Sei sulla pagina 1di 1

DOMENICA — 23 GENNAIO 2022 - IL RESTO DEL CARLINO 21 ••

Spettacoli
Pesaro Cultura / Spettacoli / Società

Gli studi classici? Una chiave per la vita


Da Urbino le prof Liana Lomiento e Antonietta Porro rilanciano il tema della formazione. Il loro libro conquista l’attenzione nazionale

A sinistra, Liana
URBINO
Lomiento, qui a
di Tiziano V. Mancini
fianco
Antonietta
Ricorre spesso, purtroppo, nel
Porro.
nostro paese, e in un mondo
Nello sfondo il
sempre più orientato verso la
dipinto
tecnologia e le scienze applica-
“L’Apoteosi di
te, un malcelato disprezzo per
Omero“ un olio
la cultura classica, tacciata di
su tela di
anacronismo e inadeguatezza.
Eppure, è lei che ci distingue in Jean-Auguste-Do-
meglio dagli altri paesi. È lei, co- minique Ingres,
me ha detto Maurizio Crozza al realizzato nel
ministro Cingolani «che rende i 1827 e
nostri ricercatori i migliori al conservato nel
mondo proprio perché hanno museo del
studiato quattro volte le guerre Louvre di Parigi
puniche e hanno un’apertura
mentale impareggiabile».
Poi all’estero ci vanno a lavora-
re, una volta laureati. Perché noi
seminiamo e gli altri raccolgo-
no. Ad andare controcorrente
ci sono anche Liana Lomiento,
docente dell’Università di Urbi-
no Carlo Bo, direttrice della «Ri-
vista di Cultura classica e me-
dioevale», e Antonietta Porro, di-
rettrice del Dipartimento di Filo-
logia classica, Papirologia e Lin-
guistica storica presso l’Univer- mento dell’offerta formativa Giovanni Gallavotti, uno dei «In molti licei classici sono già
che magari includa tematiche massimi esperti internazionali PESARO stati attuati adeguamenti dei
sità Cattolica del Sacro Cuore
economiche, insegnamenti che di fisica matematica. programmi, con l’attivazione di
di Milano, autrici del libro illumi-
nante «Liceo classico un futuro riguardino la crisi ambientale, la Qual è il tratto comune che Andar per fiabe, percorsi specifici, distinti dal
statistica. Al tempo stesso, l’at- unisce le risposte degli ex percorso tradizionale, e più ric-
per tutti. Venti interviste a ex
tualità del liceo classico risiede, alunni? spettacolo rinviato chi, che includono il potenzia-
alunni eccellenti» appena pub- «Emerge dalle opinioni degli in-
blicato da Carocci. nelle parole dell’imprenditore “Bestiolini“ era previsto mento di discipline scientifiche,
tervistati in generale un forte
Venti ex alunni che hanno avu- Carlo Hruby, nella sua capacità per oggi. Si farà invece storico-artistiche, o linguisti-
senso di gratitudine per la for-
to successo in ambito culturale, di trasmettere conoscenze e va- che. Certo, c’è margine per in-
mazione ricevuta da questo per- il prossimo 15 maggio
politico, scientifico, economi- lori utili per chi vive nel tempo centivare questo percorso vir-
corso di studi» rileva Porro «e la
co-giuridico, artistico rispondo- presente, insieme con la consa- persuasione che si sia trattato tuoso, senza naturalmente sna-
pevolezza della bellezza che ci Già dai giorni scorsi turare la natura del modello for-
no proprio a questa domanda ri- di un momento altamente pro-
circonda, per preservarla e tra- Amat ha comunicato che mativo che costituisce l’impian-
corrente: «In che modo il liceo pedeutico a una molteplicità di
mandarla alle generazioni futu- lo spettacolo “Bestiolini“ to e la ragion d’essere del liceo
classico può ritenersi ancora at- professioni tra loro molto distan-
re. che era previsto per oggi classico. “Riformiamo, ma con-
tuale, e in che modo lo si potreb- ti. Gli intervistati, d’altra parte,
«Per fare una provocazione – rilevano spesso che la formazio- al Teatro Sperimentale serviamo il liceo classico – esor-
be eventualmente rendere più
conclude Hruby – vorrei dire ne scolastica non può coincide- di Pesaro per la rassegna tava Umberto Eco (La Stampa,
attuale oggi?».
che la complessità del tempo re con la semplice risposta alle Andar per fiabe, è stato 18 maggio 2016) – perché con-
«Dalle risposte all’ultima delle
domande che abbiamo posto ai presente impone l’obbligatorie- esigenze manifestate dal merca- rinviato a causa dello sente di immaginare quello che
nostri intervistati emergono tà del liceo classico». Con punti to delle professioni. La scuola, e stato di positività non è ancora stato immaginato;
molti spunti interessanti» affer- di vista diversi, i nostri intervista- il liceo classico in maniera spe- riscontrato in un e questo distingue il grande ar-
ma Lomiento. «Per Monsignor ti sono tutti persuasi dell’attuali- ciale, non è il luogo della forma- elemento fondamentale. chitetto dal più modesto dei
Delpini, Arcivescovo di Milano, tà del liceo classico e anche del- zione professionale. “Dobbia- Per la ottimale geometri. Al quale, peraltro,
mo smetterla di pensare che la rappresentazione dello
gli studi classici possono rivela- la sua specifica capacità di pre- una riflessione su Euclide po-
scuola sia soltanto propedeuti- spettacolo non rimaneva
re la loro attualità se diventa più parare alla ricerca scientifica, trebbe rendere la sua attività
ca al lavoro – ha detto la scrittri- altra scelta che rinviate.
evidente e condiviso il loro con- compresa la ricerca altamente più appassionante e creativa“».
ce Paola Mastrocola –. La scuo- La data è già stabilita, si
tributo alla cultura, alla resisten- tecnologica, nell’opinione di la non è un apprendistato tecni- © RIPRODUZIONE RISERVATA
za critica alle seduzioni del para- tratta di domenica 15
co, e noi non siamo soltanto dei
digma tecnocratico. Se fatto be- maggio. I biglietti
VENTI INTERVISTE lavoratori, programmati per fa- UMBERTO ECO
ne, osserva Luciano Floridi, pro- re lavori utili alla società. C’è acquistati rimangono
fessore di filosofia ed etica Dall’arcivescovo molto di più, nella scuola e nella validi per la nuova data. «Riformiamo, ma
dell’informazione all’Università di Milano agli vita“». Per informazioni conserviamo il
di Oxford, il liceo classico resta scienziati più I programmi del Liceo Classi- biglietteria Teatro classico» perché fa
la formazione scolastica miglio- co si sono adeguati alle nuove Sperimentale 0721
re ancora oggi. Con qualche ag- affermati, c’è un vero tecnologie e all’evoluzione 387548. immaginare quello
giornamento, certo, e un amplia- coro di consensi della società? che non è immaginato

Potrebbero piacerti anche