Sei sulla pagina 1di 28

Corso di Fondamenti di Infrastrutture viarie e di Trasporto

Corso di
Fondamenti di Infrastrutture Viarie e di trasporto

CORPO STRADALE
TERRE
SOTTOFONDO

COSTRUZIONE CORPO STRADALE L. Domenichini


Corso di Fondamenti di Infrastrutture viarie e di Trasporto

Testi di riferimento
riferimento:
P. Ferrari – F. Giannini
Ingegneria stradale – Vol. II “Corpo stradale e pavementazioni”
Ed ISEDI
Ed. E
Cap. 1 La costruzione del corpo stradale
Cap. 2 Elementi di geotecnica stradale

Norma CNR – UNI 10006


Costruzione e manutenzione delle strade
Tecnica di impiego delle terre
Cap.1 Termini e definizioni
Cap.2 Classificazione delle terre
Cap.3 Instabilità interessanti il corpo stradale: cause e rimedi
Cap.4 Opere di difesa
f dalle
ll acque
Cap.5 Costipamento
Cap.6 Preparazione del sottofondo
Cap 7 Costruzione dei rilevati
Cap.7
Cap.8 Costruzione delle trincee
Allegato A: Utilizzazione di materiali provenienti da demolizione nella
realizzazione di rilevati stradali, sottofondi, strati di bonifica, strati
anticapillari,
ll antigelo
l e drenanti.
d

COSTRUZIONE CORPO STRADALE L. Domenichini


Corso di Fondamenti di Infrastrutture viarie e di Trasporto

La sede stradale può svolgersi:

appoggiata sul terreno (rilevati, trincee)

in viadotto o su ponti (ambito specifico - Ingegneria


strutturale))
in galleria
• di modesta lunghezza: problemi geologici e geotecnici

• di notevole lunghezza: problemi geologici e geotecnici +


problemi di esercizio (ventilazione
(ventilazione-
-illuminazione
illuminazione-
-controllo del
traffico e della qualità dell’aria)

COSTRUZIONE CORPO STRADALE L. Domenichini


Corso di Fondamenti di Infrastrutture viarie e di Trasporto

LE TERRE
Caratteristiche,
Caratteristiche classificazione e
costipamento

COSTRUZIONE CORPO STRADALE L. Domenichini


Corso di Fondamenti di Infrastrutture viarie e di Trasporto

TERRE • Elementi costitutivi


• Caratteristiche
• Tecniche di impiego

Rif: CNR-UNI 10006

• Solida
3 Fasi: • Liquida
q ((se manca il materiale è “secco”))
• Gassosa (se manca il materiale è “saturo”)

Classificazione della fase solida:


Diametro 71 10 2 (0.074) 0.005
25
(mm) 0.05
Breccia Breccetto
B tt Breccino
Spigoli vivi
Pietre Pietrisco Pietrischetto Graniglia
(frantumati)
sabbia limo argilla
pg
Spigoli Ciottoli Ghiaia Ghiaietto Ghiaino
arrotondati

COSTRUZIONE CORPO STRADALE L. Domenichini


Corso di Fondamenti di Infrastrutture viarie e di Trasporto

Limiti di consistenza di una terra (CNR-UNI 10014):

Solido
lid Semisolido Pl i
Plastico Liquido
W%

0 W
Ws W
Wp WL

IP=WL-Wp
Pw/Ps(%)
IC=(WL-W)/(WL-WP)=(WL-W)/IP

Ig (0-20)
(0 20) = 00.2a+0.005
2a+0 005 a c + 0.01
0 01 b d

a=P0.075-35 (0-40) BUONA TERRA


IP < 8
b=P0.075-15 (0-40) Ig < 4

c=WL-40 (0-20)

d=IP-10 (0-20)
COSTRUZIONE CORPO STRADALE L. Domenichini
Corso di Fondamenti di Infrastrutture viarie e di Trasporto

Classifica delle
CLASSIFICA terre
DELLE (CNR(AASHTO
TERRE UNI 10
10.006)
&006)
CNR-UNI
CNR UNI 10006)

COSTRUZIONE CORPO STRADALE L. Domenichini


Corso di Fondamenti di Infrastrutture viarie e di Trasporto

Costipamento

prova proctor CNR BU 69/78

COSTRUZIONE CORPO STRADALE L. Domenichini


Corso di Fondamenti di Infrastrutture viarie e di Trasporto

Risuultati prrova di
poortanza C CBR
Risulttati provva
PROOCTOR R

COSTRUZIONE CORPO STRADALE L. Domenichini


Corso di Fondamenti di Infrastrutture viarie e di Trasporto

COSTRUZIONE CORPO STRADALE L. Domenichini


Corso di Fondamenti di Infrastrutture viarie e di Trasporto

SOTTOFONDO
Definizioni
C
Capacità
ità portante
t t

COSTRUZIONE CORPO STRADALE L. Domenichini


Corso di Fondamenti di Infrastrutture viarie e di Trasporto

Definizione di “Capacità
Capacità portante
portante”
di un terreno di sottofondo

CARICHI
H PERMANENTI
E M NEN
¾ Carico che produce una deformazione che si
arresta nel tempo

¾ Capacità Portante:
Portante: valore limite del carico
applicato oltre il quale nel terreno si innescano
fenomeni di scorrimento o si p
f producono deformazioni
f
inammissibili

COSTRUZIONE CORPO STRADALE L. Domenichini


Corso di Fondamenti di Infrastrutture viarie e di Trasporto

Definizione
D fi i i di “C
“Capacità
i à portante””
di un terreno di sottofondo

CARICHI RIPETUTI
¾ Sotto l’applicazione
pp ciclica dei carichi, gli
g
incrementi di deformazione prodotti da ciascun ciclo
di carico tendono a ridursi
¾ Capacità Portante:
Portante: valore limite del carico
applicato oltre il quale si producono incrementi di
d f
deformazione crescenti o che,
h dopo
d N ripetizioni,
produce una deformazione inammissibile

COSTRUZIONE CORPO STRADALE L. Domenichini


Corso di Fondamenti di Infrastrutture viarie e di Trasporto

Comportamento
p del terreno sotto carichi ripetuti
p
Diagramma
carico - deformazione
Andamento dei carichi nel tempo

Andamento delle deformazioni nel tempo

COSTRUZIONE CORPO STRADALE L. Domenichini


Corso di Fondamenti di Infrastrutture viarie e di Trasporto

Diagramma n°
n° di ripetizioni di carico - deformazioni
Dnt = D1t ( A + B log
l n)
A e B: costanti il cui valore dipende dalle caratteristiche del sottofondo,
dall’entità della pressione applicata e dal diametro della piastra)

COSTRUZIONE CORPO STRADALE L. Domenichini


Corso di Fondamenti di Infrastrutture viarie e di Trasporto

Ripetizione effettiva
ff d
dei carichi
h su strada
d

COSTRUZIONE CORPO STRADALE L. Domenichini


Corso di Fondamenti di Infrastrutture viarie e di Trasporto

Valutazione della Capacità Portante di un Sottofondo

Indicatori

E: modulo elastico di Boussinesq


q
k: modulo di reazione di Winkler
Mr: modulo resiliente
CBR: Californian Bearing Ratio
(convenzionale)

COSTRUZIONE CORPO STRADALE L. Domenichini


Corso di Fondamenti di Infrastrutture viarie e di Trasporto

Valutazione della Capacità


p Portante di un Sottofondo
Prove Sperimentali

¾ Prove di carico su piastra (in sito)


9 Determinazione del Modulo k di Winkler di reazione del sottofondo
(piastra φ 76 cm)
9 Determinazione del Modulo Elastico E di Boussinesq ((piastra
piastra φ<76 cm)
9Determinazione del Modulo di Deformazione Md (piastra φ 30 cm)
(NB: in realtà,
realtà dato il ridotto valore del diametro della piastra
piastra, mediante
questa prova non si determina la portanza del terreno bensì il suo grado
di compattazione)
¾ Prova CBR in laboratorio o in sito
(NB: prova convenzionale)

¾ Prova triassiale a carichi ripetuti per la


determinazione del Modulo Resiliente (Mr)
(prova di laboratorio)
COSTRUZIONE CORPO STRADALE L. Domenichini
Corso di Fondamenti di Infrastrutture viarie e di Trasporto

Prova di carico su piastra


per la
l determinazione
d t i i del
d l modulo
d l di reazione
i del
d l sottofondo
tt f d (k)
con diametro piastra 76 cm
Vista frontale Vista laterale

Vista dall’alto P/δ [N/cm3]


k = P/δ
δ= deformazione misurata in
corrispondenza di un carico di 0,07
MPa

COSTRUZIONE CORPO STRADALE L. Domenichini


Corso di Fondamenti di Infrastrutture viarie e di Trasporto

Influenza del diametro della piastra


sui risultati di una prova di carico
Diametro Diametro
Piastra Piastra
76 cm 30 cm

E 2
P/δδ =
P/ ×
(1 − µ2 ) π r

P/δ
k = P/δ

COSTRUZIONE CORPO STRADALE L. Domenichini


Corso di Fondamenti di Infrastrutture viarie e di Trasporto

Prova di carico su piastra


per la determinazione del modulo Md
con diametro piastra 30 cm

COSTRUZIONE CORPO STRADALE L. Domenichini


Corso di Fondamenti di Infrastrutture viarie e di Trasporto

Md = (Δ
(ΔP/
P/Δ
Δs) x D [N/cm2]
D= diametro della piastra
COSTRUZIONE CORPO STRADALE L. Domenichini
Corso di Fondamenti di Infrastrutture viarie e di Trasporto

Prova CBR

In laboratorio

In sito

COSTRUZIONE CORPO STRADALE L. Domenichini


Corso di Fondamenti di Infrastrutture viarie e di Trasporto

Interpretazione risultati prova CBR

COSTRUZIONE CORPO STRADALE L. Domenichini


Corso di Fondamenti di Infrastrutture viarie e di Trasporto

CBR

COSTRUZIONE CORPO STRADALE L. Domenichini


Corso di Fondamenti di Infrastrutture viarie e di Trasporto

σd
Mr =
εr
σ d tensione deviatorica
ε r deformazio
d f ne radiale
d l
COSTRUZIONE CORPO STRADALE L. Domenichini
Corso di Fondamenti di Infrastrutture viarie e di Trasporto

σ d tensione
i d i
deviatoric
i a
σ d = σ 3 −σ1

COSTRUZIONE CORPO STRADALE L. Domenichini


Corso di Fondamenti di Infrastrutture viarie e di Trasporto

P(ν + 0.2734)
Mr =
δt
P carico dinamico in pound
ν modulo di Poisson
δ deformazione elastica in inches
t spessore del campione in inches

Relazione empirica
Mr [MPa] = 10 CBR

COSTRUZIONE CORPO STRADALE L. Domenichini