Sei sulla pagina 1di 2

Discorso d’insediamento del Presidente del

Consiglio comunale Comune di Chioggia

Chioggia, 25 Ottobre 2021

Carissimi colleghi,
permettetemi di esprimere un sentimento di riconoscenza e gratitudine
per la fiducia riposta, prima di tutto, sulla mia persona, ancorché per
l’esperienza politica, ma permettetemi d’aggiungere un sincero saluto di
benvenuto al neoeletto Sindaco e ai componenti di questa nuova Giunta, con i
quali è importante collaborare con serietà e giudizio e ai quali deve essere
rivolto l’augurio, di tutti noi, di buon lavoro per il bene Comune.
Per me è fondamentale, però, rivolgere un serio ringraziamento, a
monte, a quei cittadini che attraverso il voto di preferenza, hanno reso
possibile che sedessi, dopo vent’anni, ancora qui, questa sera, negli scranni del
Consiglio Comunale per essere eletto primus inter pares: cioè, il Consigliere a
cui è riconosciuta la direzione dei lavori e delle attività del Consiglio
nell'ambito di un gruppo di colleghi di pari dignità e valore.
Mi piace oltretutto pensare, alla presenza delle forze politiche, oggi in
Consiglio, che se la pluralità è sintomo di democrazia, la stima e la fiducia
possono essere il frutto, sicuramente, di rapporti sinceri.
Sotto molti aspetti e per certi versi, il ruolo di Presidente del Consiglio
comunale, seconda carica istituzionale della Città di Chioggia, non è facile:
tenere il timone verso la giusta direzione, sottoponendo il lavoro dei colleghi al
proprio giudizio, è impresa alquanto ardua, ma ci si può consolare, e ne
dobbiamo essere consapevoli, fin da subito, che in quest’aula quello che
devono essere rispettate, oltre che le persone che intervengono, sono le
regole comunali che abbiamo ereditato dalle precedenti amministrazioni, e
che se volete, in futuro, possiamo anche modificare per un miglior
funzionamento dei lavori e dell’amministrazione. A vostra disposizione.
La passione politica, di ognuno di noi, mai superi il nostro senso delle
Istituzioni, sappiamo che l’aula consiliare è la strada democratica più lunga e
faticosa, ma rimane l’ambiente politico più sicuro per la democrazia e siccome
il valore del nostro tempo ha un grande valore, cerchiamo di impiegarlo bene
per cose utili, belle e concrete.
Vi prego di augurarmi e aiutarmi a svolgere, al meglio, il ruolo per il
quale mi avete eletto, e dal canto mio, in scienza e coscienza, posso assicurare
che ogni collega e ogni persona che interviene o assiste ai lavori del Consiglio
Comunale, sarà garantita per quanto previsto da Statuto e regolamento.
Concludo con una battuta sulla preoccupante, bassa, affluenza di questa
ultima competizione elettorale, dalla quale tutti ne siamo usciti sconfitti, tutte
le forze politiche, ma dalla quale ognuno di noi, con i nostri interventi, con i
nostri comportamenti, con il nostro esempio, possiamo e dobbiamo far
riavvicinare le persone alla Politica, e la politica alle persone, infatti la politica
dipende dal comportamento di coloro che la esercitano, e come mi piace
ricordare spesso: Lo stesso rigore che l’Amministrazione impone ai cittadini,
oggi i cittadini la pretendono dalla politica.
Continuiamo con l’ordine del giorno di questo primo consiglio comunale.
Grazie ancora e buon lavoro a tutti!

Beniamino Boscolo Capon

Potrebbero piacerti anche