Sei sulla pagina 1di 6

Relazione sulla Ricerca e Selezione

effettuata dalla EXPERIS Srl

per conto della _________________________

per la posizione di

*PRODUCTION MANAGER*
SHORT LIST

- PINCO PALLINO

- TIZIO CAIO

Report a cura di:

Nome Cognome
Resourcher Consultant Engineering
2
PINCO PALLINO

42 anni (15/06/1964) coniugato, con una figlia


residenza: Modena telefono: _____________
cell.: ______________
e-mail: PINCO.PALLINO@NONSO.IT

 diploma di Perito Tecnico Aeronautico, conseguito nel 1985


 laurea in Ingegneria Gestionale, conseguita nel 1994 presso il Politecnico di Milano
 buona conoscenza della lingua inglese, discreta dello spagnolo e scolastica del tedesco
 buone conoscenze informatiche: Microsoft Office (Word, Excel, Power Point, Access, Project)
 Master in “Business Administration – Area Economica”, presso Master MBA Profingest di
Bologna, nel 1995

CARATTERISTICHE PERSONALI

Alto di statura, di ottima presenza, vestito in maniera formale, aspetto curato ed in ordine.
Diretto e spontaneo nell’approccio con l’interlocutore, manifesta atteggiamenti improntati a
disponibilità al confronto ed esprime buone capacità relazionali.
Buono lo stile di comunicazione, chiaro ed esaustivo nell’esposizione.
Propositivo, sistematico e razionale nell’operare, concretamente realizzativo e fortemente
coinvolgente, manifesta indiscusse finalità di leader.
Affidabile, responsabile, abituato a lavorare con energia e dinamismo, risulta sistematico e
puntuale nel raggiungere gli obiettivi assegnati.

ESPERIENZE PROFESSIONALI

1995 GVS SPA, di Zola Pedrosa (BO), azienda produttrice di filtri medicati, auto e
industriali, stampaggio materie plastiche, con 260 dipendenti e ca. 26.000.000 di €
di fatturato.
Dopo un iniziale periodo (3 mesi) in qualità di stagista post master, dove si è
interessato di procedure nell’area tecnica, viene inserito per implementare i
sistemi informatici nell’area industriale.

1995-1998 CEAM SRL, di Calderaia di Reno (BO), azienda produttrice di ascensori,


montacarichi, scale e tappeti mobili, con 197 dipendenti e ca. 47.000.000 di € di
fatturato, facente parte del gruppo OTIS. L’azienda costruiva centrali
oleodinamiche per il Gruppo.
Assunto come Assistente di Produzione e Responsabile di Reparto Produttivo si o
interessato di investimenti ed avviamenti di linea di produzione, gestendo da 6 a
15 addetti.

02/1998- FERRARI SPA, di Maranello (MO), azienda produttrice di autovetture sportive,


oggi con 2100 dipendenti e 900.000.000 € di fatturato, facente parte del Gruppo FIAT.
Inizialmente inserito nell’area Logistica come Coordinatore del Rifornimento,
arriva a coordinare 10 “sollecitatori” per le aree meccanica, carrozzeria e
lastratura.
Successivamente viene promosso a “Responsabile Avviamento”, con il compito di
seguire la logistica per i nuovi prodotti con l’obiettivo di garantire lo start-up delle
nuove auto.
In tale mansione si è fortemente relazionato con i fornitori (nazionali ed esteri) con
lo scopo di presentare loro e risolvere le problematiche relative alle nuove
esigenze di prodotto e processo produttivo.
3
Ulteriore ruolo assegnato è stato quello “Responsabile dei Fattori Industriali”, alle
dirette dipendenze del direttore di produzione (titolo equivalente a quello di
direttore operations) responsabile delle 5 aree “verticali” produttive: fonderia,
lastratura, montaggi, lavorazioni meccaniche, verniciatura.
L’ing. Naldoni operava trasversalmente con responsabilità della logistica,
avviamento, distinta base ed analisi fattori.
In seguito a riorganizzazioni dell’area produzione nel 2004 gli viene assegnata la
“Responsabilità dell’Officina Pilota e delle Costruzioni Sperimentali”, con il compito
di definire operativamente e realizzare il prototipo delle nuove vetture e garantirne
l’industrializzazione, cioè fino alla produzione delle prime 100 auto.
Coordina un nucleo base di 50/60 tecnici, più altre maestranze in funzione agli
impegni e alle caratteristiche dei progetti seguiti.
Provvede alla definizione delle specifiche di prodotto relazionandosi con tutte le
aree produttive tradizionali per la realizzazione del prototipo e per la messa a
punto delle linee e modalità di assemblaggio.
Un progetto di prototipazione comporta circa 100 milioni di € di investimento
relativamente ai sistemi e metodologie di assemblaggio e delle linee di
produzione, 20/30 dei quali sono di pertinenza dell’ing. Naldoni.

CAPACITÀ E COMPETENZE MANAGERIALI

L’ing. Pallino ha maturato una notevole esperienza nella gestione di progetti organizzativi dedicati
alla messa a punto e gestione di sistemi di produzione per nuovi modelli di auto, caratterizzati dal
miglior compromesso tra tecnologia, qualità, produttività, soddisfazione del cliente e costi.
L’ing. Pallino possiede caratteristiche manageriali e gestionali di sicuro interesse:
- è abituato a relazionarsi direttamente e sistematicamente con il board aziendale che, ai tempi
CEAM, era americano;
- sa operare in autonomia con concretezza ed orientamento agli obiettivi assegnatigli;
- possiede capacità di relazione e confronto con tutte funzioni aziendali;
- è in grado di validare i sistemi gestionali ed i fornitori;
- è responsabile di gestire budget di investimento di una certa consistenza.

CONSIDERAZIONI FINALI

Candidatura da segnalare per le caratteristiche personali e le esperienze professionali maturate.


Valuta con interesse l’opportunità offerta per il desiderio di operare prospetticamente in qualità di
Direttore Operations/Direttore di Produzione. Pur ritenendo assai stimolante l’attuale mansione,
ritiene che un’assunzione di responsabilità più tradizionalmente collegata all’area “production” sia
in grado, nel tempo, di consentirgli maggiori crescite e autonomie professionali.
Attualmente inquadrato al 7° Liv. Funzionario CCNL Metalmeccanico, percepisce una retribuzione
annua/lorda di € 69000 e un bonus di € 11.000 “fisso”. Dispone altresì auto full-use (Fiat Multipla),
telefono cellulare, assicurazione spese mediche e dentistiche e fondo pensione integrativo.
L’ing. Pallino ha recentemente (settembre 2006) sottoscritto un “patto di stabilità” con la sua
azienda che prevede l’elargizione aggiuntiva, rispetto allo stipendio, di € 10.000 fine novembre
2006, € 12.000 fine novembre 2007, € 14.000 fine novembre 2008 in cambio del vincolo ad un
periodo di preavviso di 200 giorni dalla data delle dimissioni. Le cifre andrebbero restituite
all’azienda in caso di non rispetto di tale preavviso.
L’ing. Pallino ritiene che questo patto gli sia stato sottoposto per “vincolarlo” all’azienda stante i
nuovi importanti progetti da affrontare in produzione che la Ferrari si propone per i prossimi anni.

4
TIZIO CAIO

43 anni (07/09/1963) coniugato


residenza: Bagnoli di Po (RO) recapito telefonico: ___________________
cell.: _____________
 diploma di Perito Industriale
 laurea in Ingegneria Meccanica, conseguita presso l’Università di Padova, con 105/110
 conoscenza scolastica della lingua inglese e buona del francese
 buone conoscenze informatiche dei principali programmi di Microsoft Office e di AS400 IBM

CARATTERISTICHE PERSONALI

Di media statura, presenza discreta, aspetto curato ed in ordine.


Diretto nel proporsi stabilisce fin da subito un rapporto costruttivo con l’interlocutore, in grado di
suscitare consenso ed accettazione.
Si relaziona con chiarezza e correttezza, in modo sintetico e preciso.
Concretamente operativo, dotato di capacità organizzative e di senso pratico, sa intervenire
velocemente con interventi mirati e ben finalizzati alla risoluzione dei problemi.
Serio, determinato, disponibile, esprime caratteristiche di credibilità e stabilità.

ESPERIENZE PROFESSIONALI

1990-1998 NUOVA MAGRINI GALILEO SPA di Battaglia Terme (PD), azienda


elettromeccanica facente parte del Gruppo Industriale francese Schneider.
Inizialmente viene inserito con mansioni di marketing acquisti per la scelta
dei fornitori, la loro valutazione e le scelte di make or by.
Successivamente nel 1995 ha assunto la gestione dei reparti di
lavorazione dello stabilimento (asportazione truciolo, carpenteria e
trattamenti superficiali), gestendo circa 80 persone, in parte distribuite su
3 turni giornalieri.
La carpenteria era relativa a recipienti sottopressione, caratterizzati da
elevati standard costruttivi (saldatura) e sottoposti a severi controlli di
qualità, in quanto afferenti l’area della sicurezza.
I compiti assegnati erano relativi alla produttività, puntualità
nell’alimentazione delle linee di montaggio e qualità.

1999-2000 SICC SPA di Rovigo, azienda produttrice di bollitori, serbatoi per impianti
idrotermosanitari, serbatoi vari secondo normative internazionali, di circa
140 addetti.
L’ing. Pigaiani ha ricoperto il ruolo di Responsabile di Produzione,
interessandosi, inoltre, di sicurezza e di manutenzione impianti.
Ha coordinato 110 persone.

2002-oggi RIELLO SISTEMI SPA di Minerbe (VR), azienda produttrice macchine


utensili speciali (transfert e centri di lavoro).
Le macchine prodotte sono costruite in piccola serie (alcune decine di
pezzi l’anno) e possono costare anche 2 milioni di €. Il mercato di
riferimento è l’automotive.
In qualità di Responsabile di Produzione si è inizialmente interessato della
unificazione a Minerbe dello stabilimento di Montecchio Maggiore,
dedicandosi a problematiche relative a soluzioni organizzative,
ridefinizione impianti e lay-out.
Attualmente coordina in produzione 70 addetti.
Da lui dipendono i reparti di montaggio, magazzini, collaudo e

5
manutenzione. Le lavorazioni meccaniche sono quasi totalmente delegate
a fornitori terzi. Inoltre ricopre il ruolo di Responsabile del servizio
prevenzione e protezione.

CAPACITÀ E COMPETENZE MANAGERIALI

Candidato con specifiche e pluridecennale esperienze in ambito produzione presso realtà


industriali caratterizzate da assemblaggi di una certa complessità, sia relativi a carpenteria che a
meccanica di precisione.
Estremamente pragmatico e concreto ha sempre saputo operare nell’ottica dell’incremento dei
parametri di efficacia ed efficienza della produzione, operando sul fronte dell’organizzazione, delle
risorse umane e delle metodologie.

CONSIDERAZIONI FINALI

Candidatura da segnalare per le competenze acquisite, le buone doti caratteriali e le motivazioni al


ruolo.
Stimolato dall’opportunità di operare in un contesto industriale più strutturato e di valenza
internazionale.
Inquadrato come Quadro, percepisce € 46.000 lordi/annui, pari a circa € 2.300 netti/mese per 13
mensilità, più premi legati all’andamento aziendale che, fino a due anni fa, erano pari a € 5.000
lordi/annui.
Dispone di auto in libero uso (Fiat Stilo).

Potrebbero piacerti anche