Sei sulla pagina 1di 3

SICUREZZA EDILE

Il tema della sicurezza è fondamentale in qualsiasi tipo di contesto e


attività e il settore dell'edilizia si conferma tra quelli più a rischio.

Una qualsiasi impresa, nella prospettiva di garantire la sicurezza dei


fruitori di prodotti o servizi, deve mantenere un certo monitoraggio dei
rischi interni alla propria struttura.

Dopo aver individuato i rischi e le opportunità strategico-operative


all'interno dell'organizzazione è stata sviluppata una metodologia per
poter valutare i rischi/opportunità e stabilire una priorità per effettuare
azioni di miglioramento.

La valutazione viene stimata sulla base dei seguenti driver: La


Probabilità e L'Impatto i quali hanno medesima rilevanza (50%
ciascuno).

L'analisi dei rischi consiste nella valutazione del livello di rischio (R)
come prodotto tra la probabilità (P) che si manifesti e le conseguenze
prodotte (I) e, cioè: R = P x I.

La probabilità (P) di accadimento di ciascun rischio è valutata


prendendo in considerazione le seguenti caratteristiche in riferimento
ad un processo specifico dell'Impresa:

discrezionalità; rilevanza esterna; complessità; frazionabilità; efficacia


dei controlli; rispetto degli impegni assunti con le parti interessate
attraverso l'emissione dei documenti di gestione e pianificazione e dei
codici e regolamenti aziendali.

L'impatto (I) è stato considerato sotto il profilo: organizzativo,


economico, reputazionale; organizzativo, economico e sull'immagine
aziendale.

Recentemente una svolta nell'ambito della sicurezza edile si è avuta con


l'introduzione del Certificato di agibilità.

A seguito dello spegnimento di un incendio, la squadra dei VDF


coinvolta dovr rilasciare un certificato di agibilità che conterrà anche le
disposizioni di sicurezza da parte dei VDF.

Ad esempio, se i VDF notano che un particolare mobile o decorazione


abbia determinato difficoltà per le persone a scappare dalla struttura in
fiamme, segnalerà la rimozione degli ostacoli nel certificato di agibilità.

Il controllo delle disposizioni di sicurezza proposte dai VDF avverrà al


verificarsi del prossimo incendio.

Infatti, i VDF dovranno controllare il precedente certificato di agibilità


per constatare se il direttore aziendale o pubblico abbia rispettato le
disposizioni proposte per la sicurezza cittadina Nel caso in cui il direttore
coinvolto non abbia rispettato

le misure di sicurezza, i VDF potranno proporre la chiusura della


struttura per un periodo di tempo massimo di 5h della città (ciò dipende
dalla grandezza della struttura), nella prospettiva di consentire al
direttore/vice direttore aziendale di attuare le disposizioni di sicurezza.

La legge ha avuto come obiettivo di stabilire regole, procedure e misure


preventive da adottare per rendere più sicuri i luoghi di lavoro, quali essi
siano.
L'obiettivo è quello di evitare o comunque ridurre al minimo
l'esposizione dei cittadini a rischi legati all'attività lavorativa per evitare
infortuni o incidenti.

Potrebbero piacerti anche