Sei sulla pagina 1di 138

Corso Operatore di difesa

psichica e riequilibrio energetico

CORSO CERTIFICATO IPHM

Materiale di proprietà di Emiliano Amici


Introduzione

Esiste la fortuna? Esistono le negatività? Esiste il malocchio?


Siamo nell’era moderna e siamo in un’epoca in cui queste cose sono considerate
“superstizioni” perché non sono provabili scientificamente.

Tanta gente si affida a operatori esoterici, amuleti, talismani per un giro di


qualche miliardo di euro annui solo in Italia.

Nessuno sa se questo esiste ma se la gente spende molti soldi in questi campi è


perché si trova al centro di determinati problemi e vuole avere determinate
risposte.

FACCIAMO LUCE
Non sapere non protegge

Non sapere se ciò di cui abbiamo parlato esiste davvero, non ci difende.

Non sapere ci espone al pericolo, per quanto possa fare paura l’unico modo di
difendersi è conoscere…

SE VUOI COMBATTERE IL NEMICO


LO DEVI CONOSCERE
Come capire se siamo sotto attacco?

•Sintomi depressivi
•Poca voglia di vivere
•Stanchezza cronica
•Tendenze suicidarie
•Problemi legati al denaro
•Perdita improvvisa del lavoro
•Sfiducia
•Apatia
•Poca comunicazione (non essere capiti)
•Non ci prendiamo cura di noi stessi
•Non riusciamo a dormire bene
•Sogni strani (subconscio ci avvisa)
•Perdere le cose
•Distrazioni
•Incapacità di concentrarsi
•Voler riuscire ma non riuscire => scarsa autostima
Siamo dipendenti o indipendenti?

La gente non si fida delle proprie capacità per questo viviamo in società che
dipende da cibo, eccitanti, pornografia, smartphone, droghe più o meno legali.

Lo spettro delle dipendenze è talmente elevato che chiunque ha dipendenze. La


natura ci impone un percorso che l’uomo deve seguire.

Ma da molti punti di vista, non siamo così indipendenti. La prova è lo stare con un
partner: avere una persona accanto a noi significa, in qualche modo, essere
dipendenti da esso per poi soffrire enormemente proprio della nostra
indipendenza. Viene a mancare l’oggetto della nostra dipendenza.

Il meccanismo delle dipendenze è pericoloso anche quando si parla di energie


psichiche in quanto contro natura: noi possiamo sì essere dipendenti quando
siamo “cuccioli”

LO SCOPO È DI DIVENTARE INDIPENDENTI


Tutto è energia!

La materia è un’illusione (anche secondo la scienza).

L’uomo è fatto da cellule, esseri viventi, fisici.

Gli atomi sono “fisici” in quanto esistono.

Se prendessimo un atomo e lo guardassimo di cosa è composto vediamo che il


99,99 è spazio vuoto; quindi un atomo è spazio vuoto.

Non percepiamo il fisico ma in realtà non esiste. Tutto l’universo è fatto di


ENERGIA e anche tutto ciò che non vediamo è ENERGIA.

Ciò che non si vede non esiste? NO! Non è detto che una cosa che non vediamo
non esiste. Quindi esiste la sfortuna? Serve apertura mentale.
Osservatore e osservato

FISICA QUANTISTICA
Nuovo modello diverso da quella classica

La Fisica Quantistica entra in concetti particolari come quello dell’osservatore che


influenza l’osservato. Secondo alcuni studi, se non c’è nessuno che osserva i
comportamenti c’era un certo tipo di risposta che cambiava se c’era un
osservatore.
Se vi è un osservatore, questo influenza ciò che sta osservando, e questo avviene
sempre. Dal momento che siamo fatti di energia e dal momento che siamo
energia e tutto ciò che ci circonda è energia, là dove noi portiamo la nostra
attenzione, là vi è la nostra energia..
L’Universo è Illusione

L’UNIVERSO OLOGRAFICO (Bohr)

Il nostro Universo è un ologramma di qualcos’altro di cui ignoriamo tutto. Da qui


si sviluppa l’ologramma del nostro Universo. La realtà non è l’ologramma, è quel
qualcosa da cui l’ologramma scaturisce.

L’UNIVERSO È UN ILLUSIONE

Quello che è illusorio non lo vediamo


LE INFLUENZE
Le influenze

Cosa sono i pensieri?


Cosa sono le emozioni?

I pensieri sono energia, le emozioni sono energia. Queste energie interagiscono


con noi e ci influenzano. Noi siamo influenzati, veniamo influenzati
costantemente da qualsiasi cosa (ambiente, persone, oroscopi, eventi ecc...).

TUTTO INFLUENZA TUTTO

L'ologramma si comporta per cui se noi dividessimo l'ologramma non otterremmo


due metà ma ogni metà di ologramma conterrebbe in sè tutto l'interno
ologramma. Questo significa che noi che siamo un pezzo piccolo id universo
conteniamo in noi stessi l'intero universo. tutto influenza tutto.
Influenze e ambiente

Perché sono fatto così? Perché penso così?

L’ambiente influenza i nostri comportamenti indipendentemente se si nasca o ci si


trasferisca in un altro posto.

L’ambiente contiene in sé la massa di pensieri ed emozioni più comuni all’interno


di quel territorio. Ogni territorio ha “nubi” di pensieri e di emozioni formate dalle
caratteristiche del luogo. La globalità delle emozioni e dei pensieri influisce il
singolo.

I pensieri di chi ci circonda influenzano il territorio.


Influenza delle credenze

Di chi sono i pensieri?

Nasciamo come un libro bianco e impariamo per imitazione. All’inizio della nostra
vita il punto di riferimento maggiore sono i nostri genitori, quindi ciò che dicono,
fanno e credono diventano una sorta di stampino con cui noi cresciamo.

Siamo influenzati nel bene o nel male.

Questo processo è influenzato dall’ambiente stesso per questo non sappiamo più
qual è l’origine del “problema”. Attraverso l’ambiente formiamo delle credenze
che, una volta che si sono fossilizzate, non le mettiamo più in discussione. Però in
questo modo certezze assolute non ci sono.

Esempio di credenza: la morte

Quando una persona mina le nostre credenze inizia la resistenza e, dopo,


l’accettazione.
Realtà e credenze

Ci crediamo o no alle credenze?

Siamo stati modellati in un certo modo a causa dei genitori e dell’ambiente per
questo possiamo credere o meno a determinate cose.

Se la resistenza è forte le rifiutiamo.


Influenze involontarie

Le influenze involontarie sono tutte le influenze derivante dai genitori,


dall’ambiente, dalla società.

Quando interagiamo con qualcuno vogliamo influenzare l’individuo con cui


comunichiamo nonostante, in realtà, sia davvero la nostra intenzione. Questo
succede perché tutto influenza tutti!

L’influenzare può anche rafforzare lo scetticismo, non è detto che siamo in grado
di far cambiare l’idea a una persona. Il problema delle influenze involontarie sta
nel fatto che generalmente sono negative.
Influenze volontarie

Quando io cerco di influenzare l’altro volontariamente?

L’ipnosi è uno stato naturale della coscienza la quale durante l’arco della giornata
tende a rallentare.

Quando passiamo dei momenti in cui non siamo più in uno stato di veglia ma
facciamo comunque azioni, siamo in uno stato in cui è possibile persuadere ed
essere persuasi. La TV è l’ipnotizzatore per eccellenza.

La TV vuole modellare completamente la nostra società modificando, ad esempio,


la percezione della bellezza femminile. Come è la bellezza femminile in questo
momento storico? Come lo era fino a cinquanta anni fa?
Attacchi volontari

Cosa succede quando qualcuno vuole mandarci contro negatività?

Le fatture, energie negative, malocchio sono esistenti e vengono mandate anche


involontariamente. C’è anche chi le fa volontariamente e se non siamo in grado di
difenderci potremmo essere investiti da queste influenze.
La Risonanza

Da quali energie possiamo farci influenzare?

Le energie basse sono quelle legate alla paura, alla malattia, al malessere
Le energie alte sono legate alla generosità, all’amore, alla forza, alla vita

L’energia funziona per risonanza…più ci eleviamo energeticamente più i fatti


intorno a noi diventeranno “alti”. Ma questo succede anche al contrario, per cui
davanti a una vibrazione, per risonanza, tutto ciò che è intorno a quella frequenza
iniziano di risonare.

Se suoniamo un diapason, e abbiamo accanto un uguale diapason, quello


“silenzioso” inizia a vibrare e suonare alla stessa frequenza.
Ottimismo

Essere ottimisti aiuta!

Vedere il bicchiere sempre mezzo pieno!

Da solo il pensiero positivo non basta per fermare gli attacchi occulti che
possiamo ricevere. Quindi è sicuramente un ottimo alleato perché ci predispone
alla positività, alla reazione, ma non è abbastanza. Per difenderti serve qualcosa di
più.
Pensiero e influenze

I pensieri sono ENERGIA.

Quando noi pensiamo abbiamo a che fare con delle energie esterne a noi. Quindi il
pensare a qualcosa ha delle ripercussioni (piccole o grandi).

Il pensare porta a tante conseguenze e non solo a chi sta pensando ma anche
all’oggetto dei nostri pensieri.

Se, ad esempio, devo affrontare un colloquio e sto tutto il giorno prima a pensare
al colloquio e sono ansioso continuando a vedere scene di fallimenti…bene…in
questo modo sto modellando, influenzando, quell’evento futuro in maniera
negativa. Questo inconsapevolmente è un attacco occulto che ci stiamo tirando
addosso da soli. Quando invece pensiamo a qualcosa in maniera positiva, la
stiamo influenzando in maniera positiva.

L’energia va dove va la nostra attenzione: stiamo dirigendo la nostra energia,


quindi quella persona sarà per forza influenzata.
Il campo aurico

L’Aura è intaccata durante gli attacchi psichici. L’Aura è quella parte di noi non
fisica che racchiude anche tutto il resto di noi (emozioni, pensieri…) che ci
influenzano. Non facendo parte di noi, sono esterne anche al nostro campo aurico,
ma quando iniziamo ad identificarci col nostro campo, ecco che questi pensieri si
attaccano a noi, nutrendosi della nostra energia identificandoci con loro.
Le emozioni negative si nutrono pesantemente della nostra energia e può
possederci in qualsiasi momento quando ne avrà bisogno.

IO SONO ARRABBIATO (implica che mi identifico nella rabbia, questo


comporta che la rabbia rimane nella nostra aura continuando a succhiarci
energia).
MI SON FATTO PRENDERE DALLA RABBIA (la rabbia c’è ma non mi sto
identificando con la rabbia) .Per eliminare questi sentimenti bisogna pulire il
nostro campo aurico ma è anche importante non farci dominare dalle emozioni
negative.

NON DOBBIAMO IDENTIFICARCI NEL SENTIMENTO NEGATIVO.


Entità Eteriche ed Astrali

Agiamo sui nostri corpi sottili (energetico ed astrale soprattutto) e invisibili che
non sono “vuote” ma regolate da leggi fisiche diverse dalle nostre e da propri
“abitanti”. Sono abitati da tutti i corpi sottili di tutti gli esseri umani. Questo vale
anche per animali, pianti ed oggetti.

COSMOGENESI -> Prima nacquero i corpi sottili per poi mano a mano
addensarsi fino ad arrivare al corpo fisico.
Entità di luce e Entità oscure

Ci sono entità che non conosciamo, che possono essere molto positive: angeli,
spiriti, maestri di luce (esseri di luce) che amano, aiutano e ci sorreggono anche
quando non ce ne accorgiamo. Sono persone/entità fidate che ci aiutano a vivere
nella felicità. Sono contattabili attraverso facoltà particolari (Channeling).

Di contro ci possono essere entità “negative”. Come si qualifica negativa? Ha


una vibrazione antitetica alla nostra. Hanno una vibrazione densa, pensante, sono
entità bisognose di moltissima energia (vampirismo energetico) e tendono a starci
vicino perché necessitano di qualcosa di “nostro”. Esse ci aiutano a produrre a
nostra volta nuove energie pesanti affinché loro possano trovare nutrimento.
LE PRESENZE
Cause delle presenze negative

Perché possono arrivare fino a noi?

• Spiriti erranti - persone che non hanno raggiunto ancora la luce fermandosi in
una dimensione intermedia attaccandosi alle persone in base a diverse possibilità
perche non sanno come lasciare questa dimensione trovando confronto stando
vicino agli esseri umani.
• Vita quotidiana – quando proviamo sentimenti negativi ecco che queste
emozioni pesanti escono da noi e attirano quelle entità che si nutrono di ciò che
abbiamo prodotti.
• Invio da terze persone – Se si agisce per il male si è sempre responsabili e
torna indietro moltiplicato per tre.
• Ambienti e/o persone che frequentiamo – se il nostro sistema di difesa
possiamo entrare in un posto pieno di entità negative.

Le entità negative non lasciano facilmente l’organismo attaccato però può essere
che se noi continuiamo a perseverare con comportamenti dannosi, queste entità
continuano a rimanere attaccati a noi.
Cause delle presenze negative

DOBBIAMO AVERE UN SISTEMA ENERGETICO MOLTO FORTE!

ANCHE IL CORPO FISICO SUBISCE LA CATTIVA ENERGIA EMESSA!

STILI DI VITA CORRETTI IN TUTTI GLI ASPETTI DELLA VITA!

COLTIVIAMO ENERGIE POSITIVE!

NON COLTIVARE ATTIVITA’ NERE!

EVITIAMO LA MAGIA ROSSA DELL’AMORE!

SVOLGERE IL LAVORO CON GRANDE PULIZIA ENERGETICA!


Pulizia ed esorcismo: le differenze

Le entità negative possono essere semplicemente attaccate, per questo basta


semplicemente una pulizia energetica previa il miglioramento dello stile di vita
della persona stessa.

L’esorcismo è una pulizia radicale e molto potente e deve essere attuato


quando le energie negative siano letteralmente dentro di lei entrando in totale
simbiosi. Gli stessi esorcisti hanno dichiarato che si ha un caso di possessione
conclamata ogni mille. L’esorcismo è costituito da tecniche molto antiche. Le
persone possedute hanno una enorme forza, parlano lingue sconosciute. Perciò
laddove si trovi una possessione non eseguire nessun tipo di pulizia
energetica presso un esorcista presente in ogni diocesi.
Vivere nel passato

Vivere nel passato è sbagliato perché viviamo nei rimorsi e sensi di colpa.

L’errore è che, vivendo in questo modo, non viviamo nel presente e quindi siamo
influenzati dai pensieri altrui e quindi, come conseguenza estrema, non facciamo
altri che alimentare rimorsi e sensi di colpa.

Altro motivo per cui è sbagliato è perché non risolveremo mai il problema. Se
abbiamo fatto qualche sbaglio, l’atteggiamento costruttivo è rimediare ORA, IN
QUESTO MOMENTO.

Diventano sentimenti repressi dentro di noi, che ci fanno ammalare, ci “uccidono”


e quindi, proprio come altre negatività, rimorso e senso di colpa sono sentimenti
da cui dobbiamo difenderci vivendo nel presente e invece di rimuginare sul
problema, andare oltre e cercare le soluzioni.
Ansia

L’ ansia è un altro modo di fuggire il presente ed è un altro modo di pensare al


futuro. Rimanendo proiettati nel futuro possiamo generare ansia, ossia la paura
di tutto ciò che potrebbe capitare: l’ansia paralizza qualunque nostra azione.

Se viviamo costantemente nel futuro presi dall’ansia, non faremo mai niente.

Sfidare delle credenze collettive.

Come fuggire dall’ansia? Vivere nel presente, rimanere coscienti durante la


giornata e avere una strategia.
PROTEZIONE PSICHICA
Energia psichica e entità pensiero

Le forme pensiero sono emozioni generate da noi stessi che possono condizionare
positivamente o negativamente chi le prova. Ogni volta che sentiamo qualcosa
produciamo una entità pensiero: se il nostro pensiero è positivo attiriamo energie
positivi di contro se emettiamo energie negative prendiamo energie dannose.

Le entità pensiero traumatiche vengono generate da un trauma o da una paura


che si annida in uno o più chakra della persona: un’esperienza traumatica può
produrre effetti anche dannosi alla nostra psiche e, di conseguenza, al nostro
fisico. Anche le ossessioni e le compulsioni sono dovute a entità di pensiero che si
annidano soprattutto nel plesso solare e nella corona.
Come ci si protegge?

Prima di pulire da entità, l’operatore deve essere sempre pulito al 100%. Se la


persona non è protetta si espone al rischio di sporcarsi a sua volta. Fisicamente e
psicologicamente ma anche spiritualmente dobbiamo necessariamente essere
puliti facendo una vita onesta, leale, con amore e “luce”.

Dobbiamo sviluppare il pensiero positivo. Se siamo persone negative, come


possiamo pensare di togliere il nero dalla vita degli altri?

Possiamo usare anche il quarzo ialino e indossarlo. Possiamo usare la tormalina


nera, ematite, quarzo fumè, ossidiana.

Possiamo indossare anche un oggetto sacro. (Croce di San Benedetto, Crocifisso


ecc…)

Mettersi sempre in una condizione favorevole grazie a una meditazione o una


preghiera.
Chakra, membrana ed elementali

Dietro ad ogni chakra c’è una membrana energetica, leggermente più piccola del
chakra stesso e ci consente di proteggerci da qualsiasi influenza negativa. Quando
una persona è coinvolta in emozioni o pensieri negativi o ha abitudini totalmente
in conflitto con l’armonia (eccesso di fumo, alcol, sostanze stupefacenti, film
pornografici) corre il rischio di ledere la superficie delle membrana dei chakra
creando fessure e fori attraverso i quali le energie negative entrano per entrare
direttamente nel corpo della persona. Se un disturbo psicologico non è grave
allora le membrane si possono lesionare leggermente, se il disturbo è più
pressante allora si possono creare buchi o fessure anche molto ampie.

Esistono delle entità energetiche che non si sono sviluppate del tutto e sono gli
elementali negativi particolarmente presenti in persone affette da disturbi
psicologici. Essi sono veri e propri parassiti che si nutrono delle energie psichiche
negative di chi le possiede.
Forma pensiero o elementale?

Forma pensiero

Una entità, o forma pensiero, è un qualcosa di artificiale creato da noi

Elementale

Entità che fanno parte del mondo invisibile, hanno una dimensione di circa un
centimetro almeno e sono in grado di attraversale le fessure o i fori presenti nella
membrana protettive dei chakra.
ATTACCHI E MALEDIZIONI
Rabbia e invidia

Ogni volta che pensiamo, influenziamo l’oggetto dei nostri pensieri.

Diventa molto importante quello che pensiamo!

Invidia:ogni qualvolta invidiamo una persona, stiamo facendo un attacco occulto


nei confronti di quella determinata persona. Porta energie negative.

Rabbia:è una emozione molto potente e dirigere la rabbia verso qualcuno è


dannoso per la persona, un po’ come se stessimo pugnalando il campo energetico
di quella persona. La rabbia è una potente emozione.

Tutto ciò che ci circonda ha una aura, perché tutto è energia. Tutto oltre che avere
una sua controparte fisica ha anche una controparte energetica, quindi ogni volta
che rivolgiamo un pensiero negativo contro qualcuno (o qualcosa) andiamo a
minare l’aura che è responsabile anche della nostra salute. Se mandiamo rabbia
abbassiamo la nostra frequenza e tutto ciò che ci circonda si abbasserà di
frequenza.
Il colpo di ritorno

Ogni pensiero ci influenza (consapevolmente o meno). Noi stessi possiamo


influenzare gli altri col pensiero e potremmo anche decidere di usare queste
qualità contro qualche persona. In questo modo rischiamo il colpo di ritorno.
Nel momento in cui mandiamo una negatività, in automatico il colpo ci torna
indietro, sempre! Il colpo di ritorno è più forte del colpo che lo ha
generato.

AZIONE -> REAZIONE = KARMA

Se mandiamo positività avremo un colpo di ritorno positivo.

Dobbiamo essere guardiani di tutti i pensieri negativi e allontanare tutti i pensieri


che ci vogliono abbassare le frequenze.
Gli oggetti

Può capitare che gli spiriti si annidano all’interno degli oggetti (quadri, specchi,
gioielli ecc…); questo accade perché lo spirito che possedeva quel determinato
oggetto è di una persona che era decisamente legato al determinato oggetto.

Ecco perché spesso può capitare sentire un pianoforte suonare senza che nessuno
fosse lì a premere i tasti, un mobile scricchiolare costantemente ecc… Anche gli
specchi sono oggetti insidiosi.

Questi spiriti sono poco evoluti, con una energia bassa che vedono il nuovo
proprietario come un elemento di disturbo, un ladro, un usurpatore. È
sconsigliabile acquistare oggetti o mobili nei negozi di anticaglia. Se si ha un
oggetto “posseduto” bisogna disfarsene.

Se è un oggetto a cui teniamo possiamo metterlo in un circuito radionico


(Disimpregnatore, Croce di San Benedetto) e lasciare per un tempo stabilito dal
pendolo.
Amuleti e talismani

Gli oggetti possono essere programmati.

AMULETO: L’ amuleto si porta sempre con se, preserva da qualsiasi energia


negativa, infonde sicurezza e tiene lontano qualsiasi influsso maligno; questo è
l’amuleto. E’ un piccolo oggetto che si indossa e preserva da qualsiasi negatività
colui che lo porta. E non solo; influisce positivamente e da sicurezza nel proprio
destino. Già gli uomini primitivi portavano con se piccoli trofei di caccia come
ossa, denti o corna di animali che infondevano sicurezza e coraggio. A pari passo
con l’evoluzione dell’uomo anche l’amuleto si trasforma dando vita ad amuleti in
metallo nobile e pietre preziose. Gli antichi Egizi fecero degli amuleti la base del
loro credo. Ad ogni dio corrispondeva un amuleto che serviva in modo specifico
per difendersi da qualsiasi energia negativa. Oggi gli amuleti devono essere
costruiti in metalli o pietre che posseggano qualità specifiche, con piante officinali
o con entrambi gli elementi. Oggi come allora gli amuleti devono essere caricati di
energia positiva in determinate fasi lunari seguendo dei particolari rituali; solo
così l’amuleto potrà svolgere il proprio compito di difesa contro l’energia negativa.
A proposito di talismani…

il "Dio Cornuto" è un simbolo della fertilità maschile ed


è associato spesso come simbolo del dio degli animali.
Creare un talismano con questo potere immetterà
coraggio, passione, potere, capacità di superare tutti gli
ostacoli e protezione.

Il Simbolo della Dea Madre è associato alla


femminilità, fertilità, gravidanza e nascita. A questa
energia fanno riferimento anche tutti i processi di
rinascita spirituale. Si usa anche quando si onora la
madre Terra e la luna.
A proposito di talismani…

Il simbolo della Tripla Luna può essere usato per


proteggersi contro gli attacchi psichici. È conosciuto
anche per essere usato per alcune donne disegnato
sullo stomaco prima del parto.

Il Simbolo dell'Ankh è stato usato per molti anni per


connettersi alle energie della buona fortuna, nuovi
inizi, salute e lunga vita. Si usa anche appeso in casa o
nel proprio studio per favorire fortuna, prosperità e
abbondanza. Si può usare anche come protezione,
A proposito di talismani…

La piuma di Ma'at è un simbolo geroglifico connesso


alle divinità dell'Antico Egitto della verità e giustizia. Si
dice che la piuma di Ma'at fosse usata per "soppesare"
la purezza di cuore della persona nell'aldilà. Ora si usa
dove serve un giudizio giusto.

Il simbolo Shen è usato per tutti quelli che vogliono


portare felicità e amore nella loro relazione sia essa di
amicizia, professionale o sentimentale. È un simbolo
geroglifico che rappresenta il sorgere del sole sopra
l'orizzonte per mostrare che l'amore e la felicità che tu
cerchi è sempre a portata di mano.
A proposito di talismani…

L'occhio di Horus è un simbolo antichissimo e molto


famoso dell'antico Egitto usato per proteggere contro
gli attacchi personali e da qualsiasi cattive intenzioni.
Molti genitori usano questo simbolo per proteggere i
propri figli da atti di bullismo a scuola.

Il simbolo della mano viene dalla tradizione legato al


Gianismo dove era usata per aiutare a respingere
qualsiasi spirito, manipolazioni e il diavolo. È un
talismano eccezionale se combinato col terzo occhio e
con l'Occhio di Horus. Sul Terzo occhio favorisce la
meditazione migliorando la propria centratura e il
proprio stato vibrazionale
A proposito di talismani…

Il pesce è il simbolo di conoscenza e trasformazione e si


usava fin dai tempi della mitologia Greco Romana
. Lo troviamo nel racconto del mito di Afrodite ed Eros
quando si trasformarono in pesci per sfuggire dal feroce
tifone. Questo simbolo ti accompagnerà ad accettare
qualsiasi cambiamento nella tua vita e può rappresentare
anche un nuovo concepimento a ogni livello.

Il Pentagramma viene conosciuto come simbolo di streghe,


massoni e altri gruppi occulti. Esso rappresenta i quattro
elementi (Aria, terra, fuoco, acqua) oltre al quinto, quello
più spirituale, l'etere. Il pentacolo ci lega alla Madre Terra
e ci fornisce protezione. Se facciamo un pentagramma
attorno al nostro corpo le energie dell'ambiente e della
nostra casa ci aiuteranno a respingere qualsiasi energia
negativa.
Magia e maledizioni

La magia esiste, perché rispettano tutte le leggi della nostra fisica.

La nostra influenza non deve essere mai per scopi malvagi.

Una maledizione è un attacco estremamente potente, è una energia densa che


potrebbe rimarci appiccicato per moltissimo tempo influenzando, in negativo, noi
e ciò che ci circonda.
La qualità delle energie

Le energie ci fanno vivere ad una determinata frequenza. Queste energie vengono


espresse anche in colori.

Energia Nera: attacco occulto


Energia Rossa: energia che si forma durante un momento di rabbia

L’energia più pura è quella bianca (anche blu o oro). Quando ci dobbiamo servire
dell’energia dobbiamo scegliere sempre quella bianca, più positiva.
Paura e ossessioni

La paura e un sentimento che ci blocca. La paura non è sempre negativa, serve


anche per la nostra sopravvivenza e nasce dal bisogno di preservare la nostra
incolumità.

La paura potrebbe generare degli attacchi contro noi stessi, quindi non solo noi
veniamo influenzati o attaccati da tutto ciò che ci circonda ma anche da noi stessi
e la paura ne è la principale causa. La paura crea OSSESSIONE, quando abbiamo
un pensiero fisso su qualcosa e che ci logora.

Ci dobbiamo difendere dagli attacchi esterni e anche a non perpetrare attacchi


interni quindi non dobbiamo cedere ai pensieri ossessivi. La paura è un fantasma
inesistente (un giorno la paura bussò alla porta, il coraggio andò ad aprire e non
vide nessuno)…
FORTUNA E BENEDIZIONI
Benedizione

Il contrario della maledizione è benedire.

È una energia molto importante che ci porterà indietro ulteriori benedizioni.

Se il nemico viene influenzato positivamente, diventa una persona migliore e tutto


ciò ci restituisce benedizioni, il mondo attorno a noi e la nostra esistenza
diventano migliori.
Acqua

L’Acqua di Lourdes funziona o no?

La fonte di Lourdes è meta di pellegrinaggio da tutto il mondo, quindi tutti questi


pellegrini rivolgono tutti i pensieri di speranza, benedizione ecc… questa fonte
viene costantemente programmata con energie positive.

Se abbiamo una credenza inconscia e l’acqua vibra alla frequenza per noi ideale
possiamo ottenere delle guarigioni miracolose.

Studi Masaru Emoto -> Esponeva l’acqua a dei messaggi e la congelava. Dopo
l’esame con un microscopio 400X si accorse che la struttura molecolare dell’acqua
cambiava in base al “messaggio” che gli veniva mandato.

Tutto influenza tutto, per questo possiamo influenzare l’acqua anche solamente
con la parola.
La fortuna

La fortuna esiste?
C’è un modo per diventare più fortunati?

La fortuna è un tipo di programmazione che se presente nella nostra aura allora


può avverarsi.

La cosa essenziale è crederci a livello inconscio (bisogna essere convinto nel


profondo di me stesso). Ripetizione continua dell’intento e studio del protocollo
dell’intento radiestesico.

Per installare una nuova credenza devono saltare quelle vecchie.


Do ut des

Do ut des (Dare per ricevere).

È importante che le emozioni che mandiamo siano pensieri positivi, di


gratitudine, di amore.

Invia amore per ricevere amore.

“Chi semina vento raccoglie tempesta” – se semini pensieri negativi raccogli


pensieri negativi moltiplicati
Entità

Forma pensiero: tutto ciò che esiste nell’universo è energia ed ha un suo grado
di coscienza.

Ogni pensiero che noi abbiamo, dal momento che non è nostro, lo captiamo, lo
percepiamo.

Ci sono diversi tipi di energia: avere a che fare con una entità ci influenza.

LE ENTITÀ
Preghiere

La preghiera è uno strumento importantissimo per eliminare qualsiasi negatività.


Più ci si crede più la preghiera funziona.

La protezione è sotto la nostra responsabilità.

1. Chiedere è una sorta di “comando”: siamo co-creatori della realtà e


quindi dobbiamo essere anche noi creatori (avere chiaro ciò che si vuole fare)
2. Formulare la richiesta al tempo presente: Io sono
3. Definire bene ciò che vogliamo: “Io sono ricco”…cosa intendi? Più siamo
specifici e più diamo una direzione precisa
4. Caricare di emozioni la preghiera: emozioni positive che ci torneranno
indietro in maniera amplificata. Gratitudine, certezza, forza, essere fiduciosi
5. Pregare appena svegli o la sera prima di addormentarsi
PROTEZIONI PERSONALE
La pulizia energetica

Per pulire un oggetto possiamo tenerlo in mano, abbiamo l’intenzione di pulirlo,


rimaniamo concentrati e visualizziamo energia bianca che entra nel
cristallo/pietra/oggetto che lo ripulisce.

Osservatore influenza osservato

Si sposta l’energia con una intenzione ben precisa. Se mentre sto visualizzando la
luce bianco visualizzassi i “programmi” (chiazze di colori, frasi…). Quanto deve
durare? Non c’è una regola fissa, dipende da intenzione e concentrazione.
La pulizia ambienti

I pensieri si attaccano anche alle cose, ambienti compresi. È importante ripulire


l’ambiente…come si fa?

Si usa l’energia!

La pulizia dell’ambiente deve essere continua e costante in modo che qualsiasi


influenza negativa possa scomparire. È necessario anche caricare l’ambiente di
sentimenti positivi, di pensieri positivi. Questo perché è inevitabile che prima o
poi l’ambiente verrà influenzato quindi è possibile decidere quale possa essere
l’energia nella nostra casa.
I legami energetici

Fili eterici
Lacci
Corde illegali
Cordoni

I legami si formano sempre. Questi legami esistono perché dal momento in cui
interagiamo con una persona vi è uno scambio di energie e questo scambio passa
attraverso a questi legami.

Vampirismo energetico – sono quelli che prendono e non danno quindi


subisco un vampiro che continua a togliermi energie. Sopraffazione, instaurazione
di sensi di colpa, manipolazione.
Recidere i legami energetici

Se taglio i legami, taglio i legami con un amico, parente, figlio?

I legami non cambiano quello che è la relazione con l’altra persona. Il


motivo per cui un legame si taglia è perché sono dipendenze energetiche e perché
ci influenzano.

Le influenze vanno evitate per poter capire cosa vogliamo veramente.

Il recidere questi legami non comporta perdere l’amicizia, ad esempio, comporta


solo rompere lo scambio energetico che potrebbe influenzare il nostro campo
energetico e di conseguenza i nostri pensieri e i nostri sentimenti.

Come si taglia un legame?


Recidere i legami energetici

INTENZO E CONVINZIONE

Reiki
Salvia Bianca
Palo Santo
Tamburo Sciamanico
Visualizzazione forbici eteriche
Muovere la mano da sopra a sotto che taglia
Usare il gesto della forbice

Tagliati i legami visualizzare un fuoco bianco che cicatrizza tutti i punti dove vi
erano i legami in modo da non lasciare buchi energetici e rinforzare la nostra aura
evitando che i legami si riformino a stretto giro di posta.
Ricaricarsi di energia

Ci dobbiamo nutrire anche di energia perché anche in questo modo


siamo protetti dagli attacchi psichici!

TECNICHE PER RICARICARCI DI ENERGIA

Reiki
Tecniche olistiche di riequilibrio energetico
Meditazione
Come sentire la corda con le mani

- Sensibilizzazione delle mani tramite stimolazione chakra polpastrelli e centrale


- Preparare una bacinella di acqua e sale (pattumiera energetica)
- Si scorre con la mano il corpo (scanner totale) fino a quando si sente una “corda”
eterica

Procedere alla rottura della corda:

- Gesto secco dall’alto verso il basso


- Simbolo Raku
- Forbici eteriche

Inviare la corda nella pattumiera energetica per poi gettare il tutto nel water!!!
Variazioni sul tema

Energia
Intenzione
Ripetizione

Varianti di pulizia: Immaginarsi in un oceano di energia bianca

La natura ci pulisce e toglie tanta negatività.

Presenza di Ioni- (Ioni negativi) che sono salutari per il nostro corpo. Per
migliorare la presenza di Ioni negativi si può usare la “Croce di Ankh” che ha la
proprietà di ripulire la stanza da tutte le particelle negative

Silvoterapia (Terapia dell’Albero)

Grounding (radicamento a terra camminando scalzi sull’erba)


PROTEZIONI ESTERNE
Tipi di protezione

Come dobbiamo fare per proteggerci?

1- PROTEZIONE GRAZIE A QUALCOSA

2- PROTEZIONE GRAZIE A NOI STESSI

AMULETI O TALISMANI: L’AMULETO è un oggetto che serve per proteggere.


Il TALISMANO tende ad attirare (oggetto portafortuna).

Programmare oggetto in base al proprio intento

PURIFICAZIONE
PROGRAMMAZIONE
INTENTO
Pietre e Purificazioni

Pietre e cristalli possono essere usati in maniera molto efficace come


amuleti o talismani.

I Cristalli si possono programmare in maniera molto facile.

Ogni cristallo va prima purificato da eventuali riprogrammazioni precedenti e poi


ricaricato.

Radiestesia e Radionica (Disimpregnatore/Triplodecagono) oppure attraverso


l’uso della Piramide.

Pulizia e ricarica energetica con l’uso delle mani.


Intenzione

Potenzia la nostra programmazione

Programmiamo e influenziamo anche inconsapevolmente il mondo circostante.

Intenzione significa programmare un oggetto con consapevolezza, coscienza.

Più l’intenzione è forte più la riprogrammazione è forte.

La programmazione diventa molto forte quando la nostra concentrazione è


completamente dedicata al nostro intento.
Riprogrammazione

INTENZIONE E CONCENTRAZIONE

Riprogrammare significa inviare il pensiero/sentimento che vogliamo che la


pietra abbia. Se vogliamo che la pietra mi protegga dalle negatività, la
riprogrammazione sarà specifica allo scopo.

Radiestesia e Radionica -> Triplodecagono con all’interno l’intento e la pietra. Si


può usare anche la piramide del colore specifico. Ideale è aggiungere una
richiesta/preghiera in modo da migliorare la connessione con l’oggetto che
vogliamo programmare.

-Esprimersi sempre al tempo PRESENTE altrimenti


-Non usare la negazione (“Portami Fortuna”)
-Usare una frase che sia il più breve possibile (il concetto deve essere chiaro:
“Portami fortuna”)
Stimolazione e pulizia chakra con la mano

- Sensibilizzazione delle mani tramite stimolazione chakra polpastrelli e centrale


- Preparare una bacinella di acqua e sale (pattumiera energetica)
- Si avvicina lentamente la mano al chakra
- Se la mano è eccessivamente lontana (congestione) o troppo vicina
(svuotamento) procedere con la pulizia del chakra muovendo in senso antiorario
la mano per poi gettare nella pattumiera energetica tutto lo “sporco” rilevato
- Girare la mano in senso orario con l’intento di immettere il colore relativo al
chakra fino a quando la mano viene “espulsa”

È possibile fare la stessa azione anche su un oggetto per capirne la


portata energetica
Alcuni consigli fondamentali

L’INTENZIONE È ALLA BASE DI TUTTO!

• L’attenzione deve essere chiara e ogni volta che facciamo una qualsiasi tecnica
olistica bisogna avere chiaro il nostro obiettivo!

• La tecnica va fatta con attenzione e “devozione”, non tanto per fare!

• C’è bisogno del tempo. Se a livello energetico l’azione si manifesta nel momento
in cui la penso, a livello mentale abbiamo bisogno del tempo necessario per cui la
tecnica diventa efficace.

• Anche fossero solo 5 minuti dobbiamo focalizzarci sull’intenzione ferma e


concentrata per rafforzare, ad esempio, la bolla energetica!

• Non rimandare: rimandare significa resistere e, quindi, poca voglia di fare.

La pratica deve essere continua e costante nel tempo!!!


TECNICHE ENERGETICHE
OLISTICHE DI RIEQUILIBRIO
Cosa sono le tecniche energetiche olistiche?

Le Tecniche energetiche olistiche sono delle visualizzazioni mentali seguite da una


respirazione profonda.

Quale è il vantaggio di queste tecniche?

Possono schermarci da eventuali energie negative di persone o ambienti,


migliorano la capacità di controllo mentale e ci aiutano a vivere meglio la vita di
tutti i giorni.

- Non hanno effetti collaterali di alcun tipo


- Non hanno rischi

Queste tecniche si sono rivelate fondamentali in caso di vampirismo


energetico.
Quando è possibile farle?

Le Tecniche energetiche possono essere usate in qualsiasi momento della


giornata: di mattina, di pomeriggio, di sera, a pausa pranzo, prima di andare in
palestra, prima di andare a dormire, prima di un colloquio importante…

Con queste tecniche portiamo attenzione su noi stessi.

Le tecniche energetiche proposte altro non sono che una corazza da metterci in
caso di momenti di grande importanza. Sono dei rimedi di emergenza o possono
diventare una ottima abitudine quotidiana.

Hanno bisogno di respiro e visualizzazione.

Se lavoriamo nel mondo olistico, queste tecniche sono estremamente importanti


in quanto ci consentono di avere una schermatura nel nostro lavoro. Questo ci
consente di non portarci a casa le energie negative dei nostri clienti. Si possono
usare anche se siamo in contatto con persone che generano in noi molto stress
comprese quelle classi professionali
APPARATO RESPIRATORIO

CENNI DI FISIOLOGIA RESPIRATORIA


Cosa sono le tecniche energetiche olistiche

Tecniche partono da respirazione lenta e controllata:


controllando il destino possiamo controllare meglio la nostra
mente.

Consapevolezza di noi stessi parte dalla conoscenza del


nostro corpo.
La Respirazione

Col termine respirazione indichiamo generalmente solo


l’apparato respiratorio quando invece esso rappresenta
solo una parte del processo.

Scambi metabolici Scambi di gas tra


dell’organismo e sostanze organismo e ambiente
organiche esterno
La Respirazione esterna (o polmonare)

ESTERNO

ANIDRIDE
OSSIGENO
CARBONICA CO2

ORGANO
CELLULE
RESPIRATORIO

SANGUE
La Respirazione

Respirazione Inspirazione
esterna

Immettiamo ed espelliamo Fase iniziale del processo di


l’aria nel nostro corpo respirazione

Dall'esterno captiamo ossigeno attraverso via aeree e polmoni, ossigeno


che finirà nel sangue che nutrirà le cellule che prenderanno ossigeno per
cedere nel sangue anidride che torna al mondo esterno attraverso il
nostro apparato respiratorio
La Respirazione

Vie Polmoni
Respiratorie

Vie respiratorie che hanno lo Organi spugnosi


scopo di condurre aria fin nei
polmoni, riscaldarla,
umidificarla e ripulirla (naso,
laringe, trachea, bronchi)
I Polmoni

I polmoni sono due organi spugnosi che si


poggiano sul diaframma che separa
addome dal torace. Muovendosi va a dare
spazio ai polmoni che non hanno muscoli e
quindi non possono muoversi. L'aria entra
ed esce quando si ha una pressione
atmosferica e quella degli alveoli
differente. Queste differenti pressioni
dipendono dai movimenti dei muscoli
intercostali e del diaframma.
RESPIRAZIONE ADDOMINALE E
RESPIRAZIONE TORACICA
Come respiriamo?

IL MODO IN CUI
RESPIRIAMO CI DA LA
PERFETTA MISURA
DEL NOSTRO STATO
PSICOFISICO
I Polmoni

Osservando il nostro respiro possiamo comprendere molto sulla nostra


tenuta psicoemotiva.

Il respiro affannoso può dipendere da un forte stato di stress


(respirazione toracica molto alta), uno shock o da una attività fisica
intensa, di contro un respiro lento e controllato denota un momento di
calma e tenderà ad avere una respirazione diaframmatica.
Conseguenze di una respirazione scorretta

Respirando con il torace e limitando quindi lo spazio di movimento del


diaframma, puoi andare incontro a conseguenze molto serie che
coinvolgono muscoli e organi che interagiscono (direttamente o
indirettamente) con il diaframma. Alcune tra le problematiche legate
alla respirazione toracica sono:

•Problemi di respirazione (ad esempio asma)


•Problemi alla circolazione
•Dolori lombari
•Postura scorretta
•Problemi digestivi
•Accumulo di dolori nel collo, nelle spalle e nella parte superiore della
schiena
•Tensione dei muscoli facciali
2 tipologie di respirazioni

RESPIRAZIONE RESPIRAZIONE
TORACICA ADDOMINALE

Esiste una terza tipologia particolarmente utile nelle arti marziali. Ognuno di
noi ha un suo modo di respirare. Per aumentare la consapevolezza in noi stessi
è importante “giocare” con queste respirazioni. Essere in grado di conoscere il
proprio corpo per scegliere di cambiare la respirazione. il respiro (durata e
profondità) per rilassare il corpo e la mente.
Respirazione diaframmatica

Respirare col diaframma significa ottenere una respirazione consapevole. Viene


richiesta nello Yoga ad esempio e permette al corpo di avere un automassaggio
interno perché quando il diaframma si alza e si abbassa va a massaggiare i nostri
organi interni.

La respirazione diaframmatica ci consente di:


•Fronteggiare stress, ansia, insonnia
•Migliorare la postura
•Diminuire dolori al Plesso Solare (regola l’autostima della persona, è il
nostro terzo Chakra che a livello energetico determina l’affermazione del Sé.
Avere dolori alla bocca dello stomaco significa che siamo costretti a ingoiare
dei rospi). Scioglie le tensioni energetiche
•Rilassa la zona cervicale non coinvolta nella respirazione

È IMPORTANTE SCEGLIERE COME


RESPIRARE!
Altri benefici della respirazione diaframmatica

•Migliora l'ossigenazione del sangue


•Migliora la digestione ed eliminazione delle sostanze di scarto
•Miglioramento della qualità del sonno
•Rilassamento fisico e mentale
•Miglioramento dei movimenti
•Migliora la performance sportiva
•Ti aiuta a rilassarti, riducendo gli effetti nocivi del cortisolo (l’ormone dello
stress) sul tuo corpo
•Rallenta la frequenza cardiaca, ed è quindi utilissima per chi soffre di
tachicardia
•Aiuta ad abbassare la pressione sanguigna
•Ti aiuta a far fronte ai sintomi del disturbo da stress post-traumatico (PTSD)
•Migliora la stabilità muscolare
•Migliora la resistenza all’esercizio fisico intenso, ed è quindi ideale per gli atleti
•Riduce il rischio di lesioni e stiramenti muscolari
•Rallenta la velocità di respirazione e di conseguenza aiuta a risparmiare energia
Il cortisolo

Il cortisolo è un ormone prodotto dai surreni e


viene definito come "ormone dello stress" perché la
sua produzione aumenta in condizione di forte
stress psico-fisico.

Il cortisolo:

- Aumenta il battito cardiaco


- Aumenta la glicemia
- Abbassa le difese immunitarie
- Accelera osteoporosi

Il cortisolo si alza anche in caso di digiuno


prolungato ed errate abitudine alimentari. Saltare
la prima colazione, ad esempio, per poi strafogarsi
in un solo pasto favorisce l'ipercortisolismo.
LA CENTRATURA

I SETTE COLORI PRINCIPALI


Cosa significa essere centrati?

Essere centrati significa essere allineati con il cielo e con la terra. Proprio perché
l’uomo ha due poli, è necessario che esso sia perfettamente connesso
all’universo. Quando non accade per “n” motivi, si decentra sentendosi in lcuni
casi addirittura con una parte del corpo al suo esterno.

A causa di uno shock emotivo/fisico il campo autico può spostarsi secondo tre
anni ognuno dei quali può essere interpretato in maniera diversa.

Frasi come “non sembri a tuo agio”, “sei svagato” significa che ti mancano dei
punti spaziali di riferimento che sono sfasati perché il tuo campo energetico è
sfasato.
Rilassarsi in 5 minuti

•Procedimento: Inspira profondamente e poi, espirando come se soffiassi


dentro una cannuccia, rilassa il mento, la mandibola, il volto, la testa e il collo.
Prendi consapevolezza del tuo nuovo status.

•Inspira profondamente una seconda volta e con una espirazione lenta


lascia andare spalla, braccia, torace e schiena. Prendi consapevolezza del tuo
nuovo status.

•Inspira una terza volta e rilassa il ventre, gabe e piedi.

•Visualizza un sole all’altezza del plesso solare e lascia che quel calore si
irradi in tutto il tuo corpo.

Questa tecnica dura solamente cinque minuti e puoi farla da seduto,


sdraiato o in posizione eretta tenendo le game leggermente
divaricate e piegate.
3 Tecniche di centratura

TECNICA DEL FILO D’ORO

COLONNA VERTEBRALE CHE VIBRA

RICENTRAGGIO ENERGIE
ESERCIZIO

IMPARIAMO A RESPIRARE
NELLA MANIERA CORRETTA
Consapevolezza del nostro respiro

•Trovare un momento solo per noi


•In silenzio o musica di sottofondo
•Mettersi comodi (seduti o sdraiati)
•Mettiamo una mano sulla pancia e una sul torace
•Senza pensare, con le mani poggiate respiriamo e notiamo quale mano si gonfia
maggiormente. Può capitare che si alzi solo una mano (respirazione pienamente
addominale o pienamente toracica).
•Avuta la consapevolezza di come respirare, respiriamo gonfiando solo addome:
con la stessa posizione INSIPIRIAMO ed ESPIRIAMO muovendo solo il nostro
addome (che si gonfia e sgonfia)

•Può capitare di avere un piccolo mal di testa, è normale perché cambia il modo
di respirare.
•Bisogna pensare solamente al proprio respiro.
Tecnica del Filo d’oro

•Posizione eretta con le gambe leggermente piegate


•Chiudere gli occhi e fare tre respiri profondi lasciandosi andare completamente
•Immagina un filo d’oro molto luminoso che entra nel chakra della corona,
scorre la tua colonna cerebrale passando per le vertebre
cervicali…..dorsali….lombari….osso sacro e che esce dal coccige per andare a
immergersi al centro della terra…

Questo filo d’oro ti lega al cielo alla terra e ti ricentra attorno alla colonna
vertebrale, il tuo asse principale!
Colonna vertebrale che vibra

•Posizione eretta con le gambe leggermente piegate


•Emetti il suono “OM” in modo che riempia tutta la bocca
•Successivamente spostalo dietro alla gola e verso l’alto per poi spingerlo verso
l’altro come un getto di acqua coloratissima sprizzerà oltre il chakra della corona
•Sposta questo colore verso il basso immaginando una cascata pura e cristallina

Queste immagini servono per orientare il suono.

Quando il suono sarà presente in tutta la colonna vertebrale essa inizierà a


vibrare.
Ricentraggio energie

•Posizione eretta con le gambe leggermente piegate facendo toccare i talloni a


“V”
•Alza lentamente le braccia con i palmi rivolti verso l’alto fino a ricongiungere le
mani palmo contro palmo sopra la corona orientando le punte della dita verso il
cielo.
•Scivoliamo con le mani giunte lungo la linea centrale a qualche centimetro dalla
superficie energetica del corpo davanti al viso e poi al torace fino all’ombelico.
•Gira le mani con le mani puntate verso il basso fino a quando le braccia non si
allontaneranno tra di loro.
•Ripeti altre due volte.
I COLORI

I SETTE COLORI PRINCIPALI


I 7 colori in breve…
Nelle tecniche olistiche viene dato spazio ai 7 colori:

•Rosso
•Arancione COLORI CALDI
•Giallo
•Verde colore di mezzo
•Blu
COLORI FREDDI
•Indaco
•Viola freddi

Sono i colori alla base della Cromoterapia (disciplina che riequilibra il


nostro benessere col colore). Ogni colore ha una vibrazione e va a riequilibrare
un certo aspetto del nostro corpo. Ogni colore ha un suo ambito. Nelle
tecniche olistiche il fatto di visualizzare i colori significa dare il riequilibrio
totale al corpo sia da un punto di vista fisico ma anche emozionale ed
energetico. Ogni colore ha un suo “perché”.
Rosso

Rosso: energia, tono muscolare. Lavora


sull'apparato cardiocircolatorio e da forza alle
nostre radici gambe e senso di appartenenza).
Cose materiali (il rosso ci riporta a terra)
Arancione

Arancione: emozioni e capacità di


relazionarci col mondo, è colore della
creatività intuito e ottimismo e va a
riequilibrare le stazione ormonali
Giallo

Giallo: autostima, processi digestivi e agisce


sul ristagno fisico o emozionale. Riequilibra il
sistema linfatico e si usa per smuovere le
situazioni. Quando ci sentiamo impantanati in
una situazione il giallo ci da la carica per
uscire dalla situazione di stallo.
Verde

Verde: colore di mezzo che va a dare pace


interiore e mette tutto in equilibrio, divide
caldi e freddi quindi ha giusto equilibrio.
Blu

Blu: spegne eccessi, infiammazioni, rabbia,


tutti i sentimenti eccessivi. Ci da tranquillità
fisica ed emozionale.
Indaco

Indaco: via di mezzo tra blu e viola e ha


la capacità di andare oltre le apparenze,
capacità empatica per vedere le cose da
un'altro punto di vista per capire
situazioni.
Viola

Viola: spirituale, ci pone al di sorpa delle


cose materiali e ci fa capire che esiste qualcosa
di più. Si usa quando siamo troppo attaccati al
materiale, quando siamo ossessionati dalla
paura (soldi, lavoro, perdite) anche in
maniera totalmente infondata. Il viola ci fa
capire che possiamo andare "oltre".
Per finire….

L'uso di questi colori attraverso la


visualizzazione ci aiuta a portare in equilibrio
la nostra condizione energetica. Non vedere
un colore significa avere problemi di carattere
o fisico (rifiutare qualcosa che può migliorare
il nostro animo). Per questo se non riusciamo
a visualizzare un colore cerchiamo di capire il
perché!
I 14 CHAKRA E L’AURA

I 14 CHAKRA PRINCIPALI E L’IMPORTANZA


DEL CAMPO AURICO
Il Campo Aurico

Secondo lo sciamanesimo Laika, il nostro corpo è avvolto da un campo


luminoso, l’Aura il quale è influenzato dai nostri pensieri. Quando proviamo
sentimenti positivi, il nostro campo energetico si espande, quando nutriamo
odio e rancore, di contro, il campo si assottiglia scatenando una serie di eventi a
cascata (effetto domino) andando ad attirare sempre più eventi in risonanza con
il nostro nuovo stato energetico.

Una qualsiasi malattia, anche “improvvisa” o incomprensibile, è figlia del nostro


comportamento magari fatto di rabbia, rancore invidia per questo è importante
dire che ognuno ha diritto alla sua felicità.
Chakra della Corona

Il Chakra della Corona si trova in corrispondenza della famosissima


"Fontanella". La sua funziona è quella di collegarci al Creatore in grado di
fornirci molte informazioni e energie. Il Chakra della Corona è legato alla
dimensione spirituale, per questo un Chakra molto attivo è in persone molto
spirituali o che si dedicano molto alla meditazione o a chi ha troppo la "testa fra
le nuvole", poco ancorati. Un Chakra congesto si può riflettere su tutto il corpo
e, nella sfera emotiva, può portare a prepotenza, materialiemo, attaccamento al
denaro ecc...

Per sbloccare è bene praticare una profonda meditazione, andare a contatto


con la natura, oppure recitare alcuni mantra.

La pietra per un Chakra della Corona è il Cristallo di Rocca.


Chakra Ajna

Il Chakra Ajna si trova in messo alle sopracciglia e ha il compito di manifestare


il proprio intento. Coordina le funzioni del Terzo Occhio ed è particolarmente
sensibile se lo si sente con la mano.

Un Chakra Ajna congesto testimonia poca volontà, incapacità di realizzare il


proprio volere e trovarsi manipolati dal prossimo. È un Chakra che subisce
fortemente gli attacchi energetici pertanto come prima cosa va liberato e
protetto.

Per sbloccarlo è bene liberarsi da schemi e convinzioni limitanti.

La pietra principale è l'Ametista.


Chakra della Gola

Il Chakra della gola si trova, come è facile evincere, proprio all'altezza della gola
ed è collegato a tutte quelle che sono le funzioni della comunicazione. Si collega
al Chakra sacrale.

Mette in comunicazione la persona con tutto ciò che ha intorno. Un chakra


congesto può portare difficoltà di espressione, incapacità di farsi
comprendere, timidezza, repressioni delle emozioni.

Per rendere più vivo il Chakra della Gola basta parlare a voce alta con se stessi,
cantare liberamente, parlare con un amico, sfogarsi, liberarsi dal classico
"groppo in gola"

La pietra correlata è il Lapislazzulo o la Sodalite


Chakra Cardiaco Anteriore

Il Chakra Cardiaco Anteriore si trova all'altezza del cuore ed è la sede della


nostra "empatia", la capacità di comprendere lo stato d'anima o la situazione di
un'altra persona.

Un Cardiano Anteriore congesto può indicare difficoltà a relazionarsi,


difficoltà a comprendere il prossimo e poca voglia di aiutare gli altri portandoci
all'egoismo e all'isolamento.

Per ristabilire l'energia di questo chakra è bene aiutare gli altri in maniera
totalmente disisnteressata cercando di allontanare qualsiasi meccanismo di
"convenienza" che inconsciamente può venire in mente.

Le pietre ideali sono l'Avventurina, Malachite o il Quarzo Rosa.


Chakra Solare Anteriore

Il Chakra del Plesso Solare Anteriore si trova all'altezza dello stomaco ed è


un centro energetico molto importante essendo una via di entrata e di uscita
delle nostre emozioni.

Un Chakra Solare Anteriore congesto può portare ad avere poca capacità ad


esprimere le proprie emozioni e quindi avere un rapporto molto complicato
con gli altri.

Un Anteriore debole può non essere un perfetto filtro con le emozioni


negative che ci vengono dall'esterno (persone, tv, giornali...)

Le emozioni che non vengono filtrate rimangono nel nostro campo energetico e
per questo si rende necessario una pulizia energetica approfondita.

La pietra ideale è il Quarzo Citrino.


Chakra Ombelico

Questo Chakra si trova, ovviamente, all'altezza dell'ombelico in cui punto in


cui dobbiamo assorbire, a livello energetico, tutte le emozioni e gli stimoli. Il
Chakra è un importantissimo misuratore dello stress del proprio corpo
energetico. In caso di squilibrio significa che c'è qualcosa che non
interiorizziamo adeguatamente disturbando il nostro campo eterico.

Sul Chakra dell'ombelico può esserci anche una cicatrice energetica; questo
significa che non è stata pulita la congestione energetica pertanto ne blocca
l'energia.

Per ripulire basta riequilibrare energeticamente il chakra oppure facendo yoga o


meditazione.
Chakra Sacrale/Sex

Il Chakra del Sex si trova sul pube, presiede la riproduzione, la creazione in


tutte le forme possibili e, ovviamente, va considerato come centralina
dell'energia sessuale.

Un Chakra sessuale congesto può comportare repressione di emozioni verso


l'altro sesso e difficoltà ad esprimere la propria personalità.

Il Chakra scarico comporta un mancato radicamento con conseguente scarco


rapporto con la Terra. Sport, ballo, ad esempio, sono due attività utili per
riattivare il Chakra.

La pietra adatta è la corniola.


Chakra del Perineo

Il Chakra del Perineo è il punto di collegamento con la Terra per questo lo


troveremo molto attivo nelle persone con un radicamento molto molto forte. Lo
troveremo congesto anche con persone legatissime alle passioni terrene.

Lo troveremo scarico in caso di difficoltà nell'affrontare i problemi quotidiani


o in persone completamente dedite alla spiritualità con la testa tra le nuvole.

Il benessere di questo Chakra si ottiene con l'equilibrio della Corona e del


Perineo e, per faro, è bene camminare scalzo a contatto con la natura.

La pietra ideale è l'Agata Rossa.


Chakra Basale

Il Chakra Radice è un centro energetico di enorme importanza e ha il compito


di distribuire l'energia dove è necessario.

Un basale scarico è tipico in una persona demotivata, stanca, apatica e ha poca


voglia di crescere e realizzarsi.

Un basale congesto significa che la persona non riesce a ricreare nuova


energia non riuscendo a gestirla.

Sport e nuovo favoriscono il passaggio del flusso energetico nel basale.

La pietra ideale è l'Opale di fuoco.


Chakra Ming Men

Il Ming Men si trova all'altezza dell'ombelico posteriore ed ha molte funzioni.


Intanto agisce come "paracadute energetico" nel senso che è il chakra che si
mette in modo per pompare energia in tutto il corpo nel caso di bisogno urgente,
una sorta di scarica adrenalinica.

Questo Chakra deve essere in equilibrio e in stand-by e va attivato solamente al


bisogno. Se attivo significa che c'è un forte stress.

Questo Chakra è bene non stimolarlo ma va tenuto pulito e a riposo.


Chakra Solare Posteriore

Il Chakra Solare posteriore si trova all'altezza dello stomaco, posteriormente.


Ha le medesime funzioni del solare anteriore ma si riferisce ad emozioni del
passato.

Emozioni negative cristallizzate, rendono congesto il plesso solare


posteriore. In caso di vampirismo energetico, soprattutto riferito a persone che
arrivano dal passato, il Chakra sarà scarico.

Il Riequilibrio energetico è la tecnica più semplice per ripulire e riequilibrare


il Chakra.

Il Plesso Solare posteriore entra in risonanza con l'Agata Gialla.


Chakra Cardiaco Posteriore

Si trova all'altezza del cuore, posteriormente ed è ugualmente coinvolto alle


energie legate all'empatia riferita ad eventi del passato, per questo una
congestione o uno svuotamento indicano persone che si portano dentro
situazioni dolorose che non riescono a mandare via.

Il Chakra è adibito anche a contribuire alla gestione delle difese energetiche


del corpo energetico, per questo un chakra scarico è tipico di una persona
soggetta ad attacchi volontari o involontari.

Per risolvere il problema è bene affrontare i problemi del passato sciogliendo


i nodi.

Ideale per questo chakra è l'Agata Verde.


Chakra Cervicale

Si trova alla base del collo e serve per supportare il peso emotivo ed
energetico del corpo aurico (per questo diciamo spesso "portiamo un peso sulle
spalle). Soffocamento e difficoltà nel sopportale la vita è sintomo di un chakra
congesto.

Se debole, significa che ci si trova nella difficoltà di reggere la propria vita.


Per sbloccare, è bene parlare a voce alta delle proprie preoccupazioni soprattutto
se vengono dal passato.

Lo Zaffiro è la pietra adatta al Chakra Cervicale.


Chakra della Nuca

È il primo Chakra Posteriore e si trova più o meno in corrispondenza dell'Ajna e


stimola il rilassamento e la meditazione.

Un Chakra congesto o scarico è tipico delle persone con una vita stressante
ricca di preoccupazioni.

Per il ripristino della corretta energia del Chakra della nuca è la meditazione,
soprattutto quella profonda.

La pietra in risonanza è la Labradorite.


TECNICHE DI
RESPIRAZIONE

I SETTE COLORI PRINCIPALI


La Respirazione Quadrata

INSPIRA

TRATTIENI

RESPIRAZIONE
QUADRATA
ESPIRA

APNEA
La Respirazione Quadrata

Formata da 4 fasi dove man mano si cerca di aumentare il tempo. L'importante è


mantenere il quadrato. Viene utilizzata molto e si chiama anche Respirazione
Terapeutica (rilassa la mente, abbassa i toni del corpo e ci consente di gestire stress)

• Inspira lentamente contando fino a 3


• Trattieni il respiro contando fino a 3
• Espira contando fino a 3
• Rimani in apnea contando fino a 3
• Ripetere

L’ideale sarebbe fare quattro tempi ma ognuno ha le sue dinamiche respiratorie.

È importante allenarsi a questa respirazione: anche contare mentalmente è un qualcosa


che stoppa i pensieri negativi accumulati durante la giornata perché ci concentra solo
sulla respirazione e, quindi, non possiamo perderci nei nostri pensieri. Questa tecnica è
ideale per chi soffre di insonnia o per chi si sveglia di notte in preda ai pensieri.
Dovremmo imparare a farla sia da sdraiati ma anche da seduti e soprattutto in piedi
perché può tornarci utile all’improvviso.
La posizione del Faraone

La posizione del Faraone è la posizione di base delle prossime tecniche. Nella


posizione del faraone dobbiamo stare ben seduti con la schiena dritta e il
mento in avanti con i piedi ben appoggiati a terra (dobbiamo avere la
percezione dei piedi appoggiati).

Poggiare le mani sulle ginocchia (per mantenere la schiena dritta). Si addice


alla respirazione quadrata perché lascia spazio all'addome e alla gabbia toracica
di muoversi. qualcuno potrebbe avere sensazioni negative ma gli esercizi di
respirazione miglioreranno le problematiche in zona lombare, per questo è
bene non chiudersi (insaccarsi). L'apertura del Plesso Solare e Cardiaco
significa apertura dei centri energetici (Chakra). Petto aperto, braccia
rilassate, piedi a terra evitare incroci.
La Respirazione Colorata
La Respirazione Colorata

La respirazione colorata serve per riequilibrare la nostra energia grazie ai colori.


Posizione comoda senza incrociare gambe e braccia (Posizione del Faraone).
• Facciamo 4 o 5 respirazioni quadrate e chiudiamo gli occhi.
• Prendiamo consapevolezza del corpo, sentiamo tensioni muscolari, dolori, zone che ci
danno fastidio, peso, differenza di percezione tra una parte e l'altra del corpo per salire dalle
gambe alle mani.
• Sentiamo bene i nostri piedi a terra o per lo meno cerchiamo di sentire l'appoggio della
superficie in cui siamo.
• Visualizza i colori dal caldo al freddo. (da rosso a viola)
• Visualizza i colori al contrario.
• Non passare al colore successivo finché non visualizzo il colore. Se faccio fatica cerco di
immaginarmi un oggetto di quel colore. Se continuo a non riuscire possiamo recuperare un
oggetto di quel colore da tenere dinanzi a noi.
• Percepisci il tuo corpo e prova a notare differenze rispetto a prima, cerco di capire come
ogni colore agisce sul corpo: può essere che vediamo zone del corpo di quel colore.
• Ripetiamo la respirazione quadrata
• Quando ci sentiamo pronti, muoviamo lentamente le dita delle mani e piedi
• Apriamo lentamente gli occhi
L’ Oasi Mentale
L’ Oasi Mentale

•Iniziamo con la posizione del Faraone.


•Partiamo con la Respirazione Terapeutica (4/5 respiri).
•Chiudiamo gli occhi
•Percepiamo ogni parte del corpo. Partiamo dai piedi a contatto con la terra, tibie, polpacci,
prendiamo consapevolezza delle ginocchia, gambe, glutei, anche, lombare, sentiamo ogni
tensione sulla schiena, prendiamo consapevolezza dell’addome, il collo, capiamo se teso o
rilassato, sentiamo il peso e cerchiamo di rilassare i muscoli della faccia. Sentiamo le nostre
orecchie e poi scendiamo lungo le braccia sentendo tensioni alle spalle, gomiti, cerchiamo di
rilassare i polsi e prendiamo contatto coi nostri polpastrelli.
•Il corpo diventa sempre più pesante.
•Immaginiamo un luogo vero o immaginario attuale o del passato dove sei felice e protetto.
Può essere un luogo fisico o immaginario. Può essere uno spazio chiuso o aperto.
•Quando sei nell’oasi mentale fare 3 o 4 respiri colorati e inizia a muoverti nell’oasi mentale
(saltare, ballare, strisciare….)
•Riprendere il contatto col corpo, polpastrelli delle mani e rifare il percorso inverso fino alla
piante dei piedi ben ancorati a terra.
•Sei leggero, il tuo corpo non ha peso. Piano piano scuoti le mani e poi le bracci a e solo ora
apri gli occhi.
La Tecnica del Muro
La Tecnica del muro
•Iniziamo con la posizione del faraone (o sdraiati)
•4 o 5 Respirazione Quadrata
•Quando siamo centrati su noi stessi chiudiamo gli occhi…
•Visualizzare i sette colori principali dal più caldo al più freddo (rosso, arancione, giallo, verde, blu, indaco,
viola)
•Visualizzare il contrario. NON PASSARE AL COLORE SUCCESIVO FINO AD AVER VISTO IL COLORE
•Percepisci il corpo leggero, le tensioni muscolari si rilasciano, la mandibola è leggera e continuo a
respirare con tranquillità.
•Visualizzare dei mattoni di color rosso che in senso orario formano un muro di protezione attorno al mio
corpo. Partono dai piedi, risalgono in senso orario e costruiscono un muro tutto intorno a me. Il senso
orario CARICA, in questo caso i mattoni si stanno caricando di energia per darmi la mia protezione.
•Sono dietro a questo muro, muro che ti difende che non ti da la sensazione di chiusura o mancanza di aria.
Sono mattoni rossi ma trasparenti quindi non hai angoscia di non vedere. Essi ti proteggono, danno forza,
isolamento da solo quello che voglio io. IL cattivo resta fuori
•Respirare profondamente e cerca di capire differenze del corpo rispetto a prima, percependolo leggero ma
in maggiore espansione come se lo lasciassi libero di vagare nelle tue sensazioni. Sei al sicuro.
•Respirando ti trasporti nella tua oasi, il tuo posto preferito, il posto in cui sei al sicuro (vero o inventato).
Nella tua oasi mentale sei felice e il tuo muro ti protegge da tutto ciò che è negativo.
•I muscoli si rilassano sempre di più, ogni tensione esce dalle dita delle mani e dalle dita dei piedi.
•Ritorno a concentrami su di me e ripeto la Respirazione Terapeutica per 4 o 5 volte.
•Quando sono pronto inizio a muovere gambe e braccia e apro gli occhi.
Tecnica di protezione da tutte le energie negative. La mente si considera protetta e quindi riuscirà meglio a
schermarci dalle vicissitudini della vita di tutti i giorni.
La tecnica del bozzolo
La tecnica del bozzolo

•Iniziamo con la posizione del faraone


•Respirazione terapeutica (3 o 4 volte)
•Chiudi occhi
•Scorri in entrambi i sensi i sette chakra e il loro colore e porre l’attenzione in modo
bidirezionale
•Percepisci il corpo rilassato, libero da ogni tensione
•Respirando vedi che arriva un gomitolo d’orato, bello, luminoso scintillante che gira intorno
al corpo in senso orario e va a dare protezione. Il bozzolo avvolge, abbraccia, non limita
respiro o movimenti e protegge come fosse una palla d’orata.
•3 o 4 respiri quadrati e ti proietti nell’oasi mentale percependo il bozzolo d’orato scintillante
che protegge dalle forze esterne malvagie
•All’interno dell’oasi inizio a muovere gambe e braccia e a questo punto apro gli occhi
•Ho sempre in torno a me questo bozzolo che mi schermerà per tutto ciò che è negativo
(colloquio, incontro ecc…)

L’effetto è di circa un’ora!


La posizione a stella
La posizione a stella

•Sdraiati o in piedi con gambe aperte


•Braccia a 90°
•Chiudo gli occhi, sento tensioni, calore, percezioni di assenza
•Portare il palmo della destra verso il basso e palmo sinistro rivolto verso altro restando così
fino a quando il palmo basso mi da calore mentre palmo alto mi da formicolio o freddo.
Quanto sento ciò inverto la posizione delle mani.
•Sento la differenza sia di temperatura che a livello posturale percependo il mio corpo e cerco
di capire cosa è cambiato.
•Respiro alternando la respirazione diaframmatica a quella toracica. 4 – 5 respiri con pancia
e altrettanti col torace.
•Muovi braccia e gambe
•Apri gli occhi

Serve come riequilibrio energetico perché il calore e freddo riequilibrano la parte energetica
ristabilendo il corretto fluire energetico sia nel corpo sia nella mente.
ALCUNI CONSIGLI
FONDAMENTALI 1

I SETTE COLORI PRINCIPALI


Consigli utili

1 - Non dimenticare mai l'importanza dell'intenzione da caricare in un oggetto (amuleto,


talismano, una pietra) o nelle bolle energetiche.

2 - Prendersi tutto il tempo necessario per svolgere la nostra protezione, senza fretta e con la
massima concentrazione e con il massimo intento.

3 - La bolla di protezione deve essere alimentata giorno per giorno anche solamente con il
pensiero e un forte intento.

4 - Non rimandare! Se si rimanda significa che stiamo resistendo e la resistenza è indotta da


energie negative che assorbono la nostra energia.

5 - Fare la propria protezione tutti i giorni anche dedicando solamente cinque minuti.
Mantenere il "ritmo".

Potrebbero piacerti anche