Sei sulla pagina 1di 2

OBIETTIVO 5 “LA PARITA DI GENERE”

Il mondo ha fatto molti progressi nella parità di genere e nell’


emancipazione delle donne ma continuano a subire violenze in ogni parte
del parte del mondo. Per questo motivo attraverso l’ obiettivo 5 dell’
agenda 2030 si cerca di porre fine in ogni parte del mondo a ogni forma di
discriminazione, ogni forma di violenza e il fenomeno delle donne
bambini, nei confronti di donne e ragazze e riconoscere e valorizzare il
lavoro di cura e il lavoro domestico. Agenda 2030 s’ impegna a dare alle
donne pari opportunità in ambito politico ed economico.
Per fare questo è fondamentale sia rafforzare l’utilizzo delle tecnologie,
soprattutto quelle dell’ informazione e comunicazione che promuovono l’
emancipazione della donna sia creare delle leggi che permettano di
promuovere la parità di genere a tutti i livelli sociali ed economici

LA PARITÀ DI GENERE IN ITALIA


Negli ultimi anni ci sono stati molti cambiamenti per esempio il governo
ha aumentato i fondi di investimento a favore delle iniziative di
prevenzione e lotta alla violenza di genere in più è stata emanata la legge
Cirinnà (2016) che ha riformato il diritto alla famiglia con le unioni civili
dello stesso sesso mentre nel senato è stato approvato il disegno di legge
per la tutela degli orfani di femminicidio che tutela i bambini, ragazzi
rimasti soli dopo l’ omicidio della madre da parte del padre per esempio
la possibilità di modificare il cognome e assistenza medico-psicologica.
LE SPOSE BAMBINE
Questo fenomeno avviene specialmente in paesi come l’ India o il
Bangladesh Sono ragazze o bambine che vengono obbligate o vendute dai
genitori per sposarsi con uomini molto più grandi di loro. Questi sono
matrimoni forzati che negano il diritto all’ infanzia e dell’ istruzione a
milioni di bambine nel mondo ma subiscono anche gravi violazioni al
diritto alla salute, fisica e mentale.
Secondo il rapporto di save the children ogni anno almeno 15 milioni di
bambine e ragazze si sposano prima dei 18 anni.
Le cause principali sono l’ ineguaglianza di genere, la difficoltà di accesso
all’ istruzione ma soprattutto la povertà e la mancanza di leggi che
tutelino i diritti dei minori e delle donne
https://youtu.be/mRfJxpGqveE