Sei sulla pagina 1di 14

Corso di FONDAMENTI DI INFRASTRUTTURE VIARIE E DI TRASPORTO

Corso di
FONDAMENTI
FOND MEN DI INFRASTRUTTURE
D NF S U U E V VIARIE
E E D
DI
TRASPORTO

Argomento: impostazione geometrica di un tracciato


stradale

Docente: Prof. Ing. Lorenzo DOMENICHINI

Impostazione geometrica di un tracciato stradale L. Domenichini


Corso di FONDAMENTI DI INFRASTRUTTURE VIARIE E DI TRASPORTO

Ciò che può rendere un prodotto,


un’opera, una macchina,
un sistema complesso veramente “bello”
è la capacità di trovare la risposta formale più adeguata
ai canoni funzionali propri del prodotto,
prodotto dell
dell’opera
opera, del
sistema stesso.

N l caso di una strada,


Nel t d ciò iò è esprimibile
imibil
conferendo al sistema
una idonea “forma
forma interna
interna”
ed una congruente “forma
forma esterna”
esterna

Impostazione geometrica di un tracciato stradale L. Domenichini


Corso di FONDAMENTI DI INFRASTRUTTURE VIARIE E DI TRASPORTO

L’uomo
L uomo è regolato nel suo comportamento alla guida
dal processo visuale di percezione cinematica
della realtà che lo circonda.

Di conseguenza, l’andamento in planimetria ed in altimetria della via


non può essere un banale e casuale insieme di elementi geometrici
( tt cerchi,
(rette, hi linee
li a curvatura
t variabile,
i bil salite,
lit discese)
di ) disposti
di ti
come la morfologia, la geologia, l’idraulica, l’urbanistica e
l’ambiente dei luoghi attraversati consiglia o impone.

Esso è piuttosto la funzione obiettivo, da cui dipendono la


sicurezza e l’economia della circolazione.
La successione continua degli elementi geometrici costituisce cioè
l’incognita del problema, non l’insieme dei termini noti.
La risoluzione dello stesso conduce a costruire
un’opera caratterizzata da una “forma
forma interna”
interna
che diventa leggibile al guidatore ed offre soddisfazione ai
traffici prevedibili.
prevedibili

Impostazione geometrica di un tracciato stradale L. Domenichini


Corso di FONDAMENTI DI INFRASTRUTTURE VIARIE E DI TRASPORTO

Attraverso le forme d’asse e di ciglio,


g la definizione
univoca dello spazio stradale e le qualità del piano
viabile, la strada percepita deve denunciarsi logica ed
i
inequivocabile,
i bil ddeve cioè
i è rendere
d manifesti
if ti e chiari
hi i
i modi ed i connotati del suo andare.

Fonte: Prof. A. Ranzo

Impostazione geometrica di un tracciato stradale L. Domenichini


Corso di FONDAMENTI DI INFRASTRUTTURE VIARIE E DI TRASPORTO

L
L’INGEGNERIZZAZIONE
INGEGNERIZZAZIONE DEL SISTEMA

LE VARIABILI ALEATORIE
DEL SISTEMA

Impostazione geometrica di un tracciato stradale L. Domenichini


Corso di FONDAMENTI DI INFRASTRUTTURE VIARIE E DI TRASPORTO

Impostazione geometrica di un tracciato stradale L. Domenichini


Corso di FONDAMENTI DI INFRASTRUTTURE VIARIE E DI TRASPORTO

Attraverso una scelta adeguata dei sistemi costruttivi


e dei materiali è, poi, possibile conferire alla strada
una “forma
“f
forma esterna”
esterna” che le consenta di diventare nuovo
elemento del paesaggio, di costituire la trama del
tessuto sociale e di istituire un dialogo controllato con
l’ambiente,
l’ bi iin grado
d di mitigare
i i i pur sempre presentii
motivi ed aspetti di conflitto.
Il tracciato sarà così adagiato, fissato sul terreno, in
modo che l’ambiente preesistente sia violato il meno
possibile.
possibile

Forma esterna che diventa essa stessa mezzo per il


conseguimento delle desiderate prestazioni, alla quale
vengono affidati aspetti essenziali per la sicurezza e
la funzionalità dell’opera.
Impostazione geometrica di un tracciato stradale L. Domenichini
Corso di FONDAMENTI DI INFRASTRUTTURE VIARIE E DI TRASPORTO

Con queste attenzioni una


strada diventa essa
stessa elemento
qualificante il paesaggio e
può infondere negli utenti
un senso di calma,
serenità,
à conforto
f
psicologico e benessere
fisico.

Situazione questa che,


però può essere
però,
interrotta bruscamente se
qualche elemento del
sistema è mal correlato
con gli altri!
Impostazione geometrica di un tracciato stradale L. Domenichini
Corso di FONDAMENTI DI INFRASTRUTTURE VIARIE E DI TRASPORTO

Vecchia metodologia di
derivazione ferroviaria:
rettifili + curve circolari

Attuale metodologia:
Curve circolari + Curve di
transizione (clotoidi)

Impostazione geometrica di un tracciato stradale L. Domenichini


Corso di FONDAMENTI DI INFRASTRUTTURE VIARIE E DI TRASPORTO

EVOLUZIONE STORICA
Rettifili
prevalenti +
piccoli raccordi
circolari

Rettifili
prevalenti
l +
archi di
raccordo anche
di raggio
i elevato
l t

Rettifili + arhi di
transizione
cerchio –
rettifilo + curve
circolari scostate

Impostazione geometrica di un tracciato stradale L. Domenichini


Corso di FONDAMENTI DI INFRASTRUTTURE VIARIE E DI TRASPORTO

Cerchi prevalenti,
prevalenti
clotoidi di flesso,
riduzione al minimo
dei rettifili
rettifili, controllo
dello sviluppo degli
archi di curva
circolare

Impostazione geometrica di un tracciato stradale L. Domenichini


Corso di FONDAMENTI DI INFRASTRUTTURE VIARIE E DI TRASPORTO

Polinomi interpolanti,
interpolanti
passaggio quasi
rigoroso per i punti
chiave (difficoltà di
calcolo)

Impostazione geometrica di un tracciato stradale L. Domenichini


Corso di FONDAMENTI DI INFRASTRUTTURE VIARIE E DI TRASPORTO

Impostazione geometrica di un tracciato stradale L. Domenichini


Corso di FONDAMENTI DI INFRASTRUTTURE VIARIE E DI TRASPORTO

Impostazione geometrica di un tracciato stradale L. Domenichini