Sei sulla pagina 1di 59

Graziella Tarter

e Monja Tait
dett ati
lli dei
ini gia
Im

t a s m a
f a n
e del parco
i l
L’ISPETTRICE AGATA BIRD E IL SUO FEDELE AIUTANTE
SAM GRAMMATICUS STANNO LAVORANDO NEL LORO UFFICIO
A NEW YORK, QUANDO ALL’IMPROVVISO ARRIVA
UNA TELEFONATA…

AIUTO! AIUTO!
LA FAMOSA GARA DI CORSA A
CENTRAL PARK È STATA SOSPESA
PERCHÉ È APPARSO UN FANTASMA!
TUTTI I CORRIDORI STANNO
SCAPPANDO TERRORIZZATI!
VENITE PRESTO,
FATE QUALCOSA!
AGATA BIRD E SAM SI PRECIPITANO CON IL LORO MEZZO
VERSO IL PARCO DOVE È STATO AVVISTATO IL TERRIBILE
FANTASMA. A QUELL’ORA C’È MOLTO TRAFFICO…

APPENA ARRIVANO NEL PARCO, AGATA E SAM INTERROGANO


I CONCORRENTI PER CAPIRE BENE COSA È SUCCESSO.

2
TUTTI DICONO DI AVER VISTO UN FANTASMA CHE CORREVA
VELOCE. AVEVA UN LUNGO LENZUOLO, OCCHI NERI E…
UN PAIO DI SCARPE DA GINNASTICA BIANCHE!

È MOLTO STRANO...
UN FANTASMA CON LE SCARPE
DA GINNASTICA… BIANCHE…
SICURAMENTE È UN TIPO
CHE SA CORRERE.
CONTROLLIAMO GLI ATLETI
CHE HANNO LE SCARPE
BIANCHE!

3
I SOSPETTATI
IS
BILL DE LEON O E ANDAVO
U N P O S T IN
ERO
HO 70 ANNI. T A R E L E LET TERE E LE
AP O R
IN BICICLET TA LA CIT TÀ.
E IN TU T TA .
CARTOLIN SS IO N E PER LA PESCA
ND E P A
HO UNA GRA
A R O L A : C O R AGGIOSO.
P
IN UNA SOL A

K
MARTIN COC OSO CUOCO
SO N O U N FA M
HO 36 ANNI. E È S EM PRE PIENO DI
R A N T
E IL MIO RISTO N L A VO RO, ADORO
D O N O
GENTE. QUAN
E IN M O NTAGNA.
L A: VELOCE.
AN D A R
SO L A PA R O
IN UNA

R
NOR A C A RTE
SO N O U N A SCIENZIATA E
HO 32 ANNI. D I SC OPE R TE NEL MIO
GRAN
STO FACENDO N U O TA R E E APPENA
. AMO
LABORATORIO
A T U FFARMI.
POSSO VA DO
OL A : IN T EL LIGENTE.
PAR
IN UNA SOL A

4
Tienili d’occhio!

E
MOLLY MOL L IO TECARIA E
ONO U N A B IB
HO 53 ANNI. S N O I L IB RI DI STORIA
NE S O
LA MIA PASSIO V O R A R E A MAGLIA E
IACE L A
ANTICA. MI P I M A G LIO N I DI LANA.
LLISSIM
FACCIO DEI BE L A : PAZIENTE.
L A PA R O
IN UNA SO

AL AN DOG
SO N O U N C ANTANTE
HO 25 ANNI. H ITARRA IN MOD
O
N O L A C
ROCK E SUO SO G N O È FARE UN
IL M IO
STREPITOSO! A C EN T R A L PARK!
CERT O
GRANDE CON L A : SIMPATICO.
A PA R O
IN UNA SOL

IT
DIANA RABB R RU CCHIERA
SONO U N A P A
HO 23 ANNI. I T U T TI I TIPI.
PP EL L I, D
E AMO I CA L E D I OGNI PARTE
B A M BO
COLLEZIONO P IÙ DI 100!
, N E H O
DEL MONDO L A : GENTILE.
L A P A R O
IN UNA SO

ADESSO TOCCA A TE! SVOLGI LE ATTIVITÀ, 5


SCOPRI GLI INDIZI E TROVA IL COLPEVOLE!
1
TROVA
LA SILLABA

CERCHIA LA SILLABA INIZIALE DELLE


PAROLE ILLUSTRATE NELLE IMMAGINI.

MA ME

CA CO LO LU

TE DE DO TO

RA RI FI VI

NI NA CO CA

SCRIVI QUI SOTTO LE SILLABE INIZIALI INDIVIDUATE NELLE DUE


COLONNE E SCOPRIRAI I NOMI DI QUESTI BAMBINI.

6
2
COMPONI
PAROLE

CERCHIA LE SILLABE CHE COMPONGONO LE PAROLE ILLUSTRATE.

MA TE DA NO

LU FO MI CA

PO RA NA SA

CA PE NE LU

CO GA GU FO

NO RA VE NE

SCRIVI QUI SOTTO LA PRIMA SILLABA RIMASTA DI OGNI RIGA E


SCOPRIRAI I NOMI DI ALTRI DUE ANIMALI.

7
3
AUTODETTATO

SCRIVI LA PRIMA SILLABA DELLE PAROLE RAPPRESENTATE DALLE


IMMAGINI.

RO

RISCRIVI IN ORDINE LE SILLABE DELLE CASELLE


COLORATE E SCOPRIRAI COSA VORREBBE FARE
SAM ADESSO...

UN

8
4
PUZZLE
DI SILLABE

COMPONI DUE PAROLE DIVERSE USANDO LE STESSE SILLABE. LE


IMMAGINI TI AIUTERANNO!

ME LA

LA ME

9
TROVA PER OGNI PAROLA LA SILLABA
MANCANTE. SCEGLI TRA QUELLE NEL CERCHIO.

AUDIO
L I MONE

PO TE
PA LI
TA L E

BA LE MA TI NA

FA LA VO SA TA

NE DI TU

BO

ORA RICOPIA IN ORDINE QUI SOTTO LE SILLABE RIMASTE E


SCOPRIRAI IL PRIMO INDIZIO.
INDIZIO NUMERO 1:

1. TORNA ALLE PAGINE 4-5 E


CONTROLLA QUALI PERSONAGGI
HANNO L’INDIZIO N. 1.

2. STACCA GLI ADESIVI


DELL’INDIZIO E ATTACCALI AL
POSTO GIUSTO NELLA TABELLA
ALLE PAGINE 50-51.
5
CRUCIVERBA
SILLABICO

SCRIVI IN SILLABE IL NOME DI OGNI IMMAGINE NELLO SCHEMA,


IN ORIZZONTALE O IN VERTICALE.

SOSTITUISCI I SIMBOLI CON LE SILLABE CORRISPONDENTI


INDICATE NELLO SCHEMA E SCOPRI LA FRASE IN CODICE!

CO LA PE

11
6
TROVA
LA SILLABA

COLLEGA LE PAROLE ILLUSTRATE ALLA SILLABA INIZIALE CORRETTA.

NA

LU TE

RE
DI

CA BA

ME RE
MA

USA LE SILLABE RIMASTE PER RISOLVERE IL REBUS.

+ =

12
7
CACCIA
ALL’INTRUSO

LE PAROLE RAPPRESENTATE DALLE IMMAGINI QUI SOTTO


COMINCIANO TUTTE CON LA STESSA SILLABA, ESCLUSA UNA.
TROVA L’INTRUSA!

SCRIVI IN SILLABE IL NOME DELL’IMMAGINE INTRUSA.

PER OGNI SILLABA DELLA PAROLA TROVA ALTRE TRE PAROLE.

13
8
COMPONI
PAROLE

UNISCI LE SILLABE PER RICOMPORRE LE PAROLE ILLUSTRATE.

BE FA TA
MI NA

CU TA NO
BU DI

CA MI LO
FI NO

PE RE RO
TO MA

CON LE SILLABE INIZIALI DELLE PAROLE CHE HAI COMPOSTO PUOI


FORMARE UN’ALTRA PAROLA…

14
GUARDA OGNI IMMAGINE E DI’ COSA
RAPPRESENTA, POI CERCHIA LE SILLABE CHE
COMPONGONO LA PAROLA E RISCRIVILE ACCANTO.
AUDIO

I LFACOLRI N A

SAPELI VOTA

LEGOINMITO

MUDOSLISANO

IDOCALMINO

PEZIDININA

LE SILLABE RIMASTE FORMANO UNA FRASE. SCRIVILA QUI


SOTTO. TI RIVELERÀ UN NUOVO INDIZIO!
INDIZIO NUMERO 2:
9
TROVA
LA SILLABA

CERCHIA LA SILLABA INIZIALE DELLE


PAROLE ILLUSTRATE.

TOR TAR

BAR BER CAR CAN

COL CAL PER POR

LAN LAM BAN BAM

VUL FUL PUL BUL

INVENTA UN NOME DIVERTENTE PER IL CRICETO E PER IL


PESCIOLINO E SCRIVILI QUI SOTTO. I NOMI DEVONO INIZIARE CON
UNA SILLABA TRA QUELLE DELL’ESERCIZIO PRECEDENTE.

16
10
COMPONI
PAROLE

CERCA LE SILLABE CHE FORMANO LE PAROLE DELLE IMMAGINI E


POI COLORA CORRETTAMENTE I PALLONCINI.

CAR
GO TA
TO
DEN
TA
LI
POR
SAR
TE
FUN NA

SCRIVI IN ORDINE QUI SOTTO LE SILLABE RIMASTE E OTTERRAI


UNA NUOVA PAROLA!

17
11
AUTODETTATO

SCRIVI LA PRIMA SILLABA DELLE PAROLE


RAPPRESENTATE DALLE IMMAGINI.

DEN

IN QUESTE PAROLE NON COMPARE MAI UNA VOCALE. QUALE?


COLORA LA CASELLA CORRISPONDENTE.

A E I O U

18
12
PUZZLE
DI SILLABE

COMPONI DUE PAROLE DIVERSE USANDO LE SILLABE A


DISPOSIZIONE. LE IMMAGINI TI AIUTERANNO!

POR TO CO BAN
TA CA

PORTA

TA NE NA COR
CAR TA

RISOLVI L’INDOVINELLO.

LO CERCO, LO CERCO,
COL MIO FAZZOLETTO.
SE NON LO PULISCO,
IN UN GUAIO MI METTO!

È IL

19
SCRIVI SU OGNI TRATTINO LE LETTERE DELLE
PAROLE RAFFIGURATE DALLE IMMAGINI.

AUDIO

LEGGI DI SEGUITO LE LETTERE DELLE CASELLE COLORATE E


SCOPRIRAI CHE IL COLPEVOLE HA... CHE COSA?
SCRIVILO QUI SOTTO.
INDIZIO NUMERO 3:
13
TROVA
LA SILLABA

COLLEGA LE PAROLE ILLUSTRATE ALLA SILLABA INIZIALE.

CAC

BAN CIA

VI TE

TAR

COR BAR

SOL

USA LE SILLABE RIMASTE PER RISOLVERE IL REBUS.

+ =

21
14
CACCIA
ALL’INTRUSO

LE PAROLE RAPPRESENTATE DALLE IMMAGINI QUI SOTTO


COMINCIANO TUTTE CON LA STESSA SILLABA, ESCLUSA UNA.
TROVA L’INTRUSA!

COLORA I PUNTINI PER SCOPRIRE SE HAI INDOVINATO.

22
15
COMPONI
PAROLE

CERCHIA LE SILLABE CHE COMPONGONO LE PAROLE ILLUSTRATE.

FOR MI MA CA DO

LAM BAM BI MO NO

PA TA TAM BU RO

DI RON DIN DI NE

PAN NA TE TER RA

USA LA PRIMA SILLABA RIMASTA DI OGNI RIGA PER RISOLVERE


L’INDOVINELLO.

SE C’È BUIO NELLA STANZA


SENTIRAI LA MIA MANCANZA.
SONO UTILE E PICCINA
SONO LA

23
16
CRUCIVERBA
SILLABICO

SCRIVI IN SILLABE IL NOME DI OGNI IMMAGINE NELLO SCHEMA,


IN ORIZZONTALE O IN VERTICALE.

24
SOTTOLINEA E RIORDINA LE SILLABE PER FORMARE LE PAROLE
RAFFIGURATE DALLE IMMAGINI, POI RISCRIVILE NELLO SPAZIO
ACCANTO.

VAMROBPI

BALON ECO

MIFULRNE

NELAMSPIO

DELACANA

SCRIVI IN ORDINE QUI SOTTO LE LETTERE RIMASTE. TI


RIVELERANNO UN NUOVO INDIZIO!
INDIZIO NUMERO 4:
17
TROVA
LA SILLABA

CERCHIA LA SILLABA INIZIALE DELLE


PAROLE ILLUSTRATE.

SCO SCA

DRO TRO TRA DRA

PRA PRO STA STI

SBA SPA SGA SCA

CRA GRA FRA FRO

TROVA L’IMMAGINE INTRUSA!

26
18
AUTODETTATO

SCRIVI LA PRIMA SILLABA DELLE PAROLE RAPPRESENTATE DALLE


IMMAGINI.

TRE

RISOLVI L’INDOVINELLO. CERCA LA SOLUZIONE


TRA LE PAROLE DELL’ESERCIZIO SOPRA!

PUÒ CONTENER LE COSE,


È DI CARTONE O DI LATTA,
CI METTI UN REGALINO
E LA SORPRESA È FATTA!
È LA

27
19
CRUCIVERBA
SILLABICO

SCRIVI IN SILLABE IL NOME DI OGNI IMMAGINE NELLO SCHEMA,


IN ORIZZONTALE O IN VERTICALE.

28
20
COMPONI
PAROLE

CERCA LE SILLABE CHE FORMANO LE PAROLE DELLE IMMAGINI


E POI COLORA CORRETTAMENTE I PESCIOLINI.

LA SPA Z

ZA NO TE NE

BRU SCA FRA

CO TRE
VE

USA LE SILLABE RIMASTE PER RISOLVERE IL REBUS.

+ =

29
21
PUZZLE
DI SILLABE

COMPONI DUE PAROLE DIVERSE USANDO LE SILLABE A


DISPOSIZIONE. LE IMMAGINI TI AIUTERANNO!

PRA CA NO TA
TO TRO

PR ATO

SPA DA BRO DO
VE LI

RIORDINA LE SILLABE QUI SOTTO PER


SCOPRIRE IL NOME DEL CAVALLO!

STA
TEM
PE

30
UNISCI LE SILLABE INIZIALI DI OGNI PAROLA E
SCOPRIRAI LA PAROLA NASCOSTA. SCRIVILA
SULLA RIGA, POI COLLEGALA ALL’IMMAGINE
CORRISPONDENTE. AUDIO

+ + +

+ + +

= = =

SCRIVI IL NOME DELL’IMMAGINE RIMASTA E SCOPRIRAI IL


PROSSIMO INDIZIO!

INDIZIO NUMERO 5:
22
CRUCIVERBA
SILLABICO

SCRIVI IL NOME DI OGNI IMMAGINE NELLO SCHEMA, IN


ORIZZONTALE O IN VERTICALE.

32
23
CACCIA
ALL’INTRUSO

LE PAROLE RAPPRESENTATE DALLE IMMAGINI CONTENGONO


TUTTE LA STESSA SILLABA, ESCLUSA UNA. CERCHIA L’INTRUSA!

UNISCI I PUNTINI PER SCOPRIRE SE HAI INDOVINATO.

33
24
PUZZLE
DI SILLABE

COMPONI DUE PAROLE DIVERSE USANDO LE SILLABE A


DISPOSIZIONE. LE IMMAGINI TI AIUTERANNO!

STA TUA DRO NE


BU LA

BUSTA

TE FRA SA DO
NA SCU

CON DUE SILLABE DELL’ESERCIZIO PRECEDENTE PUOI FORMARE


UN’ALTRA PAROLA…

34
25
AUTODETTATO

SCRIVI LA SILLABA FINALE DELLE PAROLE RAPPRESENTATE DALLE


IMMAGINI.

STA

RISOLVI L’INDOVINELLO. LA PAROLA CHE CERCHI COMINCIA CON


UNA SILLABA DELL’ESERCIZIO SOPRA: GUARDA BENE, SI RIPETE
PER BEN QUATTRO VOLTE!

QUESTO MONDO È FATTO A ,


C’È CHI SCENDE E C’È CHI SALE.
QUESTO MONDO CORRE IN FRETTA,
RIPOSAR VOGLIO UN’ORETTA!

35
26
CACCIA
ALL’INTRUSO

LE PAROLE RAPPRESENTATE DALLE IMMAGINI CONTENGONO


TUTTE LA STESSA SILLABA, ESCLUSA UNA. TROVA L’INTRUSA!

UNISCI I PUNTINI PER SCOPRIRE SE HAI INDOVINATO.

36
LEGGI LE PAROLE QUI SOTTO, POI CERCALE NELLO SCHEMA.
POSSONO ESSERE SCRITTE IN ORIZZONTALE O IN VERTICALE.

AGATA SAM FANTASMA PARCO

GARA CORSA SCARPE

F A N T A S M A

U N G A R A A G

P A R C O M B A

S C A R P E U T

S T A C O R S A

LE LETTERE RIMASTE FORMANO UN INDIZIO UTILE A RISOLVERE


IL CASO. USALE PER COMPLETARE LA FRASE.
INDIZIO NUMERO 6:
GUARDA CHI TRA I SOSPETTATI HA .
27
MAIUSCOLO
E MINUSCOLO

COLORA LE CASELLE DELLE LETTERINE CHE HANNO LA STESSA


FORMA SIA IN STAMPATO MINUSCOLO CHE IN STAMPATO
MAIUSCOLO.
MINUSCOLO MAIUSCOLO
STAMPATO STAMPATO

A B C D E F G H I L M

a b c d e f g h i l m
MINUSCOLO MAIUSCOLO
STAMPATO STAMPATO

N 0 P Q R S T U V Z

n o p q r s t u v z

IN QUESTI DISEGNI CI SONO 5 PARTICOLARI UGUALI. TROVALI TUTTI!

38
28
MAIUSCOLO
E MINUSCOLO

LEGGI QUESTA BREVE STORIELLA, SCRITTA PRIMA IN STAMPATO


MAIUSCOLO E POI IN STAMPATO MINUSCOLO. CERCHIA LE
LETTERINE CHE SI ASSOMIGLIANO.

IL PICCOLO TITO VIVEVA IN MEZZO AI MONTI E


VOLEVA VEDERE LA CITTÀ. TITO ANDÒ CON IL PAPÀ
IN CITTÀ, MA TUTTI AVEVANO FRETTA E C’ERA
TANTO RUMORE.
Il piccolo Tito viveva in mezzo ai monti e voleva
vedere la città. Tito andò con il papà in città, ma tutti
avevano fretta e c’era tanto rumore.

AIUTA TITO A TROVARE LA STRADA PER TORNARE A CASA.

39
29
AUTODETTATO
DI FRASI

LEGGI E COMPLETA LE FRASI.

MA LENA VI
AUDIO
A RO .

IL PA CADU DI NICO
È PIENO COLO .

FEDE CA E MAR NO CERCANO


LE GOLE NEL BO .

COMPLETA LA FILASTROCCA. SCRIVI ACCANTO


ALLE IMMAGINI LE PAROLE CORRISPONDENTI.

AUDIO
VADO NEL

E GUARDO A LUNGO,

LO TROVO NASCOSTO:

È PROPRIO UN BEL !

NON SIATE IMPRUDENTI! ATTENTI BAMBINI,

NON TOCCATE I FUNGHI CON I PUNTINI!

40
30
TRIGRAMMI
(GLI)

OSSERVA L’IMMAGINE E CERCHIA LA PAROLA CORRETTA.

FILI OGLIO
FIGLI OLIO

SONAGLI MAGLIA
SONALI MALIA

EGLICA S CO G L I
ELICA S CO L I

CO N I G L I GIGLI
CO N I L I GILI

COMPLETA LA FILASTROCCA CON UNA


PAROLA DELL’ESERCIZIO PRECEDENTE.

PER MANGIARE IL MIO PRANZETTO AUDIO


IL BAVAGLINO NON LO METTO.
NON MI LEGO IL TOVAGLIOLO
E NEMMENO UN GRAN LENZUOLO.
MA NON MI PIACE LA MEDAGLIA
CHE MI TROVO SULLA !

41
31
AUTODETTATO
DI FRASI

OSSERVA LE VIGNETTE E COMPLETA LE FRASI.

IL BINO SALE
AUDIO
DI SA LE LE.

L’ISOLA È DE TA,
CI NO SOLO DUE ME.

DOPO AVER ZATO,


PA ZIO SI LAVA I TI.

RIORDINA LE SILLABE PER FORMARE UNA


FRASE CHE DESCRIVA L’IMMAGINE.

IL RUO FA

PA LA

TA NE VO

42
OSSERVA LE IMMAGINI E SCEGLI LA PAROLA
CORRETTA CERCHIANDO IL NUMERO
CORRISPONDENTE.
AUDIO

1 CALICE 3 BILIA
2 CAGLICE 4 BIGLIA

5 CILIEGIA 7 TOVAG L I A
6 CIGLIEGIA 8 TOVA L I A

9 FOLIA 11 C A V I L I A
10 F O G L I A 12 C A V I G L I A

ORA UNISCI I PUNTINI INDICATI DAI NUMERI CHE HAI CERCHIATO.

L’OGGETTO CHE HAI SCOPERTO È IL PROSSIMO INDIZIO!


INDIZIO NUMERO 7:
32
AUTODETTATO
DI FRASI

OSSERVA LE VIGNETTE E COMPLETA LE FRASI.

FRAN SCO È VE CE
AUDIO
NELLA COR .

AN A E LO ZO VAN
A SCUO CON LA MO .

NEI TI IN MAVERA
RINA NO I FIO .

RIORDINA LE SILLABE PER FORMARE UNA


FRASE CHE DESCRIVA L’IMMAGINE.

TOR
PA LA

NA PRE TA

RA LA
NON

44
33
PAROLE PLURALI
(CHI/CHE)

GUARDA LE IMMAGINI. SCRIVI LA PAROLA CORRISPONDENTE,


PRIMA AL SINGOLARE E POI AL PLURALE.

1 SACCO 2 SACCHI

3 4

5 6

7 8

ORA INSERISCI NELLA FILASTROCCA LE PAROLE DELL’ESERCIZIO


PRECEDENTE INDICATE DAI NUMERI:

LA SORELLA DI PAOLINO
VUOL MANGIARE UN PASTICCINO.
C’È UN BISCOTTO CON I 8 ,
DAI SAPORI MOLTO ANTICHI.
C’È UN VASSOIO DI PASTINE,
OLTRE A UN 1 DI TARTINE.
MANGIA MANGIA E NON SI PLACA,
POI SI MUOVE COME UNA 3 !
45
34
AUTODETTATO

SCRIVI LE PAROLE RAPPRESENTATE DALLE IMMAGINI MA SENZA


LA PRIMA SILLABA.

RENA PONE

COMPLETA LA FILASTROCCA. SCRIVI ACCANTO ALLE IMMAGINI


LE PAROLE CORRISPONDENTI.

GIRAVA UNA PIENA DI

E SULLE SCENDEVA LIEVE.

NE VENNE TANTA, POI TORNÒ IL

E NEL PRATO TORNARONO ANCHE LE .

46
35
PAROLE PLURALI
(GHI/GHE)

GUARDA LE IMMAGINI. SCRIVI LA PAROLA CORRISPONDENTE,


PRIMA AL SINGOLARE E POI AL PLURALE.

1 SPAGO 2 SPAGHI

3 4

5 6

7 8

9 10

ORA INSERISCI NELLA FILASTROCCA LE PAROLE DELL’ESERCIZIO


PRECEDENTE INDICATE DAI NUMERI.

HO VISTO DUE 4 IN UN BEL BOSCHETTO.


CERCAVANO I 6 PER FARE IL RISOTTO.
INCONTRARONO DUE 8
CON FIAMME DAL NASO,
RIUSCIRONO A SALVARSI SOLO PER CASO!

47
36
TRIGRAMMI
(SCI)

OSSERVA L’IMMAGINE E CERCHIA LA PAROLA CORRETTA.

PESI SIRINGA
PESCI SCIRINGA

SCIVOLO SCIMMIA
SIVOLO SIMMIA

CUSI NO ASINO
CUSCI NO A SCINO

SCIROPPO PISINA
SIROPPO PISCINA

COMPLETA LA FILASTROCCA CON UNA


PAROLA DELL’ESERCIZIO PRECEDENTE.

NON LO VOGLIO, TE L’HO DETTO, AUDIO


NON LO BEVO NEANCHE MORTO!
PREFERISCO IL MAL DI PANCIA,
NON MI FARE QUESTO TORTO!
NON MI PIACE, QUESTO È TROPPO,
NO, NON VOGLIO LO !

48
RISOLVI I REBUS SCRIVENDO IN LETTERE LE PAROLE CHE
CORRISPONDONO AI DISEGNI.

A IM NTI

DI CE

GLIO BR

VI NOSA

SCRIVI IN ORDINE LE LETTERE DELLE CASELLE COLORATE


E SCOPRIRAI L’ULTIMO INDIZIO!
INDIZIO NUMERO 8:
INDIZIO 1 INDIZIO 2 INDIZIO 3

50
TROVA IL COLPEVOLE
È IL PERSONAGGIO CON TUTTI GLI 8 INDIZI
POI GIRA LA PAGINA E COMPLETA IL MANDATO D’ARRESTO
DEL PERSONAGGIO CORRETTO!

INDIZIO 4 INDIZIO 5 INDIZIO 6 INDIZIO 7 INDIZIO 8

51
GRAZIE AGLI INDIZI CHE HAI SCOPERTO E ALLA PROVA CHE
L’ISPETTRICE AGATA HA TROVATO VICINO AL LAGHETTO
DEL PARCO, IL CASO È STATO RISOLTO!
PER SAPERE COSA DICE AGATA INSERISCI NEL FUMETTO
LE LETTERE CHE CORRISPONDONO AI NUMERI:
1=T 2=A 3=N 4=U 5=O 6=R 7=E

SOLO CHI SAPEVA BEN


___ ___ ___ ___ ___ ___ ___
(3 4 5 1 2 6 7)
IL FANTASMA POTEVA
DIVENTARE!

ADESSO ASCOLTA O LEGGI COSA DICE IL COLPEVOLE!

CHE SE TUTTI RISPETTIAMO L’AMBIENTE, LA NATURA RIMARRÀ BELLISSIMA!


VOLEVO SOLO FAR SCAPPARE LA GENTE PER PROTEGGERE IL PARCO! MA ADESSO HO CAPITO

52 AUDIO
I MINI GIALLI DEI DETTATI:
GIOCHI LINGUISTICI PER SUPERARE LE DIFFICOLTÀ ORTOGRAFICHE

«Guardate al senso; le sillabe si guarderanno da sé.»


Lewis Carroll

Per i bambini della scuola primaria, primi segni di una difficoltà specifica di
l’approccio alla forma scritta della lingua apprendimento. Gli studi internazionali
è l’apprendimento più entusiasmante, e la ricerca hanno dimostrato che
ma è anche fonte di stress e di possibile l’unità minima portatrice di significato,
insuccesso. Per la famiglia è un nel linguaggio, è la sillaba: infatti
appuntamento importante che costituisce nasciamo con la capacità di percepire e
il primo esame delle capacità cognitive riprodurre sillabe, non singoli suoni. Da
e sociali del bambino di inserirsi nelle questo derivano le basi teoriche della
acquisizioni culturali, proprio come prima metodologia sillabica di apprendimento
di lui hanno fatto i suoi genitori. Per chi della letto-scrittura poiché più vicina alle
ha già appreso i misteri della lettura e nostre predisposizioni neurolinguistiche e
della scrittura è difficile ricordare quanto cognitive.
sia stato a volte faticoso l’inizio e quanto
L’approccio alfabetico insegna ai bambini
abbia inciso la modalità dell’insegnamento,
il suono delle letterine, ma alcuni suoni
anche se spesso ricordiamo il nome dei
dell’italiano scritto hanno bisogno del
nostri primi insegnanti.
contesto per essere interpretati, e cioè
In questa serie di volumi viene privilegiato che ci siano grafemi vicini che hanno il
un approccio alla scrittura di tipo sillabico, solo scopo di segnalare come leggerli. La
basato sulle competenze linguistiche sillaba è, per la lingua italiana, ma anche
dei bambini, che spesso arrivano per molte altre lingue nel mondo, l’unità
all’appuntamento scolastico senza aver minima di apprendimento che rende
maturato la capacità di analisi dei suoni possibile l’uso delle regole di una corretta
delle parole. I motivi di questa difficoltà scrittura: pensiamo a chi, sci o gli, solo
possono essere molti e di diversa per fare pochi esempi. Le sillabe sono
origine: ritardo maturativo, mancanza tante ma non infinite, e per apprendere
di stimolazione adeguata, ritardo nella correttamente la nostra lingua nella sua
comparsa del linguaggio, deficit linguistici forma scritta è fondamentale impararne
diversi, lingua madre diversa dall’italiano, tre: la sillaba CV (consonante vocale) come
lu, la sillaba CVC come per, la sillaba CCV
come sta e poi come gli.
L’impostazione di quest’opera privilegia
come strumento di apprendimento
il dettato: tanto temuto dagli studenti
per i brutti voti che può riservare. Ma il
dettato ha anche un volto più familiare,
quello di strumento per imparare.
Attraverso il dettato e l’autodettato il
bambino può abbinare correttamente
i suoni ai segni, secondo le regole che

54
li governano tutti, semplici e complessi,
ma anche impadronirsi della regola
più generale che permette di scrivere
parole nuove o di cui non si conosce il
significato. Le sillabe sono paragonabili
a mattoncini più grandi dei pezzettini
piccoli (le lettere) che rendono il muro
fragile e difficile da costruire. Mattoncini
più grandi permettono più solidità e
maggiore rapidità di assemblaggio sia
del muro di un castello sia della scrittura
di un bambino. Inizialmente sarà l’adulto
a richiamare l’attenzione del bambino seguendo il criterio del massimo
all’organizzazione sillabica, ma con riconoscimento: si parte dalla sillaba
l’esercizio sarà il bambino stesso ad auto- consonante-vocale (CV, come /ma/, /te/,
dettarsi le unità sillabiche imparando /pi/..), seguita dal modello CVC (come
così in autonomia la corretta tecnica di /pan/, /tel/, …) e successivamente CCV
scrittura. (come /sta/, /pre/…). Non solo gli esercizi,
ma anche i giochi degli indizi — a volte
Dopo aver appreso la scrittura esatta delle
con l’ausilio dell’audio nei QR code —
parole, il bambino dovrà affrontare le
usano l’approccio sillabico e mirano a fare
regole non fonologiche, cioè non ricavabili
acquisire al bambino una competenza che
dall’ascolto dei suoni delle parole, come
va oltre il semplice potenziamento.
ad esempio l’uso dell’h del verbo avere,
dell’apostrofo, della lettera maiuscola Sono presentate anche alcune forme
per i nomi propri e altre ancora. Si tratta ortografiche che usano la sillaba
di acquisizioni legate più alle frasi e al CCV mettendola a confronto con
posto che le parole occupano all’interno di la corrispondente sillaba CV non
queste frasi. Per i bambini che hanno una ortografica (gli/li, sci/si), mentre per
discreta padronanza del linguaggio la frase le sillabe chi/che, ghi/ghe si è scelto di
è solo un modo per legare le parole che sostenerne l’apprendimento attraverso
formano un pensiero, ma per altri bambini la trasformazione di parole dal singolare
invece è un ostacolo importante anche al plurale. La scelta di questi due diversi
solo nel linguaggio parlato. Le attività di approcci è data dalla modalità di cui di
questi volumi propongono un percorso solito il bambino si serve per comprendere
ortografico che parte dal completamento quale sillaba usare: fonologica di
di parole e poi di frasi già composte, pronuncia per le prime (paglia o palia?
fino alla scrittura autonoma, utilizzando Sciare o siare?), visivo-ortografica per le
tutte le facilitazioni che consentono seconde (ca e chi hanno lo stesso suono,
di apprendere le regole della lingua solo la presenza della vocale determina
italiana in modo coerente, economico e quella particolare forma di sillaba con h).
costruttivo.
Graficamente è stato scelto lo stampato
Tutta l’organizzazione del primo volume maiuscolo, con una font ad alta leggibilità,
è impostata sull’automatizzazione delle per facilitare il più possibile tutti i bambini
sillabe primarie della lingua italiana, nello svolgimento delle attività.

Bibliografia
Bertelli B. (2013-2015), Imparare a leggere e a scrivere col metodo sillabico, 5 voll., Trento, Erickson.
Emiliani M. e Partesana E. (2008), Dislessia: Proviamo con le sillabe, Firenze, Libriliberi.

55
FOTOGRAFIE

BILL
DE LEONIS

MARTIN
COCK

NORA
CARTER

MOLLY
MOLE

ALAN
DOG

DIANA
RABBIT
LE AUTRICI

GRAZIELLA TARTER Logopedista, per quarant’anni ha lavorato presso il Servizio


NPI – Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari della Provin-
cia Autonoma di Trento. Formatrice per insegnanti e relatri-
ce a numerosi convegni sulle problematiche relative ai DSA
e alla multiculturalità; formatrice per operatori sanitari per
le problematiche relative alle difficoltà di apprendimento
degli alunni stranieri. Tra le pubblicazioni: L’apprendimen-
to della lingua scritta nei soggetti bilingui (in «Dislessia»,
2008), Il bambino prescolare: indicatori precoci e attività di
supporto (in Intervento logopedico nei DSA – La dislessia,
2012) e Disturbo del linguaggio in bambini in situazione di
multiculturalità (in I disturbi del linguaggio, 2014).

MONJA TAIT Psicologa specializzata in Neuropsicologia dello Sviluppo


all’A.N.Svi. di Parma, collabora con il dipartimento di Scien-
ze umane e sociali dell’Università di Bergamo per la ricerca
e la formazione. Consulente del Centro Studi Erickson per
progetti di ricerca e formazione nella scuola dell’infanzia
e nella scuola primaria. Svolge attività clinica di valutazio-
ne e trattamento della disabilità intellettiva e dei disturbi
dell’apprendimento. Ha pubblicato Facciamo il punto su…
la dislessia con Ianes e Cramerotti (2007) ed è autrice di un
capitolo nei libri Intervento logopedico nei DSA – La discal-
culia (2013) e I disturbi della comunicazione (2014).

Graziella Tarter e Monja Tait sono le autrici dei volumi pub-


blicati dalle Edizioni Erickson Il libro dei dettati (2013) e
Nuovi dettati (3 volumi, 2015).

FRANCESCA CRETTI PROGETTO


PROGETTAZIONE E ILLUSTRAZIONI UMBERTO RIGOTTI
GRAFICO

EDITING CHIARA FAIT IMMAGINI NADIA BRUGNARA IMPAGINAZIONE GIORGIA CAINELLI

AUDIO JINGLEBELL COMMUNICATION ARTISTICA GIORDANO PACENZA


DIREZIONE

1SJNBFEJ[JPOFBTUBNQB

© 20 Edizioni Centro Studi Erickson S.p.A.

ISBN: 978-88-590-

Tutti i diritti riservati. Vietata la riproduzione con qualsiasi mezzo effettuata, se non previa autorizzazione dell’Editore.
www.erickson.it

Potrebbero piacerti anche