Sei sulla pagina 1di 39

SEZIONE ASSOCIATA

ISTITUTO PROFESSIONALE “A. CASALI”


PIACENZA

ESAME DI STATO

Anno scolastico 2019/20

DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE

Classe 5 sez. A

Indirizzo TECNICO DEI SERVIZI SOCIO SANITARI

1
INDICE

1. Composizione del Consiglio di classe pg. 3

2. Il Profilo culturale, educativo e professionale degli Istituti tecnici dei Servizi

socio-sanitari pg. 4

3. Risultati di apprendimento specificati in termini di conoscenze, capacità e

competenze pg. 5

4. Quadro orario del Tecnico dei Servizi socio-sanitari pg. 6

5. Profilo della classe pg. 6/7

6. Attività, percorsi, progetti pg. 7/8

7. Cittadinanza e Costituzione pg.9/10

8. Testi oggetto di studio nell’ambito dell’insegnamento di lingua e letteratura

italiana durante il quinto anno pg. 10/11

9. Criteri finali per la valutazione degli apprendimenti pg. 12-13

10. Percorso triennale per le competenze trasversali e per l'orientamento pg. 14-15

11. Valutazione pg. 16-17

12. Griglia di indicatori per l’attribuzione del voto di condotta pg. 18

13. Tabella dei crediti pg. 19-20

14. Preparazione all’esame di Stato/ Verbale del Consiglio di classe con


riferimento ai TESTI ASSEGNATI per gli ELABORATI pg. 21 e seg.

15. Allegato B – Griglia di valutazione del colloquio orale pg. 38

16. Firme dei docenti del Consiglio di classe pg. 39

2
Il Consiglio di Classe
Continuità Titolare
Cognome e Nome Docente Materia
didattica nell’istituto
3 4 5 SI/NO

CORTESE ANTONELLA ITALIANO/STORIA X X X SI

CATALANO DARIA PSICOLOGIA X X X SI

CALOGERO M.CRISTINA IGIENE E MEDICINA X X X SI

GIORDANO MARIA INGLESE X SI

OCARI EMANUELA MATEMATICA X SI

LOMBARDELLI LUCIA TECNICA x x SI


AMMINISTRATIVA

SCRIVANO CLIZIA DIRITTO E LEG. X NO


SOCIALE
SECONDA LINGUA: X
SALERNO GIULIANA FRANCESE NO

SCHIAVI SARA SECONDA LINGUA: X


SPAGNOLO SI

DADATI MARIO SCIENZE MOTORIE X X X SI

GROPPI STEFANO I.R.C. X X X SI

3
Il profilo culturale, educativo e professionale degli Istituti Tecnici dei Servizi socio sanitari

Il "Tecnico dei servizi socio-sanitari" possiede le competenze necessarie per organizzare ed attuare
interventi volti alla promozione della salute e del benessere bio – psico - sociale di persone o
comunità.
L'indirizzo si caratterizza per una visione integrata dei servizi sociali e sanitari del territorio nelle aree
che riguardano soprattutto la mediazione familiare, l'immigrazione, il disagio giovanile e le
problematiche relative alle fasce sociali più deboli.
Il corso di studi prevede, al terzo, quarto e quinto anno, esperienze di alternanza scuola-lavoro,
attraverso stage presso strutture e servizi per la prima infanzia, servizi per la disabilità e strutture
residenziali e non residenziali per anziani del territorio.
Il percorso di studi, di durata quinquennale, consente l'immediato inserimento nel mondo del lavoro
nell'ambito dei servizi rivolti alla prima infanzia, alla disabilità, agli anziani. Consente, inoltre,
l'accesso a tutte le facoltà universitarie per il conseguimento di laurea di primo e secondo livello. La
specificità della preparazione acquisita trova la sua più naturale prosecuzione nelle facoltà come
scienze della formazione primaria, scienze dell'educazione, psicologia, e scienze infermieristiche.

Le linee guida comprendono altresì l’articolazione in competenze, abilità e conoscenze dei risultati di
apprendimento, anche con riferimento al Quadro europeo delle qualifiche per l’apprendimento
permanente (European Qualifications Framework EQF). L’area di istruzione generale ha l’obiettivo
di fornire ai giovani la preparazione di base, acquisita attraverso il rafforzamento e lo sviluppo degli
assi culturali che caratterizzano l’obbligo di istruzione: asse dei linguaggi, matematico, scientifico-
tecnologico, storico-sociale. Le aree di indirizzo hanno l’obiettivo di far acquisire agli studenti sia
conoscenze teoriche e applicative spendibili in vari contesti di vita, di studio e di lavoro sia abilità
cognitive idonee per risolvere problemi, sapersi gestire autonomamente in ambiti caratterizzati da
innovazioni continue, assumere progressivamente anche responsabilità per la valutazione e il
miglioramento dei risultati ottenuti.

Le attività e gli insegnamenti relativi a “Cittadinanza e Costituzione” di cui all’art. 1 del decreto
legge 1 settembre 2008 n. 137, convertito con modificazioni, dalla legge 30 ottobre 2008, n. 169,
coinvolgono tutti gli ambiti disciplinari e si sviluppano, in particolare, in quelli di indirizzo

Profilo culturale e risultati di apprendimento dei percorsi del settore socio sanitario

Il Diplomato di istruzione professionale dell’indirizzo “Servizi socio-sanitari” possiede le


competenze necessarie per organizzare ed attuare interventi adeguati alle esigenze sociosanitarie di
persone e comunità, per la promozione della salute e del benessere bio-psicosociale. È in grado di:
▪ partecipare alla rilevazione dei bisogni socio-sanitari del territorio attraverso l’interazione con
soggetti istituzionali e professionali;
▪ rapportarsi ai competenti Enti pubblici e privati anche per orientare l’utenza verso idonee
strutture;
▪ intervenire nella gestione dell’impresa sociosanitaria e nella promozione di reti di servizio per
attività di assistenza e di animazione sociale;
▪ applicare la normativa vigente relativa alla privacy e alla sicurezza sociale e sanitaria;
▪ organizzare interventi a sostegno dell’inclusione sociale di persone, comunità e fasce deboli;
▪ interagire con gli utenti del servizio e predisporre piani individualizzati di intervento;
▪ individuare soluzioni corrette ai problemi organizzativi, psicologici e igienico-sanitari della
vita quotidiana;
▪ utilizzare metodi e strumenti di valutazione e monitoraggio della qualità del servizio erogato
nell’ottica del miglioramento e della valorizzazione delle risorse.

4
RISULTATI DI APPRENDIMENTO SPECIFICATI IN TERMINI DI CONOSCENZE,
CAPACITA’ E COMPETENZE

CONOSCENZE:

▪ Il tecnico dei servizi socio-sanitari aiuta le persone a soddisfare le proprie necessità.


▪ Favorisce il benessere e l'autonomia di coloro che vivono una condizione di difficoltà e
promuove l'armonico sviluppo dei soggetti in età evolutiva.
▪ Sa rapportarsi con i competenti Enti pubblici e privati anche per orientare l'utenza verso
idonee strutture.
▪ Interviene nella gestione dell'impresa socio-sanitaria e nella promozione di reti di servizio per
attività di assistenza e di animazione sociale.
▪ Applica la normativa vigente relativa alla privacy e alla sicurezza sociale e socio-sanitaria.
▪ Organizza interventi a sostegno dell'inclusione sociale di persone, comunità e fasce deboli.
Interagisce con gli utenti del servizio e predisporre piani individualizzati di intervento.
▪ Individua soluzioni corrette ai problemi organizzativi, psicologici, e igienico-sanitari della
vita quotidiana.
▪ Utilizza metodi e strumenti di valutazione e monitoraggio della qualità del servizio erogato
nell'ottica del miglioramento e della valorizzazione delle risorse
▪ Partecipa alla rilevazione dei bisogni socio-assistenziali del territorio attraverso l’interazione
con soggetti istituzionali e professionali

CAPACITA’E COMPETENZE:

Il tecnico dei servizi socio-sanitari è in grado di

▪ utilizzare metodologie e strumenti operativi per collaborare a rilevare i bisogni socio- sanitari
del territorio e concorrere a predisporre ed attuare progetti individuali, di gruppo e di
comunità;
▪ gestire azioni di informazione e di orientamento dell'utente per facilitare l'accessibilità e la
fruizione autonoma dell'utente per facilitare l'accessibilità e la fruizione autonoma dei servizi
pubblici e privati presenti sul territorio;
▪ collaborare nella gestione di progetti e attività dell'impresa sociale ed utilizzare strumenti
idonei per promuovere reti territoriali formali ed informali;
▪ contribuire a promuovere stili di vita rispettosi delle norme igieniche, della corretta
alimentazione e della sicurezza, a tutela del diritto alla salute e al benessere;
▪ utilizzare le principali tecniche di animazione sociale, ludica e culturale;
▪ realizzare azioni, in collaborazione con altre figure professionali, a sostegno e a tutela della
persona con disabilità e della sua famiglia, per favorire e migliorare la qualità della vita;
▪ facilitare la comunicazione tra persone e gruppi, anche di culture e contesti diversi, attraverso
linguaggi e sistemi di relazione adeguati;
▪ utilizzare strumenti informativi per la registrazione di quanto appreso
▪ raccogliere, archiviare e trasmettere dati relativi alle attività professionali svolte ai fini del
monitoraggio e della valutazione degli interventi e dei servizi.

5
Quadro orario dell’articolazione TECNICO DEI SERVIZI SOCIO SANITARI

III IV V
Lingua e letteratura italiana 4 4 4
Lingua inglese 3 3 3
Storia 2 2 2
Matematica 3 3 3
Igiene e cultura medico sanitaria 4 4 4
Seconda lingua comunitaria 3 3 3
Psicologia generale e applicata 4 5 5
Metodologie operative 3 - -
Diritto e legislazione socio-sanitaria 3 3 3
Tecnica amministrativa ed
2 2
economia sociale
Scienze motorie e sportive 2 2 2
Religione cattolica o attività
1 1 1
alternative
TOTALE ORE 32 32 32

Il profilo della classe :

La classe è composta da 16 studenti di cui 1 maschio e 15 femmine, tutti provenienti dalla 4°A. Due
alunni, pur ancora iscritti nella classe, hanno sospeso la frequenza alle lezioni in presenza a partire dal
mese di Gennaio.
Nel corso del triennio le discipline MATEMATICA, INGLESE, DIRITTO e SECONDA LINGUA
STRANIERA non hanno avuto continuità didattica.
Nonostante ciò, la classe ha saputo impegnarsi con volontà per conseguire, pur nell’avvicendamento dei
suddetti docenti, le adeguate competenze e abitudini metodologiche.
I docenti del Consiglio di classe hanno sempre collaborato per motivare tutti gli studenti alla costanza e
alla serietà nello studio, per invitarli alla ricerca e all’approfondimento personale, sollecitando la
partecipazione anche ad esperienze educativo-didattiche di carattere extrascolastico.
La classe nel complesso ha risposto con un atteggiamento propositivo e attivo allo svolgimento delle
attività curricolari, ma ha anche aderito con entusiasmo e serietà alle numerose iniziative extracurricolari
proposte.
Al termine di questo percorso formativo, atto a promuovere senso critico, consapevolezza delle proprie
attitudini e potenzialità, oltre che senso di appartenenza alla propria cultura e alla propria tradizione, il
gruppo-classe risulta comunque diversificato nelle conoscenze, nelle abilità acquisite, nella frequenza e
nella partecipazione.
Al termine del percorso scolastico il C.d.C. evidenzia tre principali fasce di livello:
• alla prima appartengono gli alunni che hanno raggiunto una solida conoscenza dei contenuti
disciplinari, che possiedono una buona competenza comunicativa, che hanno studiato in modo costante e
consapevole, frequentando assiduamente le lezioni e partecipando attivamente alle attività didattiche, per
cui sono in grado di rielaborare in modo autonomo le conoscenze acquisite.

6
• Alla seconda fascia appartengono gli alunni che hanno raggiunto una discreta conoscenza dei contenuti
disciplinari, hanno competenze diversificate in alcune discipline, hanno frequentato in modo abbastanza
regolare le lezioni, hanno partecipato alle attività didattiche in modo complessivamente adeguato.
• Nella terza fascia si colloca un numero molto ristretto di alunni che hanno raggiunto una conoscenza
sufficiente dei contenuti disciplinari, per lacune pregresse in alcune discipline e per una certa
discontinuità nello studio.
Dal punto di vista della socializzazione il gruppo-classe ha compiuto un percorso di positiva maturazione
e di progressivo rafforzamento della propria motivazione, tutti gli alunni sono aperti al dialogo con i pari
e con i docenti e pronti ad iniziare un nuovo ed importante percorso di vita.
Nella seconda parte dell’anno, in cui l’emergenza sanitaria ha purtroppo causato la mancanza di un
rapporto diretto tra alunni e docenti, il gruppo classe si è comunque distinto per la partecipazione assidua
e attiva alla Dad, per la disponibilità nei confronti sia degli insegnanti che dei compagni, per la serietà con
cui ha affrontato tale situazione di evidente disagio collettivo.
I rapporti con le famiglie sono stati sufficientementi regolari e collaborativi, ma in particolar modo il
Consiglio di Classe ha sempre tenuto monitorato profitto e comportamento degli studenti, soprattutto di
quelli più in difficoltà, confrontandosi ripetutamente, nei modi e nei tempi stabiliti, con le loro famiglie.
Nell’ambito delle attività di Alternanza Scuola-lavoro tutti gli studenti si sono distinti per impegno e
capacità di interagire efficacemente con gli utenti, gli operatori dei servizi e le strutture di riferimento,
dimostrando di saper applicare le competenze professionali acquisite nel corso delle attività programmate.
Otto studenti hanno frequentato con serietà ed impegno il corso sperimentale per conseguire la qualifica
OSS.

ATTIVITÀ,PERCORSI E PROGETTI

Incontri con esperti:


Tema:”Alimentazione e stili di vita” con gli Educatori di Strada
Evento con argomento” Informazioni sulla Privacy” presso Campus Credit Agricòle di Piacenza
Attività a scuola con gli “Operatori del sorriso”
Attività di laboratorio storico presso la Biblioteca Passerini-Landi di Piacenza
Convegno Disabilità e lavoro
Corso sicurezza base
Corso sicurezza alto rischio
Incontro con Cri

Progetti:
Progetto SOS” sull’intera classe (peer to peer con le classi seconde)
Progetto “La scuola che vorrei”
Progetto per “Festa finale anno scolastico”,
Progetto in piscina durante la “Settimana della flessibilità”,
Progetto “Palestra Kreativa”,
Progetto “Palestra aperta”
Progetto “La Pellegrina”
Progetto AVIS
Progetto VITA
Progetto Oss (solo per una parte della classe)
Progetto “Futuro in salute”
Progetto “Dae”
Progetto “Diverso da chi”

Viaggi di istruzione e visite guidate:


Visita e attività presso comunità di San Patrignano (Rm)
7
Viaggio di istruzione ( di 1 g ) con meta FIRENZE e uno con meta LE CINQUE TERRE (cl.3^)
Visita all’Istituto dei ciechi a Milano (nell’ambito dell’alternanza scuola-lavoro) – “Dialogo nel
buio”(cl.4^)
Viaggio di istruzione a Verona - Venezia in programma (cl.4^)
Visita guidata della mostra “Real body” a Milano (cl.4^)
Viaggio d’istruzione al Museo della I Guerra mondiale a Rovereto (Tn)
Visita alla “Girandola” (centro diurno a Piacenza)

Spettacoli teatrali :
Visione dello spettacolo teatrale “Romeo and Juliet” presso Teatro municipale di Piacenza
Visione del film “Mio fratello insegue i dinosauri”
Visione del docufilm “ Anna Frank – Vite parallele”

Incontri con docenti dell’Università Cattolica/Orientamento in uscita


Convegno di orientamento universitario presso Università Cattolica “Liberi di scegliere”

Attività sportive:
Attività in collaborazione con CIP
Fase di istituto corsa campestre
Festa dell’atletica leggera

CITTADINANZA E COSTITUZIONE

TITOLO BREVE ATTIVITA' COMPETENZE ACQUISITE


DESCRIZIONE SVOLTE, DURATA,
DELL’ATTIVITA’/PROGETTO SOGGETTI
COINVOLTI

Progetto Avis Percorso di promozione della Due incontri di tre ore con Partecipazione attiva
cittadinanza attiva e della esperti e testimoni Sviluppo di valori,
solidarietà atteggiamenti e
Obiettivi:essere consapevoli comportamenti finalizzati
dell’importanza di donare il alla responsabilità sociale e
sangue;avvicinare al mondo morale, nonché allo spirito di
del volontariato;comprendere solidarietà nei confronti del
l’importanza della solidarietà; prossimo
apprendere corretti stili di
vita (art.2)
Cittadinanza e Percorso di sensibilizzazione Durata bienniale con Conoscere e sostenere
salute : verso ciò che incontri di formazione con l’importanza della norma
FUTURO IN l’Organizzazione Mondiale esperti costituzionale che afferma che
SALUTE della Sanità definisce la tutela della salute dell’uomo
chiaramente come concetto di rappresenta non solo un diritto
salute individuale ma
L’articolo 32 della costituisce,altresì un interesse
Costituzione. di tutta la collettività
8
Progetto DAE Il percorso si propone di Durata triennale con Partecipazione attiva
diffondere la cultura della incontri di formazione ;
defibrillazione e l’uso di attività pratica; Impegno nella comunità
defibrillatori nella comunità peer to peer
per aumentare la Sviluppo di valori,
sopravvivenza di chi è colpito atteggiamenti e comportamenti
da arresto cardiaco.
finalizzati alla responsabilità
Obiettivi:
sociale e morale, nonché allo
riconoscere situazioni di
emergenza e di pericolo; spirito di solidarietà nei
saper assistere una persona confronti del prossimo
in difficoltà eseguendo
correttamente manovre
salvavita;
diventare cittadini
consapevoli e responsabili
che credono nel valore del
dono e del rispetto per tutti.

I principi della Dallo Statuto Albertino alla Video, analisi degli articoli e Comprendere l’origine e la struttura
Costituzione Costituzione. discussione. della Costituzione Italiana.
I principi fondamentali della classe -docente. Comprendere ed essere in grado di
Costituzione (analisi artt.1-12) riconoscere i principi fondamentali
della Costituzione come pilastro del
nostro ordinamento giuridico.
La voce della Una Costituzione antifascista Analisi degli articoli che Conoscere e comprendere i
legge (art. 3-21-22-49) l’Assemblea Costituente (2 motivi alla base dell’affermazione
Disposizioni transitorie e finali giugno 1946)riconosce alla dei principi costituzionali,
( XII) base della DEMOCRAZIA precedentemente negati dal
regime fascista, e del divieto di
ricostituzione del fascismo.
Viaggio di Luoghi e testimonianze della I Visita guidata del Museo e Conoscere le situazioni storico-
istruzione a Guerra mondiale in Trentino della città politico-sociali che hanno
ROVERETO (Tn) Riflessione sulla brochure preceduto e accompagnato lo
Museo della “Voci e oggetti della Grande scoppio della guerra in Italia e
guerra (Onlus) guerra” nella zona del Trentino e
dell’Alto-Adige
Convegno presso Diritti umani, diritti dei bambini Incontro di formazione con Sviluppo di valori, atteggiamenti
Università e degli adolescenti a 30 anni esperti e comportamenti finalizzati alla
Cattolica “Liberi dalla Convenzione ONU responsabilità sociale e morale
di scegliere”

La "cultura della Tematiche di attualità e Conferenza di esperti della Conoscere i contenuti delle
Privacy e Data riguardanti il mondo del Banca Credìt Agricole e competenze, delle conoscenze e
Protection"_ lavoro (legge sulla Privacy confronto diretto con gli delle esperienze maturate dal
Conferenza 2003) studenti team privacy del Gruppo,
presso Campus attraverso l'interpretazione delle
di Credìt regole, delle cautele, delle linee
Agricole di guida da adottare per vivere in
Piacenza completa sicurezza il mondo del
web.
9
Emergenza sanitaria “Covid-19” Riflessione guidata sulle Saper distinguere motivazioni
Tutela della salute restrizioni imposte dallo Stato temporanee legittime alla
Libertà fondamentali in riferimento alle limitazioni limitazione delle libertà personali
(analisi artt,16, 17, 32) delle libertà personali per riconosciute e garantite dalla
ragioni sanitarie. Costituzione. Saper riconoscere e
valutare il diritto alla salute, non
solo come diritto e garanzia del
singolo individuo ma dell’intera
collettività.

TESTI OGGETTO DI STUDIO NELL’AMBITO DELL’INSEGNAMENTO DI LINGUA E LETTERATURA


ITALIANA DURANTE IL QUINTO ANNO

Elenco dei testi oggetto di studio nell’ambito dell’insegnamento di Italiano durante il quinto
anno che saranno sottoposti ai candidati nel corso del colloquio orale di cui all’articolo 17
comma 1 dell’ordinanza ministeriale

Novella “Rosso Malpelo” G. VERGA

Dal romanzo “I Malavoglia” :


La famiglia Toscano e la partenza di G. VERGA
‘Ntoni

Dalla raccolta Myricae : “X Agosto” G. PASCOLI

Dal saggio Il Fanciullino: “E’ dentro di noi G: PASCOLI


un fanciullino”

Dal romanzo “Il Piacere” : “Andrea G. D’ANNUNZIO


Sperelli”

“Il Manifesto del Futurismo” F.T.MARINETTI

Dal romanzo “La coscienza di Zeno” :


Lo schiaffo del padre I.SVEVO

Dal saggio “l’Umorismo”:


Una vecchia signora imbellettata L.PIRANDELLO

Da Novelle per un anno:


“Il treno ha fischiato” L. PIRANDELLO

Dalla raccolta “Ed è subito sera” :


Ed è subito sera S. QUASIMODO
10
Dalla raccolta “Il porto sepolto”:
S.Martino del Carso G.UNGARETTI
Veglia
Fratelli
Dalla raccolta “Satura” :“ Ho sceso dandoti E. MONTALE
il braccio!”

Dal saggio : “ Sì viaggiare( con libri e T. PARKS


scrittori)”

Attività di recupero, sostegno e integrazione, processi individualizzati di


recupero ecc. ai sensi dell’O.M. 92 del 2007 e Circolare Ministeriale n. 12 del 2
febbraio 2009.
Recupero in itinere: l’attività è stata effettuata in modo sistematico da tutti i docenti, nei
momenti ritenuti più idonei, con rallentamento della normale attività didattica, per
riprendere argomenti ritenuti complessi o non adeguatamente assimilati dalla classe.
Attività di recupero : al termine del trimestre utilizzando tre giornate di sabato.

Criteri per la valutazione finale degli apprendimenti a.s. 2019/20


La valutazione finale degli apprendimenti scaturisce dall’osservazione del percorso svolto dallo studente
durante tutto l’anno scolastico e tiene conto quindi dei risultati del primo periodo didattico e delle attività in
presenza, nonché anche degli esiti delle attività didattiche a distanza. Per quanto riguarda la valutazione del
periodo della didattica a distanza, vengono considerati sia lo sviluppo delle competenze disciplinari

(conoscenze e processi), che lo sviluppo delle competenze trasversali (in riferimento alle competenze
chiave europee).
La rubrica sotto riportata è comune a tutti i dipartimenti e consente di ancorare gli esiti della DAD ad un
quadro di riferimento che esplicita diversi livelli progressivi di competenza. Il voto finale, in quanto
formulazione discrezionale di un giudizio complessivo del docente, è il risultato, non della media
matematica delle diverse prove di verifica, ma dell’osservazione del percorso dello studente, del suo livello
di maturazione complessiva e della sua evoluzione durante l’anno scolastico.

11
INDICATORI DESCRITTORI DI LIVELLO
LIVELLO SCARSO LIVELLO NON LIVELLO BASE LIVELLO LIVELLO
(G.I.) SUFFICIENTE (6) INTERMEDIO AVANZATO
(4/5) (7/8) (9/10)

CONOSCENZA DEI Lo studente ha Lo studente ha Lo studente ha Lo studente ha Lo studente ha


CONTENUTI E conoscenze molto conoscenze parziali conoscenze essenziali conoscenze complete conoscenze ampie e
ABILITA’ lacunose dei contenuti e/o frammentarie delle dei nuclei ed organizzate dei approfondite degli
(livello della disciplinari minimi, di discipline, di cui non fondamentali delle contenuti, che espone argomenti; espone i
completezza e cui non padroneggia i padroneggia i nuclei discipline; espone i con chiarezza; contenuti in modo e
precisione; padronanza nuclei essenziali; essenziali; espone i contenuti acquisiti usa i linguaggi chiaro e corretto,
dei linguaggi specifici) l’esposizione dei contenuti acquisiti in utilizzando con specifici delle diverse utilizzando con
contenuti risulta modo incompleto e qualche incertezza i discipline in modo precisione i
carente e lacunosa con frammentario, linguaggi specifici sostanzialmente linguaggi specifici
un utilizzo limitato e utilizzando i linguaggi delle diverse corretto. delle diverse
improprio (o assente) specifici delle diverse discipline. discipline.
dei linguaggi specifici. discipline senza
precisione e
correttezza.

12
METODI E L’alunno non è in L’alunno è in L’alunno è in L’alunno è in L’alunno è in
PROCESSI grado di grado solo grado di grado di grado di
organizzare e parzialmente di utilizzare utilizzare utilizzare
(capacità di ricerca applicare le utilizzare conoscenze e conoscenze e conoscenze e
delle informazioni, conoscenze conoscenze e reperire reperire reperire
metodo di studio, acquisite e non sa reperire informazioni informazioni; informazioni in
utilizzo degli reperire informazioni; semplici; sa manifesta un modo personale
strumenti, processi di informazioni; non non ha ancora applicare un adeguato metodo e creativo;
svolgimento dei possiede alcun elaborato un corretto metodo di studio e di dimostra di aver
compiti) metodo di studio; adeguato metodo di studio se lavoro; acquisito un
ha scarsa autonomia di studio; guidato; sa padroneggia gli metodo di studio
operativa e padroneggia con applicare i nuclei argomenti di e di lavoro
commette gravi difficoltà i essenziali degli studio e personali;
errori contenuti argomenti di organizza le padroneggia con
nell’organizzazione disciplinari studio in modo conoscenze sicurezza
delle procedure; minimi e a fatica accettabile e sapendo operare argomenti
realizza i compiti organizza le organizza le collegamenti complessi e
assegnati in modo conoscenze, conoscenze interdisciplinari; organizza le
incompleto e/o non sapendo operare operando struttura conoscenze
corretto, oppure non collegamenti collegamenti autonomamente sapendo operare
è in grado di interdisciplinari interdisciplinari le conoscenze, le gli opportuni
realizzarli. molto limitati; essenziali; abilità, le collegamenti;
possiede svolge i compiti competenze risolve i compiti
conoscenze e assegnati in disciplinari e assegnati in
abilità di base modo trasversali; è in modo autonomo
lacunose che sostanzialmente grado di svolgere e originale.
utilizza in modo corretto. con competenza i
confuso, compiti
pertanto nello assegnati.
svolgimento dei
compiti
assegnati
realizza prodotti
incompleti.

COMPETENZA L’alunno non L’alunno L’alunno L’alunno L’alunno


PERSONALE frequenta/frequenta dimostra frequenta in frequenta con frequenta con
(frequenza e sporadicamente, difficoltà a maniera puntualità e puntualità e
puntualità, non dimostra rispettare abbastanza assiduità. Si assiduità. Vive
consapevolezza di sé, interesse all’attività l’impegno della assidua ed è interessa anche la novità come
riflessione sulla proposta. frequenza e della generalmente di aspetti non sfida.
propria crescita puntualità. puntuale. noti
personale)

13
COMPETENZA Non collabora e non Fatica a Partecipa in Interagisce Interagisce in
SOCIALE sa gestire il collaborare, modo passivo, attivamente. modo
(partecipazione, confronto e fatica a gestire il fatica a gestire il Cerca di essere collaborativo,
collaborazione, rispettare i diversi confronto, a confronto, a disponibile al partecipativo e
rispetto dei tempi e punti di vista e i rispettare i rispettare i confronto nel costruttivo.
delle consegne, ruoli. Quando diversi punti di diversi punti di rispetto dei Favorisce il
responsabilità) partecipa, disturba vista e i ruoli. vista e i ruoli. diversi punti di confronto nel
lo svolgimento delle Disturba lo Rispetta le vista e dei ruoli. rispetto dei
attività. svolgimento regole. Rispetta le diversi punti di
delle attività. regole. vista. Rispetta le
regole in modo
consapevole e
responsabile.

COMPETENZA Non si attiva per Fatica a Comunica le Comunica le Comunica le


IMPRENDITORIALE comunicare idee o comunicare le proprie idee in proprie idee in proprie idee in
(problem solving, soluzioni alle proprie idee e, modo ancora modo chiaro e modo chiaro e
creatività) proposte. Non anche se guidato, confuso e solo se riesce a con entusiasmo;
raccoglie le fatica a guidato riesce a prevedere e sa prevedere e
sollecitazioni e non immaginare delineare le progettare alcune progettare
si interessa allo alcune risorse risorse modalità risorse e
svolgimento necessarie per necessarie per necessarie alla modalità
dell’attività. realizzare una realizzare una realizzazione necessarie alla
semplice attività semplice attività dell’attività; sa realizzazione di
o la soluzione a o una soluzione individuare le un’attività o sa
un problema ad un semplice principali trovare soluzioni
semplice. problema. soluzioni e strategie
possibili per diverse per
risolvere un risolvere un
problema. problema.

PERCORSO TRIENNALE PER LE COMPETENZE TRASVERSALI E PER L'ORIENTAMENTO

CLASSE TERZA: L'incremento della domanda di servizi d'assistenza che rispondano a standard di
qualità e tengano conto congiuntamente degli aspetti sia sociali che sanitari sono i motivi alla base
del progetto triennale "I care" teso a fornire competenze spendibili nel mercato del lavoro. Il
progetto, prevede,nel terzo anno , il corso sicurezza rischio basso on line e un corso, in presenza,
di sicurezza rischio alto rivolti a studenti che intendono conseguire alla fine del quinquiennio la
qualifica OSS; attività di formazione "Progetto Vita",visita e attività presso la comunità terapeutica
di San Patrignano ,Laboratori presso Istituto dei ciechi di Milano , ,progetto "Diverso da chi", e
stage nel mese di febbraio presso l'ospedale civile di Piacenza con laboratori e attività di
osservazione nei reparti

14
ATTIVITA’ PROFESSIONALITA’ COINVOLTE

Corso sicurezza base Esperti esterni 4 h

Corso sicurezza alto rischio Esperti esterni 12 h

Progetto Diverso da chi Esperti esterni 8h

Attività presso comunità di San Patrignano Educatori ed operatori della comunità 8h

Corso di formazione per l’utilizzo del Defibrillatore Esperti esterni 4 h


DAE

Laboratorio Istituto dei ciechi Milano Esperti esterni 6 h

Stage in azienda 120

Totale ore classe terza 162

CLASSE QUARTA:
Nel quarto anno il percorso prosegue con l’obiettivo di sviluppare le competenze necessarie ad
attuare interventi adeguati alle esigenze socio-sanitarie di persone e comunità, per la promozione
della salute e del benessere bio-psico-sociale. Si prevedono: attività di formazione istruttori per
strada "Progetto Vita", ,corso di primo soccorso e disostruzione pediatrica CRI partecipazione open
day Ospedale"Futuro in salute",incontri formativi con Avis, Progetto “La Pellegrina”e stage operativo
nel mese di maggio

Progetto La Pellegrina Educatori ed operatori della comunità 11 h

Futuro in Salute Esperti esterni 4 h

Convegno Disabilità e lavoro Esperti esterni 5 h

Real bodies Esperti esterni 8h

Cri Esperti esterni 2h

Dae istruttori per strada Esperti esterni 5h

Progetto Avis Esperti esterni 6h

Stage in azienda 120

Totale ore classe quarta 150

15
CLASSE QUINTA:

Nel quinto anno gli allievi, sperimentano attivamente il loro ruolo in ambito lavorativo; il percorso
prevede inoltre interventi di orientamento con esperti. L'attività si svolge sia in ambito scolastico
che in contesti lavorativi

VISITA PRESSO CDSR LA GIRANDOLA Educatori ed operatori del centro 5 h

PERCORSO Operatori del sorriso Esperti esterni 4 h

PROGETTO Avo e Futuro in Salute Esperti esterni 6 h

Convegno di orientamento universitario presso Esperti esterni 8 h


Univeristà Cattolica “Liberi di scegliere”

Stage in azienda solo per studenti oss 120 h

Totale ore classe quinta 23 h studenti non oss, 143 h studenti oss

VALUTAZIONE :

a) Criteri e strumenti di misurazione (punteggi e livelli) e della valutazione (indicatori e descrittori


adottati per l’attribuzione dei voti)

b) Griglia di indicatori per l’attribuzione del voto di condotta

c) Criteri per la quantificazione dei crediti scolastici

Ogni docente ha utilizzato per l’osservazione, la verifica e la valutazione gli strumenti ritenuti più idonei
e, in accordo con quanto stabilito nelle riunioni dei Dipartimenti disciplinari, relativamente alle griglie
adottate per la correzione e valutazione delle prove scritte e orali.
Per la valutazione del comportamento si è tenuto conto dell’interesse, dell’impegno e della
partecipazione; del rispetto delle persone e delle cose, non solo in classe ma in tutto l’ambiente scolastico;
della frequenza alle lezioni e della puntualità.
Per valutare l’apprendimento si è analizzato: il livello delle conoscenze apprese e la comprensione degli
argomenti; la competenza nell’utilizzare le conoscenze acquisite e la proprietà di linguaggio; la capacità
di rielaborare e collegare le conoscenze.
Le verifiche periodiche sono state momenti fondamentali per osservare il processo di apprendimento e per
rivedere la programmazione individuale e collegiale.
Le singole discipline hanno fatto riferimento a quanto stabilito nelle riunioni dei rispettivi dipartimenti,
fermo restando, per tutti, l’adeguamento ai criteri generali stabiliti nel POF di cui seguono le tabelle.

16
INDICATORI GIUDIZIO VOTO

Conoscenza particolarmente approfondita della materia,


con contributi personali; agilità e originalità nel realizzare ECCELLENTE 10
collegamenti; esposizione puntuale nei linguaggi specifici
complessi

Conoscenza approfondita della materia, autonomia di


rielaborazione critica, esposizione puntuale nei linguaggi OTTIMO 9
specifici complessi.

Conoscenza approfondita degli argomenti, sicurezza di 8


analisi e sintesi, esposizione sicura ed articolata BUONO

Conoscenze complete, elaborazione di semplici analisi e DISCRETO 7


sintesi, esposizione chiara

Conoscenza degli argomenti essenziali, esposizione SUFFICIENTE 6


semplice ma corretta

Conoscenza frammentaria e superficiale degli argomenti INSUFFICIENTE 5


ed esposizione approssimativa

Conoscenze scarse ed esposizione confusa GRAVEMENTE 4


INSUFFICIENTE

Conoscenze isolate e prive di significato DEL TUTTO 3


INSUFFICIENTE

Rifiuta di rispondere alle domande, consegna in bianco i MANCANZA DI 1 –2


compiti PRESTAZIONE

17
Griglia di indicatori per l’attribuzione del voto di condotta

GIUDIZIO INDICATORI
Esclusivamente per comportamenti di particolare gravità riconducibili alla
INSUFFICIENTE fattispecie per le quali lo Statuto delle studentesse e degli studenti nonché i
5 regolamenti di Istituto prevedano l’irrogazione di sanzione disciplinari che
comportino l’allontanamento temporaneo dello studente dalla comunità
scolastica per periodi superiori a quindici giorni (art.4, commi 9, 9bis e ter dello
statuto)
Frequenza irregolare e mancata giustificazione delle assenze.
SUFFICIENTE Attenzione e partecipazione discontinua e disturbo eccessivo. Atteggiamento non
6 consono al contesto nei confronti delle persone, del materiale e delle strutture.
Scarso rispetto delle regole scolastiche.

Attenzione e partecipazione complessivamente adeguata alle attività scolastiche.


DISCRETO Svolgimento complessivamente puntuale dei compiti assegnati.
7 Sostanziale correttezza nei rapporti interpersonali.
Sostanziale rispetto delle regole.

Partecipazione attiva alle lezioni


BUONO Costante adempimento dei doveri scolastici
8 Correttezza nei rapporti interpersonali
Rispetto delle norme disciplinari d’istituto.
Ruolo positivo nel gruppo classe

Interesse e partecipazione attiva e costruttiva alle lezioni


OTTIMO Puntuale e preciso svolgimento delle consegne scolastiche.
9 Rispetto degli altri e dell’ Istituzione scolastica
Ruolo trainante all’interno del gruppo classe

Partecipazione stimolante e critica


ECCELLENTE Massimo impegno con approfondimenti personali
10 Rispetto degli altri e dell’ Istituzione scolastica
Ruolo trainante all’interno del gruppo classe e massima disponibilità nei
confronti degli altri

LIBRI DI TESTO :

Sono indicati nei programmi specifici delle discipline.

Per il raggiungimento del punteggio massimo possibile, si tiene conto sia del credito scolastico che del
credito formativo.

18
CRITERI MINISTERIALI PER LA QUANTIFICAZIONE DEI CREDITI SCOLASTICI

19
CRITERI PER L’ASSEGNAZIONE DEI CREDITI SCOLASTICI

Per ottenere il punto di credito l’alunno deve possedere 2 indicatori tra quelli compresi tra le voci 1 e 6 oppure un
solo indicatore tra quelli compresi tra le voci da 7 a 21.

1 Alunno ammesso all’Esame di Stato o alla classe successiva con la media dei voti Deve essere
che presenta la parte decimale pari o superiore a cinque (es. 7,5). abbinato a un
altro
indicatore
2 Attività relative all’orientamento in entrata (2 eventi completi Deve essere
oppure 1 solo evento per gli allievi già iscritti anche per l’open abbinato a un
day di maggio) altro
indicatore
3 Laboratorio di lettura se svolto almeno per 2 incontri Deve essere
abbinato a un
altro
indicatore
4 Progetti realizzati dalla scuola in relazione al piano dell’offerta formativa in Deve essere
presenza fino al 21 febbraio e\o online fino alla fine dell’anno scolastico abbinato a un
altro
indicatore
5 Frequenza ai corsi in preparazione alle certificazioni linguistiche e informatiche Deve essere
(frequenza di almeno i 2/3 del monte ore previsto fino al 22\02) abbinato a un
altro
indicatore
6 Assegnazione di borse di studio per merito (non attivabile per il presente anno Deve essere
scolastico) abbinato a un
altro
indicatore
7 Patente europea del computer ECDL: si attribuisce il credito formativo in
presenza del superamento dei 7 esami previsti dalla certificazione (conseguita ma
non utilizzata ai fini dell’assegnazione del credito lo scorso anno)
Ente certificatore: Aica
8 Certificazione di conoscenza della lingua inglese FIRST, PET (conseguita ma
non utilizzata ai fini dell’assegnazione del credito lo scorso anno)
Ente certificatore Cambridge

20
9 Certificazione di conoscenza della lingua francese DELF (conseguita ma non
utilizzata ai fini dell’assegnazione del credito lo scorso anno)
Ente certificatore Ministère de l’Education Nationale
10 Certificazione di conoscenza della lingua spagnola DELE (sessione di
novembre)
Ente certificatore Instituto Cervantes
11 Certificazione di conoscenza della lingua tedesca B1 (conseguita ma non
utilizzata ai fini dell’assegnazione del credito lo scorso anno)
Ente certificatore Goethe Institut
12 Esperienze acquisite in ambiti sportivi di tipo agonistico che risultino continuative
per il periodo scolastico e che siano documentate da un tesseramento ad una
società sportiva regolarmente registrata - eventualmente documentate con
autocertificazione
13 Regolare frequenza, debitamente documentata anche mediante autocertificazione,
al conservatorio, accademia, attività artistica
14 Attività di volontariato debitamente documentata anche mediante
autocertificazione svolta per almeno 30 ore a partire dal mese di giugno 2019
15 Esperienze acquisite nell’ambito della società civile svolte per almeno 30 ore a
partire dal mese di giugno 2019 debitamente documentate anche mediante
autocertificazione
16 Frequenza documentata a corsi presso College o Università estere svolti in periodo
estivo (min 15 gg).
17 Progetti di mobilità studentesca (Erasmus, Intercultura, Pon)

18 Esperienza lavorativa non organizzata dalla scuola, documentata dal datore di


lavoro e specificante i compiti svolti e/o i ruoli ricoperti per almeno 30 giorni a
partire dal mese di giugno 2019

19 Gruppo sportivo di Istituto per chi svolge attività continuativa per 2 ore settimanali
(non attivabile per il presente anno scolastico)

20 Redazione del giornalino di Istituto

21 Gruppo teatrale fino al 21/2

PREPARAZIONE ALL’ESAME DI STATO

A seguito dell’ordinanza ministeriale del 16\05\2020 gli studenti sono stati informati circa la struttura e
le modalità di svolgimento del colloquio d’esame.

VERBALE DEL CONSIGLIO DELLA CLASSE 5^ A

Il giorno 25/05/2020 alle ore 14.30 si è riunito il C.d.c della classe 5^ A su piattaforma Teams per
discutere del seguente O.d.g.:

1. Modalità, criteri e tipologie dell’elaborato di Psicologia e Igiene

2. Proposta relativa alla tempistica del colloquio orale

Erano presenti i Proff: Cortese, Calogero, Catalano, Lombardelli, Giordano, Scrivano, Ocari,
Schiavi, Salerno, Dadati, Groppi.
21
Presiede la coordinatrice Prof.ssa Cortese Antonella, delegata dalla Dirigente scolastica Prof.ssa
Capra Cristina.

In riferimento al primo punto all’O.d.g. le docenti Catalano Daria e Calogero Maria Cristina
predispongono n. 16 prove, da destinare ai candidati all’esame di Stato 2019/2020 entro il 1° Giugno
2020 secondo modalità, criteri e tipologie che tengano conto del percorso didattico effettuato durante il
triennio e, in particolare, nell’anno scolastico corrente. Elaborato da redigere da parte del candidato ai
sensi dell’art.17 comma 1 dell’ordinanza sugli esami di stato. L’elaborato dovrà essere consegnato alle
docenti prof.sse Catalano e Calogero, entro il 13/05/2020, tramite e-mail inviata alla casella di posta
ufficiale: elaborati_casali@romagnosi.it

Secondo l’ordine alfabetico vengono assegnati i seguenti elaborati:

SCUOLA CASALI

CLASSE E ARTICOLAZIONE 5A SOCIO SANITARIO

DISCIPLINE: IGIENE E CULTURA MEDICO SANITARIA E PSICOLOGIA


GENERALE ED APPLICATA

COGNOME E NOME DEL CANDIDATO: CALAMARI FRANCESCA

DATA DI ASSEGNAZIONE: 01/06/2020

DOCENTI DELLA DISCIPLINA MARIA CRISTINA CALOGERO


DARIA CATALANO

TESTO DELL’ELABORATO:

Il candidato traendo spunto da un’esperienza di PCTO o da un’esperienza personale riconducibile ai nuclei fondanti delle

discipline di indirizzo (anziani, minori, disabili,disagio psichico,dipendenze,tecniche di comunicazione efficace nella relazione

d’aiuto) produca un elaborato interdisciplinare sulla tematica dei MINORI facendo riferimento a teorie ,tecniche e terapie

oggetto di studio e predisponendo un PI multidisciplinare rispondente ai bisogni e desideri del paziente.

Elaborato da redigere da parte del candidato ai sensi dell’art.17 comma 1 dell’ordinanza sugli esami
di stato.

22
SCUOLA CASALI

CLASSE E ARTICOLAZIONE 5A SOCIO SANITARIO

DISCIPLINE: IGIENE E CULTURA MEDICO SANITARIA E PSICOLOGIA


GENERALE ED APPLICATA

COGNOME E NOME DEL CANDIDATO: CASTALDI CAMILLA

DATA DI ASSEGNAZIONE: 01/06/2020

DOCENTI DELLA DISCIPLINA MARIA CRISTINA CALOGERO


DARIA CATALANO

TESTO DELL’ELABORATO

Il candidato traendo spunto da un’esperienza di PCTO o da un’esperienza personale riconducibile ai nuclei fondanti delle

discipline di indirizzo (anziani, minori, disabili,disagio psichico,dipendenze,tecniche di comunicazione efficace nella relazione

d’aiuto) produca un elaborato interdisciplinare sulla tematica della DISABILITÀ facendo riferimento a teorie, tecniche e

terapie oggetto di studio e predisponendo un PI multidisciplinare rispondente ai bisogni e desideri del paziente.

Elaborato da redigere da parte del candidato ai sensi dell’art.17 comma 1 dell’ordinanza sugli esami
di stato.
SCUOLA CASALI

CLASSE E ARTICOLAZIONE 5A SOCIO SANITARIO

DISCIPLINE: IGIENE E CULTURA MEDICO SANITARIA E PSICOLOGIA


GENERALE ED APPLICATA

COGNOME E NOME DEL CANDIDATO: ELSHESTAWI FERIAL FARAG FARAG

DATA DI ASSEGNAZIONE: 01/06/2020


23
DOCENTI DELLA DISCIPLINA MARIA CRISTINA CALOGERO
DARIA CATALANO

TESTO DELL’ELABORATO:

Il candidato traendo spunto da un’esperienza di PCTO o da un’esperienza personale riconducibile ai nuclei fondanti delle

discipline di indirizzo (anziani, minori, disabili,disagio psichico,dipendenze,tecniche di comunicazione efficace nella relazione

d’aiuto) produca un elaborato interdisciplinare sulla tematica della DISABILITÀ facendo riferimento a teorie,tecniche e

terapie oggetto di studio e predisponendo un PI multidisciplinare rispondente ai bisogni e desideri del paziente.

Elaborato da redigere da parte del candidato ai sensi dell’art.17 comma 1 dell’ordinanza sugli esami
di stato.

SCUOLA (ROMAGNOSI/CASALI) CASALI

CLASSE E ARTICOLAZIONE 5A SOCIO SANITARIO

DISCIPLINE: IGIENE E CULTURA MEDICO SANITARIA E PSICOLOGIA


GENERALE ED APPLICATA

COGNOME E NOME DEL CANDIDATO: ELSHESTAWI SAMEH FARAG FARAG

DATA DI ASSEGNAZIONE: 01/06/2020

DOCENTI DELLA DISCIPLINA MARIA CRISTINA CALOGERO


DARIA CATALANO

24
TESTO DELL’ELABORATO

Il candidato traendo spunto da un’esperienza di PCTO o da un’esperienza personale riconducibile ai nuclei fondanti delle

discipline di indirizzo (anziani, minori, disabili,disagio psichico,dipendenze,tecniche di comunicazione efficace nella relazione

d’aiuto) produca un elaborato interdisciplinare sulla tematica delle DIPENDENZE facendo riferimento a teorie,tecniche e

terapie oggetto di studio e predisponendo un PI multidisciplinare rispondente ai bisogni e desideri del paziente.

Elaborato da redigere da parte del candidato ai sensi dell’art.17 comma 1 dell’ordinanza sugli esami
di stato.

SCUOLA (ROMAGNOSI/CASALI) CASALI

CLASSE E ARTICOLAZIONE 5A SOCIO SANITARIO

DISCIPLINE: IGIENE E CULTURA MEDICO SANITARIA E PSICOLOGIA


GENERALE ED APPLICATA

COGNOME E NOME DEL CANDIDATO: FIORILLO BENEDETTA

DATA DI ASSEGNAZIONE: 01/06/2020

DOCENTI DELLA DISCIPLINA MARIA CRISTINA CALOGERO


DARIA CATALANO

TESTO DELL’ELABORATO:

Il candidato traendo spunto da un’esperienza di PCTO o da un’esperienza personale riconducibile ai nuclei fondanti delle

discipline di indirizzo (anziani, minori, disabili,disagio psichico,dipendenze,tecniche di comunicazione efficace nella relazione

d’aiuto) produca un elaborato interdisciplinare sulla tematica della DISABILITÀ facendo riferimento a teorie,tecniche e

terapie oggetto di studio e predisponendo un PI multidisciplinare rispondente ai bisogni e desideri del paziente.

25
Elaborato da redigere da parte del candidato ai sensi dell’art.17 comma 1 dell’ordinanza sugli esami
di stato.

SCUOLA (ROMAGNOSI/CASALI) CASALI

CLASSE E ARTICOLAZIONE 5A SOCIO SANITARIO

DISCIPLINE: IGIENE E CULTURA MEDICO SANITARIA E PSICOLOGIA


GENERALE ED APPLICATA

COGNOME E NOME DEL CANDIDATO: KEYTA SALIMATA LARISSA

DATA DI ASSEGNAZIONE: 01/06/2020

DOCENTI DELLA DISCIPLINA MARIA CRISTINA CALOGERO


DARIA CATALANO

TESTO DELL’ELABORATO

Il candidato traendo spunto da un’esperienza di PCTO o da un’esperienza personale riconducibile ai nuclei fondanti delle

discipline di indirizzo (anziani, minori, disabili,disagio psichico,dipendenze,tecniche di comunicazione efficace nella relazione

d’aiuto) produca un elaborato interdisciplinare sulla tematica degli ANZIANI facendo riferimento a teorie,tecniche e terapie

oggetto di studio e predisponendo un PI multidisciplinare rispondente ai bisogni e desideri del paziente.

26
Elaborato da redigere da parte del candidato ai sensi dell’art.17 comma 1 dell’ordinanza sugli esami
di stato.

SCUOLA (ROMAGNOSI/CASALI) CASALI

CLASSE E ARTICOLAZIONE 5A SOCIO SANITARIO

DISCIPLINE: IGIENE E CULTURA MEDICO SANITARIA E PSICOLOGIA


GENERALE ED APPLICATA

COGNOME E NOME DEL CANDIDATO: KHOUYA HAJAR

DATA DI ASSEGNAZIONE: 01/06/2020

DOCENTI DELLA DISCIPLINA MARIA CRISTINA CALOGERO


DARIA CATALANO

TESTO DELL’ELABORATO:

Il candidato traendo spunto da un’esperienza di PCTO o da un’esperienza personale riconducibile ai nuclei fondanti delle

discipline di indirizzo (anziani, minori, disabili,disagio psichico,dipendenze,tecniche di comunicazione efficace nella relazione

d’aiuto) produca un elaborato interdisciplinare sulla tematica della DISABILITÀ facendo riferimento a teorie,tecniche e

terapie oggetto di studio e predisponendo un PI multidisciplinare rispondente ai bisogni e desideri del paziente.

27
Elaborato da redigere da parte del candidato ai sensi dell’art.17 comma 1 dell’ordinanza sugli esami
di stato.

SCUOLA (ROMAGNOSI/CASALI) CASALI

CLASSE E ARTICOLAZIONE 5A SOCIO SANITARIO

DISCIPLINE: IGIENE E CULTURA MEDICO SANITARIA E PSICOLOGIA


GENERALE ED APPLICATA

COGNOME E NOME DEL CANDIDATO: LAMBERTI FRANCESCO

DATA DI ASSEGNAZIONE: 01/06/2020

DOCENTI DELLA DISCIPLINA MARIA CRISTINA CALOGERO


DARIA CATALANO

TESTO DELL’ELABORATO

Il candidato traendo spunto da un’esperienza di PCTO o da un’esperienza personale riconducibile ai nuclei fondanti delle

discipline di indirizzo (anziani, minori, disabili,disagio psichico,dipendenze,tecniche di comunicazione efficace nella relazione

d’aiuto) produca un elaborato interdisciplinare sulla tematica degli ANZIANI facendo riferimento a teorie,tecniche e terapie

oggetto di studio e predisponendo un PI multidisciplinare rispondente ai bisogni e desideri del paziente.

28
Elaborato da redigere da parte del candidato ai sensi dell’art.17 comma 1 dell’ordinanza sugli esami
di stato.

SCUOLA (ROMAGNOSI/CASALI) CASALI

CLASSE E ARTICOLAZIONE 5A SOCIO SANITARIO

DISCIPLINE: IGIENE E CULTURA MEDICO SANITARIA E PSICOLOGIA


GENERALE ED APPLICATA

COGNOME E NOME DEL CANDIDATO: LUSHA KLEVIA

DATA DI ASSEGNAZIONE: 01/06/2020

DOCENTI DELLA DISCIPLINA MARIA CRISTINA CALOGERO


DARIA CATALANO

TESTO DELL’ELABORATO:

Il candidato traendo spunto da un’esperienza di PCTO o da un’esperienza personale riconducibile ai nuclei fondanti delle

discipline di indirizzo (anziani, minori, disabili,disagio psichico,dipendenze,tecniche di comunicazione efficace nella relazione

d’aiuto) produca un elaborato interdisciplinare sulla tematica della DISABILITÀ facendo riferimento a teorie,tecniche e

terapie oggetto di studio e predisponendo un PI multidisciplinare rispondente ai bisogni e desideri del paziente.

29
Elaborato da redigere da parte del candidato ai sensi dell’art.17 comma 1 dell’ordinanza sugli esami
di stato.

SCUOLA (ROMAGNOSI/CASALI) CASALI

CLASSE E ARTICOLAZIONE 5A SOCIO SANITARIO

DISCIPLINE: IGIENE E CULTURA MEDICO SANITARIA E PSICOLOGIA


GENERALE ED APPLICATA

COGNOME E NOME DEL CANDIDATO: OSAYOMORE ANTHONIA

DATA DI ASSEGNAZIONE: 01/06/2020

DOCENTI DELLA DISCIPLINA MARIA CRISTINA CALOGERO


DARIA CATALANO

TESTO DELL’ELABORATO

Il candidato traendo spunto da un’esperienza di PCTO o da un’esperienza personale riconducibile ai nuclei fondanti delle

discipline di indirizzo (anziani, minori, disabili,disagio psichico,dipendenze,tecniche di comunicazione efficace nella relazione

d’aiuto) produca un elaborato interdisciplinare sulla tematica dei MINORI facendo riferimento a teorie,tecniche e terapie

oggetto di studio e predisponendo un PI multidisciplinare rispondente ai bisogni e desideri del paziente.

30
Elaborato da redigere da parte del candidato ai sensi dell’art.17 comma 1 dell’ordinanza sugli esami
di stato.

SCUOLA (ROMAGNOSI/CASALI) CASALI

CLASSE E ARTICOLAZIONE 5A SOCIO SANITARIO

DISCIPLINE: IGIENE E CULTURA MEDICO SANITARIA E PSICOLOGIA


GENERALE ED APPLICATA

COGNOME E NOME DEL CANDIDATO: SALANDRI SOPHIA

DATA DI ASSEGNAZIONE: 01/06/2020

DOCENTI DELLA DISCIPLINA MARIA CRISTINA CALOGERO


DARIA CATALANO

TESTO DELL’ELABORATO:

Il candidato traendo spunto da un’esperienza di PCTO o da un’esperienza personale riconducibile ai nuclei fondanti delle

discipline di indirizzo (anziani, minori, disabili,disagio psichico,dipendenze,tecniche di comunicazione efficace nella relazione

d’aiuto) produca un elaborato interdisciplinare sulla tematica della dei MINORI facendo riferimento a teorie,tecniche e terapie

oggetto di studio e predisponendo un PI multidisciplinare rispondente ai bisogni e desideri del paziente.

31
Elaborato da redigere da parte del candidato ai sensi dell’art.17 comma 1 dell’ordinanza sugli esami
di stato.

SCUOLA (ROMAGNOSI/CASALI) CASALI

CLASSE E ARTICOLAZIONE 5A SOCIO SANITARIO

DISCIPLINE: IGIENE E CULTURA MEDICO SANITARIA E PSICOLOGIA


GENERALE ED APPLICATA

COGNOME E NOME DEL CANDIDATO: SETHI KOMALPREET

DATA DI ASSEGNAZIONE: 01/06/2020

DOCENTI DELLA DISCIPLINA MARIA CRISTINA CALOGERO


DARIA CATALANO

TESTO DELL’ELABORATO

Il candidato traendo spunto da un’esperienza di PCTO o da un’esperienza personale riconducibile ai nuclei fondanti delle

discipline di indirizzo (anziani, minori, disabili,disagio psichico,dipendenze,tecniche di comunicazione efficace nella relazione

d’aiuto) produca un elaborato interdisciplinare sulla tematica del DISAGIO PSICHICO facendo riferimento a teorie,tecniche

e terapie oggetto di studio e predisponendo un PI multidisciplinare rispondente ai bisogni e desideri del paziente.

32
Elaborato da redigere da parte del candidato ai sensi dell’art.17 comma 1 dell’ordinanza sugli esami
di stato.

SCUOLA (ROMAGNOSI/CASALI) CASALI

CLASSE E ARTICOLAZIONE 5A SOCIO SANITARIO

DISCIPLINE: IGIENE E CULTURA MEDICO SANITARIA E PSICOLOGIA


GENERALE ED APPLICATA

COGNOME E NOME DEL CANDIDATO: SILVESTRINI LINDA

DATA DI ASSEGNAZIONE: 01/06/2020

DOCENTI DELLA DISCIPLINA MARIA CRISTINA CALOGERO


DARIA CATALANO

TESTO DELL’ELABORATO:

Il candidato traendo spunto da un’esperienza di PCTO o da un’esperienza personale riconducibile ai nuclei fondanti delle

discipline di indirizzo (anziani, minori, disabili,disagio psichico,dipendenze,tecniche di comunicazione efficace nella relazione

d’aiuto) produca un elaborato interdisciplinare sulla tematica degli ANZIANI facendo riferimento a teorie,tecniche e terapie

oggetto di studio e predisponendo un PI multidisciplinare rispondente ai bisogni e desideri del paziente.

33
Elaborato da redigere da parte del candidato ai sensi dell’art.17 comma 1 dell’ordinanza sugli esami
di stato.

SCUOLA (ROMAGNOSI/CASALI) CASALI

CLASSE E ARTICOLAZIONE 5A SOCIO SANITARIO

DISCIPLINE: IGIENE E CULTURA MEDICO SANITARIA E PSICOLOGIA


GENERALE ED APPLICATA

COGNOME E NOME DEL CANDIDATO: SOLTANE HANANE

DATA DI ASSEGNAZIONE: 01/06/2020

DOCENTI DELLA DISCIPLINA MARIA CRISTINA CALOGERO


DARIA CATALANO

TESTO DELL’ELABORATO

Il candidato traendo spunto da un’esperienza di PCTO o da un’esperienza personale riconducibile ai nuclei fondanti delle

discipline di indirizzo (anziani, minori, disabili,disagio psichico,dipendenze,tecniche di comunicazione efficace nella relazione

d’aiuto) produca un elaborato interdisciplinare sulla tematica del DISAGIO PSICHICO facendo riferimento a teorie,tecniche

e terapie oggetto di studio e predisponendo un PI multidisciplinare rispondente ai bisogni e desideri del paziente.

34
Elaborato da redigere da parte del candidato ai sensi dell’art.17 comma 1 dell’ordinanza sugli esami
di stato.

SCUOLA (ROMAGNOSI/CASALI) CASALI

CLASSE E ARTICOLAZIONE 5A SOCIO SANITARIO

DISCIPLINE: IGIENE E CULTURA MEDICO SANITARIA E PSICOLOGIA


GENERALE ED APPLICATA

COGNOME E NOME DEL CANDIDATO: TRIANI SHARON

DATA DI ASSEGNAZIONE: 01/06/2020

DOCENTI DELLA DISCIPLINA MARIA CRISTINA CALOGERO


DARIA CATALANO

TESTO DELL’ELABORATO:
Il candidato traendo spunto da un’esperienza di PCTO o da un’esperienza personale riconducibile ai nuclei fondanti delle

discipline di indirizzo (anziani, minori, disabili,disagio psichico,dipendenze,tecniche di comunicazione efficace nella relazione

d’aiuto) produca un elaborato interdisciplinare sulla tematica dei MINORI facendo riferimento a teorie,tecniche e terapie

oggetto di studio e predisponendo un PI multidisciplinare rispondente ai bisogni e desideri del paziente.

35
Elaborato da redigere da parte del candidato ai sensi dell’art.17 comma 1 dell’ordinanza sugli esami
di stato.

SCUOLA (ROMAGNOSI/CASALI) CASALI

CLASSE E ARTICOLAZIONE 5A SOCIO SANITARIO

DISCIPLINE: IGIENE E CULTURA MEDICO SANITARIA E PSICOLOGIA


GENERALE ED APPLICATA

COGNOME E NOME DEL CANDIDATO: TRIFAN RAFFAELLA VALERIA

DATA DI ASSEGNAZIONE: 01/06/2020

DOCENTI DELLA DISCIPLINA MARIA CRISTINA CALOGERO


DARIA CATALANO

TESTO DELL’ELABORATO

Il candidato traendo spunto da un’esperienza di PCTO o da un’esperienza personale riconducibile ai nuclei fondanti delle

discipline di indirizzo (anziani, minori, disabili,disagio psichico,dipendenze,tecniche di comunicazione efficace nella relazione

d’aiuto) produca un elaborato interdisciplinare sulla tematica dei MINORI facendo riferimento a teorie,tecniche e terapie

oggetto di studio e predisponendo un PI multidisciplinare rispondente ai bisogni e desideri del paziente.

36
MODALITA’/ CRITERI/ TIPOLOGIE dell’ELABORATO DI PSICOLOGIA/IGIENE
La prova predisposta dai docenti tende a verificare le competenze richieste dal PECUP e compatibili con
le necessità del mercato del lavoro territoriale .
La tipologia scelta è mista:
1. analisi e soluzione di problematiche della propria area professionale
2. individuazione e predisposizione delle fasi per la realizzazione di un servizio proponendo
eventualmente anche un esempio di calendarizzazione e/o attività specifica.
3. Definizione, analisi ed elaborazione di un tema relativo al percorso sulla base di un’esperienza
personale del discente vissuta in contesto educativo formale o informale.
Obiettivi della prova:
✓ Utilizzare gli strumenti culturali e metodologici necessari nell’ambito socio-sanitario.
✓ Realizzare azioni e progetti ludici e di animazione in collaborazione con altre figure professionali
per soggetti, minori, diversamente abili e anziani.
✓ Proporre modelli di intervento adeguati alle problematiche.
✓ Realizzare azioni a sostegno e a favore dei soggetti fragili
✓ Individuare e descrivere sintomi e conseguenze delle malattie cronico-degenerative, genetiche,
traumatiche e i loro fattori di rischio.
✓ Descrivere e analizzare i percorsi riabilitativi, i test e le scale valutative delle patologie.
✓ Conoscere stili di vita rispettosi delle norme igieniche, di una corretta alimentazione, della
sicurezza, e a tutela del diritto alla salute e al benessere delle persone.
✓ Saper descrivere e distinguere le competenze delle principali figure professionali in ambito socio-
sanitario, nella differenziazione di ruoli e responsabilità
In riferimento al secondo punto all’Odg, il Consiglio di classe , nell’ottica di permettere un equo,
adeguato e soddisfacente espletamento del colloquio stesso, ipotizza la seguente tempistica :
a : discussione dell’ elaborato concernente le discipline di indirizzo (10 minuti circa)
b: discussione di un breve testo di lingua e letteratura italiana (10 minuti circa)
c : analisi del materiale scelto dalla commissione per favorire la trattazione dei nodi
concettuali caratterizzanti le diverse discipline e del loro rapporto interdisciplinare (20
minuti circa)
d : esposizione dell’esperienza di PCTO
ED
e : accertamento delle conoscenze e delle competenze maturate dal candidato nell’ambito
delle attività relative a “ Cittadinanza e Costituzione” (15 minuti circa)

Esaurita la trattazione degli argomenti all’ O.d.g, la seduta è tolta alle ore 15.30.
Letto, approvato e sottoscritto

Piacenza, 25/5/2020 La docente Coordinatrice


Prof.ssa Antonella Cortese

37
38
IL CONSIGLIO DI CLASSE

Firma per esteso e leggibile


Docente

CORTESE ANTONELLA

CATALANO DARIA

CALOGERO M.CRISTINA

OCARI EMANUELA

GIORDANO MARIA

LOMBARDELLI LUCIA

SALERNO GIULIANA

SCHIAVI SARA

DADATI MARIO

GROPPI STEFANO

Piacenza, 30 maggio 2020


IL DIRIGENTE SCOLASTICO
(Prof. Cristina Capra)

Allegati:
• Programmi delle singole discipline e presentazioni della classe
• Documentazione riservata

39

Potrebbero piacerti anche