Sei sulla pagina 1di 2

Storia Contemporanea

Lezione del 06 10 (continuo della lezione precedente)

. L’elemento della coercizione e la ricerca del consenso (indirizzato e costruito ad esempio


attraverso canali quali il dopolavoro, le gite e le colonie marine) sono essenziali nel sistema
fascista.

. Idea del comando impossibile: adesione consensuale dell’individuo alle imposizioni del
sistema.

. Paradosso tra virilismo e ruolo della donna: La posizione della donna nella società italiana
rimane polticamente e socialmente un “angelo del focolare”ma fuori non ha peso o
rilevanza, ma in alcune attività e fasi c’è l’idea di inserirla all’interno dei processi di
fascistizzazione, processo che inizia fin dalla giovane età.

. Sdoppiamento per genere e per provenienza nei libri di lettura per bambini, si ritrova la
contraddizione tra dimensione cittadina e rurale.

. Il fascismo viene celebrato come una religione laica.

. Nella comunicazione di massa viene utlizzata l’idea dell’espansioone coloniale, nonostante


fosse una questione già esistente, idea di un’Italia avanzata che riesce a superare gli altri
stati (ad esempio viene utilizzata nella propaganda per l’autarchia nella Guerra in Etiopia
iniziata nel novembre del 1935).

. Politica delle sanzioni: all’interno il regime consolida il consenso trasformando il mondo


esterno in una minaccia, all’esterno avviene un’avvicinamento alla Germania ed il regime
Nazista, nonostante fino agli anni 30 ci fosse una sorta di giudizio nei confronti della politica
interna del fascismo, ma allo stesso tempo mediava le tendenze dei regimi come quello
nazista, aveva dunque comunque un credito internazionale.

. Preoccupazione verso il fronte Spagnolo, con il rischio dell’affermazione di una succursale


del sistema sovietico, Germania ed Italia intervengono a favore di Francisco Franco.

. Strutturale è la ricerca non solo del nemico esterno, ma anche del nemico interno, far sì che
l’io si annulli nel Noi, l’individuo deve annullarsi, voluto dallo stesso io, per lo Stato.
Uno dei nemici interni che verrà individuato come capro espiatorio sono gli ebrei, con le
leggi razziali nel 1938 (propaganda anche attraverso vignette ed illustrazioni in cui vengono
resi come entità mostruose) che hanno ricadute nella quotidianità.

. La radio diventa un forte mezzo di propaganda dato il suo ruolo nella quotidianità, viene
utilizzata come strumento didattico nelle città, che accompagna l’anno scolastico, dove c’è
anche una parte di tipo intrattenimento.

. Mezzo utlizzato era anche la cinematografia, con lo scopo di coinvolgere attraverso un lato
emozionale immediato (la cinematografia è l’arma piu forte).

. Appropriazione dell’orgoglio identitario legato all’Antica Roma e rielaborato attraverso


varie forzature, come il Passo Romano.
. Il Fascismo si proporrà come terza via, in ambito economico, tra il sistema liberista e quello
socialista, attraverso lo Stato che gestisce imprenditori ed operai, condizionandoli entrambi
ad agire in favore dello Stato, che è in realtà il Governo.

. Ricorso alla Guerra come strumento politico, legato anche al processo educativo del paese.

La scuola durante il Fascismo

. Educazione sinonimo di indottrinamento, lo studio non è visto come occasione di


formazione autonoma.

. Presenza di un libro unico, il sussidiario ed in parallelo il libro di lettura (antologia di testi


selezionati, alcuni creati ad hoc come le avventure del Balilla Vittorio), l’idea stessa di
interpretazione viene vista come negazione della verità.

. Il problema non è l’interpretazione, il punto è che l’interpretazione deve essere


scientificamente organizzata.

. L’idea di un libro unico era stata pensata anche al tempo dell’Italia liberale, questo perché
non c’era ancora un concetto di italianità, quindi si pensava di creare libri di grammatica
unici, ma l’idea fu bocciata perché considerato un mezzo che avrebbe distrutto la pluralità
ed il confronto.

. Alla scuola viene associata la struttura dell’organizzazione dei Balilla, divisi per fasce d’età,
compiono attività parallele utili fuori dall’orario scolastico per continuare l’azione di
fascistizzazione.

Potrebbero piacerti anche