Sei sulla pagina 1di 139

Piano Triennale

Offerta Formativa
I.I.S.S. "ELSA MORANTE"

Triennio 2019/20-2021/22
Il Piano Triennale dell’Offerta Formativa della scuola I.I.S.S. "ELSA
MORANTE" è stato elaborato dal collegio dei docenti nella seduta del
15/12/2020 sulla base dell’atto di indirizzo del dirigente prot. 16481 del
27/11/2020 ed è stato approvato dal Consiglio di Istituto nella seduta del
15/12/2020 con delibera n. 360

Anno di aggiornamento:
2020/21

Periodo di riferimento:
2019/20-2021/22

1
Indice PTOF - 2019/20-2021/22
I.I.S.S. "ELSA MORANTE"

INDICE SEZIONI PTOF

1.1. Analisi del contesto e dei bisogni del


territorio
LA SCUOLA E IL SUO 1.2. Caratteristiche principali della scuola

CONTESTO 1.3. Ricognizione attrezzature e


infrastrutture materiali
1.4. Risorse professionali

2.1. Priorità desunte dal RAV


2.2. Obiettivi formativi prioritari (art. 1,
LE SCELTE
comma 7 L. 107/15)
STRATEGICHE 2.3. Piano di miglioramento
2.4. Principali elementi di innovazione

3.1. Traguardi attesi in uscita


3.2. Insegnamenti e quadri orario
3.3. Curricolo di Istituto
3.4. Percorsi per le competenze
trasversali e per l’orientamento
L'OFFERTA
(PCTO)
FORMATIVA 3.5. Iniziative di ampliamento curricolare
3.6. Attività previste in relazione al PNSD
3.7. Valutazione degli apprendimenti
3.8. Azioni della Scuola per l'inclusione
scolastica

2
Indice PTOF - 2019/20-2021/22
I.I.S.S. "ELSA MORANTE"

3.9. Piano per la didattica digitale


integrata

4.1. Modello organizzativo


4.2. Organizzazione Uffici e modalità di
rapporto con l'utenza
4.3. Reti e Convenzioni attivate
ORGANIZZAZIONE
4.4. Piano di formazione del personale
docente
4.5. Piano di formazione del personale
ATA

3
LA SCUOLA E IL PTOF - 2019/20-2021/22
SUO CONTESTO I.I.S.S. "ELSA MORANTE"

LA SCUOLA E IL SUO CONTESTO

ANALISI DEL CONTESTO E DEI BISOGNI DEL TERRITORIO

4
LA SCUOLA E IL PTOF - 2019/20-2021/22
SUO CONTESTO I.I.S.S. "ELSA MORANTE"

5
LA SCUOLA E IL PTOF - 2019/20-2021/22
SUO CONTESTO I.I.S.S. "ELSA MORANTE"

Popolazione scolastica
Opportunità

L'Istituto Statale d'Istruzione secondaria di Crispiano si trova nell'omonimo paese, posto a


nord di Taranto a 230 m. sul livello del mare. Il territorio è collinare e presenta una
vegetazione naturale tra cui la tipica macchia mediterranea. La zona pianeggiante è
attraversata da un sistema di Gravine. In tutto il territorio sono presenti coltivazioni di uliveto,
mandorleto e produzione di uva.  L’Istituto accoglie alunni provenienti da aree
strutturalmente, socialmente ed economicamente molto diverse, forte del prestigio della
Scuola che richiama ragazzi sia del centro cittadino, sia della periferia che dell’ hinterland.
L’ambiente di provenienza della platea scolastica individua, in parte, ragazzi le cui
famiglie, spesso numerose e non particolarmente agiate, difficilmente riescono a
supportare i propri figli nel percorso formativo e scelgono questo Istituto in quanto
fortemente motivati alla acquisizione di una professionalità spendibile facilmente nel
mondo del lavoro, in parte studenti che scelgono questa tipologia di indirizzo per spiccato
interesse e forte motivazione verso le attività ristorative e turistico-alberghiere. In
generale, l’estrazione sociale e culturale medio – bassa della popolazione, rende
emergente l’esigenza di un inserimento lavorativo, evidenziando motivazione e stimolo
elevati per la pratica laboratoriale, in vista del raggiungimento di traguardi capaci di
soddisfare le esigenze di crescita economica oltre che personale. Esigua l’incidenza degli
studenti stranieri. Si evince un contesto socio - economico di riferimento contraddistinto
da svantaggio culturale oltre che economico in cui la scuola rappresenta una reale
opportunità di acquisizione di conoscenze, competenze e creazione di valore, con forte
responsabilizzazione degli studenti in vista di una cosciente valutazione delle reali
potenzialità associate alla frequenza scolastica. La Scuola è proiettata all’esterno,
collaborando ed instaurando rapporti e relazioni con aziende e strutture ricettive del
territorio, animata dall’intento di avviare gli allievi all’esercizio pratico dell’attività
professionale in contesti di stage e di Alternanza Scuola – Lavoro. L’Istituto, pertanto
effettua un’indagine approfondita e sistematica delle risorse del territorio proponendosi
di pianificare collaborazioni ed intese in un’ottica di lungo periodo. 

Vincoli

L'economia locale è basata tradizionalmente sull'agricoltura da cui proviene il 50% delle

6
LA SCUOLA E IL PTOF - 2019/20-2021/22
SUO CONTESTO I.I.S.S. "ELSA MORANTE"

famiglie degli studenti, l'altro 50% della popolazione attiva lavora presso lo stabilimento
siderurgico di Taranto Arcelor Mittal (ex Ilva)  o ditte del suo indotto, e negli uffici pubblici. Una
parte della popolazione studentesca presenta caratteristiche particolari dal punto di vista
della provenienza socio-economica e culturale. Molti discenti, provenienti anche da zone
limitrofe della provincia di Taranto, vivono situazioni particolarmente svantaggiate a causa
dell'alto tasso di disoccupazione. 

Territorio e capitale sociale


Opportunità

Crispiano è  conosciuta come " la città  delle cento Masserie " per la presenza di numerosi e
interessanti insediamenti rurali, che affondano le loro radici nel periodo della formazione del
latifondo romano. Numerose masserie sono utilizzate a scopi turistici e  divulgativi.
Importante e' il contributo del Comune rispetto alle esigenze e ai bisogni formativi degli
studenti. Diverse iniziative, infatti,  hanno favorito l'inserimento dell'Istituto sul territorio.
Crispiano, inoltre, dal 20 Dicembre del 2005 fa parte del Parco della Terra delle Gravine, una
delle aree naturalistiche più importanti d'Europa. Una ulteriore opportunità è rappresentata
dalla vicinanza geografica alla città di Matera, decretata capitale della cultura 2019.  

Vincoli

La presenza dello stabilimento siderurgico di Taranto Arcelor- Mittal (ex Ilva)  rappresenta un
limite al pieno sfruttamento e utilizzo delle risorse turistiche, naturali e storico-culturali del
territorio. Rispetto alla scuola, l'ubicazione su quattro plessi condiziona pesantemente
l'organizzazione delle attività dell'Istituto, sia dal punto di vista didattico- educativo, sia dal
punto di vista dell'utilizzo delle risorse umane, tuttavia le necessità contingenti di aule spazi
didattici vengono soddisfatte dallo spirito di iniziativa dell'Istituto.

Risorse economiche e materiali


Opportunità

Uno dei punti di forza dell'offerta formativa è costituito dalle risorse strutturali di cui è dotato
l'Istituto. Un costante e ingente impegno finanziario consente l'utilizzazione sistematica delle
nuove e più aggiornate tecnologie dell'informazione e della comunicazione per la didattica in

7
LA SCUOLA E IL PTOF - 2019/20-2021/22
SUO CONTESTO I.I.S.S. "ELSA MORANTE"

rete (LIM, PC, Tablet, registro on-line).  Anche per il corrente anno scolastico sono stati
stanziati fondi per il potenziamento e il miglioramento delle strutture informatiche,
telematiche della rete intranet dell'Istituto. Con l'ausilio delle nuove tecnologie lo studente
diviene parte attiva del processo educativo e sviluppa una crescente autonomia nella
organizzazione e gestione del lavoro didattico.

Vincoli

L'Istituto è ubicato su quattro plessi, tre situati nel centro di Crispiano  e  uno in contrada 
S.Simone,  distante 5 KM dal paese. La qualità delle strutture non risponde in maniera
adeguata alle esigenze della tipologia d'istituto (presenza di laboratori professionalizzanti solo
in due dei quattro plessi ). Inoltre, sono rilevabili problemi relativi alla raggiungibilità  delle
sedi durante l'orario scolastico.

CARATTERISTICHE PRINCIPALI DELLA SCUOLA

I.I.S.S. "ELSA MORANTE" (ISTITUTO PRINCIPALE)

Ordine scuola SCUOLA SECONDARIA II GRADO

Tipologia scuola ISTITUTO SUPERIORE

Codice TAIS008007

CORSO UMBERTO - VILLA CACACE CRISPIANO


Indirizzo
74012 CRISPIANO

Telefono 099611313

Email TAIS008007@istruzione.it

Pec tais008007@pec.istruzione.it

IPSEOA CRISPIANO (PLESSO)

Ordine scuola SCUOLA SECONDARIA II GRADO

IST PROF PER I SERVIZI ALBERGHIERI E


Tipologia scuola
RISTORAZIONE

Codice TARH00801B

8
LA SCUOLA E IL PTOF - 2019/20-2021/22
SUO CONTESTO I.I.S.S. "ELSA MORANTE"

CORSO UMBERTO - VILLA CACACE - 74012


Indirizzo
CRISPIANO

• SERVIZI DI SALA E DI VENDITA - TRIENNIO


• ACCOGLIENZA TURISTICA - TRIENNIO
• ENOGASTRONOMIA E OSPITALITA'
Indirizzi di Studio ALBERGHIERA
• ENOGASTRONOMIA - TRIENNIO
• PRODOTTI DOLCIARI ARTIGIANALI E
INDUSTRIALI - OPZIONE

Totale Alunni 584

I.T.E. CRISPIANO (PLESSO)

Ordine scuola SCUOLA SECONDARIA II GRADO

Tipologia scuola ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE

Codice TATD00801D

Indirizzo VIA PER MARTINA N.1 - 74012 CRISPIANO

Indirizzi di Studio • SISTEMI INFORMATIVI AZIENDALI

Totale Alunni 18

Approfondimento

STORIA DELL'ISTITUTO

   I.P.S.S.A.R -  I.T.C.                                                                                          

    1 984/85 Presso le aule poste nella villa Cacace di Crispiano viene avviata con due classi,una
di sala ed una di cucina, la sede coordinata dell’IPSSAR di Brindisi, preside dott. Pietro Mulè.

1987/88 Presso le aule della scuola elementare “Giovanni XXIII” di Crispiano viene avviata,
con 2 classi, la succursale dell’I.T.C. “Leonardo da vinci” di Martina Franca, retto dal Preside
Nigri.

9
LA SCUOLA E IL PTOF - 2019/20-2021/22
SUO CONTESTO I.I.S.S. "ELSA MORANTE"

1988/89 Incremento delle classi fino a 9. L’istituto acquisisce diversi plessi per ospitare le
nuove classi.

1989/90 Con 7 classi la succursale viene riconosciuta come sezione staccata dell’I.T.C. di
Martina Franca.

1989/90 al preside Mule’ succede il Preside Scipione Navach. Le classi sono ora 11.

1991/92 Per ospitare le 12 classi, oltre alle aule della scuola elementare “Giovanni XXIII”, si
utilizzano anche i locali di via Sferracavallo di Crispiano.

   1991/92 la succursale dell’IPSSAR con sede in Crispiano raggiunge il numero di 18 classi.


l’istituto acquisisce i locali della ex scuola materna adiacente a Villa Cacace.

  1 992/93 Con 20 classi l’IPSSAR si stacca dalla sede centrale di Brindisi per diventare sede
coordinata di Leporano insieme i due istituti alberghieri ottengono l’autonomia . Preside:  
prof. F. Castronuovo.

    1992/93 Trasferimento da via Sferracavallo e dalla scuola “Giovanni XXIII” all’attuale


struttura di via per Martina.

1993/94.L’IPSSAR di Crispiano acquisisce anche  la sede di Giovanni XXIII.

   1998/99 I due Istituti Superiori di Crispiano, IPSSAR e ITC, si aggregano in un unico Istituto ed
ottengono l’autonomia. Preside: Prof.ssa A. Grassi.

    1999/00-- Dirigente Scolastico: Prof.ssa A. Grassi.

 2000/01 - 2004/05: Dirigente Scolastico: Prof.


G.Ruffino  2006/07: Dirigente
Scolastico:Prof.Alberto Altamura.

 2007/08: Dirigente Scolastico Prof. Achille


Giuseppe.

 2008/09 – oggi: Dirigente Scolastico Prof.ssa Patianna Concetta.

ALLEGATI:
DOVE SIAMO-converted.pdf

10
LA SCUOLA E IL PTOF - 2019/20-2021/22
SUO CONTESTO I.I.S.S. "ELSA MORANTE"

RICOGNIZIONE ATTREZZATURE E INFRASTRUTTURE MATERIALI

Laboratori Con collegamento ad Internet 2

Lingue 1

cucina-pasticceria 3

sala-bar 3

scienze dell'alimentazione 1

accoglenza turistica 1

Biblioteche Classica 1

Attrezzature
PC e Tablet presenti nei Laboratori 78
multimediali

LIM e SmartTV (dotazioni multimediali)


2
presenti nei laboratori

PC e Tablet presenti nelle Biblioteche 1

LIM mobili 9

Approfondimento

IL NOSTRO ISTITUTO , SULLA BASE DELLA EMERGENZA COVID, HA RIDOTTO GLI SPAZI
LABORATORIALI DI INFORMATICA  AD UNA AULA CON 23 PC CONNESSI ,A FAVORE DI
UNA UTILIZZAZIONE TEMPORANEA COME AMBIENTE AULA.

DOVESSE RIENTRARE LA SITUAZIONE EMERGENZIALE RITORNEREBBERO I DATI


SOPRAINDICATI

RISORSE PROFESSIONALI

11
LA SCUOLA E IL PTOF - 2019/20-2021/22
SUO CONTESTO I.I.S.S. "ELSA MORANTE"

Docenti 64
Personale ATA 22

12
LE SCELTE PTOF - 2019/20-2021/22
STRATEGICHE I.I.S.S. "ELSA MORANTE"

LE SCELTE STRATEGICHE

PRIORITÀ DESUNTE DAL RAV

Aspetti Generali

La nostra VISION si basa su un sistema formativo aperto verso l’esterno,


integrato e complessivo, fondato sul rispetto della persona e sulla
valorizzazione dei rapporti interpersonali ed interistituzionali. Il nostro
Istituto intende travalicare i confini didattici tradizionali ed essere luogo
formativo in cui l’esplorazione di sistemi di collaborazioni tra gli attori del
territorio, gli enti locali, le istituzioni, le  autonomie, le aziende, il mondo del
lavoro, consolidi la formazione di ogni alunno.  

La nostra MISSION si basa sulla volontà di formare persone in grado di


pensare ed agire autonomamente e responsabilmente all'interno della
società, strutturando un progetto globale (P.T.O.F.) che, attraverso lo
strumento giuridico  dell’autonomia, coinvolga tutti i soggetti protagonisti del
processo di crescita, quali: studenti, famiglie, docenti, territorio.

• Lo studente nella interezza della sua persona: soggettiva, cognitiva,


relazionale, spirituale e professionale, quindi non solo destinatario di
un servizio scolastico, ma parte in causa capace di                   
partecipare attivamente alla realizzazione di se stesso, del proprio
progetto di vita ed intervenire per migliorare la scuola e più in generale
il proprio contesto di appartenenza.
• La famiglia  nell'espletare responsabilmente il suo ruolo, condividendo
il patto educativo finalizzato al raggiungimento della maturità dei
ragazzi, nel pieno rispetto della libertà di scelta educativa         
costituzionalmente garantito;
•    I docenti  nell'esercizio della loro professionalità, attivando un
processo di apprendimento continuo, graduale, flessibile, centrato sullo

13
LE SCELTE PTOF - 2019/20-2021/22
STRATEGICHE I.I.S.S. "ELSA MORANTE"

sviluppo di abilità e competenze, in una continua riflessione           sulle


pratiche didattiche, nel pieno rispetto della libertà di insegnamento
sancita dall'art. 33 Cost;
•    Il territorio, dal quale provengono importanti feedback che
costituiscono i principali indicatori sulla bontà delle scelte progettuali
pianificate ed attuate dall'Istituzione scolastica.

  

PRIORITÀ E TRAGUARDI

Risultati Scolastici

Priorità
Sviluppo delle competenze professionali.
Traguardi
Rientrare nella media delle competenze professionali degli altri istituti presenti sul
territorio.

Risultati Nelle Prove Standardizzate Nazionali

Priorità
Migliorare le competenze in ambito umanistico-scientifico.
Traguardi
Rientrare nella media delle competenze umanistico-scientifiche degli altri istituti
presenti sul territorio.

Competenze Chiave Europee

Priorità
Raggiungere un livello di competenze personali e sociali, incrementare e sviluppare
la capacità di imparare a imparare, sviluppare competenze di imprenditorialità.
Migliorare la frequenza, la puntualità, il rispetto delle regole. Incentivare progetti

14
LE SCELTE PTOF - 2019/20-2021/22
STRATEGICHE I.I.S.S. "ELSA MORANTE"

sulla legalità e interventi sul singolo per i casi problematici.


Traguardi
Aumentare l'assunzione di comportamenti responsabili, implementare
l'acquisizione di competenze orientanti al proprio auto sviluppo professionale.
Ridurre tendenzialmente assenze, ritardi e numero di note.

Priorità
Sviluppo delle competenze chiave di cittadinanza. Valutazione sistematica del livello
di competenze chiave di cittadinanza raggiunto con confronto tra classi
Traguardi
Valutazione sistematica del livello di competenze chiave di cittadinanza raggiunto.

OBIETTIVI FORMATIVI PRIORITARI (ART. 1, COMMA 7 L. 107/15)

ASPETTI GENERALI

I cardini che caratterizzano il nostro Piano dell’Offerta Formativa Triennale


sono: la valorizzazione della persona umana, la crescita educativa, culturale e
professionale e la formazione del cittadino europeo. La nostra Istituzione
scolastica è impegnata a fornire agli alunni che la frequentano le conoscenze e
gli strumenti critici e metodologici che consentano loro di affrontare la
continua e rapida evoluzione delle tecnologie e dei sistemi formativi
attraverso competenze professionali approfondite, aggiornate e spendibili nel
settore turistico e della ristorazione nazionale e internazionale. L’Istituto è
altresì impegnato a far fronte alle sfide e alle rapide trasformazioni di un
mercato del lavoro sempre più globalizzato e in via di forti trasformazioni
organizzative e gestionali.

Nel quadro dell’Autonomia, gli obiettivi strategici principali dell’Istituto


consistono nel:

• realizzare una Scuola aperta quale laboratorio permanente di ricerca,


ampliando così la propria attività sul territorio e ponendosi, con le
proprie competenze professionali, come un’agenzia a       disposizione

15
LE SCELTE PTOF - 2019/20-2021/22
STRATEGICHE I.I.S.S. "ELSA MORANTE"

della formazione continua;


• programmare interventi specifici atti ad assicurare la piena integrazione
degli alunni a rischio di abbandono contribuendo così ad arginare il
fenomeno della dispersione scolastica, intesa non solo come fenomeno
di abbandono fisico degli studenti dalla scuola , culmine di un processo
di rottura (culturale, sociale, esistenziale) a lungo preparato,ma anche e
soprattutto come forma di insuccesso scolastico che si verifica quando
gli studenti non riescono a dispiegare pienamente il loro potenziale
d'apprendimento, soddisfacendo i propri bisogni formativi.

  In questa prospettiva, essenziale è lo sviluppo dei rapporti con gli Enti locali,
con le Istituzioni e le realtà economico- aziendali presenti sul territorio,
nonché con la Rete delle altre realtà formative del territorio. In particolare
l’ampliamento dei rapporti con imprese, aziende, enti pubblici e privati,
agenzie e associazionismo, consentirà oltre che reperire potenziali partner per
i nostri progetti formativi, anche di potenziare la rete per gli stage di
formazione e di favorire le opportunità di lavoro per gli studenti.

L’Istituzione scolastica si impegna, attraverso iniziative mirate, a sostenere il


principio della parità di genere contenuto nell’art.1, c 16 della L 107/2015,
promuovendo l'educazione alla parità tra i sessi, la prevenzione della violenza
di genere e di tutte le discriminazioni, al fine di informare e di sensibilizzare gli
studenti, i docenti e i genitori.

Il nostro Istituto crede fortemente nella necessità di puntare sulla prevenzione


per combattere gli abusi e la discriminazione di genere, per questo si fa
portavoce della diffusione dei principi di rispetto, di mediazione finalizzata alla
risoluzione di conflitti, di contrasto alla violenza e di comprensione e
individuazione delle situazioni di disagio, introducendo spunti di riflessione e
confronto nonché predisponendo azioni di prevenzione e resistenza alle
forme di discriminazione, di prevaricazione, di bullismo. Nella stessa direzione
di tutela e salvaguardia del diritto all’istruzione consapevole, in opposizione
alle forme di prevaricazione e intolleranza o demotivazione ed emarginazione,
la Scuola si impegna a costruire azioni in sinergia volte a contrastare la
dispersione rispondendo all’esigenza di attivare una lettura introspettiva e

16
LE SCELTE PTOF - 2019/20-2021/22
STRATEGICHE I.I.S.S. "ELSA MORANTE"

motivare gli allievi, di condividerne i termini e i linguaggi utilizzati, di


individuare percorsi e sperimentare metodologie efficaci volte a contrastarne
la diffusione. Far leva, allora, sulle cause insite di demotivazione, mancanza di
autostima, disinteresse e difficoltà sociali e relazionali e costruire modelli
sociali ed affettivi di riferimento stabili, efficienti e validi, il nodo cruciale di
interesse per l’Istituzione nell’intento di tutelare non solo chi lascia la scuola,
ma la frequenta con disinteresse e non riesce dunque a costruire “il suo
progetto di vita”.

 
OBIETTIVI FORMATIVI INDIVIDUATI DALLA SCUOLA

1 ) valorizzazione e potenziamento delle competenze linguistiche, con


particolare riferimento all'italiano nonché alla lingua inglese e ad altre lingue
dell'Unione europea, anche mediante l'utilizzo della metodologia Content
language integrated learning

2 ) potenziamento delle competenze matematico-logiche e scientifiche

3 ) sviluppo delle competenze in materia di cittadinanza attiva e democratica


attraverso la valorizzazione dell'educazione interculturale e alla pace, il rispetto
delle differenze e il dialogo tra le culture, il sostegno dell'assunzione di
responsabilità nonché della solidarietà e della cura dei beni comuni e della
consapevolezza dei diritti e dei doveri; potenziamento delle conoscenze in
materia giuridica ed economico-finanziaria e di educazione
all'autoimprenditorialità

4 ) sviluppo di comportamenti responsabili ispirati alla conoscenza e al rispetto


della legalità, della sostenibilità ambientale, dei beni paesaggistici, del
patrimonio e delle attività culturali

5 ) potenziamento delle discipline motorie e sviluppo di comportamenti ispirati


a uno stile di vita sano, con particolare riferimento all'alimentazione,
all'educazione fisica e allo sport, e attenzione alla tutela del diritto allo studio
degli studenti praticanti attività sportiva agonistica

6 ) sviluppo delle competenze digitali degli studenti, con particolare riguardo al


pensiero computazionale, all'utilizzo critico e consapevole dei social network e

17
LE SCELTE PTOF - 2019/20-2021/22
STRATEGICHE I.I.S.S. "ELSA MORANTE"

dei media nonché alla produzione e ai legami con il mondo del lavoro

7 ) potenziamento delle metodologie laboratoriali e delle attività di laboratorio

8 ) prevenzione e contrasto della dispersione scolastica, di ogni forma di


discriminazione e del bullismo, anche informatico; potenziamento
dell'inclusione scolastica e del diritto allo studio degli alunni con bisogni
educativi speciali attraverso percorsi individualizzati e personalizzati anche con
il supporto e la collaborazione dei servizi socio-sanitari ed educativi del territorio
e delle associazioni di settore e l'applicazione delle linee di indirizzo per favorire
il diritto allo studio degli alunni adottati, emanate dal Ministero dell'istruzione,
dell'università e della ricerca il 18 dicembre 2014

9 ) valorizzazione della scuola intesa come comunità attiva, aperta al territorio e


in grado di sviluppare e aumentare l'interazione con le famiglie e con la
comunità locale, comprese le organizzazioni del terzo settore e le imprese

10 ) incremento dell'alternanza scuola-lavoro nel secondo ciclo di istruzione

11 ) valorizzazione di percorsi formativi individualizzati e coinvolgimento degli


alunni e degli studenti

12 ) individuazione di percorsi e di sistemi funzionali alla premialità e alla


valorizzazione del merito degli alunni e degli studenti

13 ) definizione di un sistema di orientamento

PIANO DI MIGLIORAMENTO

FORMAZIONE SULLA DIDATTICA DIGITALE INTEGRATA


Descrizione Percorso

Il corso è finalizzato a fornire competenze esecutive e di natura didattica e di natura


pedagogica per creare strumenti operativi , percorsi metodologici e attività digitali
utili, al fine di porre in essere strategie didattiche e formative che rendano gli allievi
interpreti del loro agire quotidiano e coscienti del processo di conoscenze e,
prioritariamente , dello sviluppo delle competenze. Il corso si propone , in questo

18
LE SCELTE PTOF - 2019/20-2021/22
STRATEGICHE I.I.S.S. "ELSA MORANTE"

particolare momento storico, di proporre e agevolare la sperimentazione pratica


nella didattica innovativa ed integrata. 

"OBIETTIVI DI PROCESSO COLLEGATI AL PERCORSO"


"OBIETTIVI DI PROCESSO" CURRICOLO, PROGETTAZIONE E VALUTAZIONE
"Obiettivo:" Progettare i curriculi formativi secondo la nuova
organizzazione didattica dell'Istruzione Professionale (D.I. 92/2018).

"PRIORITÀ COLLEGATE ALL’OBIETTIVO"

» "Priorità" [Risultati scolastici]


Sviluppo delle competenze professionali.

ATTIVITÀ PREVISTA NEL PERCORSO: PROGETTO PER CORSO A DISTANZA SULLA


DIDATTICA A DISTANZA

Tempistica prevista per la Soggetti Interni/Esterni


Destinatari
conclusione dell'attività Coinvolti

01/12/2020 Docenti Docenti

Responsabile

Il responsabile dell'attività è stato individuato nel docente animatore digitale.

Risultati Attesi

Il corso è finalizzato a fornire competenze esecutive e di natura didattica e di natura


pedagogica per creare strumenti operativi , percorsi metodologici e attività digitali utili,
al fine di porre in essere strategie didattiche e formative che rendano gli allievi
interpreti del loro agire quotidiano e coscienti del processo di conoscenze e,
prioritariamente , dello sviluppo delle competenze. Il corso si propone , in questo
particolare momento storico, di proporre e agevolare la sperimentazione pratica nella
didattica innovativa ed integrata. 

ATTIVITÀ PREVISTA NEL PERCORSO: CORSO DI FORMAZIONE SULLE COMPETENZE

19
LE SCELTE PTOF - 2019/20-2021/22
STRATEGICHE I.I.S.S. "ELSA MORANTE"

DIGITALI

Tempistica prevista per la Soggetti Interni/Esterni


Destinatari
conclusione dell'attività Coinvolti

01/12/2020 Docenti Docenti

Responsabile

Il responsabile dell'attività è stato individuato nell' esperto di informatica giuridica.

Risultati Attesi

Formare  i docenti all'uso consapevole di Internet e traslare tale sapere ai discenti..

PRINCIPALI ELEMENTI DI INNOVAZIONE

SINTESI DELLE PRINCIPALI CARATTERISTICHE INNOVATIVE

Il modello organizzativo adottato  è stato pensato per mantenere tutte le


caratteristiche strutturali che hanno dato vita ad un luogo privilegiato di
interazione dialogica per la costruzione collaborativa dei contenuti, il raccordo tra
gli ambienti di apprendimento in presenza e a distanza, la proposta dei compiti di
realtà nella cornice della formazione orientativa, per la maturazione delle
competenze funzionali e delle competenze chiave. La nostra scuola si propone di
raggiungere un duplice risultato:

• costruire una comunità educante, dialogica e collaborativa, nella quale i ragazzi


imparino ad essere persone competenti e partecipative nei processi di
miglioramento di sé, delle relazioni e dell'ambiente;

• innovare la didattica in modo sistematico, attraverso l'innovazione tecnologica e


tutte le pratiche utili a motivare gli alunni. 

Le pratiche didattiche proposte  intendono dunque coinvolgere i ragazzi in un


percorso stimolante e ricco di implicazioni valoriali (sui temi della legalità,
dell’intercultura, dell'ambiente, dell’educazione civica e della storia, della geografia,
delle scienze e della matematica), che lascino  spazio alla creatività individuale e di

20
LE SCELTE PTOF - 2019/20-2021/22
STRATEGICHE I.I.S.S. "ELSA MORANTE"

gruppo, e li introducano  contemporaneamente all’utilizzo critico degli strumenti e


delle opportunità del Web.  

Particolare attenzione sarà data al rapporto scuola-famiglia  anche attraverso


iniziative specifiche, quali attivazione di corsi di educazione ambientale e di analisi
transazionale.   

AREE DI INNOVAZIONE

SVILUPPO PROFESSIONALE

La formazione professionale degli studenti è arricchita da esperienze 


significative quali stage in aziende selezionate in ambito territoriale. Gli studenti
partecipano a manifestazioni, concorsi nazionali, convegni formativi, fiere di
settore e eventi di prestigio. Tali attività offrono agli studenti (delle classi terze,
quarte e quinte) un’occasione concreta per misurarsi consapevolmente con la
Pratica

Professionale, al fine di migliorare e/o approfondire le conoscenze e le 


competenze tecnico-pratiche mediante il rapporto dello studente con il 
pubblico e il mondo del lavoro, superando le limitazioni della simulazione 
didattica. Anche l'attività di Alternanza Scuola Lavoro contribuisce al percorso 
formativo personalizzato dello studente "cittadino del mondo" in ambito 
lavorativo e sociale.

21
L'OFFERTA PTOF - 2019/20-2021/22
FORMATIVA I.I.S.S. "ELSA MORANTE"

L'OFFERTA FORMATIVA

TRAGUARDI ATTESI IN USCITA

SECONDARIA II GRADO - TIPOLOGIA: ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE

ISTITUTO/PLESSI CODICE SCUOLA

I.T.E. CRISPIANO TATD00801D

A. SISTEMI INFORMATIVI AZIENDALI

Competenze comuni:

a tutti i percorsi di istruzione tecnica

- utilizzare il patrimonio lessicale ed espressivo della lingua italiana secondo le esigenze


comunicative nei vari contesti: sociali, culturali, scientifici, economici, tecnologici.
- stabilire collegamenti tra le tradizioni culturali locali, nazionali ed internazionali, sia in
prospettiva interculturale sia ai fini della mobilità di studio e di lavoro.
- utilizzare gli strumenti culturali e metodologici per porsi con atteggiamento razionale,
critico e responsabile di fronte alla realtà, ai suoi fenomeni, ai suoi problemi, anche ai fini
dell'apprendimento permanente.
- utilizzare e produrre strumenti di comunicazione visiva e multimediale, anche con
riferimento alle strategie espressive e agli strumenti tecnici della comunicazione in rete.
- padroneggiare la lingua inglese e, ove prevista, un'altra lingua comunitaria per scopi
comunicativi e utilizzare i linguaggi settoriali relativi ai percorsi di studio, per interagire in
diversi ambiti e contesti professionali, al livello B2 del quadro comune europeo di
riferimento per le lingue (QCER).
- utilizzare il linguaggio e i metodi propri della matematica per organizzare e valutare
adeguatamente informazioni qualitative e quantitative.
- identificare e applicare le metodologie e le tecniche della gestione per progetti.
- redigere relazioni tecniche e documentare le attività individuali e di gruppo relative a

22
L'OFFERTA PTOF - 2019/20-2021/22
FORMATIVA I.I.S.S. "ELSA MORANTE"

situazioni professionali.
- individuare e utilizzare gli strumenti di comunicazione e di team working più appropriati
per intervenire nei contesti organizzativi e professionali di riferimento.

Competenze specifiche:

di indirizzo
- riconoscere e interpretare:
- le tendenze dei mercati locali, nazionali e globali anche per coglierne le ripercussioni in
un dato contesto;
- i macrofenomeni economici nazionali e internazionali per connetterli alla specificità di
un'azienda;
- i cambiamenti dei sistemi economici nella dimensione diacronica attraverso il confronto
fra epoche storiche e nella dimensione sincronica attraverso il confronto fra aree
geografiche e culture diverse.
- individuare e accedere alla normativa pubblicistica, civilistica e fiscale con particolare
riferimento alle attività aziendali.
- interpretare i sistemi aziendali nei loro modelli, processi e flussi informativi con
riferimento alle differenti tipologie di imprese.
- riconoscere i diversi modelli organizzativi aziendali, documentare le procedure e
ricercare soluzioni efficaci rispetto a situazioni date.
- individuare le caratteristiche del mercato del lavoro e collaborare alla gestione delle
risorse umane.
- gestire il sistema delle rilevazioni aziendali con l'ausilio di programmi di contabilità
integrata.
- applicare i principi e gli strumenti della programmazione e del controllo di gestione,
analizzandone i risultati.
- inquadrare l'attività di marketing nel ciclo di vita dell'azienda e realizzare applicazioni
con riferimento a specifici contesti e diverse politiche di mercato.
- orientarsi nel mercato dei prodotti assicurativo-finanziari, anche per collaborare nella
ricerca di soluzioni economicamente vantaggiose.
- utilizzare i sistemi informativi aziendali e gli strumenti di comunicazione integrata
d'impresa, per realizzare attività comunicative con riferimento a differenti contesti.
- analizzare e produrre i documenti relativi alla rendicontazione sociale e ambientale, alla
luce dei criteri sulla responsabilità sociale d'impresa.
Nell'articolazione "Sistemi informativi aziendali", il profilo si caratterizza per il riferimento

23
L'OFFERTA PTOF - 2019/20-2021/22
FORMATIVA I.I.S.S. "ELSA MORANTE"

sia all'ambito della gestione del sistema informativo aziendale sia alla valutazione, alla
scelta e all'adattamento di software applicativi. Tali attività sono tese a migliorare
l'efficienza aziendale attraverso la realizzazione di nuove procedure, con particolare
riguardo al sistema di archiviazione, all'organizzazione della comunicazione in rete e alla
sicurezza informatica.

SECONDARIA II GRADO - TIPOLOGIA: IST PROF PER I SERVIZI ALBERGHIERI E RISTORAZIONE

ISTITUTO/PLESSI CODICE SCUOLA

IPSEOA CRISPIANO TARH00801B

A. SERVIZI DI SALA E DI VENDITA - TRIENNIO

Competenze comuni:

a tutti i percorsi di istruzione professionale


- utilizzare il patrimonio lessicale ed espressivo della lingua italiana secondo le esigenze
comunicative nei vari contesti: sociali, culturali, scientifici, economici, tecnologici.
- stabilire collegamenti tra le tradizioni culturali locali, nazionali ed internazionali, sia in
una prospettiva interculturale sia ai fini della mobilità di studio e di lavoro.
- utilizzare gli strumenti culturali e metodologici per porsi con atteggiamento razionale,
critico e responsabile di fronte alla realtà, ai suoi fenomeni, ai suoi problemi anche ai fini
dell'apprendimento permanente.
- utilizzare e produrre strumenti di comunicazione visiva e multimediale, anche con
riferimento alle strategie espressive e agli strumenti tecnici della comunicazione in rete.
- padroneggiare la lingua inglese e, ove prevista, un'altra lingua comunitaria per scopi
comunicativi e utilizzare i linguaggi settoriali relativi ai percorsi di studio, per interagire in
diversi ambiti e contesti professionali, al livello b2 quadro comune europeo di riferimento
per le lingue (QCER).
- utilizzare il linguaggio e i metodi propri della matematica per organizzare e valutare
adeguatamente informazioni qualitative e quantitative.
- applicare le metodologie e le tecniche della gestione per progetti.
- redigere relazioni tecniche e documentare le attività individuali e di gruppo relative a
situazioni professionali.

24
L'OFFERTA PTOF - 2019/20-2021/22
FORMATIVA I.I.S.S. "ELSA MORANTE"

- individuare e utilizzare gli strumenti di comunicazione e di team working più appropriati


per intervenire nei contesti organizzativi e professionali di riferimento.

Competenze specifiche:

di indirizzo
- adeguare e organizzare la produzione e la vendita in relazione alla domanda dei mercati,
valorizzando i prodotti tipici
- utilizzare tecniche di lavorazione e strumenti gestionali nella produzione di servizi e
prodotti enogastronomici, ristorativi e di accoglienza turistico-alberghiera
- predisporre menu coerenti con il contesto e le esigenze della clientela, anche in
relazione a specifiche necessità dietologiche
- agire nel sistema di qualità relativo alla filiera produttiva di interesse
- controllare e utilizzare gli alimenti e le bevande sotto il profilo organolettico,
merceologico, chimico-fisico, nutrizionale e gastronomico
- applicare le normative vigenti, nazionali e internazionali, in fatto di sicurezza,
trasparenza e tracciabilità dei prodotti
- valorizzare promuovere le tradizioni locali, nazionali e internazionali individuando le
nuove tendenze di filiera
- integrare le competenze professionali orientate al cliente con quelle linguistiche,
utilizzando le tecniche di comunicazione e relazione per ottimizzare la qualità del servizio
e il coordinamento tra i colleghi
- attuare strategie di pianificazione, compensazione, monitoraggio per ottimizzare la
produzione di beni e servizi in relazione al contesto

B. ACCOGLIENZA TURISTICA - TRIENNIO

Competenze comuni:

a tutti i percorsi di istruzione professionale


- utilizzare il patrimonio lessicale ed espressivo della lingua italiana secondo le esigenze
comunicative nei vari contesti: sociali, culturali, scientifici, economici, tecnologici.
- stabilire collegamenti tra le tradizioni culturali locali, nazionali ed internazionali, sia in
una prospettiva interculturale sia ai fini della mobilità di studio e di lavoro.
- utilizzare gli strumenti culturali e metodologici per porsi con atteggiamento razionale,
critico e responsabile di fronte alla realtà, ai suoi fenomeni, ai suoi problemi anche ai fini

25
L'OFFERTA PTOF - 2019/20-2021/22
FORMATIVA I.I.S.S. "ELSA MORANTE"

dell'apprendimento permanente.
- utilizzare e produrre strumenti di comunicazione visiva e multimediale, anche con
riferimento alle strategie espressive e agli strumenti tecnici della comunicazione in rete.
- padroneggiare la lingua inglese e, ove prevista, un'altra lingua comunitaria per scopi
comunicativi e utilizzare i linguaggi settoriali relativi ai percorsi di studio, per interagire in
diversi ambiti e contesti professionali, al livello b2 quadro comune europeo di riferimento
per le lingue (QCER).
- utilizzare il linguaggio e i metodi propri della matematica per organizzare e valutare
adeguatamente informazioni qualitative e quantitative.
- applicare le metodologie e le tecniche della gestione per progetti.
- redigere relazioni tecniche e documentare le attività individuali e di gruppo relative a
situazioni professionali.
- individuare e utilizzare gli strumenti di comunicazione e di team working più appropriati
per intervenire nei contesti organizzativi e professionali di riferimento.

Competenze specifiche:

di indirizzo
- agire nel sistema di qualità relativo alla filiera produttiva di interesse.
- utilizzare tecniche di lavorazione e strumenti gestionali nella produzione di servizi e
prodotti enogastonomici, ristorativi e di accoglienza turistico-alberghiera.
- integrare le competenze professionali orientate al cliente con quelle linguistiche,
utilizzando le tecniche di comunicazione e relazione per ottimizzare la qualità del servizio
e il coordinamento con i colleghi.
- valorizzare e promuovere le tradizioni locali, nazionali e internazionali individuando le
nuove tendenze di filiera.
- applicare le normative vigenti, nazionali e internazionali, in fatto di sicurezza,
trasparenza e tracciabilità dei prodotti.
- attuare strategie di pianificazione, compensazione, monitoraggio per ottimizzare la
produzione di beni e servizi in relazione al contesto.
- utilizzare le tecniche di promozione, vendita, commercializzazione, assistenza,
informazione e intermediazione turistico-alberghiera.
- adeguare la produzione e la vendita dei servizi di accoglienza e ospitalità in relazione alle
richieste dei mercati e della clientela.
- promuovere e gestire i servizi di accoglienza turistico-alberghiera anche attraverso la
progettazione dei servizi turistici per valorizzare le risorse ambientali, storico-artistiche,

26
L'OFFERTA PTOF - 2019/20-2021/22
FORMATIVA I.I.S.S. "ELSA MORANTE"

culturali ed enogastronomiche del territorio.


- sovrintendere all0organizzazione dei servizi di accoglienza e di ospitalità, applicando le
tecniche di gestione economica e finanziaria alle aziende turistico-alberghiere.
Nell'articolazione "Accoglienza turistica", il diplomato è in grado di intervenire nei diversi
ambiti delle attività di ricevimento, di gestire e organizzare i servizi in relazione alla
domanda stagionale e alle esigenze della clientela; di promuovere i servizi di accoglienza
turistico-alberghiera anche attraverso la progettazione di prodotti turistici che valorizzino
le risorse del territorio.

C. ENOGASTRONOMIA - TRIENNIO

Competenze comuni:

a tutti i percorsi di istruzione professionale


- utilizzare il patrimonio lessicale ed espressivo della lingua italiana secondo le esigenze
comunicative nei vari contesti: sociali, culturali, scientifici, economici, tecnologici.
- stabilire collegamenti tra le tradizioni culturali locali, nazionali ed internazionali, sia in
una prospettiva interculturale sia ai fini della mobilità di studio e di lavoro.
- utilizzare gli strumenti culturali e metodologici per porsi con atteggiamento razionale,
critico e responsabile di fronte alla realtà, ai suoi fenomeni, ai suoi problemi anche ai fini
dell'apprendimento permanente.
- utilizzare e produrre strumenti di comunicazione visiva e multimediale, anche con
riferimento alle strategie espressive e agli strumenti tecnici della comunicazione in rete.
- padroneggiare la lingua inglese e, ove prevista, un'altra lingua comunitaria per scopi
comunicativi e utilizzare i linguaggi settoriali relativi ai percorsi di studio, per interagire in
diversi ambiti e contesti professionali, al livello b2 quadro comune europeo di riferimento
per le lingue (QCER).
- utilizzare il linguaggio e i metodi propri della matematica per organizzare e valutare
adeguatamente informazioni qualitative e quantitative.
- applicare le metodologie e le tecniche della gestione per progetti.
- redigere relazioni tecniche e documentare le attività individuali e di gruppo relative a
situazioni professionali.
- individuare e utilizzare gli strumenti di comunicazione e di team working più appropriati
per intervenire nei contesti organizzativi e professionali di riferimento.

Competenze specifiche:

27
L'OFFERTA PTOF - 2019/20-2021/22
FORMATIVA I.I.S.S. "ELSA MORANTE"

di indirizzo
- agire nel sistema di qualità relativo alla filiera produttiva di interesse
- utilizzare tecniche di lavorazione e strumenti gestionali nella produzione di servizi e
prodotti enogastronomici, ristorativi e di accoglienza turistica-alberghiera
- integrare le competenze professionali orientate al cliente con quelle linguistiche,
utilizzando le tecniche di comunicazione e relazione per ottimizzare la qualità del servizio
e il coordinamento con i colleghi
- valorizzare e promuovere le tradizioni locali, nazionali e internazionali, individuando le
nuove tendenze di filiera
- applicare le normative vigenti, nazionali e internazionali in fatto di sicurezza, trasparenza
e tracciabilità dei prodotti
- attuare strategie di pianificazione, compensazione, monitoraggio per ottimizzare la
produzione di beni e servizi in relazione al contesto
- controllare e utilizzare gli alimenti e le bevande sotto il profilo organolettico,
merceologico, chimico-fisico, nutrizionale e gastronomico
- predisporre menu coerenti con il contesto e le esigenze della clientela, anche in
relazione e specifiche necessità dietologiche
- adeguare e organizzare la produzione e la vendita in relazione alla domanda dei mercati,
valorizzando i prodotti tipici

D. PRODOTTI DOLCIARI ARTIGIANALI E INDUSTRIALI - OPZIONE

Competenze comuni:

a tutti i percorsi di istruzione professionale


- utilizzare il patrimonio lessicale ed espressivo della lingua italiana secondo le esigenze
comunicative nei vari contesti: sociali, culturali, scientifici, economici, tecnologici.
- stabilire collegamenti tra le tradizioni culturali locali, nazionali ed internazionali, sia in
una prospettiva interculturale sia ai fini della mobilità di studio e di lavoro.
- utilizzare gli strumenti culturali e metodologici per porsi con atteggiamento razionale,
critico e responsabile di fronte alla realtà, ai suoi fenomeni, ai suoi problemi anche ai fini
dell'apprendimento permanente.
- utilizzare e produrre strumenti di comunicazione visiva e multimediale, anche con
riferimento alle strategie espressive e agli strumenti tecnici della comunicazione in rete.
- padroneggiare la lingua inglese e, ove prevista, un'altra lingua comunitaria per scopi
comunicativi e utilizzare i linguaggi settoriali relativi ai percorsi di studio, per interagire in

28
L'OFFERTA PTOF - 2019/20-2021/22
FORMATIVA I.I.S.S. "ELSA MORANTE"

diversi ambiti e contesti professionali, al livello b2 quadro comune europeo di riferimento


per le lingue (QCER).
- utilizzare il linguaggio e i metodi propri della matematica per organizzare e valutare
adeguatamente informazioni qualitative e quantitative.
- applicare le metodologie e le tecniche della gestione per progetti.
- redigere relazioni tecniche e documentare le attività individuali e di gruppo relative a
situazioni professionali.
- individuare e utilizzare gli strumenti di comunicazione e di team working più appropriati
per intervenire nei contesti organizzativi e professionali di riferimento.

Competenze specifiche:

di indirizzo
- agire nel sistema di qualità relativo alla filiera produttiva di interesse
- utilizzare tecniche di lavorazione e strumenti gestionali nella produzione di servizi e
prodotti enogastonomici, ristorativi e di accoglienza turistico-alberghiera.
- integrare le competenze professionali orientate al cliente con quelle linguistiche,
utilizzando le tecniche di comunicazione e relazione per ottimizzare la qualità del servizio
e il coordinamento con i colleghi.
- valorizzare e promuovere le tradizioni locali, nazionali e internazionali individuando le
nuove tendenze di filiera.
- applicare le normative vigenti, nazionali e internazionali, in fatto di sicurezza,
trasparenza e tracciabilità dei prodotti.
- attuare strategie di pianificazione, compensazione, monitoraggio per ottimizzare la
produzione di beni e servizi in relazione al contesto.
- controllare e utilizzare gli alimenti e le bevande sotto il profilo organolettico,
merceologico, chimico-fisico, nutrizionale e gastronomico.
- predisporre menu coerenti con il contesto e le esigenze della clientela, anche in
relazione a specifiche necessità dietologiche.
- adeguare e organizzare la produzione e la vendita in relazione alla domanda dei mercati,
valorizzando i prodotti tipici.

Approfondimento

                                              SECONDARIA II GRADO - TIPOLOGIA:  ISTITUTO 


PROFESSIONALE  PER I SERVIZI ALBERGHIERI E RISTORAZIONE

29
L'OFFERTA PTOF - 2019/20-2021/22
FORMATIVA I.I.S.S. "ELSA MORANTE"

SERVIZI DI SALA E DI VENDITA - TRIENNIO

Competenze comuni a tutti i percorsi di istruzione professionale :

- utilizzare il patrimonio lessicale ed espressivo della lingua italiana secondo le


esigenze comunicative nei vari contesti: sociali, culturali, scientifici, economici,
tecnologici.

- stabilire collegamenti tra le tradizioni culturali locali, nazionali ed internazionali, sia


in una prospettiva interculturale sia ai fini della mobilità di studio e di lavoro.

- utilizzare gli strumenti culturali e metodologici per porsi con atteggiamento


razionale, critico e responsabile di fronte alla realtà, ai suoi fenomeni, ai suoi
problemi anche ai fini dell'apprendimento       permanente.

- utilizzare e produrre strumenti di comunicazione visiva e multimediale, anche con 


riferimento alle strategie espressive e agli strumenti tecnici della comunicazione in
rete.

- padroneggiare la lingua inglese e, ove prevista, un'altra lingua comunitaria per scopi 
comunicativi e utilizzare i linguaggi settoriali relativi ai percorsi di studio, per
interagire in diversi ambiti e contesti  professionali, al livello b2 quadro comune
europeo di riferimento per le lingue (QCER).

- utilizzare il linguaggio e i metodi propri della matematica per organizzare e valutare 


adeguatamente informazioni qualitative e quantitative.

- applicare le metodologie e le tecniche della gestione per progetti.

- redigere relazioni tecniche e documentare le attività individuali e di gruppo relative 


a situazioni professionali.

- individuare e utilizzare gli strumenti di comunicazione e di team working più


appropriati per intervenire nei contesti organizzativi e professionali di riferimento.

Competenze specifiche di indirizzo: 

- adeguare e organizzare la produzione e la vendita in relazione alla domanda dei


mercati,  valorizzando i prodotti tipici

- utilizzare tecniche di lavorazione e strumenti gestionali nella produzione di servizi e 

30
L'OFFERTA PTOF - 2019/20-2021/22
FORMATIVA I.I.S.S. "ELSA MORANTE"

prodotti enogastronomici, ristorativi e di accoglienza turistico-alberghiera

- predisporre menu coerenti con il contesto e le esigenze della clientela, anche in 
relazione a specifiche necessità dietologiche

- agire nel sistema di qualità relativo alla filiera produttiva di interesse

- controllare e utilizzare gli alimenti e le bevande sotto il profilo organolettico, 


merceologico, chimico-fisico, nutrizionale e gastronomico

- applicare le normative vigenti, nazionali e internazionali, in fatto di sicurezza, 


trasparenza e tracciabilità dei prodotti

- valorizzare promuovere le tradizioni locali, nazionali e internazionali individuando le 


nuove tendenze di filiera

- integrare le competenze professionali orientate al cliente con quelle linguistiche, 


utilizzando le tecniche di comunicazione e relazione per ottimizzare la qualità del
servizio e il coordinamento tra i colleghi

- attuare strategie di pianificazione, compensazione, monitoraggio per ottimizzare la 


produzione di beni e servizi in relazione al contesto.

ACCOGLIENZA TURISTICA - TRIENNIO

Competenze comuni a tutti i percorsi di istruzione professionale :

- utilizzare il patrimonio lessicale ed espressivo della lingua italiana secondo le


esigenze comunicative nei vari contesti: sociali, culturali, scientifici, economici,
tecnologici.

- stabilire collegamenti tra le tradizioni culturali locali, nazionali ed internazionali, sia


in una prospettiva interculturale sia ai fini della mobilità di studio e di lavoro.

- utilizzare gli strumenti culturali e metodologici per porsi con atteggiamento


razionale, critico e responsabile di fronte alla realtà, ai suoi fenomeni, ai suoi
problemi anche ai fini dell'apprendimento permanente.

- utilizzare e produrre strumenti di comunicazione visiva e multimediale, anche con 


riferimento alle strategie espressive e agli strumenti tecnici della comunicazione in
rete.

- padroneggiare la lingua inglese e, ove prevista, un'altra lingua comunitaria per scopi 

31
L'OFFERTA PTOF - 2019/20-2021/22
FORMATIVA I.I.S.S. "ELSA MORANTE"

comunicativi e utilizzare i linguaggi settoriali relativi ai percorsi di studio, per


interagire in diversi ambiti e contesti professionali, al livello b2 quadro comune
europeo di riferimento per le lingue (QCER).

- utilizzare il linguaggio e i metodi propri della matematica per organizzare e valutare 


adeguatamente informazioni qualitative e quantitative.

- applicare le metodologie e le tecniche della gestione per progetti.

- redigere relazioni tecniche e documentare le attività individuali e di gruppo relative 


a situazioni professionali.

- individuare e utilizzare gli strumenti di comunicazione e di team working più


appropriati per intervenire nei contesti organizzativi e professionali di riferimento.

Competenze specifiche di indirizzo:

- agire nel sistema di qualità relativo alla filiera produttiva di interesse.

- utilizzare tecniche di lavorazione e strumenti gestionali nella produzione di servizi e 


prodotti enogastonomici, ristorativi e di accoglienza turistico-alberghiera.

- integrare le competenze professionali orientate al cliente con quelle linguistiche, 


utilizzando le tecniche di comunicazione e relazione per ottimizzare la qualità del
servizio e il coordinamento con i colleghi.

- valorizzare e promuovere le tradizioni locali, nazionali e internazionali individuando


le nuove tendenze di filiera.

- applicare le normative vigenti, nazionali e internazionali, in fatto di sicurezza, 


trasparenza e tracciabilità dei prodotti.

- attuare strategie di pianificazione, compensazione, monitoraggio per ottimizzare la 


produzione di beni e servizi in relazione al contesto.

- utilizzare le tecniche di promozione, vendita, commercializzazione, assistenza, 


informazione e intermediazione turistico-alberghiera.

- adeguare la produzione e la vendita dei servizi di accoglienza e ospitalità in relazione


alle richieste dei mercati e della clientela.

- promuovere e gestire i servizi di accoglienza turistico-alberghiera anche attraverso


la progettazione dei servizi turistici per valorizzare le risorse ambientali, storico-

32
L'OFFERTA PTOF - 2019/20-2021/22
FORMATIVA I.I.S.S. "ELSA MORANTE"

artistiche, culturali ed       enogastronomiche del territorio.

- sovrintendere all'organizzazione dei servizi di accoglienza e di ospitalità, applicando


le tecniche di gestione economica e finanziaria alle aziende turistico-alberghiere.

Nell'articolazione "Accoglienza turistica", il diplomato è in grado di intervenire nei


diversi ambiti delle attività di ricevimento, di gestire e organizzare i servizi in relazione
alla domanda stagionale e alle esigenze della clientela; di promuovere i servizi di
accoglienza turistico-alberghiera anche attraverso la progettazione di prodotti turistici
che valorizzino le risorse del territorio.

ENOGASTRONOMIA- PRODOTTI DOLCIARI ARTIGIANALI E INDUSTRIALI - TRIENNIO

Competenze comuni a tutti i percorsi di istruzione professionale:

- utilizzare il patrimonio lessicale ed espressivo della lingua italiana secondo le


esigenze comunicative nei vari contesti: sociali, culturali, scientifici, economici,
tecnologici.

- stabilire collegamenti tra le tradizioni culturali locali, nazionali ed internazionali, sia


in una prospettiva interculturale sia ai fini della mobilità di studio e di lavoro.

- utilizzare gli strumenti culturali e metodologici per porsi con atteggiamento


razionale, critico e responsabile di fronte alla realtà, ai suoi fenomeni, ai suoi
problemi anche ai fini dell'apprendimento permanente.

- utilizzare e produrre strumenti di comunicazione visiva e multimediale, anche con 


riferimento alle strategie espressive e agli strumenti tecnici della comunicazione in
rete.

- padroneggiare la lingua inglese e, ove prevista, un'altra lingua comunitaria per scopi 
comunicativi e utilizzare i linguaggi settoriali relativi ai percorsi di studio, per
interagire in diversi ambiti e contesti professionali, al livello b2 quadro comune
europeo di riferimento per le lingue (QCER).

 - utilizzare il linguaggio e i metodi propri della matematica per organizzare e valutare 


adeguatamente informazioni qualitative e quantitative.

- applicare le metodologie e le tecniche della gestione per progetti.

- redigere relazioni tecniche e documentare le attività individuali e di gruppo relative 


a situazioni professionali.

33
L'OFFERTA PTOF - 2019/20-2021/22
FORMATIVA I.I.S.S. "ELSA MORANTE"

- individuare e utilizzare gli strumenti di comunicazione e di team working più


appropriati per intervenire nei contesti organizzativi e professionali di riferimento.

Competenze specifiche di indirizzo: 

- agire nel sistema di qualità relativo alla filiera produttiva di interesse

- utilizzare tecniche di lavorazione e strumenti gestionali nella produzione di servizi e 


prodotti enogastronomici, ristorativi ,dolciari artigianali ed industriali,  di accoglienza
turistica-alberghiera

- integrare le competenze professionali orientate al cliente con quelle linguistiche, 


utilizzando le tecniche di comunicazione e relazione per ottimizzare la qualità del
servizio e il coordinamento con i colleghi

- valorizzare e promuovere le tradizioni locali, nazionali e internazionali, individuando


le nuove tendenze di filiera

- applicare le normative vigenti, nazionali e internazionali in fatto di sicurezza,


trasparenza e tracciabilità dei prodotti

- attuare strategie di pianificazione, compensazione, monitoraggio per ottimizzare la 


produzione di beni e servizi in relazione al contesto

- controllare e utilizzare gli alimenti e le bevande sotto il profilo organolettico, 


merceologico, chimico-fisico, nutrizionale e gastronomico

- predisporre menu coerenti con il contesto e le esigenze della clientela, anche in 
relazione e specifiche necessità dietologiche

- adeguare e organizzare la produzione e la vendita in relazione alla domanda dei


mercati, valorizzando i prodotti tipici .

INSEGNAMENTI E QUADRI ORARIO

Approfondimento

Con il Decreto legislativo nr.61/2017 viene disciplinata, in coerenza con gli obiettivi e

34
L'OFFERTA PTOF - 2019/20-2021/22
FORMATIVA I.I.S.S. "ELSA MORANTE"

le finalità individuati dalla Legge 107/2015, la revisione dei percorsi di Istruzione


Professionale, in raccordo con quelli dell’Istruzione e Formazione Professionale (Ie
FP) attraverso la ridefinizione degli indirizzi e il potenziamento delle attività didattiche
e laboratoriali. La riforma in oggetto parte con le classi prime, ad indirizzo
professionale, dall'anno scolastico 2018/2019.  Ogni percorso dell’Istruzione
professionale è costituito da un’area d’istruzione generale, comune a tutti i percorsi,
e un’area d’indirizzo. L’Istituto nell'esercizio della propria autonomia organizzativa e
didattica, e con riferimento al Progetto Formativo Individuale (PFI) organizzerà azioni
didattiche,
formative ed educative, per favorire lo sviluppo della dimensione professionalizzante
delle attività .

ALLEGATI:
tabelle orario IPSEOA-2019-2020.pdf

CURRICOLO DI ISTITUTO

NOME SCUOLA
I.I.S.S. "ELSA MORANTE" (ISTITUTO PRINCIPALE)

SCUOLA SECONDARIA II GRADO

CURRICOLO DI SCUOLA

CURRICULO DELL'ISTITUTO E NUOVO ORDINAMENTO Con la Riforma (D.P.R. 15/03/2010


n. 87) l’indirizzo ― Servizi per l’enogastronomia e l’ospitalità alberghiera ha lo scopo di
far acquisire allo studente, a conclusione del percorso quinquennale, le competenze
tecniche, economiche e normative nelle filiere dell’enogastronomia e dell’ospitalità
alberghiera. L’indirizzo presenta le articolazioni: “ Enogastronomia”, “Prodotti dolciari
artigianali ed industriali”, “Servizi di sala e di vendita”, “Accoglienza turistica”.
Caratteristiche fondamentali e aspetti salienti del nuovo scenario: • integrazione dei
saperi; • ricorso ai laboratori come didattica ordinaria per promuovere il saper fare e
l’apprendimento induttivo; • prassi dei tirocini, degli stages e dell’alternanza per
promuovere un incontro significativo con la realtà economica; • strutturazione della

35
L'OFFERTA PTOF - 2019/20-2021/22
FORMATIVA I.I.S.S. "ELSA MORANTE"

didattica per competenze. Ciò significa percorsi non più basati sui programmi ma sui
risultati di apprendimento declinati in competenze, abilità e conoscenze, con esplicito
rimando alla Raccomandazione del Parlamento e del Consiglio d’Europa 18 dicembre
2006 sulle “Competenze chiave per l’apprendimento permanente” e la
Raccomandazione 23 aprile 2008 sulla costituzione del “Quadro europeo delle
qualifiche per l’apprendimento permanente” (EQF); • certificazione dei risultati di
apprendimento, utile al riconoscimento di quanto acquisito anche in ambito europeo; •
struttura dei percorsi: 32 ore settimanali di lezione x 33 settimane = 1.056 ore;
suddivisione in due bienni e un quinto anno. • articolazione in un’area di istruzione
generale comune a tutti i percorsi e in aree di indirizzo specifiche con opzioni in
riferimento alle esigenze del mondo del lavoro e del territorio, incluse in un elenco
nazionale in via di definizione; • primo biennio: per ciascun anno 660 ore di attività e
insegnamenti generali comuni ai due settori + 396 ore di attività e insegnamenti
obbligatori per ciascun indirizzo in funzione orientativa; • secondo biennio: per ciascun
anno 495 ore di attività e insegnamenti comuni ai due settori + 561 ore di attività
obbligatori per ciascun indirizzo; • quinto anno: 495 ore di attività e insegnamenti
generali +561 ore di attività e insegnamenti obbligatori per ciascun indirizzo. • al
termine del quinquennio, al superamento dell’esame di Stato conclusivo viene rilasciato
il diploma indicante l’indirizzo seguito dallo studente e le competenze acquisite, anche
con segnalazione delle eventuali opzioni scelte; • risultati di apprendimento oggetto di
valutazione periodica per le classi seconde da parte dell’Istituto nazionale per la
valutazione del sistema educativo di istruzione e di formazione (INVALSI), che ne cura
anche la pubblicizzazione degli esiti; Il secondo ciclo di istruzione e formazione ha come
riferimento unitario il profilo educativo, culturale e professionale introdotto dal D.Lgs n.
226/2005 e definito nello specifico per gli istituti professionali dall’allegato A del DPR
87/2010 che connota l’identità nell’integrazione tra una solida base di istruzione
generale e la cultura professionale che agli studenti di sviluppare i saperi e le
competenze necessari ad assumere ruoli tecnici-operativi nei settori produttivi e di
servizio, considerati nella loro dimensione sistematica. La nuova identità degli istituti
professionali è caratterizzata, pertanto, dalla dimensione operativa dei saperi e delle
competenze oltre che dall’integrazione tra una base di istruzione generale e la cultura
professionale, necessarie da una parte per rispondere alle esigenze dei relativi settori
produttivi e di servizio ai fini del successivo inserimento nel mondo del lavoro, dall’altra
per l’accesso all’università o all’istruzione e formazione tecnica superiore. Il Profilo
culturale, educativo e professionale degli Istituti Professionali sottolinea, in continuità
con il primo ciclo, la dimensione trasversale ai differenti percorsi di istruzione e di
formazione frequentati dallo studente, evidenziando che le conoscenze disciplinari e

36
L'OFFERTA PTOF - 2019/20-2021/22
FORMATIVA I.I.S.S. "ELSA MORANTE"

interdisciplinari (il sapere) e le abilità operative apprese (il fare consapevole), nonché
l’insieme delle azioni e del- le relazioni interpersonali intessute (l’agire) siano la
condizione per maturare le competenze che arricchiscono la personalità dello studente
e lo rendono autonomo costruttore di se stesso in tutti i campi della esperienza umana,
sociale e professionale. A partire dal rafforzamento degli assi culturali che
caratterizzano l’obbligo d’istruzione: asse dei linguaggi, matematico, scientifico-
tecnologico, storico-sociale, l'area di istruzione generale ha l'obiettivo di fornire ai
giovani una preparazione adeguata su cui innestare conoscenze teoriche e applicative
nonché abilità cognitive proprie dell’area di indirizzo. Queste, presenti sin dal primo
biennio, si fondano su metodologie laboratoriali per favorire l'acquisizione di strumenti
concettuali e di procedure applicative funzionali a reali situazioni di lavoro con
l'obiettivo di far acquisire agli studenti competenze spendibili in vari contesti, mettendo
i diplomati in grado di assumere autonome responsabilità nei processi produttivi e di
servi- zio e di collaborare costruttivamente alla soluzione di problemi. Il peso dell’area di
istruzione generale è maggiore nel primo biennio dove, in raccordo con l’area di
indirizzo, esplica una funzione orientativa in vista delle scelte future, mentre decresce
nel secondo biennio e nel quinto anno, dove svolge una funzione formativa più legata a
contesti specialistici, per con- sentire nell’ultimo anno una scelta responsabile per
l’inserimento nel mondo del lavoro o il prosieguo degli studi. Il percorso professionale
statale per l’enogastronomia e l’ospitalità alberghiera si inserisce nel settore dei servizi
dell’istruzione professionale statale. Il profilo del settore dei servizi si caratterizza per
una cultura che consente di agire con autonomia e responsabilità nel sistema delle
relazioni tra il tecnico, il destinatario del servizio e le altre figure professionali coinvolte
nei processi di lavoro. Tali connotazioni si realizzano mobilitando i saperi specifici e le
altre qualità personali coerenti con le caratteristiche dell'indirizzo. Gli studenti, a
conclusione del percorso di studio, sono in grado di: - riconoscere nell'evoluzione dei
processi dei servizi, le componenti culturali, sociali, economiche e tecnologiche che li
caratterizzano, in riferimento ai diversi contesti, locali e globali; - cogliere criticamente i
mutamenti culturali, sociali, economici e tecnologici che influiscono sull'evoluzione dei
bisogni e sull'innovazione dei processi di servizio; - essere sensibili alle differenze di
cultura e di atteggiamento dei destinatari, al fine di fornire un servizio il più possibile
personalizzato; - sviluppare ed esprimere le proprie qualità di relazione, comunicazione,
ascolto, cooperazione e senso di responsabilità nell'esercizio del proprio ruolo; -
svolgere la propria attività operando in équipe e integrando le proprie competenze con
le altre figure professionali, al fine di erogare un servizio di qualità; - contribuire a
soddisfare le esigenze del destinatario, nell’osservanza degli aspetti deontologici del
servizio; - applicare le normative che disciplinano i processi dei servizi, con riferimento

37
L'OFFERTA PTOF - 2019/20-2021/22
FORMATIVA I.I.S.S. "ELSA MORANTE"

alla riservatezza, alla sicurezza e salute sui luoghi di vita e di lavoro, alla tutela e alla
valorizzazione dell'ambiente e del territorio; - intervenire, per la parte di propria
competenza e con l’utilizzo di strumenti tecnologici, nelle diverse fasi e livelli del
processo per la produzione della documentazione richiesta e per l’esercizio del
controllo di qualità. Se il primo biennio è finalizzato al raggiungimento dei saperi e delle
competenze relativi agli assi culturali dell’obbligo di istruzione, il secondo biennio è
articolato in due distinte annualità anche per consentire il raccordo con i percorsi di
istruzione e formazione professionale. Le discipline dell'area di indirizzo assumono
connotazioni specifiche con l'obiettivo di far raggiungere agli studenti, nel quinto anno,
un'adeguata competenza professionale di settore. RISULTATI DI APPRENDIMENTO
DEGLI INSEGNAMENTI COMUNI A TUTTI GLI INDIRIZZI DEL SETTORE SERVIZI A
conclusione del percorso quinquennale, il Diplomato consegue i risultati di
apprendimento di seguito specificati in termini di competenze. • Valutare fatti ed
orientare i propri comportamenti in base ad un sistema di valori coerenti con i principi
della Costituzione e con le carte internazionali dei diritti umani. • Utilizzare il patrimonio
lessicale ed espressivo della lingua italiana secondo le esigenze comunicative nei vari
contesti: sociali, culturali, scientifici, economici, tecnologici. • Stabilire collegamenti tra le
tradizioni culturali locali, nazionali ed internazionali, sia in una prospettiva interculturale
sia ai fini della mobilità di studio e di lavoro. • Utilizzare gli strumenti culturali e
metodologici per porsi con atteggiamento razionale, critico e responsabile di fronte alla
realtà, ai suoi fenomeni, ai suoi problemi anche ai fini dell’apprendimento permanente.
• Riconoscere gli aspetti geografici, ecologici, territoriali dell’ambiente naturale ed
antropico, le connessioni con le strutture demografiche, economiche, sociali, culturali e
le trasformazioni intervenute nel corso del tempo. • Riconoscere il valore e le
potenzialità dei beni artistici e ambientali, per una loro corretta fruizione e
valorizzazione. • Utilizzare e produrre strumenti di comunicazione visiva e multimediale,
anche con riferimento alle strategie espressive e agli strumenti tecnici della
comunicazione in re- te. • Padroneggiare la lingua inglese e, ove prevista, un’altra lingua
comunitaria per scopi comunicativi e utilizzare i linguaggi settoriali relativi ai percorsi di
studio, per intera- gire in diversi ambiti e contesti professionali, al livello B2 quadro
comune europeo di riferimento per le lingue (QCER). • Riconoscere gli aspetti
comunicativi, culturali e relazionali dell’espressività corporea e l’importanza che riveste
la pratica dell’attività motorio-sportiva per il benessere individuale e collettivo. •
Utilizzare il linguaggio e i metodi propri della matematica per organizzare e valutare
adeguatamente informazioni qualitative e quantitative. • Utilizzare le strategie del
pensiero razionale negli aspetti dialettici e algoritmici per affrontare situazioni
problematiche, elaborando opportune soluzioni. • Utilizzare i concetti e i modelli delle

38
L'OFFERTA PTOF - 2019/20-2021/22
FORMATIVA I.I.S.S. "ELSA MORANTE"

scienze sperimentali per investigare fenomeni sociali e naturali e per interpretare dati. •
Utilizzare le reti e gli strumenti informatici nelle attività di studio, ricerca e
approfondimento disciplinare. • Analizzare il valore, i limiti e i rischi delle varie soluzioni
tecniche per la vita sociale e culturale con particolare attenzione alla sicurezza nei
luoghi di vita e di lavoro, alla tutela della persona, dell’ambiente e del territorio. •
Utilizzare i principali concetti relativi all'economia e all'organizzazione dei processi
produttivi e dei servizi. • Correlare la conoscenza storica generale agli sviluppi delle
scienze, delle tecnologie e delle tecniche negli specifici campi professionali di
riferimento. • Applicare le metodologie e le tecniche della gestione per progetti. •
Redigere relazioni tecniche e documentare le attività individuali e di gruppo relative a
situazioni professionali. • Individuare e utilizzare gli strumenti di comunicazione e di
team working più appropriati per intervenire nei contesti organizzativi e professionali di
riferimento. PROFILO DELL’INDIRIZZO “SERVIZI PER L’ENOGASTRONOMIA E
L’OSPITALITA’ ALBERGHIERA” Il Diplomato di istruzione professionale nell’indirizzo
“Servizi per l’enogastronomia e l’ospitalità alberghiera” ha specifiche competenze
tecniche, economiche e normative nelle filiere dell’enogastronomia e dell’ospitalità
alberghiera, nei cui ambiti interviene in tutto il ciclo di organizzazione e gestione dei
servizi. È in grado di: • utilizzare le tecniche per la gestione dei servizi enogastronomici e
l’organizzazione della commercializzazione, dei servizi di accoglienza, di ristorazione e di
ospitalità; • organizzare attività di pertinenza, in riferimento agli impianti, alle
attrezzature e alle risorse umane; • applicare le norme attinenti la conduzione
dell’esercizio, le certificazioni di qualità, la sicurezza e la salute nei luoghi di lavoro; •
utilizzare le tecniche di comunicazione e relazione in ambito professionale orientate al
cliente e finalizzate all’ottimizzazione della qualità del servizio; • comunicare in almeno
due lingue straniere; • reperire ed elaborare dati relativi alla vendita, produzione ed
erogazione dei servizi con il ricorso a strumenti informatici e a programmi applicativi; •
attivare sinergie tra servizi di ospitalità-accoglienza e servizi enogastronomici; • curare la
progettazione e programmazione di eventi per valorizzare il patrimonio del- le risorse
ambientali, artistiche, culturali, artigianali del territorio e la tipicità dei suoi prodotti.
L’indirizzo presenta le articolazioni: “Enogastronomia”, “Pasticceria” e le articolazioni
“Servizi di sala e di vendita” e “Accoglienza turistica”, nelle quali il profilo viene orientato
e declinato. Nell’articolazione “Enogastronomia” e “Pasticceria” il Diplomato è in grado di
intervenire nella valorizzazione, produzione, trasformazione, conservazione e
presentazione dei prodotti enogastronomici; operare nel sistema produttivo
promuovendo le tradizioni locali, nazionali e internazionali, e individuando le nuove
tendenze enogastronomiche. Il nostro istituto, inoltre, sentite l’esigenze di molti
studenti e famiglie che chiedono un’offerta formativa che metta al centro la figura

39
L'OFFERTA PTOF - 2019/20-2021/22
FORMATIVA I.I.S.S. "ELSA MORANTE"

professionale del pasticcere, ha deciso di indirizzare l’attività pratica di alcune sezioni


dell’enogastronomia esclusivamente nel laboratorio di pasticceria, anziché nei
laboratori di cucina, per fornire un’alta competenza tecnica a tutti quegli studenti che
intendono specializzarsi in questo settore. Nell’articolazione “Servizi di sala e di vendita”,
il diplomato è in grado di svolgere attività operative e gestionali in relazione
all’amministrazione, produzione, organizzazione, erogazione e vendita di prodotti e
servizi enogastronomici; interpretare lo sviluppo delle filiere enogastronomiche per
adeguare la produzione e la vendita in relazione alla richiesta dei mercati e della
clientela, valorizzando i prodotti tipici. A conclusione del percorso quinquennale, i
diplomati nelle relative articolazioni “Enogastronomia” e “Servizi di sala e di vendita”,
conseguono i seguenti risultati di apprendi- mento: 1. controllare e utilizzare gli alimenti
e le bevande sotto il profilo organolettico, merceologico, chimico-fisico, nutrizionale e
gastronomico; 2. predisporre menu coerenti con il contesto e le esigenze della clientela,
anche in relazione a specifiche necessità dietologiche; 3. adeguare e organizzare la
produzione e la vendita in relazione alla domanda dei mercati, valorizzando i prodotti
tipici. Nell’articolazione “Accoglienza turistica”, il diplomato è in grado di intervenire nei
diversi ambiti delle attività di ricevimento, di gestire e organizzare i servizi in relazione
alla domanda stagionale e alle esigenze della clientela; di promuovere i servizi di
accoglienza turistico- alberghiera anche attraverso la progettazione di prodotti turistici
che valorizzino le risorse del territorio. A conclusione del percorso quinquennale, il
Diplomato nell’articolazione “Accoglienza turistica” consegue i seguenti risultati di
apprendimento: 1. utilizzare le tecniche di promozione, vendita, commercializzazione,
assistenza, informazione e intermediazione turistico-alberghiera; 2. adeguare la
produzione e la vendita dei servizi di accoglienza e ospitalità in relazione alle richieste
dei mercati e della clientela; 3. promuovere e gestire i servizi di accoglienza turistico-
alberghiera anche attraverso la progettazione dei servizi turistici per valorizzare le
risorse ambientali, storico- artistiche, culturali ed enogastronomiche del territorio; 4.
sovrintendere all’organizzazione dei servizi di accoglienza e di ospitalità, applicando le
tecniche di gestione economica e finanziaria alle aziende turistico-alberghiere. A
conclusione del percorso quinquennale, i Diplomati nell’indirizzo “Servizi per
l’enogastronomia e l’ospitalità alberghiera” conseguono i risultati di apprendimento di
seguito specificati in termini di competenze: • Agire nel sistema di qualità relativo alla
filiera produttiva di interesse. • Utilizzare tecniche di lavorazione e strumenti gestionali
nella produzione di servizi e prodotti enogastronomici, ristorativi e di accoglienza
turistico-alberghiera. • Integrare le competenze professionali orientate al cliente con
quelle linguistiche, utilizzando le tecniche di comunicazione e relazione per ottimizzare
la qualità del servi- zio e il coordinamento con i colleghi. • Valorizzare e promuovere le

40
L'OFFERTA PTOF - 2019/20-2021/22
FORMATIVA I.I.S.S. "ELSA MORANTE"

tradizioni locali, nazionali e internazionali individuando le nuove tendenze di filiera. •


Applicare le normative vigenti, nazionali e internazionali, in fatto di sicurezza,
trasparenza e tracciabilità dei prodotti. • Attuare strategie di pianificazione,
compensazione, monitoraggio per ottimizzare la produzione di beni e servizi in
relazione al contesto.

EVENTUALI ASPETTI QUALIFICANTI DEL CURRICOLO

Curricolo verticale

Garantisce agli alunni un percorso formativo unitario, graduale, coerente, continuo e


progressivo in riferimento alle competenze da acquisire e ai traguardi in termini di
risultati attesi. “Il curricolo d’istituto VERTICALE” è il cuore didattico del Piano
dell’Offerta Formativa e rappresenta l’insieme delle esperienze didattiche che,
promuovono negli allievi il conseguimento dei risultati attesi sul piano delle
competenze”. Nella sua dimensione verticale, il curricolo scolastico elaborato organizza
i saperi essenziali dei campi d’esperienza e delle discipline coniugandoli alle
competenze trasversali di cittadinanza, fondendo i processi cognitivi disciplinari con
quelli relazionali finalizzando, quindi, l’azione educativa della scuola alla formazione
integrale del cittadino europeo in grado di trasferire le conoscenze scolastiche in
contesti reali, nell’interazione emotivo – affettiva e nella comunicazione sociale.

Proposta formativa per lo sviluppo delle competenze trasversali

I cambiamenti incalzanti che coinvolgono sempre più il mercato del lavoro impongono
il dotarsi di "competenze trasversali" (soft skills) – da rafforzare continuamente –
combinandole al meglio con le proprie competenze tecniche (hard skills). Le
competenze trasversali rappresentano conoscenze, capacità e qualità personali che
caratterizzano il modo di essere di ogni individuo nello studio, sul lavoro e nella
quotidianità. Proprio per questo si chiamano "trasversali", perché non si riferiscono ad
ambiti tecnici o a conoscenze specifiche, acquisite in percorsi di istruzione e /o
formazione professionale. Tutte le discipline, anche quelle che consideriamo "più
tradizionali" concorrono allo sviluppo delle competenze trasversali. Trasmettere la
consapevolezza che tutto ciò che impariamo e conosciamo sarà utile sia per affrontare
qualunque scelta in modo consapevole e responsabile, sia per imparare a gestire i
numerosi cambiamenti che caratterizzano una società complessa, incerta e in continua
evoluzione è tra gli obiettivi che l’Istituto si prefigge.

Curricolo delle competenze chiave di cittadinanza

41
L'OFFERTA PTOF - 2019/20-2021/22
FORMATIVA I.I.S.S. "ELSA MORANTE"

“Mantenendo il curricolo sulle sole competenze disciplinari si rischia di rimanere alle


discipline senza perseguire realmente competenze, ma solo abilità. Avere come
riferimento le competenze chiave di cittadinanza permette una visione integrata del
sapere. Esse sono più indefinite di quelle cognitive e legate al contesto culturale di
riferimento”. Il nostro Istituto orienta e forma gli studenti ad una professione che li
realizzi: • come esseri umani dotati di sensibilità e solidarietà nei confronti degli altri e
aperti all'integrazione e all'inclusione; • come individui disponibili al confronto, al
dialogo e all'evoluzione; • come cittadini che vivono in una società sostenibile e
democratica. I nostri studenti diverranno cittadini e professionisti in una comunità
eterogenea, globale e interconnessa, in cui la comprensione e il rispetto dell’individuo,
dell'ambiente e della legalità saranno fondamentali per la convivenza civile, mentre la
creatività sarà alla base dell'evoluzione della società. Il nostro fine è facilitare lo
sviluppo della loro personalità in armonia con le loro competenze. La scuola diventa un
laboratorio di apprendimento continuo per studenti, adolescenti e adulti, una
comunità che li allena quotidianamente alla responsabilità personale, sociale ed
ambientale, e sostiene l'esercizio delle loro autonome capacità critiche.

Utilizzo della quota di autonomia

In seguito al D.lgs.61/2017 che ha ridefinito ed innovato i quadri orari delle classi prime
degli istituti professionali, si è deciso di potenziare l’area laboratoriale delle
compresenze di n. 6 ore. Così come di seguito specificate: - Scienze integrate, n.2 ore di
laboratorio di fisica - TIC, n.1 ora di laboratorio di informatica - Scienze degli alimenti,
n.1 ora di laboratorio di cucina - Laboratorio di ricevimento, n.1 ora di laboratorio di
informatica - Laboratorio di ricevimento, n.1 ora di laboratorio di cucina. Totale n. 198
ore

Emergenza Covid 19 -Appendice

Revisione/Aggiornamento PTOF A.S.19/20 A seguito di EMERGENZA CORONAVIRUS


PREMESSA Il presente documento integra la revisione/aggiornamento del PTOF A.S.
19/22 a seguito dell’emergenza corona virus. Visto il Regolamento dell’autonomia
scolastica, D.P.R. n. 275 dell’8 marzo 1999 e della Legge 13 luglio 2015 n. 107, Riforma
del sistema nazionale di istruzione e formazione e delega per il riordino delle
disposizioni legislative vigenti, e i successivi decreti attuativi, modificazioni e
integrazioni; considerato il decreto legge 23 febbraio 2020, n. 6, recante “Misure
urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da
COVID- 19”, visto il DPCM del 23 febbraio 2020, recante “Disposizioni attuative del

42
L'OFFERTA PTOF - 2019/20-2021/22
FORMATIVA I.I.S.S. "ELSA MORANTE"

decreto-legge 23 febbraio 2020, n. 6, recante misure urgenti in materia di


contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19”, visto il decreto
del Presidente del Consiglio dei ministri 25 febbraio 2020, recante “Ulteriori
disposizioni attuative del decreto-legge 23 febbraio 2020, n. 6; visto il DPCM del 4
marzo 2020 all’ art. 1, comma 1 che prevede “la possibilità di svolgimento di attività
formative a distanza”, visto il decreto-legge dell’8 aprile 2020 che “obbliga il personale
docente ad assicurare ai propri studenti la didattica a distanza, utilizzando gli strumenti
informatici a disposizione”, visti tutti gli altri recenti Decreti del Governo in materia di
contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19, applicabili
sull’intero territorio nazionale e le recenti note del Ministero dell’Istruzione con le quali
vengono impartite alle istituzioni scolastiche disposizioni applicative delle suddette
norme; preso atto che dal 3 marzo su disposizione della DS, le attività scolastiche si
svolgono nella modalità della Didattica a Distanza (DaD) al fine di implementare il
miglioramento della qualità del servizio offerto, preso atto che la sospensione delle
lezioni in presenza per motivi di emergenza sanitaria ha interrotto in modo improvviso
e imprevisto il normale corso delle attività didattiche dell’anno scolastico, tenuto conto
delle circolari, delle linee guida e di tutto il materiale pubblicato sul sito istituzionale e
sul registro elettronico ARGO per l’ attuazione della DaD a far data dal 3 marzo; preso
atto che tutti i docenti si sono attivati per proporre agli studenti iniziative e interventi
didattici strutturati utilizzando i molteplici strumenti digitali; considerato prioritario il
principio costituzionale del Diritto all’apprendimento degli studenti che deve essere
garantito dalla Scuola, vista la necessità di riprogettare le attività didattico-educative e
progettuali d’Istituto definite ad inizio anno nel documento Revisione/Aggiornamento
PTOF A.S.19/20 ed esplicitate nel PTOF 2019/22, in considerazione dello stato di
emergenza sanitaria in atto, sempre e comunque all’insegna degli obiettivi esplicitati
nel PTOF d’Istituto, il presente documento è stato elaborato al fine di chiarire e
declinare la riprogettazione dell’azione didattico-educativa e progettuale d’Istituto,
realizzata in DaD, nel periodo di sospensione delle attività didattiche in presenza. Il
riesame della progettazione didattico- educativa e progettuale è ispirata ad una
valorizzazione del coinvolgimento attivo degli studenti e alla mobilitazione dei loro
talenti e specificità e, al contempo, ad un “rimodulazione” delle competenze. FINALITA’
DELLA DIDATTICA A DISTANZA La riprogettazione dell’azione didattico-educativa e
progettuale d’Istituto intende: • adattare gli strumenti e i canali di comunicazione
utilizzati per raggiungere ogni singolo studente in modalità on-line, • adeguare le
competenze in funzione alle modalità dettate dalla DaD, • rimodulare il Piano delle
attività progettuali curricolari ed extracurriculari del PTOF, mantenendo e adattando,
tutte quelle azioni da cui gli studenti possano trarre beneficio in termini di supporto,

43
L'OFFERTA PTOF - 2019/20-2021/22
FORMATIVA I.I.S.S. "ELSA MORANTE"

vicinanza, benessere psicologico, per affrontare la difficile emergenza e l’isolamento


sociale in atto, • ridefinire le modalità di valutazione formativa, • rimodulare i piani
personalizzati degli alunni con bisogni educativi speciali. OBIETTIVI DELLA DIDATTICA A
DISTANZA L’obiettivo cardine della DAD, nel presente momento storico fortemente
segnato dall’emergenza sanitaria, è cercare di stabilire un contatto con alunni e
famiglie per sostenere il concetto di socialità, per rafforzare il senso di appartenenza
alla comunità e per garantire la continuità didattica attraverso una modalità che
permettesse a studenti e insegnanti di proseguire il percorso di formazione e
apprendimento anche se “fisicamente” distanti. Per tali ragioni, gli obiettivi della
didattica a distanza, coerenti con le finalità educative e formative individuate nel Ptof e
nel Piano di miglioramento e calibrati rispetto alle priorità desunte dal RAV, sono i
seguenti: • favorire una didattica inclusiva a vantaggio di ogni singolo studente,
utilizzando diversi strumenti di comunicazione, anche nei casi di difficoltà di accesso
agli strumenti digitali; • monitorare le situazioni di digital devide o altre difficoltà nella
fruizione della Didattica a distanza da parte degli Studenti e intervenire anche con
contratti di comodato per l’utilizzo degli strumenti tecnologici e far fronte alle necessità
di ciascuno studente; • garantire l’apprendimento degli studenti con bisogni educativi
speciali usando le misure compensative e dispensative già individuate e indicate nei
Piani Didattici Personalizzati, valorizzando l’impegno, il progresso e la partecipazione di
ognuno, elementi da concretizzarsi anche mediante un costante e proficuo rapporto
comunicativo con la famiglia; • privilegiare un approccio formativo, fondato sugli
aspetti socio-relazionali della didattica, per favorire lo sviluppo delle autonomie di
ciascuno e del senso di responsabilità e per realizzare un’esperienza educativa
nell’ottica della collaborazione tra le parti coinvolte nel complesso processo di
insegnamento/apprendimento teso a valorizzare la natura sociale della conoscenza; •
contribuire allo sviluppo delle capacità degli studenti di ricercare, acquisire ed
interpretare le informazioni nei diversi ambiti, valutandone l’attendibilità e l’utilità,
attraverso la cura della crescita culturale e umana di ogni studente, tenendo conto
dell’età, dei bisogni e degli stili di apprendimento; • valorizzare il pensiero critico e il
pensiero divergente, l’originalità degli studenti, elementi che possono emergere nelle
attività a distanza, fornendo un riscontro immediato e costante con indicazioni di
miglioramento chiare e precise, laddove si registrassero delle criticità; • privilegiare la
valutazione formativa per valorizzare il progresso, l’impegno, la partecipazione, la
disponibilità dello studente nelle attività proposte, osservando in modo costante e
mirato il suo processo di apprendimento e di costruzione del sapere; • incentivare
maggiormente il rapporto con le famiglie garantendo, anche attraverso l’uso di
strumenti digitali, l’informazione sull’evoluzione del processo di apprendimento degli

44
L'OFFERTA PTOF - 2019/20-2021/22
FORMATIVA I.I.S.S. "ELSA MORANTE"

studenti, in una dimensione della scuola intesa come comunità attiva, operante e
aperta al territorio e a chi lo abita; • condividere buone pratiche per favorire la
responsabilizzazione, l’integrazione e l’assunzione di impegni di miglioramento e di
esercizio di cittadinanza attiva e legalità; • implementare la formazione del personale
scolastico per valorizzare le risorse professionali presenti anche attraverso un’azione di
motivazione. MODALITÀ DI ATTUAZIONE E INDICAZIONI PRATICHE DELLA DIDATTICA A
DISTANZA A seguito della sospensione della attività didattiche in presenza, in coerenza
con le Linee guida della DS pubblicate sul sito istituzionale Prot. 0001202/U del
10/03/2020, al fine di non rendere “vuote ed improduttive” le giornate di sospensione
delle attività didattiche in presenza, i docenti: - favoriscono una didattica a distanza
utilizzando tutti i mezzi che la tecnologia odierna mette a disposizione per svolgere la
programmazione di classe; - ridefiniscono, in sintonia con i colleghi del Consiglio di
Classe, gli obiettivi di apprendimento e le modalità di verifica delle proprie discipline,
condividendo le proprie decisioni con gli studenti; - pianificano gli interventi in modo
organizzato e coordinato con i colleghi dei Consigli di Classe, al fine di richiedere agli
studenti un carico di lavoro sostenibile, che bilanci le attività da svolgere con l’uso di
strumenti digitali e altre tipologie di studio, garantendo la loro salute e la loro
sicurezza; - individuano le modalità di verifica degli apprendimenti, privilegiando
l’approccio formativo al fine di esprimere delle valutazioni di sintesi, che tengano conto
dei progressi, del livello di partecipazione e delle competenze personali sviluppate da
ciascuno studente nel nuovo contesto; - mettono in campo azioni didattiche efficaci per
svolgere attività a distanza inerenti al PDP e al PEI attraverso la comunicazione e la
collaborazione sinergica con le famiglie; - sostengono ed accompagnano, attraverso i
diversi canali di comunicazione, gli studenti nello studio individuale, non solo per
riempire di senso il tempo giornaliero, ma anche per cercare di alleggerire in modo
proficuo la tensione che le problematiche inerenti al COVID -19 creano anche agli
studenti e alle loro famiglie; - comunicano tempestivamente al coordinatore di classe i
nominativi degli studenti che non seguono le attività didattiche a distanza, o che non
dimostrano alcun impegno o che non hanno a disposizione strumenti, affinché il
Coordinatore concordi con la DS le eventuali azioni da intraprendere per favorirne il
reintegro e la partecipazione. .I docenti di sostegno, in riferimento al PEI e al PDP,
rimodulano gli obiettivi e le attività d’intesa con il consiglio di classe e inviano i report
alla docente Funzione strumentale dell’aera inclusione. Curano e agevolano
l’accessibilità ai materiali didattici del registro elettronico; ove non fosse possibile, in
relazione alle possibilità dei singoli alunni, curano la composizione di un fascicolo
cartaceo da trasmettere alla scuola via e-mail, al fine di poterlo stampare e consegnare
ai genitori presso l’ingresso dei plessi. Tengono contatti telefonici con le famiglie e/o

45
L'OFFERTA PTOF - 2019/20-2021/22
FORMATIVA I.I.S.S. "ELSA MORANTE"

anche attraverso l’uso del registro elettronico o di altre modalità non in presenza.
Curano la preparazione di materiale semplificato per migliorare gli apprendimenti dei
discenti. - I docenti svolgono tutte le attività connesse alla propria funzione docente,
compresa la revisione/correzione dei compiti assegnati agli studenti, la compilazione
del registro elettronico relativamente alla firma e alle annotazioni del lavoro svolto, dei
contenuti trattati e dei compiti di lavoro assegnati attraverso la DaD, provvedono a
caricare il file predisposto per le attività didattiche sul Registro elettronico ARGO. - Il
DSGA cura l’adeguamento dell’organico del personale ATA e impartisce disposizioni in
relazione alle esigenze di eventuale consegna di fascicoli cartacei. - I Collaboratori del
Dirigente Scolastico e i Responsabili di Plesso provvedono al coordinamento
dell’organizzazione, attivano, ove necessario, momenti di incontro/confronto con i
docenti. - Le prove di verifica sommativa sono progettate in maniera tale da far
emergere la reale acquisizione dei contenuti proposti e il reale livello di sviluppo delle
competenze. Sono, pertanto, da privilegiarsi, in rapporto all’avanzamento del percorso
scolastico degli studenti: o l’esposizione orale sincrona e dialogata dei contenuti per
piccoli gruppi a seguito di studio autonomo, ricerca o approfondimento; o la stesura di
elaborati o lo svolgimento di questionari ed esercizi in modalità sincrona con strumenti
che consentano al docente di monitorare in tempo reale l’attività degli studenti; o la
produzione di elaborati digitali, individuali o di gruppo, a seguito di consegne con
carattere di ricerca, rielaborazione e approfondimento personale dei contenuti. - I voti
sono riportati sul Registro elettronico, al fine di monitorare il percorso di
apprendimento/miglioramento degli studenti. - Le valutazioni sommative, espresse da
ciascun docente, concorreranno alla formulazione del voto finale di sintesi al termine
delle attività didattiche dell’anno scolastico in corso. VALUTAZIONE PER COMPETENZE
DELLE ATTIVITÀ IN DAD - GRIGLIE - Valutazione delle classi non terminali (O.M.
16/5/2020 prot. 11 art. 4) Considerata l’ordinanza del 16/5/2020 concernente la
valutazione finale degli alunni per l’anno scolastico 2019/2020, il consiglio di classe
procede alla valutazione degli alunni sulla base dell’attività didattica effettivamente
svolta, in presenza e a distanza, utilizzando l’intera scala di valutazione in decimi. Nel
verbale di scrutinio finale sono espresse per ciascun alunno le eventuali valutazioni
insufficienti relative a una o più discipline. I voti espressi in decimi, ancorché inferiori a
sei, sono riportati nel documento di valutazione finale. Per l’attribuzione del credito
restano ferme le disposizioni di cui all’articolo 15, comma 2 del Decreto legislativo
62/2017. Nel caso di media inferiore a sei decimi per il terzo o il quarto anno, è
attribuito un credito pari a 6, fatta salva la possibilità di integrarlo, con riferimento
all’allegato A al Decreto legislativo 62/2017 corrispondente alla classe frequentata
nell’anno scolastico 2019/2020, nello scrutinio finale relativo all’anno scolastico

46
L'OFFERTA PTOF - 2019/20-2021/22
FORMATIVA I.I.S.S. "ELSA MORANTE"

2020/21, con riguardo al piano di apprendimento individualizzato di cui all’articolo 6,


comma 1 dell’ordinanza del 16/5/2020. La medesima possibilità di integrazione dei
crediti è comunque consentita, con le tempistiche e le modalità già descritte, per tutti
gli studenti, anche se ammessi con media non inferiore a sei decimi, secondo criteri
stabiliti dal collegio docenti (allegato PTOF 19/22- CRITERI DI ATTRIBUZIONE DEL
CREDITO – credito formativo). Per gli alunni ammessi alla classe successiva in presenza
di votazioni inferiori a sei decimi, il consiglio di classe predispone il piano di
apprendimento individualizzato in cui sono indicati, per ciascuna disciplina, gli obiettivi
di apprendimento da conseguire nonché le specifiche strategie per il raggiungimento
dei relativi livelli di apprendimento. Nei casi in cui i docenti del consiglio di classe non
siano in possesso di alcun elemento valutativo relativo all’alunno, per cause non
imputabili alle difficoltà legate alla disponibilità di apparecchiature tecnologiche ovvero
alla connettività di rete, bensì a situazioni di mancata o sporadica frequenza delle
attività didattiche, perduranti e già opportunamente verbalizzate per il primo periodo
didattico, il consiglio di classe, con motivazione espressa all’unanimità, può non
ammetterlo alla classe successiva. - Valutazione degli alunni con bisogni educativi
speciali (O.M. 16/5/2020 prot. 11 art. 5) Per gli alunni con disabilità certificata ai sensi
della legge 5 febbraio 1992, n. 104, si procede alla valutazione sulla base del piano
educativo individualizzato, come adattato sulla base delle disposizioni impartite per
affrontare l’emergenza epidemiologica. Il piano di apprendimento individualizzato, ove
necessario, integra il predetto piano educativo individualizzato. Per gli alunni con
disturbi specifici di apprendimento certificati ai sensi della legge 8 ottobre 2010, n. 170
e per gli alunni con bisogni educativi speciali non certificati (che siano stati destinatari
di specifico piano didattico personalizzato), la valutazione degli apprendimenti è
coerente con il piano didattico personalizzato. Inoltre, il piano di apprendimento
individualizzato, ove necessario, integra il piano didattico personalizzato. Viste le
disposizioni presenti ordinanza 16/5/2020 concernente la valutazione finale degli
alunni per l’anno scolastico 2019/2020, occorre operare un cambio di paradigma in
merito al concetto di valutazione, contestualizzato nel vissuto degli studenti obbligati
ad affrontare l’attuale situazione e considerato il processo di apprendimento, il
comportamento e l’acquisizione delle competenze degli studenti, non avulsi dal
particolare contesto inedito ed imprevisto. La valutazione acquisisce una dimensione
formativa, ovvero in itinere, relativamente al processo di apprendimento di ciascuno
studente, per capire ciò che è stato appreso, ciò che rimane in sospeso e come
migliorare, più che una dimensione sommativa, espressa con un voto, che tende invece
a verificare se, al termine di un segmento di percorso (un modulo didattico o un’altra
esperienza significativa), gli obiettivi di apprendimento sono stati raggiunti e a che

47
L'OFFERTA PTOF - 2019/20-2021/22
FORMATIVA I.I.S.S. "ELSA MORANTE"

livello. La valutazione rappresenta una sintesi che tiene conto della crescita personale
dello studente e della capacità di mobilitare le proprie competenze personali
nell’attività di studio, considerato che, nelle condizioni di emergenza attuali, l’attività
didattica, che di per sé dovrebbe essere multicanale, segue invece l’unico canale
disponibile, ovvero quello a distanza con l’uso di risorse e strumenti digitali. Pertanto,
la valutazione deve dare un riscontro particolare al senso di responsabilità,
all’autonomia, alla disponibilità a collaborare con gli insegnanti e con i compagni,
nonché alle condizioni di difficoltà personali, familiari, o di divario digitale (mancanza di
connessione, di dispositivi, accesso limitato agli stessi, etc.), in cui lo studente si trova
ad operare. MODALITÀ DI ATTUAZIONE DELL’OFFERTA FORMATIVA PER I PCTO
(Percorsi per le competenze trasversali e per l’orientamento ex ALTERNANZA SCUOLA –
LAVORO) Data l’emergenza Covid ,tutte le attività previste sono state sospese. LINEE DI
INDIRIZZO PER LA REDAZIONE DEL PIANO DI INTEGRAZIONE DEGLI APPRENDIMENTI E
DEL PIANO DI APPRENDIMENTO INDIVIDUALIZZATO – FORMAT (O.M. 16/5/2020 prot.
11 art. 6) Il Piano di integrazione degli apprendimenti è il documento che ogni CdC
predispone per individuare e progettare le attività didattiche eventualmente non svolte
rispetto alle progettazioni di inizio anno ed i relativi obiettivi di apprendimento (art. 6
comma 2 dell’O.M. del 16/05/2020); Il Piano di apprendimento individualizzato è
predisposto dal CdC e riguarda gli alunni ammessi alla classe successiva in presenza di
valutazioni inferiori a sei decimi. Nel piano sono indicati, per ciascuna disciplina, gli
obiettivi di apprendimento da conseguire, ai fini della proficua prosecuzione del
processo di apprendimento nella classe successiva, nonché specifiche strategie per il
miglioramento dei livelli di apprendimento. Il piano di apprendimento individualizzato
andrà allegato al documento di valutazione finale, (art. 6 comma 1 dell’O.M. del
16/05/2020). Le attività relative sia al Piano di integrazione degli apprendimenti sia al
Piano di apprendimento individualizzato integrano, ove necessario, il primo periodo
didattico (quadrimestre) e comunque proseguono, se necessario, per l’intera durata
dell’anno scolastico 2020/2021 (art. 6 comma 3 dell’O.M. prot. n.11 del 16/05/2020) e
costituiscono attività ordinaria a decorrere dal 1° settembre 2020 ai sensi dell’articolo
1, comma 2 del Decreto legge 8 aprile 2020, n. 22; 2. Per quanto riguarda le
caratteristiche del Modello del Piano di integrazione degli apprendimenti si forniscono i
seguenti indirizzi: - prediligere una riprogrammazione che tenga conto delle attività
didattiche non svolte, degli obiettivi di apprendimento da conseguire o da consolidare
e delle specifiche strategie per l’integrazione degli apprendimenti. Per quanto riguarda
le caratteristiche del Modello del Piano di apprendimento individualizzato si forniscono
i seguenti indirizzi: - per ciascuna disciplina, in cui si è in presenza di una valutazione
inferiore a sei decimi, occorre individuare le lacune, prevedere gli obiettivi di

48
L'OFFERTA PTOF - 2019/20-2021/22
FORMATIVA I.I.S.S. "ELSA MORANTE"

apprendimento da conseguire per l’alunno/a, le specifiche strategie per il


raggiungimento degli obiettivi, per il miglioramento dei livelli di apprendimento, ai fini
della proficua prosecuzione del processo di apprendimento nella classe successiva; -
per quanto riguarda la metodologia da adottare, si suggerisce una didattica autentica e
per competenze al fine di rendere gli alunni protagonisti attivi dell’apprendimento; -
per quanto riguarda la valutazione del percorso di apprendimento individualizzato, si
indica una valutazione di tipo formativo che tenga conto del percorso e del processo di
crescita dell’alunno/a e dei risultati raggiunti in termini di autonomia, responsabilità e
partecipazione; - per gli alunni con Bisogni educativi speciali è possibile integrare il PEI
(per gli alunni con disabilità) o il PdP (per gli alunni con DSA o con BES) con il Piano di
apprendimento individualizzato, ove fosse necessario, (art. 5 dell’O.M. prot. 11 del
16/05/2020). le attività didattiche eventualmente non fossero state svolte rispetto alle
progettazioni di inizio anno)

NOME SCUOLA
IPSEOA CRISPIANO (PLESSO)

SCUOLA SECONDARIA II GRADO

CURRICOLO DI SCUOLA

I nuovi percorsi degli istituti professionali di cui al Decreto Legislativo n.61/2017 si


caratterizzano per l’integrazione tra una solida base di istruzione generale e la cultura
professionale che consente agli studenti di sviluppare i saperi e le competenze
necessari ad assumere ruoli tecnici e operativi nei settori produttivi e di servizio di
riferimento, considerati nella loro dimensione sistemica. L’indirizzo “Servizi per
l’enogastronomia e l’ospitalità alberghiera” ha lo scopo di far acquisire allo studente, a
conclusione del percorso quinquennale, le competenze tecniche, economiche e
normative nelle filiere dell’enogastronomia e dell’ospitalità alberghiera. L’identità
dell’indirizzo punta a sviluppare la massima sinergia tra i servizi di ospitalità e di
accoglienza e i servizi enogastronomici attraverso la progettazione e l’organizzazione di
manifestazioni ed eventi per valorizzare il patrimonio delle risorse ambientali, artistiche,
culturali, artigianali del territorio e la tipicità dei prodotti enogastronomici. La qualità del
servizio è strettamente connessa all’utilizzo e all’ottimizzazione delle nuove tecnologie
nell’ambito della produzione, dell’erogazione, della gestione del servizio, della
comunicazione, della vendita e del marketing di settore. Per rispondere alle esigenze

49
L'OFFERTA PTOF - 2019/20-2021/22
FORMATIVA I.I.S.S. "ELSA MORANTE"

del settore turistico e ai bisogni formativi degli studenti, il profilo generale è declinato in
quattro distinte articolazioni: - Enogastronomia; - Prodotti dolciari artigianali ed
industriali; - Servizi di sala e di vendita; - Accoglienza turistica. Nell’articolazione
“Enogastronomia” gli studenti acquisiscono competenze che li mettono in grado di: -
intervenire nella valorizzazione, produzione, trasformazione, conservazione e
presentazione dei prodotti enogastronomici; - operare nel sistema produttivo
promuovendo la tipicità delle tradizioni locali, nazionali e internazionali applicando le
normative su sicurezza, trasparenza e tracciabilità; - individuare le nuove tendenze
enogastronomiche. Nell'articolazione "Prodotti dolciari artigianali ed industriali" gli
studenti acquisiscono competenze che li mettono in grado di: - intervenire nella
valorizzazione, produzione, trasformazione, conservazione e presentazione dei prodotti
dolciari artigianali ed industriali; - operare nel sistema produttivo promuovendo la
tipicità delle tradizioni locali, nazionali e internazionali applicando le normative su
sicurezza, trasparenza e tracciabilità; - di individuare le nuove tendenze della
pasticceria. Nell’ articolazione “Servizi di sala e di vendita” gli studenti acquisiscono
competenze che li mettono in grado di: - svolgere attività operative e gestionali in
relazione all’amministrazione, produzione, organizzazione, erogazione e vendita di
prodotti e servizi enogastronomici; - interpretare lo sviluppo delle filiere
enogastronomiche per adeguare la produzione e la vendita in relazione alla richiesta
dei mercati e della clientela; - valorizzare i prodotti tipici locali, interagendo con il cliente
per trasformare il momento della ristorazione e della degustazione in un evento
culturale. Nell’ articolazione “Accoglienza turistica” gli studenti acquisiscono competenze
che li mettono in grado di: - intervenire nell’organizzazione e nella gestione delle attività
di ricevimento delle strutture turistico-alberghiere, in relazione alla domanda stagionale
e alle diverse esigenze della clientela - utilizzare strategie di commercializzazione dei
servizi e di promozione di prodotti enogastronomici che valorizzino le risorse e la
cultura del territorio nel mercato internazionale - usare consapevolmente le nuove
tecnologie dell’informazione e della comunicazione. PERCORSO FORMATIVO Il percorso
quinquennale si articola in due bienni e un quinto anno e prevede un’ area di istruzione
generale, comune a tutte le articolazioni, e un’area di indirizzo specifica. 1- L’area di
istruzione generale ha l’obiettivo di fornire ai giovani la preparazione di base, acquisita
attraverso il rafforzamento e lo sviluppo delle competenze comuni a tutti i percorsi di
studio. Nel primo biennio tali competenze sono relative agli assi culturali che
caratterizzano l’obbligo di istruzione: asse dei linguaggi, matematico, scientifico-
tecnologico, storico-sociale. A conclusione del primo biennio viene rilasciata, su
richiesta dello studente, una certificazione di competenze relativa ai diversi assi
culturali. 2- L’area di indirizzo ha l’obiettivo di fare acquisire agli studenti competenze

50
L'OFFERTA PTOF - 2019/20-2021/22
FORMATIVA I.I.S.S. "ELSA MORANTE"

spendibili in vari contesti di vita e di lavoro, mettendoli in grado di assumere autonome


responsabilità nei processi produttivi e di servizio e di collaborare costruttivamente alla
soluzione di problemi.
ALLEGATO:
REGOLAMENTO DI ISTITUTO DEFINITIVO.PDF

EVENTUALI ASPETTI QUALIFICANTI DEL CURRICOLO

Altro

Approfondimento

                                                                                           CURRICOLO
DELL'INSEGNAMENTO TRASVERSALE DI EDUCAZIONE CIVICA EDUCAZIONE CIVICA

La scuola è il luogo in cui per la prima volta ci si confronta con altri, dove bisogna
rispettare alcune norme ed avere una precisa condotta. Una delle finalità della scuola
è la formazione dell’uomo e del cittadino, formazione che è in stretto rapporto con la
conoscenza e il rispetto delle regole che governano il convivere democratico.
L’individuazione dei diritti umani fondamentali verrà operata partendo dall’analisi
della Carta Costituzionale del nostro Paese e delle dichiarazioni internazionali dei
diritti dell’uomo e del fanciullo. In particolare verranno trattati alcuni diritti
fondamentali che paiono particolarmente adatti ad essere analizzati con i ragazzi:
diritto alla vita, allo studio, alla libertà di pensiero e di opinione, alla libertà di parola,
alla libertà religiosa, ad una convivenza pacifica fondata sulla reciproca solidarietà.

 Competenze

• Rispettare sé stesso e gli altri.

• Accettare, rispettare, aiutare gli altri e i “diversi da sé” realizzando attività per
favorire la conoscenza e l’incontro con culture ed esperienze diverse

• Mettere in atto atteggiamenti e comportamenti permanenti di non violenza e di


rispetto delle diversità.

 • Sensibilizzare gli alunni su temi che accrescono la loro coscienza civica rispetto a

51
L'OFFERTA PTOF - 2019/20-2021/22
FORMATIVA I.I.S.S. "ELSA MORANTE"

problemi collettivi e individuali.

• Essere capaci di collaborare.

• Mettere in atto strategie di problem solving.

 Obiettivi

• Educare all’interiorizzazione e al rispetto delle regole come strumenti indispensabili


per una convivenza civile.

• Manifestare il proprio punto di vista e le esigenze personali in forme corrette e


argomentate.

• Potenziare la “consapevolezza di sé”.

 • Interagire con gli altri in modo corretto e responsabile.

 • Favorire un atteggiamento di convivenza rispettosa delle regole del vivere comune.

 • Sensibilizzare all’accoglienza e all'inclusione dell’altro.

 • Acquisire la capacità di discutere, affrontare problemi, indicare soluzioni.

• Capire che la pluralità dei soggetti è una ricchezza pertutti.

 INSEGNANTI COINVOLTI Tutti gli insegnanti dell’istituto Alberghiero Elsa Morante di


Crispiano possono presentare la loro candidatura

  

CURRICOLO DI ISTITUTO EDUCAZIONE CIVICA

PREMESSA

La legge 92 del 20 agosto 2019 “Introduzione dell’insegnamento scolastico


dell’educazione civica” ha introdotto dall’anno scolastico 2020-2021 l’insegnamento
scolastico trasversale dell’educazione civica. Il tema dell’educazione civica e la sua
declinazione in modo trasversale nelle discipline scolastiche rappresenta una scelta
fondante del sistema educativo, contribuendo a “formare cittadini responsabili e
attivi e a promuovere la partecipazione piena e consapevole alla vita civica, culturale

52
L'OFFERTA PTOF - 2019/20-2021/22
FORMATIVA I.I.S.S. "ELSA MORANTE"

e sociale delle comunità, nel rispetto delle regole, dei diritti e dei doveri”. Le Linee
Guida per l’insegnamento dell’Educazione Civica, adottate in applicazione della legge
20 agosto 2019, n. 92 e emanate con decreto del Ministro dell’istruzione 22 giugno
2020, n. 35 promuovono la corretta attuazione dell’innovazione normativa la quale
implica, ai sensi dell’articolo 3, una revisione dei curricoli di istituto per adeguarli alle
nuove disposizioni. La norma prevede, all’interno del curricolo di istituto,
l’insegnamento trasversale dell’educazione civica, per un orario complessivo annuale
che non può essere inferiore alle 33 ore, da individuare all’interno del monte orario
obbligatorio previsto dagli ordinamenti vigenti; tali ore sono da affidare ai docenti del
Consiglio di classe o comunque dell’organico dell’autonomia. La Legge, ponendo a
fondamento dell’educazione civica la conoscenza della Costituzione Italiana, la
riconosce non solo come norma cardine del nostro ordinamento, ma anche come
criterio per identificare diritti, doveri, compiti, comportamenti personali e
istituzionali, finalizzati a promuovere il pieno sviluppo della persona e la
partecipazione di tutti i cittadini all’organizzazione politica, economica e sociale del
Paese. La Carta è in sostanza un codice chiaro e organico di valenza culturale e
pedagogica, capace di accogliere e dare senso e orientamento in particolare alle
persone che vivono nella scuola e alle discipline e alle attività che vi si svolgono. Le
Istituzioni scolastiche sono chiamate, pertanto, ad aggiornare i curricoli di istituto e
l’attività di programmazione didattica al fine di sviluppare “la conoscenza e la
comprensione delle strutture e dei profili sociali, economici, giuridici, civici e
ambientali della società” (articolo 2, comma 1 della Legge), nonché ad individuare
nella conoscenza e nell’attuazione consapevole dei regolamenti di Istituto, dello
Statuto delle studentesse e degli studenti, nel Patto educativo di corresponsabilità,
un terreno di esercizio concreto per sviluppare “la capacità di agire da cittadini
responsabili e di partecipare pienamente e consapevolmente alla vita civica, culturale
e sociale della comunità” (articolo 1, comma 1 della Legge).

Obiettivi irrinunciabili dell’educazione alla cittadinanza attiva sono la


costruzione del senso di legalità e lo sviluppo di un’etica della responsabilità, che si
realizzano nel dovere di scegliere e di agire in modo consapevole e che implicano
l’impegno a elaborare idee e a promuovere azioni finalizzate al miglioramento
continuo di se stessi, degli altri e dell’ambiente, mettendo in atto forme di
cooperazione e di solidarietà. Accanto ai valori e alle competenze inerenti la
cittadinanza, l’Istituto include nel proprio curricolo la conoscenza della Costituzione

53
L'OFFERTA PTOF - 2019/20-2021/22
FORMATIVA I.I.S.S. "ELSA MORANTE"

della Repubblica italiana, che permette non solo di conoscere il documento


fondamentale della nostra democrazia, ma anche di fornire una mappa di valori
indispensabile per esercitare la cittadinanza a tutti i livelli, nel rispetto delle regole
comuni. Compito del nostro Istituto è quello di valorizzare e potenziare l'esercizio
della cittadinanza attiva, ampliando gli apprendimenti disciplinari attraverso i
progetti trasversali quali: Legalità, Ambiente, Salute e alimentazione, Educazione
stradale e Valorizzazione della cultura territoriale, per formare cittadini responsabili e
partecipi, dunque “attivi”. In particolare, alcuni obiettivi risultano qualificanti dal
punto di vista formativo e coerenti con l’elaborazione di un curricolo di istituto di
Educazione Civica: 1) Temi collegati alla Costituzione: sono i temi relativi alla
conoscenza dell’ordinamento dello Stato, delle Regioni, degli Enti territoriali, delle
Autonomie Locali e delle Organizzazioni internazionali e sovranazionali, prime tra
tutte l’idea e lo sviluppo storico dell’Unione Europea e delle Nazioni Unite. Anche i
concetti di legalità, di rispetto delle leggi e delle regole. 2) Sviluppo sostenibile: i temi
riguardanti l’educazione alla salute, la tutela dell’ambiente, il rispetto per gli animali e
i beni comuni, la protezione civile. 3) Cittadinanza digitale: deve intendersi la capacità
di un individuo di avvalersi consapevolmente e responsabilmente dei mezzi di
comunicazione virtuali. A questi nuclei tematici si aggiunge la valorizzazione della
scuola intesa come comunità attiva, aperta al territorio ed in grado di sviluppare
l’interazione con la comunità locale.

EDUCAZIONE CIVICA ED ESAME DI STATO

Va ricordato che nel Dlgs. 62/2017, “Norme in materia di valutazione e


certificazione delle competenze nel primo ciclo ed esami di Stato, a norma
dell’articolo 1, commi 180 e 181, lettera i) della legge 107/2015”, e precisamente nel
Capo III “Esame di Stato nel secondo ciclo di istruzione”, agli articoli 12 e 17 si afferma
che l’Esame di Stato, dal 2018-19, tiene conto,” anche delle attività svolte nell’ambito
di “Cittadinanza e costituzione”, che quindi devono trovare posto nel documento cd.
“del 15 maggio”, ove “si esplicitano i contenuti, i metodi, i mezzi, gli spazi e i tempi del
percorso formativo, nonché i criteri, gli strumenti di valutazione adottati e gli obiettivi
raggiunti” (art.17, comma 1), e rispetto alle quali si deve procedere in sede di
colloquio orale all’accertamento delle conoscenze e competenze in esse maturate
(art.17, comma 10).

IL CURRICOLO DI ISTITUTO di EDUCAZIONE CIVICA

54
L'OFFERTA PTOF - 2019/20-2021/22
FORMATIVA I.I.S.S. "ELSA MORANTE"

Il curricolo di istituto di Educazione Civica, al fine di sviluppare e potenziare le


competenze in materia di cittadinanza attiva di ogni studente, opta per una
impostazione interdisciplinare coinvolgendo i docenti di tutte le discipline del
consiglio di classe. Il curricolo di Educazione Civica è definito di istituto perché vuole
fornire una cornice istituzionale che inglobi e valorizzi le attività, i percorsi e i progetti
elaborati nel corso degli anni scolastici dai docenti dell'interno Istituto: inoltre si
definisce curricolare perché, avendo come finalità lo sviluppo di competenze di
cittadinanza attiva, trasversali e interdisciplinari, comprende azioni ed interventi
formativi non estemporanei o extracurricolari, ma che anzi rientrano a pieno nel
curriculum della studentessa e dello studente” da allegare al termine del percorso
quinquennale di studi al diploma finale (Dlgs. 62/2017, capo III, cap.21). Ai differenti
filoni tematici nei quali si articola il curricolo di istituto di Educazione Civica, fanno
riferimento percorsi e progetti pianificati e realizzati nell’arco dell’anno scolastico:
ogni consiglio di classe delibera la partecipazione degli studenti alle iniziative che
reputa coerenti e funzionali alla programmazione didattica di consiglio, di asse
culturale o del singolo insegnante. Una volta deliberata dal consiglio di classe la
partecipazione degli studenti ad un percorso e a un progetto che rientra nel curricolo
di istituto di Educazione Civica, questi devono essere inseriti a tutti gli effetti nella
programmazione annuale del consiglio e nei piani di lavoro dei docenti coinvolti, in
modo da risultare al termine del quinquennio di studi anche nel Documento del “15
maggio”. Inoltre: 1. Il Curricolo presenta un’impostazione interdisciplinare e non
attribuibile ad una sola disciplina o ad un docente/classe di concorso. 2. Il Curricolo è
costituito da diversi filoni tematici, da sviluppare a scelta del Consiglio di classe. 3. Il
CD individua alcuni filoni tematici che rappresentano lo sviluppo di un’impalcatura
generale su cui articolare il curricolo di Educazione Civica. Il Consiglio di classe
individua in modo collegiale gli insegnanti che si prenderanno cura delle specifiche
aree tematiche, nella prospettiva di un curricolo verticale e delle modalità di
documentazione e valutazione delle iniziative svolte. Ciascuno studente,
partecipando ai percorsi e ai progetti del Consiglio di classe potrà creare un proprio
portfolio da presentare anche in sede di Esame di Stato.

ORGANIZZAZIONE DELL'INSEGNAMENTO DI EDUCAZIONE CIVICA

1. Distribuzione oraria per ciascun anno di corso. L’orario dedicato


all’insegnamento dell’Educazione Civica sarà così strutturato: - non meno di 33 ore
annue. Le ore sono da svolgersi nell’ambito del monte ore complessivo annuale

55
L'OFFERTA PTOF - 2019/20-2021/22
FORMATIVA I.I.S.S. "ELSA MORANTE"

previsto dagli ordinamenti, comprensivo della quota di autonomia eventualmente


utilizzata. La struttura didattica individuata è flessibile, così da privilegiare percorsi
interdisciplinari e progettuali, anziché una rigida scansione oraria settimanale.

2. Curricolo verticale di educazione civica. Nel tempo dedicato a questo


insegnamento, i docenti, sulla base della programmazione già svolta in seno al
Consiglio di classe con la definizione preventiva dei traguardi di competenza e degli
obiettivi/risultati di apprendimento, potranno proporre attività didattiche che
sviluppino, con sistematicità e progressività, conoscenze e abilità relative ai tre nuclei
fondamentali sopra indicati, sia sotto forma di unità di apprendimento dei singoli
docenti sia in forma di unità di apprendimento interdisciplinari condivise da più
docenti.

3. Coordinamento dell'insegnamento di educazione civica all'interno del


Consiglio di Classe. Qualora il docente abilitato nelle discipline giuridico-economiche
sia contitolare nel Consiglio di Classe, gli sarà affidato l’insegnamento di educazione
civica, di cui curerà il coordinamento, fermo restando il coinvolgimento degli altri
docenti competenti per i diversi obiettivi/risultati di apprendimento condivisi in sede
di Consiglio di Classe.

METODOLOGIA DIDATTICA

 Coerentemente con il paradigma formativo promosso dalla riforma degli


Istituti professionali, il riferimento principale per le metodologie didattiche si
propone di adottare per l'insegnamento dell'Educazione civica l’articolo 1 del decreto
ministeriale n. 139 del 22 agosto 2007: «La motivazione, la curiosità, l’attitudine alla
collaborazione sono gli aspetti comportamentali che integrano le conoscenze,
valorizzano gli stili cognitivi individuali per la piena realizzazione della persona,
facilitano la possibilità di conoscere le proprie attitudini e potenzialità anche in
funzione orientativa. A riguardo, possono offrire contributi molto importanti – con
riferimento a tutti gli assi culturali – metodologie didattiche capaci di valorizzare
l’attività di laboratorio e l’apprendimento centrato sull’esperienza.

                                                                                                                                            
  VALUTAZIONE

 La Legge dispone che l'insegnamento trasversale dell'Educazione civica sia

56
L'OFFERTA PTOF - 2019/20-2021/22
FORMATIVA I.I.S.S. "ELSA MORANTE"

oggetto delle valutazioni periodiche e finali previste dal DPR 22 giugno 2009, n. 122. I
criteri di valutazione deliberati dal collegio dei docenti per le singole discipline e già
inseriti nel PTOF sono integrati in modo da ricomprendere anche la valutazione
dell’insegnamento dell’educazione civica. In sede di scrutinio il docente coordinatore
dell’insegnamento formula la proposta di valutazione, espressa ai sensi della
normativa vigente, da inserire nel documento di valutazione, acquisendo elementi
conoscitivi dai docenti del Consiglio di Classe cui è affidato l'insegnamento
dell'educazione civica. Tali elementi conoscitivi sono raccolti dall’intero Consiglio di
Classe nella realizzazione di percorsi interdisciplinari. La valutazione deve essere
coerente con le competenze, abilità e conoscenze indicate nella programmazione per
l’insegnamento dell’educazione civica e affrontate durante l’attività didattica. I
docenti della classe e il Consiglio di Classe si avvalgono di strumenti condivisi, quali
rubriche e griglie di osservazione, che possono essere applicati ai percorsi
interdisciplinari, finalizzati a rendere conto del conseguimento da parte degli alunni
delle conoscenze e abilità e del progressivo sviluppo delle competenze previste nella
sezione del curricolo dedicata all’educazione civica.

PERCORSI PER LE COMPETENZE TRASVERSALI E PER L’ORIENTAMENTO


(PCTO)

NUOVI ORIZZONTI TURISTICI TRA SCUOLA E AZIENDA

Descrizione:

CONTESTO DI PARTENZA

Il nostro Istituto insiste su un territorio la cui particolare morfologia, che dà risalto

ad una città baciata da due mari, ne decreta la sua naturale vocazione turistica.

Attualmente la nostra realtà territoriale si trova a confrontarsi con la ben nota crisi

economica che impone la necessità di creare condizioni per un nuovo sviluppo del

settore turistico e dell’enogastronomia, importante segmento dell’economia

57
L'OFFERTA PTOF - 2019/20-2021/22
FORMATIVA I.I.S.S. "ELSA MORANTE"

locale. Diventa quindi fondamentale da un lato conoscere bene le attività svolte

dalle imprese locali al fine di rivalutare le iniziative imprenditoriali, e dall’altro

acquisire nuove competenze specifiche.

Il mondo dell’imprenditoria turistica richiede alle agenzie formative di preparare

figure professionali  nuove, competenti e altamente competitive; i progetti di

alternanza scuola-lavoro permettono alle realtà scolastiche di affrontare queste

nuove necessità e di fornire le figure professionali richieste dal mercato del lavoro.

I nostri studenti durante il loro percorso di studi  acquisiscono conoscenze,

capacità e competenze mirate a svolgere attività lavorative nel settore del turismo;

spesso però le competenze tecnico- professionali sono costruite solo nell’ambito

della lezione frontale in aula e in laboratorio e non curvate sui fabbisogni formativi

e professionali espressi dalle realtà locali. La scuola, attraverso l’attuazione dei

percorsi di alternanza scuola lavoro, deve dunque arricchire la formazione del

percorso scolastico in un’ottica di integrazione ed interazione fra le conoscenze e

le competenze acquisite in ambito scolastico e quelle acquisite in contesto

lavorativo.

L’alternanza scuola lavoro ha inoltre la rilevante funzione di motivare o rimotivare

gli studenti a rischio drop out, orientarli a scoprire le proprie attitudini, passioni e

punti di forza, coniugando il sapere acquisito in aula con le competenze maturate

grazie all’esperienza di stage.

FINALITÀ

1. Offrire agli studenti la possibilità di accedere ad ambienti di apprendimento

diversi da quelli istituzionali per valorizzare al meglio le loro potenzialità personali

e stimolare un diverso modo di apprendere;

58
L'OFFERTA PTOF - 2019/20-2021/22
FORMATIVA I.I.S.S. "ELSA MORANTE"

2. Arricchire il curriculum scolastico degli studenti con contenuti operativi;

3. Considerare il raccordo tra istruzione, formazione e mondo del lavoro un

fattore strategico sia per le imprese che per i giovani che si affacciano al mercato

del lavoro.

OBIETTIVI EDUCATIVI

Sviluppare autonomia, senso di responsabilità, rispetto delle cose e degli altri,

capacità di relazionarsi; educare alla cittadinanza.

OBIETTIVI FORMATIVI

motivare allo studio, sviluppare la consapevolezza delle proprie potenzialità,

favorire il consolidamento delle competenze acquisite in aula, educare al rispetto

dei ruoli in un contesto aziendale, sensibilizzare all’importanza del lavoro di

squadra.

OBIETTIVI PROFESSIONALIZZANTI

Acquisire le competenze teoriche e tecniche in merito a sicurezza e igiene del

lavoro, marketing turistico e strategico, gestione delle risorse umane.

Acquisire competenze operative (agire autonomamente nel proprio settore

lavorativo, saper usare le terminologie specifiche, saper usare e manutenere le

attrezzature)

DESTINATARI

Saranno coinvolti tutti gli alunni dei diversi indirizzi delle classi terze, quarte e

quinte.

59
L'OFFERTA PTOF - 2019/20-2021/22
FORMATIVA I.I.S.S. "ELSA MORANTE"

ATTIVITÀ

Formazione in aula propedeutica all’attività di stage aziendale; attività pratica

operativa in un contesto lavorativo specifico; eventi scuola/impresa (banchetti,

manifestazioni, fiere, concorsi, visite guidate, viaggi d’istruzione, stage e viaggi

premio).

AZIONI, FASI E ARTICOLAZIONI DELL’INTERVENTO PROGETTUALE

SUDDIVISIONE ORARIA PER ANNO SCOLASTICO                                MONTE ORE:


210

Classi TERZE n.ore 80 ( di cui n. 4 ore di


formazione d’aula sulla SICUREZZA
livello base e n. 76 ore di stage
aziendale).
 

Classi QUARTE n.ore 80 di stage aziendale

Classi QUINTE        n.ore 50 di stage aziendale

PERSONALIZZAZIONE DEI PERCORSI

Il percorso sarà personalizzato in funzione dei bisogni formativi degli studenti. In

particolare, per gli studenti con bisogni educativi speciali potrà essere previsto un

inserimento graduale in strutture disponibili ed attente ai bisogni formativi

dell’allievo, non lontane dall’istituto al fine di consentire un’adeguata azione di

tutoraggio. Per gli alunni per i quali non sia individuabile una struttura ospitante

idonea oppure non sia opportuna l’attività di stage in azienda, a giudizio

insindacabile del consiglio di classe, sarà prevista un’attività di stage presso i

laboratori della scuola secondo la modalità “classi aperte parallele”, sotto la

supervisione del docente di sostegno dell’alunno e il coordinamento dei docenti di

60
L'OFFERTA PTOF - 2019/20-2021/22
FORMATIVA I.I.S.S. "ELSA MORANTE"

laboratorio in servizio.

Per le “eccellenze” è previsto l’inserimento in contesti aziendali adeguati come

momento di perfezionamento e promozione della propria immagine

professionale finalizzato allo svolgimento di un’attività di stage presso strutture di

standard elevato.

RISULTATI

Saranno oggetto di valutazione e riflessione i seguenti risultati attesi:

1. Collegamento efficace tra la formazione in aula e l’esperienza pratica;

2. Completamento della formazione del percorso scolastico con l’acquisizione di

competenze spendibili anche nel mercato del lavoro sul territorio e in coerenza

con il percorso di studio;

3. Supporto all’orientamento dei giovani per valorizzarne le vocazioni personali, gli

interessi e gli stili di apprendimento individuali.

4. Riduzione della dispersione scolastica favorendo la motivazione ad apprendere

nei vari contesti.

L’anno scolastico 20202/21 dovrà tener conto dell’importate impatto che la pandemia
ha avuto nel settore alberghiero e ristorativo e cercherà, laddove le strutture
operative dovessero essere indisponibili in conseguenza delle misure restrittive
dovute al diffondersi del Covid-19, di non privare i ragazzi delle necessarie attività
laboratoriali derivanti dagli stage in azienda coinvolgendoli in percorsi comunque in
grado di favorire l’acquisizione di competenze trasversali e d’orientamento.

MODALITÀ

61
L'OFFERTA PTOF - 2019/20-2021/22
FORMATIVA I.I.S.S. "ELSA MORANTE"

• PCTO presso Struttura Ospitante

SOGGETTI COINVOLTI

• Impresa (IMP)

DURATA PROGETTO

Triennale

MODALITÀ DI VALUTAZIONE PREVISTA

Ai fini della valutazione dell’intero percorso saranno utilizzati i seguenti strumenti

di rilevazione (modulistica predisposta dal MIUR):

- scheda di valutazione dello studente, a cura del tutor aziendale;

- scheda di valutazione del percorso di PCTO, a cura dello studente;

- scheda di valutazione e certificazione delle competenze acquisite durante il

percorso di PCTO, a cura del consiglio di classe.

Il Consiglio di classe accerterà le competenze dello studente ai fini di una

valutazione complessiva e certificatoria, sulla base della scheda di valutazione

effettuata dal tutor esterno.

Saranno accertate le competenze formali, informali e non formali. In particolare:

COMPETENZE FORMALI: certificazione con valutazione degli esiti delle attività di

alternanza a cura del consiglio di classe; essa certifica il grado di acquisizione delle

competenze tecnico professionali, organizzative e trasversali.

COMPETENZE INFORMALI: relazione a cura degli studenti sull’esperienza di stage

che tenga conto di elementi quali: relazione con il tutor interno ed esterno, clima

di relazione, spazi di autonomia e aspetti relazionali con tutti gli attori del

percorso.

62
L'OFFERTA PTOF - 2019/20-2021/22
FORMATIVA I.I.S.S. "ELSA MORANTE"

COMPETENZE NON FORMALI: osservazione da parte dei tutor durante l’intero

percorso volta a cogliere interessi, atteggiamenti e inclinazioni. Colloqui in itinere

ed ex post.

INIZIATIVE DI AMPLIAMENTO CURRICOLARE

DOLCE PUGLIA EXPERT

Il progetto prevede la ricerca, lo studio, e l’elaborazione pratica di dolci tipici della


tradizione pugliese e saperli inserire in un percorso di valorizzazione. Finalità
dell’intervento è quella di fornire conoscenze e competenze tecniche specifiche nei
settori dell’arte dolciaria e , favorendo l’occupabilità dei giovani prossimi
all’avviamento al lavoro attraverso un modello di impresa in grado di esportare le
preparazioni dolciarie realizzate.

Obiettivi formativi e competenze attese


- conoscere le diverse attrezzature e i vari utensili, sapendoli usare correttamente, in
relazione allo specifico utilizzo; - conoscere le fasi organizzative che portano alla
realizzazione della preparazione - conoscere le diverse materie prime utilizzate in
pasticceria; saperle scegliere in relazione al risultato che si vuole ottenere; - conoscere
le principali caratteristiche specifiche degli ingredienti utilizzati - conoscere e saper
realizzare le diverse tipologie elaborati; - pianificare rischi e difficoltà; - creare un’idea
sulla scorta di alcuni modelli di riferimento; - valutare il proprio operato ed effettuare
scelte consapevoli; - sviluppare la predisposizione al lavoro programmato; - essere in
grado di eseguire ogni tecnica appresa, in maniera autonoma o inserita in un lavoro
articolato di gruppo;

DESTINATARI RISORSE PROFESSIONALI

Classi aperte verticali Interno

Risorse Materiali Necessarie:

Laboratori: cucina-pasticceria

FOCACCERIA E STIZZICCHERIA SALATA

63
L'OFFERTA PTOF - 2019/20-2021/22
FORMATIVA I.I.S.S. "ELSA MORANTE"

L'attività intende fornire conoscenze e competenze tecniche specifiche in un settore in


continua crescita ed evoluzione rappresentato dalle focaccerie, pizzerie, paninoteche,
ecc. favorendo l’occupabilità dei giovani e andando incontro alle richieste del
territorio.

Obiettivi formativi e competenze attese


- Conoscere le diverse attrezzature e i vari utensili, sapendoli usare correttamente, in
relazione allo specifico utilizzo; - conoscere le diverse materie prime utilizzate
nell’ambito della pasticceria salata e pizzeria e saperle scegliere in relazione al
risultato che si vuole ottenere; - conoscere le caratteristiche specifiche delle farine e
saperle utilizzare correttamente in funzione della loro forza; - conoscere le diverse
tipologie di lievito e saper calcolare correttamente i tempi di lievitazione in relazione
alle diverse variabili (tipo e quantitativo di lievito, temperatura di lievitazione, tipologia
di farina, tasso di umidità dell’impasto, consistenza dell’impasto); - padroneggiare le
tecniche di realizzazione degli impasti lievitati (diretti e indiretti); - conoscere e saper
realizzare le principali tipologie impasto per realizzare focacce, stuzzichini salati, ecc.; -
sviluppare la predisposizione al lavoro programmato; - essere in grado di eseguire
ogni tecnica appresa, in maniera autonoma o inserita in un lavoro articolato di
gruppo;

DESTINATARI RISORSE PROFESSIONALI

Classi aperte parallele Interno

Risorse Materiali Necessarie:

Laboratori: cucina-pasticceria

I DOLCI DELLA COLAZIONE

Il progetto prevede la ricerca, lo studio, e l’elaborazione pratica di dolci per la


colazione. Finalità dell’intervento è quella di fornire conoscenze specifiche del settore
dolciario e educare gli adolescenti ad una sana alimentazione mediante la
conoscenza, la preparazione e la degustazione di elaborati artigianali.

Obiettivi formativi e competenze attese


conoscere le diverse attrezzature e i vari utensili, sapendoli usare correttamente, in
relazione allo specifico utilizzo; - conoscere le fasi organizzative che portano alla
realizzazione della preparazione - conoscere le diverse materie prime utilizzate in

64
L'OFFERTA PTOF - 2019/20-2021/22
FORMATIVA I.I.S.S. "ELSA MORANTE"

pasticceria; saperle scegliere in relazione al risultato che si vuole ottenere; - conoscere


le principali caratteristiche specifiche degli ingredienti utilizzati - conoscere e saper
realizzare le diverse tipologie elaborati; - conoscere un modello di corretta
alimentazione attraverso la colazione - pianificare rischi e difficoltà; - creare un’idea
sulla scorta di alcuni modelli di riferimento; - valutare il proprio operato ed effettuare
scelte consapevoli; - orientare la scelta degli studenti all’approfondimento di
tematiche relative al settore dolciario - sviluppare la predisposizione al lavoro
programmato; - essere in grado di eseguire ogni tecnica appresa, in maniera
autonoma o inserita in un lavoro articolato di gruppo.

DESTINATARI RISORSE PROFESSIONALI

Classi aperte parallele Interno

Risorse Materiali Necessarie:

Laboratori: cucina-pasticceria

L'ARTE DI INTAGLIARE LA FRUTTA E GLI ORTAGGI

Il progetto nasce quindi dalla volontà di perseguire un’arte antica nel tempo e far
acquisire le abilità di base nelle tecniche di allestimento e decorazione artistica della
tavola, mediante l’utilizzo di frutta e ortaggi. Finalità dell’intervento formativo è inoltre
quella di favorire l’occupabilità dei giovani e la promozione dello sviluppo economico e
culturale del territorio mediante l’ampliamento delle competenze auto-imprenditoriali
degli allievi.

Obiettivi formativi e competenze attese


- Conoscere le diverse attrezzature e i vari utensili, sapendoli usare correttamente, in
relazione allo specifico utilizzo; - conoscere le fasi organizzative che portano alla
realizzazione di un pezzo artistico; - conoscere le tecniche di decorazione dei tavoli da
esposizione; - pianificare rischi e difficoltà; - definire le scelte di colore in una
composizione migliore possibile; - utilizzare le migliori tecniche per la creazione di
soggetti e composizioni decorative; - creare un’idea sulla scorta di alcuni modelli di
riferimento; - saper decorare i tavoli da esposizione, utilizzando sculture e montature
appropriate; - sviluppare il gusto per l’estetica e la raffinatezza; - sviluppare la
predisposizione al lavoro programmato; - valutare le caratteristiche merceologiche e
commerciali dei prodotti utilizzati; - essere in grado di eseguire ogni tecnica appresa,

65
L'OFFERTA PTOF - 2019/20-2021/22
FORMATIVA I.I.S.S. "ELSA MORANTE"

in maniera autonoma o inserita in un lavoro articolato di gruppo;

DESTINATARI RISORSE PROFESSIONALI

Classi aperte parallele Interno

Risorse Materiali Necessarie:

Laboratori: cucina-pasticceria

L'ARTE DELLO ZUCCHERO

Il progetto prevede lo ricerca, lo studio, e l’elaborazione pratica di allestimenti di


decori per buffet di dolci, torte moderne e classiche e realizzazioni di piece di zucchero
sapendoli inserire in un percorso di valorizzazione. Finalità dell’intervento è quella di
fornire conoscenze e competenze tecniche specifiche della lavorazione dello zuchero
e sui derivati, favorendo l’occupabilità dei giovani prossimi all’avviamento al lavoro
attraverso un modello di impresa in grado di esportare le preparazioni realizzate.

Obiettivi formativi e competenze attese


- conoscere le diverse attrezzature e i vari utensili, sapendoli usare correttamente, in
relazione allo specifico utilizzo; - conoscere le fasi organizzative che portano alla
realizzazione della preparazione - conoscere la materia prima utilizzata e i suoi
derivati; - conoscere le principali caratteristiche specifiche degli ingredienti utilizzati -
conoscere e saper realizzare le diverse tipologie di elaborati; - pianificare rischi e
difficoltà; - creare un’idea sulla scorta di alcuni modelli di riferimento; - valutare il
proprio operato ed effettuare scelte consapevoli; - sviluppare la predisposizione al
lavoro programmato; - essere in grado di eseguire ogni tecnica appresa, in maniera
autonoma o inserita in un lavoro articolato di gruppo.

DESTINATARI RISORSE PROFESSIONALI

Classi aperte parallele Interno

Risorse Materiali Necessarie:

Laboratori: cucina-pasticceria

LA PASTA FRESCA ARTIGIANALE

66
L'OFFERTA PTOF - 2019/20-2021/22
FORMATIVA I.I.S.S. "ELSA MORANTE"

Finalità dell’intervento è quella di fornire competenze specifiche e di ri-orintare gli


alunni verso tecniche antiche ma straordinariamente contemporanee, perfettamente
in linea con le esigenze di valorizzazione e promozione della cultura del territorio.
L’arte di “preparare la pasta a mano” evoca ricordi straordinari, rinsalda il legame e
rafforza la passione per la cucina.

Obiettivi formativi e competenze attese


- conoscere le diverse attrezzature e i vari utensili, sapendoli usare correttamente, in
relazione allo specifico utilizzo; - conoscere le diverse materie prime utilizzate
nell’ambito della pastificazione artigianale e saperle scegliere in relazione al risultato
che si vuole ottenere; - conoscere le caratteristiche specifiche delle farine e saperle
utilizzare correttamente in funzione della loro forza; - padroneggiare le tecniche di
realizzazione dei diversi impasti; - sviluppare la predisposizione al lavoro
programmato; - essere in grado di eseguire ogni tecnica appresa, in maniera
autonoma o inserita in un lavoro articolato di gruppo.

DESTINATARI RISORSE PROFESSIONALI

Classi aperte parallele Interno

Risorse Materiali Necessarie:

Laboratori: cucina-pasticceria

COFFEE ART

Approfondire il servizio di caffetteria con tecniche di preparazione moderne e di


tendenza. La Latte Art è la tecnica di preparazione di bevande a base di espresso e
latte montato (cappuccino, espresso e latte macchiato) creando sulla superficie
disegni e forme che possono essere talvolta bianche (date dal latte) o colorate
(mediante coloranti alimentari e topping). Oggi la Latte Art è una tecnica molto ambita
dai professionisti nel settore della caffetteria, perché oltre a trasmettere emozioni alla
vista e durante la preparazione, la decorazione sulla superficie crea una
predisposizione alla degustazione.

Obiettivi formativi e competenze attese


conoscere le diverse attrezzature e i vari utensili, sapendoli usare correttamente, in
relazione allo specifico utilizzo; - conoscere le fasi organizzative che portano alla
realizzazione della preparazione - conoscere le diverse materie prime utilizzate

67
L'OFFERTA PTOF - 2019/20-2021/22
FORMATIVA I.I.S.S. "ELSA MORANTE"

conoscere le principali caratteristiche specifiche degli ingredienti utilizzati - conoscere


e saper realizzare tutti i diversi modi di servire l’espresso; - creare una bevanda che
abbia come ingrediente principale l’espresso - valutare il proprio operato ed effettuare
scelte consapevoli; - sviluppare la predisposizione al lavoro programmato; - essere in
grado di eseguire ogni tecnica appresa, in maniera autonoma o inserita in un lavoro
articolato di gruppo.

DESTINATARI RISORSE PROFESSIONALI

Classi aperte parallele Interno

Risorse Materiali Necessarie:

Laboratori: Sala- Bar

HAPPY BAR

Utilizzare tecniche di lavorazione e strumenti gestionali nella produzione di servizi e


prodotti enogastronomici, ristorativi e di accoglienza turistico-alberghiera..

Obiettivi formativi e competenze attese


conoscere le diverse attrezzature e i vari utensili, sapendoli usare correttamente, in
relazione allo specifico utilizzo; - conoscere le fasi organizzative che portano alla
realizzazione della preparazione - conoscere le diverse materie prime utilizzate
conoscere le principali caratteristiche specifiche degli ingredienti utilizzati -
Classificare, proporre e produrre cocktail, applicando le corrette tecniche di
miscelazione. - Utilizzare attrezzature per la preparazione di bevande miscelate. -
Elaborare nuove bevande e simularne la commercializzazione. - valutare il proprio
operato ed effettuare scelte consapevoli; - sviluppare la predisposizione al lavoro
programmato; - essere in grado di eseguire ogni tecnica appresa, in maniera
autonoma o inserita in un lavoro articolato di gruppo.

DESTINATARI RISORSE PROFESSIONALI

Classi aperte parallele Interno

Risorse Materiali Necessarie:

Laboratori: Sala- Bar

68
L'OFFERTA PTOF - 2019/20-2021/22
FORMATIVA I.I.S.S. "ELSA MORANTE"

SPORTELLO ASCOLTO

In sintonia e nell’ottica della prosecuzione della positiva esperienza effettuata nel


corso degli ultimi anni, anche per il corrente Anno Scolastico 2018-2019, il nostro
Istituto intende offrire all'utenza il Servizio “Sportello Ascolto”. Si tratta di un’attività
della Scuola progettata con l’obiettivo di concorrere a creare un Tempo Scuola sereno
e proficuo per tutti.

Obiettivi formativi e competenze attese


Lo “Sportello Ascolto” è finalizzato a raccogliere, analizzare e, ove possibile, risolvere
eventuali situazioni di malessere e di disagio che possano richiedere una
rimotivazione allo studio e un’azione di supporto per ristabilire serene relazioni
interpersonali, nei rapporti tra genitori e insegnanti, alunni e alunni, alunni ed
insegnanti/operatori scolastici. La presenza di uno Sportello Ascolto all ́interno della
Scuola è una grande opportunità per affrontare e risolvere problematiche inerenti la
crescita, oppure legate all ́insuccesso, alla dispersione scolastica, al bullismo, o ancora
tipicamente connesse al periodo dell ́adolescenza. Lo Sportello Ascolto è uno spazio
dedicato prioritariamente ai ragazzi, ai loro problemi, alle loro difficoltà con il mondo
della scuola, la famiglia, i pari, ma è anche un possibile spazio di incontro e confronto
per i genitori per capire e contribuire a risolvere le difficoltà che naturalmente
possono sorgere nel rapporto con un figlio che cresce. Lo “Sportello Ascolto” ha il
compito di accogliere le eventuali problematiche che dovessero emergere nel corso
del cammino scolastico fungendo da mediazione, al fine di ricostruire situazioni di
studio e/o relazionali. La presenza sistematica del/i Referente/i “Sportello Ascolto”
concorre, con le altre progettualità e attività programmate all’interno del POF dal
nostro Istituto, a migliorare l’Agio, ovvero il ben- essere a Scuola, elemento
considerato condizione essenziale e imprescindibile per il successo del processo di
apprendimento e per la crescita equilibrata della persona. Il Referente è a
disposizione degli studenti, dei genitori, degli insegnanti che desiderino un confronto
con un esperto di relazioni e comunicazione tenuto al segreto professionale. Il
colloquio che si svolge all ́interno della Scuola non ha fini terapeutici ma di counseling,
per aiutare il ragazzo a individuare i problemi e le possibili soluzioni, collaborando con
gli insegnanti in un ́area psicopedagogia di intervento integrato. Lo Sportello Ascolto è
un Servizio di promozione della Salute intesa nel senso più ampio che ne dà l
́Organizzazione Mondiale della Sanità: benessere fisico, psichico, socio-relazionale, con
obiettivi di prevenzione del disagio e delle devianze, oltre che di educazione alla
gestione del proprio equilibrio mentale nel rispetto della propria individualità. Le
attività di ascolto rivolte agli alunni sono effettuate seguendo il metodo del colloquio

69
L'OFFERTA PTOF - 2019/20-2021/22
FORMATIVA I.I.S.S. "ELSA MORANTE"

psicologico, accogliendo il richiedente in spirito di non-giudizio, indirizzandolo nell


́analisi del problema e nella comprensione del suo vissuto. Il Servizio è un ́occasione
per i ragazzi: di ascolto di accoglienza e accettazione di sostegno alla crescita
di orientamento di informazione di gestione e risoluzione di
problemi/conflitti. Rispetto ai genitori, si privilegia il potenziamento delle capacità
genitoriali e delle abilità comunicativo-relazionali con i figli, affinché gli stessi possano
trovare ascolto e supporto: -nell ́esercizio di una genitorialità piena e consapevole -nell
́empowerment delle proprie competenze educative. Nei confronti dei docenti, infine,
vengono fornite specifiche indicazioni psicopedagogiche da integrare nelle attività
curriculari. Oltre ai colloqui individuali, il Servizio offerto dalla Scuola può prevedere,
su richiesta dei docenti, ampio spazio dedicato all ́incontro delle classi gestito con il
metodo del circle-time, allo scopo di costruire insieme una realtà in cui prendere
coscienza di sé, dell ́altro da sé e apertamente discutere dei propri vissuti, delle
emozioni e delle problematiche tipiche dei ragazzi.

DESTINATARI RISORSE PROFESSIONALI

Classi aperte verticali Interno

Risorse Materiali Necessarie:

Aule: Aula generica

GOETHE ZERTIFIKAT FIT IN DEUTSCH A2”

I 10 perché di una certificazione I certificati del Goethe-Institut: 1. conferiscono un


valore aggiunto alle competenze linguistiche; 2. sono rinomati e riconosciuti a livello
internazionale; 3. documentano le conoscenze linguistiche in maniera trasparente,
obiettiva e indipendente dal curriculum scolastico in conformità al Quadro Comune
Europeo di Riferimento per le lingue; 4. portano il sigillo di qualità dell'Association of
Language Testers in Europe; 5. sono garanzia di obiettività e imparzialità: i candidati
non possono essere esaminati dai propri insegnanti e le prove, che si svolgono in tutto
il mondo secondo criteri standardizzati, vengono valutate separatamente da due
diversi esaminatori; 6. aumentano la motivazione all'apprendimento in vista di un
obiettivo chiaramente definito; 7. sono orientati alla comunicazione e a situazioni
autentiche; 8. dimostrano il raggiungimento di tutte le competenze: comprensione
orale e scritta, produzione orale e scritta; 9. permettono l'accesso ad accademie e
università in Germania; 10. accrescono le opportunità lavorative; Quanto riportato

70
L'OFFERTA PTOF - 2019/20-2021/22
FORMATIVA I.I.S.S. "ELSA MORANTE"

sopra è tratto dal volantino che il Goethe-Institut fa pervenire annualmente alle scuole
e ai docenti di tedesco che hanno già avuto esperienze nell’ambito delle certificazioni
linguistiche esterne. I punti elencati racchiudono perfettamente il motivo per cui è
fondamentale che una istituzione scolastica offra ai propri allievi delle opportunità per
accostarsi con curiosità ed interesse allo studio della lingua e della cultura tedesca,
fornendo loro tutti i mezzi e gli strumenti per metterli nelle condizioni di affrontare
con serenità una certificazione linguistica che è riconosciuta a livello internazionale.
L’insegnamento della lingua straniera ha il compito di contribuire, in armonia con le
altre discipline, alla formazione di una cultura di base e allo sviluppo delle capacità di
comprendere, esprimere e comunicare degli allievi. Lo studio della lingua straniera
contribuisce ad allargare gli orizzonti culturali e sociali degli allievi per il fatto stesso
che ogni lingua rispecchia i diversi modi di vivere delle comunità che parlano ed
esprimono in modo diverso i dati dell’esperienza umana. Esso educa alla
comprensione e al rispetto degli altri e dei valori che essi posseggono. Obiettivo
principale è la comprensione dell’importanza della lingua straniera come strumento di
comunicazione e nell’ambito della certificazione del Goethe-Institut la possibilità di
conseguire una certificazione di lingua tedesca riconosciuta a livello internazionale e
quindi spendibile nell’Università e nel mondo del lavoro.

Obiettivi formativi e competenze attese


comprendere, in situazioni quotidiane, semplici domande, comunicazioni, messaggi al
telefono, informazioni tratte da trasmissioni radiofoniche e brevi conversazioni
dedurre le informazioni più rilevanti contenute in brevi comunicazioni scritte, annunci,
descrizioni, lettere e semplici articoli di giornale scrivere messaggi brevi e personali
presentarsi durante una conversazione e rispondere a semplici domande riguardanti
la propria persona porre semplici domande e rispondere ad esse durante
conversazioni inerenti tematiche di interesse personale formulare, rispondere o
reagire a richieste, inviti o domande inerenti la vita quotidiana.

DESTINATARI RISORSE PROFESSIONALI

Classi aperte verticali Interno

Risorse Materiali Necessarie:

Laboratori: Con collegamento ad Internet


Lingue

71
L'OFFERTA PTOF - 2019/20-2021/22
FORMATIVA I.I.S.S. "ELSA MORANTE"

Aule: Aula generica

AVER CURA DELLA TERRA

Più che un progetto si tratta di un percorso di educazione permanente mirato a


rendere tutta la comunità scolastica sensibile e partecipe alle buone pratiche di
rispetto dell’ambiente e di valorizzazione del territorio. Crispiano insiste su un’area
geografica a ridosso della zona in cuim pascolo e raccolta specie vegetali ed animali
sono interdette, a causa dell’inquinamento della vicina zona industriale. Eppure è
proprio dalla consapevolezza di dover proteggere e custodire il proprio patrimonio
paesaggistico, culturale, storico e naturalistico che può emergere un orientamento di
sviluppo alternativo e sostenibile. E’ proprio dalle criticità evidenziate negli ultimi anni
circa l’impatto che l’inquinamento può avere sulla salute che il nostro istituto può
spendere la propria mission. L’alimentazione viene sempre più considerata alla
stregua di una terapia e le ricerche epidemiologiche ci portano a rivalutare i pilastri
della nutrizione preindustriale: i legumi, i cereali, la verdura e la frutta di stagione, il
pesce, un uso attento e moderato della carne, l’olio evo per i condimenti. Non è un
caso che i nostri piatti tipici, come orecchiette e cime di rapa o fave e verdura siano
addirittura vegani. Questa filosofia alimentare era in armonia con il rispetto del
pianeta, dato che gli alimenti erano perlopiù a km.0, stagionali, con un uso minimo di
risorse, come terra e acqua, e con un impiego sostenibile di fertilizzanti e
antiparassitari. Tutte qualità che oggi si vanno nuovamente riaffermando sia per la
sostenibilità, riguardo la Terra, sia per la salute, riguardo l’essere umano. Una scuola
attenta a queste tematiche può incardinare le proprie attività sul rispetto del proprio
territorio, sulla valorizzazione delle specificità ambientali e sulla promozione delle
tradizioni eno-gastronomiche, rivisitate opportunamente per offrire piatti salutari ma
anche belli e originali. I due eventi che ci coinvolgeranno nel 2019 (il centenario per il
Comune di Crispiano eMatera capitale europea della cultura) saranno occasioni
irripetibili in cui portare i frutti delle attività scolastiche ispirate ai principi di tale
percorso di educazione ambientale. Finalità: a) valorizzare il territorio e le sue
peculiarità geomorfologiche, paesaggistiche, storiche, archeologiche, culturali, con
un’attenzione particolare a quelle enogastronomiche b) divulgare le buone pratiche di
rispetto dell’ambiente a cominciare dagli spazi scolastici e dalla raccolta differenziata
c) far cogliere le correlazioni esistenti tra tematiche ambientali e tematiche relative
all’alimentazione.

Obiettivi formativi e competenze attese

72
L'OFFERTA PTOF - 2019/20-2021/22
FORMATIVA I.I.S.S. "ELSA MORANTE"

obiettivi didattici da progettare con i docenti delle specifiche discipline, al fine di


promuovere: 1) L’abolizione degli sprechi e la corretta gestione dei rifiuti 2) Le
tradizioni agroalimentari legate alle produzioni del territorio, rispettose dell’equilibrio
uomo-salute-ambiente 3) Le tradizioni culinarie, basate su alimenti semplici e salutari,
rivisitate per proporre piatti originali e buoni per sé e per l’ambiente 4) Metodi e
tecniche per la qualità dei prodotti alimentari, anche in riferimento ai fattori di rischio
ambientale 5) La cucina vegetariana e vegana per rispondere a obiettivi salutistici e a
obiettivi di riduzione degli impatti dell’allevamento animale sul pianeta 6) Tecniche di
promozione del territorio e delle sue peculiarità paesaggistiche ed enogastronomiche
7) Produzione di erbe aromatiche e verdure utilizzabili in cucina nel giardino del plesso
Cacace; Slow Food potrebbe patrocinare una tale attività nell’ambito del loro progetto
“Orto in condotta” 8) Produzioni basate sull’uso di stampanti 3D applicate alla
pasticceria, tenendo conto delle significative esperienze che l’ARCI e uno studio
tecnico di Crispiano stanno svolgendo da alcuni anni nell’ambito di modelli di sviluppo
alternativi, che vanno nella direzione dell’economia sociale e distribuita, in accordo
con le risorse locali (cfr. i pilastri della Terza Rivoluzione industriale di Jeremy Rifkins e
le indicazioni della Commissione europea).

DESTINATARI RISORSE PROFESSIONALI

Classi aperte verticali Interno

Risorse Materiali Necessarie:

Aule: Aula generica

UN GIORNO SPECIALE

Il progetto prevede lo ricerca, lo studio, e l’elaborazione pratica di mise en place per


occasioni/servizi particolari. Finalità dell’intervento è quella di fornire conoscenze e
competenze tecniche specifiche nei settori dell’arte del servizio, pensando alle varie
necessità che un’azienda moderna deve soddisfare.

Obiettivi formativi e competenze attese


conoscere le diverse attrezzature e i vari utensili, sapendoli usare correttamente, in
relazione allo specifico utilizzo; - conoscere le fasi organizzative che portano alla
realizzazione della preparazione - conoscere le diverse materie prime utilizzate nei
servizi speciali; saperle scegliere in relazione al risultato che si vuole ottenere; -

73
L'OFFERTA PTOF - 2019/20-2021/22
FORMATIVA I.I.S.S. "ELSA MORANTE"

conoscere le principali caratteristiche dei servizi - conoscere e saper realizzare le


diverse tecniche di servizio; - pianificare rischi e difficoltà; - creare un’idea sulla scorta
di alcuni modelli di riferimento; - valutare il proprio operato ed effettuare scelte
consapevoli; - sviluppare la predisposizione al lavoro programmato; - essere in grado
di eseguire ogni tecnica appresa, in maniera autonoma o inserita in un lavoro
articolato di gruppo.

DESTINATARI RISORSE PROFESSIONALI

Gruppi classe Interno

Risorse Materiali Necessarie:

Laboratori: Sala- Bar

DELF SCOLAIRE (DIPLÔME D’ETUDES EN LANGUE FRANÇAISE) B1

FINALITA’ E OBIETTIVI: 1. conoscere l'impostazione e le modalità di svolgimento delle


prove scritte ed orali relativi al livello da conseguire 2. potenziare la capacità ricettiva
ed espressiva nella lingua francese 3. acquisire maggiore sicurezza e fiducia nelle
proprie capacità 4. verificare la relazione esistente tra apprendimento scolastico e
competenze spendibili all'esterno.

Obiettivi formativi e competenze attese


B1: - comprendere i punti chiave di argomenti familiari che riguardano la scuola, il
tempo libero… - sapersi muovere con disinvoltura in situazioni diverse - produrre un
testo semplice relativo ad argomenti familiari o di interesse personale - descrivere
esperienze ed avvenimenti, sogni, speranze ed ambizioni e spiegare brevemente le
ragioni delle sue opinioni e dei suoi progetti.

DESTINATARI RISORSE PROFESSIONALI

Classi aperte verticali Interno

Risorse Materiali Necessarie:

Laboratori: Con collegamento ad Internet


Lingue

Aule: Aula generica

74
L'OFFERTA PTOF - 2019/20-2021/22
FORMATIVA I.I.S.S. "ELSA MORANTE"

VIDEO LEZIONE DI ACCOGLIENZA TURISTICA 1

Il progetto si propone di realizzare video lezioni di “Accoglienza turistica” fruibili a


distanza, completamente creati dagli alunni del settore turistico come attori-docenti
protagonisti. Le video lezioni saranno realizzate (riprese e montaggio) dagli studenti
affiancati dal docente della disciplina di settore, e andranno a costituire una piccola
libreria virtuale, fruibile da parte dei docenti dell’istituto come materiale didattico, dai
futuri alunni del settore di accoglienza turistica come strumento di apprendimento, e
da parte dei potenziali nuovi alunni di terza media, come strumento di orientamento,
che potranno “affacciarsi e interfacciarsi” verso i corsi che l’istituto propone prima di
un eventuale scelta di iscrizione. I video verranno pubblicati sul canale youtube
dell’Istituto e linkati in un’apposita sezione del sito web dell’Istituto, a disposizione di
tutti coloro che vorranno migliorare il proprio apprendimento e le proprie
competenze nella disciplina di accoglienza turistica. Gli obiettivi del progetto, oltre alla
creazione delle singole unità didattiche video dedicati alla formazione delle
professioni nell’ambito dell’accoglienza turistica, sono molteplici e centrati sui bisogni
degli studenti: · migliorare/sviluppare le proprie competenze linguistiche di italiano ·
acquisire conoscenze sugli aspetti civico-culturali del territorio in cui si vive · sviluppare
competenze a 360 gradi nell'ambito della ripresa e montaggio video, partendo dun
approccio di base, arricchito da nozioni e riflessioni sulle tecniche di realizzazione ·
sviluppare competenze trasversali (soft skills): imparare ad imparare, progettare,
lavorare in team, verificare. La valutazione del progetto avverrà in relazione ai
seguenti risultati: · realizzazione di n. 3 unità didattiche in video lezione con relativi
esercizi linguistici · acquisizione di competenze digitali verificabili attraverso un
compito di realtà (esempio: …….. ) · acquisizione di competenze linguistiche verificabili
con test conclusivo. · coinvolgimento di almeno 15 studenti nella realizzazione dei
video · coinvolgimento di almeno 300 studenti nella fruizione dei video I singoli video
realizzati nell’ambito del progetto saranno pubblicati sul sito web della scuola e tutti i
materiali digitali saranno disponibili sui principali social network (Youtube, Facebook,
Twitter,Instagram).

Obiettivi formativi e competenze attese


L’OBIETTIVO DIDATTICO è quello di sviluppare, attraverso l’uso meditato
dell’immagine, un sapere critico, che aiuti alla riflessione e alla formazione di schemi e
modelli mentali che permettano l’astrazione e la generalizzazione.

75
L'OFFERTA PTOF - 2019/20-2021/22
FORMATIVA I.I.S.S. "ELSA MORANTE"

DESTINATARI RISORSE PROFESSIONALI

Gruppi classe Interno

Risorse Materiali Necessarie:

Laboratori: Con collegamento ad Internet


Informatica

Aule: Aula generica

VIDEO LEZIONE DI ACCOGLIENZA TURISTICA 2

Il progetto si propone di realizzare video lezioni di “Accoglienza turistica” fruibili a


distanza, completamente creati dagli alunni del settore turistico come attori-docenti
protagonisti. Le video lezioni saranno realizzate (riprese e montaggio) dagli studenti
affiancati dal docente della disciplina di settore, e andranno a costituire una piccola
libreria virtuale, fruibile da parte dei docenti dell’istituto come materiale didattico, dai
futuri alunni del settore di accoglienza turistica come strumento di apprendimento, e
da parte dei potenziali nuovi alunni di terza media, come strumento di orientamento,
che potranno “affacciarsi e interfacciarsi” verso i corsi che l’istituto propone prima di
un eventuale scelta di iscrizione. I video verranno pubblicati sul canale youtube
dell’Istituto e linkati in un’apposita sezione del sito web dell’Istituto, a disposizione di
tutti coloro che vorranno migliorare il proprio apprendimento e le proprie
competenze nella disciplina di accoglienza turistica.

Obiettivi formativi e competenze attese


Gli obiettivi del progetto, oltre alla creazione delle singole unità didattiche video
dedicati alla formazione delle professioni nell’ambito dell’accoglienza turistica, sono
molteplici e centrati sui bisogni degli studenti: · migliorare/sviluppare le proprie
competenze linguistiche di italiano · acquisire conoscenze sugli aspetti civico-culturali
del territorio in cui si vive · sviluppare competenze a 360 gradi nell'ambito della ripresa
e montaggio video, partendo da un approccio di base, arricchito da nozioni e
riflessioni sulle tecniche di realizzazione · sviluppare competenze trasversali (soft
skills): imparare ad imparare, progettare, lavorare in team, verificare.

DESTINATARI RISORSE PROFESSIONALI

Gruppi classe Interno

Risorse Materiali Necessarie:

76
L'OFFERTA PTOF - 2019/20-2021/22
FORMATIVA I.I.S.S. "ELSA MORANTE"

Laboratori: Con collegamento ad Internet


Informatica

Aule: Aula generica

CITTADINANZA E COSTITUZIONE

Il riferimento alla Costituzione alla Repubblica Italiana costituisce un punto sintetico


che permette di mettere in luce le connessioni tra i vari livelli in gioco , costituendo
uno dei principali punti di equilibrio tra libertà e responsabilità. Sinteticamente
saranno effettuati percorsi relativi alla convivenza, affettività, legalità salute ed
ambiente.

Obiettivi formativi e competenze attese


Ci si propone di realizzare un approccio ai contenuti multi ed interdisciplinari che
sfocino in iniziative civiche. Le competenze attese si riferiscono all'acquisizione della
consapevolezza di essere inserito in un sistema di regole.

DESTINATARI RISORSE PROFESSIONALI

Classi aperte verticali Interno

Risorse Materiali Necessarie:

Laboratori: Con collegamento ad Internet

Aule: Aula generica

PROGETTO IN SCIENZE GIURIDICHE ED ECONOMICHE

Il progetto vuol dar spazio al dibattito ed ai temi socialmente rilevanti per la


formazione di una cittadinanza attiva, critica e responsabile.

Obiettivi formativi e competenze attese


- Promuovere la conoscenza consapevole e critica dei principi e dei valori contenuti
nella carta costituzionale; - Favorire la comprensione su temi di attualità; - Riuscire ad
individuare collegamenti e relazioni tra fatti di attualità; - Saper applicare la giusta
normativa ai casi concreti.

77
L'OFFERTA PTOF - 2019/20-2021/22
FORMATIVA I.I.S.S. "ELSA MORANTE"

DESTINATARI RISORSE PROFESSIONALI

Classi aperte verticali Interno

Risorse Materiali Necessarie:

Laboratori: Con collegamento ad Internet

Aule: Aula generica

ALLA SCOPERTA DELLE PROFESSIONI DI SALA E VENDITA - ACCOGLIENZA TURISTICA

Ai fini dell'orientamento degli studenti , finalizzato alla scelta consapevole del profilo
professionale per il prosieguo degli studi dopo il secondo biennio, la proposta
progettuale si concretizza nelle seguenti attività pratiche, complementari rispetto a
quelle curriculari : - Corso base per maitre à la lampe; - Corso base per receptionist e
addetto al booking.

Obiettivi formativi e competenze attese


- Conoscere le diverse attrezzature ed i vari utensili; - valutare le caratteristiche
organolettiche, merceologiche e commerciali dei prodotti utilizzati; - saper leggere ed
individuare gli elementi essenziali di una ricetta flambé e realizzare il lavoro; - saper
applicare le tecniche di lavorazione; - essere in grado di presentare le preparazioni; -
conoscere la struttura ricettiva, la tipologia di clientela ed i servizi offerti dal reparto
front - office; - Applicare le tecniche basilari di comunicazione, promozione, vendita,
assistenza, informazione turistico-alberghiera; - essere in grado di eseguire in maniera
autonoma le operazioni basilari relative al ciclo cliente; - essere in grado di eseguire
ogni tecnica appresa in maniera autonoma o inserita in un lavoro articolato di gruppo.

DESTINATARI RISORSE PROFESSIONALI

Classi aperte parallele Interno

Risorse Materiali Necessarie:

Laboratori: Con collegamento ad Internet


Informatica
Sala- Bar

Aule: Aula generica

78
L'OFFERTA PTOF - 2019/20-2021/22
FORMATIVA I.I.S.S. "ELSA MORANTE"

IL BARMANN ED IL SUO MONDO

Le attività previste hanno lo scopo di mettere l'allievo in grado di confrontarsi con il


mondo del lavoro. Il progetto mira a costruire, rafforzare ed approfondire conoscenze,
competenze ed abilità inerenti le tecnologie di produzione dei principali prodotti in
uso al bar, le tecniche di produzione e servizio delle bevande miscelate , lo sviluppo
delle capacità relazionali del futuro barmann.

Obiettivi formativi e competenze attese


- Conoscere le diverse attrezzature in uso al bar; - conoscere le aree di lavoro del bar ;
- conoscere le caratteristiche merceologiche e sensoriali delle bevande analcoliche e a
bassa e media gradazione alcolica; - conoscere i vari tipi di aperitivi e le loro
caratteristiche; - conoscere i distillati e liquori più usati negli american bar e le loro
caratteristiche; - saper illustrare la ricetta di una bevanda miscelata; - saper eseguire
correttamente il servizio delle bevande; - saper proporre , classificare e preparare
cocktails e bevande miscelate; - conoscere le tecniche di elaborazione e stesura di una
nuova ricetta; - conoscere e saper utilizzare la terminologia tecnica; - conoscere le
tecniche di analisi sensoriale delle bevande.

DESTINATARI RISORSE PROFESSIONALI

Classi aperte verticali Interno

Risorse Materiali Necessarie:

Laboratori: Sala- Bar

LABORATORIO DEL GUSTO

Il progetto intende fornire le occasioni per riqualificare i corsisti e per farli riavvicinare
al mondo del lavoro attraverso le conoscenze tecnico-professionali necessarie per la
formazione di operatori capaci di rispondere in modo originale e preciso alle richieste
del mercato attuale, alle esigenze dei nuovi consumatori ed a quelle della moda. Il
percorso si articola in due livelli: 1. Alfabetizzazione sensoriale: sull’acquisizione dei
termini elementari sensoriali, con la scoperta dei sensi e la loro specializzazione. In
questo modo si stabilisce un lessico comune fondamentale nella comunicazione,
durante il lavoro di scoperta e di riconoscimento dei sensi; 2. Educazione all’anali
sensoriale: vista (forma, colori, dimensioni) tatto (consistenza) olfatto
(riconoscere gli odori) gusto (scoperta dei sapori)

79
L'OFFERTA PTOF - 2019/20-2021/22
FORMATIVA I.I.S.S. "ELSA MORANTE"

Obiettivi formativi e competenze attese


- Per il primo livello: - conoscere il significato di “stimolo e percezione” - apprendere gli
elementi basilari sui quali si fonda una valutazione sensoriale - conoscere le principali
caratteristiche organolettiche degli alimenti, delle preparazioni e delle bevande in
genere - conoscere tutte le principali fasi della vinificazione con riferimento alle cure
che permettono di ottenere vini di pregio - costruire un proprio vocabolario
strettamente riferito alla pratica enologica ed enogastronomia favorendo la
conoscenza della microlingua di settore. - Per il secondo livello: - conoscere tutte le
fasi della vinificazione con particolare attenzione alle cure che permettono di ottenere
vini di pregio - conoscere i principali vini regionali, i loro territori di produzione e le
loro caratteristiche sensoriali - conoscere tutte le fasi in cui si articola il servizio dei vini
ponendo attenzione alle cure che ad essi devono essere prestate per valorizzarne le
qualità - possedere le nozioni basilari per effettuare un corretto abbinamento tra cibi
e vini - essere in grado di riconoscere le caratteristiche peculiari di un vino sapendo
descrivere le tecniche usate per la sua produzione. - conoscere le caratteristiche
organolettiche degli alimenti e delle preparazioni - conoscere i parametri sui quali si
fonda una valutazione sensoriale

DESTINATARI RISORSE PROFESSIONALI

Classi aperte parallele Interno

Risorse Materiali Necessarie:

Laboratori: Con collegamento ad Internet


Sala- Bar

Aule: Aula generica

PERCORSI DI GUSTO (IL VINO NEI PERCORSI TURISTICO-CULTURALI)

Il progetto si pone la finalità di contribuire alla formazione di una figura professionale


evoluta, capace cioè di utilizzare al meglio la conoscenza del territorio regionale e
nazionale in termini di risorse agroalimentari, culturali e turistiche e le tecniche
concernenti la gestione e la promozione del prodotto “vino”, in maniera da acquisire
un bagaglio culturale e professionale che faciliti la maturazione di competenze
specifiche nell’elaborazione di percorsi enoturistico-culturali. Le attività previste hanno
lo scopo di mettere l’allievo in grado di confrontarsi con il mondo del lavoro e

80
L'OFFERTA PTOF - 2019/20-2021/22
FORMATIVA I.I.S.S. "ELSA MORANTE"

permettergli di avvicinarsi alla professione così da verificare le conoscenze acquisite e


di accrescerne la portata. Pertanto il progetto mira a costruire, rafforzare ed
approfondire conoscenze, competenze e abilità degli alunni inerenti le risorse
artistico-culturali dei territori a spiccata vocazione enologica ed enoturistica, le
modalità di elaborazione di itinerari e percorsi turistici a tema e la loro promozione
attraverso le nuove tecnologie, le tecnologie di produzione dei vini, i territori e i vini
italiani più rappresentativi, la cultura del vino come radice territoriale, le sue
implicazioni sociali, storiche, merceologiche, nella prospettiva del loro sfruttamento
anche a fini turistici. Finalità dell’intervento formativo è inoltre quella di favorire
l’occupabilità dei giovani e la promozione dello sviluppo economico e culturale del
territorio mediante l’ampliamento delle competenze auto-imprenditoriali degli allievi.

Obiettivi formativi e competenze attese


OBIETTIVI SPECIFICI DEL PROGETTO: Attraverso uno studio più approfondito di quanto
sopra descritto l’alunno sarà in grado di: - conoscere le località d’arte e le relative
risorse d’interesse turistico nelle principali zone a vocazione enologica, provinciali e
regionali; - conoscere la storia e la geografia dei luoghi di interesse, con particolare
riferimento alla propria regione; - conoscere le tecniche di elaborazione degli itinerari
turistico-culturali e/o enoturistici; - conoscere le tecniche di promozione dei prodotti
vitivinicoli anche attraverso l’uso delle nuove tecnologie; - conoscere tutte le fasi della
vinificazione per ottenere vini di pregio; - conoscere i principali vini regionali, i loro
territori di produzione e le loro caratteristiche, il loro servizio; - costruire un proprio
vocabolario lessicale strettamente riferito alla pratica enologica migliorando la
conoscenza della microlingua di settore. ABILITÀ E COMPETENZE: - essere in grado di
elaborare itinerari e/o percorsi turistico-culturali in zone a elevata vocazione
enologica; - diventare consapevoli conoscitori ed interpreti del proprio patrimonio
culturale e ambientale, promuovendolo adeguatamente; - essere in grado di
promuovere i prodotti enologici ed enoturistici usando anche le nuove tecnologie e i
nuovi canali di comunicazione.

DESTINATARI RISORSE PROFESSIONALI

Classi aperte verticali Interno

Risorse Materiali Necessarie:

Laboratori: Con collegamento ad Internet

81
L'OFFERTA PTOF - 2019/20-2021/22
FORMATIVA I.I.S.S. "ELSA MORANTE"

Aule: Aula generica

PUGLIA: IN GIRO PER ….. (ITINERARI TURISTICI DI PUGLIA)

Il progetto si pone la finalità di contribuire alla formazione di una figura professionale


evoluta, capace cioè di utilizzare al meglio la conoscenza del territorio regionale in
termini di risorse ambientali, culturali e turistiche, in maniera da acquisire un bagaglio
culturale e professionale che faciliti la maturazione di competenze specifiche
nell’elaborazione di percorsi e/o itinerari turistico-culturali. Le attività previste hanno
lo scopo di mettere l’allievo in grado di confrontarsi con il mondo del lavoro e
permettergli di avvicinarsi alla professione così da verificare le conoscenze acquisite e
di accrescerne la portata. Pertanto il progetto mira a costruire, rafforzare ed
approfondire conoscenze, competenze e abilità degli alunni inerenti le risorse
artistico-culturali ed ambientali del territorio regionale, le modalità di elaborazione di
itinerari e percorsi turistici e la loro promozione anche attraverso le nuove tecnologie,
la storia della regione e dei siti artistici d’interesse nella prospettiva del loro
sfruttamento anche a fini turistici. Finalità dell’intervento formativo è inoltre quella di
favorire l’occupabilità dei giovani e la promozione dello sviluppo economico e
culturale del territorio mediante l’ampliamento delle competenze auto-imprenditoriali
degli allievi.

Obiettivi formativi e competenze attese


OBIETTIVI SPECIFICI DEL PROGETTO: Attraverso uno studio più approfondito di quanto
sopra descritto l’alunno sarà in grado di: - conoscere le principali località d’arte e le
relative risorse d’interesse turistico nei siti artistici regionali/provinciali; - conoscere la
storia e la geografia dei luoghi d’interesse artistico-ambientale regionale; - conoscere
le tecniche di elaborazione di itinerari e/o percorsi turistico-culturali; - conoscere le
tecniche di promozione dei percorsi ed itinerari turistico-culturali, anche attraverso
l’uso delle nuove tecnologie. ABILITÀ E COMPETENZE: - essere in grado di elaborare
itinerari e/o percorsi turistico-culturali aventi come destinazione siti regionali
d’interesse storico-artistico-ambientale; - diventare consapevoli conoscitori ed
interpreti del proprio patrimonio culturale e ambientale, promuovendolo
adeguatamente; - essere in grado di promuovere i percorsi e/o itinerari turistico-
culturali usando anche le nuove tecnologie e i nuovi canali di comunicazione.

DESTINATARI RISORSE PROFESSIONALI

Classi aperte verticali Interno

82
L'OFFERTA PTOF - 2019/20-2021/22
FORMATIVA I.I.S.S. "ELSA MORANTE"

Risorse Materiali Necessarie:

Laboratori: Con collegamento ad Internet

Aule: Aula generica

PROFESSIONE SOMMELIER

Il progetto si pone la finalità di contribuire alla formazione di una figura professionale


evoluta, capace cioè di utilizzare al meglio le tecniche concernenti la gestione e il
servizio dei vini e di acquisire un bagaglio culturale e professionale che faciliti la
maturazione di competenze specifiche. Le attività previste hanno lo scopo di mettere
l’allievo in grado di confrontarsi con il mondo del lavoro e permettergli di avvicinarsi
alla professione così da verificare le conoscenze acquisite e di accrescerne la portata.
Pertanto il progetto mira a costruire, rafforzare ed approfondire conoscenze,
competenze e abilità degli alunni inerenti le tecnologie di produzione dei vini, i territori
e i vini italiani più rappresentativi, il servizio dei vini di pregio, l’abbinamento cibo-vino,
ma anche la cultura del vino come radice territoriale, le sue implicazioni sociali,
storiche, merceologiche. Finalità dell’intervento formativo è inoltre quella di favorire
l’occupabilità dei giovani e la promozione dello sviluppo economico e culturale del
territorio mediante l’ampliamento delle competenze auto-imprenditoriali degli allievi.

Obiettivi formativi e competenze attese


OBIETTIVI SPECIFICI DEL PROGETTO: Attraverso uno studio più approfondito della
viticoltura e del vino, sia a livello locale che nazionale, l’alunno sarà in grado di: -
conoscere tutte le fasi della vinificazione con particolare attenzione alle cure che
permettono di ottenere vini di pregio; - conoscere i principali vini regionali e nazionali,
i loro territori di produzione e le loro caratteristiche, approfondendo quanto già
trattato durante le normali lezioni; - conoscere tutte le fasi in cui si articola il servizio
dei vini, siano essi giovani o invecchiati, ponendo attenzione alle cure che ad essi
devono essere prestate per valorizzarne le qualità; - costruire un proprio vocabolario
lessicale strettamente riferito alla pratica enologica ed enogastronomica migliorando
la conoscenza della microlingua di settore; - costruire le basi necessarie per effettuare
correttamente esami sensoriali delle diverse tipologie di vini e dei cibi con il metodo
AIS (Associazione Italiana Sommelier);

DESTINATARI RISORSE PROFESSIONALI

Classi aperte verticali Interno

83
L'OFFERTA PTOF - 2019/20-2021/22
FORMATIVA I.I.S.S. "ELSA MORANTE"

Risorse Materiali Necessarie:

Laboratori: Sala- Bar

Aule: Aula generica

SOMMELLERIE, QUESTA SCONOSCIUTA!

Il progetto si pone la finalità di contribuire alla formazione di una figura professionale


evoluta, capace cioè di utilizzare al meglio le tecniche concernenti la gestione e il
servizio dei vini e di acquisire un bagaglio culturale e professionale che faciliti la
maturazione di competenze specifiche. Le attività previste hanno lo scopo di mettere
l’allievo in grado di confrontarsi con il mondo del lavoro e permettergli di avvicinarsi
alla professione così da verificare le conoscenze acquisite e di accrescerne la portata.
Pertanto il progetto mira a costruire, rafforzare ed approfondire conoscenze,
competenze e abilità degli alunni inerenti le tecnologie di produzione dei vini, i territori
e i vini italiani più rappresentativi, il servizio dei vini di pregio, l’abbinamento cibo-vino,
ma anche la cultura del vino come radice territoriale, le sue implicazioni sociali,
storiche, merceologiche.

Obiettivi formativi e competenze attese


Attraverso uno studio più approfondito della viticoltura e del vino, sia a livello locale
che nazionale, l’alunno sarà in grado di: - conoscere tutte le fasi della vinificazione con
particolare attenzione alle cure che permettono di ottenere vini di pregio; - conoscere i
principali vini regionali/nazionali, i loro territori di produzione e le loro caratteristiche
principali, approfondendo quanto già trattato durante le normali lezioni; - conoscere
tutte le fasi in cui si articola il servizio dei vini, siano essi giovani o invecchiati, ponendo
attenzione alle cure che ad essi devono essere prestate per valorizzarne le qualità; -
costruire un proprio vocabolario lessicale strettamente riferito alla pratica enologica
ed enogastronomica migliorando la conoscenza della microlingua di settore; -
costruire le basi necessarie per effettuare correttamente esami sensoriali delle diverse
tipologie di vini e dei cibi; - conoscere la classificazione di qualità dei vini nazionali e
comunitari; - conoscere e saper applicare le tecniche di abbinamento cibo-vino
secondo il metodo AIS.

DESTINATARI RISORSE PROFESSIONALI

Classi aperte verticali Interno

Risorse Materiali Necessarie:

84
L'OFFERTA PTOF - 2019/20-2021/22
FORMATIVA I.I.S.S. "ELSA MORANTE"

Laboratori: Sala- Bar

Aule: Aula generica

ALLA SCOPERTA DELLE PROFESSIONI DI BAR/ADDETTO ALLE AGENZIE DI VIAGGIO.

Ai fini dell’orientamento degli studenti, finalizzato alla scelta consapevole del profilo
professionale per il prosieguo degli studi dopo il secondo biennio, la proposta
progettuale si concretizza nelle seguenti attività pratiche, complementari rispetto a
quelle curriculari: - corso base per barman - corso base per Addetto alle agenzie di
viaggio Tali azioni sono state progettate dai docenti Cutillo P. e Zaccaria R. sulla base
della conoscenza delle caratteristiche degli studenti, delle loro motivazioni, degli
ambienti sociali in cui l’Istituto opera, e mirano essenzialmente a: - orientare gli alunni
verso una scelta consapevole dell’indirizzo di specializzazione, in particolar modo
verso gli indirizzi di contatto con la clientela (Bar e Ricevimento, Addetto alle agenzie di
viaggio, ecc.) - favorire il successo formativo - prevenire la dispersione scolastica
FINALITÀ: - favorire l’occupabilità dei giovani e la promozione dello sviluppo
economico e culturale del territorio mediante l’ampliamento delle competenze
professionali degli allievi. - integrare il sistema dell’istruzione con quello della
formazione e del mercato del lavoro - prevenire la dispersione scolastica attraverso un
maggiore coinvolgimento degli alunni nelle attività professionalizzanti.

Obiettivi formativi e competenze attese


- Conoscere le diverse attrezzature e i vari utensili, sapendoli usare correttamente, in
relazione allo specifico utilizzo; - Valutare le caratteristiche organolettiche,
merceologiche e commerciali dei prodotti utilizzati; - Saper leggere e individuare gli
elementi essenziali di una ricetta (cocktail, long drink) e realizzare il lavoro; - Saper
applicare le tecniche di lavorazione relative alle preparazioni di bar - Essere in grado di
presentare in maniera corretta ed elegante le preparazioni di bar - Conoscere la
struttura operativa, la tipologia prevalente di clientela e i servizi offerti dalle agenzie di
viaggio. - Applicare le tecniche basilari di comunicazione, promozione, vendita,
assistenza, informazione turistico- alberghiera. - Essere in grado di eseguire in
maniera autonoma le operazioni basilari relative alla creazione e promozione di
pacchetti turistico-alberghieri. - Essere in grado di eseguire ogni tecnica appresa in
maniera autonoma o inserita in un lavoro articolato di gruppo.

85
L'OFFERTA PTOF - 2019/20-2021/22
FORMATIVA I.I.S.S. "ELSA MORANTE"

DESTINATARI RISORSE PROFESSIONALI

Classi aperte parallele Interno

Risorse Materiali Necessarie:

Laboratori: Con collegamento ad Internet


Informatica

Aule: Aula generica

COMPETENZE DIGITALI NEI PROF. ALBERGHIERI

Questo progetto si rivolge a tutti gli studenti dell'Istituto, a partire dalle classi seconde,
e si propone di diffondere il sistema di certificazione ECDL o, quantomeno, di
diffondere le conoscenze informatiche al livello minimo riconosciuto
internazionalmente, ossia quelle indicate nel Syllabus dell'ECDL. Il progetto, tra le altre
cose, prevede: l'analisi del Syllabus, con lo scopo di suddividere i temi dei sette esami
negli anni di corso e in base all'indirizzo di studio; la preparazione di moduli, suddivisi
per tipologia di esame, che accolgano i contenuti indicati nel Syllabus e che si adattino
ai programmi della disciplina nell'anno individuato nel punto precedente; la
realizzazione del materiale di supporto per i vari moduli; il supporto, ove richiesto, ai
docenti e alle classi che aderiscono a questa iniziativa (limitatamente al tempo a
disposizione); Si tenga presente che nella maggior parte dei casi non verranno
sottratte ulteriori ore di lezione, in quanto molti di questi argomenti vengono di fatto
già affrontati; inoltre i contenuti specifici saranno comunque concordati con i docenti
delle discipline coinvolte e funzionali alle stess

Obiettivi formativi e competenze attese


Il progetto mira principalmente al raggiungimento della preparazione informatica
richiesta dall'ECDL.

DESTINATARI RISORSE PROFESSIONALI

Classi aperte verticali Esterno

Risorse Materiali Necessarie:

Laboratori: Con collegamento ad Internet


Informatica

86
L'OFFERTA PTOF - 2019/20-2021/22
FORMATIVA I.I.S.S. "ELSA MORANTE"

YES WE CAN! CORSO DI LIVELLO B1 LINGUA INGLESE

Il progetto ha come finalità il miglioramento della qualità dell’apprendimento della


lingua inglese e, in particolare, è inteso a fare acquisire agli studenti coinvolti una
competenza comunicativa nelle quattro abilità linguistiche, che permetta loro di
comprendere, interagire ed esprimersi in contesti di vita quotidiana, muovendosi
liberamente tra gli ambiti più vari: vita famigliare e professionale, musica, sport, viaggi,
ambiente, società, politica, con linguaggio articolato e di largo uso. Gli esami sono
strutturati in livelli secondo il Quadro Comune Europeo.

Obiettivi formativi e competenze attese


- capacità di capire le parti principali di un discorso in lingua standard relativo ad
argomenti familiari e di uso frequente; - capacità di capire gli elementi essenziali di
trasmissioni radiofoniche e televisive su temi di attualità o argomento che rientrano
tra i propri interessi personali o professionali, a patto che il discorso sia abbastanza
lento e chiaro - capacità di redigere testi semplici, ma coerenti, su argomenti noti al
soggetto o di suo interesse e quella di scrivere lettere personali in cui si espongono
esperienze e impressioni.

DESTINATARI RISORSE PROFESSIONALI

Classi aperte verticali Interno

Risorse Materiali Necessarie:

Laboratori: Con collegamento ad Internet


Lingue

Aule: Aula generica

Z O ĀN HOTEL ITALIA

Progetto rivolto agli studenti del settore accoglienza turistica che vogliono ampliare le
loro competenze linguistiche attraverso i primi rudimenti della lingua cinese, in
particolare conoscendo le nozioni di base della lingua e approfondendo la
terminologia specifica utilizzata nella comunicazione al Front Office: forme di saluto e
di accoglienza, comunicazione telefonica, trasmissione di messaggi, comunicazione
scritta e menu, corrispondenza alberghiera in lingua cinese, gestione di una
prenotazione. Il cinese è la lingua più parlata al mondo e solamente per questo motivo
varrebbe la pena di provare a impararne almeno i fondamenti. Viene considerata la

87
L'OFFERTA PTOF - 2019/20-2021/22
FORMATIVA I.I.S.S. "ELSA MORANTE"

lingua più antica al mondo: la sua storia risale a oltre 3000 anni fa. Inoltre, considerati
i trend che caratterizzano i flussi turistici dalla Cina verso l’Italia sempre più
incoraggianti, basti pensare che nel 2018 il turismo cinese in Italia è cresciuto, con un
aumento delle richieste di visto di circa il 15%, l’Italia è diventato il secondo Paese
europeo più visitato dai cinesi dopo la Francia, ed il 13esimo nella classifica generale
relativa ai primi 10 mesi del 2018. Ciò ci spinge a pensare che ampliare l'offerta
formativo del nostro Istituto rispetto alla conoscenza di questa lingua straniera, specie
in ordine alle competenze linguistiche che studenti del settore accoglienza devono
possedere per affrontare sempre con più preparazione e d efficacia il mondo del
lavoro, ci sembra oltre che utile necessaria.

Obiettivi formativi e competenze attese


Gli obiettivi del progetto sono diversi e centrati sui bisogni degli studenti: ·
migliorare/sviluppare le proprie competenze linguistiche nelle lingue straniere ·
sviluppare competenze trasversali (soft skills): imparare ad imparare, progettare,
lavorare in team, verificare, anche in relazione a culture straniere apparentemente
distanti dalle nostre realtà territoriali. Conseguire una certificazione per lingua cinese
–HSK –HSKK –BCT –YCT Le Uniche Certificazioni INTERNAZIONALI che attestano il
livello di conoscenza della lingua cinese si conseguono tramite i relativi test (In Cinese:
Hàny Shu píng K oshì ). Certificazioni riconosciute in tutto il Mondo, sulla
base dello standard internazionale di competenza della lingua cinese. I Test sono
elaborati dall’Hanban, agenzia del Ministero dell’Istruzione della Repubblica Popolare
Cinese. L’HanBan è l’unico organo mondiale riconosciuto, anche dal MIUR.

DESTINATARI RISORSE PROFESSIONALI

Classi aperte verticali Interno

Risorse Materiali Necessarie:

Laboratori: Con collegamento ad Internet


Lingue

Biblioteche: Informatizzata

Aule: Aula generica

88
L'OFFERTA PTOF - 2019/20-2021/22
FORMATIVA I.I.S.S. "ELSA MORANTE"

ATTIVITÀ PREVISTE IN RELAZIONE AL PNSD

STRUMENTI ATTIVITÀ

• Fibra e banda ultra-larga alla porta di ogni scuola

ACCESSO
Una migliore connessione di tutti i dispositivi disponibili
nei diversi plessi.

COMPETENZE E CONTENUTI ATTIVITÀ

• Un framework comune per le competenze digitali


degli studenti

Tutti gli alunni dell'Istitituto

Realizzazione  di  un  percorso  di educazione


civica digitale da svolgersi in orario  
curriculare, per   almeno 6 ore,   anche in
compresenza affrontando i seguenti aspetti:

COMPETENZE DEGLI STUDENTI           il concetto di account come identità


digitale;
           robustezza delle password; 
      la protezione dei documenti (backup e
cloud); 
      gestire la geolocalizzazione;
           gestire la privacy di un social
media riservatezza e privacy del
minore;

89
L'OFFERTA PTOF - 2019/20-2021/22
FORMATIVA I.I.S.S. "ELSA MORANTE"

COMPETENZE E CONTENUTI ATTIVITÀ

·                            il rispetto della proprietà intellettuale


in rete; 
                     affinare le ricerche;
             cyberbullismo;
            saper ricercare e valutare le fonti
attendibili.

FORMAZIONE E
ATTIVITÀ
ACCOMPAGNAMENTO

• Rafforzare la formazione iniziale sull’innovazione


didattica

Governare e valorizzare la produzione e


distribuzione di conoscenza, nonchè la creatività
digitale, è la sfida che la Rete pone al nostro
tempo. La scuola ne è al centro e non può essere
lasciata da sola nella ricerca di una mediazione
tra la necessaria garanzia di qualità dei materiali
FORMAZIONE DEL PERSONALE
didattici digitali e l’altrettanto necessaria
promozione della produzione collaborativa e
della condivisione di contenuti.
Pertanto nasce l’esigenza di fornire ai docenti
dell’Istituto le nozioni di base per approcciarsi in
maniera consapevole all’utilizzo del digitale nella
didattica.

Contenuti :

90
L'OFFERTA PTOF - 2019/20-2021/22
FORMATIVA I.I.S.S. "ELSA MORANTE"

FORMAZIONE E
ATTIVITÀ
ACCOMPAGNAMENTO

1 – Elementi di informatica giuridica: normativa


sulla privacy

2 - Piattaforme di E-learning e risorse software


per la didattica

3 – Elementi avanzati di office automation

VALUTAZIONE DEGLI APPRENDIMENTI

ORDINE SCUOLA: SCUOLA SECONDARIA II GRADO

NOME SCUOLA:
IPSEOA CRISPIANO - TARH00801B
I.T.E. CRISPIANO - TATD00801D

Criteri di valutazione comuni:


I criteri di valutazione sono declinati per il biennio e per il triennio come da
tabelle allegate.
ALLEGATI: Valutazione-degli-apprendimenti.pdf
Criteri di valutazione del comportamento:
La valutazione del comportamento degli studenti in sede di scrutinio intermedio
e finale concorre, assieme alla valutazione degli apprendimenti, alla valutazione
complessiva dello studente (D.M. n. 5 del 16 gennaio 2009). La valutazione del
comportamento degli alunni si propone di favorire l'acquisizione di una
coscienza civile basata sulla consapevolezza che la libertà personale si realizza
nell'adempimento dei propri doveri, nella conoscenza e nell'esercizio dei propri
diritti, nel rispetto dei diritti altrui e delle regole che governano la convivenza
civile in generale e la vita scolastica in particolare. Alla valutazione del
comportamento concorrono altresì le osservazioni sistematiche degli allievi con
particolare riferimento all'Art. 3 dello Statuto delle Studentesse e degli Studenti.
La valutazione del comportamento con voto inferiore a sei decimi in sede di

91
L'OFFERTA PTOF - 2019/20-2021/22
FORMATIVA I.I.S.S. "ELSA MORANTE"

scrutinio è decisa dal Consiglio di Classe in ottemperanza alla normativa vigente


ed al Regolamento d'Istituto
ALLEGATI: GRIGLIA DI VALUTAZIONE DELLA CONDOTTA-converted.pdf
Criteri per l’ammissione/non ammissione alla classe successiva:
Ammissione alla classe successiva e sospensione del giudizio per le classi I-II-III-
IV. I criteri deliberati dal Collegio dei Docenti per lo svolgimento degli scrutini, per
l’ammissione alla classe successiva e alla sospensione di giudizio, stabiliscono,
così riportati a verbale, quanto segue: “ Alunni del biennio:
- N. 4 insufficienze max, cui attribuire n.3 debiti formativi e n.1 agevolazione;
Alunni del triennio:
- N.3 insufficienze max, cui attribuire n.2 debiti formativi e n.1 agevolazione)
In caso di sospensione del giudizio finale, il Consiglio di Classe indicherà
all'alunno quali attività estive svolgere per il recupero delle carenze, e deciderà le
modalità delle prove di verifica cui verrà sottoposto per la promozione alla classe
successiva.
Criteri per l’ammissione/non ammissione all’esame di Stato:
AMMISSIONE CANDIDATI INTERNI
I Consigli delle classi quinte recepiscono quanto stabilito dalla normativa vigente,
secondo la quale, sono ammessi all'esame di Stato gli studenti in possesso dei
seguenti requisiti:
- frequenza per almeno tre quarti del monte ore annuale personalizzato, salvo le
deroghe previste dall'art. 14, comma7, del DPR n.122/09;
- aver conseguito la sufficienza in tutte le discipline, fatta salva la possibilità per il
consiglio di classe di ammettere l'alunno, con adeguata motivazione, anche con
un voto inferiore a sei decimi in una disciplina o gruppo di discipline valutate con
l'attribuzione di un unico voto;
- aver conseguito la sufficienza in condotta.
Tra i requisiti di ammissione, previsti dal D.lgs. 62/2017 vi sono anche la
partecipazione alle prove INVALSI e lo svolgimento del monte ore minimo (210
ore) dell'alternanza scuola-lavoro.
AMMISSIONE CANDIDATI ESTERNI
Sono ammessi, in qualità di candidati esterni, coloro i quali siano in possesso di
uno dei seguenti requisiti:
- compiano il diciannovesimo anno di età entro l'anno solare in cui si svolge
l'esame e dimostrino di aver adempiuto all'obbligo d'istruzione;
- siano in possesso del diploma di scuola secondaria di primo grado da un

92
L'OFFERTA PTOF - 2019/20-2021/22
FORMATIVA I.I.S.S. "ELSA MORANTE"

numero di anni almeno pari a quello della durata del corso prescelto,
indipendentemente dall'età;
- siano in possesso di titolo conseguito al termine di un corso di studio di
istruzione secondaria di secondo grado di durata almeno quadriennale del
previgente ordinamento o siano in possesso di diploma professionale e di
tecnico ( conseguito al termine dei corsi IeFP , ai sensi dell'articolo 15 del Dlgs.
226/05);
- abbiano cessato la frequenza dell'ultimo anno di corso prima del 15 marzo.
Anche per i candidati esterni sono previsti come requisiti di ammissione la
partecipazione alle prove INVALSI e lo svolgimento di attività assimilabili
all'alternanza scuola - lavoro.
Criteri per l’attribuzione del credito scolastico:
Il credito scolastico ha l'obiettivo di valutare l'andamento complessivo del
percorso di ogni alunno. E' un punteggio che ogni studente ottiene negli ultimi
tre anni di corso e che, sommato al punteggio conseguito nelle prove dell'Esame
di Stato, andrà a definire il voto finale espresso in centesimi. La nostra scuola,
inoltre, considera anche il credito formativo, come da tabella allegata, per
premiare la partecipazione ad attività extracurriculari e il conseguimento di
certificazioni.
ALLEGATI: CREDITO SCOLASTICO E FORMATIVO (1).pdf

AZIONI DELLA SCUOLA PER L'INCLUSIONE SCOLASTICA

ANALISI DEL CONTESTO PER REALIZZARE L'INCLUSIONE SCOLASTICA

Inclusione
Punti di forza

Da alcuni anni la presenza nel nostro Istituto di un gruppo stabile di docenti di


sostegno, di cui molti di ruolo, ha consentito, con il suo operato continuo, di gestire la
complessita' della didattica per l'integrazione degli alunni disabili in modo unitario,
condividendo le scelte con le famiglie e con i Servizi. Il Gruppo e' coordinato da un
insegnante di ruolo che funge da referente H, che tiene i contatti con il Dirigente

93
L'OFFERTA PTOF - 2019/20-2021/22
FORMATIVA I.I.S.S. "ELSA MORANTE"

Scolastico con il quale collabora all'assegnazione degli insegnanti di sostegno ai


diversi ragazzi disabili, tenendo conto delle garanzie di continuita' che gli stessi
possono dare. Inoltre si e' concluso un PON di inclusione sociale "Crispiano On the
road "che ha coinvolto studenti con disabilita' i quali hanno partecipato attivamente
a tutte le attivita' proposte.

Punti di debolezza

- Necessita' di maggiori spazi e supporti per la realizzazione di strategie didattiche


adeguate ed un adeguamento alle varie problematiche attraverso mirati corsi di
aggiornamento..

Recupero e potenziamento
Punti di forza

Durante il tempo scuola vengono organizzate e proposte attivita' di recupero e


potenziamento (pausa didattica) come parte integrante dell'attivita' didattica
curricolare. Tali attivita' sono programmate e verificate dai Docenti e dal Consiglio di
classe e sono finalizzate all'acquisizione di maggiori conoscenze da parte degli allievi
che presentano difficolta'. Inoltre la scuola mira all'incremento delle conoscenze e
delle abilita' da parte degli allievi con i migliori risultati. Gli studenti con particolari
attitudini disciplinari vengono, altresi', orientati ad esperienze educative extra
curriculari per potenziarne il percorso di formazione.

Punti di debolezza

Il bacino di utenza del nostro Istituto e' piuttosto variegato. All'interno di esso e'
riscontrabile una elevata percentuale di ragazzi provenienti da famiglie con un livello
culturale medio basso. Pertanto le maggiori difficolta' di apprendimento provengono
proprio da questi studenti che presentano scarsi stimoli formativi in famiglia e
giungono nella secondaria di secondo grado privi di adeguate metodologie di studio.
Anche la consistenza numerica delle classi, specie nel biennio, rende talvolta difficili i
percorsi individualizzati di recupero e potenziamento.

Composizione del gruppo di lavoro Dirigente scolastico


per l'inclusione (GLI):

94
L'OFFERTA PTOF - 2019/20-2021/22
FORMATIVA I.I.S.S. "ELSA MORANTE"

Docenti curricolari
Docenti di sostegno
Personale ATA
Specialisti ASL
Famiglie

DEFINIZIONE DEI PROGETTI INDIVIDUALI

Processo di definizione dei Piani Educativi Individualizzati (PEI):


All’atto dell’iscrizione scolastica, il genitore o chi esercita la patria potestà, deve
presentare la documentazione rilasciata dal Servizio Sanitario Nazionale (il verbale di
accertamento della disabilità previsto dalla Legge 104/92 con l’eventuale specificazione
della gravità e la Diagnosi Funzionale). La scuola prende in carico l’alunno con disabilità
e provvede a redigere il PEI - Piano Educativo Individualizzato – che viene condiviso dal
Consiglio di classe e dalla famiglia.
Soggetti coinvolti nella definizione dei PEI:
Scuola - Famiglia

MODALITÀ DI COINVOLGIMENTO DELLE FAMIGLIE

Ruolo della famiglia:


La famiglia dell’alunno possiede una quantità immensa e preziosa di dati. Il ruolo della
famiglia è fondamentale nel supportare il lavoro delle insegnanti e nel partecipare alle
decisioni che riguardano l’organizzazione delle attività educative. Inoltre rappresenta
un punto di riferimento essenziale per una corretta inclusione scolastica dell’alunno sia
perché fonte d’informazioni preziose sia perché luogo in cui avviene la continuità tra
educazione genitoriale e scolastica.

Modalità di rapporto Informazione-formazione su genitorialità e psicopedagogia


scuola-famiglia: dell'età evolutiva
Coinvolgimento in progetti di inclusione
Coinvolgimento in attività di promozione della comunità
educante

95
L'OFFERTA PTOF - 2019/20-2021/22
FORMATIVA I.I.S.S. "ELSA MORANTE"

RISORSE PROFESSIONALI INTERNE COINVOLTE

Docenti di sostegno Partecipazione a GLI

Docenti di sostegno Rapporti con famiglie

Docenti di sostegno Attività laboratoriali integrate (classi aperte, laboratori, ecc.)

Docenti curriculari
(Coordinatori di classe Partecipazione a GLI
e simili)

Docenti curriculari
(Coordinatori di classe Rapporti con famiglie
e simili)

Docenti curriculari
(Coordinatori di classe Tutoraggio alunni
e simili)

Docenti curriculari
(Coordinatori di classe Progetti didattico-educativi a prevalente tematica inclusiva
e simili)

Personale ATA Assistenza alunni disabili

Personale ATA Progetti di inclusione/laboratori integrati

RAPPORTI CON SOGGETTI ESTERNI

Unità di valutazione Analisi del profilo di funzionamento per la definizione del


multidisciplinare Progetto individuale

Unità di valutazione
Procedure condivise di intervento sulla disabilità
multidisciplinare

96
L'OFFERTA PTOF - 2019/20-2021/22
FORMATIVA I.I.S.S. "ELSA MORANTE"

RAPPORTI CON SOGGETTI ESTERNI

Unità di valutazione
Procedure condivise di intervento su disagio e simili
multidisciplinare

Associazioni di
Procedure condivise di intervento per il Progetto individuale
riferimento

Associazioni di
Progetti integrati a livello di singola scuola
riferimento

Rapporti con
GLIR/GIT/Scuole polo Accordi di programma/protocolli di intesa formalizzati sulla
per l’inclusione disabilità
territoriale

Rapporti con
GLIR/GIT/Scuole polo
Procedure condivise di intervento su disagio e simili
per l’inclusione
territoriale

Rapporti con privato


Progetti territoriali integrati
sociale e volontariato

Rapporti con privato


Progetti integrati a livello di singola scuola
sociale e volontariato

VALUTAZIONE, CONTINUITÀ E ORIENTAMENTO

Criteri e modalità per la valutazione


La valutazione è dipendente dalla tipologia di programmazione predisposta nel PEI. Nel
caso di alunni che seguono la programmazione differenziata i criteri e le modalità di
valutazione sono personalizzate in relazione alle necessità del singolo alunno; nel caso
di alunni che seguono la programmazione per obiettivi minimi i criteri e le modalità di
valutazione possono corrispondere o ai medesimi criteri stabiliti nella programmazione
disciplinare o possono essere acquisite attraverso prove equipollenti.
Continuità e strategie di orientamento formativo e lavorativo:
L’offerta formativa che la nostra Scuola propone in questo ambito, si concretizza
attraverso il Diploma di Stato , nel rispetto di quanto stabilito dalle Ordinanze
Ministeriali in materia di Scrutini ed Esami.

97
L'OFFERTA PTOF - 2019/20-2021/22
FORMATIVA I.I.S.S. "ELSA MORANTE"

PIANO PER LA DIDATTICA DIGITALE INTEGRATA

                                                                       
 Regolamento per la Didattica Digitale Integrata

                                                                                                                                                          
 I.I.S.S. “Elsa Morante” Crispiano

VISTO il D.Lgs. 16 aprile 1994, n. 297, Testo Unico delle disposizioni legislative vigenti
inmateria di istruzione, relative alle scuole di ogni ordine e grado;

VISTO il D.P.R. 8 marzo 1999, n. 275, Regolamento dell’autonomia scolastica;

VISTA la Legge 13 luglio 2015, n. 107, Riforma del sistema nazionale di istruzione
eformazione e delega per il riordino delle disposizioni legislative vigenti;

VISTO il D.P.R. 26 giugno 1998, n. 249, Regolamento recante lo Statuto delle


studentesse e degli studenti della scuola secondaria e ss.mm.ii;

VISTA la Legge 29 maggio 2017, n. 71, Disposizioni a tutela dei minori per la
prevenzione e il contrasto del fenomeno del cyberbullismo e Linee di orientamento
MIUR, ottobre 2017, per la prevenzione e il                contrasto del cyberbullismo;

VISTO il Decreto Ministeriale 15 marzo 2007 “Linee di indirizzo e indicazioni in materia


di utilizzo di telefoni cellulari e di altri dispositivi elettronici durante l’attività didattica”

VISTA la Legge 20 agosto 2019, n. 92, Introduzione dell'insegnamento scolastico


dell'educazione civica;

VISTO il D.Lgs. 9 aprile 2008, n. 81, Testo Unico in materia di tutela della salute e della
sicurezza nei luoghi di lavoro;

VISTA la Legge 22 maggio 2020, n. 35, Conversione in legge, con modificazioni, del
decreto-legge 25 marzo 2020, n. 19, recante misure urgenti per fronteggiare
l’emergenza epidemiologica da COVID-19;

VISTA la Legge 6 giugno 2020, n. 41, Conversione in legge con modificazioni del
decreto-legge 8 aprile 2020, n. 22, recante misure urgenti sulla regolare conclusione e

98
L'OFFERTA PTOF - 2019/20-2021/22
FORMATIVA I.I.S.S. "ELSA MORANTE"

l’ordinato avvio dell’anno scolastico e               sullo svolgimento degli esami di Stato;

VISTI il Documento tecnico sull’ipotesi di rimodulazione delle misure contenitive nel


settore scolastico, trasmesso dal CTS - Dipartimento della protezione civile in data 28
maggio 2020 e il Verbale n. 90                           della seduta del CTS del 22 giugno 2020;

VISTO il documento “Quesiti del Ministero dell’Istruzione relativi all’inizio del nuovo
anno scolastico”, trasmesso dal CTS - Dipartimento della protezione civile in data 7
luglio 2020;

VISTO il D.M. 26 giugno 2020, n. 39, Adozione del Documento per la pianificazione
delle attività scolastiche, educative e formative in tutte le Istituzioni del Sistema
nazionale di Istruzione per l’anno                           scolastico 2020/2021 (Piano scuola
2020/2021);

VISTA l’O.M. 23 luglio 2020, n. 69;

VISTO il D.M. 7 agosto 2020, n. 89, Adozione delle Linee guida sulla Didattica digitale
integrata, di cui al Decreto del Ministro dell’Istruzione 26 giugno 2020, n. 39;

VISTO il Protocollo d’intesa per garantire l’avvio dell’anno scolastico nel rispetto delle
regole di sicurezza per il contenimento della diffusione di COVID-19 del 6 agosto
2020;

VISTI il Regolamento recante misure di prevenzione e contenimento della diffusione


del SARS-CoV-2 dell’Istituto, il Regolamento generale d’Istituto e ogni altro
regolamento vigente che definisca i diritti e                    i doveri degli studenti e delle
loro famiglie nonché del personale scolastico;

CONSIDERATE le Linee guida e le Note in materia di contenimento della diffusione del


SARS-CoV-2 in ambito scolastico e l’avvio in sicurezza dell’anno scolastico 2020/2021
emanate dal Comitato                                               Tecnico- scientifico e dai diversi Uffici
Scolastici Regionali;

CONSIDERATE le esigenze del Piano Triennale dell’Offerta Formativa 2019-2022


approvato nella seduta del Consiglio di Istituto del 19 dicembre 2018 e aggiornato
con delibera del Consiglio di Istituto n.                                 9/2 del 12 dicembre 2019;

CONSIDERATA l’esigenza primaria di garantire misure di prevenzione e mitigazione


del rischio di trasmissione del contagio da SARS-CoV-2 tenendo conto del contesto

99
L'OFFERTA PTOF - 2019/20-2021/22
FORMATIVA I.I.S.S. "ELSA MORANTE"

specifico dell’Istituzione scolastica e                   dell’organico dell’autonomia a


disposizione;

CONSIDERATA l’esigenza di garantire il diritto all’apprendimento degli studenti nel


rispetto del principio di equità educativa e dei bisogni educativi speciali individuali;

CONSIDERATA l’esigenza di garantire la qualità dell’offerta formativa in termini di


maggior numero possibile di ore di didattica in presenza, in rapporto alle risorse a
disposizione, in aule e spazi                                           adeguatamente adattati alle
esigenze scolastiche;

PRESO ATTO che la formazione e l’educazione sono processi complessi e continui che
richiedono la cooperazione, oltre che dello studente, della scuola, della famiglia e
dell’intera comunità scolastica;

PRESO ATTO che la scuola non è soltanto il luogo in cui si realizza l’apprendimento,
ma una comunità organizzata dotata di risorse umane, materiali e immateriali, che
necessitano di interventi complessi di gestione, ottimizzazione, conservazione,
partecipazione e rispetto dei regolamenti,

                                                                                                                                                          
                      DELIBERA

l’approvazione del presente Regolamento di Istituto per la Didattica digitale integrata


(DDI).

Art. 1 – Finalità, ambito di applicazione e informazione

1. Il presente Regolamento individua le modalità di attuazione della Didattica

digitale integrata dell’Istituto.

2. Il Regolamento è redatto tenendo conto delle norme e dei documenti elencati in


premessa ed è approvato, su impulso del Dirigente scolastico, dal Collegio dei
docenti, l’organo collegiale responsabile dell’organizzazione delle attività didattiche ed
educative della Scuola, e del Consiglio d’Istituto, l’organo di indirizzo politico
amministrativo e di controllo della scuola che rappresenta tutti i componenti della

comunità scolastica.

3. Il presente Regolamento ha validità a partire dall’anno scolastico 2020/2021 e può

100
L'OFFERTA PTOF - 2019/20-2021/22
FORMATIVA I.I.S.S. "ELSA MORANTE"

essere modificato dal Collegio dei docenti e dal Consiglio di Istituto anche su proposta
delle singole componenti scolastiche e degli Organi collegiali, previa informazione e
condivisione da parte della comunità scolastica.

4. Il Dirigente scolastico ne dispone la divulgazione attraverso la pubblicazione sul sito


web istituzionale della Scuola e attraverso l’integrazione nel Piano Triennale
dell’Offerta Formativa.

5. Il presente regolamento contiene regole che integrano il Regolamento d’Istituto


con specifiche disposizioni in merito alle norme di comportamento da tenere durante
i collegamenti in rete da parte di tutte le componenti della comunità scolastica
relativamente al rispetto dell’altro, alla condivisione di documenti e alla tutela dei dati
personali e alle particolari categorie di dati (ex. dati sensibili).

In relazione a tale ultimo aspetto si sottolinea come qualsiasi forma di condivisione


deve riguardare solo dati personali adeguati, pertinenti e limitati a quanto
strettamente necessario rispetto alle finalità per le quali sono trattati secondo il
principio di minimizzazione tenendo conto del ruolo e delle funzioni dei soggetti a cui
tale condivisione è estesa.

Art. 2 - Premesse

1. A seguito dell’emergenza sanitaria da SARS-CoV-2, il D.L. 8 aprile 2020, n. 22,


convertito, con modificazioni, con Legge 6 giugno 2020, n. 41, all’articolo 2, comma 3,
stabilisce che il personale docente assicura le prestazioni didattiche nelle modalità a
distanza, utilizzando strumenti informatici o tecnologici a disposizione, ed integra
pertanto l’obbligo di “attivare” la didattica a distanza mediante tutte le azioni
necessarie per lo svolgimento della stessa.

2. Per Didattica digitale integrata (DDI) si intende la metodologia innovativa di


insegnamento-apprendimento, rivolta a tutti gli studenti dell’Istituto, come modalità
didattica complementare che integra o, in condizioni di emergenza, sostituisce, la
tradizionale esperienza di scuola in presenza con l’ausilio di piattaforme digitali e
delle nuove tecnologie.

3. La DDI è lo strumento didattico che consente di garantire il diritto


all’apprendimento delle studentesse e degli studenti sia in caso di nuovo lockdown,
sia in caso di quarantena, isolamento fiduciario di singoli insegnanti, studentesse e
studenti, che di interi gruppi classe. La DDI è orientata anche alle studentesse e agli

101
L'OFFERTA PTOF - 2019/20-2021/22
FORMATIVA I.I.S.S. "ELSA MORANTE"

studenti che presentano fragilità nelle condizioni di salute, opportunamente attestate

e riconosciute, consentendo a questi per primi di poter fruire della proposta didattica
dal proprio domicilio, in accordo con le famiglie.

4. La DDI consente di integrare e arricchire la didattica quotidiana in presenza. In


particolare, la DDI è uno strumento utile per

Gli approfondimenti disciplinari e interdisciplinari;

La personalizzazione dei percorsi e il recupero degli apprendimenti;

Lo sviluppo di competenze disciplinari e personali;

Il miglioramento dell’efficacia della didattica;

Rispondere alle esigenze dettate da bisogni educativi speciali (disabilità, disturbi


specifici dell’apprendimento, svantaggio linguistico, etc.).

5. Le attività integrate digitali (AID) possono essere distinte in due modalità, sulla base
dell’interazione tra insegnante e gruppo di studenti:

Attività sincrone , ovvero svolte con l’interazione in tempo reale tra gli insegnanti e il
gruppo di studenti.

Le video lezioni in diretta, intese come sessioni di comunicazione interattiva in


tempo reale, comprendenti anche la verifica orale degli apprendimenti;

Lo svolgimento di compiti quali la realizzazione di elaborati digitali o la risposta a


test con il monitoraggio in tempo reale da parte dell’insegnante, ad esempio
utilizzando applicazioni quali Google

Documenti.

Attività asincrone , ovvero senza l’interazione in tempo reale tra gli insegnanti e il
gruppo di studenti.

L’attività di approfondimento individuale o di gruppo con l’ausilio di materiale


didattico digitale fornito o indicato dall’insegnante;

La visione di video lezioni, documentari o altro materiale video predisposto o


indicato dall’insegnante;

102
L'OFFERTA PTOF - 2019/20-2021/22
FORMATIVA I.I.S.S. "ELSA MORANTE"

Esercitazioni, risoluzione di problemi, produzione di relazioni e rielaborazioni in


forma scritta/multimediale o realizzazione di artefatti digitali nell’ambito di un project
work.

Non rientra tra le AID asincrone la normale attività di studio autonomo dei contenuti
disciplinari da parte delle studentesse e degli studenti.

6. Le unità di apprendimento online possono anche essere svolte in modalità mista,


ovvero alternando momenti di didattica sincrona con momenti di didattica asincrona
anche nell’ambito della stessa lezione.

7. La progettazione della DDI deve assicurare la sostenibilità delle attività proposte,


con un equilibrio tra le AID sincrone e asincrone, nonché un generale livello di
inclusività nei confronti degli eventuali bisogni educativi speciali, evitando che i
contenuti e le metodologie siano la mera trasposizione online di quanto solitamente
viene svolto in presenza. Il materiale didattico fornito agli studenti deve

inoltre tenere conto dei diversi stili di apprendimento e degli eventuali strumenti
compensativi da impiegare, come stabilito nei Piani didattici personalizzati,
nell’ambito della didattica speciale.

8. La proposta della DDI deve promuovere l’autonomia e il senso di responsabilità


delle studentesse e degli studenti, e deve garantire omogeneità dell’offerta formativa
dell’istituzione scolastica.

9. I docenti per le attività di sostegno concorrono, in stretta correlazione con i


colleghi, allo sviluppo delle unità di apprendimento per la classe curando l’interazione
tra gli insegnanti e tutte le studentesse e gli studenti, sia in presenza che attraverso la
DDI, mettendo a punto materiale individualizzato o personalizzato da far fruire alla
studentessa o allo studente con disabilità in accordo con quanto stabilito nel Piano
educativo individualizzato.

10. L’Animatore digitale e i docenti del Team di innovazione digitale garantiscono il


necessario sostegno alla DDI, progettando e realizzando

Attività di formazione interna e supporto rivolte al personale scolastico docente e


non docente, anche attraverso la creazione e/o la condivisione di guide e tutorial in
formato digitale e la definizione di procedure per la corretta conservazione e/o la
condivisione di atti amministrativi e dei prodotti delle attività collegiali, dei gruppi di
lavoro e della stessa attività didattica;

103
L'OFFERTA PTOF - 2019/20-2021/22
FORMATIVA I.I.S.S. "ELSA MORANTE"

Attività di alfabetizzazione digitale rivolte alle studentesse e agli studenti


dell’Istituto, anche attraverso il coinvolgimento di quelli più esperti, finalizzate
all’acquisizione delle abilità di base per l’utilizzo degli strumenti digitali e, in
particolare, delle piattaforme in dotazione alla Scuola per le attività didattiche.

Art. 3 - Piattaforme digitali in dotazione e loro utilizzo

1. Le piattaforme digitali istituzionali in dotazione all’Istituto sono:

Il Registro elettronico Argo che consente di gestire il Registro di classe e del


professore, le valutazioni, le note e le sanzioni disciplinari, la bacheca delle
comunicazioni e i colloqui scuola-famiglia.

Google suite for Education che include l’applicazione Meet per realizzare
videoconferenze per la trasmissione delle lezioni in modalità sincrona. Il browser
utilizzato sarà Google Chrome, su cui sarà installata l’estensione “Background blur”
per consentire di sfocare lo sfondo del docente, ad eccezione del caso in cui venga
ripresa la lavagna di ardesia della classe. Le lezioni sincrone potranno essere seguite
dagli alunni da casa con tutti i dispositivi: PC desktop, portatili, tablet, smartphone e
con differenti modalità: attraverso browser o app che girano sui principali sistemi
operativi: Windows, macOS, Linux, Android. Google

ALLEGATI:
patto educativo di corresponsabilità (2).pdf

104
Organizzazione PTOF - 2019/20-2021/22
I.I.S.S. "ELSA MORANTE"

ORGANIZZAZIONE

MODELLO ORGANIZZATIVO

PERIODO DIDATTICO: Quadrimestri

FIGURE E FUNZIONI ORGANIZZATIVE

I Collaboratori del DS Mantengono i


rapporti con i docenti e con i coordinatori
di classe dell’indirizzo Accolgono ed
informano i nuovi colleghi sull’
organizzazione generale dell’Istituto
Hanno compiti di sorveglianza interna e di
controllo sull’ attuazione dei Regolamenti e
del rispetto delle norme antifumo;
Coordinano le attività di carattere generale,
amministrativo e didattico dell’indirizzo
Collaborano nel controllo dell’efficacia della
comunicazione interna: circolari generali,
Collaboratore del DS 2
materiali utili e necessari per la gestione
delle attività (Prof. Vinci); Collaborano alla
redazione di circolari, a variazione di orari,
alla supervisione sulle assenze del
personale docente, alla sostituzione dei
colleghi assenti e quanto altro necessario al
buon funzionamento dell’Istituto compresi i
contatti con il territorio (Prof. Speziale)
Collaborano alla stesura del PTOF/RAV/PdM
Partecipano alle riunioni periodiche di
staff; Espletano ogni atto dovuto,
indifferibile ed urgente, in caso di assenza o

105
Organizzazione PTOF - 2019/20-2021/22
I.I.S.S. "ELSA MORANTE"

impedimento del Dirigente; Sono


Responsabili del plesso “Ex scuola materna
Cacace”.

Collaboratori del D.S. : Prof. Vinci Antonio -


Prof. Speziale Michele Prof. ssa D'Onghia
Marilena Prof.ssa Antonacci Loredana
Prof.ssa Madaro Caterina Prof. Caramia
Giuseppe Monitora la gestione
organizzativa dell’istituto Predispone e
monitora le attività di carattere generale e
amministrativo dell’Istituto Coordina
l’organizzazione delle attività di
Staff del DS (comma ampliamento dell’O.F. Predispone l’o.d.g.
6
83 Legge 107/15) del Consiglio di Istituto, dei Consigli di
classe e dei dipartimenti; Predispone il
calendario dei dipartimenti, gruppi di
lavoro, commissioni, ecc. Nello specifico:
Prof.ssa D'Onghia–supporto segreteria
alunni; Prof.ssa Antonacci – Consulenza
legale/contatti con il territorio; Prof.ssa
Madaro – PTOF, RAV, PDM, contatti con il
territorio; Prof.Caramia Giuseppe- supporto
amministrativo.

Area1 :supporto agli studenti e ai docenti


per la didattica digitale integrata. Prof.
Colucci Francesco AREA 2 Accoglienza e
orientamento in entrata ed in uscita
Prof.ssa Madaro Caterina • Coordina la
progettazione e la realizzazione delle
Funzione strumentale 4
attività volte a sostenere scelte consapevoli
all’atto di iscrizione a scuola. • Garantisce
l’azione di informazione e supporto alla
scelta degli studenti al termine della scuola
superiore. • Coordina l’organizzazione e
l’attuazione delle attività previste nel

106
Organizzazione PTOF - 2019/20-2021/22
I.I.S.S. "ELSA MORANTE"

progetto di orientamento. • Collabora alla


predisposizione dei materiali per
l’informazione esterna (locandine,
comunicati stampa, inviti, ecc..) e la
documentazione eventualmente prevista. •
Attiva ed organizza: • Visite a fiere, scuole,
incontri con esperti del mondo del lavoro o
dell’università. • Attività di formazione di
orientamento post-diploma/lavoro. • Tiene i
contatti con i soggetti esterni coinvolti. •
Tiene i contatti con gli enti di formazione.
AREA 3 Coordinamento attività e
manifestazioni nel settore ristorativo e
dell'ospitalità alberghiera. Proff. Caliandro
Cosimo • Pianifica attività e manifestazioni
interne ed esterne. • Organizza la
partecipazione ai concorsi e alle
manifestazioni esterne. • Collabora in
sinergia con le altre FF.SS. alla riuscita delle
attività di orientamento. • Monitora in
itinere l’andamento delle attività realizzate
• Coordina le varie attività di laboratorio
che prevedono l’utilizzo dei laboratori di
cucina, sala-bar e ricevimento. • Facilita la
riuscita in modo funzionale ed efficace
delle attività didattiche di laboratorio nei
passaggi tra richieste di materiale
necessario, consegna dei fornitori, utilizzo
nei laboratori del materiale. • Formula
proposte per quanto riguarda aspetti
organizzativi e di sicurezza per quanto
riguarda l’utilizzo del laboratorio. •
Supervisiona l’iter relativo all’ indagine di
mercato, qualità del prodotto offerto,
coerenza con l’immagine dell’istituto, per
l’acquisto delle divise di laboratorio da

107
Organizzazione PTOF - 2019/20-2021/22
I.I.S.S. "ELSA MORANTE"

parte degli studenti. AREA 4 Disabilità e


disagio. Prof.ssa Vaccarelli Rosaria • Analisi
delle condizioni di disagio e di svantaggio
degli alunni • Monitoraggio degli alunni in
condizione di handicap e delle azioni svolte
• Referente per i rapporti con l’ASP e
l’ufficio H • Coordinamento dei docenti di
sostegno e dei relativi interventi •
Referente per i DSA/BES • Referente del
gruppo H • Monitorare in itinere
l’andamento delle attività realizzate.

PLESSO Cacace Prof.ssa D'onghia Marilena .


PLESSO “VIA MARTINA EX ITC” Proff.
Vaccarelli Rosaria- Di Nardo Amalia. PLESSO
“GIOVANNI XXIII” Proff. De Serio Monica -
Clemente Maria Grazia Plesso San Simone
Prof. Cometa Antonio • Collaborare con il
Dirigente Scolastico per il buon andamento
delle attività e la funzionalità del plesso
affidato, segnalando gli inconvenienti e le
difficoltà che ostacolano il regolare ed
ordinato svolgimento dell’attività
scolastica. • Firmare i permessi d’entrata o
Responsabile di plesso d’uscita fuori orario degli alunni. • Seguire 6
l’andamento e il regolare svolgimento della
giornata scolastica nel plesso con
particolare attenzione ai ritardi nelle
entrate ed alle anticipazioni delle uscite
degli alunni. • Controllare gli alunni nei
corridoi, durante i cambi di orario o la
pausa di ricreazione. • Controllare il
corretto e regolare utilizzo delle
suppellettili e delle dotazioni armadi
dell’istituto segnalando al DS eventuali usi
impropri. • Controllare che non ci siano
soste negli ingressi di pensione di persone

108
Organizzazione PTOF - 2019/20-2021/22
I.I.S.S. "ELSA MORANTE"

estranee all’Istituto. • Vigilare sul rispetto


del regolamento di Istituto. • Comunicare al
D.S. tempestivamente eventuali
emergenze. • Segnalare al Dirigente i casi di
compartimento irregolare. • Formulare
proposte per quanto riguarda: aspetti
organizzativi e di sicurezza (ai sensi della
d.lgs. 81/2008).

LABORATORIO INFORMATICA Prof.ssa


Moschetti Gaia LABORATORI DI CUCINA
Prof. Cascarano Giovanni LABORATORI DI
SALA Prof.ssa Cutillo Pasquale LABORATORI
DI RICEVIMENTO Prof.ssa Zaccaria R.
Compiti del Coordinatore e referente del
reparto Enogastronomia settore Cucina : -
Vigila, sotto la supervisione del DS ed in
collaborazione con le figure strumentali
competenti e capo dipartimento,
esclusivamente sull’organizzazione del
curricolo e sulle procedure per la verifica
dei risultati raggiunti. - Collabora con il DS
Responsabile di nella sorveglianza, nel controllo quotidiano
4
laboratorio del funzionamento didattico dei laboratori
di cucina pianificando gli orari di utilizzo dei
rispettivi laboratori per tutte la classi. -
Vigila attentamente gli ambienti scolastici
destinati ai laboratori di cucina per
assicurare il rispetto delle regole anche in
collaborazione con il personale
istituzionalmente preposto (ATA). - E’
responsabile dei processi di
approvvigionamento delle derrate e degli
strumenti didattici pianificandone gli ordini
utili alle esercitazioni pratiche di
laboratorio in collaborazione con i
responsabili di reparto ed il DSGA. - E’

109
Organizzazione PTOF - 2019/20-2021/22
I.I.S.S. "ELSA MORANTE"

responsabile di tutti i servizi


enogastronomici compresi gli eventi interni
ed esterni curando l’organizzazione e lo
svolgimento (compresi la definizione dei
menu e la predisposizione degli ambienti di
ristorazione) in collaborazione con il
responsabile eventi e col capo
dipartimento. Compiti del Coordinatore e
referente del reparto Enogastronomia
settore Sala e Vendita : - Vigila, sotto la
supervisione del DS in collaborazione con le
figure strumentali competenti e capo
dipartimento, esclusivamente
sull’organizzazione del curricolo e sulle
procedure per la verifica dei risultati
raggiunti. - Collabora con il DS nella
sorveglianza, nel controllo quotidiano del
funzionamento didattico dei laboratori di
sala e vendita; pianificando gli orari di
utilizzo dei rispettivi laboratori per tutte la
classi. - Vigila attentamente gli ambienti
scolastici destinati ai laboratori di sala e
vendita per assicurare il rispetto delle
regole anche in collaborazione con il
personale istituzionalmente preposto
(ATA). - E’ responsabile dei processi di
approvvigionamento delle derrate e degli
strumenti didattici pianificandone gli ordini
utili alle esercitazioni pratiche di
laboratorio in collaborazione con i
responsabili di reparto ed il DSGA. - E’
responsabile di tutti i servizi
enogastronomici compresi gli eventi interni
ed esterni curando l’organizzazione e lo
svolgimento (compresi la definizione dei
menu e la predisposizione degli ambienti di

110
Organizzazione PTOF - 2019/20-2021/22
I.I.S.S. "ELSA MORANTE"

ristorazione) in collaborazione con il


responsabile eventi e col capo
dipartimento. Compiti del Coordinatore e
referente del reparto Accoglienza Turistica :
- Vigila, sotto la supervisione del DS in
collaborazione con le figure strumentali
competenti e capo dipartimento,
esclusivamente sull’organizzazione del
curricolo e sulle procedure per la verifica
dei risultati raggiunti. - Collabora con il DS
nella sorveglianza, nel controllo quotidiano
del funzionamento didattico dei laboratori
di ricevimento; pianificando gli orari di
utilizzo dei rispettivi laboratori per tutte la
classi. - Vigila attentamente gli ambienti
scolastici destinati ai laboratori di
ricevimento o accoglienza turistica per
assicurare il rispetto delle regole anche in
collaborazione con il personale
istituzionalmente preposto (ATA). - E’
responsabile dei processi di
approvvigionamento del materiale e degli
strumenti didattici pianificandone gli ordini
utili alle esercitazioni pratiche di
laboratorio in collaborazione con i
responsabili di reparto ed il DSGA. - E’
responsabile di tutti i servizi relativi
all’accoglienza compresi gli eventi interni
ed esterni curando l’organizzazione e lo
svolgimento in collaborazione con il
responsabile eventi e col capo
dipartimento.

Prof. Colucci Francesco - Stimola la


formazione interna alla scuola negli ambiti
Animatore digitale 1
del PNSD, attraverso l’organizzazione di
laboratori formativi (senza essere

111
Organizzazione PTOF - 2019/20-2021/22
I.I.S.S. "ELSA MORANTE"

necessariamente un formatore), favorendo


l’animazione e la partecipazione di tutta la
comunità scolastica alle attività formative,
come ad esempio quelle organizzate
attraverso gli snodi formativi; - Favorisce la
partecipazione e stimola il protagonismo
degli studenti nell’organizzazione di
workshop e altre attività, anche
strutturate, sui temi del PNSD, anche
attraverso momenti formativi aperti alle
famiglie e ad altri attori del territorio, per la
realizzazione di una cultura digitale
condivisa; - Individua soluzioni
metodologiche e tecnologiche sostenibili da
diffondere all’interno degli ambienti della
scuola (es. uso di particolari strumenti per
la didattica di cui la scuola si è dotata; la
pratica di una metodologia comune;
informazione su innovazioni esistenti in
altre scuole; un laboratorio di coding per
tutti gli studenti), coerenti con l’analisi dei
fabbisogni della scuola stessa, anche in
sinergia con attività di assistenza tecnica
condotta da altre figure. -Collabora con
l’intero staff della scuola e in particolare
con gruppi di lavoro, operatori della scuola,
dirigente, DSGA, soggetti rilevanti, anche
esterni alla scuola, che possono contribuire
alla realizzazione degli obiettivi del PNSD.

Proff: Moschetti Gaia- Cometa Antonio-


Perrone Raffaele- Di Nardo Amalia-
Caramia Mariella e, come personale
Team digitale ATA,Tranquillino Francesco . Stimola la 6
formazione interna alla scuola negli ambiti
del PNSD, attraverso l’organizzazione di
laboratori formativi (senza essere

112
Organizzazione PTOF - 2019/20-2021/22
I.I.S.S. "ELSA MORANTE"

necessariamente un formatore), favorendo


l’animazione e la partecipazione di tutta la
comunità scolastica alle attività formative,
come ad esempio quelle organizzate
attraverso gli snodi formativi; - Favorisce la
partecipazione e stimola il protagonismo
degli studenti nell’organizzazione di
workshop e altre attività, anche
strutturate, sui temi del PNSD, anche
attraverso momenti formativi aperti alle
famiglie e ad altri attori del territorio, per la
realizzazione di una cultura digitale
condivisa; - Individua soluzioni
metodologiche e tecnologiche sostenibili da
diffondere all’interno degli ambienti della
scuola (es. uso di particolari strumenti per
la didattica di cui la scuola si è dotata; la
pratica di una metodologia comune;
informazione su innovazioni esistenti in
altre scuole; un laboratorio di coding per
tutti gli studenti), coerenti con l’analisi dei
fabbisogni della scuola stessa, anche in
sinergia con attività di assistenza tecnica
condotta da altre figure. -Collabora con
l’intero staff della scuola e in particolare
con gruppi di lavoro, operatori della scuola,
dirigente, DSGA, soggetti rilevanti, anche
esterni alla scuola, che possono contribuire
alla realizzazione degli obiettivi del PNSD.
Prof. Colucci Francesco

Proff. Aloe Delfina- Madaro Laura-


D'Onghia Marilena. Tra i compiti in capo ai
Coordinatore coordinatori di educazione civica: -
3
dell'educazione civica partecipazione a concorsi, convegni,
seminari di studio/approfondimento, in
correlazione con i diversi ambiti disciplinari

113
Organizzazione PTOF - 2019/20-2021/22
I.I.S.S. "ELSA MORANTE"

garantendo funzionalità, efficacia e


coerenza con il PTOF; -Favorire l’attuazione
dell’insegnamento dell’educazione civica
attraverso azioni di tutoring, di consulenza,
di accompagnamento, di formazione e
supporto alla progettazione; - Curare il
raccordo organizzativo all’interno
dell’Istituto con i docenti di classe; -
Collaborare con la funzione strumentale
PTOF/ Referente D’Istituto di Ed. Civica alla
redazione del “Piano” avendo cura di
trasferire quanto realizzato ai fini
dell’insegnamento dell’educazione civica; I
contenuti da proporre, strutturare e
diversificare nell’articolazione del percorso
didattico delle 33 ore di Educazione Civica
trasversale sono elencati nell’articolo 3
della legge, che indica le tematiche e gli
obiettivi di apprendimento e lo sviluppo
delle competenze cui è indirizzato
l’insegnamento sistematico e graduale
dell’Educazione Civica; -Assicurare e
garantire che tutti gli alunni, di tutte le
classi possano fruire delle competenze,
delle abilità e dei valori dell’educazione
civica; -Registrare, in occasione della
valutazione intermedia, le attività svolte
per la propria classe con le indicazioni delle
tematiche trattate e le indicazioni
valutative circa la partecipazione e
l’impegno di studio dei singoli studenti in
vista della definizione del voto/giudizio
finale da registrare in pagella; -Rafforzare la
collaborazione con le famiglie al fine di
condividere e promuovere comportamenti
improntati a una cittadinanza consapevole,

114
Organizzazione PTOF - 2019/20-2021/22
I.I.S.S. "ELSA MORANTE"

non solo dei diritti, dei doveri e delle regole


di convivenza, ma anche delle sfide del
presente e dell’immediato futuro, anche
integrando il Patto educativo di
corresponsabilità

• Coordina le varie attività propedeutiche


agli stages • Coordina le attività dei tutor
interni • Verifica la buona riuscita delle
Coordinatore attività
attività di stages • Predispone la 1
ASL
modulistica per le attività previste •
Pianifica il calendario delle attività
Prof.Perrone Raffaele

Coordina le attività di scambio con


l’estero avvia percorsi di ricerca per il
miglioramento dell’offerta didattica
COORDINATORE dell’Istituto Intrattenere rapporti con
POTENZIAMENTO soggetti ed istituzioni esterne in relazione 1
LINGUE STRANIERE al progetto ERASMUS , agli scambi culturali,
alle certificazioni linguistiche. Si raccorda
sistematicamente con il DS. Prof.ssa Artuso
Maria

Gestisce e coordina le attrezzature


informatiche. Coordina l’offerta formativa
relativa al settore informatico Si raccorda
sistematicamente con i responsabili di
laboratorio. Si raccorda sistematicamente
con il DS. Supporto nella gestione delle
COORDINATORE AREA attrezzature informtiche Promuove e
1
INFORMATICA potenzia le competenze metodologico-
didattiche nei docenti per l’utilizzo degli
strumenti informatici. Si raccorda
sistematicamente con il DS. Gestisce il
sito web della scuola Si raccorda
sistematicamente con il DS. Prof. Colucci
Francesco

115
Organizzazione PTOF - 2019/20-2021/22
I.I.S.S. "ELSA MORANTE"

Coordinano le attività di Istituto per la


corretta gestione di quanto previsto dalle
norme per la gestione della sicurezza nei
COORDINATORE AREA
luoghi di lavoro Si raccordano 1
SICUREZZA
sistematicamente con il Rappresentante
SPP e con il DS l'assistente amministrativo
Grazia De Robertis

Coordina le attività di Istituto per la


corretta gestione delle rilevazione INVALSI.
Mantengono i contatti tra docenti,
COORDINATORE AREA Dirigente e l’assistente amministrativo
3
INVALSI incaricato per le rilevazioni INVALSI
Diffondono i risultati INVALSI Collaborano
alla gestione del RAV e del PdM Si
raccordano sistematicamente con il DS

Svolge attività lavorativa complessa con


autonomia operativa e responsabilità
diretta, anche mediante l’utilizzazione di
procedure informatiche nello svolgimento
dei servizi tecnici nell’area di riferimento
assegnata. In rapporto alle attività di
laboratorio connesse alla didattica, è
subconsegnatario con l’affidamento della
custodia e gestione del materiale didattico,
ASSISTENTI TECNICI DI tecnico e scientifico dei laboratori e delle
7
LABORATORIO officine, nonché dei reparti di lavorazione. •
Conduzione tecnica dei laboratori dell’ Area
di pertinenza garantendone l’efficienza e la
funzionalità • Supporto tecnico alla
funzione docente e agli studenti; •
Conduzione e manutenzione ordinaria dei
supporti tecnico-didattici; • Preparazione
del materiale e degli strumenti didattici e
per le esercitazioni pratiche; • Riordino e
conservazione del materiale e delle

116
Organizzazione PTOF - 2019/20-2021/22
I.I.S.S. "ELSA MORANTE"

attrezzature tecniche; • Verifica giacenze


del materiale e collaborazione con l’Ufficio
preposto per acquisti e collaudi. Lab.
Cucina: Drago Angela- Loberto Donato-
Vivacqua Francesco- Musio Eufemia Lab.
Informatica: Tranquillino Francesco-
Lippolis Laura Lab. Ricevimento: Talò
Laura-

- si occupa della stesura del piano didattico


della classe; - tiene regolarmente informato
il DS e i colleghi sul profitto e sul
comportamento e li informa sui fatti più
significativi della classe riferendo eventuali
problemi emersi; - è il punto di riferimento
del consiglio di classe, degli alunni e delle
relative famiglie; - controlla regolarmente
le assenze degli studenti ponendo la dovuta
attenzione ai casi di irregolare frequenza
ed inadeguato rendimento; - presiede le
sedute del CdC, in assenza del DS; -
Coordinatori di classe 25
coordina le attività del Consiglio di classe
per la valutazione e la predisposizione della
documentazione e delle misure di
flessibilità e degli interventi di didattica
personalizzata o individualizzata nel caso di
situazioni di disabilità, disturbi specifici di
apprendimento (DSA) o riconducibili al più
generale caso dei bisogni educativi speciali
(BES); - compila la Programmazione di
classe; -partecipa alle riunioni del Gruppo
di Lavoro per l’Handicap (nel caso di classi
in cui siano presenti alunni con disabilita).

MODALITÀ DI UTILIZZO ORGANICO DELL'AUTONOMIA

117
Organizzazione PTOF - 2019/20-2021/22
I.I.S.S. "ELSA MORANTE"

Scuola secondaria di
secondo grado - Classe Attività realizzata N. unità attive
di concorso

A012 - DISCIPLINE
LETTERARIE NEGLI Attività di docenza
ISTITUTI DI Impiegato in attività di:
9
ISTRUZIONE
• Insegnamento
SECONDARIA DI II
GRADO

A017 - DISEGNO E
Attività di potenziamento
STORIA DELL'ARTE
Impiegato in attività di:
NEGLI ISTITUTI DI
1
ISTRUZIONE • Potenziamento
SECONDARIA DI II • Progettazione
GRADO

Attività di docenza n. 4 ore


A018 - FILOSOFIA E Impiegato in attività di:
1
SCIENZE UMANE
• Insegnamento

Attività di docenza n. 7 ore


Impiegato in attività di:
A020 - FISICA 1
• Insegnamento

Attività di docenza n. 7 ore


Impiegato in attività di:
A021 - GEOGRAFIA 1
• Insegnamento

Attività di docenza
Impiegato in attività di:
A026 - MATEMATICA 6
• Insegnamento
• Potenziamento

118
Organizzazione PTOF - 2019/20-2021/22
I.I.S.S. "ELSA MORANTE"

Attività di docenza Un docente in part- time


Un docente n. 5 ore
A031 - SCIENZE DEGLI
Impiegato in attività di: 6
ALIMENTI
• Insegnamento

Attività di docenza
A034 - SCIENZE E
Impiegato in attività di:
TECNOLOGIE 1
CHIMICHE • Insegnamento

Attività di docenza ( un docente n.8 ore -un


A041 - SCIENZE E docente n. 6 ore)
TECNOLOGIE Impiegato in attività di: 1
INFORMATICHE
• Insegnamento

Attività di docenza
A042 - SCIENZE E
Impiegato in attività di:
TECNOLOGIE 1
MECCANICHE • Insegnamento

- n. 5 in attività di docenza (n. 2 unità in


part-time) -n. 1 attività di potenziamento
A045 - SCIENZE
Impiegato in attività di:
ECONOMICO- 6
AZIENDALI • Insegnamento
• Potenziamento

n. 1 attività di didattica n. 2 attività di


potenziamento n.1 completa con n. 6 ore la
A046 - SCIENZE cattedra
GIURIDICO- Impiegato in attività di: 4
ECONOMICHE
• Insegnamento
• Potenziamento

A048 - SCIENZE N.3 attività di docenza N.1 attività di 3

119
Organizzazione PTOF - 2019/20-2021/22
I.I.S.S. "ELSA MORANTE"

MOTORIE E SPORTIVE potenziamento N.1 attività di docenza n. 4


NEGLI ISTITUTI DI ore
ISTRUZIONE Impiegato in attività di:
SECONDARIA DI II
• Insegnamento
GRADO
• Potenziamento

Attività di docenza
A050 - SCIENZE
Impiegato in attività di:
NATURALI, CHIMICHE 1
E BIOLOGICHE • Insegnamento

AA24 - LINGUE E Attività di docenza


CULTURE STRANIERE Impiegato in attività di:
NEGLI ISTITUTI DI 4
• Insegnamento
ISTRUZIONE DI II
• Potenziamento
GRADO (FRANCESE)

AB24 - LINGUE E Attività di docenza N. 1 docente in part-


CULTURE STRANIERE time
NEGLI ISTITUTI DI Impiegato in attività di: 5
ISTRUZIONE DI II
• Insegnamento
GRADO (INGLESE)

AD24 - LINGUE E Attività di docenza


CULTURE STRANIERE Impiegato in attività di:
NEGLI ISTITUTI DI 2
• Insegnamento
ISTRUZIONE DI II
• Potenziamento
GRADO (TEDESCO)

Sostegno alunni diversabili


Impiegato in attività di:
ADSS - SOSTEGNO 25
• Sostegno

B003 - LABORATORI DI Attività di docenza


1
FISICA Impiegato in attività di:

120
Organizzazione PTOF - 2019/20-2021/22
I.I.S.S. "ELSA MORANTE"

• Insegnamento

B012 - LABORATORI DI
Attività di docenza n. 4 ore
SCIENZE E
Impiegato in attività di:
TECNOLOGIE 3
CHIMICHE E • Insegnamento
MICROBIOLOGICHE

B016 - LABORATORI DI Attività di docenza


SCIENZE E Impiegato in attività di:
1
TECNOLOGIE
• Insegnamento
INFORMATICHE

Attività di docenza
B019 - LABORATORI DI
Impiegato in attività di:
SERVIZI DI
2
RICETTIVITA' • Insegnamento
ALBERGHIERA • Organizzazione

B020 - LABORATORI DI Attività di docenza


SERVIZI Impiegato in attività di:
8
ENOGASTRONOMICI,
• Insegnamento
SETTORE CUCINA

B021 - LABORATORI DI
Attività di docenza
SERVIZI
Impiegato in attività di:
ENOGASTRONOMICI, 5
SETTORE SALA E • Insegnamento
VENDITA

ORGANIZZAZIONE UFFICI E MODALITÀ DI RAPPORTO CON L'UTENZA

ORGANIZZAZIONE UFFICI AMMINISTRATIVI

Direttore dei servizi • Sovrintende, con autonomia operativa, ai servizi generali

121
Organizzazione PTOF - 2019/20-2021/22
I.I.S.S. "ELSA MORANTE"

ORGANIZZAZIONE UFFICI AMMINISTRATIVI

generali e amministrativi amministrativo-contabili e ne cura l'organizzazione


svolgendo funzioni di coordinamento, promozione delle
attività e verifica dei risultati conseguiti, rispetto agli
obiettivi assegnati ed agli indirizzi impartiti, al personale
ATA, posto alle sue dirette dipendenze. • Assicura, altresì, la
collaborazione ed il supporto alle generali attività di
programmazione, organizzazione e valutazione dell'Istituto,
con la elaborazione di approfondimenti e la partecipazione
a gruppi di lavoro di volta in volta costituiti. • Organizza
autonomamente l’attività del personale ATA nell’ambito
delle direttive del dirigente scolastico. Attribuisce al
personale ATA, nell’ambito del piano delle attività, incarichi
di natura organizzativa e le prestazioni eccedenti l’orario
d’obbligo, quando necessario. Svolge con autonomia
operativa e responsabilità diretta attività di istruzione,
predisposizione e formalizzazione degli atti amministrativi e
contabili. • E’ funzionario delegato, ufficiale rogante e
consegnatario dei beni mobili. DSGA Anna Rizzo

• Gestione documentazione di progetto • Collaborazione


con il DSGA per certificazioni e rendicontazioni inerenti i
progetti • Tenuta registro contratti esperti • Nomine
Ufficio protocollo personale docente relative ai progetti • Gestione visite e
viaggi d’istruzione • Stage alunni • Tenuta protocollo e
gestione archivio corrente • Anagrafe delle prestazioni Ass.
am.vo Petrini Elisabetta

• Gestione acquisti e contratti con fornitori • Assicurazione


alunni e personale • Gestione fatture e tenuta registro •
Ufficio acquisti Tenuta registri magazzino e inventario • Tenuta registri
bibliografici • Responsabile magazzino Ass. amm.vo Grazia
De Robertis

• Gestione alunni • Gestione scrutini ed esami di Stato •


Ufficio per la didattica
Monitoraggi e statistiche alunni • Pratiche alunni diversabili

122
Organizzazione PTOF - 2019/20-2021/22
I.I.S.S. "ELSA MORANTE"

ORGANIZZAZIONE UFFICI AMMINISTRATIVI

• Organi Collegiali • Assicurazione e infortuni • Attività di


sportello Ass.amm.vo Margherita Maradei

• Gestione fascicoli personale ATA (assunzioni, contratti,


cessazioni, trasferimento, certificazioni) • Gestione assenze
personale docente • Gestione graduatorie III fascia ATA e
convocazioni • Nomine personale docente e ATA • Pratiche
TFR ATA • Elezioni OO.CC. • Amministrazione del personale:
Ufficio per il personale
D.S., Docente a tempo determinato e indeterminato •
A.T.D.
Gestione fascicoli personale docente (assunzioni, contratti,
cessazioni, trasferimento, certificazioni) • Gestione
graduatorie di Istituto docenti e convocazioni • Pratiche TFR
docenti • Pratiche ferie non godute • Comunicazioni relative
a scioperi, assemblee sindacali. Ass. amm.vo Santa Currò

• Servizi di contabilità (mandati e reversali) • Adempimenti


connessi alla gestione progetti • Gestione liquidazioni al
Sezione amministrativa
personale • Adempimenti fiscali • Tenuta dei registri di
contabilità
cassa e partitari • Liquidazione fatture • Ricostruzioni
carriera Ass. amm.vo Grazia De Robertis

Servizi attivati per la Registro online argoscuolanext


dematerializzazione dell'attività Pagelle on line argoscuolanext
amministrativa: Modulistica da sito scolastico
www.elsamorantecrispiano.edu.it

RETI E CONVENZIONI ATTIVATE

123
Organizzazione PTOF - 2019/20-2021/22
I.I.S.S. "ELSA MORANTE"

PROGETTO INTERNAZIONALE MULTIKULTURALITÀ AMCM

Azioni realizzate/da
• Attività didattiche
realizzare

• Risorse professionali
Risorse condivise • Risorse strutturali
• Risorse materiali

Soggetti Coinvolti • Altre scuole

Ruolo assunto dalla scuola


Partner rete di scopo
nella rete:

"PEERITALIA"

Azioni realizzate/da • Formazione del personale


realizzare • Attività didattiche

• Risorse professionali
Risorse condivise
• Risorse materiali

• Altre scuole
• Enti di ricerca
Soggetti Coinvolti • Soggetti privati (banche, fonadazioni, aziende private,
ecc.)
• Autonomie locali (Regione, Provincia, Comune, ecc.)

Ruolo assunto dalla scuola


Partner rete di scopo
nella rete:

124
Organizzazione PTOF - 2019/20-2021/22
I.I.S.S. "ELSA MORANTE"

PROGETTO ART.31 D.M. 851/2017 - MISURE DI SUPPORTO PER L'ATTUAZIONE DEL


D.L.G.S.61/2017

• Formazione del personale


Azioni realizzate/da
• Implementazione iter di riforma degli Istituti
realizzare
professionali

• Risorse professionali
Risorse condivise
• Risorse materiali

• Altre scuole
Soggetti Coinvolti
• Altri soggetti

Ruolo assunto dalla scuola


Partner rete di scopo
nella rete:

RETE DI SCUOLE EX ART.7 DPR 275/99 (SERVIZIO DI CASSA)

Azioni realizzate/da
• Attività amministrative
realizzare

• Risorse professionali
Risorse condivise
• Risorse materiali

Soggetti Coinvolti • Altre scuole

Ruolo assunto dalla scuola


Partner rete di scopo
nella rete:

125
Organizzazione PTOF - 2019/20-2021/22
I.I.S.S. "ELSA MORANTE"

CONVENZIONE "RE.NA.I.A."

Azioni realizzate/da • Formazione del personale


realizzare • Attività didattiche

Risorse condivise • Risorse professionali

Soggetti Coinvolti • Altre scuole

Ruolo assunto dalla scuola


Partner rete di scopo
nella rete:

ACCORDO ISTITUTI PROFESSIONALI ALBERGHIERI

• Formazione del personale


Azioni realizzate/da
• Attività didattiche
realizzare
• Attività amministrative

• Risorse professionali
Risorse condivise • Risorse strutturali
• Risorse materiali

Soggetti Coinvolti • Altre scuole

Ruolo assunto dalla scuola


Partner rete di scopo
nella rete:

126
Organizzazione PTOF - 2019/20-2021/22
I.I.S.S. "ELSA MORANTE"

ACCORDO DI COLLABORAZIONE PTOF I.C. GRASSI MARTINA FRANCA

Azioni realizzate/da
• Attività didattiche
realizzare

• Risorse professionali
Risorse condivise
• Risorse strutturali

Soggetti Coinvolti • Altre scuole

Ruolo assunto dalla scuola


Partner rete di scopo
nella rete:

Approfondimento:

Impegno a collaborare per incrementare lo sviluppo delle competenze chiave


europea e di cittadinanza degli alunni attraverso lo svolgimento di attività connesse
alla progettazione curriculare ed extracurriculare inserita nel PTOF . 

ACCORDO DI RETE PER ORIENTAMENTO I.C. ALFIERI

Azioni realizzate/da
• Attività didattiche
realizzare

Risorse condivise • Risorse professionali

Soggetti Coinvolti • Altre scuole

Ruolo assunto dalla scuola


Partner rete di scopo
nella rete:

127
Organizzazione PTOF - 2019/20-2021/22
I.I.S.S. "ELSA MORANTE"

Approfondimento:

INDIVIDUAZIONE PERCORSI E PROPOSTE CHE FAVORISCONO IL PASSAGGIO DA UN


ORDINE DI SCUOLA ALL'ALTRO .

PIANO DI FORMAZIONE DEL PERSONALE DOCENTE

LA COMUNICAZIONE SECONDO L’ANALISI TRANSAZIONALE

• Promuovere lun’esperienza di formazione alla didattica della comunicazione interpersonale

Collegamento con le
Coesione sociale e prevenzione del disagio giovanile
priorità del PNF docenti

Destinatari Tutti i docenti

• Laboratori
Modalità di lavoro • Workshop
• Comunità di pratiche

AUTONOMIA DIDATTICA E ORGANIZZATIVA

Progettazione nell’ambito dell’autonomia,flessibilità organizzativa (flessibilità oraria),


leadership educativa, governance territoriale e utilizzo e gestione delle risorse umane e
strumentali.

Collegamento con le
Autonomia didattica e organizzativa
priorità del PNF docenti

Referenti di istituto, funzioni strumentali e figure di


Destinatari
coordinamento

128
Organizzazione PTOF - 2019/20-2021/22
I.I.S.S. "ELSA MORANTE"

• Laboratori
Modalità di lavoro
• Comunità di pratiche

Formazione di Scuola/Rete Attività proposta dalla rete di ambito

VALUTAZIONE E MIGLIORAMENTO

Valutazione della scuola: autovalutazione, monitoraggio, processi di miglioramento e piano di


miglioramento, utilizzo e gestione dei dati, rendicontazione sociale e bilancio sociale.

Collegamento con le
Valutazione e miglioramento
priorità del PNF docenti

Referenti di istituto, funzioni strumentali e figure di


Destinatari
coordinamento

• Laboratori
Modalità di lavoro
• Comunità di pratiche

Formazione di Scuola/Rete Attività proposta dalla rete di ambito

DIDATTICA PER COMPETENZE E INNOVAZIONE METODOLOGICA

DL 62/17 Didattiche collaborative e costruttive; rapporto tra saperi disciplinari e didattica per
competenze; rafforzamento delle competenze di base; imparare ad imparare: per un
apprendimento permanente; metodologie: project-based learning, cooperative learning, peer
teaching e peer tutoring, mentoring, learning by doing, flipped classroom, didattica attiva;
peer observation; ambienti di apprendimento formali e informali; rubriche valutative.

Collegamento con le Didattica per competenze, innovazione metodologica e


priorità del PNF docenti competenze di base

Modalità di lavoro • Laboratori

129
Organizzazione PTOF - 2019/20-2021/22
I.I.S.S. "ELSA MORANTE"

• Comunità di pratiche

Formazione di Scuola/Rete Attività proposta dalla rete di ambito

COMPETENZE DIGITALI E NUOVI AMBIENTI PER L’APPRENDIMENTO

Ambienti di apprendimento: innovazione didattica, competenze digitali, contenuti digitali,


potenziamento in chiave digitale degli indirizzi caratterizzanti

Collegamento con le
Competenze digitali e nuovi ambienti di apprendimento
priorità del PNF docenti

• Laboratori
Modalità di lavoro
• Comunità di pratiche

Formazione di Scuola/Rete Attività proposta dalla rete di ambito

SCUOLA E LAVORO

Alternanza scuola-lavoro negli Istituti professionali; competenze trasversali; imprenditorialità;


orientamento;inquadramento giuridico; tutoraggio interno ed esterno; educazione finanziaria;
learning by doing; impresa formativa simulata; validazione delle competenze, forme di
coordinamento territoriale; assicurazione per gli studenti; salute e sicurezza nei luoghi di
lavoro. Uso della piattaforma ministeriale.

Collegamento con le Integrazione, competenze di cittadinanza e cittadinanza


priorità del PNF docenti globale Scuola e lavoro

• Laboratori
Modalità di lavoro
• Comunità di pratiche

Formazione di Scuola/Rete Attività proposta dalla rete di ambito

130
Organizzazione PTOF - 2019/20-2021/22
I.I.S.S. "ELSA MORANTE"

COESIONE SOCIALE E PREVENZIONE DEL DISAGIO GIOVANILE

L’educazione al rispetto dell’altro;il riconoscimento dei valori della diversità come risorsa;
prevenzione del bullismo e del cyberbullismo; gestione della classe; ruolo delle figure
specialistiche; progettazione di interventi per il recupero del disagio e per prevenire fenomeni
di violenza a scuola.

Collegamento con le
Coesione sociale e prevenzione del disagio giovanile
priorità del PNF docenti

• Laboratori
Modalità di lavoro
• Comunità di pratiche

Formazione di Scuola/Rete Attività proposta dalla rete di ambito

INTEGRAZIONE, COMPETENZE DI CITTADINANZA E COMPETENZE GLOBALI

Interlingua e ambiente plurilingue; competenze glottodidattiche; Italiano L2; mediazione


linguistica e culturale.

Collegamento con le Integrazione, competenze di cittadinanza e cittadinanza


priorità del PNF docenti globale Scuola e lavoro

Destinatari Tutti i docenti

• Laboratori
Modalità di lavoro
• Comunità di pratiche

Formazione di Scuola/Rete Attività proposta dalla rete di ambito

INCLUSIONE E DISABILITÀ

DL66/2017 - Parte generale:certificazione nella prospettiva della imminente evoluzione; parte


specifica: PEI e progettazione didattica scuola secondaria II grado. Modalità per il migliore

131
Organizzazione PTOF - 2019/20-2021/22
I.I.S.S. "ELSA MORANTE"

coinvolgimento dei genitori degli alunni con disabilità, dei docenti specializzati e di tutti i
docenti nei percorsi di integrazione.

Collegamento con le
Inclusione e disabilità
priorità del PNF docenti

• Laboratori
Modalità di lavoro
• Comunità di pratiche

Formazione di Scuola/Rete Attività proposta dalla rete di ambito

AMBIENTI DI APPRENDIMENTO PER GLI ALBERGHIERI

Misure di accompagnamento e supporto al riordino degli istituti professionali

Destinatari Docenti impegnati nella realizzazione delle innovazioni

• Laboratori
Modalità di lavoro
• Comunità di pratiche

Formazione di Scuola/Rete Attività proposta dalla rete di scopo

DISLESSIA AMICA - CORSO AVANZATO

Promozione attività didattiche inclusive ed innovative per uno studio significativo nei disturbi
specifici dell'apprendimento.

Collegamento con le
Inclusione e disabilità
priorità del PNF docenti

Destinatari Tutti i docenti

Formazione di Scuola/Rete Attività proposta da Associazione Italiana Dislessia

132
Organizzazione PTOF - 2019/20-2021/22
I.I.S.S. "ELSA MORANTE"

Agenzie Formative/Università/Altro coinvolte

Attività proposta da Associazione Italiana Dislessia

MODULI DI DIRITTO APPLICATO AL MONDO DELL’INFORMATICA

• Concetti giuridici di base Che cos'è il diritto. Il concetto di norma giuridica. Le fonti del diritto.
Efficacia della legge nel tempo e nello spazio. Criteri di applicazione della legge.
Interpretazione della legge. Rilevanza delle sentenze. Persone fisiche e giuridiche. Capacità
giuridica e capacità di agire. Le obbligazioni. La responsabilità. Analisi guidata di esempi di
testi di legge e di sentenze. • Proprietà industriale Il codice della proprietà industriale. Marchi,
nomi a dominio e brevetti. Tutela brevettuale del software. La richiesta di brevetto. Le
rivendicazioni. Le banche dati dei brevetti nazionali e internazionali. • Privacy e sicurezza
Privacy e protezione dei dati personali nella società dell'informazione. Principi generali.
Informativa e consenso. Diritti dell'interessato. Dati sensibili. Misure di sicurezza minime e
idonee. Le novità introdotte dal Regolamento U.E. 2016/679 relativo alla protezione delle
persone fisiche con riguardo al trattamento dei dati personali, nonché alla libera circolazione
di tali dati . • Firme elettroniche/digitali e documenti informatici Documenti e firme: principi di
base. Firma digitale: cenni tecnici. Le firme elettroniche: tipologie e disciplina giuridica. Il
documento informatico: definizione, validità e rilevanza giuridica. La validità legale di e-mail,
pagine web, registri informatici. La certificazione della firma digitale. Posta elettronica
certificata • L’accesso agli atti amministrativi. Nozioni generali e diverse tipologie dell’atto
amministrativo. L’accesso agli atti amministrativi. • Reati informatici Elementi di base del
diritto penale: concetti di reato, colpa, dolo, il principio di tassatività. Accesso abusivo a un
sistema informatico. Detenzione e diffusione di codici di accesso a sistemi informatici o
telematici. Danneggiamento o interruzione di un sistema informatico. Interferenza illecita in
comunicazioni informatiche o telematiche. Frode informatica. Analisi guidata di casi
giurisprudenziali. • Pericoli del Web L’uso responsabile dei social network. Il fenomeno delle
Fake News. Cyberbullismo. Analisi guidata di casi giurisprudenziali.

Collegamento con le
Competenze digitali e nuovi ambienti di apprendimento
priorità del PNF docenti

Modalità di lavoro • Laboratori

Formazione di Scuola/Rete Attività proposta dalla singola scuola

133
Organizzazione PTOF - 2019/20-2021/22
I.I.S.S. "ELSA MORANTE"

PDP STRUMENTO OPERATIVO PER L’INCLUSIONE

L’inclusione scolastica è la risposta ai differenti bisogni educativi e si realizza attraverso


strategie educative e didattiche finalizzate allo sviluppo delle potenzialità di ciascuno, nel
rispetto del diritto all’autodeterminazione e all’accomodamento ragionevole e nella
prospettiva della migliore qualità di vita. La legge 170/2010 “Nuove norme in materia di
disturbi specifici di apprendimento in ambito scolastico”, rappresenta un punto di svolta
poiché apre un diverso canale di cura educativa, concretizzando i principi di personalizzazione
dei percorsi di studio enunciati nella legge 53/2003, nella prospettiva della “presa in carico”
dell’alunno con BES da parte di ciascun docente curriculare e di tutto il team di docenti
coinvolto. Nel 2012, a seguito della Direttiva del 27 dicembre “Strumenti di intervento per
alunni con bisogni educativi speciali e organizzazione territoriale per l’inclusione scolastica”,
integrate successivamente con le “Linee guida per favorire l’integrazione e l’inclusione degli
studenti con BES”, il Ministero ha inteso sollecitare l’attenzione sulla programmazione degli
interventi a favore degli studenti con problemi scolastici. Al Consiglio di classe compete
l’elaborazione di un percorso didattico personalizzato, attraverso la redazione di un Piano
Didattico Personalizzato (PDP), che serva come strumento di lavoro per i docenti ed abbia la
funzione di documentare alle famiglie le strategie di intervento programmate. Partendo da
queste considerazioni, il progetto, incentrato sul tema “ PDP – Strumento Operativo per
l’Inclusione”, si rivolge ai docenti dei Consigli di Classe e ai Coordinatori di classe presso
l’Istituto nelle tre annualità 2019/2021, con l’obiettivo di far acquisire, applicare e
padroneggiare i concetti di base della normativa e della casistica dei BES, accompagnandoli
nella stesura e attuazione di un PDP, nell’ottica del miglioramento del processo di
programmazione dell’attività didattica e con l’obiettivo di dare risposte sempre più adeguate
ai bisogni educativi speciali degli alunni.OBIETTIVI DIDATTICI Fornire un supporto ai Consigli
di Classe, ai Coordinatori di Classe e ai singoli docenti curriculari circa la stesura concreta di
un PDP; Fornire un quadro generale della normativa inerente l’inclusione, con uno sguardo
concreto sulle reali azioni da attuare in classe; Conoscere le diverse tipologie di alunni
considerati dalla normativa nell’area BES, soprattutto alunni dislessici in possesso di
certificazione medica; alunni con svantaggio socioeconomico,linguistico e culturale, per i quali
è richiesta la stesura di un PDP; Consolidare le conoscenze relative a come strutturare
correttamente il PDP; Imparare ad interpretare le diagnosi e utilizzare tali dato nella
progettazione e nell’aggiornamento del PDP; Fornire indicazioni, strumenti operativi ed
esempi pratici utili a redigere un PDP rendendolo attuabile e in linea con la programmazione
educativa e didattica dell’istituto; Comprendere in modalità condivisa quali strategie attuare
per migliorare e consolidare l’azione inclusiva nell’istituto. CONTENUTI Il modello PDP: cos’è e

134
Organizzazione PTOF - 2019/20-2021/22
I.I.S.S. "ELSA MORANTE"

come utilizzarlo: - Dalla legge 170/2010 al D.Lgs. n.66/2017; - La classificazione degli alunni
rientranti nelle tipologie BES; - Le misure compensative e dispensative; - Dalla diagnosi
all'intervento didattico-educativo; - Le componenti strutturali del PDP e individuazione di aree
di osservazione su cui orientare la progettazione dello stesso; Dalla teoria alla pratica: come
strutturare e compilare il PDP: - Analisi dei bisogni educativi speciali più comuni; - Analisi delle
componenti strutturali del PDP; - Analisi delle diagnosi; - Stesura condivisa e ragionata del
PDP; - Esercitazioni pratica sulla compilazione di un PDP

Collegamento con le
Inclusione e disabilità
priorità del PNF docenti

Modalità di lavoro • Laboratori

Formazione di Scuola/Rete Attività proposta dalla singola scuola

LA COSTRUZIONE DEL PEI SU BASE ICF PER L’INCLUSIONE DEGLI STUDENTI CON
DISABILITÀ

Dal 1° gennaio 2019 diventeranno pienamente operative le disposizioni contenute nel D.Lgs.
66/17 (Riforma Sostegno e Inclusione): il Profilo di Funzionamento sostituirà la Diagnosi
Funzionale e il Profilo Dinamico Funzionale, comportando nuove modalità di elaborazione e
approvazione del Piano Educativo Individualizzato (PEI). Nella fattispecie, l’art. 5 c.2 lett.b del
D.Lgs. n. 66/2017 ha modificato l’art. 12 c. 5 della Legge n.104/92 affermando che
“successivamente all’accertamento della condizione di disabilità è redatto un profilo di
funzionamento secondo i criteri del modello bio-psico-sociale della Classificazione
Internazionale del Funzionamento, della Disabilità e della Salute (ICF) adottata dall’OMS ai fini
della formulazione del Progetto individuale di cui all’art. 14 della Legge n. 328/2000, nonché
per la predisposizione del PEI”. Rispetto alle precedenti classificazioni, che davano un’ampia e
dettagliata descrizione della malattia, l’ICF pone in primo piano la correlazione fra la salute e
l’ambiente definendo la disabilità come una conseguenza di ambienti di vita sfavorevoli. Alla
luce di ciò, i docenti e la scuola nel suo insieme, si ritrovano a dover orientare il proprio agire
in maniera diversa, sia nell’approccio con lo studente che nella predisposizione dei documenti
che sottendono la pratica didattica. Si tratta anche di operare un concreto cambiamento nella
prassi educativa che coinvolge non solo il docente, ma anche tutti coloro che sono parte
integrante della comunità scolastica, cosiddetta “educante”. Partendo da queste
considerazioni, il progetto, incentrato sul tema “PEI su base ICF”, si rivolge ai docenti di

135
Organizzazione PTOF - 2019/20-2021/22
I.I.S.S. "ELSA MORANTE"

sostegno in servizio presso l’istituto nelle tre annualità 2019/2021, con l’obiettivo di far
acquisire, applicare e padroneggiare i concetti di base della nuova classificazione nell’ottica
del miglioramento del processo di insegnamento/apprendimento e con l’obiettivo di dare
risposte sempre più adeguate ai bisogni educativi speciali degli alunni. Il progetto, redatto
nell’ottica di una sinergia teoria-prassi, partendo dall’analisi delle novità introdotte, intende
approfondire l’ICF come modello per la redazione del PEI, fornendo strumenti di rilevazione e
indicazioni concrete sulle corrette modalità di stesura e attuazione del PEI come progetto di
vita. OBIETTIVI DIDATTICI • Fornire un quadro esaustivo e completo delle ultime novità
introdotte, con uno sguardo concreto sulle reali azioni da attuare in classe; • Conoscere le
aree fondamentali dell’ICF (condizioni fisiche; funzioni corporee; strutture corporee; attività
personali; partecipazione sociale; fattori contestuali ambientali; fattori contestuali personali); •
Consolidare le conoscenze relative a come strutturare correttamente il PEI, con particolare
attenzione al modello ICF e al Profilo di Funzionamento; • Imparare ad interpretare e scrivere i
codici ICF da utilizzare nella progettazione e nell’aggiornamento del PEI; • Fornire indicazioni,
strumenti operativi ed esempi pratici utili a redigere un PEI su base ICF rendendolo
effettivamente attuabile e in linea con la programmazione educativa e didattica dell’istituto; •
Comprendere, in modalità condivisa, quali strategie attuare per migliorare e consolidare
l’azione inclusiva nell’istituto. CONTENUTI • Il modello ICF- cos’è e come utilizzarlo nella
redazione del PEI: - ICF e modello bio-psico-sociale; - La classificazione dell’ICF e i codici ICF; -
Dalla diagnosi all’intervento didattico-educativo; - Le componenti strutturali dell’ICF e
individuazione di aree di osservazione su cui orientare la progettazione del PEI; - Dal Decreto
66/2017 alla circolare ministeriale prot. n. 0001553 del 04/08/2017: indicazioni di intervento. •
Dalla teoria alla pratica - come strutturare il PEI su base ICF: - La stesura del PEI su base ICF; -
Esercitazioni pratiche sulla compilazione di un PEI; - Analisi delle disabilità più comuni e di casi
clinici.

Collegamento con le
Inclusione e disabilità
priorità del PNF docenti

Modalità di lavoro • Laboratori

Formazione di Scuola/Rete Attività proposta dalla singola scuola

PIANO DI FORMAZIONE DEL PERSONALE ATA

136
Organizzazione PTOF - 2019/20-2021/22
I.I.S.S. "ELSA MORANTE"

LA COMUNICAZIONE SECONDO L’ANALISI TRANSAZIONALE

Descrizione dell'attività di
La gestione delle relazioni interne ed esterne
formazione

Destinatari tutto il personale ATA

Modalità di Lavoro • Attività in presenza

CORSO SICUREZZA

Descrizione dell'attività di La rilevazione dei rischi e delle condizioni igienico-


formazione ambientali

Destinatari Personale tecnico

• Attività in presenza
Modalità di Lavoro
• Laboratori

Formazione di Scuola/Rete Attività proposta dalla singola scuola

ECDL

I concetti e le competenze essenziali relative all'uso di


Descrizione dell'attività di
computer e dispositivi collegati, la creazione di file e di
formazione
gestione, reti e la sicurezza dei dati.

Destinatari Personale Amministrativo

• Laboratori
Modalità di Lavoro
• Formazione on line

137
Organizzazione PTOF - 2019/20-2021/22
I.I.S.S. "ELSA MORANTE"

Formazione di Scuola/Rete Attività proposta dalla singola scuola

Approfondimento

Per il personale ATA saranno organizzate attività formative inerenti le seguenti aree:

- Assistenza di base e ausilio materiale agli alunni disabili;

- Informazione/formazione in materia di Sicurezza;

- Digitalizzazione;

- Aggiornamento periodico. 

138

Potrebbero piacerti anche