Sei sulla pagina 1di 3

Fcome FINESTRA

Aspetto. Come tutti. Qui dal dottore tutti aspettiamo. lo ho il nus.


ro 5.
co Il dottore ora è con il numero 3. Non devo aspettare molto,Vicino
me
c'è una ragazza con gli occhiali neri.
-

Mi scusi. -

dice la ragazza.
- Si.

- Posso aprire la finestra?


- Certo.

- Grazie.

La donna apre la finestra.

C'è un bel sole, oggi! dice la ragazza.


-

Si. Inizia la primavera....


- vero...!E in piazza ci sono i fiori! Molti fiori di tutti i colori!

Non è bello, tutto questo?


S i , certo. - dico.

- Il panorama da qui è molto bello, vero? - domanda lei.

-Si... C'e la piazza, la città, la chiesa...


- Ele montagne, dietro la città!
-

Si, le montagne.
-

Sono belle, vero?


-

Si. Ma io preferisco il mare.


-Si, anche il mare è bello.

note
occhiali fiori

63
primavera la stagione dopo l'inverno e prima dell'autunno chiesa
La primavera inizia il 21 marzo.
Dalla piazza arriva una voce:

Chi è? -domanda la ragazza.


-

Un uomo. dico Un uomo parla al telefono, in piazza.


- -

- Ci sono tante persone in piazza, oggi! Cè il mercato!

-Si, il mercato.Tutti i giovedì c'è il mercato.


-

E il bar èpieno, vero?


-

Si c'è molta gente.


- Si, prendono il caff , parlano.. Ë bello guardare la strada, no?
-

lo.. non so. Si, forse.


-

Come si chiama?
- Alessio Parini.

- Piacere, Alessio, io sono Milena Bucci. Perché è qui dal dottore?

- Beh, io..

- Numero 4!- dice il dottore.


-

Sono io! -

dice la ragazza -

Arrivederci, Alessio.
- Arrivederci, Milena.

Guardo Milena: ha gli occhiali neri, cammina con un bastone.


Solo ora capisco che Milena è cieca. Milena non può vedere.
Guardo Milena e guardo la finestra: la piazza conifiori, il mercato,
il bar con la gente ai tavoli, le montagn...

Un uomo dice:

Scusi, posso? -

e chiude la finestra.

fai gli ESERCIZI


vai a pagina 48

note 4

tercato spazio all'aperto dove è possibile comprare cibo, bastone

vestiti, ecc. Vado al mercato a comprare lafrutta.


Genovesi

A Milano, il proprietario di un appartamento ha affittato la casa


a un genovese, ma non ha ancora avuto i soldi dell'affitto. Per
questo va a parlare con l'uomo.

Buongiorno, sono il proprietario. Sono venuto a prendere i


soldi dell'affitto.
- Mi dispiace, ma questo mese per me è assolutamente

impossibile pagare! - dice il genovese.

- Ma Lei ha già detto la stessa cosa il mese scorso!

E ho forse mentito?

2
Due genovesi si incontrano.
Uno dice all'altro:

-Ciao, come va?


-

Male, mia suocera è morta.


-

Mi dispiace, cosa aveva?


- Ma... niente. Un orologio, due collane...

note
cambio
a qualcuno in
d athttato (inf. affittare). dare per un periodo di tempo qualcosa
al un pagamento, spesso mensile (ogni mese).
25

Potrebbero piacerti anche