Sei sulla pagina 1di 5

APPROFONDIMENTO #1

Trasformate di Laplace ed espansione in frazioni semplici

Il modello matematico di un processo chimico è generalmente costituito da un sistema di


equazioni differenziali ordinarie (ODE) o alle derivate parziali (PDE). Per agevolarne la
soluzione risulta utile trasformare il suddetto sistema in uno equivalente, ma di più facile
soluzione, utilizzando le trasformate di Laplace. Tale operatore matematico permette di
tramutare le equazioni differenziali ordinarie in relazioni di tipo algebrico, e quelle alle
derivate parziali in ODE. Se ne deduce che questo strumento permette di semplificare
notevolmente la soluzione del nostro problema senza introdurre approssimazioni.
La soluzione ottenuta sarà definita nel dominio di Laplace, pertanto per ritornare nel
dominio del tempo sarà necessario applicare l’antitrasformata di Laplace. Generalmente, prima
di antitrasformare, occorre riscrivere il risultato ottenuto nel dominio di Laplace come somma
di frazioni semplici. Tale trasformazione è svolta in maniera diversa a seconda che le radici del
polinomio a denominatore (anche dette poli) siano:
A. Reali e distinte;
B. Reali e multiple;
C. Complesse coniugate.
Nel seguito si illustrerà, con l’ausilio di esempi, l’espansione in frazioni semplici per i tre casi
di studio sopra citati.

Radici reali e distinte


Si consideri la seguente funzione razionale

avente a denominatore n radici reali distinte, . La funzione in può essere riscritta


come:

dove i termini Ci sono determinati attraverso il metodo dell’espanzione di Heaviside che è nel
seguito descritto. Il metodo si compone di due operazioni che devono essere ripetute per
ciascun termine Ci. Nello specifico occorre prima moltiplicare la funzione per e
poi valutare il risultato per . Ad esempio, se si considera il calcolo di C1, allora si ha
che:

Esempio 1
Si consideri la seguente funzione nel dominio di Laplace:
! "
avente tre poli reali e distinti: p1= –2, p2= –3 e p3= –4. Eseguire l’espansione in frazioni
semplici e, eseguendo l’anti-trasformata di Laplace, calcolarne l’espressione nel dominio
del tempo.

Poiché la funzione razionale in oggetto ha tre radici reali distinte, la sua espansione in
frazioni semplici è:
$ $% $&
# #
! " ! "
Applicando la procedura di Heaviside, si ottiene che:
• Costante $
$ % '
! " %
• Costante $%
$% ! & ' (
" &
• Costante $&
$& " ) ' (
! )
Se ne deduce che,
( (
# #
! "
Anti-trasformando nel dominio del tempo si ottiene:
* + %,
(+ &,
(+ ),

Radici reali e coincidenti


Si consideri la seguente funzione razionale

- .

avente a denominatore n radici reali distinte ( ) e k radici reali coincidenti . - . La


funzione in può essere riscritta come:
.
/
- /
/

dove i termini Ci sono determinati attraverso il metodo dell’espanzione di Heaviside e le


costanti Dj con il metodo dell’espanzione di Heaviside modificato. Il metodo si compone di due
operazioni che devono essere ripetute per ciascun termine Dj. Nello specifico occorre prima
calcolare la funzione razionale

- .

e poi il valore delle varie costanti Dj usando la seguente formula:


2 /
. / # # 3
01 2 /
4

dove 0 56 7#6 8 .

Esempio 2
Si consideri la seguente funzione nel dominio di Laplace:
"
%

avente due poli reali e coincidenti, p1,2= –1. Eseguire l’espansione in frazioni semplici e,
eseguendo l’anti-trasformata di Laplace, calcolarne l’espressione nel dominio del tempo.

Poiché la funzione razionale in oggetto ha due radici reali coincidenti, la sua


espansione in frazioni semplici è:
" %
% %

Applicando la procedura di Heaviside modificata, si ha che vale:


"
- .
%
%
"

mentre le due costanti Dj:


• j=0, D2:
2 9
% # # 3 : " !
51 2 9

• j=1, D1:
2 2 "
# # 3 3
1 2 2
Se ne deduce che,
" !
% %

Anti-trasformando nel dominio del tempo si ottiene:


* + ,
!#*#+ ,
Radici complesse e coniugate
Si consideri la seguente funzione razionale
- %
% -% % -%

avente due poli complessi e coniugati, ; 0- e ;% 0-. Per determinare le due


costanti, e % , è sufficiente moltiplicare ambo i membri per < %
-% = e valutare
l’equazione così ottenuta prima in 0- e poi in 0-. Si ottiene così un sistema di
due equazioni in due incognite ( e % ).

Esempio 3
Si consideri la seguente funzione nel dominio di Laplace:

% >
avente un polo reale, ; 5, e due poli complessi e coniugati, ;%6& 5 ? !0. Eseguire
l’espansione in frazioni semplici e, eseguendo l’anti-trasformata di Laplace, calcolarne
l’espressione nel dominio del tempo.

Poiché la funzione razionale in oggetto ha una radice reale e due radici complesse e
coniugate, la sua espansione in frazioni semplici è:
! % &
% > % > % >
Applicando la procedura di Heaviside per il termine con il polo reale, si ha che:
A
@ 9 ' '
% > 9
% > 9
!
Al fine di determinare le altre due costanti, si moltiplichi la funzione per %
>
%
>
@ %
> B #! % &

Si valuti il risultato prima in !0


%
>
: &/
' #! % & 3
&/ &/

!0
#! % ! & 0# B # !(0 " > %0 > &0 %#
!0
!(0 " > %0 > &#

e poi in !0
%
>
: &/
' #! % & 3
&/ &/

!0
#! % ! & 0# B #!(0 " > %0 > & 0 %#
!0
!(0 " > %0 > &#
Ne deriva il seguente sistema di equazioni:
!(0 " > %0 > & #
C
!(0 " > %0 > &#
Sommando membro a membro le due equazioni si ottiene:
A
"A A & B# &
!
Sostituendo il valore di # & in una delle due equazioni riportate sopra, si ottiene che
C2=4. Se ne deduce che
A A
! # !
> % >%

Anti-trasformando nel dominio del tempo si ottiene:


A A
* "#DEF !* #GHD !*
! !

Potrebbero piacerti anche