Sei sulla pagina 1di 25

Classica posizione della sedia.

La donna si accomoda sull'uomo, che raggiunge


un'erezione forte. La stimolazione è reciproca e la penetrazione profonda. La donna
può decidere il ritmo del rapporto, mentre l'uomo può accarezzare, e baciare, la
partner.
Posizione inconsueta e delicata. L'uomo infatti deve penetrare la donna con
delicatezza, e con essa deve condurre tutto il rapporto. Rapporto che può essere
doloroso e può non piacere a tutti. E' comunque consigliata la lubrificazione
artificiale degli organi sessuali interessati al rapporto.
Questa posizione è detta "grande V" a causa della posizione assunta dalle gambe
della donna. La penetrazione è profonda e la stimolazione massima per entrambi.
L'unico svantaggio è il fatto che l'uomo abbia le mani impegnate e non possa, per
questo accarezzare la compagna.
Questa posizione è molto intima e rilassante. L'uomo può accarezzare la donna in
tutte le parti del corpo, oltre che baciarla sul collo. I movimenti sono piuttosto
limitati, anche se può essere anche la donna a muoversi. E' necessaria raggiungere la
piena erezione per riuscire ad eseguire questa posizione.
Questa posizione è terribilmente piacevole sia per l'uomo che per la donna. Essa
però, a causa dell'angolazione innaturale della penetrazione, richiede molta intimità
e confidenza tra i partner. E' la donna a fare il movimento e a decidere il ritmo,
mentre l'uomo può accarezzare i glutei della partner.
Questa posizione permette all'uomo di controllare bene la sua eccitazione e
ritardare, così, il momento dell'orgasmo. La donna può scegliere la posizione e la
pressione del suo organo sessuale con quello dell'uomo: con le gambe si mantiene in
piedi. Può così raggiungere l'orgasmo lasciando all'uomo l'iniziativa.
Questa posizione, detta del millepiedi, necessita di una penetrazione intensa. La
donna è molto attiva nei movimenti, comprome il pene con i muscoli dei suoi reni.
QUando le gambe sono bene posizionate, la donna esercita un movimento rotatorio
circolare. I due partner percepiscono la vicinanza dei loro organi, e la penetrazione è
intima, intensa e tonificante.
Questa posizione è di difficile attuazione e richiede molta intimità nella coppia.
Infatti, l'uomo deve tenere la donna con il busto in verticale, e contemporaneamente
penetrarla. Questa posizione consente movimenti limitati, ma fornisce particolare
piacere alla donna. E' comunque difficile raggiungere l'orgasmo, ma è ottima nella
fase iniziale del rapporto.
Questa posizione permette un contatto molto erotico delle parti del corpo intime, e la
profondità della penetrazione è molto profonda. L'uomo è libero di accarezzare la
donna, sia nei seni che nella parte linguinale.
La stimolazione del punto G è molto profonda.
Seduti sul letto, l'uomo prende la donna dai fianchi o dai glutei, sollevandola fino
all'altezza dell'organo genitale.
Questa posizione permette una profonda penetrazione. L'uomo non può però
accarezzare la donna e deve possedere una discreta forza per tenerla sollevata. La
donna, in compenso, può effettuare piccoli movimenti dall'alto verso il basso.
Una di quelle posizioni utili per farlo nei momenti meno usuali e, soprattutto, nei
luoghi meno usuali. L'uomo è particolarmente eccitato a causa della posizione che
vede riconosciuta la sua virilità. Deve però dimostrarla fino in fondo, poichè è lui che
deve, con le braccia, tenere la donna nella posizione giusta e, nel frattempo,
effettuare il movimento necessario.
Variazione della posizione della sedia. Va eseguita per terra, in modo da rendere
possibili maggiori movimenti. L'uomo deve avere le gambe incrociate e larghe, la
donna gli si siede sopra. Il movimento deve farlo dunque la donna, che vede
particolarmente stimolato la zona clitoridea.
Classica posizione della sedia. La donna si accomoda sull'uomo, che raggiunge
un'erezione forte. La stimolazione è reciproca e la penetrazione profonda. La donna
può decidere il ritmo del rapporto, mentre l'uomo può accarezzare, e baciare, la
partner.
Il punto G, in questa posizione è particolarmente stimolato, la donna domina
completamente l'uomo. Lui ha però la visione del corpo della donna totale e può
accarezzarla liberamente e piacevolmente.
Questa è la posizione ideale per ritardare l'eiaculazione.
In questa posizione la penetrazione è profonda e l'orgasmo forte e non difficile da
raggiungere. Ma è l'uomo a trarre maggiori vantaggi, poichè la donna, a causa
dell'angolo innaturale della penetrazione, sente poco stimolato il punto G.
In questa posizione, la donna esegue movimenti avanti e indietro. Può orientare
l'angolo e la profondità della penetrazione, e può stimolare il punto G. La
stimolazione è comunque intensa per entrambi. In questa posizione risulta difficile
raggiungere l'erezione, ma, una volta ottenuta, tutto viene facile.
L'uomo sale sulla donna accavallando le sue gambe a quelle della donna. La
penetrazione è profonda e la stimolazione del clitoride intensa, ma il contatto può
non essere perfetto.
L'uomo può, giocando con le gambe, variare l'angolazione della penetrazione la
donna, però, non può svolgere alcun movimento.
La donna prova una sensazione forte e intensa, e può regolarla cambiando
l'angolazione del proprio baccino e muovendosi avanti e indietro. L'uomo riesce a
penetrare con profondità. Questa posizione stimola la sua virilità di maschio
dominatore e, inoltre, può accarezzare la donna con entrambe le mani.
La donna, prova, con questa posizione, delle sensazioni forti, grazie all'angolazione
del contatto.L'uomo apprezza la profondità della penetrazione che si può
raggiungere, oltre al senso di dominio che prova. La donna può decidere, facendo
forza sulle gambe e stendendole sul letto, le varianti di questa posizione, che la vede
particolarmente stimolata a livello clitorideo.
La penetrazione, in questa posizione detta della cariola, è molto profonda. Le parti
basse dell'organo sessuale maschile entrano in contatto con il clitoride della donna,
con vantaggio di entrambi. L'uomo, data la visione gradevole del corpo della donna,
viene stimolato decisamente. La penetrazione è però forzata, e richiede una buona
lubrificazione vaginale per non arrecare dolore. Inoltre, la riuscita è limitata dallo
sforzo che l'uomo deve fare per tenere la donna.
La penetrazione è intensa e procura sensazioni forti alla donna. La penetrazione
avviene leggermente di traverso. La gamba dell'uomo è situata tra quelle della
donna. L'estasi è massima per la donna, mentre la scomodità della posizione
dell'uomo rende poco intenso il suo piacere, anche perchè richiede uno sforzo non
indifferente.
Le penetrazione, in questa posizione, è decisamente profonda. Inoltre, data la
perfetta angolazione dei due organi sessuali, il rapporto avviene senza sforzi
eccessivi, neppure nella fase iniziale. L'uomo può accarezzare la donna con le mani e
lei può effettuare leggeri movimenti avanti e indietro.
Più la donna riesce a sedersi, più accentuerà la penetrazione e maggiore sarà il
piacere di entrambi. L'uomo, avendo le mani libere, può accarezzare la donna. E'
consigliabile, per l'uomo, tenere le gambe unite. La stimolazione del pene e della
vagina è molto piacevole.
Posizione particolare e che richiede una notevole intimità di coppia. La donna è in
bilico sulla superficie, tenuta per i piede e le caviglie dall'uomo, che la penetra in
modo profondo e piacevole. Anche qui, la sensazione di dominio da parte dell'uomo è
forte, così come il piacere della donna, stimolata nel punto G.
Questa posizione è di semplice attuazione e fornisce grande stimolazione clitoridea
alla donna, e una profonda penetrazione da parte dell'uomo. E' ottima per
raggiungere l'orgasmo e consente all'uomo di accarezzare, con una mano, la partner.
La donna è però piuttosto limitata nei movimenti.