Sei sulla pagina 1di 5

Analizza i Documenti e rispondi

Doc. 1 Armagnacchi e borgognoni

Fazioni politiche francesi contrapposte durante la guerra dei Cent’anni. Fu la rivalità per il trono di
Francia tra la dinastia d’Orléans, detentrice della corona, e la famiglia ducale di Borgogna a
dividere i francesi, già in guerra contro gli inglesi, nelle due fazioni degli armagnacchi, guidati dal
conte Bernardo VII d'Armagnac, parente e sostenitore degli Orléans, e dei borgognoni, partigiani
del duca di Borgogna Giovanni Senza Paura, successore di Filippo l’Ardito. Gli armagnacchi
avevano l’appoggio della maggior parte della grande nobiltà, mentre i borgognoni avevano la
propria base sociale in una parte minoritaria del ceto feudale, dell'influente Università di Parigi e
nelle masse popolari parigine dei cabochiens (da Caboche, promotore e capo di un tumulto anti
orleanista nel 1413). Il conflitto tra le due fazioni esplose dopo la morte di Luigi d’Orléans –
fratello del re Carlo VI il Folle – ucciso nel 1407 da sicari di Giovanni Senza Paura. Gli
armagnacchi appoggiarono il nuovo duca di Orléans, Carlo. Vi furono duri scontri tra il 1411 ed il
1413.
Quando, nel 1413, gli armagnacchi riuscirono a ottenere il controllo di Parigi, i borgognoni
chiamarono in proprio soccorso gli inglesi, che nel 1415 invasero la Francia al seguito del re Enrico
V di Lancaster riportando la vittoria di Azincourt. Seguirono anni di lotte convulse, in cui il popolo
parigino si ribellò al dominio armagnacco uccidendo migliaia di persone tra cui lo stesso Bernardo
VII d’Armagnac (1418). La lotta si chiuse, dopo anni di supremazia inglese che preoccupò gli stessi
borgognoni, con la conciliazione tra il nuovo re di Francia Carlo VII e il nuovo duca di Borgogna,
Filippo il Buono nella pace di Arras del 1435.

Doc. 2
Duca d'Orléans (in francese: Duc d'Orléans) è un titolo riservato alla famiglia reale francese,
creato nel corso del XIV secolo. Legato al trattamento di Principe del sangue (princes du sang), il
titolo di duca d'Orléans era dato, se possibile, al fratello minore del sovrano. In questo modo il
titolare spesso formava una linea collaterale della famiglia reale francese, con un eventuale diritto di
succedere al trono tra i principi più prossimi al trono.
Doc.3
La casa d'Armagnac, con Giovanni I, all'inizio della guerra dei cent'anni, ebbe un ruolo di primo
piano nella resistenza alle pretese del principe di Galles, Edoardo il Principe Nero e dopo il trattato
di Brétigny, che aveva consegnato molte contee e ducati ai Plantageneti tenne un comportamento
(portò al parlamento francese le lamentele dei nobili guasconi per le decisioni e le imposizioni del
principe Nero) che favorì la revoca del trattato e la riconquista dell'Aquitania da parte di Carlo V.

Doc.4
Doc.5

Doc.
Doc.6
Duchi di Borgogna
Doc.8 Doc.9
Per quanto riguarda il Ducato di Borgogna, intorno all'anno mille fu assorbito dal Regno di
Francia. La sua autonomia ebbe un nuovo inizio quando nel 1032 Enrico I ( re di Francia) affidò il
ducato al fratello Roberto I. Tale autonomia ebbe poi un altra 'interruzione nel 1361 quando il re
francese Giovanni il Buono (ramo Valois dei Capetingi) provvide all'annessione. Solo più
tardi  Filippo II l'Ardito (uno dei figli di Giovanni II) fu nominato duca di Borgogna dando inizio ad
una celebre ed importante dinastia. All'epoca della sua maturità la potenza politica ed economica
del duca era tale che spesso incuteva timore alla stessa corte di Parigi.
Giovanni l’Impavido o senza paura ereditò dalla madre le Fiandre, l'Artois e la Franca Contea e
quindi estese il suo potere. Giovanni era piccolo di statura e sgraziato ma era anche molto furbo.
Con buona probabilità fu responsabile dell'omicidio del rivale Luigi di Valois ma, dopo complesse
vicende ed un pò di anni, rimase a sua volta ucciso da un seguace del Delfino di Francia. Un pò
meno cruento fu il periodo di Filippo III il Buono. Durante il suo governo borgognoni ed alleati
fecero comunque prigioniera Giovanna d'Arco e , per 10.000 corone, la consegnarono poi agli
inglesi.
Il duca nel 1428 ebbe comunque l'occasione di annettersi il Brabante ed il Limburgo nei Paesi
Bassi suscitando le gelosie dell'Impero in Germania. Filippo III che soggiornava spesso a Bruges
alla fine abdicò in favore del figlio. Ultimo effettivo esponente della dinastia fu infine Carlo I il
Temerario, nato dal matrimonio fra Filippo III ed Isabella, figlia del re del Portogallo.
A partire dai documenti dati individua :

• Dove si trova la contea d’Armagnac


• Quale ruolo ebbero i conti d’Armagnac durante la seconda fase della guerra dei cent’anni, ossia
dopo imperiodo di intervallo
• Segna nell’albero genealogico con colori diversi rispettivamente i re di Francia e i i duchi di
Borgogna, quando il ducato di Borgogna è sotto il diretto controllo del re di Francia? •
Quando il ducato di Borgogna passa a Filippo l’ardito?
• Segna con una crocetta i duchi d’Orleans quale rapporto parentela hanno con il re? • Perché
nella seconda fase della guerra dei cent’anni I Borgognoni sono contro gli Armagnacchi? •

Potrebbero piacerti anche