Sei sulla pagina 1di 2

11/02/2021 Ce l'ho o ce lo o c'è lo | Come si scrive - WeCanJob.

it

CE L'HO, CE LO O C'È LO?


Home » WeCanBlog

UTILITY WeCanJob

Condividi Tweet  LinkedIn

24
Ce l’ho, ce lo o c’è lo?
2020

Ecco una domanda che spesso ci attanaglia: si scrive ce l’ho, ce


lo o c’è lo? C'è una sola grafia corretta tra le tre o possono essere
MAR utilizzate tutte? In questo articolo cerchiamo di rispondere a tali
interrogativi piuttosto comuni sulla grammatica italiana e il suo corretto utilizzo.

Il modo migliore per imparare a utilizzare queste forme in maniera corretta è


capire che ruolo hanno nella costruzione grammaticale del periodo. Tutte e tre le
formule, infatti, sono corrette se estrapolate dal loro contesto. Ma ogni grafia trova
la sua giusta applicazione solo in funzione a ciò che si vuole scrivere. Facciamo
dunque degli esempi concreti per vedere, nello specifico, in quali casi è possibile
utilizzare ogni espressione.

Quando si scrive ce l'ho


Analizziamo il primo caso: quando si scrive ce l’ho? Questa è la grafia corretta
quando l’espressione indica possesso e si riferisce a qualcosa già nominato in
precedenza per evitare la ripetizione. La forma non contratta è “ce lo ho”, in cui
“ce” è una trasformazione della particella “ci” per esigenze fonetiche di fronte a lo, Chat
la, li, le. “Ce”, quindi, può svolgere la funzione di avverbio di luogo, particella
pronominale, complemento oppure far parte di espressioni peculiari del parlato.
https://www.wecanjob.it/archivio21_ce-lo-ce-l-ho-differenza_0_476.html 1/2
11/02/2021 Ce l'ho o ce lo o c'è lo | Come si scrive - WeCanJob.it

ESEMPIO: Hai una matita? Sì, ce l’ho.


ESEMPIO: Ce l’ho fatta!

Quando si scrive ce lo
Il secondo caso che prenderemo in esame è quando si scrive ce lo. Anche qui,
la particella “ce” deriva da “ci” e svolge la funzione di pronome personale per la
prima persona plurale femminile e maschile. Viene seguita da un pronome
personale per evitare la ripetizione.

ESEMPIO: Avete preso il latte? No, ce lo siamo dimenticato.


ESEMPIO: È avanzato il pollo? Sì, ce lo mangiamo stasera.

Quando si scrive c’è lo


Il terzo caso da disambiguare riguarda quando si scrive c’è lo. I due elementi
(“c’è” e “lo”) si scrivono così quando appartengono a due periodi diversi, spesso
separati anche dalla punteggiatura. “C’è” è il risultato della contrazione della TAG
particella “ci” seguita dal verbo “essere”, mentre lo è pronome personale.

ESEMPIO: Se ora Marco non c’è lo chiamerò più tardi. Lingue


ESEMPIO: A casa il pane non c’è, lo compro io prima di tornare. Scuola secondaria di primo grado
Se vuoi toglierti un altro dubbio, leggi anche: Scuola secondaria di secondo grado

Scopri la forma corretta: ce ne, ce n’è, c'è né, o c’è ne?


PROFILI PROFESSIONALI

Chiara Calselli

Condividi Tweet  LinkedIn

Assistente di volo

» commenti inseriti : 0

INSERISCI UN COMMENTO:

Non sei autorizzato ad inserire commenti sul blog.

ULTIMI 30 COMMENTI

Non ci sono commenti


IN QUESTA PAGINA

WeCanBlog Lavoro
WeCanBlog Formazione

Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...

Condividi Tweet   LinkedIn

https://www.wecanjob.it/archivio21_ce-lo-ce-l-ho-differenza_0_476.html 2/2

Potrebbero piacerti anche