Sei sulla pagina 1di 19

AUTONOMIA DIDATTICA ORGANIZZATIVA

di RICERCA, SPERIMENTAZIONE e
SVILUPPO
DPR n. 275/1999

Valutazione e Miglioramento

e.idato
VALUTAZIONE E MIGLIORAMENTO

e.idato
SCOPO DELLA VALUTAZIONE
ESTERNA
 Attraverso l’approfondimento e la lettura dei diversi
aspetti dell’organizzazione scolastica e dellepriorità
sulle quali orientare il miglioramento, fornire alle
scuole elementi e indicazioni per la messa a punto,
l’attuazione e/o la modifica dei Piani di miglioramento

e.idato
Cosa e’ il RAV

 Documento che le scuole hanno il compito di


elaborare e inserire su piattaforma on-line,
contenente dati di loro competenza diretta oltre
che dati informativi e statistici sugli aspetti
fondamentali del funzionamento del sistema
scolastico

e.idato
Quadro di riferimento teorico Invalsi –
aree di valutazione

 Area relativa al Contesto


 Area relativa ai Risultati
 Area relativa ai Processi

e.idato
• Relazione educativa • Ambiente
• Scelte curricolari • Capitale sociale
• Continuità e • Risorse economiche e
Orientamento materiali
• Progettazione – • Risorse Professionali
valutazione Pratiche Contesto Socio-
• Inclusione educative e Ambientale e
didattiche Risorse

Ambiente
Esiti organizzativo
Formativi ed per
• Successo scolastico Educativi l’apprendimento • Autovalutazione
• Competenze di base • Sviluppo professionale
• Equità degli esiti • Gestione Risorse
• Risultati a distanza • Identità strategica
• Governo Territorio

e.idato
Ambiente Territorio e Capitale sociale
Caratteristiche economiche territorio
Area geografica – provenienza socio – culturale
Vocazione culturale e produttiva degli studenti
Profilo della popolazione Risorse e competenze presenti nella comunità per la
cooperazione, la partecipazione e l’interazione sociale
Tassi di immigrazione
Soggetti Istituzionali e non presenti sul territorio
Configurazione della scuola
( plessi, accorpamenti etc) Dimensione
CONTESTO
linee guida Invalsi
Vales e VM

Risorse economiche e Risorse professionali


materiali
Qualità delle strutture e infrastrutture Competenze professionali Docenti
scolastiche Personale amministrativo, tecnico e ausiliare

Dotazioni tecnologiche
Fonti di finanziamento pubblicoe
privato
e.idato
Dimensione dei processi
Pratiche educative e didattiche
linee guida Invalsi Vales e VM

Scelte curricolari Continuità


Progettazione del curricolo ( obiettivi e traguardi) educativa nel
passaggio da un
Monitoraggio ordine di scuola
Arricchimento dell’offerta formativa curricolare all’altro
Criteri e strumenti condivisi per la valutazione
Utilizzo degli esiti della valutazione

Ambienti di Inclusione e Orientamento


apprendimento Differenziazione
azioni intraprese
Dimensione didattica Strategie inclusione DSAe dalla scuola per
BES orientare gli studenti
Dimensione organizzativa Valorizzazione e gestione alla conoscenza del
delle differenze sé e all’orientamento
Dimensione relazionale - scolastico e
educativa Recupero e Potenziamento professionale
e.idato
Dimensione dei processi
Pratiche gestionali e organizzative
Invalsi linee guida Progetti Vales e VM

Gestione strategica e stile di


direzione della scuola Integrazione con il
Condivisione indirizzi, valori e visione di sviluppo
territorio
dell’Istituto Accordi, coordinamento
Stile di leadership e sviluppo di reti
Forme di gestione della scuola da parte del DS e dello territoriali
Staff

Sviluppo delle Valorizzazione delle Rapporti con le


risorse umane risorse umane famiglie
Formazione Valorizzazione delle Coinvolgimento e
competenze confronto con le
Aggiornamento del
Assegnazione incarichi famiglie
personale scolastico
Formazione tra pari Collaborazione per
Gruppi di lavoro l’elaborazione
e.idato
dell’offerta formativa
Successo scolastico
Risultati a distanza
Successo formativo

Esiti
formativi ed
educativi
Linee guida Invalsi
progetti Vales e VM

Competenze base
Competenze chiave e di Prove standardizzate
cittadinanza attiva
nazionali
Equità degli esiti
e.idato
Struttura del rapporto di
Autovalutazione

 5 Sezioni
1. Contesto e risorse
2. Esiti
3. Processi
4. Il processo di autovalutazione
5. Individuazione delle priorità

e.idato
Il Rapporto di Autovalutazione presenta

Domande guida
Indicatori
Rubriche di valutazione
Motivazione del giudizio assegnato

e.idato
Rubriche di Valutazione
del RAV
Rubrica come strumento di 11 Rubriche di valutazione
valutazione formativa corrispondenti alle aree
oggetto di valutazione

 Criterio di qualità
 Pervalutare la qualità delle
azioni realizzate dallescuole  Scala di valutazionea 7 livelli
 Motivazione del giudizio

e.idato
Dimensione Esiti
Aree Criteri di qualità

Risultati scolastici La scuola garantisce il successo formativo degli studenti.

Risultati nelle prove La scuola assicura l’acquisizione dei livelli essenziali di


standardizzate competenze (misurate con le prove standardizzate nazionali)
per tutti gli studenti

Competenze chiave e La scuola assicura l’acquisizione delle competenze chiave e di


di cittadinanza cittadinanza degli studenti

Risultati a distanza La scuola favorisce il successo degli studenti nei successivi


percorsi di studio e di lavoro.

e.idato
Fonti informative sulla scuola
 Fascicolo scuola in chiaro MIUR
 Risultati delle prove Invalsi
 Dati Questionario scuola invalsi
 Dati questionario studenti, insegnanti e genitori
Invalsi

e.idato
I risultati delle prove Invalsi
conseguiti dalla scuola e dalle classi

Strumento di diagnosi per migliorare l’offerta formativa

 Andamento complessivo dei livelli di apprendimento degli


studenti della scuola rispetto alla media dell’Italia, dell’area
geografica e della regione di appartenenza;
 Andamento complessivo delle singole classi nelle prove di
Italiano, Matematica e Inglese ;
 Andamento della singola classe e del singolo studente per ogni
singola prova

e.idato
Area restituzione Dati
per il Referente per la valutazione
 Punteggi generali
 Dettagli della prova di Italiano, Matematica, Inglese
 Distribuzione degli studenti per livelli di apprendimento da
1a5
 Correlazioni
 Dettaglio risposte per item – Italiano, Matematica, Inglese
(valori percentuali)

e.idato
Punteggi generali
Istituzione scolastica nel suo complesso
tavola per classe e per materia
 Media del punteggio percentuale al netto delcheating,
 Esiti degli studenti al netto del cheating nellastessa
scala del rapporto nazionale;
 Differenza dei risultati ( punteggio percentuale)
rispetto a classi/scuole con background socio-
economico- culturale simile;
 Punteggio regione, area geografica, punteggio
nazionale;
 Percentuale di cheating.

e.idato
Normativa in materia di valutazione ed
Esami di Stato I ciclo di istruzione
Dlgs n. 62/2017: norme in materia di valutazione e
certificazione delle competenze nel
I Ciclo di istruzione ed Esami di
Stato;
DM n.741/2017: Esame di Stato del I Ciclo di
istruzione;
DM n. 742/2017: Finalità certificazione
competenze I ciclo di istruzione;
Nota n. 1865 Ottobre 2017 – Esami I ciclo
istruzione –Indicazioni
e.idato
svolgimento prove INVALSI

Potrebbero piacerti anche