Sei sulla pagina 1di 7

Capitolo 3

Decisioni finanziarie e legge del prezzo unico


3-1. Il beneficio derivante dallo sconto è connesso al fatto che Honda venderà più veicoli e lucrerà un profitto
su ciascuno di essi:
Beneficio = profitto di $6.000 per veicolo × 15.000 veicoli incrementali venduti = 90 milioni di $.
Il costo derivante dallo sconto è connesso ai minori introiti che Honda realizzerà sui veicoli che avrebbe
comunque venduto:
Costo = perdita di $2.000 per ciascun veicolo × 40.000 veicoli che avrebbe comunque venduto senza
sconto = 80 milioni di $.
Perciò, Benefici – Costi = 90 milioni di $ – 80 milioni di $ = 10 milioni di $. L’offerta dello sconto
sembra una buona decisione.
(In alternativa, possiamo vedere il problema in termini di profitti totali, anziché incrementali: Beneficio
definito come $6.000/veicolo × 55.000 veicoli venduti = 330 milioni di $; costo definito come
$8.000/veicolo × 40.000 veicoli venduti = 320 milioni di $).
3-2. L’acquirente ceco offre = 2.000.000 CZK / (25,50 CZK/USD) = 78.431,37 USD
Il fornitore tailandese offre = 3.000.000 THB / (41,25 THB/USD) = 72.727,27 USD
Il valore complessivo della transazione è pari a $78.431 – $72.727 = $5.704 oggi.
3-3. Il prezzo di mercato dell’etanolo per cui la trasformazione risulta conveniente è pari a ($3,75 + $1,60)/ 3
galloni di etanolo = $1,78 per ogni gallone di etanolo.
3-4.
a. Bonus azionario = 100 × $63 = $6.300
Bonus in contanti = $5.000
Poiché potete vendere (o comprare) le azioni per $6.300 in contanti, oggi, il suo valore è pari a $6.300 che
è migliore del bonus in contanti.
b. Poiché potete acquistare le azioni oggi, per $6.300, se lo voleste, il valore del bonus azionario non può
essere maggiore di $6.300. Tuttavia, se siete vincolati a tenere le azioni in portafoglio per un anno, il
valore del bonus azionario potrebbe essere inferiore a $6.300. Il suo valore dipenderà dal prezzo che
prevedete possa avere l’azione il prossimo anno, nonché dal rischio che ritenete di dover sopportare.
Potete decidere che sia meglio avere $5.000 in contanti, piuttosto che aspettare per avere un valore incerto
fra un anno.
3-5.
a. Il prezzo di acquisto del biglietto è di $359. Il prezzo per acquistare le miglia è di 5.000 × $0,03 = $150.
Dovreste quindi acquistare le miglia.

b. Nella parte (a) del problema, le miglia diventerebbero prive di valore se non utilizzate. In questo caso,
invece, non sono prive di valore e bisognerà confrontarle con il costo per il loro utilizzo. Poiché non esiste
un prezzo di mercato concorrenziale per queste miglia (si possono acquistare a $0,03 ma non vendere per
quel prezzo) la decisione dipenderà da quanto valutate le miglia (che dipenderà dalla vostra probabilità di
utilizzarle in futuro).
2 Berk/DeMarzo • Finanza aziendale terza edizione

3-6.
a. Avere $200 oggi equivale ad avere 200 × 1,04 = $208 fra un anno.

b. Avere $200 fra un anno equivale ad avere 200 / 1,04 = $192,31 oggi.

c. Poiché una somma di denaro oggi vale di più della stessa somma in futuro, $200 oggi sono da preferire
rispetto a $200 fra un anno. Questa risposta è corretta anche se voi non aveste bisogno di denaro oggi,
poiché, dall’investimento dei $200 ricevuti oggi, al corrente tasso di interesse, ricevereste più di $200 fra
un anno.
3-7. Costo = 1 milione di $ oggi
Beneficio  114 milioni di yen tra un anno
 ¥1,02 tra un anno 
 114 milioni di yen tra un anno     111,76 milioni di yen oggi
 ¥ oggi 
 110¥ 
 111,76 milioni di yen     1,016 milioni di $ oggi
 $ oggi 
VAN  1,016 milioni di $  1 milione di $  $16.000
Il VAN è positivo. È una buona opportunità d’investimento.
3-8. $160.000 × (1+ r) = $170.000 richiede che r = 170.000 / 160.000 –1 = 6,25%. Per tassi inferiori al 6,25%
il progetto è conveniente.

3-9.

a. VAN  VABenefici  VACosti

 $1,10 fra un anno 


VABenefici = 20 milioni di $ fra un anno ÷  
 $ oggi 
= 18,18 milioni di $

VAcos to = 10 milioni di $ oggi


 $1,10 fra un anno 
VA costo prossimo anno = 5 milioni di $ fra un anno ÷  
 $ oggi 
= 4,55 milioni di $ oggi

VAN  18,18  10  4,55  3, 63 milioni di $ oggi

b. L’impresa può indebitarsi per un ammontare di 18,18 milioni di $ oggi e rimborsarlo, corrispondendo un
tasso del 10%, usando i 20 milioni di $ che riceverà dal governo (18,18 × 1,10 = 20). L’impresa può usare
10 milioni di $, dei 18,18 milioni di $ presi in prestito, per pagare il costo oggi, versando 4,55 milioni di $
in un conto bancario remunerato al tasso del 10%. Fra un anno, con la somma percepita dal conto potrà
pagare la spesa di 5 milioni di $: 4,55 × 1,10 = 5 milioni di $. La liquidità attuale dell’impresa aumenta
proprio di 3,63 milioni di $ (18,18 – 10 – 4,55 = 3,63 milioni di $).
Berk/DeMarzo • Finanza aziendale terza edizione 3

3-10.
20
a. VAN A  10   $8,18
1,1
5
VAN B  5   $9, 55
1,1
10
VAN C  20   $10, 91
1,1
b. Se può essere scelto solo un progetto, il progetto C è la scelta migliore poiché ha il VAN maggiore.
c. Se possono essere scelti due progetti, i progetti B e C rappresentano la migliore scelta poiché offrono il
più alto VAN complessivo rispetto a qualsiasi altra combinazione.
3-11.
10.000
a. Fornitore 1: VA Costi = 100.000 + $10 × = $194.339,62
1,06
10.000
Fornitore 2: VA Costi = 21 × = $198.113,21
1,06

I costi sono inferiori per il primo fornitore ($3.773,59 in meno), che rappresenta la migliore scelta.
b. L’impresa può indebitarsi per $100.000, al tasso del 6%, per la durata di un anno, per fare il pagamento al
primo fornitore. Un anno dopo, l’impresa dovrà restituire $106.000 (100.000 × 1,06) e pagare il primo
fornitore per $100.000 (10 × 10.000), per un totale di $206.000. Questa somma è inferiore rispetto a quella
richiesta dal secondo fornitore: $210.000 (21 × 10.000).
3-12.
a. Indebitatevi presso Bank One al tasso del 5,50% e depositate il denaro presso Bank Enn al tasso del 6%.
b. Bank One sperimenterebbe un incremento nella domanda di prestiti, Bank Enn sperimenterebbe un
incremento della domanda di depositi.

c. Bank One incrementerebbe il tasso di interesse e/o Bank Enn diminuirebbe il tasso applicato.
3-13. Esiste un rischio di cambio. La transazione esporrebbe a una perdita qualora il dollaro si dovesse
deprezzare rispetto allo yen. Poiché il profitto non è assicurato, questa strategia non è un’opportunità di
arbitraggio.
3-14. Possiamo negoziare un’azione Nokia al prezzo di $17,96 negli USA e di €14,78 a Helsinki. Per la legge
del prezzo unico, questi due prezzi competitivi devono essere gli stessi, al corrente tasso di cambio.
Perciò, il tasso di cambio deve essere:

$17, 96 / azione Nokia


 $1, 215 / € oggi.
€14, 78 / azione Nokia
4 Berk/DeMarzo • Finanza aziendale terza edizione

3-15.
500
VAFlussi di cassa di A = 500 + = $976,19
1,05

1.000
VAFlussi di cassa di B = = $952,38
1,05

VA Flussi di cassa di C = $1.000

Mentre tutti e tre i titoli pagano lo stesso flusso di cassa totale ($1.000), le alternative A e B hanno un
valore inferiore poiché pagano tutto o parte del flusso nel futuro.

3-16.
a. Possiamo valutare l’ETF sommando il valore dei titoli che compongono il portafoglio sottostante.
Prezzo unitario dell’ETF = 2 × $28 + 1 × $40 + 3 × $14 = $138
b. Se l’ETF è scambiato a $120, si potrebbe operare come segue per sfruttare l’opportunità di arbitraggio:
comprare l’ETF per $120, vendere due azioni HPQ, vendere un’azione di SHLD e vendere tre azioni di
GE. Il profitto totale della transazione sarebbe pari a $18 ($138 – $120).
c. Se l’ETF è scambiato a $150, si potrebbe operare come segue per sfruttare l’opportunità di arbitraggio:
comprare due azioni HPQ, un’azione di SHLD, tre azioni di GE e vendere un’azione dell’ETF a $150. Il
profitto totale sarebbe pari a $12 ($150 – $138).

3-17.
a. Questo titolo ha la stessa distribuzione di flussi di cassa di un portafoglio formato da una quota di B1 e
una quota di B2. Perciò, il prezzo in assenza di arbitraggio sarà pari a: 94 + 85 = $179.
b. Questo titolo ha la stessa distribuzione di flussi di cassa di un portafoglio formato da un’azione di B1 e
cinque azioni di B2. Perciò, il prezzo in assenza di arbitraggio sarà pari a: 94 + 5 × 85 = $519
c. C’è un’opportunità di arbitraggio dato che il prezzo in assenza di arbitraggio sarebbe: $132 (94/2 + 85).
Per sfruttarla dovremmo comprare due azioni del titolo a $130 e vendere un’azione di B1 e due azioni di
B2. Il profitto totale sarebbe pari a: $4 (94 + 85 × 2 –130 × 2).
3-18. Il valore attuale del flusso di cassa del titolo è pari a: ($150 fra un anno)/(1 + r), dove r è il tasso di
interesse privo di rischio ad un anno. Se non ci sono opportunità di arbitraggio, questo valore attuale è
uguale al prezzo del titolo di $140, oggi.
Perciò,

 $150 fra un anno 


$140 oggi 
1  r 

Da cui:

 $150 fra un anno 


 1  r   $1,0714 fra un anno / $ oggi, così r  7,14%
$140 oggi
Berk/DeMarzo • Finanza aziendale terza edizione 5

3-19.
30.000
a. VAN A  20.000   $7.272, 73
1,1

25.000
VAN B  10.000   $12.727, 27
1,1

80.000
VANC  60.000   $12.727, 27
1,1
I progetti hanno VAN positivo e Xia ha sufficiente liquidità per realizzarli tutti.

b. Valore attuale = Liquidità + VAN(progetti) = 100.000 + 7.272,73 + 12.727,27 +12.727,27 = $132.727,27


c. Dopo aver intrapreso i progetti, Xia avrà 100.000–20.000–30.000–60.000 = $10.000 di liquidità che può
essere investita al tasso del 10%. Perciò, i flussi di cassa di Xia fra un anno saranno = 30.000 + 25.000 +
80.000 + 10.000 × 1,1 = $146.000.

146.000
Valore attuale di Xia = = $132.727,27
1,1

Lo stesso valore calcolato al punto b.


d. La cassa inutilizzata sarà = 100.000 –20.000 –10.000 –60.000 = $10.000

Flussi di cassa oggi = $10.000

Flussi di cassa fra un anno = 30.000 + 25.000 + 80.000 = $135.000

135.000
Valore attuale di Xia = 10.000 + = $132.727,27
1,1
e. I risultati ottenuti ai punti b, c e d sono gli stessi perché tutti quanti valutano le attività di Xia oggi. Se Xia
distribuisse la liquidità inutilizzata ora o la investisse al tasso privo di rischio, gli investitori, oggi,
otterrebbero il medesimo valore. L’impresa non può incrementare il suo valore facendo quello che gli
investitori possono fare in proprio (essenza del principio di separazione).
6 Berk/DeMarzo • Finanza aziendale terza edizione

Appendice
A-1.
a. A  B paga $600 in entrambi i casi (cioè, è un portafoglio privo di rischio).

(600  577)
b. Prezzo di mercato  231  346  577 . Rendimento atteso =  4, 0% tasso di interesse privo
577
di rischio. (Nota: il tasso calcolato è 3,99%, la differenza è dovuta agli arrotondamenti)

A-2.
a. C  3A  B

b. Prezzo di C  3  231  346  1.039

600 1.800 1.200  1.039


c. Il flusso di cassa atteso è   1.200 . Rendimento atteso   15, 50% .
2 2 1.039
Premio per il rischio  15, 5  4  11, 5%

1.800  1.039
d. Rendimento quando l’economia è forte   73% , rendimento quando è debole
1.039
600  1.039
  42% .
1.039

Differenza  73   42   115%

1.200
e. Prezzo di C, dato un premio per il rischio del 10%   $1.053 .
1,14

Acquistate 3A+B per 1.039, vendete C per 1.053 e conseguite un profitto di 1.053  1.039  $14 .

A-3.
a. La probabilità che l’ultima cifra del valore di chiusura dell’indice Dow Jones tra un anno sia pari non è
correlata con l’indice né con l’andamento dell’economia. Quindi questo titolo, non essendo correlato
all’andamento dell’economia, non avrà un premio per il rischio. Il prezzo per questo titolo sarà quindi pari
1 1
(1000) (0)
a 2 2 $476,19
1,05

b. No.
c. Le risposte rimarrebbero le stesse; tuttavia, in questo caso, se gli attuali prezzi dei titoli fossero$476,19, si
creerebbe un’opportunità di arbitraggio perché, acquistando entrambi i titoli, si realizzerebbe un
investimento privo di rischio. L’investimento infatti avrebbe solo un rendimento del 5% se il prezzo del
portafoglio dei due titoli fosse pari a $476,19 × 2 = $952,38
A-4.
a. I ritorni variano della metà rispetto al mercato  metà del premio per il rischio del mercato  il premio
per il rischio sarà uguale a 3% ((10% – 4%) / 2).
Berk/DeMarzo • Finanza aziendale terza edizione 7

$80 $80
b. Prezzo di mercato    $74, 77
1  4%  3% 1, 07
A-5.
a. C’è un’opportunità di arbitraggio. Dovremmo acquistare dal dealer del NASDAQ a $27,95 e vendere al
dealer del NYSE a $28,00, realizzando un profitto di $0,05 per azione.
b. Nessuna opportunità di arbitraggio.
c. Per eliminare qualsiasi opportunità di arbitraggio, il più alto prezzo denaro deve essere più basso del più
basso prezzo lettera. Il più basso prezzo lettera deve essere più alto del più alto prezzo denaro.
A-6.
Secondo la legge del prezzo unico, il prezzo di un portafoglio è pari alla somma dei prezzi dei titoli che lo
compongono. Se il portafoglio composto da un’obbligazione e un’azione JNJ è correntemente scambiato a
un prezzo denaro di $141,65 e a un prezzo lettera di $142,25, e l’obbligazione è scambiata a un prezzo
denaro di $91,75 e a un prezzo lettera di $91,95, allora il prezzo di non arbitraggio dell’azione deve essere
compreso tra $(141,65 – 91,95) e $(142,25 – 91,75), ovvero tra $49,7 e $50,5.
Per qualsiasi altro prezzo inferiore a $49,7 o superiore a $50,5, si creerebbe un’opportunità di arbitraggio.
Per esempio, se l’azione fosse scambiata a $49, un investitore potrebbe acquistare l’azione e
l’obbligazione per $49 + $91,95 = $140,95 e immediatamente vendere il portafoglio a $141,65 ottenendo
un profitto pari a $141,65 – $140,95 = $0,7. Se il prezzo dell’azione fosse $50,6, un investitore potrebbe
acquistare il portafoglio per $142,25 e vendere l’obbligazione e l’azione singolarmente, rispettivamente
per $91,75 e $50,6, ottenendo un guadagno di $91,75 + $50,6 – $142,25 = $0,1.

Potrebbero piacerti anche