Sei sulla pagina 1di 2

La trama dell’Iliade

Libro I
È il decimo anno della guerra di Troia. I Greci si riuniscono perché sono afflitti da una
grave peste e l’indovino Calcante rivela che il flagello è stato mandato da Apollo per
punire la superbia di Agamennone, capo dell’esercito greco, che ha maltrattato il suo
sacerdote Crise e non gli ha restituito la figlia Criseide, da lui tenuta come schiava.
Agamennone si convince a cedere la preda, ma pretende la schiava di Achille, Bri-
seide; ciò suscita l’ira del più valoroso dei guerrieri greci e il suo ritiro dalla guerra. La
dea Teti, madre di Achille, chiede a Zeus di punire l’esercito acheo, per far risaltare il
valore del figlio.
Libro II
Zeus manda un sogno ingannevole ad Agamennone, che gli consiglia di riunire subito
il Consiglio degli Anziani e di riprendere al più presto la guerra. Agamennone passa in
rassegna l’esercito e vengono presentati gli eroi greci, ciascuno dei quali ha condotto
a Troia un certo numero di navi.
Libro III
Gli eserciti si affrontano; il troiano Paride e il greco Menelao, fratello di Agamennone,
si scontrano in duello, ma Paride viene salvato da Afrodite e ritorna a casa, dove su-
bisce il rimprovero di sua moglie Elena.
Libro IV
Atena accende la battaglia e Agamennone sprona i suoi a combattere.
Libro V
Eroiche imprese dell’eroe greco Diomede.
Libro VI
L’indovino Eleno consiglia a Ettore, il più forte degli eroi troiani, di recarsi da sua ma-
dre, la regina Ecuba, e di dirle di mettere al riparo le donne. Ettore segue il consiglio e
poi va alle porte Scee, dove avviene il colloquio con la moglie Andromaca.
Libro VII
Solenne duello tra Ettore e il greco Aiace, suscitato da Apollo e Atena.
Libro VIII
Infuria la battaglia e l’esercito acheo viene messo in difficoltà dai Troiani. Scende la
notte e la battaglia s’interrompe.
Libro IX
Il saggio Nèstore consiglia ad Agamennone di placare l’ira di Achille e di ottenerne
il ritorno in battaglia. Agamennone manda allora un’ambasceria presso Achille, pro-
mettendogli ricchi doni e la restituzione di Briseide. Ma Achille rifiuta l’offerta.
Libro X
Diomede e Odisseo si avventurano nella notte presso il campo troiano e uccidono la
spia di Ettore, Dolone.
Libro XI
Agamennone compie grandi imprese in battaglia, ma viene ferito da Còone e deve
ritirarsi. Anche Diomede e Odisseo vengono feriti, insieme ad altri fortissimi eroi greci,
e lo stesso Aiace è in pericolo.

PERCORSO 2 ❱ La poesia epica 1


Libro XII
La battaglia si sposta verso il muro difensivo del campo acheo, Ettore incalza furioso
i nemici e sfonda le porte.
Libro XIII
La battaglia si sposta presso le navi greche, che Ettore intende bruciare.
Libro XIV
Era trama un inganno contro Zeus, per distrarlo dalla guerra e favorire i Greci. Convin-
ce il marito con le armi della seduzione fino a che Zeus non si addormenta. Poseidone
ne approfitta per danneggiare i Troiani ed Ettore viene ferito.
Libro XV
Zeus si sveglia, si adira e ordina a Poseidone di ritirarsi dalla battaglia. Ettore ritorna
presso le navi con i suoi.
Libro XVI
Patroclo mostra ad Achille i danni che derivano dalla sua assenza: l’esercito greco è
in grave pericolo, gli eroi più forti si sono ritirati per le ferite subite. Allora veste le armi
dell’amico e si lancia contro i Troiani, ma viene ucciso.
Libro XVII
Rissa tra Greci e Troiani intorno al corpo di Patroclo.
Libro XVIII
Achille si dispera per la morte di Patroclo e parla con la madre Teti, che gli promette
che andrà da Efesto per chiedergli di fabbricare nuove armi. La dea si reca alla fucina
del dio del fuoco e questi forgia una splendida armatura; si distingue in particolare lo
scudo illustrato con scene di vita quotidiana.
Libro XIX
Teti consegna le armi ad Achille, il quale si reca da Agamennone e gli annuncia che
ritornerà a combattere. Agamennone gli dà i doni promessi, tra i quali la bella Brisei-
de. Achille si prepara alla battaglia, ma il suo cavallo Xanto gli predice che morirà in
guerra.
Libro XX
Gli dèi intervengono sul campo; alcuni sostengono i Troiani, altri i Greci.
Libro XXI
Achille uccide un gran numero di avversari presso lo Xanto, ma il fiume, indignato per
la strage di Troiani, inonda la pianura uccidendo un gran numero di Greci. Interviene
allora il dio Efesto, che scatena un gran fuoco grazie al quale si prosciuga l’alluvione.
Libro XXII
Ettore rimane fuori le mura di Troia e aspetta Achille per il duello. Fugge appena lo
vede, ma poi Apollo lo convince ad affrontare il nemico e inizia lo scontro. Achille
uccide Ettore e la notizia giunge presto alle orecchie di Priamo, Ecuba e Andromaca.
Libro XXIII
Achille prepara la sepoltura di Patroclo. Si svolgono gare sportive in onore del morto.
Libro XXIV
Priamo si reca nella tenda di Achille e riscatta il corpo di Ettore.

2 Il testo e i generi

Potrebbero piacerti anche