Sei sulla pagina 1di 5

Lezione 01 22/02/2021

Partirei con qualche concetto di probabilità, capiamo di cosa stiamo parlando.

CONCETTI DI PROBABILITA'
Cosa significa probabilità?
Noi abbiamo un concetto già formato di probabilità.
Immaginiamo di avere una moneta, che ha due facce, testa o croce, cioè due facce
distinguibili.

Lanciamo la moneta, dopo che la moneta si è fermata, guardiamo la faccia che è rivolta
verso l'alto.
Ciò che posso vedere è: Testa (T) oppure Croce (C).
Immaginiamo che la nostra moneta sia bilanciata. Cioé non sia truccata.

Mi chiedo ora quale sia la probabilità di uscita della testa.

Le risposte sono solitamente: 1/2; 50%; 0,5.

Queste cifre danno idea come le probabilità delle due facce siano identiche.

1
Concentriamoci sulla frazione:
2
In questa frazione abbiamo due numeri che esprimono due concetti fondamentali:
1 possibilità favorevole su 2 possibilità totali.

Dobbiamo perciò formalizzare questo concetto innato (che tra l'altro spesso non
corrisponde alla realtà).
C

1
Questo è il significato di
2
Questo è il significato di 50%

ESEMPIO
Dado da gioco bilanciato, detto anche dado onesto.

Grazie ai disegnini io posso avere 6 facce distinguibili.

Qual è quindi la probabilità di uscita di 3?


1
Chiaramente .
6
Cioé l'unico oggetto favorevole sui 6 a disposizione.

Definizione 1 Esperimento probabilistico


Ogni atto, o processo, naturale o artificiale, il cui risultato, non sia deterministico e che sia
ripetibile.
Esempio esperimento non probabilistico
Abbiamo un funzione f(x) = e x , x ∈ R +
L'esperimento consiste nel dare un valore di x e restituire il valore associato di f(x).
Perciò se viene dato 14 si otterrà sempre e 14 .
Questo esperimento è di fatto ripetibile, ma è anche deterministico, perché già prima di
dare
il numero so che risultato otterrò.

Invece nel caso del lancio del dado, possiamo ripetere l'eseprimento e non possiamo
prevedere con certezza il risultato.
E' perciò un esperimento probabilistico.

Definizione 2 Spazio campionario


Esso è un insieme (in senso matematico) contenente i possibili esiti di un esperimento
probabilistico.

Per esempio, siccome il lancio della moneta è un esperimento probabilistico, il suo spazio
campionario sarà:

Nel caso del lancio del dado, anch'esso esperimento probabilistico, lo spazio campionario
sarà invece:
1
2

4 6
3

Osservazione Lo spazio campionario si indica con la lettera greca Ω e può essere a


dimensione finita, numerabile, non numerabile

Pensiamo un attimo al lancio della moneta.

Ω = { T, C } ⇝ Ω = { 1, 0 }
Posso rietichettare (cioé cambiare il nome) gli elementi dell'insieme, facendo
corrispondere
la testa con 1 e la croce con 0.

Esempio Spazio campionario numerabile


Lancio ripetuto di una moneta, ci fermiamo al lancio in cui otteniamo una testa per la
prima
volta.
Abbiamo una serie di regole di arresto.
Qui i possibili esiti non sono fisicamente scritti sull'oggetto che sto lanciando come negli
esempi precedenti.
I possibili esiti sono le sequenze:
(T) subito testa, mi fermo subito
(C, T) questo è il secondo esito possibile
(C, C, T)
(C, C, C, T)
.
.
.
.
.
E' evidente come io possa andare avanti all'infinito.
Perciò in questo caso i possibili esiti sono infiniti, ma numerabili, perché essi sono tanti
quanti sono i naturali.
Definizione 3 Eventi
Gli eventi sono i sottoinsiemi di Ω.

Esempio Lancio di un dado:


Ω = { 1, 2, 3, 4, 5, 6 }
Vediamo quali possano essere gli eventi: { 1 }; { 2 }; { 3 }......
oppure questo insieme qui: p = { 1, 3, 5 } = { 1 } ∪ { 3 } ∪ { 5 } che possiamo descrivere
come
la "uscita di un numero dispari".

Potrebbero piacerti anche