Sei sulla pagina 1di 2

URBINO 1 - SAMB 1

URBINO (4-4-2): Pozzi; Luchetti, Mosconi, Nucci, Bertuccioli; Del Re (18’ s.t. Bruscaglia),
Manenti (1’ s.t. Gabellini), Giorgini, Sabbatini (c); Vici, Manno (30’ s.t. Lanciotti). A disp.
Recchi, Filocomo, Brilli, Morlacco. All. Tentoni
SAMB (4-4-2): Chessari; Natalini, Pulcini, Mengo, Nicolosi; Bianchi, Oresti, D’Aniello (c)
(15’ Rulli), Zazzetta (28’ s.t. Ogliari); Menichini, Cacciatore (31’ s.t. Gentili). A disp.
D’Ambrogio, Bizzarri, D’Angelo, Basilico. All. Palladini
Arbitro: Domenella di Ancona (Masini-Carriero)
Reti: 43’ Pulcini (S), 26’ s.t. Manno (U)
Ammoniti: 15’ D’Aniello (S), 9’ s.t. Pulcini (S), 29’ s.t. Oresti (S), 30’ s.t. Manno (U)
Primo tempo: 0-1
Recuperi: 2’, 3’
Note: giornata con un pallido sole, temperatura 10° circa, terreno ben inerbato, anche se
con qualche avvallamento. Padroni di casa in tenuta bianca con bordature gialloblu, ospiti
nella tradizionale casacca rossoblu. Spettatori 400 circa, di cui 200 provenienti da San
Benedetto.
Urbino – Parziale passo falso della Samb sul campo del fanalino di coda Urbino, che però
ha dimostrato di non meritare l’ultima posizione in classifica. Non è bastato un gol di
Pulcini in chiusura di primo tempo per conquistare tre importanti punti: a metà ripresa è
arrivata la doccia fredda firmata Manno per un pari comunque giusto. Nella calma piatta
del “Montefeltro” è appunto molto, troppo tranquillo l’approccio rossoblu alla gara e un
volitivo e manovriero Urbino fa soffrire gli ospiti, conquistando consecutivamente tre
corner, anche se le prime vere occasioni sono di Cacciatore (sospetta entrata da penalty
su di lui), Menichini (conclusione a giro, che sfiora l’incrocio destro) e Zazzetta (rasoterra
che fa la barba al palo sinistro). Entrambe le squadre si affidano al 4-4-2 con l’unica novità
tra i rossoblu di Cacciatore, che, scontato il turno di squalifica, riprende il suo posto in
luogo di Gentili. E’ però costretto subito ad un avvicendamento Palladini per un
risentimento muscolare di capitan D’Aniello, rimpiazzato da Rulli: modulo invariato e fascia
che approda sul braccio di Pulcini. Qualche apprensione lo procura a destra Del Re, su cui
a volte fatica Nicolosi, protagonista anche di un’indecisione a centro area, che manda
pericolosamente alla conclusione Manno: fuori misura. Gioca molto sulla vigoria atletica la
compagine di Tentoni, che con gli inserimenti esterni di Del Re e Sabbatini e il movimento
in prima linea del possente Manno costringono talvolta ad un’affannosa difesa Pulcini e
compagni. In ombra Bianchi, la Samb stenta a ripartire in velocità: ci prova allora
individualmente Menichini, la cui battuta dalla distanza risulta però centrale e quindi facile
preda di Pozzi. Così come alla mezzora blocca agevolmente il numero uno urbinate un
colpo di testa girato da Rulli sul calcio fermo battuto da Oresti e poco dopo una stoccata
da 30 metri di Cacciatore. E’ blando il ritmo rossoblu, di conseguenza senza accelerazioni
ha vita facile l’Urbino, che con una coppia centrale molto fisica come quella formata da
Mosconi e Nucci chiude bene tutti gli spazi. Quando finalmente i giri del motore ospite
aumentano, arrivano i pericoli per i gialloblu, come accade con uno scambio stretto
Cacciatore-Menichini sventato in corner e un cross di Bianchi, sul quale per un soffio non
arriva Zazzetta. Occorre al 43’ l’ennesima incursione del difensore, nonché capitano,
goleador Pulcini per sbloccare lo stallo: sulla punizione ben calciata da Oresti irrompono i
due centrali rossoblu Mengo e Pulcini con quest’ultimo che da pochi passi infila Pozzi, già
a terra. Urbino 0 - Samb 1 e primo tempo non esaltante, ma concluso in vantaggio da una
Samb opportunistica. Proprio in avvio di ripresa gli ospiti potrebbero chiudere i conti con
una palla filtrante per Zazzetta, che al limite dell’area piccola non riesce a centrare lo
specchio. Occasionissima sciupata e poco ci manca che la legge del calcio non punisca la
Samb, che rischia grosso su un tiro incrociato da Vici ad un palmo dall’incrocio sinistro. I
padroni di casa tengono il bandolo della matassa, chiudendo a tratti gli ospiti nella propria
metà campo, ma ancora una volta è la squadra di Palladini a sfiorare il raddoppio: al 60’
Menichini di testa si vede respingere sulla linea un colpo di testa ben assestato su corner
pennellato da Oresti. La risposta di un buon Urbino giunge al 67’, quando il neo-entrato
Bruscaglia (al posto di un interessante Del Re) mette al centro una palla avvelenata, che
Pulcini non riesce a respingere, ma che arriva a centroarea sui piedi di Vici, la cui battuta
termina di poco oltre la traversa. Due minuti dopo è addirittura clamorosa la palla-gol
ancora di Vici, nata da un’incursione a destra di Luchetti e miracolosamente neutralizzata
da Chessari. Nulla può invece l’estremo rossoblu al 71’, quando sugli sviluppi di un’altra
penetrazione di Luchetti a destra svetta in prossimità del dischetto Manno, infilando sul
palo lungo: Urbino 1 – Samb 1 e fine dell’imbattibilità di Chessari, che durava da cinque
turni. Entrano Ogliari e Gentili rispettivamente per Zazzetta e Cacciatore, con la Samb che
si dispone col 5-3-2 per tamponare la pericolosità urbinate sulle corsie esterne, in
particolare quella destra. Dopo una punizione calciata fuori da Oresti e una tesa
conclusione di Rulli bloccata da Pozzi, l’orgoglio rossoblu esce solo nel finale: Oresti
reclama per un fallo di mani, quindi Rulli si divora una ghiotta occasione, calciando
addosso a Pozzi in disperata uscita. Troppo tardi, da Urbino arriva solo un punto.