Sei sulla pagina 1di 4

Che esperienze hai fatto?

A. Leggi le frasi e segna la tua risposta. Sì No

1. Ho piantato un albero. ___ ___


2. Ho cucito un bottone. ___ ___
3. Ho guidato una macchina. (pero non mi piace) ___
___
4. Ho cucinato per più di cinque persone. ___ ___
5. Ho mangiato del coniglio. ___ ___
6. Ho bevuto una birra. (ma neanche mi piace)
___ ___
7. Ho fumato una sigaretta. ___ ___
8. Ho cantato, ballato, recitato o suonato uno strumento in pubblico. ___ ___

Nella scuola elementare, mille anni fa

Fa = hace

9. Ho conosciuto di persona un famoso. ___ ___

Sono andata al teatro, e ho fatto foto


Sembra un barbone = linyera

10. Ho dormito al cinema o a teatro.


No, perche mi piace ___ ___
11. Sono andato/a in Italia. ___ ___
Sono andata Solo all’earoporto
12. Sono andato/a a cavallo. ___ ___
13. Sono andato/a allo stadio per vedere una partita di calcio. ___ ___
Sono andata allo stadio, ma non per vedere una partita.
14. Ho sciato. ___ ___
15. Ho avuto un colpo di fulmine. ___ ___
16. Ho scritto (a mano) una lettera d'amore. ___ ___
17. Ho visto una stella fugace.
No, ma mi piacerebbe
Paicerebbe = me gustaría ___ ___
18. Ho letto un libro di più di cinquecento pagine. ___ ___
Si, molti.
19. Ho detto una bugia.
Si, mille . ma non mi piace ___ ___

1/3
20. Ho fatto l'autostop. ___ ___

B. Adesso intervista i tuoi compagni. Per ogni esperienza cerca una persona che
l’ha fatta. Attenzione: ad ogni compagno puoi fare solo cinque domande.

Esempio: Sergio, hai piantato un albero?


Valentina, hai mangiato del coniglio?
Mario, sei andato in Italia?
Silvia, sei andata a cavallo?

C. Adesso riferisci al gruppo le esperienze dei tuoi compagni.

Esempio: Sergio ha piantato un albero.


Valentina ha mangiato del coniglio.
Mario è andato in Italia.
Silvia è andata a cavallo.
D. Scrivi accanto ad ogni infinito il numero della frase nella quale è usato.

andare cucinare guidare scrivere


avere cucire leggere suonare
ballare dire mangiare vedere
bere dormire piantare
cantare fare recitare
conoscere fumare sciare

E. Riflessione grammaticale.

Per esprimere un'azione passata puntuale e compiuta hai usato il tempo verbale che si
chiama PASSATO PROSSIMO.
Osserva le frasi del questionario e completa le regole.

1. Il passato prossimo è un tempo a) semplice b) composto.

2. Il passato prossimo si compone di un verbo ausiliare coniugato al presente, che è in

alcuni casi il verbo ____________ e in alcuni casi il verbo ____________, e del

participio a) presente b) passato.

2/3
3. Il participio passato dei verbi in –_______ finisce in -ATO , dei verbi in –_______

finisce in -UTO e dei verbi in –_______ finisce in -ITO .

4. Alcuni participi sono irregolari, per esempio _________, _________, _________,

_________, _________ .

5. Quando si usa l'ausiliare ____________, il participio è invariabile.

Quando si usa l'ausiliare ____________, la desinenza del participio varia.

Questionario Che esperienze hai fatto – Guida per l’insegnante

Modalità di lavoro 1: Anticipazione del passato prossimo

A. Lavoro individuale.
Ogni studente compila il questionario a seconda delle sue esperienze personali. Se
necessario, il professore chiarisce il lessico usato.

B. Attività di produzione orale, lavoro a coppie.


Gli studenti si intervistano tra di loro secondo la consegna dell’esercizio. La quantità
limitata di domande da fare ad ogni persona intervistata costringe gli studenti ad interagire
con vari compagni. Il docente pone fine all’attività quando qualcuno è riuscito ad ottenere
almeno una risposta positiva ad ogni item del questionario o quando vede che tutte le
domande sono state esaurite.
Si danno quattro esempi per aiutare lo studente a formulare correttamente le domande sia
con l’ausiliare avere che con l’ausiliare essere, sia al maschile che al femminile. In questo
momento il docente si limita a chiarire (solo se necessario) che esempio seguire se la
domanda è rivolta ad un compagno e che esempio seguire se la domanda è rivolta ad una
compagna senza approfondire la spiegazione teorica della scelta dell’ausiliare o della
concordanza del participio passato.

C. Attività di produzione orale, lavoro in plenum.


Gli studenti riferiscono le esperienze dei loro compagni. Per formulare correttamente le
frasi seguono gli esempi citati. A seconda della quantità di alunni nel gruppo il docente
decide quanto tempo dedicare a quest’attività .

3/3
D. Lavoro individuale o a coppie con un confronto posteriore in plenum.
Seguire la consegna dell’esercizio.

E. Riflessione grammaticale. Lavoro individuale o a coppie con un confronto posteriore in


plenum.
Seguire la consegna dell’esercizio. Le regole completate dagli studenti serviranno loro come
aiuto-memoria nelle fasi successive dell’apprendimento più profondo del passato prossimo.
In nessun caso si pretende la loro perfetta padronanza in questa tappa. Trattandosi del
primo approccio all'argomento che verrà presentato a più riprese, si sconsiglia
approfondire la parte teorica (scelta dell'ausiliare, concordanze, participi irregolari).

Modalità di lavoro 2: Esercitazione del passato prossimo

Si procede nello stesso modo come nella modalità di anticipazione svolgendo tutti gli item. In
quel caso la parte della riflessione grammaticale serve come ripasso delle regole già studiate.

Se gli alunni sono già familiarizzati con il passato prossimo è possibile distribuire unicamente
le copie della parte A, dare le consegne B e C oralmente ed omettere le parti D ed E. In quel caso
l’attività funziona come la pratica orale del passato prossimo.
Per coinvolgere più intensamente l’interesse personale degli alunni prima della fase di
interviste tra i compagni si può chiedere che ogni studente aggiunga altre cinque esperienze al
questionario.

4/3

Potrebbero piacerti anche