Sei sulla pagina 1di 17

Interpretazione

dell’emogasanalisi

Guglielmo IMBRIACO Rianimazione – Terapia Intensiva


Gaetano TAMMARO Ospedale MAGGIORE - Bologna

Interpretazione dell’emogasanalisi

A cosa serve l’emogasanalisi?

Esame rapido Valutare la ventilazione

Valutare il metabolismo

Valutare parametri importanti


q
quali:
Emoglobina
Glicemia
El tt liti
Elettroliti
Interpretazione dell’emogasanalisi

Obi tti
Obiettivo
Acquisire un metodo di interpretazione
dell’emogasanalisi
dell emogasanalisi in 5 step

Ossigenazione
g e
P O2 e FiO2
PaO
scambi respiratori

pH Equilibrio acido base

PaCO2 Disturbo respiratorio

HCO3 Di t b metabolico
Disturbo t b li

PaCO2 e HCO3 Compenso

Interpretazione dell’emogasanalisi

P O2 : pressione parziale arteriosa di ossigeno disciolto


PaO
nel sangue

Il paziente è ipossico?

All’età di 20 anni il valore


normale di PaO2 in aria
ambiente è di 95-100
mmHg

Tips & tricks


Anni PaO2
60 80
70 70
80 60
Interpretazione dell’emogasanalisi

P O2 : pressione parziale arteriosa di ossigeno disciolto


PaO
nel sangue

Il paziente è ipossico?

La Disponibilità di O2 (DO2) è legata ad altri fattori:


-Emoglobina: il valore raccomandato per una DO2
ottimale è 7-10g/dl
/
- Cardiac Output (CO): la quantità di sangue circolante
in un minuto

PaO2 
30 37,5 45 52,5 60 67,5 75 82,5 90 97,5 104 112,5 120 >127,5
(mmHg)
SaO2 
SaO2
57,4 71,4 80,7 86,8 90,7 93,2 94,9 96,2 97 97,8 98,2 98,6 98,8 >99
(%)

Relazione approssimativa tra Saturazione del sangue arterioso (SaO2) e Pressione parziale di ossigeno (PaO2) 

Interpretazione dell’emogasanalisi

Rapporto P/F: il rapporto tra PaO2 e FiO2 è indice della


respirazione alveolare

PaO2
= P/F
FiO2

Il rapporto
t P/F in
i un paziente
i t sano
è indicativamente 450
95 : 0,21 = 452

Un P/F superiore a 350 è da


considerarsi normale

Un P/F inferiore a 200 è indice di


grave insufficienza respiratoria
Interpretazione dell’emogasanalisi

C’è un gradiente
di t alveolo-arterioso
l l t i
significativo?

Esempio 1:
Paziente che ventila con maschera 120 / 0,5
0 5 = P/F 240
Venturi al 50%, PaO2 120mmHg

Esempio
E i 2:
2
Paziente intubato e ventilato 320 / 0,9 = P/F 355
meccanicamente con FiO2 90%
PaO2 320

Esempio
p 2:
Paziente ventilato con NIV 110 / 0,7 = P/F 157
con FiO2 70%
PaO2 110

Interpretazione dell’emogasanalisi

E ilib i acido-base
Equilibrio id b
Il pH rappresenta il logaritmo negativo della
concentrazione
t i degli
d li ioni
i i H+

pH = -log
p g10[[H+]

Il valore normale del pH extracellulare è fra 7


7,35
35 e 7
7,45
45

Valori di pH:
Soluzione fisiologica 7,04
Soluzione g
glucosata 4,55
Latte 6,5
Coca Cola 2,5
,
Succo gastrico 1,5 – 2,0
Interpretazione dell’emogasanalisi

E ilib i acido-base
Equilibrio id b
la respirazione tessutale è mantenuta da:

•apporto di ossigeno dai polmoni ai tessuti ottenuto con il


trasporto nel flusso ematico di emoglobina che lega l'O2

•trasporto di CO2 dai tessuti ai polmoni (e qui l'escrezione con


l'espirazione) ottenuti per lo più idratando la CO2, a produrre
acido carbonico H2CO3, che si dissocia in HCO3- + H+

Compenso lento

CO2 + H2O ↔ H2CO3 ↔ HCO3- + H+

Compenso rapido

Interpretazione dell’emogasanalisi

Determinare il pH

< 7.35
7 35 7.35 - 7.45 > 7.45
7 45
Acidosi pH normale Alcalosi
o compensato

Acidemia Alcalemia
Interpretazione dell’emogasanalisi

paCO2: pressione parziale di anidride carbonica

> 45
< 35 35 – 45 Riduzione
Aumento mmHg del pH
del pH

Alcalosi respiratoria Acidosi respiratoria


o o
Risposta
Ri t a acidosi
id i Risposta
Ri t a alcalosi
l l i
metabolica metabolica

nei disturbi respiratori primari PaCO2 e pH si modificano


in direzioni opposte

Interpretazione dell’emogasanalisi

Bicarbonati
HCO3: la concentrazione degli ioni bicarbonato
viene calcolata in base a PaCO2 e pH

< 22 22-26 > 26


Mmol/l

Acidosi metabolica Alcalosi metabolica


o o
Risposta a alcalosi Risposta a acidosi
respiratoria respiratoria

neii di
disturbi
t bi metabolici
t b li i primari
i i HCO3 e pH
H sii modificano
difi
nella stessa direzione
Interpretazione dell’emogasanalisi

pH

< 7.35
7 35 7 35 - 7.45
7.35 7 45 > 7.45
7 45

Acidosi Alcalosi

paCO2

< 35 > 45 < 35 > 45

Metabolica Respiratoria Respiratoria Metabolica

nei disturbi respiratori primari nei disturbi metabolici primari


PaCO2 e pH si modificano in HCO3 e pH si modificano nella
direzioni opposte stessa direzione

Interpretazione dell’emogasanalisi

pH
< 7.35
7 35 7 35 - 7.45
7.35 7 45 > 7.45
7 45

paCO2

< 35 > 45

Metabolica Respiratoria

Acidosi e alcalosi compensate


Interpretazione dell’emogasanalisi

Acidosi respiratoria

Cause principali Sintomi


•ipoventilazione
p •ridotta frequenza
q epprofondità di
•Lesione encefalica (centro del respiro
respiro nel midollo allungato) •ridotta attività del sistema nervoso
•depressione dei centri respiratori centrale (letargia, riduzione della
•sovradosaggio o capacità di giudizio,
intossicazione da oppiacei o disorientamento)
benzodiazepine) •mal di testa, visione offuscata
•abuso alcolico •aritmie, crisi convulsive se presente
•danno polmonare o ostruzione iperkaliemia
delle vie aeree ( per esempio,
polmonite,
l it enfisema,
fi
pneumotorace)

Interpretazione dell’emogasanalisi

Acidosi metabolica

Cause principali Sintomi


•Anormale p perdita di bicarbonato: •Deterioramento del livello di
•diarrea severa o vomito prolungato coscienza dal sopore fino al coma
•chetoacidosi diabetica, aumentato •iperventilazione (tentativo di
metabolismo, digiuno prolungato compenso respiratorio)
•Acidosi lattica secondaria ad anossia •Debolezza
•Ingestione eccessive di sostanze che •aritmie (se presente iperkaliemia)
aumentano gli acidi metabolici:
•acido salicilico
•glicole etilene
•alcool metilico
•Inadeguata
I d t funzione
f i renale
l
Interpretazione dell’emogasanalisi

Al l i respiratoria
Alcalosi i t i
Cause principali Sintomi
•Aumento della frequenza e/o della •respirazione rapida, profonda
profondità del respiro con conseguente •alterazione della coscienza,
eccesso de dell’eliminazione
e a o e d di CO
CO2 a capac à
incapacità alla
a a concentrazione,
co ce a o e,
seguito di: tetania, convulsioni
•dolore •aritmie cardiache se presente
•esercizio fisico severo p
ipokaliemia
•isteria e reazioni ansiogene •intorpidimento e formicolio delle
•ipossia, anossia estremità se presente ipocalcemia
•iperventilazione volontaria
•Danno al centro del respiro nel midollo
allungato:
•malattie del sistema nervoso centrale
(encefaliti, meningiti)
•chirurgia intracranica
•Sovrastimolazione del centro del respiro:
•febbre
f bb
•overdose da farmaci

Interpretazione dell’emogasanalisi

Al l i metabolica
Alcalosi t b li
Cause principali Sintomi

•Perdita di acido cloridrico dallo •respiro lento, superficiale


stomaco: (compenso polmonare)
•vomito
it •vertigini,
ti i i formicolio
f i li delle
d ll estremità,
t ità
•aspirazione gastrointestinale tetania, convulsioni, ipertonicità
•Riassorbimento di bicarbonato: muscolare
•uso
uso di diuretici •irritabilità,
irritabilità disorientamento
•vomito eccessivo •aritmie cardiache se presente
•Ritenzione di sodio ipokaliemia
•Eccessiva ingestione di alcali:
•bicarbonato di sodio
•latte di magnesia
•Somministrazione
Somministrazione endovenosa di
sodio bicarbonato durante ALS
Interpretazione dell’emogasanalisi

Altri parametri valutabili con l’emogasanalisi

BE (eccesso basi)

Da -2 a +2 mmol/l

ABE SBE
(actual base excess) (standard base excess)
rappresentano la quantità di Simile all’
all ABE ma il riferimento
acido o base forte necessaria è il liquido
per riportare il pH a 7,4 extracellulare

ABE e SBE diminuiscono nell’acidosi


nell acidosi metabolica e
aumentano nell’alcalosi metabolica

Interpretazione dell’emogasanalisi

Altri parametri valutabili con l’emogasanalisi

Elettroliti

Sodio 135 – 147 mEq/l mEq/l

Potassio 3,5 – 5.0 mEq/l

Calcio totale 8,5 – 10,5 mg/dl

Cloro
C oo 95 - 105
05 mEq/l
q/

Lattati < 4 mEq/l


q ((durante esercizio))
Interpretazione dell’emogasanalisi

OOOOPS, ho preso una vena…

Valori normali dell’EGA venosa

pH 7.32-7.36
PvO2 40 mmHg
PvCO2 45 mmHg
HCO3 24 30 E /l
24-30mEq/l
SvO2 60-80%

Interpretazione dell’emogasanalisi

Qualche esempio pratico…


Interpretazione dell’emogasanalisi

Obi tti
Obiettivo
Acquisire un metodo di interpretazione
dell’emogasanalisi
dell emogasanalisi in 5 step

Ossigenazione e scambi
P O2 e FiO2
PaO respiratori

pH Equilibrio acido base

PaCO2 Di t b respiratorio
Disturbo i t i

HCO3 Di t b metabolico
Disturbo t b li

PaCO2 e HCO3 Compenso

Interpretazione dell’emogasanalisi

E
Esempio
i 1
Paziente con Ventimask,
pH 7
7.36
36 fiO2 35%

pCO2 32
P/F = 125
pO2 44
p

SaO2 78%

HCO3 17

Acidosi metabolica compensata


Interpretazione dell’emogasanalisi

E
Esempio
i 2
Paziente con Ventimask,
pH 7
7.55
55 fiO2 40%

pCO2 37
P/F = 247
pO2 99
p

SaO2 98%

HCO3 31

Alcalosi metabolica

Interpretazione dell’emogasanalisi

E
Esempio
i 3
Paziente con Ventimask,
pH 7
7.33
33 fiO2 40%

pCO2 46

pO2 19
p

Ega venosa!!
SaO2 22%

HCO3 21

Acidosi metabolica
Interpretazione dell’emogasanalisi

E
Esempio
i 4
Paziente in aria ambiente
pH 7
7.48
48

pCO2 28
P/F = 404
pO2 85
p

SaO2 92%

HCO3 22

Alcalosi respiratoria

Interpretazione dell’emogasanalisi

E
Esempio
i 5
Paziente con NIV, fiO2 60%
pH 7
7.35
35

pCO2 135
P/F = 136
pO2 82
p

SaO2 96%

HCO3 69

Acidosi respiratoria
Interpretazione dell’emogasanalisi

E
Esempio
i 6
Paziente con NIV,
pH 7
7.31
31 fiO2 70%

pCO2 49
P/F = 178
pO2 125
p

SaO2 98%

HCO3 29

Acidosi respiratoria
con parziale compenso

Interpretazione dell’emogasanalisi

E
Esempio
i 7
Paziente con Ventimask,
pH 7
7.42
42 fiO2 40%

pCO2 37
P/F = 380
pO2 152
p

SaO2 96%

HCO3 27

Equilibrio acido base normale


Interpretazione dell’emogasanalisi
Per continuare a esercitarsi…

http://www.vectors.cx/med/apps/index.html

Interpretazione dell’emogasanalisi
Per continuare a esercitarsi…

http://www.vectors.cx/med/apps/index.html
Interpretazione dell’emogasanalisi

Per approfondire l’argomento…

Emogasanalisi, fluidi ed elettroliti


di Fulvio Kette e Fernando Schiraldi

IRC edizioni

Prezzo al pubblico 24 euro

Potrebbero piacerti anche