Sei sulla pagina 1di 14

Fieno Greco (Methi): Rimedio

Naturale Anticaduta Capelli?


Preparazione, Uso e Proprietà!
Il fieno greco è un'erba ricca in mucillagini che
grazie al considerevole contenuto di fitoestrogeni è
considerata anche un rimedio naturale anticaduta
capelli stimolando anche la crescita dei capelli.

Il viaggio nell'universo affascinante della cura dei capelli con rimedi


naturali prosegue con la scoperta di una pianta erbacea della famiglia
delle Fabaceae, una delle specie coltivate più antiche in Egitto, India o
Marocco: il Fieno Greco conosciuto anche sotto il nome di Methi.

Sulle etichette troverai indicato il fieno greco anche con il nome latino -
la nomenclatura botanica della pianta: Trigonella foenum-graecum.
Pianta dalle mille proprietà che si può assumere come spezia o integratore
e che si può usare anche sotto forma di impacchi sulla pelle o sui capelli.
Il suo nome latino "trigonella" si rifa alla
forma dei semi che richiama un
triangolo, mentre il nome commerciale -
fieno greco - si riferisce al fatto che in
passato veniva usata per alimentare il
bestiame. Ha un sentore pungente,
fortemente speziato che o ami o odi.

Proprietà del Fieno Greco


(Methi)
I semi del fieno greco contengono la trigonellina (molecola
attiva caratteristica del fieno greco), tantissime mucillagini, proteine,
flavonoidi, saponine, lipidi, vitamine, ferro, e sali minerali (manganese,
silicio, calcio e fosforo).

Il fieno greco ha svariati usi e benefici sia in cucina che nell'industria


cosmetica, ma oggi mi concentrerò sulle sue proprietà per quanto riguarda
la cura dei capelli come rimedio naturale anticaduta.

Proprietà del Fieno Greco (Methi) sui capelli :

previene e contrasta la caduta dei capelli grazie alla presenza di


una grande quantità di fitoestrogeni - componenti capaci di imitare le
funzioni degli estrogeni
promuove la crescita dei capelli
ottimo idratante e condizionante dei capelli grazie all'alta percentuale
di mucillagini
anti-infiammatorio
seboregolarizza la produzione di sebo
lavante e igienizzante del cuoio capelluto grazie alle saponine
steroidee
da maggiore volume e corposità
lascia i capelli setosi e lucidi

Controindicazioni* :
✓donne in gravidanza, in quanto può stimolare le contrazioni uterine
✓soggetti che seguono terapie ormonali
✓soggetti predisposti ad allergie
✓persone in sovrappeso

*le contraindicazioni riguardano l'assunzione del fieno greco non tanto gli
impacchi topici che si fanno nella cura dei capelli

LEGGI ANCHE: Capelli Fini e Sottili? Ecco 4 Abitudini Essenziali


per Dare Volume e Rinforzarli!

Preparazione Fieno Greco (Methi)


Il fieno greco per poter essere utilizzato sui capelli va comprato sotto
forma di polvere (l'ideale) oppure sotto forma di semi. In commercio si
trova anche sotto forma di foglie essiccate ma te lo sconsiglio perché più
difficile da lavorare e preparare.

Sia la polvere di fieno greco che i semi


vanno idratati per poter far rilasciare le
mucillagini e per poter godere delle
proprietà condizionanti e idratanti
sui nostri capelli. La polvere di fieno
greco ha un colore giallino - simil senape.

Ma vediamo

qual'è la procedura per riuscire a preparare


e idratare correttamente il fieno greco
per renderlo pronto per essere applicato sui nostri capelli.

Ricordati che se NON lo idrati a lungo rischi di ottenere l'effetto contrario


sui tuoi capelli perché quando lo terrai in posa tenderà a idratarsi
assorbendo l'acqua dai capelli.
Questa è la qualità del FIENO GRECO che potete trovare nel
negozio online: dalla consistenza fine del talco.

Idratazione fieno greco


La prima volta ti consiglio di iniziare con:

1 cucchiaio di polvere di fieno greco e


all'incirca 200-250grammi fino a 350grammi di acqua rigorosamente
calda o infuso di erbette (rosmarino, salvia, equiseto, latte di cocco,
ecc. a scelta in base alle proprie esigenze) sempre caldo.

(la quantità di acqua che può assorbire il methi dipende molto anche
dalla provenienza del fieno greco e dalla quantità di mucillagini presente
nella pianta essiccata e polverizzata). Ricordati che l'acqua o l'infuso
vanno aggiunti a filo in più riprese.

il tempo di idratazione è di massimo 12 ore, idratazione effettuata


a temperatura ambiente. D'estate è meglio far idratare il fieno greco in
un posto fresco o al massimo lasciarlo idratare meno ore per evitare
che vada a male.

Grazie a questo articolo spero non farai i miei stessi errori quando l'ho
preparato per la prima volta: ho aggiunto tutta l'acqua subito finendo con
l'ottenere una brodaglia dove non c'era traccia delle mucillagini.

Il trucco è aggiungere poca acqua calda e/o infuso alla volta e girare
energicamente. Aggiungi sempre acqua a filo mantenendo sempre la
consistenza simile a quella di un budino / uno yogurt che idratandosi piano
piano noterai che il fieno greco aumenta di volume..

Difficilmente non si creeranno dei grumi che riuscirai a sciogliere con


l'aiuto di un minipimer.

Personalmente preparo il fieno greco in polvere con l'acqua aggiunta


un pò alla volta per all'incirca 10-15 minuti poi lo lascio riposare e ogni 2-3
ore controllo la consistenza e se necessario aggiungo ulteriore acqua
mescolando sempre energicamente.

La consistenza che raggiunge il fieno greco (methi) mi ricorda quella


della maionese. Quando aggiungi l'acqua sembra che la consistenza
cremosa si perda ma se mescoli energicamente l'acqua sarà assorbita e
tornerà di nuovo ad avere la consistenza iniziale.

Se noti che la consistenza del fieno greco diventa troppo liquida perché
hai aggiunto troppa acqua non aggiungerne più e mescola in modo
energico fino a che l'acqua non viene assorbita e forse riuscirai a ottenere
comunque una consistenza idonea per poter essere applicata sui
capelli. Diversamente, se questo "incidente" di percorso succede nelle
prime ore dell'idratazione puoi provare ad aggiungere piano piano altro
fieno greco in polvere per provare a ottenere la consistenza ideale.

Puoi accorgerti che le mucillagini del methi sono state rilasciate


toccando la pastella idratata di fieno greco. Sentirai sui polpastrelli
una pattina viscida dovuta appunto alle mucillagini.

Se hai già fatto il gel di semi di lino in passato, ti assicuro che la


consistenza del methi è molto più piacevole sia al tatto che visivamente.

Se vuoi vedere il procedimento completo puoi vederlo nel video-tutorial


qui sotto:
Ricordati di iscriverti al canale YouTube per nuovi tutorial sulle
erbe tintorie -->> ISCRIVITI

I semi possono essere o polverizzati e usati come descritto sopra o usati


come tali per creare un gel simile al gel dei semi di lino.

Considerato il processo laborioso e alquanto lungo per far idratare il


fieno greco, ti consiglio di preparare una quantità maggiore che puoi
congelare in mini porzioni e che potrai in un secondo momento scongelare
a bagno maria o a temperatura ambiente quando sei pronta a coccolare i
tuoi capelli.

In frigo, il fieno greco idratato resiste per 2-3 giorni, ma non lo terrei di
più considerando che non contiene conservanti e può facilmente andare a
male

Uso Fieno Greco sui capelli


- impacco lavante (meglio assieme ad altre erbe, come il SIDR o farine
lavanti) : Lavare i Capelli in Modo Naturale con Le Farine: farina
di ceci e...
- impacco anticaduta capelli ( posa 1h ) assieme all'Amla sui capelli
puliti, lavati da poco, coperti da cuffia da doccia e capellino in lana

- come ingrediente umettante per prevenire la secchezza dei capelli negli


impacchi con le erbe tintorie o non. In questo caso, il methi si può
idratare fino ad ottenere una consistenza un pò più liquida, tipo pastella da
friggere che possiamo usare al posto dell'acqua nel nostro impacco
colorante. In questo modo evitiamo che il fieno greco possa diluire
troppo il colore che otterremmo con le erbe tintorie. E cosa da non
sottovalutare, aiuterà sicuramente a ottenere una consistenza idonea per
essere spalmata sui capelli: Preparazione e Applicazione Henné ed
Erbe Tintorie: la Guida Completa!
Ricordati di iscriverti al canale YouTube per nuovi tutorial sulle
erbe tintorie -->> ISCRIVITI

Domande frequenti:

Posso usare il fieno greco anche subito nei miei impacchi,


senza prima idratarlo come descritto sopra?

No, il fieno greco ha bisogno di essere idratato e richiede tantissima acqua.


Se lo usi senza idratarlo prima, assorbirà acqua dai tuoi capelli.

Il fieno greco colora?

No, il methi non contiene molecole tintorie.

Non sopporto l'odore del fieno greco, lo trovo ripugnante,


cosa posso fare?

Usalo sempre assieme ad altre erbette o farine lavanti e usa il risciacquo


acido per togliere l'odore dai capelli: Risciacquo Acido: Aceto di Mele
o Limone per Capelli Lucidi e Morbidi!

In alternativa, per coprire l'odore che trovi poco piacevole puoi sempre
provare a usare prodotti di styling o leave-in profumati, come lo spray
capelli Beautilicious Delights, attualmente disponibile nelle 2 versioni:
anticrespo e volumizzante.

Il fieno greco è lavante? Posso usarlo da solo per detergere i


miei capelli?

E' molto soggettivo il risultato che si ottiene e dipende da quanto sporchi


siano i capelli, ma vi consiglio di usarlo assieme ad altre erbette lavanti,
come il SIDR - zizyphus jujuba perché il fieno greco da solo non contiene
tante saponine in modo da assicurare una lavaggio accurato.

Puoi scoprire di più sul SIDR nel video-tutorial qui sotto:


Ricordati di iscriverti al canale YouTube per nuovi tutorial sulle
erbe tintorie -->> ISCRIVITI

Quindi se riesci a prepararlo a dovere e a far rilasciare le mucillagini, il


fieno greco renderà i vostri capelli setosi, lucenti, morbidi, vaporosi e
soprattutto idratati. Come rimedio naturale anticaduta dei capelli,
l'ideale sarebbe utilizzare gli impacchi anticaduta a base di fieno
greco in sinergia con l'assunzione di opercoli di fieno greco. Ma prima di
iniziare ad assumere il fieno greco (methi) ti consiglio di consultare il
tuo dottore e di assicurati di non rientrare in nessuna delle
controindicazioni sopra indicate.

©Beautilicious Delights

Nel negozio online trovi tutto il necessario per prenderti cura


della tua pelle e dei tuoi capelli in modo consapevole. Clicca QUI
per visitarlo!

*************************************************

Rimani in contatto con noi:

SEGUICI

sulla ns. pagina Facebook cliccando sull'icona sotto:

- sul canale Youtube Bellezza Consapevole -->> ISCRIVITI

oppure

ISCRIVITI

alla nostra newsletter per ricevere le offerte esclusive riservate ai nostri


iscritti e tutte le ultime novità:

********************************************************************
*******************************

Ti invito a condividere l'articolo anche con le tue amiche se l'hai


trovato utile ed interessante.
↓ Condividere è A M A R E ↓

BIBLOGRAFIA:

"Più sprint con le piante", di Maria Grazia Sacis, pubbl. su


Sapere&Salute, anno 3, marzo 1999, num.19, pag.26

Lezioni di Biologia Vegetale

Tavole di Botanica Sistematica

Wikipedia - Fabaceae

Wikipedia - Trigonella

Potrebbero piacerti anche