stati Uniti è stato la de-
durissimo all’inizio di ottobre, proprio mocrazia degli intolleranti.
nella sua patria. Con una serie di dichia- Alle orecchie di un indiano come me, che per
razioni inquietanti, gli esponenti del vent’anni ha ascoltato la retorica dell’esclusione e del-
governo conservatore del Regno Unito la politica identitaria nel suo paese, la xenofobia in
hanno sostanzialmente afermato che alcune persone stile Ukip del governo britannico suona familiare in
sono più uguali di altre. modo sinistro. C’è una parola che descrive alla perfe-
La ministra dell’interno Amber Rudd ha proposto zione questa urgenza, convalidata da una maggioran-
di costringere le aziende a rivelare il numero dei loro za democratica, di ostracizzare e degradare se non
dipendenti stranieri, minacciando di “svergognare” le addirittura espellere gli esterni, una parola usata spes-
aziende britanniche che non formano lavoratori bri- so per descrivere la politica del nazionalismo hindu in
tannici. Il ministro della salute Jeremy India: maggioritarismo.
Hunt ha dichiarato che spera di rendere La democrazia Chi avrebbe potuto immaginare che
il servizio sanitario nazionale “autosuf- moderna questa patologia si sarebbe manifestata
iciente” formando un numero maggio- ha attraversato nella culla della democrazia parlamen-
re di medici britannici. Inine la prima spesso fasi in cui tare? La campagna per la Brexit ha sca-
ministra Theresa May, denunciando la partecipazione tenato un’ondata di fanatismo che è sfo-
una presunta “élite internazionale”, ha politica è stata resa ciata nell’omicidio della parlamentare
calpestato gli ideali dell’illuminismo so- più allettante Jo Cox da parte di un uomo che gridava
stenendo che “se pensi di essere un cit- “prima la Gran Bretagna” (Britain irst).
per alcuni
tadino del mondo, allora non hai alcuna Nei primi tre mesi dopo la vittoria della
perché negata
cittadinanza”. Brexit sono aumentati vertiginosamen-
La retorica del nuovo governo ricalca
ad altri te non solo i crimini d’odio contro lesbi-
quella dell’Ukip, il partito nazionalista che, gay, bisessuali e transgender, ma
britannico di estrema destra, lo stesso che ha guidato anche contro le minoranze etniche e gli stranieri.
la campagna a favore della Brexit. Alcuni commenta- I politici britannici hanno assecondato questa reto-
tori britannici, scandalizzati, hanno paragonato le di- rica pericolosa. Dopo la reazione sdegnata dei mezzi
chiarazioni di May e dei suoi ministri alla retorica na- d’informazione e degli imprenditori è arrivato il pre-
zista degli anni trenta. Ma è un paragone fuorviante. I vedibile dietrofront sulle proposte più estreme. In ogni
conservatori non propongono di abolire la democrazia caso questa incursione decisa nello sciovinismo sem-
o lo stato sociale. Al contrario, sono convinti di rafor- bra architettata per evitare una discussione seria sulle
zare la democrazia. minacce che incombono sulla società e l’economia
La diferenza tra i conservatori britannici e gli altri britanniche, a cominciare dall’automazione, che farà
democratici è che la loro visione di uno stato sociale senz’altro perdere più posti di lavoro rispetto all’immi-
migliorato (alloggi decenti, sistema sanitario eicien- grazione.
te, scuole migliori) si applica solo ai britannici. Grazie È diicile pensare che il maggioritarismo possa mi-
al consenso popolare, i tory vogliono costruire una gliorare lo status politico ed economico del Regno
grande comunità recintata e ostile agli estranei, in cui Unito sulla scena internazionale. La sterlina continua PANKAJ MISHRA
solo chi ne farà parte avrà libertà e uguaglianza. a perdere terreno, un dato preoccupante per un paese è uno scrittore e
La democrazia moderna ha attraversato spesso fa- che importa un terzo dei beni e dei servizi. I leader eu- saggista indiano.
si in cui la partecipazione politica è stata resa più allet- ropei, da Angela Merkel a François Hollande, hanno Collabora con il
tante per alcuni perché negata ad altri. Nel classico inasprito le loro dichiarazioni sull’uscita di Londra Guardian e con la
studio Un dilemma americano: il problema dei neri e la dall’Unione europea. New York Review of
Books. Il suo ultimo
democrazia americana, l’economista svedese e vinci- Come ho scritto all’epoca, la Brexit ha sancito il
libro è A great
tore del premio Nobel Gunnar Myrdal racconta come “suicidio collettivo” delle élite globalizzate britanni-
clamour: encounters
negli Stati Uniti dell’ottocento il razzismo fosse diven- che. Per quanto possa sembrare incredibile, le nuove with China and its
tato, nelle mani dei populisti di destra e di sinistra, una élite sostenitrici del maggioritarismo stanno piazzan- neighbours (Penguin
forma di solidarietà democratica, un modo per unire do cariche esplosive ancora più potenti, come se voles- 2014). Questo
gli “schiavi della paga bianchi” contro gli immigrati sero veriicare la massima di Adam Smith secondo cui articolo è uscito su
asiatici e afroamericani, ripristinando la loro dignità. “c’è un grande potenziale di rovina nei governi”. u as Bloomberg.

36 Internazionale 1176 | 21 ottobre 2016


Le opinioni

Per governare non basta


essere presidente

Paul Krugman
on è inita inché non è inita ma, come li si sono inora riiutate di evocarli. Per essere chiari, se

N dicono gli analisti, è altamente proba- i democratici riconquistassero il senato, potremmo


bile che Hillary Clinton vinca le pros- prendere le misure necessarie a evitare la catastrofe. In
sime elezioni presidenziali. All’inizio caso contrario non avremmo questa possibilità.
della settimana alcuni modelli basati E la camera? Tutti, e sottolineo tutti, i traguardi legi-
sui sondaggi le davano il 90 per cento slativi signiicativi ottenuti dall’amministrazione Oba-
di possibilità di vittoria, e tutto questo avveniva prima ma sono stati raggiunti nei due anni in cui i democratici
dello scandalo delle frasi sessiste di controllavano entrambe le camere del
Trump. Ma cosa sarà davvero in grado di Se dobbiamo basarci congresso. Una cosa simile può succede-
fare la prima presidente degli Stati Uniti? sugli anni di Obama re di nuovo? Fino ai giorni scorsi le possi-
Tutto dipende da quanto ampia sarà la al potere, sappiamo bilità che la camera passasse di mano
sua vittoria. Non sto parlando della por- che i repubblicani si sembravano basse, anche nel caso in cui
tata del suo “mandato”, che non signiica opporranno a i candidati democratici ricevessero in to-
niente: se dobbiamo basarci sugli anni di qualsiasi cosa tale più voti dei repubblicani, cosa oggi
Obama al potere, sappiamo che i repub- Clinton proporrà, data quasi per certa. Questo succede in
blicani si opporranno a qualsiasi cosa lei indipendentemente parte perché i governi degli stati control-
proporrà, indipendentemente da quanto lati dai repubblicani hanno ridisegnato i
da quanto netta sarà
netta sarà la loro sconitta. collegi elettorali. E in parte perché le mi-
La domanda è, semmai, cosa succe-
la loro sconitta noranze, che votano in blocco per i de-
derà al congresso. Pensiamo, tanto per mocratici, sono coninate in un numero
cominciare, agli efetti di una vittoria risicata: Clinton relativamente basso di distretti urbani.
diventerebbe presidente ma i repubblicani manterreb- Ma una vittoria suicientemente ampia di Clinton
bero il controllo di entrambe le camere del congresso. potrebbe cambiare le cose, soprattutto se le elettrici
Una simile vittoria non sarebbe inutile. Eviterebbe l’in- delle periferie dovessero abbandonare un partito re-
cubo di una presidenza Trump e bloccherebbe anche il pubblicano diventato ormai il partito dei palpeggiatori.
drastico piano di tagli alle spese e privatizzazioni che il Le permetterebbe di portare avanti un programma
presidente della camera dei rappresentanti Paul Ryan molto più ambizioso. Non è diicile prevedere i conte-
ha già promesso di attuare nel caso in cui Trump doves- nuti di un simile programma. Parlando in termini gene-
se, in qualche modo, riuscire a vincere. Ma lascerebbe rali, Clinton raforzerebbe in maniera signiicativa gli
poco margine per iniziative apprezzabili. ammortizzatori sociali, specialmente per i più poveri e
In realtà neanche un senato a guida democratica i bambini, concentrandosi in particolare su temi legati
permetterebbe a Clinton di legiferare davanti a una alla famiglia, per esempio il congedo parentale. Simili
maggioranza repubblicana implacabilmente ostruzio- programmi avrebbero un costo, ma non raggiungereb-
nista alla camera. Le permetterebbe, tuttavia, di asse- bero le cifre indicate da chi le contesta. Clinton propo-
gnare il seggio della corte suprema lasciato libero dalla ne, ed è credibile, di inanziarli aumentando le tasse dei
morte di Antonin Scalia a febbraio del 2016. La cosa redditi più alti, così da ridurre le diseguaglianze. Se tut-
avrebbe importanti conseguenze, in particolare per la to questo vi sembra un secondo round di quel che ha
politica ambientale. Negli ultimi anni del suo mandato fatto il presidente Obama tra il 2009 e il 2010, è perché
il presidente Obama ha spinto per una svolta ambienta- è proprio così. E che ci sarebbe di male? Nonostante
lista. Per esempio ha usato le sue prerogative per im- l’ostruzionismo repubblicano, sotto la guida di Obama
porre norme più severe sulle emissioni per i tir. Ma la il numero di statunitensi con un’assicurazione sanitaria PAUL KRUGMAN
parte più importante di questa svolta, il Clean power è nettamente aumentato, la povertà è sensibilmente è un economista
plan, che ridurrebbe sensibilmente le emissioni di gas diminuita, e sono stati creati più di undici milioni di po- statunitense. Nel
serra prodotte dalle centrali a carbone, è attualmente sti di lavoro nel settore privato. 2008 ha ricevuto il
premio Nobel per
bloccata da un veto della corte suprema. Una conquista Il succo della faccenda, a ogni modo, è questo: chi
l’economia. Scrive sul
del senato da parte dei democratici rimuoverebbe que- pensa di restare a casa il giorno delle elezioni perché
New York Times. Il
sto ostacolo. l’esito è scontato, commette un errore. A meno suo ultimo libro
Non dimenticate che i cambiamenti climatici sono dell’equivalente politico di una collisione con un mete- pubblicato in Italia è
di gran lunga la più grave minaccia che gli Stati Uniti e il orite, Hillary Clinton sarà la prossima presidente degli Fuori da questa crisi,
mondo dovranno afrontare, anche se le persone che Stati Uniti. Ma saranno le dimensioni della sua vittoria adesso! (Garzanti
selezionano le domande da fare ai dibattiti presidenzia- a determinare che tipo di presidente potrà essere. u f 2012).

38 Internazionale 1176 | 21 ottobre 2016


In copertina

L’impero
invincibile
Michael Pollan, The New York Times Magazine,
Stati Uniti. Foto di George Steinmetz
Appena arrivati alla Casa Bianca, Barack e Michelle
Obama hanno sidato l’industria alimentare
chiedendo di produrre cibi più sani con metodi
meno dannosi. Ma hanno fallito. Nonostante questo,
i consumatori hanno qualche motivo per sperare

Recinti d’ingrasso
CONtrAstO

delle mucche
a Grand View, in Idaho,
Stati Uniti
In copertina
sattamente otto anni fa, parte responsabili dell’esplosione dei costi

E sulle pagine del New York


Times, scrissi una lettera
aperta al futuro presidente
degli Stati Uniti intitolata
Farmer in chief, agricolto-
re in capo. Cominciava così: “La sorpren-
derà sapere che tra i temi che nei prossimi
anni occuperanno gran parte del suo tem-
po ce n’è uno di cui ha parlato pochissimo
della sanità perché possono provocare dia-
bete di tipo 2, infarti, cardiopatie e obesità”.
Il movimento per il cibo – la variegata coali-
zione di ambientalisti, sostenitori della sa-
lute pubblica, militanti per i diritti degli
animali e la giustizia sociale che si batte per
una riforma del sistema alimentare – stava
per trovare un alleato alla Casa Bianca?
In in dei conti, Barack Obama aveva più
in campagna elettorale: l’alimentazione”. volte dato prova di capire la necessità di ri-
Molte delle questioni sollevate da Barack formare l’agricoltura industriale e di tener
Obama e John McCain in vista delle elezio- testa a big food, il gruppo di multinazionali
ni – come i costi della sanità, i cambiamen- che controlla il settore alimentare. Per vin-
ti climatici, l’indipendenza energetica e le cere le primarie dell’Iowa aveva corteggiato
minacce alla sicurezza in patria e all’estero i piccoli agricoltori dello stato, molti dei
– non potevano essere afrontate senza pri- quali erano vittime degli oligopoli che im-
ma occuparsi delle storture della produ- ponevano i prezzi e le condizioni di vendita
zione alimentare. dei raccolti e del bestiame. E aveva corteg-
Nella lettera spiegavo che un sistema giato anche gli allevatori delle campagne
alimentare organizzato intorno alle mono- dell’Iowa che erano stati danneggiati dalla
colture di mais e soia sovvenzionate dallo progressiva crescita degli allevamenti in-
stato richiede enormi quantità di carburan- dustriali di suini e di pollame, i Concentra-
ti fossili (per qualsiasi cosa, dai fertilizzanti ted animal feeding operations (Cafo). An-
chimici ai pesticidi, queste colture dipen- che se inquinano l’aria e l’acqua come le
dono dal carburante necessario a spedire fabbriche, i Cafo sono sottoposti alle stesse
cibo in tutto il mondo) e produce un’incre- regolamentazioni delle fattorie, di fatto
dibile quantità di gas serra: un terzo delle quasi inesistenti. In campagna elettorale
emissioni totali, secondo alcune stime. Allo Obama aveva promesso che avrebbe volta-
stesso tempo, i cibi che si possono produrre to pagina, impegnandosi a far rientrare i
usando il mais e la soia (dalla carne d’alle- Cafo sotto l’autorità del Clean air act e del
vamento a tutti i tipi di cibi trattati) sono in Clean waters act, le leggi federali che con-
gran parte responsabili del brusco aumento trollano i livelli d’inquinamento dell’aria e
dei costi per l’assistenza sanitaria: una per- dell’acqua. Aveva anche promesso che sot-
centuale consistente della spesa sanitaria to la sua presidenza le comunità locali
degli Stati Uniti è destinata alle cure per avrebbero avuto “voce in capitolo sulla col-
malattie croniche legate all’alimentazione. locazione, l’espansione e la regolamenta-
Inoltre, un sistema alimentare fortemente zione dei Cafo”. Per i grandi produttori di
centralizzato, in cui ogni settimana una sin- suini e di pollame, che sui Cafo erano so-
gola fabbrica lava 25 milioni di porzioni di stanzialmente riusciti a piegare sia le auto-
insalata e macina 20 milioni di hamburger, rità locali sia quelle federali, erano parole
è fortemente esposto ai rischi sulla sicurez- minacciose. E i sostenitori della riforma
CONTrASTO

za alimentare. Nella lettera avanzavo alcu- dell’agricoltura applaudivano.


ne proposte di riforma del sistema, con Avevano applaudito anche quando, in
l’obiettivo di contribuire alla salute della un meeting sull’agricoltura in Iowa nel
collettività e dell’ambiente invece che alla 2007, Obama aveva detto che gli statuni- namento. Un portavoce del Partito demo-
loro distruzione. tensi hanno il diritto di sapere da quale par- cratico fece subito marcia indietro sulle di-
Pochi giorni dopo Barack Obama con- te del mondo viene il cibo che mangiano e chiarazioni di Obama, precisando che il
cesse un’intervista a Time in cui riassume- se è stato geneticamente modiicato. Sotto candidato aveva semplicemente “parafra-
va così la mia lettera: “Stavo giusto leggen- molti aspetti, in campagna elettorale Oba- sato un articolo che aveva letto”.
do un articolo di Michael Pollan sull’ali- ma aveva dato l’impressione di aver capito Big food aveva parlato, e il candidato –
mentazione e sul fatto che tutto il nostro le ragioni del movimento per il cibo e di un politico che veniva dalla città – aveva
sistema agricolo si regge sul prezzo basso condividerne le aspirazioni di riforma. imparato la prima di una serie di lezioni po-
del petrolio. Per questo l’agricoltura statu- Ma le aspirazioni costano poco, mentre co piacevoli sull’influenza dell’industria
nitense contribuisce all’emissione dei gas l’ingenuità può costare cara. Pochi giorni alimentare nella politica statunitense.
serra più del settore dei trasporti. E allo dopo l’uscita dell’intervista su Time, il se- Per seguire il balletto che da otto anni
stesso tempo sta creando delle monocoltu- natore dell’Iowa Charles Grassley, sopran- vede protagonisti big food e i coniugi Oba-
re che sono esposte ai rischi legati alla sicu- nominato “il senatore del mais”, criticò fe- ma (Michelle ha assunto un ruolo di primo
rezza nazionale, alle impennate o ai crolli rocemente Obama per le sue idee sull’agri- piano in queste battaglie poco dopo l’arrivo
dei prezzi alimentari, alle forti oscillazioni coltura, accusandolo in sostanza di dare la alla Casa Bianca) è importante sapere cos’è
del costo delle materie prime, e che sono in colpa agli agricoltori per l’obesità e l’inqui- big food. In poche parole, è l’industria da

42 Internazionale 1176 | 21 ottobre 2016


Una nave oicina al largo delle coste dell’Oregon, negli Stati Uniti

1.500 miliardi di dollari che coltiva, alleva, stria dei cibi confezionati, che trasforma dotti alimentari e dell’agricoltura, questa
macella, tratta, importa, confeziona e ven- queste colture nelle basi fondamentali del percentuale viene superata nella macella-
de al dettaglio gran parte del cibo che man- cibo trattato: il mais diventa lo sciroppo di zione dei bovini (l’82 per cento dei manzi e
giano gli americani. In realtà questa impo- mais ad alto contenuto di fruttosio e di tutte delle vacche), nella lavorazione del pollame
nente piramide alimentare è composta da le strane sostanze chimiche che si leggono (53 per cento), nella lavorazione del mais e
almeno quattro livelli. Alla base c’è big ag sull’etichetta dei prodotti confezionati, e la della soia (circa l’85 per cento), nei pesticidi
(che sta per big agriculture), il complesso soia diventa l’olio nel quale sono fritti quasi (62 per cento) e nelle sementi (58 per cen-
industriale della produzione di mais e soia tutti i cibi che si servono nei fast food. Al to). L’acquisizione della Monsanto da parte
della farm belt, la regione agricola che va vertice della piramide di big food ci sono le della Bayer potrebbe far aumentare la con-
dall’Iowa al South Dakota. Ne fanno parte catene dei supermercati e dei fast food. centrazione sia nel mercato delle sementi
anche i coltivatori di altre colture di base e Ciascuno di questi settori è dominato da sia nel settore agrochimico.
le aziende che forniscono sementi e pro- poche aziende molto grandi. Secondo i pa- Ognuna di queste industrie è rappresen-
dotti chimici a questi agricoltori. Big ag, a rametri tradizionali, in un settore c’è un’ec- tata a Washington da una o più lobby molto
sua volta, fornisce i cereali da foraggio a big cessiva concentrazione economica quando potenti. La Grocery manufacturers associa-
meat (l’industria della produzione e lavora- le prime quattro aziende controllano più del tion (Gma) rappresenta le aziende più im-
zione della carne) e gli ingredienti all’indu- 40 per cento del mercato. Nel caso dei pro- portanti nell’ambito della produzione e

Internazionale 1176 | 21 ottobre 2016 43


In copertina
vendita di cibo e bevande confezionate: la
General Mills, la Campbell’s, la PepsiCo e
la Nestlé, per esempio. Il North american
meat institute rappresenta big meat, e lavo-
ra insieme alle singole associazioni di cate-
goria, divise per specie animali: il National
pork producers council per il maiale, la Na-
tional cattlemen’s beef association per la
carne bovina e il National chicken council
per il pollame. L’American farm bureau fe-
deration parla a nome dei coltivatori delle
colture di base. La National restaurant as-
sociation è la voce delle catene di fast food.
La CropLife America, un nome decisamen-
te eufemistico, rappresenta l’industria dei
pesticidi.
Ognuno di questi gruppi ha il suo orti-
cello da coltivare a Washington, ma molto
spesso si muovono insieme, soprattutto su
temi come le sovvenzioni ai raccolti, che
sono vantaggiose per tutti, o l’etichettatura
degli alimenti geneticamente modiicati,
che è dannosa per tutti. Negli ultimi anni
hanno unito le forze contro un avversario
comune: un movimento per il cibo determi-
nato a mettere un freno al dominio di questi
gruppi sul mercato e alla loro libertà di ope-
rare sostanzialmente incontrollati. Anche
se per certi versi è una sempliicazione, non
è sbagliato descrivere big food come un’en-
tità unica e potentissima.

Orto presidenziale
Poco dopo essere arrivati alla Casa Bianca,
gli Obama cominciarono a far venire i bru-
ciori di stomaco a big food. Nel 2009 Mi-
chelle Obama piantò un orto biologico sul
prato della Casa Bianca, un gesto simbolico
ma signiicativo che entusiasmò gli attivisti
del movimento per il cibo. Non contenta, la
irst lady promosse la creazione di un mer-
cato di agricoltori locali poco lontano dalla
CONTrASTO

Casa Bianca; apparve in un servizio foto-


graico in cui riempiva un cestino di prodot-
ti locali e mostrava di apprezzare la verdura
fresca. Il motivo per cui big food non vede- deinì gli Obama una coppia di “liberal bio- da Obama ai piccoli agricoltori statunitensi,
va di buon occhio l’interessamento della logici in limousine”, ricordando che l’agri- l’amministrazione avviò un’ambiziosa azio-
irst lady stava sostanzialmente in un agget- coltura biologica porta alla carestia e invi- ne antitrust contro big food, aprendo un’in-
tivo: biologico. In realtà Michelle Obama tando la irst lady a usare i pesticidi nel suo chiesta sul potere di mercato e le pratiche
usava raramente questa parola per descri- orto. La Mid-America CropLife associa- anticoncorrenziali nei settori del pollame,
vere il suo orto, ma il comunicato stampa tion, un’organizzazione che rappresenta gli dei prodotti caseari, del bestiame e delle
della Casa Bianca sulla coltivazione dell’or- agricoltori, scrisse una lettera al presidente sementi. Durante tutto il 2010 Eric Holder,
to si dilungava molto sulle pratiche biologi- in cui diceva che piantando un orto biologi- ministro della giustizia, Christine Varney,
che impiegate – l’uso del compost come co sua moglie aveva ingiustamente messo capo della divisione antitrust del diparti-
fertilizzante e degli insetti al posto dei pro- in discussione l’agricoltura convenzionale. mento di giustizia, e Tom Vilsack, segreta-
dotti chimici per neutralizzare i parassiti – e Sembrava solo una piccola polemica, ma rio all’agricoltura, visitarono le campagne
così i giornalisti cominciarono a parlare forse era un primo avvertimento. statunitensi, organizzando una serie di in-
dell’“orto biologico” della Casa Bianca. Nell’estate del 2009 la nuova ammini- contri con i cittadini sul tema della concen-
Un portavoce dell’American council on strazione lanciò quella che si sarebbe rive- trazione nell’industria alimentare.
sciences and health, un’organizzazione che lata la sua sida più seria all’industria ali- Mettendo a rischio le loro stesse fonti di
promuove il dibattito su scienza e salute, mentare. Tenendo fede alla promessa fatta sussistenza, allevatori e agricoltori raccon-

44 Internazionale 1176 | 21 ottobre 2016


Allevamento di vitelli per la produzione di latticini, in Wisconsin and stockyard administration (Gipsa). Ma
di fatto la Gipsa era stata neutralizzata
dall’amministrazione di George W. Bush.
La nuova amministrazione trovò decine di
denunce di agricoltori contro le grandi
aziende del cibo accatastate in un cassetto.
Per rispondere alle richieste d’aiuto degli
agricoltori contro le pratiche anticoncor-
renziali nel settore della carne, nel 2008 fu
approvata una legge che tra le altre cose in-
caricava il dipartimento dell’agricoltura di
stabilire le nuove regole della Gipsa e di far-
le rispettare. Nel 2010 Vilsack annunciò
una serie di regole per “assicurare che il ter-
reno di gioco sia praticabile anche per i pro-
duttori”. Nello speciico, la proposta rende-
va più facile per i produttori fare causa ai
grandi fornitori per eventuali pratiche ini-
que o ingannevoli e li tutelava contro le rap-
presaglie.

Michelle Obama contro tutti


Big meat, in particolare, non era contenta.
Così mise mano al portafogli, spendendo
circa 9 milioni di dollari in attività di lobb-
ying solo nel 2010, senza contare i contri-
buti politici per gli esponenti delle commis-
sioni sull’agricoltura al congresso. Una di
queste commissioni chiamò Edward Ava-
los, sottosegretario del dipartimento
dell’agricoltura, a difendere le nuove regole
durante un’audizione in parlamento. Ava-
los fu sottoposto a un fuoco di domande
solo per aver fatto il suo lavoro. Vilsack re-
cepì il messaggio e accettò di rimandare
l’entrata in vigore della normativa. Questo
diede al settore il tempo di organizzare una
campagna di lobbying “dal basso” contro le
regole della Gipsa: il National chicken
council, per esempio, chiese ad alcuni alle-
vatori di polli di inviare al congresso lettere
scritte dai lobbisti. Vilsack, ormai in ritirata,
propose di rivedere le nuove regole per ren-
derle più accettabili. Ma l’industria non era
più disposta ad accettare nulla che non fos-
tarono gli abusi delle aziende a cui erano di criteri misteriosi. Gli agricoltori che pro- se una vittoria su tutta la linea. Alla ine riu-
costretti a vendere il loro prodotto, spesso a testavano o che osavano opporsi a una ri- scì a bloccare le limitazioni al suo potere sul
condizioni sfavorevoli. In molte zone c’era- chiesta del fornitore (per esempio quella di mercato: nel 2o12 la commissione per la
no talmente pochi compratori di bestiame adeguare le strutture) non ricevevano più spesa pubblica della camera tagliò i fondi
che le quattro grandi società di confeziona- pulcini e di fatto erano tagliati fuori dal per la Gipsa dal documento di spesa del di-
mento della carne erano in grado di impor- mercato. Holder, Varney e Vilsak espresse- partimento dell’agricoltura. E lo stesso è
re contratti a condizioni inique e di riiutar- ro la loro solidarietà e la loro preoccupazio- successo nel 2013, nel 2014 e nel 2015.
si di comprare dagli allevatori che denun- ne, promisero provvedimenti e assicuraro- Che ne è stato del tour per le campagne
ciavano gli abusi. Alcuni allevatori di polli no agli agricoltori che non avrebbero subìto americane e degli incontri con i cittadini?
sostennero che il sistema contrattuale in rappresaglie per la loro testimonianza. Anche se quegli incontri hanno fatto venire
vigore nel settore li aveva ridotti a mezza- Il dipartimento dell’agricoltura aveva alla luce un quadro piuttosto chiaro di com-
dri. Aziende come la Tyson e la Perdue fa- già l’autorità per limitare molti di questi portamenti anticoncorrenziali, l’intera ini-
cevano irmare agli agricoltori dei contratti abusi grazie al Packers and stockyard act ziativa antitrust dell’amministrazione Oba-
in base ai quali i grandi produttori forniva- del 1921, che aveva creato all’interno del ma è stata abbandonata nel silenzio e
no i pulcini e il foraggio e poi decidevano dipartimento una potente divisione anti- nell’ignominia. Non se n’è saputo più nulla.
quanto pagare il prodotto inito sulla base trust chiamata Grain inspection, packers continua a pagina 48 »

Internazionale 1176 | 21 ottobre 2016 45


In copertina
CONTRASTO

46 Internazionale 1176 | 21 ottobre 2016


La raccolta dell’insalata coltivata con metodi biologici. Hollister, California

Internazionale 1176 | 21 ottobre 2016 47


In copertina
Insalata e verdura confezionate in uno stabilimento della Taylor Farms, in California
CONTRASTO

Gli agricoltori che hanno testimoniato sono A marzo del 2010 Michelle Obama pro- i principali lobbisti della Gma, molti diri-
stati abbandonati a se stessi e costretti a ca- nunciò un discorso alla Grocery manufac- genti del gruppo avevano intravisto un’op-
varsela da soli sul mercato. Obama ha lan- turers association che sorprese i dirigenti portunità quando Michelle Obama aveva
ciato la più grande ofensiva pubblica con- presenti in sala. La irst lady lanciò una sida chiesto all’industria di “alzare il tiro”. L’au-
tro il potere di big food dai tempi in cui Ted- perentoria a big food, mettendo in chiaro mento dell’obesità negli Stati Uniti “chia-
dy Roosevelt si mise contro l’industria della che non si sarebbe accontentata dei con- mava in causa tutto il settore”, spiega Faber.
lavorazione della carne, all’inizio del nove- sueti giochini degli addetti alle pubbliche L’intervento della irst lady dava al settore
cento, ma ha semplicemente dovuto cedere relazioni. “Da voi non vogliamo solo dei l’opportunità di rispondere.
all’opposizione del settore. provvedimenti di facciata”, disse, “ma un Per afrontare la sida lanciata dalla irst
Paradossalmente, sui temi dell’alimen- ripensamento totale dei prodotti che ofri- lady, big food adottò una scaltra strategia a
tazione Michelle Obama, facendo leva solo te, delle informazioni che date sui prodotti doppio binario. Da una parte i leader del
sul suo potere di persuasione e sul buon e di come vendete questi prodotti ai nostri settore si impegnarono a lavorare con la
esempio, ha ottenuto di più che tutto il resto igli”. Poi aggiunse: “Questo non signiica fondazione di Michelle Obama, la Partner-
dell’amministrazione. Tra i suoi risultati eliminare un ingrediente nocivo per ag- ship for a healthier America, per creare una
più significativi c’è l’aver sostenuto con giungerne un altro. Abbassare il contenuto serie di accordi tra aziende private, una
convinzione l’Healthy, hunger free kids act di grassi va bene, ma sostituirli con zucche- delle proposte avanzate dalla irst lady nel
del 2010, che ha innalzato gli standard nu- ro e sale no. E non signiica compensare suo discorso. I supermercati si impegnaro-
trizionali dei pasti serviti nell’ambito del l’alto contenuto di ingredienti nocivi con no a promuovere alimenti più sani nei loro
programma federale delle mense scolasti- qualche ingrediente salutare. Non si tratta negozi. Un gruppo di sedici venditori al
che, mettendo al bando il cibo spazzatura di trovare modi creativi per far sembrare i dettaglio si impegnò a ridurre di 1.500 mi-
nelle scuole pubbliche. Grazie all’iniziativa prodotti più sani. Si tratta di produrre cibi liardi il numero totale delle calorie nei cibi
della irst lady, le aziende alimentari si sono che siano davvero salutari”. esposti. I produttori di cibi trattati promi-
sforzate per rendere i loro prodotti meno Il discorso attirò l’attenzione dell’indu- sero di ridurre la quantità di ingredienti
dannosi. Le linee guida federali sulla nutri- stria. Sean McBride, un consulente del set- nocivi, come il sale e lo zucchero, e di au-
zione sono diventate più chiare e sensate. E tore alimentare che all’epoca lavorava per mentare la quantità di ingredienti salutari
la sua campagna Let’s move ha sensibiliz- la Grocery manufacturers association, rac- come la farina integrale. Le aziende che
zato l’opinione pubblica sull’importanza contò a Politico che gli Obama erano preoc- aderivano a questi accordi erano ricambia-
dell’alimentazione per la salute e il benes- cupati per un sistema alimentare dove “al- te con la preziosa opportunità di un servi-
sere, gettando le basi per una riforma più cune aziende sono spaventate a morte”. zio fotograico con la irst lady. Nel caso di
ambiziosa in un prossimo futuro. Tuttavia, secondo Scott Faber, all’epoca tra Subway e Walmart, Michelle Obama si fe-

48 Internazionale 1176 | 21 ottobre 2016


Uno stabilimento della Grimmway Farms, uno dei maggiori produttori mondiali di carote, in California
COnTrASTO

ce perino vedere nei loro punti vendita. te – e gli studiosi hanno stimato che le ten- Mentre cercava pubblicamente di strin-
Per la irst lady questi accordi erano un denze di mercato avrebbero determinato gere un accordo con Michelle Obama nella
risultato importante. Ma erano davvero un calo ancora superiore anche in assenza guerra all’obesità, big food portava avanti
all’altezza delle ambizioni del discorso che di un impegno da parte dei produttori. Per allo stesso tempo una campagna dietro le
aveva fatto nel 2010, in cui chiedeva alle questo il rettore della School of nutrition quinte per bloccare qualsiasi nuova legge,
aziende di “ripensare completamente i pro- alla Tufts university ha descritto l’iniziativa tassa o regolamentazione che mettesse a
dotti”? È sicuramente importante elimina- come “un impegno ‘fasullo’, facile da pub- rischio la libertà di produrre e vendere cibo
re gli ingredienti poco salutari dai cibi trat- blicizzare ma ingannevole”, “una evidente spazzatura. L’industria ha ottenuto la sua
tati. Ma produrre cibo spazzatura un po’ messinscena dei produttori” che ha preso più grande vittoria su un tema che stava a
meno spazzatura è un risultato quanto me- in giro i cittadini e la irst lady. cuore a Michelle Obama: le linee guida per
no discutibile: si inisce per dimenticare la la vendita dei cibi ai bambini. La proposta,
distinzione, molto più importante, tra cibi
trattati e cibi biologici. Quello che all’inizio
Da sapere sviluppata da un gruppo di lavoro a cui par-
tecipavano la Federal trade commission, il
era un dibattito culturale sugli orti, i merca-
Cosa mangiamo dipartimento dell’agricoltura, il Centers for
ti degli agricoltori e i cibi genuini era diven- Calorie giornaliere a persona, per generi disease control and prevention e la Food
alimentari. Fonte: Fao
tato un dibattito su come migliorare i cibi and drugs administration, issava i parame-
3.000
confezionati, uno spostamento di prospet- Altro tri per le quantità di sale, zucchero e grassi
tiva che ha fatto il gioco di big food. Latticini nei cibi trattati e, in caso di violazioni, ne
Carne vietavano la vendita ai bambini, almeno da
Battaglia persa Oli vegetali parte delle aziende che accettavano di par-
2.000
Poi c’era la strombazzata promessa di big tecipare al programma. La bozza, pubblica-
food di eliminare 1.500 miliardi di calorie Zucchero ta ad aprile del 2011, era scritta in modo tale
dal cibo venduto negli Stati Uniti entro il che molti cibi per bambini, come lo yogurt
2015. Cosa voleva dire veramente? Molto dolciicato (che a volte contiene più zucche-
poco, a quanto pare. Uno studio commis- 1.000 ro per grammo della Coca-Cola), le zuppe
sionato dalla fondazione Healthy weight Cereali, in barattolo (che spesso sono bombe di so-
commitment ha concluso che le calorie to- radici, dio) e perino i Cheerios (ugualmente pieni
tuberi,
tali presenti negli alimenti erano già in calo e legumi di sale) non avrebbero superato il test. An-
di oltre mille miliardi all’anno – le vendite di 0
1970 1990 2010 2030 2050 che se gli orientamenti non avevano forza
bevande gassate, per esempio, sono crolla- Stime di legge, erano comunque una disgrazia per

Internazionale 1176 | 21 ottobre 2016 49


In copertina
big food. “Per noi quelle linee guida sono Da sapere
state un punto di svolta”, mi ha rivelato Fa- Abitudini in cucina
ber. La Gma era pronta a sidare diretta-
mente l’amministrazione. E la irst lady. Numero medio di ore settimanali passate a
cucinare, dati del 2014. Fonte: Gk
All’epoca l’amministrazione Obama,
spaventata dal sorprendente successo del India 13,2 Belgio 5,9
Tea party alle elezioni del 2010 (in cui il
Ucraina 13,1 Regno Unito 5,9
Partito democratico aveva perso la maggio-
Sudafrica 9,5 Stati Uniti 5,9
ranza alla camera) e dall’ostilità dei repub-
blicani del mondo delle imprese, stava cer- Indonesia 8,3 Cina 5,8
cando di riallacciare i rapporti con i grandi Italia 7,1 Messico 5,8
capitalisti americani. A gennaio del 2011 Spagna 6,8 Svezia 5,8
Bill Daley, ex segretario del commercio e
Russia 6,5 Francia 5,5
banchiere, fu nominato capo di gabinetto di
Obama, un chiaro segnale d’apertura verso Canada 6,4 Germania 5,4
le imprese. Pochi mesi dopo la Gma lanciò Australia 6,1 Brasile 5,2
un’aggressiva campagna di lobbying, sia al Polonia 6,1 Turchia 4,9
congresso sia alla Casa Bianca, per indebo-
Argentina 6,0 Corea del Sud 3,7
lire i regolamenti sulle linee guida per la
vendita dei prodotti alimentari. Di lì a poco
la Gma fu invitata alla Casa Bianca insieme anche sull’uso di antibiotici nell’agricoltura
ai dirigenti delle maggiori aziende alimen- animale, che provoca resistenza agli anti-
tari per discutere il tema con Valerie Jarrett, biotici, compromettendo l’eicacia dei far-
consigliera politica del presidente. Molti maci da cui dipende la nostra salute.
sostenitori dell’alimentazione salutare e Ma forse big food ha ottenuto la sua vit-
deputati favorevoli alle linee guida rimase- toria più importante in una battaglia che
ro sorpresi del fatto che il presidente e la non ha nemmeno dovuto combattere.
irst lady non spendessero una parola per L’amministrazione Obama, infatti, si era
difendere il provvedimento. “Sono arrab- impegnata in un’ambiziosa campagna per
biato con l’amministrazione”, disse il sena- contrastare i cambiamenti climatici attra-
tore Tom Harkin, presidente della commis- verso la regolamentazione dei settori re-
sione sanità del senato. “Al presidente sono sponsabili delle emissioni di gas serra, in
tremate le ginocchia”. particolare l’energia e i trasporti. Per qual-
La Casa Bianca lasciò la questione delle che motivo, tuttavia, ha deciso di non chia-
linee guida nelle mani della camera, con- mare in causa uno dei settori più responsa-
trollata dai repubblicani, che di fatto ucci- bili di emissioni: l’agricoltura.
sero il provvedimento. Faber, che come
lobbista della Gma contribuì a orchestrare Il tallone d’achille
il colpo, mi ha confessato di essere rimasto Ma il futuro dell’alimentazione non si deci-
“sinceramente sorpreso che l’amministra- derà solo nei corridoi del potere. Esiste an-
zione non fosse tornata alla carica con delle che una componente culturale, e qui big
CONTRASTO)

nuove linee guida”. Evidentemente l’am- food ha un grande problema, che è stato ag-
ministrazione Obama aveva perso la voglia gravato da alcune delle vittorie politiche
di combattere questa battaglia. ottenute dal settore negli ultimi anni e che
Negli anni successivi big food ha otte- è destinato a peggiorare. Un esempio: la
nuto una serie impressionante di vittorie. battaglia di big food contro l’etichettatura Queste battaglie hanno mostrato le pri-
Ricordate la promessa fatta ai cittadini degli organismi geneticamente modiicati me crepe nella facciata del potere di big
dell’Iowa di regolamentre i Cafo e fermare (ogm) ha messo molte aziende alimentari food, punti deboli che alcuni attivisti hanno
l’inondazione di riiuti di origine animale contro la grande maggioranza dei consu- capito come sfruttare. Un esempio: dagli
nelle campagne statunitensi? Se il governo matori, i quali nei sondaggi dicono di essere anni novanta la Coalition of immokalee
vuole regolamentare i Cafo, prima di tutto favorevoli alla norma che impone di indica- workers ha cominciato a organizzare i rac-
deve sapere dove sono questi allevamenti e re sull’etichetta la presenza di ogm negli coglitori di pomodori del sud della Florida,
quanti animali ospitano. L’Environmental alimenti. tra i lavoratori più sottopagati e maltrattati
protection agency (Epa), l’agenzia governa- È una posizione scomoda per il settore, del paese. Nella sua battaglia ultradecen-
tiva che si occupa della salvaguardia am- ed è per questo che molte aziende rappre- nale per l’aumento dei salari e per il miglio-
bientale, cerca di scoprirlo dal 2008. A lu- sentate dalla Gma hanno provato (invano) ramento delle condizioni di lavoro, la coali-
glio del 2012, dopo le pressioni della lobby a nascondere il loro coinvolgimento in zione ha provato ogni strategia possibile:
dei produttori di carne, l’Epa ha completa- questa battaglia. La mancanza di traspa- scioperi del lavoro, scioperi della fame, ma-
mente rinunciato perino a censire i Cafo renza è destinata a creare siducia, e questo nifestazioni in tutto lo stato. Ma i produttori
presenti sul territorio nazionale. potrebbe danneggiare il capitale più pre- non si sono mai piegati. “Poi abbiamo sco-
Big meat è riuscita ad avere la meglio zioso nelle mani di big food: i suoi marchi. perto la proverbiale porta aperta nel muro

50 Internazionale 1176 | 21 ottobre 2016


Trattamento antibatterico in un allevamento intensivo di tacchini, in Iowa

del castello”, racconta Lucas Benitez, uno l’accordo, minacciando boicottaggi, marce genti sulle priorità. Sotto questo grande
dei braccianti che hanno contribuito a fon- nei fast food e perino di svergognare pub- ombrello ci sono difensori dei diritti degli
dare l’organizzazione: “Il marchio”. Invece blicamente i massimi dirigenti e i loro ban- animali che litigano con gli agricoltori so-
di prendersela con un gruppo di produttori chieri. Uno dopo l’altro, i marchi di big food stenibili; attivisti contro la fame nel mondo
senza nome, che non avevano niente da hanno ceduto, accettando di irmare l’ac- che contestano il tentativo dei sostenitori
perdere respingendo le loro richieste, i la- cordo e assumendosi una parte di respon- della salute pubblica di escludere le bevan-
voratori hanno cominciato a prendere di sabilità per le condizioni dei braccianti, de gassate e le merendine dalla lista dei
mira i grandi marchi di big food che com- l’ultimo anello della catena alimentare. La beni acquistabili con i buoni alimentari;
pravano i loro pomodori: McDonald’s, Bur- coalizione è riuscita a ottenere risultati che ambientalisti che litigano sui cambiamen-
ger King, Chipotle, Subway, Walmart. Nel sarebbe stato impossibile raggiungere a ti climatici con gli allevatori di bestiame
2011 la coalizione ha preparato la bozza di Washington. sostenibili. Chiamarlo movimento è un
un Fair food agreeement (accordo sul cibo Sicuramente questa è una lezione utile atto di generosità e di speranza. Ma co-
equo) che prevede un aumento di un cente- per il movimento per il cibo, in cui convi- munque lo si voglia chiamare, inora non
simo per libbra di prodotto raccolta e dei- vono gruppi diversi tra loro che si battono c’è stata partita con big food, almeno a Wa-
nisce nuovi standard sulle condizioni di la- per il cambiamento nell’alimentazione e shington.
voro. Poi ha spinto i grandi marchi a irmare nell’agricoltura ma che hanno idee diver- Tutte le volte che gli Obama hanno pro-

Internazionale 1176 | 21 ottobre 2016 51


In copertina
vato a stuzzicare big food, hanno dovuto un gruppo di sedicenti agricoltori e alleva-
cedere al potere delle lobby. Perché? Perché tori indipendenti (in realtà gran parte dei
il movimento per il cibo non è ancora una inanziamenti proveniva dalle multinazio-
forza politica riconosciuta a Washington. nali del settore agroalimentare) che inter-
Non ha ancora la struttura organizzativa né venivano in incontri pubblici, dibattiti o sui
le truppe per far suonare il centralino della giornali per rispondere ai giornalisti e ai re-
Casa Bianca o del congresso quando si di- gisti che all’epoca avevano molto spazio sui
scute di uno dei suoi temi. mezzi di informazione, spesso senza con-
traddittorio.
Attacchi personali Fu in quel periodo che i miei impegni
Il potere del movimento per il cibo sta nella come relatore nelle università cominciaro-
forza delle sue idee e nel fascino delle sue no a subire cambiamenti improvvisi di pro-
aspirazioni: costruire dal basso, ristabilire il gramma. Un invito della Washington state
contatto con la natura e prendersi cura sia university, che aveva organizzato una lettu-
della nostra salute sia della salute della ter- ra di uno dei miei libri, fu improvvisamente
ra. Dall’altra parte, quali sono le idee di big ritirato, uicialmente per problemi di costi
food? Fondamentalmente una sola: “Se ci ma secondo i giornali su richiesta di un pro-
lasciate in pace e non vi preoccupate di co- duttore di grano che faceva parte del consi-
me lavoriamo, saremo in grado di produrre glio di facoltà. Nel 2010 fui invitato dall’uni-
enormi quantità di cibo di qualità accettabi- versità Cal Poly, in California, e un inan-
le a costi bassissimi”. ziatore dell’istituto, proprietario del più
Big food sa benissimo di avere un pro- grande recinto di ingrasso del bestiame
blema di immagine, e all’inizio dell’ammi- dello stato, scrisse al rettore minacciando
nistrazione Obama ha lanciato un piano di di ritirare la sua donazione se mi avessero
pubbliche relazioni molto aggressivo. Un fatto parlare senza contraddittorio.
primo esempio è la reazione al documenta- La reazione eccessiva alla minaccia rap-
rio Food, Inc., che è uscito nel 2009 ed è sta- presentata da un pugno di giornalisti e regi-
to candidato all’Oscar (per il quale ho fatto sti indica che dietro il muro del potere poli-
da consulente). Il documentario sostiene tico dell’industria c’è efettivamente una
che l’intero sistema alimentare – dalle mo- debolezza di fondo. Quella debolezza è la
nocolture del midwest al mais geneticamen- coscienza del consumatore, che negli ulti-
te modiicato ino ai fast food che stanno mi dieci anni ha cominciato a interessarsi di
rovinando la salute degli statunitensi – va questioni come la provenienza del cibo, i
urgentemente riformato. Per rispondere al metodi di produzione e le conseguenze del-
ilm, e di fronte a un’amministrazione che le nostre scelte alimentari sul pianeta, sulle
sembrava sensibile a questi temi, una coa- braccia che ci danno da mangiare, sugli ani-
lizione di multinazionali del settore agroa- mali che mangiamo e, sempre di più, sul
limentare decise di prendere le difese clima. Anche se sono ancora una minoran-
dell’industria alimentare e di afrontare i za, i consumatori statunitensi che si inte-
suoi oppositori. Un articolo uscito a settem- ressano a queste questioni non si idano di
bre del 2009 su Agripulse, una rivista del big food e riiutano i suoi prodotti. Alla ri-
settore, sosteneva che l’industria stava pre- cerca di alternative più adatte ai loro valori,
parando “un attacco preventivo contro un hanno dato vita a un’economia alimentare
lungo elenco di nuove normative” messe in parallela del valore di 50 miliardi di dollari,
cantiere dalla nuova amministrazione e che basata sul cibo biologico, locale e artigiana-
CONtrAStO

era pronta a rispondere a “persone come le. Potremmo chiamarla little food. E anche
Michael Pollan”. se è ancora piccola rispetto a big food, è co-
“Siamo stati pesantemente attaccati”, munque il settore dell’economia alimenta-
scriveva Agripulse. “Abbiamo visto Micha- re che cresce di più. di lavorare per rispondere alle preoccupa-
el Pollan da Oprah. Cosa succederà quando Big food può fermare il cambiamento a zioni di questi consumatori, dall’uso degli
queste persone cominceranno a inluenza- Washington, ma la sua strategia è destinata antibiotici alle condizioni degli animali ino
re le politiche e le leggi?”. Spaventata da a fallire sul mercato. L’industria sta fatican- ai diritti dei lavoratori. Uno dei possibili svi-
questa eventualità, una coalizione di azien- do ad adattarsi a uno scenario in rapida luppi della politica per il cibo potrebbe esse-
de e organizzazioni legate a big ag, tra cui la evoluzione che non è in grado di controlla- re quello delle campagne dal basso indiriz-
Monsanto, la DuPont e la National cattle- re. Ecco perché le aziende stanno compran- zate non contro i politici ma direttamente
men’s beef association, incaricò la Ketchum do marchi biologici e artigianali, sperando contro big food, prendendo di mira il suo
Communications, una società di pubbliche di scoprire il segreto del loro successo (che punto debole: i suoi preziosissimi marchi.
relazioni di New York, di organizzare una non è un segreto: semplicemente capisco- Nonostante la delusione, va riconosciu-
campagna da vari milioni di dollari. La no e rispettano i valori dei nuovi consuma- to agli Obama di aver dato visibilità e soste-
Ketchum promosse un’organizzazione tori). Alcune grandi aziende alimentari gno a little food. Se non altro, l’attenzione
chiamata Us farmers and ranchers alliance, stanno spontaneamente cambiando modo della coppia presidenziale ha contribuito a

52 Internazionale 1176 | 21 ottobre 2016


Uno stabilimento per il lavaggio di mirtilli rossi americani a Tomah, in Wisconsin

far diventare l’alimentazione un tema di in Arkansas, la candidata democratica è entrare nell’Environmental working group,
interesse pubblico. Mentre gli Obama si stata nel consiglio di amministrazione della dove oggi lavora al servizio del movimento
preparano a lasciare la Casa Bianca, big Walmart (da senatrice dello stato di New per il cibo. A Washington la politica e le leg-
food può congratularsi con se stessa per es- York, però, si è impegnata molto per i picco- gi raramente si muovono prima della socie-
sere riuscita a conservare il suo peso politi- li agricoltori del nord dello stato, quindi tà. Ma quando c’è un cambiamento cultu-
co. Sembra molto improbabile che il nuovo forse c’è una speranza). rale, tutto ciò che sta in mezzo può essere
presidente possa rappresentare una minac- Ma come Golia, big food non può per- spazzato via. Anche Golia. u fas
cia altrettanto grande. Donald Trump dice mettersi di sedere sugli allori del suo enor-
pubblicamente di amare il fast food, men- me potere, perché la cultura alimentare sta L’AUTORE
tre Hillary Clinton ha rapporti di vecchia cambiando. Forse è un segno dei tempi che Michael Pollan è un giornalista e saggista
data con la grande industria alimentare: la Scott Faber, il lobbista che ha aiutato i gran- statunitense. Ha scritto Il dilemma
Tyson è stata uno dei primi sponsor politici di produttori durante la prima amministra- dell’onnivoro (Adelphi 2008). Il suo ultimo
di Bill Clinton; inoltre, quando era avvocata zione Obama, abbia lasciato la Gma per libro è Cotto (Adelphi 2014).

Internazionale 1176 | 21 ottobre 2016 53


Sudafrica
Una protesta all’università di Witwatersrand, a Johannesburg, il 6 ottobre 2016
Marco LongarI (afp/getty IMages)

Ancora in cammino
verso la libertà
Kenichi Serino, The Atlantic, Stati Uniti
Le università dovrebbero essere i luoghi in cui il superamento dell’apartheid è più
evidente. Invece sono ancora segnate dalle disuguaglianze tra i neri e i bianchi

54 Internazionale 1176 | 21 ottobre 2016


Da sapere Istruzione per tutti
Ottobre 2015 In varie univer­ 19 settembre Il ministro suo campus principale, nella
sità cominciano le proteste dell’istruzione Blade Nziman­ città di Bloemfontein, e altri
contro la proposta di aumen­ de annuncia che le università campus resteranno chiusi ino
tare le tasse universitarie ino potranno aumentare le tasse al 28 ottobre.
a un massimo dell’11,5 per d’iscrizione ino all’8 per cen­ 15 ottobre Nove persone so­
cento. Alla ine del mese il to e che ogni ateneo potrà de­ no arrestate in seguito agli
presidente Jacob Zuma an­ cidere autonomamente sugli scontri tra la polizia e gli stu­
nuncia che non ci saranno au­ aumenti. Nzimande aferma denti dell’università di Wit­
menti delle rette nel 2016. anche che il governo sta cer­ watersrand.
12 agosto 2016 Il Council on cando il modo di fornire assi­ 17 ottobre La University of
higher education, un ente in­ stenza inanziaria agli studen­ Cape Town riapre dopo la
dipendente che ofre consu­ ti provenienti da famiglie che chiusura dovuta a “motivi di
lenza al ministero dell’istru­ hanno un reddito annuo infe­ sicurezza”, ma la polizia inter­
zione, conclude che non au­ riore a 600mila rand (38mila viene per disperdere una ma­
mentare le rette universitarie euro). Dopo l’annuncio ci so­ nifestazione degli studenti.
per il 2017 sarebbe insosteni­ no mobilitazioni degli stu­ Un ediicio dell’università
bile. Nei giorni seguenti ci so­ denti. viene sgomberato in seguito
no nuove manifestazioni in 13 ottobre La University of ad atti vandalici.
varie università. the Free State annuncia che il Mail&Guardian, Reuters

travano con il governo per le loro politiche Ecco perché le università sono tra i luo­
di ammissione. Anche se un numero mini­ ghi che meglio rappresentano la rabbia
mo di studenti neri era ammesso, alla Wits della generazione postapartheid o dei “na­
e in altre prestigiose università anglofone, ti liberi”. Questa generazione si è trovata
come la University of Cape Town (Uct) e la di fronte a un triste paradosso: è più libera
Rhodes university di Grahamstown, gli di quella che l’ha preceduta, ma non ha i
studenti erano in maggioranza bianchi. mezzi o il sostegno per sfruttare in pieno
Dopo la ine della segregazione razziale, in questa libertà. Molti giovani si sentono li­
pochi anni molti di questi atenei erano fre­ mitati da quella che percepiscono sempre
quentati soprattutto da neri. di più come una trasformazione sociale e
Shikwambane, che aveva fatto le ele­ politica incompleta, che ha semplicemen­
mentari in una scuola in passato riservata ai te consolidato le disuguaglianze di un’epo­
bianchi, si è accorta che nei corsi che segui­ ca considerata ormai passata.
va alla Wits, frequentati da molti neri, c’era Questa rabbia è sfociata in una serie di
una gerarchia implicita: “I ragazzi bianchi, proteste, le ultime delle quali alla Uct e alla
in molti casi provenienti da scuole un tem­ Wits. Gli studenti delle due università han­
po riservate ai bianchi, erano gli unici a ri­ no occupato i rispettivi campus dopo es­
spondere alle domande e a sentirsi a loro sersi scontrati con la polizia e con gli agen­
agio a parlare davanti a un’aula con 120 per­ ti di sicurezza privati. Alla Uct la contesta­
sone. Prendevano i voti più alti e si passava­ zione è cominciata a metà settembre, dopo
no gli appunti degli studenti che avevano che erano state prese azioni disciplinari
frequentato i corsi l’anno prima”. Gli stu­ contro alcuni studenti accusati di aver
denti neri prendevano appunti con carta e commesso atti vandalici. Alla Witwaters­
penna, mentre i bianchi avevano quasi rand, invece, migliaia di studenti hanno
uando nel 2011 Nyiko Le­ sempre computer portatili e iPad, che Shik­ bloccato gli ingressi dell’università e han­

Q bogang Shikwambane,
che all’epoca aveva 24 an­
ni, lasciò la sua casa alla
periferia di Johannesburg
per studiare legge all’uni­
versità di Witwatersrand, portava con sé le
aspirazioni di una famiglia di insegnanti e
infermieri, le sole professioni rispettabili
per gran parte dei sudafricani neri durante
wambane vedeva per la prima volta.
Anche se l’apartheid è inito nel 1994,
in Sudafrica c’è ancora un’enorme distan­
za tra l’esperienza degli studenti bianchi e
quella degli studenti neri come Shikwam­
bane, che riescono a entrare in università
prestigiose dopo aver frequentato scuole
pubbliche scadenti e con poche risorse. Gli
istituti in passato riservati ai bianchi, inve­
no occupato la principale sede ammini­
strativa per protestare contro la decisione
del governo di proporre un aumento delle
tasse per alcuni iscritti.
In teoria le università dovrebbero esse­
re i luoghi in cui le grandi disparità econo­
miche e sociali tra bianchi e neri imposte
dall’apartheid si riducono. Invece è proprio
qui che l’eredità del regime razzista rimane
l’apartheid. ce, oltre a ricevere molti finanziamenti, più visibile.
L’università di Witwatersrand, chiama­ possono contare sui contributi dei genitori Nel 1994, dopo decenni di proteste
ta anche Wits, è una di quelle istituzioni e degli ex alunni. Queste scuole mandano spesso violente, critiche dalla comunità
accademiche sudafricane che un tempo i loro studenti nelle migliori università del internazionale e boicottaggi, il governo
erano prevalentemente bianche e che, du­ paese, ofrendo delle opportunità ai ragaz­ sudafricano guidato dal National party, il
rante l’apartheid, di tanto in tanto si scon­ zi neri che vengono da contesti di povertà. partito nazionalista di destra, e l’African

Internazionale 1176 | 21 ottobre 2016 55


Sudafrica
national congress (Anc) di Nelson Mande- Scontri con la polizia all’università di Witwatersrand, il 21 settembre 2016
la negoziarono la ine di un sistema che dal
1948 istituzionalizzava la discriminazione,
riconoscendo diritti diversi ai cittadini a
seconda che fossero bianchi o neri. Le suc-
cessive elezioni democratiche, le prime
nella storia del paese, contribuirono a evi-
tare la guerra civile e chiusero deinitiva-
mente il capitolo del razzismo di stato.
L’Anc, che prima di diventare un partito
era stato un movimento di liberazione, la-
vorò per la riconciliazione e l’amnistia per
alcuni crimini commessi durante l’apar-
DAyLIN PAULA (AFP/GETTy IMAGES)
theid attraverso la Commissione per la ve-
rità e la riconciliazione. I leader dell’Anc
sapevano che mentre il potere politico sa-
rebbe arrivato subito con le elezioni, altri
cambiamenti – come la riforma agraria, le
partecipazioni societarie e l’airmative ac-
tion (uno strumento per promuovere
l’uguaglianza tra i cittadini) – sarebbero
stati introdotti gradualmente attraverso la Manifestazione all’università di Witwatersrand, il 19 settembre 2016
cosiddetta trasformazione.
Con l’avvento della democrazia, per gli
studenti neri diventò più semplice entrare
nelle scuole e nelle università prima riser-
vate ai bianchi. Queste istituzioni nomina-
rono vicerettori e rettori neri.
Ma il cambiamento è stato lento, spiega
Sithembile Mbete, che insegna all’univer-
ALoN SkUy (THE TIMES/GALLo IMAGES/GETTy IMAGES)

sità di Pretoria: “I problemi del Sudafrica


sono stati inquadrati solo in termini etnici,
come se afrontare la questione razziale
potesse risolvere tutto”.

Bocca chiusa
Così non è stato. In Sudafrica le disugua-
glianze sono tra le più marcate al mondo, e
la povertà è legata soprattutto alla questio-
ne razziale. Un cittadino nero ha quattro
volte più probabilità di trovarsi senza lavo-
ro di un bianco. Il reddito medio di una fa-
miglia bianca è sei volte superiore a quello va coninato le famiglie nere in periferia zia sociale e il razzismo. “Devi tenere la
di una famiglia nera. Nelle aziende i bian- mentre i centri delle città erano dominati bocca chiusa e non fare niente, perché ti
chi ricoprono sempre gli incarichi più im- dai bianchi, Jacobs e gli altri studenti neri hanno fatto un regalo, ti hanno concesso
portanti. Nel 2015 il quotidiano sudafrica- potevano impiegare anche ore per arrivare un’istruzione. E a caval donato non si guar-
no Business Day ha scritto che il numero a scuola. Gli studenti bianchi, racconta, da in bocca”, dice.
degli amministratori delegati neri – sono nel cestino del pranzo avevano la cioccola- Nel 1996 Jacobs aveva cominciato a
considerati neri anche i coloured (meticci) ta; i neri si portavano mattoni di pane vec- frequentare una scuola privata prima riser-
e i sudafricani indiani, anche loro discrimi- chio. E dovevano conformarsi. “Quando vata ai bianchi, dove aveva imparato che
nati durante l’apartheid – era addirittura andavo a scuola, dovevo corrispondere a “il razzismo è ancora una realtà”. Lui e gli
calato dal 2012. Inoltre il costo dell’istru- una particolare tipologia di coloured. La altri coloured erano vittime del bullismo
zione superiore era aumentato a causa mia doveva essere un’esistenza ai margini degli studenti bianchi, e al preside, bianco,
dell’inlazione e del taglio delle sovvenzio- della sfera bianca. Dovevo parlare l’inglese non importava niente.
ni pubbliche. giusto e vestirmi nel modo giusto”, ricorda A 25 anni è ancora iscritto al secondo
Figlio di una madre single, Anzio Jacobs Jacobs. anno di università, perché non riuscendo a
è un ragazzo snello. Ha una pettinatura Jacobs racconta della pressione a cui pagare le tasse d’iscrizione ha dovuto rico-
afro con striature bianche e un tatuaggio sono sottoposti gli studenti neri che vengo- minciare tutto da capo. “Continuo a fare
del dio hindu Ganesha sul polso. È cresciu- no ammessi nelle ex università bianche. gli esami ma so che quando inirò entrerò
to a Woodstock, un ex quartiere popolare Una volta ricevuta la “chiave d’oro”, i gio- in un mondo del lavoro che non ha spazio
di Città del Capo. Dato che l’apartheid ave- vani neri devono fare i conti con l’ingiusti- continua a pagina 58 »

56 Internazionale 1176 | 21 ottobre 2016


L’opinione
Le promesse stra identità nazionale. Non riusciamo a
costruire sull’eredità incerta di chi ci ha
preceduto e allo stesso tempo siamo limi-
non mantenute tati dall’ineicienza e dalle carenze di chi
oggi è al timone.
Il dipartimento del tesoro sottolinea
che “chi può pagare lo fa per permettere
allo stato di sostenere gli studenti sempre
Andrew Ihsaan Gasnolar, Daily Maverick, Sudafrica
più numerosi che non hanno i mezzi per
Le proteste degli studenti fanno rà facile trovare 2,5 milioni di rand. E in- frequentare l’università e meritano di es-
luce su altri problemi della fatti la proposta del governo è già stata sere aiutati”. Parlando al Gordon institute
bocciata dagli studenti, che hanno nuova- of business science il 20 settembre, l’ex
società sudafricana. E sulla mente chiesto un’istruzione gratuita per ministro delle inanze Nhlanhla Nene ha
sua identità irrisolta tutti. dichiarato che “le battaglie che gli stu-
Il tema dell’istruzione gratuita non va denti stanno combattendo sono le nostre
a memoria collettiva del Sudafri- trattato come una questione isolata, so- battaglie. I soldi non sono solo del diparti-

L ca è piena di buchi. Dimentichia-


mo troppo facilmente, permet-
tendo alle iene di scorrazzare in-
disturbate e mettendo a rischio il nostro
futuro. Il Sudafrica non sta semplicemente
prattutto in tempi diicili come questi. La
responsabilità è in gran parte di un gover-
no tronio e frammentato e della pessima
azione del presidente Jacob Zuma. I tagli
suggeriti dal dipartimento del tesoro non
mento del tesoro. Servono perché tutti
possiamo diventare una cosa sola. Tutti
dobbiamo dare il nostro contributo”.
Tuttavia, il rischio di lasciare la gestio-
ne al governo è che questi fondi non si ot-
vivendo una stagione di malcontento: la dovrebbero riguardare solo i singoli mini- terranno da un ridimensionamento
sensazione è che stiamo andando comple- steri, ma anche le dimensioni e la struttura dell’esecutivo, dal taglio delle prestazioni
tamente alla deriva. Non ci basterà prega- del governo. La domanda che tutti i suda- superlue e delle retribuzioni dei politici o
re o parlare di come uscire da questo disa- fricani dovrebbero farsi è come il paese da un giro di vite sulle appropriazioni in-
stro. Il movimento chiamato #FeesMust- può superare l’impasse e realizzare il siste- debite o sulla corruzione. Potrebbero es-
Fall ha evidenziato le fratture della società ma scolastico promesso ai suoi giovani. sere sottratti ai fondi destinati ai servizi di
e ha attirato l’attenzione sull’atteggiamen- base, di cui milioni di sudafricani hanno
to indolente e miope delle persone che do- Verso il cambiamento un disperato bisogno, mettendo il paese
vrebbero guidarci. Non siamo a un bivio solo sul tema ancora più in diicoltà.
Dopo che in diverse università sono dell’istruzione. Stiamo mettendo in di- Il 9 settembre, durante la cerimonia in
scoppiate le proteste contro l’aumento scussione il tessuto stesso di questa unio- onore dell’attivista antiapartheid Stephen
delle rette proposto dal governo, il 19 set- ne frammentata e imperfetta, che oggi è Bantu Biko, la coraggiosa attivista e scrit-
tembre Blade Nzimande, il ministro in grande diicoltà. La colpa non è solo di trice statunitense Angela Davis ci ha ri-
dell’istruzione e della formazione supe- politici inetti come Zuma, ma anche della cordato che i nostri leader “stanno comin-
riore, ha annunciato che non tornerà sui nostra incapacità di andare oltre le parole ciando ad afrontare questioni irrisolte e
suoi passi. In base alla proposta del gover- e di passare ai fatti. Certo, è sconcertante alcune delle tante omissioni e ostruzioni”.
no, le università dovrebbero aumentare le che questi politici si siano dimenticati che I giovani si appoggiano a loro, ha prose-
tasse d’iscrizione ino all’8 per cento. Le non agiscono per intercessione divina ma guito, ma questi leader “non hanno le
famiglie con un reddito inferiore a che sono dei semplici impiegati con dei spalle solide”. Come ha osservato Davis,
600mila rand all’anno (38mila euro) po- compiti da svolgere. Ma non sono loro gli “la rivoluzione che volevamo non è quella
tranno chiedere un contributo pubblico unici responsabili del sabotaggio della che abbiamo prodotto”, ma dobbiamo in-
equivalente all’aumento. nostra democrazia, sono solo la faccia tervenire ora per risolvere il problema an-
Questo annuncio ha fatto salire la ten- della corruzione e della prevaricazione cora più grande che aligge il paese: la
sione e l’incertezza in tutti i campus uni- che minacciano il paese. questione della nostra identità, che non
versitari. È importante notare che per La crisi che dobbiamo afrontare non può essere demandata all’attuale genera-
qualcuno la proposta di Nzimande è a si limita al diritto all’istruzione, ma ri- zione di leader. I sudafricani devono an-
vantaggio dei poveri, e in efetti va valuta- guarda anche la disuguaglianza, la pover- dare oltre il loro orticello, cominciare a
ta considerando fattori diversi. tà, la disoccupazione e l’accesso ai servizi dare risposte concrete e agire guardando
Nzimande ha spiegato che il governo si di base. Stiamo facendo a botte con la no- al presente.
sarebbe impegnato a tutelare le fasce di È l’unico modo che abbiamo per con-
popolazione più deboli con una serie di in- trastare disuguaglianza, povertà e disoc-
terventi inanziati dal National student i- Non siamo a un bivio solo cupazione, i servizi di base non garantiti e
nancial aid scheme, che ofre prestiti agli sul tema dell’istruzione. diritto allo studio non tutelato. Solo allora
studenti. Il dipartimento del tesoro ha potremo passare alla fase successiva della
speciicato che “sta esaminando vari mec-
Stiamo mettendo in dubbio rivoluzione per la democrazia, lottare per
canismi per trovare i fondi necessari a ga- il tessuto stesso di questa “le promesse non mantenute del passato
rantire i sussidi”. Sappiamo tutti, però, unione frammentata e dare inizio a un nuovo attivismo”, più
che nella situazione iscale attuale non sa- che mai necessario. u fas

Internazionale 1176 | 21 ottobre 2016 57


Sudafrica
per me e sarò troppo qualiicato. La mia è la Nel 2015 l’aumento delle rette – alla sta che lottava contro l’apartheid e un radi-
generazione di quelli che alla ine dicono: Wits addirittura a due cifre – unito alle dif- cale di “estrema sinistra”. Oggi però, come
‘Andate tutti a fanculo, vado a dare fuoco icoltà economiche ha fatto esplodere la molti della sua generazione, si trova a rico-
ai palazzi’”. rabbia. Alla Uct gli studenti hanno lanciato prire un ruolo di responsabilità nel nuovo
Per la generazione dei nati liberi, alla escrementi contro la statua del leader co- Sudafrica. “Le richieste del movimento
radice delle disuguaglianze ci sono i com- lonialista britannico Cecil Rhodes, invo- sono in parte legittime. #FeesMustFall è
promessi tra l’Anc e il potere che rappresen- cando la sua rimozione e la “decolonizza- stato sostanzialmente un grido di dolore
tava la segregazione razziale. Per Adam zione” dell’università. Il 23 ottobre 2015 il degli studenti neri che si sentivano esclusi
Habib, vicerettore della Wits, l’auspicata movimento #FeesMustFall ha protestato dall’istruzione. Bisogna discutere su come
“trasformazione” non c’è mai stata. La ine sotto la sede del governo a Pretoria. Mi- risolvere la questione. Non dobbiamo con-
dell’apartheid, osserva, non ha instaurato gliaia di manifestanti – alcuni che agitava- fondere il radicalismo con la violenza”,
una socialdemocrazia, ma un “neoliberi- dice.
smo fragilissimo”. Mentre il governo apriva Il dibattito è guidato Le proteste studentesche s’inseriscono
in una fase di forti tensioni politiche. Alle
le porte delle istituzioni ai neri, il suo pro-
gramma orientato al mercato non è riuscito in gran parte da elezioni amministrative di agosto l’Anc,
a risolvere il problema dell’ingiustizia eco- persone cresciute che governa dal 1994, ha perso due città
nel Gauteng, il cuore economico del paese.
nomica e sociale basata sul razzismo.
dopo l’apartheid L’economia ha siorato la recessione e non
Eredità in dubbio è riuscita ad abbassare il tasso di disoccu-
Oggi sui social network e alla radio qualcu- no cartelli con scritte come “nel 1994 avete pazione, fermo al 26,2 per cento. I mezzi
no accusa Mandela, morto nel 2013, di es- venduto sogni ai miei genitori, sono venu- d’informazione parlano insistentemente
sersi “venduto” agli “interessi bianchi”. to per chiedere il risarcimento”, altri che di una lotta di potere tra Zuma e i suoi riva-
Anche politici come Julius Malema, leader tiravano pietre – si sono scontrati con la po- li al dipartimento del tesoro, che dipende
degli Economic freedom ighters (Ef, un lizia, che ha risposto con proiettili di gom- dal ministero delle inanze.
partito di opposizione sostenuto soprattut- ma e gas lacrimogeni. La protesta si è con-
to dai giovani, che promuove il socialismo e clusa quando il presidente Jacob Zuma ha Capelli al naturale
il nazionalismo africano) metto- promesso che per tutto il 2016 le Il 29 agosto alcune studenti nere della pre-
no in dubbio l’eredità del primo tasse universitarie non sarebbe- stigiosa Pretoria high school for girls hanno
presidente eletto dopo la fine ro aumentate. organizzato una protesta davanti alla scuo-
dell’apartheid. Malema ha accu- Dopo l’apertura di Zuma, la: accusavano preside e insegnanti di razzi-
sato Mandela di aver “svenduto quasi tutti gli studenti sono tor- smo e sostenevano che il codice di condotta
la rivoluzione” e la Carta della li- nati nelle aule. Altri, sopranno- dell’istituto gli vietava di lasciarsi i capelli al
bertà, la dichiarazione dei princìpi approva- minati fallists, hanno continuato la prote- naturale e di parlare lingue africane. L’im-
ta dall’Anc e dai suoi alleati nel 1955, che sta contro il razzismo endemico del Suda- magine della studente Zulaikha Patel, con
promuoveva ideali come il superamento frica e l’enorme divario economico ancora le braccia incrociate sopra la testa in segno
del razzismo, la parità dei diritti e il nazio- esistente tra bianchi e neri. Ma il movi- di sida alle autorità e una magniica capi-
nalismo economico. “Mandela era un esse- mento si è frammentato, e alcuni giovani gliatura afro a incorniciarle il viso, è diven-
re umano come tutti noi. Anche lui aveva i hanno cominciato a usare la violenza. Ne- tata virale anche fuori dal paese.
suoi limiti. La sua eredità e il suo contributo gli ultimi mesi sono stati incendiati labora- Proteste analoghe, con analoghe riven-
alla lotta saranno sempre messi in discus- tori informatici, aule e autobus. Alcuni at- dicazioni, si sono difuse in altre scuole. Gli
sione nella politica sudafricana. Se non vo- tivisti hanno subìto provvedimenti disci- ex alunni di questi istituti, chiamati “old
lete votarmi perché critico Mandela allora plinari e denunce, e i tribunali hanno mi- boys” e “old girls”, hanno aperto delle pagi-
volete vivere nella menzogna”, ha detto nacciato di bandirli dalle università. ne su Facebook per condividere le loro
Malema nel dicembre del 2015. Tra le autorità universitarie che hanno esperienze sul razzismo. “Prendete tutti
Invece che a Mandela, molti si ispirano a deciso di ricorrere al tribunale c’è anche questi studenti che protestano contro il raz-
igure come Robert Sobukwe, fondatore del Habib. Da giovane era anche lui un attivi- zismo nelle scuole. Saranno i prossimi a
Pan africanist congress, e a Steve Biko, lea- entrare nelle università, e chi pensa che
der intellettuale del Black consciousness avranno la vita più facile avrà una brutta
movement, che guardavano alla minoranza sorpresa. Il compromesso del 1994 non ba-
bianca con più scetticismo di lui. Nel 1970 sta più, il paese l’ha superato”, afferma
Biko scrisse sotto pseudonimo una serie di Mbete. “Il dibattito è guidato in gran parte
articoli in cui riiutava l’idea che la condi- da persone cresciute dopo l’apartheid. La
zione per l’integrazione razziale in Sudafri- novità non è cosa si sta facendo, ma chi
ca fosse necessariamente l’assimilazione: lo fa”.
“Signiica che sono contro l’integrazione? Secondo Shikwambane le proteste degli
Se per integrazione s’intende l’ingresso dei studenti delle scuole superiori sono parte
neri nella società bianca, l’assimilazione e del “dibattito” in corso tra i giovani e
l’accettazione dei neri all’interno di un si- dell’eredità di #FeesMustFall. “Questo mo-
stema di norme prestabilite e di un codice vimento mi ha insegnato cos’è la protesta.
di comportamento creato e mantenuto dai Mi ha dato il coraggio di schierarmi per
bianchi, allora sì, sono contro”. qualcosa. Abbiamo dato una scossa”. u fas

58 Internazionale 1176 | 21 ottobre 2016


Economia

Imprese
impossibili
Marloes de Koning, de Volkskrant, Paesi Bassi
Foto di Nick Hannes
In Grecia la crisi ha provocato la chiusura
di molte aziende. Quelle che sono sopravvissute
vanno avanti con diicoltà, strette nella morsa
dei consumi bassi e delle tasse troppo alte
oannis Zafeiropoulos, 39 anni, ha pagare i contributi obbligatori per la pensio-

I piazzato la scrivania al centro del


negozio. Lo schermo del compu-
ter è in mezzo agli espositori con i
vestitini di pizzo per i battesimi e
i capi d’abbigliamento eleganti
da maschietto. Suo padre Christos è impe-
gnato con un cliente. Sua madre Angeliki
mette a posto e impacchetta dei vestiti. La
cognata Anastasia si occupa delle vendite
ne e l’assistenza sanitaria. I più testardi con-
tinuano a sgobbare, ma non sono ottimisti
sul futuro. Zafeiropoulos sta pensando di
trasferire l’azienda in Bulgaria o a Cipro,
dove molti altri colleghi lo hanno precedu-
to. “La pressione iscale è sofocante”, dice.
“Le vendite vanno bene, perché ofriamo
prodotti economici. Ma in sostanza lavoria-
mo per lo stato e a noi restano solo gli avan-
online. A terra c’è una pila di pacchetti zi”. Zafeiropoulos cita una battuta che cir-
pronti per la spedizione. Il negozio d’abbi- cola su Facebook: “Il nostro premier ha
gliamento per bambini AZshop, che ad aiutato l’economia. Quella bulgara”. Nel
Atene ha due iliali, è ancora in attività do- paese confinante, che come la Grecia fa
po sette anni di crisi. parte dell’Unione europea, le tasse e i salari
“Ma è molto dura”, dice Zafeiropoulos. sono più bassi. Un’altra considerazione
Per il momento le vendite online avviate amara che circola tra i greci è questa: “Non
nel 2010 hanno scongiurato la chiusura: passerà molto tempo prima che qui gli sti- dite del negozio erano aumentate rapida-
oggi le vendite online rappresentano il 90 pendi raggiungano i livelli bulgari”. mente. “Ma un paio di mesi di crescita non
per cento del fatturato. La ine della crisi, bastano per ridare un lavoro a chi l’ha perso.
però, è lontana. “Il mercato continua a ri- Periodo di speranza E poi ci sono state di nuovo le elezioni”, ag-
dursi”, dice Zafeiropoulos. In Grecia i cit- Alla ine del 2014 sembrava che la Grecia giunge.
tadini e le aziende sono oppressi dalle tas- stesse uscendo dalla crisi. La domanda era Con il governo progressista del premier
se alte, e gli investitori non si muovono. aumentata, lo stato aveva intenzione di in- Alexis Tsipras, al potere dal 2015, la tenden-
Negli ultimi mesi l’economia è stata segna- tervenire con prestiti sui mercati inanziari, za si è invertita. All’inizio Atene ha sidato la
ta da due avvenimenti: il suicidio del noto il governo conservatore parlava in toni vigilanza dei creditori internazionali. Poi
imprenditore Kyriakos Mamidakis, 84 an- trionfalistici dell’addio all’odiata troika, il l’economia si è fermata e si è arrivati peri-
ni, presidente dell’azienda petrolifera Je- gruppo di creditori della Grecia formato dal no a congelare i conti bancari. Il risultato è
toil, e il fallimento della catena di super- Fondo monetario internazionale, dalla stato un terzo pacchetto di aiuti da 86 mi-
mercati Marinopoulos. Banca centrale europea e dalla Commissio- liardi di euro, concesso nel luglio del 2015 a
Il debito pubblico greco è di 309,2 mi- ne di Bruxelles. Per gli imprenditori è stato pesanti condizioni. La troika è diventata la
liardi di euro, pari al 176,9 per cento del pil. l’unico periodo di speranza, dice Zafeiro- quadriga con l’arrivo del Meccanismo euro-
I lavoratori autonomi chiudono uno dopo poulos. Il bilancio pubblico era in equilibrio, peo di stabilità, il fondo creato da Bruxelles
l’altro le loro attività, perché non riescono a le riforme stavano dando dei frutti, le ven- per aiutare i paesi dell’euro in diicoltà.

60 Internazionale 1176 | 21 ottobre 2016


Un matrimonio a Patrasso, Grecia

Il 2015 è stato un anno catastroico per il partito di Tsipras, aveva promesso di abo- ce Zafeiropoulos. La domanda c’è, ma le
gli imprenditori greci. La circolazione mo- lirla, ma sta succedendo il contrario. I paga- spese di trasporto dalla Grecia sono troppo
netaria ha subìto forti limitazioni: i greci menti sono suddivisi in quattro rate. Zafei- alte rispetto a quelle sostenute dalle azien-
potevano prelevare solo 60 euro al giorno ropoulos nota un calo del fatturato quando de di altri paesi europei. Questo è un pro-
ed erano costretti a tenere i soldi nel paese. si avvicina una delle scadenze dell’imposta blema che i tentativi di liberalizzare il mer-
I consumi erano fermi. Con il tempo, co- sugli immobili. cato non sono riusciti a risolvere.
munque, la Grecia ha superato anche que- AZshop è una ditta che si rivolge esclusi- Zafeiropoulos chiama sua madre.
sto shock. “Non abbiamo più paura di fallire vamente al mercato greco, e questa non è “Quanto paghi al mese di contributi per la
da un momento all’altro”, dice Zafeiropou- una buona notizia per il negozio, perché i pensione e l’assistenza sanitaria?”, le chie-
los. Secondo le ultime previsioni, l’econo- greci non hanno soldi. Più di un terzo della de. “Quattrocentocinquanta euro. Al gior-
mia greca dovrebbe almeno smettere di popolazione vive intorno o al di sotto della no d’oggi è l’equivalente di uno stipendio”,
contrarsi. soglia di povertà di 4.512 euro all’anno di risponde la donna. Secondo Zafeiropoulos
Com’era già successo con i governi pre- reddito. L’azienda beneicia del fatto che il governo afronta qualunque problema i-
cedenti, le tasse sono aumentate ancora, molte piccole attività hanno dovuto smette- nanziario con un aumento delle tasse. “For-
compresa l’Enia, la discussa imposta sugli re di fare afari con l’estero a causa delle li- se può sembrare logico che un paese con un
immobili per tutti i proprietari di case, an- mitazioni alla circolazione monetaria. È debito alto abbia anche tasse elevate, ma
che quelli che non hanno un reddito. Syriza, diicile aumentare le vendite all’estero, di- non è così che funziona in economia”.

Internazionale 1176 | 21 ottobre 2016 61


Economia
Antonis Chachlakis è il direttore della
Nireus, una grande azienda ittica che alleva
banche greche, che hanno ricevuto azioni
in cambio dei crediti non rimborsati.
Da sapere
persici e abramidi e li esporta, interi o a i-
letti, in 35 paesi. Ogni anno produce due-
Neanche come datore di lavoro Cha-
chlakis riesce a dire qualcosa di positivo
I problemi
cento milioni di pesci, per un fatturato di
185 milioni di euro. Al piano terra dello sta-
sulla crisi, che tra l’altro pone il problema
della “svalutazione interna”, il fatto cioè
di Atene
bilimento, tra contenitori di pesce e ghiac- che il prospettato abbassamento dei costi di
cio, le operaie silettano il pescato a gran produzione in realtà non c’è stato. L’unico l 17 ottobre 2016 i rappresentanti del-
velocità. Le teste si usano come cibo per gli
animali da pelliccia.
Chachlakis ci tiene a deinirsi un fan del-
abbassamento è stato quello dei salari,
mentre le tasse e i contributi obbligatori dei
datori di lavoro e dei dipendenti aumenta-
I la troika, il gruppo di creditori della
Grecia formato dalla Banca centrale
europea, dal Fondo monetario interna-
la Grecia. “Il giorno dopo essermi laureato vano. “Se voglio dare a un dipendente un zionale e dalla Commissione europea, so-
negli Stati Uniti”, racconta, “ero sull’aereo bonus di 500 euro, mi costa duemila euro”, no arrivati ad Atene per veriicare se il go-
che mi riportava a casa. Dobbiamo afron- aferma Chachlakis. “La soluzione per la verno greco sta attuando le riforme pro-
tare i problemi e rendere il paese invitante Grecia non è la delazione salariale”. messe in cambio del pacchetto di aiuti da
per gli investitori”. L’azienda è in buona sa- Secondo l’imprenditore, questa situa- 86 miliardi di euro concesso nel luglio del
lute dal momento che esporta quasi tutta la zione si ripercuote sugli investimenti e ha 2015, il terzo dopo quelli del 2010 (da 110
produzione. Ma è stata una lotta dura e lo è conseguenze economiche negative. Un ab- miliardi di euro) e del 2012 (da 130 miliar-
ancora. Secondo la Panhellenic exporters bassamento dello stipendio da 700 a 400 di di euro). Il 10 ottobre i ministri delle i-
association, nella prima metà del 2016 le euro netti al mese avrebbe enormi conse- nanze dell’eurozona hanno approvato
esportazioni della Grecia sono calate guenze sulla vita nei villaggi dove la Nireus una prima tranche di aiuti da 1,1 miliardi
dell’8,1 per cento, a 11,8 miliardi di euro. Il alleva il pesce. Chachlakis aggiunge che ne- di euro. Altri 1,7 miliardi dovrebbero arri-
settore agricolo, che comprende anche la anche l’azienda ne guadagnerebbe in salu- vare a novembre. A questo punto, spiega
pesca, è uno dei pochi relativamente in sa- te. “Per noi è importante avere dei lavorato- il Guardian, l’obiettivo del governo di
lute. ri motivati”. Alexis Tsipras è “ottenere un consistente
La crisi economica dura ormai da otto taglio del debito per poter tornare a pren-
Vendita dolorosa anni. La Nireus e il negozio AZshop inora dere soldi in prestito sui mercati e, soprat-
Nel 2015 la Nireus è stata costretta a vende- sono sopravvissuti. Ma anche per loro la i- tutto, permettere alla Bce di comprare ti-
re la sua iliale turca. “Le banche non ci da- ne non è lontana. La ricetta che Chachlakis toli di stato greci nell’ambito del suo pro-
vano un centesimo e a noi servivano soldi”, propone per uscire dal tunnel è una formula gramma di quantitative easing”. Per otte-
dice Chachlakis. Vendere è stato doloroso. vuota. Parole che nel corso degli anni sono nere tutto questo, Tsipras “sta realizzan-
Gli allevatori di pesce turchi sono i princi- state pronunciate in troppe volte. Servono do delle riforme che in passato sarebbero
pali concorrenti e ino a poco tempo fa rice- le riforme e gli investitori devono ritrovare state un anatema per il suo partito, Syri-
vevano un sostegno dallo stato, una cosa di la iducia, dice. Ma poi aggiunge: “Però non za”. La troika, per esempio, chiede una ri-
cui gli allevatori europei si sono lamentati si muove niente”. Un’afermazione che può forma del lavoro che limiti alcuni diritti,
spesso con la Commissione europea. Se- essere presa alla lettera. “Qui chiunque ab- come la contrattazione collettiva dei sala-
condo Chachlakis, però, le istituzioni euro- bia delle rimostranze si mette di traverso. ri. Tsipras è arrivato al potere nel gennaio
pee sono “una macchina troppo lenta”. Dieci ragazzini paralizzano un’università, del 2015 sull’onda delle forti proteste pro-
Oggi la Turchia ha superato la Grecia come invece di scriverci sopra un bel tema”. Il vocate in tutto il paese dalle durissime
leader del mercato mondiale di pesci d’alle- problema principale, secondo il direttore misure d’austerità imposte dalla troika
vamento. “La nostra perdita è stata il loro della Nireus, è di natura politica. “Abbiamo per sanare i conti pubblici e permettere la
guadagno”, commenta Chachlakis. un eccesso di democrazia”. u cdp restituzione dei soldi prestati con i salva-
La vendita della iliale turca ha assicura- taggi. Il costante peggioramento dell’eco-
to alla Nireus i soldi necessari per superare nomia lo ha costretto ad abbandonare la
l’estate del 2015, quando in Grecia i conti
bancari sono stati congelati. Per ogni paga-
Da sapere linea antiausterità, nonostante la perdita
di popolarità tra gli elettori e all’interno di
mento estero serviva l’autorizzazione di
Senza lavoro Syriza. “Oggi il premier greco ritiene che
una commissione, una procedura che Tasso di disoccupazione in Grecia, percentuale solo in questo modo il suo governo sarà in
Fonte: Eurostat
all’inizio richiedeva più di un mese. “Non grado di attuare politiche sociali che aiu-
potevamo versare all’estero neanche cin- 30 tino i cittadini più colpiti dalla crisi”, con-
que euro”. 23,4 tinua il Guardian. Intanto, però, “la Gre-
Dopo circa cinque mesi i tempi dei paga- cia, entrata nel settimo anno di crisi, è al-
menti ai fornitori esteri sono tornati nella le prese con una crescita anemica, una di-
20
normalità, ma ancora oggi i greci non sono soccupazione incredibilmente alta,
liberi di disporre illimitatamente dei loro esportazioni deboli, consumatori sidu-
conti. Molti privati preferiscono una cassa- ciati e un debito pubblico di 330 miliardi
forte alla banca. Gli imprenditori si leccano 10 di euro. Non a caso il Bruegel institute, un
le ferite. “I mercati che perdi ti vengono sof- centro di studi economici di Bruxelles,
9,0
iati dagli altri ed è diicile riprenderli”, di- non esclude che nel 2018 Atene possa su-
ce Chachlakis. Attualmente il 70 per cento 0 bire una nuova crisi di liquidità che fareb-
del capitale della Nireus è nelle mani di 2006 2009 2012 giugno 2016 be scattare il quarto salvataggio”. u

62 Internazionale 1176 | 21 ottobre 2016


Honduras

Qui è passata
Berta Cáceres
Carlos Dada, El Faro, El Salvador. Foto di Fred Ramos
È stata la più importante militante ambientalista dell’America Centrale.
Si batteva contro la costruzione di dighe nelle terre degli indigeni lenca in
Honduras. A marzo è stata uccisa. E oggi le comunità che difendeva sono divise
ui è morto un iume: resta gnò a comprare per cinquant’anni l’energia costruzione della diga. L’elenco dà un’idea

Q solo la sua carcassa. Il pati-


bolo è qualche metro più in
alto, tra le montagne: un
bacino di cemento dove i-
niscono le acque del iume
Zapotal e tutto quello che ci viveva dentro.
Accanto al bacino c’è un enorme telo di
plastica su cui si vede ancora il volto della
deputata Gladis Aurora López, vicepresi-
prodotta da Aurora 1.
Gladis Aurora López e suo marito so-
stengono che il progetto sia stato approvato
durante la presidenza di Manuel Zelaya,
deposto nel 2009 da un colpo di stato mili-
tare, ma i documenti uiciali indicano che
il contratto risale al giugno del 2010, quan-
do López era già deputata.
della povertà delle comunità: intonacatura
della scuola o della chiesa, nuove strade,
un mezzo per trasportare i malati in caso di
emergenza, ristrutturazione del centro sa-
nitario, installazione di una rete elettrica,
ma anche reti per le porte dei campi di cal-
cio e la costruzione di una cappella. In
cambio, i rappresentanti delle comunità
autorizzavano Inversiones La Aurora a
dente del parlamento, presidente del Par- Al miglior oferente usare le risorse naturali delle loro terre per
tido nacional e moglie del proprietario Il iume Zapotal si trova in una riserva natu- la produzione di energia idroelettrica nei
della diga che si chiama come lei, Aurora 1. rale del dipartimento della Paz, a pochi chi- successivi cinquant’anni.
Da qui l’acqua scorre intubata per qualche lometri dal conine con El Salvador. La zona La Aurora non ha rispettato neanche
chilometro prima di inire nelle turbine più è territorio lenca. quelle misere promesse. Le strade che por-
a valle. Nel 2010, poco dopo aver ottenuto i tano alla diga sono gli stessi sentieri disse-
Cammino lungo quello che un tempo permessi per costruire la diga, Arnold Ca- stati aperti anni fa da un’organizzazione
era il corso del iume con Magdaleno Agui- stro, proprietario di Inversiones La Aurora locale di piccoli produttori di cafè. In que-
lar, un indigeno lenca di 61 anni che pesca- e marito della deputata López, irmò un sta zona di diicile accesso non ci sono an-
va qui in da bambino. La legge stabilisce accordo con i rappresentanti delle organiz- cora mezzi per trasportare i malati. Non c’è
che le centrali idroelettriche, per preserva- zazioni di cinque comunità di San José. Nel niente, a parte la diga.
re l’ecosistema, non possono sfruttare tut- documento erano elencate le richieste di Dal 2009 progetti di questo genere si
to il volume d’acqua di un iume. Ma qui ogni comunità in cambio del sostegno alla stanno moltiplicando. “Il golpe è stato co-
non c’è più acqua. “Lo vedi anche tu”, dice me la gallina dalle uova d’oro”, spiega il sa-
Aguilar. “Il iume è scomparso, non ci sono cerdote gesuita Ismael Moreno, direttore di
pesci, non c’è più niente”. Il iume Zapotal “Il golpe del 2009 è Radio progreso, che fa da piattaforma per i
è stato prosciugato per decreto, con delle movimenti popolari e denuncia le violazio-
licenze concesse dal ministero dell’am-
stato come la gallina ni dei diritti umani. “Sono saltati i freni, e le
biente durante il governo provvisorio di dalle uova d’oro. Sono multinazionali si sono alleate con i grandi
Roberto Micheletti (2009-2010). imprenditori locali e i politici”.
I permessi di costruzione furono rila-
saltati tutti i freni, e le I governi di Micheletti, Poririo Lobo So-
sciati dal comune di San José, nel diparti- multinazionali si sono sa e Juan Orlando Hernández (il presidente
mento della Paz, senza la consultazione in carica, del Partido nacional) hanno con-
popolare prevista dalla legge dell’Honduras
alleate con i politici e cesso più di cento licenze per la costruzione
e dalle convenzioni internazionali. L’azien- gli imprenditori” di centrali idroelettriche. Hanno anche ap-
da nazionale dell’energia elettrica s’impe- provato delle esenzioni iscali per le azien-

64 Internazionale 1176 | 21 ottobre 2016


Rio Blanco, agosto 2016. La casa di Mercedes Pérez e sul muro una foto di Berta Cáceres

San José, 2016. Il letto prosciugato del iume Zapotal territorio del paese: 35mila chilometri qua-
drati, una supericie più grande del vicino
Salvador.
La legge sull’estrazione mineraria, ap-
provata nel 1999, si era scontrata con l’op-
posizione della società civile, che aveva ot-
tenuto una moratoria sul rilascio di nuove
licenze ino al 2009. Ma dopo il colpo di sta-
to, l’amministrazione di Micheletti autoriz-
zò le industrie estrattive a sfruttare tutte le
risorse idriche delle zone date in concessio-
ne e lasciò senza una tutela giuridica il 90
per cento delle aree naturali protette. I due
governi successivi hanno proseguito sulla
stessa strada.
L’Honduras ha delegato lo sviluppo del-
la sua popolazione più povera al settore pri-
vato e lo stato ha ceduto agli imprenditori.
EL FAro (2)

Un centro cerimoniale
Felipe Benítez, un indigeno lenca, è andato
de coinvolte nei progetti. Alcune delle fami- partire dal 2017, di intere comunità nelle a Simpinula, a pochi chilometri dalla diga
glie più potenti dell’Honduras hanno creato cosiddette città modello. Aurora, per celebrare una cerimonia maya.
imprese “verdi” per sviluppare progetti L’industria mineraria è forse l’esempio Ha 44 anni.
idrologici in comunità poverissime. Lo sta- più evidente di un paese che è stato venduto Anch’io sono a Simpinula perché oggi,
to compra la maggior parte dell’energia per lo sfruttamento delle sue risorse. Se- 21 agosto 2016, si celebra un guancasco, una
prodotta. E ha rilasciato altre centinaia di condo l’Equipo jesuita de investigación, festa lenca dove due comunità s’incontrano
licenze per attività estrattive, per la costru- relexión y comunicación, solo nel settore per riafermare la loro amicizia. Ma questo
zione di strade, per l’amministrazione delle estrattivo l’Honduras ha concesso 155 licen- non è un guancasco qualsiasi: i rappresen-
riserve naturali e per la gestione privata, a ze per attività che riguardano un terzo del tanti di varie comunità lenca di La Paz han-

Internazionale 1176 | 21 ottobre 2016 65


Honduras
Simpinula, agosto 2016. Una bambina fa il bagno nel iume Cañas
EL fAro

no camminato lungo un tortuoso sentiero del mais e dei fagioli. Simboleggiano la pu- centro cerimoniale. Poi Benítez invoca lo
sterrato per partecipare “a una giornata sto- riicazione, la fertilità, il sole e la morte. Una spirito di Lempira, un guerriero indigeno
rica”. croce cosmica. Un’oferta alla madre terra, che combatté contro la colonizzazione
Simpinula è una piccola valle diicile da la buona madre, che ha dato ai lenca questi spagnola, e quello di Berta Cáceres, la nuo-
raggiungere, nascosta tra le colline e le prodotti, i iumi e le montagne. va martire del movimento per la difesa
montagne. All’ingresso del paese, che è il Benítez è il leader del Movimiento de dell’ambiente e dei diritti degli indigeni in
centro della vita della comunità, c’è un indígenas lencas de La Paz Honduras (Mil- Honduras. “Che il suo spirito ci guidi nella
enorme campo da calcio pieno di erbacce. pah), che si oppone con forza ai progetti lotta per proteggere Maika Durra, la madre
Le porte sono dei tubi di ferro arrugginiti e idroelettrici in questa regione. terra”, dice.
manca la rete. Proprio davanti al campo c’è Inversiones La Aurora ha le licenze ne- Berta Cáceres era un’attivista che aveva
la collina su cui si terrà il guancasco. I lenca cessarie per costruire un’altra diga più in dedicato gli ultimi anni della sua vita a
sono riuniti in un piccolo spiazzo in cima alto, a Santa Elena, dove vive Benítez. Si combattere contro questi progetti idroelet-
alla collina. Le donne scavano tre buche nel dovrebbe chiamare Aurora 2. Secondo il trici e a lottare per i diritti degli indigeni e
terreno e mettono a bruciare della legna per governo honduregno non c’era nessun im- la tutela delle loro terre.
cucinare l’atol (una bevanda a base di mais), pedimento per concedere la licenza, anche
le pannocchie e uno stufato di carne e yuc- se la zona è una riserva naturale protetta. Poca volontà
ca. Poi preparano con cura un piccolo tap- Qualche mese fa alcune organizzazioni La notte del 2 marzo 2016 tre uomini sono
peto cerimoniale di segatura circondato da lenca, come il Milpah, hanno bloccato la arrivati alla Esperanza, nel dipartimento di
aghi di pino. In mezzo sistemano un reci- strada per impedire che ruspe e macchine Intibucá, hanno forzato la porta della casa
piente di argilla, una statuetta maya di quel- dirette al cantiere di Aurora 2 arrivassero a di Berta Cáceres e l’hanno uccisa. L’attivi-
le che si vendono ai turisti nel sito archeolo- destinazione. La cerimonia che si tiene a sta messicano Gustavo Castro, che era ospi-
gico di Copán e una bottiglia di plastica con Simpinula fa parte della loro strategia di te nella casa, è stato ferito ma è sopravvis-
due litri di chicha (un’altra bevanda a base lotta. Per questo ci sono giornalisti di varie suto all’attacco. Cáceres era l’attivista hon-
di mais, ma alcolica) per rendere grazie alla testate locali e delle radio comunitarie, e duregna più nota e apprezzata del mondo,
terra per i raccolti. Ai quattro punti cardina- anche alcuni professori universitari. soprattutto perché, pochi mesi prima di es-
li ci sono prodotti della terra disposti secon- Benítez legge al microfono un comuni- sere uccisa, aveva vinto il premio Goldman
do la tradizione maya: a nord il mais bianco, cato irmato da tutti i leader lenca presenti: per l’ambiente. Il suo omicidio ha portato
a sud il mais giallo, a est i fagioli rossi e a “A partire da oggi questa collina sarà chia- sulle prime pagine dei giornali di tutto il
ovest quelli neri. Il tappeto è circondato da mata Guastes Tupayca, la collina di Nostro mondo il conlitto tra le comunità indigene
erbe, frutti, iori e candele degli stessi colori Signore”. Da oggi questo posto sarà un e le aziende che cavalcano il boom delle li-

66 Internazionale 1176 | 21 ottobre 2016


cenze in Honduras. Berta Cáceres è morta stata accusata di frode ai danni dello stato verno di Juan Orlando Hernández. Nelle
il giorno prima di compiere 45 anni. per la costruzione del boulevard Diego de settimane successive all’omicidio di Cáce-
Figlia di una leader lenca, Cáceres co- Holguín, l’autostrada chiamata oggi bou- res le autorità dell’Honduras hanno arre-
minciò la sua attività politica durante la levard Monseñor Romero. Il proprietario stato cinque persone. I gemelli Edilson ed
guerra civile del Salvador, quando aveva della Copreca, Jesús Hernández Campol- Emilson Duarte sono accusati di essere
sedici anni. Insieme al compagno, l’attivi- lo, è tuttora ricercato dalla giustizia salva- stati assoldati per uccidere l’attivista. Con
sta honduregno Salvador Zúñiga, nel 1988 doregna, che lo ha accusato di trufa, pecu- l’accusa di complicità sono stati arrestati
entrò nel Fronte Farabundo Martí di libe- lato e falso ideologico. Oggi la Copreca è anche l’ex capo della sicurezza della Desa,
razione nazionale (Fmln). Con la firma responsabile della costruzione di altre cen- Douglas Bustillo (che Cáceres aveva de-
degli accordi di pace nel Salvador entram- trali idroelettriche in Honduras. nunciato anche per molestie), l’ingegnere
bi tornarono in Honduras per Nonostante gli investimenti Sergio Rodríguez, responsabile delle opere
fondare il Consiglio delle orga- che la Desa aveva già fatto per di costruzione della Desa, e Mariano Díaz
nizzazioni popolari e indigene avviare il progetto, la diga di Chávez, un militare in servizio al momen-
dell’Honduras (Copinh). Mentre Agua Zarca si bloccò a causa del- to dell’omicidio. All’inizio di settembre è
l’America Centrale cercava di le proteste delle comunità locali. stato arrestato anche Elvin Rápalo Orella-
voltare pagina dopo gli anni delle E Berta Cáceres era alla guida na, il terzo uomo che avrebbe fatto irruzio-
rivoluzioni e delle dittature, le bandiere del movimento di resistenza. ne nella casa di Cáceres per ucciderla.
del Copinh sventolavano già per una nuo- Cáceres cominciò a ricevere minacce Con questi arresti il governo ha allenta-
va battaglia: la difesa dell’ambiente e la ri- tre anni fa. Secondo lei, arrivavano dalla to la pressione della comunità internazio-
vendicazione dell’identità indigena. Desa, dall’esercito e dalla polizia hondure- nale, ma non ci sono novità sui mandanti
Nel 2010, poco dopo il colpo di stato gna. La commissione interamericana per i dell’omicidio e non sono in corso delle in-
contro il presidente Manuel Zelaya, il go- diritti umani chiese allo stato di adottare dagini per stabilire il grado di coinvolgi-
verno provvisorio di Micheletti accordò delle misure di sicurezza per proteggere mento dei militari. A giugno un soldato
all’impresa Desarrollos Energéticos (De- l’attivista. honduregno ha dichiarato al quotidiano
sa) la licenza per costruire tre dighe sul iu- Nonostante le minacce, il Copinh ha britannico The Guardian di aver disertato
me Gualcarque, che segna il conine tra i continuato a combattere contro la diga. dopo che la sua unità aveva ricevuto una
dipartimenti di Intibucá e Santa Bárbara, Nonostante le misure di sicurezza, Berta lista di attivisti da uccidere. Tra questi
due zone lenca. Cáceres è stata uccisa. c’era anche Berta Cáceres. L’esercito ha
La Desa appartiene a tre fratelli: José Il suo omicidio ha sollevato lo sdegno smentito.
Eduardo, Pedro e Jacobo Atala. Il gruppo della comunità internazionale ed è diven- L’avvocato Víctor Fernández, amico di
comprende Inversiones Las Jacarandas, tato il principale problema politico del go- lunga data e consulente legale di Cáceres,
che importa e distribuisce macchinari e rappresenta la vittima nel processo. Secon-
materiali per l’edilizia. I fratelli Atala sono do Fernández il caso è stato strutturato
anche proprietari della squadra di calcio Da sapere male, perché le indagini si sono basate su
Motagua. Il loro progetto idroelettrico sul Dal golpe a oggi alcune conversazioni telefoniche (di cui
iume Gualcarque, chiamato Agua Zarca, non si conosce neanche il contenuto) e non
aveva ottenuto 45 milioni di dollari di i- sulle testimonianze delle persone. Fernán-
nanziamenti dalla Banca centroamericana dez non vede progressi nell’individuazione
per gli investimenti economici e da fondi del mandante dell’omicidio né buona vo-
inlandesi e olandesi che promuovono la lontà da parte della procura.
produzione di energia pulita. A diferenza
dei due progetti Aurora, Agua Zarca preve- Sospetti e minacce
deva il mantenimento dell’ecosistema del- A San Francisco de Ojuera, che oggi ospita
la zona e una produzione di 21 megawatt il progetto Agua Zarca, si arriva prendendo
nel iume Gualcarque. Per questo i inan- la deviazione per Santa Bárbara e percor-
ziatori lo consideravano un progetto di rendo decine di chilometri di sentieri ac-
energia pulita. La costruzione della diga Giugno 2009 Il presidente Manuel Zelaya,
ciottolati e sterrati che si addentrano nelle
era stata aidata in subappalto al gigante eletto nel 2005 con il Partido liberal, viene montagne. La piazza centrale porta il nome
cinese delle dighe, la Sinohydro. rimosso da un colpo di stato militare e costretto dell’attuale sindaco, Raúl Pineda, che l’ha
Il quartier generale di Agua Zarca si tro- all’esilio. A novembre Poririo “Pepe” Lobo fatta restaurare.
vava a Río Blanco, nel dipartimento di In- Sosa, del Partido nacional (conservatore), vince Berta Cáceres lo aveva denunciato per
tibucá, sulla sponda orientale del iume le elezioni presidenziali. minacce e perché si era alleato con poliziot-
Gualcarque. Ma quando il Copinh di Berta Giugno 2014 Juan Orlando Hernández, del ti, militari e guardie di sicurezza private per
Cáceres riuscì a cacciare la Sinohydro, la Partido nacional, comincia il suo mandato reprimere i manifestanti contrari alla diga.
Desa si spostò sull’altra sponda del iume, presidenziale.
Da marzo, quando l’attivista è stata uccisa,
Giugno 2015 Decine di migliaia di persone
a San Francisco de Ojuera, nel dipartimen- il sindaco e il vicesindaco non vogliono più
manifestano a Tegucigalpa per chiedere le
to di Santa Bárbara, dove si trova ancora dimissioni di Hernández.
rilasciare dichiarazioni sulla diga. Tuttavia
oggi. 2 marzo 2016 Berta Cáceres, attivista per la il vicesindaco si ofre di portarci a casa di
Dopo l’uscita di scena dei cinesi, la De- difesa dell’ambiente e i diritti degli indigeni Ramón Rivera, responsabile dei rapporti
sa aidò la costruzione del progetto alla lenca, viene uccisa nella sua casa alla della Desa con la comunità locale e capo
Copreca, un’impresa che nel Salvador è Esperanza, a ovest della capitale. dell’uicio dell’azienda a San Francisco de

Internazionale 1176 | 21 ottobre 2016 67


Honduras
Ojuera. Rivera è un uomo longilineo, ha rapporto critica il metodo con cui è stato l’impresa ha cominciato a deviare il iume.
uno sguardo da ragazzino ma i capelli briz- approvato il progetto e il suo efetto sulle Lungo il tragitto ci fermiamo più volte per
zolati che fanno intuire la sua età. Ha 40 comunità locali. In particolare, denuncia far salire qualche contadino che ha biso-
anni. Sembra un uomo di città anche se è che non ci sia stata una consultazione libe- gno di un passaggio. Tutti salutano Rivera
nato in questa zona rurale e isolata dal mon- ra, preliminare e informata, come invece con rispetto e si lamentano del Copinh. Di-
do. Quando era bambino, si trasferì con la prevede la convenzione 169 dell’Organiz- cono che l’organizzazione di Berta Cáceres
famiglia a Las Vegas, un paesino che viveva zazione internazionale del lavoro (Ilo) sui gli ha tolto il lavoro ed è violenta. Danno al
grazie alle miniere sulle sponde del lago de diritti dei popoli indigeni e tribali. Copinh la responsabilità del cattivo stato
Yojoa. Suo padre lavorava nella miniera del Atala, uno dei fratelli proprietari della della strada. È per colpa dell’organizzazio-
Mochito, in mano alle compagnie estrattive Desa, aferma: “L’Honduras ha irmato la ne, dicono, se non hanno più i servizi della
straniere in dalla sua apertura nel 1948. convenzione, ma non ha mai ap- Desa per trasportare i malati in
Dal Mochito si estraggono zinco, piombo e provato un regolamento per ap- ospedale in caso di emergenza.
argento. L’esperienza fatta da bambino ha plicarla. Spetta allo stato organiz- Accusano il Copinh di averli con-
segnato la sua idea di progresso: “La minie- zare queste consultazioni, non dannati al sottosviluppo, di aver
ra ci ha dato una casa migliore, con un pavi- alle aziende. Ma lo stato si è tirato diviso la comunità, di avergli ne-
mento vero e l’elettricità”, dice Rivera. “Ci indietro e chiede a noi di fare una gato la possibilità di scegliere
ha dato una scuola migliore e del cibo più consultazione, in assenza di norme che sta- una vita come quella che la miniera del
buono. Insomma, una vita migliore. Questo biliscano le procedure da seguire”. Mochito ha oferto a Rivera.
per me è lo sviluppo”. Alcuni anni dopo Ri- L’ex viceministro per le risorse naturali, Ci fermiamo nel punto in cui comincia
vera ottenne una borsa di studio e andò Jonathan Laínez, è accusato di aver con- la deviazione del fiume. Le ruspe
all’Avana a studiare medicina. cesso illegalmente le licenze non solo per dell’azienda hanno aperto un canale e han-
A Cuba ha vissuto quattro anni. Non ha Agua Zarca, ma anche per altre centrali no accumulato la terra estratta al centro
terminato gli studi, ma la rivoluzione cuba- idroelettriche, come quella di Aurora 2. Il del letto del iume Gualcarque. Un iume si
na gli ha insegnato qualcosa di più impor- viceministro è sotto processo, ma le azien- divide così: un braccio continuerà a scorre-
tante: “Tutti hanno diritto a una vita digni- de non sono indagate per aver tratto van- re nel suo alveo naturale, l’altro arriverà
tosa e tutti hanno il dovere di fare qualcosa taggio da queste operazioni. dove l’impresa ha deciso di costruire un
per il benessere del prossimo”, aferma. Ri- Tuttavia in molti punti il rapporto bacino artiiciale. Lì l’acqua si accumulerà
vera si deinisce un rivoluzionario ambien- dell’Ilo coincide con le osservazioni fatte in attesa che qualcuno apra le chiuse per
talista, e non vede contraddizioni nel fatto da Rivera sulle possibilità di sviluppo che il poi scorrere intubata per cinque chilome-
di lavorare per il progetto Agua Zarca: “Nes- progetto Agua Zarca ofrirebbe alle comu- tri, ino a quando un dislivello aumenterà
suna legge stabilisce che produrre elettrici- nità della zona. la sua velocità e la farà cadere a picco verso
tà sia un reato. Questo è un progetto di ener- Rivera ci accompagna fino alla diga le turbine che produrranno 21 megawatt di
gia pulita: ha creato posti di lavoro, ha aper- lungo la strada rurale aperta dalla Desa per energia. Dopo, l’acqua tornerà nel suo cor-
to strade, e porterà un ospedale e una scuo- arrivare al iume Gualcarque. Ci muovia- so naturale.
la alla comunità. Perché il Copinh si oppo- mo su un fuoristrada verso il punto in cui A pochi metri c’è un ponte sospeso,
ne? Noi vogliamo solo portare sviluppo”. sempre costruito dalla Desa, che unisce le
Gli chiedo se aprire una strada, costruire
una scuola o un ospedale non siano doveri
Da sapere due sponde. Attraversandolo si arriva alla
comunità di Valle de Ángeles, nel diparti-
fondamentali di uno stato. “Certo”, rispon-
Attivisti uccisi mento di Intibucá. È una delle cinque fra-
de Rivera. “Ma lo stato non ha mai rispetta- Numero di militanti ambientalisti uccisi in tutto zioni di Río Blanco, la più vicina al iume
to questi doveri. E non è in grado di aprire il mondo nel 2015 Gualcarque. Qui, accanto alla sponda del
Fonte: Global witness
nuove strade, costruire ospedali o garantire iume, vive Lucila Mejía, una signora a cui
istruzione e sanità a tutti gli honduregni. Brasile 50 gli anni hanno dato una voce rauca e pe-
Quindi che senso ha ostacolare un’azienda Filippine 33 rentoria. Mejía ha un piglio che contrasta
privata che ci dà questi beneici?”. Colombia 26 con la voce gentile di Rivera. “Non abbia-
Non è il solo a pensarla così. Da questa Perù 12 mo problemi con il progetto”, aferma. “Il
parte del iume molti contadini e indigeni Nicaragua 12 nostro problema sono gli attivisti del Co-
lenca sono favorevoli al progetto Agua Zar- 11
pinh. Ci hanno minacciato: hanno detto
R.d.C.
ca. Quando la centrale idroelettrica sarà che ci uccideranno”. Gli chiedo come e
Guatemala 10
pronta ed entrerà in funzione, la Desa dovrà quando il Copinh avrebbe dichiarato una
Honduras 8 Non indigeni
versare alle comunità il 2 per cento dei rica- cosa simile. “Non l’hanno detto loro diret-
India 6 Indigeni
vi ottenuti dalla vendita dell’energia. Per tamente, ma lo sanno tutti. Dobbiamo fare
ora però il progetto è fermo, perché dopo Messico 4 attenzione perché le persone del Copinh
l’omicidio di Berta Cáceres gli istituti inan- Indonesia 3 vogliono ucciderci”.
ziari internazionali hanno bloccato i inan- Liberia 2 Com’è possibile che un progetto per la
ziamenti. Birmania 2 creazione di energia pulita sia diventato un
A settembre la Banca olandese per lo Cambogia 2 motivo di conlitto tra le comunità povere
sviluppo (Fmo, uno dei inanziatori del pro- Thailandia 2 dell’Honduras? Lucila indica la montagna
getto Agua Zarca), ha pubblicato un rappor- Pakistan 1
alle sue spalle, dove si trova La Tejera, il
to sulla situazione nella zona, aidato a una focolaio della resistenza contro la diga.
Acque int. 1
missione internazionale indipendente. Il “Stanno lottando per il iume, ma non è di

68 Internazionale 1176 | 21 ottobre 2016


La Paz, 2016. Contadini lenca a una lezione della Central de trabajadores del campo
EL FArO

loro proprietà. È vero, è un conlitto tra co- uccisi 118 militanti ambientalisti. Tuttavia uomini con dei machete. Le uniche armi
munità. Ma loro combattono per distrug- nessun omicidio ha avuto la stessa riso- da fuoco visibili quel giorno erano nelle
gere. Il iume non inirà mai e questo pro- nanza e le ripercussioni di quello di Berta mani dei soldati e dei vigilanti privati. Uno
getto ci porta dei beneici. Sostengono che Cáceres. dei soldati sparò contro Tomás García e lo
il ricco viva alle spalle del povero, ma an- uccise. Alan, vedendo suo padre cadere a
che il povero vive alle spalle del ricco. Il Divergenze profonde terra, corse ad aiutarlo. Fu colpito da altri
Copinh vuole privarci di questi beneici”. Cáceres aveva percorso tante volte questi due proiettili e perse conoscenza. Fu
Secondo l’avvocato Víctor Fernández, sentieri di fango che portano a La Tejera. trasportato in ospedale e riuscì a sopravvi-
dopo il colpo di stato del 2009 fu avviato Lo stesso vale per le squadre della Desa, vere.
un piano per assegnare ai gruppi di potere che hanno ampliato le strade; per gli inge- Oggi Alan ha 19 anni, è orfano e parla
il controllo strategico delle risorse naturali gneri cinesi di Sinohydro, che volevano poco. Ha una costituzione minuta, sembra
degli honduregni. “Queste aziende, che si costruire la diga; per i supervisori inanzia- avere la stessa età di quando è stato ferito.
ofrono di fare investimenti per aiutare le ri e i camion che trasportavano i materiali Solleva la camicia e ci mostra le cicatrici
comunità locali, stanno traicando con la per costruire il quartier generale dei cinesi della giornata in cui perse suo padre. Una
dignità delle persone”. sulla riva del iume Gualcarque. Da allora occupa la metà alta del torace, l’altra ha la
In mancanza di un altro progetto di svi- ci sono stati vari morti, anche prima che i forma di un cratere e si trova sulla parte al-
luppo per le comunità che vivono intorno cinesi se ne andassero e abbandonassero il ta della schiena. “Tutto è cominciato quan-
al iume Gualcarque, il rapporto dell’Ilo progetto. do sono entrati nei nostri campi di fagioli
suggerisce di riprendere i inanziamenti a Nel luglio del 2013 Alan García aveva 16 con i loro trattori senza chiederci nulla.
favore del progetto Agua Zarca. Il governo anni. Alan si era incamminato con altri abi- Non hanno accettato di dialogare”, dice.
di Tegucigalpa non ha nessun piano alter- tanti della zona verso il quartier generale “Hanno solo sparato”.
nativo per favorire lo sviluppo delle comu- della Desa per protestare contro Agua Zar- Poche ore dopo la morte di Tomás Gar-
nità più isolate, a parte delegare questo ca. Con lui c’era il padre Tomás, un leader cía, Christian Madrid, di 14 anni, fu ucciso
compito alle aziende private che agiscono locale. Arrivati alle porte del quartier mentre coltivava le terre della sua famiglia.
solo per interessi economici. generale della Desa i manifestanti trovaro- Secondo i fratelli maggiori, i responsabili
In rapporto alla popolazione, l’Hondu- no ad aspettarli i soldati dell’esercito hon- sarebbero Berta Cáceres e il Copinh. I fra-
ras è il paese più pericoloso del mondo per duregno che proteggevano gli ingegneri telli sostengono che a uccidere Christian
chi difende l’ambiente. Secondo l’organiz- cinesi. fu “un amico di nostro padre che era dalla
zazione non governativa Global witness, Tra i partecipanti alla protesta c’erano loro parte”. E gli ambientalisti lo avrebbero
dal colpo di stato contro Zelaya sono stati anziani, donne, bambini disarmati e alcuni protetto.

Internazionale 1176 | 21 ottobre 2016 69


Honduras
Due morti hanno diviso la comunità in
maniera così profonda che, anche se doma-
Anche se domani na, chortí), sanno che l’Honduras ha ir-
mato la convenzione 169 dell’Organizza-
ni stesso il progetto Agua Zarca fosse ab- il progetto Agua Zarca zione internazionale del lavoro. La con-
bandonato, è diicile sperare che gli abitan-
ti tornino a convivere serenamente.
fosse abbandonato, venzione prevede diritti speciali per le co-
munità indigene e aborigene a patto che le
Mercedes Pérez è la leader di La Tejera sembra diicile che condizioni sociali, economiche e culturali
ed è a capo di una famiglia matriarcale. Al-
tezzosa e magra, con i capelli che comin-
gli abitanti possano le distinguano “dalle altri componenti del-
la comunità nazionale” e che queste comu-
ciano a imbiancarsi, somiglia a Lucila, la tornare a convivere nità “si reggano totalmente o parzialmente
nonna di Valle de Ángeles. Mercedes parla
con la stessa fermezza, ma dall’altra parte
serenamente sulle consuetudini o le tradizioni loro pro-
prie”. Per esempio: la proprietà collettiva
di quella frontiera che la diga ha creato tra della terra o un centro sacro per le cerimo-
le comunità di Río Blanco. dare la colpa al Copinh”. Solo su un punto è nie come la collina di Simpinula.
La sua casa è quella di una donna pove- d’accordo con la madre del ragazzo: sarà La convenzione 169 stabilisce anche il
ra che mantiene una famiglia numerosa. Il molto diicile riconciliare la comunità. Lo diritto delle comunità di decidere su qual-
pavimento è di terra e c’è una stufa a legna dimostrano le altre comunità divise da siasi argomento che riguardi la loro cultu-
per cucinare. In un angolo Pérez ha accata- questi progetti, soprattutto quelle in cui ci ra, le tradizioni, i valori, il benessere spiri-
stato decine di pannocchie di mais, siste- sono stati dei morti. Poveri contro poveri, tuale o le terre. Inoltre, obbliga i paesi ir-
mate a ventaglio in modo da formare una lenca contro lenca. matari a rispettare e proteggere le strutture
igura armoniosa, geometrica e compatta. sociali e gli stili di vita indigeni. Ma uno dei
Sulle pannocchie ci sono delle erbe che Il vero problema requisiti più importanti, ovviamente, è che
tengono alla larga i topi di campagna. Ac- Per ora alla Paz la comunità è meno divisa. gli indigeni rivendichino la loro identità.
canto alle pannocchie c’è una porta con Non ci sono stati morti tra chi è favorevole Per questo è così importante il lavoro che
una tenda, che dà su un’altra stanzetta. ai due progetti Aurora, e non ci sono molte stanno facendo ormai da anni.
“Berta dormiva qui quando veniva”, dice opportunità di sviluppo da difendere. Con- Berta Cáceres e il Copinh avevano ba-
con orgoglio. “E mangiava qui”. Alle sue tro le organizzazioni indigene sono schie- sato gran parte della loro strategia di resi-
spalle c’è una stanza usata come sala da rati soprattutto quelli che sfruttano per il stenza sulla convenzione 169, ed erano ri-
pranzo, e tutte le pareti sono ricoperte di loro tornaconto il clientelismo politico. usciti a fare pressioni sul governo per otte-
manifesti con la foto di Berta Cáceres. En- Sindaci, rappresentanti comunitari e di- nere il rispetto degli impegni presi in ambi-
trare in questa casa è come addentrarsi nel pendenti locali del Partido nacional. Attra- to internazionale. Nel luglio del 2011 Cáce-
territorio di lotta contro la centrale idroe- verso di loro il governo promuove il suo res aveva irmato un accordo con il presi-
lettrica di Agua Zarca. Mercedes dice ur- piano. dente Poririo Lobo Sosa. Il go-
lando: “Sarò del Copinh ino alla morte. A Simpinula ci sono dei pali verno di Tegucigalpa s’impegna-
Non accetteremo mai la diga”. di cemento, come quelli usati per va a non concedere licenze senza
L’origine della contesa, e su questo so- le linee dell’elettricità. Ma non ci una “consultazione preliminare,
no tutti d’accordo, è molto semplice: i trat- sono cavi elettrici. È un paesag- libera e informata”. Era prevista
tori della Desa avevano invaso un campo gio assurdo in mezzo alle monta- anche la creazione di un regola-
di fagioli. La gente se l’era presa con la De- gne. Il governo aveva promesso un collega- mento in collaborazione con il Copinh.
sa, aveva organizzato una protesta e aveva mento alla rete elettrica all’inizio dei pro- Inoltre il governo di Lobo riconosceva il
preso di mira i trattori. I militari erano ac- getti Aurora 1 e Aurora 2, ma gli abitanti del diritto delle comunità indigene alla pro-
corsi per proteggere i cinesi. La protesta posto si sono riiutati di fare un censimento prietà collettiva.
era arrivata ino all’ingresso del cantiere e catastale per delimitare le proprietà. Senza L’accordo, però, presentava due proble-
lo stato aveva usato il suo braccio armato censimento catastale, ha detto il governo, mi: la maggior parte delle licenze era già
per difendere l’azienda. Uno sparo uccise non può esserci elettricità. stata concessa e il mandato di Lobo stava
Tomás García, e altri ferirono gravemente Contro il censimento, gli abitanti di per scadere. Con l’elezione di Juan Orlan-
il iglio Alan. Poco dopo qualcuno uccise Simpinula invocano il diritto comunitario do Hernández, nel 2014, l’accordo è stato
Christian Madrid. ancestrale dei lenca, secondo cui le terre bloccato. Il suo governo ha promosso a li-
La valanga non si è fermata e ha provo- sono proprietà collettiva e non individuale. vello internazionale una politica per il rila-
cato altre vittime: una persona è morta di A questo diritto si richiama il movimento scio di licenze senza precedenti, che com-
malaria, un uomo è stato ucciso durante di resistenza alla concessione delle licen- prende la creazione di città modello: gran-
una lite tra ubriachi. Una ragazza è morta ze. È un modo per legarsi all’albero della di aree dove le imprese straniere appalta-
in un incidente automobilistico. La comu- nave e resistere al canto delle sirene. Se la trici potranno operare sulla base di un regi-
nità, divisa in due, ha cominciato ad accu- comunità è proprietaria di tutto, nessuna me agevolato e saranno sottoposte a una
sarsi a vicenda di ognuna di queste morti. impresa potrà convincere un contadino a legislazione speciale. In pratica saranno
Chiedo a Mercedes Pérez cosa ne pensa venderle le terre su cui sviluppare i proget- amministrate da privati. La prima città
di quello che è successo a Christian Ma- ti ottenuti in licenza. Opporsi al censimen- modello sarà inaugurata alla fine di
drid. “Ero amica della madre”, dice, “ma to catastale equivale anche a riafermare il quest’anno.
non ci parliamo più. Quel ragazzo non è carattere indigeno della comunità. Donald Hernández, avvocato del Cen-
morto per caso: la sua famiglia ha venduto Le organizzazioni indigene hondure- tro hondureño de promoción para el desar-
i terreni alla diga”. Insisto un po’ e alla ine gne, che rappresentano diverse etnie rollo comunitario (Ceprodeh) e uno dei
Pérez accusa la Desa: “L’hanno ucciso per (pech, tawaka, misquito, tolupán, garífu- principali promotori della convenzione

70 Internazionale 1176 | 21 ottobre 2016


I genitori di Christian Madrid mostrano la foto del ragazzo, ucciso a Río Blanco nel 2013. Aveva 14 anni
EL FARO

169 come strumento di resistenza, visita menti che avevamo issato. Ha evitato di difesa e organizzazione dei popoli lenca”.
spesso la zona della Paz e incontra decine rispondermi al telefono per più di un mese. Alla ine della cerimonia mi siedo con
di indigeni per parlargli della convenzione Avrei voluto chiedergli che conseguenze Benítez sotto un albero, sulla cima della
e informarsi dei loro problemi. Quando ha avuto l’omicidio di Berta Cáceres per la collina che è appena stata dichiarata ui-
l’ho conosciuto stava facendo una presen- sua azienda, avrei voluto conoscere il suo cialmente un centro cerimoniale. Quanti
tazione davanti una quarantina di indigeni punto di vista sulle accuse di irregolarità centri cerimoniali hanno i lenca? Questo è
della zona di Marcala, nella sede locale degli appalti statali e sapere perché l’azien- il primo, risponde. Gli occhi gli si riempio-
della Central nacional de trabajadores del da della famiglia di Gladis Aurora López no di lacrime quando gli chiedo di Berta
campo. non è stata multata né punita per aver vio- Cáceres e cosa cambierà secondo lui dopo
Alla riunione partecipa anche Margari- lato la legge, perché non ha rispettato l’am- il suo omicidio.
ta Posada, un’attivista locale molto rispet- biente e cosa ci hanno guadagnato le co- “È diicile”, risponde. “Stavamo per
tata, cofondatrice del Copinh, che era vici- munità locali. fare grandi cose”. Mi chiede cosa ne penso
na a Berta Cáceres. Posada ha seguito la Ho cercato di parlare anche con il mini- della cerimonia di oggi. Gli rispondo che è
realizzazione dei due progetti Aurora e ha stro dell’ambiente, José Galdámez, ma mi un bel tentativo di riscattare le tradizioni
un archivio che consulta per spiegare le ir- ha detto che l’argomento era “molto deli- lenca, con un obiettivo politico e non cul-
regolarità nelle concessioni delle licenze. cato”. Si è oferto d’incontrarmi nel suo turale. Benítez mi guarda e sorride. “Allora
Le chiedo perché la produzione di energia uicio, a condizione di avere prima le do- hai capito”. Prende un po’ di stufato di car-
idroelettrica pulita sia un problema. “Non mande per iscritto. Ho inoltrato le doman- ne e yucca preparato dalle donne del pae-
è quello il problema”, dice. “Il problema è de senza ricevere nessuna risposta. se. “Per strada recupereremo molto di
che gli organismi inanziari internazionali quello che abbiamo perso nel corso dei
invece di consultarci e di aiutare le comu- Grandi cose secoli”, dice.
nità a produrre da sole energia pulita, han- Sulla collina di Simpinula Felipe Benítez Guardo il cielo. Le nuvole sono scom-
no concesso fondi alle aziende private, che legge il documento irmato da tutti i rap- parse: oggi non ha piovuto. u fr
ora si arricchiscono con i nostri iumi, li presentanti delle comunità presenti al
controllano e li distruggono. Ecco qual è il guancasco. Nel documento i lenca della zo- L’AUTORE
problema”. na si dichiarano in allerta permanente da- Carlos Dada è un giornalista
Ho cercato di parlare con Arnold Ca- vanti alle “minacce delle leggi che violano salvadoregno di origine greco-libanese.
stro, proprietario dell’Aurora e marito della i nostri diritti indigeni”. Richiamandosi Nel 1998 ha fondato El Faro, il primo
vicepresidente del parlamento, ma all’ulti- alla convenzione 169 dell’Oil, “diamo quotidiano online in America Latina, e lo
mo momento ha annullato gli appunta- mandato di proseguire con il processo di ha diretto ino al 2014.

Internazionale 1176 | 21 ottobre 2016 71


Ritratti

Abu Muhammad
al Maqdisi
Il jihadista utile
Hélène Sallon, Le Monde, Francia. Foto di Laurent Van der Stockt
È stato uno dei principali poli gli hanno portato dallo Yemen, smo”, spiega l’esperto giordano Hassan
teorici del salaismo e il dall’Iraq o dalla Cecenia. Quando non è in Abu Haniyeh. Dal villaggio palestinese di
prigione, dove ha trascorso quindici degli Barqa, dov’è nato nel 1959 con il nome di
mentore del leader di ultimi 23 anni, riceve continuamente ospi- Assem Mohammed Taher al Barkaui, al
Al Qaeda Abu Mussab ti. Il suo vicino e adepto Abu Qatada al Fili- Kuwait, dove è cresciuto prima di andare a
al Zarqawi. Ora la Giordania stini, ex rappresentante in Europa di Osa- studiare in Arabia Saudita, la sua visione
cerca di usarlo per contrastare ma bin Laden, gli fa visita quasi ogni del mondo si è plasmata in una sintesi tra il
giorno. pensiero dell’egiziano Sayyid Qutb, primo
il gruppo Stato islamico Ma l’universo di Al Maqdisi si estende teorico del jihad, e i teologi wahabiti. Al
ben oltre le quattro mura del suo salotto. Maqdisi ha posto le basi di un “jihad della
uando ci accoglie nella sua Attraverso i social network e i messaggi dawa”, una conquista degli spiriti tramite

Q casa a Rusayfah, alla peri-


feria di Amman, un ampio
sorriso si disegna sul volto
di Abu Muhammad al
Maqdisi. Di statura impo-
nente, non dimostra i suoi 57 anni. La lun-
ga barba e le rughe non bastano a farlo
sembrare più vecchio. Lo sguardo è franco,
addirittura scherzoso. La sua famiglia è
criptati sul forum del suo sito internet, si
tiene costantemente in contatto con centi-
naia di seguaci, teorici e leader del salai-
smo jihadista, che lo interpellano alla ricer-
ca di consigli o per fare polemica. Amico del
leader di Al Qaeda, Ayman al Zawahiri, an-
novera tra i suoi seguaci capi e teologi della
galassia jihadista, da Al Qaeda nel Maghreb
islamico (Aqmi) ad Abu Sayyaf in Indone-
la predicazione, rivolta innanzitutto contro
il nemico più vicino, Israele, ma anche
contro i paesi musulmani che non sono
stati in grado di governare secondo il dirit-
to musulmano.
Ma la notorietà di Al Maqdisi è dovuta
soprattutto all’uomo che era stato suo al-
lievo prima di diventare emiro di Al Qaeda
in Iraq: Abu Mussab al Zarqawi. I due si co-
partita per festeggiare l’Eid al Adha ed è lui sia, passando per Al Qaeda nella penisola nobbero alla fine degli anni ottanta nei
che serve il cafè al cardamomo, i dolci ai araba (Aqpa) e i taliban afgani. campi d’addestramento di Al Qaeda a Pe-
datteri fatti da sua moglie e i cioccolatini. Da quando è entrato nella cerchia ri- shawar, in Pakistan, da dove Bin Laden
“Svizzeri”, precisa. Con il suo metro e no- stretta dei pensatori del salaismo jihadi- conduceva la “guerra santa” contro l’Unio-
vanta che affonda nel divano fiorito del sta, alla ine degli anni ottanta, si è imposto ne Sovietica, che aveva invaso l’Afghani-
salotto e il computer sulle ginocchia, acco- come il più inluente della sua generazio- stan nel 1979. Originario della città povera
glie i visitatori con un piacere che non è di ne. “È ancora il teorico più importante. È di Zarka, vicinissima a Rusayfah, poco
circostanza. Pronuncia qualche frase in lui che ha gettato le basi del nuovo jihadi- istruito e desideroso di riscattare con il
inglese, poi si scusa e prosegue in arabo. jihad il suo passato da delinquente, Al Zar-
“Le rare occasioni che avevo di praticare qawi trovò in Al Maqdisi un mentore. L’in-
l’inglese erano le visite del Comitato inter- Biograia tellettuale, che era andato in Pakistan per
nazionale della Croce rossa in prigione”, predicare ai giovani aspiranti jihadisti, vi-
◆ 1959 Nasce a Barqa, in Cisgiordania.
racconta. Il suo tono gioviale fa quasi di- de in Al Zarqawi la capacità di azione che a
◆ 1992 Lascia i campi di addestramento di
menticare le ambiguità del personaggio. Al Qaeda in Pakistan e fonda il gruppo Bayat
lui mancava.
Da quando è stato scarcerato, all’inizio al Imam in Giordania. Tornati in Giordania nel 1992, i due fon-
del 2015, il predicatore giordano-palesti- ◆ 1995 Viene arrestato per la prima volta. darono insieme ad altri jihadisti rientrati
nese vive quasi recluso in mezzo ai suoi li- ◆ 2015 Il gruppo Stato islamico lo accusa di dall’Afghanistan il gruppo Bayat al Imam,
bri religiosi e ai souvenir che i suoi disce- essere un agente del governo giordano. ma furono arrestati per aver pianiicato de-

72 Internazionale 1176 | 21 ottobre 2016


gli attentati nel regno hashemita e contro del suo emiro in Iraq e Al Maqdisi dovette cine sono passate all’Is, come suo fratello
un posto di blocco israeliano. In prigione tacere in nome dell’unità del jihadismo. Salaheddin e il suo discepolo Turki al Bina-
emersero le loro diferenze. “Al Maqdisi era “La disputa non riguardava i princìpi, li, considerato “il nuovo Al Maqdisi”.
considerato troppo gentile con i carcerieri, ma la loro messa in pratica. Al Zarqawi Oggi la posizione di Al Maqdisi è mi-
mentre Al Zarqawi era un duro”, racconta pensava che per espandere il movimento nacciata dall’ascesa dell’Is. “Se l’Is vince,
Hassan Abu Haniyeh. “Gli altri prigionieri bisognava usare la forza. Al Maqdisi rite- lui non avrà più un ruolo nel movimento
si schierarono con Al Zarqawi e lo nomina- neva che prima bisognava crearsi un segui- jihadista”, sostiene l’esperto francese Ro-
rono emiro del gruppo”. to e poi, una volta ottenuta la forza dei nu- main Caillet. Da due anni Al Maqdisi os-
Le cose diventarono ancora più chiare meri, si potesse combattere con le armi”, serva impotente jihadisti esperti e nuovi
dopo la loro liberazione nel 1999: Al Zarqa- spiega Abu Haniyeh. La rottura è stata an- convertiti unirsi al califato. “L’Is attira i
wi andò a Peshawar e trovò un nuovo men- cora più netta con il successore di Al Zarqa- giovani che non hanno la pazienza di leg-
tore, Abu Abdullah al Muhajir, e la sua ide- wi, Abu Bakr al Baghdadi, il leader del gere i libri, che vogliono qualcosa subito”,
ologia cambiò. Al Muhajir lo convinse ad gruppo Stato islamico (Is), che dopo aver si rammarica. “Soprattutto in occidente.
adottare strategie che Al Maqdisi riiutava, cercato senza successo di prendere il con- Questi nuovi venuti dell’Islam, o converti-
come gli attentati suicidi e la guerra contro trollo della iliale siriana di Al Qaeda nel ti, guardano i video e sono afascinati dalla
gli sciiti. 2013 ha rotto con l’organizzazione madre e violenza. Vogliono combattere contro
ha sidato la sua egemonia sul jihadismo l’ateismo e gli Stati Uniti. Sono accecati
La sida di Al Baghdadi internazionale. dalle emozioni”. Il suo jihad della predica-
Poco dopo l’invasione statunitense del Nel giugno del 2014, poco dopo aver zione è stato soppiantato dal jihad violento
2003 Al Zarqawi prese le redini di Al Qaeda conquistato Mosul, Al Baghdadi ha procla- e settario dell’Is. “Il problema è che molti
in Iraq e diede il via a una sanguinosa cam- mato il califato sui territori conquistati a nostri fratelli sentono un’attrazione per le
pagna di attentati contro gli sciiti. Nel 2005 cavallo tra Siria e Iraq. Al Maqdisi, come la armi, vogliono l’azione”.
Al Maqdisi scrisse un testo in cui criticava maggioranza dei teorici jihadisti, è rimasto Al Maqdisi ha perso quel che restava
gli eccessi e gli errori della sua strategia: la fedele al leader di Al Qaeda, Ayman al Za- della sua influenza quando è stato stru-
scomunica di musulmani, il massacro de- wahiri. Accusa il “califo” di Mosul di sov- mentalizzato dalle autorità giordane. Di
gli sciiti, gli attentati contro i civili, le don- vertire il progetto islamico e di creare una fronte alla minaccia dell’Is alle sue frontie-
ne e i bambini. Queste critiche crearono itna (divisione) all’interno del salaismo. re, il regno hashemita ha puntato sul jiha-
una frattura tra i due ex compagni d’armi, Critica la devianza dell’Is, che spinge dismo soft di Al Maqdisi e di Al Filistini per
e Al Zarqawi rinnegò il suo vecchio sheikh. all’eccesso i metodi brutali di Al Zarqawi. contrastare l’inluenza del nuovo gruppo
Al Qaeda fu costretta a tollerare gli eccessi Ma anche alcune delle persone a lui più vi- sugli ottomila jihadisti giordani e seminare

Internazionale 1176 | 21 ottobre 2016 73


Ritratti
un obiettivo del jihad. Al Maqdisi non ha
mai smesso di criticare l’insistenza di Al
Qaeda sul nemico lontano. “Invece di
prendersela con l’occidente bisogna com-
battere Israele e i regimi dispotici del Me-
dio Oriente. Io non avrei mai organizzato
gli attentati dell’11 settembre”, sostiene.
Ma non ha neanche condannato aperta-
mente quegli attentati né quelli commessi
in nome dell’Is. “Ho detto più volte che so-
no contrario all’uccisione di donne, bam-
bini e civili”, si limita a ricordare. L’esperto
giordano Abu Haniyeh, che lo conosce be-
ne, chiarisce: “Al Maqdisi in fondo approva
questi attentati, ma non rientrano nella sua
teoria”.
La sua ambizione di uniicare il jihadi-
smo ha spinto Al Maqdisi ad adottare una
posizione ambigua nei confronti dell’Is,
per quanto ne critichi aspramente i leader.
Nel 2013, durante la disputa tra Al Baghda-
zizzania tra i suoi capi. Alla ine del 2014, la copertina del suo mensile Dabiq sotto il di e Abu Muhammad Al Julani per il con-
quando l’Is ha catturato in Siria il pilota titolo “I capi degli sbandati”. È stato accu- trollo della iliale siriana di Al Qaeda – il
giordano Moaz al Kassasbeh, Amman ha sato di essere un agente dei servizi segreti Fronte al nusra – Al Maqdisi ha cercato di
chiesto aiuto ad Al Maqdisi, malgrado la giordani e condannato a morte. fare da conciliatore. È rimasto fedele ad Al
profonda ostilità di quest’ultimo nei con- Nella lotta per il controllo della sfera Qaeda senza condannare l’Is e il califato
fronti della monarchia. Dalla prigione, do- jihadista, alcuni prevedono già la sconitta di Al Baghdadi. Ha auspicato la ine delle
ve era stato rinchiuso due mesi prima per di Al Qaeda. “La sua retorica è superata. I guerre interne e l’unità sotto la guida di Al
una fatwa contro la partecipazione della jihadisti vogliono instaurare uno stato isla- Zawahiri.
Giordania alla coalizione internazionale in mico e stare dalla parte dei vincitori”, ritie- Nel settembre del 2014, quando è stata
Siria e in Iraq, Al Maqdisi ha scritto ai lea- ne il ricercatore giordano Marwan Sheha- formata la coalizione internazionale con-
der dell’Is, compreso Al Baghdadi, per deh. Al Maqdisi ammette che rispetto agli tro l’Is, Al Maqdisi ha perino preso pubbli-
camente le difese del gruppo, auspicando
la sua vittoria contro l’occidente, gli idola-
È rimasto fedele ad Al Qaeda tri e gli sciiti. Al Maqdisi riiuta ancora di
senza condannare l’Is. Vorrebbe scomunicare l’Is, come hanno invece fatto
Al Filistini e Al Zawahiri. “Condanno le
la ine delle guerre interne e l’unità azioni dell’Is e i suoi errori”, spiega, “ma
sotto la guida di Al Zawahiri non lascio che la mia animosità personale
influenzi il mio giudizio. Nell’Is ci sono
chiedere di scambiare il pilota giordano attentati dell’11 settembre 2001 l’organiz- persone peggiori dei kharigiti (eretici). Ma
con Sajida al Rishawi, un’irachena condan- zazione fondata da Bin Laden non ha più altri non condividono la loro ideologia del
nata a morte per gli attentati del novembre gli stessi mezzi. “Ha perso molti capi e non takir (scomunica)”.
2005 ad Amman. I leader dell’Is lo hanno c’è più un comando centrale”. Ma non cre- Al Maqdisi definisce i simpatizzanti
preso in giro, assicurandogli che avrebbero de che l’Is possa essere la nuova organizza- dell’Is “devianti” invece che “eretici”, la-
risparmiato il pilota, per poi inviargli il vi- zione di riferimento del jihad. “L’Is attrae sciando la porta aperta al loro pentimento.
deo in cui l’ostaggio veniva bruciato vivo. solo chi si fa guidare dalle emozioni. Quel- “Ha ancora molti contatti nell’Is, e potreb-
Per vendicarsi, la Giordania ha eseguito la li che possiedono un’istruzione religiosa be essere in grado di avviare un dialogo”,
condanna di Al Rishawi e di un altro jihadi- restano con noi”. ritiene l’esperto Dominique Thomas. Le
sta iracheno, Ziad al Karbouli. Per Al Maqdisi “noi” è il salaismo jiha- sconitte in Iraq e in Siria spingeranno l’Is a
La rottura con l’Is era ormai consuma- dista. L’unicità è il suo credo. “Non siamo una riconciliazione? “Ora che molti suoi
ta. Il 6 febbraio del 2015 Al Maqdisi è ap- legati ad Al Qaeda, non è importante che capi sono morti e che non restano altro che
parso da uomo libero negli studi della tv sia più o meno forte. L’importante è l’idea, dirigenti di secondo grado, il gruppo per-
giordana Al Roya per lanciare una scomu- il salaismo”, dice. Al Maqdisi non ha mai derà terreno. I disertori sono sempre più
nica contro l’Is, i cui atti distorcono il jihad giurato fedeltà ad Al Qaeda. È vicino ad Al numerosi. Non sanno dove andare, e gli
e macchiano di sangue la religione. Per l’Is Zawahiri, ma il suo rapporto con Bin Laden altri gruppi hanno troppa paura di acco-
il jihad non è altro che “massacri e uccisio- era segnato dalla siducia. Il fondatore di glierli”, dice Al Maqdisi. Nel suo entourage
ni”, metodi estranei al salaismo, ha riba- Al Qaeda gli aveva impedito d’insegnare assicurano che alcuni sostenitori dell’Is
dito Al Maqdisi. nei suoi campi, ritenendolo troppo radica- che vogliono disertare e unirsi al Fronte al
Il gruppo jihadista non ha tardato a ri- le, dopo che aveva accusato di apostasia la nusra lo stanno già contattando perché in-
spondere. La foto di Al Maqdisi è inita sul- famiglia reale saudita e l’aveva dichiarata terceda in loro favore. u f

74 Internazionale 1176 | 21 ottobre 2016


 
 

    
 

  
          
         
    
       

  
  

 





  

       

   
  
Viaggi

Il richiamo
della foresta
Graeme Green, Southeast Asia Globe, Cambogia
Fare trekking in Thailandia partiti ieri da lì, dove abbiamo ammirato dei
del nord è un modo per aiutare bellissimi templi. In città si può scegliere tra
vari tipi di alloggio, ma il 137 Pillars house è
l’economia dei villaggi rurali. forse la scelta migliore. È un piccolo albergo
Gli escursionisti dormono nelle di lusso lontano dal caos delle strade bruli-
case degli abitanti del posto canti di motorini. Le stanze, rivestite di tek,
sono state costruite dall’ex proprietario
Louis Leonowens, iglio di Anna, la scrittri-
a vita qui è facile”, ce ed educatrice che ha ispirato il personag-

“L dice Rang-sri Pra-


sopturm, della tribù
dei lahu rossi, del
nord della Thailan-
dia. Siamo a casa
della nostra guida, seduti sul pavimento
gio principale del ilm Anna and the King.
Un altro mondo rispetto alla semplicità del-
le colline del nord.
La mattina dopo abbiamo raggiunto in
auto il sentiero. La strada si arrampica tra le
colline verdi. Lungo il percorso abbiamo
KORAwee RATCHAPAKDee (GeTTY IMAGeS)
della cucina: una stanza spaziosa con le pa- visto dei monaci con le tonache giallo zafe-
reti di bambù. La moglie e la iglia di Pra- rano che raccoglievano elemosine. Dopo
sopturm tagliano le verdure per la cena, una lunga traversata siamo arrivati a Pa Mai
mentre l’acqua per il tè bolle in un pentolino Deang (foresta di legno rosso), dove comin-
annerito. Ogni tanto spunta un cagnolino o cia il sentiero. Siamo nel distretto di Pang
un’impavida gallina in cerca di avanzi. È un Mapha. La nostra guida, Aviruth Meesupa,
luogo ideale per rilassarsi e capire come si soprannominato Ball, ci ha presentato le
svolge la vita rurale in queste colline sper- persone che ci avrebbero accompagnato nel villaggio di Pha Mon, tra galli, maiali e
dute vicino al conine con la Birmania. nella foresta e ospitato in casa loro, tra cui il cani che vagano in mezzo alla strada. A Pha
“In città la gente ha troppe cose da fare e riservato Yajoe Sankampoe della tribù dei Mon vivono 72 famiglie e molte lavorano
tutti corrono”, spiega Prasopturm, “non karen bianchi e il più estroverso Rang-sri nell’agricoltura. Il villaggio è più moderno
vanno piano come qui da noi”. La semplici- Prasopturm, dei lahu rossi. di quanto si potrebbe pensare, con camion
tà è il fascino principale di questa spedizio- e motociclette parcheggiati davanti a gran-
ne lungo il nuovo sentiero che collega i vil- Piante curative di case di legno. Molte costruzioni hanno le
laggi delle tribù, nella semisconosciuta È rilassante camminare all’ombra degli al- antenne paraboliche e in giro si vedono
provincia tailandese di Mae Hong Son. beri, senza i rumori del traico, accompa- smartphone e iPad. Non è l’immagine della
Dormiamo nelle case del posto perché in gnati dal canto degli uccelli e dal fruscio dei vita tribale tradizionale che ci si aspettereb-
questi villaggi rurali non ci sono alberghi. nostri passi. Ogni tanto il sole spunta dalle be. La gente del posto indossa magliette e
Le case sono di legno e i materassi sistema- fronde e le cime di roccia calcarea fanno felpe, non i costumi e i monili tradizionali.
ti sul pavimento. Per fare la doccia bisogna capolino tra gli alberi. Prasopturm ci ofre Il sole tramonta sulle colline mentre ci
riempire una pentola di acqua gelata e rove- una dimostrazione di come sfruttare la co- fermiamo per la notte a casa di Sankampoe,
sciarsela addosso. noscenza della foresta: stacca la corteccia dove sul pavimento vengono sistemati ma-
Il sentiero è stato creato per favorire il da un albero e la intreccia per farne una cor- terassi e zanzariere. A cena Sankampoe di-
turismo e portare un po’ di soldi e di svilup- da. Poi ci indica un iore che segnala la pre- ce la sua sulla vita in campagna e la vita in
po nei villaggi. Il trekking nel nord della senza di una pianta le cui foglie curano città: “Qui mi sento libero, al sicuro e a mio
Thailandia è molto conosciuto, anche trop- sbucciature e lividi. In un rifugio fatto di agio. Abbiamo pochi soldi, ma si sta bene”.
po secondo qualcuno. In alcuni itinerari i bambù le donne della tribù dei lahu rossi Gli abitanti del villaggio sperano che il turi-
venditori ambulanti tormentano i tanti preparano il pranzo: riso, melanzane e ma- smo possa contribuire a portare un po’ di
escursionisti proponendo gioielli fatti a ma- iale, cavolo fritto e uovo, pesce snakehead soldi nella zona, che prima era dominata
no, oggetti di artigianato o birra. Chi cerca alla griglia. Mangiamo di gusto prima di ri- dalla produzione di oppio. “In passato mol-
un’esperienza tranquilla può fare i sentieri prendere il cammino. La foresta si apre ver- ti villaggi si sono sviluppati con il mercato
che si trovano a cinque ore di auto da so le colline e verso una valle ricca di boschi. nero dell’oppio”, spiega Sankampoe. “I sol-
Chiang Mai, la “capitale del nord”. Siamo Tagliamo per dei campi di mais e arriviamo di erano comunque pochi. Ora invece pos-

76 Internazionale 1176 | 21 ottobre 2016


Thailandia, 8 dicembre 2015. La grotta di Tam Lod, nel nord del paese arrampica sulla sponda del iume. “Sono
ottimi”, dice Prasopturm. “Io mangio tutti
gli animali della foresta: granchi, cicale, ra-
gni, vermi. Li annaio con birra e whisky”,
aggiunge ridendo.
Gli abitanti del villaggio della tribù dei
karen bianchi ci preparano il pranzo, segui-
to da un tè alle foglie di bambù servito in
tazze di bambù. Nel pomeriggio vediamo
dei bufali che poltriscono sulla riva di un
iume. Facciamo una deviazione per salire
su una scala e raggiungere una grotta dove
Prasopturm ci mostra una pagoda di sei-
cento anni fa. “Forse è stata costruita dalla
popolazione shan”, spiega. Poi stacca dei
rami da una pianta di melanzane e li im-
merge in un iume pieno di carpe del ruscel-
lo di soro. In un attimo l’acqua è un caos di
teste e code di pesce: pochi secondi dopo il
ramo non ha più foglie.
Arriviamo al villaggio, che ha seicento
abitanti. Prasopturm ci accoglie in casa sua
e ci rilassiamo davanti al fuoco della cucina.
Tra i piatti serviti per cena c’è una pietanza
molto saporita fatta con le felci e i funghi,
che Prasopturm ha colto nella foresta du-
rante l’escursione. Prasopturm indica la tv,
è la prima nel villaggio. L’elettricità è una
conquista recente: è arrivata negli ultimi
dieci anni, seguita da internet. Non sono le
uniche novità. “Abbiamo perso alcune arti
tradizionali, come quella di intrecciare ce-
sti. Alcuni anziani lo sanno fare ancora, ma
i giovani preferiscono comprare cestini di
plastica”, dice Prasopturm. “La vita è più
siamo coltivare quello che vogliamo e si questa giornata parte da Pha Mon e ci porta, comoda. La gente compra quello che serve
guadagna di più”. lungo ripidi sentieri nella foresta, ino al vil- in città. Ma il modo di vivere è lo stesso.
La mattina dopo veniamo svegliati pre- laggio di Muang Pam. Mentre percorriamo L’agricoltura è la stessa”. E aggiunge: “In
sto da un coro di galli e dai maiali che litiga- un sentiero che segue il corso di un iume, passato i medici qui non venivano e usava-
no. Il fumo delle cucine si spande in tutto il Prasopturm canta e ischietta. Grossi ragni mo molte erbe e medicine locali. E quando
villaggio, mentre passeggio facendo ridac- pendono dalle ragnatele tra i rami degli al- il dolore era intenso prendevamo l’oppio”.
chiare le donne del posto con i miei tentativi beri. “Sono velenosi ma non mortali”, dice La nuova giornata comincia all’alba.
di saluto in lahu: “A-bo-da-ya”. La tappa di la nostra guida. Più avanti un granchio si Usciamo dal villaggio e attraversiamo un
iume tortuoso, guadando nell’acqua alta
ino al ginocchio. “Questo è il iume Lang”,
Informazioni pratiche dice Prasopturm. “Arriva dalla Birmania. Il
conine è a venti chilometri da qui”.
u Arrivare e muoversi Provincia per visitare la Thailandia
Il prezzo di un volo dall’Italia di Mae Hong Son
va da novembre a febbraio, Tagliamo per una serie di piccole fatto-
per Bangkok (China Eastern Chiang Mai LAOS quando il monsone di nordest rie e sbuchiamo su un iume dove un gruppo
Airlines, Qatar Airways, soia aria fredda e secca. di adolescenti butta le reti per prendere pic-
Turkish Airlines) parte da 465 THAILANDIA A nord ci sono 10 gradi la coli pesci. Alla ine del percorso ci aspetta
euro a/r. Il sito seat61, mattina presto e di giorno si un camioncino che ci porterà al Tham Nam
dedicato ai viaggi in treno, Bangkok può arrivare a 20 gradi. lot wildlife and nature education centre,
aferma che “la Thailandia ha u Leggere Corrado Ruggeri, una vasta rete di grotte sul iume. Delle zat-
un buon sistema ferroviario e CAMBOGIA Farfalle sul Mekong, Feltrinelli tere di bambù ci traghettano in un velo di
il treno è il modo migliore per 2015, 8,50 euro.
Golfo oscurità prima che una guida ci scorti nelle
vedere il paese. È comodo, del Siam u La prossima settimana
grotte con una torcia, rivelando enormi sta-
sicuro, economico ed Viaggio a Gibilterra. Ci siete
ecologico”. Sul sito si possono stati e avete suggerimenti su lattiti, stalagmiti e una formazione rocciosa
trovare gli orari e i prezzi per tarife, posti dove mangiare a forma di coccodrillo. Tornati alla luce, ci
raggiungere Chiang Mai. o dormire, libri? Scrivete a iniliamo nel furgone diretti di nuovo verso
250 km
u Clima Il periodo migliore viaggi@internazionale.it. il caos di Chiang Mai. u fas

Internazionale 1176 | 21 ottobre 2016 77


“Un viaggio imprevedibile
nel mondo reale e immaginario
dello scrittore”
Melania Mazzucco
Il Venerdì di Repubblica

“This exhibition, a work


of the imagination
in its own right, is full
of masterpieces”
Susan Moore
Apollo Magazine

“A Palazzo dei Diamanti una


carrellata che toglie il fiato”
Fabio Isman
Il Messaggero

“Una mostra che procede


per capolavori assoluti
della pittura e oggetti
impareggiabili”
Claudia Colasanti
Il Fatto Quotidiano

ORLANDO
FURIOSO
500 ANNI
COSA VEDEVA ARIOSTO
QUANDO CHIUDEVA
GLI OCCHI
M IA /DE A Z
I/
D O AL
Z P

R A /FETE / TI/
/

A R N
A A
RA R
/

Giorgione, Gattamelata (part.), c. 1501


Firenze, Galleria degli Uffizi
Su concessione del MiBACT
Graphic journalism Cartoline dall’Italia

Internazionale 1176 | 21 ottobre 2016 79


Graphic journalism

80 Internazionale 1176 | 21 ottobre 2016


Internazionale 1176 | 21 ottobre 2016 81
Graphic journalism

I disegni di questo fumetto sono di Anna Brandoli, i testi di Renato Queirolo. Entrambi nati a Milano, sono i creatori di Rebecca.
Questo racconto inedito è parte del loro nuovo libro Corti e crudi (Comicout), che sarà presentato a ine ottobre a Lucca Comics.

82 Internazionale 1176 | 21 ottobre 2016


Feel good, be good, do good.
Nel 1969, Yogi Bahjan arrivò in Occidente dalla nativa ricette ayurvediche, ispirate alla miscela tradizionale e
India per difondere la conoscenza dello Yoga Kundalini, preparate con soli ingredienti biologici di alta qualità,
della Meditazione e dell’Ayurveda. Durante le sue mirate al raggiungimento del perfetto equilibrio tra
lezioni, era solito servire agli allievi un infuso speziato corpo, mente e spirito.
ed aromatico, a base di cannella, zenzero, cardamomo,
In ogni tazza YOGI TEA® mettiamo tutta la nostra
chiodi di garofano e pepe nero, che essi cominciarono a
passione, dedizione e responsabilità ambientale e sociale.
chiamare afettuosamente Yogi Tea, ovvero tè dello Yogi.
Oggi, YOGI TEA® ofre una linea di più di 40 diverse RISCALDA IL TUO CUORE, SERVI IL TUO SPIRITO!

Scopri di più sul mondo YOGI TEA® e sui nostri impegni su:




www. yogitea.com



 
www.facebook.com/yogitea


Scegliere un supermercato NaturaSì significa essere certi di acquistare cibi biologici e biodinamici,
selezionati e certificati.
Ma vuol dire anche avere a cuore la salute della terra ed il rispetto delle risorse naturali.

www.naturasi.it Scarica la nuova app


shop.naturasi.it naturasi.it/app
Cultura

Letteratura
FrED W. MCDArrAh (GEtty IMAGES)

New York, gennaio 1965. Bob Dylan allo Sheridan square park

Un premio
moria. Poi i surrealisti, il beat; più tardi un
po’ di psichedelia, la Bibbia e altre cose.
Il risultato, per quanto vario – ballate,
sermoni, canti epici o lirici, tutti ovvia-
mente diventati subito classici – ha una sua

che fa discutere compattezza di fondo. Sono le canzoni di


Dylan, la poesia di Dylan. E le sue parole,
per citare il poeta Bryan Adams, tagliano
come un coltello.
Chimes of freedom è forse uno dei più
grandi testi poetici dei nostri tempi. Il cielo
si apre, vengono giù raiche di pioggia con
Bill Wyman, Vulture, Stati Uniti tuoni e lampi e il tutto è raccontato, nella
C’è davvero da stupirsi per il ora prima che il Nobel a Dylan fosse an- prima metà di ogni strofa, in una prosa ri-
nunciato. Nel 1997 la chiesa cattolica, cercata (“Attraverso la deserta cattedrale
Nobel per la letteratura a Bob
sempre duramente attaccata dall’autore della sera, la pioggia svelava racconti / Per
Dylan? In realtà è stata una italiano, s’infuriò per l’assegnazione del le nude forme senza volto né posizione”).
scelta strana solo in apparenza Nobel a Fo. Se fosse arrivato qualche anno Nella tempesta che infuria, Dylan sente
fa, anche il Nobel a Dylan avrebbe suscita- quasi la voce della giustizia e, nella secon-
to irritazione in diversi ambienti. da metà di ogni strofa, cambia improvvisa-
ome se quest’anno non fosse Bob Dylan merita il premio perché è mente registro per elencare, con tono col-

C già abbastanza strano, c’è


anche il premio Nobel per la
letteratura assegnato a Bob
Dylan. Non è stata esatta-
mente una sorpresa, dato che molti lo sug-
gerivano da anni. Ma è comunque incredi-
bile che sia successo, anche perché nella
stato un poeta faro del ventesimo secolo.
È stato un cantautore folk, una rockstar,
un provocatore e, ogni tanto, un eccentri-
co. Ma più di ogni altra cosa, prima ancora
di cantare le sue parole, le ha messe su car-
ta scegliendole con una maestria spesso
incompresa, preoccupandosi sempre che
loquiale e ossessivo, tutti coloro in difesa
dei quali si scagliano tuoni e i lampi: “Che
suonavano per il ribelle, che suonavano
per il miserabile / Che suonavano per lo
sfortunato, l’abbandonato e il riiutato /
Che suonavano per l’escluso, messo co-
stantemente al rogo / Per la bistrattata ma-
seriosa storia del Nobel il fatto è quasi, se avessero un signiicato. dre senza marito, la prostituta ingiuriata /
non del tutto, senza precedenti. L’unico Si sa quali sono le sue fonti: Woodie Gu- Per il delinquente da poco, incatenato, im-
possibile precedente è quello dell’italiano thrie con le sue canzoni della grande de- brogliato e inseguito”.
Dario Fo, drammaturgo e provocatore dal- pressione, per iniziare. Poi il folk-blues. Ma È una lista delle persone più disperate e
la comicità blasfema. Per una triste coinci- anche il grande canzoniere americano, che disgraziate del mondo, una lista che deini-
denza Dario Fo è morto appena qualche Dylan sembra conoscere addirittura a me- rei quasi biblica, dato che molti dei perso-

84 Internazionale 1176 | 21 ottobre 2016


BrIAN ShuEL (rEDFErNS/GETTy)

Dicembre 1962. Dylan in concerto per la prima volta a Londra

naggi sono appunto vittime bibliche, non derato anche altri fattori. Per esempio, che l’imbarazzo di non aver premiato lui?
fosse che Dylan sapeva troppo bene che la il mondo è cambiato e che oggi i frutti della E poi, è proprio vero che lo scrittore Dy-
religione è una delle cause di queste sofe- creatività dei poeti sono universali e acces- lan ha così strenuamente cercato la popola-
renze. sibili a tutti. rità? Il suo talento cominciò a emergere in
Avrà quindi ipotizzato che anche la dei- un’epoca in cui era ancora poco chiaro cosa
Un profeta pop nizione di ciò che è “pop” deve essere cam- distinguesse una celebrità pop da una rock.
Leggendo attentamente la canzone, gli ac- biata. Poteva essere ignorata per sempre? Tutta la sua generazione – che va da lui, un
cademici svedesi si saranno imbattuti nelle Davvero volevano che Dylan, che oggi ha 75 bambino ebreo cresciuto nel nord del Min-
parole “per quelli condannati a vagare o per anni, morisse senza quel riconoscimento? nesota, a quattro ragazzi di Liverpool della
quelli a cui viene impedito di vagare”. De- Se fosse successo, come avrebbero potuto classe operaia – guardò a Elvis Preseley con
vono aver compreso che Dylan riesce a de- premiare qualsiasi altro scrittore pop con ammirazione e riconoscimento. Ma Dylan
scrivere con esattezza due delle grandi tra- vide presto anche i lati negativi di quel tipo
gedie del ventesimo secolo – la pulizia etni- di fama (in particolare nella canzone Deso-
ca e l’esilio forzato, da un lato, e il gulag Da sapere lation row) e, in dagli esordi della sua car-
dall’altro – in un singolo verso. Come richard Wagner riera, riuscì sempre a confondere il suo pub-
E nel verso “per gli amanti con la solitu- blico, i suoi amici e i suoi mentori.
dine nei cuori con una storia troppo perso- u Alex ross, il critico di musica classica del Passò al rock elettrico, poi al country per
New Yorker, ha commentato il Nobel per la
nale” devono aver scorto almeno una trac- tornare di nuovo al rock, quindi a un cristia-
letteratura assegnato a Bob Dylan con un
cia delle battaglie che si sarebbero combat- nesimo irascibile e così via un decennio do-
parallelo apparentemente arrischiato: “Già
tute in seguito per il matrimonio tra bianchi alla ine dell’ottocento infuriò un dibattito su
po l’altro.
e neri e, ovviamente, per i diritti dei gay. una igura che era diventata nota nella sfera Il suo viaggio si è compiuto sempre da-
Proseguendo le loro ricerche, devono musicale ma che ricercava anche un vanti ai nostri occhi. Fa parte di una genera-
aver scoperto sogni deliranti in Visions for riconoscimento letterario”, scrive ross. “Fu zione che, come lui, è invecchiata in parte
Johanna e tristi scenari western in Lily, Ro- deinito un dilettante, la sua musica fu bene e in parte male. Ma la sua opera, forse
semary and the Jack of hearts. Avranno letto considerata rumorosa e bizzarra, si disse che la la sua semplice presenza, ha inluenzato
la spoglia supplica di un innamorato (“Pos- sua poesia mescolava banalità a frasi senza tutte le generazioni successive. Oggi, dalla
so cambiare, lo giuro”); un’analisi ringhiata senso. Se crescevate alla ine dell’ottocento, nostra prospettiva, riusciamo a vederlo
anziché negli anni sessanta e settanta del
del capitalismo (“Il denaro non parla, im- chiaramente?
novecento, il vostro Bob Dylan sarebbe stato
preca”); una parabola interrotta, enigmati- Forse la scelta dell’accademia vuole far-
richard Wagner”. ross si afretta a fare dei
ca quanto un frammento di Safo (“‘Deve distinguo ma poi conclude: “Il dibattito andrà
ci rilettere proprio su questo. Possiamo ri-
esserci una via d’uscita’, disse il giullare al avanti ancora ma una cosa è certa: l’accademia conoscere un Dante, un Omero o un Whit-
ladro”); e dolorosi racconti d’ingiustizia co- di Stoccolma, che pure in passato ha fatto man così da vicino? Se siamo qui a parlarne,
me The lonesome death of Hattie Carroll e scelte discutibili, tra cinquant’anni non avrà il premio Nobel ha probabilmente centrato
Hurricane. L’accademia svedese avrà consi- nulla di cui vergognarsi”. l’obiettivo. u nv

Internazionale 1176 | 21 ottobre 2016 85


Cultura

Cinema
Italieni Dagli Stati Uniti
I ilm italiani visti da
un corrispondente straniero.
Attori porno in piazza
Questa settimana Vanja
Lucsic del settimanale fran­
cese L’Express. I lavoratori dell’industria sformerebbero in delatori: po­

DAMIAN DoVARGANES (AP/ANSA)


del porno hanno manife- trebbero denunciare diretta­
Qualcosa di nuovo stato a Los Angeles contro mente gli attori o le attrici, che
Di Cristina Comencini una proposta di legge che quindi dovrebbero rendere
Con Paola Cortellesi, Micaela deiniscono persecutoria pubblici i loro veri nomi e indi­
Ramazzotti, Eduardo rizzi. “È una persecuzione”,
Valdarnini, Eleonora Danco. Prop 60 è il nome di una pro­ dice Alec Knight, un attore di
Italia, 2016, 93’ posta di legge voluta da Mi­ 44 anni, “la privacy è fonda­
●●●●● chael Weinstein, discusso am­ mentale per noi”. Tommy
Il miglior cinema italiano, in ministratore della Aids health­ Preservativi della Ahf Gunn, 48 anni, aggiunge: “È
questo momento, è al femmi­ care foundation (Ahf ). La leg­ un invito a denunciarci”. Nel
nile. Qualcosa di nuovo di Cri­ ge permetterebbe agli spetta­ noi pagare il conto”. Ann e di­ frattempo Weinstein investe in
stina Comencini, libero adat­ tori dei ilm pornograici di de­ verse centinaia di lavoratori spot pubblicitari con ex attori
tamento della sua commedia nunciare gli attori che girano del settore hanno manifestato sieropositivi che dichiarano di
teatrale La scena, ha due altre scene di sesso senza preserva­ di fronte al lussuoso uicio di aver contratto l’hiv sui set cali­
sceneggiatrici, Giulia Calenda tivo. Julia Ann, 47 anni, è una Weinstein che, tra le altre atti­ forniani. L’ultimo contagio
e Paola Cortellesi. Cortellesi è delle più famose attrici di por­ vità, possiede una catena di nell’industria del porno di Los
anche una delle due meravi­ no con donne mature: “Wein­ farmacie della California del Angeles risale al 2004.
gliose protagoniste: lei è Lu­ stain vuole costruire un mon­ sud. Con l’approvazione della Seth Abramovitch,
cia; Micaela Ramazzotti, l’al­ do utopico”, dice. “E tocca a Prop 60 gli spettatori si tra­ Hollywood Reporter
tra, è Maria. Sono due donne
sulla quarantina, belle e capa­
ci ma anche molto sole. Ami­ Massa critica
che da sempre, anche se mol­ Dieci ilm nelle sale italiane giudicati dai critici di tutto il mondo
to diverse, non hanno peli sul­

ST
PH

la lingua nel criticarsi, con

PO
S
IL

E
A

S
T
A

IM
E
R

N
EN
M

IM

tanto afetto. “Sei un po’ mi­


EG

O
T
D

T
D

T
N

K
EL

G
N

N
IA

gnotta, un po’ leggera”, dice N


A

L E i ti L E
L E i to T

L I i to P E

T i t i YO
ni R D

ti I
E

IO
n Y

ni S H
E
n GE
a OB

n E
U L

a R

n W
a D
ci AT
o UA

o ND
o AI

Lucia a Maria, che colleziona


iU A
o
ci A

ci N
iU N

iU E
t
ad L

at W
an I G
gn D

an R

an O

at N
an G

gn G

at A
gn I

Fr BÉ

a
U

Fr M
Re H E

St H E
Re H E
Fr F

St S
C HE

Re H E

St H E

amanti da una notte da quan­


LO

Media
T

T
T

do è sola con i bambini, dopo


che ha sorpreso il marito con I mAgnIfIcI 7 11111 11111 11111 11111 11111 - 11111 11111 11111 11111 11111
la babysitter. “È un blocco di
ghiaccio”, dice Maria di Lucia, ben-HuR 11111 11111 11111 11111 11111 11111 11111 11111 11111 11111 11111
cantante jazz che, dopo una
terribile delusione, ha chiuso cAfé SocIety 11111 11111 11111 11111 11111 11111 11111 11111 11111 11111 11111
con gli uomini. Questa strana
coppia ci fa molto ridere (i dia­
DeePwAteR 11111 - 11111 11111 11111 - 11111 11111 11111 11111 11111
loghi sono dei fuochi d’artii­
cio!) ma anche rilettere, of­
eLVIS & nIxon 11111 11111 - 11111 11111 - 11111 11111 11111 11111 11111
frendoci un impietoso spec­ gHoStbuSteRS 11111 11111 11111 11111 11111 11111 11111 11111 11111 11111 11111
chio dei rapporti umani nella
nostra società. Eduardo Val­ InDePenDence DAy 11111 11111 11111 11111 11111 11111 11111 - 11111 11111 11111
darnini, un tenero dicianno­
venne, fa irruzione nella vita JASon bouRne 11111 11111 11111 11111 11111 11111 11111 11111 11111 11111 11111
delle due amiche ed è l’unico
uomo che riesce a fagli pren­
SuIcIDe SquAD 11111 11111 11111 11111 11111 - 11111 11111 11111 11111 11111
dere la tanto agognata “va­
canza da loro stesse”. E questo
tHe wItcH 11111 11111 11111 11111 11111 11111 11111 11111 11111 11111 11111
non può non inquietarci. Legenda: ●●●●● Pessimo ●●●●● Mediocre ●●●●● Discreto ●●●●● Buono ●●●●● Ottimo

86 Internazionale 1176 | 21 ottobre 2016


I consigli Neruda Quando hai 17 anni Rara
della Pablo Larraín André Téchiné Pepa San Martín
redazione (Argentina/Cile/Spagna/ (Francia, 116’) (Cile/Argentina, 90’)
Francia, 107’)

American pastoral plicistico alla nostra pietà. Ar- Ancora in sala


rivato al diciannovesimo ilm,
Ken Loach è ancora attratto da Go with me
storie terribilmente comples- Di Daniel Alfredson
se, e più si avventura in territo- Con Anthony Hopkins, Julia
ri diicili più diventa eicace. Stiles, Ray Liotta. Stati Uniti/
Robbie Collin, Canada/Svezia, 2015, 90’
The Telegraph ●●●●●
Grigio e tedioso, Go with me è
American pastoral una storia di vendetta che si
Di Ewan McGregor svolge in una fredda e nebbio-
Con Ewan McGregor, Dakota sa città di taglialegna nel
Fanning, Jennifer Connelly. nordovest degli Stati Uniti do-
Stati Uniti, 2016, 108’ ve sembrano esserci più luo-
DR

●●●●● ghi comuni che alberi.


In uscita zie alla disperazione di padre Nel suo debutto alla regia, Hopkins è Lester, un vecchio e
di Cage. Forse Uli Edel farà di Ewan McGregor coglie la stoico taglialegna che accetta
Pay the ghost meglio nel sequel, annunciato grandezza elegiaca del ro- la richiesta di aiuto di Julia Sti-
Di Uli Edel –forse– dall’ultimissima im- manzo di Philip Roth del 1997 les perseguitata da uno stalker
Con Nicolas Cage, Sarah magine del ilm. ma lascia fuori la sua ironia (Liotta) con l’entusiasmo di
Wayne Callies, Veronica Ferres. Jeanette Catsoulis, amara, la sua portata storica e un veterano del cinema che
Stati Uniti, 2015, 90’ The New York Times la sua complessità psicologi- accetta il suo assegno. Il per-
●●●●● ca. Sbaglia anche ad aidare a sonaggio di Liotta, un ex vice-
I buoni attori che fanno catti- Io, Daniel Blake se stesso il ruolo principale, scerifo pappone e spacciato-
ve scelte non sono una novità, Di Ken Loach. Con Natalie Ann quello di Seymour Levov (“lo re, dovrebbe incutere terrore
specialmente quando i buoni Jamieson, Colin Coombs, Dave svedese”), un uomo d’afari ma Liotta è stato più spaven-
attori sono Nicolas Cage. Co- Johns. Regno Unito/Francia benestante che vive nella toso quando ha recitato parti
mincio però a preoccuparmi 2016, 100’ campagna del New Jersey e di buono. Quando Hopkins,
che nel caso della carriera di ●●●●● che vedrà la sua vita rivoluzio- Stiles e un ragazzone dagli oc-
Cage le cattive scelte stiano Il nuovo ilm di Ken Loach rac- nata dagli anni sessanta. Una chi buoni (Alexander Ludwig)
cominciando a superare quel- conta la storia di Daniel (Dave regia onesta e misurata porta arrivano a stanare Liotta den-
le buone. Questo ilmetto da Johns), un falegname che, do- l’ottimo cast a recitare tutto in tro un’autocisterna, sembra
Halloween non lo aiuterà di po un brutto attacco di cuore, tono minore, ma è proprio siano usciti a comprare il latte.
certo. Ambientato in una New decide su consiglio del medico Ewan McGregor che non rie- Tale è l’eccitazione che Al-
York irriconoscibile, Pay the di lasciare il lavoro manuale. sce a trasmettere la grazia e fredson riesce a trasmettere a
ghost rilegge la solita trama Essendo un vedovo di 59 anni l’umorismo che eleva lo sve- questo western contempora-
della ricerca di un bambino si aspetta un sussidio di disoc- dese dalla banalità borghese a neo in cui nessuno sembra es-
scomparso attraverso il iltro cupazione, invece viene inse- una sorta di eroismo. sere a proprio agio.
di una favola popolare celtica. rito nelle liste di collocamen- Richard Brody, Robert Abele,
Mike (Nicolas Cage) è un do- to: a questo punto comincia il The New Yorker Los Angeles Times
cente di letteratura inglese suo incubo. Loach trasforma
che, un anno dopo aver smar- la sua critica dello stato sociale
rito il iglio a una festa di Hal- britannico, ambientata in una
loween, è ancora lì ad attacca- malinconica ma mai tetra
re volantini con la sua foto Newcastle, in un ilm altamen-
mentre la moglie (Sarah Way- te drammatico. La storia è kaf-
ne Callies) si allontana sem- kiana: Daniel passa le giornate
pre di più da lui. Poco credibi- a riempire moduli online e ad
le in dalle prime scene ascoltare musichette di attesa
(l’enorme magione della cop- al telefono e Johns, che è un
pia fa pensare che gli stipendi ottimo comico, riesce a rende-
dei professori d’inglese siano re meno tragica la sua situa-
aumentati a mia insaputa), zione con sprazzi di umori-
questa storiella, completa di smo. Le storie laterali sono più
avvoltoi volteggianti e graiti didascaliche e cercano di fare
inquietanti, si muove solo gra- appello in modo un po’ sem- Pay the ghost
DR

Internazionale 1176 | 21 ottobre 2016 87


Cultura

Libri
Italieni Dalla Spagna
I libri italiani letti da un
corrispondente straniero.
Tavola surrealista
Questa settimana
Frederika Randall, del setti-

SALvADOR DALí/FUNDACIó GALA-SALvADOR DALí/TASChEN


manale statunitense Viene ristampato Les dîners
The Nation. de Gala, uno strano libro di
ricette dell’artista spagnolo
Gianni Biondillo Salvador Dalí
Come sugli alberi le foglie
Guanda, 349 pagine, 18,50 euro Uova millenarie, grongo del
● ● ● ●● sole nascente e fagottini di ra-
“La trincea, questo budello na, tutto annaiato da un
paleolitico, è il luogo dell’inco- cocktail di brandy, zenzero e
scienza, della bestialità, del pepe di Cayenna. Se vi sembra
caos. Il nemico siamo noi”. tutto un po’ surreale, siete as-
Così, nel 1916, scriveva il te- solutamente nel giusto. Un ra-
nente Antonio Sant’Elia, un ro e fantasioso libro di ricette
architetto futurista, nato nel del pittore Salvador Dalí viene
1888 e morto sull’Isonzo a 28 ristampato dalla Taschen do- Les dîners de Gala (1937)
anni. È il protagonista dello po quarant’anni e si prepara a
stimolante romanzo di Bion- essere un best seller di Natale. gio Gala” ed è dedicato ai cibi de una folla ai piedi di una
dillo, autore conosciuto per i Les dîners de Gala, un lussuoso afrodisiaci. In un’illustrazione, montagna. Ovviamente ara-
suoi gialli e anche lui architet- ed erotico libro di cucina, fu una testa mozzata di donna goste e frutti di mare sono
to. Sant’Elia e molti suoi com- pubblicato nel 1973 e contene- con biscotti al posto dei capelli ovunque: “Amo tutti i crosta-
pagni futuristi si considerava- va 136 ricette scelte dal pittore e una frangia fatta con un ba- cei”, scrive Dalí, “cibo da
no socialisti, volevano abbat- con sua moglie Gala e un gran rattolo di marmellata giace su espugnare facendo la guerra
tere una classe dirigente passi- numero di illustrazioni e foto- un piatto accompagnata da un alla sua corazza per la conqui-
sta. Mentre molti italiani furo- graie. Il decimo dei dodici ca- grande blocco di formaggio sta del nostro palato”.
no contrari all’entrata in guer- pitoli è intitolato “Io mi man- Roquefort, oltre il quale si ve- The Guardian
ra, questi giovani contestatori
consideravano il conlitto una
“igiene del mondo”. In accor-
do con la loro fede interventi-
Il libro Gofredo Foi
sta, vollero arruolarsi volontari
nell’esercito. Molti morirono
Storie italiane dall’Africa orientale
in guerra. In tante belle pagine
Biondillo prende come ispira-
zione vari testimoni dell’orro- Giulia Caminito stirpe) non rara. La grande A è Eliso”, diceva Morante). La A
re: Boccioni, Carrà, Lussu, La grande A certamente l’Africa, e l’Aoi, del titolo è anche Assab, una
Gadda, Musil, Ungaretti. I ge- Giunti, 285 pagine, 14 euro l’Africa orientale un tempo piccola A, la cittadina dove la
niali disegni di Sant’Elia sono Romana al suo esordio, Giulia “italiana”, luogo di esotica madre di Giada, la narratrice,
tutto quello che rimane oggi Caminito non ha ancora diversità e di coloniale gestisce un bar con piglio
del suo talento, sacriicato così trent’anni ma è tra i pochi squallore ma afascinante per i virile. Ed è lei la vera grande A
giovane. Questa fu la prima scriventi degni di essere racconti che l’autrice ha per chi l’ama e la subisce. È
guerra mondiale. Eppure non chiamati scrittori, ché la sua è ascoltato, per le storie di una donna che si chiama
è assurdo vedere analogie pa- una scrittura originale e nonne, di mamme, di giovani, Adele, detta Adi, e combina
radossali tra i futuristi e i se- sicura, frasi brevi, continui a di etnie, di paesaggi e di storie, esercita un potere, si
guaci del gruppo Stato islami- capo, osservazioni che animali. A queste storie si scontra col mondo e dice
co nell’odierno conlitto me- vengono da azioni, aggiungono quelle di inine: “Quest’Africa è inita,
diorientale. Chi desidera la concretezza e curiosità da un’infanzia in tempo di guerra non era mia ma ora non c’è
guerra è giovane, istruito, esal- adolescente, qui per la storia in Lombardia, anch’essa non più, e prima che qualcuno
tato, vuole spazzare via un si- di famiglia e per quella più vissuta, ricostruita, e di una potesse venire a dirmelo, ho
stema corrotto. Per gli altri la grande, vista bensì dalle maturità negli anni del boom riempito la valigia senza tanti
guerra è solo un’ecatombe. vicende di una famiglia (o (e “fuori del Limbo non v’è complimenti”. u

88 Internazionale 1176 | 21 ottobre 2016


I consigli Adam Johnson Jack Kirby Mario Desiati
della La fortuna ti sorride Gli Eterni Candore
redazione (Marsilio) (Panini Comics/Marvel) (Einaudi)

Il romanzo Paul Beatty


Lo schiavista
Lauren Grof
Fato e furia
Frustrazioni e desideri Fazi, 369 pagine, 18,50 euro
●●●●●
Bompiani, 480 pagine, 19 euro
●●●●●
La satira afroamericana è nata Fato e furia è la cronaca di un
nel momento in cui il primo matrimonio. Laurence “Lot-
schiavo nero si è preso gioco to” Satterwhite, discendente
ArNAUD MeYer (OPALe/LeeMAGe/LUz)

Han Kang
La vegetariana dei suoi presunti padroni e di una famiglia benestante,
Adelphi, 177 pagine, 18 euro delle loro abitudini. Il guaio è, cresciuto nella convinzione di
● ● ● ●● però, che i padroni degli schia- essere destinato a grandi cose,
Yeong-hye è, nelle parole di vi si sono subito innamorati è un uomo afascinante, un
suo marito che aprono il della parodia, vedendola più edonista baciato dalla fortuna.
romanzo, una donna come un rozzo tentativo di Da giovane ha tentato di fare
“completamente imitazione che come uno l’attore e non ha avuto succes-
insigniicante”. È una specchio oscuro in cui guarda- so. Ma che importa? È diven-
casalinga abbastanza re se stessi. Lo sa bene Paul tato un drammaturgo di fama
scrupolosa, una moglie Beatty, che con Lo schiavista si mondiale. Ha Mathilde: una
abbastanza attenta. Non ha inserisce consapevolmente donna calma e devota, appa-
infelicità troppo profonde e la nella tradizione ricchissima di rentemente dedita all’abnega-
sua condotta non è mai questo genere. Il cuore del li- zione e imperscrutabile. Grof
inluenzata da grandi passioni. bro è il rapporto del narratore divide in due parti il racconto
Suo marito, il signor Cheong, Han Kang con il padre (ucciso dalla poli- della loro storia, concentran-
è un mediocre impiegato, non zia), con i suoi amici e amiche- dosi sullo stesso periodo. La
particolarmente ambizioso. La vegetariana è una storia in voli nemici, e inine con Di- prima parte, Fato, è raccontata
Un po’ frustrato, ma neanche tre atti: il primo racconta la ckens, il suo sobborgo di Los dal punto di vista di Lotto; la
troppo. Vivono ianco a ianco scelta di Yeong-hye e la Angeles. Dalla tragedia si di- seconda, Furia, da quello di
due vite apparentemente reazione che questa provoca stilla la commedia, nella tradi- Mathilde. Grof riesce così a
ordinarie ma la loro normalità nella sua famiglia; il secondo zione del blues. Dickens di- ofrire due resoconti radical-
è molto più fragile di quello si concentra sul personaggio venta quasi un doppio del libro mente diversi degli stessi anni.
che credono. Le cose del cognato, un artista fallito stesso, stravagante e pieno di Lotto è talmente incapace di
cominciano a precipitare il che inisce per essere vicini folli che bombardano il pensare a sua moglie come a
giorno in cui Yeong-hye butta ossessionato dal corpo di lei; il lettore con le loro stranezze. Il una persona intera, che per lui
via tutta la carne dal freezer e terzo parla di In-hye, la sorella, libro si apre con un prologo le esperienze di lei non posso-
annuncia che da quel che cerca un modo per venire che sbefeggia decenni di per- no essere diverse dalle sue. Il
momento in poi sarà a patti con il fallimento mentre sonaggi stereotipati. Finisco- racconto di Mathilde è molto
vegetariana. La sola la famiglia cade a pezzi. Il no tutti di fronte alla Corte su- più interessante e profondo.
spiegazione che dà al marito romanzo di Han Kang mostra prema. In queste sale venera- Scopriamo segreti che Lotto
è questa: “Ho fatto un sogno”. l’attrito tra passione e bili il narratore (accusato di non sospetta nemmeno lonta-
Noi, a diferenza di lui, distacco, tra desideri esauditi aver tentato di reintrodurre la namente. Conosciamo una
sappiamo qualcosa della e desideri frustrati. I schiavitù in casa sua e la segre- donna gelida, che ha plasmato
natura di questo sogno: è un personaggi sono tanto violenti gazione razziale nella scuola la sua vita matrimoniale sul bi-
sogno oscuro, cruento, nei loro mondi interiori media di quartiere) si fuma sogno di far sempre quadrare i
aggressivo. La violenza presto quanto appaiono impassibili uno spinello prima che il suo conti. Il libro di Grof è un’ope-
irrompe anche nel mondo all’esterno, ino al momento in avvocato Hampton Fiske di- ra straordinaria. La trama è
diurno di Yeong-hye: suo cui questa contraddizione scuta il caso con una brillan- elegante e ben congegnata; il
padre cerca di inilarle a forza esplode. È un libro sensuale, tezza da commedia. Beatty si romanzo è scritto con una par-
un pezzo di maiale in provocatorio e violento, saturo diverte come un matto a fare a tecipazione e una forza intel-
agrodolce in bocca, lei di immagini ossessive, colori pezzi – più che lavare – i panni lettuale tali che la cronaca di
reagisce pugnalandosi. Da sgargianti e domande moleste, sporchi in pubblico. Lo schiavi- questo matrimonio prende la
quel momento tutto crolla. scritto in una lingua che sta non è un libro per cuori de- via ilosoica. Non mancano,
Altri personaggi sono cambia, pagina dopo pagina, boli, né un libro da leggere a però, i difetti: la prosa a tratti è
trascinati nella catastrofe, insieme a Yeong-hye. Ogni cuor leggero. Se non un classi- sciatta e l’inizio è lento. Ma va-
altre relazioni franano; l’unica frase di La vegetariana è co, è senz’altro destinato a di- le la pena di concedere a Fato e
cosa che resta in piedi è il voto un’esperienza straordinaria. ventare un libro di culto. furia la pazienza che merita.
di Yeong-hye di non mangiare Daniel Hahn, Kevin Young, Matthew Adams,
più carne a qualunque costo. The Guardian The New York Times The Independent

Internazionale 1176 | 21 ottobre 2016 89


Cultura

Libri
Franck Bouysse sce a creare l’atmosfera. Sono pi di testa. Nel farlo, il narrato- Canada
Ingrossare le schiere celesti pochi, in efetti, quelli che ci re ci regala anche un ritratto di
Neri Pozza, 176 pagine, 15 euro riescono. Franck Bouysse è se stesso: un ragazzino payo
● ● ● ●● uno di loro. Nella categoria ro- (non gitano), testardo e inna-
Ecco un buon esercizio per ro- manzo noir (sempre che abbia morato del lamenco. A partire
manzieri un po’ agguerriti: senso procedere per categorie) da questo doppio sguardo, Da-
raccontare come un quaran- il suo Ingrossare le schiere celesti vid Fauquemberg crea un ro-
tenne seduto su una balla di sarà ricordato come uno dei li- manzo pieno di grazia e di fu-
ieno assiste – ino alla ine e bri dell’anno. L’autore non è rore. È preciso negli slanci e
senza mai intervenire – alla certo un esordiente, ha già nelle descrizioni e gli bastano
lenta agonia di sua madre, che pubblicato sette libri. Ma è con poche pagine per sedurre il Louise Penny
si è impiccata a una trave del questo romanzo che esplode il lettore. I personaggi hanno A great reckoning
granaio della casa di famiglia. suo talento: un libro da gusta- l’aria di partecipare attiva- Saint Martin’s Press
Quanti sarebbero in grado di re come un ottimo pranzo. mente allo stile e al ritmo della Giallo che si svolge in un pae-
rendere la gelida violenza del- Alain Léauthier, Marianne lingua. Nonostante l’impo- sino del Québec. C’è un assas-
la scena, di evocare tutto nenza del lavoro di documen- sinio, una mappa che viene
l’odio accumulato, intatto, che David Fauquemberg tazione che l’autore ha svolto trovata inilata in una crepa
una scena del genere presup- Manuel El Negro prima di scriverlo, questo testo del muro di un bistrot e c’è il
pone senza cadere nella tenta- Keller, 288 pagine, 16,50 euro febbrile e pulsante di vita non detective. Penny è nata a To-
zione di esagerare con descri- ●●●●● ha niente del saggio etnologi- ronto nel 1958.
zioni morbose o con la retorica Melchior è un chitarrista. Do- co o musicale. Scivola tra so-
del dramma? Quanti potreb- po averlo accompagnato con gno e realtà, su un terreno fer- Emma Donoghue
bero indovinare le parole esat- la sua chitarra dalla città anda- tile di emozioni, proprio come The wonder
te e i tempi giusti e, insieme, lusa di Jerez ino a New York, la musica dei gitani andalusi. HarperCollins
creare un’atmosfera? Non è fa- si trova a raccontare la storia David Fauquemberg voleva Lib Wright, un’infermiera al-
cile, l’atmosfera, in letteratura. di Manuel El Negro, immagi- “suonare il lamenco” con lieva di Florence Nightingale,
C’è chi ha a disposizione un nario cantaor gitano della se- questo libro e l’ha fatto. La sua va a indagare su quel che sem-
vocabolario vastissimo, una conda metà del novecento. Di- è un’interpretazione inebrian- bra un miracolo: una bambina
padronanza tecnica della tra- pinge la vita in chiaroscuro del te e seducente che fa ridere e dice di non mangiare da mesi
ma, letture e riferimenti per- suo amico d’infanzia, fra sole piangere insieme. e di sostenersi con una miste-
fetti – e ciononostante non rie- e nebbie, contraddizioni e col- Nils C. Ahl, Le Monde riosa manna. Donoghue è nata
a Dublino nel 1969 e vive in
Ontario.
Non iction Giuliano Milani Zoe Whittall
Le metamorfosi The best kind of people
House of Anansi Press
George Woodbury, un inse-
gnante amato e stimato, viene
Maggie Nelson diventare uomo e, insieme, la compongono e cercando di accusato di abusi sessuali. Il li-
Gli argonauti sua mutazione in occasione capire cosa nascondono e cosa bro segue le ripercussioni di
Il Saggiatore, 222 pagine, della gravidanza e della rivelano. Lavorano sui queste accuse. Whittall è nata
19 euro nascita del loro iglio. Nel cambiamenti isici che nel Québec nel 1976.
Oggetto di questo memoir racconto frammentario di attraversano, osservano le
sono due esperienze che il questa coppia radicalmente reazioni che provocano in loro Donna Morrissey
dibattito pubblico oggi tende a alternativa che inisce e negli altri, senza provare a The fortunate brother
schierare sui lati opposti di paradossalmente per indirizzarne lo svolgimento e Viking
HACQUArD ET LOISON (OPALE/LEEMAG/LUz)

una barricata: la maternità e il diventare una coppia quanto cercando piuttosto di coglierli Ultimo volume di una trilogia.
cambiamento di sesso. più possibile “normale”, le nel loro divenire. Il titolo Dopo la morte di un ragazzo, il
Maggie Nelson, scrittrice e due metamorfosi si rinvia all’Argo, la nave di padre precipita nell’alcol, la i-
poeta queer, narra la sua storia illuminano reciprocamente Giasone alla ricerca del vello glia maggiore scappa all’estero
d’amore con Harry Dodge, mostrando gli aspetti più d’oro, a cui furono cambiati e la madre combatte un tumo-
artista butch (cioè lesbica intimi e concreti della vita. tutti i pezzi (la chiglia, le vele, re al seno. Morrissey è nata nel
mascolina). Nelson racconta il Maggie e Harry scavano a gli alberi) senza che per questa Newfoundland nel 1956.
processo di trasformazione fondo le proprie identità, ragione smettesse di essere la Maria Sepa
cominciato da Dodge per rimuovendone gli strati che le stessa nave. O forse no. u usalibri.blogspot.com

90 Internazionale 1176 | 21 ottobre 2016


 

 


 



Ragazzi 


Ricevuti
  
 

Le piccole Richard A. Muller


 
  
 

 Adesso
diferenze 





Rizzoli, 465 pagine, 24 euro
Una teoria originale su cos’è
 

 

 
il tempo e cos’è l’istante che
Anne-Gaëlle Balpe 


chiamiamo adesso.
e Csil (illustrazioni)
Un trascurabile dettaglio Rodolfo Walsh
Terre di mezzo, 48 pagine, Per non parlar del morto
15 euro Sur, 138 pagine, 14 euro
Questa diferenza, questo Una raccolta dei racconti po-
piccolissimo dettaglio, lizieschi più celebri scritti
aumenta seguendo la crescita dall’autore tra il 1951 e il 1961.
del protagonista. Il dettaglio
si fa segno graico. Prima è Enrico Sibilla
una linea retta, poi Il libro dei bambini soli
lentamente comincia a Il Saggiatore, 192 pagine,
incurvarsi, alla ine non si 21euro
capisce che forma abbia. Un libro che racconta i mo-
Il segno si fa confuso, incerto, menti dilatati dell’infanzia e
incoerente. A un certo punto dell’adolescenza.
vediamo uno scarabocchio
giallo che si appallottola come
Fumetti Fabio Stassi
un gatto tra le gambe, la testa,
il cuore del protagonista.
Gli dèi vengono dallo spazio L’alfabeto di Zoe
Bompiani, 241 pagine, 14 euro
Il dettaglio prende sempre più Un alfabeto per parlare di una
spazio. Invade tutto. Copre bambina che cerca di salvare
tutto. Ed ecco che il bimbo Jack Kirby macchinari disegnati. Le la mamma in coma.
protagonista della storia Gli Eterni rappresentazioni dell’intera
inciampa, cade, si rialza con Panini Comics/Marvel, 400 tecnologia assurgono così a Chiara Saraceno
diicoltà. Il dettaglio diventa pagine, 39 euro una dimensione simbolica e Mamme e papà
un muro tra sé e gli altri. “A Torniamo sull’integrale che astratta, al pari degli antichi Il Mulino, 147 pagine, 13 euro
scuola” dice il bimbo “il mio raccoglie i venti albi degli con i loro miti e i loro totem. Il mestiere di genitore par-
brutto difetto occupava tutto Eterni, saga ideata da Kirby nel Prese a sé stanti sono tendo dall’esperienza concre-
lo spazio disponibile. Ho 1976, il più visionario e immagini concettuali che ta di madri e padri.
cominciato a pensare di sperimentale tra i disegnatori ingrandite potrebbero essere
essere come lui”. Per fortuna di “supereroi con esposte in una galleria d’arte Christophe Brusset
arriva un dottore dalla faccia superproblemi” della Marvel contemporanea. Jack Kirby Siete pazzi a mangiarlo!
simpatica e tutto cambia. degli anni sessanta e settanta, annulla la separazione netta Piemme, 227 pagine,
Gradualmente, passo dopo supereroi di cui Kirby fu di tra psichedelia, tecnologia e 16,90 euro
passo, il difetto diventa un quasi tutti l’interprete graico. mondo arcaico: non c’è La denuncia di un manager
dettaglio, qualcosa con cui è Trattando del mito dell’antico diferenza tra i Celestiali, dei dell’industria dell’agroali-
facile convivere. È un libro astronauta e di una nascita dello spazio alti più di mentare.
che sprizza ottimismo quello extraterrestre della civiltà seicento metri rinchiusi in
di Anne-Gaëlle Balpe. Le umana, Kirby, maestro del equipaggiamenti da Ernesto Belisario,
illustrazioni di Csil sono segno espressionista in bianco astronauti, e le sculture Guido Romeo
essenziali e meravigliose. e nero, va oltre il mito odierno arcaiche delle civiltà Silenzi di stato
La storia raccontata in Un della tecnologia per parlare precolombiane. È la qualità Chiarelettere, 166 pagine,
trascurabile dettaglio si colloca della metaisica grazie a del segno a rendere i 14 euro
in una cornice-mondo fatta di un’estetica astratta e Celestiali ieratici. Più ti Tutte le informazioni non co-
un giallo caldo e armonioso. concettuale che nella forma avvicini all’entità cosmica perte dal segreto di stato a cui
Un giallo che da inferno può sembra rimandare alla rappresentata, cioè al suo cittadini e giornalisti non
trasformarsi in paradiso. tecnologia. Diicile dire cosa disegno, e più aumenta il hanno accesso. Nonostante le
Igiaba Scego siano davvero i giganteschi mistero. Francesco Boille promesse di trasparenza.

Internazionale 1176 | 21 ottobre 2016 91


Cultura

Musica
Dal vivo Dagli Stati Uniti
Stan Ridgway (Tenco 2016)
Sanremo (Im), 21 ottobre
In difesa dei piccoli festival bizzarri
aristonsanremo.com

nuovi festival: invece di cer-

DESERT DAzE
Venom Il Desert daze di Joshua
Roma, 22 ottobre Tree, in California, è un care fette sempre più piccole
initroma.it modello per i nuovi festival di pubblico generalista, l’idea
è quella di scavare sempre
Adam Green La California del sud non è più a fondo nelle nicchie dei
Milano, 27 ottobre solo il festival di Coachella o veri appassionati di musica.
bikoclub.net Desert Trip, il megaevento “Non voglio andare a un fe-
Bologna, 28 ottobre con grandi vecchi del rock co- stival che sembri una sala
covoclub.it me i Rolling Stones e Paul Desert daze, 2015 prove infernale”, aggiunge
McCartney: il più piccolo e Pirrone. “Come fai ad avere
Giuda bizzarro Desert daze potreb- cosa di davvero alternativo”. un’esperienza cosmica quan-
Roma, 22 ottobre be essere un modello per gli Cominciato quattro anni fa do sei a un chilometro dal
monkroma.club eventi musicali del futuro. come parente povero del palco e vedi tutto da un me-
“Vedremo molte innovazioni Coachella, il Desert daze è gaschermo?”. Il punto non è
Paolo Conte nei festival musicali dei pros- entrato nell’arena dei grandi. crescere sempre di più, ma
Roma, 22-23 ottobre simi anni”, dice Phil Pirrone, Quando due importanti sottolineare che un evento
auditoriumconciliazione.it organizzatore del Desert agenzie indipendenti, Space- piccolo e strano può essere
daze. “Ormai ci sono eventi land e Knitting Factory, han- un’esperienza molto più
Pj Harvey da marzo a novembre e la sa- no annunciato la loro fusione, coinvolgente.
Milano, 23 ottobre turazione crea una richiesta hanno parlato del Desert daze August Brown,
alcatrazmilano.it sempre più pressante di qual- come dell’avanguardia dei Los Angeles Times
Firenze, 24 ottobre
obihall.it

Explosions in the Sky


Playlist Pier Andrea Canei
Padova, 23 ottobre
granteatrogeox.com
Interrail per cantautori
Minor Victories
Milano, 24 ottobre Dente Nico Sambo Joshua Hyslop
santeriasocial.club

Jan Garbarek
1 La rotaia e la campagna
Arpeggio iterativo, armo-
nie abbozzate come Simon &
2 La stazione
“Un nuovo treno un altro
viaggio”. E scendere alla fer-
3 Last train home
“Mi sono aggrappato alla
mia rabbia, e ho visto il sole
Cormons (Go), 26 ottobre Garfunkel colti da sonnolenza mata successiva, per scoprire tramontare sul mio orgoglio”,
artistiassociatigorizia.it sul regionale tra Pizzighettone che è sempre la stessa “cazzo ma ora “se per te fa lo stesso,
e Mantova. “Quando una sto- di stazione”. Il livornese Nico cara, prendo l’ultimo treno per
Loredana Bertè ria inisce ti resta incollata, ti Sambo parla così dell’incubo casa”. Disarmante metafora
Milano, 26 ottobre restano i ricordi, i profumi e le logistico che anima uno dei ferroviaria per un canto di ri-
alcatrazmilano.it immagini. Poi col tempo ti ren- pezzi più personali e tesi del conciliazione afettiva. Il cana-
di conto che i colori sono di- suo ultimo album Ognisogno, dese Joshua Hyslop ha una sin-
SHIRLAINE FORREST (GETTY IMAGES)

ventati tenui e i ricordi sbiaditi. tra schiettezze cantautoriali al- cerità da diretto delle 22.51.
È quasi un peccato, una piccola la Piero Ciampi e sperimenta- Dopo una cinquantina di con-
soferenza nella riconquistata lismi sonori alla Gong: “Ognu- certi in case private con annes-
leggerezza”. Nemmeno un mi- no attende la propria destina- sa socializzazione, sa guardare
nuto di ballata, dal nuovo al- zione, un senso, una direzione negli occhi chi lo ascolta. E dal
bum di Dente Canzoni a metà, che spesso non arriva e si resta suo album In deepest blue tra-
che funziona come il suo libro imprigionati nella routine spare una positività che dà for-
Favole per bambini molto stan- dell’assenza dalla quale ognu- za contro il caos del cosmo.
chi, poche righe e tanto spazio no inevitabilmente cerca una All’ascoltatore la scelta se im-
Pj Harvey per pensare in mezzo. via di fuga”. medesimarsi.

92 Internazionale 1176 | 21 ottobre 2016


Classica Daniil Trifonov Christian Tetzlaf e Lars Vogt Pavel Kolesnikov
Scelti da Alberto Transcendental Brahms: sonate Chopin: 24 mazurche
Notarbartolo
(Dg) per violino e piano (Hyperion)
(Ondine)

Album dente, senza tempo o, più pre- silence ci riportano alle prime
cisamente, fuori dal tempo. Ci produzioni del gruppo, nella
Norah Jones sono molti momenti altrettan- parte centrale di Requiem ve-
Day breaks to notevoli in questo Sirens, niamo trascinati in un labirin-
(Blue Note) che segna la piena reimmer- to di cerimonie psichedeliche
●●●●● sione di Jaar nei suoni che lo dove non ci resta che stringer-
A torto o a ragione, Norah contraddistinguono da sem- ci nel cerchio e seguire il rit-
Jones è stata messa in un an- pre. Più poetico e rilessivo mo delle percussioni. E qua-
golo dopo l’enorme successo che mai, il musicista statuni- lunque cosa essi siano, siamo
del suo album di debutto del tense di origini cilene mantie- felici di prendere parte al
2002, Come away with me. È ne intatta la sua abilità nel far loro rituale.
DR

stata promossa in grande stile Norah Jones convivere suoni molto diversi Lauren Down, Under the
dalla catena di cafetterie tra di loro. Radar
Starbucks e quell’etichetta di 64 anni, propone una valanga Jonah Bromwich,
musicista di sottofondo da bar di suoni e campioni in Limbo, Pitchfork Daniil Trifonov
le è rimasta attaccata addos- un pezzo pop piuttosto bizzar- Transcendental
so. Nei dischi successivi è pas- ro tipico del suo repertorio, Goat Daniil Trifonov, piano
sata da un genere all’altro in mentre Dieter Meier contri- Requiem (Dg)
modo quasi ossessivo, toccan- buisce come sempre con testi (Sub Pop) ●●●●●
do dall’indie pop a una sorta bui e surreali cantati con vo- ●●●●● Questo album di due cd pre-
di country western cinemato- ce alla Orson Welles. Nel resto Requiem è il suono dell’aria a senta quattro raccolte di studi
graico. In un certo senso Day dell’album Blank ofre una Joshua Tree, è il cielo che si di Franz Liszt: i 12 Studi d’ese-
breaks è un ritorno alle origini: gamma di suoni che va dai ia- fonde con l’orizzonte, l’abban- cuzione trascendentale, i sei
Jones torna a immergere un ti orientali al dopo sballo dono spensierato durante una Grandi studi da Paganini e le
piede in quel jazz pop che le balearico ino al dubstep da corsa sulla sabbia in un giorno due raccolte di studi da con-
ha portato tanta fortuna. An- sessantenni. Nel frattempo, d’inverno. Celebra la vita e ri- certo, S 144 e S 145. Non ho
che se alcune tracce sono dav- è facile immaginare Meier posa l’anima. Quello che sto mai visto dischi che li racco-
vero un po’ troppo facili, è bel- che se la spassa nelle surreali cercando di dire è che ogni gliessero tutti nell’esecuzione
lo sentire Jones suonare così a Tool of love e Starlight scene. momento di questo album è dello stesso pianista. È una
suo agio e naturale, senza A 71 anni, Meier può essere vitale esattamente nella ma- grande sida. E il risultato di
troppa ansia di dimostrare perdonato per aver invitato niera che ci aspettiamo dai Daniil Trifonov è un trionfo.
qualcosa. La sua voce è sem- qualche cantante donna ospi- nostri svedesi mascherati. Il Il suo è il tipo migliore di
pre stata ricca e accattivante e te di troppo, anche perché Fii loro terzo album è più lungo virtuosismo, quello nel quale
qui, giustamente, l’attenzione Rong dà efettivamente un del solito e questo permette a chi ascolta si rende appena
è tutta puntata sul canto. Ma tocco in più a Kiss the cloud e a ogni canzone di respirare di conto delle note che vengono
non solo: nella prima canzo- Dark side, un po’ come fece più, e nonostante la scelta di suonate, ma invece può assa-
ne, Burn, si sente il sax sopra- Shirley Bassey nel 1987 per un suono acustico, la band di- porare il genio della narrazio-
no di Wayne Shorter e l’eccel- The rhythm divine. mostra tutta la sua sostanza. ne musicale di Liszt e l’esecu-
lente Flipside rivela che Norah Dave Simpson, I Goat sono sempre gli stessi: zione davvero trascendentale
Jones è anche un’ottima piani- The Guardian misticismo, trip acidi di chi- di un pianista dalle doti
sta solista. tarra, beat afropop, melodie straordinarie.
Adam Kivel, Nicolas Jaar bucoliche e funk trascenden- Jeremy Nicholas,
Consequence of Sound Sirens tale. Se brani come I sing Gramophone
(Amoeba Music)
TAMMY KARLSSON

Yello ●●●●●
Toy Nel nuovo disco di Nicolas
(Umc) Jaar passano circa 45 secondi
●●●●● prima che succeda qualcosa di
Il tredicesimo album degli sorprendente: annunciato da
Yello, pionieri della musica percussioni e suoni di uccelli
elettronica svizzera, raforza sintetici, arriva un lamento
la loro vocazione innovativa e gospel coperto da distorsioni e
sperimentale con un sound sostenuto da un ritmo irrego-
che sembra uscito da un casi- lare di batteria. Le parole mi-
nò di un’epoca futura. Il mago gliori per descrivere tutto que-
della tastiera Boris Blank, sto sono imponente, trascen- Goat

Internazionale 1176 | 21 ottobre 2016 93


Cultura

Video
The yes men. L’arte
della supercazzola
In rete
Venerdì 21 ottobre, ore 21.15, Come uscire
Sky Arte
Bizzarro titolo italiano per The da una setta
yes men are revolting, terzo ilm
del celebre duo di attivisti che deprogrammed.org
fa il punto su vent’anni di car- Le tentazioni rappresentate
riera dedicata a denunciare i da culti ed estremismi hanno
crimini contro beni comuni e preso forme diverse nei
ambiente. decenni. Negli anni settanta
educatori e genitori temevano
Elliott Smith. che i ragazzi potessero cedere
Heaven adores you al fascino di sette religiose
Venerdì 21 ottobre, ore 23.15, come la Manson family; negli
Rai5 anni ottanta che entrassero in
Il 21 ottobre 2003 moriva El- Dvd gang come skinhead e
liott Smith, malinconico poeta neonazi; oggi che cadano nel
dell’indie rock. Questo ritratto Homeland (Iraq year zero) vortice della propaganda
è un’indagine suggestiva nella online dell’islamismo
musica e biograia di un arti- radicale. Questo web-
sta virtuoso e vulnerabile. In Siria, Libia, nei territori oc- successo con la monumentale documentario interattivo
cupati dal gruppo Stato islami- (quasi sei ore di durata) crona- canadese ci fa addentrare
Triangle co e in tanti altri paesi in guer- ca familiare realizzata da Ab- nella mentalità di tre persone
Sabato 22 ottobre, ore 22.30, ra, qualcuno sta forse ilman- bas Fahdel ilmando la vita in che, indottrinate con
Rai Storia do la vita e le soferenze quoti- Iraq prima e dopo l’invasione motivazioni diverse, sono
Il ilo rosso del lavoro femmi- diane della gente. Riprese che statunitense. Homeland (Iraq state poi “deprogrammate”
nile lega, nel documentario di un giorno ci parleranno da un year zero) è un umanissimo con il discusso metodo
Costanza Quatriglio, il rac- punto di vista diverso da quel- ilm acclamato in decine di fe- di Ted Patrick per combattere
conto di due incidenti in fab- lo di tutti i reportage e docu- stival internazionali. Il dvd è il fenomeno dei culti, noto
briche tessili avvenuti a cento mentari che avremo letto e vi- uscito sul mercato francese. anche come reverse
anni di distanza: a New York sto nel frattempo. È quel che è abbasfahdel.com brainwashing.
nel 1911 e a Barletta nel 2011.

William Kentridge.
Triumphs and laments
Fotograia Christian Caujolle
Venerdì 28 ottobre, ore 21.15,
Sky Arte
Una grande occasione
Il colossale murale dell’artista
sudafricano ha animato le
sponde del Tevere con un fre- Dunque è fatta! Se ne parlava La storia di una radio esigente presto per capire se e come ci
gio lungo 500 metri. La crea- da anni e quello che in Francia che ha creato un sito molto riusciranno. Sicuramente è la
zione di un’opera unica vista sembrava ormai impossibile si innovativo, il primo a prima volta da lungo tempo
da vicino. è realizzato: una televisione commissionare direttamente che ai fotograi, che
che ofre un servizio pubblico ai fotograi immagini o video giustamente si lamentavano
Yalla d’informazione senza da mettere online, anziché di avere sempre meno spazi
Sabato 29 ottobre, ore 21.10, interruzioni. Oltre che una usare solo materiali già nei mezzi d’informazione
Rai Storia buona notizia, potrebbe esistenti. Quello che si tradizionali, viene oferta una
I social network hanno rifor- segnare anche la nascita di un conigura con France Info tv prospettiva esaltante per il
mulato le strategie per rico- nuovo modo di fare non è tanto un nuovo network futuro. Starà a loro cogliere
struire la pace in Medio informazione. France Info tv, televisivo, sempre che la tv l’occasione. Il vero paradosso
Oriente. Yalla è un movimen- di cui fanno parte la radio continui a esistere così come è che tutto questo sta
to online che associa giovani omonima, l’Ina (l’istituto la conosciamo, ma soprattutto avvenendo sul sito di una tv.
israeliani, palestinesi, giorda- nazionale per l’audiovisivo) un nuovo sito d’informazione E la tv è sempre stata
ni ed egiziani, alla ricerca di con i suoi archivi e le sue con l’ambizione di ofrire considerata dai fotograi una
un dialogo. redazioni, ha una lunga storia. un’informazione globale. È nemica. u

94 Internazionale 1176 | 21 ottobre 2016


“Ho partecipato al Master ASVI Social Change per inseguire il mio sogno: lavorare nel rispetto di valori
etici e di cambiamento sociale. Il Master è stato l’ideale per i suoi contenuti, la qualità dei docenti
l’entusiasmo del team e anche per la possibilità di seguirlo mentre lavoravo”.
Erica Masiero
Field Officer per OSCE in Tajikistan
Master Project Management for International Cooperation, 2004

!"#$%&'###(##!)))#*+%###(##%,-%.+/'/0###(##1*+2&3*4###(##5'%-6#%74%+'%/8%
9%.$#1*+2###(##8.+%%+#&%+:'8%###(##'/9%+/&3'4

Supportato da EUCLID NETWORK - l’Associazione europea dei dirigenti Non profit supportata dalla
Commissione europea e da ACOSVO - la rete dei Dirigenti non profit Scozzesi
Più di 100 organizzazioni partner tra cui:

Primo nel settore dal 1998 XXXVIII edizione


BORSE DI STUDIO
Chiusura iscrizioni: 16 Dicembre 2016

master@socialchangeschool. org
www.socialchangeschool.org Milano, Londra, Roma, Madrid
Cultura

Arte
EVA & ADELE Nudi viennesi, 1906
You are my biggest inspira-
tion, Musée d’art moderne de la
Ville, Parigi, ino al 26 febbraio
È diicile ricordare un’edizio-
ne della Biennale di Venezia o
di Documenta senza un pas-
saggio di EVA & ADELE, la
coppia che ha reinterpretato
la igura femminile e dichiara
di aver fermato la macchina
del tempo a Berlino, dopo la
caduta del muro, nel 1989. Le
due regine ermafrodite della
performance si mascherano
con abiti barocchi identici,
paillettes, crinoline e tacchi.
Sempre gentili, afabili, come
se la cortesia attutisse l’impat-
to estetico e facilitasse il dia-
logo con il pubblico, con una
voglia matta di comunicare,
piacere ed essere ricordate.
Nessuna azione particolare o
performance: la loro arte con-
IMAGNO/AuSTrIAN ArChIVES

siste nello stare al mondo con


gentilezza, sfoggiando uno
stile improbabile e kitsch che
sida l’eleganza minimalista e
boriosa del mondo dell’arte
contemporanea.
Le Figaro

Un monumento al gatto
Austria
La scorsa settimana Istanbul
ha reso onore al suo felino più
Sodoma a Vienna
famoso con una statua che re-
plica la posa plastica assunta
dal gatto nella foto poi dilaga- Sex in Wien li. Lo sguardo da voyeur dei dei suoi favoriti, sua iglia Ma-
ta sui social network. Seduto a Wien museum, Vienna, visitatori della mostra Sex in ria Teresa tentò invano di co-
bordo strada, con una zampa ino al 22 gennaio Wien indugia lungo il percor- stituire una commissione per
poggiata sul marciapiede e Attraverso uno spioncino s’in- so: preservativi in budello di la moralità in città, mentre
l’altra abbandonata sulla pan- travede l’intimità di una cop- pecora, fumetti con espressio- suo iglio Giuseppe II era spo-
cia, sembra un pensionato se- pia in una stanza rivestita di ni dialettali per deinire i geni- sato con una lesbica e l’arcidu-
duto al bar. Tombili è morto velluto rosso. La riproduzione tali femminili, il leggendario ca Luigi Salvatore si faceva
ad agosto e lo scultore locale fotograica di Pantaloni d’azio- negozio erotico al Nasch- mandare disegni porno dal
Seval Sahin, per ricordarlo, ha ne: panico genitale (1968), la markt con la freccia al neon suo amante. Dopo gli Asburgo
eretto la statua in bronzo vo- performance della viennese che indica l’ingresso laterale il testimone passò a Sacher-
lontariamente, nel punto esat- Valie Export, la ritrae seduta a discreto. La mostra, vietata ai Masoch, Freud e Kraft-Ebing
to dove era stata scattata la fo- gambe larghe con i pantaloni minori di 18 anni, si soferma e Vienna diventò la culla della
to. Altri felini illustri erano slacciati che mostrano i geni- su piacere, controllo e disub- terapia sessuale. Con la mo-
stati ritratti a Kiev, Sidney, tali. Export era entrata in un bidienza. Perché la vita ses- dernità e lo sviluppo di Vienna
Londra, in Scozia e Nuova Ze- cinema porno ribadendo che suale viennese dovrebbe esse- come metropoli il rapporto
landa, ma nessuno ha l’ele- il corpo femminile non era re un caso a sé? Tutta colpa con il sesso e la pornograia è
ganza discreta di Tombili. confezionato da registi e pro- degli Asburgo. Carlo IV ebbe cambiato radicalmente.
Hyperallergic duttori per il pubblico maschi- una lunga relazione con uno Die Welt

Internazionale 1176 | 21 ottobre 2016 97


Pop
Il paese del lavoro fatto
quasi bene
James Palmer
el nostro appartamento al centro di ni e scrivanie in bilico sulla schiena e caricavano il ca-

N Pechino combattiamo quotidiana- mion con una perfezione da campioni di Tetris.


mente una battaglia di retroguardia Ma scene simili sono una rarità (dopo aver perso il
contro il caos. Lo specchio dell’arma- biglietto da visita di quei meravigliosi trasportatori, al
dio si è scardinato sei mesi fa e ora è trasloco successivo mi è capitata una squadra tra le più
appoggiato alla parete, una delle tan- imbranate che avessi mai visto). In Cina, l’atteggiamen-
te vittime tra i mobili di casa. Ognuno dei nostri punti to prevalente è quello del chabuduo, che signiica quasi
luce prevede una lampadina, e una su quattro è sem- bene, pressappoco, più o meno. È un’espressione che si
pre fulminata. In camera da letto, l’umidità del condi- sente con irritante regolarità e che può signiicare com-
zionatore a soitto esce da un buco nel muro, tappato pletare un lavoro al 70 per cento, fare un programma
con uno straccio per evitare che sgoccioli, mentre ac- ma non portarlo mai a termine, non controllare una
canto alla inestra del balcone, con la guarnizione or- spia o inserire una presa della misura sbagliata. Chabu-
mai marcia, c’è sempre un asciugamano duo è l’esatto contrario di “riiutarsi di
pronto per fermare la pioggia quando La Cina mi ha pasticciare e fare un lavoro solo quasi be-
entra a iotti. Quando esco dalla porta, insegnato il piacere ne”, come scrive il sociologo Richard
devo abbassare la testa per non sbattere e il valore Sennett nel suo L’uomo artigiano. Chabu-
contro il itto groviglio di ili penzolanti dell’artigianato, duo implica che dedicare più tempo o
che portano l’elettricità e internet. semplicemente impegno a un lavoro sarebbe una follia.
Quando tira vento, la connessione ral- perché è raro. La Cina è il paese delle scorciatoie, del
lenta perché i ili dondolano. Vedere qualcuno “lavoro buono abbastanza per lo stato”.
L’appartamento ha cinque anni. Per Eppure a volte il chabuduo è geniale.
che fa un buon
gli standard cinesi è in condizioni decisa- Durante il maoismo, una delle necessità
lavoro mi riempie
mente migliori rispetto alla media. Il no- fondamentali della vita era sapersi arran-
stro bagno funziona, mentre nelle case di di gioia giare, trovare il modo di continuare a far
molti dei miei amici tirare lo sciacquone funzionare lussi insostituibili come trat-
è un’operazione idraulica complicata come controllare tori o altri macchinari, nonostante la mancanza di pez-
le alluvioni del Nilo. Le prese non mandano scintille zi di ricambio. Ogni tanto questa capacità veniva cele-
azzurre quando inseriamo una spina e funzionano tutte brata come scienza contadina o virtù stacanovista ma,
tranne due. Nessuna delle lampadine è mai esplosa e lo più spesso, quando se ne accorgeva un superiore era
specchio si è semplicemente staccato invece di suici- sinonimo di guai, perché il maoismo univa l’appello al-
darsi cadendo dall’intelaiatura. La doccia non è vicino la rivoluzione al pedante rispetto delle procedure cor-
all’impianto elettrico centrale. rette, soprattutto nelle fabbriche e nelle fattorie. Arran-
Credo fermamente nell’epigramma di Hilaire Bel- giandosi si rischiava di essere accusati di “sabotaggio”:
loc del 1911: dare lavoro all’artigiano è compito del ric- perché hai risolto un problema che non avevi provoca-
co. Io non mi definirei proprio un ricco, neanche in to? E poi, perché era sorto un problema, quando le cose
Cina, dove gli artigiani sono pochi e tenuti ben nasco- erano state pianiicate così bene dall’alto?
sti. Quasi tutte le volte che ho chiesto aiuto, mi sono ri- La capacità d’improvvisare era una necessità vitale,
trovato in un bagno allagato con un ventenne che “pen- e la generazione più anziana, che ormai aveva ses-
sava” di poter riparare il tubo. sant’anni e più, aveva sviluppato un talento che andava
Il mio periodo di vita in Cina mi ha insegnato il pia- ben oltre l’arte di arrangiarsi e raggiungeva i livelli
cere e il valore dell’artigianato, semplicemente perché dell’A-Team quando i nostri eroi sono bloccati in un
JAMES PALMER
è raro. Vedere qualcuno che fa un buon lavoro, non solo granaio dai cattivi e costruiscono un veicolo corazzato
è uno scrittore e
perché è pagato ma anche per la soddisfazione di aver senza avere a disposizione altro che utensili da giardino
giornalista
lavorato bene, mi riempie di gioia. Non ha importanza e pneumatici vecchi. Di solito, il chabuduo è la speciali-
britannico. Vive e
lavora a Pechino.
se si tratta di cucinare, fabbricare una candela o aggiu- tà di un vecchio zio del villaggio che è cresciuto senza
Questo articolo è stare una bicicletta. Quando qualche anno fa ho cam- niente e risolve tutto con due pezzi di ilo elettrico e una
uscito su Aeon con il biato casa, ho guardato con genuino piacere tre uomini striscia di nastro adesivo. Si è rotto il cancello? Non c’è
titolo Chabuduo! nerboruti che smontavano il mio vecchio appartamen- bisogno di comprare una serratura nuova, lo sistemere-
Close enough… to in dieci minuti, trasportavano disinvoltamente diva- mo con un po’ di il di ferro e chabuduo.

98 Internazionale 1176 | 21 ottobre 2016


chrIstIan dellavedova

oggi le campagne cinesi sono piene di inventori so- Chabuduo, ti abituerai ad aprirla con un calcio.
litari che costruiscono traballanti aeroplani, sottomari- nel mio vecchio condominio, l’accesso al garage
ni per gli stagni o catapulte per resistere alle squadre di sotterraneo era coperto da una cupola di pesante plasti-
demolizione. Il loro genio per la meccanica non viene ca azzurra lunga una ventina di metri. nessuno si era
sfruttato, quindi possono solo riparare le macchine del- accorto che era una trappola a vento ed era stata issata
la fattoria e lanciarsi in qualche progetto folle. Ma su in modo approssimativo alle fondamenta di mattoni.
scala più ridotta, questa capacità emerge ovunque, an- Chabuduo, che importanza ha? Quando è arrivato il pri-
che nelle grandi città, nei bar all’aperto messi insieme mo temporale, i chiodi sono saltati e la cupola ha co-
con sedie e tavoli recuperati dalla discarica, dove i fan- minciato a vorticare nel giardino distruggendo tavoli di
nulloni e gli anziani giocano a carte nel pomeriggio, o pietra e alberi. Una mattina sono sceso e l’ho trovata sul
nei numerosi rifugi sui tetti per i gatti randagi. Ma il cha- prato come l’ala spezzata di un aereo.
buduo è anche un modo per non dare troppo peso ai È stata una fortuna che non sia morto nessuno. die-
problemi. la tua porta non s’incastra bene nel telaio? tro le catastroi cinesi si annida più spesso il chabuduo

Internazionale 1176 | 21 ottobre 2016 99


Pop
che la premeditazione: i compromessi che nella vita Per Hu, la cura per questa malattia era la modernità:
quotidiana sono solo seccature su scala industriale di- il ticchettio dell’orologio della stazione, il libro dei con-
ventano errori fatali. Problemi che con un po’ di atten- ti ben tenuto, il rimedio prescritto dal medico. Avrebbe
zione o una migliore organizzazione si potrebbero evi- voluto vedere la ine di quella venerazione per l’appros-
tare diventano letali quando si ripetono in tutto il paese simazione, il misticismo e l’incompetenza a causa dei
milioni di volte. quali, nella sua parabola, la gente inisce per dichiarare
Prendiamo solo quello che è successo l’anno scorso. Cha Buduo un santo buddista e un grande maestro del-
Non hai una catena del freddo per trasportare i vaccini? la lessibilità. I contemporanei di Hu che avevano stu-
Metti un pezzo di ghiaccio nei pacchetti e li spedisci per diato in Giappone o negli Stati Uniti morivano dalla
posta. Chabuduo, e i bambini muoiono. Perché portare voglia di abbracciare la modernità, vivere in un paese
i riiuti in una discarica? Mettili dove li hanno messi tut- nuovo e gettare via il passato polveroso. Ma l’ondata di
ti gli altri. Chabuduo, e 91 persone vengono travolte da modernità che già lambiva le città cinesi prima ancora
una frana nel Guangdong. Perché separare i materiali dell’epoca di Hu Shih non avrebbe afatto portato la cu-
pericolosi? Buttiamo il nitrato dove capita. Chabuduo, ra e la precisione, le avrebbe distrutte.
e a Tianjin, il principale porto della Cina settentrionale, Prima di Hu in Cina la sovrappopolazione e la glo-
scoppia un incendio in cui muoiono 173 persone. balizzazione erano già un problema, che alla fine
“C’è un’esplosione come quella di Tianjin ogni me- dell’ottocento aveva prodotto una forte ondata di mi-
se”, mi ha detto il dipendente di un programma nazio- grazioni. I cinesi faticavano a stare al passo con le nuo-
nale per la sicurezza sul lavoro, che ha chiesto di man- ve tecnologie e le norme di governo delle quali non
tenere l’anonimato. “Ma quasi sempre avviene in un avevano nessuna esperienza. Poi la guerra e la rivolu-
posto di cui non importa niente a nessuno”. Le cata- zione avrebbero distrutto le poche tradizioni che erano
stroi dovute all’incuria vengono sempre insabbiate. rimaste. Da quando nel 1979 la Cina si è gettata a ca-
Quando nel marzo del 2014 è esploso un impianto chi- poitto nella modernità, l’urbanizzazione di massa, le
mico a Tangshan, un amico mi ha raccontato che la migrazioni interne e i continui cambiamenti hanno
direzione aveva tirato un sospiro di sollievo quando il cancellato quasi tutte le tracce delle abilità per le quali
giorno dopo era scomparso il volo 370 della Malaysia un tempo il paese era famoso.
Airlines, facendo dimenticare tutte le altre notizie e All’inizio del 2016, durante una visita al palazzo
garantendo che nessuno venisse a sapere dell’esplo- Topkapi di Istanbul, per i miei occhi è stata una festa
sione tranne 13 vedove. vedere i piatti della dinastia Ming del cinquecento tanto
Ma queste morti si accumulano: nei cantieri dove gli amati dai sultani ottomani, con lo smalto ancora perfet-
operai usano le iamme ossidriche senza occhiali di to e ognuno orgogliosamente irmato da chi lo aveva
protezione o si spostano appesi a vecchi pezzi di corda fatto. La nostra idea del passato si basa soprattutto su
Storie vere legati insieme; per gli avvelenamenti causati dalla car- ciò che è bello e rainato, perché è più facile che sia sta-
Quest’anno per ne trasportata in camion non refrigerati; per gli incendi to apprezzato e quindi conservato. Ma abbiamo ampie
Halloween le ragazze
che scoppiano negli appartamenti con impianti elettri- prove delle abilità della Cina premoderna, sviluppate
vogliono avere più
ci fatti male. Le vittime sono sempre più numerose, soprattutto nel iorente mondo del commercio e grazie
poteri. Lorenzo
Caltagirone,
soprattutto tra i poveri, ignorati e abbandonati dalle a ricchi patroni come gli imperatori delle dinastie Song
proprietario di un istituzioni che dovrebbero proteggerli. (960-1279) e Ming (1368-1644). L’artigianato cinese
grande negozio di Molte città cinesi sono per metà cantieri. Mi è capi- era molto superiore a quello europeo e ottomano, sca-
giocattoli ad tato di camminare attraverso vicoli che sembravano i tenava meraviglia e tentativi di imitazione.
Arlington, in Virginia, livelli di Super Mario: mole che sparavano raiche di Alcune forme di artigianato, naturalmente, sono
dice che solo il 6 per scintille surriscaldate, mattoni lasciati cadere dalle im- sopravvissute. Vicino a casa mia, una famiglia manciù
cento dei costumi che palcature senza preavviso e corde tese sui marciapiedi. fabbrica ancora bellissime e divertenti scene di vita ci-
ha venduto inora alle “Perché non ci mettete almeno un po’ di nastro adesivo nese con minuscoli mobili da bambola e scarafaggi
bambine sono per
intorno?”, ho chiesto una volta indicando una voragine morti che fanno gli esseri umani. Ma è rimasto davvero
fate e principesse,
abbastanza profonda da rompersi il collo se ci si iniva molto poco. I falegnami, i liutai, i bottai, i tessitori di
mentre più del 20 per
cento sono da
dentro. Gli operai immigrati hanno alzato le spalle. stofe rare ormai sono rari.
supereroe. “Vanno “Nessuno ci ha detto di farlo”. In una certa misura, questo è un normale processo
fortissimo le eroine In un articolo del 1924, il critico Hu Shih trasformò il storico. Nell’ottocento, a Parigi, Amburgo e New York
dei fumetti”, osserva chabuduo in una parabola. Il suo protagonista, il signor gli scrittori si lamentavano dei muratori che non sape-
Caltagirone. “Almeno Cha Buduo, vive in base al principio del più o meno. vano neanche usare una cazzuola, degli idraulici che
a Halloween, questo è “Ne avrete sicuramente sentito parlare”, scriveva Hu. spesso rompevano i tubi anziché aggiustarli o dei vetrai
l’anno del girl power”. “Tante persone lo nominano ogni giorno”. le cui inestre cadevano e andavano in frantumi il gior-
I supereroi sono Cha Buduo non capisce perché perde i treni arri- no dopo. I contadini migravano in massa nelle città,
decisamente in testa
vando alle 8.32 invece che alle 8.30, o perché il suo capo disposti a fare qualsiasi lavoro, e le loro abilità risultava-
anche nelle vendite di
si arrabbia quando scrive 1.000 invece di 10, o perché no inutili nel nuovo ambiente. In una generazione, for-
costumi per maschi e
per animali. Si
l’Islanda è diversa dall’Irlanda. Si ammala e manda a se meno, la corsa alla modernità aveva distrutto talenti
vendono bene anche i chiamare il dottor Wang, ma per sbaglio arriva il si- sviluppati nell’arco di secoli.
costumi da Donald gnor Wang, veterinario. Mentre muore, si consola Ma ben presto in quasi tutto il mondo sviluppato il
Trump e Hillary pensando che, dopotutto, la vita e la morte sono più o gusto per l’artigianato sarebbe tornato. C’era il piacere
Clinton. meno la stessa cosa. dell’invenzione, della novità, di creare nuovi standard

100 Internazionale 1176 | 21 ottobre 2016


per un nuovo mercato. Nell’Inghilterra della ine del
settecento i mattonai creavano ardite metafore così,
come racconta Sennett, il mattone “onesto” (senza
l’aggiunta di nessun colorante artiiciale) riletteva
l’orgoglio del fabbricante. Negli anni trenta del nove-
cento, gli operai della Ford immaginavano un lucci-
cante futuro automatizzato fatto con i loro utensili. Gli
operai cinesi, invece, sono fermi da quarant’anni in
una sorta di limbo, in cui le vecchie competenze sono
andate perdute ma non si è sviluppata una nuova pro-
fessionalità.
Perché la Cina è bloccata in questa trappola? Nella
maggior parte dei settori, il fondamentale rapporto con
l’utente non esiste più. Per capire come fare le cose bi-
sogna usarle. Gli operai della Ford guidavano le loro
macchine e i muratori occidentali vivevano, o sperava-
no di vivere, in case come quelle che costruivano. I mi-
granti che lavorano alle catene di montaggio del Guang-
dong, invece, fabbricano oggetti per le famiglie statuni-
tensi che vivono a migliaia di chilometri di distanza. Gli

ChrISTIAN DeLLAVeDoVA
uomini e le donne che costruiscono le case in Cina non
vivranno mai in posti simili.
Il prezzo medio di un monolocale in una città cinese
di secondo livello – un capoluogo di provincia con pochi
milioni di abitanti, già in diicoltà per i suoi limiti geo-
graici e ambientali – è di circa centomila euro. Il salario
medio annuo di un muratore immigrato è di 3.200: è elettronico Alibaba, invece, ha ainato l’arte di far arri-
destinato a vivere in squallidi dormitori prefabbricati e vare la merce dal venditore al compratore in un paese
vecchie baracche di campagna, senza condizionatori enorme portandola a livelli ancora sconosciuti in occi-
né bagni moderni. Se quello che fabbrichi appartiene a dente. Forse c’è riuscito usando la rete di strade magi-
un mondo completamente fuori dalla tua portata, per- che di quella specie di hobbit che è il suo creatore Jack
ché dovresti preoccuparti di farlo bene? Ma. Intanto i pagamenti con il cellulare, la concorrenza
A causa dell’opacità delle aziende cinesi, anche nel feroce e relativamente aperta e i grandi guadagni che
caso di errori catastroici spesso è diicile trovare un Alibaba ha generato hanno creato una serie di nuove,
colpevole. Le fabbriche che un tempo incidevano orgo- splendide competenze.
gliosamente il loro nome su ogni mattone delle mura di Ma neanche la tecnologia può sfuggire alla maledi-
una città sono state sostituite da società per azioni o di zione cinese. I programmi sciatti, le applicazioni che
copertura. Per timore di un aumento della disoccupa- non funzionano e le violazioni della privacy sono molto
zione e di un calo del pil, le amministrazioni locali fan- comuni quando, per motivi di sicurezza, le aziende sta-
no di tutto per proteggere le loro aziende preferite da tali sono costrette a sviluppare software da sole anziché
eventuali sanzioni. usare quelli commerciali. I motori di ricerca cinesi sono
Il divario più grande è quello tra i funzionari che pessimi a causa della censura del governo e della man-
dettano le politiche economiche di Pechino e le perso- canza di una vera concorrenza. Il più grande, Baidu,
ne che devono applicarle. Vaste zone del paese funzio- qualche mese fa è stato al centro di uno scandalo per
nano ancora in base alla logica dell’economia pianii- aver messo in vendita dei medicinali fasulli.
cata, che prevede quote di produzione e salvataggi Dopo lo scandalo, le autorità hanno annunciato che
garantiti da parte dello stato. Ma l’artigianato richiede avrebbero preso duri provvedimenti. Ma, in concreto,
il riscontro dei clienti e del mercato. Le quote – stabili- le autorità cinesi sono fantasmi. Anche se ogni catastro-
te per qualsiasi cosa, dal numero di parole per i giorna- fe viene regolarmente denunciata dalla stampa, non si
listi agli arresti per i poliziotti – spingono a non apprez- sa mai quali sono le conseguenze. La vita media di una
zare nulla del prodotto se non la rapidità della sua notizia, anche di un disastro come quello di Tianjin, è
produzione. Chabuduo: per essere un lavoro statale va meno di una settimana: poi arrivano gli ordini dell’ui-
abbastanza bene. cio propaganda e la storia sparisce dai giornali.
L’unica industria che fa eccezione alla cultura del I normali controlli sono ancora meno eicienti, per-
chabuduo è quella tecnologica, forse perché si è svilup- ché sono legati a perverse forme d’incentivazione che
pata quasi simultaneamente in tutto il mondo. In altri sono le stesse da decenni. I regolatori, che non hanno
settori, le fabbriche e i laboratori cinesi non creano nuo- mai abbastanza fondi né personale, non sono tenuti a
vi prodotti, fabbricano quelli che gli occidentali voglio- controllare tutte le aziende. Ma se ne ispezionano una,
no pagare poco. Non ci sono né l’orgoglio né la compe- sono considerati responsabili di qualsiasi incidente ci
tenza che si conquistano risolvendo un problema o in- succeda in futuro, e questo potrebbe costargli il posto o
ventando qualcosa di nuovo. Il colosso del commercio la tessera del partito, e perino farli inire la prigione.

Internazionale 1176 | 21 ottobre 2016 101


Pop
JüRgen BeckeR L’ovvia soluzione è controllarne pochissime e concen- Poesia
è un poeta nato nel trarsi sulle zone meno pericolose, riducendo così al
1932 a Colonia. Vive minimo i rischi per sé. A questo si aggiunge l’assenza di
nella campagna un sistema legale eiciente, soprattutto per quanto ri-
In Renania, sull’Oder
renana. Fa parte del
guarda le cause collettive. Errori che in occidente pro-
Gruppo 47. Nel 2014
vocherebbero azioni civili di massa in Cina vengono Da’ qua, una cartina, tabacco, il iltro, mai
ha vinto il premio
Büchner. Questa spesso coperti. La morte di un operaio immigrato può inisce il dopoguerra. La brina, il freddo di mattina,
poesia è tratta dalla essere liquidata con soli 4.500 euro. così inizia settembre, il settembre
raccolta Journal der Tutti questi fattori impediscono ai cinesi di essere delle citazioni.
Wiederholungen orgogliosi del loro lavoro. Se lo sono, se lo tengono per
(Suhrkamp Verlag sé. In occidente, i sindacati (per i lavoratori manuali) e
1999). Traduzione di Tu capisci… o sei
le associazioni professionali (per categorie come i me-
Dario Borso. dici e gli avvocati) hanno svolto un ruolo fondamentale troppo giovane? Quindi adesso puoi guardare come
per stabilire degli standard nazionali. Hanno dato alle la storia continua mentre rollo, esattamente
persone un’identità che si fondava, almeno in parte, la vecchia tecnica.
sulla competenza e sull’etica, un gruppo di pari con i
quali competere e ai quali rendere conto. Stramature sono le pere. Fuoristrada, un uomo.
Ma, come sosteneva Adam Smith nella Ricchezza Le pere crepitano sul tettuccio
delle nazioni, del 1776, ogni professione “inisce per
solo quando poggia la scala e sale,
essere un complotto contro il pubblico” e il Partito co-
munista cinese non tollera nessun complotto tranne i sempre più in alto.
suoi. Soprattutto da quando nel 2012 è salito al potere
Xi Jinping, qualsiasi organizzazione che potesse rap- Jürgen Becker
presentare una base di resistenza al partito a livello na-
zionale è stata stroncata. La sindacalizzazione, al di
fuori della inutile e corrotta federazione di tutti i sinda- chiare ed enti di controllo che li fanno rigare dritto, in
cati cinesi, è considerata una minaccia per il partito, Cina hanno solo la tremula iammella della loro co-
che non vuole che i manovali o i ferrovieri si uniscano scienza.
più di quanto vuole che lo facciano i cristiani, i demo- In conclusione, forse quello che perpetua l’incuria
cratici o le femministe. dei cinesi è la sua ubiquità. L’artigianato è creativo: uno
Sotto l’ombrello del partito c’è posto per le associa- scrittore può trovare ispirazione ascoltando una canzo-
zioni professionali, ma solo ai livelli più alti. Esiste ne o vedendo riparare una macchina, la fantasia di un
quella dei medici cinesi ma non quella degli idraulici. falegname può essere accesa da una poesia o da una
E anche all’interno delle organizzazioni, si dà molta motocicletta. Ma è vero anche il contrario. Se sei cir-
più importanza al rispetto per le linee stabilite dal go- condato da oggetti da quattro soldi, brutti e fatti male,
verno che al confronto tra pari. Come ha osservato il se gli errori rimangono impuniti e l’impegno non viene
giornalista esperto di medicina Michael Woodhead, in ricompensato, è diicile non pensare che fare qualcosa
occidente i dottori hanno linee guida professionali quasi bene sia suiciente. Chabuduo. u bt

Scuole Tullio De Mauro


La ilastrocca delle disuguaglianze

Cnesco: tempo fa qui era già stata to 22 gruppi di studiosi: sociologi, guaglianze. Quelle sociali danno
spiegata la nuova sigla che si aggi- economisti, educatori, psicologi. luogo a disuguaglianze di tratta-
ra nei cieli della scuola francese. Mancano i linguisti, quelli tra i lin- mento, che producono risultati di-
Cnesco è il Conseil national guisti che sanno occuparsi anche suguali, da cui nascono disuguali
d’évaluation du système scolaire, di disparità di possesso del patri- capacità di orientarsi nei percorsi
un po’ come il nostro Invalsi, ma monio linguistico e di conseguen- scolastici, che danno luogo a una
indipendente dal ministero te disuguale capacità nella com- molto diversa qualità dei titoli ot-
dell’istruzione. Saggiamente non prensione di testi e discorsi. tenuti, da cui inine si determina-
lavora con la pretesa di fare censi- Peccato: perché qui si nascon- no disuguali possibilità d’inseri-
menti totali, ma sta facendo in- de la causa maggiore dell’amplii- mento nel lavoro e nella vita so-
chieste mirate. E ora ha difuso un cazione progressiva delle disu- ciale. Entrano che a volte paiono e
nuovo rapporto: “Disuguaglianze guaglianze. Il rapporto lo ignora, magari sono quasi uguali, escono
sociali: come la scuola ampliica però scandisce utilmente, come in che sono anche visibilmente disu-
le disuguaglianze sociali e migra- una poco allegra ilastrocca, altri guali e inchiodati alla disugua-
torie”. Per prepararlo ha mobilita- gradi successivi di crescenti disu- glianza sociale. u

102 Internazionale 1176 | 21 ottobre 2016


!&'%!$" $"##"%"((!
LA LINEA “LE PIUMETTE” COMPRENDE: PlumCake allo yogurt, PlumCake di farro, PlumCake di farro al cacao,
PlumCake di grano khorasan KAMUT®. Muffin con gocce di cioccolato, Muffin al cacao con gocce di cioccolato.
Tortini e Ciambella di soffice pasta margherita.

dal 1935
dal 1935

www.dinocorsini.it

Scegliere un supermercato NaturaSì significa essere certi di acquistare cibi biologici e biodinamici,
selezionati e certificati.
Ma vuol dire anche avere a cuore la salute della terra ed il rispetto delle risorse naturali.

www.naturasi.it Scarica la nuova app


shop.naturasi.it naturasi.it/app
Scienza
Un esempio di collaborazione mondiale
nello spazio esiste già ed è la Stazione spa-
ziale internazionale, che coinvolge governi
e privati. Pur funzionando bene, la stazione
è regolata dalle agenzie spaziali internazio-
nali e imbrigliata nella relativa burocrazia.
L’intento di Asgardia di rendere più acces-
sibili lo spazio e la sperimentazione spaziale
è lodevole, ma servono regole.
Lascia perplessi anche la dichiarazione
d’intenti del progetto, secondo cui “spesso
le considerazioni di tipo economico e poli-
tico hanno la precedenza su quelle pura-
mente scientiiche e i vincoli etici sono con-
siderati necessari a garantire la sicurezza”.
Asgardia, invece, “dimostrerà che la ricerca
ANGeLO MONNe

indipendente, privata e senza limiti è possi-


bile”. Per me i vincoli etici servono, soprat-
tutto se l’obiettivo è la ricerca senza limiti,
“libera dalle restrizioni imposte dalla legi-

Il miraggio slazione di uno stato terrestre”. La storia


fornisce in troppi esempi di ricerca senza
limiti con conseguenze inaccettabili.

di uno stato spaziale Leggi e trattati


Per regolamentare l’uso paciico dello spa-
zio ci sono leggi e trattati, riconosciuti da
tutti i paesi che vi si avventurano e attuati
Monica Grady, The Conversation, Australia tramite le Nazioni Unite. Non saranno per-
Un gruppo di scienziati, giuristi protettivo” che difenda la Terra da minacce fetti e forse, vista l’accelerazione tecnologi-
e imprenditori vuole fondare come i detriti spaziali, le espulsioni di mas- ca e l’aumento di soggetti privati nell’esplo-
sa dalla corona solare e gli asteroidi. Il pro- razione spaziale, è necessario rivederli. Ma
una nuova nazione nello spazio: getto, presentato il 12 ottobre in una confe- forniscono un quadro di riferimento entro
Asgardia. Un progetto che ha renza stampa a Parigi, è aperto a chiunque cui gli stati devono agire. In base a queste
come obiettivo lo sfruttamento voglia iscriversi per diventare cittadino di leggi, la nazione che lancia – o fa lanciare –
paciico delle risorse spaziali Asgardia. A detta di Ashurbeyli, superate le un satellite è responsabile di eventuali dan-
centomila adesioni, l’organizzazione potrà ni. L’uicio che ha il compito di farle rispet-
chiedere lo status di nazione all’Onu. tare sovrintende anche al registro interna-
ono la cittadina numero 62 di As- è un’idea visionaria, ma non sarà solo zionale di ogni oggetto lanciato nello spazio

S gardia, la nuova nazione spaziale,


concepita per espandere l’esplora-
zione paciica dello spazio a bene-
icio dell’umanità. Il progetto è guidato da
Igor Ashurbeyli, fondatore dell’Aerospace
un miraggio? Nella mitologia nordica Ás-
garðr è uno dei nove mondi delle antiche
divinità, governato da Odino. Si trova in
cielo ed è collegato alla Terra dal ponte
dell’arcobaleno Bifrost. Chiamando il nuo-
e coordina il monitoraggio dei detriti.
Se aspira davvero a essere un attore in-
dipendente dell’esplorazione spaziale, As-
gardia non può ignorare i suoi doveri verso
i trattati delle Nazioni Unite: ogni tentativo
international research center di Vienna e vo “stato-nazione” Asgardia, i fondatori di diventare un launching state, cioè uno sta-
medaglia Unesco per i progressi nelle nano- invitano i potenziali cittadini a creare un to che lancia o fa lanciare un satellite, la ren-
scienze. Sulle prime sembra un’idea fanta- mondo indipendente, basato sulla paciica de responsabile in caso di problemi. è dii-
stica, che ogni scienziato dello spazio do- collaborazione scientiica. Tuttavia, non so cile conciliare questo limite con l’intento
vrebbe apprezzare. se il mondo mitologico di Ásgarðr sia il mo- dichiarato di essere “libera dalle restrizioni
Secondo il sito web dell’iniziativa, As- dello migliore per quest’aspirazione: in fon- imposte dalla legislazione di uno stato ter-
gardia sarà una “piattaforma indipendente, do la sua sala più grande è Valhalla, dove i restre”. Nessuna nazione dovrebbe essere
libera dalle restrizioni imposte dalla legisla- guerrieri morti in battaglia passano il tem- libera di agire in maniera del tutto indipen-
zione di uno stato terrestre. Diventerà una po banchettando o combattendo. dente dalle sue vicine e, se Asgardia sorgerà
vera e propria ‘terra di nessuno’ orbitante”. Cos’è esattamente Asgardia? A che ser- nello spazio, ogni nazione della Terra sarà
Il primo obiettivo – issato per ottobre 2017, ve? Cosa farà? Come funzionerà? Su quali sua vicina. u sdf
sessantesimo anniversario del lancio dello princìpi poggia? Chi la inanzia? Gli orga-
Sputnik – è il lancio di un satellite. Un secon- nizzatori non hanno rivelato nessuna di Monica Grady insegna scienze planetarie e
do passo sarà la creazione di uno “scudo queste informazioni. spaziali alla Open university (Regno Unito).

104 Internazionale 1176 | 21 ottobre 2016


INFORMATICA
Biologia
Deduzioni
da computer La montagna nel sangue
Qual è il percorso più breve per
andare da South park a Picca- Journal of Proteome Research, Stati Uniti

naSa/eSa
dilly circus in metro? anche se
non ha ricevuto istruzioni in Un breve soggiorno in montagna può
precedenza, il nuovo computer modiicare il sangue per mesi. In uno IN BREVE
ibrido disegnato da DeepMind, studio condotto in Bolivia, ventuno Astronomia Le galassie
la start up d’intelligenza artii- volontari hanno vissuto per due nell’universo potrebbero essere
ciale di Google, sa scoprirlo da settimane a 5.260 metri di altezza, duemila miliardi, dieci volte di
solo. La sua particolarità è che più di quanto stimato, scrive
sono scesi al livello del mare per una
mette insieme una rete neuro- arXiv. Molte di queste galassie
settimana e hanno vissuto a 1.525 hanno una luce così tenue che
nale, capace di dedurre le rego-
le dagli esempi o da una serie di metri per un’altra settimana. Durante ancora non sono state osservate
tentativi, e una memoria ester- il test i ricercatori hanno osservato i direttamente con i telescopi. Lo
na, simile a quella dei normali cambiamenti che avvenivano nel sangue e hanno scoperto studio si basa su una stima indi-
computer, dove immagazzinare che l’adattamento alla mancanza di ossigeno comincia già retta, ottenuta dal numero di
in modo dinamico dati e sche- dopo alcune ore di permanenza ad alta quota. Sembra che galassie in un certo volume
mi acquisiti nella fase di ap- dell’universo.
una breve esposizione alle alte quote modiichi i
prendimento. Il risultato, spie- Paleontologia L’impatto con
meccanismi molecolari all’interno dei globuli rossi, una cometa 56 milioni di anni
ga Nature, è un cosiddetto
computer neurale diferenzia- rendendoli capaci di trattenere meglio l’ossigeno. Queste fa avrebbe fatto aumentare le
bile, in grado di dedurre la solu- variazioni si mantengono per giorni, anche dopo il ritorno temperature sulla Terra favo-
zione a un problema nuovo ba- a quote più basse. Finora si pensava che l’adattamento rendo la difusione dei mammi-
sandosi su quanto già appreso. all’altitudine fosse un processo lento, perché basato sulla feri e l’estinzione di alcuni or-
Dopo avere imparato a calcola- produzione dei globuli rossi, che richiede giorni. Il ganismi marini di profondità,
re il percorso più breve tra due scrive Science. Lo studio si basa
risultato dello studio potrebbe aiutare a ridurre i problemi
punti, il computer ha saputo su minerali trovati in sedimenti
legati al mal di montagna, sperimentato da molti turisti ad marini lungo la costa atlantica
trovare il tragitto più breve tra
due stazioni delle metro di Lon- alta quota. Inoltre, potrebbe portare a nuove strategie per degli Stati Uniti. L’evento sa-
dra e ha individuato i diversi aumentare la capacità del sangue di trasportare l’ossigeno, rebbe successivo a quello che si
gradi di parentela in un albero da usare in situazioni d’emergenza, come incidenti d’auto pensa abbia causato la scom-
genealogico. o ferite da arma da fuoco, che provocano una perdita di parsa dei dinosauri 66 milioni
sangue e quindi una riduzione del livello di ossigeno. u di anni fa.

GENETICA

Il freddo blocca Salute BIOINGEGNERIA

i geni del sapore Il tatto


I numeri della tubercolosi ritrovato
I pomodori conservati in frigori-
La tubercolosi è più difusa di quanto inora stimato, dichiara l’Oms.
fero perdono sapore perché le Un impianto nel cervello ha re-
Si stima che nel 2015 i nuovi casi nel mondo siano stati 10,4 milioni.
temperature sotto i 12 gradi stituito a un uomo paralizzato il
Il 60 per cento delle infezioni è concentrato in sei paesi: India, Indo-
bloccano alcuni enzimi fonda- senso del tatto. I microelettrodi
nesia, Cina, nigeria, Pakistan e Sudafrica. Le stime sono state riviste
mentali. Dopo sette giorni di sono stati impiantati nella cor-
al rialzo a partire da nuovi dati indiani. nel paese sono stati registrati
esposizione al freddo i pomodo- teccia somatosensoriale, l’area
2,8 milioni di casi nel 2015 contro i 2,2 milioni del 2014. I dati non di-
ri perdono il 65 per cento dei cerebrale che elabora le infor-
pendono da un peggioramento della situazione, ma da sistemi di in-
FOnTe: OMS/GLOBaL TUBerCULOSIS rePOrT 2016

composti volatili fondamentali mazioni tattili, spiega Science


dagine migliori. Secondo The Lancet, l’obiettivo di fermare l’epide-
per il gusto e un successivo pe- Translational Medicine.
mia entro il 2030 è ancora raggiungibile. u
riodo a temperatura più calda Quando negli elettrodi circolava
non riporta i composti ai livelli Nuovi casi di tubercolosi Numero di nuovi casi di tbc, ogni una corrente, la persona perce-
normali. anche se il contenuto nel mondo, stime 2015, milioni 100mila abitanti, 2015 piva una sensazione tattile pro-
Uomini Donne
in zuccheri e acidi rimane so- Sudafrica 834 veniente dalla mano paralizza-
6,4 4,0
stanzialmente inalterato, spiega Indonesia 395 ta. I ricercatori vorrebbero crea-
Pnas, il freddo riduce l’attività Bambini Bambine nigeria 322 re una protesi di mano, i cui mo-
di vari geni legati alla sintesi dei 0,47 0,48 Pakistan 270 vimenti siano controllati dal
composti volatili e alla matura- India 217 cervello e che sia dotata del sen-
Il dato su uomini e donne comprende anche i
Cina 67
zione dei frutti. bambini. Sotto, il dato scorporato dei bambini so del tatto.

Internazionale 1176 | 21 ottobre 2016 105


Il diario della Terra
Ethical living
Canada
Cina
6,4M I segreti
Nicole Songda
del litio
Francia

Vietnam Sarika
u La prima regola per fare du-
44,4 °C rare a lungo le batterie al litio è
Perù Podor, non permettere che la carica si
Senegal Nuova riduca a zero, scrive Grist. La
Indonesia Zelanda
5,2M 5,8M rivista risponde a un lettore
che vorrebbe prolungare la vi-
ta del suo computer portatile
-72,8°C
Vostok, ed è indeciso se lasciarlo sem-
Antartide pre in carica oppure se ricari-
care la batteria e poi scollegar-
lo dalla rete elettrica. Poiché
prolungare la vita degli appa-
Cicloni Il passaggio del ti- Caribù Il Wwf ha lanciato condizionatori, gli idroluoro- recchi elettrici è un modo per
fone Sarika sull’isola di Luzon, l’allarme per il declino della carburi (Hfc) hanno un efetto renderli più sostenibili per
nelle Filippine, ha costretto più popolazione dei caribù serra estremamente potente. l’ambiente, vale la pena di ca-
di dodicimila persone a lascia- nell’Artico canadese, causato L’intesa è un emendamento pire come usare al meglio le
re le loro case. u L’uragano Ni- dal cambiamento climatico e al protocollo di Montréal, batterie. Tutte le batterie al li-
cole ha lasciato 27mila persone dallo sviluppo minerario nella irmato nel 1987, che limi- tio tendono a degradarsi nel
senza elettricità alle Bermude. regione. tava l’uso industriale dei tempo. E si degradano soprat-
u Il tifone Songda si è formato cloroluorocarburi (Cfc) per tutto quando si scaricano com-
nel Paciico occidentale. Gas serra è stato raggiun- proteggere lo strato di ozono. I pletamente. Secondo
to a Kigali, in Ruanda, un paesi industrializzati saranno i Grist, se si porta la carica allo
Terremoti Un sisma di ma- accordo mondiale per la primi a ridurre l’uso degli Hfc. zero e poi al 100 per cento, si
gnitudo 6,4 sulla scala Richter graduale eliminazione dei gas Seguiranno poi gli altri, con hanno a disposizione tra i 300
ha colpito la provincia del Hfc. Usati come refrigeranti una transizione che dovrebbe e i 500 cicli di ricarica, mentre
Qinghai, nel nordovest della soprattutto nei frigoriferi e nei concludersi nel 2047. se si alimenta la batteria quan-
Cina, senza causare vittime. do è solo parzialmente scarica
Altre scosse sono state regi- si può arrivare a 4.700 cicli di
strate al largo della Nuova Ze- ricarica.
landa e nell’est dell’Indonesia. Ma la batteria al litio si ro-
vina anche quando è tenuta
Alluvioni Almeno 25 per- sempre al 100 per cento. L’ide-
sone sono morte nelle alluvio- ale sarebbe tenere la batteria
ni causate dalle forti piogge carica tra il 40 e l’80 per cento.
che hanno colpito il centro del In altre parole, si dovrebbe la-
Vietnam. Decine di migliaia di sciare scaricare la batteria al
case sono state distrutte. 40 per cento, poi ricaricarla fi-
no all’80 per cento e ripetere il
Trombe d’aria Ventitré ciclo. Se è troppo scomodo se-
persone sono rimaste ferite nel guire questa procedura, è me-
passaggio di una tromba d’aria glio lasciare la batteria costan-
durante uno spettacolo in piaz- temente in carica piuttosto che
za ad Ajaccio, sull’isola france- lasciarla scaricare del tutto.
se della Corsica. Un’altra regola da seguire è fa-
OSCAR RUIZ

re attenzione alla temperatura


Rane Diecimila rane sono della batteria. Il calore infatti
state ritrovate morte nel iume può danneggiarla. Per questo
Coata, vicino al lago Titicaca, Pesci Con il ritratto di un embrione di pesce zebra di quattro bisogna fare in modo che le
in Perù. Secondo gli esperti, giorni, Oscar Ruiz, del Centro di ricerca sul cancro MD An- ventole del computer funzio-
potrebbero essere morte a derson dell’università del Texas, ha vinto il primo premio nel nino bene ed evitare l’esposi-
causa dell’inquinamento. concorso di microfotograia Nikon small world. zione ai raggi solari.

106 Internazionale 1176 | 21 ottobre 2016


Il pianeta visto dallo spazio
Haiti dopo l’uragano Matthew

26 settembre 2016

Les Cayes

12 ottobre 2016

Les Cayes
eArTHObServATOry/NASA

Nord
1 km

u La perdita di vegetazione è il Di solito la terra ad Haiti è Le foto satellitari scattate della Grand valley state univer-
tratto che emerge in modo più divisa in piccoli appezzamenti prima e dopo il passaggio sity, in Michigan, fa notare la
evidente dal confronto tra que- coltivati dalle famiglie per la lo- dell’uragano Matthew mo- grande quantità di sedimenti
ste due immagini della regione ro sopravvivenza. I terreni si strano lo stato di devasta- portati in mare dai corsi d’ac-
di Les Cayes, nel suodovest di trovano spesso sui pendii delle zione nel sudovest di Haiti. qua: “I sedimenti derivano dalle
Haiti, scattate dal satellite colline. Nelle immagini più re- sponde dei iumi, dove spesso
Landsat 8. La prima risale alla centi “le colline appaiono spo- manca la protezione della vege-
settimana precedente al passag- glie: probabilmente i campi e i tazione”. Probabilmente ci sono
gio dell’uragano Matthew. La pascoli sono stati spazzati via”, state anche diverse frane, ma la
seconda mostra la stessa area spiega Alexandra Morel, studio- u maggior parte dei danni è stata
otto giorni dopo che la tempesta sa di ecosistemi dell’università provocata dal vento e dalle allu-
(di categoria 4 su una scala da 1 di Oxford. vioni, conclude il geologo della
a 5) ha raggiunto l’isola. Il geologo Peter Wampler, Nasa Thomas Stanley.–Nasa

Internazionale 1176 | 21 ottobre 2016 107


Tecnologia
LorENzo MAccottA (coNtrASto)

La privacy dei bambini pubblicare quello che vuole e il diritto del


bambino alla privacy. “È raro che i genito-
ri condividano le fotograie in malafede,
nell’era di Facebook ma a volte non si rendono conto dei peri-
coli legati alle informazioni che pubblica-
no su internet”, aferma Stacey Steinberg,
che insegna legge al Levin college of law
Adrienne LaFrance, The Atlantic, Stati Uniti dell’università della Florida e dirige il cen-
tro per bambini e famiglie dell’istituto.
La prima regola per un genitore: sui social network. A un certo punto, su- È tipico degli adulti, per esempio, an-
non condividere su internet perata l’infanzia, questi bambini potreb- nunciare la nascita di un iglio sui social
bero rendersi conto che la loro identità network scrivendo il nome e la data di na-
nulla che non mostreresti in online è già stata in parte delineata, di so- scita ed esponendo il bambino al rischio di
pubblico lito dai genitori. E visto che tutto quello furti d’identità o rapimento digitale, quan-
che viene condiviso su internet può essere do cioè qualcuno prende le foto dei igli di
u internet i bambini, come i gatti, cercato e condiviso per molto tempo, que- qualcun altro e li presenta come suoi. Al-

S sono ovunque. Negli Stati Uniti la


maggior parte dei bambini di due
anni (più del 90 per cento, secon-
do un sondaggio del 2010) ha già una pre-
senza online. E la percentuale dei neonati
sto duplice ruolo di genitori ed editori sol-
leva una serie di problemi sulla privacy,
sul consenso e più in generale sul rapporto
tra genitori e igli.
Di conseguenza, ricercatori, pediatri e
cuni genitori pubblicano informazioni sul
posto in cui si trovano i igli, mettendo po-
tenzialmente a rischio la loro sicurezza,
mentre altri condividono momenti d’inti-
mità familiare.
supera l’80 per cento. Molti bambini de- altri studiosi stanno cominciando a pen- Nello studio Sharenting: children’s pri-
buttano online sotto forma di granulose sare a una campagna di sensibilizzazione vacy in the age of social media, che sarà pub-
macchie grigie, prima ancora di nascere, su quello che a loro avviso è un conlitto blicato nella primavera del 2017 sull’Emo-
nelle immagini delle ecograie pubblicate d’interessi tra la libertà del genitore di ry law journal, Steinberg racconta l’episo-

Internazionale 1176 | 21 ottobre 2016 109


Tecnologia
dio di una blogger che ha pubblicato le foto
dei suoi gemelli mentre imparavano a usa-
Molti debuttano non voglio che pubblichi questa cosa” – fo-
to, citazioni o descrizioni dei loro traguardi
re il vasino. “In seguito ha scoperto che su internet prima e delle loro diicoltà – sta particolarmente
degli sconosciuti avevano avuto accesso
alle foto, le avevano scaricate, modiicate e
ancora di nascere, a cuore a Steinberg. “A quattro anni i bam-
bini hanno un senso di sé”, scrive. “Già
condivise su un sito usato da pedofili”, sotto forma di così piccoli sono in grado di costruire delle
scrive Steinberg. “Questa madre consiglia
quindi di non pubblicare mai foto di bam-
granulose macchie amicizie, ragionano e cominciano a para-
gonarsi agli altri. I genitori abituati a usare
bini in situazioni in cui non sono vestiti, di grigie nelle immagini i social network possono parlare di inter-
usare le funzioni di ricerca di Google per
capire se una foto pubblicata su internet è
delle ecograie net con i igli e dovrebbero chiedergli se
vogliono che amici e familiari vengano a
stata copiata e condivisa online e di rivede- conoscenza di ciò che viene condiviso”.
re il concetto di mamma blogger”. Ai bambini fa bene essere “ascoltati e
“È colpa mia”, ha scritto la donna sul capiti”, dice, e parlare di queste cose li in-
suo blog in un post del 2013, in cui parlava coraggia a pensare in modo critico agli ef-
dell’incidente, avvertendo i lettori di fare fetti che la condivisione online potrebbe
più attenzione alle informazioni che pub- avere su di loro. Sviluppare questa linea di
blicano su internet. “Ho scattato io le foto hanno contribuito a creare un mondo dove pensiero in da piccoli prepara i bambini a
e le ho condivise”. Anche scegliere di con- i giovani non hanno più il concetto di priva- gestire i loro comportamenti online una
dividere le foto usando un gruppo privato cy, ma in realtà i nativi digitali hanno a volta cresciuti. È una posizione più sfuma-
su Facebook o un account privato su Insta- cuore la loro privacy online. “Assistiamo a ta rispetto al consiglio di non pubblicare
gram non diminuisce i rischi. “Di solito in un ritorno verso comportamenti più di- mai online cose che riguardano i bambini.
un gruppo privato c’è l’illusione che tutti screti su internet, perino tra i bambini”,
quelli che ne fanno parte si conoscono e scrivono gli autori di un saggio presentato Figli ormai adulti
hanno gli stessi princìpi”, continua Stein- nel 2015 alla ventiquattresima Conferenza Steinberg ribadisce spesso che non vuole
berg. Quindi il genitore, o chi si occupa del mondiale sul web. “Applicazioni come scoraggiare i genitori a pubblicare online
bambino, non solo deve idarsi del fatto Snapchat, che permettono di comunicare foto o storie relative ai loro igli. Scrivere
che le persone con cui sceglie di condivide- in modo meno permanente, sono molto un post sulle condizioni di salute di un i-
re le immagini non le useranno in alcun difuse tra adolescenti e giovanissimi, poi- glio può essere utile per cercare o ofrire
modo, ma deve anche conidare nel fatto ché consentono agli utenti di condividere sostegno, oppure per raccogliere fondi im-
che quelle persone siano a loro volta atten- momenti intimi senza la preoccupazione o portanti per le cure mediche. Condividere
te alla privacy, abbiano il controllo su chi le conseguenze di lunga durata dei mes- le foto dei neonati su Facebook è un modo
può usare i loro proili sui social network, e saggi che si conservano”. per raforzare i legami con familiari che vi-
così via. Secondo i difensori dei diritti dei bam- vono lontani. “Non voglio assolutamente
bini, questi ultimi hanno un diritto morale, mettere a tacere le voci dei genitori”, mi ha
Impronte digitali e forse anche un diritto legale, di esercitare detto. “Ci sono molti beneici nella condi-
Molti genitori pensano che le impostazioni un controllo sulle loro impronte digitali. visione di informazioni e buoni motivi per
sulla privacy siano una rete di protezione Steinberg suggerisce inoltre che le cosid- condividerle. Ecco perché si tratta di un
suiciente, scrive Steinberg, perciò “con- dette leggi sul “diritto all’oblio” – come ambito così complesso”.
dividono le foto con il gruppo senza pen- quelle in vigore nell’Unione europea o in I beneici della condivisione non devo-
sarci troppo. In realtà anche questi post Argentina, che consentono a chiunque di no però far dimenticare i danni che potreb-
possono raggiungere un pubblico molto chiedere che le proprie informazioni per- bero causare. “La realtà è che le informa-
vasto”. Le conseguenze di questo mecca- sonali siano rimosse dai risultati dei moto- zioni condivise dai genitori potrebbero
nismo vanno ben oltre le questioni di sicu- ri di ricerca – potrebbero essere approvate emergere per anni dagli algoritmi di ricer-
rezza e chiamano in causa il nuovo model- anche negli Stati Uniti per proteggere i mi- ca di Google”, dice Steinberg. “E non sap-
lo di genitorialità: oggi chi si occupa dei nori. Tuttavia, le tutele della libertà di piamo quali saranno gli obiettivi dei nostri
bambini non solo si prende cura di loro, ma stampa nel paese rendono questa ipotesi igli quando diventeranno adulti”.
in molti casi distribuisce una serie di infor- improbabile. Steinberg sta inoltre chieden- “La prima generazione di bambini cre-
mazioni che li riguardano a un pubblico più do all’American academy of pediatricians sciuti con i social network è quasi maggio-
o meno vasto. È evidente che questo nuovo di mettere a punto delle linee guida sulla renne, e si sta afacciando all’età adulta e al
modello di condivisione ha i suoi vantaggi condivisione su internet. Alcune potrebbe- mercato del lavoro”, aggiunge. “Sarebbe
– per le famiglie e gli amici che abitano lon- ro essere: dare ai bambini un “potere di saggio da parte nostra invitarli come difen-
tano per esempio, o per chi vuole chiedere veto” su ciò che viene pubblicato online, sori dei diritti dei bambini quando discu-
un consiglio ad amici idati – ma può anche impostare degli avvisi di Google sui nomi tiamo di come andare avanti nel miglior
essere una minaccia per il senso di autono- dei bambini e leggere – leggere davvero, modo possibile”.
mia di un bambino con un’identità in via di non semplicemente accettare – norme sul- Secondo Steinberg, la morale della fa-
sviluppo. la privacy dei siti web prima di pubblicarvi vola è: “Non condividete su internet nulla
Spesso si sente dire che i social network delle foto. Il diritto dei bambini di dire “no, che non mostrereste in pubblico”. u gim

110 Internazionale 1176 | 21 ottobre 2016


Economia e lavoro
Chengdu, Cina
GILLeS SABrIe (The NeW York TImeS/CoNTrASTo)

Sfruttamento
in cambio di proitti
Aditya Chakrabortty, The Guardian, Regno Unito
Gli operai cinesi che fabbricano le promesse fatte dopo la caduta del muro “La risposta è tutta in una parola: coraggio.
l’iPhone fanno turni massacranti di Berlino siano diventate una barzelletta. Il coraggio di andare avanti, di fare qualco-
Qualunque siano le meraviglie incluse sa di nuovo e che ci migliora tutti”. Una si-
e ricevono salari bassi. ma la nel nuovo iPhone 7, questo telefono allar- mile idiozia da ighetti californiani è stata
Apple non vuole usare i suoi gherà il fossato tra i super ricchi e tutti gli applaudita da una folla di settemila persone
soldi per migliorare la altri, priverà i paesi di entrate iscali legitti- e blandamente presa in giro dalla stampa,
condizione dei lavoratori me e allo stesso tempo opprimerà lavorato- ma serve anche a nascondere alcuni degli
ri cinesi e sottrarrà agli statunitensi posti di aspetti meno accettabili della produzione
lavoro pagati bene. Arrogante verso i suoi dell’iPhone, in particolare le condizioni in
olto presto leggeremo i pri- detrattori e i governi, piena di soldi nono- cui questo telefono viene fabbricato.

M mi necrologi del libero


scambio, della globalizza-
zione e della società aperta.
Quando si chiederanno perché alcuni paesi
ricchi si sono fatti sedurre da politici come
stante sia chiaramente a corto di idee, la
Apple è il simbolo elegante di un sistema
economico in preda agli eccessi.
Non era previsto che pensassimo niente
di tutto questo della Apple. A settembre,
Se avete un iPhone, sappiate che è stato
assemblato dai lavoratori di una di queste
tre aziende in Cina: la Foxconn, la Wistron
e la Pegatron. La più grande e nota delle tre,
la Foxconn, è salita agli onori delle crona-
Donald Trump e Nigel Farage, i giornalisti presentando il nuovo iPhone, il responsabi- che internazionali nel 2010, quando 18 di-
dovranno dedicare un ampio capitolo alla le del marketing dell’azienda californiana, pendenti cercarono di uccidersi. In quell’oc-
Apple, dal momento che la più ricca azien- Phil Schiller, spiegava perché questo mo- casione morirono almeno 14 operai.
da del mondo è un manuale vivente di come dello non ha una presa per gli auricolari: La risposta dell’azienda fu installare

112 Internazionale 1176 | 21 ottobre 2016


delle reti per fermare le persone che cerca- Quando le è stato chiesto di rispondere re il rapporto per la Apple, complementare
vano di uccidersi gettandosi nel vuoto. a tutte queste accuse, l’azienda ha difuso a un’inchiesta già portata avanti dalla Fair
Quell’anno il personale della fabbrica della un comunicato in cui sostiene di “lavorare labor association, ammette di aver osser-
Foxconn a Longhua produsse 137mila iPho- duro per fare sì che ogni struttura della Pe- vato solo tre di queste fabbriche, ognuna
ne al giorno, circa novanta al minuto. gatron fornisca un ambiente di lavoro sano. per tre giorni. Jenny Chan, una delle prin-
Una di questi aspiranti suicidi, Tian Yu, Le insinuazioni che sostengono il contrario cipali esperte di abusi sul lavoro in Cina e
una ragazza che all’epoca aveva 17 anni, si sono semplicemente false. Abbiamo preso coautrice del libro di prossima uscita Dying
lanciò dal quarto piano del dormitorio di misure concrete per fare in modo che i di- for an iPhone (Morire per un iPhone), la de-
uno stabilimento e inì paralizzata dalla pendenti non lavorino più di sessanta ore inisce “un’ispezione- paracadute, un mo-
vita in giù. In seguito descrisse le sue con- alla settimana e sei giorni su sette”. do di fare sì che gli affari vadano avanti
dizioni di lavoro a dei ricercatori universi- Nel 2015 un’ong per i diritti umani dane- come prima”. Un modo molto redditizio, a
tari. La sua è una testimonianza notevole: se, la Danwatch, ha fornito prove schiac- quanto pare. Mentre chi assembla iPhone
era sostanzialmente una gallina da batte- cianti di studenti trattati come lavoratori per la Pegatron ha visto la sua paga scende-
ria umana che lavorava dodici ore al giorno forzati alla Wistron, un’altra delle principa- re ad appena 1,60 dollari l’ora, la Apple è
per sei giorni alla settimana, alternava i li ditte appaltatrici della Apple. Alcuni ra- rimasta l’azienda statunitense che fa più
turni diurni a quelli notturni e dormiva in proitti, con 47 miliardi di dollari guada-
una stanza-dormitorio con altre sette per- La Apple possiede gnati nel 2015.
sone.
Dopo gli scandali del 2010 la Apple ha riserve di liquidità La ilantropia di Cook
promesso di migliorare le condizioni dei maggiori di quelle del Cosa signiica tutto questo? Con 231 miliar-
suoi lavoratori in Cina. Da allora ha pubbli- di di dollari la Apple ha delle riserve di li-
cato svariati opuscoli patinati in cui illustra governo statunitense quidità maggiori di quelle del governo sta-
gli impegni presi nei loro confronti. Eppure tunitense, ma non ne spende neanche una
non ci sono prove che l’azienda california- gazzi iscritti a corsi di contabilità e gestione minima parte per migliorare la condizione
na abbia restituito un solo centesimo dei aziendale sono stati spediti per mesi in una di chi efettivamente le permette di guada-
suoi enormi proitti per garantire un mi- catena di montaggio dell’azienda. Si tratta gnare quei soldi. Inoltre la Apple continue-
glior trattamento delle persone che fabbri- di una grave violazione della convenzione rà a non produrre gli iPhone negli Stati
cano i suoi prodotti negli stabilimenti che dell’Organizzazione internazionale del la- Uniti, cosa che le permetterebbe di creare
lavorano per lei. voro. I ricercatori della Danwatch hanno posti di lavoro e continuare comunque a
Nel corso dell’ultimo anno l’ong statuni- dimostrato che migliaia di studenti svolge- vendere lo smartphone più redditizio del
tense China labor watch ha pubblicato una vano le stesse mansioni e con gli stessi duri mondo. L’azienda invece accumulerà pro-
serie d’indagini sulla Pegatron, un’altra orari di lavoro degli adulti, ma a un salario itti maggiori, che andranno a chi possiede
azienda che assembla l’iPhone. Un ricerca- più basso. I ragazzi hanno rivelato le sue azioni. Come il capo
tore dell’ong si è fatto assumere alla catena all’ong che stavano lavorando dell’azienda, Tim Cook, la cui
di montaggio e così ha potuto parlare con contro la loro volontà. “Siamo scorta di azioni Apple vale 785
decine di dipendenti della Pegatron e ana- tutti depressi”, ha detto una ra- milioni di dollari. Gli amici di
lizzare centinaia di buste paga. In questo gazza di 19 anni. “Ma non abbia- Cook parlano della sua ilantro-
modo ha scoperto che il personale continua mo avuto scelta, perché la scuola pia, ma se è vero che è felice di
a lavorare dodici ore al giorno per sei giorni ci ha detto che se avessimo riiutato non ci spendere denaro per alcuni progetti mirati,
alla settimana, e almeno un’ora e mezza al- saremmo diplomati”. Nonostante le richie- si riiuta di pagare tasse per 13 miliardi di
la settimana non è pagata. I lavoratori sono ste di commentare le accuse, la Wistron euro nell’Unione europea, annunciando
inoltre costretti a fare gli straordinari e rice- non ha risposto. allo stesso tempo che non riporterà i mi-
vono una formazione per la sicurezza deci- L’inchiesta non riguardava una fabbrica liardi della Apple negli Stati Uniti “inché
samente inferiore a quella prevista dalle di iPhone, ma la Apple ha confermato che la non ci saranno condizioni eque”. Quest’oli-
leggi locali. Wistron e la Pegatron erano due dei suoi garca tecnologico pensa di sapere meglio
Nella catena di montaggio il ricercatore principali assemblatori cinesi. L’azienda di trecento milioni di statunitensi quale
doveva installare una scheda madre californiana non ha voluto prendere una tassazione il loro governo regolarmente
dell’iPhone ogni 3,75 secondi e restava in posizione uiciale sulla vicenda, ma il suo eletto dovrebbe applicare.
piedi per l’intero turno di dieci ore e mez- addetto stampa mi ha parlato delle ispezio- Quando gli storici si chiederanno perché
za. Questo è il ritmo di lavoro che si è co- ni disposte presso gli impianti dei fornitori. è morta la globalizzazione, scopriranno che
stretti a sostenere nelle aziende appaltatri- In realtà, per motivi d’opportunità, questi buona parte della risposta va cercata in
ci della Apple per guadagnare un salario controlli sono quasi sempre supericiali. aziende come la Apple. Costretti a scegliere
decente. Nell’ultimo anno le autorità di Basta guardare al rapporto sulla Fox- tra un modello economico che ha premiato
Shanghai hanno alzato il salario minimo. conn che la Apple ha commissionato nel smisuratamente pochi e un populismo che
La Pegatron ha risposto tagliando i suoi 2012, dopo i tentativi di suicidio. La Fox- ofre promesse smodate a molti, tra Cook
contributi per servizi come l’assicurazione conn è il principale datore di lavoro privato da una parte e Farage dall’altra, gli elettori
sanitaria, in modo che il costo del lavoro cinese, con circa quattrocentomila dipen- hanno scelto quello che almeno non parla-
restasse invariato. denti nella sola fabbrica di Longhua. Eppu- va continuamente di “coraggio”. u f

Internazionale 1176 | 21 ottobre 2016 113


Economia e lavoro
Aziende UNIONE EUROPEA

Accordo
Un poco di responsabilità a ostacoli
LINtAo ZhANg (getty IMAgeS)

“L’Unione europea incontra


Alternatives Economiques, Francia sempre più ostacoli nel proces-
Attenzione all’ambiente, rispetto dei so di approvazione dell’Accordo
economico e commerciale glo-
fornitori, gestione partecipativa,
bale (Ceta), il trattato di libero
inserimento dei lavoratori in scambio con il Canada”, scrive
diicoltà. Nel mondo della la Süddeutsche Zeitung. Il 18
ARABIA SAUDITA produzione, scrive Alternatives ottobre i ministri del commer-
Investimenti Economiques, ci sono diversi cio dell’Unione europea, riuniti
esempi di aziende che non sono a Lussemburgo, non hanno rag-
sulla tecnologia semplicemente delle “macchine da giunto un accordo unitario sul
Ceta, che dovrebbe essere ap-
Mohammed bin Salman al proitto”. Dai più grandi gruppi
provato uicialmente il 27 otto-
Saud (nella foto), il principe sau- francesi, come Carrefour e Danone, a nuove aziende bre, in occasione del vertice tra
dita che ha intrapreso ampi pro- come BlaBlaCar ino alle piccole e medie imprese, si sta Unione europea e Canada. Le
getti di riforma del regno, ha afermando lentamente il concetto di responsabilità diicoltà, spiega il quotidiano,
deciso di creare un fondo d’in- sociale. Carrefour, per esempio, ha avviato dei sono sorte a causa dell’opposi-
vestimento specializzato nel zione della Bulgaria e della Ro-
programmi per ridurre le emissioni di anidride carbonica,
settore tecnologico, scrive il Fi- mania, che chiedono libertà di
nancial Times. Salman ha
mentre la Peztl, un’azienda che produce
circolazione per i loro cittadini
stretto un accordo con la Soft- equipaggiamento per la montagna, ha ridotto gli orari di
che vanno in Canada, e del Bel-
bank, azienda giapponese che lavoro e allo stesso tempo ha aumentato i salari ai gio, dove due parlamenti regio-
investe nell’high tech e nelle te- dipendenti delle aziende cinesi che fabbricano i suoi nali francofoni hanno votato
lecomunicazioni. Il fondo avrà prodotti. Certo, aggiunge il mensile, la responsabilità contro il Ceta. Il 13 ottobre, in-
una dotazione di 105 miliardi di sociale è destinata a restare ancora a lungo subordinata vece, la corte costituzionale te-
dollari e s’inserisce nel Vision desca ha respinto una serie di
alla logica del proitto. I numeri parlano chiaro: “Nel
2030, un programma che preve- ricorsi contro l’accordo presen-
de la profonda modernizzazio-
secondo trimestre del 2016 le aziende francesi hanno
tati da cittadini e associazioni
ne dell’Arabia Saudita. Riyadh garantito ai loro soci utili per 35 miliardi di euro, il 10 per
tedesche.
investirà 45 miliardi di dollari, cento in più rispetto allo stesso periodo del 2015”. ◆
la Softbank 25 miliardi e altri in-
vestitori 35 miliardi.
STATI UNITI settembre, quando è venuto alla
eRIC VIDAL (ReUteRS/CoNtRASto)

luce che alcuni dipendenti della


FRANCIA
Conti banca avevano aperto conti ed
Il quarto taglio fasulli emesso carte di credito a nome
di clienti ignari delle operazioni.
consecutivo Il 12 ottobre si è dimesso John La Wells Fargo ha ammesso di
Stumpf (nella foto), l’ammini- aver creato almeno due milioni
Per il quarto anno consecutivo il stratore delegato della Wells di conti fasulli: l’obiettivo
gruppo automobilistico france- Fargo, la più grande banca degli dell’operazione era raforzare i
se Psa Peugeot Citroën taglierà Stati Uniti. La decisione del ma- dati di vendita dell’azienda e in
dei posti di lavoro. Nel 2017, nager, spiega l’Economist, è le- questo modo centrare gli obiet-
scrive Le Monde, perderanno il gata a uno scandalo esploso a tivi issati dai vertici, che spesso IN BREVE
posto circa 2.133 dipendenti. Ad erano legati a sostanziosi premi Regno Unito A settembre il
almeno la metà dei licenziati sa- per i manager. A settembre la tasso d’inlazione del Regno
ranno oferti dei corsi di forma- Wells Fargo è stata multata per Unito è salito all’1 per cento, il li-
zione per trovare lavoro presso 185 milioni di dollari e in seguito
gARy CAMeRoN (ReUteRS/CoNtRASto)

vello più alto degli ultimi due


altre aziende o in altri settori. Ai ha licenziato più di cinquemila anni. Secondo una stima della
restanti saranno garantiti pro- dipendenti coinvolti nello scan- società di ricerca indipendente
grammi di prepensionamento. dalo. Ma il caso ha incrinato la Institute for iscal studies, que-
La Psa, che è la più grande casa iducia dei consumatori e degli sto salto nel livello dei prezzi al
automobilistica francese con investitori nella banca, che nelle consumo signiica un aumento
2,97 milioni di veicoli prodotti al ultime settimane ha registrato del costo della vita di circa cento
giorno, dà lavoro a 57mila perso- un crollo in borsa, spingendo sterline a testa per i cittadini bri-
ne in Francia. Stumpf a lasciare il suo incarico. tannici più poveri.

Internazionale 1176 | 21 ottobre 2016 115


Annunci

116 Internazionale 1176 | 21 ottobre 2016


Annunci

Internazionale 1176 | 21 ottobre 2016 117


Massimo Cirri
Laura Silvia Battaglia
Matteo Biffoni
Don Luigi Ciotti

W
Gabriella Guido

O
SH
Karima Moual
“L Viviana Mazza
eg

LK
ior Marzouk Mejri

O
na
al l SHOW TA

SP
fem iste r Giorgio Menchini
mi ac

ITI
con Giusi Nicolini
nil tan
es o: u Sara Rammal
ul
Me no

OSPITI
dite sgu Enrico Rossi

2016
12
rra ardo
neo Carlotta Sami

Sandro Veronesi
“Q
ua

EN
pe li e Klaus Vogel
r il con

E V EN T I
Me om Nora Younis
dit ie Teatro Metastasio - Prato
err Ana Kuzmanic
ane

EV
o” via Benedetto Cairoli, 59
dalle 10.00 alle 22.00
K

“P
op PRO
Le o
sfid li in m IEZ
L

ed ovi Na IO
ell’ men pol
isla NE
I NS
A

acc to. m
ogl
ienz TA LLA
a” “I f I
sn ’ Z I O
wa
T

ere N
t th
PRE E
“ Me MI ”
dite A Z
neo I O
rra
di N
Pa E
ce

IL MEDITERRANEO ARRIVA IN CITTÀ.


ALLA SCOPERTA DI UN “MARE NOSTRUM” CONTEMPORANEO E INEDITO

#MEDTOWN
www.mediterraneodowntown.it | info@mediterraneodowntown.it | tel 055 473556

ORDINE
DEI
GIORNALISTI
in collaborazione con
CONSIGLIO REGIONALE
DELLA TOSCANA

con il patrocinio di
Buni Sephko Fingerpori Wumo
Ryan Pagelow, Stati Uniti Gojko Franulic, Cile Pertti Jarla, Finlandia Wulf & Morgenthaler, Danimarca
Strisce

Io prendo lui...
Sembra buono!
Con cosa è farcito?

Internazionale 1176 | 21 ottobre 2016


119
L’oroscopo

Rob Brezsny
COMPITI PER TUTTI
Descrivi come saresti se fossi l’opposto
di quello che sei.

BILANCIA storia è che non è necessario ven- ni futili, di rendere più profonda
Nella sua lunga carriera l’attrice della Bilancia Helen dere l’anima al diavolo. Compiere una ricerca che era supericiale, e
un atto di ribellione nel regno del- di fare domande giuste che ren-
Hayes vinse due Oscar, un Emmy, un Grammy e quat-
la fantasia è suiciente per scate- deranno irrilevanti quelle sba-
tro Tony award. Anni prima di raccogliere tutti quei suc-
nare un’esplosione di energia gliate.
cessi, aveva conosciuto il commediografo Charles MacArthur a creativa. Provaci!
una festa. Mentre lei se ne stava seduta timidamente in un ango- CAPRICORNO
lo, MacArthur si era avvicinato e le aveva fatto scivolare qualche VERGINE Negli ultimi undici mesi hai
nocciolina nella mano. “Vorrei che fossero smeraldi”, le aveva I pianeti si sono allineati in mai represso il tuo amore di
detto. Fu amore a prima vista. E qualche anno dopo il loro matri- uno strano modo. Il cosmo proposito? Ci sono state volte in
monio, MacArthur le regalò una collana di smeraldi. Prevedo che ti autorizza a curare più del solito i cui hai “punito” le persone che
nel tuo prossimo futuro succederà qualcosa di metaforicamente tuoi interessi e a essere egoista. ami comportandoti in modo fred-
Perciò potrai tranquillamente do e distaccato? Se hai risposto sì a
simile: le noccioline saranno una promessa di smeraldi.
chiedere “cosa ci guadagno io?”, una di queste domande, le prossi-
oppure “dimostrami il tuo amore” me tre settimane saranno un otti-
o “dammi, dammi, dammi quello mo momento per farti perdonare.
ARIETE spetto che nelle prossime setti- che voglio”. Se qualcuno ti fa una Sei in una fase in cui puoi trarre il
Negli anni ottanta Linda mane un principio simile si appli- promessa importante, non vergo- massimo beneicio dalla correzio-
Montano e Tehching Hsieh cherà anche alla tua vita. Basterà gnarti di chiedergli “me la metti ne dei tuoi errori. Ti consiglio di
realizzarono un progetto chiama- un piccolo sforzo in più per vede- nero su bianco?”. E se improvvi- sforzarti allegramente di esprime-
to Un anno legati alla vita: per do- re una grande diferenza nei risul- samente ti viene la voglia di arraf- re i tuoi impulsi più caritatevoli.
dici mesi rimasero legati insieme tati. Sei disposto ad andare oltre il fare il pezzo più grande della tor- Cerca di essere un simbolo di for-
da una corda e non si allontanaro- tuo livello di sicurezza per racco- ta, non esitare a farlo. za generosa.
no mai per più di due o tre metri gliere tanta abbondanza?
l’una dall’altro. Hsieh disse di aver SCORPIONE ACQUARIO
voluto fare quell’esperimento per- CANCRO Benvenuto nella Fase anti- Nel 1415 l’esercito inglese
ché voleva migliorare la sua capa- Cuthbert Collingwood era doloriica del tuo ciclo. È sconisse quello francese
cità di collaborare. Montano di- un ammiraglio della mari- ora di calmare i tuoi spasmi, al- nella battaglia di Agincourt, nel
chiarò che in quel modo era “riu- na britannica che alla ine del set- lontanare i tuoi problemi e mette- nord della Francia, pur essendo
scita a liberarsi della sua profonda tecento vinse numerose battaglie. re al bando i tuoi tormenti. Non in inferiorità numerica. Furono
timidezza” ed era diventata “più Tra una battaglia e l’altra, per ri- potrai spazzare via tutto con decisivi i settemila arcieri inglesi,
appassionata della vita e dei rap- lassarsi passeggiava nelle campa- un’unica, eroica e rapida opera- che lanciavano le loro frecce con
porti”. Se mai dovessi impegnarti gne inglesi con un sacchetto di zione, ma scommetto che potrai archi alti quasi due metri. Erano
in un tentativo simile per miglio- ghiande e le piantava qui e là per ridurlo almeno al 33 per cento. Per così abili da riuscire a lanciare tre
rare l’arte dell’intimità, le prossi- essere sicuro che “la marina non cominciare, fa la seguente dichia- frecce quasi contemporaneamen-
me settimane sarebbero un mo- fosse mai a corto di querce per co- razione cinque volte al giorno per te. È il tipo di destrezza alla quale
mento favorevole per farlo. struire le navi da guerra”. Nelle tre giorni: “Sono grato per tutte le ti consiglio di fare appello duran-
prossime settimane ti propongo afascinanti lezioni che mi ha in- te la tua prossima campagna. Se
TORO di farne il tuo modello di riferi- segnato il mio dolore”. Nei tre hai bisogno di più addestramento
Nelle prossime settimane ti mento. Spero che il suo esempio ti giorni successivi aferma cinque per raggiungere quel livello di ef-
piacerebbe essere deinito ispiri a essere sia un valente guer- volte al giorno questa verità: “Ho icienza, provvedi immediata-
vorace? In base ai presagi astrali, riero sia un’anima buona che imparato tutto quello che potevo mente.
ho l’impressione che avrai più vo- prende provvedimenti pratici per dal dolore, e quindi non ho più bi-
glia che mai di consumare grandi il futuro. sogno dei suoi promemoria. Ad- PESCI
quantità di qualsiasi cosa: cibo, in- dio soferenza”. Nei tre giorni che Immaginiamo che la tua
formazioni, bellezza. Ma ricordati LEONE seguono, pronuncia queste paro- vita sia un romanzo. Il ca-
che la tua fame potrà essere un Il musicista del settecento le, anche se non riesci a dirle in pitolo più recente, che sta per
tormento o un dono. Se sarà una Giuseppe Tartini è stato totale sincerità: “Perdono tutto e chiudersi, potrebbe essere intito-
cosa o l’altra dipenderà dalla tua deinito “il padre del violino mo- tutti”. lato “Il riscatto della solitudine”.
determinazione a goderti sul serio derno”. Era anche un composito- Altri titoli appropriati potrebbero
quello che divori. In altre parole, re innovativo, specializzato in SAGITTARIO essere “Intimità con il sacro
ILLUSTRAZIONI DI FRANCESCA GHERMANDI

non lasciarti incantare dalla forza melodie poetiche e struggenti. Nel prossimo futuro avrai buio” o “La grande forza della re-
internazionale.it/oroscopo

ipnotica del tuo desiderio al punto Una delle sue opere più famose è il potere di rendere sensa- sa” o “La ine è in realtà l’inizio”.
da dimenticarti di gioire quando Il trillo del diavolo. Tartini diceva to quello che prima era incom- Presto comincerai un nuovo capi-
si realizza. di averla composta dopo un sogno prensibile, divertirti in situazioni tolo, che chiamerei “Fuga
in cui stringeva un patto con il che prima erano noiose, creare dall’evasione” o “Liberazione
GEMELLI diavolo perché gli fornisse l’ispi- fertile signiicato dove prima dalle false idee di libertà” o “Do-
Quando il vento soia a 16 razione. Il signore dell’inferno c’era sterile caos. Congratulazio- ve sono le Cose Selvagge”. E le
chilometri all’ora, un muli- aveva preso un violino e aveva ni! Sei un trasformatore di prima grandi avventure di questa pros-
no genera otto volte più forza di suonato un pezzo meraviglioso classe. Ma non inisce qui. Sospet- sima fase saranno rese possibili
quando il vento spira a otto. A giu- che Tartini aveva trascritto appe- to che avrai anche la capacità di dagli enigmi agrodolci delle ulti-
dicare dai presagi astrali, ho il so- na sveglio. La morale di questa distrarre gli altri da preoccupazio- me quattro settimane.

Internazionale 1176 | 21 ottobre 2016 121


L’ultima
SLUKA, LATVIJAS AVIZE, LETTONIA

“Quando mi avranno macellato girerò il mondo”.

EL ROTO, EL PAÍS, SPAGNA


“Tante cose tra cui scegliere e niente per averle”.
MIX & REMIX, LE MATIN DIMANCHE, SVIZZERA

Bob Dylan premio Nobel per la letteratura.


CHAPPATTE, THE NEW YORK TIMES, STATI UNITI

WALSH

La battaglia di Mosul. “Al mio comando…”. “Hanno aggiustato la stampante”.

Le regole Donald Trump


1 Un reality show è la migliore scuola per una carriera politica. 2 Ma anche avere qualche miliardo aiuta.
3 Gli sfoghi su Twitter alle tre di notte non ti fanno fare una buona impressione. 4 Ma neanche vantarsi
di molestare le donne aiuta. 5 Se hai i capelli più cotonati della tua rivale, hai un problema di capelli.
6 Hai il terrore di perdere? Denuncia brogli elettorali, e farà un po’ meno male. regole@internazionale.it

122 Internazionale 1176 | 21 ottobre 2016


Corso di Laurea Magistrale in Economia
e Management Internazionale -
curriculum in RELAZIONI INTERNAZIONALI
Se sei un assiduo lettore di questa rivista
Se i tuoi interessi culturali sono la geopolitica e la geoeconomia
Se vuoi orientare il Tuo futuro professionale verso le istituzioni internazionali, le NGO o servire il Tuo Paese nella
carriera diplomatica " nei contesti !%$&"'i'#(i internazionali
Se hai una laurea triennale in economia, scienze politiche o giuridiche ovvero in un altro corso di laurea nel quale
hai sostenuto esami in discipline giuridiche o economiche1
Se hai una buona conoscenza della lingua inglese

'E.;8A4=>8?D 34698 ,?@38 8;?4=;0C8<;098 38 +<:0 " .)INT - Ti offre:

LB7887:<=63<@ /3 3;.:3>0:*3 ,/ =6 .7:;7 /3 4,=:0, 5,23;<:,40 36 $.76753, 0 ',6,20506< %6<0:6,?376,40! #=::3.=4=5


)04,?3763 36<0:6,?376,43! ,887;3<,506<0 8:720<<,<7 80: 17:5,:0 8:710;;3763;<3 36 2:,/7 /3 780:,:0 ,44B36<0:67
di organizzazioni internazionali governative e non governative, in diplomazia ed in tutti gli ambiti nei quali si renda
60.0;;,:37 /3;87::0 /3 .7580<06?0 :3>74<0 ,44B,6,43;3 /3 ;.06,:3 2070.76753.3 0 2078743<3.3 0/ ,44B,<<=,?3760
di programmi, interventi ed iniziative internazionali.

Un Piano di studi innovativo con insegnamenti in lingua inglese tenuti da accademici ed esperti con concrete
competenze di alto livello maturate nelle organizzazioni internazionali e numerose attività extra-curriculari, tra cui la
possibilità di frequentare gratuitamente la Scuola di Scienze della Politica e delle Relazioni Sindacali e di accedere
al corso di preparazione al concorso per la carriera diplomatica.

Nuovi Insegnamenti progettati da UNINT per costruire il tuo profilo internazionale, quali ad esempio: International
*=60;8C0?8<;> 0;3 %<A4=;0;24! (0;064:4;? <5 &;?4=;0?8<;09 *=60;8C0?8<;> 0;3 )%*>! $22<@;?01898?B
<5 &;?4=;0?8<;09 *=60;8C0?8<;> 0;3 )%*>! -42;8274 38 ;46<C80C8<;4 4 2<:@;820C8<;4 8>?8?@C8<;094#

&B,..0;;7 ,4 (:0;<3<7 /B767:0 0 =6 3667>,<3>7 ;3;<05, /3 /0<0:536,?3760 /0440 :0<<0 -,;,<7 ;=4 50:3<7
*3 1,.343<0:,667 4B3;.:3?3760"

1%6 9=0;<B=4<357 .,;7 4B,553;;3760 ,4 .7:;7 /3 4,=:0, A ;7<<787;<, ,44, >,4=<,?3760 /04 .=::3.=4=5 /3 ;<=/3 /, 8,:<0 /04 #76;32437 /3 1,.74<@"

0'12,3.'14
)/ &
.

,)

Inquadra il QR code
)*+',-

*&
$5'"&$

e scopri di più
Social 06 510777413
&'(

sulla UNINT info@unint.eu


0'
%

UNINT www.unint.eu ! " # $

Potrebbero piacerti anche