Sei sulla pagina 1di 4

Retta di Eulero – Gruppo 3

Concetti Base:
- Punti Notevoli dei Triangoli:
o Circocentro:
punto di incontro degli assi dei lati, centro della circonferenza circoscritta;
o Incentro:

punto di incontro degli angoli interni, centro della circonferenza inscritta;


o Ortocentro:
punto di incontro delle altezze, coincidente col circocentro del triangolo ottenuto dalle parallele tracciate
da ogni vertice del triangolo di partenza al suo lato opposto;
o Baricentro:

punto di incontro delle mediane (ogni mediana viene inoltre divisa da questo punto in due segmenti, uno
doppio dell’altro).
- Concetto di similitudine.

Teorema:
In ogni triangolo, l'ortocentro, il baricentro ed il circocentro sono allineati su una retta (la cosiddetta “retta di
Eulero”), e la distanza tra i primi due punti è doppia della distanza tra il baricentro ed il circocentro.

Dimostrazione:
Costruiamo il triangolo ABC, il suo circocentro O e il suo baricentro G.

Prendiamo ora sulla retta OG un punto H tale che HG ≅ 2 OG .


Congiungiamo ora H con C e consideriamo i triangoli OGM e GHC.

I rispettivi angoli in G sono opposti al vertice, quindi sono congruenti; le coppie di lati (OG, GH) e (GM, GC)
sono in proporzione, perché sappiamo che GC è il doppio di GM per il teorema del baricentro e abbiamo
costruito GH in modo che fosse il doppio di OG; quindi, per il secondo criterio di similitudine, i triangoli
OGM e GHC sono simili e, in particolare, si ha la congruenza O ^ M G≅GC ^ H , cioè le rette OM e CH sono
parallele, perché formano angoli alterni interni congruenti se tagliate dalla trasversale CM.
Quindi anche la retta CH è perpendicolare a AB, come OM.
Se ripetiamo la costruzione per i triangoli AGH e OGN, arriviamo analogamente a dimostrare che la retta AH
è perpendicolare a BC.
Ma allora H è il punto di incontro di due altezze del triangolo, cioè è l’ortocentro del triangolo; inoltre, per
costruzione, sta sulla retta che congiunge baricentro e circocentro, quindi il teorema è dimostrato.

Triangoli ‘Particolari’:
o Isoscele:
per la proprietà della bisettrice nei triangoli isosceli, quella relativa all’angolo opposto alla base è inoltre
mediana, altezza, e quindi anche asse del triangolo; pertanto, i tre punti notevoli interessati, e la retta di
Eulero alla quale appartengono, si troveranno su tale bisettrice;
o Rettangolo:

es. 24 pag. G225;


o Regolare:
tutti i punti notevoli coincidono su un unico punto, il centro del triangolo, quindi non vi è tracciabile la
retta di Eulero.

Eulero - Un matematico 'poliedrico'


Eulero è la forma italianizzata di Leonhard Euler, matematico svizzero nato a Basilea nel 1707, ma vissuto
prevalentemente in Russia, a San Pietroburgo, e in Prussia, a Berlino, dove lavorò presso le rispettive
Accademie delle scienze.
Eulero fu uno dei matematici più creativi e produttivi nella storia del pensiero scientifico, contribuendo
praticamente a tutti i rami della matematica e della fisica teorica del Settecento.
Uno dei suoi risultati più famosi è il teorema che stabilisce una semplice proprietà dei poliedri e riguarda il
numero di spigoli, facce e vertici che li formano; tra le varie scoperte e dimostrazioni, troviamo anche il
teorema, risalente al 1765, della retta in analisi, che prende, appunto, il suo nome.

Potrebbero piacerti anche