Sei sulla pagina 1di 74

Guida al Calcolo di ArchiCAD

GRAPHISOFT®
Visitate il sito GRAPHISOFT® http://www.graphisoft.com per informazioni sui distributori locali e sulla disponibilità del prodotto.
Guida al Calcolo di ArchiCAD
Copyright ©2010 di GRAPHISOFT, tutti i diritti riservati. La riproduzione, il parafrasare o la traduzione senza precedente permesso scritto è
proibita rigorosamente.
Marchi
ArchiCAD® è un marco registrato di GRAPHISOFT. Tutti gli altri marchi sono proprietà dei rispettivi titolari.
Introduzione
Il complesso insieme di caratteristiche della funzione di Calcolo di ArchiCAD interagisce con il database del progetto per calcolare il numero di elementi nel progetto, la
loro disposizione spaziale e la quantità dei componenti degli elementi. Comandi di menu specializzati vi consentono di eseguire vari calcoli (computi, inventari, calcoli
estimativi, abachi). L'informazione estratta può essere ricercata usando SQL, presentato in formati personalizzati e facilmente esportato per altre applicazioni.
La Guida al Computo ArchiCAD è un manuale compatto indirizzato agli utenti esperti che spiega le caratteristiche utilizzate per generare resoconti sul vostro progetto.
L'Appendice della Guida al Computo presenta, dettagliatamente, due esempi di computo. (Quando si usa la funzione di Calcolo per la prima volta, cominciare col leggere
una breve panoramica: “Calcolo” nel capitolo Documentazione della Aiuto ArchiCAD.)

Guida al Calcolo di ArchiCAD 3


4 Guida al Calcolo di ArchiCAD
Contenuti

Contenuti
Comandi di calcolo _________________________________________ 7 Lista Retini e Oggetti . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 39
Comandi di Lista. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 7 La Scheda Attributi e Parametri . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .40
Schemi di Lista e Resoconti di Output . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 7 La selezione delle Chiavi . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 40
Tipi di Lista _______________________________________________ 9 La selezione di Componenti e Descrizioni da elencare . . . . . . . . . . . . . . . . . 40
Lista Elemento . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 9 Selezione dei Parametri . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 42
Lista Componenti . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 10 La scheda Formato Lista . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .42
Liste Zona . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 10 Lista di tipo Testo . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 43
La selezione e i comandi di Lista. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 11 Ordine di elencazione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 43
Le Intestazioni delle Colonne . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 43
Struttura dei Database del Computo __________________________ 12 Complessità . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 43
Chiavi. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 12 Template Grafici . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .44
Componenti. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 13 Ordine dei dati. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 44
Descrizioni . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 15 I Parametri della lista . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 44
Unità . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 15 La Composizione Assistita . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .45
Modifica del Database ______________________________________ 16 Lista Componenti. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .45
Chiavi. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 17 La Scheda Componenti . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .45
Unità . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 18 La Scheda Attributi e Parametri . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 45
Componenti. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 20 Liste Zona. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .46
Descrizioni . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 21 La scheda Zone . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 46
La Scheda Attributi e Parametri . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 46
Oggetti Attributo __________________________________________ 23 La scheda Elementi connessi . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 47
Cosa sono gli Oggetti Attributo? . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 23
Creazione e modifica degli Oggetti Attributo . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 23 Usare la Composizione Assistita ______________________________ 48
Definire Componenti e Descrizioni . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 24 La scheda Layout . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .48
Collegare Componenti e Descrizioni al Database. . . . . . . . . . . . . . . . 26 Il Tipo di Layout . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 49
Associare gli Attributi ai Criteri . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 27 Colonna Singola . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 49
Creare i Criteri per l'assegnazione degli Attributi . . . . . . . . . . . . . . . . 30 Affianca . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 49
Assegnare gli Attributi agli Elementi. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 31 Dimensione Layout . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 49
Attributi dell’ultima selezione… . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 32 Edita Elemento pagina . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 50
Trovare Oggetti Attributo. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 33 La scheda Contenuto . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .52
La scheda Campi . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .52
Schemi di Lista e Template__________________________________ 35 I Campi del Record . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .53
Template . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 35
Record e Campi. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 35 SQL in ArchiCAD __________________________________________55
Il dialogo Settaggi Schemi Liste. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 36 Appendice ________________________________________________ 60
Gestire gli Schemi Lista . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 36 A: Esempi di computo passo per passo . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .60
Editare gli Schemi Lista . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 37 Esempio 1: Lista Zone con resoconto di tutti i tipi di oggetto compresi (totale
Lista Elemento . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 37 parziale per zona) . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 60
La Scheda Elemento . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 37 Esempio 2: Quantità totale per ogni tipo di oggetto presente nell’intero pro-
I Filtri per i tipi di elemento . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 37 getto . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 61
Filtrare per Etichetta e ID . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 38 Esempio 3: Elenco Zone con numero totale dei tipi di oggetto per ciascuna
Vuoto per pieno . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 38 zona (totale parziale) e per l’intero progetto (totale generale). . . . . . . . . . . . 62
I Filtri per Lucido . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 38 B: Predisporre un Template Grafico . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .64
I Filtri per Piano . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 38
I Filtri per Oggetto Attributo . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 38 Indice____________________________________________________ 73

Guida al Calcolo di ArchiCAD 5


Contenuti

6 Guida al Calcolo di ArchiCAD


Comandi di calcolo

COMANDI DI CALCOLO
La funzione di Calcolo è uno strumento finalizzato anzitutto agli
utenti esperti. Molti dei comandi cui si fa riferimento in questa
COMANDI DI LISTA
sezione non sono visibili nei profili ambiente di lavoro predefiniti di I comandi Liste Elementi, Liste Componenti e Liste Zone
ArchiCAD. Per aggiungere questi comandi all'Ambiente di Lavoro generano liste di formato e complessità diversi per l’intero progetto
scegliere Opzioni > Ambiente di Lavoro > Menu e aggiungere i oppure per una particolare selezione di elementi, in base alle
seguenti comandi ad un menu esistente (per esempio Documento > istruzioni definite nella finestra di dialogo Settaggio Schemi
Abachi e Liste): Lista….
• Settaggio Schemi di Lista Per creare la lista voluta, scegliete uno degli Schemi lista predefiniti
• Edita Database dai sottomenu.
• Nuovi Attributi Consultate la dettagliata spiegazione dei tipi Lista in “Tipi di Lista” a pagina 9.
• Edita Attributi
• Ultima selezione di Attributi SCHEMI DI LISTA E RESOCONTI DI
• Collega Attributi per Criteri OUTPUT
Quando si è terminata la personalizzazione del proprio menu, questo
potrebbe avere un aspetto simile al seguente: La classificazione e l’analisi dei dati, il calcolo dei risultati richiesti e la
formattazione dei resoconti sono tutti eseguiti in conformità con la
configurazione dello Schema di Lista selezionato. Gli Schemi Liste
sono serie predefinite di istruzioni su come il motore di lista di
ArchiCAD deve elaborare le informazioni del progetto per presentare
i risultati richiesti. I formati dello Schema di Lista possono essere di
due tipi:
• I resoconti di Solo Testo visualizzano i risultati di calcolo in
formato di testo in forma di tabelle editabili. I resoconti appaiono
in finestre di testo e possono essere registrati come fogli di calcolo,
file di testo o documenti HTML.
• I resoconti Grafici comprendono sia informazioni alfanumeriche
sia informazioni grafiche, compresi i disegni simbolo degli
elementi, i loghi e altre immagini bitmap. I resoconti grafici
possono essere salvati come file Lista RTF, o come documenti
Progetto ArchiCAD. È possibile anche copiare queste liste,
interamente o in parte, ed incollarle sul foglio di lavoro di
ArchiCAD.
Sebbene i contenuti delle varie versioni nazionali siano diversi, in
ArchiCAD sono comunque sempre disponibili alcuni Schemi liste

Guida al Calcolo di ArchiCAD 7


Comandi di calcolo

predefiniti, disponibili anche se ArchiCAD sta funzionando senza


una libreria attiva.

Gli Schemi grafici sono basati su modelli predefiniti che possono


essere configurati utilizzando la Composizione Assistita.
Vedi “Il dialogo Settaggi Schemi Liste” a pagina 36 e “La Composizione
Assistita” a pagina 45.

8 Guida al Calcolo di ArchiCAD


Tipi di Lista

TIPI DI LISTA
Avendo analizzato i dati del progetto e le informazioni rilevanti del
database, ArchiCAD può generare tre tipi fondamentali di resoconti
di calcolo: Liste Elemento, Liste Componente e Liste Zone.
Nota: Comandi aggiuntivi tramite Add-On possono generare
anche altri tipi di liste.

LISTA ELEMENTO
Le Liste Elemento sono utilizzate al meglio per creare abachi e
inventari e per visualizzare i parametri degli elementi di costruzione in
un progetto.

Guida al Calcolo di ArchiCAD 9


Tipi di Lista

Per generare le Liste Elemento, ArchiCAD filtra il progetto o la


selezione corrente in cerca degli elementi di costruzione che
LISTA COMPONENTI
corrispondono alla configurazione dello Schema Lista scelto. Gli Le Liste Componenti sono generate quando sono necessarie liste
elementi che corrispondono verranno listati insieme ai propri dei materiali, quantità oppure listini prezzi. Generalmente, in questi
parametri, Componenti e Descrizioni, se lo Schema Lista lo prevede. resoconti sono riepilogati e visualizzati gli attributi di tipo
La tabella seguente specifica quali superfici dei diversi tipi di elemento componente; comunque, vi possono essere elencati anche alcuni
sono listati nelle varie colonne Superficie della Lista Elementi, ed il parametri degli elementi.
significato del Volume per i vari elementi.
Elemento Superficie Superficie Superficie Superficie Superficie Volume
Muro rif. (1) altra (1) bordo (2) volume
totale
Colonna interno interno
Trave sup. inf. sx (3) dx (3) testa volume
totale
Solaio sup. inf. bordo volume
totale
Falda sup. inf. bordo volume
totale
Maglia sup. inf. bordo volume
totale
Zona area volume
totale
Oggetto totale volume
totale
Porta/ superficie volume
Finestra elementi totale
di libreria elementi
di libreria

Note:
(1) Comprese le superfici attorno alle aperture con mazzette, e
lungo la profondità degli stipiti. “rif.” indica il lato del muro lungo
la linea di riferimento, mentre “altro” si riferisce al lato opposto.
(2) Tutti i lati (superiore, inferiore ed i due estremi), compresi i
bordi delle aperture, esclusi quelli relativi alle mazzette.
(3) I lati destro e sinistro della trave, definiti dalla direzione della
stessa. Le due superfici possono essere differenti, se la trave è LISTE ZONA
connessa ad un muro con un’angolazione non ortogonale.
Le Liste Zona generalmente sono utilizzate per creare liste di vani e
abachi di finiture. Le Liste Zona possono comprendere i parametri

10 Guida al Calcolo di ArchiCAD


Tipi di Lista

delle zone e gli elementi di costruzione correlati. Quando si listano gli • Se scegliete Mostra Avviso, apparirà un messaggio che descrive la
elementi costruttivi correlati, quella che si ottiene è, a tutti gli effetti, situazione di conflitto. Avrete quindi la possibilità di scegliere tra le
una Lista Elemento in cui l’intervallo degli elementi calcolati è due opzioni descritte sopra.
limitato dalle Zone cui appartengono.

LA SELEZIONE E I COMANDI DI LISTA


Quando scegliete un comando tipo lista mentre ci sono elementi
selezionati nel progetto, potrebbero esserci dei conflitti tra i Criteri
definiti per il comando di lista e la selezione corrente (ad esempio
potreste richiedere un elenco di finestre, e la selezione comprende sia
finestre che porte).
In Opzioni > Ambiente di Lavoro> Immagine e Calcolo, il menu
a comparsa Selezione Elementi da Calcolare offre tre possibilità
per gestire questa situazione .

• Se scegliete Lista Tutto, ogni elemento compreso nella selezione


verrà inserito nella lista, anche se non corrisponde ai criteri di
filtro.
• Se scegliete Usa Filtri, verranno applicati alla selezione i criteri di
filtro definiti nel Template della lista. Gli elementi che non
corrispondono ai criteri verranno ignorati.

Guida al Calcolo di ArchiCAD 11


Struttura dei Database del Computo

STRUTTURA DEI DATABASE DEL COMPUTO


La maggior parte delle informazioni necessarie ad ArchiCAD per
creare resoconti complessi provengono dai Database presenti nelle
Librerie attive. È possibile utilizzare, accrescere, modificare e
aggiornare i Database predefiniti disponibili con ArchiCAD; inoltre, è
possibile configurare database multipli che soddisfino le vostre
specifiche richieste. I Database possono comprendere Componenti,
Descrizioni e Unità organizzati secondo gruppi logici chiamati
Chiavi. I Database possono essere modificati - compresa la creazione
di nuovi Database, Chiavi, Componenti e Descrizioni - usando i
comandi di Calcolo.
Vedere anche “Comandi di calcolo” a pagina 7. Nell’esempio qui sopra “Set di Default” è il nome del database;
I Database sono set di documenti posti in una cartella della Libreria “Generale”, “Solai”, “Calcestruzzo” ecc. sono le chiavi; ogni chiave
ArchiCAD. può contenere definizioni di “Componenti” e “Descrizioni”;
“angolare di supporto 60x60”, “profilo a C galvanizzato 100x40” ecc.
sono Componenti, e “armatura in acciaio” è una Descrizione.
Nota: Il database contiene anche le unità di misura a cui gli
elementi si riferiscono (vedi oltre).
Vedere anche anche “Modifica del Database” a pagina 16.

CHIAVI

Le voci dei dati nei database sono organizzate secondo un sistema


Al database di default, fornito con il programma, si può accedere per gerarchico classificato per Chiavi. Una Chiave comprende un gruppo
mezzo del comando Edita Database…. di Componenti e Descrizioni che si trovano raggruppati secondo una
certa logica, seguendo specificatamente gli standard di
preventivazione del paese in cui ArchiCAD viene distribuito. Gli
Attributi possono, per esempio, essere raggruppati per tipo di
struttura (Muri, Colonne, Tetti), per materiale (Cemento, Legno,
Acciaio), per tipo di lavorazione (Fondazioni, Impianto Elettrico,
Arredamento). Riferimenti incrociati non sono possibili.

12 Guida al Calcolo di ArchiCAD


Struttura dei Database del Computo

Ogni Chiave ha un nome e un codice costituiti, entrambi, da


definizioni alfanumeriche. Le Chiavi di un database sono organizzate
secondo l’ordine alfabetico dei propri codici. Tra le Chiavi esiste una
gerarchia che è controllata anch’essa dal codice. Il codice è
l’identificativo il cui nome può essere di tipo descrittivo.
Esempio:

Viene creata un'ulteriore Chiave denominata ‘Murature


Prefabbricate’. Il suo Codice è ‘003.001.001’. A causa del suo
formato, essa diviene, a sua volta, una chiave secondaria della chiave
secondaria ‘Calcestruzzo prefabbricato’.
In questo modo possono essere creati sino a quattro livelli di
gerarchia tra Chiavi e Chiavi secondarie.
Viene creata una Chiave con nome ‘Calcestruzzo’. Il suo Codice è
‘003’. COMPONENTI

I Componenti possono essere i materiali costitutivi di una struttura


(acciaio, cemento eccetera), oppure qualunque articolo (prezzo,
manodopera eccetera) che possa essere misurato in proporzione agli
elementi di costruzione. Ciascun Componente ha un nome, un
codice, una definizione di quantità, un’unità di misura e un
riferimento alla propria proporzione relativa agli elementi di
Viene creata un'altra chiama nominata ‘Calcestruzzo prefabbricato’. Il costruzione.
suo Codice è ‘003.001’. A causa del suo formato, essa diviene una
chiave secondaria della chiave ‘Calcestruzzo’ • Codice: una qualsiasi stringa alfanumerica (es. ‘113’, ‘Muro-012’,
‘JKG-ft’, ‘345fdsr’ ecc.)
• Nome: una stringa di testo che identificava il Componente per
l'utente (es. ‘ghiaia’)
• Quantità: un valore numerico (es. ‘412.5’)
• Unità: una delle unità definite nella categoria ‘Unità’ all'interno
dello stesso Database (es. ‘kg’, ‘m2’, ‘Euro’, ‘$’ ecc.) – selezionabile
da un menu pop-up.

Guida al Calcolo di ArchiCAD 13


Struttura dei Database del Computo

• Quantità di Riferimento: serie predefinite di valori, geometrici o


d'altro tipo, degli elementi di costruzione alle cui quantità di Elemento di Lunghezza Superficie Superficie Superficie C Volume
riferimento selezionate può essere proporzionale il componente - riferimento A B
selezionabile da un menu pop-up. Esse sono: Elemento: il Muro (rif.+altro)/2 rif. altro rif.+altro volume
componente inserito sarà calcolato per ogni elemento di totale
costruzione a cui è assegnato (es. 2 ore/elemento in caso di Colonna altezza rivestimen rivestimen rivestimento interno +
to to rivestiment
Colonne aventi dimensioni simili). Per altre unità di riferimento nei o
casi di riferimenti ai vari elementi di costruzione, consultate la Trave (sx + dx)/2 Sinistra Destra totale volume
tabella sottostante e le sue spiegazioni: totale
Solaio perimetro sup. inf. sup.+ volume
inf. totale
Falda perimetro sup. inf. sup.+ volume
inf. totale
Maglia perimetro sup. inf. totale volume
totale
Zona perimetro area area area volume
totale
Oggetto lung. su asse x 0 0 totale volume
(=A) totale
Apertura larg. apertura larg.* larg.* superficie volume
alt. alt. degli totale degli
elementi elementi
nell'oggetto nell'oggett
o di libreria

• Abbreviazioni:
rif.: significa la parte del muro da parte della linea di riferimento
altro:
sx: il lato sinistro della trave a seconda del suo orientamento
dx: il lato destro della trave a seconda del suo orientamento
• Significati:
componenti proporzionali con la lunghezza della colonna: viene
considerata l'altezza della colonna invece del valore 0
componenti proporzionali con la lunghezza della trave: viene
considerato (sx+dx)/2 invece del valore 0
componenti proporzionali con la lunghezza dell'oggetto: viene
considerato il parametro A invece del valore 0
componenti proporzionali con le superfici della colonna: è omessa
la superficie attorno l'interno, solo la superficie attorno il

14 Guida al Calcolo di ArchiCAD


Struttura dei Database del Computo

rivestimento è considerata. Se non c'è rivestimento, è considerata un nome (chiamato anche testo breve), un codice e una descrizione
la superficie dell'interno. completa (testo lungo).
Note: Come i Componenti, anche le Descrizioni possono risiedere nei
• le lunghezze del lato sinistro e del lato destro di una trave possono Database (globale) o localmente negli Oggetti Attributo.
essere diverse se essa è connessa a muri in modalità non
perpendicolare. UNITÀ
• Alcuni valori sono volutamente diversi dai valori di lista
appropriati per l’elemento, perché i componenti associati sono
solitamente calcolati in base a superfici diverse. Per esempio volete
calcolare la superficie dipinta di un muro. In questo caso non siete
interessati alla superficie del bordo ma alla somma delle due
superfici dal lato di riferimento e dal lato opposto.
I Componenti possono risiedere nei Database (globale) o Ogni Database dispone di un gruppo speciale di elementi per le Unità
localmente negli Oggetti Attributo. Gli elementi di costruzione del di misura utilizzate nei calcoli. Il gruppo delle Unità è sullo stesso
tipo Elemento di Libreria (Oggetti, Lampade, Finestre e Porte) livello di gerarchia delle Chiavi primarie del Database. Per ogni
possono anche includere Proprietà definite localmente (cioè, Database può essere definito un tipo illimitato di Unità.
specifiche degli oggetti). Tuttavia, questi elementi sono disponibili
solamente per l’Elemento di Libreria in cui sono stati definiti e non
possono essere collegati ad altri elementi. Gli Oggetti Attributo
possono essere creati e modificati usando il comando Archivio >
Librerie e Oggetti > Apri Oggetto, e modificando la finestra
Script Attributi, oppure utilizzando i comandi calcolo pertinenti:
Nuovo Attributo e Edita Attributi.
Per altre informazioni, vedere “Oggetti Attributo” a pagina 23.

DESCRIZIONI

Le Descrizioni sono elementi di testo relativi ai tipi di struttura, per


esempio finiture, sicurezza, spedizione, assemblaggio o gestione delle
informazioni. Le Descrizioni sono semplicemente visualizzate nei
resoconti: non sono utilizzate nei calcoli e non sono collegate ai
componenti o ai parametri degli elementi. Ciascuna Descrizione ha

Guida al Calcolo di ArchiCAD 15


Modifica del Database

MODIFICA DEL DATABASE


Scegliere il comando Edita database; Questa finestra contiene i
comandi per creare, personalizzare, modificare e cancellare gli
elementi del(i) database che ArchiCAD utilizza per elaborare le
informazioni del vostro progetto.

Potrete eliminare i database, o singoli elementi, selezionandoli e


facendo clic sul pulsante Cancella, nella parte superiore del dialogo,
o creare nuovi database o elementi di database utilizzando il menu a
comparsa Crea, nell’angolo superiore destro.

Importante: Quando uscite da questo dialogo e cliccate Sì alla


richiesta Salva modifiche, ArchiCAD sovrascrive il database
Le voci sono sistemate gerarchicamente. Potrete vedere il contenuto corrispondente con le modifiche apportate.
del database nella parte sinistra del dialogo.
La parte destra della finestra cambia in accordo con l’elemento
selezionato a sinistra (si vedano le specifiche sezioni per i dettagli).
Nella parte inferiore, la piccola freccia accanto a “Dettagli sugli
elementi del Database allo stesso livello” permette di visualizzare i
dettagli di tutti gli elementi che si trovano allo stesso livello di quello
selezionato sopra, e quindi tutti i database, tutte le chiavi di un
database, tutti i componenti sotto una stessa chiave, ecc. Il documento del Database risiede nella Libreria ArchiCAD. Quando
si crea un nuovo database, viene creata una nuova serie di file,
Il database di default di ArchiCAD contiene numerose Chiavi,
utilizzando il nome del nuovo database.
Componenti e Descrizioni predefiniti, oltre ad un set di unità di
misura, posto in calce all’elenco.

16 Guida al Calcolo di ArchiCAD


Modifica del Database

Le Chiavi sono categorie che vi aiutano a raggruppare in maniera


logica i Componenti e le Descrizioni. Le Chiavi possono essere definite
per raggruppare gli attributi per subappaltatori, materiali, professione,
costi eccetera.
Selezionate il nome di una chiave nel database per poi modificare il
Codice e il Nome della chiave evidenziata nei campi di testo sul lato
destro del dialogo.

L’ordine e la gerarchia delle chiavi vengono definiti utilizzando i


In aggiunta ai file _CHIAVE, _COMP, _DESC, _UNIT, _CRIT, codici. Le chiavi secondarie appaiono a livelli inferiori: ad esempio
(contenenti rispettivamente chiavi, componenti, descrizioni, unità di sullo stesso livello dei componenti e delle descrizioni primarie di una
misura e criteri di assegnazione), vengono creati anche un nuovo chiave. Il codice della chiave può comprendere qualsiasi carattere, ma
_SCHEMA e un nuovo MASTER_GDL. quando si stabilisce una gerarchia, dovete definire le Chiavi come
fareste con un indirizzo IP; in altre parole un massimo di quattro serie
CHIAVI di tre cifre separate da punti, per esempio “100.200.300.124”.
I punti separatori nel codice della chiave aiutano a definire una
gerarchia: per esempio la Chiave 016.004.013 è subordinata alla
Chiave 016.004 che si trova sotto la Chiave 016. Le Chiavi sul livello
più alto non devono avere un punto dopo il numero del codice.

Guida al Calcolo di ArchiCAD 17


Modifica del Database

Le chiavi devono essere uniche all’interno del database.

Esempio di una chiave secondaria di quarto livello (notate la specifica del suo
Codice)

UNITÀ La riga superiore (non editabile) visualizza il nome del database cui
appartiene l’unità selezionata. Modificate il nome dell’unità nel campo
La serie Unità contiene le unità di misura cui si può fare riferimento di testo sottostante.
dal database Componenti. Evidenziate il nome di un'unità selezionata Le cinque opzioni di formattazione nel centro della finestra
per editarne gli attributi usando i controlli nel lato destro della finestra controllano il modo in cui le unità verranno visualizzate nelle liste di
di dialogo. testo. Tenete presente che i Template grafici possono ignorare questi
settaggi (i valori in metri cubi nella lista sotto sono giustificati a
sinistra ma non lo è il valore dei pezzi).
1 Attivate l'opzione 'Bandiera a Sinistra' per giustificare a sinistra
l'unità di misura per i valori calcolati, in tal modo i caratteri
rimanenti definiti da 'Lunghezza' saranno rappresentati da spazi.
Come default, tutte le Unità sono giustificate a destra e i caratteri
aggiunti a sinistra sono spazi.
2 Attivate l'opzione 'Segno Più' per aggiungere un segno '+' come
primo carattere della stringa valore, questo decrementa di una
unità la Lunghezza del valore.
3 Attivando l'opzione 'Spazio prima dei valori positivi (se senza
segno Più)' si otterrà un carattere spazio come primo carattere, se

18 Guida al Calcolo di ArchiCAD


Modifica del Database

non è presente il segno '+', rendendo possibile un corretto


allineamento a sinistra per tutti i valori.
4 Attivando l'opzione 'Non visualizzare Zero interi' non visualizzerà
lo zero e il separatore decimale nel caso che il valore assoluto sia
compreso tra 0 e 1 pollice. Questo si applica ai valori visualizzati in
formato decimale. Questo può essere, per esempio, il caso di
larghezza e altezza di Finestre e Porte.
5 Attivate l'opzione 'Visualizza Zero pollici' per mostrare lo zero
quando il valore assoluto sia compreso tra 0 e 1 pollice. Questo si
applica ai valori visualizzati in formato Imperiale.
• Nel campo Larghezza, configurate il numero di cifre da usare
quando visualizzate l’unità. Da notare che il valore di Larghezza
non può essere minore di 3.

• Scegliete il numero richiesto di decimali da visualizzare nei


resoconti dalla lista pop–up Decimali nell’angolo inferiore destro. Nota: i calcoli di ArchiCAD vengono eseguiti in conformità con i
• Usate il menu pop-up Unità di conversione, nella parte inferiore settaggi della finestra di dialogo Unità di Calcolo… (in Opzioni
del dialogo, se l’unità del database selezionata è diversa da quella > Preferenze progetto > Unità di Calcolo e Regole), salvo nel
scelta nel dialogo Opzioni > Preferenze progetto > Unità di caso dei Template grafici che possono ignorare questi settaggi.
calcolo > Regole. Scegliete “nessuno” dalla lista pop-up se l’uso
di quest’opzione non è appropriato. La selezione della unità
conversione appropriata diminuisce gli errori di calcolo quando le
unità del database sono diverse da quelle di calcolo.

Guida al Calcolo di ArchiCAD 19


Modifica del Database

Gli elementi di database di tipo Componente sono identificati per


mezzo della Chiave cui appartengono e del proprio codice, che
COMPONENTI appaiono nella seconda e terza riga degli attributi del componente,
sulla parte destra del dialogo. Il codice del componente può essere
Fare clic sul segno più a fianco di ogni Chiave nell’albero del editato scrivendo un nuovo numero nel campo di testo
Database, nella parte sinistra del dialogo Edita Database per vedere corrispondente.
se la Chiave selezionata comprende dei Componenti, Descrizioni o
entrambe, quindi cliccate sul segno più a fianco dell’icona dei I Componenti possono essere spostati da una chiave all’altra
Componenti per vedere gli elementi appartenenti alla Chiave premendo sul nome evidenziato e tenendo premuto il pulsante del
selezionata. mouse mentre si trascina la voce selezionata verso la nuova chiave
nella struttura del Database. È possibile rilasciare la voce trascinata
nella cartella dei Componenti della nuova posizione della chiave, se la
chiave è aperta, oppure si può semplicemente farla cadere nella
cartella della chiave. Nel secondo caso, il componente spostato verrà
automaticamente posizionato nella cartella Componenti della chiave.
Il nome del componente può essere modificato digitando il nome nel
Se volete modificare uno qualsiasi dei record dei Componenti nel campo di testo oppure premendo sul nome del componente già
Database selezionato, evidenziate il nome relativo nell’albero del evidenziato nell’albero del Database.
Database. Sul lato destro del riquadro di dialogo saranno visualizzati
gli attributi del componente evidenziato. Le tre righe inferiori dei comandi dell’attributo del componente vi
consentono di definire la Quantità di Riferimento commisurata alla

20 Guida al Calcolo di ArchiCAD


Modifica del Database

quantità del componente selezionato, l’Unità con cui è calcolato il


componente e il numero di Unità del componente per unità di
Quantità di Riferimento: per esempio otto pezzi di mattonelle per
metro quadro della superficie interna del muro. Digitate la quantità
del componente nel campo di testo corrispondente e usate le liste
pop-up appropriate per definire l’Unità dei Componenti e la Quantità
di Riferimento.

DESCRIZIONI

Premete il segno più accanto a una Chiave qualsiasi nell’albero del I record del database di tipo descrizione sono identificati dai propri
Database sul lato sinistro della finestra di dialogo di editazione del Codici Chiave e dai Codici che appaiono nella seconda e nella terza
Database, per vedere se la Chiave selezionata comprende delle riga degli attributi delle descrizioni, nel lato destro del dialogo. Il
Descrizioni. Premere nuovamente il segno più accanto all’icona delle codice delle descrizioni può essere modificato digitando il nuovo
Descrizioni per visualizzare le descrizioni della chiave selezionata. numero nel campo di testo corrispondente.
Se si desidera modificare uno qualsiasi dei record delle Descrizioni nel Le Descrizioni possono essere spostate da una chiave all’altra
Database selezionato, evidenziate il relativo nome (testo breve) trascinando la voce selezionata sulla nuova chiave nell’albero del
nell’albero del Database. Sul lato destro del dialogo saranno Database.
visualizzati gli attributi della descrizione evidenziata. È possibile rilasciare la voce trascinata nella cartella delle Descrizioni
della nuova posizione della chiave, se la chiave è aperta, oppure si può
semplicemente farla cadere nella cartella della chiave. Nel secondo
caso, la descrizione spostata sarà automaticamente posizionata nella
cartella Descrizioni della chiave.

Guida al Calcolo di ArchiCAD 21


Modifica del Database

L’intero testo delle descrizioni può essere modificato digitando le


nuove informazioni nel campo di testo nella quarta riga.

22 Guida al Calcolo di ArchiCAD


Oggetti Attributo

OGGETTI ATTRIBUTO
COSA SONO GLI OGGETTI ATTRIBUTO? trovate comunemente nei vostri libri di cucina (descrizioni del
database). Proprio come la quantità di ingredienti utilizzati deve
I documenti di tipo Oggetto Attributo *.gps sono speciali Elementi essere regolata in base al numero di persone per le quali si cucina,
di Libreria ArchiCAD senza uno script 3D o una finestra 3D. quando ArchiCAD calcola l’effettiva quantità dei componenti di
Generalmente, gli Oggetti Attributo sono utilizzati per descrivere un elemento, esegue il computo in base alla relazione data fra
specifiche strutture dal punto di vista dei calcoli, per esempio le ciascun componente e il parametro di riferimento dell’elemento
quantità e le descrizioni dettagliate delle travi di cemento armato usate calcolato.
nel progetto. Consultate le definizioni dei Componenti e delle I dati non direttamente derivanti dagli elementi costruttivi sono
Descrizioni fornite in precedenza. contenuti o collegati al Database attraverso dei collegamenti indiretti
gestiti dagli Oggetti Attributo.
Gli Attributi sono utilizzati per definire le quantità e le descrizioni
degli elementi di costruzione. I due tipi di definizioni di Attributo
sono Componenti e Descrizioni. Componenti e Descrizioni (insieme
alle Unità), possono risiedere nei Database o essere definiti
localmente. La definizione degli Attributi locali è possibile in qualsiasi
tipo di elemento di Libreria (finestra, porta, oggetto, lampada…) per
l’uso esclusivo dell’elemento di Libreria, oppure negli Oggetti
Attributo. A parte gli Attributi locali, gli Oggetti Attributo possono
anche accedere agli Attributi del Database che saranno quindi
assegnati agli elementi di costruzione.
Gli Oggetti Attributo possono essere collegati agli elementi
globalmente, in base alla corrispondenza di determinati criteri,
oppure singolarmente dai dialoghi per i settaggi dei diversi elementi.

CREAZIONE E MODIFICA DEGLI


OGGETTI ATTRIBUTO
Il comando Nuovo Attributo apre un nuovo documento di tipo
Oggetto Attributo vuoto che potete modificare utilizzando i comandi
Suggerimento: Pensate a un Oggetto Attributo come a una del dialogo e il linguaggio GDL di ArchiCAD. L'effetto della scelta
ricetta di cucina personalizzata, compresi gli ingredienti di questo comando, è identico a quello ottenuto con il comando
provenienti dal vostro orto (componenti locali), le istruzioni Archivio> Librerie e Oggetti > Nuovo Oggetto
personali relative alla cottura (descrizioni locali), gli ingredienti che
dovete acquistare (componenti del database) e le istruzioni che

Guida al Calcolo di ArchiCAD 23


Oggetti Attributo

Nota: Se si sceglie questo comando mentre è selezionato un


Gli elementi di libreria di tipo Oggetto Attributo non hanno uno qualsiasi elemento di costruzione nel Progetto ArchiCAD, si
script 3D né una vista 3D. Per il resto i controlli disponibili sono gli apriranno direttamente tutte le finestre principali degli Oggetti
stessi degli altri elementi di libreria, descritti nel Manuale Utente Attributo assegnati allo stesso elemento.
ArchiCAD.
Per ulteriori informazioni, vedere “Finestra Master GDL” in Appendice
Strumenti della guida ArchiCAD. DEFINIRE COMPONENTI E
La scelta del comando Edita Attributi…, vi permette di selezionare DESCRIZIONI
un Oggetto Attributo esistente e di modificarlo nella relativa finestra
principale dell’Elemento Libreria. (Potete anche modificare un Quando definite gli Attributi, dovete per prima cosa stabilire se
Oggetto Attributo usando il comando Archivio > Libreria e saranno sempre assegnati ad elementi diversi, se potrebbero sempre
Oggetti > Apri Oggetto e selezionando un file di tipo Attributi.) essere parti di diverse combinazioni di Attributi negli Oggetti
Attributo, oppure se saranno usati solamente da un Elemento di
Libreria.
• Un attributo di oggetto singolare, per esempio il rivestimento di
una capriata personalizzata, può essere semplicemente definito
localmente all’interno dell’oggetto stesso.
• Attributi più generici, per esempio la quantità di cemento
necessaria per costruire gli elementi di cemento armato, saranno
descritti più proficuamente localmente negli oggetti attributo così

24 Guida al Calcolo di ArchiCAD


Oggetti Attributo

che uno qualsiasi di questi elementi, per esempio un muro di Solaio perimetro sup. inf. sup.+ volume
sostegno o un solaio, potrebbero fare riferimento a loro. inf. totale
• Attributi ancora più generici, per esempio la quantità di pittura Falda perimetro sup. inf. sup.+ volume
necessaria per i muri (Componente) o le istruzioni generali per la inf. totale
sicurezza (Descrizione), che ci si aspetta vengano utilizzati in
Maglia perimetro sup. inf. totale volume
diverse combinazioni di Attributo, saranno meglio definiti come totale
Attributi del Database così che qualsiasi Oggetto Attributo possa
fare riferimento a loro. Zona perimetro area area area volume
totale
Premete il tasto Componenti sul lato sinistro della finestra principale
dell’Elemento di Libreria. Questo Visualizzerà i comandi dei Oggetto lungo asse 0 0 totale volume
Componenti nella parte superiore destra della finestra. X totale
(A)
Porta/ larg. larg. x alt. larg. x alt. superficie volume
Finestra apertura elementi totale
di libreria parti
element
Premete il tasto Nuovo per creare una nuova linea di componente. o di
libreria

Note:
Digitate i valori o le stringhe richieste nei campi di testo Codice, 1 Incluse le superfici attorno alle aperture con mazzette e lungo la
Nome e Quantità per definire i corrispondenti attributi del nuovo profondità delle mazzette. “rif.” indica il lato del muro lungo la
componente. linea di riferimento, mentre “altro” si riferisce al lato opposto.
Usate la lista pop-up Proporzionale con per scegliere una quantità di 2 Lati sinistro e destro della trave sono definiti dal suo orientamento;
riferimento (elemento, lunghezza, superficie, volume) per il sinistra e destra possono differire tra loro quando la trave è
componente. connessa non perpendicolarmente ad un muro.
La tabella seguente mostra, per i vari tipi di elemento ArchiCAD, i Alcuni valori sono volutamente diversi dai valori di lista
differenti parametri a cui i componenti possono fare riferimento: appropriati per l’elemento, perché i componenti associati sono
Elemento di Lunghezza Superficie A Superficie B Superficie C Volume solitamente calcolati in base a superfici diverse. Per esempio,
Rif. potreste volere calcolare la superficie imbiancata di un muro: in
Muro (rif.+altra)/2 rif.(1) altro (1) rif.+altro volume questo caso non siete interessati alla superficie dei bordi, ma alla
(1) totale
somma delle pareti.
Colonna altezza rivestimento rivesti- rivestimento interno +
mento rivesti- Per definire un riferimento speciale, scegliete Personale dalla lista
mento pop-up Proporzionale con. Questo rende attivo il campo a cui punta
Trave (sx + SX (2) DX (2) totale volume l'intestazione ‘Proporzionale con’, sulla parte superiore delle
dx)/2 totale intestazioni. Inserite qualsiasi espressione GDL usando variabili
globali e locali.

Guida al Calcolo di ArchiCAD 25


Oggetti Attributo

Potrete definire delle Descrizioni in modo del tutto simile. Fare clic sul
pulsante Descrizioni per visualizzare gli appropriati controlli nella parte superiore del dialogo.

Fare clic sul pulsante Nuovo per creare una nuova linea di
descrizione.

Digitate il valore voluto nel campo di testo Codice e l’appropriato


COLLEGARE COMPONENTI E
Testo breve (prima riga del testo completo) nel campo di testo DESCRIZIONI AL DATABASE
corrispondente.
Se volete che un Componente o una Descrizione dell’Oggetto
Attributo venga identificato con una voce del Database, selezionatelo
nella lista della finestra principale dell’Oggetto Attributo e premete il
Premete il pulsante Testo… per accedere al dialogo Testo completo pulsante Riferimento al Database… nella parte superiore del
Descrizione dove è possibile immettere una descrizione più lunga dialogo.
dell’articolo, dell’elemento o della struttura. Questa descrizione può
comprendere parametri tecnici e specifiche o altre istruzioni utili di
sicurezza o assemblaggio. Si aprirà il dialogo Seleziona Componenti oppure quello Seleziona
Descrizioni. Qui è possibile scegliere tra tutte le voci nel database
selezionato.

26 Guida al Calcolo di ArchiCAD


Oggetti Attributo

Appare una finestra di dialogo che visualizza i collegamenti del set di


default.

Fino a quando un Componente o una Descrizione di un Oggetto


Attributo rimane collegato a un Database, la voce si aggiorna da sola
in conformità con l’aggiornamento del Database.
Quando il Componente o la Descrizione selezionata è collegato ad un
elemento del Database, il pulsante di collegamento viene modificato
in Scollega dal Database, ed il pulsante Cambia collegamento…
diventa attivo. Potrete quindi interrompere il collegamento o I collegamenti tra gli elementi costruttivi (a sinistra) e gli Oggetti
modificarlo rimpiazzandolo con uno differente. Attributo (a destra) sono basati su una serie di criteri, compreso il tipo
di elemento e diversi attributi comuni o specifici di determinati
strumenti. Questi criteri possono essere modificati nel dialogo
Selettore Criteri (descritto più avanti), facendo clic sul pulsante
Le voci specifiche dell’oggetto sono listate in testo semplice, le voci Edita Criteri…, in alto a sinistra nella finestra di dialogo (vedi
del database in corsivo e i nomi delle voci di database mancanti sono descrizione sottostante)..
in grigio. La lista dei Criteri visualizza quattro tipi di parametri alla volta. Per
visualizzare tutti i parametri disponibili, usate la barra di scorrimento
ASSOCIARE GLI ATTRIBUTI AI CRITERI orizzontale nella parte inferiore della lista.
A destra della lista dei Criteri si possono vedere i nomi degli Oggetti
Per definire una combinazione di parametri degli elementi (tipo, Attributo assegnati a ciascun criterio.
colore penna, dimensione, materiale eccetera) tramite il quale un Se si preme uno qualsiasi dei pulsanti che costituiscono le intestazioni
Oggetto Attributo viene assegnato agli elementi di costruzione, aprite delle colonne, la lista dei Criteri sarà istantaneamente riorganizzata in
la finestra di dialogo Criteri utilizzando il comando Associa Attributi modo che le voci nella colonna selezionata vengano visualizzate in
ai Criteri…. ordine alfabetico.

Guida al Calcolo di ArchiCAD 27


Oggetti Attributo

Per collegare gli Oggetti Attributo ai criteri o per modificare Evidenziate l’Oggetto Attributo che volete assegnare al criterio
l’Oggetto Attributo precedentemente assegnato, premete il tasto selezionato. Se avete bisogno di aiuto per trovare gli Oggetti Attributo
Collega Oggetto Attributo… nella parte superiore destra del nelle Librerie attive, premete sulla scheda Cerca per parole chiave
dialogo mentre è evidenziato il criterio nella lista. Premendo questo nella parte superiore del dialogo. Digitate le parole chiave
pulsante, si apre il dialogo Collega attributi per Criteri/Associa nell’appropriato campo di testo e premete il tasto Cerca per avviare il
Attributi. motore di ricerca. Gli Oggetti Attributo che soddisfano le parole
chiave saranno elencati sotto il campo di testo Cerca Chiavi.

Confermate la vostra selezione premendo il tasto Collega nell’angolo


inferiore destro del dialogo. Nella parte inferiore della finestra di
dialogo un riquadro informativo vi aiuterà a seguire la procedura. È
possibile aprire la finestra principale dell’Oggetto Attributo
evidenziato premendo il pulsante Edita…, ed è anche possibile
creare un nuovo Oggetto Attributo premendo il tasto Nuovo… nella
parte inferiore del dialogo. Se non volete eseguire alcuna modifica
chiudete semplicemente la finestre di dialogo.

Nel dialogo Collega Attributi per Criteri, i due pulsanti sopra la


lista, consentono di definire la logica con la quale gestire un criterio i
La scheda Scelta manuale del dialogo elenca in ordine alfabetico gli cui parametri sono identici a quelli di un criterio più specifico.
Oggetti Attributo disponibili nelle Librerie attive. L’Oggetto
Attributo attualmente assegnato viene evidenziato nella lista. Per Abilita Attributi per tutti i collegamenti significa che l’Oggetto
vedere i componenti e le descrizioni degli Oggetti Attributo Attributo assegnato a un criterio più semplice viene assegnato anche a
evidenziati, aprite la sezione Anteprima Attributo della finestra di un criterio più specifico. Un esempio:
dialogo premendo sul piccolo triangolo nell’angolo inferiore sinistro il criterio più semplice comprende solamente due parametri, Tipo =
del dialogo. muro e Retino = mattone pieno, mentre l’Oggetto Attributo
assegnato è quello i cui componenti sono mattoni e malta. Il criterio
più specifico comprende tre parametri dei quali due, Tipo = muro e

28 Guida al Calcolo di ArchiCAD


Oggetti Attributo

Retino = mattone pieno, sono identici a quelli del criterio più di dialogo, e scegliendo l’icona corrispondente al tipo di elemento
semplice. Il terzo parametro è Materiale = calce, mentre il solo appropriato nella palette pop-up delle icone. Ignorate questo scelta
componente dell’Oggetto Attributo è l’intonaco. In questo caso, gli selezionando Tutti i Tipi dal pop-up Trova elementi.
elementi di costruzione che soddisfano il criterio più specifico
riceveranno non soltanto il componente intonaco ma anche i mattoni
e la malta. Gli elementi che soddisfano solo il criterio più semplice
(muri non intonacati) riceveranno i mattoni e la malta ma non
l’intonaco.
Se si sceglie Usa solo Criteri più specifici, una corrispondenza a un
criterio più specifico ignora sempre quella a un criterio più semplice.
Gli elementi che soddisfano un certo criterio riceveranno solamente
l’Oggetto Attributo collegato a quella particolare combinazione di
parametri. Nell’esempio precedente, gli elementi che soddisfano il
criterio con tre parametri riceverebbero solo il componente intonaco.
Si può selezionare un solo criterio alla volta:
• Per modificare una voce nella lista dei Criteri, evidenziate il criterio
che volete modificare. Fra i tasti Meno Scelte e Più Scelte, è possibile vedere i parametri
• Se volete creare una nuova voce, premete il pulsante Nuovo attualmente definiti nel criterio attivo. Usate la lista pop-up sul lato
Collegamento. sinistro per scegliere il tipo di parametro o per rimuovere un
• Per cancellare un criterio, evidenziatelo nell’elenco e premete il parametro dal criterio.
pulsante Cancella. Le palette pop-up sul lato destro, simili a quelle presenti nei dialoghi
• I parametri del criterio evidenziato possono essere modificati Settaggi Elemento, corrispondono sempre ai tipi di parametro
all’interno del dialogo Selettore Criteri, simile al Trova & selezionati a sinistra. Scegliete i valori dei parametri ricercati dalle
Seleziona. palette pop-up.

Per ridurre il numero di parametri compresi nei criteri attivi:


• scegliete Rimuovi criteri dalle liste pop-up a sinistra per
rimuovere gli attuali criteri selezionati, oppure
• premete il pulsante Meno scelte nella parte superiore per
rimuovere l’ultima voce nella lista.
Scegliete il Tipo di Elemento per il criterio attivo, usando la voce Di
tipo >> dal menu pop-up Trova elementi, nella parte superiore del

Guida al Calcolo di ArchiCAD 29


Oggetti Attributo

Premete il tasto Applica… nell’angolo inferiore destro del dialogo


per confermare i cambiamenti apportati. La lista dei Criteri verrà
aggiornata di conseguenza.
È possibile salvare specifici criteri per nome così da impiegarli
successivamente. Potrete salvare, caricare, rinominare o eliminare i
criteri scegliendo l’opzione appropriata dalla lista pop-up nell’angolo
CREARE I CRITERI PER
in alto a destra del dialogo Selettore Criteri. Le voci della lista L'ASSEGNAZIONE DEGLI ATTRIBUTI
attivano i dialoghi corrispondenti in cui è possibile eseguire l’azione
voluta. Per creare resoconti di calcolo che utilizzino le informazioni sugli
Attributi, i dati relativi agli Attributi devono essere collegati agli
elementi di costruzione.
Gli Attributi possono essere associati agli elementi di costruzione
tramite Criteri o individualmente.
L’assegnazione tramite Criteri è definita con il comando Associa gli
Attributi ai Criteri….

Il pulsante Copia Settaggi (Voce Selezionata) è attivo solamente se


si seleziona un elemento di costruzione nel progetto. Per settare i
valori dei parametri in modo che si adattino a quelli dell’elemento
selezionato,premete questo tasto.

Nota: Questa azione imposta anche il tipo di elemento, anche se


la precedente selezione nel pop-up Trova elementi non era Di
Tipo >>. Altrimenti non aumenterà il numero di scelte. In ogni
modo, quando premerete il tasto Più Scelte, vedrete che i
parametri aggiuntivi dell’elemento di costruzione selezionato sono Ciascun Oggetto Attributo può essere associato a un’unica
stati comunque memorizzati. combinazione di criteri di selezione degli elementi, per esempio si
può associare l’Oggetto Attributo chiamato “Muro_in_cemento.gps”
a tutti i muri campiti con il retino “Blocchi di cemento”, disegnati con

30 Guida al Calcolo di ArchiCAD


Oggetti Attributo

la penna 12 e posizionati sul lucido “Muri esterni”. Quando questa


opzione è attiva, ArchiCAD filtra gli elementi di costruzione del
ASSEGNARE GLI ATTRIBUTI AGLI
progetto e collega automaticamente l’Oggetto Attributo in questione ELEMENTI
a tutti gli elementi che soddisfano i Criteri dati. Le serie di Criteri
sono salvate all’interno della libreria attiva in modo che possano Quando si edita un elemento di costruzione nella propria finestra di
essere utilizzate in più progetti. dialogo dei settaggi, è possibile assegnare Oggetti Attributo
all’elemento nella scheda Attributi di Lista.
Nota: Potete verificare questa assegnazione selezionando un
elemento, aprendo la sua finestra di settaggio e facendo clic sulla
scheda Attributi di Lista.
Potrete anche scegliere di assegnare i dati degli Attributi in modo
diretto, individualmente per ciascun elemento. In questo caso il
collegamento è stabilito manualmente, voce per voce, nella sezione
Attributi Lista di ciascuna finestra di dialogo per il settaggio degli
elementi o nella finestra delle Informazioni.

Il collegamento può essere effettuato per criteri o individualmente.


Per assegnare un Oggetto Attributo tramite criteri (cioè: tutti gli
elementi che corrispondono alla selezione di criteri effettuata nel
dialogo Collega Attributi per Criteri), attivate la casella Per criteri
nella sezione Lista Attributi. Gli Oggetti Attributo corrispondenti ai
criteri verranno elencati nel campo sottostante.
Potreste voler ignorare questi settaggi creando un’assegnazione
specifica per un particolare elemento. In questo caso, disattivate la
casella Per Criteri e attivate quella sottostante Individualmente,
quindi cliccate sul pulsante Scegli….
Inoltre, è possibile anche una combinazione tra un collegamento
basato sui criteri e un’assegnazione diretta.
Vedere anche “Creazione e modifica degli Oggetti Attributo” a pagina 23.

Guida al Calcolo di ArchiCAD 31


Oggetti Attributo

Nota: È possibile tenere attivate entrambe le caselle insieme, e Questo è simile alla scheda Attributi Lista del dialogo per i settaggi
creare così una assegnazione combinata. dell’elemento.

Se si evidenza uno qualsiasi degli Oggetti Attributo mostrati nella


finestra Attributi dell’ultima selezione… e si preme il piccolo
triangolo nell’angolo inferiore sinistro, la sezione opzionale di
L’assegnazione dell’Oggetto Attributo manualmente o per mezzo di Anteprima della finestra elencherà i Componenti e le Descrizioni
parole chiave si effettua allo stesso modo dell’assegnazione per criteri degli Oggetti Attributo nelle schede corrispondenti. Come spiegato
precedentemente descritta. nelle note nell’angolo inferiore sinistro della finestra, le voci
specifiche dell’oggetto sono elencate in formato testo semplice, quelle
del database sono elencate in corsivo e i nomi delle voci dei database
ATTRIBUTI DELL’ULTIMA SELEZIONE… mancanti appaiono in grigio.
I dialoghi dei settaggi sono di tipo “modale”, il che significa che
nessun altro dialogo può essere aperto simultaneamente, quindi gli
Oggetti Attributo selezionati non possono essere modificati
direttamente dal dialogo Settaggi. Per arrivare alle finestre Edita
Elemento di Libreria o per l’editazione del Database (entrambe “non
modali”, il che significa che possono essere aperte simultaneamente),
dovete prima chiudere il dialogo dei settaggi premendo il tasto OK
oppure Annulla. Il comando Attributi dell’ultima selezione… vi
consente di approcciare gli Oggetti Attributo dalla direzione degli
elementi di costruzione cui gli Oggetti Attributo sono stati assegnati.
Se uno qualsiasi degli elementi di costruzione esistenti viene
selezionato nel progetto e attivate il comando Attributi dell’ultima
selezione…, è possibile visualizzare i nomi degli Oggetti Attributo
collegati all’elemento selezionato, sia singolarmente sia per criteri.

32 Guida al Calcolo di ArchiCAD


Oggetti Attributo

Premendo il pulsante Edita… nell’angolo inferiore destro della Evidenziando il nome di un Oggetto Attributo trovato e facendo clic
finestra Attributi dell’ultima selezione… mentre uno qualsiasi degli sul pulsante Edita… si apre il dialogo Edita Attributo, dove è
Oggetti Attributo elencati è evidenziato, si apre la finestra principale possibile modificare l’Elemento di Libreria.
standard per l’editazione degli Elementi di Libreria. Nella finestra per Esempio 1:
l’editazione degli Elementi di Libreria, se la voce selezionata è
Supponiamo vogliate ottenere tutti gli Oggetti Attributo, all'interno
specifica dell’oggetto, è possibile apportare direttamente dei del vostro database ArchiCAD, che hanno la voce 'piastrella' nel
cambiamenti. Se la voce selezionata appartiene ad un database, allora Nome del Componente. Dovrete scegliere, nella parte inferiore, due
premete il tasto Cambia collegamento… nella parte superiore
criteri. I valori nei campi a destra possono essere definiti o digitando
destra della finestra per modificare la voce. del testo o selezionandoli dalla lista pop-up accessibile con la piccola
freccia.
TROVARE OGGETTI ATTRIBUTO
Potreste aver bisogno di trovare un Oggetto Attributo che contiene
uno specifico componente, o una specifica descrizione; o che si trovi
in un determinato database sotto una particolare chiave. (o che
includa collegamenti a specifici database o a specifiche chiavi).
Il comando Trova per Oggetto Attributo consente di avviare una
ricerca sulla base di una serie di criteri.

La lista degli Attributi, in cui si è trovata almeno una occorrenza del


testo 'piastrella', è visualizzata nell'elenco nella parte inferiore della
finestra di dialogo.
Esempio 2:

Guida al Calcolo di ArchiCAD 33


Oggetti Attributo

Avete selezionato tutti i Muri nella pianta. Volete filtrare solamente i


muri che contengono dei rinforzi in metallo. Dovreste ripetere
l'operazione appena descritta e fare clic sul pulsante 'intersezione'
(intersezione tra Selezione e Criteri). Il risultato sarà la selezione di
solo quei muri cui sono associati Oggetti Attributo che contengono
Componenti il cui Nome Componente contiene la parola 'rinforzi in
metallo':

34 Guida al Calcolo di ArchiCAD


Schemi di Lista e Template

SCHEMI DI LISTA E TEMPLATE


Gli Schemi lista sono valori predefiniti oppure serie di istruzioni
personalizzate che servono a controllare il modo in cui il motore di
lista elabora e visualizza le informazioni del progetto. Gli Schemi
Lista possono essere file indipendenti o possono risiedere nei
Database.

Gli Schemi di Lista possono essere di tipo Elemento, Componente e


Zona.
È anche possibile creare file Schemi Lista completi, che contengono
definizioni per Elementi, Componenti e Zone.
Gli Schemi Lista possono essere configurati per conformarsi ad
un’ampia gamma di necessità e nuovi schemi possono essere creati
nella finestra di dialogo Settaggio Schemi Liste, accessibile • I template interni al programma risiedono nello stesso schema
mediante il comando Settaggio Schemi Liste. Inoltre le liste grafiche lista. Questi sono in effetti layout creati con la Composizione
sono altamente personalizzabili anche con l’aiuto della Composizione Assistita. Potete trasformarli in file template deselezionando la
Assistita. casella Includi in Schema Lista nella scheda Formato Lista del
Vedere “La Composizione Assistita” a pagina 45. dialogo Settaggi Schemi Liste (vedi oltre).
Nota:
TEMPLATE 1. I Template sono codificati con un semplice linguaggio di
programmazione. Si suggerisce di non editare questi file a meno
Gli schemi di lista grafici sono basati su Template che contengono che non conosciate bene la loro sintassi.
informazioni relative alla struttura della lista, all’impaginazione e al 2. I file Template non possono essere editati utilizzando la
contenuto. Composizione Assistita.
I Template possono essere di due tipi:
• I documenti template sono dei semplici file di testo che risiedono Record e Campi
nella libreria attiva. Sono forniti con il programma o creati
I “Template Grafici” definiscono i layout per la visualizzazione e la
manualmente. È anche possibile creare copie dei template
stampa di unità di informazioni chiamate Record. I Record sono
incorporati nel programma, e salvarle come file esterni (vedi oltre).
piccoli layout che possono comprendere numerosi Campi e
un’immagine bitmap. I Campi sono unità di dati alfanumerici. I
contenuti del campo sono raccolti, filtrati e calcolati dal motore di

Guida al Calcolo di ArchiCAD 35


Schemi di Lista e Template

lista di ArchiCAD. Le immagini bitmap possono essere documenti di


immagine esterni (*.bmp, *.jpg, *.tif, *.gif) risiedenti in una qualsiasi
delle Librerie attive, Simboli 2D degli Oggetti oppure disegni
ArchiCAD 3D generati dagli Oggetti Attributo o dagli Oggetti stessi, Gli Schemi lista sono disposti secondo una struttura gerarchica,
oppure Immagini di Anteprima degli Elementi di libreria ArchiCAD organizzati per tipo in tre cartelle: Schemi Lista Elemento,
risiedenti nelle Librerie attive. Componente e Zona. Anche se non è caricata alcuna libreria, ciascuna
cartella comprende sempre alcune liste di default, inclusa la Lista
Vedi “Template Grafici” a pagina 44 e “La Composizione Assistita” a pagina
Base.
45.
Gli Schemi definiti dall’utente appaiono nella stessa gerarchia sotto gli
Schemi predefiniti. Gli Schemi in formato solo testo sono
IL DIALOGO SETTAGGI SCHEMI LISTE contrassegnati con icone simili a fogli di calcolo mentre l’icona dello
script contrassegna gli Schemi grafici.
Il comando Settaggio Schemi Lista… vi conduce ad una articolata
finestra di dialogo dove è possibile definire quali tipi di elemento,
componenti o zone verranno calcolati da ArchiCAD per produrre il
prospetto richiesto; inoltre possono essere definiti anche la • Gli Schemi che appartengono a un database possono creare liste
complessità e il formato dell’output. solamente dal proprio database.
• Gli Schemi indipendenti da qualsiasi database possono essere
utilizzati per la classificazione di tutti i database caricati.
Aprite il Database e le cartelle premendo il piccolo segno più
(Windows) o i piccoli triangoli (Macintosh) accanto ai loro nomi. Se
selezionate il nome di un Database, una cartella Schema di Lista
oppure un file Schema di Lista indipendente dal database premendo il
relativo nome nel campo dell’albero del Database, il lato sinistro del
riquadro di dialogo diventerà bianco. Se selezionate uno Schema di
Lista, apparirà la configurazione corrispondente.

GESTIRE GLI SCHEMI LISTA


Scegliete il comando Settaggio Schemi Lista… per aprire la È possibile creare nuovi Schemi Lista usando il menu pop-up Crea,
seguente finestra di dialogo. nella parte superiore destra del dialogo, e quindi scegliendo la voce
L’albero del Database (sul lato destro della finestra di dialogo), elenca appropriata dalla lista pop-up che appare. Selezionate la voce File
i Database disponibili, contrassegnati dall’icona dello schedario( ), e Schema di Lista… per creare un nuovo file indipendente dal
gli Schemi lista nelle cartelle degli Schemi lista. Questa lista include database, oppure selezionate una qualsiasi delle altre tre opzioni per
tutti gli schemi liste inseriti nel Database caricato nelle librerie attive. creare nuovi Schemi all’interno del Database attivo.
Nota: Gli Schemi di Lista funzioneranno in progetti Teamwork Nota: Gli Schemi di Lista funzioneranno in progetti Teamwork
solo se vengono registrati nella Libreria Incorporata del progetto. solo se vengono registrati nella Libreria Incorporata del progetto.

36 Guida al Calcolo di ArchiCAD


Schemi di Lista e Template

È possibile modificare il nome del nuovo Schema Senza Nome o di • Quando si selezionano gli Schemi Liste Elemento o
qualsiasi altro Schema di Lista nel Database selezionandone il nome e Componente, appaiono tre schede: la sezione Elementi, quella
digitando quello nuovo nel campo di testo. Attributi e Parametri e quella Formato Lista.
• Se lo Schema di Lista selezionato è una Lista Zona, si avranno
quattro schede: Zone, Attributi e Parametri, Elementi connessi e
Formato Lista. Cliccate sulle schede per muovervi tra le sezioni.
È possibile bloccare gli Schemi Lista facendo clic sull’icona del
lucchetto verde accanto al nome dello Schema. Per sbloccare gli
Schemi Lista basta premere l’icona del lucchetto rosso. LISTA ELEMENTO
Per rimuovere gli Schemi lista, selezionatene il nome e premete il
Quando a destra si seleziona uno schema Lista Elemento, i controlli
tasto Cancella. disponibili per questo tipo di schema vengono visualizzati sulla
Importante: Premendo OK nel riquadro di dialogo Settaggio sinistra.
Schemi Lista, verranno sovrascritti tutti gli Schemi lista
modificati che sono stati memorizzati nel file di Preferenze del
progetto e nel file del database LISTSET.TXT che si trova nella LA SCHEDA ELEMENTO
libreria attiva.
Premendo sulla prima intestazione si aprirà la sezione Elementi.
• Quando si avvia ArchiCAD senza aprire un file di progetto, gli Usate i comandi (filtri) in questa pagina per selezionare gli elementi di
Schemi Lista sono caricati dai file di Preferenze (i file listset /*.lis/ costruzione da calcolare.
non verranno caricati da nessuna delle Librerie caricate);
• Quando si apre un file progetto, gli Schemi Lista memorizzati nel
progetto verranno caricati (i file listset /*.lis/ non verranno
caricati da nessuna delle librerie del progetto); (I file Listset /*.lis/
non saranno caricati da alcuna delle librerie del progetto).
• Quando si sceglie Archivio >Librerie e Oggetti > Gestore della
Libreria, verranno caricati tutti gli Schemi Liste (*.lis) trovati in
qualsiasi libreria selezionata.
Nota: Gli Schemi di Lista funzioneranno in progetti Teamwork
solo se vengono registrati nella Libreria Incorporata del progetto.

EDITARE GLI SCHEMI LISTA


Potrete editare, modificare e personalizzare uno schema lista non
bloccato, selezionandolo nell’area Schemi Lista disponibili sulla
I FILTRI PER I TIPI DI ELEMENTO
destra.
A seconda del tipo di Schema di Lista selezionato, il lato sinistro della
finestra di dialogo mostrerà tre o quattro schede.

Guida al Calcolo di ArchiCAD 37


Schemi di Lista e Template

Usate i pulsanti dei filtri con le note icone degli strumenti per Gli elementi sui lucidi non selezionati non saranno calcolati. Il menu a
determinare quali tipi di elemento elencare e quali escludere dai comparsa vi consente di attivare tutti i lucidi, solo quelli attualmente
calcoli del prospetto. Spuntate la casella di controllo Tutto per visibili o quelli selezionati manualmente.
selezionare tutti i tipi di elemento di costruzione.
Nota: Deselezionando la casella di controllo Tutto, verrà attivato I Filtri per Piano
l’ultimo settaggio personalizzato che è stato utilizzato.

Filtrare per Etichetta e ID


La lista …per Piani vi consente di comprendere nei calcoli gli
elementi posizionati su piani selezionati. Gli elementi sui piani non
Usate le caselle di controllo nell’angolo superiore destro della scheda selezionati non saranno calcolati. Selezionate semplicemente la casella
per mettere ulteriormente a punto i criteri di selezione. Dalla Lista Tutto per selezionare tutti i lucidi e i piani esistenti.
Elemento è possibile escludere qualsiasi elemento privo di
un’etichetta associativa e/o quegli elementi che non hanno alcun ID I Filtri per Oggetto Attributo
associato. Questa funzione vi consente, per esempio, di distinguere
fra elementi fissi e opzionali dello stesso tipo oppure di
contrassegnare gli elementi problematici sulla pianta e di elencare
tutte le informazioni relative ad essi.

Vuoto per pieno


Usate la lista pop-up … per Oggetti Attributo Collegati per
determinare se volete selezionare particolari Oggetti Attributo così da
mettere ulteriormente a punto i criteri di classificazione.
L’opzione Superficie vuoto per pieno consente la configurazione di
• Selezionate Tutto nella lista pop-up se non volete utilizzare questo
superficie minima per le aperture nel muro che verrà presa in
filtro.
considerazione da ArchiCAD nei calcoli relativi alla superficie del
muro e del volume. Digitate il limite delle superfici nel campo di testo • Scegliete Selezionati nella lista pop-up, se desiderate calcolare gli
in conformità con il regolamento edilizio locale o con i requisiti del elementi cui sono stati assegnati certi Oggetti Attributo tramite i
progetto. criteri o l’assegnazione individuale.
• Per effettuare la selezione dell’Oggetto Attributo, per esempio per
I Filtri per Lucido la classificazione degli elementi di costruzione fatti solo di
cemento armato, scegliete Seleziona Oggetti Attributo… nella
lista pop-up per aprire il riquadro di dialogo corrispondente.

Nella parte inferiore del dialogo, la lista …per Lucidi vi consente di


comprendere nei calcoli gli elementi posizionati su lucidi selezionati.

38 Guida al Calcolo di ArchiCAD


Schemi di Lista e Template

alcune voci, nella casella di controllo della cartella apparirà un segno


meno (-).
Nella sezione Anteprima Attributo, nella parte inferiore del dialogo, è
possibile visualizzare i Componenti e le Descrizioni degli Oggetti
Attributo.

Lista Retini e Oggetti


Il menu a scomparsa Lista Retini e Oggetti inclusi in permette di
listare i retini e gli oggetti che sono inclusi nelle piante, nelle sezioni o
in qualsiasi altro punto di vista elencato nel menu.

Una volta scelto un tipo di Punto di Vista, viene visualizzata una


sottofinestra di dialogo che consente di scegliere qualsiasi specifico
punto di vista di quel tipo (per es. certi Alzati) da includere in questo
Selezionate gli Oggetti Attributo da utilizzare per filtrare il progetto filtro. (Per includere tutti i punto di vista del tipo scelto, selezionare la
ArchiCAD. Per ignorare gli Oggetti Attributo, non selezionate le casella "Tutti" nella sottofinestra di dialogo.) Per includere diversi tipi
relative caselle. di punto di vista, scegliere l'opzione "Qualsiasi punto di vista
Le caselle di controllo accanto ai nomi delle cartelle hanno tre stati: selezionato", completare la sottofinestra di dialogo e selezionare
vistata, non vistata o col segno meno. Quando si filtra il progetto, qualsiasi punto di vista, di qualunque tipo, da includere in questo
tutte le voci nella cartella in questione verranno utilizzate oppure filtro.
ignorate a seconda se la sua casella di controllo è stata spuntata
oppure no. Nel caso nella cartella siano state spuntate solamente

Guida al Calcolo di ArchiCAD 39


Schemi di Lista e Template

Aprendo la finestra di dialogo, il settaggio che viene visualizzato per


default in questo menu a scomparsa, è la lista retini e oggetti per
piano. La selezione delle Chiavi
Le Chiavi sono categorie logiche nei Database in cui gli elementi del
LA SCHEDA ATTRIBUTI E PARAMETRI Database primario, Componenti e Descrizioni, vengono raggruppati
per tipo.
La seconda intestazione apre la pagina Attributi e Parametri. Usate i
comandi presenti in questa scheda per determinare la quantità di Nella Lista Chiavi nell’angolo superiore sinistro della scheda, è
informazioni inserite nel prospetto per ciascun elemento. possibile selezionare le Chiavi desiderate per filtrare i componenti e le
descrizioni da elencare. È possibile selezionare le Chiavi solamente
dal Database dove risiede lo Schema di Lista selezionato. Nel caso di
uno schema indipendente dal database, è possibile selezionare le
Chiavi da uno qualsiasi dei Database esistenti.

La selezione di Componenti e Descrizioni


da elencare
Usate le liste pop-up Componenti e Descrizioni per determinare la
combinazione di componenti e descrizioni da elencare.

40 Guida al Calcolo di ArchiCAD


Schemi di Lista e Template

I primi due sono presi dal Database facendo clic sul pulsante 'Collega
Le due liste pop-up sono identiche.
a Elemento del Database…', nella parte superiore, e selezionando
• Optate per Tutto per inserire nel calcolo tutti i Componenti (o le quindi una voce dal database esistente. Gli altri tre sono Componenti
Descrizioni) relativi. Locali dell'Oggetto Attributo, ossia non diverranno parte del
• Scegliete Nulla per ignorare i Componenti (o le Descrizioni). Database per cui saranno accessibili solo per quegli Elementi e
Scegliete dai due tipi di Componenti e Descrizioni –specifiche degli Oggetti a cui è assegnato questo specifico Oggetto Attributo.
oggetti e residenti in un database - selezionando una delle quattro Le immagini seguenti mostrano le selezioni nel dialogo Settaggi
opzioni globali: Schemi Liste e il risultato conseguente nella Finestra di Lista:
• Selezionate l’opzione Solamente dai Database per inserire tutti gli
attributi (Componenti o Descrizioni) residenti nei database.
• Usate l’opzione Solamente articoli specifici dell’Oggetto per
elencare solo gli Attributi - negli elementi di libreria o negli Oggetti
Attributo -definiti localmente.
• Se scegliete Solamente Set personale dai Database, ArchiCAD
vi porta alle finestre di dialogo Seleziona Descrizioni e Seleziona
Componenti, nei quali è possibile definire la selezione degli Tutti i Componenti sono listati
attributi da usare per filtrare il prospetto.
• L’ultima delle quattro opzioni, Set personale e articoli specifici
dell’Oggetto, è una combinazione della seconda e della terza
opzione.
• Se volete usare una serie di filtri che non soddisfa alcuna delle
opzioni predefinite, usate la voce Personalizza….
Esempio:
Nulla è listato
Supponiamo che abbiate un Muro con un Oggetto Attributo
assegnato in cui siano stati creati i seguenti Componenti:

Guida al Calcolo di ArchiCAD 41


Schemi di Lista e Template

Addizionali consente di selezionare i parametri per tipo e uno per


uno.

Sono listate solo le voci provenienti dal Database

sono listate solo le voci presenti nell'Oggetto Attributo ma non collegate al


Database.

Selezione dei Parametri


Nella lista Parametri Globali
Elemento, nella parte alta destra
del pannello, potete scegliere
qualsiasi parametro comune a tutti i
tipi elemento, come, ad esempio,
LA SCHEDA FORMATO LISTA
superficie, volume, altezza, spessore La terza intestazione apre la pagina Formato Lista. I comandi in
o ID utente. Per selezionare diversi elementi consecutivi dalla lista, questa scheda vi consentono di definire l’aspetto generale del
cliccate sul primo, quindi tenete premuto il tasto Shift e cliccate prospetto e di settare l’ordine logico di attributi e parametri.
sull'ultimo.
Scegliete una delle alternative di formattazione premendo i pulsanti
Quando tutte le voci sono state Lista di tipo testo o Template Grafica per visualizzare,
selezionate, spuntate una delle rispettivamente, dati grezzi o per selezionare un modello predefinito
caselle di controllo degli elementi di Formato Lista.
selezionati. Usate la stessa procedura
per deselezionare più voci.
Nella Lista Parametri Aggiuntivi
potete selezionare e deselezionare gli elementi utilizzando la stessa
procedura descritta precedentemente. Premendo i pulsanti Lista di tipo testo e Template Grafica si alterna
All’interno del menu pop-up Parametri Addizionali degli fra due finestre di dialogo diverse.
Elementi di Libreria, il comando Seleziona Parametri

42 Guida al Calcolo di ArchiCAD


Schemi di Lista e Template

Lista di tipo Testo Usate la casella di controllo Mostra Intestazioni Colonna


nell’angolo superiore destro della scheda, per determinare se
La pagina che segue appare quando si seleziona l’opzione Lista di stampare le intestazioni delle colonne nel prospetto oppure no. Nel
tipo testo nell’angolo superiore sinistro della scheda Formato Lista. caso si selezioni questa casella, ogni colonna nel prospetto avrà il
nome del parametro oppure l’intestazione personalizzata, come
definito nella scheda della lista dei parametri. Spuntate le caselle
appropriate nella colonna Usa e Definisci Intestazioni Utente della
lista per attivare intestazioni personalizzate e per digitare le
intestazioni nei campi di testo accanto alle caselle. Non selezionate la
casella se accettate il nome di default del parametro come
intestazione.

Complessità
Usate i tre menu pop-up nella parte superiore della scheda per
determinare la complessità del prospetto.
Per quanto riguarda gli Elementi, l’opzione Ogni elemento su una
Scegliendo il formato Lista di tipo testo si dispone di un numero riga separata crea una lista voce per voce, anche per gli elementi
limitato di comandi per l’impaginazione del prospetto. Comunque il identici, mentre l’opzione Raggruppa e Conta Identici raggruppa e
prospetto apparirà in una finestra di testo editabile, ed i settaggi delle somma gli elementi identici oltre che i loro parametri. Per la
liste vi consentono di organizzare in modo completo e logico i dati differenza, osservate i rapporti che seguono.
nel prospetto.

Ordine di elencazione
Impostate l’ordine delle colonne di dati utilizzando la lista dei
parametri. Per modificare l’ordine predefinito, trascinate i parametri
usando le piccole doppie punte di freccia fino alla loro nuova
posizione nella lista. L’ordine dei parametri della lista determina
l’ordine di elencazione dei dati del progetto per il motore di lista.

Le Intestazioni delle Colonne


Per quanto riguarda i Componenti, l’opzione Rivela Componenti
elenca i parametri dei componenti. L’opzione Solo Quantità
visualizzerà le quantità senza le unità.

Guida al Calcolo di ArchiCAD 43


Schemi di Lista e Template

Dal pop-up Descrizioni, scegliete l’opzione Rivela Descrizioni per desiderato nella finestra di dialogo Apri Documento Template. I
elencare tutti i Parametri, le Chiavi e i codici delle Descrizioni. In documenti predefiniti di questo tipo si possono trovare nella cartella
alternativa, scegliete l’opzione Solo Testo Breve se volete che nel Template Liste della libreria ArchiCAD.
prospetto appaia solamente la prima linea della descrizione. Se usate dei modelli indipendenti, ArchiCAD farà riferimento per i
Nota: Le liste di tipo testo possono essere registrate nei formati settaggi al file template corrente. Se selezionate la casella di controllo
testo semplice, testo tabulato e HTML. Liste di tipo Testo Includi in Schema Lista il documento Template verrà archiviato nel
elencano solo il testo breve delle Descrizioni. file “listset.txt” (si veda la spiegazione relativa agli Schemi Liste).
Quando il riquadro è selezionato, il nome del template appare in
corsivo.
TEMPLATE GRAFICI
La pagina che segue appare quando si sceglie l’opzione Template Ordine dei dati
Grafica nella parte superiore della scheda Formato Lista. Seguite le istruzioni nella sezione Lista di tipo testo sopra riportate
per riorganizzare l’ordine delle righe di dati e per personalizzare le
intestazioni delle colonne.
Se i Componenti e le Descrizioni appaiono nella lista dei Parametri
del campo centrale, usate le caselle di controllo a destra della lista per
visualizzare rispettivamente le unità delle Chiavi di riferimento e
Testo Chiavi completo.
Nota: La modifica dell’ordine dei dati può dar luogo a un
contenuto di lista inconsistente, se il template contiene delle
intestazioni di colonna fisse.

I Parametri della lista


Quando si sceglie l’opzione Template Grafica, è possibile I file template Lista Elemento possono comprendere istruzioni su
selezionare un modello di lista predefinito dalla vostra libreria, o come elencare i parametri degli elementi separatamente e/o su come
utilizzare un modello incorporato (o una sua copia). aggiungere i valori dei parametri nel prospetto. Le caselle a sinistra dei
I modelli di layout delle liste offrono sofisticati formati di prospetto parametri controllano se queste istruzioni debbano essere eseguite o
pronti all’uso che possono comprendere sia elementi di testo che meno quando il motore di lista elabora i dati del progetto.
elementi grafici. Usate le caselle di controllo Lista su livelli separati per determinare
I resoconti formattati utilizzando questo tipo di modelli, appaiono in se volete abilitare le istruzioni del modello per elencare i tipi di
finestre progetto non editabili. I contenuti delle finestre possono parametro per ciascun elemento.
comunque essere copiati ed incollati in altre finestre del progetto, Spuntate le caselle Usa per Raggruppamenti e Totali per abilitare
compresa la visualizzazione di pianta, oppure possono essere salvati le istruzioni di totale per i valori dei parametri nel prospetto.
in formato progetto ArchiCAD, RTF e Layout di PlotMaker.
Premete il pulsante Scegli Template… per selezionare dalla libreria i
modelli (template) di lista.Quindi selezionate il file di template

44 Guida al Calcolo di ArchiCAD


Schemi di Lista e Template

LA COMPOSIZIONE ASSISTITA da elencare. Selezionando la casella Tutto si abiliteranno tutti i


componenti e le descrizioni sotto qualsiasi chiave.
Facendo clic sul pulsante Composizione assistita… in alto a destra
nella scheda Formato Lista, si accede ad una complessa finestra di
dialogo che consente di rinominare, cancellare, duplicare e
personalizzare i template.
Nota: La Composizione Assistita non funziona con file
Template esterni, ma solo con le sezioni dei layout incorporati che
sono memorizzate in formato binario nel programma stesso, in un
progetto ArchiCAD, o nel file delle preferenze.
Quando si esce dalla Composizione Assistita e si torna al dialogo
Settaggio Schemi Liste, si noterà che il nome del Layout
precedentemente creato è visualizzato nel campo Template, e la casella
Includi in Schema Lista è selezionata. Ciò significa che un
riferimento a questo layout verrà memorizzato nel file Schema Lista
nella libreria, ma il Layout stesso sarà salvato insieme al progetto (.pln, La Scheda Attributi e Parametri
.pla) o nel file delle preferenze. Se deselezionate la casella, il Layout
potrà essere registrato in un file template di testo esterno, nella I pulsanti Dati opzionali Componente determinano quali parti del
libreria, ma in questo caso non sarà più disponibile dalla componente verranno elencate (il nome e la quantità appaiono
Composizione Assistita. sempre). In caso di Codice Chiave, i pulsanti Frammenti
rappresentano le quattro possibilità di segmentazione del Codice
Nota: Il comando Nuovo e Reset cancella tutti i Layout Chiave basata sui punti separatori. In caso di un Codice Chiave
personali; solo quelli incorporati di default saranno disponibili. 004.003.002.001, il frammento 3 restituirà la stringa ‘002’, come terzo
Vedere “Template” a pagina 35. frammento del Codice Chiave.
I pulsanti Dati opzionali Descrizione determinano quali parti della
LISTA COMPONENTI descrizione verranno elencate (il testo breve appare sempre). I
Frammenti funzionano allo stesso modo anche per i Componenti.
Quando si seleziona uno schema di tipo Lista Componente, il dialogo
Settaggi Schemi Liste cambia conseguentemente per mostrare i
controlli disponibili per questo tipo di liste.
Molti dei controlli sono simili a quelli utilizzati per le Liste Elemento.
Si vedano le descrizioni fornite in precedenza.

LA SCHEDA COMPONENTI
Nella lista … per Chiavi, nell’angolo superiore sinistro della scheda, è
possibile selezionare le chiavi per filtrare i componenti e le descrizioni

Guida al Calcolo di ArchiCAD 45


Schemi di Lista e Template

Selezionate le categorie di zone singolarmente, facendo clic sulle


caselle di controllo accanto ai loro nomi nella lista …per Categorie
nell’angolo superiore sinistro della scheda. In alternativa, usate tutte le
categorie dal vostro progetto, contrassegnando la casella di controllo
LISTE ZONA Tutto sopra la lista delle categorie.
È possibile filtrare ulteriormente le Zone utilizzando la lista pop-up
Quando si seleziona uno schema di tipo Lista Zona, il dialogo del campo …per Numero Zona ed il campo di testo nell’angolo
Settaggi Schemi Liste cambia conseguentemente per mostrare i superiore destro della scheda. Spuntate la casella di controllo a sinistra
controlli disponibili per questo tipo di liste. della lista pop-up Lista se per attivare il filtro, selezionate l’opzione
Molti dei controlli sono simili a quelli utilizzati per le Liste Elemento. desiderata dalla lista pop-up e digitate il testo appropriato nel campo
Si vedano le descrizioni fornite in precedenza. di testo.
La casella di controllo Tralascia se vuoto vi permette di omettere dal
La scheda Zone prospetto le zone prive di numero. Se spuntate il riquadro Tralascia
Zone con campo ID vuoto, ArchiCAD ignorerà le zone prive di
La prima intestazione, nell’angolo superiore sinistro del dialogo
codice ID.
Settaggio Schemi Liste, apre la scheda Zone.
La Scheda Attributi e Parametri
Usate la lista Parametri Zona per includere nella lista quei parametri di
zona i cui check-box sono spuntati. Per la selezione di diversi
parametri consecutivi, tenete premuto il tasto Shift mentre cliccate
sui loro nomi (o cliccate sul primo e quindi sull'ultimo tenendo
premuto il tasto SHIFT) e vistate tutti i loco check-box con un solo
clic.

46 Guida al Calcolo di ArchiCAD


Schemi di Lista e Template

La classificazione delle zone non è ristretta alla geometria delle zone.


I pulsanti Abilita lista Elementi connessi con le icone degli Essa coinvolge anche gli elementi di costruzione contenuti nelle zone
strumenti vi consentono di determinare quali tipi di elemento di stesse, specificatamente i muri circostanti, le colonne, i muri
costruzione inclusi nelle zone elencate devono essere considerati nei indipendenti, le porte, le finestre e gli altri oggetti all’interno degli
calcoli. spazi delle zone.
Il campo Superficie vuoto per pieno e la lista pop-up Oggetti I comandi della pagina Elementi connessi vi consentono di
Attributo Collegati servono a scopi simili ai loro equivalenti già visti personalizzare i settaggi per mezzo dei quali vengono calcolati nel
per lo schema di tipo Elemento (vedi sopra). prospetto di zona gli elementi associati ad una zona o a zone multiple.
I tipi di elementi da considerare nei calcoli sono selezionati nella
La scheda Elementi connessi scheda Attributi e Parametri.
I filtri della scheda Elementi connessi sono identici a quelli già visti
Premendo sulla terza intestazione si apre una pagina che è disponibile per la scheda Attributi e Parametri della lista di tipo di Elemento.
solamente per gli Schema di tipo Lista Zona

Guida al Calcolo di ArchiCAD 47


Usare la Composizione Assistita

USARE LA COMPOSIZIONE ASSISTITA


Nel dialogo Settaggio Schemi Lista, attivate la scheda Formato
Lista e verificate che l’opzione Template Grafica sia selezionata.
LA SCHEDA LAYOUT
Scegliete uno schema lista nella sezione destra del dialogo, quindi
cliccate sul pulsante Composizione Assistita.

La Composizione Assistita viene realizzata tramite una complessa


finestra di dialogo che comprende tre schede che vi aiuteranno a
definire il layout del resoconto grafico, gli effettivi contenuti che
verranno elencati ed i campi che compariranno nei singoli record
della lista.

Di default, il dialogo Composizione Assistita si apre con la scheda


Layout.
È possibile selezionare la Template Grafica da modificare dalla lista
Nomi Layout, sul lato sinistro della scheda.
• Nella lista, i modelli predefiniti di default e bloccati appaiono in
grigio. I modelli predefiniti sono inseriti nel codice delle risorse di
ArchiCAD e non possono essere editati in alcun modo; nella
Composizione Assistita potrete solamente visualizzarne i
dettagli.
• I layout editabili appaiono in caratteri neri e possono essere
singolarmente personalizzati.
Tutti i layout esistenti possono essere duplicati, compresi quelli
predefiniti e quelli bloccati. Le copie sono liberamente editabili.

48 Guida al Calcolo di ArchiCAD


Usare la Composizione Assistita

Duplicate, rinominate e cancellate i layout selezionati utilizzando i Nota: Se si sceglie l’opzione Automatica, l’attuale scala del foglio
corrispondenti pulsanti sotto la lista Nomi di Layout, nell’angolo di lavoro verrà utilizzata per incollare il layout.
inferiore sinistro della scheda Layout. È possibile digitare eventuali commenti o brevi descrizioni nel campo
Nota: Prima della modifica, i modelli bloccati devono essere Commento. Il commento appare nel campo Informazioni della
sbloccati nel dialogo Settaggio Schemi Liste (usando l’icona del finestra Composizione Assistita.
lucchetto).
Affianca
Il Tipo di Layout Definite il numero di pagine desiderato nella griglia di celle digitando i
valori appropriati nei campi Griglia. La distanza verticale e
orizzontale fra le celle può essere settata nei corrispondenti campi.
Scegliete se organizzare le pagine in senso orizzontale o verticale
Definite il tipo di Layout selezionato utilizzando la lista pop-up utilizzando i pulsanti Sequenza celle.
nell’angolo superiore destro della scheda Layout.

Scegliete l’opzione Colonna singola per ordinare le pagine in senso


verticale. Per organizzare le pagine in una griglia, scegliete l’opzione
Affianca.
Quando si sceglie una o l’altra delle opzioni disponibili, si possono
definire ulteriori appropriati settaggi nel dialogo Dettagli. I contenuti
del riquadro di dialogo Dettagli sono diversi per le opzioni Colonna Dimensione Layout
Singola e Affianca.

Colonna Singola
Definite la distanza desiderata fra due record consecutivi di una stessa
colonna digitando il valore appropriato nel campo Interlinea.
Dalla lista pop-up Scala Layout scegliete il valore di Scegliete la dimensione del layout dalla lista pop-up Dimensione
ridimensionamento da usare quando incollate il layout nei fogli di Foglio.
lavoro di ArchiCAD.

Guida al Calcolo di ArchiCAD 49


Usare la Composizione Assistita

Per far corrispondere la dimensione del layout a quella del foglio del Definite le dimensioni dell’Elemento di Pagina digitando i valori
vostro dispositivo di output, scegliete Pagina stampante oppure richiesti nei campi Larghezza Totale e Altezza Totale. Organizzate
Pagina Plotter. Se volete definire manualmente la dimensione del in campi l’Elemento Pagina selezionato, utilizzando i campi Righe e
layout scegliete Personale dalla lista pop-up. Le dimensioni Colonne.
personalizzate possono essere definite nei campi Larghezza e Altezza Modificate il tipo di testo di default dell’Elemento Pagina selezionato
sotto il pop-up Dimensione Foglio. utilizzando i comandi del dialogo Formato Testo di Default. Usate
il pop-up Inserisci Testo… per definire il modo in cui il testo verrà
Edita Elemento pagina rifilato nel caso il riquadro del campo non combaci con le dimensioni
Premendo uno qualsiasi dei pulsanti Intestazione, Pié di Pagina o del testo.
Sfondo si apre il riquadro di dialogo Edita Elemento pagina dove è
possibile modificare i settaggi degli elementi di layout standard. È
possibile collocare un’intestazione e/o un pié di pagina su ciascuna
pagina o solamente sulla prima. L’intestazione e/o il Pié di pagina
della prima pagina possono essere diversi dalle voci generiche.

Premete il pulsante Picture… per importare un’immagine bitmap nel


layout dell’elemento pagina editato. Le immagini bitmap possono
essere documenti immagine esterni (*.bmp, *.jpg, *.tif, *.gif) risiedenti
in una delle Librerie attive, disegni Simbolo dell’oggetto ArchiCAD
generati da Oggetti Attributo, oppure immagini di anteprima degli
Elementi di Libreria ArchiCAD nelle librerie attive. I comandi del
riquadro di dialogo Picture vi consentono di definire le dimensioni e
la posizione dell’immagine all’interno dell’elemento pagina.

Scegliete l’elemento pagina che volete modificare dalla lista pop-up


Edita nell’angolo superiore sinistro del riquadro di dialogo. I tipi di
elementi predefiniti sono disponibili dal pop-up Tipo di record.

50 Guida al Calcolo di ArchiCAD


Usare la Composizione Assistita

I contenuti dei Campi testo possono essere definiti utilizzando i


comandi nella parte inferiore sinistra del dialogo Edita Elemento
pagina. Il contenuto corrente viene visualizzato, in forma di script,
nel campo editabile e a scorrimento.

I campi dell’Elemento pagina


Nella metà inferiore del dialogo Edita Elemento pagina trovate i
comandi per modificare i singoli Campi dell’Elemento pagina
organizzati in righe e/o colonne multiple. Usate i contatori Campo
da editare per definire quale campo volete modificare. Il primo
Si possono aggiungere dati dettagliati utilizzando il pop-up posto
contatore si riferisce alla colonna mentre il secondo si riferisce alla
sotto al campo del testo. Selezionate il tipo di informazione dalla lista
riga.
a comparsa, e inseritelo facendo clic sul pulsante Inserisci>>. Il
Definite le dimensioni e la posizione del campo selezionato digitando testo statico può essere digitato direttamente nel campo di testo.
i valori appropriati nei campi Larghezza, Altezza e Offset.
Per settare un tipo di testo non predefinito per il campo, premete il
pulsante Formato testo…. Premendolo si apre un dialogo identico a
quello del tasto Formato Testo di Default visto in precedenza.
Premete il pulsante Bordi… nell’angolo inferiore destro del dialogo
per configurare la riquadratura del campo.

Guida al Calcolo di ArchiCAD 51


Usare la Composizione Assistita

• record da visualizzare uno per uno,


• calcola Totali/totali parziali da…,
• visualizza intestazioni per….

Possono essere inseriti elementi di informazione globale utilizzando


la lista pop-up nella parte inferiore del dialogo.

LA SCHEDA CONTENUTO Spuntate le caselle per eseguire la selezione.


La scheda Contenuto della Composizione Assistita vi permette di È possibile raggruppare una selezione di parametri spuntati
definire i parametri in conformità con i record che saranno generati premendo il pulsante Raggruppa parametri selezionati, a destra
nel layout. del campo della lista Parametri. Il risultato è identico alla funzione
Raggruppa e Conta offerta dalle Liste di testo.

Scegliete l’opzione richiesta dal pop-up Interruzione Pagina per


organizzare in maniera adeguata i record sulle pagine.

LA SCHEDA CAMPI
La scheda Campi è molto simile al dialogo Edita Elemento pagina
descritto in precedenza nella sezione Composizione Assistita.

I parametri della lista Parametri, nel lato sinistro della scheda


Contenuto, sono gli stessi selezionati nella sezione Attributi e
Parametri del dialogo Settaggio Schemi Liste. Dalla lista è possibile
selezionare i parametri che volete usare per generare Record. Ci sono
tre tipi di record:

52 Guida al Calcolo di ArchiCAD


Usare la Composizione Assistita

colonne multiple. Usate i contatori Campo da editare per definire


quale campo volete modificare. Il primo contatore si riferisce alla
colonna mentre il secondo alla riga.

Definite le dimensioni e la posizione del Campo selezionato digitando


i valori appropriati nei campi Larghezza, Altezza e Offset.
Per settare un tipo di testo non predefinito per il campo, premete il
pulsante Formato testo…. Premendolo si attiva un dialogo identico
I parametri selezionati nella scheda Contenuto appaiono nella lista a quello relativo al Formato Testo di Default mostrato in
pop-up Parametro e Record. precedenza.
È possibile selezionare un tipo di record predefinito per tutti i Premete il pulsante Bordi… nell’angolo inferiore destro del dialogo
parametri oppure si possono modificare quelli esistenti. I tipi per configurare la riquadratura del campo.
predefiniti sono disponibili dal pop-up Tipo Record. Quando si I contenuti dei campi di testo possono essere definiti utilizzando i
modificano i tipi di record predefiniti, il pop-up passerà comandi nella parte inferiore sinistra della scheda Campi. Il
automaticamente alla voce Personale. contenuto attuale viene visualizzato, in forma di script, nel campo
Definite le dimensioni dei record digitando i valori richiesti nei campi editabile a scorrimento come parole chiave (identificatori).
Larghezza Totale e Altezza Totale. Organizzate i Record
all’interno dei campi utilizzando i campi Righe e Colonne.
Per far sì che il formato dei Record corrisponda a quello
dell’intestazione, premete il pulsante Applica formato intestazione.
Modificate il tipo di testo generale del Record utilizzando i comandi Possono essere inseriti elementi di informazione globale utilizzando
del dialogo Formato Testo di Default…, e cliccate sul pulsante la lista pop-up nella parte inferiore del dialogo.
Picture… per importare un’immagine bitmap nel record.
Vedere “Edita Elemento pagina” a pagina 50.

I CAMPI DEL RECORD


Nella metà inferiore della scheda Campi si trovano i comandi per
modificare i singoli Campi del Record, organizzati in righe e/o

Guida al Calcolo di ArchiCAD 53


Usare la Composizione Assistita

Vedi anche “Appendice” a pagina 60.


Si possono aggiungere dati di dettaglio utilizzando i due pop-up posti
sotto al campo del testo. Il tipo di informazione può essere
selezionato dalla seconda lista pop-up.

Il primo pop-up è utilizzato per specificare ulteriormente i dati, se


necessario. Per esempio, il Nome del Piano è una voce di dati
semplice e non ambigua.
Nel caso di misurazioni, è possibile scegliere fra Nome e Unità,
oppure si possono visualizzare entrambi.

Se le informazioni sono relative al tipo Componente, è possibile


scegliere tra diverse voci rilevanti.

54 Guida al Calcolo di ArchiCAD


SQL in ArchiCAD

SQL IN ARCHICAD
SQL è l'abbreviazione per Structured Query Language (Linguaggio
Strutturato di Richiesta) ed è il linguaggio più popolare utilizzato con
i database. Esso permette di eseguire richieste sui database e di
ottenere dei risultati strutturati.
Poiché un progetto ArchiCAD è sostanzialmente un database di
elementi costruttivi (Muri, Solai, Falde, Oggetti, ecc.), è possibile,
usando SQL, ottenere informazioni sugli elementi posizionati nei
progetti e visualizzarli in tabelle. Di default, il menu SQL e le sue voci
di menu non sono abilitati in alcuno dei Profili dell'Ambiente di
Lavoro poiché queste sono delle funzioni particolarmente avanzate.
Per attivarle, aggiungere al proprio ambiente di lavoro i seguenti
comandi:
• il comando “Richiesta”
• il comando Mostra struttura dati
Nota: questi comando si trovano usando la pagina-scheda in
I comandi SQL lavorano o sugli elementi selezionati o sull'intero
Opzioni > Ambiente di Lavoro > Menu, e cercando nella
database del progetto ArchiCAD. Questo ovviamente significa che se
Categoria Calcolo dopo avere scelto il tipo di lista dei menu “Tutti
avete appena aperto un nuovo Progetto e ancora alcun elemento è
i comandi per tema”.
stato inserito, qualsiasi richiesta SQL non produrrà alcun risultato.
Selezionare il comando Richiesta... Questo visualizza la Finestra
La modalità d'uso prevede che voi digitiate i comandi SQL nella
Esegui Richiesta dove potete digitare i comandi SQL per creare le
Finestra di Richiesta SQL e quindi il motore SQL creerà un file XML
vostre liste.
che contiene i risultati che sarà visualizzato in una finestra di
navigazione.
Il database di Progetto ArchiCAD può essere esplorato con SQL in
tabelle. Queste contengono informazioni sugli elementi, parametri,
attributi all'interno del Progetto. Per esempio, la tabella MURI
contiene tutte le colonne (parametri, valori relativi ai Muri) che
possono essere listate per ogni elemento Muro.

Guida al Calcolo di ArchiCAD 55


SQL in ArchiCAD

Selezionando il comando Mostra Struttura Dati otterrete la


visualizzazione di un file XML che elenca tutte le Tabelle che possono
essere usate con il motore SQL. Il precedente comando SELECT * FROM WALLS attinge tutti i
Uno dei comandi maggiormente usati del linguaggio SQL è il parametri disponibili nella tabella WALLS e li elenca. L'esempio
comando SELECT. Con il quale potete specificare gli elementi che sottostante lista ID utente, Lunghezza, Altezza e Spessore come i
volete listare. La sintassi da seguire è la seguente: parametri richiesti separati da virgole.
SELECT <parametri> FROM <tabella>
Nel campo <parametri> potete inserire i nomi dei parametri
disponibili per la tabella a cui riferirsi. Se usate il carattere * , saranno
elencati tutti i parametri. Se volete listare diversi parametri, separateli
con le virgole.
Il campo <tabella> contiene il nome della tabella SQL dalla quale
i comandi SQL attingeranno i dati.

56 Guida al Calcolo di ArchiCAD


SQL in ArchiCAD

Il successivo comando modificatore SQL è WHERE. Con questo


potete configurare delle condizioni per limitare il numero di elementi
che saranno listati. Il codice seguente,
SELECT ID, LENGTH, HEIGHT, THICKNESS FROM
WALLS WHERE HEIGHT='2.700'
listerà solamente i Muri nel Progetto la cui altezza è 2.7 (i numeri nei
comandi GRAPHISOFT sono sempre espressi in metri).

Il risultato elenca ID utente, Nome dell'Elemento di Libreria e i


parametri dell'oggetto Sofa Design 01.gsm. Come potete notare,
non necessitate di aggiungere l'estensione del file quando vi riferite ad
Esiste una speciale caratteristica nel database ArchiCAD che non è
un elemento di libreria con i comandi SQL. La colonna dei Parametri
parte dello standard SQL. Questa consiste nel fatto che alcuni
contiene una tabella che elenca la tabella PARAMETERS con le sue
parametri di certe tabelle sono a loro volta delle tabelle. Per esempio,
colonne peculiari.
la colonna Parametri della tabella OBJECTS è a sua volta una
tabella. Se digitate il codice seguente: C'è un comando nel SQL di GRAPHISOFT per ottenere solo questa
tabella. Questo è il comando FLAT e la sua sintassi è la seguente:
SELECT USERID, LIBRARY_PART_NAME, PARAMETERS
FROM OBJECTS WHERE LIBRARY_PART_NAME='Sofa FLAT(<tabella>, <parametro>) AS <nome>
Design 01' nei campi <tabella> e <parametro> scrivete il nome del
otterrete questo risultato: parametro e della tabella che volete visualizzare indipendentemente.
Nel campo <nome> inserite un nuovo nome per questa tabella così
da poterla identificare.
Ecco un esempio per listare tutti i parametri dell'oggetto Sofa
Design 01.gsm. La tabella PARAMETERS della tabella OBJECTS

Guida al Calcolo di ArchiCAD 57


SQL in ArchiCAD

viene nominata XX. Potete far riferimento a questi parametri inclusi


come XX.PARAMETERS.<parameter>, dove
XX.PARAMETERS è la tabella dei parametri dell'Oggetto. La
schermata sottostante mostra il risultato di questa richiesta SQL:

I comandi SQL per ottenere un simile risultato sono i seguenti. Con


la parte WHERE, possiamo listare solo le zone appartenenti
all'appartamento ‘A1-03’:

Vediamo un semplice esempio. Con uno degli schemi lista Zona di


base, possiamo creare la seguente lista delle stanze di un
appartamento in un edificio residenziale. Tutte le zone appartenenti
allo stesso appartamento hanno lo stesso ID utente: ‘A1-03’. E il risultato può essere visto di seguito:

58 Guida al Calcolo di ArchiCAD


SQL in ArchiCAD

Il Linguaggio SQL prevede molti altri comandi e opportunità di


quelle descritte qui. Potete sommare i risultati, elencarli con un certo
ordine, arrotondarli come desiderato e molto altro. Potete trovare
informazioni dettagliate su di esso in Internet. Un ottimo inizio può
essere il seguente sito web: http://www.sql.org/
Per il linguaggio SQL GRAPHISOFT è disponibile della
documentazione. Essa è inclusa nella documentazione di
GRAPHISOFT ODBC (Open Database Connectivity) di cui potrete
eseguire il download dalla sezione Documentation del
GRAPHISOFT Developer Center al seguente indirizzo web:
http://www.graphisoft.com/support/developer/
Troverete disponibile al download anche un driver ODBC. Esso
abilita gli utenti di applicazioni database a connettersi al database di
Progetto ArchiCAD (file *.PLN per esempio) e di estrarre i dati da
esso. Anche di questo potrete eseguire il download dalla sezione
Download nel GRAPHISOFT Developer Center alla pagina web
sopra indicata.

Guida al Calcolo di ArchiCAD 59


Appendice

APPENDICE
A: ESEMPI DI COMPUTO PASSO PER
PASSO
Esempio 1: Lista Zone con resoconto di
tutti i tipi di oggetto compresi (totale
parziale per zona)
1 Scegliete Computo > Settaggio Schemi Liste per aprire la
finestra di dialogo relativa.
2 Duplicate uno degli schemi di lista delle Zone e nominatelo, per
esempio, “Oggetti per Zone”.

5 Nella terza scheda (Elementi connessi):


• impostate Nulla nei menu pop-up Componenti, Descrizioni e
Parametri addizionali degli elementi di libreria;
• attivate Nome Elemento di Libreria nella lista Parametri Globali
Elemento.
3 Nella prima scheda (Zone) verificate che i filtri siano impostati in
modo appropriato: se volete elencare tutte le zone, attivate tutti i
piani, tutte le categorie ecc.
4 Nella seconda scheda (Attributi e Parametri):
• impostate Nulla nei menu pop-up Componenti, Descrizioni e
Parametri addizionali degli elementi di libreria;
• abilitate gli oggetti (facendo clic sull’icona con la sedia) nel
riquadro Abilita lista Elementi connessi;
• impostate Tutti gli elementi nel menu pop-up Oggetti Attributo
collegati;
• attivate Nome Zona e Numero Zona nella lista Parametri Zona.

6 Nella quarta scheda (Formato Lista):

60 Guida al Calcolo di ArchiCAD


Appendice

• selezionate Lista di tipo testo; Esempio 2: Quantità totale per ogni tipo
• Selezionate Raggruppa e Conta Identici nel menu pop-up
Elementi; per assicurarvi che la seguente lista dei parametri sia nel
di oggetto presente nell’intero progetto
fondo: 1 Scegliere Settaggio Schemi Liste per aprire la finestra di dialogo
relativa.
2 Duplicate uno degli schemi di lista Elementi e nominatelo, per
esempio, “Totale Oggetti”.
3 Nella prima scheda (Elementi), verificate che i filtri siano impostati
correttamente, selezionando l’icona Oggetti, nel riquadro “…per
tipi”, attivando tutti i piani, tutte le categorie di zona, ecc.
4 Nella seconda scheda (Attributi e Parametri):
• impostate Nulla nei menu pop-up Componenti, Descrizioni e
Parametri addizionali degli elementi di libreria;
• attivate Nome Elemento di Libreria nella lista Parametri Globali
Elemento.

7 Fate clic su OK e scegliete lo schema di lista Oggetti per Zone,


così creato, dal menu Lista Zone. Otterrete un resoconto simile al seguente:

5 Nella terza scheda (Formato Lista):


• selezionate Lista di tipo testo;
• impostate Raggruppa e Conta Identici nel menu pop-up
Elementi;
• verificate che in calce risulti la lista seguente:
• 01 Nome Elemento di Libreria

Guida al Calcolo di ArchiCAD 61


Appendice

6 Cliccate su OK e scegliete lo schema di lista totale Oggetti in Lista 1 Selezionate tutti gli oggetti da includere nella lista.
Elementi. Otterrete un resoconto che mostra solo il numero 2 Aprite la finestra di dialogo Settaggi Oggetto.
totale, per ogni tipo di oggetto:
3 Passate alla scheda Lista ed Etichettatura. Se è attiva, disattivate la
casella Per Criteri nel riquadro Collega attributi, e attivate la
sottostante opzione Individualmente.
4 Si apre il dialogo Collega Attributo.

Esempio 3: Elenco Zone con numero


totale dei tipi di oggetto per ciascuna zona
(totale parziale) e per l’intero progetto
(totale generale)
Questo esempio descrive un completo ambiente di computo che
produce il risultato dei due schemi precedenti in un’unica lista.
Fase 1: Creare l’oggetto attributo “Contatore Oggetti”.
1 Scegliete il comando Computo/Nuovo Attributo. Si aprirà la 5 Selezionate il “Contatore Oggetti” nella lista e cliccate su Collega
finestra di un nuovo Elemento di Libreria vuoto. (verificate che il nome dell’oggetto attributo sia visualizzato sotto
2 Cliccate il pulsante Script Attributi per accedere alla relativa la casella di controllo, quando tornerete al dialogo Settaggi
finestra. Oggetto).
3 Copiate le seguenti due linee all’interno dello script: 6 Cliccate si OK per stabilire il collegamento.
dummy = REQUEST (“Name_of_Listed”, “” , name) Nota: Ogni oggetto posizionato successivamente dovrà essere
collegato individualmente.
COMPONENT name , 1 , “”, 1 , name
Seconda alternativa: tramite collegamenti per criteri.
Vedere la “Guida di riferimento GDL” in Aiuto ArchiCAD.
1 Scegliere Collega Attributi per Criteri
4 Registrate l’oggetto attributo con un nome, ad esempio
“Contatore Oggetti”.
Nota: Questo oggetto genera una colonna distinta per la quantità
(numero) di ogni tipo di oggetto (nome).
Fase 2: Collegare il “Contatore Oggetti” agli oggetti.
Prima alternativa: tramite collegamenti individuali.

62 Guida al Calcolo di ArchiCAD


Appendice

8 Aprite la finestra di dialogo Settaggi Oggetto. Passate alla scheda


Lista ed Etichettatura. Se è attiva, disattivate la casella
Individualmente e attivate l’opzione Per Criteri. Si aprirà il
dialogo Collega Attributi.
Nota: Se avete altri collegamenti relativi agli oggetti, nella lista,
potrebbero esserci dei conflitti fra i vari criteri per uno specifico
oggetto. Collegamenti ulteriori possono essere validi, o possono
essere applicati i collegamenti più specifici.
Fase 3: Impostare lo Schema di Lista.
1 Seguite i passi da 1 a 6 dell'Esempio 1 o duplicate lo schema lista
esistente “Oggetti per Zone” e rinominatelo, es. “Oggetti per
Zone + Totale”.
2 Nella terza scheda (Elementi Connessi):
2 Selezionate un database nel menu pop-up Mostra collegamenti • impostate Solamente articoli specifici dell’Oggetto nel pop-up
in. Componenti.
3 Cliccate sul pulsante Nuovo collegamento, quindi su Edita • verificate che sia selezionata l’opzione Tutto sopra la lista Chiavi.
Criteri…, per accedere al dialogo Selettore Criteri. 3 Nella quarta scheda (Formato Lista):
4 Impostate il pop-up Trova Elementi sulla voce Di tipo>>, e • verificate che in calce risulti la lista seguente:
scegliete Oggetto (l’icona con la sedia) dalla palette a comparsa
sulla destra.

4 Fate clic su OK e scegliete lo schema di lista salvato prima, da


Lista Zone. Come mostrato qui sotto, avrete tante colonne
5 Cliccate sul pulsante Applica e tornate alla finestra Collega addizionali, rispetto alla lista “Oggetti per Zone”, quanti sono i tipi
Attributi per Criteri. di oggetto (nomi) posizionati nel progetto, con il numero totale di
6 Chiudete il dialogo e salvate i criteri quando vi verrà richiesto. ciascuno riportato in fondo alla colonna.
7 Selezionate tutti gli oggetti da includere nella lista.

Guida al Calcolo di ArchiCAD 63


Appendice

3 Attivate lo Script Attributi e inserite la parola “DRAWING ”


4 Nel Testo GDL 2D inserite:
DRAWING3 7, 270, 2
ADD2 x,y
DRAWING2
Vedere la “Guida di riferimento GDL” in Aiuto ArchiCAD.
5 Registrate l’Oggetto Attributo.
6 Selezionate gli oggetti da listare nel disegno di pianta del progetto.
Nella scheda Lista ed Etichettature del dialogo Settaggi
Oggetto deselezionate Per Criteri, nel riquadro Collega attributi,
B: PREDISPORRE UN TEMPLATE e attivate l’opzione Individualmente, quindi scegliete l’oggetto
GRAFICO attributo appena creato (Disegno).

1 Scegliere il comando Nuovo attributo; Registrate l’Oggetto


Attributo nella cartella Dati Attributo, all’interno della Libreria
attiva. Assegnategli un nome, ad esempio “Disegno”.
2 Create due nuovi parametri e nominateli X e Y.

64 Guida al Calcolo di ArchiCAD


Appendice

• Nome Piano/Nome Sezione;

7 Selezionare il comando Settaggi Schemi Lista . Selezionate e


duplicate lo schema Lista Generale Elementi. Nominate la copia
“Inventario Oggetti”. Selezionate questo nuovo schema di lista.
8 Passate alla scheda Elementi e fate in modo che la lista comprenda
solo elementi di tipo oggetto.

10 Nella scheda Formato Lista cambiate l’ordine dei parametri come


mostrato qui sotto.

9 Nella scheda Attributi e Parametri impostate Nulla nei menu


pop-up Componenti e Descrizioni e selezionate i seguenti
parametri nella lista Parametri Globali Elemento:
• ID; 11 Fare clic sul pulsante Composizione Assistita.
• Spessore/Dim.; 12 Nella finestra che viene mostrata scegliete il layout Lista Generale
• Altezza. Elemento.
• Nome elemento di libreria; 13 Cliccate sul pulsante Duplica. Assegnate alla copia il nome
“#Nuovo Inventario Oggetti”

Guida al Calcolo di ArchiCAD 65


Appendice

15 Dal menu pop-up Edita scegliete Pié di pagina, quindi impostate


il tipo di Record Pié di pagina vuoto (orizzontale).

16 Scegliete Sfondo dal menu pop-up Edita e inserite il valore 260


mm per la larghezza totale, e 180 mm per l’altezza totale.
Immettete gli stessi valori anche nei campi larghezza e altezza
sottostanti.

14 Cliccate sul pulsante Intestazione. Selezionate il tipo di Record


Testata vuota (orizzontale).

17 Cliccate sul pulsante Picture… e selezionate Nulla nel menu


pop-up Usa Picture.

66 Guida al Calcolo di ArchiCAD


Appendice

18 Cliccate sul pulsante Bordi…, si aprirà il dialogo Campo Bordi.


Vistate tutti i check-box per disegnare il bordo su ogni lato. Fare
clic su OK per ritornare al dialogo Edita Elemento Pagina.

23 Passate alla scheda Contenuto e, nella lista Parametri, deselezionate


tutte le caselle sotto la voce Records da visualizzare uno per
uno.
24 Deselezionate tutte le caselle sotto la voce Visualizza
intestazioni per….
25 Tenendo premuto il tasto Ctrl (Windows) o il tasto Option
(MacOS), selezionate tutti i parametri in Calcola Totali/Totali
Parziali da (ad eccezione di Totale Globale) e cliccate sul
19 Selezionate Intestazione prima pagina, nel menu pop-up Edita e pulsante Raggruppa Parametri Selezionati. Il risultato sarà
impostate il Tipo di Record Testata vuota (orizzontale). come quello sottostante. I cinque parametri selezionati
diventeranno gerarchicamente i membri di un nuovo gruppo
20 Dal menu pop-up Edita scegliete Pié di pagina prima pagina, chiamato Gruppo di totali 01-05.
quindi impostate il Tipo di Record Pié di pagina vuoto
(orizzontale).
21 Cliccate su OK per tornare alla scheda Layout.
22 Cliccate sul pulsante Anteprima. (occorre che qualche oggetto sia
posizionato nel progetto, altrimenti l’anteprima non mostrerà
niente). Cliccate Fatto per chiudere la finestra.

Guida al Calcolo di ArchiCAD 67


Appendice

26 Passate alla scheda Campi. 30 Cliccate sul pulsante Picture… per inserire un’immagine in questo
27 Nel pop-up Parametri e Record è presente un solo elemento: record.
Gruppo di totali 01-05. 31 Nel dialogo Picture selezionate 2D parametrico Oggetto
28 Impostate la larghezza totale a 260 mm, e l’altezza totale a 100 Attributo dal menu pop-up.
mm. 32 Inserite 100 mm per la larghezza e 50 mm per l’altezza. Inserite
29 Impostate il numero di righe a 10 e il numero di colonne a 6.6 anche il valore 47.1 mm nel primo campo dell’offset (orizzontale)
e 40 mm nel secondo (verticale).

68 Guida al Calcolo di ArchiCAD


Appendice

33 Cliccate su OK per tornare alla scheda Campi della


Composizione Assistita. Immettete i parametri e altre
informazioni nelle celle della tabella 10 per 6 definita al passo 29.
Per prima cosa selezionate il campo da editare, usando i contatori
di riga e di colonna. Quindi selezionate il parametro che desiderate
visualizzare dal menu pop-up a destra sotto il campo Testo. Dal
pop-up di sinistra selezionate le informazioni da inserire nel
campo da visualizzare.
34 Procedete come segue: scegliete Riga 1/Colonna 1, selezionate il
primo parametro dal pop-up di destra (ID) quindi scegliete Nome
dal pop-up di sinistra per visualizzarlo nel campo. Ripetete questi
passi con tutti i parametri della lista.

35 La seconda riga mostra il valore effettivo dei parametri. Impostate


a 2 il primo contatore Campo da editare, e iniziate a inserire i
valori. Selezionate il parametro dal pop-up di destra, quindi
scegliete Inserisci…/Valore dal pop-up di sinistra.

Guida al Calcolo di ArchiCAD 69


Appendice

37 Fare clic sul pulsante Anteprima per visualizzare l'anteprima.


(occorre che nel progetto vi siano degli oggetti già posizionati,
altrimenti l’anteprima non mostrerà niente). Cliccate su Fatto per
tornare alla Composizione Assistita.

36 La terza riga mostra il numero di istanze. Impostate il contatore


Campo da editare sulla terza riga e inserite nel campo di testo
“Numero di istanze:”. Per il secondo campo della terza riga
selezionate il primo parametro del pop-up di destra e poi scegliete
Inserisci…/Numero di istanze.

38 Impostate l’altezza dei caratteri nel dialogo Formato testo di


Default a 4 mm e selezionate la giustificazione centrata.

70 Guida al Calcolo di ArchiCAD


Appendice

39 Impostate i bordi per ogni campo in modo da visualizzarli solo sui


lati inferiori. Cliccate sul pulsante Bordi… e attivate la casella Basso.
41 Fate clic sul pulsante Fatto per concludere la composizione.
40 I campi della seconda riga potrebbero essere scostati verticalmente
42 Scegliete il comando Elementi Liste > Mio Inventario Oggetti
di 2 mm così da apparire più ordinati. Inserite il valore dell’offset
per visualizzare la lista.
per ogni campo separatamente. La terza riga potrebbe essere
scostata verticalmente di 5 mm. Inserite il valore dell’offset per
ogni campo separatamente.

Guida al Calcolo di ArchiCAD 71


Appendice

72 Guida al Calcolo di ArchiCAD


Indice

INDICE
A D L
Abaco delle Stanze Database Layout
Creazione di un ~ 10 ~ Descrizioni 21 ~ nelle Template Grafiche 48
Affianca ~ e Schemi Lista 35 Linguaggio SQL 59
layout ~ 49 ~ predefinito 12 Lista dei Materiali
Apertura Collegamento a una voce del ~ 26 Creazione di un ~ 10
dimensione ~ minima nel calcolo dei Muri 38 Descrizioni Liste Componente 7
Assegnazione ~ nelle Liste Elemento 40 definizione 10
~ di dati Attributo 30 ~ Specifiche dell'Oggetto 26 personalizzazione 45
~ individuale degli Attributi 31 definizione 15 Liste Elemento 7
Associare gli Attributi ai Criteri… Dim. Layout definizione 9, 10
Comando ~ 27 ~ dei Resoconti Grafici 49 Liste Zona 7
Attributi definizione 10
Creare un nuovo ~ 23 E personalizzazione 46
Editare i ~ 24 Edita Attributi Listino Prezzi
Attributi dell’ultima selezione… Comando ~ 24 Creazione di un ~ 10
Comando ~ 32 Editare i Criteri 29 LISTSET.TXT
Elaborare le Informazioni del Progetto per produrre le ~ file del database 37
C Liste 7
Campi M
~ nelle Template Grafiche 35 F Modello
Chiavi Filtrare per elemento selezionare una ~ grafica 44
~ nelle Liste Elemento 40 ~ gli Schemi Lista 37
definizione 12 Filtrare per Etichetta ed ID N
Editare i ~ 17 ~ gli Schemi Lista 38 Nuovo Attributo
Colonna singola Filtrare per Lucido Comando ~ 23
layout ~ 49 ~ gli Schemi Lista 38
Comandi di calcolo 7
Comandi di Lista 7
Filtrare per Oggetto Attributo O
~ gli Schemi Lista 38
comandi SQL 55 Oggetti Attributo
Filtrare per Piano
Componenti collegare ~ 23
~ gli Schemi Lista 38
~ nelle Liste Elemento 40 definizione 23
Finestra di Richiesta SQL 55
~ Specifici dell'Oggetto 25 Open Database Connectivity 59
Formato Lista
Database ~ 20 Ordine di elencazione
Lista Elemento semplice 43
definizione 13 ~ per i parametri della Lista Elemento 43
Resoconti di Testo 7
Componenti e Descrizioni Resoconto Grafico 44
Editare i ~ 24 P
Componenti e Descrizioni collegamenti al Database 26 Plottaggio Resoconti 50
Composizione assistita 8
I
~ formattazione layout lista 45, 48 Intestazione
R
Computi delle quantità ~ nelle Liste Elemento 43
Creazione di un ~ 10 Inventari Record
Criteri Creazione di un ~ 9 ~ nelle Template Grafiche 35
Assegnare le Proprietà per ~ 30 Resoconti 7

Guida al Calcolo di ArchiCAD 73


Indice

Resoconto Grafico 7

S
Schemi Lista
bloccare ~ 37
cancellare una ~ 37
Creare un nuovo ~ 36
definizione 7
organizzazione degli ~ 36
rinominare ~ 37
selezionare gli ~ 36
Schemi Lista Componente 45
Schemi Lista Elemento 37
Attributi e Parametri 40
Complessità 43
Formato Lista 42
Schemi Lista Zona 46
Selettore Criteri
Finestra dialogo ~ 27
Settaggi Schemi Liste
Comando ~ 36
SQL in ArchiCAD 55
Stampa Resoconti 50
Structured Query Language (Linguaggio Strutturato di
Richiesta) 55

T
Template Grafici
~ per Liste Elemento 44

U
Unità 15
Editare i ~ 18

V
Vuoto per pieno
~ nel calcolo dei Muri 38

74 Guida al Calcolo di ArchiCAD