Sei sulla pagina 1di 10

Istruzioni guida per la ricezione dei satelliti HRTP

Ho cominciato diversi anni fa con la mia grande passione per la meteorologia (derivata dalla ancor
piú grande passione per il Mare) a ricevere, grazie al meraviglioso ricevitore di Nuova Elettronica, i
satelliti Noaa in APT, ossia in analogico... ma si sa, la passione arde e la curiositá divampa... ho
quindi preso la licenza della Eumetsat per poter ricevere il Meteosat ogni volta ed in ogni momento
io voglia.... Per questo argomento ci sentiamo piú avanti. Ora, trattiamo la ricezione dei satelliti
HRTP, ossia digitali.
Per me é stato un calvario, non ci sono info in rete se non video del tipo “come sono bravo” ma
senza l'ombra di una spiegazione.

Tutta la storia é partita quando ho deciso di autocostruirmi un rotore azimuth/elevazione (quelli


commerciali costano troppo) e obbligatoriamente sono sbarcato sul sito Satnogs:

https://wiki.satnogs.org/SatNOGS_Rotator_v3

Ma qui, visto che mi danno i nervi coloro che non spiegano.... perché un rotore del genere?
Il Meteosat é un satellite geostazionario.... ossia sta bello fermo in un punto dello spazio e una volta
puntato con la parabola, questa puó essere saldamente bloccata e via.

Ma a noi interessano i satelliti polari, ossia quelli che hanno un orbita e che ci passano sopra la testa
a distanze relativamente basse.
Di satelliti polari che trasmettono in HRTP ce ne sono vari, i piú utilizzati in Italia sono i seguenti:

NOAA-15: 1702,5 MHz


NOAA-18: 1707,0 MHz
NOAA-19: 1698,0 MHz
Meteor-M N2: 1700 MHz
Meteor-M N2-2: 1700 MHz
MetOp-B: 1701,3 MHz
MetOp-C: 1701,3 MHz
Feng Yun-3B: 1704,5 MHz
FengYun-3C: 1701,4 Mhz

Con i relativi symbol rate:

HRPT type Symbol rate Ideal sampling rate RTL-SDR V3 rate Airspy Mini rate
NOAA/POES ~0.665 ~2.5* 2.56 3
Meteor-M ~0.665 ~2.5* 2.56 3
MetOp ~2.333 4.7 2.56 6
FengYun-3 ~2.8 5.6 - 6

ma per ricevere queste frequenze cosa potremo utilizzare?


A meno che non abbiate in stazione una Super Radio che riceve cosí in alto, esistono oggi dei
ricevitori SDR che ci permettono di farlo senza spendere un capitale.
Io ne ho due:
RTL-SDR v3
SDRplay RSP1A

ma ovviamente, non basta avere un buon ricevitore (e qui cominciano i guai)


Chi usa la Radio sa che il 90% del lavoro lo fa l'antenna e questo su tutte le frequenze.

Le antenne
Per la ricezione APT si poteva contare sulla mitica quadrifilare o sulla Turnstile per ricevere i
segnali, ma ora siamo sui 1,7 Ghz e cambia quindi tutto.

Esistono antenne autocostruibili con poca spesa e che hanno il pregio di essere meno critiche e di
ricevere in maniera meno selettiva:
oppure le parabole.

Personalmente sto costruendo due antenne, ma intanto ho sul rotore una parabolina TP-LINK nata
per le connessioni Wi-Fi:

Per utilizzare questa parabola basta svitare la vite che tiene il piccolo riflettore e (si, é cosí
semplice) semplicemente girarlo... in questo modo la parabola riceve sui 1.7 Ghz...... Giá qui per
trovare una info sono impazzito ma grazie al cielo ho trovato un Grande complice in Max
IZ5RZR, persona preparata e disponibile a condividere le sue esperienze e a collaborare
attivamente elargendo informazioni di vitale importanza (Grazie Max).

Ma.... sappiamo anche che una buona antenna con un buon ricevitore, non lavorano al massimo se
in mezzo non c'é un buon cavo e... un preamplificatore che aiuti i debolissimi segnali ad arrivare al
ricevitore....

Quindi, preamplificatore vicino alla parabola in modo che non preamplifichi anche il rumore che
entra nel cavo e via.

Un ottimo preamplificatore che ho acquistato ad un prezzo ragionevole é questo della Nooelec:

Bene, se diovuole ora abbiamo tutto...... o no?


Il segnale ricevuto, preamplificato e mostrato visivamente, non serve a niente se non viene
demodulato.... e qui é cominciata un'avventura che vorrei proprio evitarvi. Esistono programmi
professionali costosi, costosissimi e poi ci sono i software OPEN SOURCE (Ham Spirit Forever)
Ma anche qui ci sono quelli che si inchiodano, che non mostrano niente, che non sono compatibili
con una o piú cose che avete comprato spendendo soldi....... La solita minestra insomma.

Sempre grazie a Max IZ5RZR ho provato un software free:

https://github.com/altillimity/SatDump

Questo SatDump ha la prerogativa di non richiedere una laurea in informatica e, pensate, per
windows ha persino un file .exe per installarlo, senza impazzire.

Una volta installato, si potrá:


1) Ricevere un segnale e processarlo contemporaneamente (con un pc con almeno i5 e 16Gb ram)
2) Registrare un segnale per poi processarlo in futuro
3) Processare un segnale che é stato registrato in precedenza

Quindi fa TUTTO ció che ci serve....


Ho letto che per fare queste cose si necessita di supercomputer che avrete in precedenza rubato alla
NASA........ non é vero.
Io sto utilizzando un portatile Lenovo T440s con i5 e 12Gb di ram.
Ho provato con un portatile HP Envy con i7 e 16Gb di ram con scheda video dedicata nVidia e non
ho trovato differenze.......
ma io amo Lenovo e quindi potrei non essere imparziale......

Cominciamo...
Il rotore Satnogs é comandato da due motori passo passo (o in alternativa da due motori a corrente
continua) che vengono gestiti da un Arduino ( a seconda dei casi, Uno, Nano o Micro).
La Satnogs vende degli ottimi pcb giá predisposti ad un Arduino Micro, ma si puó utilizzare
tranquillamente uno shield per cnc, se ne trovano con Arduino Uno:
Oppure con a bordo un Arduino Nano:

per utilizzare questi shield in maniera autonoma (standalone) qualche anima buona ha creato uno
sketch (ossia un programma che gira su Arduino):

https://wiki.satnogs.org/SatNOGS_Arduino_Uno/CNC_Shield_Based_Rotator_Controller

Esistono anche pcb progettati da Satnogs:

https://satnogs.org/2014/08/16/electronics-board-v1-1-and-psu/

Personalmente ho preferito lo shield cnc in quanto il collegamento avviene direttamente con la


presa usb dell'Arduino Nano.

A questo punto il rotore ha una serie di muscoli che lo muovono e necessita di un cervello che lo
comandi...
Anche per questo discorso ho perso mesi di vita provando di tutto, Gpredict abbinato ad Orbitron in
primis... Ottimo programma free. Ma ripeto, non sono un ingegnere informatico e ho molti limiti in
questo campo, quindi creare scripts, avviare quattro/cinque cose nell'ordine giusto sperando che il
pc non vada in crash, non fa per me (anche se ho utilizzato questi programmi per mesi con
successo)....Ho optato quindi per un software a pagamento (ad un prezzo irrisorio per quello che
fa...). PSTRotator:
Questo software é semplicemente stupefacente...
Controlla il rotore, utilizza Omnirig per controllare la frequenza (doppler) di due radio leggendo i
TLE (ossia i dati aggiornati sui passaggi dei satelliti.... o effemeridi) che si scarica da solo dal sito
Celestrak o da indirizzi che potete aggiungere come su Orbitron. Ha mappe, si collega a Google
Earth e una marea di funzioni che ancora non ho avuto modo di utilizzare.

https://www.qsl.net/yo3dmu/index_Page346.htm

In piú ha un frequentatissimo forum dove per due volte ho chiesto un chiarimento e nell'arco di 24
ore ho avuto la soluzione direttamente dal creatore del software.

Demodulazione
Una volta che il nostro rotore armato di antenne seguirá il satellite selezionato e il ricevitore
mostrerá il segnale, non resta che demodulare il tutto per ottenere una immagine:
Questa é la prima immagine ricevuta del Noaa19.
Per fare questo ho utilizzato come detto in precedenza un software free, si tratta di SatDump.

ATTENZIONE! Per avviare SatDump su Windows, dovete cliccare su satdump-ui.exe


e NON su satdump.exe!!!!

SatDump all'apertura trova giá il ricevitore connesso alla porta usb, si scarica i dati TLE aggiornati
(per fare questo basta flaggare sulla finestra Settings la dicitura “Update TLEs on start”, altrimenti
si puó fare l'update manualmente cliccando su Update TLEs.

Il programma ha giá le frequenze impostate e anche il giusto Samplerate. Unica cosa, se si seleziona
sul menú a tendina, ad esempio, Noaa HRPT, sul menú Frequency appariranno le tre frequenze dei
Noaa 15,18,19... Basterá selezionare quella che ci interessa in quel momento:
Questo per il Live Processing... Si seleziona la cartella di destinazione dove verranno messi i file e
si preme START:
La prima volta che si apre questa pagina, le finestre sono una sopra l'altra... bisogna sistemarle e poi
rimarranno a posto.
Sotto troverete il Gain e la casella per alimentare il Bias-Tee (funziona con entrambi i miei
ricevitori).
Consiglio di flaggare anche “Finish Processing”, in modo che alla fine della ricezione il processo di
demodulazione parte automaticamente.
Si creeranno dei file nella cartella selezionata:

Aprendo la cartella AVHRR troverete le anelate immagini.....

Il metodo migliore secondo me é comunque quello di registrare il segnale e processarlo dopo, il


tempo richiesto é lo stesso, in quanto anche con il “Live Processing” il lavoro duro viene fatto dopo
aver ricevuto il segnale..... ma, con il Live processing non rimane il file di registrazione. Vi
troverete nella cartella i file giá processati senza quello originale.
Nella casella Frequency e in quella Samplerate mettete la frequenza e la baseband del satellite che
volete registrare seguendo questa tabella:

NOAA-15: 1702,5 MHz


NOAA-18: 1707,0 MHz
NOAA-19: 1698,0 MHz
Meteor-M N2: 1700 MHz
Meteor-M N2-2: 1700 MHz
MetOp-B: 1701,3 MHz
MetOp-C: 1701,3 MHz
Feng Yun-3B: 1704,5 MHz
FengYun-3C: 1701,4 MHz

ATTENZIONE: per inserire la frequenza ad esempio, del Noaa19, dovrete scrivere 1698.000000
mentre il baudrate va scritto (in questo caso) 3000000 senza punto.

HRPT type Symbol rate Ideal sampling rate RTL-SDR V3 rate Airspy Mini rate
NOAA/POES ~0.665 ~2.5* 2.56 3
Meteor-M ~0.665 ~2.5* 2.56 3
MetOp ~2.333 4.7 2.56 6
FengYun-3 ~2.8 5.6 - 6

Poi, una volta inserite frequenza e baseband cliccate su START.


Anche qui le due finestre sono sovrapposte al primo avvio.... sistematele e poi resteranno circa a
posto.

ATTENZIONE!!!
Quando comincerete a ricevere... CLICCATE SU START RECORDING, altrimenti alla fine
rimanete con un palmo di naso.
Una volta finita la registrazione, cliccate su STOP RECORDING e, nella cartella selezionata in
precedenza vi troverete un file i16, a volte di anche 8/9 Gb, che potrete poi processare.

Per processare il file precedentemente registrato e salvato. Riaprite SatDump. Selezionate


OFFLINE PROCESSING, in Category inserite HRPT, in PIPELINE il tipo di satellite che avete
registrato, ad esempio NOAA HRPT, su INPUT FILE scegliete il file della registrazione che avete
fatto e su OUTPUT DIR la cartella dove salvare il risultato....
A questo punto premete START e aspettate con trepidazione la fine del lavoro che potrete
controllare dalla finestra monitor che si apre sempre all'avvio di SatDump. Quando sulla finestra
monitor appare la scritta DONE! Enjoy, dentro la cartella di destinazione trovate vari file e cartelle,
dentro una di queste ci sono le immagini.

Work in progress.
Aggiungeró altre info man mano che l'esperienza aumenterá
Intanto per iniziare senza impazzire, ci sono informazioni
sufficienti.

Autori e sperimentatori: Lanfranco IZ3ZLU e Max IZ5RZR

Potrebbero piacerti anche